Page 1


C.So Umberto I, 134 - Galleria Europa 2 65016 Montesilvano(Pe) - Tel. 085.4451780 web: difelicecostruzioni.it - e-mail: info@difelicecostruzioni.it


E’ nato un nuovo modo di comunicare...

PENSA DIFFERENTE PENSA KUBI K


TENDENZE CHIC

Eco-chic per i più piccoli: la moda bimbo eco-sostenibile Come appreso al Pitti Bimbo, le collezioni estive 2010 per la moda dei più piccoli rispecchiano una tendenza eco-etica volta al rispetto dell’ecosistema. I capi, che tutelando le produzioni locali, sono realizzati con materiali organici e naturali, al fine di proteggere non solo l’ecosistema, ma anche la pelle ipersensibile dei bambini. Si parla, infatti, di bio-guardaroba di capi dalle fibre morbide e preziose. Tra i fautori di questa tendenza, che definiremo eco-chic, ecco il marchio Monnalisa (che puoi trovare presso il negozio di abbigliamento Frugolino, nei due punti vendita di Francavilla al Mare e Guardiagrele) , il quale punta sull’eco-sostenibilità con il progetto Eco-Friendly: classico esempio sono le t-shirt in cotone organico ricamate con le immagini di quattro specie animali in via d’estinzione (panda, tigre siberiana, ippocampo e volpe artica).

E’ vicina a questa linea anche la conduttrice Licia Colò, che ha scelto tale tendenza per il suo progetto che ha dato vita ad una collezione con tessuti naturali, applicazioni in fettuccia di cotone e stampe ad acqua di animali nordici. Ma la Colò non è stata l’unico volto noto a proporre una sua linea per la moda dei più piccoli: al Pitti Bimbo n° 69 si sono viste sfilare, infatti, in passerella collezioni di altre donne vip come Lavia Borromeo con la sua linea Blav e Elisabetta Gregoraci, neomamma che ha proposto la collezione da principessina dal nome Billionaire Junior.


Parentesi in bianco: la nuova figura del wedding planner QUANDO L’EMOZIONE DEL GIORNO PIU’ BELLO SI UNISCE ALLO STILE INCONFONDIBILE DI MY WEDDING di Roberta Coccione Se la parola Matrimonio oggi spaventa diverse coppie giovani, è pur vero che ancora in molti, soprattutto tante ragazze, sognano e desiderano fortemente l’arrivo del cosiddetto “giorno del fatidico sì”. Un giorno che non si può che immaginare e volere assolutamente perfetto…Perfetto, che strano concetto la perfezione! Sapete quanta pazienza, nonché fortuna (pensate alle variazioni metereologiche, non controllabili da nessuno) occorrono per dar vita al giorno perfetto? A tal proposito considerate che, per dati statistici, almeno la metà delle coppie, durante i preparativi logistici e organizzativi destinati esclusivamente al giorno delle nozze (sorvoliamo sull’arredamento della futura dimora da condividere) incorre in discussioni e litigi che provocano eccessivi momenti di stress. La pianificazione e preparazione di un intero matrimonio, infatti, rappresenta un vero e proprio campo di battaglia su cui si scontrano millenni di tradizioni e culture, sogni più o meno realizzabili, aspettative e desideri più o meno influenti di tutti coloro che direttamente o indirettamente si sentono coinvolti in questo evento; a tutto ciò va oggi aggiunto il fattore tempo, che diventa negli anni sempre più incresciosamente nullo, o perlomeno ridotto.

PER ESSERE INSOSTITUIBILI BISOGNA ESSERE DIVERSI “Coco Chanel”


Il matrimonio dunque vi appare un problema? No, vi sbagliate, è un insieme di diecimila problemi, grandi, medi, piccoli e piccolissimi. E la cosa strana è che i problemi piccolissimi danno più fastidio dei problemi grandi, come sa chiunque ci sia passato. Pensate: i documenti in comune e in Chiesa, le partecipazioni, il ricevimento, la scelta dei testimoni, la lista nozze, le liste dei ringraziamenti, le bomboniere (io preferisco chiamarle cadeaux de mariage, ma so la difficoltà per molti di memorizzare questo francesismo), le fedi, i fiori, il bouquet, la musica, il pranzo, il parrucchiere, l’estetista, l’abito per lei, l’abito per lui…e tanto tanto altro! Che bello sarebbe avere qualcuno che ci ricorda tutto, che sceglie per noi (o perlomeno con noi), che attimo per attimo ci consiglia cosa fare. Ecco la bella notizia: quel qualcuno c’è e lo avete tra le mani! My Wedding, con uno stile inconfondibile, ma allo stesso tempo plasmabile sulla base dei gusti e del budget a disposizione dei futuri sposi, vi accompagna durante tutto il percorso che conduce al giorno del fatidico sì, regalandovi un matrimonio da sogno e un giorno veramente perfetto


My Wedding si inserisce nel ciclone dello sviluppo, soprattutto negli ultimi anni, di una figura professionale nata per rispondere all’esigenza di chi vuole sposarsi ma non ha più intere giornate da dedicare alla ricerca di oggetti e materiali che magari si trovano in parti opposte della città. Stiamo parlando del wedding planner, cioè di quella figura che, grazie ad una grande capacità di problem solving, è in grado di sgravare dalle spalle degli sposi tutto il peso dello stress organizzativo e allo stesso tempo di trasmettere tranquillità il giorno stesso dell’evento. Per questo motivo essa è vista da molti sposi come il punto di riferimento e lo psicologo in grado di dare la risposta giusta al momento giusto, da altri semplicemente come il genio degli effetti speciali, delle scenografie d’eccezione e delle atmosfere da sogno e purtroppo da altri ancora come un personaggio non del tutto fondamentale come dovrebbe essere il regista di un film per i suoi attori. Quest’ultimo punto vale soprattutto in una regione come l’Abruzzo, in cui il matrimonio è ancora fortemente legato alle tradizioni e al protagonismo della sposa e delle persone a lei vicine nella fase decisionale che conduce al giorno più bello. L’errore, in realtà, è credere che il wedding planner voglia rubare il ruolo di protagonista alla sposa nelle scelte riguardanti il suo matrimonio, imponendosi con i suoi consigli da esperto, le sue regole del bello e i suoi tempi da gendarme di un corpo militare. L’idea che si dovrebbe avere, invece, è totalmente diversa: questa figura è interamente al servizio della sposa, la accompagna, la consiglia, la tranquillizza, rende insomma più facilmente realizzabile quello che ai suoi occhi potrebbe sembrare irraggiungibile….e in più riesce ad aggiungere un tocco di classe ed originalità all’emozione che contraddistingue il giorno più bello!


Il wedding planner è, infatti, una figura dinamica, in grado di incaricarsi di ogni cosa: dalla stipula dei documenti, alla scelta, confezione e spedizione delle partecipazioni, all’addobbo della chiesa, alla scelta di location magiche ed originali, alla selezione di sfiziosi ma ormai piccoli cadeau de mariage , all’abito, al bouquet, al noleggio di una carrozza o di un’auto di lusso, alla realizzazione di una wedding cake da favola…tutto rigorosamente a tema con i gusti e i desideri della sposa e naturalmente con la location selezionata per l’intero evento. Abbiamo parlato di pianificazione del matrimonio, effetti speciali, buona riuscita e, dunque, conseguente sorpresa degli ospiti, ma quali sono i segreti di un matrimonio perfetto secondo le ultime tendenze 2010 e i consigli di My Wedding? Beh innanzitutto scegliere nuove location, differenti dai soliti ristoranti che offrono sempre lo stesso servizio. Oggi, infatti, la moda è di creare un’atmosfera magica all’interno di ambienti differenti, in cui muoversi liberamente in uno spazio non già collaudato e imposto, ma tutto da personalizzare grazie all’aiuto di un bravo wedding planner. Da qui l’idea di castelli dal clima fiabesco, tenute e casolari dal sapore rustico ma dall’aspetto elegante, ville d’epoca ristrutturate a pochi passi dal mare, palazzi storici e agriturismi, dove servizi di catering e banqueting completano il tutto in maniera eccellente, offrendo un grande rinfresco e complementi d’arredo dallo stile più disparato per ambienti lounge e zone buffet.


Altra tendenza è quella di un evento dinamico, che non duri otto ore, di cui cinque seduti a tavola, con portate stra-abbondanti. Il consiglio? Realizzare diversi momenti-aperitivo (magari in ambienti diversi della location) e un placer con poche portate, durante i quali risulta più semplice non fare annoiare gli invitati e, dunque, destare in loro aspettativa e curiosità per ciò che verrà in seguito. Non bisogna credere, però, che ciò significhi non mangiare, o non essere legati alla tradizione dei lunghi pranzi seduti a tavola (tipici della nostra regione): la tradizionalità può essere rispettata non per forza facendo ruotare tutto l’evento intorno al cibo, ma trovando il giusto equilibrio tra qualità e abbondanza e tra questi e la presenza di prodotti locali, che rendono originale e allo stesso tempo tipico un pranzo reinventato e insieme soddisfacente. Per quanto riguarda tutti gli altri aspetti inerenti il matrimonio è piuttosto difficile parlare di tendenze o distribuire consigli, ma piuttosto bisogna pensare ad un giusto mix fra stile e libera espressione, tradizioni e personali inclinazioni (sia della sposa sia del wedding planner che la segue). Ecco allora che saltano fuori tutti particolari che non possono assolutamente mancare nel disegno del matrimonio perfetto e che un bravo wedding planner, ricordando sempre che sono i dettagli a fare la differenza, può aiutare a non tralasciare e anzi a scegliere in maniera serena e allo stesso tempo con idee fresche e vincenti.


PRIMA CONSULENZA GRATUITA CON GLI SPOSI PREZZI SCONTATI PRESSO I NOSTRI FORNITORI PER:

scelta location (ville, castelli, casolari) allestimenti chiesa-location scenografie e light design flower design scelta abiti confezionati e su misura make-up e acconciatura partecipazioni, inviti, menÚ e libretti messa tableau personalizzati e realizzati a mano catering e banqueting food design wedding cake da sogno cadeau de mariage (bomboniere) noleggio auto d’epoca servizio fotografico e video animazione bimbi intrattenimento musicale viaggio di nozze

MY WEDDING : 085.4162712 - 349.5029126


- TEL. 085 66919 A AR SC PE 2, 5 N° IO NZ NU VIA D’AN


kubik magazine numero 0  

Magazine pubblicitario edito dall'agenzia kubik studio

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you