Page 91

PREMIO FONDAZIONE MORELATO, PROGETTO OPERA

Foto Vera Comploj

Giuseppe Bessero

LA SECONDA STELLA

La società degli ultimi anni è composta da nuove tipologie di nuclei famigliari più o meno allargati in continua evoluzione e cambiamento che comportano anche una trasformazione di tutte quelle attività che rientrano nella convivialità. Il tavolo La Seconda Stella, inserendosi nel momento della preparazione del cibo, trasforma quest'ultimo in un'occasione di profonda relazione e confidenza, una sorta di anteprima della cerimonia “cena”. Il tavolo, pensato in legno massello di faggio o frassino con finitura scura, può essere utilizzato come tavolo da pranzo (quando è chiuso) oppure come tavolo da cucina (quando è aperto) con tre zone distinte (taglio, raccolta e preparazione dei cibi). La Seconda

Stella, se da una parte è stimolo alla condivisione e partecipazione di più persone alla preparazione del cibo dall'altra, aprendolo come un libro di racconti, diventa lo scenario dove zucchine tagliate sono coccodrilli in difesa di un castello di bottiglie che sta per essere attaccato da soldatini

di cubetti di formaggio. In questo modo la preparazione del cibo permette a un genitore di creare con il proprio figlio un momento di complicità in cui l’atto vero e proprio della cucina viene accompagnato dal racconto di una storia dove, quasi per magia, la cucina si anima di presenze fantastiche.

DESIGN + 89

DESIGN+  

rivista Ordine Architetti Bologna

DESIGN+  

rivista Ordine Architetti Bologna

Advertisement