Page 104

FOCUS Ristrutturazione Dynamo Stadium, Mosca (Russia)

Courtesy dbEvE-designed by Erich van Egeraat

Progetto: Erick van Egeraat Associated Architects

Tutte le immagini sono ricavate da un rendering. Il nuovo Dynamo Stadium, che ingloberà l’antica struttura costruita nel 1928, è inserito, come si può vedere nel planovolumetrico subito sopra, all’interno del lussureggiante parco Petrovsky. La caratteristica di tale progetto è la copertura trasparente che accoglierà il preesistente e il nuovo, come mostrano le due immagini in alto

102 AM architetti

Nell’ambito di un concorso internazionale indetto dal consiglio di amministrazione dello stadio moscovita, dal governo cittadino e dalla VTB Bank, al team di architettura olandese guidato da Erick van Egeraat è stato assegnato il progetto per la ristrutturazione del Dynamo Stadium e lo sviluppo del VTB Arena Park a Mosca. Alla base del concorso la volontà da parte di tutti i patrocinatori di valorizzare al meglio l’area comprendente il Dynamo Stadium e lo storico parco Petrovsky che, inaugurato nel 1928, grazie ai numerosi ristoranti, alle terrazze e all’auditorium, è diventato negli ultimi anni il principale luogo di svago degli abitanti della capitale. L’idea vincente alla base del progetto scelto dalla commissione concorsuale è sintetizzata nell’espressione del “tutto sotto lo stesso tetto” che il team di architetti ha concepito come una sinergia di impianti sportivi e culturali concentrati all’interno dell’attuale perimetro dello stadio. La nuova costruzione, intesa come un ”rigeneratore urbano multifunzionale” si svilupperà all’interno delle mura dell’attuale struttura superandole in altezza come una grande bolla che sembra trasbordare dal perimetro originario. Oltre al completo adeguamento del complesso e del Dynamo Stadium ai criteri internazionali FIFA per i mondiali di calcio del 2018, il progetto prevede lo sviluppo di un’arena da 10mila sedute, nuove attività commerciali e d’intrattenimento, e parcheggi sotterranei. Con un occhio particolare alla conservazione del paesaggio e allo sviluppo di aree verdi sia al livello del complesso preesistente che dei nuovi livelli sopraelevati, il nuovo progetto è in grado di garantire una superficie totale di ben 300mila mq.

AM architetti  

rivista della Federazione Architetti Abruzzo e Molise

AM architetti  

rivista della Federazione Architetti Abruzzo e Molise

Advertisement