Issuu on Google+

N˚ 4 – ottobre 2012 IV anno Poste Italiane S.p.A. Spedizione in A. P. 70% – CNS Bolzano Prezzo singolo 6E I.P.

Offizielles Organ der KlimaHaus Agentur, Autonome Provinz Bozen Rivista ufficiale dell’Agenzia CasaClima, Provincia Autonoma di Bolzano

In caso di mancato recapito restituire a Bolzano CPO per la restituzione al mittente, previo pagamento resi. TASSA PAGATA / TAXE PERCUE

efficienza energetica | comfort abitativo | tutela del clima

chner

er-Le sa Hub

Mas

oU

ma A CasaCli m2 a h C W / 29,33 k 2 /m2 a I lasse en n di c CO erg g k 9,13 E m i s e t e r m i e ti c a co sion i CO 2

Ca

tica e n e r ge Classe rmico e Indice t i CO2 n Emissio

ridl Cas a Cli 26 k ma A più 8 kg W h / m 2 CO2 / a m 2a

Sc u V re illa ola e t t Cl Vi ele e Bo SalaeGold l l I n a ss e e ce m d m w Em ice e n Cli m aa ad n e er Casa 9 kWh / m a Headq t i s e g Cas uartesiorn rmi eti tin nta 9C,2lasgseCeOn/ ca i t e c s e a rgetica i C c o a re rg ,11dkice 11In ene O 2

2

se ico Clas e term 2 c O i C d In ni ssio Emi

2

t Emissio ermico ni CO 2

Cas 45,09 aClima B 18,26 k kWh /m 2a g CO2 / 2 ma

2

C 25 a s a 11, ,28 Clim 11 kg k W h a A p i CO /m ù 2 2/ m2 a a

CasaClima Awards 2012 Aziende Partner CasaClima Solar Decathlon Europe 2012 FVG: 100 edifici certificati CasaClima

N˚ 4 – Ottobre 2012


CalceClima. Cominciamo bene. PerchĂŠ il benessere di una casa inizia dalle materie prime.

Per ulteriori

informazioni

Seminari online con: www.xclima.com

Sistemi per costruire RĂ–FIX SpA, I-39020 Parcines (BZ), tel. +39 0473 966100, office.partschins@roefix.com

www.roefix.com


CasaClima Awards 2012

Molte novità per la decima

edizione del premio che viene

assegnato ogni anno ai migliori

edifici certificati CasaClima.

8 Attualità 46 Primo edificio residenziale CasaClima Gold a Milano

48 Hotel con struttura in legno 56 100 edifici CasaClima in Friuli Venezia Giulia

66 Terzo posto al Solar Decathlon Europe 2012 di Madrid

76 Congresso Klimahouse 2013 "Costruire con intelligenza"

77 Klimainfisso 2013

48

78 ENERGY FORUM: congresso

specialistico sugli involucri edilizi

Hotel con struttura in legno Il trend “bio-turismo” diventa motore per una maggiore sostenibilità nella costruzione di alberghi.

Terzo posto al Solar Decathlon Europe 2012 di Madrid La casa solare certificata

CasaClima A si è classificata ai vertici in sei delle dieci prove

previste durante i quindici giorni

della competizione internazionale.

4

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

66


Agenzia CasaClima 8 CasaClima Awards 2012 30 Partner CasaClima 36 CasaClima - sviluppare, innovare, crescere

70 CasaClima e territorio:

il nuovo ruolo dei Network

72 Inforoom CasaClima 74 Novità Agenzia CasaClima 80 La certificazione Prodotto Qualità CasaClima

86 Facts&Figures 87 Cos'è una CasaClima?

Servizi | PR 40 41 42 44 45 55 58 59 60 61 62 63

Gasperotti, Rovereto

64 65 89 89 89 89

Röfix, Parcines

Rubner Holding, Chienes Monier, Chienes Roverplastik, Volano Wolf Haus, Campo di Trens Recuterm, Naturno Basf, Cesano Maderno Damiani-holz&ko, Bressanone Flir, Meer (B) Straudi, Bolzano Progress, Bressanone

Simeonato Serramenti, Camposampiero

CasaClima e l'innovazione Da poco l'Agenzia CasaClima ha preso parte al Festival dell'Innovazione tenutosi a Bolzano. In occasione dell'evento l'Agenzia si è presentata come punto di riferimento per le costruzioni a basso consumo e il risanamento energetico degli edifici esistenti. È risaputo che a livello europeo i consumi legati al settore edilizio rappresentano circa il 40% del consumo complessivo di energia e che consistenti porzioni del nostro prodotto interno lordo sono investite nelle costruzioni. Affinché non vengano disperse notevoli risorse economiche ed ecologiche, dobbiamo cercare di progettare gli edifici in modo ottimale. L'Agenzia CasaClima cerca da sempre di offrire un punto di vista nuovo su questo problema e anticipare possibili sviluppi. L'approccio innovativo perseguito dall'Agenzia è quello di offrire strumenti in grado di descrivere la qualità degli edifici. Conosciamo i potenziali economici, ecologici e socioculturali dell'innovazione e vorremmo incentivare ancor di più in futuro questi temi nel campo del costruire sostenibile. Per questo l'Agenzia CasaClima cerca di vedere sempre l'edificio nella sua complessità e interezza: nell'utilizzo, nell'involucro riscaldato, in tutta l'impiantistica. Il risultato è una combinazione intelligente di soluzioni costruttive e tecniche, l'utilizzo efficiente delle risorse, l'impiego di energia rinnovabile e naturalmente il risparmio energetico. Proprio in questo ambito l'Agenzia CasaClima ha portato il suo contributo al Solar Decathlon Europe. I prototipi abitativi, progettati e realizzati da studenti universitari provenienti da tutta Europa e non solo, mostrano come potrebbe essere il futuro del costruire. Ci congratuliamo con tutti coloro che hanno partecipato alla progettazione e realizzazione del Med in Italy per l'eccellente risultato raggiunto.

Ing. Ulrich Santa

Brennerhaus, Brennero Fassa Bortolo, Spresiano Eurotherm, Appiano Hoval, Grassobbio Huf Haus, Lugano (CH)

Ing. Ulrich Santa Direttore dell'Agenzia CasaClima KlimaHaus | CasaClima 04/2012

5


CasaClima Awards 2012 Molte novità per la decima edizione del premio che viene assegnato ogni anno ai migliori edifici certificati CasaClima.

V La giuria Prof. Cristina Benedetti Libera Università di Bolzano Arch. Dorothea Aichner Ordine degli Architetti Provincia di Bolzano Ing. Helmuth Moroder Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige Ing. Georg Pichler Ufficio Aria e Rumore Provincia Autonoma di Bolzano Dott. Ulrich Klammsteiner Agenzia CasaClima

8

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

enerdì 21 settembre 2012, presso la nuova sede dell'azienda Salewa a Bolzano, si sono svolte le premiazioni dei migliori edifici "CasaClima Awards 2012". La giuria ha selezionato anche quest'anno i progetti che più di altri hanno saputo coniugare in modo esemplare i criteri di efficienza energetica e sostenibilità ambientale promossi da CasaClima. Come ormai succede da alcuni anni significativa è la presenza fra i vincitori di edifici risanati energeticamente, a dimostrazione dell'elevato potenziale di intervento in questo campo. L'edizione di quest'anno vede inoltre premiato per la prima volta un edificio certificato con il nuovo protocollo di sostenibilità CasaClima Work&Life. La consegna del riconoscimento a due progetti firmati da architetti di fama internazionale sottolinea infine come le scelte di efficienza energetica e sostenibilità possa-

no convivere al meglio anche con un'architettura di alto livello. I riconoscimenti sono stati consegnati a committenti e progettisti dall'Assessore provinciale all'Ambiente ed Energia Florian Mussner e dal direttore dell'Agenzia CasaClima Ulrich Santa. 


Risanamento

CasaClima h/Am a 2

29,83 kW Indice termico

Casa Huber-Lechner N

el 2009 l'abitazione della famiglia Huber-Lechner a Bressanone, costruita negli anni '60 e ospitante al piano terra i nonni e al piano rialzato i genitori con i due figli, doveva essere rinnovata con lo scopo di risanare l'edificio sia dal punto di vista edilizio, ma soprattutto termico, e ricavare dello spazio abitativo aggiuntivo. L'obiettivo del progettista era quello di conferire all'eterogenea costruzione un'immagine architettonica unitaria e chiara, togliendo tutte le aggiunte superflue e strutturando in modo diverso gli accessi ai singoli appartamenti, in modo da renderli più immediatamente percepibili. Il risultato, oggi pienamente apprezzabile, è quello di un edificio che non solo si presenta con un'immagine architettonica al passo con i tempi, ma può vantarsi di prestazioni energetiche pari o superiori a molti edifici di nuova costruzione avendo raggiunto la classe CasaClima A.

Una casa per più generazioni

La nuova abitazione Huber-Lechner è stata concepita come edificio in grado di accogliere in spazi su misura per le diverse esigenze tre diverse generazioni: i nonni nell'appartamento al piano terra, rimasto pressoché invariato, i genitori nella comunicativa e riammodernata struttura al piano rialzato e i figli nei due appartamenti del sottotetto, pensati con un assetto spaziale libero, più adatto all'abitare giovanile. Per raggiungere questo risultato il sottotetto esistente è stato demolito e sostituito da un nuovo ambiente di altezza maggiore, moderno nel suo linguaggio formale e nella strutturazione, seppur sempre in rapporto con la vecchia abitazione in quanto riprende la forma della precedente copertura. Il progetto si articola dunque in un volume di base esistente (ambedue i livelli inferio-

GIUDIZIO della GIURIA La reinterpretazione architettonica e funzionale per un nuovo comfort ed una nuova immagine.

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

9


L'edificio prima degli interventi

Dati dell'edificio Committente: Huber Ingrid, Lechner Artur Ubicazione: Bressanone (BZ) Progettazione architettonica: Arch. Stephan Dellago Direzione lavori: Arch. Kathrin Wilhelm

10

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

ri dell'edificio, costituiti dal piano terra e dal piano rialzato) e nel nuovo volume di copertura (due appartamenti con galleria). Questo si differenzia per forma e materiale dal volume di base ma allo stesso tempo costituisce un tutt'uno con il nucleo originario grazie al gesto di prolungamento del rivestimento laterale della scala fino a livello del terreno. Il primo dei due appartamenti del sottotetto è dotato sulla facciata ovest di un'ampia vetrata mentre verso sud offre delle viste panoramiche su Bressanone. Gli ambienti cucina- pranzosoggiorno si integrano in modo fluente, aprendosi sulla piacevole terrazza in direzione ovest. Il bagno e la camera sono invece collocati sul lato nord. Il secondo appartamento del sottotetto è molto simile al precedente, solo specchiato. Lo spazio cucina-soggiorno-pranzo è orientato a est ma con aperture panoramiche verso sud. Il balcone è collocato invece sulla facciata est. Ambedue gli appartamenti sono dotati di un soppalcogalleria e sono accessibili da una scala esterna coperta posizionata lungo il fronte nord. L'appartamento della coppia Huber/Lechner al piano rialzato è stato mantenuto pressoché invariato nel suo sviluppo volumetrico. Solo l'angolo sud, che serviva precedentemente da balcone, è stato aggiunto all'ambiente di soggiorno in modo da ampliarlo.

L'organizzazione interna dell'appartamento è stata invece in parte cambiata. Nella parte est è stata ricavata una nuova stanza mentre la stanza a nord è diventata un po' più piccola per l'aggiunta di un piccolo bagno per la zona giorno. L'ambiente cucina-soggiorno-pranzo è stato concepito come un grande continuum spaziale, e attraverso le nuove aperture offre non solo un piacevole sguardo verso sud e ovest, ma rende anche l'ambiente più luminoso e quindi più piacevole da abitare. Sul lato ovest si ha l'accesso dal soggiorno al balcone, attraverso la cucina si raggiunge invece l'ampia terrazza verso sud. L'avancorpo esistente costituito dalla bussola di ingresso è stata demolito. L'appartamento viene in ogni caso sempre raggiunto attraverso dei gradini esterni, ai quali il sovrastante balcone fa da riparo naturale. Come bussola viene utilizzato il corridoio interno che può essere separato dal soggiorno da una porta scorrevole. L'appartamento dei nonni al piano terra è rimasto sostanzialmente invariato. Per rendere più percepibili i diversi accessi agli appartamenti, sul lato nord il terreno è stato rialzato di circa 50 cm. In questo modo sono chiaramente visibili sia l'ingresso all'appartamento del piano rialzato


idealit.com

PRODUCE PIÙ ENERGIA DI QUANTA NE CONSUMA!

È nata ScuolaEnergyPiù Promosso da

Siamo orgogliosi di realizzare a Sant’Agostino, nel cuore dell’Emilia colpita dal sisma di maggio, la prima ScuolaEnergyPiù in assoluto: un edificio scolastico completamente innovativo sia per la tecnologia antisismica che garantisce la totale sicurezza, sia perché si tratta della prima scuola che produce più energia di quanta ne consuma. L’importanza di questo progetto deriva dalla responsabilità e dall’onore che ci sono stati affidati da migliaia di cittadini italiani, che con grande senso di solidarietà hanno aderito alla raccolta fondi di Mediafriends Onlus promossa dal Tg5 e Il Resto del Carlino in favore delle zone terremotate. Con ScuolaEnergyPiù non guardiamo semplicemente al futuro. Lo costruiamo. Segui il nostro progetto live via webcam su: www.ilFuturofaScuola.it

Premio speciale CasaClima Award 2010

Premio RealEstate Award 2010 Miglior Progetto Sostenibile ed Antisismico Miglior Progetto per l’Infanzia

Wolf Haus, zona industriale Wolf 1, 39040 Campo di Trens (BZ), Tel. 0472 064 000, Fax 0472 064 900, mail@wolfsystem.it

casaenergypiu.it wolfhaus.it


awa r ds

sia la scala che porta agli appartamenti del sottotetto. A sinistra, accanto al volume della terrazza, una scala scende nel terreno per raggiungere l'ingresso dell'appartamento del piano terra.

Casac li m a

Nuova immagine e miglior efficienza energetica

Fabbisogno di calore per riscaldamento riferito a Bolzano Fabbisogno di calore per riscaldamento Fabbisogno di calore per riscaldamento specifico riferito alla superficie netta

10719 kWh/a 29,83 kWh/m2a A

Classe energetica CasaClima Fabbisogno di energia primaria/emissioni di CO2

Fabbisogno di energia primaria globale Quota di energia alternativa Emissioni CO2 Indice CO2

Classe di efficienza energetica complessiva

12

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

8829,02 kWh/a 42,34 % 3,28 ton/a 9,13 kg/m2a A

Le modifiche alla volumetria e all'organizzazione interna degli ambienti sono state accompagnate da un attento intervento di efficientamento energetico che ha interessato tutto l'edificio, anche per la parte esistente. Il basamento, i cui due livelli ospitano i due appartamenti dei nonni e dei genitori e le cantine, è stato trattato come un semplice cubo intonacato di bianco. L'intervento di risanamento ha previsto la sostituzione della vecchia muratura al piano rialzato e il suo completamento verso l'esterno con un cappotto da 16 cm. Isolamento che è stato prolungato anche al piano terra e nei fronti intonacati del piano superiore. È stata inoltre prevista la coibentazione degli elementi strutturali verso terreno e verso vani non riscaldati. Tutte le finestre esistenti sono state sostituite con nuovi serramenti a doppio e triplo vetro. Il nuovo sottotetto è stato realizzato interamente in legno, in parte con sistema costruttivo massiccio, in parte con sistema a telaio. Le pareti in pannelli di legno massiccio a tavole incrociate sono state completate verso l'esterno con una coibentazione in fibra di legno da 16 cm. Gli elementi a telaio, chiusi sui due lati con pannelli OSB, sono isolati con 14 cm di fibra di legno in intercapedine e 8 cm all'esterno in corrispondenza della parete ventilata, con cappotto da 16 cm per la parte intonacata. La copertura in legno discontinua è isolata termicamente con 22 cm di fibra di legno. Per raggiungere un'elevata matericità nella nuova parte di edificio aggiunto, la colorazione delle superfici di copertura è stata ripresa da quella delle superfici di parete rivestite con pannelli in fibrocemento. L'impianto solare fotovoltaico da 20 kW, completamente integrato nella copertura, si inserisce quasi mimeticamente nella scura superficie del tetto. Sia negli appartamenti del sottotetto, sia nell'appartamento al piano rialzato è stato installato un impianto di VMC a regolazione automatica con recupero del calore e dell'umidità. Per il riscaldamento è stato previsto l'allacciamento alla rete di teleriscaldamento comunale.  


a Golda CasaCliicm o 9,29 kWh /m Indice term

2

Casa delle Bottere Foto: Marco Zanta

L

a casa unifamiliare, progettata dall'architetto inglese John Pawson alle porte di Treviso, richiama già dal nome il legame con il territorio rurale in cui è inserita. Lungo la strada adiacente la proprietà sorgevano infatti numerosi laboratori artigianali per la produzione di botti in rovere, da cui il nome "Casa delle bottere". A questa particolarità richiamano anche le centinaia di querce piantate nel parco che circonda la villa. Nella progettazione del volume architettonico non è sfuggito inoltre al progettista il suggestivo fondale naturale costituito dal sinuoso profilo delle Alpi e Prealpi venete. Uno scenario che viene valorizzato dalla scelta di un corpo di fabbrica basso e allungato, tagliato in modo deciso alla sommità dalla copertura inclinata.

Ispirata alla tradizione Alla casa si arriva da un percorso che si insinua all'interno del parco e che conduce ad una morbida rampa. Qui, all'interno di un profondo taglio del terreno, inquadrato da due ripide scarpate verdi, sorge il bianco volume a due piani della villa. L'edificio è orientato secondo un asse principale estovest più lungo e un secondo asse perpendicolare nord-sud. Il piano principale dell'abitazione si innesta sui due muri che contengono lo scavo. Il corpo edilizio si interrompe sul lato ovest

per far posto ad una corte ribassata che separa l'edificio principale dal volume della piscina permettendo l'illuminazione ed areazione naturale del piano interrato dove trovano spazio, oltre ad un ampio garage, anche l'alloggio di servizio, la palestra, alcuni depositi e i vani tecnici. L'ingresso principale all'abitazione avviene al piano superiore, al centro del lungo fronte meridionale. Questo si snoda con un lungo portico senza appoggi, ricavato dall'aggetto della copertura e ritmato dalle aperture scavate nel fronte retrostante. Lo schema di sviluppo in pianta è simmetrico con due assi distributivi a croce che si sviluppano a partire dall'androne centrale di ingresso. In tale impostazione si riconosce la personale riflessione che l'architetto inglese elabora sull'architettura tradizionale veneta. Pawson rilegge la tradizione riprendendo nel suo progetto quella che è l'articolazione base delle ville venete, ossia il disegno di due assi distributivi tra loro perpendicolari, che il Palladio inventa e sviluppa. Dunque, lungo la direttrice nord-sud, in quest'ultimo lato, si pone l'ingresso principale della casa mentre l'altro asse est-ovest diviene spina portante della distribuzione interna della casa. Percorrendolo possiamo infatti raggiungere tutti i vari ambienti dell'abitazione. Due ampie aperture agli estremi permettono il collegamento visivo con l'esterno, esattamente come accadeva

GIUDIZIO della GIURIA Lo stato dell'arte della tecnologia energetica e dei nuovi materiali isolanti per una residenza di prestigio progettata da un architetto di fama internazionale.

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

13


vuole infatti entrare in dialogo col luogo con una geometria pura dal disegno monolitico. Questo effetto viene sottolineato anche dalla omogeneità cromatica che viene prevista sia per il trattamento degli alzati sia per quello della copertura.

Involucro da classe Gold

Dati dell'edificio Committente: Ricerca SpA Ubicazione: Treviso Progettazione architettonica: Arch. John Pawson, Arch. Ben Collins Progettazione esecutivo e direzione lavori: mzc+ : Arch. Mario Marchetti, Arch. Fabio Zampiero, Arch. Giuseppe Cangialosi Progettazione impiantistica: Studio TZ Consulente energetico CasaClima: Ing. Lorenzo Vittori

14

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

nei piani nobili dei palazzi veneziani. Nel fulcro della casa, all'incrocio delle perpendicolari e quindi nelle immediate vicinanze dell'ingresso, troviamo la rampa di scale che conduce al piano interrato. Tutti gli ambienti interni dell'abitazione appaiono semplici e lineari, caratterizzati da ampie superfici bianche percorse dalla luce secondo il caratteristico linguaggio minimalista dell'architetto inglese. Per quanto concerne l'esterno la casa si presenta, apparentemente a discapito della propria contemporaneità, con una particolare copertura a tre falde asimmetriche che convergono verso il fronte ovest, concluso con un timpano. Nella volontà del progettista di avere per la copertura questa conformazione ritroviamo non solo l'ennesimo omaggio alla tradizione della villa veneta, ma anche alle logiche costruttive del passato che non potevano non prevedere un'inclinazione del tetto, date le condizione climatiche venete. Inoltre questa copertura entra, nelle intenzioni del progettista, in piena sintonia con gli alzati dell'edificio. Dal punto di vista dell'inserimento paesaggistico, la casa

Le soluzioni architettoniche proposte dall'architetto Pawson sono state accompagnate da un altrettanto importante ricerca portata avanti dai suoi collaboratori italiani e finalizzata alla realizzazione di un edificio a bassissimo consumo e quindi particolarmente attento alla salvaguardia dell'ambiente. Le soluzioni adottate hanno riguardato l'ottimizzazione energetica dell'involucro edilizio, l'adozione di soluzioni impiantistiche ad alta efficienza e il ricorso esclusivo a fonti rinnovabili per la copertura del fabbisogno termico ed elettrico dell'abitazione. Il risultato è una CasaClima Gold, ossia un edificio con un'efficienza dell'involucro inferiore ai 9 kWh/m²a. L'adozione di pacchetti isolanti di elevato spessore (anche oltre i 40 cm) per le superfici disperdenti dell'involucro ha permesso di raggiungere valori di trasmittanza termica compresi fra i 0,07 e 0,18 W/m²K. I materiali isolanti sono stati scelti con estrema cura in funzione delle diverse situazioni. Per le pareti fuori terra e nella copertura si sono utilizzati fibra di legno e lana di roccia mentre per le parti interrate si è optato per materiali come il poliuretano espanso e il polistirene estruso. I sottofondi dei solai sono stati realizzati con granuli in sughero mentre pannelli in vetro cellulare sono stati inseriti sotto la platea di fondazione per l'isolamento termico del primo solaio. Per la risoluzione di alcuni nodi costruttivi che non permettevano l'inserimento di elevati spessori (incamiciamento di travi e setti in calcestruzzo) si è optato per pannelli isolanti sottovuoto VIP di ridottissimo spessore ma elevato potere coibente, grazie ad una conducibilità termica λ pari a 0,006 W/mK. La scelta di isolare le pareti dall'interno ha richiesto non solo un'attenta valutazione della possibile formazione di condensa interstiziale con metodi di calcolo dinamico, ma anche una scrupolosa esecuzione e posa in opera dei materiali per assicurare una perfetta tenuta all'aria. Questa è stata testata a fine lavori con un Blower Door Test, che ha confermato un valore finale n50 inferiore a 0,6, così come richiesto per edifici in classe Gold.


Impiantistica attenta all'ambiente Il progetto impiantistico ha mirato a dare il massimo comfort e funzionalità con la minima spesa d'esercizio, una semplice e poco onerosa spesa di manutenzione e una facile e poco costosa sostituzione dei componenti applicati. L'energia termica necessaria per il funzionamento dell'edificio è fornita da due gruppi refrigeratori a pompa di calore collegati a otto sonde geotermiche. Una sola pompa è in grado di coprire il fabbisogno dell'edificio in pieno regime, mentre la seconda macchina entra in funzione solo in caso di emergenza o di variazione repentina delle condizioni climatiche.

Fabbisogno di calore per riscaldamento riferito a Treviso Fabbisogno di calore per riscaldamento Fabbisogno di calore per riscaldamento specifico riferito alla superficie netta

6710 kWh/a 9,29 kWh/m2a GOLD

Categoria termica dell'edificio

Fabbisogno di energia primaria/emissioni di CO2 Fabbisogno di energia primaria globale Quota di energia alternativa

-16647,27 kWh/a 57,98 %

Emissioni di CO2

-2,72 ton/a

Indice di CO2

-3,76 kg/m2a

Categoria di efficienza energetica complessiva

16

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

GOLD

L'energia calda prodotta dalle pompe di calore serve per il riscaldamento degli ambienti e il riscaldamento della piscina. Accomunata alla fredda essa è utilizzata, attraverso le macchine di trattamento aria, anche per la deumidificazione degli ambienti. La derivante fredda serve invece per la conservazione del cibo, per l'abbattimento della temperatura dell'acqua fredda sanitaria e per l'essiccatoio della lavanderia. La quota rimanente è scambiata a terreno tramite i pozzi geotermici. La produzione di freddo è invece utilizzata per il raffrescamento estivo degli ambienti. La sua derivante calda è utilizzata per la preparazione dell'acqua calda sanitaria e il riscaldamento della piscina. Il sistema impiantistico permette un uso differenziato dei singoli ambienti. Sono infatti previste dieci zone distinte per il trattamento aria, sei zone per il riscaldamento a pavimento e tre zone per l'impianto di raffrescamento a soffitto. Le macchine di ventilazione installate garantiscono un'efficienza nel recupero di calore attorno all'90%. Esse provvedono non solo al ricambio d'aria nei singoli ambienti ma rispondono anche alla necessità di variare velocemente le condizione climatiche interne e alla deumidificazione dell'aria sia in estate sia in inverno. Per la copertura del fabbisogno elettrico dell'edificio, sulla casa del custode (Gate House), in prossimità dell'accesso principale alla proprietà, è installato un impianto fotovoltaico da 20 kW di potenza.  


awa r ds

più A a m li C Casa ma

Maso Uridl L

'intervento di risanamento/ampliamento ha riguardato un vecchio maso di montagna risalente al 1665 e ubicato ad Ortisei in Val Gardena. Il desiderio del committente era di mantenere inalterate le murature principali della vecchia costruzione e adattare l'intero edificio alle attuali esigenze, compresa quella di ricavare degli alloggi per le vacanze in agriturismo. Il tutto senza variare le caratteristiche formali e architettoniche del vecchio maso e utilizzando possibilmente materiali naturali ed ecologici. Il programma dei lavori prevedeva dunque due tipi di intervento: da un lato il risanamento energetico della costruzione storica esistente, dall'altro il suo ampliamento sul retro, reso possibile grazie al bonus cubatura di 200 metri cubi accordato dalla Provincia Autonoma di Bolzano. Il risultato è un edificio completamente ammodernato, energeticamente efficiente, ma allo stesso tempo in continuità con la tradizione.

Scelte ecologiche per un risanamento in classe A Nel risanamento dell'esistente una grande sfida era rappresentata dal trovare una buona soluzione per lavori non prevedibili già in fase di progettazione. I lavori di ammo-

Casac li m a

Risanamento

26 kWh/ Indice termico

dernamento non dovevano inoltre provocare alcun tipo di danno all'antico fienile posto accanto all'edificio destinato ad abitazione. Non per ultimo, l'appartamento del proprietario, collocato nel sottotetto, doveva poter essere abitato con continuità anche durante la realizzazione dei lavori. L'edificio esistente è stato dunque rinnovato completamente solo al piano terra e al piano primo. Le murature esterne sono state mantenute e coibentate dall'esterno con un cappotto in isolante minerale da 16 cm mentre solai e pareti interne sono stati rimossi e sostituiti. Questo dal punto di vista statico ha significato dover puntellare passo dopo passo, durante la realizzazione del solaio intermedio in travi di legno, l'intero piano del sottotetto. Il solaio contro terreno è stato invece rimosso e coibentato con 10 cm di polistirene estruso sopra il magrone di fondazione. Per l'ampliamento volumetrico è stato scelto un sistema costruttivo in legno massiccio a pannelli realizzati con tavole giuntate con tasselli in legno a coda di rondine. Questo per escludere l'utilizzo anche minimo di colle e di elementi metallici e mantenere così il materiale legno nella condizione più naturale possibile. Come coibentazione è stato scelto un isolamento termico a

2

GIUDIZIO della GIURIA

Il pieno rispetto delle tradizioni architettoniche e culturali nel progetto di risanamento di un maso di alta montagna.

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

17


Dati dell'edificio Committente: Obletter Bruno, Insam Claudia Ubicazione: Ortisei (BZ) Progettazione architettonica: Geom. Demetz Gerold Consulente energetico: Geom. Demetz Gerold

L'edificio prima degli interventi di risanamento e ampliamento

Fabbisogno di calore per riscaldamento riferito a Bolzano Fabbisogno di calore per riscaldamento Fabbisogno di calore per riscaldamento specifico riferito alla superficie netta

11270 kWh/a 26,05 kWh/m2a Apiù

Classe energetica CasaClima Fabbisogno di energia primaria/emissioni di CO2 Fabbisogno di energia primaria globale Quota di energia alternativa

16847 kWh/a 81,56 %

Emissioni di CO2

3,63 ton/a

Indice di CO2

8 kg/m2a

Categoria di efficienza energetica complessiva

18

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

A

cappotto esterno in fibra di legno con spessore di 16 cm. I solai interni sono stati realizzati con tavole di legno impilate collegate anche queste con chiodi in legno. La copertura in legno esistente è stata risanata termicamente inserendo un isolamento in fibra di legno da 18 cm sopra le travi. Per le finiture interne, sia nella parte esistente sia negli ambienti di nuova realizzazione, si è optato per un intonaco in argilla per la sua capacità di regolazione ottimale del livello di umidità negli ambienti interni. Per le aperture vetrate sono stati scelti serramenti in legno di larice con triplo vetro. Anche l'impiantistica è stata riammodernata grazie all'inserimento di un sistema di riscaldamento a bassa temperatura a pavimento collegato ad una caldaia a pellets da 34 kW. Per consentire un corretto ricambio dell'aria anche in inverno, e tenere quindi sotto controllo il livello di umidità all'interno degli appartamenti, è stata inserita ad ogni piano una macchina di ventilazione meccanica controllata con recupero di calore e di umidità. Ogni impianto può essere regolato in modo autonomo a seconda delle esigenze degli utenti. Dal punto di vista funzionale l'edificio così riammodernato si compone ora di una cantina al piano interrato, un appartamento per le vacanze, una sauna e uno spazio per la vendita dei prodotti dell'agriturismo al piano terra, un appartamento padronale al piano primo, e due appartamenti al piano sottotetto, di cui uno per le vacanze.  


Siamo i professionisti della VMC

Vi aspettiamo a KlimaHouse a Bolzano Stand D 10/24

Qui nelle Alpi amiamo l‘aria fresca e pulita, soprattutto quando la possiamo regolare.

Hoval HomeVent ®. Aria fresca e pulita 24 ore su 24 La ventilazione meccanica controllata degli ambienti è fondamentale negli edifici moderni. HomeVent ® recupera l‘energia del vapore acqueo contenuta nell‘aria e gestisce l‘umidità. Il risultato: un risparmio energetico molto superiore al consumo di energia. Vantaggi in sintesi: ▪ Gestione dell‘umidità per il massimo comfort ▪ Dotato di filtri che purificano l‘aria da polveri e pollini ▪ Prestazioni elevate: contenuto termico del 130% ▪ Opzione CoolVent ® per il recupero del freddo ▪ Discreto: dimensioni compatte e massima silenziosità

Hoval S.r.l. Grassobbio (BG), Tel. 035.525069 www.hoval.it


più A a m li C a s a C a o 25,28 kWh/m

Indice termic

2

Scuola elementare di Villa Vicentina GIUDIZIO della GIURIA Scuola CasaClima Apiù: quando gli edifici pubblici contribuiscono a diffondere la filosofia CasaClima presso le nuove generazioni e i piccoli utenti.

20

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

L

a realizzazione della nuova sede scolastica di Villa Vicentina ha offerto non solo l'opportunità di valorizzare urbanisticamente un ambito significativo del centro cittadino, ma rappresenta il primo intervento pianificato dall'Amministrazione comunale all'interno di un preciso programma di miglioramento del patrimonio edilizio pubblico da attuarsi attraverso la realizzazione di edifici energeticamente efficienti ed ecologicamente sostenibili. La scuola elementare si presenta come un edificio a due piani caratterizzato da un fronte principale con porticato che si ispira ai caseggiati rustici tipici della zona. L'edificio è orientato con le grandi vetrate delle aule verso sud, mentre il prospetto principale, con limitate superfici trasparenti, è posto verso nord. Tale facciata dialoga direttamente con l'antistante piazza pubblica mediante l'interposizione di un portico quale "filtro" tra le diverse funzioni. Il fronte nord si configura come una quinta scenica che si protrae fino a lacerarsi e contrarsi tanto da lasciar trasparire il vecchio muro ad arcate della facciata dell'edificio preesistente. La fase progettuale ha ritenuto infatti fondamenta-

le recuperare e restaurare parte del vecchio edificio rurale preesistente, inglobandolo nella nuova struttura quasi a proteggerlo, quale elemento di memoria storica della cultura agricola del territorio. Il fronte così si squarcia, arretra e si piega fino ad assumere un andamento curvilineo che dà vita a uno spazio, antistante l'ingresso principale, che si può definire "la piazza nella piazza", uno spazio di riunione e di incontro per i ragazzi che utilizzano la struttura scolastica ed utilizzabile anche dalla cittadinanza. Il fronte verso il cortile interno evidenzia invece, con grandi superfici finestrate, gli spazi dedicati alle aule, tutti rivolti a sud/sud-est e con affaccio sul giardino di pertinenza dotato di ampi spazi verdi attrezzati per il gioco. La facciata è scandita qui da setti murari che suddividono in tutta altezza il fronte ed locali interni fino a sfondare il tetto, delimitando così una parte di falda utilizzata per il posizionamento di pannelli per lo sfruttamento dell'energia solare. A sud una quinta alberata, originata da piante già preesistenti e costituita da essenze ad alto fusto e foglia caduca, filtra e scherma la luce solare nei mesi più caldi.


Scelta dei materiali all'insegna della massima sostenibilità e prestazione Le scelte progettuali coniugano in maniera ottimale gli aspetti legati al consumo energetico, all'ecologicità del fabbricato, al rispetto formale degli elementi architettonici tipici ed ai materiali usati, garantendo un elevato standard di benessere per gli occupanti, senza pregiudicare gli aspetti funzionali e distributivi dovuti a potenziali vincoli tecnologici/strutturali. La progettazione preliminare, verificate le diverse opportunità costruttive che potevano essere utilizzate per la realizzazione di un edificio a basso consumo energetico, ha individuato quale tecnica realizzativa quella ormai codificata come "X-Lam", cioè sistema a pannelli in legno lamellare a strati incrociati. Grande attenzione è stata posta nella progettazione delle stratificazioni dei vari elementi strutturali, allo scopo di ottenere il miglior comfort abitativo interno e la garanzia di elevate prestazioni e durabilità delle strutture. La definizione dell'involucro ha tenuto conto in particolare di tutte quelle misure atte a ridurre le dispersioni di calore e che contemporaneamente associassero buone caratteristiche fonoisolanti. Conseguentemente sono stati valutati quali materiali da utilizzare tutti i prodotti naturali il cui ciclo produttivo è certificato, dando la preferenza a quelli che, oltre che poco inquinanti, presentassero anche il minor impatto energetico durante il loro ciclo di vita globale. Le pareti in legno sono state finite all'esterno con un cappotto in fibra di legno da 12 cm e rasatura a base di silicati mentre all'interno una prima lastra in gesso rivestito è stata posta a contatto con la parete in legno come elemento di protezione antincendio. La stratigrafia si completa con una contro parete interna per l'alloggiamento degli impianti costituita da una doppia lastra in gesso rivestito su struttura metallica, per un risultato complessivo in termini di trasmittanza termica pari a U=0,21 W/m2K. Le pareti divisorie interne sono realizzate sempre con struttura in pannelli di legno rivestite da entrambi i lati da lastre ignifughe e completate dalla controparete a doppia lastra di gesso rivestito. Il solaio di interpiano è realizzato con pannelli in legno lamellare, rivestiti all'intradosso con contro parete in gesso rivestito, mentre all'estradosso è stato realizzato un pacchetto termoacustico da 23 cm a base di sabbia e fibra di legno con strato finale di calpestio in gomma naturale. Il solaio

L'edificio rurale parzialmente demolito

contro terra è del tipo aerato ed è realizzato in calcestruzzo armato. All'intradosso è stato previsto un isolamento in polistirene da 12 cm, il pacchetto per pavimento radiante, massetto e finitura in gomma naturale. La copertura è ad orditura principale e secondaria in legno lamellare e tavolato a vista, con pacchetto isolante in fibra di legno da 16 cm, intercapedine di ventilazione, manto di impermeabilizzazione e doppia orditura incrociata di listelli in legno. La finitura esterna è in tegole in laterizio per un valore complessivo di trasmittanza termica pari a U=0,25 W/m2K. I serramenti sono realizzati con profili in legno lamellare e vetri basso emissivi con valore Uw=1.27 W/m2K.

Qualità dell'aria a garanzia di elevata salubrità Tutte le aule presentano grandi finestrature che garantiscono una buona illuminazione naturale, mentre l'illuminazione artificiale è assicurata da corpi illuminanti a basso consumo. Un impianto di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore garantisce il ricambio d'aria orario ed un elevato comfort termo-igrometrico. Il sistema si basa su due tipi di funzionamento, il primo a circolazione naturale e il secondo a circolazione forzata. Il funzionamento a circolazione forzata è realizzato con l'avvio delle unità di trattamento aria direttamente collegate all'eKlimaHaus | CasaClima 04/2012

21


Vista dell'area prima del intervento

Dati dell'edificio Committente: Comune di Villa Vicentina (UD) Ubicazione: Villa Vicentina (UD) Progettazione architettonica e direzione lavori: Arch. Florissi Federico, Arch. Giorgio Spaziani Progettazione impiantistica: P.i. Efisio Bonu Consulenza energetica CasaClima: Peter Erlacher

Fabbisogno di calore per riscaldamento riferito a Udine Fabbisogno di calore per riscaldamento Fabbisogno di calore per riscaldamento specifico riferito alla superficie netta

28303 kWh/a 25,28 kWh/m2a Apiù

Classe energetica CasaClima Fabbisogno di energia primaria/emissioni di CO2 Fabbisogno di energia primaria globale Quota di energia alternativa

11 kWh/a 60 %

Emissioni di CO2

12,44 ton/a

Indice di CO2

11,11 kg/m2a

Categoria di efficienza energetica complessiva

22

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

B

sterno per l'espulsione dell'aria viziata. I flussi di aria in entrata ed in uscita sono trattati in 2 unità di trattamento aria (UTA) collocate al piano primo, in vano apposito, e convogliati in un recuperatore di calore al fine di ridurre i consumi energetici. Il sistema a circolazione forzata è stato dimensionato in modo da avere alla massima portata possibile un volume di rinnovo pari a quello previsto dalle normative di riferimento (minimo 2,5 ricambi orari). L'attivazione del sistema di espulsione forzata è possibile in automatico attraverso un interruttore orario programmato. La tipologia di funzionamento prevista è la stessa per tutti i locali ad eccezione dei servizi sanitari nei quali è presente anche un estrattore d'aria che consente i ricambi orari previsti dalla norma vigente. Per il riscaldamento è stato scelto un sistema a pavimento radiante a bassa temperatura alimentato dalla locale rete di teleriscaldamento con generatore a biomassa. Per gli impianti elettrici si sono adottati criteri che limitino il più possibile la presenza di campi elettromagnetici e che riducano il consumo energetico. A copertura del fabbisogno elettrico sul tetto della scuola sono installati pannelli solari fotovoltaici per una potenza complessiva di 16,5 kW oltre che pannelli solari termici per il soddisfacimento dei fabbisogni di acqua calda sanitaria dell'edificio. L'attenta progettazione ed esecuzione, certificate dal rilascio della targhetta CasaClima Apiù da parte dell'Agenzia Per l'Energia del Friuli Venezia Giulia, hanno permesso di accogliere i piccoli utenti in un edificio salubre, che garantisce un elevato comfort abitativo, a bassi costi di gestione, ma capace di soddisfare anche i criteri fondamentali per un corretto inserimento ambientale e urbanistico.  


a CasaCliLim fe

Casac li m a

awa r ds

Work&

Salewa Headquarters Photographer: Oskar Da Ritz

GIUDIZIO della GIURIA Oltre la certificazione energetica: la certificazione di sostenibilità dell'Agenzia CasaClima. Un imprenditore di successo, un'idea chiara degli obiettivi da raggiungere, un concorso di idee, un progetto ambizioso, un risultato di rilievo per un progetto complesso.

24

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

L

'edificio, un imponente volume che sorge a fianco dell'autostrada alle porte di Bolzano, ospita il nuovo quartier generale della nota azienda altoatesina specializzata in prodotti e abbigliamento per l'alpinismo. L'articolazione in piastre e torri è stata scelta per poter accogliere in un unico complesso molteplici funzioni quali centro direzionale, magazzini, showroom, negozio e asilo aziendale. Gran parte dell'edificio si presenta con una pelle di rivestimento in pannelli di alluminio microforato elettrocolorato che cambia aspetto al variare della luce. Le torri per uffici, con altezze fra i 20 e i 50 metri, sono invece caratterizzate da una facciata completamente trasparente sul lato nord, in grado di assicurare una buona illuminazione naturale indiretta ai luoghi di lavoro. All'interno l'aspetto tecnologico e strutturale, sottolineato dai solai in calcestruzzo a vista e dalle pareti vetrate, è mitigato dalla presenza di rivestimenti in materiali naturali quali legno e loden. La palestra di arrampicata aperta al pubblico, così come l'ampio parco attorno all'edificio con il bistrot, rappresentano per l'azienda occasioni per promuovere e incentivare la comuni-

cazione e le relazioni con la città e tutto il territorio circostante.

Sostenibilità a tutto campo La sede Salewa è stato il primo edificio commerciale ad ottenere la certificazione CasaClima Work & Life da parte dell'Agenzia CasaClima. Un riconoscimento rivolto a quelle strutture adibite ad uffici e servizi in grado di introdurre misure tecniche e strategiche di gestione coerenti con uno sviluppo rispettoso e consapevole. Il sigillo di qualità CasaClima Work&Life prevede tre ambiti di valutazione: "Natura" (ecologia), "Vita" (aspetti socioculturali) e "Trasparenza" (economia).

"Natura" Nella categoria Natura sono state analizzate le prestazioni della struttura in ambito ambientale. In particolare nell'area "Energia" sono stati valutati l'indice di efficienza energetica dell'involucro edilizio e l'indice di efficienza complessiva del sistema edificio– impianto secondo lo standard CasaClima.


solo un'opportunità di risparmio economico e di tutela dell'ambiente, ma anche un reale vantaggio in termini di tempo, con un buon livello di accessibilità, sicurezza e comfort. Nel caso della Salewa la mobilità alternativa è incentivata, ad esempio, offrendo parcheggi riparati per le biciclette in prossimità dell'ingresso e possibilità di cambio e doccia per chi si reca sul luogo di lavoro con la bici. Nel settore di valutazione „Acqua" l'utilizzo di installazioni idrauliche ad alta efficienza ottimizza i consumi e lo smaltimento idrico. Un tetto verde sopra il magazzino accresce la qualità ambientale dei luoghi di lavoro e offre un luogo di relax nei mesi caldi.

Dati dell'edificio

"Vita"

Progettazione e direzione lavori impianti: Ing. Georg Felderer, Energytech

awa r ds

Ubicazione: Bolzano Progettazione architettonica: Cino Zucchi Architetti, Park Associati Direzione lavori: Ing. Johann Röck, Plan team Progettazione e direzione lavori statica: Ing. Ulrich Kauer, Kauer Ingenieure

Casac li m a

Il punto focale di quest'area è il rapporto della struttura con il livello di benessere dei collaboratori (elemento di valutazione „Uomo"), attraverso la valutazione di comfort ambientale e accessibilità. La certificazione ha richiesto ad esempio di soddisfare elevati standard per il comfort acustico, in modo da garantire in ogni ambiente di lavoro un basso livello di disturbo dovuto al rumore.

Committente: Leasalp SpA

Impresa esecutrice: ZH General Construction Company SpA Impresa realizzazione impianti: Gaetano Paolin SpA

Photographer: Alberto Sinigaglia

Un concetto energetico lungimirante parte sempre dalla riduzione dei fabbisogni energetici. Nel caso di un edificio adibito ad uffici tale riduzione non sempre può essere realizzata con la sola ottimizzazione energetica invernale basata sulla massimizzazione degli apporti solari. Da un lato, infatti, la presenza di ampie superfici vetrate implica la loro corretta schermatura in estate e questo porta quasi sempre ad un aumento del fabbisogno energetico per l'illuminazione artificiale degli ambienti. Dall'altro va constatato come la maggioranza degli utenti non utilizzi le schermature mobili in estate, preferendo la vista dell'esterno e la presenza di luce naturale all'interno degli uffici, con un conseguente incremento dei fabbisogni per raffrescamento. A fronte di queste considerazioni nella progettazione degli uffici Salewa è stato scelto di sacrificare gli apporti solari invernali, orientando gran parte delle vetrate verso nord e schermando con elementi fissi di facciata, costituiti da pannelli metallici forati, quelle a sud. È così possibile limitare i consumi estivi, riducendo contemporaneamente anche il fabbisogno di illuminazione artificiale. In una struttura adibita ad uffici e servizi la limitazione dei fabbisogni energetici deriva anche da un accurato progetto illuminotecnico. Negli uffici Salewa si è quindi perseguito l'obiettivo di garantire un buon comfort luminoso e ottenere contemporaneamente un concreto risparmio energetico. Questo è stato possibile grazie all'utilizzo di sorgenti luminose ad alta efficienza, sia all'interno sia all'esterno, e all'adozione di sistemi di gestione e controllo centralizzati. I fabbisogni termici ed elettrici dell'edificio sono coperti mediante allacciamento alla rete di teleriscaldamento comunale e con produzione sul posto di energia elettrica mediante un impianto fotovoltaico da 450 kWp installato in copertura. Per il sistema di riscaldamento e raffrescamento dei locali è stato scelto un impianto di attivazione termica delle masse. Nell'ambito dell'area di valutazione "Terra" il protocollo di certificazione CasaClima Work&Life non richiede solo l'adozione di procedure per la raccolta differenziata che coinvolgono attivamente tutti gli utenti, ma è attenta anche alla promozione di una mobilità sostenibile che favorisca l'utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico e della bicicletta per ridurre gli impatti legati agli spostamenti di massa in automobile. La proposta di trasporto alternativo deve rappresentare per gli utenti non

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

25


Photographer: Alberto Sinigaglia

Attraverso l'elemento di valutazione "Ambiente" si vuole garantire inoltre agli utenti della struttura un'elevata qualità degli spazi interni per mezzo di misure di prevenzione che assicurino una bassa concentrazione di inquinanti negli spazi di lavoro. Nel caso della Salewa un sistema di ventilazione controllata provvede al ricambio costante dell'aria viziata degli uffici con aria fresca filtrata. Il sistema di ricambio dell'aria provvede inoltre alla deumidificazione dell'aria in estate e all'umidificazione in inverno. L'offerta Fabbisogno di calore per riscaldamento riferito a Bolzano Fabbisogno di calore per riscaldamento Fabbisogno di calore per riscaldamento specifico riferito alla superficie netta

345.706 kWh/a 45,09 kWh/(m2a) B

Categoria termica dell'edificio

Fabbisogno di energia primaria/emissioni di CO2

Fabbisogno di energia primaria globale Quota di energia alternativa Emissioni CO2

Indice CO2

Categoria di efficienza energetica complessiva

26

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

-565.052,72 kWh/a 79,30 % 136,96 t/a 18,26 kg/(m2a) B

di servizi quali cucina interna, bistrò, parco pubblico, palestra, asilo aziendale è un ulteriore opportunità per accrescere il benessere dei collaboratori sia durante l'orario di lavoro sia nel tempo libero.

"Trasparenza" L'area "Trasparenza" rappresenta uno strumento di supporto per operare una valutazione degli aspetti legati ai costi e alla qualità, sia in fase di progettazione sia di gestione. Per il quartier generale Salewa è stata stilata un'analisi costi-benefici delle misure di risparmio energetico adottate, sia per quanto riguarda gli impianti tecnologici sia per il sistema di gestione dell'illuminazione, in modo da consentire al committente di valutare la coerenza degli scopi con i mezzi a disposizione. All'interno di quest'area sono stati esaminati anche criteri legati alla durabilità della costruzione e ai margini di miglioramento e flessibilità energetica. La comunicazione rappresenta un ulteriore importante elemento di valutazione, orientato a dare risalto a quelle strategie di gestione atte alla sensibilizzazione e alla comunicazione dei valori di sostenibilità della struttura, sia nei confronti dei collaboratori, sia nei confronti degli utenti esterni. 


L’INNovazIoNE rENDE LEaDEr

1979

1983

1994

2001

2001

Prima finestra con 3 guarnizioni e triplo vetro di serie: Internorm3

Prima finestra in PvC con guscio esterno in alluminio colorato

Prima finestra in PvC senza piombo

Prima finestra in legno/alluminio con termoschiuma altamente isolante

Doppia finestra con protezione solare integrata cioè quadrupla protezione in un’unica finestra

2002

2009

2012

2012

2012

MADEexpo 2012

®

Technology

Primo incollaggio perimetrale della lastra vetro all’anta

Primo speciale trattamento basso emissivo SoLar+ per la miglior efficienza energetica e un guadagno in energia solare

Prima veneziana fotovoltaica integrata per doppia finestra

“Anteprima italiana” Primo sistema di areazione con scambiatore di calore completamente integrato nel telaio

“Anteprima italiana” Nuovo KF 500: la rivoluzione continua al PAD. 18 STAND G38 / F33 17_20 ottobre 2012 Fiera Milano, Rho.

Da oltre 30 anni Internorm è sinonimo di qualità e innovazione, grazie alla sua gamma completa di prodotti creati per offrire le massime prestazioni, senza compromessi. Elevato isolamento termico, acustico e grande attenzione al design: una vera rivoluzione sussurrata da un marchio che offre uno straordinario supporto tecnico e commerciale, insieme ad un impareggiabile servizio di customer care, a chi voglia entrare a far parte del suo team esclusivo. Un innovativo spirito rivoluzionario che vi dà appuntamento al Made Expo 2012, per presentare la sua ennesima creazione destinata a fare molto clamore. Naturalmente, con lo stile e la discrezione di sempre. Richiedi il nuovo catalogo 2012 www.internorm.com

Dai forza alla tua voglia di fare. Cresci con Internorm. Numero 1 in Europa | 20 milioni di finestre installate | Una gamma di oltre 150 modelli | Una rete qualificata di più di 200 [Partner] in Italia e 1300 in Europa


Un'opportunità per sviluppare strategie comuni finalizzate al continuo miglioramento del costruire sostenibile ed energeticamente efficiente. I Partner CasaClima contribuiscono a raggiungere, soddisfare e sostenere questo obiettivo, per fare in modo che l'Agenzia CasaClima possa anche in futuro portare avanti con successo la visione di un costruire e abitare di qualità. L'obiettivo comune è quello di aumentare le sinergie nel campo del costruire di qualità mediante uno scambio reciproco di informazioni tecniche su materiali, tecnologie e sistemi nel campo dell'edilizia sostenibile, a basso consumo e in grado di assicurare un elevato comfort. Le tematiche che l'Agenzia CasaClima vuole condividere con i Partner sono in particolare: • l'efficienza energetica; • la sostenibilità ambientale; • la qualità di vita degli utenti; • la trasparenza. Sviluppare assieme idee, concetti e cercare soluzioni è il fondamento di ogni buon partenariato. L'Agenzia CasaClima non progetta, non costruisce e non vende immobili ma è operativa nella formazione, nella consulenza e nella certificazione: per questo deve garantire sempre la massima imparzialità e deve orientarsi con attenzione fra le molteplici tecnologie, applicazioni e soluzioni offerte dal mercato. Nel confronto e nello scambio diretto di esperienze fra Agenzia e Partner CasaClima c'è la possibilità di far accrescere reciprocamente le competenze, ma anche di ampliare le opportunità di business. Per l'Agenzia CasaClima agire in collaborazione con i Partner significa poter continuare a rappresentare in modo esemplare sul mercato il costruire energeticamente efficiente, sostenibile e attento al benessere degli utenti.

Ag en z i a

casac li m a

Partner CasaClima

Nuovi Partner 2012

30

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

CasaClima si propone infatti come un esempio virtuoso a cui far riferimento per operare con serietà e concretezza nel continuo miglioramento degli standard energetici e ambientali nel campo dell'edilizia, sia essa di nuova costruzione o esistente.

Chi può diventare Partner CasaClima?

Al sistema “Partner CasaClima” possono aderire tutte le aziende che si occupano di produzione, elaborazione, installazione, prestazioni di servizi nell'ambito edilizio. I settori di competenza in cui si suddividono i Partner CasaClima sono: • Edifici • Componenti • Materiali • Service Per poter diventare Partner CasaClima le aziende devono sottoporsi ad un preciso e trasparente iter di valutazione da parte dell'Agenzia CasaClima, atto a verificare la presenza dei requisiti minimi richiesti per l'adesione. Questi riguardano la conoscenza del sistema delle certificazioni CasaClima e quindi la formazione CasaClima, la gestione aziendale, le richieste di certificazione CasaClima o le certificazioni già ottenute (edifici e/o prodotti). La richiesta di adesione al sistema“Partner CasaClima” va effettuata compilando l'apposito modulo in formato digitale scaricabile dal sito dell'Agenzia CasaClima (www.agenziacasaclima) (Allegato A). Le richieste devono essere presentate in formato digitale via e-mail e inviate all'Agenzia CasaClima di Bolzano all'indirizzo partner@agenziacasaclima.it.  


Case prefabbricate modulari

Finestre, facciate vetrate, componenti finestre, vetri

EDIFICI

Imprese di costruzioni

Installazioni

Sistemi

BAUFRITZ GmbH & Co.KG D-87746 Erkheim (D) www.baufritz.de

ARCA IMMOBILI Sas 31023 Resana (TV) www.arcaimmobili.com

DAMIANI LEGNAMI SpA 39042 Bressanone (BZ) www.lignoalp.it

C.E.M. Costruzioni Srl 38035 Moena (TN)

HAAS Fertigbau GmbH D-84326 Falkenberg (D) www.haas-fertigbau.de

C.L.E. Cooperativa Lavoratori Edili Soc. Coop 39100 Bolzano (BZ) www. coopcle.it Coop. ABITCOOP 41100 Modena (MO) www.abitcoop.it Edilbetontrento SpA 38121 Trento (TN) www.edilbetontrento.it FINEDIL Srl 33050 Paradiso di Pocenia (UD) www.finedil.net MEROTTO Francesco Srl 31010 Farra di Soligo (TV) PLATTNER BAU SpA 39055 S. Giacomo / Laives (BZ) www.plattnerbau.it PRO.GE.CO Srl 30027 San Donà di Piave (VE) www.domusviva.info RECA Srl 39100 Bolzano (BZ) www.recasrl.com Rossi F.lli Srl 33031 Variano di Basiliano (UD) www.impresarossifratelli.com SETTIMO Costruzioni Generali Srl 34133 Trieste (TS) www.settimocostruzioni.com WIERER BAU SpA 39030 Chienes (BZ) www.wiererbau.com

Cassonetti

HARTL Haus Italia Srl 39012 Sinigo – Merano (BZ) www.hartlhaus.it HOKU Srl 39034 Dobbiaco (BZ) www.hoku.it Holzbau HOFER GmbH A-9990 Debant / Osttirol (A) www.holzbau-hofer.at Il MODULO LEGNOTECNOLOGIA Srl 37137 Verona (VR) www.ilmodulo.net Ille Prefabbricati SpA 38088 Spiazzo (TN) www.illeprefabbricati.it LA EDILEGNO Snc. 31020 San Martino di Colle Umberto (TV) www.laedilegno.it PIRCHER OBERLAND SpA 39034 Dobbiaco (BZ) www.pircher.eu POLLAM Enzo Srl 38030 Soraga (Val di Fassa) (TN) www.carpenteria pollam.com RASOM Wood Technology Srl 38036 Pozza di Fassa (TN) www.rasom.it RENSCH HAUS GmbH D-36148 Kalbach/Rhön (D) www.it.rensch-haus.com

Materiali

Porte

Altri

WOLF SYSTEM Srl 39040 Campo di Trens (BZ) www.wolfhaus.it

Componenti

Finestre, facciate vetrate, componenti finestre - vetri ALPI Fenster Srl 39010 Riffiano (BZ) www.alpifenster.it CARRETTA Serramenti Snc 36010 Zanè (VI) www.carrettaserramenti.it COBOLA Falegnameria Srl 12030 Sanfort (CN) www.cobolafalegnameria.it DIQUIGIOVANNI Srl 36070 Castelgomberto (VI) www.diquigiovanni.it ERCO Srl 22070 Casnate con Bernate (CO) www.ercofinestre.it ESSEPI Srl 38073 Cavedine (TN) www.essepifinestre.it FALISELLI Srl 24062 Costa Volpino (BG) www.faliselli.it FINSTRAL SpA 39050 Auna di Sotto/Renon (BZ) www.finstral.com Glas MÜLLER Vetri SpA 39100 Bolzano (BZ) www.glasmueller.it Hocoplast Bauelemente GmbH D-84307 Eggenfelden (D) www.hocoplast.it INTERNORM Italia Srl 38014 Gardolo di Trento (TN) www.internorm.com

RUBNER HAUS SpA 39030 Chienes (BZ) www.rubner.com

ISAM Snc di Mariolini G. & F.lli 25047 Darfo Boario Terme (BS) www.isamser.it

SERTORELLI Falegnameria Srl 23032 Bormio (SO) www.sertorelli.com

ALP Srl 39040 Racines (BZ) www.leigsch.it

Ital Plastik Srl 35013 Cittadella (PD) www.italplastick.com

Service Legno Srl 31027 Spresiano (TV) www.servicelegno.it

L'INFISSO Snc 38074 Dro (TN) www.linfissotn.it

Aster Holzbau Srl 39050 San Genesio (BZ) www.aster-holzbau.com

Subissati Srl 60010 Ostra Vetere (AN) www.subissati.it

LUNARDELLI Angelo Snc 30020 Fossalta di Piave (VE) www.lunardelli.net

Zebau Srl 39100 Bolzano (BZ) www.zebau.it

Case prefabbricate – modulari

service

casac li m a

Imprese di costruzioni

Componenti

ag en z i a

Edifici

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

31


casac li m a ag en z i a

Marinig Remo di Marinig Paolo Sas 33043 Cividale del Friuli (UD) www.marinig.com

Daikin Air Conditioning Italy SpA 20097 San Donato Milanese (MI) www.daikin.it

NARDIN Snc 38030 Faver (TN) www.nardin.com

E. INNERHOFER SpA 39030 S. Lorenzo (BZ) www.innerhofer.it

P.M. Serramenti Sas 24050 Mornico al Serio (BG) www.pmserramenti.it

Euroclima SpA 39031 Brunico (BZ) www.euroclima.com

SAV 2000 Snc 30027 San Donà di Piave (VE) www.sav2000.it

EUROTHERM SpA 39057 Frangarto (BZ) www.eurotherm.info

SCAIAROL di Pojer Flavio e Italo Snc 38030 Grumes (TN) www.scaiaiol.it

HOVAL Italia Srl 24050 Grassobbio (BG) www.hoval.it

Serramenti ROSIN Srl 30016 Jesolo (VE) www.rosin.biz SIMEONATO SERRAMENTI SpA 35012 Camposampiero (PD) www.simeonato.com SÜDTIROL FENSTER Srl 39030 Gais (BZ) www.suedtirol-fenster.com TIP TOP FENSTER Srl 39037 Rio Pusteria (BZ) www.tip-top-fenster.com Torggler Chimica SpA 39012 Merano (BZ) www.torggler.com VELUX Italia SpA 37030 Colognola ai Colli (VR) www.velux.com VIDI GmbH - Tirolfenster A-9900 Oberlienz (A) www.tirolfenster.com Wicona - Hydro Building Systems SpA 20063 Cernusco sul Naviglio (MI) www.wicona.it WOLF FENSTER SpA 39040 Naz-Sciaves (BZ) www.wolf-fenster.it WOLF ARTEC Srl 39040 Naz-Sciaves (BZ) www.wolfartec.it

Installazioni

ISODOMUS Srl 39030 Gais (BZ) www.isodomus.com KWB Italia Srl 39100 Bolzano (BZ) www.kwb.it LEITNER Solar SpA 39031 Brunico (BZ) www.leitnersolar.com Lindab Srl 10088 Volpiano (TO) www.lindab.it Loex Srl 39018 Terlano (BZ) www.loex.it MENERGA Italia NE Srl 39047 S. Cristina (BZ) www.menerga-ne.it PLUGGIT GmbH D-81829 München (D) www.pluggit.com ROBUR SpA 24040 Verdellino/Zingonia (BG) www.robur.it SCHIEDEL Srl 20060 Truccazzano (MI) www.schiedel.it SOL Srl 39018 Terlano (BZ) www.sol.bz.it VELTA Italia Srl 39018 Terlano (BZ) www.veltaitalia.it

ALDES SpA 41100 Modena (MO) www.aldesitalia.it

Viessmann Srl 20100 Casorezzo (MI) www.viessmann.it

BALTUR SpA 44042 Cento (FE) www.baltur.it

Vimar SpA 36063 Marostica (VI) www.vimar.com

Centroterm G.F.T. Italy Srl 37024 Arbizzano (VR) www.ubbink.it

WIDMANN HEIZUNGEN Srl 39040 Termeno (BZ) www.widmann-heizungen.it

32

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

ZEHNDER TECNOSYSTEMS Srl 41011 Campogalliano (MO) www.zehnder-tecnosystems.it

Sistemi AHRNTALER Bauindustrie Srl 39030 St. Johann/Val Aurina (BZ) www.ahrntaler.com CIV SYSTEM Srl 61029 Urbino (PU) www.civsystem.com FRANK Italy Srl 39022 Campo Tures (BZ) www.frank-italy.com GAZZOTTI SpA 40013 Trebbo di Reno (BO) www.gazzotti.it GRIESSER Srl 10077 San Maurizio C.se (TO) www.griesser.it Inpek Srl 39049 Wiesen/Vipiteno (BZ) www.inpek.it MONIER SpA 39030 Chienes (BZ) www.monier.it Pontarolo Engeneering SpA 33075 San Vito al Tagliamento (PN) www.pontarolo.com Progress Holding SpA 39042 Bressanone (BZ) www.progress.cc RDB SpA 29010 Pontenure (PC) www.rdb.it REINVERBUND Srl 39026 Prato allo Stelvio (BZ) www.soligno.com RIWEGA Srl 39044 Egna (BZ) www.riwega.com RÖFIX SpA 39020 Parcines (BZ) www.röfix.com San Marco Terreal Italia Srl 15048 Valenza (AL) www.sanmarco.it STO ITALIA Srl 50053 Empoli (FI) www.stitalia.it TOPHAUS SpA 39042 Bressanone (BZ) www.progress-online.it

Cassonetti Alpac Srl 36015 Schio (VI) www.alpac.it


FIN-Project

NOVITÀ

Innovativi serramenti in alluminio ad eccezionale isolamento termico

trasmittanza termica telaio

Uf 1,0 W/m2K

Il sistema FIN-Project coniuga l’esperienza produttiva di FINSTRAL con i vantaggi di due materiali: l’alluminio, utilizzato per rivestire il lato interno ed esterno degli infissi, ed il PVC, che con i profili pluricamera costituisce il corpo centrale dei nuovi serramenti. Design pulito e linee leggere: queste le caratteristiche vincenti di FIN-Project. L’anta Nova-line, appena visibile dall’esterno, permette di realizzare ampie trasparenze ed eccellenti valori di isolamento termico fino a Uw 0,83 W/m2K. Su richiesta anta e telaio della finestra possono risultare complanari sul lato interno per un esito estetico di grande uniformità.

FINSTRAL S.p.A. · Via Gasters 1 · 39054 Auna di Sotto/Renon (BZ) · T 0471 296611 · F 0471 359086 · finstral@finstral.com · www.finstral.com


casac li m a ag en z i a

C & Z Srl 38068 Rovereto (TN) www.czitalia.com

CELENIT SpA 35019 Onara di Tombolo (PD) www.celenit.com

PITTSBURGH Corning Srl (Foamglas) 39100 Bolzano (BZ) www.foamglas.it

HELLA Italia Srl 39100 Bolzano (BZ) www.hella-co.eu

Ceramica SANT'AGOSTINO SpA 44047 Sant'Agostino (FE) www.ceramicasantagostino.it

Saint Gobain PPc Italia SpA - Marchio Gyproc 20146 Milano (MI) www.gyproc.it

Metalmeccanica Umbra Sas 06055 Marsciano (PE) www.metalmeccanicaumbra.it

COTTO POSSAGNO SpA 31054 Possagno (TV) www.cottopossagno.com

Saint Gobain Isover Italia SpA 20146 Milano (MI) www.isover.it

ROVERPLASTIK SpA 38060 Volano (TN) www.roverplastik.it

CSB F.lli STRAUDI SpA 39100 Bolzano (BZ) www.straudi.it

Sarner Leimholz Snc 39058 Sarentino (BZ) www.sarner-group.com

SLOSCHEK Helmuth Srl 39042 Bressanone (BZ) www.hs.bz.it

Danesi - Danesi latertech SpA 20129 Milano (MI) www.danesilatertech.it

SCHLAGMANN Baustoffwerke GmbH & Co. KG D-84367 Zeilarn www.schlagmann.de

Porte DIERRE SpA 14019 Villanova D'Asti (AT) www.dierre.com GASPEROTTI Srl 38068 Rovereto (TN) www.gasperotti.com

Danesi - Fornaci Laterizi Danesi SpA 20129 Milano (MI) www.danesilaterizi.it DOW Italia Div.Comm.le Srl 20148 Milano (MI) www.dowedilizia.it Edilteco SpA 41038 San Felice sul Panaro (MO) www.edilteco.it

Hรถrmann Italia Srl 20090 Assago (MI) www.hรถrmann.it

FANTINI SCIANATICO SpA 70038 Terlizzi (BA) www.fantiniscianatico.it

RUBNER Porte SpA 39030 Chienes (BZ) www.rubner com SILVELOX SpA 38050 Castelnuovo Valsugana (TN) www.silvelox.it

Altri CEAM Srl 40012 Calderara di Reno (BO) www.ceam .it

KERAKOLL SpA 41049 Sassuolo (MO) www.kerakoll.com KNAUF Sas 56040 Castellina Marittima (PI) www.knauf.it

Sirap Insulation Group Srl 25028 Verolanuova (BS) www.sirapgroup.com/insulation TASSULLO Materiali SpA 38010 Tassullo (TN) www.tassullo.com Toppetti 2 Srl 37132 Verona (VR) www.toppetti.it WIENERBERGER SpA 40027 Mordano (BO) www.wienerberger.it XELLA Italia Srl 24050 Grassobbio (BG) www.ytong.it

Service

LATERLITE SpA 43045 Rubbiano di Fornovo (PR) www.leca.it

INDEPENDENT L. Onlus Cooperativa 39012 Merano (BZ) www.independent.it

LEGNOSUD SpA 39040 Ora (BZ) www.legnosud.com

ALMAFABER Cooperativa Sociale ONLUS 23848 Galbiate (LC) www.almafaber.com

Licata + Creutol Srl 92024 Canicattรฌ (AG) www.licatagreutol.com

Ambrosi & Partner Srl 38121 Gardolo di Trento (TN) www.ambrosipartner.com

Mafi Italia Srl 39100 Bolzano (BZ) www.mafi.at

EcoEducation 39100 Bolzano (BZ) www.grupposantini.com

Naturalia-BAU Srl 39012 Merano (BZ) www.naturalia-bau.it

Enertour Tis Innovation Park 39100 Bolzano (BZ) www.enertour.bz.it

NATURA & DESIGN di Angelo Speranza 33080 Fiume Veneto (PN) www.naturaedesign.eu

KANTEA Scrl 39100 Bolzano (BZ) www.kantea.org

C & P Costruzioni Srl 42028 Poviglio (RE) www.blocchiisotex.it

NORDTEX Srl 39043 Chiusa (BZ) www.nordtex.it

Laboratorio LEGNOLEGNO Consorzio 42015 Correggio (RE) www.legnolegno.it

C.R.E. Srl 38121 Trento (TN) www.credilizia.it

PANARIA Group SpA 41034 Finale Emilia (MO) www.panariagroup.it

MAICO academy 39015 S. Leonardo in Passiria (BZ) www.maico.com

OTIS SpA 20060 Cassina dei Pecchi (MI) www.otis.com REKORD Srl 38068 Rovereto (TN) www.rekordsrl.com ROTTENSTEINER Srl 39100 Bolzano (BZ) www.rottensteiner.eu

MATERIALI EDILIZI

BASF Italia Srl 20031 Cesano Maderno (MB) www.basf.it Bellotti SpA 22072 Cermenate (CO) www.bellottispa.com

34

KlimaHaus | CasaClima 04/2012


RispaRmiaRe eneRgia. sentiRsi a pRopRio agio. Con gli avvolgibili, le veneziane e le tende da sole hella il comfort abitativo è garantito e voi risparmiate energia. inoltre, per le costruzioni in fase iniziale, hella trav è un elemento davvero immancabile con cui risparmiare tempo e denaro. Rivolgetevi al vostro consulente hella a laives, Brunico, Bressanone e Milano.

hella.info


pag i n a

CasaClima - sviluppare, innovare, crescere Nell'intervista al nuovo direttore Ing. Ulrich Santa le prospettive di sviluppo dell'Agenzia CasaClima per i prossimi anni. Direttore Santa, può parlarci brevemente del suo percorso formativo e lavorativo?

Dopo la mia laurea in ingegneria informatica al Politecnico di Vienna ho optato per un dottorato di ricerca presso l'Istituto di Ingegneria Strutturale dell'Università BOKU di Vienna, dove ho poi anche lavorato come assistente di ricerca e docente. In questo periodo ricadono le prime esperienze nel campo dell'edilizia sostenibile e della fisica tecnica. Ho quindi intrapreso la libera professione nel campo dell'informatica applicata al settore dell'ingegneria civile e alle tecniche dell'automatizzazione industriale. Dopo questa esperienza lavorativa sono passato alla società Autostrada del Brennero SpA in qualità di responsabile per i sistemi informatici, per gli impianti tecnici e telematici e per le telecomunicazioni.

36

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

Da due mesi Lei è direttore dell'Agenzia CasaClima. Ha già potuto farsi un'idea in merito ai possibili sviluppi futuri dell'Agenzia?

Innanzitutto devo dire che ho trovato un team di collaboratori molto motivati e competenti e questo è sicuramente una buona base di partenza per un proficuo lavoro comune e per il futuro sviluppo dell'Agenzia. Uno sviluppo che sarà basato su obiettivi molto concreti per poter affrontare al meglio le sfide che ci aspettano. A tutti noi è chiaro che il nostro primo grande impegno sarà nel settore del risanamento energetico. Il focus del nostro lavoro dovrà spostarsi sempre più nei prossimi anni dalle nuove costruzioni all'esistente. Si tratterà di sviluppare ed elaborare nuovi protocolli e direttive tecniche specifiche per questo ambito e di offrire nuo-


Anche a fronte delle richieste che arrivano dall'Unione europea, come vede l'evoluzione dell'edilizia a basso consumo nei prossimi anni? In futuro dovremo porre ancora più attenzione nei confronti dell'efficienza complessiva dei nostri edifici. Per questo sarà importante concentrarsi anche sulle scelte impiantistiche e in particolare sul commissioning de-

casac li m a

gli impianti e sulla loro manutenzione. Gli edifici a basso e bassissimo consumo hanno in generale in questo ambito ancora molte possibilità di miglioramento. Abbiamo bisogno di best practices per l'installazione, la messa in servizio e la manutenzione degli impianti e su questi temi dovremo in futuro offrire anche corsi di formazione specifici. Dovremo inoltre elaborare strumenti che siano di ausilio per la progettazione, checklist per il controllo, direttive tecniche specifiche. Il risultato deve essere la realizzazione di impianti ottimizzati sotto ogni punto di vista, in misura crescente anche con l'aiuto dei sistemi di building automation. L'edificio del futuro, lo Smart Building, sarà caratterizzato da una gestione intelligente dell'intero sistema edificio, integrando componenti costruttivi e passivi con sistemi tecnologici attivi. L'efficienza energetica sarà centrale, ma accompagnata da crescenti esigenze di comfort, benessere e sicurezza. Per quanto riguarda l'involucro, è importante ricordare che questo rimane il primo e più importante elemento sul quale intervenire per la riduzione dei consumi energetici degli edifici. Sicuramente in questo ambito le componenti tecnologiche assumeranno una maggior importanza, ad esempio nella costruzione delle facciate. In futuro avremo a disposizione materiali e sistemi multifunzionali e attivi che si adatteranno alle variazioni di condizioni di luce naturale, di temperatura, di energia, etc. Anche qui si tratterà di assumere un atteggiamento di apertura nei confronti di questi sviluppi innovativi, per fare in modo che si trasformino facilmente in prassi costruttiva.

ag en z i a

vi e concreti strumenti che siano di aiuto per tutti gli attori coinvolti nel processo edilizio. Allo stesso tempo è altrettanto importante per noi Agenzia CasaClima poter diventare i primi interlocutori per l'utente finale. Al centro della nostra attenzione dovrà infatti esserci sempre il committente finale, il quale anche in futuro dovrà essere costantemente sensibilizzato sulle tematiche inerenti l'efficienza energetica, gli impatti ambientali, la qualità costruttiva e non per ultima la gestione dell'edificio. Per questo una questione che mi sta molto a cuore è lo sviluppo all'interno dell'Agenzia CasaClima di un'attività di consulenza. La consulenza deve essere riportata in primo piano affinché i committenti possano ricevere un'informazione adeguata e neutrale già nelle prime fasi della progettazione. Noi vogliamo sviluppare questo servizio e semplificarne l'accesso da parte dei cittadini. Per questo penso, ad esempio, che gli interessati dovrebbero avere la possibilità di ricevere consulenza anche via telefono. Per il prossimo anno è previsto inoltre l'avvio di nuovi servizi, quali ad esempio il check energetico per gli impianti con l'obiettivo di portare questa offerta nel medio periodo anche su ampia scala, ossia a livello nazionale, attraverso i consulenti energetici e i CasaClima Network. Altri focus importanti per il futuro saranno sicuramente l'impiantistica e l'utilizzo di energie rinnovabili. Dal 2021, 2019 nel caso di edifici pubblici, la direttiva europea impone la costruzione di edifici "Nearly Zero Energy Building", ossia edifici a energia quasi zero. Questo significa che le nostre case dovranno coprire il loro fabbisogno energetico interamente, o almeno in grandissima parte, con energia da fonti rinnovabili, concetto che sottolinea implicitamente il sempre più importante ruolo dell'impiantistica. In questo campo abbiamo ancora molto lavoro da fare. Deve essere comunque chiaro che esistono delle indicazioni normative stringenti e concrete, che il quadro normativo è già tracciato e quindi non possiamo che muoverci con impegno in questa direzione.

Quali prospettive vede invece per la certificazione CasaClima?

Il processo di certificazione CasaClima ha affermato la sua validità nel corso degli anni. La certificazione CasaClima sta andando sempre di più nella direzione di un marchio di qualità costruttiva, che ben identifica un'edilizia non solo virtuosa nei consumi di energia ma anche con bassi impatti ambientali e in grado di offrire elevati livelli di comfort. Per questo ritengo che in futuro dovremo spingerci ancora di più verso protocolli di sostenibilità complessiva, in grado di valutare più aspetti del costruire e abitare. Ciò che rimane comunque importante è che CasaClima continui ad essere un sistema semplice, trasparente, applicabile, pagabile e allo stesso tempo il più possibile completo. Dovrà essere nostro compito inoltre coinvolKlimaHaus | CasaClima 04/2012

37


pag i n a

per le prestazioni dell'intero edificio. La loro performance gioca un ruolo importante anche in considerazione del fatto che sempre di più sono le componenti ad alta tecnologia inserite in un moderno edificio a basso consumo. Il nostro compito deve essere quello di tradurre la complessità tecnologica di questi prodotti in un marchio di qualità che sia di facile comprensione per il consumatore, in quanto questo non è né invogliato né preparato per orientarsi fra la giungla di descrizioni e schede tecniche, e quindi preferisce affidarsi con fiducia ad un marchio di qualità.

gere di più nel processo di certificazione chi andrà ad abitare poi l'edificio. Se pensiamo infatti solo al riscaldamento o alla ventilazione, l'utente ha in questi ambiti un'enorme influsso che finisce per essere determinante per il corretto funzionamento della casa. Per questo è per noi importante capire il comportamento dell'edificio in fase di utilizzo. Per conoscere in modo preciso consumi e comfort abbiamo bisogno quindi di sistemi di monitoraggio con i quali ottenere dei feedback sulle prestazioni effettive di un edificio. Per quanto riguarda sempre la certificazione vogliamo aumentare il nostro impegno anche fuori dai confini provinciali. Per questo nell'ampliare il programma di calcolo il nostro compito principale sarà quello di introdurre la valutazione estiva. Il concetto di protezione dal caldo e del comfort estivo stanno acquisendo infatti sempre più importanza. E in questo ambito dobbiamo sicuramente trovare l'armonizzazione ottimale fra le componenti passive e i sistemi attivi di raffrescamento.

Quali saranno le prossime mosse nel campo della certificazione di qualità per i prodotti?

Certifichiamo già componenti come finestre e porte. Presto si aggiungeranno nuovi prodotti: a breve uscirà la direttiva per l'ottenimento del sigillo di qualità per finestre in copertura, mentre è in fase di elaborazione quella per i cassonetti. Anche gli impianti di ventilazione saranno oggetto in futuro di un marchio di qualità. L'obiettivo principale di tutte queste certificazioni sta ovviamente nella possibilità di dare un aiuto concreto al consumatore finale nella scelta delle componenti più tecnologiche dell'edificio. Se di scarsa qualità, le singole componenti possono rappresentare infatti un serio pericolo

38

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

La formazione è stata fino ad oggi un importante pilastro dell'Agenzia CasaClima. Quali sviluppi vede in questo settore? Assolutamente, la formazione ha avuto molto successo negli ultimi anni. L'Agenzia CasaClima assieme ai suoi relatori ha elaborato un programma formativo molto ampio. Al momento noi offriamo più di 30 corsi diversi, ai quali partecipano ogni anno circa 4000 persone. Le sfide sono anche in questo settore quelle di anticipare gli sviluppi futuri nel campo dell'efficienza energetica e della sostenibilità e sviluppare corsi orientati alla prassi. Offriremo inoltre più corsi nell'ambito dell'impiantistica, delle energie rinnovabili e delle nuove tecnologie. E alle nuove tecnologie noi vogliamo rivolgerci anche per quel che riguarda la didattica, per questo stiamo pensando, ad esempio, all'offerta di corsi on-line.

Quale ruolo vede per i consulenti CasaClima e per le aziende Partner?

I consulenti e i partner sono il fondamento del nostro lavoro. Per ambedue i gruppi dobbiamo sviluppare offerte e strumenti ancora più concreti e di facile utilizzo. Solo con la fattiva collaborazione dei rappresentanti sul territorio e delle aziende il concetto CasaClima può fare presa anche a livello nazionale. Sono convinto che assieme possiamo battere nuove strade e che alla fine tutti potranno trarre profitto da questo lavoro comune. L'utente perché sa di potersi appoggiare ad un rete tecnicamente competente; il consulente energetico perché può migliorare continuamente le proprie competenze e ottenere maggior visibilità; le aziende Partner perché assieme all'Agenzia e alla rete CasaClima possono offrire prodotti e servizi ottimali. Sono convinto che la condivisione di obiettivi comuni, lo scambio di esperienze, il fattivo contributo di tutti sarà ciò che anche in futuro potrà far crescere con ancora maggiore successo CasaClima.  


Servi z i o- PR

Sistema Cappotto. Buono per ogni stagione.

re 20 Ottob ho • 17 R , o n a il Fiera M

IONE 6 PADIGL 20 - G11 H STAND

Sistema Cappotto. Né caldo né freddo, solo comfort ambientale e benessere termoigrometrico. Con un isolamento termico efficace che consente la coibentazione dell’edificio ed un basso consumo energetico. È il Sistema Cappotto Fassa, elaborato nel nostro Centro Ricerche, la soluzione ideale per raggiungere e superare i parametri di efficienza energetica fissati dall’attuale normativa. Perché Fassa interviene per risolvere: con una gamma completa di soluzioni innovative per l’edilizia e con un servizio competente e tempestivo, 300 professionisti che operano al vostro fianco, in cantiere. Per conoscere le vostre esigenze concrete, per trovare insieme a voi la soluzione che cercate.

www.fassabortolo.com

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

39


"Porta Qualità CasaClima" Servi z i o- PR

Klima A-HE "High Efficient", la prima porta blindata WK4 certificata con marchio Porta Qualità CasaClima A.

I

l sigillo "Porta Qualità CasaClima" rappresenta una garanzia per i consumatori in quanto è rilasciato da un ente, l'Agenzia CasaClima, estraneo alla progettazione, produzione e vendita del prodotto. La grande novità in questo marchio, rispetto ad altri marchi, anche a livello europeo, è che per la prima volta non si garantisce solo la qualità energetica della porta ma anche la sua posa in opera a regola d'arte. La posa in opera dei serramenti è spesso il punto più critico per la qualità e l'efficienza del sistema involucro. Affinché un'azienda possa applicare il sigillo CasaClima sulle proprie porte, essa deve superare una serie di esami che non riguardano solo il prodotto, ma anche le modalità di posa. Grazie al sigillo Porta Qualità CasaClima le aziende con prodotti di qualità superiore e che si avvalgono di posatori qualificati hanno la possibilità di distinguersi sul mercato.

Ora il sigillo "Porta Qualità CasaClima" impresso su un'anima d'acciaio. Gasperotti, azienda da anni leader del settore delle porte blindate oggi dimostra come, in antitesi con quanto da sempre divulgato, sia possibile ottenere da un portoncino con anima in acciaio prestazioni energetiche tali da potersi fregiare del prestigioso marchio qualità CasaClima. L'ambito traguardo di costruire con mate-

40

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

riali che in natura isolano 300 volte meno di legno e pvc, è stato raggiunto solamente grazie all'altissima competenza dello staff tecnico unita all'esperienza e alla tecnologia di cui oggi Gasperotti dispone. La struttura in acciaio a sandwich zincata è indeformabile anche nei grandi formati, protegge dallo scasso (WK4), da proiettili, dal fuoco, inoltre permette di usare i migliori isolanti attualmente a disposizione, e domani sarà possibile aumentarne le prestazioni sostituendo la coibentazione con i materiali del futuro. La porta può e potrà essere vestita facilmente con rivestimenti di tendenza quali: vetro, ceramica, metalli, legno, resine, pvc, marmo, pelli, senza modificarne le prestazioni termiche. La particolare conformazione dei nodi telaio - controtelaio, soglia - sottosoglia può essere inserita su nostre istruzioni nelle diverse tipologie di muro e su vari tipi di solaio sempre garantendo temperature superficiali elevate che escludono anche nei punti critici la formazione di condensa o muffa. Gasperotti fornisce ai progettisti il calcolo termico a elementi finiti della porta montata e ai posatori autorizzati il manuale completo nonché tutti i materiali di sigillatura per una posa certificata. Al cliente finale sarà dato, compreso nella fornitura, il kit di uso e manutenzione della porta. Visitando il sito www.gasperotti.com potrete visionare l'intera collezione Gasperotti. 


Rubner - passione legno Inaugurato a Chienes il nuovo centro di competenza dell'edilizia in legno del gruppo Rubner. È tra i più grandi d'Europa: comprende un centro espositivo, un ufficio di progettazione tecnica, un laboratorio di ricerca e lo show room Rubner Porte.

I

l gruppo Rubner ha inaugurato a Chienes, culla e capitale dell'edilizia in legno, uno dei più grandi centri europei dedicati all'innovazione delle costruzioni in legno che si affianca all'headquarter e agli stabilimenti produttivi del gruppo. Dedicato in particolare all'edilizia residenziale, il nuovo centro - in classe CasaClima A - è un progetto architettonico di grande pregio, realizzato rigorosamente in legno abbinato a grandi vetrate che rendono l'ambiente confortevole, moderno e illuminato dalla luce naturale. Uno spazio all'avanguardia, sviluppato su tre livelli sopraelevati e un piano interrato per un volume complessivo di oltre 10.000 mq.

genze delle singole fasi di elaborazione di un progetto. Gli operatori potranno muoversi in aree diverse in termini di ambiente, luce, comunicabilità in modo che, la progettazione diventi immediata, friendly e quindi maggiormente efficace. Completa il servizio un esclusivo spazio showroom Rubner Porte con un ampio ventaglio di soluzioni personalizzabili su richiesta di porte interne e portoncini in legno di grande pregio. Grazie all'esposizione dei modelli più esemplari, che offrono una visione d'insieme sulla produzione, il cliente si ritroverà immerso in un universo fatto di colori, materiali e design per un approccio del tutto inedito al prodotto "porta".

Competenza e innovazione al servizio di clienti

Un laboratorio di ricerca applicata

Il gruppo Rubner mette il nuovo centro di competenza di Chienes a disposizione di architetti, progettisti e clienti per supportarli o offrire loro una consulenza nella scelta di materiali, tecniche e impiantistica ponendosi, grazie all'area dedicata alla progettazione e al laboratorio sperimentale, come punto di riferimento all'avanguardia per le future realizzazioni ecosostenibili. La sezione che ospita l'ufficio tecnico è stata progettata dall'Istituto Fraunhofer di Stoccarda, specializzato nella creazione di Innovative Working Spaces, ideando strategie per adattare il luogo di lavoro alle esi-

Nel nuovo Centro di competenza è presente il laboratorio di ricerca applicata dove è possibile assistere a test specifici su materiali e prodotti, (porte, finestre, pareti) e a test di comportamento durante situazioni critiche. Uno sguardo al futuro e all'innovazione del settore dell'edilizia sostenibile, aperto anche ad architetti, tecnici, clienti e studenti che potranno assistere e seguire i test in un'area destinata. Grazie a questo nuovo edificio, Rubner avrà modo di dimostrare in modo ancora più tangibile la propria missione: costruire edifici in legno di eccellenza, realizzati con maestria e passione. 

INFO Rubner Holding S.p.A. Zona Artigianale 2 39030 Chienes (BZ) Tel. 0474 563777 info@rubner.com www.rubner.com

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

41


Servi z i o- PR

Coppo del Borgo Wierer: classico e funzionale Apparentemente identico a un coppo tradizionale in cotto, ma sostanzialmente diverso nella materia e nel design, Coppo del Borgo è la nuova tegola minerale di Wierer, innovativa al punto da rappresentare una svolta dal punto di vista tecnologico, qualitativo ed estetico.

G

razie al profilo marcato e all'effetto ombra sul fronte, riproduce in modo fedele l'estetica di un tetto realizzato con coppi in laterizio. La classicità di Coppo del Borgo si unisce a un'alta funzionalità: con solo 7,5 pezzi al m2, infatti, consente di ridurre significativamente il tempo di posa del manto di copertura. L'effetto coppi vecchi di Coppo del Borgo è ricreato dalle tre varianti cromatiche argilla, siena antico fiammato e ruber fiammato. La sfumatura "fiammato" conferisce un tono particolarmente invecchiato alla copertura, rendendo, così, Coppo del Borgo, il prodotto ideale per nuove realizzazioni, per la ristrutturazione di ville e immobili di pregio e per interventi architettonici finalizzati al

42

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

recupero di edifici situati nei centri storici. La possibilità di mescolare i colori antichizzati consente inoltre di ottenere un suggestivo effetto mélange creando coperture uniche e personalizzate. Visti nel loro insieme, un tetto in coppi e un tetto realizzato con Coppo del Borgo appaiono indistinguibili. Dal punto di vista funzionale, ogni dettaglio è stato progettato e realizzato per garantire il rispetto degli elevati standard di qualità Wierer. Come tutte le tegole Wierer, Coppo del Borgo è infatti resistente al gelo, al calpestio, ai carichi di rottura e sicuro contro le infiltrazioni d'acqua che possono arrecare gravi danni alla struttura dell'edificio. Per questo è garantito 30 anni. 


SEI CERTO CHE LA TUA CASA ABBIA LA COPERTURA ADEGUATA? Per il tetto della tua casa scegli Wierer, le tegole garantite 30 anni.

WIERER: bellezza a prova di tempo. GARANZIA

TEGOLE

30

ANNI

GARANZIA

SISTEMA

15

ANNI

Devi costruire o ristrutturare la tua abitazione? Non lasciare al caso una parte fondamentale come il tetto. Per la tua sicurezza e quella della tua famiglia, scegli con la testa, scegli le tegole Wierer: una garanzia in fatto di resistenza e durata. Wierer, perché il tetto è le fondamenta della casa. Per informazioni chiama l’800.08.11.80, scrivi a info.wierer@monier.com o vai su www.wierer.it

Part of the MONIER GROUP


MonoBlok Energy e PosaClima

Roverplastik ha sviluppato dei sistemi integrati per la posa del serramento esterno che rispondono alle esigenze prestazionali, costruttive ed estetiche della costruzione del foro-finestra.

MonoBlok Energy

La soluzione fra il mattone e il serramento.

è la soluzione per tutti i tipi di foro finestra. Il prefabbricato per ogni tipologia di serramento che abbatte i costi e i tempi di risoluzione del foro garantendo alti standard di isolamento termico e acustico. Roverplastik Spa

Zona Industriale 10 38060 Volano (TN) Tel. 0464.020101

www.roverplastik.it

C44 E R TKlimaHaus E Z Z A D E| CasaClima L R I S U L T04/2012 ATO, DEI TEMPI, DEI COSTI

T

MonoBlok PosaClima

ra questi, gli ultimi nati in casa Roverplastik sono MonoBlok Energy e MonoBlok PosaClima. I MonoBlok di Roverplastik hanno il vantaggio di essere di dimensioni "standard", caratteristica che permette tempi di consegna più rapidi rispetto alle soluzioni "su misura" dell'azienda (i RoverBlok Energy), mantenendo eccellenti prestazioni a livello termico e acustico. I MonoBlok sono realizzati con materiali a basso impatto ambientale, hanno uno speciale cassonetto dotato di un controtelaio per l'ancoraggio del serramento in OSB (Oriented Strand Board) con una battuta in PVC che permette una sigillatura ottimale migliorando la tenuta all'acqua, la permeabilità all'aria, le proprietà acustiche del sistema in opera e l'eliminazione di tutti i ponti termici del foro finestra. MonoBlok Energy è un sistema integrale che prevede la soluzione a tutti i più comuni problemi di cantiere, ha elevate prestazioni acustiche certificate e, grazie all'ispezione esterna, contribuisce a migliorare l'aspetto estetico all'interno del locale. Disponibile anche nella versione con zanzariera incassata, è adatto a una gestione e una preventivazione dirette da parte del serramentista. MonoBlok PosaClima è nato appositamente per soddisfare le esigenze del marchio "Finestra Qualità Casa Clima" ed è disponibile nelle due versioni per frangisole e avvolgibili. 


Wolf Haus dona la prima ScuolaEnergyPiù Sorge a Sant'Agostino la prima scuola definitiva ad essere costruita dopo il terremoto. Dalla solidarietà di migliaia di Italiani e grazie alla collaborazione con Mediafriends Onlus, il TG5 e Il Resto del Carlino, l'azienda altoatesina realizza e dona la prima ScuolaEnergyPiu in assoluto, un edificio che produce più energia di quanta ne consuma! Tutte le fasi del progetto sono visibili in tempo reale tramite webcam sul sito: ilFuturofaScuola.it

Q

uello che si è celebrato pochi giorni fa a Sant'Agostino, nel cuore di quell'Emilia martoriata dal terremoto di maggio, è un evento davvero speciale: è stata infatti posta la prima pietra per la realizzazione della prima struttura scolastica definitiva, ossia non provvisoria, edificata dopo il sisma del maggio scorso. L'importanza che ricopre questo progetto deriva anche dalla responsabilità che è stata affidata alla Wolf Haus dalla solidarietà espressa da decine di migliaia di cittadini italiani, che hanno aderito alla raccolta fondi di Mediafriends Onlus promossa dal Tg5 e Il Resto del Carlino in favore delle zone terremotate. "Ci sentiamo veramente molto onorati del compito che ci è stato affidato" racconta l'ing. Kurt Schoepfer, amministratore delegato di Wolf Haus. "Abbiamo quindi deciso di sviluppare questo progetto come qualcosa che resti nel tempo, come una stella polare nell'edilizia scolastica, grazie al più innovativo sistema costruttivo in legno sia per quanto riguarda la sicurezza sismica che per l'efficienza energetica, due principi di valore assoluto che contraddistinguono la nostra filosofia aziendale e la nostra mission da anni. Per questo la scuola media di Sant'Agostino sarà anche la prima ScuolaEnergyPiù in assoluto, un progetto che rivoluzionerà l'edilizia scolastica e pubblica!" L'azienda di Vipiteno con questo progetto si distingue ancora una volta per la solidarietà e l'efficacia con la quale interviene a sostegno

delle popolazioni colpite dal terremoto. Come già avvenne in occasione del terribile sisma che ha colpito L'Aquila nel 2009, la Wolf Haus dona anche a questo piccolo centro dell'Emilia la certezza di un futuro e l'opportunità di essere protagonisti di una rivoluzione sostenibile. La costruzione, che mentre scriviamo in sole due settimane è già arrivata al tetto, è assolutamente sicura dal punto di vista sismico, come vuole la filosofia della Wolf Haus, che considera la sicurezza un valore che preserva la vita: nelle case, negli uffici, nelle scuole, ogni luogo deve essere costruito in maniera totalmente sicura per l'azienda altoatesina, che per questo è stata l'unica ad aver fatto eseguire nell'ultimo anno sulle proprie strutture, e su una casa realizzata dal vero, dei test severissimi dall'istituto europeo per la ricerca sismica. Ed è grazie a questi test che è possibile garantire la massima sicurezza e serenità ai ragazzi che studieranno in questa scuola e alle loro famiglie, così come per tutti i residenti nelle case Wolf Haus. ScuolaEnergyPiù sarà realizzata in un tempo eccezionalmente breve per consentire agli oltre 250 studenti di tornare sui banchi prima di Natale, grazie anche alla partecipazione nel progetto di ETS Engineering e Bottoli Costruzioni, e alla gestione operata dall'Associazione RiLAQUILA, la quale si è dedicata su questo nuovo progetto di solidarietà con la stessa abnegazione e generosità che riversa dal 2009 nel capoluogo abruzzese. www.ilFuturofaScuola.it. 

Il cantiere di 2.500mq è arrivato al tetto in soli 9 giorni

Kurt Schöpfer (amm. deleg. Wolf Haus),

Johann Waldner (RiLaquila), Fabrizio Toselli (Sindaco Sant'Agostino), Massimo Ciampa

e Nicola Conti (Mediafriends TG5), Cristiano Bendin (Resto del Carlino), Patrizio Bianchi (Ass. Regione Emilia Romagna)

INFO Wolf Haus Zona Industriale Wolf 1 39040 Campo di Trens (BZ) Tel. 0472 064 000 Fax 0472 064 900 www.wolfhaus.it

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

45


pag i n a

Primo edificio residenziale CasaClima Gold a Milano

“LA TUXAâ€? sarĂ  il primo edificio residenziale certificato CasaClima Gold a Milano: la messa in pratica, con un anticipo di ben 8 anni, delle indicazioni dell'Unione Europea sui Net Zero Energy Buildings. Info

Ubicazione: Milano Intervento: edificio residenziale plurifamiliare Committente: TAO 88 Srl Progettazione architettonica e direzione lavori: Arch. Margherita Bianco Consulente energetico CasaClima: Arch. Romolo N. Pugliese

46

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

L

'edificio per abitazioni si sviluppa su sei piani fuori terra e ospita undici appartamenti di taglio medio. La struttura presenta un telaio e solette piene in calcestruzzo armato e muratura perimetrale in calcestruzzo aerato autoclavato dello spessore medio di 25 cm con cappotto in lana di roccia da 18 cm. I serramenti sono in legno-alluminio e raggiungono una trasmittanza termica Uw=0,8 W/m2K. Lo studio e la risoluzione di tutti i ponti termici (compreso il vano scala interno, strutturalmente staccato rispetto agli alloggi serviti), l'adeguata ombreggiatura estiva pensata con un sistema di lamelle

orientabili esterne (raffstore) e la ventilazione meccanica controllata con recupero di calore (rendimento nel recupero di calore dell'88%) completano il disegno generale delle scelte effettuate per ottenere un'elevata efficienza energetica dell'involucro. Le prime simulazioni termiche effettuate nel periodo invernale ed estivo confermano ottimi risultati in merito al comportamento termico complessivo dell'edificio, frutto anche delle scelte architettoniche e di orientamento. Per quanto riguarda gli impianti, l'acqua calda sanitaria viene prodotta per il 60% dai pannelli solari termici posti in copertura, la


at tua lità

parte rimanente è affidata ad una caldaia a condensazione che, nel caso se ne presentasse la necessità, riscalda l'acqua che circola nel sistema a pannelli radianti a pavimento, riscaldando gli ambienti. Il sistema di raffrescamento è affidato ad un sistema idraulico che lavora in abbinamento ad un deumidificatore: tuttavia, date le caratteristiche dell'edificio, si stima uno scarso utilizzo dell'impianto. L'edificio è dotato, inoltre, di un impianto di recupero dell'acqua piovana che viene utilizzato per lo scarico dei wc. Lo standard qualitativo CasaClima è stato scelto dalla committenza perché consente agli utenti un reale contenimento dei costi energetici, ma anche per la volontà di costruire spazi abitabili il cui comfort sia di elevato livello qualitativo; temperature radianti, grado di umidità, velocità dell'aria, illuminazione naturale, comfort acustico, sono tutti elementi percepiti dai nostri sensi, i quali determinano in maniera inconfutabile la gradevolezza degli spazi in cui viviamo.  

Dettaglio del nodo serramento/muratura

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

47


pag i n a Foto: Der Waldhof2

Hotel con struttura in legno Il trend “bio-turismo” diventa motore per una maggiore sostenibilità nella costruzione di alberghi. Tesi master

48

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

P

er l'albergatore che sceglie di realizzare o ampliare la sua struttura con una costruzione in legno, altri rispetto ad una costruzione di un edificio privato sono i parametri che giocano un ruolo importante: un buon marketing del prodotto, una pianificazione economica mirata e un rigido programma diventano criteri centrali e decisivi. La costruzione in legno, "nuovo" materiale nel settore dell'edilizia, è capace di rispondere bene a queste esigenze. Il rapido montaggio, l'alto grado di prefabbricazione, la leggerezza della costruzione e l'ecologia del materiale conferiscono alle costruzioni in legno caratteristiche non ancora raggiunte dai sistemi di costruzione tradizionali. Da quello che albergatori e progettisti raccontano del loro progetto si possono percepire nel modo migliore le motivazioni, l'esperienza e

la verifica "sul campo" della costruzione in legno: una sorta di "linea guida" e "manuale" destinato a futuri potenziali committenti.

Criterio1 – L'idea Nella scelta di costruire in legno, per l'albergatore gioca sempre un ruolo decisivo l'idea di utilizzare questo materiale nella sua autenticità e interezza, al fine di creare per sé e per i propri ospiti la sensazione di una costruzione ecologica. Con la sua matericità unica la costruzione in legno massiccio risulta favorita nella maggior parte dei progetti esaminati rispetto alla costruzione in legno leggero. La scelta consapevole di costruire in legno è spesso il risultato di esperienze soggettive avute con il materiale. In molti casi si riflettono


PERCHÈ HA SCELTO UNA COSTRUZIONE IN LEGNO? Sondaggio rivolto agli albergatori in Alto Adige 1. SOSTENIBILITÀ E BIOEDILIZIA 2. COMFORT ABITATIVO 3. ECONOMIA 4. TRADIZIONE 5. INNOVAZIONE Conformemente alla scelta, per la maggior parte dei potenziali committenti di un albergo in legno la volontà è quella di far vedere

il materiale nella sua "vera essenza", nelle superfici strutturali oppure come "tema" nella realizzazione di mobili e arredi, per sottolinearne così il punto di forza. In questo senso riveste un ruolo importante la progettazione delle camere. Temi quali un clima salutare e il benessere negli spazi "privati" sono molto spesso i motivi per cui un cliente potrebbe decidersi per un albergo piuttosto che per un altro. Il legno può racchiudere in sé, sia soggettivamente che oggettivamente nella sua materialità e combinazione con sostanze e materiali naturali, i cosiddetti parametri di benessere. Si propone quindi come materiale all'avanguardia per la società di oggi, ottimale come fattore di marketing ed elemento che concorre a definire l'immagine di un moderno hotel. Per il progettista, che è allo stesso tempo consulente del committente, la rapidità nella fase di esecuzione rappresenta un'altra

At tua lità

il punto di vista personale e la visione di vita. Grazie alla familiarità nell'uso, alla provenienza locale e alla naturalità del materiale, il legno parla in modo diretto al committente.

Foto: Theiner's Garten BIO Vitalhotel

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

49


pag i n a Foto: Theiner's Garten BIO Vitalhotel

caratteristica essenziale. Un ulteriore vantaggio nell'uso delle strutture portanti in legno è dato dalla sua leggerezza e dai tempi di asciugatura non necessari o comunque molto veloci. Nella sopraelevazione dell'esistente, ma anche nella nuova costruzione, il ridotto peso proprio della struttura in legno fa si che il carico strutturale sia molto più basso rispetto a quello della costruzione massiccia in cemento armato o in laterizio. Questo porta ad un dimensionamento più ridotto delle fondamenta e degli stessi elementi che trasmettono il carico verso il basso. Non soltanto nella costruzione, ma anche nel montaggio, nel trasporto e nella lavorazione, il peso ridotto della costruzione in legno presenta dei vantaggi in quanto i cicli di lavorazione risultano molto semplificati.

QUALE È SECONDO LEI IL VANTAGGIO DI UNA COSTRUZIONE IN LEGNO? Sondaggio rivolto ai progettisti in Alto Adige 1. VELOCITÀ DI COSTRUZIONE 2. LEGGEREZZA DELLA COSTRUZIONE 3. COSTRUZIONE A SECCO 4. ECOLOGIA 5. COMFORT ABITATIVO

50

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

Criterio 2 – Il fattore tempo Per garantire una determinata velocità nel montaggio è necessario un alto grado di precisione nella progettazione preliminare. Grazie ad una buona programmazione temporale dell'esecuzione, alla perfetta coordinazione degli artigiani durante il montaggio e all'eliminazione delle scelte casuali fatte all'ultimo minuto, si ha inoltre la garanzia di costi certi, elevata sicurezza e qualità. Il breve tempo di esecuzione è inoltre determinato dall'alto grado di disciplina da parte di tutti gli attori coinvolti. Le decisioni che influiscono sulla progettazione degli spazi devono venir prese durante la fase progettuale e non spontaneamente, all'ultimo momento, sul sito di costruzione. Tempi veloci di costruzione presuppongono tendenzialmente un lungo periodo di progettazione con il coinvolgimento di tutti gli operatori interessati. Molti committenti vedono in questo un enorme vantaggio poiché così in fase di costruzione si possono risparmiare costi non voluti e non previsti. L'esercizio alberghiero, in quanto condizionato dal lavoro stagionale e da questo economicamente dipendente, impone spesso scadenze intransigenti per i tempi di costruzione. Per questo motivo spesso il cantiere non si può fermare neanche in caso di


KlimaHaus | CasaClima 04/2012

51

Prima della sottoscrizione leggere il Fascicolo Informativo.

Servi z i o- PR

Per la tua CasaClima.

www.tiroler.it


pag i n a

RAPPORTO FRA TEMPI DI PROGETTAZIONE E COSTRUZIONE

33%

costruzione

67%

Progettazione

brutto tempo e temperature sotto lo zero. In questo ambito la costruzione in legno offre grandi vantaggi, in quanto non necessita di tempi di asciugatura, il montaggio è semplice e veloce e c'è la possibilità di organizzare processi lavorativi in parallelo. Per questo la costruzione in legno massiccio rappresenta spesso per gli albergatori una soluzione privilegiata nel caso di interventi di ristrutturazione delle strutture alberghiere. E in futuro l'interesse per l'utilizzo di questo materiale come sistema costruttivo crescerà ulteriormente.

Criterio 3 – Il fattore costi

Foto: Das Posthotel

52

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

Al momento di intraprendere una nuova costruzione l'albergatore si trova a dover affrontare un grande investimento, che andrà a pesare in maniera determinante sul rendimento economico dell'azienda. La reddittività a lungo termine diviene un tema centrale e il progetto non può essere soltanto ridotto ai costi direttamente legati alla costruzione. La domanda da porsi è quindi: il progetto può essere rifinanziato attraverso l'aumento sulle tariffe delle camere o attraverso l'alta richiesta dei clienti dovuto alla maggior competitività? Il calcolo deve essere fatto anche sulla base della valutazione dei diversi fattori che determinano i costi e non unicamente collegati con la costruzione grezza. Spesso sopraelevazioni o ampliamenti sono possibili innanzitutto con la struttura in legno. Un confronto oggettivo dei costi delle diverse soluzioni è difficilmente possibile, poiché lo stesso edificio realizzato in laterizio o cemento armato potrebbe portare in altri punti ad un aumento significativo delle spese aggiuntive. Allo stesso tempo tanti


fattori, di natura costruttiva o estetica, sia all'esterno sia all'interno dell'edificio, sono il risultato della tecnologia scelta e sono da valutare in relazione allo sviluppo complessivo del progetto. La costruzione in legno si presta in modo diretto ad essere vista come il motore per un così detto "pacchetto completo", con arredamento della camera, ambiente alberghiero, buona cucina, wellness e offerta per il tempo libero, garantendo così un valore aggiunto a lungo termine da offrire al cliente. Rispetto ad un committente privato, molti proprietari alberghieri fissano priorità molto diverse anche in conseguenza della loro esperienza. Spesso in questo caso risultano decisivi gli investimenti che sono di diretto beneficio agli ospiti e che si manifestano ad esempio in arredamento, illuminazione, trattamento delle superfici e comfort ambientale.

PORTE IN LEGNO SINfONIa d’aRchI Scoprite le diverse modulazioni delle migliori porte prodotte nelle Alpi.

La scelta di una costruzione in legno Se l'investimento effettuato e il nuovo concetto dell'hotel riscontrino o meno alla fine un feedback positivo da parte dell'ospite, è possibile valutarlo in tanti progetti solo con un'esperienza di lungo periodo. La maggior parte degli albergatori sostiene fino ad oggi, senza eccezione, la scelta di aver realizzato una costruzione in legno e conferma anche che il nuovo concetto, così come la nuova struttura, hanno influenzato l'atmosfera dell'hotel in modo determinante e visibile. Anche molti ospiti si mostrano interessati al concetto complessivo che viene veicolato loro nell'hotel e chiedono volentieri maggiori delucidazioni. Strumenti molto utili per aumentare da un lato l'attrattività nei confronti dei clienti e dall'altro realizzare un progetto interessante dal punto di vista ecologico ed economico, sono principalmente le certificazioni. Come aiuto decisionale, in merito a quale sistema possa soddisfare in modo ottimale le richieste e le esigenze nella costruzione di un hotel in legno, possono essere utilizzati molti metodi. I supporti più validi sono offerti in questo senso da un'idea concreta, dagli scambi di esperienze e da una conoscenza teorica del materiale.

Il potenziale futuro della costruzione in legno Senza dubbi è pronosticabile che la costruzione in legno avrà anche in futuro un grande sviluppo. Il tasso di crescita, in particolare nel campo della costruzione in legno massiccio, documenta questa tendenza. Ciò non significa in ogni caso automaticamente che il legno nell'edilizia alberghiera conquisterà in futuro una larga fetta di mercato. Punti favorevoli sono innanzitutto l'alto grado di prefabbricazione e la possibilità di una progettazione "modulare", caratteristiche che possono essere garantite però soltanto con una precisa progettazione fatta in anticipo. Soprattutto in caso di ampliamenti e ristrutturazioni, la costruzione in legno si propone, in rapporto alle costruzioni massicce tradizionali, come un'alternativa leggera, a secco, veloce e staticamente poco complicata. Un ruolo importante occupa anche il grado effettivo di sostenibilità che può essere raggiunto attraverso la co-

Max Kucera Venditore appassionato di Rubner Porte

PaSSIONE LEGNO L’esperienza si sposa con la qualità. L’incontro tra l’accurata lavorazione artigianale e l’ampia offerta di materiali e finiture dà forma ogni anno ad oltre 30.000 portoncini e porte interne.

www.rubner.com KlimaHaus | CasaClima 04/2012

53


pag i n a Foto: Das Posthotel

struzione in legno. La scelta di realizzare il proprio hotel in legno risveglia spesso nel committente la volontà di usare materiali prevalentemente naturali, non solo nelle pareti ma anche in tutti gli altri ambiti. Si tende così a realizzare autenticamente, nei limiti economici, l'idea già sopra citata del "concetto complessivo" sia per l'albergatore stesso sia per gli ospiti. Il tema della sostenibilità è rappresentato inoltre non solo nella scelta dei materiali, ma anche dall'impiego limitato di energia e risorse, a partire dalla produzione, attraverso il trasporto fino al compostaggio e la differenziazione. Per attuare la strategia di una costruzione sostenibile deve quindi esserci un intenso e complessivo approfondimento dei materiali utilizzati e deve essere rivolta particolare attenzione alle certificazioni. Marchi come "Clima Hotel" offrono strumenti a lungo termine per non perdere di

54

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

vista questi obiettivi e conciliare il concetto alberghiero, che cresce e si trasforma continuamente, con le richieste di qualità più attuali in termini di risparmio energetico e costruzione sostenibile. Nei prossimi anni la discussione pubblica si concentrerà sempre di più su questi criteri di qualità e come conseguenza di ciò anche la sensibilità e le richieste dell'ospite di trascorrere una vacanza in modo sostenibile si orienteranno in questa direzione. Una nuova costruzione, sia essa in legno o in costruzione tradizionale, porrà in futuro il committente a chiedersi, come e in quale ambito sarà possibile la realizzazione di un hotel ecologicamente orientato e sostenibile. Se e in quale modo esso sarà realizzabile, dipenderà alla fine però dall'albergatore stesso.  Arch. Stefanie Bächer M.Sc. stef_baecher@yahoo.de


La griglia c'è ma non si vede Le innovative bocchette LUNOtherm per la canalizzazione dell'aria non compromettono l'estetica delle facciate e garantiscono alta efficienza.

Il ventilatore piú piccolo con recupero di calore

C

on LUNOtherm arriva un prodotto per sistemi di ventilazione a mandata e ripresa che mette d'accordo sia il termotecnico che l'architetto, rendendo superflua la presenza di bocchette sulla facciata. Le griglie per il passaggio di canalizzazione dell'aria nelle pareti perimetrali sono spesso un elemento di disturbo per l'estetica delle facciate. Con LUNOtherm le bocchette spariscono finalmente dalle superfici murarie: per la prima volta diventa possibile coniugare tutti i vantaggi dei fori per il passaggio di canalizzazione dell'aria (alta portata d'aria, libertà di tiraggio, igiene, insonorizzazione) con elementi esterni quasi invisibili. Il terminale del condotto dell'aria è stato inserito nel cappotto termico. La bocchetta di aerazione si trova nell'architrave della finestra o nella spalletta: può essere montata sia sopra che a fianco della finestra in modo da non compromettere l'abbinamento con un cassonetto per avvolgibili. LUNOS offre il prodotto in uno spessore da 60 a 300 mm. I sistemi di ventilazione controllata a recupero di calore si integrano nella parete esterna anche con apparecchi decentralizzati per singoli vani: non disturbano esteticamente e, grazie alle eccezionali proprietà isolanti che evitano i ponti termici, possono essere installati anche nelle case passive. 

Efficenza energetica, made by LUNOS! Con LUNOS e2 la ventilazione con recupero calore é piú conveniente che mai. La potenza assorbita a seconda della velocitá é solamente di: 1,4 W con 17 m3/h di volume fornito 2,8 W con 32 m3/h di volume fornito 3,3 W con 38 m3/h di volume fornito Il risultato é un assorbimento di 0,09 W/m3/h con un rendimento di calore superiore al 90,6 %.

Rappresentanza in Italia

www.recuterm.it

Recuterm Sas Via Peter Mitterhofer 23 39025 Naturno (BZ) | CasaClima 04/2012 55 KlimaHaus Telefono 0473 667128 www.lunos.it info@recuterm.it


at tua lità

100 edifici CasaClima in Friuli Venezia Giulia Ogni anno 2 GWh di energia risparmiati, e la targhetta numero 100 va ad una casa ristrutturata che ha ridotto il suo fabbisogno da 243 a 14 kWh/m2a.

I

L'Assessore all'Energia della Provincia di Udine Stefano Teghil e Sara Ursella

dell'APE consegnano la targhetta n. 100

56

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

l 100° certificato CasaClima in Friuli Venezia Giulia è stato emesso da APE - Agenzia per l'Energia del FVG - per un edificio unifamiliare oggetto di ristrutturazione a Talmassons, in provincia di Udine. APE è l'istituzione che, attraverso la convenzione siglata con l'Agenzia CasaClima di Bolzano, dal 2008 gestisce il sistema di certificazione CasaClima nella regione Friuli Venezia Giulia occupandosi del controllo delle pratiche, dell'organizzazione dei corsi di formazione e delle attività di divulgazione fra i cittadini e di informazione agli enti pubblici ed alle aziende. Il traguardo dei 100 edifici certificati rappresenta un successo della certificazione CasaClima in Friuli Venezia Giulia, dove non è obbligatoria ma si propone come sistema di qualità a disposizione di chi desidera abitare in una casa confortevole e che risparmia energia grazie alle garanzie date dal protocollo. Delle 100 CasaClima già realizzate e certifi-

cate, 8 sono in classe Oro, 40 in classe A e 52 in classe B e, di queste, dieci sono ristrutturazioni. Si tratta sia di unità unifamiliari che plurifamiliari, oltre che di alcuni edifici pubblici, in particolare scuole. Il fabbisogno energetico medio dei primi 100 edifici certificati è di 33 kWh/m²a: ciò significa che, complessivamente, il risultato raggiunto ogni anno in termini di risparmio energetico è un taglio di 2 GWh rispetto agli stessi edifici costruiti secondo prestazioni che rispettano i limiti minimi di legge, mentre le emissioni di anidride carbonica in atmosfera si riducono di 413 t/anno. A questi risultati, tra l'altro, va aggiunto il beneficio dovuto all'utilizzo delle fonti rinnovabili.

CasaClima numero 100 Casa Zanello, a cui è stato assegnato il certificato CasaClima numero 100, è un edificio in classe A con fabbisogno termico di


at tua lità

14 kWh/m²a, interamente coperto con impianti alimentati a fonti rinnovabili. Si tratta di un edificio degli anni Sessanta, costruito in muratura in blocchi artigianali di calcestruzzo e solai in laterocemento, il cui fabbisogno, prima dell'intervento di riqualificazione, era di 243 kWh/m²a: in questo caso quindi l'intervento di risanamento energetico ha permesso di ridurre di ben 17 volte il fabbisogno rispetto allo stato di partenza. L'ottimo risultato di efficienza energetica conseguito è dunque ancora più brillante se si considera che si tratta di un recupero del patrimonio edilizio esistente e incoraggia tale prassi, soprattutto in virtù del fatto che l'Italia è ricca di immobili datati e con un alto potenziale di miglioramento energetico. I lavori hanno interessato in primis l'involucro edilizio: è stato realizzato un cappotto esterno in polistirene espanso di 22 cm, sono stati montati serramenti con vetrocamera basso emissivo con gas argon e telaio in legno e la copertura in travi di cemento è stata isolata con un doppio strato di pannelli in fibra di legno a diversa densità. Per eliminare i ponti termici delle terrazze e delle scale esterne si è fatto ricorso, nelle sole pareti interessate, ad un isolamento interno con pannelli a base di idrato di silicato di calcio. Anche l'impiantistica dell'edificio rispecchia le sue caratteristiche di efficienza energetica: sono stati installati ventilazione meccanica controllata, pompa di calore terra-acqua ed un impianto radiante a pavimento, con riscaldamento e raffrescamento con deumidificazione. L'energia del sole e della terra sono sufficienti a coprire le necessità energetiche dell'edificio proprio perché queste, grazie all'ottimale isolamento termico della struttura, sono ora molto ridotte. Solo fonti energetiche rinnovabili, dunque, per Casa Zanello, grazie a 8 m² di collettori solari per la preparazione di acqua calda sanitaria, 42 m² di pannelli fotovoltaici policristallini per 6 kWp per la produzione elettrica e una sonda geotermica verticale da 115 m come sorgente a bassa temperatura per la pompa di calore. L'accuratezza dei lavori compiuti sulla base degli elaborati di progetto è stata testata attraverso il BlowerDoor Test e l'indagine termografica, verifiche non obbligatorie per un edificio ristrutturato ma che la committenza ha voluto far eseguire per valutare la qualità dell'intervento. La prova di tenuta all'aria ha dato un risultato positivo al di sotto del valore limite (con n50 pari a 0,95) e la termografia ha confermato l'assenza di ponti

L'edificio prima dell'intervento di risanamento

termici e la perfetta realizzazione dei sistemi di isolamento. L'edificio beneficia del contributo della Provincia di Udine a sostegno dell'edilizia energeticamente efficiente: il "Fondo sperimentale per la promozione e l'incentivazione dell'efficienza energetica in edilizia" è stato lanciato nel 2009 per premiare con un bonus in conto capitale le nuove costruzioni certificate CasaClima e, attraverso un incentivo maggiorato, incoraggiare proprio gli interventi di riqualificazione. 

Info

Committente: Marco Zanello, Artigiano CasaClima Ubicazione: Talmassons (UD) Progettazione architettonica: Geom. Paolo Gon, Consulente energetico CasaClima Progettazione impiantistica: Ing. Pierangelo Virgolini Impresa esecutrice: Color 2000

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

57


Il web per progettare con Neopor® Più contenuti e informazioni per tutti coloro che hanno scelto, per i loro progetti, l'isolante che per eccellenza è il "grigio del mercato": l'innovativo Neopor® di BASF.

E

una più spiccata focalizzazione sulle tematiche tecniche e progettuali nella nuova area "progetta con noi": sono questi i plus del nuovo sito di NQCI – Neopor® Quality Circle Italy (www.nqci.it), iniziativa del gruppo BASF che tutela la qualità dei prodotti in Neopor®. Il sito si arricchisce infatti di nuovi approfondimenti e di un'articolata area tecnica ricca di informazioni e strumenti utili alla progettazione. Voci di capitolato, stratigrafie analitiche, pacchetti funzionali, dettagli costruttivi per il sistema a cappotto, e un nuovo software sviluppato

da NQCI per supportare il professionista nello sviluppo di soluzioni di isolamento e consentirgli un rapido calcolo delle principali proprietà termiche degli elementi costituenti l'involucro edilizio. Inoltre, il nuovo sito ospita anche un dettagliato elenco di voci di capitolato già redatte, relative a tutte le possibili situazioni applicative delle lastre isolanti in Neopor®, scaricabili in formato testo, e i dettagli costruttivi ETICS, sviluppati con il Politecnico di Milano, scaricabili nei formati pdf e dwg Autocad. 

arc

58

KlimaHaus | CasaClima 04/2012


Inaugurato il nuovo nido d'infanzia a Camposanto Il Ministro Riccardi è intervenuto all'inaugurazione a Camposanto (MO), insieme al vicepresidente della Regione Emilia Romagna e al sindaco Antonella Bandini.

I

l nuovo Nido d'Infanzia Comunale Arcobaleno, realizzato da LignoAlp per conto della Cooperativa Sociale Gulliver, rappresenta un progetto di eccellenza, ispirato ai valori della sostenibilità ambientale, della sicurezza architettonica e della qualità dei servizi. La struttura, interamente in legno e con struttura portante a telaio, è stata pensata, progettata e costruita tenendo conto delle esigenze specifiche della prima infanzia. Il legno è l'elemento predominante della struttura e degli ambienti interni: esso garantisce stabilità strutturale, comfort abitativo e impatto ambientale contenuto. Inoltre, l'impianto fotovoltaico di cui il Nido è dotato copre almeno il 10-04-2012

12:36

Pagina 1

© 2012 -

chitetti 216x150 ITA sito.qxd:Layout 1

50% del fabbisogno generale dell'edificio. Il servizio del nido è attivo da settembre 2012 e potrà accogliere fino a 23 bambini dai 12 ai 36 mesi. "Quest'inaugurazione assume un valore ancora più grande dopo il sisma"- ha aggiunto il primo cittadino – "è un simbolo di rinascita della nostra comunità". I lavori del nido, avviati a novembre 2011, si sono conclusi a luglio 2012 nel pieno rispetto del programma, nonostante il terremoto. Le caratteristiche costruttive e strutturali utilizzate da LignoAlp hanno garantito la massima stabilità dell'edificio, che non ha subito alcun danno in seguito al sisma. 

La natura ha grandi progetti, realizziamoli LignoAlp, il partner per ingegnerizzare e costruire il vostro progetto di casa naturale

visita il nuovo sito

www.lignoalp.it ricco di contenuti ed informazioni per lavorare meglio con noi Alcune realizzazioni su misura LignoAlp.

Il cuore di ogni progetto innovativo è il legno. E costruire in legno è nell’anima della nostra origine Altoatesina. Per questo il progettista che sceglie LignoAlp trova un know how senza pari, dalla scelta dei materiali di qualità, alla tecnologia affinata in decenni di lavoro, all’ingegnerizzazione del vostro elaborato, fino a una costruzione finale eccellente. Una filiera altamente specializzata. Il vostro cliente, poi, vivrà l’esperienza unica di “naturale benessere” in una realizzazione ecosostenibile, a basso impatto energetico e già orientata al futuro. Possiamo realizzare il sogno del vostro cliente, naturalmente insieme.

DAMIANI-HOLZ&KO S.p.A. Bressanone (BZ) Tel. +39 0472 975790 - Nova Ponente (BZ) Tel. +39 0471 616445 - info@lignoalp.it

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

w w w . l i g n o a l p . i t

59


Servi z i o- PR

Multi Spectral Dynamic Imaging FLIR Systems presenta una Multi Spectral Dynamic Imaging (MSX), una funzione innovativa che garantisce immagini estremamente dettagliate.

Q

uesta nuova funzione produce immagini estremamente ricche di particolari. MSX migliora la qualità delle immagini termiche. Grazie a questa nuova funzione è possibile rilevare un numero maggiore di anomalie, le analisi risultano essere più dettagliate e disponibili a valutazioni immediate.

Edificio con MSX

Multi Spectral Dynamic Imaging (MSX)

Edificio senza MSX

Questa nuova e esclusiva brevettata tecnologia è basata su un processore integrato di FLIR che fornisce un livello di dettaglio straordinario nelle immagini termiche. MSX incorpora in tempo reale video termico avanzato alla definizione dello spettro visibile. Produce immagini termiche eccezionali evidenziando esattamente dove si trova il problema. MSX garantisce una più facile identificazione dell 'oggetto

GARANZIA COMPLETA SULLA TERMOCAMERA*

60

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

T-Series ad BLD_IT 195x142.indd 1

senza compromettere i dati radiometrici. Ne risulta un'eccellente qualità delle immagini termiche. La nuova tecnologia MSX di FLIR sovrappone a rilievo i dettagli della fotocamera digitale su video e immagini termiche.

Risultati istantanei in tempo reale Grazie alla nuova funzionalità MSX, le immagini termiche appaiono più nitide, l'individuazione del soggetto è più immediata, i report sono più chiari e si è in grado di prendere decisioni più rapidamente. Gli utenti possono vedere i risultati della tecnologia MSX direttamente sul touch screen della termocamera, in tempo reale. Le seguenti termocamere FLIR sono dotate di funzione MSX: FLIR T440, FLIR T440bx, FLIR T640 e FLIR T640bx. 

GARANZIA SUL DETECTOR*

*Previa registrazione della termocamera sul sito www.flir.com

28/09/12 14:39


Sistemi di controllo solare Griesser

Frangisole esterni a lamelle orientabili ed impacchettabili: la soluzione migliore per evitare il surriscaldamento da insolazione diretta dei locali.

L

I frangisole a lamelle mobili offrono inoltre un ulteriore vantaggio in quanto consentono di regolare in modo perfetto l'illuminazione interna e di evitare quindi abbagliamenti e risparmiare sulle ore di luce artificiale portando il risparmio energetico totale fino al 10% del consumo globale di energia di una casa. Questo significa vivere meglio e risparmiare denaro ed inquinamento. Il vantaggio economico si massimizza quando i frangisole, correttamente progettati, portano ad un oscuramento quasi totale del foro finestra e permettono in questo modo di risparmiare il costo dell'avvolgibile. Leader europeo in questo settore è senza dubbio la ditta svizzera Griesser fondata nel 1882 che occupa oggi circa 1.250 collaboratori. Il successo di Griesser è dovuto al vasto assortimento dei sistemi di controllo solare, alla perfetta automazione ed affidabilità, ma anche all'assistenza in cantiere nelle opere di posa e soprattutto all'assistenza nella progettazione per trovare insieme al committente la soluzione ottimale per il suo progetto. Griesser è Partner CasaClima e Partner PosaClima ed esporrà al Made Expo padiglione 18 stand E25. 

e nuove finestre sono costruite con vetri basso emissivi, canalini a bordo caldo e con spessori di ante e telai aumentati per evitare la perdita di calore dall'interno verso l'esterno. Il risultato è che in inverno si spreca meno calore da riscaldamento e si vive in modo più confortevole. Ma cosa accade l'estate quando il sole entra direttamente nei locali? Il calore dei raggi viene assorbito dal pavimento e dagli arredamenti e riemesso con una lunghezza d'onda leggermente diversa che non riesce più ad uscire attraverso il vetro specie se basso emissivo. Di conseguenza si accumula calore all'interno dell'ambiente e il surriscaldamento con i nuovi serramenti diventa un grosso problema. I sistemi tradizionali di ombreggiamento spesso non sono sufficienti a garantire un buon ingresso di luce ed una corretta deviazione della radiazione solare diretta. Con le tende interne si riduce l'entrata di calore del 25%, con le veneziane poste tra i due vetri del 50% ma con i frangisole esterni si può arrivare al' 90% ed in questo modo si può evitare di installare un condizionatore, vivendo in un ambiente fresco naturale e risparmiando sulla bolletta elettrica.

Profili portaintonaco Barriere aria-vapore

Schiume e sigillanti

I frangisole bloccano la radiazione solare diretta, evitano l'insolazione e l'abbagliamento e consentono una perfetta areazione

Nastri-autoespandenti

I partner PosaClima:

Controtelai termici

osa, i di p ima.it s r o ai c acl ione ww.pos enti” z i r c w Ev ’is o Per l ate il sit rossimi “P ult cons sezione a l al

IL SISTEMA DI POSA I materiali PosaClima sono distribuiti da:

CSB F.lli Straudi S.p.a. • Via J. Mayr Nusser, 26 • 39100 Bolzano Tel. 0471 30 44 11; Fax 0471 30 44 13 e-mail: info@posaclima.it

METRA SpA • via Stacca, 1 • 25050 Rodengo Saiano (BS) Tel.: 030 68 19 1; Fax: 030KlimaHaus 68 10 363 | CasaClima 04/2012 e-mail: metra@metra.it

61


Economia ed estetica Servi z i o- PR

PROGRESS prefabbricati in calcestruzzo – Rapidità nella realizzazione e libertà di composizione architettonica.

C

ostruire in modo economico - La costruzione con prefabbricati in calcestruzzo si propone come tecnologia innovativa e soluzione per il futuro, perché si adatta in modo particolare a un sistema costruttivo veloce ed efficiente. Fattori di qualità come l'isolamento acustico e sistemi di isolamento termico ottimizzati sono ulteriori vantaggi di questo sistema costruttivo che convincono i committenti più esigenti.

Costruire con prefabbricati in calcestruzzo con isolamento termico

sell well

Lo sviluppo della "PROGRESS Thermowand" si è distinto negli ultimi anni per un'innovazione particolare. In questo caso si tratta di un sistema a doppia parete con

isolamento termico integrato. Oltre alle caratteristiche termoisolanti ottimali e la rapidità nella realizzazione, la "PROGRESS Thermowand" risponde alle necessità di un aspetto estetico gradevole, dato dalla superficie liscia da fondo cassero metallico. La "PROGRESS Thermowand" viene utilizzata nella costruzione abitativa, commerciale-industriale e alberghiera in virtù delle sue caratteristiche termoisolanti e permette una costruzione sostenibile ed efficiente dal punto di vista energetico per realizzare progetti secondo lo standard "CasaClima". PROGRESS è leader di mercato in regione nella produzione di prefabbricati in calcestruzzo e nella realizzazione di opere in cemento armato. Ulteriori referenze legate a progetti realizzati su www.progress.cc. 

Costruire con sistema – Soluzioni innovative con prefabbricati in calcestruzzo

La visione

diventa realtà 62

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

I prefabbricati in calcestruzzo offrono ad architetti e progettisti una libertà di composizione quasi illimitata. Non hanno nulla a che fare con il principio di modularità, ma consentono una simbiosi insospettata tra modernità, individualità e rapidità realizzativa. Progress è leader di mercato in regione nella produzione di prefabbricati in calcestruzzo e nella realizzazione di opere in cemento armato sia nei settori dell’edilizia commerciale-industriale, abitativa e alberghiera, come in quelli dell’edilizia per l’agricoltura e per il sottosuolo.

PROGRESS Via Julius Durst 100, I-39042 Bressanone (BZ), Tel. +39 0472 823 111, info@progress.cc, www.progress.cc


Simeonato serramenti al made expo Padiglione 9 Stand L09 per Simeonato serramenti al MADE EXPO di Milano, dal 17 al 20 ottobre.

A

l MADE EXPO di Milano, Padiglione 9 Stand L09, le ultime proposte della produzione Simeonato. L'Azienda di Camposampiero, fondata nel 1962, festeggia quest'anno il cinquantesimo anniversario esponendo numerose interessanti novità. Nell'ambito dei serramenti con vetro strutturale della Collezione "Le Vele", presentata in anteprima al Klimahouse di gennaio, potremo vedere un alzante scorrevole in grado di esaltare al massimo il particolare effetto "tutto vetro" caratteristico di questa innovativa soluzione tecnica. Particolare attenzione è stata posta alla soluzione del nodo inferiore, per garantire la massima pulizia

del design. Verranno riproposti anche i due modelli "Randa" e "Fiocco", arricchiti da un particolare tipo di avvolgibile/frangisole installabile su cassonetti standard. Si potranno vedere poi le nuove porte modello "Monza" e "Lodi" con anta a filo telaio, cerniere a scomparsa e serratura magnetica, disponibili anche nella finitura spazzolata della Collezione "Rosa deiVenti". Non mancherà la possibilità di approfondire tematiche di natura tecnica ed estetica con i consulenti Simeonato, sempre presenti nello stand. Appuntamento dunque al MADE EXPO per una completa panoramica su finestre e porte Simeonato. 

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

63


Protezione antisismica e riqualificazione energetica

RÖFIX presenta RÖFIX SismaCalce, un sistema razionale e integrato per edifici sicuri ed energeticamente efficienti, che abbina uno speciale rinforzo armato della muratura insieme all'isolamento, consentendo miglioramenti delle prestazioni antisismiche e una coibentazione termica integrale.

P

INFO RÖFIX SpA Via Venosta 70 39020 Parcines (Bz) Tel. 0473 966100 office.partschins@roefix.com

64

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

oiché l'Italia è un paese a rischio sismico, non solo le nuove costruzioni devono rispettare specifici requisiti, ma soprattutto il patrimonio esistente richiede interventi mirati per la messa in sicurezza nella parte strutturale e, ugualmente importante, delle parti non strutturali come le tamponature, citate anche nella normativa nazionale antisismica - NTC 2008 "Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni", D.M. 14 gennaio 2008, - che prevede l'obbligo di verificare la resistenza fuori piano delle tamponature e impone di adottare soluzioni per evitare collassi fragili e prematuri e la possibile espulsione fuori piano allo stato limite di vita. L'innovativo sistema RÖFIX SismaCalce è costituito da una speciale rete RÖFIX SismaProtect utilizzata in abbinamento a una malta minerale a base calce idraulica SismaCalce. La rete antisismica RÖFIX SismaProtect in fibre di vetro e sintetiche speciali, quadriassiale, alcaliresistenti presenta alta resistenza in tutte le direzioni con elevata capacità di dissipazione dell'energia sismica, grazie alle diverse composizioni delle fibre che assorbono gradualmente l'azione del sisma. Lo strato di rinforzo armato con RÖFIX SismaCalce, è coerente e integrabile con il sistema di isolamento esterno a cappotto RÖFIX scelto in funzione dei requisiti termoigrometrici e prestazionali desiderati. Per valutare l'efficacia della soluzione specificatamente alle problematiche della tam-

ponatura, è stata realizzata una campagna di prove sperimentali presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile, Ambientale dell'Università degli Studi di Padova. Tali sperimentazioni hanno valutato le prestazioni di miglioramento della resistenza, della duttilità, della capacità dissipativa e in particolare della resistenza alle azioni fuori piano dopo un danneggiamento generato da azioni nel piano (azione combinata). I test hanno confermato la notevole capacità della muratura rinforzata con RÖFIX SismaCalce di dissipare l'energia sismica migliorando la deformabilità e disperdendo le tensioni agenti sul paramento murario, ottenendo una ridistribuzione delle sollecitazioni puntuali e quindi un fenomeno fessurativo diffuso, grazie a un elevato incremento di duttilità. La maggiore resistenza della muratura rinforzata sia agli spostamenti nel piano sia alle azioni fuori piano conferma la validità del sistema per ottenere comportamenti meno fragili e ridurre il rischio di crolli parziali o totali di elementi di tamponamento, salvaguardando l'incolumità delle persone. L'applicazione di RÖFIX SismaCalce si conferma dunque quale innovativo sistema combinato di isolamento termico a cappotto e rinforzo strutturale armato, la chiave per un miglioramento della sicurezza, del risparmio energetico, della qualità abitativa e per un incremento di valore dell'immobile. 


L'hotel del futuro

Bassi costi di investimento e tempi di costruzione ridotti. Fertighotel è la soluzione ideale per costruire o ristrutturare un albergo.

I

niziare e terminare con costi e tempi definiti. E soprattutto contenuti. Questi i principali vantaggi di Fertighotel, il nuovo concetto per costruire o ristrutturare il proprio albergo. Affidandosi alla qualità di una struttura prefabbricata del gruppo Elk, distribuita in Italia da Brennerhaus, si può contare su un interlocutore unico che vi seguirà passo per passo dall'idea iniziale alla progettazione, dal montaggio all'arredamento e all'allestimento degli spazi interni. I bassi costi d'investimento e le spese di gestione estremamente ridotte grazie all'alta efficienza termica garantiscono un veloce ammortamento dell'investimento. Con Fertighotel si può contare infatti su strutture a bassissimo consumo energetico, secondo lo standard di CasaClima A. La parete esterna con un valore U di 0,13 W/mq K e le finestre con triplo vetro basso emissivo Uw =0,82 W/mq K garantiscono un notevole risparmio di energia e denaro. Oltre alla realizzazione di nuovi alberghi, Fertighotel è la soluzione ideale anche per la ristrutturazione e l'ampliamento di esercizi già esistenti: i tempi di lavoro ridotti e definiti da un rigoroso programma di intervento consentono di limitare al minimo i disagi, mentre il servizio completo "chiavi in mano" vi libererà da ogni pensiero durante la fase realizzativa.  KlimaHaus | CasaClima 04/2012

65


Terzo posto al Solar Decathlon Europe 2012 di Madrid La casa solare certificata CasaClima A si è classificata ai vertici in sei delle dieci prove previste durante i quindici giorni della competizione internazionale che ha visto impegnati 18 team universitari da 15 diversi paesi.

S

olar Decathlon Europe è una competizione internazionale, in cui team di studenti universitari provenienti da tutti i continenti vengono selezionati per progettare e costruire i più moderni ed efficienti prototipi abitativi. L'obiettivo è quello di sviluppare e diffondere il concetto di casa solare, ad alta efficienza e sostenibile. La competizione prevede infatti di progettare e realizzare un edificio a basso consumo energetico e di risorse, in grado di coprire tutto il fabbisogno energetico esclusivamente con energia solare e la cui costruzione sia pensata per essere trasferita su scala industriale. La competizione prevede una serie di dieci prove da superare in sequenza, proprio come nella disciplina sportiva del decathlon, prove che si sono svolte nelle ultime due settimane di settembre a Madrid,

66

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

dove i prototipi sono stati prima assemblati e poi monitorati nel loro funzionamento per essere infine giudicati da un gruppo prestigioso di architetti ed esperti. I prototipi sono stati valutati in merito al concetto architettonico, alla tecnica costruttiva utilizzata, all'efficienza energetica dell'involucro, alla comunicazione e sensibilità sociale, al potenziale di industrializzazione e ai costi di realizzazione, all'innovazione e alla sostenibilità dei materiali utilizzati. Sono state inoltre misurate le performance in termini di comfort, di bilancio energetico e di funzionamento degli elettrodomestici. I punteggi conseguiti nelle dieci prove sono andati a formare poi il punteggio finale che ha visto la casa solare italiana piazzarsi al terzo posto dopo il prototipo Canopea, progetto presentato dalla regione francese


di Rhône-Alpes e risultato vincitore, e l'andalusa Patio 2.12 che si è aggiudicata il secondo gradino del podio.

at tua lità

Le caratteristiche vincenti del prototipo italiano Med in Italy si è classificato ai vertici in sei delle dieci prove previste nei quindici giorni della gara: al primo posto per la sostenibilità, al secondo per il funzionamento di elettrodomestici e apparecchiature elettroniche e al terzo in architettura, bilancio energetico, comunicazione e innovazione. La giuria ha valutato molto positivamente la scelta di materiali naturali, riutilizzabili o riciclabili fino al 100%, come l'intero sistema costruttivo in legno, l'isolamento termico in fibra di legno, il pavimento e le tubature in alluminio. Da sottolineare inoltre che Med in Italy è stato l'unico fra i 18 prototipi presenti a Madrid ad essere trasportato con il treno. La scelta di elettrodomestici molto efficienti ha consentito il loro utilizzo anche in contemporanea con i sistemi di climatizzazione e di produzione di acqua calda sanitaria alimentati anche questi ad energia elettrica mediante pompa di calore.

Il sistema raccomandato e ampliamente adottato nei migliori edifici casa clima.

Impianti aspirapolvere centralizzati

Vengono eliminate dall’ambiente abitativo

100%

al tutte le polveri e micropolveri

Disan Srl / GmbH Via di Mezzo ai Piani, 13A • I - 39100 BOLZANO 67 KlimaHaus | CasaClima 04/2012 Tel: +39 0471 971000 • Fax: +39 0471 978888 info@disan.com • www.disan.com


pag i n a

I pannelli fotovoltaici installati in copertura e sulle pareti laterali del modulo abitativo hanno consentito di coprire l'intero fabbisogno energetico del modulo con un buon fattore di contemporaneità fra produzione e consumo. Dal punto di vista architettonico il prototipo riprende una tipologia che si ritrova frequentemente in ambito mediterraneo ossia quella della casa a patio. Anche l'involucro, nonostante la struttura leggera, è stato pensato per situazioni climatiche di tipo mediterraneo. Per questo si sono utilizzati isolanti naturali dall'elevata inerzia termica per l'isolamento esterno, mentre le pareti sono state completate verso l'interno da un rivestimento in tubi di alluminio riempiti di sabbia per aumentare la capacità di accumulo termico della struttura.

Un gioco di sinergie e interdisciplinarità La progettazione del modulo abitativo italiano si è svolta sotto la direzione dell'architetto Chiara Tonelli dell'Università Roma Tre, in stretta collaborazione con l'Università La Sapienza di Roma, con la Libera Università di Bolzano e con il Fraunhofer Institut Italia. Dato il ventaglio di criteri di valutazione della competizione, l'integrazione multidisciplinare di diverse competenze è stata la base per poter rispondere positivamente alle sfide che si dovevano affrontare. L'Agenzia CasaClima ha accompagnato la progettazione del modulo abitativo come partner istituzionale e ha sottoposto la costruzione al protocollo di certificazione energetica CasaClima. La targhetta Casa-

68

KlimaHaus | CasaClima 04/2012


Clima A è stata consegnata dal Presidente dell'Agenzia CasaClima Flavio Ruffini in occasione della manifestazione di apertura della competizione a Madrid. Ruffini ha sottolineato che "già la partecipazione come primo team italiano alla più importante competizione va vista come un successo. In particolare siamo stupiti dalle sinergie che si sono create, poiché proprio nella costruzione di case moderne la collaborazione di tutte le forze è indispensabile. Anche la costruzione del prototipo in Spagna si è distinta per un elevato grado di interdisciplinarità". Questa concreta interazione fra università, studenti, diverse istituzioni di ricerca ma anche aziende altoatesine come Rubner Haus, Naturalia Bau, Eurotherm e Glas Müller che hanno fornito tecnologie e impianti d'avanguardia utilizzati nell'abitazione, rende il progetto unico ed esemplare per il contesto italiano. 

Brochure Informativa sul sito www.ISODOmUS.com per un maggior benessere e contro la muffa in casa Protezione dall‘ umiditá Protezione acustica

2 1

1

Risparmio energetico

Benessere e salute

2

1 2

1

2

KlimaHaus | CasaClima 04/2012 69 VENTILAZIONE CONTrOLLATA DEGLI SPAZI ABITATIVI CON rECUPErO ENErGETICO ANChE PEr IL rISANAmENTO

ISODOmUS Srl - Lahnbach 5 - I 39030 Gais - BZ - T: 0474/505008 F: 0474/505009 - info@isodomus.com - www.ISODOmUS.com


casac li m a ag en z i a

CasaClima e territorio: il nuovo ruolo dei Network

Mentre CasaClima festeggia i suoi 10 anni è bene volgere uno sguardo al passato per essere pronti al prossimo decennio ed alle innumerevoli sfide che vi si parano davanti. Mentre CasaClima festeggia i suoi 10 anni è bene volgere uno sguardo al passato per essere pronti a cogliere, con serenità e in modo deciso, le innumerevoli sfide che ci attendono. Presentata per la prima volta pubblicamente nel 2002 l'idea CasaClima diviene ben presto un marchio affermato. Già nel 2003 l'Istituto per l'edilizia sociale altoatesino abbraccia CasaClima per tutte le nuove costruzioni e il risanamento. Nello stesso anno sono consegnati i primi CasaClima Awards per premiare le interpretazioni più autentiche ed innovative dei suoi principi. La città di Bolzano diventa il primo comune a prescrivere CasaClima come protocollo di certificazione per il nuovo nel proprio regolamento edilizio. Nel 2004 lo standard CasaClima entra nella legislazione provinciale di Bolzano e l'anno dopo prende il volo per la conferenza dell'ONU sul clima a Montreal, dove ottiene un prestigioso riconoscimento come esempio "concreto e sostenibile" di tutela del clima.

70

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

Nel 2006 viene organizzata la prima fiera KlimaHouse, il cui successo cresce senza interruzioni, e viene fondata l'Agenzia CasaClima. Nel 2008 viene certificato l'edificio CasaClima numero 1000. Per dare una misura della crescita del marchio a quattro quadretti basti pensare al fatto che il traguardo delle 5000 certificazioni sarà raggiunto, con molta probabilità, già nel corso dell'anno corrente.

I Network, antenne sul territorio Questo successo ha tante madri e tanti padri, e una famiglia di partner pubblici e privati, Network sul territorio e i 30 dipendenti della "casa madre" che lo cresce con competenza e impegno. Ma un volto lo rappresenta in modo particolare: quello di Norbert Lantschner, per molti anni direttore carismatico dell'Agenzia. Il successo di CasaClima alimenta molte speranze, ma anche interessi non sempre concilia-


Le nuove sfide di CasaClima All'inizio del 2012 i destini di Norbert Lantschner e dell'Agenzia si separano. La crisi nel settore edilizio raggiunge il suo apice. Questi fatti determinano una fase di riflessione e di riposizionamento strategico. L'impegno è quello di mantenere le tante qualità sin qui costruite e di rafforzare i settori ancora fragili. La nomina del nuovo direttore, Ulrich Santa, la definizione più chiara e palpabile delle strategie dell'Agenzia CasaClima, basata su innovazione tecnologica e networking, la ristrutturazione interna, nonché la regolarizzazione delle relazioni verso l'esterno, ne sono la conseguenza più visibile. Questa fase offre quindi anche l'opportunità di affinare le regole che governano i rapporti con Enti e Network, mettendo a punto strumenti univoci che danno a tutti gli attori coinvolti indicazioni, chiarezza, opportunità e garanzie condivise. A questo fine sono state elaborate una nuova convenzione e regolamenti chiari che associano le linee guida per rafforzare credibilità, efficienza e qualità del marchio a vasti ambiti di autonomia e responsabilità per l'intraprendenza dei soci. Entro fino anno queste collaborazioni potranno quindi beneficiare di un quadro di competenze e responsabilità ben distribuite, liberando le tante risorse che avranno voglia, forza e capacità di esprimersi.

casac li m a

internazionali. I Network avranno quindi d'ora in poi pieno appoggio dell'Agenzia e potranno contare su una piattaforma funzionale condivisa, dalla quale partire per promuovere CasaClima in tutte le regioni d'Italia, stimolare il transfer di know-how e rapporti ed accordi con gli Enti locali più virtuosi, rafforzare la fondamentale attività formativa e, in particolare, diventare attori protagonisti dello sviluppo futuro di tutto il movimento. I Network e i suoi vertici non intenderanno CasaClima come un piccolo orticello da difendere, ma come una pianta da crescere con cura. Guarderemo insieme all'Europa per rappresentare l'eccellenza in Italia.

ag en z i a

bili con la sua missione e i suoi principi. Proprio in questo quadro nasce l'esigenza di strutturare su tutto il territorio italiano una presenza tangibile. Nel 2009 si decide di dare vita ai primi Network e di intraprendere attraverso specifiche convenzioni percorsi di cooperazione con comuni virtuosi. Nel 2011 in Provincia di Bolzano CasaClima B diventa d'obbligo per tutti gli edifici abitativi di nuova costruzione e rappresenta l'unico strumento di certificazione riconosciuto per ottenere i benefici riconosciuti dalla legge provinciale, in particolare il cosiddetto bonus cubatura, in caso di risanamento.

La sfida continua dell'eccellenza si vince solo in rete L'impegno verso la crescita dei Network, dei rapporti con gli Enti e con i Comuni, nonché le scelte di sviluppo già in fase di elaborazione e che tra breve saranno presentate pubblicamente sono un chiaro segnale della strategia che l'Agenzia CasaClima intende perseguire. Rafforzando i rapporti istituzionali ai vari livelli, partendo da quello europeo, sarà sempre più un garante credibile dell'edilizia efficiente sul piano energetico e sostenibile in Italia. I Network potranno essere gli artefici privilegiati e il nucleo pulsante di una rete di competenze in continuo scambio di informazioni, idee, scoperte ed esperienze, di cui c'è più bisogno che mai. Uwe Staffler 

CasaClima Network CasaClima Costituiti CasaClima Network CasaClima Costituendi APE - FVG AFE - Firenze

Efficienza energetica e sviluppo sostenibile dall'Europa all'Italia Chi scrive è stato recentemente assunto con il compito di curare i rapporti con i Network (figura professionale creata ex novo) e con le istituzioni nazionali e KlimaHaus | CasaClima 04/2012

71


CasaClima: la certificazio Il certificato energetico con sigillo di qualità CasaClima garantisce ai committenti e agli utenti spazi di vita confortevoli e che risparmiano energia. L'uso intelligente delle risorse contribuisce alla tutela del clima e dell'ambiente. Le verifiche accurate di ogni progetto e gli audit di controllo durante la fase costruttiva attestano l'elevato livello qualitativo ed il grado di efficienza raggiunto. In quanto organo certificatore pubblico e indipendente, l'Agenzia CasaClima è garanzia di neutralità e trasparenza per i cittadini.

1

2

3

1

CasaClima Wine

La certificazione CasaClima Wine è il sigillo di qualità di cantine vinicole sostenibili, che oltre a valutare l'impatto ambientale dell'edifico e il benessere dell'uomo che ci lavora o la visita, considera gli aspetti dell'energia e dell'acqua durante tutto il processo di vinificazione.

2

CasaClima nature

Certifica un edificio non solo dal punto di vista dell'efficienza energetica, ma anche degli impatti sull'ambiente e sulla salute dell'uomo. Per questo ai fini della valutazione è importante l'impiego di materiali da costruzione ecocompatibili e un uso attento delle risorse acqua e suolo.

3

ClimaHotel

È il sigillo di qualità per un turismo consapevole. Uno strumento per costruire e gestire le strutture alberghiere in modo sostenibile sia dal punto di vista dell'ecologia e dell'economia, sia degli aspetti socio-culturali.

4

Risanamento

Risanare energeticamente un edificio secondo lo standard CasaClima permette di adeguare la costruzione alle nuove esigenze degli abitanti in termini di spazi e di comfort abitativo. Si ottiene nel contempo un notevole risparmio energetico e un incremento del valore dell'immobile.


ne di qualità

6

5

8

4

5

7

MobileHome

È una moderna interpretazione di bungalow, arricchita con design e autosufficienza energetica. Non più edifici in plastica o metallo, simili spesso a baracche nel paesaggio, ma piccole vere CaseClima con prestazioni elevate e altissimo grado di ecologia.

6

Nuove costruzioni

Una CasaClima si caratterizza per un elevato comfort abitativo e per le ottime prestazioni energetiche. L'attenta realizzazione dell'involucro assicura un basso fabbisogno termico che viene coperto da un'impiantistica efficiente sfruttando al massimo le fonti energetiche rinnovabili.

7

CasaClima Habitat

Valuta la sostenibilità globale di estese aree abitative, certificando le buone pratiche di progettazione e di gestione basate su standard innovativi sia a livello di misure tecniche che strategiche.

8

Finestra Qualità

Valuta non solo la qualità energetica della finestra con requisiti minimi migliorativi rispetto alle normative nazionali ma controlla anche la formazione e la progettazione della posa in opera a regola d'arte. Offre inoltre una garanzia di 4 anni.

www.agenziacasaclima.it


casac li m a ag en z i a

Certificazione CasaClima Welcome al Sandwiesenhof di Gargazzone Martedí 7 agosto 2012 è stata consegnata la certificazione CasaClima Welcome al Sandwiesenhof di Gargazzone. Il concetto del maso altoatesino rappresenta un eccellente esempio di unione di tradizione e innovazione ed è la prima struttura a ricevere il riconoscimento di Klimabauernhof. Esso infatti è il primo esempio di maso certificato sia secondo i criteri della certificazione di sostenibilità dell'Agenzia CasaClima che con i parametri del marchio di qualità "Gallo Rosso". All'evento erano presenti Maria Magdalena e Peter Thuile che hanno ricevuto la certificazione, il presidente dell'Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi Leo Tiefenthaler, il presidente dell'Agenzia CasaClima Flavio Ruffini e il direttore Marketing dell'Unione Agricoltori Hans Kienzl. 

LignoAlp riceve la certificazione Work&Life Il 1 ottobre 2012 è stata consegnata la targhetta e la certificazione CasaClima Work&Life a LignoAlp di Bressanone, marchio registrato dalla ditta DamianiHolz&Ko SpA., una rinomata azienda altoatesina che si occupa di commercio di legname e costruzione di strutture prefabbricate in legno. L'edificio è la seconda struttura dopo Salewa Headquarter ad ottenere il sigillo di qualità CasaClima Work&Life. La sede è stata interamente costruita con un sistema prefabbricato in legno dalle elevate prestazioni e ha ottenuto anche la certificazione CasaClima Gold Nature. Il progetto sarà presentato in maniera più dettagliata nel prossimo numero della rivista. 

74

KlimaHaus | CasaClima 04/2012


casac li m a

4a edizione di Klimahouse Umbria

ag en z i a

Si è conclusa domenica 30 settembre la quarta edizione della fiera Klimahouse Umbria con le sue 120 aziende presenti, i convegni, i workshop e le visite guidate a CaseClima nei dintorni di Perugia. Per tre giorni sono stati presentati prodotti, sistemi e tecnologie all'avanguardia nel campo della sostenibilità che hanno attirato l'attenzione di oltre 5.500 visitatori. Dall'indagine svolta da Fiera Bolzano su un campione di 354 visitatori emerge che il grado di apprezzamento della manifestazione è stato alto, il 72,3% degli intervistati ha valutato la manifestazione da molto buona (13,3%) a buona (59%), il 20,9% l'ha valutata soddisfacente e solamente un 5,9% non si è espresso positivamente. Più di 1.300 persone hanno inoltre partecipato al programma di eventi collaterali, alle visite guidate a due realizzazioni energeticamente efficienti presenti sul territorio umbro e ai convegni organizzati dall'Agenzia CasaClima, da Sinergie Moderne Network e da WolfHaus. Molto apprezzato anche il convegno "Aspettando Klimainfisso", incentrato sulle tematiche legate ai serramenti, un'anteprima della fiera Klimainfisso che si svolgerà a Bolzano nel marzo 2013. 

La “Scommessa” a Una CasaClima A Padova, Rovigo e Vicenza ospita una filiale H&M Le ultime tre scommesse del cubo di ghiaccio prima dell'arrivo dell'autunno si sono tenute in Veneto. Gli eventi sono stati organizzati dalle associazioni culturali CasaClima Network Padova-Rovigo e Vicenza-Bassano. Lo scopo dell'iniziativa è quello di dimostrare l'efficacia del contenimento dei consumi sia invernali sia estivi a fronte di un adeguato rivestimento isolante nelle abitazioni. Tutte e tre le scommesse hanno vinto tale sfida. 

Recentemente è stato rilasciato dall'Agenzia CasaClima il certificato energetico CasaClima A all'edificio della Generalbau SpA situato in Via Museo a Bolzano. L'edificio ad uso abitativo e commerciale dispone di sei piani e raggiunge un'efficienza energetica di 29 kWh/m²a. L'edificio è stato completato con una copertura a verde che contribuisce a limitare l'impatto ambientale della costruzione. La famosa catena d'abbigliamento svedese H&M ha scelto questo edificio per aprire il suo primo negozio a Bolzano. 

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

75


pag i n a

Congresso Klimahouse 2013 “Costruire con intelligenza”

Grandi aspettative per il congresso internazionale di Klimahouse 2013 che vanta la partecipazione di due key note speakers: l'architetto Klaus Kada e l'architetto olandese Thomas Rau. La professoressa e architetto Simona Weisleder presenta inoltre l'ambizioso progetto IBA Hamburg, legato interamente alla sostenibilità nelle metropoli.

F

Info È possibile consultare il programma dettagliato del congresso sul sito: www.klimahouse.it

76

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

iera leader in Italia per l'efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia, Klimahouse, giunta alla sua ottava edizione, è dal 24 al 27 gennaio 2013 la vetrina per oltre 400 aziende che espongono le ultime novità di prodotto e servizi più all'avanguardia del settore. Il congresso internazionale organizzato dall'Agenzia CasaClima insieme a Fiera Bolzano si intitola "Costruire con intelligenza" e ospita un ampio palco di relatori italiani e nord europei che portano il proprio know how nell'ambito dell'edilizia sostenibile e del risparmio energetico. Il primo giorno è

dedicato al tema "Il comfort abitativo incontra la sostenibilità" in cui si parlerà della salubrità indoor, del comfort acustico in edilizia, della luce naturale e comfort visivo, del comfort estivo e del radon. La mattina di sabato 25 gennaio 2013, invece, il congresso vanta la presenza del visionario architetto olandese Thomas Rau, capo fondatore del Oneplanetarchitecure Institut e della Turntoo-Platform per "Performancebasedconsumption" di Amsterdam. I temi che verranno trattati verteranno principalmente sui materiali e le tecnologie del futuro. 


pag i n a

Klimainfisso 2013

La nuova fiera specializzata dedicata alla filiera dell'infisso a Bolzano.

F

iera Bolzano lancia un nuovo progetto di salone fieristico: KlimaInfisso 2013 definita come la fiera specializzata dedicata unicamente alla filiera dell'infisso. La prima edizione è prevista a Bolzano dal 7 al 9 marzo 2013. In anteprima, a Klimahouse Umbria, si è svolto il convegno "Aspettando Klimainfisso" durante il quale si è parlato di certificazione nell'ambito del settore del serramento, nuove normative UE del 07/2013 e ristrutturazione dei serramenti con le agevolazioni fiscali del 55%. Klimainfisso è rivolto alla filiera produttiva di finestre, porte e facciate con esclusione del prodotto finito e destinato, come visitatori, a serramentisti, falegnami, commercianti, costruttori metallici, progettisti termotecnici, ingegneri e architetti. I settori merceologici trattati comprendono: profili per facciate, finestre e porte; semilavorati; materiali e supporti costruttivi; tecnologie di ventilazione e ombreggiamento;

vetro, acciaio, alluminio, legno, pvc e altri materiali plastici; ferramenta, tecniche di fissaggio e sicurezza; macchinari, impianti e utensili per la lavorazione. Anche questa manifestazione sarà corredata da un convegno internazionale sulle tecnologie, forum e workshop. "Nonostante l'attuale congiuntura abbiamo molte richieste di partecipazione e già oltre settanta aziende hanno confermato l'adesione.", afferma Reinhold Marsoner, Direttore di Fiera Bolzano, "Questo primo risultato ci conforta e ci permette di continuare su questa strada mettendo in cantiere per i prossimi mesi un importante progetto di comunicazione e manifestazioni di formazione ed informazione che accompagneranno Klimainfisso 2013 e ne faranno il punto di riferimento per tutto il comparto del serramento. Un'altra fiera sulla scia del filone di sucesso di Klimahouse." 

7 - 9 marzo 2013 9.00 - 18.00

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

77


at tua lità

ENERGY FORUM: congresso specialistico sugli involucri edilizi L 'attenzione principale dell 'Energy Forum on Solar Building Skins, che si svolge ogni anno a Bressanone, è rivolta agli sviluppi attuali nel settore delle energie rinnovabili e della loro integrazione negli involucri edilizi, utilizzando a tale scopo soluzioni architettoniche innovative. per discutere le proprie idee. I visitatori si appassionano di fronte all'ampia gamma di partecipanti e di tematiche di spicco nei diversi settori. "L'ENERGY FORUM rappresenta una piattaforma internazionale volta a stabilire contatti che vanno ben oltre la propria singola disciplina. In questa sede è possibile raggiungere i gruppi target essenziali per il tema degli involucri edilizi" afferma Mike Stadt, Product Manager della Solarion AG, Lipsia.

La città solare di Bressanone come sede ideale

L

a settima edizione dell'ENERGY FORUM si focalizza sugli ultimi sviluppi relativi agli involucri edilizi. Il 6 e il 7 dicembre 2012 a Bressanone, il convegno internazionale offrirà numerosi interventi di rinomati architetti e progettisti, rappresentanti dell'industria edile e solare, nonché studiosi provenienti da tutto il mondo. Accanto ai più recenti sviluppi in ambito di tecnologie solari e a temi futuristici come gli "involucri edilizi adattivi", durante le giornate della conferenza saranno presentati e discussi anche progetti concreti, così come software e strumenti di progettazione per la simulazione di case passive.

Importante punto d'incontro tradizionale per gli operatori del settore All'interno del settore solare, edile ed energetico, l'ENERGY FORUM acquisisce un'importanza significativa. I partecipanti alla conferenza provengono da tutta Europa, dall'Asia, dall'America settentrionale e dal Sudamerica e giungono nel centro congressi di Bressanone

78

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

La città di Bressanone costituisce la sede ideale per questa conferenza orientata al futuro delle energie rinnovabili. Bressanone ha ancorato nel proprio modello l'utilizzo delle energie rinnovabili come elemento strutturale centrale dell'approvvigionamento energetico: "Un obiettivo ambizioso a cui ci vogliamo avvicinare, passo dopo passo, con il progetto della città solare di Bressanone" afferma l'Assessore comunale Dott. Peter Brunner. Lo sviluppo verso una città solare è un compito trasversale e multidisciplinare alla cui realizzazione contribuisce una molteplicità di attori: istituzioni pubbliche, economia, scienza, urbanisti, architetti, associazioni ambientaliste, mezzi di comunicazione e naturalmente la popolazione stessa. Brunner afferma: "Tutti voi troverete nell'ENERGY FORUM un'importante piattaforma internazionale per ottenere informazioni sulle più recenti scoperte, per discutere e sviluppare insieme progetti e idee innovative. Si tratta di temi che, in un'epoca di crisi energetica ed economica, sono di estrema attualità e che non invitano all'azione solo tecnici e progettisti specializzati, ma anche i soggetti responsabili a livello politico." È possibile consultare il programma dettagliato della conferenza ed effettuare la registrazione sul sito: www.energy-forum.com 


RCS CARCASSONNE 380 986 265

Adesso gli isolanti multistrato di ACTIS non sono solo certificati, ma le loro prestazioni termiche sono anche riconosciute! Il nuovo TRISO-SUPER 10+, che sostituisce il famoso TRISO SUPER 10, ha ottenuto la certificazione di BM TRADA, organismo che recentemente ha ricevuto l’accreditamento UKAS per la sua metodologia di prova dei prodotti isolanti per l’edilizia BIP-001, usata per valutare le prestazioni degli isolanti multistrato riflettenti in condizioni di utilizzo effettivo. In quanto tale, il TRISO-SUPER 10+ è certificato come equivalente a 210 mm di lana minerale con conducibilità termica dichiarata 0,04W/m e dichiarata R = 5,25 m2K/W* conformemente alla Norma EN 13162 (Certificazione Q-Mark BIPS-0104). Per ulteriori informazioni contattare Tel (+33) 685 761 026 / (+39) 338 185 10 98 Fax (+33) 157 672 014 Email: assistenza@actis-isolation.com o visitare il sito www.actis-isolation.com

Pad. 10 - Stand G25 H26 17/20 Ottobre 2012 Fiera Milano, Rho

* La lana minerale utilizzata per stabilire l’equivalenza conforme alla EN 13162, ha una conducibilità termica di 0.04W/mK e 210 mm di questa lana minerale ha un valore R di 5.25m ² K/W


casac li m a ag en z i a

La certificazione Prodotto Qualità CasaClima Il sigillo Prodotto Qualità CasaClima è nato per offrire al consumatore finale un facile orientamento nella scelta di prodotti come porte e finestre, sulla base delle loro prestazioni energetiche. Finestra Qualità CasaClima

L

a certificazione Prodotto Qualità CasaClima, che al momento interessa i prodotti finestra e porta, è basata su specifici regolamenti e procedure. I non addetti ai lavori spesso finiscono per confondere la certificazione di prodotto con la certificazione energetica CasaClima. Nel primo caso parliamo di un prodotto che rispetta precisi requisiti di qualità energetica e di posa in opera tecnicamente corretta. La certificazione energetica CasaClima si riferisce invece alle prestazioni energetiche complessive di un edificio e tiene conto di tutti gli elementi di cui è composto l'invo-

lucro. È bene inoltre non confondere la classe energetica CasaClima degli edifici (Gold, A o B) con le classi di prestazione del prodotto Qualità CasaClima. Pur riferite ambedue a delle prestazioni energetiche, non è mai possibile affermare che, affinché l'edificio possa raggiungere un certo standard energetico (ad esempio la classe CasaClima A), sia necessaria l'installazione di porte o finestre della medesima classe o migliori. La seguente tabella mette in rilievo le principali differenze fra la certificazione Finestra Qualità CasaClima e la certificazione energetica CasaClima. 

Raffronto certificazione Finestra Qualità CasaClima e certificazione energetica CasaClima Finestra Qualità CasaClima

Certificazione energetica CasaClima

Documento che raccoglie i criteri richiesti

Regolamento 01.0 versione 1.4 giugno 2011

Direttiva tecnica CasaClima versione 1.3 agosto 2011

Progetto da allegare

Dettagli di posa su stratigrafie standard

Progetto CasaClima con stratigrafie e dettagli costruttivi

Controllo-verifica delle prestazioni

Su campione (prove ITT)

Direttamente in cantiere

Documento di riferimento

Allegato L al Regolamento

Verifica da parte di

Laboratorio notificato

Tecnico

Limite di temperatura richiesto sul distanziale

Theta 1 >_ 12,5°C

Consigliato: > 13°C

Limite di temperatura richiesto in corrispondenza dello spigolo traversa inferiore/muro

Theta 2 >_ 16,0°C

13°C (allegato B: B2) per edifici classe A-B 17°C (allegato C: C2) per edifici classe GOLD

Verifica delle isoterme Allegato B: B2 o C:C2 della Direttiva tecnica CasaClima

Condizioni al contorno per la verifica delle isoterme Resistenza termica superficiale

Rsi = 0,25m2K/W (muro) Rsi = 0,13m2K/W (finestra) Rse = 0,04m2K/W (esterno)

Temperatura interna Ti

Temperatura aria Ti = 20°C

Temperatura esterna Te

Classe A+B: Te = 0°C Classe Gold: Te = -10°C

temperatura media mensile del mese più freddo dell'ubicazione (si veda UNI 10349)

Cassonetto

Standard (con ispezione esterna)

Coibentazione sul lato interno e superiore: 6cm coibentazione laterale: 3cm Limite di temperatura nel nodo telaio-cassonetto 13°C

Comunicazione

Certificato + etichetta + logo + pubblicazione sul sito CC e sulla rivista "KlimaHaus-CasaClima"

Certificato + targhetta + logo + pubblicazione sul sito CC

80

KlimaHaus | CasaClima 04/2012


Produttore

Luogo

Prov.

Prodotto

Classe

0001

Wolf Fenster SpA

Naz-Sciaves

BZ

holz 88

A

0002

Wolf Fenster SpA

Naz-Sciaves

BZ

holz/alu 101

A

0003

Wolf Fenster SpA

Naz-Sciaves

BZ

holz/alu 115

Gold

0004

L'Infisso Snc

Pietramurata di Dro

TN

Energy Wood

Gold

0005

Serramenti ROSIN Srl

Jesolo

VE

Perfect 70

B

0006

Serramenti ROSIN Srl

Jesolo

VE

Perfect 80

A

0007

FINSTRAL SpA

Auna di Sotto/ Renon

BZ

TOP72 200 Classic-line

A

0008

UNIFORM SpA

Minerbe

VR

UNI ONE

B

0009

2F Srl Serramenti in legno

Altavilla Vicentina

VI

CLIMA 80

A

Heating

Heating

ag en z i a

Codice

casac li m a

Finestra Qualità CasaClima

Cooling

Fresh Air

 Aria esterna  Aria di mandata  Aria di ripresa  Espulsione aria

Zehnder: tutto per un ambiente confortevole, sano ed energeticamente efficiente. www.zehnder.it

Zehnder Tecnosystems S.r.l. Campogalliano (MO)

Zehnder Group Italia S.r.l. Lallio (BG)

2011_11_09_ZGIT_V1111_Ad_216x150_it.indd 1

Nest Italia S.r.l. Vedelago (TV)

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

81

09.11.2011 09:22:51


casac li m a ag en z i a

82

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

0010

Falegnameria Giacomelli Srl

Vigolo Vattaro

TN

T70 Classic Top

B

0011

F.lli Pavanello Serramenti Srl

Rovigo

RO

Europa

B

0012

Carretta serramenti Srl

Zanè

VI

Therma 80

A

0013

Giraudo Giovanni & C. Snc

Borgo San Dalmazzo

CN

CLIMA 69 Comfort

B

0014

Lobascio Serramenti Snc

Ruvo di Puglia

BA

LINEA OTTANTA

B

0015

Lobascio Serramenti Snc

Ruvo di Puglia

BA

LINEA 80 KLIMA

A

0016

Valentini Serramenti Snc

Tuenno

TN

Genesi 106 Plus

A

0017

Falegnameria Schiavon Domenico Srl

Trevignano

TV

Euronorm 13

B

0018

ERCO Srl

Casnate con Bernate

CO

EcoClima 88

Gold

0019

Luppi Serramenti Srl

Magreta di Formigine

MO

92TREPPC

A


TA

0021

De Carlo Infissi SpA

San Basilio Mottola

TA

Linea 78 Arte

B

0022

De Carlo Infissi SpA

San Basilio Mottola

TA

Linea 78 Design

B

0023

Robba Infissi in Legno Sas

Terzo

AL

Comfort 68

B

0024

Essepi Srl - Serramenti in legno/alluminio

Cavedine

TN

Ventura Evo9

A

0025

Legno Design

S. Maria Hoè

LC

Lario 92

A

0026

Impronta Srl

Breda di Piave

TV

Maxima 80

A

0027

Uniform SpA

Minerbe

VR

UNI_ONE COMFORT

A

0028

Uniform SpA

Minerbe

VR

UNI_ONE COMFORT

A

0029

Falegnameria Artigiana Plazzi Srl

Russi

RA

ERMETIKPLUS 80

A

Linea 78 Classic

Info

B

Tutta la documentazione per la richiesta del marchio di qualità CasaClima, i regolamenti, i moduli e altre informazioni sono disponibili sul sito dell'Agenzia CasaClima nella categoria Certificazione/Prodotti – Finestra Qualità – Porta Qualità CasaClima. Dall'elenco delle finestre e delle porte certificate è possibile scaricare il certificato di ogni singolo prodotto in formato pdf.

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

83

casac li m a

San Basilio Mottola

ag en z i a

De Carlo Infissi SpA

0020


casac li m a ag en z i a

0030

Falegnameria Giacomelli Srl

Vigolo Vattaro

TN

A 92 Clima

A

0031

Falegnameria Bina Snc

Travedona-Monate

VA

Energy 78 F

B

0032

Dieffelegno Snc

Suzzara

MN

Clima 92

A

01. 1 0001

Uniform SpA

Minerbe

VR

0033

Infissi Rossetti Srl

Monticiello Amiata

GR

EDO 68

B

0034

Lago Serramenti Srl

Tezze sul Brenta

VI

Lago_Confort 70

B

0035

Lago Serramenti Srl

Tezze sul Brenta

VI

Lago_Clima 80

A

0036

Falegnameria la Bergamasca Snc

Spirano

BG

Habitat 68

B

0037

Falegnameria la Bergamasca Snc

Spirano

BG

Habitat 80

A

0038

Starpur Srl

Nocera Inferiore

SA

SW80TT

B

0039

FRAMA Srl

Charvensod

AO

Hatmosphera 90

A

0040

Sidel Srl

Buonabitacolo

SA

Supreme

A

Porta finestra:

UNI_ONE STANDARD

B

Porta Qualità CasaClima

84

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

Codice

Produttore

Luogo

Prov.

Prodotto

Classe

0001

Rubner Türen SpA Porte interne ed esterne

Chienes

BZ

A-Haustür ECO100®

A

0002

Rubner Türen SpA Porte interne ed esterne

Chienes

BZ

A-Haustür Protecta

A

0003

Rubner Türen SpA Porte interne ed esterne

Chienes

BZ

Gold-Haustür

Gold

0004

Gasperotti Srl

Rovereto

TN

Klima A-HE

A


Servi z i o- PR

The present...

The future. Swegon reinventa il concetto di all in one con AQUA Link, l’innovativo modulo idronico che nasconde un intero circuito idraulico. Sincronizzare chiller, unità di trattamento d’aria e travi fredde, da oggi è...già fatto. AQUA Link riduce l’installazione ad un semplice Plug&Play, il suo funzionamento è garantito da un sofisticato controller che gestisce e distribuisce l’esatto quantitativo di acqua all’esatta temperatura direttamente alle unità terminali. I chiller Blue Box e la tecnologia Swegon incontrano l’edilizia sostenibile con AQUA Link.

www.swegon.com

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

85


casac li m a

Facts & Figures calore per riscaldamento ed acqua calda sanitaria edifici esistenti 35.406 kg/a aria

ag en z i a

CasaClima B 8.430 kg/a

acqua

terreno

4/4

3/4

Principio di funzionamento della pompa di calore per riscaldamento: da un kWh di energia elettrica se ne ottengono 4 di energia termica

evaporazione

CasaClima A 5.058 kg/a

espansione

3/4 energia

dall'ambiente

1/4

fluido frigorigeno allo stato gassoso

Riduzione delle emissioni di CO2 mediante gli standard CasaClima (edificio in zona climatica E con 6 unitĂ  abitative)

4/4 energia termica

compressione

fluido frigorigeno allo stato liquido

condensazione

energia elettrica

Con una pompa di calore a compressione si può sfruttare il calore presente nell‘ambiente (acqua, aria, terreno) per il riscaldamento degli edifici.

Emissioni di CO2 di diversi vettori energetici

Perdita di calore di una casa "tradizionale"

in grammi per chilowattora

Perdite della caldaia

10-12%

35 Cippato

Aerazione

42 Pellets

Tetto/solaio dell'ultimo piano

10-15%

20-30%

Pareti esterne

55 Briketts / legna in ceppi

20-25%

Finestre

20-25%

249 263

Olio combustibile leggero

303

Corrente elettrica

647

Agenzia CasaClima

Gas liquido (GPL)

Consumo giornaliero pro capite di acqua potabile

Agenzia CasaClima

Gas metano

Cantina

5-6%

Consumi energetici delle abitazioni in Italia

cucinare - bere

2%

5%

lavare i piatti

10%

uso cucina

5%

12%

igiene personale

altro

5%

irrigazione giardino

1%

lavaggio biancheria

11%

acqua calda

16%

usi elettrici

altri utilizzi

sostituibile con acqua piovana

86

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

30%

WC e pulizia domestica

67%

riscaldamento

ENEA

6%

ENEA

30%

bagno - doccia


Cos'è una CasaClima? U

na CasaClima è caratterizzata da una buona coibentazione e tenuta all'aria dell'involucro e dall'assenza di ponti termici. Di uguale importanza è il massimo sfruttamento possibile dell'energia rinnovabile. Infine, ma non meno importante, le CaseClima si contraddistinguono per un'impiantistica innovativa. Tutte queste caratteristiche rendono la vita in una CasaClima particolarmente confortevole e piacevole. 

Info

Solo il certificato energetico CasaClima con sigillo di qualità e la relativa targhetta assicurano che l'edificio è una CasaClima

I valori di trasmittanza termica e gli spessori di isolamento sono indicativi e si riferiscono ad un edificio mono o bifamiliare in zone climatiche E o F.

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

87

ag en z i a

casac li m a

Una CasaClima è un edificio con ottime prestazioni energetiche che permette di risparmiare sui costi di riscaldamento e raffrescamento. Inoltre tutela il clima e l'ambiente.


nel prossimo numero o gennai a à r i c s u 013 il n° 1/2

casac li m a ag en z i a

IL risanamento energetico

Il consulente energetico casaclima

Informarsi

conviene!

Vi invitiamo

a leggere il periodico "KlimaHaus-CasaClima", la rivista ufficiale dell'Agenzia CasaClima, Provincia Autonoma di Bolzano.

www.agenziacasaclima.it Agenzia CasaClima 88

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

Via Macello 30C | 39100 Bolzano (BZ) Tel. 0471 062140 | Fax 0471 062141


L'azienda familiare tedesca HUF HAUS, dal 1912 sviluppa e realizza case prefabbricate, oggetti unici rivolti ad una clientela esigente. Nessuna casa HUF HAUS è uguale all'altra. Ad oggi sono state realizzate oltre 10.000 case, con una media di 3 case esclusive HUF HAUS alla settimana. La produzione avviene in Germania, con 500 collaboratori che sviluppano soluzioni individuali e creative insieme al cliente. Dal progetto, inclusi garage o carport, all'arre-

damento interno come la cucina o i mobili, fino alla realizzazione di impianti wellness, piscine interne: tutto da una sola mano. Con piacere la introduciamo nel mondo esclusivo dell'architettura esclusiva HUF HAUS e del vivere in armonia con la natura, invitandola al villaggio HUF HAUS o nella casa d'esposizione a Lugano. Resterà sorpreso dall'architettura straordinaria e dall'atmosfera inimitabile delle nostre creazioni. www.huf-haus.it 

Med in italy sul podio del Solar Decathlon Europe L'edizione 2012 del Solar Decathlon Europe si è conclusa con l'Italia sul podio dei vincitori, al terzo posto con la eco-casa MED IN ITALY. Tra i prestigiosi riconoscimenti ottenuti, la casa mediterranea del futuro si è aggiudicata l'oro mondiale nella sfida più ambita: quella della sostenibilità. Eurotherm è orgogliosa di aver partecipato in qualità di partner degli impianti di riscaldamento e raffrescamento radiante, fornendo tutto il suo supporto e know-how per realizzare un modello abitativo ispirato ad un nuovo concetto di sostenibilità che apre molteplici prospettive alle città del futuro prossimo. Nello specifico, il nuovo sistema radiante Leonardo, ottimo per il raffrescamento estivo e per man-

tenere temperature costanti di tutto comfort, percorre in modo invisibile il soffitto del soggiorno e della camera da letto del prototipo Med in Italy in una variante con pannello isolante in sughero, secondo la filosofia green del Progetto. Nella cucina e nel bagno, invece, è attivo il sistema a pavimento a zero spessore Zeromax, con la tubazione già inserita tramite fresatura nel massetto, ideale per le ristrutturazioni e per la posa a secco in case prefabbricate. www.eurotherm.info 

Affidabilità per il risparmio energetico Il Sistema Cappotto FassaTherm rappresenta la soluzione ideale per l'isolamento sicuro e continuo delle pareti verticali, e permette di raggiungere i parametri di efficienza energetica stabiliti dall'attuale normativa. Un ciclo completo di prodotti per la perfetta coibentazione dell'edificio, indispensabile per proteggerlo e prolungarne l'integrità, evitando inutili sprechi d'energia e la formazione di muffe e condense. FassaTherm mette a disposizione diverse tipologie di lastre: EPS, sughero, lana di roccia apprettata, e la lastra termoisolante Colorex, che abbassa il contributo dell'irraggiamento alla trasmissione del calore e semplifica i pro-

cessi di posa. È disponibile anche nella versione zigrinata, che permette di incrementare l'area di incollaggio del 60%. Una vasta gamma di accessori, reti, profili e di tasselli diversi a seconda del supporto e del pannello isolante, completa l'offerta Fassa Bortolo per l'isolamento termico. Per la scelta delle soluzioni più idonee, Fassa offre inoltre una consulenza mirata a soddisfare le esigenze concrete, mettendo a disposizione la competenza dei propri tecnici. www.fassabortolo.com 

Hoval BioLyt (8-36) La nuova arrivata nella famiglia Hoval a biomasse

La caldaia BioLyt (8-36) fissa nuovi parametri nel riscaldamento a pellet e rappresenta la soluzione ideale per case monofamiliari e plurifamiliari, scuole o piccoli edifici commerciali. La combustione è stata ottimizzata al massimo, con un rendimento fino al 98%. Grazie alla combi-

nazione tra innovazioni e tecnologie collaudate è possibile ottenere la massima efficienza con bassissime emissioni. Il cuore di BioLyt è un bruciatore orizzontale che garantisce un letto di combustione privo di turbolenze. Due grandi novità sono l'anello di combustione secondaria posizionato sopra il bruciatore e il separatore di polveri che garantiscono emissioni ridotte al minimo e una combustione praticamente senza residui di cenere anche con qualità di pellet variabili. Inoltre per l'alimentazione del pellet al bruciatore è impiegata una valvola a stella per la protezione contro il ritorno di fiamma nel serbatoio di stoccaggio. www.hoval.it 

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

89

Servi z i o- PR

HUF HAUS: Case d'alta sartoria


Impressum

ag en z i a

casac li m a

Editore: Agenzia CasaClima, 39100 Bolzano n° 03/08 del 03.03.2008

CasaClima Cartoon

Coordinamento progetto: Flavio Ruffini Dir. Responsabile: Armin Mair Coordinatore redazione: Gebhard Platter Redazione: Donata Bancher, Ulrich Klammsteiner Hanno collaborato: G. Zuddas, S. Bächer, R.N. Pugliese, U. Staffler, S. Stampfer, S. Ursella Annunci: Marita Wimmer Tel. 0471 941 139, casaclima@mediaradius.it Foto: Georg Hofer, Archivio Agenzia CasaClima

Arch. Rudi Zancan

Copertina: Georg Hofer

Servizio-PR & pubblicità

Concetto/Realizzazione: King Laurin Srl, Appiano (BZ)

Actis, Limoux (F)

79

Grafica & Impaginazione: Friedl Raffeiner Grafik Studio

Alpac, Schio

23

Alpi Fenster, Rifiano

3

Basf, Cesano Maderno

58

Brennerhaus, Brennero

65

Damiani-holz&ko, Bressanone

59

Disan, Bolzano

67

Eurotherm, Appiano

89

Fassa Bortolo, Spresiano

39

Finstral, Renon

33

Flir, Meer (B)

60

Gasperotti, Rovereto

40

Hella, Laives

35

Hoval, Grassobbio

19

Huf Haus, Lugano (CH)

89

Internorm, Gardolo di Trento

27

È vietata la riproduzione, anche parziale, di quanto contenuto nella presente rivista senza preventiva autorizzazione da richiedersi per iscritto alla Redazione.

Isodomus, Gais

69

L'Infisso, Pietramurata di Dro

82

La redazione non si assume alcuna responsabilità sulle notizie e sui dati pubblicati che sono stati forniti dalle singole aziende.

Maico, S. Leonardo i. P.

Casa Editrice/Produzione: Athesiadruck Srl, Bolzano Tiratura: 25.000 Prezzo singolo: 6,00 €

Contatto Agenzia CasaClima Via Macello 30C I – 39100 BOLZANO Tel.: +39 0471 062 140 Fax: +39 0471 062 141 redazione@agenziacasaclima.it www.agenziacasaclima.it

90

KlimaHaus | CasaClima 04/2012

Monier, Chienes

6 43

Pavanello, Rovigo

91

Progress, Bressanone

62

Recuterm, Naturno

55

Röfix, Parcines

2

Roverplastik, Volano

44

Rubner Haus, Chienes

83

Rubner Holding, Chienes

41

Rubner Türen, Chienes

53

Simeonato Serramenti, Camposampiero

63

Straudi, Bolzano

61

Swegon, Kvänum (S)

85

Testo, Settimo Milanese

68

Tip Top Fenster, Rio di Pusteria

92

Tiroler Versicherung, Bolzano

51

Velta, Terlano

15

Velux, Colognola ai Colli

28

Wolf Finestre, Sciaves

67

Wolf Haus, Campo di Trens

11

Zehnder Technosystems, Campogalliano

81


SANNI.it

NOVITÀ:

CLIMAbLOC Più vetro. Più luce. Più calore.

CLIMATOP Uw = 0,76 W/(m2 · K) Uf = 0,81 W/(m2 · K)

ALUCLIMA Il vostro specialista per ▪ serramenti in legno e legno/alluminio ▪ serramenti casaclima ▪ serramenti casa passiva ▪ facciate ▪ verande

Via Waldeler 8 ▪ I-39037 Rio di Pusteria ▪ T +39 0472 520 283 ▪ e info@tip-top.it

Uw = 0,70 W/(m2 · K) Uf = 0,81 W/(m2 · K)

www.tip-top.it


Rivista casaclima klimahaus ottobre 2012