Issuu on Google+


2

AMOBARI MAGAZINE - Anno II n. 4

Editoriale Cari lettori e utenti di AMOBARI, E' volato un altro mese…ed eccoci qui per l’edizione natalizia che andrà a chiudere il 2008 che ha visto tante novità come ad esempio la nuova grafica, molto più professionale, adottata dalla nostra bravissima grafica Sara (Carotina)!! Inoltre abbiamo aggiunto sezioni molto interessanti come Messaggeria, Giochi & Svago, Ultime dal mondo…oltre a rinforzare le consuete sezioni che parlano del Bari. Non posso che essere molto soddisfatto di questi risultati e per questo voglio ringraziare tutti coloro che collaborano per questo magazine! Colgo l’occasione per dare il benvenuto a “Antos” nello staff del magazine: avrete modo di conoscerlo sin da questa pagina, dove con il suo articolo sulla situazione della serie A, mi è sembrato giusto presentarvelo! Speriamo di migliorare sempre più questo servizio offerto gratuitamente per tutti i seguaci del Bari e utenti di Amobari. Uno sguardo alla situazione calcistica della nostra città come sempre non può mancare: la squadra continua a giocare bene e ad ottener ottimi risultati. Anche nel mese di Novembre sono arrivati risultati interessanti che hanno fatto volare il Bari in alto…ma ora è tempo di mercato (che riapre il 5 Gennaio) e non bisogna commettere l'errore di alcuni anni fa, quando si smontò una squadra che andava bene! Questa volta abbiamo un signor DS e si spera che sia la volta buona per tentare il salto in serie A…La città se lo merita! E ora, non mi resta che augurarvi una buona lettura! Webmaster

Le “Sorprese” del Campionato di A Il Campionato Italiano di serie A 2008-2009, ci ha riservato alcune sorprese…dalle non consuete capoliste di inizio campionato: Udinese e Napoli e la rimonta, (che oserei dire straordinaria), del Milan. Quest’ultimo dopo la falsa partenza di Bologna e Genoa, è riuscito a trovare il bandolo della matassa realizzando un ruolino di marcia grandioso.L’equilibrio di squadra ritrovato, le giocate dei vari campioni (o meglio, da gennaio, con l’aggiunta di Beckham, si possono chiamare “Vip”) e la fortuna che non guasta mai (vedi col Napoli)ha riportato il Milan nelle zone alte della classifica. Invece, nel caso di Udinese e Napoli ciò che sta facendo la differenza, a mio parere, è il lavoro che stanno svolgendo le società, (p.es. il patron dell’Udinese Gianpaolo Pozzo a sue spese ha, fortemente, voluto l’installazione di un sistema di telecamere che cancellano la possibilità del “goal-fantasma”). Un grande lavoro lo ha svolto e continua a svolgerlo il Direttore Generale del Napoli Pierpaolo Marino, vero autore, assieme al Presidente De Laurentis della grande avventura Napoli. Inoltre, queste due squadre hanno seguito la filosofia “dello spender poco”,facendo acquisti mirati sempre con un occhio al portafoglio. Aggiungiamoci che Napoli e Udine sono due belle piazze, seguite da una folta schiera di sostenitori, (in primis Napoli), il che rende ogni partita un evento unico, un vero e proprio spettacolo, per gli occhi dei tifosi e non… Io vedo in queste squadre l’opera che sta cercando di realizzare il (nostro) Direttore Sportivo, Giorgio Perinetti, qui a Bari, che come tutti i tifosi, si è posto come obiettivo i play off; per poi giocarci la promozione con le altre. Il pubblico ha già risposto bene a questo richiamo, dopo sette anni di anonimato, infatti ora già si contano 15-16 mila spettatori, poi abbiamo anche un grande allenatore, che punta a grandi livelli; perciò per avere un grande Bari occorre solo crederci… Antos

Sommario

Editoriale A tutta B Campionato Barese Puzzle Biancorosso Cronache di Curva Baresità Gli auguri dello Staff Gochi & Svago Messaggeria Poster Speciale

pag. 2 pag. 3 pag. 4-5 pag. 6 pag. 7-9 pag. 10 pag. 11 pag. 12 pag. 13 pag. 14


A tutta B 12^ Giornata Avellino-Sassuolo Bari-Pisa Empoli-Ancona Mantova-Grosseto Modena-Cittadella Piacenza-Parma Salernitana-Vicenza Treviso-Albinoleffe Triestina-Frosinone 14^ Giornata Mantova-Pisa Bari-Ancona Avellino-Brescia Cittadella-Albinoleffe Livorno-Treviso Modena-Frosinone Piacenza-Sassuolo Salernitana-Rimini Triestina-Vicenza Ascoli-Parma Empoli-Grosseto

0-0 1-0 1-3 2-1 3-3 1-1 0-0 1-1 2-2

2-1 2-1 1-1 0-0 0-0 2-0 2-2 2-3 2-1 0-1 1-1

Classifica

13^ Giornata Albinoleffe-Mantova Albinoleffe Ancona-Avellino Avellino Brescia-Piacenza Piacenza Frosinone Frosinone-Empoli Grosseto Grosseto-Modena Pisa-Ascoli Ascoli Rimini-Triestina Triestina Sassuolo Sassuolo-Cittadella Treviso-Salernitana Salernitana Vicenza-Livorno Livorno Parma-Bari Bari

1-2 0-1 0-1 0-1 2-1 1-1 0-2 3-1 2-2 0-1 1-1

15^ Giornata Piacenza - Avellino Albinoleffe – Salernitana Ancona - Mantova Brescia-Vicenza Vicenza Frosinone Frosinone-Ascoli Grosseto - Triestina Parma-Livorno Livorno Pisa- Cittadella Rimini- Bari Treviso-Empo Empoli Sassuolo--Modena

1-2 1-0 2-1 2-1 2-0 1-0 0-0 0-3 1-1 2-0 3-0

16^ Giornata Ascoli-Sassuolo Ascoli Avellino Avellino-Rimini Bari Bari-Albinoleffe Cittadella Cittadella-Ancona Empoli Empoli-Piacenza Modena Modena-Livorno Pisa Pisa-Frosinone Salernitana Salernitana-Parma Vicenza Vicenza-Grosseto

1-1 0-2 1-2 0-0 3-2 0-0 3-1 1-2 5-0

E' stato un meraviglioso mese di Novembre, con tante novità e diversi colpi di scena che continueranno anche nelle tre partite del mese di Dicembre, visto che notiamo una classifica davvero corta, con otto punti di distacco tra la prima e la tredicesima. A differenza dello scorso mese, restano sempre al comando il Grosseto e l'Empoli, ma si aggiunge una terza capolista, ovvero il Sassuolo, a 28 punti. Al secondo posto a distanza di due punti troviamo sempre il Brescia ia affiancato dal Parma che continua a salire verso la vetta che fino a due mesi fa era distante. Come già detto, troviamo davvero tante squadre nella stessa posizione in classifica. Al terzo posto, a un solo punto dalla seconda troviamo tre squadre, Bari, Albinoleffe e Livorno. A 23 punti ci sono Triestina e Vicenza, con quest'ultima che ha totalizzato solo quattro punti nell'ultimo mese. A metà classifica c'è il Mantova che in quest'ultimo mese dopo l'arrivo del nuovo allenatore Alessandro Costacurta era riuscito a vincere per tre gare consecutive ed è tornato a perdere nelle ultime due giornate. A 20 punti ci sono Ancona e Pisa, con quest'ultima che non riesce a ripetersi come la scorsa stagione e a 19 troviamo un altro trio composto da Frosinone, Rimini e Salernitana. Proprio i campani, dopo un ottimo avvio hanno guadagnato solo due punti in quest'ultimo mese, mentre ai biancorossi sono bastati due pareggi, una sconfitta e due vittorie per allontanarsi dalle zone calde. A 17 punti troviamo il Piacenza che nell'ultimo mese è riuscita a vincere solo una volta. Cercano di allontanarsi dalla zona retrocessione l'Avellino e il Cittadella con quest'ultima che ha guadagnato sei punti nell'ultimo mese. In zona retrocessione quindi restano le solite due Treviso e Modena, M ma si aggiunge anche un Ascoli che nell'ultimo mese ha totalizzato solo tre pareggi e due sconfitte. Sarà davvero un caldo dicembre che vedrà già da sabato dei grandi big match, il 6 dicembre tra Empoli e Bari, Brescia e Albinoleffe mentre il 20, quasi qu sotto il Natale grande sfida per le zone basse della classifica tra Treviso e Avellino. Dennys89


4

AMOBARI MAGAZINE - Anno II n. 4

Campionato Barese Bari-Pisa 1-0

In una gara noiosa nel primo tempo con pochissime occasioni da reti, è stato un rigore di Barreto procurato dal un super Kamata al 23° del secondo tempo a decidere la partita e far volare il Bari in alto al terzo posto con venti punti; un Pisa arrivato a Bari con l'obbiettivo minimo di portarsi a casa un punto: in effetti la squadra di ventura gioca addormentando la partita con i retropassaggi al portiere, va in avanti con Job ma impensierisce poche volte il Bari che ci prova prima con Barreto e poi con Rivas. Le loro conclusioni terminano alte sulla traversa; nella ripresa decisivo il rigore di Barreto che fa volare il Bari. Vani i cinque minuti di recupero e l'assedio finale del Pisa.

Parma-Bari 1-1

Bari-Ancona 2-1

Un Bari vivace strappa un punto d'oro al Tardini e frena e mantiene sotto a distanza di due punti il Parma di Guidolini. Il Bari inizia maluccio la partita e prende subito il goal dello svantaggio su azione di angolo svetta di testa falcone che poi trova la deviazione in rete di Pisani, siamo al nono minuto. Lucarelli di testa sfiora il raddoppio, ma poi c'è solo il Bari che prima sfiora il goal con Kamata e Barreto e al 35’ trova il Pari, lancio perfetto di Colombo per Kamata che viene steso dal portiere: rigore netto ma solo ammonizione per il portiere Gialloblu; rigore trasformato in maniera perfetta da Barreto, Colombo più tardi viene steso da Falcone fallo di ultimo uomo e da azione da rete ma il discreto Valeri di Roma ammonisce solo il difensore. Nella ripresa nulla da segnalare salvo un goal annullato giustamente per fuorigioco a Lucarelle e l'espulsione di Marco Esposito per fallo di ultimo uomo su Lucarelli.

Ancora una volta i goal di Barreto consentono al Bari di battere l'ancona e volare in classifica,primo tempo di marca biancorossa,è colombo dopo pochi minuti a sfiorare il goal ma il portiere anconetano devia in angolo,poi si scatena Kamata che dribbla due calciatori arriva sul fondo e da a Barreto il piu facile dei palloni,per Barreto sesto goal in campionato,dopo pochi minuti ancora kamata vola sulla fascia la mette in mezzo e Barreto viene trattenuto per Baracani è rigore che Barreto trasforma per il settimo centro in campionato. Nella ripresa è l'ancona che si fa vedere dalla parte del bari e trova il goal della bandiera con Soddimo al 71° nel finale lo stesso giocatore fallisce il pari.

RETI: 23' st Barreto BARI: Gillet, Bianco, Esposito, Stellini, Bonomi, Rivas (23’ st Donda), De Vezze, Gazzi, Kamata (37’ st S. Masiello), Caputo, Barreto (29’ st Sodinha). A disp: Santoni, De Pascalis, S. Masiello Donda, Colombo, Sodinha, Cavalli PISA: Alfonso, Birindelli (37’ st Taugoudeau), Viviani (13’ st Piccinni), Trevisan, Zavagno, Raggio Garibaldi (10’ st Feussi), Genevier, Job, Gasparetto, Greco. A disp: Morello, Feussi, Piccinni, Ferri, Radovanovic, Masieo, Taugourdeau. ARBITRO: Ciampi di Roma

RETI: nel pt 17' Erpen, 40' Zampagna, nel st 3' Pagani.

RETI: 9' Pisanu (P), 34' rig. Barreto (B) PARMA: Pavarini 5; Falcone 6 (75' Troest 5,5), A.Lucarelli 5,5, Rossi 5,5; Zenoni 6, Budel 5, Morrone 6, Castellini 5,5; Pisanu 6,5 (65' Mariga 6), C. Lucarelli 4, Leon 5 (60' Reginaldo 6). A disposizione: Pegolo, Antonelli, Kutuzov, Paloschi. BARI: Gillet 5,5; Bianco 6, Esposito 5, A.Masiello 6, S.Masiello 5,5; Galasso 6, De Vezze 6 (48' Donda 5,5), Gazzi 5,5; Kamata 6 (79' Sodinha sv), Colombo 6,5, Barreto 6,5 (68' Caputo 6). A disposizione: Santoni, Bonomi, Stellini, Cavalli. ARBITRO: Bergonzi di Genova

BARI: Gillet 6,5; Galasso 6, A. Masiello 6, Stellini 6, S. Masiello 7; Siligardi 6 (12’ st Monteiro 6,5), Donda 6, Gazzi 6,5, Kamata 7; Colombo 6 (30’ st Caputo sv), Barreto 7,5 (24’ st Rivas 5,5). A disp. Santoni, Bonomi, Ranocchia, Volpato. SASSUOLO: Sirigu 6; Langella 5 (1’ st Di Fausto 6), Comazzi 6, Rincon 5,5, Rizzato 6,5; Surraco 5,5 (22’ st Soddimo 6,5), Catinali 6, De Falco 6, Siqueira 5,5 (9’ st Schiattarella 6); Nassi 6, Mastronunzio 6. A disp. Da Costa, Masiero, Anastasi, Colacone. ARBITRO: Baracani di Firenze


AMOBARI MAGAZINE – Anno II n. 4

5

Manca ancora qualcosa Si chiudee il mese di Novembre che ha visto il Bari impegnato in ben 5 partite che hanno fruttato 8 punti......anche in questo mese la media da me auspicata (2 punti a partita)per fare un campionato da veri protagonisti,non è stata rispettata.Un vero peccato perchè le prime 4 partite in serie (Pisa,Parma,Ancona,Rimini) erano in perfetta media con 2 vittorie in casa e 2 pareggi fuori.La sconfitta con l'Albinoleffe ha "sporcato" questo trend e ha complicato molto i piani in casa biancorossa.La classifica infatti vede in alto un gran numero di squadre che ora ci sono davanti e non sarà facile mantenere il passo di queste squadre soprattutto ora che avremo lo scontro diretto con l'Empoli e potrebbe ritrovarci in caso di sconfitta già a meno 6. L'attacco dà segnali positivi,infatti vi,infatti in queste 5 partite è sempre andato a segno (7 partite se consideriamo le ultime due del mese di Ottobre)con Barreto e Caputo superstar,mentre di contro la difesa accusa una un preoccupante flessione,avendo incassato nelle ultime 4 partite 5 gol....frutto gol....frutto di errori collettivi ma anche e soprattutto individuali (Masiello col Rimini e Galasso con l'Albinoleffe). Non c'è niente da fare,la serie A passa prima di tutto per una difesa solida.Bisogna registrare da subito la difesa e il test contro le bocchee di fuoco dell'Empoli sarà probante,perchè per costruire un edificio sicuro è dalle fondamenta che bisogna partire. dado1987

Rimini-Bari 1-1 Finisce in parità parit la gara del Romeo Neri di Rimini dove il Bari ari poteva uscire vincente avendo giocato per er quasi qua un tempo in superiorità numerica per l'espulsione di Cotecchini e per il supporto di circa 1500 tifosi. Un primo tempo dove il Rimini imini spinge e va vicino alla rete con Ricchiuti ma è lo strepitoso Gillet a deviare in angolo; nella ripresa vantaggio dei biancorossi di casa grazie al solito goal dell'ex Vantaggiato che sfrutta una dormita di Andrea Masiello, ma su errore di Sottil è Caputo C nel finale a pareggiare i conti. In n pieno recupero occasione per Siligardi ma il portiere riminese è bravo a deviare in i angolo. RETI:: 29’ st Vantaggiato, 39’st Caputo

ARBITRO Gava di Conegliano Veneto ARBITRO:

RIMINI: Pugliesi, Catacchini, Vitiello ( 41’ st Bravo), Sottil, Regonesi, Cardinale (29’ st La Camera), Lunardini, Basha, Ricchiuti, Docente (10’ st Rinaldi), Vantaggiato. BARI:: Gillet, Galasso, Esposito (11’ st Ranocchia), A. Masiello, S. Masiello, Bonomi (7’ st Siligardi), Donda, Gazzi, Kamata, Colombo (28’ st Volpato), Caputo.

Bari-Albinoleffe Albinoleffe 1-2 1 Il Bari perde la terza partita del campionato e la seconda partita interna ai danni dell'Albinoleffe che in nove minuti segna due reti grazie al goal dell'ex Gervasoni e al goal di Renzetti. Il Bari reagisce solo olo alle incursioni del solito Kamata K che al 22esimo suggerisce l'assist a Caputo aputo per il goal dell'1-2. dell'1 Il forcing del bari si infrange sul legno colpito da Devezze evezze con una botta dalla distanza.Finisce 1-2. RETI: 2’ pt Iorio, 18’pt Barreto BARI: Gillet, Galasso (36' st Esposito), Masiello A., Ranocchia, Masiello S., De Pascalis scalis (26' st Siligardi), De Vezze, Gazzi, Kamata (36' st Volpato), Barreto, Caputo. (72 Santoni, 33 Bonomi, 69 Sodinha, 20 Cavalli). All. Conte. ALBINOLEFFE: Narciso, Luoni, Gervasoni, Serafini, Garlin, Caremi, Madonna (22' st Previtali), Laner, Gabionetta Gabione (16' st Cristiano), Renzetti, Ruopolo (28' st Ferrari). (88 Offredi, 89 Geroni, 55 Maino, 25 Sau). All. Madonna. ARBITRO: Gava di Conegliano

Iscriviti alla nostra community!!


6

AMOBARI MAGAZINE - Anno II n. 4

Puzzle Biancorosso PIUMA D'OCA CONQUISTA IL SAN NICOLA In Arrivato a Bari nello scorso gennaio, voluto dal diesse Giorgio PePe effetti rinetti,i, Pedro Kamata (a cui è stato dato un alias "Piuma D'oca") Piuma d'oca è riuscito nel giro di pochi mesi sia a conquistare un posto da ha nel sangue il titolare (mettendo a tacere chi lo vedeva bene solo nel finale "vizio" di giocare di gare) e soprattutto a conquistarsi conquistars fiducia e cori da tutta per la squadra e non di la tifoseria Barese. Quando gioca l'angolano il Bari va pensare a giocare per se sempre a punti e a segno,non è un caso che tutte le stesso anche in occasioni reti del Bari siano propiziate dal funambolo di colore dove poteva andare in goal l'anl'an che dal centrocampo parte palla al piede e fa imim golano ha preferito far calciare i pazzire le difese avversarie. C'è da dire che anan compagni di squadra. Questo forse pepe che grazie ai vari infortuni capitati a S.Masiello nalizza lo score nella sua carriera: in efef il ragazzo ha conquistato più iù facilmente un fetti anche nel Legnano ha segnato pochispochis posto, ma è stato bravissimo a sfruttare simo,ma non importa perche il suo dovere per l'occasione, cosa gli manca? Beh, se solo questo Bari che vola grazie alle sue volate lo riesce tirasse un po’ di più in porta forse sempre a fare! Intanto gongola il Presidente MatarreMatarre diventerebbe un calciatore completo! completo se che con il resto esto dello staff si diverte sulle poltrone della tribuna del San Nicola e si gode il gioiello pescato da Perinetti in serie C nello scorso mercato di riparazione. Aspettando il primo goal con la maglia del d Bari auguriamo a Pedro e a tutti i calciatori del bari un felice Natale! Natale Modugnese

Ci avevamo sperato per tutto il periodo precampionato, ed ora respiriamo l’aria rarefatta di vetta della classifica di serie B, con la consapevolezza che non si tratta di un “caso” ma del frutto di un ottimo lavoro svolto “in primis” da mister Conte e di conseguenza da tutto lo staff della nostra Bari. Si è creato un ottimo gruppo e soprattutto una mentalità vincente nell’affrontare le sfide sfide in campo. Ma la domanda è: siamo sul serio da serie rie A? Come mentalità e qualità del gruppo creato direi per ora certamente si, ma per convincere il Mister di ciò (che parla ancora di punti salvezza), credo che la società si dovrà impegnare più del suo solito per accontentare le richieste della piazza (per er quello che conta) e soprattutto del mister. “Rischiamo” di essere nelle zone alte anche a fine girone di andata e quindi in occasione della riapertura del mercato di riparazione di gennaio. Quello sarà il crocevia per per capire sul serio le intenzioni dellaa società di Via Torrebella. Non dimentichiamo il mercato di riparazione con il tecnico Maran, dove fu’ ceduto se pur in prestito, uno dei protagonisti anche di questo inizio di stagione: “il rosso”” Gazzi. Tutto fa presagire ad un approccio diverso in questa ta stagione, con voci che darebbero il nostro DS Perinetti già in movimento; Ma per chi? E che tipo di giocatore serve a questa ques squadra? La tifoseria reclama il solito attaccante “di grido”. Un esempio su tutti Abbruscato, che ad inizio stagione aveva declinato d l’invito dello nostro direttore sportivo, ma nella situazione attuale di classifica della nostra squadra qualcosa potrebbe cambiare cambiare nelle sue intenzioni. Un centrocampista dai piedi buoni, e qui il nome di Carobbio ritorna prorompente. Anche se nel modulo modulo del Dott. Conte non riesco oggi ad immaginare l’assenza di Gazzi o di De Vezze, con quest’ultimo che negli ultimi incontri ha decisamente decisamen fatto rimangiare al sottoscritto le parole di non soddisfazione espresse nelle sue prestazioni. A seguire ancora le voci sui ritorni di Bonanni e soprattutto di Davide Lanzafame. Su quest’ultimo io personalmente e come tanti altri tifosi,, andrebbero a piedi a prenderlo da Palermo. Ma anche questi giocatori, supponendo il loro arrivo a Bari, troverebbero attualmente molta difficoltà a sostituire giocatori che con il passare delle partite contribuiscono sempre di più ad un Bari competitivo, come S.Masiello e Siligardi. Come sempre sempr aspettiamo ottimisti, ed a prescindere da ciò sosteniamo la nostra squadra come sempre, calorosi calorosi e pieni d’orgoglio, con la certezza di avere dalla nostra parte un professionista navigato come il Sig. Perinetti.

CiccioCuccovillo


AMOBARI MAGAZINE – Anno II n. 4

7

Cronache di Curva Bari – Pisa

Circa 10’000 spettatori in un giorno festivo per Bari-Pisa. Ultras Bari presenti con sciarpe e bandieroni sempre più colorati; belle le sciarpate tra primo e secondo tempo.

Tifosi pisani non presenti per la decisione del Viminale di vietare la trasferta di Bari.


8

AMOBARI MAGAZINE - Anno II n. 4

Bari – Ancona Partita rovinata dalla pioggia, ma i baresi ci sono sempre e anche in questa occasione si presentano in 10’000 per tifare i colori biancorossi. Curva colorata e piena di stendardi e striscioni!

Ultras ancona presenti con un cospicuo numero: compatti ma pochi cori, alcune toppe.


AMOBARI MAGAZINE – Anno II n. 4

9

Bari – Albinoleffe 11’000 presenze al San Nicola per Bari-Albinoleffe. Bella sciarpata iniziale dei biancorossi che hanno mostrato molto più colore del solito con bandieroni e stendardi!

Solo tre tifosi giunti da Bergamo…

Rubrica a cura del Webmaster


10

AMOBARI MAGAZINE - Anno II n. 4

Cronache dal mondo Il teatro è pronto. Un’intera città si mobilita per sostenerne l’apertura in occasione di S. Nicola, ma le squallide ripicche politiche prendono il sopravvento.

Riaprire il Teatro nei termini previsti diventa un palcoscenico troppo evidente per il Sindaco Michele Emiliano. Emiliano Ma il ministro Sandro Bondi, fa sapere che prima di marzo 2009 non se ne parla.

Il teatro Petruzelli sorse nel 1903 da un progetto di Angelo Cicciomessere presentato presso il Comune di Bari dai fratelli Petruzzelli. Da quella data Bari fu proiettata nella realtà mondiale, ospitando rappresentazioni prestigiose concerti, musical, balletti, e personaggi di grande fama come Eduardo De Filippo, Riccardo Muti, Carla Fracci, Fracci Luciano Pavarotti, Piero Cappuccilli, Giorgio Gaber. Ma nella notte tra il 26 e il 27 ottobre 1991 a causa di un incendio doloso il teatro venne completamente distrutto. Cominciano i lavori di ricostruzione, e un accordo del 2002 tra la famiglia proprietaria del teatro, il comune e la provincia di Bari e la regione Puglia, prevedeva l’apertura del teatro per il 2006. Nel 2006 invece, accadde tutt’altro: il teatro è stato espropriato, diventando proprietà del comune di Bari.

Infine ad aprile di questo anno, il teatro è stato riconsegnato alla famiglia Messeri Nemagna, proprietaria originale. I lavori per il ripristino sono continuati, e l’apertura era prevista proprio per il 6 dicembre 2008 (tra l’altro festa di San Nicola, Nicol patrono della città). Ma nemmeno in questa occasione tutto è andato a buon fine; fine; In piazza Ferrarese era stato perfino installato un cronometro, un count-down down alla riapertura del teatro, ma netto lo stop del ministero che ha rinviato il tutto a tre mesi. All’interno botole, pompe, sollevatori, tappezzerie e imballaggi in arrivo, ultimi ritocchi alle decorazioni floreali; e poi ancora polvere, urla di allestitori verso il soffitto, richiami di restauratrici sui ponteggi, ronzio di trapani nei camerini, eco di martelli nei bagni appena appen installati, saldatrici nelle fosse degli ascensori e tutto che rimbomba come in una cassa armonica.

All’esterno l'orologio elettronico che scandisce il conto alla rovescia per la fine dei lavori è quasi giunto o al termine del suo incarico, e le parole di Vito Longo scandiscono l’amarezza e il disappunto dell’intera intera comunità "Non sparì solo un teatro, ma la nostra casa. Pezzi di vita sono andati in cenere là dentro, e ogni barese lo sa". Carotina

“[…] Vorrei esprimere un parere che può sembrare campato in aria ed esprime invece una realtà: è nella norma amara che i baresi, anche a quella che doveva essere l’inaugurazione del teatro Petruzzelli, è nella triste ste norma che siano fuori del teatro. In cent’anni e più di attività, la percentuale dei baresi che sono andati a teatro non è consolante. La maggioraza dei baresi, compresa i fratelli della provincia,il teatro lo hanno visto solo di fuori. Lo ammiravano nella n sua bella costruzione ma fortissima era la percentuale di coloro che sognavano il giorno in cui sarebbero stati anche loro in poltrona. In quegli anni i poteri forti li tenevano fuori perché la gente non era in grado di pagarsi il biglietto, non aveva la cultura per capire il teatro, e poi non avevano il vestito buono. Ed era chiaro che erano i poteri forti che, volenti o nolenti, non erano riusciti a far raggiungere alle popolazioni la progressiva evoluzione sociale. E poiché la realtà dei poteri forti fort è ancora dominante in quest’anno di grazia 2008 hanno messo fuori non solo i bares ma anche i sacerdoti del rito teatrale, gli orchestrali, gli artisti, i grandi direttori. La norma negativa delle esclusioni, malgrado l’evoluzione temprale, ha aggiunto all suo arco un’altra proposta per affermarsi sempre più forte. In questa scia, dunque,tutti fuori comprese questa volta anche le autorità non solo cittadine. Nel rinnovarsi allora delle esclusioni ci sentiamo in sintonia con le speranze dei nostri padri che erano quasi sempre fuori dal teatro nelle grandi serate di rappresentazione. Con il sogno di un teatro finalmente aperto per tutti non solo per ammirarlo ma per partecipare ,in grande solidarietà cittadina, a quello che è il grande evento culturale della rappresentazione teatrale . Forse sono corsi e ricorsi storici, e domani sera saremo di nuovo tutti fuori, ma con una nuovanuova ma sempre anticasperanza di una società egualmente giusta per tutti. […]” (cit. Giuseppe Campanile)


AMOBARI MAGAZINE – Anno II n. 4

11

Gli auguri dello Staff Carissimi, eccoci qui al secondo anno di Magazine, come per l’anno appena trascorso, voglio augurare a tutti voi, ai lettori del Magazine, a tutti gli utenti di Amobari, a tutti i veri tifosi del Bari e alle rispettive pettive famiglie, un sereno Natale e un felice nuovo anno che possa portarvi tanta fortuna in salute, in soldi e in amore. BUONE FESTE!

E’ passato un altro anno in questa bella famiglia! Roberto Modugnese vi augura buone feste e un felice Natale che possa portare tanta gioia e serenità a tutti i tifosi del Bari e alle loro famiglie.

Vorrei ringraziare in primis chi mi ha dato l'opportunità di scrivere su questo fantastico Magazine, di cose che amo, come il Bari e chi anche mi ha spinto ad entrarne a far parte.Poi Auguro Tanti Auguri a tutti gli utenti con l'augurio di ritrovarci sempre più numerosi. Ancora Buone Feste e sempre avanti così per un Grande Bari!

Modugnese Webmaster In queste occasioni, anche le parole più belle del mondo non basterebbero ad esprimere la mia felicità!

E’ arrivato Natale, il periodo più bello dell’anno, dove tutto infondo è sempre un po’ magico! Un altro anno è trascorso, portando con se 365 pagine della vita di ognuno di noi. Chissà quante altre ne avremo da sfogliare! In ogni caso, vi auguro che quelle del 2009 siano pagine piene di gioia, amore, soddisfazioni, salute e tanta tanta tanta felicità! Buone feste ragazzi! Carotina

Antos

Un anno bellissimo trascorso sulle pagine biancorosse di Amobari.Ragazzi come Voi, sono sempre più rari e preziosi.

Auguro a tutti i tifosi del Bari, nonché utenti di questo fantastico sito dedicato al Bari, un felice e sereno natale...che vi possa portare tanta felicita, tanti soldi..tanti regali e…tante Donne!!!!

Ma senza fare della retorica inutile, voglio oglio augurare a tutti i redattori, collaboratori, lettori di Amobari e tutti i tifosi e non, un felice Santo Natale, pieno di gioia e serenità, con la speranza che si valorizzino gli elementi fondamentali della nostra vita, quale l’amore e l’affetto per le l persone a noi care.

Con affetto, il vostro moderatore depravato di tutti i tempi vi augura buone feste e buon NATALE!!!!

CiccioCuccovillo

Bari si ama

I più sinceri auguri dello Staff vanno inoltre a Salvatore Sampogna, che lo scorso mese è diventato:

Dottore in Economia e Commercio Congratulazioni!!


12

AMOBARI MAGAZINE - Anno II n. 4

Giochi e Svago Per Natale, Giorgio regala a Maria, un ferro da stiro. Maria dopo averlo usato lo appoggia vicino al telefono…Il giorno dopo, Giorgio, esce con tutte e due le orecchie piene di vesciche e incontra un amico. L'amico, perplesso, chiede “Giorgio, ma che ti è successo alle orecchie?”, Giorgio, sofferente, risponde “Mia moglie, ieri, ha lasciato il ferro da stiro acceso vicino al telefono; telefona un tizio e io, per sbaglio, prendo il ferro da stiro e me lo metto accanto all'orecchio. Che male!”. L'amico “Si, ma l'altro orecchio?” Giorgio risponde “Eh, quello scemo ha ritelefonato!”…

Caro Micio Natale…

Nikola

lo staff di Amobari Magazine all’unanimità all’unanimità elegge

Utente del mese Poco prima di Natale nell'Ufficio Postale di un paesino gli impiegati trovano nella cassetta una lettera con la scritta "Per Babbo Natale". Decidono di aprirla e di leggerla: "Caro Babbo Natale, sono un bimbo di 7 anni di nome Marco e vorrei chiederti un regalo. La L mia famiglia e' povera, perciò invece di giocattoli ti chiedo di inviarmi in un milione di lire, così anche noi possiamo passare le Feste con gioia". Gli impiegati della posta, commossi, fanno una colletta e, raggiunta la cifra di 500.000 lire, la spediscono all'indirizzo del povero o bambino. L'anno successivo, nello stesso periodo, nello stesso Ufficio Postale, gli impiegati trovano un'altra busta "Per Babbo Natale". La aprono e leggono: "Caro Babbo Natale, sono Marco, il bimbo che ti ha scritto l'anno scorso. Vorrei chiederti lo stesso esso regalo, un milione di lire. Grazie per aver esaudito il mio desiderio lo scorso anno, ma quest'anno mandami un assegno a non trasferibile, perché l'altra volta quei ladri delle poste m'hanno fregato mezzo milione!".

Cosa fa Babbo Natale in un campo di calcio? Dona…doni!


AMOBARI MAGAZINE – Anno II n. 4

Messaggeria Antonio: Perche secondo voi calciatori come Siligardi e Sodinha non riescono a trovare spazio in questo Bari? Sono giocatori giovani che Conte sta facendo maturare: Siligardi ha ottime doti come penso le abbia anche Sodinha; personalmente mi auspico che entrambi rimangano a Bari almeno fino a giugno e che Conte possa concedergli più spazio. -Webmaster

Filippo: Dove secondo voi il Bari deve correre ai ripari a Gennaio per tentare di rinforzare la squadra in vista del girone di ritorno? Secondo me il bari ha bisogno di un regista dai piedi buoni, del ritorno di Marchese sulla fascia sinistra e di un centrocampista destro (ideale sarebbe il ritorno di Lanzafame) e se avanzano i soldi…anche una prima punta!!! – Webmaster

Marco: E' giusto secondo voi vedere gente allo stadio che entra gratis e senza biglietto,quando poi i soliti stupidi devono pagare ben 13,50 euro a partita per vedere la partita? Non è assolutamente giusto. Il problema esiste ed è molto serio, non tanto per l’ingresso gratis alla partita, ma per il nostro (parlo di noi Baresi in genere) livello di civiltà. Credo che tu debba essere orgoglioso di pagare il biglietto e se tutti pian piano iniziassero a pensare in questo modo e a vivere avendo il rispetto altrui, forse qualcosa potrebbe cambiare in positivo. – CiccioCuccovillo

Dal punto di vista di gioco senza ombra di dubbio il Sassuolo, una squadra cortissima dove i calciatori sembrano giocare insieme da 10 anni, con schemi collaudati, corsa continua senza un minimo di soste. Davvero un ottima squadra! – CiccioCuccovillo

Massimo: Quale giocatore vi ha più deluso in questa prima parte di campionato? A me è piaciuto poco l'argentino Rivas, che pur avendo iniziato bene la stagione si è perso strada facendo, perdendo il posto che aveva conquistato nelle gare di coppa Italia. – Modugnese

Leonardo: Reputate la rosa del Bari idonea per vincere un eventuale spareggio playoff? Il Bari ha una bella rosa giovane ma con ottimi calciatori vedi Barreto, i due Masiello, Kamata, Colombo…di certo è una squadra che può giocarsela con tutti come il campionato sta dimostrando, ma a Gennaio come anche detto mille volte sul forum, la rosa va rinforzata a dovere per cercare di vincere i playoff, se eventualmente saranno conquistati. - Modugnese

Ricordiamo inoltre che la messaggeria e’ attiva 24/24 h. e potete interagire con lo staff di AMOBARI mandando una mail all’indirizzo messageria@amobari.zzn! Roberto: Quale reputate la squadra più forte vista a Bari durante queste prime giornate di campionato?

Alla prossima!!

13



AMOBARI MAGAZINE - Dicembre 2008