Issuu on Google+

PISA

FEBBRAIO 2011

TEATRO

ROSSELLA BRESCIA AL VERDI DI PISA L’amante a BUTI

EVENTI NORMALE IN NOTE

MERCANTICO A CASCINA

ARTE

LA RUSSIA DELLE ICONE Raymond Attanasio

NIGHTLIFE I locali “IN” DELLA città

Tra CENE e AFTER DINNER

inoltre

RISATE AL VERDI

UN MESE TRA PROSA, DANZA E MOLTO ALTRO

TUTTOMESE L’agenda con i principali appuntamenti Tutte le news sugli eventi della città Segnala i tuoi eventi a livein@etaoin.it


La Russia delle icone

Grande mostra fino al 27 febbraio al museo di Peccioli

Peccioli a testimonianza di un culto molto radicato nel territorio.

La mostra, quarta edizione del ciclo “Tutti i Santi”, propone 53 icone lignee dipinte, la maggior parte appartenenti all’ambito cultuale dei Vecchi Credenti, setta scismatica tradizionalista russa sorta alla metà del XVII secolo. L’esposizione presenta varie icone del XVIII secolo, espressione della cultura artistica barocca, ma anche rize d’argento o di stoffa decorate con perline e vetrini. Alcune icone hanno dimensioni più ridotte, legate alla devozione domestica, ma non mancano opere di grandi dimensioni con scene della vita del santo, provenienti dalla Russia centrale o dalle zone sudoccidentali dell’Impero.

P

rosegue fino al 27 febbraio, al Museo delle Icone Russe di Peccioli di Pisa, la mostra “Tutti i Santi. Icone di San Nicola il Taumaturgo”. L’evento è stato organizzato a conclusione dei festeggiamenti per il decennale del museo ed è dedicato in modo particolare alle Icone di San Nicola il Taumaturgo, noto in Italia come San Nicola di Bari (le sue reliquie sono infatti conservate presso l’omonima cattedrale del capoluogo pugliese).

L’idea è nata dal fatto che una preziosissima tavola del Duecento attribuita a Michele di Baldovino e raffigurante il Santo è conservata al Museo di Arte Sacra di

Uno spazio è dedicato alle icone di San Nicola appartenenti alla Collezione Belvedere, accompagnate da un accurato studio che ne analizza le caratteristiche. L’evento è stato possibile grazie al massiccio e prezioso contributo di molti collezionisti privati, di antiquari e dell’Associazione Icone ricerca e conoscenza che hanno messo a disposizione della Fondazione Peccioli le loro opere. vanoIlabitualmente delle giovani catalogo è dai statoparenti edito a cura della Fondazione converse di origine siciliana per produrre Peccioliper. Orari: mercoledì, sabato, domenica e festivi dolcetti natalizi da donare ai benefattori 10-13 e 15-19. Ingresso: 5,50 euro intero; 3,50 euro ridotdella struttura religiosa. Presto anche i to (studenti, possessori di Carta Giovani, over 65, gruppi fornai del luogo iniziarono a produrli in di almenoed10è persone); eurotempo, ridotto l’amaretto per possessori di proprio, così che,4 col Aci; gratuito pertipico under di 16Santa se accompagnati e per èCarta diventato il dolce Croce possessori di Carta Touring (con i quali ha diritto all’insull’Arno. gresso gratuito anche un accompagnatore). Info: 0571.31110, www.prolocosantacroce.it. Info: www.fondarte.peccioli.net.

Corsi carnevaleschi e folklore a Vecchiano

Anche quest’anno si svolgerà il Carnevale di Vecchiano con quattro corsi mascherati il 13, 20 e 27 febbraio e il 6 marzo. Ogni corso inizierà alle ore 15 e il costo sarà di 5 euro per il biglietto intero e di 2 euro per il ridotto (i bambini in maschera non pagano). A ogni corso sarà presente un gruppo folkloristico che animerà la manifestazione dedicata ai più piccoli. La tradizione dei corsi carnevaleschi a Vecchiano risale agli anni ‘30, quando fu organizzato il primo “Carnevaletto”, prendendo spunto probabilmente da Viareggio. I primi carri allegorici furono costruiti addirittura nel 1928 e sfilarono, proprio come ora, nella piazza Garibaldi. A partire dal 1939 il Carnevale venne interrotto per la guerra, a causa della mancanza di soldi e della censura. La manifestazione riprese nel 1947 e sin da subito acquisì un’aria più moderna: i carri furono organizzati in modo da avere più movimenti, più colori e su ognuno venne predisposta un’orchestra. Nel 1975 nacque il nuovo “Comitato Carnevale e festeggiamenti folkloristici” contribuendo a migliorare la manifestazione che ancora oggi continua ad essere apprezzata.

C’era una volta... un pezzo di legno

Resteranno in mostra fino al 6 febbraio a Pisa, presso il Museo della Grafica (Palazzo Lanfranchi), le trenta tavole ad acquarello di Roberto Innocenti, realizzate per l’edizione “Le avventure di Pinocchio” del 1989 (1986-89). Sono anche esposte alcune ulteriori illustrazioni che l’artista preparò in occasione della ristampa del 2004, che conta dieci tavole supplementari rispetto alla prima. L’esposizione, all’interno del progetto “Un anno con Pinocchio”, è arricchita da una prestigiosa selezione di costumi teatrali che provengono dalla Fondazione Cerratelli di San Giuliano Terme e che contribuiscono a far immergere il visitatore nel fantastico mondo di Collodi. L’orario di visita è dal martedì al venerdì dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 18.30; sabato e domenica dalle 10.30 alle 18.30. Lunedì chiuso. Info: 050.2216060, 050.2216066.

Mercantico a Cascina

Appuntamento domenica 6 febbraio, a Cascina, con la mostra mercato Mercantico. L’appuntamento è in corso Matteotti dove saranno presenti 115 operatori con oggetti di antiquariato, modernariato e artigianato artistico. Accanto ai banchi, non mancherà l’opportunità di conoscere la città con le sue peculiarità culturali e assistere a performance artistiche presso il salone della Mostra del Mobilio, la Casa della Cultura e sullo stesso corso Matteotti. Info: 050.719248, www.comune.cascina.pi.it.


Normale in note Tanti eventi musicali PER LA stagione concertistica della scuola e uno spettacolo dedicato a Donizetti

P

roseguono anche a febbraio gli appuntamenti della 44ª stagione concertistica della Scuola Normale Superiore di Pisa. Primo appuntamento del mese è domenica 6 febbraio (ore 18) nell’Aula Bianchi della Scuola, con il tenore Marcello Nardis e Andrea Bacchetti al pianoforte (musiche di Fauré, Debussy, Duparc, Chausson, Hahn, Honegger, Satie). Sabato 19 (ore 20.30) il teatro Verdi di Pisa ospiterà invece il Progetto Ltl Opera Studio dedicato a Donizetti, su libretto di Domenico Gilardoni.

Ragghianti e i segni della modernità

Prosegue fino al 6 marzo al Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi, a Pisa, la mostra “Le arti del XX secolo. Carlo Ludovico Ragghianti e i segni della modernità”. L’esposizione vuole essere un momento di riflessione sul critico d’arte che ha cambiato il significato al termine modernità e intende rendere omaggio alla sua figura in occasione del centenario della nascita. Curata da Lucia Tongiorgi Tomasi e Alessandro Tosi dell’Università di Pisa, si divide in varie sezioni. L’orario di visita è dal martedì al venerdì dalle 10.30 alle 12.30; dalle 16.30 alle 18.30; sabato-domenica dalle 10.30 alle 18.30. Lunedì chiuso. Info: 050.2216060, 050.2216066, www.museodellagrafica.unipi.it.

Il progetto L.T.L. Opera Studio 2010/2011 torna, dopo vari anni, a un’opera italiana. Lo fa però scegliendo non un titolo di grande repertorio, né una rarità da riscoprire, ma piuttosto un piccolo capolavoro comico e parodistico come “Le convenienze e inconvenienze teatrali” di Gaetano Donizetti. Un’opera cioè che inviterà i suoi giovani protagonisti non solo a sviluppare al massimo le proprie capacità vocali e attoriali, ma anche a esaltarle nella forma della parodia. Il testo donizettiano costituisce infatti uno dei capolavori nel filone, sempre fortunato ed amato, del “teatro nel teatro”. Offre quindi la possibilità di riflettere sulle convenzioni e sugli stereotipi che ancor oggi, così come cento o duecento anni fa, troppo spesso imbrigliano le scelte degli interpreti e i gusti del pubblico. Un elemento molto importante è il fatto che “Le convenienze e inconvenienze teatrali” può essere considerata un’opera aperta, basata com’è su una serie di siparietti manipolabili nella struttura e nella successione dei numeri. Ne scaturirà facilmente un impianto drammaturgico e vocale polistilistico che sarà esaltato dall’estro ideativo e interpretativo dei due protagonisti e responsabili principali dell’allestimento: il regista Saverio Marconi, il padre del musical italiano, e il frizzante direttore d’orchestra Federico Maria Sardelli. Mercoledì 23 febbraio (ore 21) il Teatro Verdi ospiterà il Michelangelo String Quartet, esempio assai raro di quartetto d’archi formato da musicisti che si distinguono per la loro attività di solisti, cameristi e docenti di fama interna-

Arte in Toscana

zionale (musiche di Schubert, Cherubini, Dvorák e Wolf). Sul palco, Mihaela Martin e Stephan Picard (violini), Nobuko Imai (viola) e Frans Helmerson (violoncello). Il calendario proseguirà a marzo e nei mesi successivi, con un ricco programma. Info: 050.509052, www.sns.it. Info biglietti: 050.941111, www.teatrodipisa.pi.it.

È visibile fino al 9 febbraio, presso il CAMeC  CentroArteModerna di Pisa (Lungarno Mediceo, 26), la mostra “Arte in Toscana” (ingresso libero). L’evento, a cura Massimiliano Sbrana, raccoglie annualmente opere di pittura, grafica e fotografia di artisti legati alla realtà più interessante del panorama italiano ed europeo contemporaneo, partendo da importanti testimonianze toscane. In questa edizione 2011 sono in esposizione opere di numerosi artisti provenienti da tutta Italia e dall’Europa, con particolare attenzione al primo e secondo Novecento toscano e all’evidenza contemporanea italiana ed europea odierna. In mostra: Adinolfi Paola, Aiello Paolo, Arcidiacono Gaetano, Avanzi Paolo, Balzano Ciro, Battaglia Marco, Bertoni Fabio, Bonfanti Gino, Cavedon Livio, Consorti Lorella,  Falconio Otello, Giocondo Fabio, Liberatore Fausto Maria, Lunardi Daniele, Mammana Vittorio, Marchi Curzio , Marongiu Tinamaria, Meucci Mario, Michelozzi Corrado, Natali Renato, Pagano Maurizio, Pavlenko Vira, Schinasi Daniel, Vittorini Umberto, Viviani Giuseppe. Ingresso libero. Orari: 10-12.30 e 16.30-19.30 nei feriali; domenica 17-19.30; chiuso lunedì mattina. Info: 050.542630, www.centroartemoderna.com.


Danza e risate sul palco del Verdi Fra i protagonisti di febbraio Rossella Brescia, José Perez, Massimo Dapporto e Benedicta Boccoli notissima star televisiva, e José Perez, fascinoso e atletico ballerino cubano, divenuto anche lui un idolo dei teen-ager per la partecipazione alla trasmissione “Amici”.

Una storia che potrebbe essere ambientata in una qualsiasi provincia italiana del Sud, nella quale i veri protagonisti sono la passione, il dolore, la libertà, il sacrificio e l’amore. Biglietti dai 28 ai 12 euro, in vendita al Botteghino del Teatro Verdi e nel circuito Greenticket.

L

a Fondazione Teatro di Pisa organizza anche per febbraio un ricco calendario di eventi e spettacoli. Oltre agli appuntamenti della 44^ Stagione dei Concerti della Normale, il programma conta due serate davvero da non perdere.

Per la rassegna di danza, martedì 22 febbraio (ore 21) sul palco del teatro Verdi (via Palestro 40) salirà Rossella Brescia in “Carmen”, balletto in due atti di Luciano Cannito, con le musiche George Bizet e Marco Schiavoni. Questa Carmen di Luciano Cannito, ha come protagonisti due beniamini del grande pubblico: Rossella Brescia, ballerina carismatica e tecnicamente perfetta,

Venerdì 25 e sabato 26 febbraio (ore 21) un altro grande evento, con Massimo Dapporto e Benedicta Boccoli in “L’appartamento” di Billy Wilder e I.A.L. Diamond, con l’adattamento di Edoardo Erba e Massimo Dapporto. In questa commedia, Buxter (Massimo Dapporto), impiegato ambizioso di una grande società di assicurazioni, pensa di mettersi in luce con i propri superiori prestando ai più libertini il suo appartamento. Paga il prezzo di piccoli disagi che scaturiscono in gag esilaranti con vicini e colleghi. La voce si sparge fino al grande direttore, quando Buxster scopre però che questi ha come accompagnatrice la donna dei suoi sogni: Fran Kubelik (Benedica Boccoli). A questo punto dovrà prendere la decisione della sua vita: perdere l’amore o il lavoro. Biglietti dai 30 ai 7,50 euro, in vendita al Botteghino del Teatro Verdi e nel circuito Greenticket. Sconti, fra gli altri, per i Soci Coop (15%); sconti del 50% per gli under26 e per gli studenti dell’Università degli Studi di Pisa. Biglietteria telefonica: 050.941188. Info: 050.941111, www.teatrodipisa.pi.it.

Teatro Era

Giovedì 3 febbraio (ore 21), il Teatro Era di Pondera ospita lo shakespeariano “Sogno di una notte di mezza estate” affidato alla regia Carlo Cecchi. Venti giovani attori, accompagnati dalla mano esperta e divertita del Maestro Carlo Cecchi, si cimentano in un “sogno”, in cui tutto diviene evanescente. Lo spettatore è trascinato in quella “notte di mezza estate”, fatta di equivoci e scambi amorosi che condurranno al lieto fine. In scena anche lo stesso Carlo Cecchi e il giovane Luca Marinelli. Martedì 22 febbraio (ore 21) sarà la volta di Luca Zingaretti in “La Sirena” reading dal racconto “Lighea” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, con le musiche di Germano Mazzocchetti. In un caffè, tramite un “fortunato incidente”, due uomini, ambedue siciliani, s’incontrano. Superficialmente hanno vite non simili, ma sono in realtà animati dalle stesse passioni e soprattutto dalla stessa solitudine che, fatalmente, li avvicina. Info: 0587.55720, wwwpontederateatro.it

L’Amante a Buti

Mercoledì 2  febbraio (ore 21.15) al Teatro Francesco di Bartolo di Buti andrà in scena “L’amante” di Harold Pinter per la regia di Elena Bucci e Marco Sgrosso. Uno spettacolo che, come tutti i classici di Pinter, rivela in modo spietato vuote convenzioni e assurdità, mascherate da un’apparentemente tranquilla normalità. Giovedì 9 febbraio (ore 21.15) ecco in scena “Io vado via. (Antigone) contest per la regia di Enrico Casagrande e Daniela Niccolò. Una immersione nel tragico che attanaglia la Grecia, fra antichità e presente. Info: 0587.724548, www.teatrodibuti.it


Sapori di Toscana

al Park Hotel California Le Specialità del ristorante sono la grigliata di mare e UNA SOPRAFFINA tagliata di carne

Ambarabà ristorante american bar

U

n hotel, ma anche un ristorante dove gustare i piatti tipici della Toscana. È il Park Hotel California, costruito in pieno stile anni ‘60 e recentemente ristrutturato, posto al km 338 della Via Aurelia a San Giuliano Terme, a 3 km dalla Torre Pendente e da piazza dei Miracoli.

Piatti forti del menù sono sicuramente la grigliata di mare, la tagliata di carne con radicchio rosso, la tagliata di carne con grana e rucola. La carta dei vini dispone di un’ampia scelta oltre che di un’accurata selezione, con una conservazione diretta nella cantina della struttura. Tra i vini spiccano quelli toscani di ottima qualità come Brunello di Montalcino, Chianti classico e Vernaccia. Questo ristorante è anche il luogo ideale per le cerimonie e dispone di una vasta gamma di menù selezionati e curati

Borderline Club

Il Borderline di Pisa, in via Giuseppe Vernaccini, è un locale molto noto per gli amanti della musica dal vivo. In programma: stasera, venerdì 28 gennaio, Alcolica Tributo Metallica; sabato 5 febbraio Iron Maiden Tribute; martedì 8 febbraio Robben Ford “Clinics and More”; venerdì 18 febbraio Tribute Nirvana Aberdeen; sabato 19 febbraio Pretty Boy Floyd; infine, sabato 26

direttamente dallo chef. Il ristorante del Park Hotel California è aperto tutti giorni e dispone di ampio parcheggio. La struttura è immersa nel verde della macchia mediterranea tipica dell’area toscano-marittima e, oltre a essere una scelta raffinata per bar/lounge, soggiorni culturali, business o completo relax, è appunto anche un valido ristorante, aperto tutto l’anno.

Il ristorante può ospitare sino a 200 persone e pro-

pone agli ospiti principalmente piatti della cucina toscana, semplici ma ricchi del sapore locale, apprezzati in tutto il mondo. Il personale si contraddistingue per la gentilezza e la disponibilità nei confronti dei suoi clienti per un servizio impeccabile come risultato. Orario di apertura: a pranzo dalle 12 alle 14.30 e per la cena dalle 19 alle 22.30. Info: 050.890727, www.parkhotelcalifornia.it.

febbraio Tribute Led Zeppelin. Il Circolo Borderline Club è nato nel 1996 dall’idea di creare uno spazio all’interno della città di Pisa dove ascoltare buona musica rigorosamente suonata dal vivo. Il locale pisano è aperto il mercoledì con Jam session per band e singoli artisti, il giovedì con dance party anni ‘70 e ‘80, after live show dj set Dome La Muerte And Gigo dj. Info: borderlineclubpisa@yahoo.it. 

Dopo cena o per uno spuntino informale a qualsiasi ora è possibile gustare all’Ambarabà di Pisa, in vicolo della Croce Rossa (di fronte alla facoltà di giurisprudenza), deliziosi panini ed appetitosi stuzzichini, nonché i famosi cocktail che Marco prepara per i clienti da anni, con una cura e una professionalità che pochi altri sanno eguagliare. Periodicamente vengono organizzate cene a tema, perfetta cornice al ricco menù del locale dove piatti etnici profumatissimi, ottimi primi e gustose tagliate di manzo e grigliate di carne sapranno conquistare il palato in abbinamento con i migliori vini italiani e del territorio oltre che con rinomate birre alla spina. Per il giorno di San Valentino prezzi e menù speciali per tutti gli innamorati. Aperto tutti i giorni, dalle 20 a tarda notte. Info: 347.5745162, 347.0693952.

Palaghiaccio

La pista del ghiaccio al coperto più grande della Toscana è grande duemila metri quadrati e si trova presso l’Expo di Ospedaletto, gestita dalla Nuova Kros Studio srl, con il patrocino di Comune di Pisa, Confesercenti e Uiso, dei più importanti enti pubblici e privati della provincia di Pisa. Presso il Palaghiaccio, che rimarrà aperto fino al 20 febbraio, sarà possibile usufruire degli spazi per compleanni, anniversari e festeggiamenti, con animatori e assistenza di personale preposto, corsi di pattinaggio per bambini e adulti, discoteca sui quasi 1000mq di ghiaccio e tante altre attività. Sarà possibile noleggiare i pattini sul posto o presentarsi con i propri, pagando solo l’ingresso in pista. Il palaghiaccio è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 15 a mezzanotte, sabato e domenica dalle 10 fino a tarda notte. Info: 050.777176, 366.4561768.


AGENDA

TuTTOMESE G L I E V E NT I A P O R T A T A D I PA G I N A

F E B B R A I O DUE

DICIANNOVE

TEATRO

TEATRO

L’amante

Le convenienze e inconvenienze teatrali

Teatro Francesco di Bartolo Buti

Teatro Verdi Pisa

TRE

VENTIDUE

TEATRO

TEATRO

Sogno di una notte di mezza estate

Carmen

Teatro Era Pontedera

SEI EVENTI

Mercantico Mostra Mercato Cascina MUSICA

44ª stagione concertistica della Normale Aula Bianchi

Urge a Cascina Il 5 febbraio (ore 21) sul palco della Città del Teatro di Cascina, Allibito e Progetti Dadaumpa presenteranno “Urge”, uno spettacolo di e con Alessandro Bergonzoni, affiancato alla regia da Riccardo Rodolfi. Info: 050.744400, www.lacittadelteatro.it.

Teatro Verdi Pisa

VENTITRE’ MUSICA

Michelangelo String Quartet Teatro Verdi Pisa

VENTICINQUE Teatro

L’appartamento

Teatro Verdi Pisa (replica il 26 febbraio) icone italiane più apprezzate tra i giovani, toscani e non. Condurrà una nuova serata all’insegna della comicità, tra nuovissimi doppiaggi, gli straordinari video del Nido del Cuculo, gli esilaranti monologhi di Ruffini e le sue folli improvvisazioni col pubblico. Orario spettacoli: Primo spettacolo ore 17.30 e 20.30. Info: 0565.774154.

Livorno Pulp Lugnano in scena a Pisa in soffitta Il 29 gennaio il Centro Culturale Cantiere Sanbernardo di Pisa ospita uno spettacolo noir di Viola Barbara “Livorno Pulp”. Trait d’union della serata sarà la musica: un dj set darà il via all’aperitivo (ore 19) che si fonderà poi nello spettacolo (ore 21.30) e tornerà alla fine con musica di puro intrattenimento. In scena, intorno al dj, dipaneranno la trama del noir Francesca Bianchi, Alessia Cespuglio e Gianni Chelli. Info: www.cantieresanbernardo.it

Io Doppio Dé Show

Domenica 30 gennaio Paolo Ruffini sarà al Teatro Era di Pontedera per un doppio appuntamento con il suo inarrestabile Io Doppio! Dé show. Il famosissimo show-man, che ha visto il suo debutto con il film “Ovosodo” è da anni una delle

Torna il 30 gennaio a Lugnano, frazione di Vicopisano, il Mercatino del Collezionismo che si svolge ogni quinta domenica del mese. “Lugnano in soffitta”, questo il nome del mercatino, propone antiquariato e artigianato e viene allestito in piazza Vittorio Veneto, a Lugnano, da mattina a sera. Info: aclugnano@interfree.it.

Don Chisciotte

Roberto Herlitzka e Lello Arena con “Don Chisciotte” a Pontasserchio. Sabato 12 febbraio (ore 21) sul palco del Teatro Rossini andrà in scena uno spettacolo liberamente ispirato all’opera di Miguel de Cervantes con musiche di Paolo Vivaldi e la regia di Nadia Baldi. Un testo che si concentra sul conflitto tra modernità efferata e umanità poetica, sulla solitudine,

l’illusione, l’alienazione nel lirismo di una realtà che non è più o che non è mai stata, ma vive fresca nella memoria come ricordo presente. Info: 050.744400, www.lacittadelteatro.it.

Un baule di sogni

Al Teatro Comunale di Santa Maria a Monte, sabato 5 febbraio (ore 16.30), il teatro Popolare dell’arte metterà in scena uno spettacolo dedicato ai più piccoli. Si tratta di “Domani spioverà . La capra, la pioggia e il lupo”, età consigliata 4-10 anni. Lo spettacolo, che fa parte della rassegna “Il baule dei sogni”, ha come protagoniste

due curiose creature che nella Harlem degli anni ’30 decidono di mettere su un musical ispirato a Ella Fitzgerald, Armstrong, Ginger e Fred. Uno spettacolo basato sull’ascolto, che tratta con delicatezza alcune questioni fondamentali per l’infanzia: la percezione dell’altro e la paura del buio. Info: 0587.704254

OGNI MESE IN EDICOLA Segnala i tuoi eventi a livein@etaoin.it progetto grafico kidstudio Firenze


Live in PISA - febbraio 2011