Page 1

PISA

MAGGIO 2011

TEATRO

Andrea Chenier AL POLITEAMA CERIMONIA A PONSACCO

EVENTI AQUILONI IN FESTA

FRAGOLA REGINA a TERRICCIOLA

ARTE

TORRE PENDENTE IN ALABASTRO LE MOSTRE AL LANFRANCHI

NIGHTLIFE i locali da provare

novità e anteprime

inoltre

MAggio A TEATRO

un mese ricco di eventi ANCHE “EN PLEIN AIR”

TUTTOMESE L’agenda con i principali appuntamenti Tutte le news sugli eventi delle città Segnala i tuoi eventi a livein@etaoin.it


Torre Pendente in alabastro la più grande opera d’arte in alabastro al mondo in mostra A Volterra nell’ex Ospedale civile

Le mostre a Palazzo Lanfranchi Proseguono mostre e appuntamenti al Museo della Grafica di Pisa, a Palazzo Lanfranchi, in Lungarno Galilei 9. Fino al 15 maggio è visibile “C’era una volta … un pezzo di legno” con le opere di Andrea Rauch, l’artista e graphic designer toscano che si è a lungo dedicato alla figura del burattino di Collodi. Proseguono fino al 30 aprile anche la mostra dedicata all’Unità d’Italia con “Il prefetto del tricolore. Luigi Torelli a Pisa 1862-64” e il percorso museale dedicato al Risorgimento con le litografie del 1860 sulle battaglie decisive. Sempre fino al 30 aprile anche “I giochi di Antonio Possenti”, 20 tavole originali con giochi ideate per illustrare “Il Malmantile Racquistato”, nell’edizione Ets. Aperto al pubblico dal martedì al venerdì dalle 10.30 alle 14.30 e dalle 16.30 alle 18.30; sabato-domenica dalle 10.30 alle 18.30; lunedì chiuso. Info: 050.2216066, museodellagrafica@adm.unipi.it.

Sagra dello stinco e della birra

H

a appena aperto i battenti e sarà visibile fino al 31 dicembre 2011, nel Salone Espositivo dell’ex Ospedale Civile di Volterra, la Torre Pendente in alabastro, la più grande opera d’arte in alabastro al mondo. Si tratta di un progetto proposto alcuni anni fa dall’Opera della Primaziale di Pisa e portato avanti dall’associazione Arteinbottega di Volterra, con l’idea di veicolare attraverso un simbolo della cultura e della storia italiana nel mondo, il campanile pisano appunto, l’artigianato artistico dell’alabastro, che ha origini nella tradizione etrusca.

Dopo circa tre anni di lavoro, un team di abili artigiani volterrani è riuscito a realizzare un’opera architettonica fedele all’originale, ricreando con dovizia di particolari ogni elemento costruttivo. Ogni sfumatura di colore è stata rispettata, scegliendo tonalità cromatiche identiche alle pietre originali e perfino gli elementi in metallo e in

legno sono stati puntualmente riprodotti. Il risultato è un’opera dal valore intrinseco, una summa di ingegneria e arte, le medesime capacità con cui i capimastri, tra il XII e il XIV secolo, hanno portato a termine la torre campanaria.

La Torre è stata realizzata esclusivamente con sei tipi di alabastri volterrani: cenerino, calcarifero, bianco, pietra gialla, agata, cipollone, provenienti dalla cava del Cipollone di San Anastasio di Volterra. È composta da circa 25mila pezzi, 205 fra colonne e capitelli e sette campane in fusione d’argento. Il peso è di 9 quintali e l’altezza complessiva di circa tre metri, in scala 1:25. vano abitualmente dai parenti delle giovani Al progetto hanno contribuito l’Opera della Priconverse di origine siciliana per produrre maziale Pisana, la da Provincia di ai Pisa, la Fondazione Cassa dolcetti natalizi donare benefattori di Risparmio di Volterra, il Comune Volterra, della struttura religiosa. Prestodi anche i la Cassa fornai del luogo iniziarono produrliTuristico in di Risparmio di Volterra Spa, ilaConsorzio Volproprio, ed è così che, col tempo, terra Valdicecina Valdera. Orario: fino l’amaretto al 30 settembre ètutti diventato dolce Santa i giorniildalle oretipico 10 allediore 13 e Croce dalle 15.30 alle sull’Arno. 19.30; dal 1° ottobre al 31 dicembre solo il fine settiInfo: 0571.31110, www.prolocosantacroce.it. mana, oppure su appuntamento. Ingresso gratuito. Info: www.torrependenteinalabastro.com.

Torna domani, sabato 30 aprile, e ancora domenica 1° maggio, sabato 7 e 14 e domenica 8 e 15 maggio (sempre dalle ore 19), la “Sagra dello stinco e della birra” a Cascine di Buti (Zona Sagre Campo Sportivo). La manifestazione pone al centro lo stinco di maiale, accompagnato da ottima birra. Inoltre, tante altre ghiottonerie: penne all’amatriciana, penne al ragù, hamburger, porchetta, salsicce, wurstel, tutto rigorosamente alla brace o alla piastra. Infine, tanta buona musica, bar e grande parcheggio adiacente. Info: 346.3739825.

Radioeco Spring Party

Radioeco è la radio degli studenti dell’Università di Pisa che da quattro anni trasmette on line su www.radioeco.it. Tutto il palinsesto è gestito da studenti che si alternano ai microfoni dello studio all’interno della Facoltà di Economia. Dal 2009 dà il benvenuto alla bella stagione con una festa attesissima: il Radioeco Spring Party. Una serata organizzata negli spazi esterni della Facoltà di Economia, trasformati per l’occasione in una grande discoteca a cielo aperto. Dj set tutta la sera con tanti generi musicali: dal revival alla commerciale, passando dalla house al vintage. L’appuntamento con Radioeco Spring Party è giovedì 19 maggio (ore 22), con ingresso dal Lungarno Buozzi. Info: www.radioeco.it.


Fragola regina al festival di Terricciola appuntamento tradizionale, fra divertimento e gastronomia

T

orna, a Terricciola, l’appuntamento con il Festival della Fragola, arrivato ormai alla 29° edizione. Il 7, 8, 14, 15, 21 e 22 maggio, il paese della provincia di Pisa ospiterà ancora una volta un evento ormai famoso in tutta la Toscana e che attira ogni anno centinaia di turisti.

Le specialità sono le fragole, che i visitatori potranno trovare negli stand all’interno del giardino comunale, rivisitate in vari piatti. Inoltre il vino dei produttori locali, premiato a livello nazionale e mondiale, e ancora tanti piatti della tipica cucina toscana, pranzo e a cena. Si rinnoverà anche l’appuntamento con la pizzeria con forno a legna, allestita come ogni anno all’interno del giardino comunale. Durante la manifestazione sarà possibile assistere a una serie di spettacoli, per giovani e meno giovani, sempre all’insegna dell’allegria.

Gran finale per Agrifiera

Prosegue fino al 1° maggio l’Agrifiera di Pontasserchio, che da 102 primavere sancisce “l’ufficiale entrata” della nuova stagione. La fiera vanta una nuova location, 200 espositori e più di 300 prodotti tipici da conoscere e degustare, collocati all’interno degli innumerevoli padiglioni. Infine, una sezione particolare dedicata ai bambini e alla fattoria didattica, tanti ospiti, musica, cene a tema e animazioni. La manifestazione, nata nel 1909 come fiera del bestiame, mantiene lo spirito della tradizione ma con tanti temi tradotti in esposizioni, convegni, agricoltura biologica e sociale, antichi mestieri, associazionismo, filiera corta, aree protette, tipizzazione, bioedilizia, risparmio energetico e tanto altro ancora. Due le aree di ristorazione: una dedicata alla solidarietà e l’altra alla cucina tipica toscana. Info: www.alteregofiere.com, 050.551037.

Donne d’Italia, la metà dell’Unità Tanti, ovviamente,

i piatti alla fragola, che si aggiungono alla possibilità di gustare questo frutto al naturale, oppure in macedonie, frullati e gelati: da provare, il risotto alla fragola, le scaloppine alla fragola, la macedonia di fragole e i dolci alle fragole. Fra gli eventi collaterali, musica con dj, piano bar, palloncini, trucco e giochi per bambini, esibizioni di scuole di ballo, e cabaret.

La festa è anche l’occasione per passare un tranquillo fine settimana lontano dallo stress della città, all’insegna della natura, dello stare insieme e anche del mangiar bene. Terriciola ha fra l’altro una tradizione antichissima ed è immersa nel paesaggio delle colline pisane, fra vigneti, uliveti, antichi casolari e cantine. Info: info@festivaldellafragola.it, www.festivaldellafragola.it.

È visibile fino al 26 giugno, nelle sale del Palazzo Blu di Pisa, la mostra “Donne d’Italia, la metà dell’Unità” dedicata a tutte coloro che, con la loro forza, hanno costituito quel terreno sul quale si è sviluppata la civiltà italiana. Tante le protagoniste: Cristina di Belgioioso, Rosa Motmasson, Anita Garibaldi, Elena Regina, Maria Montessori, Grazia Deledda, Matilde Serao, Anna Kuliscioff, Edda Ciano, Palma Bucarelli, Tina Anselmi, Nilde Jotti, Alda Merini, Rita Levi Montalcini, Oriana Fallaci e Ilaria Alpi. Il percorso espositivo si compone di una serie di sale nelle quali si succederanno immagini, fotografie, filmati, installazioni e interviste che vedranno le donne protagoniste nel lavoro, in guerra, nella politica, nelle conquiste, nel rapporto con se stesse e con il proprio corpo, nella costruzione del proprio futuro. Orari: dal martedì alla domenica dalle 10 alle 20; lunedì chiuso. Ingresso libero. Info: 050.916950, info@impegnoefuturo.it. Per gruppi e visite guidate: 050.28515.


Aquiloni in festa a San Miniato il 15 maggio la tradizionale festa fra voli, cortei e arte

i migliori maestri aquilonari, in grado di costruire gli aquiloni con le tecniche della tradizione toscana: canne di fiume, carta velina o carta di giornale, colla fatta con acqua, farina, spago naturale e tanta fantasia.

A

ppuntamento domenica 15 maggio con la tradizionale Festa degli aquiloni di San Miniato, arrivata quest’anno alla 43^ edizione. Sin dal mattino si leveranno in volo, dal prato della Rocca di Federico II, gli aquiloni di grandi e piccini, degli esperti e dei dilettanti che ogni anno accorrono a centinaia dalla Toscana e da altre regioni per partecipare a questa manifestazione. A San Miniato interverranno come sempre

Intorno alle 17 il cielo sarà colorato dal lancio di tre mongolfiere simboliche dalla piazza del Duomo, che affideranno al vento messaggi d’amore e di pace scritti dagli studenti. Coloro che ritroveranno le mongolfiere saranno ospiti dell’associazione alla manifestazione del prossimo anno. Inoltre, la sfilata del Corteo Storico nel centro del paese, con i personaggi che hanno fatto la storia della città, accompagnati dal rullo dei tamburini e delle chiarine. Ospiti di questa edizione saranno il Gruppo Musici e Sbandieratori della Contrada San Pierino di Fucecchio, che arricchiranno il programma degli eventi. Da non perdere anche l’asta pubblica durante la quale verranno battuti i dipinti su carta (dedicati sempre al tema degli aquiloni) che grandi autori contemporanei toscani donano ogni anno per contribuire a tenere in vita la manifestazione, permettendo anche così l’acquisto e la riparazione di vestiti e accessori per il corteo storico. La manifestazione è organizzata dal Comitato Manifestazioni Popolari di San Miniato. Per informazioni: 0571.360565, www.festadegliaquiloni.it.

Andrea Chenier

Sabato 7 maggio (ore 21), nella Sala Grande del Teatro Politeama di Cascina, andrà in scena la popolare opera lirica di Umberto Giordano “Andrea Chenier”, in una coproduzione dell’Acam-CascinaLirica e del Teatro dell’Opera di Livorno. Cavallo di battaglia di celebri cantanti quali Franco Corelli, Mario Del Monaco, Placido Domingo, l’opera vedrà protagonista il tenore Antonello Palombi (che curerà anche la regia), applaudito interprete in recenti produzioni di Aida, Il Tabarro e Pagliacci al Teatro alla Scala di Milano. Prevendita all’AcamCascinaLirica (via della Pace 17, Cascina), tutti i feriali dal 30 aprile al 6 maggio, dalle 15.30 alle 19. Il giorno dello spettacolo i biglietti saranno venduti alla biglietteria del Politeama. Info: 050.701655, www.operalivorno.it

Cerimonia a Pontasserchio

Sabato 7 maggio (ore 21), il Teatro Rossini di Pontasserchio (piazza Togliatti), vedrà in scena “Cerimonia” di Lorenzo Gleijases, con Anna Redi, Manolo Muoio e con lo stesso Gleijeses. “Cerimonia (per un negro assassinato)”, prodotto dal Teatro Stabile di Calabria, è un testo dello scrittore spagnolo Fernando Arrabal. Gli interpreti principali, costretti nello spazio claustrofobico di una stanza, non possono evitare di giocare al teatro, in una girandola di personaggi sorprendenti e stranianti, che nascono, si trasformano e scompaiono senza soluzione di continuità. Il lavoro è, da un lato, uno studio su una serie di artisti che non sono riusciti a coniugare la loro visione dell’arte con la vita quotidiana; dall’altro un’indagine sulle distorsioni grottesche della società dello spettacolo. Info: 050.744400, www.lacittadelteatro.it.


Anteprima 2012 all’Akua Keta

Grande chiusura della stagione con il Toga Party

A

kua keta si trova nel cuore del centro storico di Pisa, in via Sancasciani 8, ed è una discoteca punto di riferimento per l’intrattenimento notturno. Il locale prende il nome da un modo di dire, “acqua cheta” appunto, “una lenta corrente d’acqua, che si direbbe quasi senza movimento, ma i cui effetti si fanno sentire”. Celebre il proverbio: “l’acqua cheta rovina i ponti”.

Il locale Akua keta organizza compleanni, cerimonie, addio al nubilato/celibato, feste di laurea e molto altro. La discoteca è nata nel 1975 e, negli anni, ha visto passare ospiti illustri come Ceccherini, Johan-

L’Artilafo L’Artilafo, collocato a Pisa, in via San Martino 33, è rinomato per l’alta qualità dei prodotti alimentari e per la cantina di vini molto pregiati serviti da personale esperto. Il menù spazia dalle ricette tradizionali pisane e toscane all’alta cucina, una nouvelle cousine molto creativa. Tortino di zucca gialla con fonduta di

na Martes, Andrea Paci, Federico Scavo, ma anche vocalist a livello nazionale come Fargetta, Leo De Gas. L’Akua keta oggi è un locale polifunzionale: discoteca ma anche ristorante e pizzeria a partire dalle 21 su richiesta, con menù vario. Inoltre si presta bene come location per convention, feste private e molto altro. Giovedì 26 maggio si chiuderà la stagione dell’Akua Keta Club e per l’occasione verrà presentato in anteprima il calendario annuale 2012 del locale, realizzato quest’anno in Sardegna con le ragazze dell’Akua Keta. Inoltre, sempre giovedì 26, si svolgerà il “Toga party”, con i ragazzi mascherati con lenzuolo e corona d’alloro; resident dj Francesco Follati.

Altri appuntamenti per il mese di maggio si svolgeranno: giovedì 5, con una serata dedicata alla festa della facoltà di Economia (per tutti gli studenti di Economia l’ingresso è gratuito); giovedì12 maggio con la festa di Giurisprudenza e Farmacia (ingresso gratuito per tutti gli studenti di queste facoltà); giovedì 19 maggio con la festa di Ingegneria e degli Erasmus (ingresso omaggio per i ragazzi del progetto Erasmus e della facoltà di Ingegneria). Il sabato il locale propone una serata a ritmi di Samba e Picanha. Ingresso ballo dalle ore 23. Info: 373.7152308. caprino, mezze maniche al ragù di coniglio, controfiletto di vitellone, cacciucchino di seppioline stufate, anguille e fagioli cannellini, pancetta di vitella al forno, sono solo alcune specialità presenti nel menù. Aperto solo a cena; a pranzo esclusivamente su prenotazione. Chiuso la domenica. Info: www.lartilafo.it.

Borderline club

La musica dal vivo è la protagonista del Borderline Club di Pisa, in via Giuseppe Vernaccini. Stasera, venerdì 29 aprile, Saint and Sinners (Vision Divine – Labirinth) e domani, sabato 30 aprile, si esibirà Jeremy. Il 21 maggio nel locale sarà presente l’ex chitarrista dei Guns n’ Roses Gilby Clarke che si esibirà in concerto con i J27, rock band toscana. La programmazione spazia dal blues al jazz, dalla fusion al rock, dal pop al metal. Numerosi musicisti italiani ed internazionali si sono esibiti sul palco di questo locale. Info: borderlineclubpisa@yahoo.it.

La Riva

A Marina di Pisa si possono gustare le specialità di mare presso il ristorante La Riva. Nel menù ravioli all’arancia conditi con scampetti e mascarpone, antipasti di pesce fresco con germogli biologici, pesci nostrali al cartoccio e al sale, rana pescatrice al Chianti. Il ristorante si trova in via Padre Agostino 12 ed è aperto anche domenica primo maggio. Fino alla metà di maggio aperto anche a pranzo mercoledì, sabato e domenica, a partire dalla seconda metà del mese aperto sia a pranzo che a cena. Chiuso il lunedì. Info: 050.35983, www.ristorantelariva.it.


AGENDA

TuTTOMESE G L I EVEN T I A P O R T A T A

M

A

G

Al cinema col regista Tutti i lunedì di maggio il cinema Eden di Prato organizza, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune e con la Circoscrizione Centro, una rassegna dal titolo “Prato, l’Eden nel cinema” con cinque proiezioni che hanno come comune denominatore la città. Questo il programma: il 2 maggio “Cenci in Cina”; il 9 “Il piccolo diavolo”; il 16 “Donne con le gonne”; il 23 “Che ne sarà di noi”; il 30 “Non ci resta che piangere”. Inizio ore 21.30, a ingresso libero. Prima del film, dalle 19.30, apericinema al Bigonge Bar. Info: 0574.21857.

Bollani e l’Ort

Una “Divagazione su 319 corde” quella di cui saranno protagonisti l’11 maggio (ore 21.30) al Teatro Verdi di Montecatini Terme, Stefano Bollani e l’Orchestra della Toscana diretta da Mirko Guerrini. Un viaggio dalle sonorità classiche dell’orchestra mozartiana fino a quelle più moderne del Novecento europeo o delle avanguardie americane degli ultimi decenni. Info: www.tertroverdimontecatini.it.

Maggio a Massarosa

Un percorso storico gastronomico nella tradizione locale è in programma per il 1° maggio nell’oasi Lipu di Massaciuccoli (Lu), con la possibilità di partecipare a “La Brilla e il riso”. Doppio appuntamento con la storia al Padiglione espositivo Guglielmo Lera (via Pietra a Padule): sabato 14 (ore 16) con la conferenza “Memorie materiali e orali”, venerdì 20 (ore 16) con la visita guidata gratuita agli scavi dell’area archeologica Massaciuccoli romana. Info: info@massaciuccoliromana.it.

Il Maggio e l’Italia unita

Si alza il sipario sulla 74^ edizione del Maggio Musicale Fiorentino, quest’anno ricco come non mai, per festeggiare i 150 anni dell’Unità d’Italia. Ad aprile il Festival, un classico del Risorgimento: l’Aida di Verdi, per la regia di Ferzan Ozpetek, con le scene del premio Oscar Dante Ferretti e i costumi di Alessandro Lai. Alla direzione, il grande Zubin Mehta. Le repliche successive sono fissate per martedì 3 maggio (ore 20.30), sabato 7 (20.30), domenica 8 (15.30), martedì 10 (20.30) e

G

DI PA G IN A

I

O

giovedì 12 (20.30). Ricchissimo il programma del mese, fra concerti, opere contemporanee e iniziative per bambini. Info: www.maggiofiorentino.com.

Arte al femminile

Proseguono all’auditorium di San Micheletto a Lucca (ore 17.30) gli incontri dedicati all’arte contemporanea promossi dalla Fondazione Ragghianti. L’11 maggio spazio alle futuriste, mentre il 17 saranno protagoniste le interpreti delle ultime avanguardie come Marina Abramovic, Vanessa Beecroft, Jenny Holzer, Tania Bruguera. Info: 0583.467205, www.fondazioneragghianti.it.

Parco di San Silvestro

Tante iniziative, nelle domeniche di maggio nel Parco archeominerario di San Silvestro. Si comincia l’8 (ore 15) con “Mr Earle, un gentiluomo nelle miniere di Campiglia” una visita speciale nelle miniera del parco di San Silvestro. Il 15 tutti “Sulla via del corbezzolo”, attraverso le colline. “Dal Parco al borgo di Campiglia Marittima” è in programma il 22. Infine una giornata di “Trekking geologico” il 29 per conoscere la geologia del parco. Info: www.parchivaldicornia.it.

Megalopoli

A Firenze, alla galleria Otto di Olivia Toscani Rucellai (via maggio 43), dal 12 maggio al 31 luglio si terrà la mostra Megalopoli di Agneta Holst, storia di un’esposizione tra arte e design. In mostra oltre trenta opere che fanno parte della collezione di Agneta Holst, madre di Olivia, anima di Megalopoli, storica galleria-atelier di Milano. Info: 055.288977, www.ottoluogodellarte.it.

Trekking all’Elba

Il 30 aprile e 1° maggio, l’associazione Toscana Trekking organizza un suggestivo fine settimana alla scoperta della realtà mineraria dell’isola d’Elba. In programma anche la visita alla straordinaria Miniera del Ginevro l’unica in sottosuolo dell’Elba, con gallerie fino a -54 metri sotto il livello del mare e il suo museo sulla storia dei minatori. Info: 347.7922453, www.toscanatrekking.it.

From Russia with love

Arriva a Pietrasanta (Lu) “From Russia with love”, evento curato da Alessandro Romanini e dedicato all’espressione artistica russa contemporanea. Nell’antico complesso di Sant’Agostino e in piazza del Duomo, fino al 29 maggio, pitture, sculture, filmati e fotografie degli artisti russi del momento, il collettivo AES+F e il duo Dubossarsky Vinogradov. Il percorso è completato nell’adiacente Palazzo Panichi dai lavori di giovani talenti russi. Orario: tutti i giorni dalle 16 alle 19, chiuso il lunedì. Ingresso libero. Info: 0584.283375.

Quanto Basta a Piombino

Arriva a Piombino dal 24 al 28 maggio la seconda edizione di “Quanto Basta. Festival dell’economia ecologica”. Ospite d’eccezione della manifestazione sarà Amartya Sen, premio Nobel per l’economia nel 1998. Info: www.quantobastafestival.it.

OGNI MESE ALL’INTERNO DEL TUO QUOTIDIANO

Segnala i tuoi eventi a: livein@etaoin.it progetto grafico kidstudio Firenze

Live in PISA - maggio 2011  

Eventi e spettacoli in città e provincia

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you