Issuu on Google+

2008

Con il contributo di: Ministero per i Beni e le AttivitĂ  Culturali Regione Toscana Provincia di Firenze Comune di Firenze Comune di Bagno a Ripoli

quarta edizione

Comune di Barberino di Mugello Comune di Calenzano Comune di Campi Bisenzio Comune di S. Casciano Val di Pesa Comune di Scandicci Comune di Sesto Fiorentino


Dove si trova PassTeatri PassTeatri è in vendita a € 48 a partire dal 1 dicembre 2007 presso: Edicole

Circuito Box Office via Alamanni 39 Aci - Firenze viale Amendola 36 Arci piazza dei Ciompi 1 Dischi Fenice via Santa Reparata 8b Filistrucchi via Giuseppe Verdi 9 Libreria Edison piazza della Repubblica 27r Libreria Florida via Corridoni 32r Libreria Melbookstore via dei Cerretani 16r

Comune di Firenze Nincheri p.zza Dalmazia Felloni Cristiano via dello Satuto Il Chioschetto p.zza Libertà Edicola S. Marco p.zza S. Marco Pinzauti via Martelli Edicola p.zza Stazione piazza Stazione (lato Lazzi) Mignolli p.zza delle Cure G & P di Galli Alberto &co snc p.zza Beccaria Lusi Uri via Aretina 155r Edicola Porta Romana p.zza Porta Romana Martelli Mauro via Quintino Sella Parri Enrico p.zza S. Firenze Edicola La Bottega del Tab. C. Comm. Coop, Ponte a Greve

Comune di Bagno a Ripoli Tozzetti p.zza Umberto I, Grassina Comune di Campi Bisenzio Matteini C. Comm. I Gigli Comune di Impruneta Edicola Il Ponte di Perini via G. di Vittorio, Tavarnuzze Comune di Sesto Fiorentino Il Trifoglio C. Comm. Ipercoop Edicola Camporella viale I maggio 318 Comune di San Casciano Guidetti p.zza Zannoni 9 PassTeatri è in vendita inoltre nei teatri che aderiscono all’iniziativa (si veda pp. 40-41 per ulteriori informazioni).


Come si usa PassTeatri d. L’abbonamento è cedibile (può essere quindi a. Ciascuno dei teatri che ha aderito a PassTeatri ha

selezionato tre proposte scelte fra le migliori della propria programmazione. b. Acquistando PassTeatri l’abbonato ha la possibilità

di scegliere, su un’offerta complessiva di più di 40 proposte, 6 spettacoli al prezzo complessivo di € 48. c. Oltre ai 6 spettacoli messi a disposizione, il Teatro

del Maggio Musicale Fiorentino offre a tutti gli abbonati PassTeatri l’opportunità di acquistare i biglietti per tutte le recite di concerti e balletti, e per l’opera “Fedra”, nelle date indicate, al prezzo speciale di 10 euro presentando la tessera di abbonamento esclusivamente alla biglietteria del Teatro Comunale (si veda pag. 35 per ulteriori informazioni).

utilizzato da persone diverse), ma deve essere necessariamente consumato in 6 diversi teatri. e. Il coupon, provvisto di un’apposita etichetta in

carta termica, costituisce valore fiscale e deve essere mostrato al momento del ritiro del biglietto presso la biglietteria del teatro. Non è prevista forma di rimborso in caso di furto o smarrimento.

Il calendario degli spettacoli potrà subire variazioni. In tal caso l’abbonato potrà assistere ad un altro spettacolo indicato dal teatro stesso. Si consiglia a garanzia degli abbonati di consultare i quotidiani per le date esatte di programmazione.

f. L’abbonato, una volta scelto lo spettacolo al quale

intende assistere, è tenuto a prendere visione delle modalità di prenotazione e di ritiro biglietti così come indicate dal teatro stesso all’interno del depliant. g. In caso di prenotazione telefonica, la sera dello

spettacolo l’abbonato dovrà presentarsi alla biglietteria, con l’abbonamento in corso di validità, e ritirare in quella sede il biglietto corrispondente.

Per informazioni: Firenze dei Teatri tel 055 2779362 info@firenzedeiteatri.it www.firenzedeiteatri.it


Assessori area metropolitana

Firenze dei Teatri

Come rappresentanti delle istituzioni locali salutiamo con piacere la 4a edizione di PassTeatri, uno strumento per avvicinare un pubblico curioso all’offerta teatrale del nostro territorio. Con la diversità delle sue proposte, il numero crescente di sale e generi teatrali che contiene, è uno strumento per semplificare e sostenere la partecipazione di fasce sempre più ampie di cittadini alla vita culturale e civile del nostro territorio. Con PassTeatri, anche per questa stagione, vedremo nuovi spettacoli, conosceremo meglio i nostri teatri e incontreremo altri spettatori.

Presentare la 4a edizione di PassTeatri è l’occasione per l’Associazione e per me di fare un bilancio di questi anni di lavoro e impegno. Credere in un progetto di collaborazione fra così tanti teatri, investire sulla diversità e sul territorio, tessere relazioni e scambi con quanti lavorano per la cultura e il teatro rappresentano la sfida quotidiana di Firenze dei Teatri. Continuiamo a raccogliere questa sfida nella convinzione che la grande responsabilità, di chi si impegna a servire la comunità umana nell’ambito culturale, sia unire la costante ricerca della qualità dell’espressione artistica ad efficaci strumenti e nuove formule gestionali, per una comunicazione chiara e precisa nei confronti di quel pubblico che è sempre il referente ultimo del nostro lavoro. Ringrazio gli Assessorati alla Cultura della Provincia e del Comune di Firenze, senza il loro sostegno economico e quello dei 15 teatri aderenti, non sarebbe possibile promuovere questo abbonamento a condizioni economiche così vantaggiose. È un invito a teatro: perché ancora oggi, colui a cui spetta il ruolo della finzione sul palcoscenico, è spesso chiamato a esprimere quella domanda sul senso vero ed ultimo del nostro essere e del nostro agire.

Giovanna Cornaro Folonari Assessore alla Cultura - Provincia di Firenze Giovanni Gozzini Assessore alla Cultura - Comune di Firenze Silvia Tacconi Assessore alla Cultura - Comune di Bagno a Ripoli Anna Borgini Assessore alla Cultura - Comune di Barberino di Mugello Alessio Martinelli Assessore alla Cultura - Comune di Calenzano Emiliano Fossi Assessore alla Cultura - Comune di Campi Bisenzio Veronica Cei Assessore alla Cultura - Comune di San Casciano Val di Pesa Aldo Frangioni Presidente Istituzione Scandicci Cultura - Comune di Scandicci Alfredo de Girolamo Presidente Sesto Idee - Comune di Sesto Fiorentino

Enrica Maria Paoletti Presidente Firenze dei Teatri


INDICE

Comune di Bagno a Ripoli 20

Teatro Comunale di Antella

Comune di Barberino di Mugello 22 3 4

Come si usa Presentazioni Comune di Firenze

6

Teatro Cantiere Florida

8

Teatro di Cestello

10

Teatro Everest

12

Teatro della Pergola

14

Teatro Puccini

16

Teatro di Rifredi

18

Teatro Verdi - Orchestra della Toscana

24 26 28 30 32 34 36 40

Teatro Comunale Corsini

Comune di Calenzano

Teatro Manzoni

Comune di Campi Bisenzio Teatro Dante

Comune di San Casciano Val di Pesa Teatro Niccolini

Comune di Scandicci

Teatro Studio

Comune di Sesto Fiorentino

Teatro della Limonaia

Spettacoli fuori abbonamento

Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

Calendario Riferimenti dei teatri

7


TEATRO CANTIERE FLORIDA

sabato 16 febbraio

Teatro Stabile delle Marche in collaborazione con Sensi Piceni/ Provincia di Ascoli Piceno e Amat

Erodiade

di Giovanni Testori interpretato e messo in scena da Iaia Forte aiuto regia Clara Gebbia e Tommaso Ragno

A colpire Giovanni Testori nella vicenda dell’uccisione di Giovanni Battista, è soprattutto la figura di Erodiade, madre di Salomé. È stata lei stessa a spingere la figlia Salomé tra le braccia di Erode e a chiederle la testa di Giovanni, colpevole di aver rifiutato il suo amore. Completamente identificata nella sua passione impossibile, Erodiade sfida il Dio carnale di Giovanni e cerca la morte in scena.

sabato 29 marzo

MG produzioni teatrali

Hospitality Suite di Roger Rueff

Novità assoluta per l’Italia: Hospitality Suite di Roger Rueff, che ha firmato anche la trasposizione cinematografica portata sul grande schermo da Kevin Spacey e Danny De Vito con il titolo “The Big Kahuna”. Tutto in una giornata e tutto in una stanza, per l’esattezza la suite di un anonimo hotel. Nel lento fluire di una giornata, tre venditori di lubrificanti, Phil e Larry, amici di vecchia data, e Bob, il giovane, la “matricola”, si ritrovano in una stanza d’albergo in attesa dell’affare della loro vita, quello che li porterà a fare, finalmente, il grande salto.


TEATRO CANTIERE FLORIDA

venerdì 11 e sabato 12 aprile

Teatro degli Incamminati

Finale di partita

di Samuel Beckett regia di Franco Branciaroli

Con Finale di partita, pubblicata nel 1957 in francese col titolo “Fin de partie” e tradotta dall’autore stesso in inglese l’anno successivo come Endgame, Beckett esplora la situazione dell’uomo moderno, presentandola come ultimo stadio di una regressione inarrestabile: la fine è già stata superata. Impegnato nel doppio ruolo di interprete e regista, Franco Branciaroli mette in rilievo soprattutto la dimensione tragicomica dell’opera beckettiana. Una dimensione particolarmente congeniale alla sua recitazione e che perfettamente si attaglia a quella che è, per dichiarazione dello stesso Beckett, la battuta e la sintesi principale del testo, ovvero: niente è più comico dell’infelicità.

Il Teatro Cantiere Florida riapre nel 2002 completamente ristrutturato da Elsinor Teatro Stabile d’Innovazione. La programmazione di spettacoli, laboratori e ricerca teatrale, intende valorizzare la cultura teatrale proponendo spettacoli di forte impatto e di immediata comunicazione con una marcata preferenza per gli spettacoli che nascono dalla contaminazione e dalla complementarietà di diverse forme artistiche. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

I posti potranno essere prenotati fino a 2 ore prima dello spettacolo con indicazione del nome a cui riservare i biglietti e il numero del proprio abbonamento (tel 055 7135357 - cantiere.florida@elsinor.net). Il biglietto potrà essere ritirato alla cassa del teatro la sera dello spettacolo. L’ingresso è sempre garantito salvo esaurimento posti disponibili.

orario spettacoli ore 21.00 Via Pisana 111r, Firenze - tel 055 7135357 - fax 055 7131781 www.elsinor.net - cantiere.florida@elsinor.net

9


TEATRO DI CESTELLO

sabato 2 e domenica 3 sabato 9 e domenica 10 sabato 16 e domenica 17 febbraio

Il Mercante di Venezia

di William Shakespeare regia di Lorenzo Degl’Innocenti

Questa stagione segna una nostra piccola celebrazione: 15 anni di gestione del Teatro di Cestello da parte della Compagnia del Cenacolo dei Giovani. Quindi una riproposizione di 5 spettacoli di cui 3 che entrano a far parte di PassTeatri, uno per ogni genere da noi toccato. Per il teatro classico “Il Mercante di Venezia”, andato in scena con grande successo nella stagione 2002/2003 è qui riproposto da Lorenzo Degl’Innocenti, un artista fiorentino ormai trapiantato a Roma da molti anni, che lavora in campo cinematografico e televisivo, ma conserva un grande amore per la sua radice vera: il teatro.

sabato 1 e domenica 2 sabato 8 e domenica 9 sabato 15 e domenica 16 marzo

Stasera Grande Rivista

Una notte sul Nilo

di Oreste Pelagatti regia di Rosario Campisi

Un testo di Oreste Pelagatti che omaggia il teatro di Rivista che, soprattutto negli anni della seconda guerra mondiale, rappresentò un modo per sognare, per distogliere il pensiero dalla crudeltà della guerra. La vicenda si svolge in un teatro di Roma durante l’occupazione, dove per una serata per le truppe tedesche viene reclutata una scalcinata compagnia di rivista. Quindi l’arrivo della compagnia, le prove, il varietà e un clamoroso colpo di scena che chiuderà lo spettacolo.


TEATRO DI CESTELLO

sabato 19 e domenica 20 sabato 26 e domenica 27 aprile sabato 3 e domenica 4 maggio

I’ pateracchio

di Ferdinando Paolieri regia di Giorgio Ceccarelli

In scena la ripresa della bella commedia in vernacolo di Paolieri che ci parla della campagna imprunetina, con il suo affascinante linguaggio arcaico dei primi del ‘900. L’affresco di una patriarcale famiglia di mezzadri, che devono stare attenti a tutto, dalle mucche che stanno male al veterinario improvvisato, fino alla figlia insidiata dal Padroncino e agli intrallazzi del fattore.

Una sala, vecchie poltroncine in legno, un sipario di velluto rosso. Dietro, il palcoscenico. Piccolo, infelice. Ma come tutti gli spazi scenici, vive. Vive e produce. In media 5 spettacoli a stagione, sia in lingua che in vernacolo. Il vernacolo che è la lingua toscana di Macchiavelli, Michelangelo Buonarroti il Giovane, G. B. Gelli, L’Abate Zannoni, Augusto Novelli e poi i classici del grande teatro. Facciamo teatro classico noi, un po’ all’antica se si vuole, senza dire niente di nuovo ma con una importante pretesa… divertire il nostro pubblico. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

I posti possono essere prenotati al numero 055 294609 (Teatro di Cestello), lasciando un messaggio in segreteria e specificando che siete abbonati PassTeatri, sarete ricontattati. La prenotazione va fatta entro le 13.00 del giovedì precedente allo spettacolo scelto e il biglietto deve essere ritirato alla cassa mezz’ora prima dello spettacolo. Ulteriori informazioni presso la nostra segreteria.

orario spettacoli feriale e prefestivo ore 21.00, festivi ore 16.30 Piazza di Cestello 4, Firenze - tel 055 294609 www.teatrodicestello.it - teatrocestello@hotmail.com

11


TEATRO EVEREST venerdì 25 e sabato 26 gennaio

Compagnia Katzenmacher

Il teaTro comico

di Carlo Goldoni elaborazione drammaturgica e regia di Alfonso Santagata con Alfonso Santagata, Antonio Alveario, Rossana Gay, Johnny Lodi, Massimiliano Poli

“Goldoni scrive la genesi d’una rappresentazione, uno spaccato di vita di una compagnia di comici alle prese con l’esigenza avvertita di dare soluzioni diverse e nuove ai problemi che incontrano nella pratica quotidiana di palcoscenico, ma dove l’attore è portavoce fedele dell’autore e basta. La vita interiore d’una compagnia è il disordine delle idee e degli ideali, sono le diverse visioni. Affronterò Goldoni da straniero, senza andare contro ma reinventando quel suo mondo perché abbia le pulsioni di oggi; ogni artista ricrea un mondo, a suo modo trasfigurandolo”. ALFONSO SANTAGATA

martedì 26 e mercoledì 27 febbraio

Casa degli Alfieri

Kohlhaas

con Marco Baliani di Remo Rostagno e Marco Baliani tratto da “Michael Kohlhaas” di Heinrich von Kleist

“È stata una sfida bella e difficile trasferire in narrazione e parola orale un universo così lontano e complesso come quello della parola scritta di von Kleist. Con Remo Rostagno, ci siamo messi alla ricerca di una nuova forma ove far precipitare l’anima della vicenda, che fin dall’inizio ci aveva affascinato. Le domande senza risposta, che solleva la storia di Kohlhaas (cos’è la giustizia, quella umana e quella divina, e come può l’individuo ricomporre l’ingiustizia) fanno parte profondamente dei percorsi della mia generazione, quella segnata dal numero di riconoscimento ’68.” MARCO BALIANI


TEATRO EVEREST

venerdì 18 e sabato 19 aprile

Compagnia Teatri Possibili

Otello

di W. Shakespeare regia di Corrado d’Elia con Marco Brancato, Andrea Brancone, Corrado d’Elia, Dominique Evoli, Gustavo La Volpe, Roberta Mandelli, Fabio Paroni, Elisa Pella, Marco Pieralisi

Otello è per noi un autentico viaggio onirico sospeso tra sogno e realtà, cadenzato da continui risvegli, in un limbo dove incubo e reale sono la stessa cosa. Una non-scenografia, in cui si svolge la tragedia evocano vischiose trappole dell’anima, magiche polle sorgive cui attingere la forza per realizzare le trame di Iago. Il sociale è cancellato: non c’è Venezia, non c’è Cipro, solo sentimenti estremi che si aggrovigliano in una scatola di incubi. Otello, vittima sacrificale e carnefice assassino è divorato dal dubbio e dall’ansia della possibilità totale, che corrode e offusca ogni certezza d’amore: tutto può essere una cosa e anche l’opposta. Sulla linea di confine tra ombra e luce, è labile il confine tra bene e male, tra “onesto” e “disonesto” e si consuma e si vanifica parallelamente il trionfo dell’amore e quello dell’odio. Intorno a tutto questo abbiamo costruito i silenzi, le attese e le tensioni. Uno spettacolo visionario, carnale, ma asciutto e diretto che restituisce al testo di Shakespeare originalità e ritmo, poesia e colore alla continua ricerca di un teatro di “misura”.

Il Teatro Everest vara la sua quinta stagione. Giovane, attento alla contemporaneità e alle emergenze della scena, il Teatro Everest conferma la sua vocazione di spazio aperto ai nuovi talenti del teatro italiano, senza rinunciare a un rapporto stretto col proprio territorio e le sue professionalità artistiche. Una proposta che guarda oltre le convenzioni e i soliti volti... La giovane sala propone un percorso alla ricerca del nuovo teatro, occasione per incontrare quella nuova generazione di artisti che rappresenta la voce del teatro di oggi. Uno sguardo alla drammaturgia che privilegia la scrittura d’autore. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

I posti devono essere prenotati allo 055 2321754 (in assenza di operatore lasciare messaggio in segreteria) specificando di essere abbonati PassTeatri, ed indicando il codice di abbonamento, oppure inviando una mail all’indirizzo info@teatroeverest.it. La prenotazione va fatta entro le ore 12 del giorno della data prescelta. Il biglietto potrà essere ritirato alla cassa del teatro 30 minuti prima dello spettacolo. orario spettacoli ore 21.00, domenica ore 16.30 Via Volterrana 4b, Firenze - tel/fax 055 2321754 www.teatroeverest.it - info@teatroeverest.it

13


TEATRO DELLA PERGOLA

“Romolo il grande” è uno dei lavori teatrali di Dürrenmatt più comici e insieme più pessimistici. Il Romolo di Dürrenmatt è un uomo di mezza età cui la Storia attribuisce il compito di praticare l’eutanasia ad un impero ormai da martedì 15 agonizzante, perché minato dalla corruzioa domenica 20 gennaio ne morale e politica. Di Romolo vanno colte Doppiaeffe l’ironia e l’autoironia che, in ogni tempo e in Romolo ogni luogo sono le difese più efficaci contro il grande la disperazione e il senso d’impotenza. Una commedia storica che non si attiene alla storia di Friedrich Dürrenmatt traduzione Aloisio Rendi regia Roberto Guicciardini con Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini

da martedì 19 a domenica 24 febbraio

Noctivagus Produzioni Teatrali

Due partite

di Cristina Comencini con Sara Bertelà, Stefania Felicioli, Susanna Marcomeni, Chiara Noschese regia Cristina Comencini

Anni sessanta, quattro donne giocano a carte in una casa. Ogni giovedì, da molti anni, si riuniscono per fare una partita, chiacchierare, passare il pomeriggio. Portano con sé le loro bambine che giocano nella stanza accanto. Secondo atto oggi; quattro donne s’incontrano in un’altra casa, sono vestite di scuro. Si sono riunite dopo il funerale di una delle loro madri che si è suicidata. Capiamo che sono quelle bambine che nel primo atto giocavano nella stanza accanto…


TEATRO DELLA PERGOLA

da martedì 25 a domenica 30 marzo

Compagnia Grande Profilo

I 39 scalini di John Buchan regia Maria Aitken con Franco Oppini, Nini Salerno, Urbano Barberini e Barbara Terrinoni

Tratto dall’avvincente giallo di John Buchan “I 39 scalini” è impresso nella memoria collettiva grazie al memorabile film di Alfred Hitchocock del 1935. La vicenda si svolge a Londra. Durante uno spettacolo teatrale Richard Hannay, un giovane canadese, incontra una donna che gli chiede di ospitarla a casa sua. La donna confessa a Richard di essere una spia, ma la notte stessa verrà assassinata con un coltello piantato nella schiena da alcuni individui penetrati nella casa…

Inaugurato nel 1657, il Teatro della Pergola rappresenta uno dei primi esempi di “sala all’italiana”. Per lungo tempo teatro di corte, nell’ottocento divenne tempio dell’opera lirica e ospitò le opere dei maggiori compositori, da Bellini a Verdi, per convertirsi successivamente al grande teatro di prosa. Dichiarato monumento nazionale nel 1925, è di proprietà dell’Ente Teatrale Italiano dal 1942. Ospita oggi ricche e articolate stagioni di prosa, che privilegiano i grandi classici della scena ma anche la nuova drammaturgia nel Saloncino, ridotto del teatro. MODALITÀ DI RITIRO

Sistemazione preferenziale: galleria. Non è possibile prenotare telefonicamente. I biglietti, fino ad esaurimento dei posti disponibili, si ritirano presso lla biglietteria del teatro via della Pergola 30 a partire dal martedì della settimana precedente il debutto dello spettacolo.

orario spettacoli feriali ore 20.45, domenica ore 15.45 (lunedì riposo) Via della Pergola 12/32, Firenze - tel 055 22641 - fax 055 2264350 www.pergola.firenze.it - pubblico@pergola.firenze.it

15


TEATRO PUCCINI venerdì 25 e sabato 26 gennaio

Terry Chegia

A qualcuno piace carta

di e con Ennio Marchetto e Sosthen Hennekam

venerdì 25 a fine spettacolo degustazione gratuita di Chianti Classico su prenotazione: 055 362067

Ennio Marchetto è un artista unico. In quasi 15 anni di carriera è stato alla ribalta dei palcoscenici più prestigiosi del mondo. Non è facile spiegare esattamente cosa succede durante un suo spettacolo. Ci sono dei costumi di carta che raffigurano grandi personaggi italiani e stranieri; dietro c’è lui, straordinario performer, a dar vita ai costumi ripetendo movenze e tic dei personaggi con effetti esilaranti. Come i più grandi trasformisti, la forza dello spettacolo sta nella straordinaria velocità con cui Ennio Marchetto muove i costumi, li apre, aggiunge particolari disegnati, e parrucche di carta: Whitney Houston, Tina Turner, Luciano Pavarotti, Mina, Liza Minelli, Marilyn Monroe, Lucio Dalla, Vasco Rossi, Madonna, sono solo alcuni dei 150 costumi a cui da vita Marchetto in uno spettacolo che è una vera Babilonia di musica teatro e creatività.

venerdì 14 e sabato 15 marzo

Marangoni Spettacoli

Prossime aperture

di e con Andrea Rivera e con Lisa Lelli e la partecipazione del polistrumentista Matteo D’Incà

Sul palco si ripercorre la carriera di Rivera, anche attraverso filmati che lo riprendono in azione proprio a Trastevere, alle prese con passanti, turisti e 26 denunce per “disturbo della mente pubblica”. Tra monologhi, video-interviste (“piacere sono Paul, exit Paul”) e canzoni, ce n’è decisamente per tutti: dagli operai di oggi (“molti di voi non hanno più la coscienza di classe… però vogliono la classe A senza coscienza…”) ai politici (“caro compagno ti sei mangiato i nostri ideali altro che i bambini…”), alle subrettine dalla carriera facile (“vedrai cara dopo tre film imparerai la dizione”) sino a cercar di capire se la libertà ormai l’abbiamo rinchiusa in un salario o se la vera felicità è riscoprire la visione infantile di un mondo “dove il cavaliere sia inesistente e dove non ci sia una lega, ma 20000 leghe… si… ma sotto i mari…”


TEATRO PUCCINI

mercoledì 16 e giovedì 17 aprile

Zauberteatro in collaborazione con Tedadì98

Scintille futuriste

testi del Teatro Sintetico Futurista scelti da Mario Verdone ideazione e regia dello spettacolo di Sandro Carotti

“Il Teatro Futurista rifiuta la logica formale, la verosimiglianza, la gradevolezza esteriore: alogico, antigrazioso, sono i termini più amati della scuola marinettiana ed erano una pungente intenzione contro il “buonsenso borghese”… …Lo spettacolo “Scintille Futuriste” vuol ricreare lo spirito beffardo e lo stile provocatorio dei primi futuristi che animavano queste performances ma con una coscienza critica e storica moderna e con mezzi teatrali e idee che suppliscono a certe carenze tecniche e artistiche della messa in scena dell’epoca...

Il Teatro Puccini fu inaugurato come Teatro del Dopolavoro dei Monopoli di Stato il 4 novembre 1940. Dal 1991 la programmazione del Teatro Puccini può essere semplificata nella formula “Teatro stabile della satira e della contaminazione dei generi”. Un palcoscenico che ha sempre lasciato spazio alla presenza di “indomiti satiri” e “comici irriverenti”, aprendosi poi verso stimolanti confronti con autori e attori della nuova drammaturgia. Negli ultimi anni il teatro, che ha visto la direzione artistica di Staino, Bisio e Benvenuti, ha ospitato spettacoli e artisti di indiscussa qualità che hanno reso questo palcoscenico il teatro “off ” di Firenze. MODALITÀ DI RITIRO

I biglietti, fino ad esaurimento posti disponibili, si ritirano presso il Teatro Puccini in orario di apertura di biglietteria e fino alle ore 19.00 del giorno dello spettacolo prescelto. Orario di biglietteria: dal lunedì al venerdì 15.30-19.00 e il sabato 10.0013.00 e 15.30-19.00. Informazioni: 055 362067 - biglietteria@teatropuccini.it orario spettacoli ore 21.00 Via delle Cascine 41, Firenze - tel 055 331666 - fax 055 331108 www.teatropuccini.it - info@teatropuccini.it

17


TEATRO di rifredi

Un cabaret matematico! Come dire: Einstein sul palco di Zelig. Un’opera curiosa dove la matematica si diverte ad apparire nelle più impensate pieghe di una banale giornata gastronomica di due giovanotti: l’aitante matematico Gianni e l’imbranato letterato da giovedì 31 gennaio Pinotto che però si ritiene un principe dei a domenica 3 febbraio fornelli. Una gustosa ricetta per tutti quelli Pupi e Fresedde – Teatro di Rifredi che la matematica hanno sempre stentato La matematica a digerirla.

in cucina

dall’omonimo libro del prof. Enrico Giusti riduzione e regia di Angelo Savelli con Andrea Muzzi e Andrea Bruno Savelli in collaborazione con il Giardino di Archimede un Museo per la Matematica e Fondazione Carlo Marchi

da giovedì 7 a sabato 16 febbraio

PRIMA NAZIONALE Pupi e Fresedde – Teatro di Rifredi

IL DIARIO DI EVA

Fortunosamente ritrovato nel giardino della signora Darwin dal signor Mark Twain testo e regia di Angelo Savelli con Lucia Poli, Stefano Gragnani scene e costumi Mirco Rocchi

Affidato all’estro di Lucia Poli, attrice brillante e sagace, lo spettacolo è ispirato al delizioso “Diario di Adamo ed Eva”, con cui Mark Twain sembra reagire con ironia al clima pesantemente antidarwiniano scatenatosi nella puritana America degli inizi del ‘900, dove si apre una guerra di religione tra evoluzionisti e creazionisti che, incredibile a dirsi, dura tutt’oggi anche dalle nostre parti.


TEATRO DI RIFREDI

da giovedì 6 a domenica 9 marzo

PRIMA NAZIONALE Pupi e Fresedde – Teatro di Rifredi

ILIADE

La nostra Iliade racconta l’ira degli eroi, l’invidia degli dei, la passione degli umani. Racconta la “madre di tutte le guerre”, di quelle, tutte uguali, combattute poi in ogni luogo e tempo. Racconta il nascere dello scontro tra Oriente ed Occidente che prolunga la sua ombra funesta fino ai nostri giorni. Ma racconta anche l’archetipo dell’assedio che, con quello del viaggio nell’Odissea, è alla base della nostra cultura europea.

Il Teatro di Rifredi è sede della compagnia Pupi e Fresedde da più di ventanni. Il cartellone è fortemente connotato dalle produzioni Pupi e Fresedde, dalla presenza delle migliori compagnie toscane e da importanti ospitalità internazionali. Rilevante è inoltre l’attività produttiva e progettuale rivolta al mondo della scuola. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

I biglietti dovranno essere ritirati presso la cassa del Teatro dal lunedì al sabato dalle ore 16.00 alle ore 19.00. L’ingresso è sempre garantito salvo esaurimento posti disponibili.

19

Il canto della città assediata adattamento di Angelo Savelli regia di Andrea Bruno Savelli

orario spettacoli feriali ore 21.00, domenica ore 16.30 Via Vittorio Emanuele 303, Firenze - tel 055 4220361-2 - fax 055 4221453 www.toscanateatro.it - staff@toscanateatro.it


teatro verdi - orchestra della toscana

Brani dalle pregevoli caratteristiche e dallo stile estremamente raffinato compongono il programma diretto da un grande come Eliahu Inbal. Un autentico mosaico che dall’Idillio di Sigfrido di Wagner passando dalle tonalità incandescenti dell’Incompiuta venerdì 28 marzo di Schubert trova la sua forza propulsiva ELIAHU INBAL finale nell’atmosfera incantata di Verklärte Direttore Nacht, il capolavoro del giovane Schönberg. WAGNER Siegfried-Idyll SCHUBERT Sinfonia “Incompiuta” D.759 SCHÖNBERG Verklärte Nacht

giovedì 17 aprile

GIOVANNI SOLLIMA

Direttore e violoncellista violoncellista Luca Provenzani SOLLIMA Heil I - BOCCHERINI Concerto n.3 per violoncello e archi - SOLLIMA Brano dai Pink Floyd, L. B. Files, versione per archi, Violoncelles, vibrez per due violoncelli e archi - PIATTI Air Baskyrs, per violoncello e archi, Serenata, versione per due violoncelli e archi

Ritratto d’autore di segno inconfondibile: Giovanni Sollima musicista esplosivo, violoncellista e compositore, amante della musica classica e barocca, della musica di Jimi Hendrix e dei Pink Floyd, partner di Martha Argerich e anche di Patty Smith. Solista di straordinaria statura, a suo completo agio sul podio, presenta con la formazione toscana un programma che accosta Boccherini e Piatti alle sue composizioni, e tra queste l’ormai nota Violoncelles, vibrez con Luca Provenzani, eccellente primo violoncellista dell’ORT.


ORCHESTRA DELLA TOSCANA

giovedì 15 maggio

GIULIANO CARMIGNOLA

Direttore e violinista MOZART Lucio Silla K.135, ouverture Concerto per violino e orchestra, K.216 HAYDN Concerto n. 1 per violino e orchestra, Sinfonia Hob. I:53, “Impériale”

Tra i solisti fuori classe sul podio spicca in stagione Giuliano Carmignola. La sua sensibilità di musicista e di violinista ci conduce al classicismo viennese: in programma la luminosità mozartiana del Concerto K. 216 per violino e orchestra accostata alla Sinfonia Imperiale e al Primo Concerto di Haydn.

Fondata nel 1980, l’ORT ha sede al Teatro Verdi di Firenze e oggi è considerata una tra le migliori orchestre da camera in Italia. È formata da 45 musicisti, tutti professionisti eccellenti che sono stati applauditi nei più importanti teatri italiani (dal Teatro alla Scala, all’Auditorium del Lingotto di Torino, all’Accademia di Santa Cecilia di Roma) e nelle più importanti sale europee e d’oltreoceano: dall’Auditorio Nacional de Madrid alla Carnegie Hall di New York. La sua storia artistica è segnata dalla presenza di musicisti illustri, primo fra tutti Luciano Berio. Incide per Emi, Ricordi e Agorà. Attualmente il direttore artistico è Aldo Bennici. MODALITÀ DI ADESIONE

I posti dovranno essere prenotati entro il giorno precedente alla data prescelta, telefonando alla biglietteria del Teatro dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19 (dal lunedì al sabato) ai numeri 055 212320 e 055 2396242 o per e-mail all’indirizzo prenotazioni@orchestradellatoscana.it

orario spettacoli ore 21.00 Via Ghibellina 99, Firenze - tel 055 212320 - 055 2396242 - fax 055 288417 www.orchestradellatoscana.it - info@orchestradellatoscana.it

21


TEATRO COMUNALE DI ANTELLA

Per celebrare il Giorno della Memoria, la Pieve di S. Maria all’Antella accoglie la grande musica. Il primo violoncello dell’Orchestra della Toscana, Luca Provenzani, accompagnato dall’Agimus e diretto da Carlomoreno Volpini, esegue musiche di Bartok, Tchaidomenica 27 gennaio kowsky oltre ai brani di Shostakovich scritti Giorno della memoria per le vittime della guerra e del nazismo. PIEVE DI S. MARIA ALL’ANTELLA

CONCERTO

orchestra AgimusArte direttore Carlomoreno Volpini violoncello Luca Provenzani musiche di Shostakovich, Bartok, Tchaikowsky

venerdì 1 e sabato 2 febbraio

Quartetto Euphoria

RADIO EUPHORIA Così è la vita… drammaturgia e testi Francesco Niccolini arrangiamenti Danilo Madonìa, Fabio Gurian, Marc Teitler collaborazione ai testi Andrea Chesi aiuto regia Roberto Aldorasi regia Enzo Toma

“Benvenuti, signore e signori, benvenuti sulle frequenze di Radio Euphoria”: dentro una radio. È come essere in un film di fantascienza, ma invece di viaggiare dentro un corpo umano, oggi si viaggia dentro una radio. Quattro improbabili personaggi daranno vita a questo universo caleidoscopico, fatto di schizofrenia e musica, schizofrenia e informazione, schizofrenia e basta.


TEATRO COMUNALE DI ANTELLA

da giovedì 14 febbraio a domenica 9 marzo

(esclusa domenica 17) Archètipo

Un uomo è un uomo

di Bertolt Brecht canzoni della Bandabardò regia Riccardo Massai

Un uomo può essere smontato e rimontato come un’auto, vale a dire reso disponibile, per qualsiasi operazione di trasformismo. “E quest’uomo rifatto, a qualunque funzione/ si pensi di adibirlo/ non darà delusione./ Se non lo si sorveglia, dalla notte al mattino/ possiamo anche trovarcelo mutato in assassino.” La nuova produzione di Archètipo con l’accompagnamento delle canzoni della Bandabardò.

È un teatrino liberty dagli anni ’50 riapre adesso (Repubblica ‘03) per piccino che tu sia, sembri più grande di tanti teatri superfinanziati (Il Giornale ‘04), un piccolo grande teatro che insegna e fa spettacolo (Il Tirreno ’04). Il progetto è ambizioso. Il risultato lodevole (Il Manifesto ’04). Decisamente in crescita nel panorama fiorentino (La Nazione ‘05). Finalmente riconosciuti dalla Regione, Massai e i suoi presentano, senza tralasciare l’attività formativa che ha permesso di radicarsi nel territorio (L’Unità ‘06), un cartellone ad alta qualità (Metropoli ‘06): come spesso accade la grinta e il carattere non si misurano dalle dimensioni, ma dal cuore che qui pulsa nel lavoro di squadra (Il Corriere di Firenze ‘07); il TCA è diventato una delle realtà più invidiabili dell’area metropolitana fiorentina (Repubblica ‘07). MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

Telefonicamente presso la segreteria del teatro al numero 055 621894 (lunedi, mercoledì e venerdì dalle ore 16.00 alle ore19.00) indicando l’intestatario ed il codice abbonamento. I biglietti prenotati devono essere ritirati presso la biglietteria del teatro entro le ore 20,30 della sera di spettacolo. L’ingresso è garantito salvo esaurimento dei posti. orario spettacoli ore 21.00, domenica ore 17.00 Via Montisoni 10, Antella, Bagno a Ripoli (FI) - tel/fax 055 621894 www.archetipoac.it - teatro@archetipoac.it

23


TEATRO COMUNALE CORSINI

venerdì 25 gennaio

Sacchi di sabbia

1939

di Giovanni Guerrieri con Giovanni Guerrieri, Giulia Gallo, Enzo Illiano e Gabriele Carli

Cinque quadri in bilico tra teatro e storia, farsa e tragedia: 1939 reinventa un teatro politico e popolare che scivola con leggerezza sul crinale dello sberleffo. “I Sacchi di Sabbia inventano una congiura antifascista titolata 1939, dove un drappello di anarchici di provincia – mariti, mogli, un amico travestito da scimmione peloso – prepara l’ipotetico montaggio di un attentato a un ministro in visita, in una fiction travolgente non tutta da ridere.” Franco Quadri, Repubblica

sabato 12 aprile

Ho visto un re…

e altre storie con Marina De Juli tratto da “Mistero Buffo” di Dario Fo

Ho visto un re è uno spettacolo ricco di canzoni, musiche, poesie e fabulazioni attinte a “Mistero Buffo”, la più importante opera di Dario Fo, nella quale si riscoprono i personaggi della Bibbia secondo una cultura e una sensibilità popolare. “Un omaggio ai miei due maestri, giullari dei nostri tempi, Dario Fo e Franca Rame, che hanno per una vita raccontato la nostra storia, hanno sbeffeggiato il potere cercando di ridare dignità agli umili.” MARINA DE JULI


TEATRO COMUNALE CORSINI

giovedì 24 aprile

Teatro del Cerchio

R-ESISTENZA

drammaturgia e regia Mario Mascitelli

“A tutti coloro che dovrebbero essere qui a ricordare e non a essere ricordati.” Di spettacoli, concerti, e film sulla Resistenza se ne sono fatti e se ne faranno tanti. È importante che questo avvenga perchè col passare degli anni le testimonianze viventi di quel periodo scompariranno con il rischio che le generazioni future dimentichino non tanto “ciò che è stato” ma, “come è stato”. Non solo le vittime delle persecuzioni e i caduti in battaglia meritano di essere ricordati ma anche chi, trasportando armi o volantini nascosti nei cestini di una bicicletta, ha donato la propria giovinezza ad una causa che reputava giusta.

Nuovo protagonista della scena teatrale dell’area metropolitana fiorentina è il Teatro Corsini di Barberino di Mugello. Da subito la svolta impressa dalla direzione artistica della Compagnia Catalyst è riuscita a riportare il Teatro Corsini nel cuore di spettatori e cittadini. Una programmazione attenta e composita nelle scelte, professionalità e capacità progettuale sono i caratteri distintivi del Teatro Corsini, all’interno del quale repertorio classico e innovazione, dimensione locale ed europea ne individuano le linee artistiche. Così come i progetti speciali legati alla formazione del pubblico adulto e scolare, il progetto artistico Aqua legato al patrimonio idrico e la creazione di una vera e propria stagione estiva. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

I biglietti per gli spettacoli possono essere prenotati telefonicamente allo 055 331449 (Catalyst) o 055 841237 (Teatro Comunale Corsini di Barberino di Mugello) e possono essere ritirati il giorno dello spettacolo a partire dalle 17.00 e nei due giorni precedenti la data dello spettacolo dalle 17.00 alle 19.00. I biglietti prenotati telefonicamente devono essere tassativamente ritirati entro le 20.30 della sera dello spettacolo pena il loro annullamento. orario spettacoli ore 21.00 Via della Repubblica 3, Barberino di Mugello (FI) - tel 055 841237-331449 www.catalyst.it - info@catalyst.it

25


TEATRO MANZONI sabato 16 febbraio

Autrici a Confronto - XVI edizione Teatro Cargo

La strega

da “La Chimera” di Sebastiano Vassalli, ed. Einaudi, premio Strega 1990 testo e regia Laura Sicignano con Ilaria Pardini

“La Chimera” è un romanzo indimenticabile… È la storia di una persona divorata dalla Storia. Antonia è il capro espiatorio di una collettività che, imbevuta di sensi di colpa, deve espiare i suoi mali nel fuoco e nel sangue. È l’ennesima storia di Cristo in croce per lavare i peccati del mondo. Ma Antonia non ha il senso del peccato, non è Giovanna d’Arco sfolgorante martire grata al proprio martirio. Antonia non è una strega, è solo un animale di carne che vive la propria carne in una ribelle gioia dei sensi, in un forsennato istinto di sopravvivenza.

UNA VISITA

venerdì 14 marzo

La città del teatro

Un grido d’allarme

creazione su due opere brevi di Beniamino Joppolo ideazione di Antonio Alveario e Alessandro Garzella

atto unico di Beniamino Joppolo messa in scena di Antonio Alveario e Alessandro Garzella, con Serena Barone, Roberto Burgio, Antonietta Carbonetti, Giacomo Civiletti, Isabella Ragonese Due misteriosi ospiti sono attesi al banchetto di una ricorrenza familiare. I preparativi creano una strana agitazione, fermenti di eccitati brusii tra persiane socchiuse sui bagliori estivi di una calda giornata siciliana. L’arrivo dei visitatori da subito assume i connotati della beffa… L’ACQUA SI DIVERTE A UCCIDERE

opera breve di Beniamino Joppolo messa in scena di Alessandro Garzella con Serena Barone e Giacomo Civiletti elaborazione drammaturgica Anna Barsotti Un’improvvisa follia, o una forma paradossale di saggezza, travolge la normalità delle cose, trascinando un’intera comunità verso l’eutanasia.


TEATRO MANZONI

venerdì 4 e sabato 5 aprile

Autrici a Confronto - XVI edizione Questa nave

Rosso cupo

testo e regia di Antonino Varvarà con Francesca D’Este e Lucia Messina

“Rosso cupo – Una donna nelle Brigate Rosse” è la confessione di un’ amore, di un’ideologia, di errori e di dubbi, di totalizzanti illusioni e di una lacerante sconfitta. Ma più ancora una rivelazione. Una madre rivela il proprio tremendo passato alla figlia, ma anche la sincerità e la passione con cui tale passato è stato vissuto fino al momento della sua dissociazione, fino a quando non ha trovato il coraggio di dire no.

All’avvio della sesta stagione il Teatro Manzoni si riconferma come una vera e propria “casa per la drammaturgia contemporanea”, che ospita due festival, la Scuola Nazionale di Scrittura Teatrale fondata da Dacia Maraini, i laboratori della Calenzano Teatro FormAzione diretti da Stefano Massini e Luisa Cattaneo, l’attività di produzione del Teatro delle Donne. Luogo d’incontro di esperienze in cui viene data centralità alla funzione civile del teatro, alla pluralità dei linguaggi e al valore delle differenze. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

I posti devono essere prenotati ai numeri 055 8877213 e 055 8876581 (in assenza di operatore lasciare messaggio in segreteria) oppure tramite e-mail all’indirizzo teatro.donne@libero.it, specificando di essere abbonati PassTeatri. Il biglietto potrà essere ritirato alla cassa del teatro un’ora prima dello spettacolo.

orario spettacoli ore 21.15 Via Mascagni 18, Calenzano (FI) - tel/fax 055 8876581–8877213 www.donne.toscana.it/centri/teatrodonne - teatro.donne@libero.it

27


TEATRO dante sabato 23 e domenica 24 febbraio

Nuovo Teatro srl - Gli Ipocriti Coop Spa

È tempo di miracoli e canzoni

di Giovanni Veronesi e Rocco Papaleo con Alessandro Haber e Rocco Papaleo regia Giovanni Veronesi

Due straordinari artisti come Alessandro Haber e Rocco Papaleo i protagonisti dello spettacolo nato da un’idea di Giovanni Veronesi. I due attori si divertono e divertono, con la loro passione per la musica, emozionano e si emozionano: accompagnati da un gruppo di grandi musicisti, in veste di cantautori Haber e Papaleo duettano, chiacchierano, strillano, raccontano e si raccontano con lo scopo di “comunicare” attraverso la musica. Un inedito viaggio di due straordinari interpreti italiani, un racconto, un concerto, uno spettacolo. I suoni e le visioni dei due interpreti lasceranno il posto al teatro ed alla musica. I due attori sprigioneranno le loro emozioni lasciandosi guidare da un percorso musicale che li porterà in un viaggio all’interno della loro memoria, della loro storia, della loro carriera.

sabato 15 e domenica 16 marzo

Arca Azzurra Teatro

DECAMERONE

Amori e sghignazzi tratto dal Decamerone di Giovanni Boccaccio adattamento drammaturgico e regia di Ugo Chiti con Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Teresa Fallai, Alessio Venturini

Un viaggio libero tra le pagine del grande testo. Il sottotitolo recita Amori e Sghignazzi e questo, oltre ad essere dettato da una scelta non ancora ben definita, vuole anche significare la volontà di una riscrittura intenzionata a muoversi sempre in un’alternanza di toni. Gli sghignazzi delle beffe, i travestimenti, le doppiezze divertite al limite dell’iconoclastia, gli amori assoluti, i sacrifici estremi, la tragicità solenne degli innamoramenti contrastati o negati diventano materia drammaturgia e gioco squisitamente teatrale. Tutti, uomini e donne, in quella grandiosa commedia umana che è il Decamerone, si muovono passando dal comico al tragico con lussureggiante invettiva. UGO CHITI


TEATRO DANTE

venerdì 12 e sabato 13 aprile

Teatro Popolare d’Arte

Aspettando Godot

di Samuel Beckett adattamento di Gianfranco Pedullà con Marco Natalucci, Nicola Rignanese, Daniele Bastianelli, Alessandra Bernardeschi, Tito Anisuzzaman regia di Gianfranco Pedullà musiche di Marco Magistrali costumi di Donatella Volpi

Il Teatro Popolare d’Arte si cimenta con il più famoso testo di Samuel Beckett. I due protagonisti - Vladimiro e Estragone - sembrano condannati a parlare delle loro sensazioni residuali di vita; sembrano collocarsi fuori dalla Storia, eppure con candore affrontano i grandi e i piccoli temi dell’umanità: la religione, la poesia, la fame, l’amore, l’attesa, le scarpe che fanno male, il sempre possibile suicidio: la necessità di parlare per sentirsi vivi. Nel circo delle loro discussioni (dove Vladimiro pone l’accento maggiormente sul dover essere e Estragone sull’essere) irrompe improvvisamente la coppia padrone-servo di Pozzo e Lucky, segnata profondamente dalla Storia; i due - esiti sconnessi delle violenze del Novecento - si trascinano l’un con l’altro nel dramma impossibile della comunicazione, nella perdita di ruolo sociale.

Completamente rinnovato grazie ad un globale intervento di restauro, il Teatro è caratterizzato da finiture di alta qualità ed impianti e attrezzature altamente specializzate. L’ampio foyer, il bar - perfettamente integrato con la struttura teatrale - e 500 posti suddivisi in platea e tre ordini di palchi accolgono il pubblico. La direzione artistica è affidata ad Alessandro Benvenuti che ha proposto per la stagione in corso una rosa di spettacoli tra loro molto differenti, per permettere a tutti di apprezzare gli spazi scenici, di valutarne l’acustica e di godere della magia che questo Teatro è capace di creare. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

I posti dovranno essere prenotati entro il venerdì precedente alla data prescelta, al numero 055 8940864 o tramite e-mail all’indirizzo accademiaperseveranti@teatrodante.it indicando nome, cognome ed il codice del PassTeatri. I biglietti potranno essere ritirati presso la biglietteria del Teatro il martedì e il venerdì dalle 16.00 alle 19.00 e il giorno di spettacolo dalle 20.00 alle 20.30 per la replica del sabato e dalle 15.45 alle 16.15 per la replica della domenica. L’ingresso è garantito salvo esaurimento dei posti disponibili. orario spettacoli serale 21.00, pomeridiana 16.45 Piazza Dante 23, Campi Bisenzio (FI) - tel 055 8940864 - fax 055 8979357 accademiaperseveranti@teatrodante.it - www.teatrodante.it

29


TEATRO NICCOLINI

Federico Tiezzi cura la regia con la collaborazione drammaturgica di Sandro Lombardi, interprete nel ruolo di Cotrone. Un luogo psichico più che naturalistico è per Tiezzi la dimensione favolistica ideata da Pirandello per l’incontro tra la Compagnia della Contessa e quella degli Scalognati, un archetipo domenica 20 gennaio attraverso il quale scendere nei meccanismi Teatro di Roma/ del teatro, dei piaceri e dei dolori con cui Compagnia Lombardi-Tiezzi esso irrompe nelle vite di chi vi si dedica.

I giganti della montagna

di Luigi Pirandello regia Federico Tiezzi con Sandro Lombardi, Iaia Forte, Marion D’Amburgo, Massimo Verdastro, Silvio Castiglioni

PILL

musiche originali Dimitri de Perrot interprete e collaborazione Wei Meng Poon Esecuzione estremamente intensa che allude al gesto eroico e alla necessità dell’eroismo. ROMEO E GIULIETTA DUET

sabato 23 febbraio

Compagnia Zappalà Danza

SOLO/DUO/TRIO coreografia Roberto Zappalà

musica Sergej Prokofieff (Romeo e Giulietta) interpreti Daniela Bendini, Wei Meng Poon Rilettura emozionale della tragica vicenda amorosa attraverso il concetto di “sfocatura”. FOULPLAY

ispirato a “Commedia” di Samuel Beckett musiche Frédéric Chopin (primi 13 dai 24 preludi) danzatori Daniela Bendini, Wei Meng Poon, Paola Valenti Efficace quadro intimista che coglie il dramma nella musica e lo fa vibrare in corpo e azione.


TEATRO NICCOLINI

sabato 29 marzo

Cantieri Teatrali Koreja Stabile d’Innovazione del Salento

Il calapranzi

di Harold Pinter traduzione Alessandra Serra regia Salvatore Tramacere con Angela De Gaetano, Maria Rosaria Ponzetta, Fabrizio Pugliese, Fabrizio Saccomanno

Scritto nel 1957, appartiene alla prima stagione drammaturgica dell’autore, dove quasi tutte le opere sono metafora di un solo meccanismo, quello della violenza sotterranea, quasi impalpabile, che manifesta con scatti improvvisi tutta la sua furia oppressiva. Teatro dell’assurdo o teatro di paura? “Il Calapranzi” continua a sfuggire alle maglie di un teatro di genere, ponendo interrogazioni senza tempo che risuonano tra le mura di un sottosuolo.

Il Magistrato della Comunità concede all’Accademia dei Perseveranti il terreno per edificare un teatro la cui apertura avviene nel 1850 con il nome di Teatro Niccolini, in onore al tragediografo G. B. Niccolini. Nel 1927 diventa Casa del Fascio. I danni della guerra fanno temere l’abbattimento. Restaurato, ospita la Casa del Popolo. Nel 1960 l’Accademia riacquista l’edificio che versa in condizioni di grave rischio: l’Amministrazione interviene per ottenere la cessione e avviare l’ultimo restauro. Inaugurato nella forma attuale nel 1996, riapre con uno spettacolo di Carla Fracci. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

Presso l’ufficio del Teatro, telefonicamente o tramite invio e-mail. Entro ogni lunedì precedente la data di spettacolo. Obbligo di conferma con indicazione di intestatario e codice abbonamento. Posti numerati. Disponibilità limitata.

orario spettacoli ore 21.15 Via Roma 47, San Casciano Val di Pesa (FI) - tel 055 8290146 www.teatroniccolini.it - segreteria@teatroniccolini.it

31


TEATRO STUDIO

La nuova creazione di Enzo Moscato propone la fantasiosa riscrittura scenica di uno dei testi ritenuti tra i minori e i meno rivisitati di Carlo Goldoni, il “Molière”, del 1751. Dell’antico copione originale, il testo di Moscato mette a fuoco l’ironica ma non superficiale intuizione psicologica dei pervenerdì 25 sonaggi; tenta, insomma, come afferma lo e sabato 26 gennaio stesso Moscato, “di restituirci la trascurata Compagnia Enzo Moscato opera del Veneziano in tutta la sua viva e Le doglianze anticonformistica incisività”.

degli attori a maschera

libero omaggio a Carlo Goldoni testo e regia Enzo Moscato musica originale Pasquale Scialò scene Paolo Petti costumi Tata Barbalato con Enzo Moscato, Valentina Capone, Cristina Bonadio, Lalla Esposito, Carlo Guitto, Gino Grossi, Mario Santella, Gianky Moscato, Giuseppe Affinito

martedì 29 e mercoledì 30 gennaio

Compagnia Belle Bandiere

Hedda Gabler

di Henrik Ibsen progetto, elaborazione drammaturgica e regia Elena Bucci e Marco Sgrosso con Elena Bucci, Maurizio Cardillo, Roberto Marinelli, Salvatore Ragusa, Giovanna Randi, Marco Sgrosso, Elisabetta Vergani

Siamo in una grande casa borghese apparentemente tranquilla, allestita secondo i canoni del paradiso borghese: agi, comodità, fiori recisi, il pianoforte… Anche il paesaggio umano sembra confortante: una coppia appena sposata con un promettente futuro, una zia premurosa, un amico di famiglia… Ma niente è quello che appare nella fortezza che ha fondato i suoi valori su un grande equivoco: l’elusione della morte attraverso la fede nella solidità dei beni materiali e nella protezione dall’erompere dei sentimenti attraverso maschere e convenzioni.


TEATRO STUDIO

da venerdì 8 a domenica 17 febbraio (lunedì 11 riposo)

PRIMA NAZIONALE Compagnia teatrale Krypton

Antartide

o dell’immersione nel bianco di Roberto Mussapi con Virginio Gazzolo ideazione scenica e regia di Giancarlo Cauteruccio

“Antartide” è un poema, l’unico poema epico scritto da un poeta italiano di oggi, nel senso che la poesia coincide intenzionalmente con il racconto di un evento corale, storicamente avvenuto e divenuto mitico. L’evento si rivelò una strenua impresa di ritorno: una nave imprigionata nei ghiacci. La conquista agognata si rivelava invece il sogno di Ulisse, tornare a casa incolumi, come Ulisse frequentati dalle visioni di un modo spettrale e simile al sogno.

Il Teatro Studio ha attraversato in questi ultimi 17 anni gli umori, le tensioni, le rivelazioni e le crisi del teatro contemporaneo italiano. Di quel teatro della necessità, del senso, della cultura, dell’arte. Il 2007/2008 si pone come ulteriore momento di attraversamenti, di modifiche, di ridisegno di un progetto che guarda con attenzione a quegli ambiti della formazione creativa che oggi possono dare un nuovo senso anche ai linguaggi del teatro e dello spettacolo. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

Si accettano prenotazioni telefoniche entro 24 ore prima dell’inizio dello spettacolo scelto, telefonando in orario di ufficio allo 055 757348 oppure mandando una mail all’indirizzo: infoteatro@scandiccicultura.it. L’ingresso è sempre garantito salvo esaurimento posti disponibili.

orario spettacoli ore 21.15 Via Donizetti 58, Scandicci (FI) - tel/fax 055 757348 www.scandiccicultura.it - infoteatro@scandiccicultura.it

33


TEATRO DELLA LIMONAIA

sabato 23 febbraio

Sette contro Giorgia V.M. 18 di Eduardo Mendicutti (Spagna) un progetto di e con Alessandro Baldinotti

Sette travestiti scatenati nel racconto delle loro gesta erotiche, sette registrazioni provocatorie e scandalose indirizzate contro l’ottuso Capo della Polizia della Georgia Stati Uniti d’America, non a caso - che ha deciso di mettere fuori legge le loro passioni e i loro desideri. Sette travestiti, uniti dalla necessità di portare in scena le mille facce di un erotismo a volte tragico, a volte grottesco, sempre teatrale, che sa esaltare, divertire e commuovere. Al pubblico, rigorosamente over 18, l’ingrato ruolo del poliziotto e delle istituzioni puritane a cui le confessioni-denuncia vengono direttamente indirizzate.

venerdì 14 marzo

Sogni dismessi

con Anna Meacci testo di Francesco Niccolini regia di Beppe Arena

Una fabbrica quasi mitologica, grazie a quel nome antico: “Ilva”, come Elba, l’isola del ferro trapiantata nella terra del grande Vulcano, sul lembo occidentale della cittàregno: Napoli. E Bagnoli il suo sogno: lavoro e riscatto, dignità e democrazia, onestà e partecipazione. È la storia di un fiume di ferro fuso, di cui un popolo andava fiero, e che piano piano si è prosciugato. Questa è una storia di storie. E di contraddizioni, di scelte sbagliate, scelte forzate, una storia scritta da ottantamila uomini e lunga cent’anni. La storia di quello che nel 1904 fu battezzato il “Risorgimento di Napoli”.


TEATRO DELLA LIMONAIA

sabato 29 marzo

Babbuino suite

di Alberto Severi regia Hector La Torre con Alberto Severi, Piera Dabizzi, Alessio Benedetto Sardelli

Capodanno del 2000. Un uomo e una donna restano chiusi nella stanza da bagno di un appartamento borghese, dove si sta svolgendo una festa di Fine Millennio. Non possono uscire, o non vogliono. In undici scene esilaranti, scandite da impossibili riassunti delle puntate precedenti per bocca di un esagitato Narratore Ebbro, una micro-soap opera a due, di scintillante umorismo, un requiem allegramente disperato, fra cinismo dandy e doppi sensi arditi, per la decadenza e la fine, continuamente rimandata ma inevitabile, dell’Impero d’Occidente.

Uno spazio per la contemporaneità. Situato nell’antica limonaia della Villa Corsi Salviati Guicciardini di Sesto Fiorentino, il Teatro della Limonaia ha una struttura unica a Firenze che per l’estrema mobilità della scena e le sue caratteristiche dinamiche permette di accogliere al meglio spettacoli teatrali e di danza di rilievo. Il teatro si è specializzato negli anni come il luogo della nuova drammaturgia internazionale e italiana attraverso il Festival Intercity e la stagione teatrale dedicata alla sperimentazione dei linguaggi e quanto di meglio esprime il teatro d’autore nazionale. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

I posti devono essere prenotati ai numeri 055 4480628 e 055 440852 dal lunedì al venerdì (11-18) e il sabato (16-19). La prenotazione va effettuata entro le 24 ore prima della data scelta (nel caso di sabato o domenica, entro le 12 del venerdì). Il biglietto dovrà essere ritirato alla biglietteria mezz’ora prima dello spettacolo.

orario spettacoli ore 21.00 Via Gramsci 426, Sesto F.no (FI) - tel 055 440852-4480628 - fax 055 440852 www.teatrodellalimonaia.it - info@teatrodellalimonaia.it

35


TEATRO del maggio musicale fiorentino

SPETTACOLI FUORI ABBONAMENTO OFFERTI AI POSSESSORI DI PASSTEATRI

Concerti

Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino venerdĂŹ 1 febbraio

PIETARI INKINEN direttore pianista ALEXANDER TORADZE Brahms, Rachmaninov, Cajkovskij

domenica 10 febbraio

VLADIMIR SPIVAKOV direttore e violinista Mozart, Haydn, Schubert

domenica 16 marzo

CLAUS PETER FLOR direttore

Mendelssohn, Schubert, Beethoven


domenica 30 marzo

DMITRIJ KITAENKO direttore

Bizet, Musorgskij

mercoledì 9 aprile

ZUBIN MEHTA direttore Mendelssohn, Bruckner

Balletti da giovedì 15 a domenica 18 maggio

MaggioDanza Opera sabato 7 giugno

Prima esecuzione in Italia

FEDRA

di Hans Werner Henze direttore Roberto Abbado – nuovo allestimento

TEATRO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

Il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino è il “tempio” della musica, dell’opera e del balletto a Firenze. Da settembre a luglio propone una Stagione Lirica con gli interpreti più importanti della scena internazionale, intense Stagioni Sinfoniche e di Danza, il Maggio Musicale Fiorentino - dal 1933 il più antico ed innovativo Festival musicale italiano - ed una Stagione estiva nei più suggestivi luoghi della città. Direttore Principale è dal 1985 il Maestro Zubin Mehta, protagonista di spettacoli acclamati, registrazioni e tournée; caratteristica dei cartelloni del Teatro è anche la forte sigla innovativa degli spettacoli, come attestano gli appuntamenti proposti ai possessori di PassTeatri. MODALITÀ DI RITIRO

I possessori dell’abbonamento PassTeatri possono acquistare i biglietti per tutte le recite di concerti e balletti, e per l’opera “Fedra”, nelle date indicate, al prezzo speciale di 10 euro presentando la tessera di abbonamento esclusivamente alla Biglietteria del Teatro Comunale. Ogni abbonamento dà diritto all’acquisto di un biglietto, e può essere riutilizzato senza limitazione, salvo disponibilità dei posti. orario spettacoli 20.30, domenica 16.30 Teatro Comunale di Firenze – Corso Italia 16, Firenze programmi dettagliati e aggiornamenti su www.maggiofiorentino.com info: tel 055 2779350

37


CALENDARIO GENNAIO-FEBBRAIO

teatro

gennaio

TEATRO CANTIERE FLORIDA

TEATRO DI CESTELLO TEATRO EVEREST

25 e 26 Il teaTro comico di Carlo Goldoni

febbraio

teatro

gennaio

febbraio

16 Erodiade di Giovanni Testori

TEATRO COMUNALE DI ANTELLA

27 CONCERTO orchestra AgimusArte direttore Carlomoreno Volpini (Pieve di S. Maria all’Antella)

1e2 Quartetto Euphoria RADIO EUPHORIA Così è la vita…

2 e 3, 9 e 10, 16 e 17 Il Mercante di Venezia di W. Shakespeare

TEATRO COMUNALE CORSINI

26 e 27 Kohlhaas con Marco Baliani

TEATRO MANZONI

dal 14 al 29 Un uomo è un uomo di Bertolt Brecht

25 1939 di Giovanni Guerrieri 16 La strega testo e regia Laura Sicignano


teatro

gennaio

TEATRO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

teatro

1 Pietari Inkinen direttore

TEATRO DANTE

gennaio

dal 15 al 20 Romolo il grande di F. Dürrenmatt

TEATRO PUCCINI

25 e 26 A qualcuno piace carta di Ennio Marchetto e Sosthen Hennekam

31 La matematica in cucina ridurzione e regia di Angelo Savelli

dal 19 al 24 Due partite di Cristina Comencini

TEATRO COMUNALE NICCOLINI

20 I giganti della montagna di Luigi Pirandello

23 SOLO/DUO/TRIO coreografia Roberto Zappalà

TEATRO STUDIO

25 e 26 Le doglianze degli attori a maschera

dall’8 al 17 Antartide o dell’immersione nel bianco di Roberto Mussapi

29 e 30 Hedda Gabler di Henrik Ibsen dall’1 al 3 La matematica in cucina ridurzione e regia di Angelo Savelli dal 7 al 16 Il diario di Eva testo e regia di Angelo Savelli

febbraio 23 e 24 È tempo di miracoli e canzoni con Alessandro Haber e Rocco Papaleo

10 Vladimir Spivakov direttore e violinista

TEATRO DELLA PERGOLA

TEATRO DI RIFREDI

febbraio

TEATRO DELLA LIMONAIA

23 Sette contro Giorgia V.M. 18 di Eduardo Mendicutti

39


CALENDARIO Marzo-APRILE

teatro

marzo

aprile

teatro

marzo

aprile

TEATRO CANTIERE FLORIDA

29 Hospitality Suite di Roger Rueff

11 e 12 Finale di partita di Samuel Beckett

TEATRO VERDI ORCHESTRA DELLA TOSCANA

28 ELIAHU INBAL direttore

17 GIOVANNI SOLLIMA direttore e violoncellista

TEATRO DI CESTELLO

1 e 2, 8 e 9, 15 e 16 Una notte sul Nilo di Oreste Pelagatti

19 e 20, 26 e 27 I’ pateracchio di Ferdinando Paolieri

TEATRO COMUNALE DI ANTELLA

dall’1 al 9 Un uomo è un uomo di Bertolt Brecht

18 e 19 Otello di W. Shakespeare

TEATRO COMUNALE CORSINI

TEATRO EVEREST

12 Ho visto un re… e altre storie con Marina De Juli 24 R-ESISTENZA di Mario Mascitelli

TEATRO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

16 Claus Peter Flor direttore

TEATRO DELLA PERGOLA

dal 25 al 30 I 39 scalini di John Buchan

30 Dmitrij Kitaenko direttore

9 Zubin Mehta direttore

TEATRO MANZONI

14 Un grido d’allarme da Beniamino Joppolo

4e5 Rosso cupo di Antonino Varvarà

TEATRO DANTE

15 e 16 DECAMERONE Amori e Sghignazzi

12 e 13 Aspettando Godot di Samuel Beckett


teatro

marzo

aprile

teatro

marzo

TEATRO PUCCINI

14 e 15 Prossime aperture di e con Andrea Rivera

16 e 17 Zauberteatro Scintille futuriste

TEATRO COMUNALE NICCOLINI

29 Il calapranzi di Harold Pinter

TEATRO DI RIFREDI

dal 6 al 9 ILIADE Il canto della città assediata riduzione e drammaturgia di Angelo Savelli

TEATRO DELLA LIMONAIA

14 Sogni dismessi di Francesco Niccolini

aprile

29 Babbuino suite di Alberto Severi teatro

maggio

TEATRO DI CESTELLO

3e4 I’ pateracchio di Ferdinando Paolieri

TEATRO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

dal 15 al 18 MaggioDanza

TEATRO VERDI ORCHESTRA DELLA TOSCANA

15 GIULIANO CARMIGNOLA direttore e violinista

giugno

7 FEDRA direttore Roberto Abbado

41


Riferimenti dei teatri

I teatri che aderiscono alla quarta edizione di PassTeatri

COMUNE DI FIRENZE

TEATRO CANTIERE FLORIDA*

TEATRO EVEREST*

Via Pisana 111, 50143 Firenze tel. 055.7135357 fax 055.7131781 www.elsinor.net cantiere.florida@elsinor.net Apertura serale biglietteria ore 19.00 Orario biglietteria: dal lunedì al venerdì dalle 14,00 alle 17,00

Via Volterrana 4b, 50124 Firenze tel. 055.2321754 www.teatroeverest.it info@teatroeverest.it Orario biglietteria: dal lunedì al venerdì dalle 15.30 alle 19.30

TEATRO DI CESTELLO*

Corso Italia 16, 50123 Firenze tel. 055.2779350 Biglietteria 055.213535 fax 055.2396954 www.maggiofiorentino.com relest@maggiofiorentino.com Orario biglietteria: da martedì a venerdì dalle 10.00 alle 16.30, sabato dalle 10.00 alle 13.00

Piazza di Cestello 4, Firenze tel. 055.294609 www.teatrodicestello.it teatrocestello@hotmail.com Apertura serale biglietteria: un’ora prima dello spettacolo

TEATRO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

TEATRO DELLA PERGOLA

Via della Pergola 12/32, 50121 Firenze tel. 055.22641 fax 055.2264350 www.pergola.firenze.it pubblico@pergola.firenze.it da martedì a sabato dalle 9.30 alle 18.45, domenica dalle 10.00 alle 12.15, lunedì chiuso

TEATRO PUCCINI*

Via delle Cascine 41, 50144 Firenze tel. 055.362067 055.210804 fax 055.331108 www.teatropuccini.it info@teatropuccini.it Orario biglietteria: dal lunedì al venerdì dalle 15.30 alle 19.00, sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.00

TEATRO DI RIFREDI*

Via Vittorio Emanuele 303, 50134 Firenze tel. 055.4220361/62 - fax 055.4221453 www.toscanateatro.it staff@toscanateatro.it Orario biglietteria: dal lunedì al sabato dalle 16.00 alle 19.00 ed un’ora prima dello spettacolo

TEATRO VERDI ORCHESTRA DELLA TOSCANA*

Via Ghibellina 99 50122 Firenze tel. 055.212320 - 055.2396242 fax 055.288417 www.orchestradellatoscana.it info@orchestradellatoscana.it Orario biglietteria: dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00

* Punti vendita PassTeatri


COMUNE DI BAGNO A RIPOLI

COMUNE DI CALENZANO

COMUNE DI S. CASCIANO V.d.P

COMUNE DI SESTO FIORENTINO

TEATRO COMUNALE DI ANTELLA*

TEATRO MANZONI*

TEATRO COMUNALE NICCOLINI*

TEATRO DELLA LIMONAIA*

COMUNE DI BARBERINO DI MUGELLO

COMUNE DI CAMPI BISENZIO

COMUNE DI SCANDICCI

Via Montisoni 10, 50011 Antella Bagno a Ripoli (Firenze) tel. e fax 055.621894 www.archetipoac.it teatro@archetipoac.it Orario biglietteria: lunedì, mercoledì, e venerdì dalle 16.00 alle 19.00

TEATRO COMUNALE CORSINI*

Via della Repubblica 3, Barberino di Mugello tel. 055.841237 - 055.331449 info@catalyst.it www.catalyst.it

Via Mascagni 18, 50041 Calenzano (Firenze) tel. e fax 055.8876581 - 055.8877213 www.donne.toscana.it/centri/teatrodonne teatro.donne@libero.it Orario di biglietteria: prevendita venerdì e sabato dalle 17.00 alle 20.00 e dalle 20.00 nei giorni di spettacolo

TEATRO DANTE*

Piazza Dante 23, 50013 Campi Bisenzio tel. 055.8940864 fax 055.8979357 accademiaperseveranti@teatrodante.it www.teatrodante.it

Via Roma 47, San Casciano Val di Pesa (Firenze) Tel. 055 8290146 fax 055 8290195 www.teatroniccolini.it segreteria@teatroniccolini.it Apertura serale biglietteria: un’ora prima dello spettacolo

Via Gramsci 426, 50019 Sesto Fiorentino tel. e fax 055.440852 www.teatrodellalimonaia.it info@teatrodellalimonaia.it Apertura serale biglietteria: un’ora prima dello spettacolo Orario biglietteria: dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 18.00

43

TEATRO STUDIO*

Via Donizetti 58 50018 Scandicci tel. e fax 055.757348 www.scandiccicultura.it infoteatro@scandiccicultura.it Apertura serale biglietteria: un’ora prima dello spettacolo

* Punti vendita PassTeatri


Associazione Firenze dei Teatri Presidente Enrica Maria Paoletti Coordinamento Chiara Damiani Ufficio Stampa Marco Mannucci Segreteria Loredana Terminio Francesca Cavarocchi

Coordinamento dei Teatri Marcello Ancillotti, Lorenzo Cinatti, Susanna Colombo, Laura Croce, Rosa Maria Di Giorgi, Stefano De Martin, Aldo Frangioni, Raoul Gallini, Maria Cristina Ghelli, Massimo Gramigni, Nicla Lippi, Neri Magli, Riccardo Massai, Massimo Masieri, Dimitri Milopulos, Giarcarlo Mordini, Maria Vittoria Nervi, Marco Parri, Marco Predieri, Laura Reali, Riccardo Rombi, Valeria Scarlato, Riccardo Ventrella. Per il progetto PassTeatri si ringraziano: Aci - Firenze, Agenzia Giorgio Giorgi, Arci Firenze, Circuito Box Office, Dischi Fenice, Filistrucchi, Firenze Spettacolo, Libreria Edison, Libreria Florida, Libreria Melbookstore, Teatri Online Magazine.

L’iniziativa è realizzata grazie al contributo di Provincia di Firenze - Assessorato alla Cultura Comune di Firenze - Assessorato alla Cultura Comune di Bagno a Ripoli - Assessorato alla Cultura Comune di Barberino di Mugello - Assessorato alla Cultura Comune di Calenzano - Assessorato alla Cultura Comune di Campi Bisenzio - Assessorato alla Cultura Comune di San Casciano Val di Pesa - Assessorato alla Cultura Comune di Scandicci - Scandiccicultura Comune di Sesto Fiorentino - Sestoidee Progettazione grafica Marco Innocenti, Luca Parenti - Kidstudio Communications Stampa Tipografia Martinelli Tipografia Pancani Baldanzi Pubblicità Sito web Portale Giovani – Assessorato alla Pubblica Istruzione, Comune di Firenze


In collaborazione con:

Firenze dei Teatri Via Solferino, 15 50123 Firenze tel e fax 055 2779362 www.firenzedeiteatri.it info@firenzedeiteatri.it

the insider’s guide to the hot city

La guida mensile per scoprire arte, musica, locali, nightlife, teatri, shopping, weekend e altro a Firenze e in Toscana. Dal primo di ogni mese in tutte le edicole e nelle principali librerie


PASS TEATRI 2008