Issuu on Google+

2009

Con il contributo di: Provincia di Firenze Comune di Firenze Comune di Bagno a Ripoli Comune di Barberino di Mugello

quinta edizione

Comune di Calenzano Comune di Campi Bisenzio Comune di S. Casciano Val di Pesa Comune di Scandicci Comune di Sesto Fiorentino


Dove si trova PassTeatri PassTeatri è in vendita a € 48 a partire dal 1 dicembre 2008 presso: Edicole

Circuito Box Office via Alamanni 39 Aci - Firenze viale Amendola 36 Arci piazza dei Ciompi 1 Dischi Fenice via Santa Reparata 8b Filistrucchi via Giuseppe Verdi 9 Libreria Florida via Corridoni 32r Libreria Melbookstore via dei Cerretani 16r Radio Toscana via dei Pucci 2

Comune di Firenze Nincheri p.zza Dalmazia Felloni Cristiano via dello Satuto Il Chioschetto p.zza Libertà Edicola S. Marco p.zza S. Marco Pinzauti via Martelli Edicola p.zza Stazione piazza Stazione (lato Lazzi) Mignolli p.zza delle Cure G & P di Galli Alberto &co snc p.zza Beccaria Lusi Uri via Aretina 155r Edicola Porta Romana p.zza Porta Romana Martelli Mauro via Quintino Sella Edicola La Bottega del Tab. C. Comm. Coop, Ponte a Greve

Comune di Bagno a Ripoli Tozzetti p.zza Umberto I, Grassina Comune di Campi Bisenzio Matteini C. Comm. I Gigli Comune di Impruneta Edicola Il Ponte di Perini via G. di Vittorio, Tavarnuzze Comune di Sesto Fiorentino Il Trifoglio C. Comm. Ipercoop Edicola Camporella viale I maggio 318 Comune di San Casciano Guidetti p.zza Zannoni 9 PassTeatri è in vendita inoltre nei teatri che aderiscono all’iniziativa (si veda pp. 45-46 per ulteriori informazioni).


Come si usa PassTeatri

d. L’abbonamento è cedibile (può essere quindi

utilizzato da persone diverse), ma deve essere necessariamente consumato in 6 diversi teatri. a. Ciascuno dei teatri che ha aderito a PassTeatri ha

selezionato tre proposte scelte fra le migliori della propria programmazione. b. Acquistando PassTeatri l’abbonato ha la possibilità di

scegliere, su un’offerta complessiva di 45 proposte, 6 spettacoli al prezzo di € 48. c. Ai possessori di PassTeatri il Teatro del Maggio

offre la possibilità di acquistare due biglietti al prezzo particolare di 10 euro ciascuno per tre degli appuntamenti più attesi della stagione: il concerto diretto da Zubin Mehta, e i balletti Giselle e Serata Fokine. Conservando inoltre l’abbonamento PassTeatri si avrà diritto ad un’offerta speciale nel corso della 72a edizione del Festival, che verrà comunicata successivamente.

e. Il coupon, provvisto di un’apposita etichetta in

carta termica, costituisce valore fiscale e deve essere mostrato al momento del ritiro del biglietto presso la biglietteria del teatro. Non è prevista forma di rimborso in caso di furto o smarrimento.

Il calendario degli spettacoli potrà subire variazioni. In tal caso l’abbonato potrà assistere ad un altro spettacolo indicato dal teatro stesso. Si consiglia a garanzia degli abbonati di consultare i quotidiani per le date esatte di programmazione.

f. L’abbonato, una volta scelto lo spettacolo al quale

intende assistere, è tenuto a prendere visione delle modalità di prenotazione e di ritiro biglietti così come indicate dal teatro stesso all’interno del depliant. g. In caso di prenotazione telefonica, la sera dello

spettacolo l’abbonato dovrà presentarsi alla biglietteria, con l’abbonamento in corso di validità, e ritirare in quella sede il biglietto corrispondente.

Per informazioni: Firenze dei Teatri tel 055 2779362 promozione@firenzedeiteatri.it www.firenzedeiteatri.it


Assessori area metropolitana

Firenze dei Teatri

Diversità, facilità di ingresso, coordinamento fra le varie proposte: PassTeatri apre le porte dei teatri a un pubblico curioso e attento capace di scegliere i propri percorsi e partecipare alla vita culturale delle nostre città. Per queste ragioni anche quest’anno come Amministrazioni locali abbiamo scelto di sostenere PassTeatri, uno strumento di inclusione e accesso che avvicina pubblico e offerta teatrale, artisti e cittadini. A tutti gli spettatori e ai teatri dell’area metropolitana l’augurio per l’avvio della nuova stagione ricca di occasioni di divertimento e riflessione, impegno e evasione.

Nato come innovativa scommessa sulla possibilità di stimolare il pubblico a frequentare tipologie di spettacolo molto diverse tra loro, PassTeatri si è trasformato nel tempo in una positiva realtà. È la guida che prende per mano gli spettatori conducendoli in un percorso sempre diverso per generi, stili, interpretazioni, categorie. È la porta della curiosità, lo specchio dei fermenti teatrali, la finestra sempre aperta sulla consistente offerta che le strutture riunite in Firenze dei Teatri mettono a disposizione del pubblico. Per la prima volta in questa edizione si valicano i confini della città metropolitana per giungere fino a Pistoia: una linea tracciata attraverso un territorio ampio, che punta ad un reale scambio di “desideri teatrali” tra platee che abitano in spazi urbani diversi ma praticamente contigui. Una nuova scommessa, da giocare nel segno della maggiore diffusione di ciò che anima nel profondo lo spirito di questa Associazione, il Teatro.

Giovanna Folonari Assessore alla Cultura - Provincia di Firenze Eugenio Giani Assessore alla Cultura - Comune di Firenze Silvia Tacconi Assessore alla Cultura - Comune di Bagno a Ripoli Anna Borgini Assessore alla Cultura - Comune di Barberino di Mugello Alessio Martinelli Assessore alla Cultura - Comune di Calenzano Emiliano Fossi Assessore alla Cultura - Comune di Campi Bisenzio Veronica Cei Assessore alla Cultura - Comune di San Casciano Val di Pesa Aldo Frangioni Presidente Istituzione Scandicci Cultura - Comune di Scandicci Alfredo de Girolamo Presidente Sesto Idee - Comune di Sesto Fiorentino

Riccardo Ventrella Presidente Firenze dei Teatri


INDICE

22 24

3 4

Come si usa Presentazioni

26

Comune di Firenze

28

6

Teatro Cantiere Florida

8

Teatro di Cestello

30

10

Teatro Everest

12

Teatro Le Laudi

14

Teatro della Pergola

16

Teatro Puccini

18

Teatro di Rifredi

20

Teatro Verdi - Orchestra della Toscana

32 34 36 38 40 45

Comune di Bagno a Ripoli

Teatro Comunale di Antella

Comune di Barberino di Mugello

Teatro Comunale Corsini

Comune di Calenzano

Teatro Manzoni

Comune di Campi Bisenzio Teatro Dante

Comune di San Casciano Val di Pesa Teatro Niccolini

Comune di Scandicci

Teatro Studio

Comune di Sesto Fiorentino

Teatro della Limonaia

Spettacoli fuori abbonamento

Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

Comune di Pistoia

Teatro Manzoni

Calendario Riferimenti dei teatri

5


TEATRO CANTIERE FLORIDA

giovedì 19 e venerdì 20 febbraio

Prima nazionale Elsinor

LA BOTTEGA DELL’OREFICE

di Karol Wojtyla regia Andrea Chiodi con Alberto Mancioppi, Andrea Soffiantini, Angela Demattè, Dario Merlini, Stefania Pepe, Alessia Spinelli, Andrea Lapi, Piero Bartolini, Maria Consigli, Alessandra Guazzini, Matteo Bonanni

La bottega dell’orefice è l’unica pubblicazione a carattere drammatico di Wojtyla prima della sua elezione al papato. E’ la storia di due coppie, di due matrimoni, di due amori diversi che si agitano sullo sfondo della seconda guerra mondiale. E’ soprattutto un’intensa metafora delle nozze, unione eterna e indissolubile che deve vincere la fragilità dei sentimenti umani. Il giovane Wojtyla la scrisse negli anni in cui era attivamente impegnato nel clandestino “Teatro Rapsodico” di Cracovia.

venerdì 6 e sabato 7 marzo

ERT

TRE STUDI PER UNA CROCIFISSIONE

di Danio Manfredini ideazione e interpretazione Danio Manfredini

Lo spettacolo prende a prestito il titolo da un capolavoro del pittore inglese Francis Bacon. Come nel dipinto di Bacon sono accostate, l’una all’altra, tre figure che evocano la condizione drammatica di soggetti contemporanei, così questo spettacolo propone tre monologhi di personaggi “ai margini”, tre storie di diversità, isolamento e sconfitta: la follia, la transessualità, l’emarginazione dello straniero; Manfredini tratteggia questa umanità allo sbando con delicatezza, grande sensibilità ma anche con grande forza rappresentativa.


TEATRO CANTIERE FLORIDA

venerdì 3 e sabato 4 aprile

Teatro Iaia

MOLLY B. TUTTI I MIEI SÌ da l’Ulisse di J. Joyce traduzione Ruggero Guarini con Iaia Forte regia Carlo Cecchi

Dice Iaia Forte: «Di Molly mi piace il rapporto con il corpo. È un esplosione di lava, di calore, di suoni, di odori. Molly, per me, è un ventre in solitudine, un rimuginare su amplessi, un grido alla vita, un accumulo di onde, un mistero di abbandono, una rivendicazione del valore della carne». Lo spettacolo nasce dentro il lavoro che Carlo Cecchi e Iaia Forte hanno fatto a Palermo per gli spettacoli di Shakespeare.

Il Teatro Cantiere Florida riapre nel 2002 completamente ristrutturato da Elsinor Teatro Stabile d’Innovazione. La programmazione di spettacoli, laboratori e ricerca teatrale, intende valorizzare la cultura teatrale proponendo spettacoli di forte impatto e di immediata comunicazione con una marcata preferenza per gli spettacoli che nascono dalla contaminazione e dalla complementarietà di diverse forme artistiche.Durante tutta la stagione nel foyer sono allestite mostre di giovani artisti. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

È possibile effettuare la prenotazione telefonica al numero 055 7135357 (dal lun. al ven. dalle ore 09.00 alle ore 17.00) o scrivendo una mail a cantiere.florida@elsinor.net acquisto biglietti: presso il teatro dal lun. al ven. dalle ore 14.00 alle ore 17.00 il giorno dello spettacolo apertura biglietteria ore 19.00. Ingresso fino ad esaurimento posti.

orario spettacoli ore 21.00 Via Pisana 111r, Firenze, tel 055 7135357, fax 055 7131781 www.elsinor.net - cantiere.florida@elsinor.net

7


TEATRO DI CESTELLO

sabato 14 e domenica 15 sabato 21 e domenica 22 febbraio sabato 28 febbraio e domenica 1 marzo

GINEVRA DEGLI ALMIERI SEPOLTA VIVA IN FIRENZE

di Luigi Del Buono regia di Marcello Ancillotti

Luigi Del Buono scrive di Stenterello e Ginevra Degli Almieri ispirandosi ad un fatto realmente accaduto a Firenze sul finire del XIV°. Prendendo a pretesto la romantica vicenda della morta resuscitata intesse così una trama dove il frizzo e la grottesca comicità cangeranno il nero della tragedia in un avvicendarsi di comiche situazioni. Vedremo così Stenterello calarsi nella tomba di Ginevra alla ricerca di un anello e per dirla come lui…”giocar a briscola con la paura”.

sabato 14 e domenica 15 sabato 21 e domenica 22 sabato 28 e domenica 29 marzo

DA SOLE A SOLE… OGNI GIORNO DELL’ANNO

di Vinicio Gioli regia di Marcello Ancillotti

Testo che narra l’epopea di una famiglia di contadini attraverso gli anni ’50, ’60, ’70 nelle campagne vicine a Firenze, della mezzadria e dei riflessi incentrati su questo ordinamento agricolo che porterà fino alla disgregazione della famiglia stessa e all’abbandono delle terre. Vincitore nel 2003 del concorso teatrale “Firenze alla ribalta” e mai rappresentata viene proposta in prima nazionale.


TEATRO DI CESTELLO

sabato 25 e domenica 26 aprile sabato 2 e domenica 3 sabato 9 e domenica 10 maggio

TURANDOT

di Carlo Gozzi nell’adattamento di Oreste Pelagatti regia di Roberto Andrioli

Dopo il 150o anniversario dalla nascita di G. Puccini dove si sono viste molteplici edizioni della Pucciniana Turandot, a noi metterne in scena la versione originale, quella “fiaba chinese tragicomica” dell’antagonista di Carlo Goldoni, Carlo Gozzi. Perfetto connubio tra commedia dell’arte e teatro tragico settecentesco la riproponiamo nell’adattamento di O.Pelagatti.

La vecchia sala del Teatro di Cestello riaperto a settembre 2008 completamente rinnovato rimane la sede del ”teatro di tradizione” cittadino. In scena testi classici che vanno da Shakespeare a Moliere o Pirandello ma anche quel gran teatro scritto nel “bel parlar toscano“ del Machiavelli, di M. Buonarroti il giovane, di G. B. Gelli o dell’Abate Zannoni, Novelli etc. Produzioni che non lasciano spazio a inutili becerate e grasso divertimento, ma proposte nel rispetto del testo e della parola sia essa fiorentina o in lingua. Un amore per la tradizione che nasce in San Frediano, fatta con il cuore nel cuore di Firenze. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

Prenotazioni telefonica al n. 055 294609, lasciando un messaggio in segreteria e specificando che siete abbonati Passteatri, sarete ricontattati. Ulteriori informazioni presso la nostra segreteria. La biglietteria apre un’ora prima dello spettacolo. Prevendita anche presso punti box office.

orario spettacoli: feriale e prefestivo ore 21.00, festivi ore 16.30 Piazza di Cestello 4, Firenze - tel 055 294609 www.teatrodicestello.it - info@teatrodicestello.it

9


TEATRO EVEREST venerdì 27 e sabato 28 marzo

Teatro Lux

IN NOME DELLA MADRE

di Paolo Pierazzini dal romanzo di Erri De Luca con Francesca Censi

In nome della madre racconta della maternità, sacra e misteriosa, della Madonna, attraverso la bellezza e la poesia dello sguardo adolescente della stessa protagonista, Miriam/Maria, ritrovatasi improvvisamente donna. “L’adolescenza di Miriam/ Maria smette da un’ora all’altra. Un annuncio le mette il figlio in grembo. Qui c’è la storia di una ragazza, operaia della divinità, narrata da lei stessa. Qui c’è l’amore smisurato di Giuseppe per la sposa promessa e consegnata a tutt’altro. Miriam/Maria, ebrea di Galilea, travolge ogni costume e legge. Esaurirà il suo compito partorendo da sola in una stalla. Ha taciuto. Qui narra la gravidanza avventurosa, la fede del suo uomo, il viaggio e la perfetta schiusa del suo grembo. La storia resta misteriosa e sacra, ma con le corde vocali di una madre incudine, fabbrica di scintille”. Erri De Luca

domenica 19 aprile

Direttamente dal Fringe Festival di Edimburgo in esclusiva per l’Italia

THE PLUCK SHOW

Cosa accade quando la grande musica cade nelle mani di idioti pieni di talento? Sentirete il trio d’archi musicalmente più provocatorio del mondo: i Pluck, un gruppo di tre allegri musicisti che compete, mette in ridicolo, persuade e seduce a loro modo ogni tipo di musica, da Bach ai Beatles. Dalla vittoria del prestigioso Tap Water Award al Fringe Festival di Edimburgo del 2003, questi pazzi personaggi hanno stupito il pubblico in Gran Bretagna, Europa, Australia e Asia con la loro unica combinazione di commedia e eccellente abilità di musicisti.


TEATRO EVEREST

venerdì 8 e sabato 9 maggio

Compagnia Teatri Possibili

DON GIOVANNI di Molière con e regia di Corrado d’Elia

Don Giovanni non riesce a ricordare, condannato all’immortalità e costretto in un presente che non ha mai fine. Questo è il suo inferno, l’impossibilità di uscire da un tempo e da uno spazio in cui il mito lo ha relegato, l’eterno teatro, la ripetizione continua ed ossessiva della stessa storia all’infinito, in un vertiginoso gioco di riflessi che continuamente moltiplicano le immagini e le confondono. Il tempo si è fermato per sempre... Quale supplizio maggiore per chi crede che tutto il piacere della vita e dell’amore stia nel cambiamento? Alla maniera di Don Giovanni, con le azioni neghiamo le domande, in uno spettacolo veloce, con suggestive immagini e momenti di intensa fisicità.

Il Teatro Everest vara la sua quinta stagione. Giovane, attento alla contemporaneità e alle emergenze della scena, il Teatro Everest conferma la sua vocazione di spazio aperto ai nuovi talenti del teatro italiano, senza rinunciare a un rapporto stretto col proprio territorio e le sue professionalità artistiche. Una proposta che guarda oltre le convenzioni e i soliti volti... La giovane sala propone un percorso alla ricerca del nuovo teatro, occasione per incontrare quella nuova generazione di artisti che rappresenta la voce del teatro di oggi. Uno sguardo alla drammaturgia che privilegia la scrittura d’autore. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

I posti devono essere prenotati allo 055 2321754 (in assenza di operatore lasciare messaggio in segreteria) specificando di essere abbonati PassTeatri, ed indicando il codice di abbonamento, oppure inviando una mail all’indirizzo info@teatroeverest.it. La prenotazione va fatta entro le ore 12 del giorno della data prescelta. Il biglietto potrà essere ritirato alla cassa del teatro 30 minuti prima dello spettacolo. orario spettacoli ore 21.00 Via Volterrana 4b, Firenze, tel/fax 055 2321754 www.teatroeverest.it - info@teatroeverest.it

11


TEATRO LE LAUDI

Incontro a sorpresa di un mago con un attore. La parola diventa magica e la magia diviene parola. Uno spettacolo ironico e ricco di nonsense, con brani recitati ed incredibili illusioni, in un gioco immaginifico di elegante comicità, emozioni e vero stupore. sabato 10 e domenica 11 gennaio

L’APPARENZA INGANNA

La storia divertente e magica di un illusionista e di un attore scritto e diretto da Carlo Bianchi e Francesco Maria Mugnai con Francesco Meraviglia con l’amichevole collaborazione di Bustric

sabato 17 e domenica 18 gennaio

Teatro Popolare d’Arte Ministero dei beni culturali Regione Toscana

PULCINELLA

scritto e diretto da Gianfranco Pedullà con Rosanna Gentili, Bartolo Incoronato, Gianni Micheli, Gianfranco Pedullà musiche Jonathan Faralli collaborazione musicale Gianni Micheli costumi Flora Mikan, Angela Scardigli maschere Stefano Perocco

Lo spettacolo presenta la vita di Pulcinella, maschera comica con tutte le sue caratteristiche primarie: vitalità, immortalità, passione per la vita. La scena si mostra vuota con un cielo sul fondo come su una grande terrazza:uno spazio d’infanzia sospeso tra il cielo e la terra. In questa direzione l’azione scenica cerca suggestioni contemporanee. I costumi di Pulcinella variano con le sue età. Pulcinella è scalzo. Parla il linguaggio della strada, quello che la vita gli ha insegnato: uno strano miscuglio linguistico fatto di dialetti meridionali e di varie lingue europee. Pulcinella vive come in un eterno trasloco nello spreco della vita. Gioca al gran teatro del mondo.


TEATRO LE LAUDI

sabato 24 e domenica 25 gennaio

Nuova Compagnia di Prosa

DOVE ANDREMO A FINIRE?

scritto e diretto da Enrico Vaime interpretato da Massimo Bagliani

Piccole e grandi manie del mondo teatrale , canzoni meravigliose come “Piove”, “Mack the Knife”, “Buonasera Signorina”, “Vivere” e altri classici, una carovana di battute e di invenzioni comiche sono gli ingredienti di questo spettacolo interpretato da Massimo Bagliani per la regia di Enrico Vaime che conferisce a questa storia dal finale surreale un ritmo coinvolgente con l’ambizione di divertire e senza lasciare allo spettatore il tempo di domandarsi: “Dove andremo a finire?”

Nasce a Firenze nei primi anni Ottanta. Fermamente ideato e voluto da P. Maurizio Manfredi e dal Comitato Fondatore, è la parte più importante di un complesso di strutture che sono state realizzate con grandi sacrifici e con il contributo di tanti al fine di costituire la “casa di tutti”, “la casa della comunità”, cioè il luogo dove si riesce a far famiglia ed a creare amicizia, oltre che ad approfondire il senso della nostra esistenza. Dal 1981 al 1983 il complesso dei locali subisce una radicale trasformazione, su progetto dell’architetto fiorentino Ferdinando Casprini commissionato dalla Comunità di San Francesco, la sua veste attuale è frutto dell’aggiornamento avvenuto nel 1994. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

Non sono accettate prenotazioni: ad ogni spettatore che avrà scelto il posto per uno spettacolo di gradimento, verrà rilasciata una contromarca che dovrà essere convertita in regolare biglietto al momento dell’ingresso in sala. Le contromarche potranno essere ritirate al botteghino del teatro improrogabilmente entro le 19.30 del giovedì immediatamente precedente lo spettacolo di riferimento. Biglietteria aperta dal martedì al sabato: 11.00 /13.00 – 15,30 / 19.30; festivi 10.00 /12.00. Ingresso consentito fino ad esaurimento dei 252 posti disponibili orario spettacoli: sabato ore 21.00, domenica ore 17:00 Via Leonardo da Vinci, 2/R – Tel .055 572831 www.teatrolelaudi.it info@teatrolelaudi.it

13


TEATRO DELLA PERGOLA

da martedì 3 a domenica 8 febbraio

Giglio Group Production Gianluca Guidi, Lorenza Mario, Enzo Garinei

FACCIAMO L’AMORE

di Norman Krasna con la partecipazione di Aldo Ralli regia Gianluca Guidi

Un miliardario scopre che in un teatro si sta allestendo uno spettacolo che mette alla berlina la sua figura di donnaiolo impenitente e decide di andare a parlare con i responsabili per convincerli a ritirare la rappresentazione. Assistendo alle prove, resta folgorato dall’apparizione della protagonista, che canta con innocente malizia. È un colpo di fulmine che lo induce a non rivelarsi e a spacciarsi per il sosia di se stesso, ottenendo proprio lui la parte del miliardario nel siparietto dello spettacolo. La commedia mostra quello che è il gioco del teatro quando si confonde con la realtà, in cui la mistificazione delle identità come l’identificazione degli attori nei loro personaggi, servirà a far innamorare i due protagonisti e a mostrare il fascino del mondo dello spettacolo.

da martedì 10 a domenica 15 marzo

Compagnia delle Indie Occidentali TSA Teatro Stabile d’Abruzzo

LA SIGNORINA GIULIA

di August Strindberg con Vanessa Gravina, Edoardo Siravo, Simonetta Graziano regia Armando Pugliese

Rappresentazione della lotta cinica e spietata dei sessi, ma anche di due classi sociali, La Signorina Giulia, è forse il testo più felice di Strindberg. Nella notte di San Giovanni, mentre il conte è assente e il popolo si da alla pazza gioia, la signorina Giulia eccitata, invita il servo Jean a ballare con lei. Ella è provocante; e, un po’ seduttrice un po’ sedotta, finisce col darglisi. Diventato suo amante Jean pensa di realizzare il suo sogno di diventare proprietario di un albergo di lusso, e spinge Giulia a rubare la cassaforte del padre e a fuggire. La tragedia è imminente, il conte ritorna, Jean rientra nei suoi panni di servo e Giulia, senza più volontà, obbedendo ad un suggerimento di Jean prende il rasoio dalla sue mani ed esce, per non più tornare.


TEATRO DELLA PERGOLA

da martedì 14 a domenica 19 aprile

Compagnia Mario Chiocchio Balletto di Roma Ente Nazionale del Balletto

AMORE E PSICHE

La favola de L’Asino d’oro di Apuleio con Peppe Barra e Andrè De La Roche regia Renato Giordano

“C’era una volta un re ed una regina che avevano tre figlie bellissime” così inizia la Favola di Amore e Psiche, centro, anzi cuore del romanzo l’Asino d’oro di Apuleio. L’opera di Apuleio, originario di Madaura, in Africa, è stata ispirazione di tantissime favole moderne, da La Bella e la Bestia a Biancaneve a Cenerentola, passando attraverso grandi capolavori letterari, per citarne uno solo, il Sogno di una notte di mezz’estate di Shakespeare. E la morale, se una morale si vuol trovare, dietro un velo di happy end decadente, è inquietante, o perlomeno fa riflettere: “Se vuoi essere felice, anima mia, non voler sapere com’è fatto il tuo amore”.

Inaugurato nel 1657, il Teatro della Pergola rappresenta uno dei primi esempi di “sala all’italiana”. Per lungo tempo teatro di corte, nell’ottocento divenne tempio dell’opera lirica e ospitò le opere dei maggiori compositori, da Bellini a Verdi, per convertirsi successivamente al grande teatro di prosa. Dichiarato monumento nazionale nel 1925, è di proprietà dell’Ente Teatrale Italiano dal 1942. Ospita oggi ricche e articolate stagioni di prosa, che privilegiano i grandi classici della scena ma anche la nuova drammaturgia nel Saloncino, ridotto del teatro. MODALITÀ DI RITIRO

Sistemazione preferenziale: galleria. Non è possibile prenotare telefonicamente. I biglietti, fino ad esaurimento dei posti disponibili, si ritirano soltanto presso la biglietteria del teatro in orario di prevendita (dal martedì al sabato 9.30/18.45, domenica 10.00/12.15, lunedì riposo) a partire dal martedì della settimana precedente il debutto dello spettacolo. Non è possibile ritirare i biglietti alla cassa serale.

orario spettacoli: feriali ore 20.45, domenica ore 15.45 (lunedì riposo) Via della Pergola 12/32, Firenze - tel 055 22641 - fax 055 2264350 www.pergola.firenze.it - pubblico@pergola.firenze.it

15


TEATRO PUCCINI

sabato 21 e domenica 22 febbraio

Teatro Stabile della Sardegna e Teatro Eliseo

ALDO MORO – UNA TRAGEDIA ITALIANA

di Corrado Augias e Vladimiro Polchi regia Giorgio Ferrara con Paolo Bonacelli e Lorenzo Amato

La vicenda umana e politica del rapimento Moro si consumò in 55 giorni: i più lunghi e oscuri dell’Italia del dopoguerra. Non sono bastati 5 processi e 2 commissioni parlamentari d’inchiesta a fare definitiva chiarezza. A partire dalle numerose lettere scritte da Moro dalla “Prigione del Popolo”, lo spettacolo ripercorre la cronaca del più tragico sequestro politico del nostro secondo dopoguerra: le lettere, i documenti, le immagini d’archivio, i commenti, i punti di vista, la ricostruzione dei fatti fino al drammatico epilogo.

sabato 28 febbraio e domenica 1 marzo

DrAma

ARTICOLO FEMMINILE

analisi illogica della carta stampata concerto lettura a più voci con Daniela Morozzi e Stefano Cocco Cantini e con Loredana Lubrano (canto), Valerio Silvestro (piano e sax) regia di Patrizia Turini e Leonardo Ciardi

Svegliarsi al mattino, bere un caffé, aprire il giornale e leggersi le ultime notizie. E se questo accadesse la sera, su un palco, dopo una giornata di lavoro? Il sipario si apre, una musica, un canto, una voce leggono articoli, per scoprire che alcuni non invecchiano mai. La regia di Patrizia Turini e Leonardo Ciardi orchestra un concerto lettura dove Daniela Morozzi voce recitante, Loredana Lubrano voce, Stefano Cantini e Valerio Silvestro alle musiche, dialogano costantemente concorrendo a comporre un’unica partitura.


TEATRO PUCCINI

da mercoledì 22 a venerdì 24 aprile

Altrove Teatro

GALLINA VECCHIA

di Augusto Novelli con Anna Montinari, Remo Masini, Marco Predieri, Marilena Manfredi, Anna Collazzo, Marcello Allegrini regia di Paolo Biribò

“Gallina vecchia” è un testo del 1911 di sorprendente contemporaneità nel raccontare con disincantata lucidità la storia di una donna d’affari, forte e cinica, nel passaggio delicato tra la maturità e la vecchiaia, in un tempo che spesso si dipinge, con una certa nostalgia, come ingenuo e semplice, ma nel quale i vizi dell’umana natura, l’avidità, le trame, ben si ritrovano e ben vengono smascherate dalla sagace penna del Novelli. A interpretare il ruolo di Nunzia, banco di prova per grandi attrici di tutti i tempi, sarà qui Anna Montinari, un’artista amata dal pubblico e di provata carriera.

Il Teatro Puccini fu inaugurato come Teatro del Dopolavoro dei Monopoli di Stato il 4 novembre 1940. Dal 1991 la programmazione del Teatro Puccini può essere semplificata nella formula “Teatro stabile della satira e della contaminazione dei generi”. Dal 2002 il Teatro Puccini è gestito dall’Associazione Culturale Teatro Puccini di cui è socio il Comune di Firenze. Il palcoscenico del Puccini ha sempre lasciato spazio alla presenza di “indomiti satiri” e “comici irriverenti”, aprendosi poi verso stimolanti confronti con autori e attori della nuova drammaturgia. Negli ultimi anni il teatro, che ha visto la direzione artistica di Staino, Bisio, Benvenuti, ha ospitato spettacoli e artisti di indiscussa qualità che hanno reso questo palcoscenico il teatro “off” di Firenze. MODALITÀ DI RITIRO

I biglietti, fino ad esaurimento posti disponibili, dovranno essere ritirati alla cassa del Teatro Puccini solo nel seguente orario: dal lunedì al venerdì 15.30-19.00, sabato 10.00-13.00 e 15.30-19.00. Non si effettuano prenotazioni. Informazioni: 055/362067 – biglietteria@teatropuccini.it orario spettacoli: ore 21.00, domenica ore 16.45 Via delle Cascine 41, Firenze - tel. 055 362067 - fax 055 331108 www.teatropuccini.it - info@teatropuccini.it

17


TEATRO di rifredi da mercoledì 14 a sabato 31 gennaio

Turk Arkadaslar Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi Teatro Stabile di Innovazione

L’ULTIMO HAREM

testo e regia di Angelo Savelli con Serra Yilmaz, Valentina Chico e Riccardo Naldini scene e costumi di Mirco Rocchi

Una sera del 1909 ad Istanbul, alla vigilia della definitiva chiusura degli harem, una seducente favorita circassa attende, insieme all’anziana guardiana ed al capo degli eunuchi imperiali, l’incerta visita del sultano, ingannando l’attesa con il racconto di storie fantastiche. Quasi cent’anni dopo, una casalinga dimessa e la sua spumeggiante amica sognano improbabili fighe dalla prigione del loro indecifrabile malessere quotidiano. Costruito intorno alla personalità della estroversa attrice turca Serra Yilmaz, figura carismatica dei film di Ferzan Ozpetek, lo spettacolo racconta la fuga impossibile di una donna dalla sua prigione interiore, tra il fastoso passato ottomano e un presente pieno di contraddizioni. 5o anno consecutivo di riprese di uno spettacolo cult!

da giovedì 12 a sabato 21 marzo

Pan Nostrale 2009 PRIMA NAZIONALE Compagnia del Pepe Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi Teatro Stabile di Innovazione

FALSTAFF

di Angelo Savelli da William Shakespeare regia di Andrea Bruno Savelli con Carlo Monni

Il gaudente Sir John Falstaff è stato fonte di ispirazione non solo per Shakespeare, Giuseppe Verdi, Orson Welles e Gus Van Sant, ma anche per le incursioni poetiche di Carlo Monni e i suoi amici improvvisatori. Falstaff-Monni è l’ amico d’osteria del ricco rampollo Enrico jr.. Non un ubriacone qualunque ma un gaudente e trabordante epicureo, un filosofo popolare, sensuale e anarcoide, libero da ogni convenzione. Quando il Junior dovrà far fronte alle sue responsabilità di adulto rinnegherà Falstaff, il suo vecchio compagno di sregolatezze che, invece, continuerà avvillito il suo bighellonare d’osteria, cosciente che la sua lezione di basso umanesimo non può trovar casa nella Storia con la “s” maiuscola.


TEATRO DI RIFREDI

da giovedì 2 a domenica 5 aprile

International Visual Theatre Compagnia Yllana di Madrid

SPLASH

Uno spettacolo concepito, diretto e interpretato da Janfri Dorado, Guss y César Maroto

La buona comicità spesso non ha bisogno di parole e quindi non una sola parola uscirà dalla bocca di questi tre marinai erranti, senza capitano né disciplina, immersi in una mareggiata di situazioni, comiche, assurde e variegate. Attraverso il teatro gestuale e la pantomima, gli Yllana, che sono maestri di questo genere, sanno solleticare l’immaginazione del pubblico e soprattutto fargli passare un momento indimenticabile. Con la loro irresistibile mimica e l’infinita tavolozza di espressioni, trasportano il pubblico, vento in poppa, in un affascinante mondo marino, un bestiario dell’assurdo fatto di gabbiani, bagnanti, pesci, pescatori, villeggianti in cui gli attori si duplicano sempre senza dire una parola. Le risate sono garantite per grandi e piccini.

Il Teatro di Rifredi è sede della Compagnia Pupi e Fresedde che, in 23 anni di gestione, lo ha trasformato da sala periferica in Teatro Stabile di Innovazione, rappresentando oggi il centro d’eccellenza per la “produzione teatrale” nella città di Firenze. Proprio la qualità delle sue proprie produzioni, le prestigiose ospitalità internazionali, la costante attenzione ai migliori artisti toscani e il gradimento del numeroso pubblico che costituisce il principale finanziatore del Teatro, sono gli assi nella manica delle sue stagioni teatrali, basate su una programmazione eclettica che intercetta pubblici diversi: nessun abbonato ma solo spettatori che scelgono di “Testa propria”. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

I biglietti dovranno essere ritirati presso la cassa del Teatro dal lunedì al sabato dalle ore 16.00 alle ore 19.00. L’ingresso è sempre garantito salvo esaurimento dei posti disponibili.

orario spettacoli: feriali ore 21.00, domenica ore 16.30, lunedì riposo Via Vittorio Emanuele 303 Firenze - tel. 055 4220361/2 - fax 055 4221453 biglietteria@toscanateatro.it

19


teatro verdi - orchestra della toscana

giovedì 26 marzo

URI CAINE

BEETHOVEN/CAINE Variazioni Diabelli CARLO TENAN direttore

Da anni sulla ribalta internazionale, Uri Caine, l’imprevedibile musicista newyorkese, che ama passare dalle scene jazzistiche alle reinterpretazioni di autori classici, propone con l’ORT la rilettura delle Variazioni Diabelli di Beethoven.

martedì 21 aprile

GABRIELE FERRO

ORCHESTRA GIOVANILE ITALIANA ORCHESTRA DELLA TOSCANA BRAHMS Sinfonia n. 2 op.73; RAVEL Pavane pour une infante défunte; RAVEL Bolero

Dopo un anno di pausa torna l’Orchestra Giovanile Italiana che insieme all’Ort, e sotto la guida di Gabriele Ferro, affronterà la Seconda Sinfonia di Brahms, pagine di Ravel, dalla composizione giovanile Pavane pour une infante défunte alla ossessiva danza spagnola, il popolarissimo Bolero.


ORCHESTRA DELLA TOSCANA

martedì 5 maggio

JEFFREY TATE

JANE ARCHIBALD soprano BRITTEN Les illuminations op.18 per voce e orchestra d’archi; BEETHOVEN Sinfonia n. 6, op.68 “Pastorale”

Con Jeffrey Tate, ancora una volta, un accostamento singolare: il linguaggio di Britten ispirato alle poesie di Rimbaud, Les Illuminations per l’appunto, come prologo all’armonia e alla limpida serenità della “Pastorale” di Beethoven. Solista nel brano di Britten la canadese Jane Archibald, splendida voce per il repertorio barocco e novecentesco.

Fondata nel 1980, l’ORT ha sede al Teatro Verdi di Firenze e oggi è considerata una tra le migliori orchestre da camera in Italia. È formata da 45 musicisti, tutti professionisti eccellenti che sono stati applauditi nei più importanti teatri italiani (dal Teatro alla Scala, all’Auditorium del Lingotto di Torino, all’Accademia di Santa Cecilia di Roma) e nelle più importanti sale europee e d’oltroceano: dall’Auditorio Nacional de Madrid alla Carnegie Hall di New York. La sua storia artistica è segnata dalla presenza di musicisti illustri, primo fra tutti Luciano Berio. Incide per Emi, Ricordi e Agorà. Attualmente il direttore artistico è Aldo Bennici. MODALITÀ DI ADESIONE

I posti dovranno essere prenotati entro il giorno precedente alla data prescelta, telefonando alla Biglietteria del Teatro dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19 (dal lunedì al sabato) ai numeri 055 212320 – 055 2396242 o per e-mail all’indirizzo prenotazioni@orchestradellatoscana.it

orario spettacoli ore 21.00 Via Ghibellina 99, Firenze, tel 055 212320 - 055 2396242 - fax 055 288417 www.orchestradellatoscana.it - info@orchestradellatoscana.it

21


TEATRO COMUNALE DI ANTELLA

Una tragedia sopra cui si addensano cieli gravi, sonorità della parola e armonie del visivo che appartengono al primitivo culturale, echi di cori che giungono dall’arcaico. La nostra paura dello sconosciuto, lo scontro fra civile e religioso, la partecipazione da giovedì 5 delle contraddizioni, non è facile raccontare a domenica 8 febbraio e racchiudere il dionisiaco, enunciare gli inProduzione Archètipo finiti temi e le antinomie de Le Baccanti.

LE BACCANTI

di Euripide (traduzione di Cesare Molinari) regia Riccardo Massai con Mor Awa Niang, Claudio Trionfi, Simone Rovida, Rosanna Gentili, Giusi Merli, Stefania Stefanin, Gianna Deidda, Elena D’Anna, Chiara Renzi, Sabina Cesaroni

sabato 14 e domenica 15 febbraio

PROGETTO “CANTI DEL MARE INTERNO”

L’ULTIMO VIAGGIO

di Giovanni Pascoli con Gianluigi Tosto

È un Ulisse molto più problematico di quello omerico questo del Pascoli, anch’egli segnato dalla determinazione a varcare il limite, a conoscere terre ignote; ed il «limite» non è costituito dalle mitiche Colonne d’Ercole, ma è connaturato nella condizione umana, irrevocabilmente volta alla morte: il vecchio Eroe diventa così il simbolo della crisi di valori tipica dell’uomo moderno.


TEATRO COMUNALE DI ANTELLA

sabato 21 e domenica 22 marzo

Produzione Associazione Teatri d’Imbarco

I MARZIANI

di Alberto Severi regia Nicola Zavagli con Beatrice Visibelli e Marco Natalucci

Classico dramma di contrasto, fra un uomo e una donna, un marito e una moglie fiorentini di mezza età e di ceto medio basso, precisati nelle loro differenze in un momento particolare, che funge da cartina di tornasole per tali diversità e insieme sovrappone alle piccole storie individuali la grande storia collettiva.

È un teatrino liberty dagli anni ’50 riapre adesso (Repubblica 2003) per piccino che tu sia, sembri più grande di tanti teatri superfinanziati (Il Giornale‘04), un piccolo grande teatro che insegna e fa spettacolo (Il Tirreno’04). Il progetto è ambizioso. Il risultato lodevole (Manifesto’04). Decisamente in crescita nel panorama fiorentino (La Nazione‘05). Finalmente riconosciuti dalla Regione, Massai e i suoi presentano, senza tralasciare l’attività formativa che ha permesso di radicarsi nel territorio (L’Unità‘06), un cartellone ad alta qualità (Metropoli‘06): come spesso accade la grinta e il carattere non si misurano dalle dimensioni, ma dal cuore che qui pulsa nel lavoro di squadra (Il Corriere di Firenze‘07); il TCA è diventato una delle realtà più invidiabili dell’area metropolitana fiorentina (Repubblica‘07). MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

Telefonicamente presso la segreteria del teatro al n. 055 621894 (lun. merc. ven. ore 16.00 – 19.00) indicando l’intestatario ed il codice abbonamento. I biglietti prenotati devono essere ritirati presso la biglietteria del teatro entro le ore 20,30 della sera di spettacolo. L’ingresso è garantito salvo esaurimento dei posti. orario spettacoli: ore 21.00, domenica ore 17.00 Via Montisoni 10, Antella - Bagno a Ripoli (Firenze), tel e fax 055 621894 www.archetipoac.it - teatro@archetipoac.it

23


TEATRO COMUNALE CORSINI

venerdì 20 febbraio

Petra Magoni Ferrucio Spinetti

MUSICA NUDA

Un progetto che in pochi anni ha fatto il giro del mondo, MUSICA NUDA è il duo geniale nato dall’incontro tra Petra Magoni (voce) e Ferruccio Spinetti (contrabbasso già membro degli Avion Travel). E’ l’arte di saper spogliare le opere musicali, appartenenti indifferentemente al repertorio lirico, jazz, pop o soul, e di confrontarsi con complicità ed umorismo, in una giostra sensibile che contrappone due estremi: una voce baciata dal cielo ed un contrabbasso genialmente anacronistico.

mercoledì 25 marzo

Fondazione Toscana Spettacolo a.ArtistiAssociati

LE ULTIME LUNE

testo e regia di Furio Bordon con Gianrico Tedeschi, Marianella Laszlo, Walter Mramor scene di Milli costumi di Stefano Nicolao luci di Iuraj Saleri

Le ultime lune, scritto da Furio Bordon nel 1992 e portato al successo da Marcello Mastroianni torna in Italia per una precisa scelta del suo autore il quale, assumendosi anche la responsabilità della regia e presentando per la prima volta il testo nella sua versione integrale, lo affida alla genialità di un altro grande interprete: Gianrico Tedeschi. Dall’incontro con questo straordinario uomo di teatro è maturata nell’autore la decisione di riprendere una commedia che sembrava non più proponibile in Italia dopo la memorabile edizione con Marcello Mastroianni. Decisione nata nel segno di una grande stima per l’interprete di oggi e di un grande affetto, da noi tutti condiviso, per l’interprete di ieri. Dopo più di trecento repliche e successo in molti teatri, a grande richiesta lo spettacolo viene ripreso.


TEATRO COMUNALE CORSINI

giovedì 2 aprile

Fondazione Toscana Spettacolo Teatro Metastasio Fondazione - Stabile della Toscana Le Belle Bandiere

SANTA GIOVANNA DEI MACELLI

di Bertolt Brecht regia di Elena Bucci con la collaborazione di Marco Sgrosso musiche di Andrea Agostini eseguite dal vivo

Un classico del teatro politico didattico di Brecht, Santa Giovanna dei Macelli affironta i temi della lotta di classe nella Chicago della Grande Depressione del 1929 tanto simile alla crisi che vediamo oggi arrivare dagli stessi Stati Uniti. In bilico fra tragedia, commedia, sacra rappresentazione, cabaret e operetta, Brecht racconta con acida ironia un’altra favola amara sul Bene e sul Male.

Il Teatro Comunale Corsini di Barberino di Mugello è tra i nuovi protagonisti della scena teatrale dell’area metropolitana fiorentina una programmazione attenta e composita realizzata da catalyst e fondazione toscana spettacolo che privilegia la qualità e la varietà dell’offerta. Repertorio classico, innovazione, progettualità locale ed europea sono le linee artistiche che in questi anni hanno fatto del teatro di Barberino un polo tetrale di riferimento per il mugello e per tutta la provincia. Prosa, concerti ma anche teatro ragazzi, scuola di teatro, matinèe per le scuole, mostre, laboratori, incontri: un carnèt di proposte che voglione rendere il teatro un luogo pubblico, spazio di crescita culturale, di scambio e di ospitalità. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

I biglietti per gli spettacoli possono essere prenotati telefonicamente allo 055 331449 o 055 841237 o via mail all’indirizzo info@catalyst. it specificando di essere possessori di un abbonamento PassTeatri. I biglietti possono essere acqistati presso la cassa del teatro ogni sabato dalle 10.00 alle 13.00 e il giorno dello spettacolo dalle 15.00 alle 20.30. I biglietti prenotati possono essere ritirati presso la cassa del teatro la sera stessa dello spettacolo entro le 20.30. Per lo spettacolo Musica Nuda sono disponibili fino a un massimo di 100 prenotazioni PassTeatri orario spettacoli ore 21.00 Via della Repubblica 3, Barberino di Mugello (FI) - tel 055 841237-331449 www.catalyst.it - info@catalyst.it

25


TEATRO MANZONI - CALENZANO

da giovedì 26 a sabato 28 febbraio

IL TEATRO DELLE DONNE Centro Nazionale di Drammaturgia trilogia del parlatorio

VERSIONE DEI FATTI (la gabbia 3)

di Stefano Massini regia Stefano Massini con Barbara Valmorin, Luisa Cattaneo e con Maria Bazzani

In scena ancora una volta una gabbia di sbarre. C’è una donna vecchia che sta lì per dare una versione dei fatti. Gliela chiede con insistenza una ragazza impeccabile, perfetta. Un avvocato. Forse la differenza fra uomini e macchine è che le macchine non perdono tempo. Gli uomini no. Loro a volte si perdono. Se gli uomini fossero come le macchine darebbero versioni dei fatti senza perdersi in labirinti. Massini affronta con lucida incisività il controverso tema dell’eutanasia.

venerdì 6 marzo

IL TEATRO DELLE DONNE Centro Nazionale di Drammaturgia

DONNA NON RIEDUCABILE

Memorandum teatrale su Anna Politkovskaja di Stefano Massini regia Stefano Massini con Luisa Cattaneo e Roberto Gioffrè

Si chiamava Anna Politkovskaja. Venne definita dal Cremlino “donna non rieducabile”. Le hanno sparato il 7 ottobre 2006 prima al cuore e poi alla testa all’ingresso di casa sua alla periferia di Mosca. Donna non rieducabile è un memorandum serrato, appassionante e terribile ricavato dagli articoli e dai diari privati della giornalista uccisa per aver fatto il suo mestiere.


TEATRO MANZONI

venerdì 27 e sabato 28 marzo

IL TEATRO DELLE DONNE Centro Nazionale di Drammaturgia

VOCI DEL VERBO FARE (donna lavoro) di Silvia Calamai regia Chiara Macinai con Luisa Cattaneo

La voce di una donna alle prese con molti lavori precari e con il desiderio di diventare madre. Donna lavoro è una triste assonanza con ‘forza lavoro’, sintagma inteso nei suoi aspetti più meccanici e duri: negli anni intellettualmente più produttivi della vita di una donna c’è da decidere se fare la madre o fare carriera, entrambi voci del verbo fare, purtroppo non coniugabili in contemporanea.

Il Teatro Manzoni, in cui ha sede Il Teatro delle Donne dal 2002, è una delle sale più originali dell’area metropolitana. Una vera e propria casa per la drammaturgia contemporanea che ospita durante l’anno due festival, la scuola nazionale di drammaturgia e laboratori teatrali. Luogo d’incontro di intelligenze, di sensibilità ed esperienze, in cui viene data centralità alla funzione civile del teatro, alla pluralità dei linguaggi ed al valore delle differenze. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

I posti devono essere prenotati ai numeri 055 8877213- 055 8876581 (in assenza di operatore lasciare messaggio in segreteria) oppure tramite e.mail all’indirizzo teatro.donne@libero.it specificando di essere Abbonati PassTeatri. I biglietti potranno essere ritirati presso la cassa del Teatro il venerdì e il sabato dalle 17.00 alle 20.00 e due ore prima dello spettacolo. L’ingresso è garantito salvo esaurimento posti disponibili.

orario spettacoli ore 21.15 Via Mascagni 18, Calenzano (FI) - tel/fax 055 8876581–8877213 www.donne.toscana.it/centri/teatrodonne - teatro.donne@libero.it

27


TEATRO dante venerdì 20 e sabato 21 febbraio

Cherestanì Produzioni

SCHERZI

di Anton Cechov regia Massimo Chiesa con Andrea Brambilla (Zuzzurro), Nino Formicola (Gaspare), Eleonora D’Urso musiche originali Arturo Annecchino al pianoforte Giovanni Vitaletti

Gaspare e Zuzzurro, dopo il successo ottenuto con “Sarto per signora” di Feydeaux, ritornano in teatro con quest’opera di Cechov. Lo spettacolo si compone di quattro “scherzi”: L’orso, La domanda di matrimonio, I danni del tabacco e Tragico controvoglia, scritti da Cechov tra il 1884 e il 1891, che si inseriscono nel genere musicale vaudeville. Lo spettacolo scorre tra risate amare e riflessioni sulla vita, con testi molto fedeli all’originale, impreziositi continuamente da gag e gestualità proprie del duo.

venerdì 6 e sabato 7 marzo

ADR Spettacoli

COATTO UNICO... SENZA INTERVALLO

di Giorgio Tirabassi scritto con Daniele Costantini, Stefano Santarelli, Loredana Scaramella, Mattia Torre regia Giorgio Tirabassi con Giorgio Tirabassi contrabbasso Daniele Ercoli - percussioni Giovanni Lo Cascio

Sul palcoscenico, Tirabassi da vita e voce a molteplici personaggi: dal “tossico” che ironizza sulla sua difficile quotidianità, all’evasore fiscale arrogante e strafottente; da “Nello” e “Rufetto” due maldestri ed esilaranti rapinatori, ad un padre alle prese con le domande incalzanti e, talvolta, imbarazzanti, del figlio. Una performance comica ma a tratti commovente, che consacra Tirabassi come attore completo, capace di monologhi che riescono a trasmettere grandi emozioni, comiche e tragiche, ma anche di suonare e cantare.


TEATRO DANTE

martedì 7 e mercoledì 8 aprile

Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia Teatro degli Incamminati Teatro di Messina

EDIPO

di Sofocle regia Antonio Calenda con Franco Branciaroli

Tebe, su cui si è abbattuto il castigo degli dei, è devastata dalla peste a causa di un antico misfatto: l’uccisione del vecchio re Laio, rimasta impunita. Divenuto Re per aver sposato la vedova di Laio, Edipo vuole conoscere la verità, ma arriverà alla scoperta che lui stesso fu l’inconsapevole autore del delitto; Edipo, pur ignorandolo, è figlio di Laio e ha sposato sua madre. Inorridito dalla terribile scoperta, si acceca. Il mito di Edipo, dopo la celebre versione sofoclea, ha assunto una centralità assoluta grazie alla lettura freudiana diventando il simbolo del legame dell’uomo verso i propri genitori, un legame che si sviluppa fra gli opposti di amore e odio.

Completamente rinnovato grazie ad un globale intervento di restauro, il Teatro è caratterizzato da finiture di alta qualità ed impianti e attrezzature altamente specializzate. L’ampio foyer, il bar - integrato con la struttura teatrale - e 500 posti suddivisi in platea e tre ordini di palchi accolgono il pubblico. La direzione artistica è affidata ad Alessandro Benvenuti che ha proposto anche per la stagione in corso una rosa di spettacoli tra loro molto differenti, per la volontà di accontentare le diverse aspettative del pubblico e per godere della magia che questo Teatro è capace di creare. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

I posti dovranno essere prenotati entro le 24 ore precedenti la data prescelta (nel caso di sabato entro le ore 13 del venerdì) al numero 055.8940864 o tramite e-mail all’indirizzo promozione@teatrodante. com indicando nome, cognome ed il codice del PassTeatri. I biglietti potranno essere ritirati presso la biglietteria del Teatro il martedì - venerdì – sabato dalle 16 alle 19 e il giorno di spettacolo dalle 20 alle 20.30. L’ingresso è garantito salvo esaurimento dei posti (sono disponibili 50 biglietti a replica). orario spettacoli 21.00 Piazza Dante 23, Campi Bisenzio (FI) - tel 055 8940864 - fax 055 8979357 accademiaperseveranti@teatrodante.it - www.teatrodante.it

29


TEATRO NICCOLINI

Per la nota regista cinematografica, è questo il primo incontro con un testo della tradizione teatrale italiana classica. Nella casa dell’appassionata ma saggia vedova, i valori sono diversi, freschi, autentici e si ritrova l’amore come senso centrale della vita. La lettura più interessante e forse sabato 24 gennaio anche la più appropriata per questa “VedoAssociazione Teatrale Pistoiese / va” è realizzata proprio attraverso il “seme Tauma srl dell’Amore”, soffio purificante che anticipa il LA VEDOVA grande vento del Romanticismo.

SCALTRA

da Carlo Goldoni adattamento e regia Lina Wertmüller scene e costumi Enrico Job con Raffaella Azim, Giovanni Costantino, Elena D’Anna, Francesco Feletti, Massimo Grigò, Roberto Valerio e con Gianni Canavacciuolo nel ruolo di Arlecchino

domenica 8 febbraio

Diablogues / Teatro Stabile di Sardegna

PENSACI, GIACOMINO!

di Luigi Pirandello regia Enzo Vetrano, Stefano Randisi con Enzo Vetrano, Eleonora Giua, Giuliano Brunazzi, Giovanni Moschella, Margherita Smedile, Ester Cucinotti, Antonio Lo Presti, Stefano Randisi, Francesco Pennacchia

“Un lavoro audacissimo” dice Pirandello della commedia morale scritta per Angelo Musco, dunque un testo umoristico ma anche grottesco che ci fa divertire, nel guardare da vicino legami familiari paradossali e tumultuose relazioni con un perbenismo di facciata, e riflettere sugli aspetti diametralmente opposti della violenza e del rispetto.


TEATRO NICCOLINI

venerdì 27 febbraio

Spellbound Dance Company

CARMINA BURANA

regia e coreografia Mauro Astolfi musiche Orff, Caracciolo, Vivaldi danzatori Alessandra Chirulli, Angelo Venneri, Maria Cossu, Gianmaria Giuliattini, Marianna Ombrosi, Silvia Rizzo, Sofia Barbiero, Francesco Gammino, Camilla Brezzi luci Marco Policastro

Nella raccolta in versi si esaltano il vino e l’amore, la natura, la dissolutezza del clero, il piacere dei sensi. Non mancano inoltre “canti crociati” con violenti attacchi alla corruzione e all’avidità. Da questo curioso magma di scurrilità plebea e raffinatezza cortigiana Mauro Astolfi deduce in piena libertà una coreografia giocata tra ‘larghi’ e ‘sfrenatezze’ che agisce lo spazio quasi a volerlo contestare.

Il Magistrato della Comunità concede all’Accademia dei Perseveranti il terreno per edificare un teatro la cui apertura avviene nel 1850 con il nome di Teatro Niccolini, in onore al tragediografo G.B. Niccolini. Nel 1927 diventa Casa del Fascio. I danni della guerra fanno temere l’abbattimento. Restaurato, ospita la Casa del Popolo. Nel 1960 l’Accademia riacquista l’edificio che versa in condizioni di grave rischio: l’Amministrazione interviene per ottenere la cessione e avviare l’ultimo restauro. Inaugurato nella forma attuale nel 1996, riapre con uno spettacolo di Carla Fracci. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

Apertura sala e biglietteria ore 20.15 informazioni, prevendita, abbonamenti ufficio del teatro 0558290146 segreteria@teatroniccolini.it lunedì martedì sabato 9 –13 mercoledì venerdì 15- 19

orario spettacoli ore 21.15 Via Roma 47, San Casciano Val di Pesa (FI) - tel 055 8290146 www.teatroniccolini.it - segreteria@teatroniccolini.it

31


TEATRO STUDIO

Animenere, liberamente tratto dal romanzo di Giuseppe Montesano Di questa vita menzognera, è una sorta di saga famigliare dei Belmondo, teatro della rapacità e della sopraffazione. Capostipiti di tutte le famiglie e tutti i ceti, lobby e clan che, asservito il potere economico e politico, fanno da piovenerdì 23 e sabato 24 nieri ad una nuova economia di rapina. gennaio

venerdì 6 e sabato 7 febbraio

ANIMENERE

I Sacchi Di Sabbia/ Compagnia Sandro Lombardi

Katzenmacher

di Alfonso Santagata regia di Alfonso Santagata con Antonio Alveario, Donatella Furino, Rossana Gay, Johnny Lodi, Daria Panettieri, Massimiliano Poli, Alfonso Santagata

SANDOKAN O LA FINE DELL’AVVENTURA

da “Le Tigri di Mompracem” di Emilio Salgari regia di Giovanni Guerrieri con Gabriele Carli, Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Enzo Illiano, Giulia Solano

L’azione si svolge in una cucina: attorno ad un tavolo si raccolgono i quattro personaggi che, indossato il grembiule, iniziano a vivere le intricate gesta del pirata malese. Perno dell’azione è l’ortaggio in tutte le sue declinazioni. La cucina è casa di Sandokan, nave dei pirati, villa di Lord Guillonk, foresta malese, spiaggia di Mompracem. Fedele all’ideale di un ironico esotismo quotidiano lo spettacolo è un elogio all’immaginazione, che rischia di naufragare nel blob superficiale dei nostri tempi e al tempo stesso una satira di costume.


TEATRO STUDIO

da venerdì 14 a sabato 22 marzo

prima nazionale Compagnia Teatrale Krypton

UNO, NESSUNO, CENTOMILA di Luigi Pirandello regia di Giancarlo Cauteruccio con Fulvio Cauteruccio

Una delle opere più belle di Luigi Pirandello: Uno, nessuno, centomila (1926) che, indaga con amara ironia l’animo umano, è la nuova produzione della Compagnia Krypton. Lo spettacolo vede protagonista unico un maturo Fulvio Cauteruccio che qui incarna Vitangelo Moscarda, giovane banchiere siciliano. La narrazione in prima persona si dipana da un banale fatto quotidiano per diventare un lungo viaggio introspettivo alla ricerca del vero sé. Dal canto suo, Giancarlo Cauteruccio agisce secondo una cifra registica che, dopo la lunga esperienza beckettiana, gli permette di mettere in conflitto due visioni alte dell’esistenza umana.

Teatro Studio si è affermato nei suoi molti anni di attività come uno degli spazi più innovativi e aperti sui nuovi linguaggi dell’arte. Quest’anno la stagione, curata dal direttore artistico Giancarlo Cauteruccio e dalla Compagnia Krypton, si intitola SCORIE D’AMORE… ma avremmo voluto scrivere STORIE, pensando alle storie degli artisti teatrali con la scena, con il testo, con il corpo. Ancora una volta il progetto di Scandicci conferma la sua peculiarità proponendo un cartellone in cui il teatro di ricerca affronta le questioni del presente confrontandosi con la parola di ieri e di oggi. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

Si accettano prenotazioni telefoniche entro 24 ore prima dell’inizio dello spettacolo scelto, telefonando in orario di ufficio ai numeri 055.7591591 – 593 – 595 oppure mandando una mail all’indirizzo: infoteatro@ scandiccicultura.it l’ingresso è sempre garantito salvo esaurimento posti disponibili.

orario spettacoli ore 21.15 Via Donizetti 58, Scandicci (FI) - tel/fax 055.7591591 – 593 – 595 www.scandiccicultura.it - infoteatro@scandiccicultura.it

33


TEATRO DELLA LIMONAIA

sabato 24 gennaio

prima assoluta

NEMICI DI SANGUE

di Arkas con Dimitri Milopulos, Michele Panella (cast completo in via di definizione) traduzione Dimitri Milopulos

Arkàs è lo pseudonimo del più importante fumettista greco e Nemici di Sangue è la sua prima opera teatrale. Ci troviamo nel corpo umano dopo un incidente. L’Encefalo è in coma, l’Intestino Crasso e l’Intestino Tenue, seguiti poi dal Rene Destro colpiti e non più comandati, si incontrato per valutare la situazione. La discussione che avrà luogo, svelerà un’altro terribile e insospettato risvolto dei fatti. Il testo, seguendo la vena artistica dell’autore è assolutamente surreale e divertente ed è apertamente un’ accusa ed una critica feroce alla situazione politico-sociale dei nostri giorni e non solo.

sabato 28 febbraio

prima nazionale

INVERNO

di Chiara Guarducci con Silvia Guidi

Una donna visionaria, una nemica da incenerire. Come regina contro regina. Un inseguimento nei labirinti dello specchio, la febbre di un’ossessione implacabile che si scatena in una gelida tempesta di maledizioni, dai toni alti e sovrannaturali, proprio come nelle tragedie di Shakespeare.


TEATRO DELLA LIMONAIA

sabato 13 marzo

Nuovo Teatro Nuovo PIM Spazio Scenico, Milano in collaborazione con Festival Internazionale Castel dei Mondi, Andria

IL SENTIERO DEI PASSI PERICOLOSI

di Michel Marc Bouchard traduzione Francesca Moccagatta con Andrea Capaldi, Andrea Manzalini, Silvio Laviano regia Tommaso Tuzzoli

Attraversarsi, scavarsi dentro, spingersi fino alla soglia dei propri silenzi e ridar vita ai ricordi, alle immagini, ai suoni, a volte lontani, a volte dimenticati. Tre fratelli, da anni lontani, si ritrovano il giorno del matrimonio del più piccolo che coincide con quello della scomparsa del padre quindici anni prima. Una spirale di continui deja vù per ripercorrere le proprie vite costruite negli anni sulla colpa, credendo di essere ancora vivi. M.M. Bouchard ci rimanda a questo compito duro e violento per ottenere verso se stessi e gli altri quella franchezza a cui ci siamo disabituati.

Uno spazio per la contemporaneità. Situato nell’antica limonaia della Villa Corsi Salviati Guicciardini di Sesto Fiorentino, il Teatro della Limonaia ha una struttura unica a Firenze che per l’estrema mobilità della scena e le sue caratteristiche dinamiche permette di accogliere al meglio spettacoli teatrali e di danza di rilievo. Il teatro si è specializzato negli anni come il luogo della nuova drammaturgia internazionale e italiana attraverso il Festival Intercity e la stagione teatrale dedicata alla sperimentazione dei linguaggi e quanto di meglio esprime il teatro d’autore nazionale. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

I posti devono essere prenotati allo 055 440852 dal lunedì al venerdì (11-18) e il sabato (16-19). La prenotazione va effettuata entro le 24 ore prima della data scelta (nel caso di sabato o domenica, entro le 12 del venerdì). Il biglietto dovrà essere ritirato alla biglietteria mezz’ora prima dello spettacolo.

orario spettacoli ore 21.00 Via Gramsci, 426 – 50019 Sesto Fiorentino - tel/fax 055 440852 www.teatrodellalimonaia.it - info@teatrodellalimonaia.it

35


TEATRO del maggio musicale fiorentino

mercoledì 1 aprile ore 16.30

ZUBIN MEHTA Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino Gustav Mahler – Sinfonia n.2 “Resurrezione”

CONCERTI

BALLETTI

Mehta conclude la Stagione con l’esecuzione della monumentale Sinfonia n. 2 “Resurrezione” di Mahler, ottanta minuti di musica grandiosa, visionaria e sublime. I testi cantati sono tratti dall’omonimo poema di Klopstock e dalla raccolta Il corno magico del fanciullo, le voci soliste sono quelle di due fra le interpreti più celebri a livello internazionale quali il soprano Barbara Frittoli e il contralto Marjana Lipovšek.

Il più importante balletto romantico torna sul palscoscenico del Teatro Comunale nella poetica, applaudita versione di Polyakov. Punte e tutù per raccontare la storia fantastica e drammatica dell’amore di Giselle per il principe Albrecht, che la inganna ed abbandona: lei muore e si trasforma in una delle Villi, creature notturne che causano a loro volta la fine dei mortali. Ma il sentimento di Giselle è più forte della condanna, e riesce a salvare l’amato sostenendolo in una folle danza fino all’alba.

sabato 10 gennaio ore 20.30

GISELLE

Coreografia Evgheni Polyakov musica Charles-Adolph Adam MaggioDanza - Compagnia di Ballo del Maggio Musicale Fiorentino Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Giuseppe Mega

SPETTACOLI FUORI ABBONAMENTO OFFERTI AI POSSESSORI DI PASSTEATRI


TEATRO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

sabato 17 gennaio ore 20.30

SERATA FOKINE

Omaggio ai Balletti Russi coreografie di Michail Fokine L’UCCELLO DI FUOCO e PETRUSKA musica di Igor Stravinskij MaggioDanza - Compagnia di Ballo del Maggio Musicale Fiorentino Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Giuseppe Mega

Esattamente cento anni fa, nel 1909, venivano fondati a Parigi dall’impresario russo Sergej Diaghilev i Ballets Russes, la prima, grande compagnia di danza del Novecento. Michail Fokine, nato a San Pietroburgo nel 1880, ne fu il coreografo principale fino al 1912, quando abbandonò l’ensemble per gelosia nei confronti di Vaslav Nijinsky. In omaggio a questo straordinario artista e all’esperienza dei Ballets Russes, la serata propone tre assoluti capolavori della storia della danza e l’Orchestra interpreta due delle pagine più rivoluzionarie di Stravinskij.

Il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino è il “tempio” della musica, dell’opera e del balletto a Firenze. Da settembre a luglio propone una Stagione Lirica con gli interpreti più importanti della scena internazionale, intense Stagioni Sinfoniche e di Danza, il Maggio Musicale Fiorentino - dal 1933 il più antico ed innovativo Festival musicale italiano - ed una Stagione estiva nei più suggestivi luoghi della città. Direttore Principale è dal 1985 il Maestro Zubin Mehta, protagonista di spettacoli acclamati, registrazioni e tournée. MODALITÀ DI RITIRO

Ai possessori di PassTeatri il Teatro del Maggio offre 3 dei più attesi appuntamenti della Stagione: esibendo l’abbonamento PassTeatri esclusivamente alla Biglietteria del Teatro Comunale, ogni abbonato può acquistare due biglietti per ogni spettacolo al prezzo particolare di 10 euro ciascuno, fino ad esaurimento della disponibilità. Conservare l’abbonamento PassTeatri! Darà diritto ad un’offerta speciale nel corso della 72a edizione del Festival, che verrà comunicata successivamente.

Teatro Comunale di Firenze – Corso Italia 16, Firenze programmi dettagliati e aggiornamenti su www.maggiofiorentino.com info: tel 055 2779350

37


tEATRO MANZONI - PISTOIA

venerdì 30 gennaio

a.Artisti Associati

LA VARIANTE DI LÜNEBURG

Fabula in musica dal romanzo di Paolo Maurensig adattamento teatrale e testi delle canzoni Paolo Maurensig con Milva e Walter Mramor musiche originali e direzione Valter Sivilotti con la partecipazione del Coro “Città di Pistoia”

Nel giardino di una splendida villa nei dintorni di Vienna, in mezzo a una grande scacchiera di marmo e ardesia, giace, immerso nel suo stesso sangue, il corpo del facoltoso proprietario. Un colpo di pistola ha messo fine alla sua vita. Omicidio? Suicidio? Disgrazia? Ancora una volta il gioco degli scacchi assurge a metafora della crudeltà umana.

da venerdì 6 a domenica 8 marzo

Emilia Romagna TeatroFondazione/CSS Teatro stabile di innovazione del FVG

COPENhAGEN

di Michael Frayn con Umberto Orsini, Massimo Popolizio, Giuliana Lojodice Regia Mauro Avogadro

Michael Frayn, conosciuto in tutto il mondo come creatore di meccanismi comici nel 1998 presenta un lavoro teatrale, Copenhagen, che si occupa rigorosamente di fisica atomica, e ripropone insieme problemi esistenziali e politici importanti, riuscendo a costruire un meccanismo teatrale che ha la tensione di un thriller. La vicenda, ambientata nel settembre 1941 in piena occupazione nazista, ricostruisce l’incontro tra il tedesco Werner Heisenberg, inventore del principio di indeterminazione, con Niels Bohr, danese e mezzo ebreo, suo maestro, fondatore negli anni Dieci della fisica atomica grazie all’applicazione della teoria quantistica alla materia e all’energia. Bohr e Heisenberg, costretti dalla guerra a guardarsi con sospetto, si trovarono imprigionati in un labirinto di domande che stentano a trovare risposta, sommerse come da ambiguità e dubbi estenuanti sul rapporto tra potere, scienza e morale.


TEATRO MANZONI - PISTOIA

da venerdì 13 a domenica 15 marzo

Teatro Carcano Milano/ La Biennale Di Venezia

SIOR TODERO BRONTOLON

di Carlo Goldoni con Giulio Bosetti con la partecipazione di Marina Bonfigli e con Nora Fuser, Silvia Ferretti, Roberto Milani, Francesco Migliaccio, Franco Santelli, Tommaso Amadio, Caterina Bajetta, Umberto Terruso regia Giuseppe Emiliani

Sior Todero Brontolon appartiene alla stagione dei capolavori di Goldoni. Il vecchio Todero, insensibile e avaro, promette in sposa la nipote Zanetta a Nicoletto, figlio dell’agente Desiderio, per non disperdere la dote al di fuori delle mura domestiche. Il progetto non è gradito alla nuora Marcolina, che invece predispone un matrimonio di prestigio, ma non può contare sull’alleanza del marito Pellegrin, uomo privo di qualità e di carattere...

La storia dello storico”Teatro dei Risvegliati” di Pistoia ha inizio nel 1694, quando l’omonima Accademia di nobili e dotti fondò la prima sede teatrale della città. L’edificio subì varie modifiche nel corso del Settecento, ma i maggiori interventi di restauro furono eseguiti nell’Ottocento, facendo acquistare al teatro l’aspetto e le dimensioni che tuttora conserva. Nel 1864 il teatro fu intitolato ad Alessandro Manzoni, che espresse alla città di Pistoia la propria gratitudine. Agli inizi degli anni Settanta si avvia l’attuale gestione del teatro, affidata prima al Comune di Pistoia e poi, dal 1984, all’Associazione Teatrale Pistoiese. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

I biglietti, preferenza galleria, secondo disponibilità, si prenotano al Manzoni in orario di biglietteria fino alle 19 del giorno di spettacolo (se serale) o del sabato precedente la recita se domenicale. Il ritiro entro le 20,30 (recita serale) o le 15,30 (recita domenicale). Informazioni e prevendita: 0573 991609 – 27112 atp@pistoiateatri.it BIGLIETTERIA 0573/991609 biglietteria@pistoiateatri.it lunedì chiuso, martedì 16.30/19, mercoledì 11/16, dal giovedì al sabato 11/13, 16.30/19 - on line www.pistoiateatri.it e Circuito Box Office orario spettacoli: ore 21.00, festivi ore 16.00 Corso Gramsci 127 – Pistoia 0573 99161 www.pistoiateatri.it

39


CALENDARIO GENNAIO - FEBBRAIO

teatro TEATRO CANTIERE FLORIDA

TEATRO DI CESTELLO

TEATRO EVEREST

gennaio

febbraio

teatro

19 e 20 LA BOTTEGA DELL’OREFICE di Karol Wojtyla regia Andrea Chiodi

TEATRO COMUNALE DI ANTELLA

gennaio

febbraio

14, 15, 21, 22 e 28 GINEVRA DEGLI ALMIERI SEPOLTA VIVA IN FIRENZE di Luigi Del Buono

TEATRO COMUNALE CORSINI

20 MUSICA NUDA

TEATRO MANZONI CALENZANO

dal 26 al 28 VERSIONE DEI FATTI (la gabbia 3) di Stefano Massini

dal 5 all’8 LE BACCANTI di Euripide 14 e 15 L’ULTIMO VIAGGIO di Giovanni Pascoli


teatro

gennaio

TEATRO LE LAUDI

10 e 11 L’APPARENZA INGANNA

febbraio

teatro

gennaio

febbraio

17 e 18 PULCINELLA scritto e diretto da Gianfranco Pedullà 24 e 25 DOVE ANDREMO A FINIRE? scritto e diretto da Enrico Vaime TEATRO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

10 GISELLE coreografia Evgheni Polyakov

20 e 21 SCHERZI di Anton Cechov

TEATRO DANTE

17 SERATA FOKINE Omaggio ai Balletti Russi TEATRO DELLA PERGOLA

dal 3 all’8 FACCIAMO L’AMORE di Norman Krasna

TEATRO COMUNALE NICCOLINI

24 LA VEDOVA SCALTRA da Carlo Goldoni adattamento e regia Lina Wertmüller

8 PENSACI, GIACOMINO! di Luigi Pirandello 27 CARMINA BURANA regia e coreografia di Mauro Astolfi

41


CALENDARIO GENNAIO - APRILE

teatro

gennaio

TEATRO PUCCINI

febbraio

teatro

gennaio

febbraio

21 e 22 ALDO MORO – UNA TRAGEDIA ITALIANA di Corrado Augias e Vladimiro Polchi

TEATRO STUDIO

23 e 24 ANIMENERE di Alfonso Santagata

6e7 SANDOKAN O LA FINE DELL’AVVENTURA di Emilio Salgari

TEATRO DELLA LIMONAIA

24 NEMICI DI SANGUE di Arkas

28 INVERNO di Chiara Guarducci

TEATRO MANZONI PISTOIA

30 LA VARIANTE DI LÜNEBURG dal romanzo di Paolo Maurensig

28 DrAma ARTICOLO FEMMINILE TEATRO DI RIFREDI

TEATRO VERDI ORCHESTRA DELLA TOSCANA

dal 14 al 31 L’ULTIMO HAREM testo e regia di Angelo Savelli


teatro

MARZO

APRILE

teatro

MARZO

TEATRO CANTIERE FLORIDA

6e7 TRE STUDI PER UNA CROCIFISSIONE di Danio Manfredini

3e4 MOLLY B. TUTTI I MIEI SÌ di j. Joyce

TEATRO COMUNALE DI ANTELLA

21 e 22 I MARZIANI di Alberto Severi

TEATRO DI CESTELLO

1 GINEVRA DEGLI ALMIERI SEPOLTA VIVA IN FIRENZE di Luigi Del Buono

25 e 26 TURANDOT di Carlo Gozzi nell’adattamento di Oreste Pelagatti

TEATRO COMUNALE CORSINI

25 LE ULTIME LUNE testo e regia di Furio Bordon

19 Fringe Festival di Edimburgo THE PLUCK SHOW

TEATRO MANZONI CALENZANO

6 DONNA NON RIEDUCABILE di Stefano Massini

1 ZUBIN MEHTA direttore

TEATRO DANTE

14,15, 21, 22, 28 e 29 DA SOLE A SOLE… OGNI GIORNO DELL’ANNO di Vinicio Gioli TEATRO EVEREST

TEATRO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

27 e 28 IN NOME DELLA MADRE di Paolo Pierazzini

APRILE

2 SANTA GIOVANNA DEI MACELLI di Bertold Brecht

43

27 e 28 VOCI DEL VERBO FARE (donna lavoro) di Silvia Calamai 6e7 COATTO UNICO... SENZA INTERVALLO di e con Giorgio Tirabassi

7e8 EDIPO di Sofocle regia Antonio Calenda


CALENDARIO Marzo-MAgGIO

teatro

MARZO

APRILE

teatro

MARZO

TEATRO DELLA PERGOLA

dal 10 al 15 LA SIGNORINA GIULIA di August Strindberg

dal 14 al 19 AMORE E PSICHE La favola de L’Asino d’oro di Apuleio

TEATRO STUDIO

dal 14 al 22 UNO, NESSUNO, CENTOMILA di Luigi Pirandello

TEATRO PUCCINI

1 DrAma ARTICOLO FEMMINILE

dal 22 al 24 GALLINA VECCHIA di Augusto Novelli

TEATRO DELLA LIMONAIA

13 IL SENTIERO DEI PASSI PERICOLOSI di Michel Marc Bouchard

TEATRO DI RIFREDI

dal 12 al 21 FALSTAFF di Angelo Savelli da William Shakespeare

dal 2 al 5 International Visual Theatre Compagnia Yllana di Madrid SPLASH

TEATRO MANZONI PISTOIA

dal 6 all’8 COPENhAGEN di Michael Frayn

TEATRO VERDI ORCHESTRA DELLA TOSCANA

26 URI CAINE

21 GABRIELE FERRO

teatro

MAGGIO

teatro

MAGGIO

TEATRO DI CESTELLO

2, 3, 9 e 10 TURANDOT di Carlo Gozzi nell’adattamento di Oreste Pelagatti

TEATRO EVEREST

8e9 DON GIOVANNI di Molière

TEATRO VERDI ORCHESTRA DELLA TOSCANA

5 JEFFREY TATE

dal 13 al 15 SIOR TODERO BRONTOLON di Carlo Goldoni

APRILE


Riferimenti dei teatri

I teatri che aderiscono alla quinta edizione di PassTeatri

COMUNE DI FIRENZE

TEATRO CANTIERE FLORIDA* Via Pisana 111, 50143 Firenze tel. 055.7135357 fax 055.7131781 www.elsinor.net cantiere.florida@elsinor.net Apertura serale biglietteria ore 19.00 Orario biglietteria: dal lunedì al venerdì dalle 14,00 alle 17,00 TEATRO DI CESTELLO*

Piazza di Cestello 4, Firenze tel. 055.294609 www.teatrodicestello.it info@teatrodicestello.it Apertura serale biglietteria: un’ora prima dello spettacolo

TEATRO EVEREST*

Via Volterrana 4b, 50124 Firenze tel. 055.2321754 www.teatroeverest.it info@teatroeverest.it Orario biglietteria: dal lunedì al venerdì dalle 15.30 alle 19.30

TEATRO LE LAUDI* Via Leonardo da Vinci 2r 50132 Firenze uff e fax 055.572831 www.teatrolelaudi.it info@teatrolelaudi.it Orario biglietteria: dal martedì al sabato 11.00 /13.00 – 15,30/19.30, festivi 10.00 /12.00

TEATRO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

Corso Italia 16, 50123 Firenze tel. 055.2779350 fax 055.287222 www.maggiofiorentino.com Orario biglietteria: da martedì a venerdì dalle 10.00 alle 16.30, sabato dalle 10.00 alle 13.00

TEATRO DELLA PERGOLA*

Via della Pergola 12/32, 50121 Firenze tel. 055.22641 fax 055.2264350 www.pergola.firenze.it pubblico@pergola.firenze.it da martedì a sabato dalle 9.30 alle 18.45, domenica dalle 10.00 alle 12.15, lunedì chiuso

TEATRO PUCCINI* Via delle Cascine 41, 50144 Firenze tel. 055.362067 055.210804 fax 055.331108 www.teatropuccini.it - info@teatropuccini.it Orario biglietteria: dal lunedì al venerdì dalle 15.30 alle 19.00, sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.00 TEATRO DI RIFREDI* Via Vittorio Emanuele 303, 50134 Firenze tel. 055.4220361/62 - fax 055.4221453 www.toscanateatro.it staff@toscanateatro.it Orario biglietteria:dal lunedì al sabato dalle 16.00 alle 19.00 ed un’ora prima dello spettacolo TEATRO VERDI* ORCHESTRA DELLA TOSCANA Via Ghibellina 99 50122 Firenze tel. 055.212320 - 055.2396242 fax 055.288417 www.orchestradellatoscana.it info@orchestradellatoscana.it Orario biglietteria: dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00

45


COMUNE DI BAGNO A RIPOLI

COMUNE DI CALENZANO

COMUNE DI S. CASCIANO V.d.P.

COMUNE DI SESTO FIORENTINO

TEATRO COMUNALE DI ANTELLA*

TEATRO MANZONI* Via Mascagni 18, 50041 Calenzano (Firenze) tel. e fax 055.8876581 - 055.8877213 www.donne.toscana.it/centri/teatrodonne teatro.donne@libero.it

TEATRO COMUNALE NICCOLINI*

TEATRO DELLA LIMONAIA* Via Gramsci 426, 50019 Sesto Fiorentino tel. e fax 055.440852 www.teatrodellalimonaia.it info@teatrodellalimonaia.it Apertura serale biglietteria: un’ora prima dello spettacolo Orario biglietteria: dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 18.00

Via Montisoni 10, 50011 Antella Bagno a Ripoli (Firenze) tel. e fax 055.621894 www.archetipoac.it teatro@archetipoac.it Orario biglietteria: lunedì, mercoledì, e venerdì dalle 16.00 alle 19.00 COMUNE DI BARBERINO DI MUGELLO

TEATRO COMUNALE CORSINI*

Via della Repubblica 3, Barberino di Mugello tel. 055.841237 - 055.331449 info@catalyst.it www.catalyst.it

COMUNE DI CAMPI BISENZIO

TEATRO DANTE* Piazza Dante 23, 50013 Campi Bisenzio tel. 055.8940864 fax 055.8979357 accademiaperseveranti@teatrodante.it www.teatrodante.it

Via Roma 47, San Casciano Val di Pesa (Firenze) Tel. 055 8290146 fax 055 8290195 www.teatroniccolini.it segreteria@teatroniccolini.it Apertura serale biglietteria: un’ora prima dello spettacolo COMUNE DI SCANDICCI

COMUNE DI PISTOIA

TEATRO STUDIO*

Via Donizetti 58 50018 Scandicci tel. e fax 055.7591591 - 593 - 595 www.scandiccicultura.it teatrostudio@scandiccicultura.it Apertura serale biglietteria: un’ora prima dello spettacolo

TEATRO MANZONI* Corso Gramsci 127, 51100 Pistoia tel. 0573 991609 – 27112 www.pistoiateatri.it atp@pistoiateatri.it biglietteria@pistoiateatri.it * Punti vendita PassTeatri


Associazione Firenze dei Teatri Presidente Riccardo Ventrella Coordinamento Chiara Damiani Ufficio Stampa Marco Mannucci Segreteria e promozione Loredana Terminio

Coordinamento dei Teatri Marcello Ancillotti, Lorenzo Cinatti, Susanna Colombo, Laura Croce, Rosa Maria Di Giorgi, Stefano De Martin, Aldo Frangioni, Raoul Gallini, Maria Cristina Ghelli, Massimo Gramigni, Stefano Grifoni, Claudio Guarduzzi, Riccardo Massai, Massimo Masieri, Dimitri Milopulos, Giarcarlo Mordini, Maria Vittoria Nervi, Enrica Maria Paoletti, Marco Parri, Marco Predieri, Laura Reali, Riccardo Rombi, Valeria Scarlato. Per il progetto PassTeatri si ringraziano: Aci – Firenze, Agenzia Giorgio Giorgi, Arci Firenze, Circuito Box Office, Dischi Fenice, Filistrucchi, Firenze Spettacolo, Libreria Florida, Libreria Melbookstore, Mukki, Radio Toscana, Teatri Online Magazine.

L’iniziativa è realizzata grazie al contributo di Comune di Firenze - Assessorato alla Cultura Comune di Bagno a Ripoli - Assessorato alla Cultura Comune di Barberino di Mugello – Assessorato alla Cultura Comune di Calenzano - Assessorato alla Cultura Comune di Campi Bisenzio – Assessorato alla Cultura Comune di San Casciano Val di Pesa - Assessorato alla Cultura Comune di Scandicci - Scandiccicultura Comune di Sesto Fiorentino - Sestoidee Provincia di Firenze – Assessorato alla Cultura Progettazione grafica Marco Innocenti, Luca Parenti - Kidstudio Communications Stampa Tipografia Martinelli Tipografia Pancani Baldanzi Pubblicità Sito web Portale Giovani – Assessorato alla pubblica istruzione, Comune di Firenze

47


In collaborazione con:

the insider’s guide to the hot city

La guida mensile per scoprire arte, musica, locali, nightlife, teatri, shopping, weekend e altro a Firenze e in Toscana. Dal primo di ogni mese in tutte le edicole e nelle principali librerie

Firenze dei Teatri Via Solferino, 15 50123 Firenze tel e fax 055 2779362 www.firenzedeiteatri.it promozione@firenzedeiteatri.it

Con l’adesione di:


PASS TEATRI 2009