Page 1

AREZZO

NOVEMBRE 2010

FIERE

IN CAMPAGNA CON AGRIETOUR ABIt.AR ARREDO & CO.

MOSTRE

L’egitto SBARCA in città ROBERT CAPA A S. Sepolcro

NIGHTLIFE I locali DELLa notte

PUb, Bar, Birrerie & Co.

EVENTI

ANTIQUARIATO CHE PASSIONE Mercatale biologico

inoltre

LA STAGIONE DEL TEATRO APPUNTAMENTI TRA DANZA, PROSA E COMICITà

TUTTOMESE L’agenda con i principali appuntamenti Tutte le news sugli eventi della città Segnala i tuoi eventi a livein@etaoin.it


AgrieTour

vacanze in campagna Dal 12 al 15 novembre AD AREZZO va in scena il salone nazionale dell’agriturismo

I Centogusti dell’Appennino

U

n unico grande appuntamento dedicato al mondo della vacanza rurale si terrà ad Arezzo (Centro Arezzo Fiere e Congressi, via Spallanzani) dal 12 al 15 novembre. È AgrieTour, la grande vetrina dell’agriturismo e della vacanza in campagna. Ogni anno si danno appuntamento nella città toscana i maggiori operatori del settore per incontrare esperti e opinion leader, per potenziare l’offerta e capire dove vanno i mercati del turismo rurale.

campionato di cucina contadina, con gli agriturismi che potranno proporre le proprie ricette.

Dai workshop ai master di aggiornamento, passando per gli approfondimenti tematici promossi dalle associazioni di categoria e non solo. AgrieTour è soprattutto l’incontro tra domanda e offerta: ecco allora fondamentale il ruolo giocato da oltre 130 buyer (di cui oltre 90 provenienti da paesi esteri).

Quella del 2010 si preannuncia un’altra grande edizione, con oltre 3mila operatori attesi tra agenzie di viaggio, tour operator, professionisti e operatori agrituristici (gli espositori del 2009 sono stati oltre 500, presenti con stand individuali o in esposizione collettiva con enti e associazioni). Alla manifestazione, patrocinata dal Ministero delle Politiche Agricole e dall’Enit, partecipano attivamente la Regione Toscana con l’Agenzia Toscana Promozione, la Camera di Commercio, il Comune e la Provincia di Arezzo e le associazioni delle categorie economiche dell’agricoltura. Per informazioni www.agrietour.it.

E ancora, spazio per le fattorie didattiche e per l’offerta territoriale rappresentata dalle Regioni presenti in fiera. AgrieTour è anche promozione per la tradizione rurale con attività collaterali, quali il

Ogni anno è molto ricco il calendario degli eventi con convegni, presentazioni di ricerche, seminari, degustazioni, borse turistiche, minimaster e dimostrazioni pratiche per entrare a diretto contatto con il mondo dell’agriturismo e della vita in campagna. Tra le principali indagini presentate in fiera, la consueta fotografia del settore realizzata dall’Istat.

Fino al 1° novembre il centro storico di Anghiari apre le porte a “I Centogusti dell’Appennino”, quest’anno alla XI edizione. Una mostra-mercato dedicata al mondo dell’agriturismo e dell’enogastronomia, per valorizzare le produzioni agroalimentari della Valtiberina. Ogni anno partecipano circa 40 aziende, che allestiscono i propri spazi nei fondi del centro storico, unendo la caratterizzazione delle botteghe alla tipicità dei sapori. I produttori possono promuovere i frutti del loro lavoro con assaggi e degustazioni: formaggi, salumi, ortaggi, olio, vino, funghi, tartufi e molto di più. La mostra è un’occasione d’incontro e approfondimento sul mondo del turismo rurale e dei sapori delle nostre terre, favorendo la filiera corta e la conoscenza reciproca delle parti. A garanzia della qualità, la presenza delle aziende socie della “Strada dei Sapori Valtiberina Toscana”, con oltre 90 realtà del territorio tra Comuni, enti, aziende agricole, strutture turistico-ricettive, artigiani e commercianti. Ci saranno anche alcuni produttori di Alcamo e stasera, 30 ottobre, cena degustazione dei prodotti tipici siciliani e toscani al Castello di Sorci. Orari: 10-13 e 14-19. Info: 0575.749279, proloco@anghiari.it.

Antiquariato che passione

Il 6 e 7 novembre torna la Fiera antiquaria di Arezzo. In piazza Grande e zone limitrofe si daranno appuntamento circa 500 espositori, provenienti da ogni parte d’Italia. Si potranno trovare mobili, ceramiche, porcellane, gioielli, vetri, stoffe, orologi, sculture, dipinti, oggetti in ferro o rame, nonché ninnoli e curiosità tra le più svariate. In occasione della Fiera Antiquaria di novembre, la domenica, dalle ore 12 alle ore 15.30 il Circolo Artistico (in Corso Italia 108), aprirà “Mangia e Gioca”, un ristorante solo per bambini da 3 a 11 anni. Qui prima si mangia (menù a base di prodotti del territorio) e poi si gioca (le animatrici faranno divertire i bambini insegnando loro i principi di una sana alimentazione). Info e prenotazioni: 347 5924044, www.arezzofieraantiquaria.org.

Festa dei Bringoli ad Anghiari Tradizionale sagra con degustazione di brustichino, salsicce, castagne e vino novello il 13 e 14 novembre. La vera attrattiva sono i Bringoli, i classici spaghettoni di sola acqua e farina fatti a mano dalle massaie del paese e conditi con sugo

di funghi o carne. Una gran bella sagra popolare che rende onore alla Galleria Girolamo Magi che torna ad essere quel salotto urbano per la quale era stata costruita. La manifestazione si svolgerà sabato dalle 16 e domenica dalle 10 a tarda sera.

Sotto le trecentesche Logge della Fonte si terrà la consueta Mostra Micologica. Domenica, esibizione della Banda della Filarmonica Mascagni di Anghiari e Fiera dell’Antiquariato. Info: 0575.749279, proloco@anghiari.it.


Gene Gnocchi a Cavriglia

L’antico Egitto ad Arezzo

Fino al 30 aprile al museo archeologico “Gaio Cilnio Mecenate” una mostra dedicata a questa affascinante civiltà

S

i intitola “Il corredo di una nutrice alla corte del Faraone”, la grande mostra visibile ad Arezzo fino al 30 aprile 2011 al Museo Archeologico Nazionale “Gaio Cilnio Mecenate” di via Margaritone 10. L’esposizione prende spunto dal corredo della nutrice di una principessa della XXV dinastia faraonica, conservato presso il Museo Egizio di Firenze. Oggetti che permettono di presentare al pubblico tre aspetti della civiltà dell’antico Egitto: il periodo storico della XXV dinastia dei cosiddetti “faraoni neri”, soprattutto dal punto di vista artistico, le usanze funerarie e la cura della bellezza degli antichi egiziani.

La mostra si articola in tre sezioni: la prima consiste nell’inquadramento storicoartistico del periodo della XXV dinastia, con un’esemplificazione del ritorno al classico nell’arte faraonica, che in questo periodo riprende gli stili e le iconografie dell’Antico e del Medio Regno.

La seconda sezione presenta il corredo della nutrice con il suo straordinario sarcofago, la maschera funeraria e un’esemplificazione dei reperti che facevano parte dei corredi funerari egizi. Il corredo di Tjesraperet è stato portato al Museo Egizio di Firenze insieme al materiale raccolto in Egitto dalla spedizione franco-toscana del 1828-29. Nella terza sezione sono esposti oggetti da toilette (specchi, pettini, spilloni per i capelli) indispensabile per truccarsi e pettinarsi. Viene così approfondito il tema della cura della bellezza che, fra gli antichi egiziani, ebbe sempre notevole importanza. I papiri medici riportano numerose ricette per la cura della pelle e per migliorare l’aspetto fisico. La mostra è stata realizzata grazie alla concessione di Aboca spa, che ha messo a disposizione le vetrine e gli arredi, nonché alla collaborazione del Comune e della Provincia di Arezzo che hanno consentito l’edizione di una brochure in italiano e in inglese. Orario: 8.30-19.30 (la biglietteria chiude alle 19). Biglietto: 4 euro intero, 2 euro ridotto, gratuito per gli aventi diritto (possibilità di biglietto cumulativo con altri musei della città). Info: 0575.20882, www.beniculturali.it.

Ci sarà Gene Gnocchi con “Cose che mi sono capitate a mia insaputa”, il 27 novembre (ore 21.15) ad aprire la stagione del teatro comunale di Cavriglia. Dopo un consulto medico, un anziano della middle-up-class riceve un responso inquietante: sta benissimo, ma nella sua vita non ha mai esternato emozioni né sentimenti. E quell’esame medico è stato pagato da altri a sua insaputa. Una commedia esilarante, ma che fa riflettere. Info: 055.9669731, 328.0420390, teatro@comune.cavriglia.ar.it.

Mercatale bio

Il 27 novembre, dalle ore 8 alle 13, in piazza Tarlati a Bibbiena, una mattinata all’insegna della natura e dei prodotti del territorio. Affiancano l’iniziativa degustazioni guidate, presentazioni di produzioni locali dop, doc, igp, presidi di slow food e presentazioni della cucina del territorio. Il Mercatale, progetto di promozione, conoscenza e valorizzazione economica delle produzioni di qualità del territorio, è ormai una realtà per il Casentino, un’iniziativa importante a sostegno del consumo di qualità. Sempre domenica, alle ore 16, laboratori per bambini e famiglie per riscoprire divertendosi tradizioni, manualità e storie del Casentino sul tema “Tempo di castagne”. In programma anche laboratori sulla costruzione di mulini ad acqua con materiali di recupero. Info: 0575.530630.

Abit.Ar, l’arte di arredare

Chiude per Ognissanti la grande kermesse dell’arredamento che si tiene nella sede di Arezzo Fiere e Congressi di via Spallanzano 23. Un appuntamento per chi vuole avere il quadro completo sulle ultime tendenze riguardo l’arredamento, e idee su produttori, qualità e oggettistica d’arredo. Orari: 30 ottobre, dalle 16.30 alle 23; 31 ottobre e 1° novembre dalle ore 10 alle 20. Ingresso gratuito. Info: 0575.9361, www.abitar.it.


Una stagione ricca nonostante i tagli

LA PROSA

AL Pietro Aretino Undici spettacoli e attori di primo piano In scena: Ugo Chiti, Lello Arena e Maurizio Micheli

A

l via la quinta stagione del teatro Pietro Aretino. Un teatro piccolo che in questi anni ha saputo mantenere vivo, ad Arezzo, l’interesse per il palcoscenico. A novembre sarà la volta di “Manca solo la domenica” (il 18, ore 21), da “Pazza è la luna” di Silvana Grasso, con Licia Maglietta e Vladimir Denissenkov, grande maestro del bayan, la peculiare fisarmonica russa. Biglietti: intero 15 euro, ridotto 10 euro. Il 26 invece per la linea giovani, fuori abbonamento e sempre alle ore 21, sarà la volta di “Un piccolo punto del naso”, drammaturgia di Donatella Allegro da Roland Barthes e Johann Wolfgang Goethe, con Claudia Mannini e Donatella Allegro. Biglietti a 10 euro.

Per il resto, anche in questa stagione non mancheranno artisti e compagnie di altissimo livello nazionale. Undici gli spettacoli in cartellone, dai classici, quali la “Mandragola” di Ugo Chiti, il “Don Chisciotte” con Roberto Herlitzka e Lello Arena,

ai classici del teatro contemporaneo come “Mi voleva Strehler” con Maurizio Micheli. E ancora, la presenza del Premio Ubu Giuseppe Battiston con il suo “Orson Wellws’ roast”, la prima nazionale del nuovo lavoro di Mario Perrotta “Il paese dei diari”, il felice ritorno di due comici straordinari come Nicola Pistoia e Paolo Triestino e una sezione dedicata al mondo femminile con attrici come Ottavia Piccolo, Marina Massironi, Maddalena Crippa e Licia Maglietta. Infine la linea giovani, che anche quest’anno presenta tre spettacoli, e la linea cabaret, con i quattro appuntamenti del concorso “Sos Arezzo cabaret”. Per ulteriori dettagli è pos-

Nonostante i tagli, va avanti con forza la programmazione della Rete Teatrale Aretina. “Nonostante le evidenti difficoltà economiche la stagione 2010-11 - spiegano i responsabili della rete - grazie al sostegno della Provincia di Arezzo, della Regione Toscana e dei Comuni aretini, la Rete Teatrale Aretina contiene i danni causati da una scellerata politica governativa (che taglia senza criteri selettivi e di individuazione degli sprechi reali) danneggiando di fatto la cultura e le sue manifestazioni. In questo scenario devastante affermiamo la nostra decisione di rilanciare, inserendo programmazioni sempre più interessanti e rafforzando le nostre proposte con scelte di qualità. La stagione 2010-11 dei teatri aretini delinea un ricco paesaggio che offre allo spettatore curioso una grande possibilità di scelta: dal teatro classico a quello d’innovazione, dal teatro per le scuole a quello per tutte le generazioni, come se ogni spettatore costruisse un proprio cartellone ideale. Siamo davanti ad un sistema importante, costruito per volontà dei tanti comuni, della Provincia di Arezzo, delle istituzioni scolastiche, delle compagnie e dei tanti operatori teatrali che hanno messo in rete competenza e professionalità”.

Bucci di San Giovanni

sibile rivolgersi all’ufficio cultura di via della Bicchieraia 26. Info: 0575.377503, teatro@comune.arezzo.it.

Teatro Capodaglio

Il 26 novembre (ore 21), andrà in scena al teatro comunale Capodaglio di Castelfranco di Sopra “Cena a Sorpresa”, tratto da “The Dinner Party” di Neil Simon per la regia di Giovanni Lombardo Radice. Un’elegante cena al buio nella quale nessuno sa che incontrerà il suo ex, diventa la soluzione a tre storie finite male. Ma non sempre l’epilogo è quello del “vissero felici e contenti” e la vera sorpresa è quella che l’autore fa al pubblico. Info: 800.644.780, castelfr@val.it.

Su il sipario per la stagione teatrale del Bucci di San Giovanni Valdarno, con otto spettacoli in tutto fino all’11 febbraio. Si comincia il 3 novembre (ore 21), con Paolo Rossi che si cimenta col “Mistero Buffo di Dario Fo. Nell’umile versione pop” per la regia Carolina De La Calle Casanova. Le musiche sono composte ed eseguite dal vivo da Emanuele Dell’Aquila, in collaborazione con la Fondazione Giorgio Gaber. Altro appuntamento il 20 novembre alle ore 21, con la Mandragola nel libero adattamento di Ugo Chiti. La biglietteria del Teatro Bucci è aperta 3 giorni prima di ogni spettacolo (esclusa la domenica e le festività) e il giorno stesso, dalle ore 16 alle 19. È possibile anche prenotare telefonicamente al numero: 366.3569919 (ore 10-13, dal lunedì al venerdì). Info: www.teatrobucci.it, www.cultura.csgv.it.

La Bottega del Caffè a Bibbiena Parte con “La Bottega del Caffè” la nuova stagione del Dovizi di Bibbiena (27 novembre, ore 21). Lo spettacolo di Carlo Goldoni è affidato alla regia di Antonio Zavatteri. In questa celebre opera scritta nel 1750, il commediografo veneziano disegna una piazzetta dove fa vivere tre botteghe,“quella di mezzo ad uso di caffè; quella alla diritta, di parrucchiere e barbiere; quella alla sinistra ad uso di giuoco, o sia di biscazza” e vari meravigliosi personaggi. Info: 0575.593840; www.comune.bibbiena.ar.it.


Grace

Metropolitan club Un angolo d’Europa nel centro di Arezzo

pista principale ospiterà una grande festa a tema in pista e, per un pubblico più adulto, una serata di classe nel privè.

Proprio la distinzione fra le due diverse aree del locale è una delle sue caratteristiche vincenti: la sala principale propone serate giovanili, con musica di respiro europeo e qualche tuffo nell’house; il privè offre invece una cena completa a 35 euro (ingresso incluso), musica commerciale e divertimento assicurato per un pubblico più adulto. Il menù del privè, con piatti realizzati “espressi” nella cucina del locale, offre pietanze tradizionali rivisitate in chiave moderna, sempre con grande attenzione anche al colpo d’occhio. Nel prezzo del biglietto sono compresi un antipasto, due primi, un secondo, dolce, caffè e vino, ma chi vuole godersi una bottiglia speciale per un’occasione particolare può comunque ordinarla extra nell’ampia carta dei vini. L’ingresso al solo locale, senza cena, costa 15 euro.

S

i è appena aperta la nuova stagione del “Grace”, scoppiettante locale nel centro di Arezzo. Un club dal respiro metropolitano, pensato per portare nella città toscana una ventata europea e internazionale. Inaugurato sabato 23 ottobre con una serata di musica e festa guidata da Johnny dj, direttamente da Londra, il Grace prosegue la sua programmazione ogni sabato e tutti i prefestivi. Si comincia ovviamente con questo week-end all’insegna di Halloween: domani, 31 ottobre, la

Il Gold non è solo un ristorante dove gustare piatti della tradizione rivisitati da una cucina creativa, ma è soprattutto un luogo di ritrovo per persone, mode e tendenze, dove ascoltare buona musica e passare serate in compagnia. Lo spirito del locale, che si trova ad Arezzo in via Garibaldi, è quello di proporre un programma sempre diverso, dalla cena alla musica. Giovedì, venerdì e sabato cene spettacolo con live music e dj set. Stasera ospite Simone Baldini. Domenica apericena. Info: 0575.352676, www.goldarezzo.it.

«Dopo più di trenta anni di attività nella discoteca Le Mirage – spiega il titolare e direttore artistico del Grace e dello stesso Le Mirage, Tito Ghezzi – ho deciso tre anni fa di iniziare questa nuova avventura per creare un locale più metropolitano, con uno spessore musicale elevato. Le Mirage resta il “locale madre”, ma qui ho voluto dare vira a un club di respiro europeo». In programma a novembre: sabato 6 direttamente da Londra il dj set di una delle band indie/rock più famose al mondo “The Libertines” (Gary Powell dj set) e successivamente Massimo di Lena Aka Massi Dl (Cadenza) dj e produttore tech/house partenopeo famoso in tutta Europa nel suo genere. Il Grace è aperto il sabato e tutti i prefestivi in via Madonna del Prato 129. Info: www.grace.it.

Le Mirage si fa in tre Un locale storico nel panorama aretino, ma che si è sempre saputo rinnovare, stando al passo con i tempi. È Le Mirage di viale Santa Maria delle Vertighe 34, a Monte San Savino. Aperto nel 1980, ha avuto un percorso musicale in continua evoluzione: dalla mega discoteca degli anni Ottanta al club fashion (premiato nel 1998 anche con

Gold Show Restaurant

il Bybloscar che veniva assegnato dal Byblos di Riccione alla miglio discoteca d’italia). Tre gli spazi disponibili: una main room con musica contemporanea, l’Aquarius con ritmi alternative (anche house) e il privè Dubai con ristorazione a 30 euro e musica più vintage, per serate divertenti e cene animate da vocalist. Info: 347.6686969, www.lemirage.it.

Sugar Reef Musicology

Ogni terzo venerdì del mese presso lo Sugar Reef Musicology di Arezzo, in via Setteponti, saranno protagonisti live band e dj internazionali di grandissimo calibro. Il warming up e la chiusura della serata come sempre sarà nelle mani degli ormai celebri djs locali di Milk. Il 19 novembre serata Milk special guest Kawinfky, dj francese della celebre etichetta Ed bangers record. Jacopo Fabbroni e Riccardo Paffetti, in arte Fake Disco, in consolle, con Betto from Viva La Rock’n Roll. Tutti i sabati al ristorante degli eventi aperitivo e cena dalle ore 21. Info: 0575.370338, www.sugarreefmusicology.com.


AGENDA

TuTTOMESE G L I E V ENTI A P O R T A T A D I PA GIN A

NO V E M B R E UNO Fiere

I centogusti dell’Appennino Anghiari

Tre TEATRO

Paolo Rossi. Il Mistero Buffo di Dario Fo

VENTI TEATRO

La Mandragola

Teatro Bucci San Giovanni Valdarno

VENTISEI TEATRO

Un piccolo punto del naso

Teatro Bucci San Giovanni Valdarno

Teatro Pietro Aretino Arezzo

SEI

Cena a Sorpresa

FIERE

Fiera antiquaria di Arezzo Arezzo (fino al 7 novembre)

DODICI FIERE

Agrieutur

Arezzo Fiere e Congresso Arezzo (fino al 15 novembre)

DICIOTTO TEATRO

Manca solo la domenica

Teatro Pietro Aretino Arezzo

ScopriArezzo visite guidate

A cura del Centro Guide Arezzo e della Provincia sono in programma numerose visite guide al centro della città, il 6, 13, 20 e 27 novembre. Un appuntamento da non perdere per gli appassionati della storia e delle visite nel capoluogo aretino. Partenza alle ore 15 dall’ufficio turistico Apt di piazza della Repubblica. Costi: 10 euro a persona, gratis per bambini fino a 12 anni, sconti per piccoli gruppi (1 gratuità ogni 3 paganti). Info: 0575.26677, www.coloritoscani.com.

Passeggiate sul campanile

Il 1° e il 2 novembre a Sansepolcro, dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 18 sarà possibile visitare la torre campanaria della Cattedrale e assistere alle suonate a martello in concomitanza con gli orari di celebrazione delle Sante Messe. Un’esperienza unica e di grande tradizione storica. Info: 348.8407002.

Teatro Capodaglio Castelfranco di Sopra

VENTISETTE Fiere

Mercatale bio Bibbiena Teatro

Gene Gnocchi Cose che mi sono capitate a mia insaputa

Teatro comunale Cavriglia

La Bottega del Caffè Teatro Dovizi Bibbiena

Robert Capa

Fino all’8 dicembre, a Palazzo Pichi Sforza di Sansepolcro, prosegue l’esposizione degli scatti del celebre fotografo americano Robert Capa. Le sale di Palazzo Pichi Sforza proporranno 46 scatti, realizzati in Israele tra il 1948 e il 1950. Capa mostra le donne che studiano l’ebraico, la preghiera nei kibbutz feriti dalle raffiche di mitra prima del pasto, gli ospedali dove si curano i sopravvissuti, i feriti e i malati, ma anche il padre con la bambina in collo che sventola la bandiera dello Stato d’Israele. Orari: 10-13 e 15-19, chiuso il martedì. Biglietti: 7 euro intero, 5 euro ridotto. Info: 0575.735384, 0575 341748, www.mercuriopromozioni.com.

che includono anche Francesco di Valdambrino e Niccolò de’ Cori. L’intenzione è quella di disegnare un breve, ma affascinante excursus all’interno della scultura lignea dal tardo Medioevo al Rinascimento, attraverso gli artisti la cui influenza è accertata nel territorio della Val Tiberina, tra influssi diversi

e presenze senesi. Il museo è stato oggetto di un rinnovato allestimento, con nuove opere che ne arricchiscono le collezioni. Orari: feriali 8.30-19.30; domenica 9-13; chiuso il lunedì. Biglietti: 2 euro intero, 1 ridotto. Info: 0575. 788001, palazzotaglieschi@beniculturali.it.

Sculture lignee

Fino a Ognissanti, al museo statale di Anghiari (Palazzo Taglieschi, via Mameli, 6), prosegue la mostra “Sculture lignee. Da Tino di Camaino a Jacopo della Quercia” che mette a confronto opere lignee policrome di artisti

OGNI MESE ALL’INTERNO DEL TUO QUOTIDIANO Segnala i tuoi eventi a: livein@etaoin.it progetto grafico kidsudio Firenze


live in AREZZO MESE - novembre 2010  

8 PAGINE DEDICATE A MUSICA, SPETTACOLO, NIGHTLIFE, ARTE E TANTO ALTRO.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you