Issuu on Google+

Mercoledì 8 ottobre 2008

Torneo amatoriale di calcio a 5 - Palacalcetto Progna - Ripalimosani

Nel big match di giornata l’Inter liquida la Roma Match clou della quinta giornata è stato l’incontro che ha visto di fronte due delle capoliste cioè l’Inter e la Roma che hanno dato vita ad una partita combattuta ed avvincente con il risultato sempre in bilico e che alla fine ha visto prevalere per 3 a 2 la squadra di Progna. Primo tempo equilibrato e con i due portieri in evidenza, con la Roma che inizia bene e fa gioco, si porta in vantaggio e con il suo uomo migliore Santoro crea qualche problema agli avversari a loro volta abili nel ripartire in contropiede con uno dei quali pareggiano. Stesso copione nel secondo tempo, con continui capovolgimenti di fronte ed ancora i portieri sugli scudi soprattutto quello del team di mister Miniello. Roma che nel finale non approfitta della superiorità numerica per strappare almeno un punto ai forti avversari che si aggiudicano così l’intera posta. L’Atalanta vince per 9 a 3 sull’Udinese in partita solo nel primo tempo e che gioca alla pari sbagliando anche un rigore. Nel secondo crollano davanti agli avversari che si dimostrano più forti e concreti sotto rete. Seconda vittoria del Bologna che supera la Reggina per 9 a 0 risultato che la dice lunga sui valori in campo con la squadra di mister Alfonso meglio disposta e che chiude il primo tempo già sul 5 a 0. Timida reazione di Perrella e compagni nel secondo tempo ma solo buona volontà, molto inconcludenti anche in fase realizzativa e che non impensieriscono più di tanto gli avversari con il risultato ormai ampiamente acquisito. Da elogiare il Milan che con solo quattro elementi in rosa affronta il Cagliari che ha la meglio sfruttando la superiorità numerica, ma solo quella!, per 8 a 3. La compagine di Di Geronimo ci mette venti minuti prima del vantaggio sbagliando anche un rigore, con gli avversari dignitosamente in campo e che con orgoglio accorciano le distanze e sbagliano anche qualche altra buona occasione per riacciuffare un risultato purtroppo compromesso dalla differenza numerica ma non dai valori in campo. Brutta partita con molti errori tecnici e di misura da entrambe le parti tra Fiorentina e Catania, con il team di Di Toro bravo a concretizzare le occasioni avute e che chiude la pratica già nel primo tempo passando subito in vantaggio, aumentandolo e andando al riposo sul 4 a 0. Secondo tempo senza storia con i viola che controllano partita e avversari, la cui unica scusante ma non sufficiente, è quella di aver affrontato l’ incontro senza un portiere di ruolo: risultato finale 7 a 0. Altra partita di cartello della quinta giornata è stato l’incontro tra Napoli e Sampdoria, la compagine di mister Novellino prende subito le redini del gioco ed è padrona del campo lasciando ben poco spazio agli avversari che giocano quasi esclusivamente sul bomber Cartoccio servito male e che si fa notare solo per falli commessi e non per pericolosità. Quarto e quinto goal da manuale e da applausi per la Samp che va in rete anche con

Atalanta Udinese

31

9 3

Arbitro: Mitri ATALANTA: Avorgna, Di Niso, Timo, De Marco, Pacitti, Barbiero, Marcellino, Tullo, Pasqualone, Perris, D’Elisiis, Di Palma. RETI: Di Niso (3), Pacitti (3), Pasqualone (2), D’Elisiis. UDINESE: Lombardi, Palladino, Trivisonno, Setaro, Mastroiacovo Dam., Mastroiacovo Dan., Foligno. RETI: Foligno (2), Palladino.

Bologna Reggina

9 0

Arbitro: Mitri BOLOGNA: Corbo, Alfonso G., D’Ambrosio, Di Vico, Alfonso A., Romano, Scauzilli, Barisciano, Iammarone, De Oto, Iaverone, Mandrone, Romani. RETI: Romani (3), Scauzilli (2), Alfonso (2), Barisciano, Romano. REGGINA: Corvinelli, Perrella, De Socio, Mazzarino, Di Cillo, Brunetti, Vitarelli, Agosto, Valente, Di Iorio, Markaj, Prljaska.

Cagliari Milan

8 3

Arbitro: Mitri CAGLIARI: Cerviero, Colavita F., Colavita M., Colavita N., Colucci, De Rita, Massari, Palmieri, Pasquale, Tartaglia A., Tartaglia F., Testa F., Testa L.. RETI: Tartaglia F. (4), Palmieri (2), Massari, Testa L.. MILAN: Presutti M., Presutti A., Matteo, Di Lallo, Lattanzio, Lommano, Vena, Silvaroli, Trivisonno, Paolini, Theodosakis. RETI: Trivisonno (2), Presutti M.

L’Inter

Nell’altra partita di cartello vittoria netta della Sampdoria ai danni del Napoli Reggina e Palermo ancora a secco di punti le seconde linee come la punta di riserva Trivisonno. Vittoria che la porta momentaneamente al comando della classifica aspettando il recupero di stasera dell’Inter. Primo tempo sotto tono e alla pari con gioco lento e prevedibile da parte di entrambe le squadre nella vittoria della Juve sul Genoa per 9 a 3. Il team di Cavalieri risolve a proprio favore la partita nel secondo tempo con micidiali contropiedi approfittando anche del calo fisico e mentale degli avversari. Partita non esaltante tra Lazio e Lecce, contraddistinta da poca qualità e poca lucidità sotto rete, con errori grossolani. Equilibrio iniziale con la Lazio che gioca più di squadra mentre il team di mister Fagnano si affida agli assoli dei suoi giocatori e deve ringraziare il suo portiere se il passivo finale è solo di 4 a 3. Altro 4 a 3 nell’ultima partita, non bella da un punto di vista tecnico e di qualità ma agonisticamente divertente, risolta solo nel finale tra Palermo e Chievo che si sono affrontate a viso aperto con tanta buona volontà ma evidenziando anche i propri limiti. Continui capovolgimenti di fronte e tentativi di realizzazioni, botta e risposta nella sequenza di reti aperta da un bel gol di Daniele Silvaroli e quando il Palermo credeva di avere i tre punti il Chievo operava il sorpasso proprio allo scadere attraverso un tiro libero e una punizione dal limite dell’area di rigore. Lunedì sera si è disputata la terza gara della quarta giornata (turno distribuito in più incontri infrasettimanali) con la vittoria non esaltante del Cagliari, che si porta così nelle zone alte della classifica, per 4 a 2 su un Catania senza portiere di ruolo e senza cambi. Partita chiusa già nel primo tempo a favore della squadra di Di Geronimo che capitalizzava al massimo le occasioni da rete avute mentre il Catania sbagliava le proprie, alcune veramente clamorose, anche grazie agli interventi strepitosi del por-

Centro Nazionale Sportivo Libertas Via Po’, n. 22 - 00198 Roma tel. 06.8840527 - fax. 06.8840696 www.libertasnazionale.it Gruppo arbitri Libertas Molise Centro Regionale Sportivo Libertas Molise e-mail: libertasmolise@libero.it

Classifica

Fiorentina Catania

7 0

Arbitro: Griguolo FIORENTINA: Silvaroli, Levratti, Pasqualone, Di Claudio, Di Gioia, Cirenei, Scoccimarra, Castellano, Grasso, Passarella, Colitti, Pinelli. RETI: Levratti (3), Pinelli, Di Claudio, Scoccimarra, autorete. CATANIA: Cicchella M., De Lucrezia, Lanese, Fiammelli, Cicchella A., Impalà, Liberatore, De Santis, Lombardi, Marracino.

Inter Roma

3 2

Arbitro: Griguolo INTER: Caruso, Cornacchione, Eliseo, D’Alessandro, Progna, Piccirilli, Di Niro, Fiorilli, Langianese, Errico, Apicella. RETI: D’Alessandro, Progna, Langianese. ROMA: Civico, Campanella, Armanetti, Romano, Santoro, Rapi, Piscopo, Cianciullo, Ciarlariello, Caradonio, Passarelli. RETI: Romano (2).

Juventus Genoa

9 2

Arbitro: Griguolo JUVENTUS: Marino, Capuano, Sanginario, Reale, Giarrusso, Varriano, Maselli, Di Lallo, Sassi, Cavalieri, De Santis, Brunetti, Di Toro. RETI: Reale (4), Maselli (2), Capuano, Sanginario, Varriano. GENOA: De Cesare, Del Monaco, De Francesco, Di Lallo, Marino, Galoppo, Calcutta, Petrilli, Lo Presti, Dispensa, Carpintieri. RETI: Di Lallo, Dispensa.

Lazio Lecce

4 3

Arbitro: Griguolo LAZIO: Palange, Di Pasquale, Pagliani, Priano, Colarocchio, Abate, Fierro, Baranello, Fiore, Prigioniero, Fusaro. RETI: Baranello (2), Fusaro (2). LECCE: Micatrotta, Graziano, Izzo, Barrasso, Credigo, Fagnano T., De Rubertis, Messore, Fagnano M.. RETI: Fagnano T. (2), Barrasso.

Prossimo turno 6^ giornata

Napoli Sampdoria

0 5

Arbitro: Griguolo NAPOLI: Di Tota, Commisso, Di Maria, Mastrovita, Pascale, De Nigris, Evangelista, Cartoccio, Di Tommaso. SAMPDORIA: Ibero, Di Criscio, D’Amico, Marinelli, Berardini, Piacci, Impalà, Di Vico, Palladino, De Santis, Trivisonno, Iagnemma, Cavallo. RETI: Iagnemma, Berardini, De Santis, Trivisonno, autorete.

Palermo Chievo tiere avversario. Nelle altre due gare della quarta giornata giocate lunedì 29 settembre e giovedì 2 ottobre vitto-

rie dell’Atalanta contro il Chievo per 10 a 2 e della Sampdoria ai danni del Bologna per 5 a 0. Livio

3 4

Arbitro: Griguolo PALERMO: Supino, D’Alessandro, Silvaroli D., Petrecca, Paolone A., Paolone F., Calabrese, Di Cillo, Paolone D., Silvaroli A., D’Onofrio, Trivisonno. RETI: Silvaroli D., Trivisonno, D’Alessandro. CHIEVO: Zeolla, Tocci, Miniello, Storto, Lanese, Chiocchio, Vitantonio, Masiello, Marinelli, Mandato, Trivisonno. RETI: Chiocchio (2), Vitantonio, Lanese.


Quinta giornata