Issuu on Google+


4

22

29

27

31

RH Y M E

8 11 13 16

ZER O R ESET N O WH E R E C R O WD

18,19,21


INTERVISTE

RHYME ..."anima rocklahoma".... 1) TRE AGGETTIVI PER DESCRIVERE LA VOSTRA MUSICA. 2)INFLUENZE MUSICALI.

3) THE SEED AND THE SAWAGE, 2 MESI DALL'USCITA, OTTIMO RISCONTRO DALLA CRITICA, LE VOSTRE SENSAZIONI A FREDDO DI QUESTO ALBUM QUALI SONO.


4) DATE UNA BUONA MOTIVAZIONE A CHI ANCORA NON LO HA ASCOLTATO DEL PERCHE' DOVREBBE FARLO.

5) CONFERMATI AL ROCKLAHOMA FESTIVAL DI MAGGIO, NON SIETE CERTO NUOVI A QUESTO PALCO, COME E' ANDATA LA PRIMA VOLTA E COME RITORNERETE QUESTA VOLTA, VISTA L'ESPERIENZA IN PIU'.


6) ITALIA VS ESTERO, OLTRE AI CERVELLI IN FUGA CI TROVIAMO PERENNEMENTE DI FRONTE ANCHE ALLE BAND IN FUGA,E ANCHE SE VOI IN TERRITORIO ITALIANO VE LA CAVATE BENE, NON TUTTI RIESCONO A FARSI VALERE NELLO STIVALE. QUAL'E' SECONDO VOI IL PROBLEMA PRINCIPALE IN ITALIA CHE PORTA LE BAND A PREFERIRE E A FARSI PREFERIRE ALL'ESTERO.


INTERVISTE

m

http://www.rhymeband.com/

m

a


INTERVISTE

VOLUMI CRIMINALI ..."I ribelli del volume"... 1)Tre aggettivi per descrivere la vostra musica. 2)Influenze musicali.

3)Nel vostro album sono presenti delle interpretazioni di “get up stand up di bob marley & the wailers e army of me di bjork, questa scelta è stata solo promozionale?


4)Da Genova a Napoli e sui palchi assieme a band giĂ  molto apprezzate nel panorama italiano, molte band non riescono ad uscire fuori dalla propria cittĂ  natale, voi cosa avete fatto e cosa continuate a fare per farvi apprezzare anche fuori?

5)Nel vostro disco è presente una frase che


rispecchia la situazione di una band legata dall'amicizia quanto dalla musica, quanto influisce il rapporto d'amicizia preband nella resa musicale.

6)Prospettive per il futuro.

m

www.facebook.com/VOLUMIcriminali


INTERVISTE

SINERVIA

..."LE PAROLE PER COLORARE LA MUSICA"... 1)TRE AGGETTIVI PER DESCRIVERE LA VOSTRA MUSICA. 2)INFLUENZE MUSICALI.


INTERVISTE 3)COME NASCE LA VOSTRA MUSICA.

4)IN FREEDOWNLOAD E' DISPONIBILE IL VOSTRO EP DI DEBUTTO? COME VI SIETE PREPARATI AL LANCIO.

5)IL DOPO EP CHE COSA PREVEDE? COSA DEVONO ASPETTARSI I VOSTRI SUPPORTER.

6)I SINERVIA NASCONO NEL 2010, QUINDI 3 ANNI DA QUANDO SIETE IN CAMPO, QUALI SONO LE DIFFICOLTA' CHE STATE INCONTRANDO COME BAND.


m

www.facebook.com/sinervia

W.W.F.since 99

"...gli anni '90 non sono in via d'estinzione..." 1)TRE AGGETTIVI PER DESCRIVERE LA VOSTRA MUSICA


2) INFLUENZE MUSICALI

3)PER CHI NON HA AVUTO MODO DI LEGGERE QUALCOSA RIGUARDO AI W.W.F. SPIEGATO IL SENSO DI QUESTO NOME.

4) IL VOSTRO PRIMO SINGOLO PELLE E' USCITO GIA' DA UN MESE, I RISCONTRI CHE AVETE AVUTO COME VI SONO SEMBRATI E COSA DOBBIAMO ASPETTARCI PER IL FUTURO DAI W.W.F.


INTERVISTE 5) IN UN MONDO DOVE LA MUSICA NON TROVA PROPRIAMENTE IL SUO SPAZIO, SOPRATUTTO LA MUSICA DI UN CERTO GENERE, COME PENSATE DI AFFRONTARLO, CHE IDEE AVETE PER RIUSCIRE A DISTINGUERVI DAGLI ALTRI .

6) IL VOSTRO PRIMO TRAGUARDO E' STATO IL PUMMAROCK FEST, COME SI PREPARA UNA BAND COME LA VOSTRA A SALIRE SUL PALCO SOPRATUTTO QUANDO C'E' UN BEL PREMIO IN CAMPO. Il PUMMAROCK FEST .


INTERVISTA IMPORT

m

www.facebook.com/WWF-since-99/

BREED77

"...grande band per grandi palchi..." 1) Tre parole per descrivere la vostra musica. 2) Influenze musicali.


3) Parlatemi del nuovo album Evil Inside.

4) Vi siete esibiti nei maggiori festival, Rock am Ring, Download ... Quale vi e' piaciuto d i

pi u '?

5) Il punto di forza dei Breed77 e un consiglio per le band che vogliono vivere della propria musica.

m

www.facebook.com/breed77


RECENSIONI BAND: RHYME ALBUM: THE SEED AND THE SAWAGE ANNO: 2012 ETICHETTA: BAKERTEAM RECORDS/SCARLET RECORDS TRACKLIST 1. THE MANIMAL 2. THE HANGMAN 3. BLIND DOG 4. SLAYER TO THE SYSTEM 5. FAIRYTOPIA 6. PARTY RIGHT 7. BRAND NEW JESUS 8. WORLD UNDERGROUND 9. NEVERMORE 10. VICTIM OF DOWNTURN 11. WRONG (DEPECHE MODE COVER) Good Job! ! questa è l'unica esclamazione non italica che mi viene in mente dopo i primi secondi di ascolto della band RHYME. Il loro è un Nu Heavy Rock melodico, selvaggio e furioso impostato da un ottimo groove accativante e trascinante. La band, nata nel 2008 è riuscita a conquistare occhi e orecchie di tantissime web radio italiane e americane, il che è tutto meritato data la loro immensa bravura colpo dopo colpo. Rock non scontato, dai suoni moderni e decisamente "cool". Si parte con la furiosa "Manimal" pronta già a farti


A cura di Francesco Campanelli "headbangare" alla grande senza sosta. I brani che più ti entrano in testa sono senza dubbio The hangman per il groove massiccio, party right e Victim of Downturn. La Bakerteam Records ha dimostrato alla grande di avere fiuto per i talenti innati portando alta la nostra bandiera senza mai farci sentire inferiori rispetto ai 10. 000 anni luce più avvantaggiati progetti d'oltreoceano e nord europei. Infine, se pensate che dietro il mixer hanno lavorato nomi come Fabrizio Grossi e Tom Baker (papa roach, alter bridge ecc. . ) il risultato di avere un ottimo prodotto tra le mani e nello stereo è più che garantito e soddisfacente nonchè furioso, arrogante e 100% rock n' roll! voto: 8 BAND: ZERO RESET ALBUM: CLOSED IN A BOX ANNO: 2013 ETICHETTA: NADIR MUSIC

TRACKLIST 1.CHEAPSTARS 2.ESCAPE 3.ASTEROIDS 4.DIRTY STAINS 5.LAST DANCE 6.MADRID,SPAIN 7.FACE2FACE 8.THE ONLY ONE 9.FIVE TIMES 10.DARK POOL 11.CLOSED IN A BOX 12.UNTIL THE END OF TIME


Black Music, Elettronica e cantato melodico/rappato sono la ricetta che compongono i ZERORESET. Il progetto durante l'ascolto è una fusione di una molteplicità di idee e sonorità che si snodano tra diverse smufature. Si colgono influenze di band come Skindred, Placebo, Senser, P. O. D. e tranne per una produzione non proprio "massiccia" (la batteria registrata non risulta missata al punto da spingere i notevoli riff delle chitarre di Emma e Gian) Funk e Black Music sono l'impronta vocale che Albert cerca di inserire nel pentolone Zero Reset e il risultato è più che soddisfacente anche se a mio avviso dovrebbe essere un tantino più aggressivo, soprattutto sulle parti rappate dove si sà da anni luce che, soprattutto nel crossover formato principalmente da rap e rock, l'aggressività è l'ABC per rendere le tracce coinvolgenti e "accattivanti" per le orecchie dell'ascoltatore. Nulla da togliere però al progetto, assolutamente, perchè i riff risultano complessi e originali, un armonia azzeccata che riesce a colpire l'ascoltatore track by track. Ottima prova, ottima band, nient'altro da dire se non che meriterebbe orecchie più esperte per far emergere i Zero Reset verso stampi mediatici più rilevanti anzichè farci propinare i vari falsi frustrati musicanti usciti dal calderone "SANREMO".

voto: 7 1/2


RECENSIONI BAND: NOWHERE CROWD ALBUM: EP ANNO: 2012 ETICHETTA: AUTOPRODOTTO TRACKLIST 1. IN NIGHTMARES HE WILL COME 2. GOODBYE 3. THE BEST IS YET TO COME 4. FAITH FACTORY 5. AM I STILL ALIVE Io mi domando e dico "ma perchè nel 2013 esistono ancora progetti del genere?". Come si fa ancora a voler produrre Goth/metal depressivo con tastiere truzze e ritmi che il massimo che riescono a fare è martellare forte. . (le balle nda) La band in questione si chiama Nowhere Crowd, e il loro è un ep di cinque tracce tutte uguali tra loro, composto dalla classica voce sinuosa e sensuale accompagnata da una maschile oscura e demotivante. Signori per carità, tecnicamente e strutturalmente i pezzi ci sono, non si tratta di ragazzini alle prime armi però proprio questo genere non capisco come faccia ancora ad avere la presunzione di emergere dall'underground soprattutto qui in italia dove l'unica che forse è riuscita a concludere qualcosa solo tramite un buon investimento presso la banca più vicina sono i Lacuna Coil che puntualmente tritano i maroni con i soliti pezzi sexy/goth inutili. . Da ammirare la questione recording sessions, tutte eseguite nella loro sala prove, ma per il resto ci troviamo davanti al solito progetto Goth/Metal niente più, niente meno. . VOTO: 4


MUSIC IMPORT BAND: AS THEY BURN ALBUM: WILL, LOVE, LIFE ETICHETTA: VICTORY RECORDS ANNO: 2013 PUNTI DI FORZA: COMPATTEZZA, RICERCA E GIUSTO DOSAGGIO DELLA MELODIA PUNTI DI DEBOLEZZA: REMOTA POSSIBILITA' DI CADERE NEI CLICHE' DEL GENERE MINACCE: ESSERE SOMMERSI IN UNA SCENA AFFOLLATA. OPPORTUNITA': I PROGRESSI FATTI IN QUESTO ULTIMO ALBUM FANNO PREVEDERE ULTERIORI GRADI DI PROGRESSIONE COMPOSITIVA NEL FUTURO IMMEDIATO Lavoro e sudore vengono sempre premiati, deve essere il motto degli As They Burn, che per il nuovo e terzo “Will, love, life” si accasano sotto Victory Records. La maturazione dei francesi li fa intraprendere una strada già percorsa da band seminali come Chimaira, Meshuggah, Emmure, Goijra, ma anche Texture per citare le nuove leve. Chiamatelo pure DeathCore o Djent, quel genere fatto di monocordi, poliritmi, voci al vetriolo e aperture melodiche sporadiche lasciate a muri di tastiere o rare clean vocals. Viviamo in un momento musicale dove la contaminazione ha preso il sopravvento su qualsiasi logica di genere, e per fortuna. Ecco che una rivista come Numetalzine si trova a


A CURA DI BRUCE HARVEY OSWALD

recensire una band che rappresenta una delle possibili evoluzioni della scena Nu Metal ( i Deftones si continuano a reinventare in modo coraggioso e stanno percorrendo un tratto di strada agli As They Burn) . L'album è caratterizzato da una compattezza sonora e compositiva che sancisce un salto di qualità che viene premiato da una produzione cristallina e potente (alla console Jason Suecof (TRIVIUM, THE BLACK DAHLIA MURDER, JOB FOR A COWBOY) , diciamo quello che ha consentito di accedere al consenso agli Architects. Aggiungiamo che negli States sono adorati dalla East alla West Coast e che si stanno imbarcando in un densissimo Tour europeo e che essere nel bill della Hellfest 2012 ha consentito ai Parigini di allargare ulteriormente la già numerosa cerchia di fans. Prima di addentrarci in considerazioni bisogna distinguere che si tratta d un lavoro monolitico che deve essere considerato nella sua interezza. Apre la splendida Medicine 2. 0 dove il cantante riesce a conquistare per la vastità di timbriche (per citare un bestseller “50 sfumature di Growl”) . La melodia è parte integrante dei brani ed è lasciata a muri di tastiere che integrano, compongono in uno spirito pienamente progressive. Segue Origin che si staglia su territori “Messhughiani” (sembra quasi un B-Side di Chaosphere) . Dream Collapse altro esempio di versatilità vocale del vocalist Kevin Trevor e di melodia. Su alcune tracce è segnala ta la presenza del Singer degli Emmure. Interessante il concept delle due Frozen Vision part1 e part2. Apertura in stile Korniano per poi


stagliarsi pienamente in ambiti Deathcore. Breakcore la fanno da padrone nei cosiddetti pezzi minori dell'album vedi F. R. E. A. K. S. When everything falls apart fa la parte del pezzone più numetal del lotto, con buon lavoro melodico delle voci e nessun rimando a cliché già stra abusati da Fear Factory, Mnemic ecc.

BAND: ENEMO J ALBUM: ILL BEGOTTEN MEANS ETICHETTA: DIGITAL MEDIA RECORDS ANNO: 2012 PUNTI DI FORZA: SCELTE MELODICHE NEI CHORUS PUNTI DI DEBOLEZZA: RIPETITIVITA', LA MANCANZA DI UNA IDENTITA'. MINACCE: NON TROVARE UNA MATURITA' ARTISTICA OPPORTUNITA': SVILUPPARE LE DOTI MELODICHE DELLA BAND, LA STRADA DI WHITE NOISE Quarto lavoro per gli Enemo J originari di Derby U. K. E dopo 10 anni sudati sui palchi Underground d'Oltremanica escono con il loro primo full lenght. Amano definirsi un combattimento tra Sepultura, Slipknot, Rage Against The Machine e American Headcharge. Di sicuro hanno un piglio fortemente nu. metal influenzato dal metalcore più immediato.


MUSIC IMPORT L'immancabile intro lascia spazio a Ill Begotten Means singoloe title track, che si staglia in territori meno latini ma sicuramente più avvezzi a Ill Nino e American Headcharge. Scream e Growl interrotti da aperture melodiche nei Chorus, forse tra i brani più riusciti dall'intero album. La seguente Heaven is my Hell duetto scream maschile voce melodica femminile riporta in mente i primi Lacuna Coil con le loro melodie gotiche sognanti. Sicuramente Children of The Night ha un piglio in your face, e richiama la svolta nu metallara dei Machine Head di Supercharger, ottimo il bridge melodico, di quelli che si conficcano in testa, peccto per il finale prolisso. Scapegoat un cliché del genere un tentativo di rappato su stoppato chitarristico pesante. Chaotic Disorder dall'intro Gore Death, altro non è che una rivisitazione degli ultimi Soulfly o Cavalera Cospiracy che dir si voglia, doppio pedale davanti, armonici che hanno fatto la fortuna dei primissimi Machine Head, Growl. Il pezzo risulta piacevole all'ascolto anche nel ritornello melodico. Lo stacco è tra quelli più riusciti dell'intero album, con un riff circolare monocorde ben strutturato. Interlude altro clichè del genere inutile all'economia dell'album. Segue Storm In Heaven dall'incedere potente, con stop and Go e alternarsi di voci melodiche e gutturali. Si procede con Cold con finale che a sorpresa si insinua in territori classic metal. Intentions aren't crime yet non risulta tra i brani più riusciti. White noise rapcore molto anni '90 mi ha messo


MUSIC IMPORT tanta nostalgia. Ottimo il flow del rapper ospite e il brano suono moooolto One Minute Silence prima maniera. Chiusura nel modo più pesante possibile in Exit Strategy estrema nelle strofe e nei melodici. Ricapitolando una band rodata, ma che si è persa a rincorrere alcune band seminali limitandosi a rifare il verso, peccato perché strada facendo durante lascolto dell'album sono emerse notevoli doti compositive che si potrebbero sfruttare al meglio. Se invece siete sfegatati di Ill Nino, American Headcharge & company fatevi sotto è l'album che fa per voi.

d

k

m


3NUWS A CURA DEL GIAMMA

1)LIMP BIZKIT E IL NUOVO ALBUM. Iniziamo la nostra rubrica parlando delle dichiarazioni di Fred Durst (un fred sempre ben presente nelle nostre pagine, segno che le luci della ribalta gli piacciono proprio!!) relative al prossimo album “Stampede Of The Disco Elephants“. Il buon Fred ha dichiarato che il loro lavoro potrebbe essere troppo grezzo e psicotico per alcuni di noi...staremo a vedere ma con un titolo così non ci stupiremmo proprio!!! 2) POWERMAN 5000, IN ARRIVO IL NUOVO ALBUM! I Powerman 5000, band di numetallers attiva dal '91 ma arrivata alla consacrazione solo nel biennio 99/00 con la pubblicazione di Tonight the Stars Revolt! e Anyone for Doomsday? ha rivelato la cover del loro prossimo lavoro Somewhere On The Other Side Of Nowhere in uscita il 6 Ottobre 2013. Album che sarà anticipato dal singolo V Is For Vampire il 16 Aprile 2013. Spider One, frontman della band e fratello minore di Rob "The King with the mask" Zombie, ha dichiar ato che con questo lavoro i Pwm 5000 vogli ono tornare a dettare legge in quel suono ch e per primi hanno creato. Per farlo si sono i mbottiti di visioni di Godzilla e Ultraman. Ne uscirà un Ultrilla??? 3) I MACHINE HEAD TAGLIANO FUORI IL BASSISTA AD AM DUCE! Dopo 21 anni assieme Adam Duce e i Machine Head si sono separati, e che non sia separazione consensuale lo si intuisce dalle dichiarazioni di Rob Flynn che dichiara "Adam è stato licenziato" e lascia ad una lunga lettera la spiegazione delle motivazioni che hanno portato a questa decisione. Vi rimando alla


lettura della lettera per i dettagli dato che è molto lunga, possiamo solo anticipare che è stata una decisione sofferta ma che era inevitabile dato che la band ed Adam non viaggiavano più sugli stessi binari, Adam non era più felice nella band da parecchio tempo ma non avrebbe mai mollato, così ci ha pensato il frontman della Band di Oakland a mettere la parola fine ad un viaggio lungo 20 anni, un viaggio pieno di cicatrici ma anche ricco di soddisfazioni. Flynn chiude la lettera con queste tre frasi, e cn queste tre frasi vi do appuntamento al prossimo numero! Stay (NU)Metal Kidz!! "Fa schifo per tutti quelli che hanno cercato di salvare questa situazione. Fa schifo più di quanto si possa immaginare ... E 'un sollievo orribile. "


MEMORABILIA F A N A T I CS O N L Y

LINKIN PARK PUPPETS

COREY TAYLOR COLLECTION. HARD ROCK DI LAS VEGAS


MEMORABILIA

FLYER DEL CONCERTO DEI SOULFLY A N N O 2 0 0 0 . S P E CI A L G U E ST D O W S E T P R I ME R 5 5 SLAVES ON DOPE

QUALCHE ANNO FA, FU VENDUTO L'OUTFIT DELLA BASSISTA NADJA PAULEN CHE USO' NE L V I D E O F I E ND P E R 1 5 0 $ . SVENDITA PROMOZIONALE?


IMPERDIBILI

DEVICE "DEVICE" OUT 9 APRILE

TOOL "OPIATE" ANNIVERSARY OUT 26 MARZO

sevendust "black out the sun" out 26 marzo



NUmetalZINE#15