Page 1


Numetalzine! Questo numero si presenta decisamente snellito, visto i tagli che abbiamo dovuto apportare, non troverete le due rubriche, what's up e il muro libero,comunque quest'ultimo sempre disponibile,per info visita il sito www.numetalzine.wordpress.com. In compenso abbiamo riservato per voi una rubrica tutta nuova che non richiede sforzi da parte vostra ma solo un'occhiata che non dimenticherete, vi presentiamo memorabilia, e visto il nome, non puo' che rimanere impressa, almeno a noi ci rimarrebbe,visto i contenuti succulenti. State apparizzati, altro numero altro giro.

Pagina numetalzine: http://www.facebook.com/Numetalzine SEGUI il nostro angolo SU CROSSOVER-ZONE OGNI LUNedi' DALLE 22:30 pagina facebook crossover-Zone: https://www.facebook.com/pages/Crossover-Zone/122593048958

radio sherwood per la diretta: www.sherwood.it

per essere pubblicati manda una mail a kclownk@hotmail.it

indice! Band...

recensioni!

the last one pag. 3 the gretchen insomniac pag.6 mankind has fallen pag.8 bloody stikz pag.11 disfea pag.13 biosystem55 pag.18

playground trauma pag. 21 not blind pag. 23

memorabilia... pag.26

imperdibili!

Pag.28


The last one Componenti: GIACOMO CORTESI MICHELE VALTANCOLI MARCO "CEGA" PRATI NICCOLO' "DOPPIA" BANDINI

I The Last One sono nati tra i banchi di scuola nel '99. Come cover band fino al 2001, per poi dare spazio alla loro di creativita, facendo fuori 4 lavori tra ep,demo, l'album nel 2010 e il nuovo nato "Adesso Basta" un concentrato crossover dalle tematiche pungenti ma anche ironiche. In questa intervista si darà spazio giust'appunto a questa ultima loro perla,non mancheranno i gossip! 1. TRE AGGETTIVI PER DESCRIVERE LA VOSTRA MUSICA.

Guardarsi obiettivamente allo specchio è sempre difficile, ma uno dei punti che cerchiamo è il sicuramente il groove, oltre all’avere un messaggio ben definito. Il terzo proposito è far divertire, e divertirci. 2. INFLUENZE MUSICALI.

Questa è facile ed indolore, rage against the machine per il groove, limp


bizkit per la potenza / Misery signals per il "rendere cose complicate estremamente ascoltabili" 3. “ADESSO BASTA” e' IL VOSTRO ULTIMO EP, E PRIMA DI QUESTO, AVETE GIA' FATTO USCIRE 3 VOSTRI LAVORI, PER OGNI ALBUM CHE ESCE QUALI SONO GLI OBIETTIVI CHE VI PONETE?

Ogni lavoro rappresenta uno step della nostra crescita, il nostro esordio “il gioco”, scritto poco più che adolescenti è come diviso in due fra atmosfere silenziose e parti molto indolenti. “Live in Salaprove” invece è sguaiato, frenetico, vagamente hardcore nel modo più scapestrato del termine. “Non Sento” è l’album del cambiamento, suoni puliti, sezioni ritmiche precise e ben delineate, scrivere ragionato. “Adesso Basta” invece è nato da due domande: “Cosa vogliamo dal nostro live” e “cosa vogliamo dal nostro disco” 4. E I RISULTATI SODDISFANO LE ASPETTATIVE?

Assolutamente, con "adesso basta", live stiamo raccogliendo ogni goccia di sudore versata durante composizione e preproduzioni 5. VI SIETE APPOGGIATI A PROFESSIONISTI PER QUESTA PREPARAZIONE?

No, tutto il disco è lavoro esclusivamente nostro. C’è una frase che abbiamo ironicamente postato su un blog tempo fa: “Stasera royal rumble in sala prove per definire la struttura del nuovo brano”, ed è proprio così. 6. E' DA UN PO' CHE NON ESCE UN VOSTRO VIDEOCLIP, CI STATE PENSANDO? COME AVVIENE LA SCELTA DEL PEZZO E DEL TEMA DEL VIDEO? PENSATE A COSE FANTASIOSE OPPURE VI RIFATE ALLA VITA "QUOTIDIANA "COME NEL VIDEO "IERI SERA".

“ieri sera” è un brano talmente esplicito che era molto difficile concepirne un videoclip che non rappresentasse la tipica serata di cui “ci si pente la mattina dopo”. Non siamo in ogni caso cultori del video fine a se stesso, preferiamo non uscire di casa piuttosto che uscire malconci. Detto questo, abbiamo un'idea in corso d’opera ma è tutto assolutamente top secret fino al release; sarà molto interessante. 7. LA SCENA UNDERGROUND, TITOLO ANCHE DI UNA VOSTRA TRACCIA: CHE ARIA TIRA DALLE VOSTRE PARTI, TROVATE DIFFICOLTA' PER TROVARE SERATE, SIETE INCAPPATI IN PIU' EPISODI SPIACEVOLI O TUTTO SOMMATO VE LA PASSATE BENE?


La nostra piccola Forlì conta tre-quattro locali, ed un centro di aggregazione musicale che portano avanti la musica dal vivo, non ci si può lamentare, anche perché siamo molto contenti e grati del nostro seguito e sono loro che ci hanno permesso di crearlo. Chiaro è che non abbiamo le possibilità delle band di Roma o Milano, ma d’altro canto abbiamo sentito anche di realtà molto più difficili. 6 ULTIMA DOMANDA, FACCIAMO UN PO' DI GOSSIP, MA LA VOSTRA RAGAZZA RASTA E' ARRIVATA? O VI SONO ARRIVATI INSULTI DA CHI RASTA NON LO E'?

E’ una domanda bellissima. “Rasta” è un brano facile e frivolo, di quelli nati in 10 minuti completamente di getto, che, maledetti loro, funzionano più degli altri sul grande pubblico, c’è poco da fare. Lo ascolti la sera prima e te lo canti tutto il giorno dopo, è maledetto. Il testo vuole celebrare il “trasandato” come sinonimo di alto contenuto, a scapito del “perfetto”, che per l'appunto vuole dimostrarsi tale per assenza di altro. Comunque dopo un paio di episodi con alcune delle nostre ragazze, abbiamo iniziato a specificare dal vivo che anche le bionde, le brune, le rosse non sono male, questione di sopravvivenza :-)

Conosci meglio i the last one: facebook: https://www.facebook.com/thelastonecrossover? ref=ts&fref=ts youtube: http://youtu.be/QY-g86sLnlo


the gretchen insomniac componenti ANTONIO "GRETCHEN" PREZIONI: MC/SCREAMER ALTRI COMPONENTI: TURNISTI

Tante contaminazioni, un unico portavoce, o meglio un mc/screamer che grazie all'aiuto di amici e musicisti vari del panorama underground italiano, è riuscito a portare la sua musica sui palchi, creando un effetto farfalla che non si bloccherà di certo con l'uscita del mixtape a breve disponibile nelle vostre orecchie...l'effetto sarà sicuramente piacevole. Ce lo facciamo direttamente raccontare dall'interessato Antonio aka Gretchen! 1 TRE AGGETTIVI PER DESCRIVERE LA TUA MUSICA

I 3 aggettivi per descrivere la musica che faccio sono: Rabbia, Adrenalina, Passione. 2 INFLUENZE MUSICALI

Le influenze musicali sono cambiate e "aggiunte" nel corso della mia crescita musicale. Ascolto Rap, Nu.Metal, Industrial, Elettronica, New Wave e Punk. 3 DALLA PAGINA FACEBOOK, E DALLA BIOGRAFIA MI PARE DI CAPIRE CHE L'UNICO MEMBRO DEL PROGETTO GRETCHEN INSOMNIAC SEI TU E CHI TI CIRCONDA SONO DEI TURNISTI CHE APPOGGIANO IL TUO PROGETTO, PARLA UN PO DI COME E' NATO E PERCHE' QUESTA SCELTA.

Il progetto "Gretchen Insomniac" nasce tra Avellino e Roma e inizialmente aveva come band supporter per serate/registrazioni gli "Effetto Farfalla" band creata tra amici e componenti. Tutto è sfatato perché "inadeguati" al progetto. Il nome "Gretchen Insomniac" è il mio alter ego. Quando sono sotto al palco, nella vita di tutti i giorni sono "Antonio" ma quando salgo sul palco a portare la mia musica entra in gioco l'alter.


Gretchen è il nome della ragazza di Donnie Darko e rappresenta per me "la purezza" e trasporto questa purezza nello scrivere senza barriere, mentre "Insomniac" rappresenta lo spettro delle emozioni negative, quei pensieri, paranoie, ansie e ossessioni che la notte ti colpiscono, ti attanagliano e non ti lasciano dormire. Tutto nasce dopo lo scioglimento della band "From Abyss To Oblivion" progetto che spaziava tra "Nu.Metal" e Death/MetalCore. Decisi quindi, che era il momento di mostrare i miei pensieri ed il mio sound senza limitazioni. Come ricetta vuole sono sia Rapper che Screamer e cerco di unire al meglio le due cose. 4 A BREVE IL MIXTAPE, COME TI STAI PREPARANDO E PERCHE' NOI DOVREMO ASCOLTARLO.

L'EP in uscita a breve si intitolerà "Canzoni Degli Anni Zero". Il titolo è dedicato alla musica dei nostri anni, al fatto che ci sono tanti musicisti validi e la musica non si ferma al 70, 80, 90 come in molti credono. Gli emergenti avanzano, le grandi band si adattano ai tempi e per "adattarsi" mi riferisco alla sperimentazione e al ribaltare i propri schemi musicali "iniziali". I testi saranno incentrati su vari argomenti: Bullismo, Falsità, Invidia, Crescita. Tutti e quattro testati personalmente sulla pelle. Argomenti che sono all'ordine del giorno (ovviamente dopo lo sport e i Bikini). Spero che sia utile a chi ha poche speranze, a chi si sente a terra e necessita di forza e incoraggiamento per affrontare la vita di tutti i giorni. 5 UN MC SCREAMER MOLTO APPREZZATO NEL GENERE NUMETAL E AFFINI, QUANDO MC E QUANDO SCREAMER.

Una domanda che mi piace particolarmente. Quando sono Mc, si può sentire "Gretchen" quando ascolterete lo Screamer sarà "Insomniac". In base alla sensazioni, emozioni che provo ci sarà l'uno, l'altro o entrambi.


Conosci meglio gretchen insomniac facebook: https://www.facebook.com/GretchenInsomniac91?fref=ts altro: a breve a disposizione...

Mankind Has Fallen componenti ALBERTO: VOCE MICHELE: CHITARRA PIERO: CHITARRA FABIO: BASSO E VOCE GIORGIO: BATTERIA

Loro si ritengono monellissimi,e ascoltando i loro pezzi confermiamo l'appellativo, si definiscono melodici e anche questo quadra, diretti e non fa una piega. GiĂ i Mankind Has Fallen riescono a lasciare il segno,nonostante ci siano solo due anni, si sono gia' fatti un bel nome nella loro amata/odiata isola, Sardegna, vincitori di piu' contest e un nuovo ep "Satyriasis" disponibile nei negozi digitali. Un po' pessimisti sulla scena underground, ma d'altronde di fronte al mainstream non si puo' essere diversamente. A voi i Mankind Has Fallen da Oristano!


1TRE AGGETTIVI PER DESCRIVERE LA VOSTRA MUSICA

Melodici, semplici, diretti (e monellissimi) 2INFLUENZE MUSICALI

Slipknot, Korn, Coal Chamber, Mudvayne, Stone Sour, NoFx, Lagwagon, Strung Out, Sick Of It All 3 SATYRIASIS, PARLATE UN PO DI QUESTO EP, COME E' NATO E PERCHE' LO DOVREMO ASCOLTARE.

Nasce prima di tutto dallo scontro tra le nostre differenti influenze musicali. Nasce per criticare l’uomo nelle sue esagerazioni e nelle sue creazioni fantastiche: il rifugiarsi nei sogni, la ricerca di un dio o qualcosa in cui credere che lo fa rifugiare nella materialità e lo segrega in un mondo falso. Siamo schiavi di noi stessi e del mondo che ci siamo creati. Di questo parla “Satyriasis” , del nostro non volere aprire gli occhi sulla realtà che ci circonda e del nostro rifiuto inconscio a reagire. Abbiamo cercato di esprimerlo in modo semplice e diretto, come ci piace, come ci viene. Abbiamo lavorato sempre tutti insieme in sala per la nascita dei pezzi, perché volevamo fosse una cosa unica, omogenea e nostra. Tutti i pezzi hanno una parte di noi, quella vena che ci caratterizza singolarmente. E poi sono molto massicci yeah! :D 4COME LAVORATE PER FAR FUNZIONARE AL MEGLIO LA VOSTRA MUSICA, SOPRATUTTO IN SARDEGNA CHE SI SA, PER UNA COSA O PER L'ALTRA SI E' SEMPRE UN PO LIMITATI.

Grazie a internet ormai, le strade di Facebook sono infinite! Trovarsi in Sardegna in effetti è un po’ uno svantaggio, ma finalmente la scena si sta muovendo anche qua, ci sono molti posti per suonare e soprattutto molte ottime band! 5 STATE LAVORANDO A UN VIDEO? AVETE GIA' SCELTO IL PEZZO,E IN BASE A COSA

Nope, niente video. Almeno per ora! 6 QUALI SONO I MAGGIORI PROBLEMI CHE RISCONTRATE NELL'AMBITO UNDERGROUND,DOVE ALLA FINE VI TROVATE E SECONDO VOI QUALI POTREBBERO ESSERE LE POSSIBILI SOLUZIONI.

Nel nostro caso c’è il problema del non potersi muovere più di tanto, ma


in generale credo che sia l’enormità del mercato musicale mainstream e la sua poca “varietà. Nel senso che ora la gente si rivolge sempre più ai generi del momento che magari alla bellezza della musica in sé, ignorando magari qualcosa di nuovo o di vecchio. Soluzioni? Non credo ce ne siano, altrimenti non ci sarebbe la scena Underground,la sua varietà e la sua spontaneità! Conosci meglio i mankind has fallen: facebook: https://www.facebook.com/pages/Mankind-HasFallen/151198691615541?fref=ts you tube: http://youtu.be/LOKQbX4mf6M


Bloody stikz componenti CIPOLLINO: VOCE PAPU: BATTERIA RICK: BASSO 8EKS: CHITARRA

I Bloody Stikz hanno tutta quella grinta che un gruppo non solo deve avere all'inizio, ma sempre, il loro intento è quello di creare una mobilitazione verticale per portare il numetal/crossover degli anni '90 con una chiave nuova e originale. Per noi puo' essere un'intervista come le altre, importante e interessante, ma questa è sopratutto speciale perchè, per i Bloody Stikz è la prima intervista e la Numetalzine non puo' che essere fiera di fare il battesimo a una band che ha tutti i buoni intenti di darci del buono e rispecchia il futuro del numetal in tanti sensi. In bocca al lupo! 1 TRE AGGETTIVI PER DESCRIVERE LA VOSTRA MUSICA.

Coerenti, diretti, coscienziosi. 2 INFLUENZE MUSICALI.

Date le innumerevoli ispirazioni da citare, racchiudiamo la vicinanza del nostro genere a quattro correnti musicali: nu metal, crossover, alternative e hardcore. 3 DA QUALCHE GIORNO STATE FACENDO GIRARE UN PROMO DEI BLOODY STIKZ E QUALCHE LIVE, VI PIACE FARE CASINO SUL PALCO COME TUTTE LE BAND, MA UNA FRASE MI HA COLPITO: GLI ANNI 90 SONO FINITI MA IL NUMETAL STA TORNANDO VOI COME PENSATE DI CONTRIBUIRE.

Premettendo che quella frase è sorta come risposta ad una "provocazione" tesa a mostrarci l'inadeguatezza del nostro genere nei confronti della musica emergente, noi continueremo nei nostri progetti tenendo fede alla


nostra mentalità (coltivando grandi prospettive che cercheremo di realizzare con tutta la nostra creatività), riproponendo quel genere con la speranza di scuotere le masse e dando l'opportunità di far riabbracciare una corrente personalmente ritenuta sottovalutata. 4 SIETE PIU' O MENO NUOVI NELLA SCENA DITECI UN PO COME SIETE NATI E QUALI SONO I VOSTRI SOGNI.

I Bloody Stikz sono il risultato dello sfogo comune nei confronti della ormai dilagante musica commerciale, riprodotta senza passione e senza obiettivi, se non quelli di seguire le leggi di mercato. Tra le nostre aspirazioni vi è quella di arrivare a non considerarci più una briciola in un genere che si mantiene a stento a galla, specie nella realtà meridionale, ma di considerarci un pezzo considerevole di una scena che possa vantare di collaborazioni a livello nazionale.

5 AVETE PARLATO DEL VOSTRO BOX, COMPLICE DI TANTE VOSTRE AVVENTURE, ADESSO CHE L'AVETE LASCIATO,DESCRIVETE LA GIORNATA CHE RICORDATE DI PIU'.

Gradiamo la domanda che ci è stata posta, in quanto potremmo stilare un elenco di eventi memorabili, ma ci sentiamo in dovere di gratificare ogni giorno passato all'interno del nostro locale, tra echi e fischi, staccando la spina da tutto ciò che era al di fuori di esso.

6 LA DOMANDA DI RITO E' QUELLA DOVE CHIEDIAMO PERCHE' IL NUMETAL NONOSTANTE SIA TORNATO VENGA SNOBBATO DALLA STESSA REALTA' METAL,VOI CHE PENSATE.

Noi non crediamo possa essere ritenuto snobbato, ma che sia un genere poco affrontato; purtroppo "metallari e non" tendono a peccare all'unisono nel momento in cui etichettano un ennesimo genere, tralasciando la provenienza di esso, i sacrifici e la passione con cui è affrontato e l'energia che potrebbe scaturire. In conclusione riteniamo giusto che ogni forma musicale vada affrontata, vissuta e (eventualmente) riprodotta con giusta


mentalità. Conosci meglio i bloody stikz facebook: https://www.facebook.com/pages/BloodyStikz/284354748262448?fref=ts

you tube: http://www.youtube.com/watch?v=ShdKWDz4iiU

Disfea componenti MARCO MARCO TOBIA MARCO

LONGHI: VOCE COLANGELO: CHITARRA PISTIS: BASSO BARTOLI: BATTERIA

I Disfea nascono nel 2009, ma solo nel 2012 si scusano del ritardo con il loro primo demo ufficiale "Sorry For The Delay", intanto sono già alle prese con il full lenght e non possiamo che sentire allora cio' che hanno da dirci.

1 TRE AGGETTIVI PER DESCRIVERE LA VOSTRA MUSICA

Diretta, profonda, intensa. 2 INFLUENZE MUSICALI


Deftones, linea77, dufresne, faith no more, incubus, refused e tutta la scena alternative/nu metal anni '90/'00 3 ATTIVI DAL 2009 E UN RITARDO DURATO 3 ANNI PRIMA DI FAR USCIRE LA VOSTRA MUSICA, AVETE QUALCHE RIGA PER GIUSTIFICARVI ;)

ahahahah... in realtà la situazione è un po' più complicata di quello che può sembrare! inizialmente eravamo partiti con una formazione a cinque, con la quale avevamo composto 7 pezzi... eravamo pronti per registrare una demo, ma il cambio di un componente ha rallentato i tempi... con l'entrata del nuovo membro abbiamo deciso, date anche le sue influenze, di proseguire nella composizione di altri brani - anche per vedere come ci si trovava e che tipo di direzione stilistica avremmo preso - . nell'ottobre 2010 abbiamo registrato una demo in presa diretta, ma non essendo troppo soddisfatti del lavoro, abbiamo deciso di non utilizzarla... presi dalla vena creativa - che come potete immaginare non bisogna farsi scappare - abbiamo proseguito nella composizione (e modifica) di brani e, dopo circa un anno, eravamo nuovamente pronti per entrare in studio... ma... l'uscita dal gruppo di uno dei due chitarristi ha ritardato i tempi per l'ennesima volta... nell'inverno 2011, finalmente, abbiamo registrato il nostro primo demo ufficiale composto da 3 pezzi; nell'estate 2012, a causa di divergenze artistiche e personali con il chitarrista rimasto, troviamo - si spera! - la nostra stabilità sostituendolo... a causa di questa "neverending story", la demo ormai pronta, trova il suo titolo in "sorry for the delay"! speriamo che come giustificazione sia abbastanza valida... rimanete sintonizzati che a breve torneremo in studio per la registrazione del


primo album! 4 PER IL NUOVO ALBUM COSA DOBBIAMO ASPETTARCI, QUALI SONO LE VOSTRE ASPETTATIVE E PROSPETTIVE.

Come sappiamo tutti benissimo, vivere di musica, soprattutto questa, soprattutto in Italia, oggigiorno è quasi praticamente impossibile... quindi, ovviamente, rimaniamo con i piedi per terra - anche se speriamo nella "botta di culo!" -. La prospettiva primaria è quella di espandere la nostra musica il più possibile; infatti vorremmo, appena il disco sarà pronto, partire per un tour che ci porti quanto meno in giro per l'Italia, seguendo le orme di molti gruppi della nostra zona. Cosa aspettarsi dall'album... sicuramente una buona dose di grinta e carica che scorre costante, alternandosi all'interno dei brani stessi tra riff più incazzati e parti più riflessive... nella scrittura dei testi utilizziamo sia l'inglese che l'italiano, senza porci problemi nella scelta della lingua e, in base al pezzo e a quello che crediamo possa trasmettere, scegliamo quale usare; non ci piace dare una chiave di lettura unica dei testi, ma cerchiamo di esprimerci in modo tale che ognuno, a seconda di quello che il pezzo gli suscita, possa dare una propria interpretazione delle "immagini" che proponiamo. a livello compositivo preferiamo rimanere su cose meno tecniche e complicate, per dare spazio a riff che suonino più cadenzati e diretti, utilizzando ogni tanto breakdown che liberino una massiccia dose di energia... diciamo che, senza presunzione, è difficile stare fermi!! quando il lavoro sarà pronto, potrete sentire con le vostre orecchie!


ahahah! 5 UNO DEGLI ARGOMENTI PIU' PICCANTI NELL'AMBIENTE UNDERGROUND E' LA MANCANZA DI SUPPORTO RECIPROCO TRA BAND,VOI AVETE AVUTO QUALCHE ESPERIENZA NEGATIVA A RIGUARDO.

Si, purtroppo ne abbiamo... diciamo che, per la nostra modesta esperienza, possiamo dividere la situazione in due filoni: il primo è che spesso, anche negli ambienti più piccoli, c'è chi cammina a due metri da terra, faticando in modo inconcepibile a supportare e condividere le altre band appartenenti alla stessa scena underground... il secondo - che è quello che ci diverte di più - amiamo chiamarlo "suopporto": "supporto" + "sopporto"! ovvero gruppi che, per "convenienza" di pubblico supportano tutte le band della propria zona, pur non "sopportandole" anche a livello stilistico/musicale!! fortunatamente c'è comunque chi fa del supporto sano e genuino, senza rivalità e contraddistinto da una sorta di aiuto reciproco tra band.

6 LA DOMANDA DI RITO E' QUESTA, IL NUMETAL ORMAI E' PALESE E' TORNATO,TANTE BELLE USCITE DISCOGRAFICHE E SOPRATUTTO IN ITALIA E' MOLTO FREQUENTE RIFARSI ALLE BAND PIU' CONOSCIUTE DEGLI ANNI '90,PERO' A MIO PARERE E' UN GENERE COMUNQUE MOLTO SNOBBATO ANCHE DALL'AMBIENTE METAL. SECONDO VOI.

A nostro parere, più che tornato, non è mai morto del tutto... si era un po' assopito e, da un po' di tempo,sicuramente si sta risollevando anche se, la "moda" del momento, è sicuramente più orientata su hardcore e metalcore - escludendo musica elettronica e djs - che non sul nu metal. il fatto che sia un genere snobbato dall'ambiente metal "classico" è una cosa tanto vera quanto "triste"... Secondo la nostra opinione dovrebbe esserci più "fratellanza", o comunque interesse, anche da parte della scena metal... cosa che spesso non accade... speriamo che in futuro la situazione possa migliorare!


Grazie per l'opportunità di questa intervista! ce ne fossero di più di staff di questo tipo! stay tuned!

Conosci meglio i disfea: facebook: https://www.facebook.com/disfea?fref=ts YOU TUBE: http://www.youtube.com/watch?v=yjf0n5-Fs8


Biosystem55 componenti SIMONE SPOLZINO:CHITARRA GIORGIO ROMAGNOLI:VOCE FABIO SPINELLI:CHITARRA CARLO BARBIERI:BASSO MARCO GOLINELLI:BATTERIA

I Biosystem55 non sono nuovi per la Numetalzine e se i nostri lettori ci sono sempre stati fedeli abbiamo avuto modo di vederli spesso protagonisti nella nostra pagina e nel nuovo sito. Tanta cattiveria nella loro musica solo in apparenza, visto che sono di ritorno da un "tour" di beneficenza per i loro conterranei terremotati, abbiamo avuto modo di guardare il loro ultimo video "By My Side" e godere delle acrobazie dei DaBoot, e che dire stupefacenti! Ora la parola a loro che hanno tanto da dirci! N: Siete reduci dallo skypass di Modena per far girare e far acquistare il vostro dvd "By My Side" assieme ai DaBoot,i quali proventi andranno alle zone terremotate. Che riscontri avete avuto,positivi o siete andati incontro anche persone che vi hanno ignorato.

Rientriamo giusto ora dall'EICMA. In generale abbiamo avuto un ottimo riscontro sia allo SKIPASS che all'EICMA, soprattutto dai media! E questo ci ha fatto molto piacere. Le radio ne hanno parlato, soprattutto 105, che ci ha ospitato in programma, e Virgin Radio, dove Andrea Rock non ha perso occasione per citarci. Abbiamo raccolto un buon numero di contatti con riviste che si sono offerte di dedicarci spazio nei prossimi mesi, tra le tante Motocross e Motociclismo, che sono le maggiori nel loro settore. Quello che volevamo era usare le fiere per costruire una


continuità sulla nostra iniziativa, e non che l'iniziativa rimanesse circoscritta nel contesto delle due fiere, questo è un obiettivo che è stato raggiunto e quindi possiamo dirci soddisfatti. N: So che per voi questo è un periodo di fermento, che gia' si e' materializzato da qualche giorno con il videoclip girato assieme ai DaBoot, ma so anche che è presente un vostro ep, parlatecene un po.

Abbiamo registrato i cinque brani dell'EP "By My Side" l'anno scorso al Domination Studio quando ancora non c'era nessun progetto inerente al videoclip e all'iniziativa con i DaBoot. Non avevamo ben chiaro ancora cosa fare con quei cinque pezzi, avevamo solo voglia di registrare roba nuova. Quando poi è nata la collaborazione con i DaBoot, abbiamo capito che quei cinque pezzi sarebbero stati perfetti per accompagnare il progetto. "By My Side" rappresenta un'evoluzione rispetto a "Get Ready", abbiam voluto affinare la composizione musicale senza andare a snaturare lo spirito tipico del nostro sound. N: Inoltre sott'occhio mi è capitato di ascoltare l'intervista a Nitto dei Linea77 da parte un giovane che aveva una missione...parlateci un po se ricordate l'evento e sopratutto, avete poi mai aperto un concerto ai Linea77.

Sì, ricordiamo bene quell'episodio con i Linea77! Il giovane con una missione era Goli, il nostro batterista, che quella sera lavorava come speaker nel locale in cui i Linea77 si esibirono. Vi ringraziamo molto per questa domanda che ci dà l'occasione per spiegare quale fu il fatto che fu motivo di quell'"intervista" a Nitto. I Linea77 quella sera si esibirono allo Zoo di Ferrara e noi eravamo stati fissati due settimane prima come supporting band. Mosso tutto l'iter della preparazione dell'evento, quindi prove, promozione e preparazione del merchandising, appena 24 ore prima del concerto ricevemmo una telefonata in cui ci comunicavano che eravamo stati tagliati dall'evento, e cosa più grave, senza fornirci alcun motivo (o risarcimento, ma non ne parliamo neanche). Non c'è artista in nessun


campo che meriti una tale mancanza di rispetto. L'intervista a Nitto in stile "Striscia la Notizia" non voleva essere uno sputtanamento ai Linea77, ma piuttosto un appello da artista ad artista, una cosa del tipo "nel vostro entourage è stata commessa un'ingiustizia, aiutateci a porvi rimedio". La promessa che Nitto fa alla fine del video non è mai stata mantenuta. N: Quindi, si parla sempre delle difficoltà della scena underground che non riesce a esplodere, quali sono i problemi che avete riscontrato maggiormente.

Cavolo, su questo argomento si potrebbe scrivere un romanzo! I motivi che impediscono al panorama underground di esplodere sono molteplici. Primo tra tutti il rapporto tra domanda e offerta: in Italia ci sono tantissimi artisti e pochissimi spazi per potersi esprimere. I media e la tecnologia aiutano sempre meno la diffusione e la ricerca di proposte nuove e varie, cosa che contribuisce a far diventare la Musica sempre più bene di consumo prima che forma di espressione artistica. L'alibi di accontentare il pubblico è molto spesso un velo dietro il quale si cela invece l'intenzione di voler condizionare le scelte del pubblico, per poterlo poi monopolizzare. In oltre il modo di comunicare è molto cambiato rispetto ad una decina di anni fa, i canali di comunicazione oggi sono infiniti e rimanere legati alle strategie promozionali classiche è controproducente. È necessario trovare idee sempre nuove, stare svegli e cercare sempre di pensare fuori dagli schemi, avere buona musica ed essere professionali sopra e intorno al palco è fondamentale, ma non basta. Conosci meglio i biosystem55 facebook:https://www.facebook.com/pages/BIOSYSTEM55/42821 338013?ref=ts&fref=ts

you tube: http://www.youtube.com/watch?

v=4a4UplLvbKU&playnext=1&list=PLvIwU_jj5cDQJwePRYUwu0L69oPJ O4A6b&feature=results_video


Band: Playground Trauma Album: Omonimo Anno: 2011 Etichetta: New Idols/Self

Tracklist: 1 L'Era Artificiale 2 Nel Nome Del Progresso 3 Fondamentale 4 Fight In This Time 5 Immagini Di Guerra 6 Cuore Sanguina 7 Morte Ai Padroni 8 Stato Di Fermo 9 Rimani In Superficie 10 Trauma vol.1

Finalmente!! GRAZIE!! Sono queste le prime espressioni che mi vengono in mente dopo aver ascoltato i Playground Trauma!! Finalmente dei maestri in materia!! Finalmente una Crossovercore Band come si deve pesante, potente, selvaggia, FOTTUTAMENTE HARDCORE!!


Nome nato simpaticamente dall'idea del classico "Trauma da Parco Giochi" che ogni bambino prova la prima volta esser salito in vita sua sulle giostre, la band ha azzeccato appieno con la scelta del proprio nome perchè è la stessa sensazione che ho provato io subito dopo aver passato nel lettore il disco!! Se poi pensiamo che cantano INTERAMENTE in italiano, con un rapcore, crossover, hardcore da paura c'è veramente da urlare al miracolo!! No ragazzi, non sto esagerando e il mio caporedattore può confermarlo appieno dato che recensendo dischi da più di sei anni ho ascoltato tanta di quella merda e dischi decenti, che ho acquisito parecchia severità in materia da stroncare quasi per il 90% ogni band che mi passa davanti alle orecchie :) I Playground sono in assoluto la band che più mi soddisfa senza annoiarmi ad ogni ascolto poichè si tratta di un crossover puro al 100% old school, urlato, violento, selvaggio senza "frociate" emo melodico. Cosa voglio dire con questo? Semplicemente che il Crossover nasce esattamente con la logica dell'hip hop (vero non le cacate "dogo" club di merda) ossìa sulla strada!! sull'asfalto aka dalla violenza che si vive, nasce e muore giorno dopo giorno nei quartieri, squat, e chi più ne ha più ne metta.. Ecco perchè i Playground meritano in assoluto un 30 e lode con tanto di bacio accademico, perchè hanno colto appieno il significato di quello che è e resterà per tutti i veri massicci della scena, il CROSSOVER/RAPCORE. Zero compromessi, Zero Stress, Zero Paranoie, questo è ciò che rende il Nu Metal fiero ed orgoglioso di essere nato per rompere i coglioni a quei coglioni metallari tutti candele nere, smalto e leggins da froci che non sono altro!! Vai col cavallo basso, vai con la realtà dettata dall'asfalto!! (fatto sempre con intelligenza e coerenza) Nient'altro da dire se non grazie..a Kclownk per avermi dato la possibilità di recensire senza dubbio la band maestro del crossover italiano (altro che Mellowtoy). So che questa recensione è poco professionale ma ascoltandoli in cuffia mi sono beccato anch'io un PLAYGROUND TRAUMA!! XD.


Band: Not Blind Album: Earthicide Anno: 2012

Tracklist: 1 Child 2 Dead Man Working 3 Taxi 4 N.E.J.U.L. 5 Inganno Mediatico 6 My Bro 7 11-03-2012 (one minute silence) 8 Global Swarming 9 Stay Human 10 Rusted Faith 11 World 2.0

Not Blind aka un concentrato puro di rabbia, forza, violenza e sudore colato in sala prove provando e riprovando soluzioni sempre più potenti ed aggressive. Forse non saranno catalogati come la band più originale della storia ma chissene!! alla fine ciò che rende il Nu Metal odiato/amato dal pubblico è proprio perchè grazie al groove massiccio, alle accordature sempre più impostate sul low tuning l'obiettivo è quello di regalare al malcapitato apparato uditivo un atmosfera cupa e cattiva, inclassificabile. La produzione non è eccellente a discapito di un booklet molto professionale e curato nei minimi dettagli. Ciò che non convince è la voce forse troppo concentrata sul growl non facendo capire quasi nulla di ciò che i testi vogliono comunicare. Diciamo che come band ci siamo, è aggressiva, violenta e tecnicamente valida, forse un pò troppo Korniana scimmiottante sotto alcune dissonanze di chitarre e groove per non parlare di alcuni titoli molto "john davis style" come l'opener "Child" , ma non importa, l'importante è spaccare tutto sul palco divertendosi facendo divertire il pubblico e in base alla loro esperienza questo risultato è garantito.


Forse non dovrebbero rifugiarsi troppo dietro halibi tipo: "suoniamo così per sputare tutto l'odio e tutta la m°*#a che ci circonda" perchè sarebbe stupido nonchè un madornale errore. Dovrebbero rendere più "classificabile il sound distinguendo riff e pattern e linee vocali in modo tale da poter almeno capire cosa sta succedendo, il mio è un consiglio in quanto ripeto, la band c'è, è valida e potrebbe fare strada ma dovrebbero "professionalizzarsi" un minimo per poter ottenere l'effetto sperato ossìa più pubblico, più acquirenti, più fan. Non serve più premere il piede a tavoletta sull'acceleratore, ma dosare potenza e rabbia in una produzione più "pulita" riuscirebbe a valorizzare di gran lunga un buon lavoro per una band che potrebbe diventare "accecare" l'underground. Brani Migliori: Dead Man Working, Infanno Mediatico Brani Peggiori: Taxi, n.E.J.u.L Consigliato: Amanti dei primi Korn di Life is Peachy. Francesco Campanelli

3 nuws flash!

1) Presenza di Head al Rock am Ring con i Korn, un ritorno di fiamma o puro business? Presenza di Head al Rock am Ring con i Korn...il ritorno del Figliol prodigo?? I Korn si preparano ad ammazzare il vitello grasso e a festeggiare il ritorno nella loro line up di Brian "Head" Welch dopo 7 anni di assenza. La citazione religiosa è d'obbligo visto che il chitarrista californiano aveva lasciato la band dopo un illuminazione cristiana decidendo di seguire la via del signore. Dopo un paio d'album che sicuramente non rimarranno nella storia (beh lo stesso vale per i Korn senza Head) il caro Brian ha deciso di ritornare con i suoi vecchi "compagni di giochi" per due date al rock am ring, il 7 e il 9 Giugno. A pensar male potrebbe sembrare la classica operazione nostalgia per reggranellare qualche ulteriore spicciolo...ma siamo vicini a Natale quindi è bello credere che sia un regalo per i fan. 2)Drowning Pool nuovo album in primavera. I Drowning pool sono pronti a pubblicare il loro sesto Album da Studio che vedrà la luce nella primavera 2013. La particolarità è che alla voce ci sarà Jasen Moreno quarto cantante nella storia della band da quando il cantate originale Dave Williams morì durante l'Ozzfest del 2002. Il gruppo dopo questo tragico evento ha avuto fortune alterne ma non è più riuscita a raggiungere le vette del loro primo album


"Bodies". Tutti i fan sono in attesa di scoprire se con Moreno alla voce finalmente questo darà possibile. per il momento si può ascoltare il loro primo singolo (Saturday Night) che non promette male anche se risulta molto più "easy" di un capolavoro come Bodies!! Ecco il link per il brano http://www.drowningpool.com/ 3)Limp Bizkit, il nuovo album non sara' commerciale. Per la serie :" E' meglio che lasci perdere con le dichiarazioni" questa volta è il turno dei Limp Bizkit parlando del nuovo album attraverso la loro pagina di Facebook hanno spiegato come sia un album nu metal rock (e già questo....) ma sopratutto che non sarà un album commerciale ne per le radio dato che le radio non passano rock, e loro hanno voglia di spaccare!! Nel frattempo gli stessi bizkit hanno diffuso il video di una canzone intitolata "LIGHTZ" che ad esser buoni (molto molto buoni) è un incrocio tra un Eminem di provinca e un Santana ormai in fase calante (che questa solta simil rap sia la conseguenza del contratto firmato con la Cash Money??). Tutti noi speriamo che il video sia il classico scherzo di quel giullare che è Fred Durst altrimenti è ovvio il motivo per cui non verrà passato in radio!!!!! Ecco il link dove potete vedere il videohttp://www.nusick.com/index.php?id=121

Giammaria Vettorato


Cio' che la Numetalzine ha trovato per voi...fate spazio nel vostro pc, armadio, cucina, casa. Tutto cio' che puo' essere apparentemente inutile conoscere...

Lo skate slipknot!

SKIN KORN PER GUITAR HERO!


numetal city, Kit strumentale che si ispira alle band numetal link: www.bigfishaudio.com

Una delle poche radio, a parte crossover zone eheh, che trasmette alternative come il pane. Peccato sia americana, ma potrete ascoltarla comunque in streaming qui: http://krock.com/

per questo numero vi terremo occupati almeno un mese con questa roba, o cercando di prendere questa roba... al prossimo memorabilia! Se avete qualche memorabilia da suggerirci sapete come contattarci...


n

gli imperdibili

Trapt album "Reborn" Out 20/11/2012

l

All That Remains album "A War You Cannot Win" out now!

Rage Against The Machine speciale 20 anni out il 27/11/2012


fatti pubblicare! Per far pubblicare la tua band non devi fare altro che mandare una tua biografia, un pezzo e delle foto a questa email kclownk@hotmail.it verrete ricontattati per la conferma della pubblicazione.

Gli aggiornamenti sulle prossime uscite e per rimanere in contatto sul mondo numetal con approfondimenti consigli per le orecchie ecc cliccate sulla pagina della Numetalzine su facebook oppure nel sito ufficiale www.numetalzine.com e se ancora non lo avete fatto leggete i precedenti numeri per conoscere le altre band!

Kck

NUmetalZINE #13!  

Sfoglia la Numetalzine 13 con le interviste ai The Last One, The Gretchen Insomniac, Mankind Has Fallen, Bloody Stikz, Disfea e Biosystem55....

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you