Page 1

pa m

s a R

n g se

a t S a


31/10/2013 ECONOMIA E MERCATI

LA REPUBBLICA IL MESSAGGERO IL GIORNO MILANO INFORMAZIONI D’ORO ABOUT JEWELLERY IL SOLE 24 ORE ABOUT JEWELLERY PAMBIANCONEWS IL SOLE 24 ORE ABOUT JEWELLERY

FISCO

FINANZA NO STOP TGCOM24 BLASTING.NEWS L’INDIPENDENZA L’INDIPENDENZA LA REPUBBLICA CORRIERE DELLA SERA CONFCOMMERCIO

La Banca Nazionale Svizzera perde 8,5 miliardi per colpa dell’oro Attività storiche costrette a chiudere Il lusso cresce ancora. La creatività milanese avrà un suo brand Italia fuori dal G8 e dal G10 Polonia: il sistema ditributivo I turisti cinesi sono sempre di più e Lvmh è pronto a portare i duty free asiatici Dfs in Europa L’andamento del lusso nell’area asiatica Pechino vieta lo ‘shopping tour’ ai turisti cinesi Il supereuro frena il lusso L’andamento dell’oro nel 2013 secondo gli esperti

Ecco perchè vogliono (eliminare) il nostro contante Giù soglia contanti, Saccomanni solo contro tutti: no di Alfano e Fassina Limite per il pagamento in contanti: Saccomanni vuole abbassarlo sotto i 1000 euro Contanti: per un italiano mille euro, per un extracomunitario 15mila Abbassare ancora il limite del contante. Ecco l’annuncio di Saccomanni la Battaglia del contante Alfano contro Saccomanni Legge di Stabilità, il governo si divide: «Contanti, ridurre la Soglia dei mille euro» Contanti: Federpreziosi dice no alla proposta di Saccomanni

COMPRO ORO

BLOG SICILIA Rapinato compro oro a Palermo Tre arresti, manca solo il ‘palo’ VARESE NEWS Ruba un ditale alla mamma e lo fa rivendere al "Compro Oro" dall'amichetta LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO Monte di pietà e «compro oro» segni della crisi CORRIERE DELLA SERA Anche il ceto medio in coda dai Compro Oro IL QUOTIDIANO ITALIANO Andria, tenta estorsione e picchia titolare di un compro oro: arrestato 20enne JULIE Commercio oro: Superiamo la schizofrenia normativa

SETTORE E MODA

PANORAMA CORRIERE DELLA SERA INFORMAZIONI D’ORO L’ORAFO PAMBIANCONEWS L’ORAFO INFORMAZIONI D’ORO DELUXE BLOG DELUXE BLOG L’ORAFO

CRONACA

LA REPUBBLICA LA REPUBBLICA

Un gioco bello ma complicato Il polso dell‘anno All’asta i Rolex Daytona più costosi Eberhard & Co. Watches partner delle “Buone Forchette per AIL” I gioielli e orologi Sicis sbarcano nel Quadrilatero I brand del lusso più ricercati online dai consumatori cinesi Riconoscere un Rolex originale Polello e i suoi anelli preziosi della collezione Eterno 2013/2014 Il tesoro di San Gennaro dal valore inestimabile arriva a Roma Fiera di Vicenza: i prossimi appuntamenti Uccise gioielliere in Brera la procura chiede l'ergastolo collaborazione con Messina,Rassegna colpo dain200 mila euro rapinato un rappresentante


Economia e Mercati 

 LaBancaNazionaleSvizzeraperde8,5miliardiper colpadell’oro Le fluttuazioni del metallo giallo provocano una perdita di 10,7 miliardi di franchi, ma la perdita viene in parte compensatadall'andamentodellevalute.L'istituocentraleelvetico,infatti,continuaafareincettadieuro.Intanto parteunaguerrasudovecustodireilingottisvizzeri diFRANCOZANTONELLI

LUGANO Ͳ Le fluttuazioni del prezzo dell'oro fanno male alla Banca NazionaleSvizzera.Neipriminovemesidell'anno,infatti,ilsaliscendi del metallo giallo ha provocato all'istituto di emissione elvetico una perditadi10,7miliardidifranchi,circa8,5miliardidieuro.Darilevare che,neinovemesiinquestione,ilvalorediunchilod'oroècalatodi 10milafranchi,pocopiùdi8milaeuro. LaperditaaccusatadallaBancaNazionaleSvizzeraèstata,comunque, in parte compensata dalla rivalutazione dell'euro, di cui l'istituto continuaafareincetta,permantenereunaparitàdicambiostabilee favorire le esportazioni delle aziende svizzere. La perdita, alla fine, è cosìstatadell'equivalentedi5,2miliardidieuro.Leriserveaureedella  Confederazione ammontano a 1.040 tonnellate, il 30 per cento delle LaBancanazionalesvizzera quali sono depositate in Gran Bretagna e in Canada.  "PerragionidisicurezzaabbiamoevitatoiPaesidellazonaeuroegliStatiUniti",haspiegatoilPresidente della Banca centrale, Thomas Jordan, di fronte alle richieste della destra di "custodire in Svizzera tutti i lingotti". "Sono 10 anni che abbiamo fatto questa scelta", ha detto ancora Jordan il quale, per la prima volta, ha rivelato dove si trovino le riserve auree della nazione. Quello dell'oro è un cavallo di battaglia dell'Udc, il partito del miliardario populista, Christoph Blocher, il quale ha raccolto le firme necessarie perchésitengaunreferendumsuidepositidellaNazionale.Banca "Dobbiamo tenerli nei nostri caveaux", la richiesta di Blocher e dei suoi che, inoltre, pretendono che le riserve ammontino ad almeno il 20 per cento del totale di quanto posseduto dalla banca centrale mentre, oggi, non superano il 10 per cento. A titolo d'esempio quelle italiane sono di oltre il 70 per cento. Insomma, al di là delle fluttuazioni che possono creare consistenti perdite, come è successo quest'anno, è in corso una vera e propria battagliadell'oroinSvizzera.Quellasullaparitàdeitassidicambio,risalenteal2012,l'havintailpartitodiChristoph Blocher,chehaottenutolatestadelpredecessorediJordan,PhilippeHildebrand.

(31ottobre2013) 


31-OTT-2013

Lettori: n.d. Diffusione: n.d.

Dir. Resp.: Virman Cusenza

da pag. 33


29-OTT-2013

Lettori: n.d. Diffusione: n.d.

Dir. Resp.: Giancarlo Mazzuca

da pag. 17


 /ƚĂůŝĂĨƵŽƌŝĚĂů'ϴĞĚĂů'ϭϬ Mercoledì30Ottobre2013ScrittodaEdoardoEbolito

UnlentoedinarrestabileĚĞĐůŝŶŽ.Amenodisorpreseimprevistee,a questo punto, auspicate. >͛/ƚĂůŝĂ ƐĐŝǀŽůĂ ǀŝĂ dal ristretto club delle ƐƵƉĞƌƉŽƚĞŶnjĞ ĞĐŽŶŽŵŝĐŚĞ e nel 2014 sarà Presidente dell’Unione EuropeaƐĞŶnjĂĨĂƌƉĂƌƚĞĚĞů'ϴ.Unparadossobelloebuono,eppure ladeficitariacrescitadelPILhafattoscivolareilBelpaesesemprepiù inbasso,conůĂZƵƐƐŝĂche,nell’annosolare,hapareggiatoilvolumedi produzione e Ɛŝ ƉƌĞƉĂƌĂ Ă ƐĐĂůnjĂƌĐŝdall’ottavo posto ŶĞůůĞ ĞĐŽŶŽŵŝĞ ƉŝƶŝŶĐŝĚĞŶƚŝdituttoilglobo,conunPILcheraggiungeràafineanno ben2117miliardidieuro,afrontedei2068miliardiitaliani.Quellodel paesedell’exUnioneSovieticaèsolol’ultimodiunaseriedinomiche stanno portando ad un ƌĞƐƚLJůŝŶŐ ŐĞŽŐƌĂĨŝĐŽ Ěŝ ƚƵƚƚĞ ůĞ ĞĐŽŶŽŵŝĞ della Terra. Il baricentro si è spostato versoiƉĂĞƐŝĞŵĞƌŐĞŶƚŝcomelaŝŶĂ,chevantaunPilincrescitaperenneaduecifre,edilƌĂƐŝůĞ,chesta trainandotuttal’economiasudamericanaanchegraziealleingentirisorsepresentisulterritorio. Dalcanto suol’/ƚĂůŝĂ,piccolaperdimensionieconun’etàmediadellapopolazionedecisamenteelevata, mostraƉĂƌĂŵĞƚƌŝĚŝĐƌĞƐĐŝƚĂŵŽůƚŽďĂƐƐŝpercompetereconlesuperpotenzedioggi.Leprevisioniinoltre nonsonorosee,vistochePaesicomel’India(1.750miliardidiPil)edilCanada(1.825miliardi)ciincalzano e,entroil2015,laclassificanoncivedrànemmenoentroiprimidieciposti. SembrainfattiŵŽůƚŽĚŝĨĨŝĐŝůĞĐŚĞů͛/ƚĂůŝĂƉŽƐƐĂƚĞŶĞƌĞŝůƉĂƐƐŽĚĞůůĞĐŽƐŝĚĚĞƚƚĞ͞ŶĞǁĞŶƚƌLJ͟,chevantano unapopolazionenumerosaegiovane,unbassotenoredivitaedunagrandedisponibilitàdimaterieprime. Rimanendoinambitoeuropeo,ancheƵŶ͛ĞĐŽŶŽŵŝĂŵĂƌƚŽƌŝĂƚĂĐŽŵĞƋƵĞůůĂƐƉĂŐŶŽůĂsiapprestanelgiro dibrevetempoaraggiungerelivellisimiliainostri.Nonèunmisteroinfatticomenelterzotrimestredel 2013 DĂĚƌŝĚ ĂďďŝĂ ƐŽƌƉĂƐƐĂƚŽ ZŽŵĂ nei dati relativi al Pil. Per gli iberici, inoltre, il futuro è anche più roseo,vistochelestimeparlandodiun+0,7%peril2014invecedelprevisto0,5%.Tuttoquestograziead unapoliticaincentratasullaripresadelladomandainternamedianteilbloccodellatassazione. L’ItaliaèdunquedestinataaƐĐŽŵƉĂƌŝƌĞĚĂůůĂŵĂƉƉĂĚĞůůĞĞĐŽŶŽŵŝĞƉŝƶŝŶĨůƵĞŶƚŝalmondo?Sesiguarda ilpercorsostoricodelnostroPaese,larispostanonpuòcheesserenegativa.Negliultimi150anniabbiamo fattomoltastrada,rialzandocisoventeanchedasituazionicheapparivanodecisamentecritiche. Partendodaglialbori,ŶĞůϭϴϲϭŝůƌĞĚĚŝƚŽƉƌŽͲĐĂƉŝƚĞƐŝĂƚƚĞƐƚĂǀĂƐƵůŝǀĞůůŝĚŝŵŝƐĞƌŝĂĂƐƐŽůƵƚĂedanchela qualità della vita era molto bassa. Nonostante margini di crescita pari allo zero, ŶĞů ϭϴϳϬ ů͛/ƚĂůŝĂ aveva compiutounascalataincredibile,ponendosicomel’ŽƚƚĂǀĂĞĐŽŶŽŵŝĂĚĞůŵŽŶĚŽ,lostessopostooccupato sinoapochimesifa.All’epocaŝŶĂ͕/ŶĚŝĂĞZƵƐƐŝĂĞƌĂŶŽůĞƉƌŝŵĞƉŽƚĞŶnjĞmondiali,ricalcandoagrandi lineepropriolasituazioneattuale.DaalloraiduepaesiasiaticielaRussiahannopersoterrenoperoltreun secolo,riemergendosoloaigiornid’oggi. Un altro esempio significativo riguardo le qualità della nostra economia si evidenzia nel ƉĞƌŝŽĚŽ ƉŽƐƚ ďĞůůŝĐŽ.Nel1945igravidannicausatidallaguerrael’ingentedebitopubblicoavevanoriportatoilfatturato ailivellidel1911,manelcorsodiunventenniol’Italiaavevagiàrecuperatofinoalleprimissimeposizioni, raggiungendoilpiccomassimoduranteilgovernoMoronel1975.




 POLONIA:ILSISTEMADISTRIBUTIVO 30Ottobre2013 

  Il mercato polacco della gioielleria è caratterizzato da una sorta di oligopolio, in quanto in Polonia il mercatoèdominatodatregrandiaziendeleader:Apart,KrukeYES.Sistimache,tramitelelorocatenedi negozi, esse veicolino più del 30% del mercato della gioielleria. Tali aziende – oltre ad essere anche produttrici di gioielleria –importano, distribuiscono e vendono direttamente numerosi prodotti d’importazione. Anche gli altri produttori polacchi, di dimensioni minori, a loro volta importano e distribuiscono al fine di ampliare il numero di referenze offerte alla loro clientela. Si evidenzia inoltre la presenza sul mercato di circa 50 maggiori importatori/distributori di gioielleria e di circa 1000 gioiellerie distribuitesull’interoterritoriopolacco.






/ƚƵƌŝƐƚŝĐŝŶĞƐŝƐŽŶŽƐĞŵƉƌĞĚŝƉŝƶĞ>ǀŵŚğƉƌŽŶƚŽĂ ƉŽƌƚĂƌĞŝĚƵƚLJͲĨƌĞĞĂƐŝĂƚŝĐŝĨƐŝŶƵƌŽƉĂ diChiaraBeghelli29ottobre2013  

Entro il 2018 la voce "selective retailing" potrebbe diventare il business più redditizio per il colosso del lusso Lvmh, secondo gli analisti interpellati da Bloomberg. Sarà certamente d'aiuto, in questosenso,ladecisionedelgruppoguidatodaBernardArnaultdi portare anche in Europa la catena di negozi dutyͲfree Dfs Galleria, conbaseaHongKongefinoradiffusasoloinAsia,AustraliaeNord America, per intercettare i desideri dei sempre più numerosi viaggiatoricinesi. Leprimeinaugurazionisonoatteseperil2016,neiPaesiprediletti dai turisti cinesi, come la Francia, l'Italia e la Svizzera, come ha sottolineato il coo di Dfs, Michael Schriver, che ha aggiunto: «Investiamomoltonellacostruzionediuna"brandawareness"frai cinesineinostrinegoziquiaHongKongeinaltrepartidelmondo. Dai clienti cinesi continuerà a provenire oltre la metà dei nostri ricavi anche nei prossimi anni». Intanto,vistochelaprimametadeituristicinesirestaHongKong,Dfshadecisodiampliarelospaziodeisuoi shopdiHongKongeMacaorispettivamentedel15edel40%. SecondoGlobalBlue,nel2014gliacquistimondialitaxfreedovrebberoaumentaredel10%,trainatisoprattutto dacinesierussi,ilcuishoppingcresceràrispettivamentedel16%edel14%. IlgruppoDfsèstatofondatoneglianniSessantadaRobertMillereCharlesFeeney,cheperillogodellacatena sirivolseroaddiritturaadAndyWarhol.enel1997Lvmhnehaacquisitolaquotadimaggioranza.Oggiisuoi 420 store sono diffusi in 14 Paesi, principalmente in Asia, ma anche in Australia, in Nuova Zelanda, e negli aeroporti di San Francisco, Los Angeles e New York Jfk. Negozi che offrono 700 brand di moda e lusso, che ospitanospessoeventispecialicome"Theartofshoemaking"diSalvatoreFerragamo,echesarannooggettodi un'importante evoluzione nei prossimi 18 mesi: a Waikiki, infatti, all'inizio di settembre è stato presentato il nuovoretailconcept"TGalleria",piùfrescoeinsiemeposizionatoinmodoancorapiùdecisosull'altagamma, chesaràapplicatoatuttiinegozidelgruppo.








L'ANDAMENTODELLUSSONELL'AREAASIATICA 29Ottobre2013 

  Nell’area Asia Pacific è il Sud Est a trainare la crescita, segnando un +20% a tassi costanti nel 2013 (5,5 miliardi di euro), con Singapore sempre in testa come hub regionale del mercato, che ha raggiungo 2,5 miliardidieuronel2012.PrestazionipolarizzatenellaGrandeCina,doveHongKongeMacaobeneficiano deiflussituristiciuntempodirettimaggiormenteversol’Europa,mentreTaiwanrallentainsiemeallaCorea del Sud. Quest’ultima provata dalle continue tensioni politiche. In Medio Oriente, regione in crescita e storicamentenotaperlapassioneperigioiellieibenidilusso,siprevedeunincrementodel5%.






WĞĐŚŝŶŽǀŝĞƚĂůŽ͚ƐŚŽƉƉŝŶŐƚŽƵƌ͛ĂŝƚƵƌŝƐƚŝĐŝŶĞƐŝ martedì,29ottobre2013

 TuristiinviaMontenapoleoneaMilano Niente più ‘shopping tour’ per i turisti cinesi. Lo ha imposto un nuovo provvedimento promulgato dal GovernodiPechinoloscorso1ottobre,chevietailcosiddettoshopping‘forzato’,ossiaitourorganizzati conilprecisoscopodiguidareituristiadacquistareinparticolariluoghienegozi.Unanormativavoltaa tutelareidirittideiviaggiatori,machehagiàavutocomeconseguenzaunaumentodeiprezzideiviaggi.In precedenza,infatti,vigevaunmeccanismopercuileagenzieviaggicinesiproponevanopacchettiaprezzi bassissimie,perrientrareneicosti,stringevanoaccordiconiproprietaridinegoziinserendoneltouruna tappaperloshopping.L’aumentodeiprezzideipacchettidovrebbeincidereperòmaggiormentesuiviaggi acortoomedioraggio,versodestinazionicomeHongKong,MacaoolaCorea,finorameteprivilegiatedel turismoedelloshoppingdelDragone. Sipotrebbequindiassottigliarelaforbicediprezzoconiviaggiversol’Europa,altradestinazioneprediletta daituristid’oltreMuraglia,deicuiacquistilamodaeillussocontinuanoabeneficiare.Icinesi,neiprimi novemesidel2013,sisonoinfatticonfermatiiltrainodelloshoppingTaxFreeinEuropasalito,secondoi dati'ůŽďĂůůƵĞ,del13%aquota39miliardidieuro,conun’ulterioreprevisionedicrescitadel10%nel 2014.Gliacquistideicinesinel2014dovrebberoaumentaredel16%,seguitidaquellideirussiconun+14 percento. SecondoquantoaffermatodaWŝĞƌ&ƌĂŶĐĞƐĐŽEĞƌǀŝŶŝ,VPInternationalKeyAccountsdiGlobalBlueGroup, durante la presentazione dei dati al convegno Altagamma, il provvedimento “non avrà in generale un impatto negativo, fatta eccezione per quelle destinazioni, specialmente asiatiche, in cui erano previste questeformule”.Allostessotempo,haproseguitol’analista,“potràportareall’evoluzionedelleaspettative deicinesiversoun’esperienzaturisticapiùricca,coinvolgenteeautonomagenerandouncircolovirtuoso traflussituristici,spesaericercadelleeccellenzeeuropee.”Inpratica,perimarchidellussol’abolizione dello shopping forzato può rappresentare un’opportunità, se riusciranno a farsi ‘scegliere’ più consapevolmentedaituristicinesi. GiàasettembrelastampadelPaesedelDragoavevaparlatodiunturismocinesepiùautonomoediuna crescentedisaffezioneversoilmodellodellegiteincomitiva.


del 29 Ottobre 2013




 L’ANDAMENTODELL'ORONEL2013SECONDOGLIESPERTI ϮϴKƚƚŽďƌĞϮϬϭϯ 

  >Ă ƉƌŝŵĂ ŵĞƚă ĚĞů ϮϬϭϯ Ɛŝ ĐĂƌĂƚƚĞƌŝnjnjĂ ƉĞƌ ƵŶ ƐŝŐŶŝĨŝĐĂƚŝǀŽ ƌĂůůĞŶƚĂŵĞŶƚŽ ĚĞů ƉƌĞnjnjŽ ĚĞůů͛ŽƌŽ ĐŽŶ ŝ ǀĂůŽƌŝ ŵĞĚŝĚĞůƐĞĐŽŶĚŽƚƌŝŵĞƐƚƌĞĐŚĞƌĞŐŝƐƚƌĂŶŽƵŶĐĂůŽƉĂƌŝĂͲϭϮйƌŝƐƉĞƚƚŽĂůůŽƐƚĞƐƐŽƚƌŝŵĞƐƚƌĞĚĞůϮϬϭϮĞƵŶ ĐĂůŽ Ěŝ Ͳϭϯ͕ϯй ƌŝƐƉĞƚƚŽ Ăů ƉƌŝŵŽ ƚƌŝŵĞƐƚƌĞ ϮϬϭϯ͘ ^ĞĐŽŶĚŽ Őůŝ ĂŶĂůŝƐƚŝ Ěŝ 'Z ^ƚƌĂƚĞŐŝĂ͕ ƋƵĞƐƚŽ ĐƌŽůůŽ ĞĐĐĞnjŝŽŶĂůĞğĚĂƌŝĐŽŶĚƵƌƌĞĂŶƵŵĞƌŽƐŝĞĐŽŵƉůĞƐƐŝĨĂƚƚŽƌŝƚƌĂĐƵŝ͕ĂĚĞƐĞŵƉŝŽ͕ŝĚĂƚŝƐƵůůĂĐƌĞƐĐŝƚĂĚĞůW/> ĚĞŐůŝ^ƚĂƚŝhŶŝƚŝ͕ŝƐĞŐŶĂůŝĚŝƐƚĂďŝůŝnjnjĂnjŝŽŶĞĚĞůů͛ĞĐŽŶŽŵŝĂĞƵƌŽƉĞĂĞů͛ĂŶŶƵŶĐŝŽĚŝĂůĐƵŶĞĂŶĐŚĞĞŶƚƌĂůŝĚŝ ǀŽůĞƌ ĂůůĞŐŐĞƌŝƌĞ ůĞ ůŽƌŽ ƌŝƐĞƌǀĞ ĂƵƌĞĞ͘ >͛ŽƌŽ ƌŝŵĂƌƌă ĐŽŵƵŶƋƵĞ ƵŶ ďĞŶĞ ŽƚƚŝŵŽ ƉĞƌ Őůŝ ŝŶǀĞƐƚŝŵĞŶƚŝ Ěŝ ǀĂůŽƌĞ͕ ƐĞďďĞŶĞ ŝů ƐƵŽ ƐĂƌă ƵŶ ĂŶĚĂŵĞŶƚŽ ĂůƚĂůĞŶĂŶƚĞ ƐĞĐŽŶĚŽ dŚŽŵƐŽŶ ZĞƵƚĞƌƐ '&D^͘ DĂ ĐŚŝ ůĂǀŽƌĂ ĚŝƌĞƚƚĂŵĞŶƚĞŶĞůĐĂŵƉŽ͕ĐŽŵĞŝůKĚĞůůĂƉŝƶŐƌĂŶĚĞƐŽĐŝĞƚăŵŝŶĞƌĂƌŝĂƐƚĂƚƵŶŝƚĞŶƐĞ͕ůĂEĞǁŵŽŶƚDŝŶŝŶŐ͕ ƐƚŝŵĂĐŚĞŝůƉƌĞnjnjŽĚĞůů͛ŽƌŽŶĞůϮϬϭϯƉƵžĂƵŵĞŶƚĂƌĞĨŝŶŽĂϮ͘ϱϱϬĚŽůůĂƌŝ͘͞ŚŝƉƵŶƚĂƐƵůů͛ŽƌŽǀƵŽůĞǀĞĚĞƌĞ ƉƌĞǀŝƐŝŽŶŝĂůƵŶŐŽƚĞƌŵŝŶĞ͟ĐŽŵŵĞŶƚĂŝůŵĂŶĂŐĞƌ͘WĞƌĐŽƌƌĞŶĚŽůĂƐƚŽƌŝĂĚĞůů͛ŽƌŽŶĞůĐŽƌƐŽĚĞŐůŝƵůƚŝŵŝĂŶŶŝ͕ Ɛŝ ĞǀŝŶĐĞ ĐŚĞ ůĂ ĚŽŵĂŶĚĂ ƵůƚŝŵĂ ŶĞů ĐĂŵƉŽ ĚĞŝ ŐŝŽŝĞůůŝ ğ ĚŝŵŝŶƵŝƚĂ ŝŶ ƌĂƉƉŽƌƚŽ Ă ƋƵĞůůĂ ĚĞů ƐĞƚƚŽƌĞ ĚĞŐůŝ ŝŶǀĞƐƚŝŵĞŶƚŝ͗ Ă ŐƵŝĚĂƌĞ ƋƵĞƐƚŽ ƚƌĞŶĚ ŝŶ ĨƌĞŶĂƚĂ ŝ ƉƌĞnjnjŝ Ăůƚŝ Ğ ůĞ ŝŶĐĞƌƚĞnjnjĞ ĞĐŽŶŽŵŝĐŚĞ ĐŚĞ ƉŽƚƌĞďďĞƌŽ ŝŶĐŝĚĞƌĞĂŶĐŚĞŶĞůϮϬϭϯ͘  


Fisco  ECCO PERCHE’ VOGLIONO (ELIMINARE) IL NOSTRO CONTANTE Scrittoil30ottobre2013alle11:05daPaoloCardenà

 di Paolo CardenàͲ Secondo quanto riportato dalla Reuters, il Ministro Saccomanni avrebbe espresso la volontà da parte dell’esecutivo di ridurre ulteriormente i limiti di utilizzo del contante. Nell’agenziasilegge: /ů ŐŽǀĞƌŶŽ ŝŶƚĞŶĚĞ ƌŝĚƵƌƌĞ ůĂ ƐŽŐůŝĂ ŵĂƐƐŝŵĂ Ěŝ ƉĂŐĂŵĞŶƚŽ ŝŶ ĐŽŶƚĂŶƚŝ͕ ĂƚƚƵĂůŵĞŶƚĞ ƉŽƐƚĂ Ă ϭ͘ϬϬϬ ĞƵƌŽ͘͞YƵĞƐƚŽğƵŶƉƵŶƚŽƐƵĐƵŝů͛/ƚĂůŝĂƌĞƐƚĂŝŶĚŝĞƚƌŽĞĚğƵŶƉƵŶƚŽƐƵĐƵŝǀŽŐůŝĂŵŽŝŶƚĞƌǀĞŶŝƌĞ͕͟ŚĂĚĞƚƚŽŝů ŵŝŶŝƐƚƌŽĚĞůů͛ĐŽŶŽŵŝĂ͕&ĂďƌŝnjŝŽ^ĂĐĐŽŵĂŶŶŝ͕ĚƵƌĂŶƚĞƵŶ͛ĂƵĚŝnjŝŽŶĞŝŶWĂƌůĂŵĞŶƚŽƐƵůůĂůĞŐŐĞĚŝ^ƚĂďŝůŝƚă͘ Diseguitovipropongoalcuneriflessioni,inpartegiàospitatesunumerosiarticolipresentisulblog. Nellavitacomune,l’utilizzodeldenarocontanteèunadellecosepiùnormalicheesista.Lapossibilitàdi utilizzaredenarocontantepercompensaretransazionicommerciali,costituisceelementodilibertàdiogni essereumano,oltrechemotoredisviluppoallacrescitaeconomicaealbenesserecollettivo. Quotidianamente,avvengonomilioniemilioniditransazionichehannocomecontropartital’utilizzodel denaro contate, senza il quale, con ogni probabilità, parte di queste non avverrebbero mai, o avverrebberoinmanierasensibilmenteridotta L’utilizzodeldenarocontanteèsemplice,èpratico,èefficace,èveloceenonècostoso. Questo,unitoallapossibilitàdiutilizzareanchealtreformedipagamentocheilprogressotecnologicoha resodisponibile,contribuisceadelevareilgradodiefficienzadellasocietàedellepratichecommercialile quali, a seconda dei casi, richiedono strumenti di pagamento più o meno consoni a talune tipologie di spese Ridurreoeliminaredeltuttol’utilizzodeldenarocontantenellepratichecommerciali,implicherebbeche chi ha uno stipendio, ad esempio, dovrà riceverlo obbligatoriamente in banca. Così come ogni sostanza contantedicuisidispone,dovràesseredepositatainbanca,edalìspesaattraversolamonetaelettronica. Dicolpo,grazieadunattonormativo,ilcittadinoverrebbeprivatooltrechediquestaformadilibertà(cioè quella di utilizzare il contante), anche dell’unica forma di dissenso a sua disposizione nei confronti del sistema bancario. Per contro, le banche verrebbero graziate in quello che per loro costituisce il vero e proprioincubo:lacorsaaglisportelli.


A quel punto, essendo il denaro smaterializzato e sostituito con un algoritmo astratto e intangibile, ne derivachesenonesistemonetacontantedascambiareedaprelevare,vienemenoancheilpericolochela popolazionepossachiederelarestituzionediciòchenonesiste.E’evidente,elebanchefesteggiano.Nel corso dei secoli, la necessità degli stati e quindi della politica, di contare sempre più sull’appoggio del sistemabancarioperilfinanziamentodegliabusidispesadellamacchinastataleedeiprivilegidipolitici (spesso corrotti ed incapaci),ha favorito l’instaurarsi di una connivenza simbiotica tra la politica e il sistema bancario. Ciòper reciproca convenienza: quella della politica di poter contare sui favori dei banchieri;equelladiquest’ultimi,dipotergoderediunquadronormativodifavoreperincrementarei propriaffarie,incasodidissesti,contaresull’interventismostatale. Ildenaro,perilsistemabancario,èelementosulqualefondaipropriaffari:inbuonasostanzaèlamerce davendere.Avereilcontrolloelagestionedituttoildenaro,perlabanca,èunmoltiplicatoredelproprio businessequindidiredditività. In un sistema basato sulla riserva frazionaria quale è il nostro, accade che i 1000,00 euro che vengono depositatiinbanca,possonodiventare(perilsistemabancario)finoa100.000,ossiacentovoltetanto.E ciòèpossibileperl’effettomoltiplicativodeidepositi.Siccomesullesommedepositatelabancaètenuta adaccantonaresolol’1%deldeposito(nelnostrocaso10euro,l’1%di1000)perfarfronteadeventuali esigenzedicassaerichiestedirimborsodellesostanzedepositate,neconseguechelealtre990possono essere immesse nuovamente nel sistema, mediate la concessione di prestiti. A questo punto i 990 euro concessi in prestito, vengono nuovamente depositati sul sistema bancario e la banca, dopo aver provvedutoadaccantonareun’altro1%(9.90euroinquestasecondafase)dellasommadepositata,avrà nuovamenteadisposizione980.10dapoterconcederedinuovoinprestito,ecosìviafinoachenonsisarà esaurito l’effetto moltiplicatore sul deposito iniziale. Ossia fino a quando non si sarà prodotta moneta virtualeper100.000euroafrontedei1000eurodidepositorealeiniziale.Insostanza,perognimilleeuro di deposito, la banca potrà moltiplicare fino a 100.000 euro la materia oggetto dei propri affari: il denaro. Sullamassadiprestiticoncessi,inquestocaso99.000euro,labancatraeunenormeprofittoapplicando un tasso di interesse che chi ha usufruito del prestito dovrà rimborsare a determinate scadenze, unitamente al capitale preso in prestito.Alla luce del ragionamento appena esposto, risulta del tutto agevole comprendere l’interesse da parte del sistema bancario affinché si giunga alla completa eliminazionedelladenarocontante.Tantomenosaràilcontanteincircolazione,tantopiùelevatasaràla possibilità riservata alle banche di incrementare il proprio giro d’affari e aumentare a la redditività prodotta,chesitraduceinbonusmilionaripagatiaisupermanager. Ilsistemabancariocosìdeterrebbeindepositolamaggiorpartedellaricchezzadelpaese.Deterrebbein custodiaivostriinvestimentiintitoli,azioni,obbligazioni,ipreziosicustoditiincassettedisicurezza,eora ancheildenaroche,obbligatoriamente,deveesseredepositatosulcontocorrente. Siccome le pretese impositive dello Statosi fondano su imponibili di cui lo Stato stesso ne dovrebbe conoscere le dimensioni e la collocazione, se ne deriva che lo Stato non potrebbe tassare ciò che non conosce,comeadesempioildenarocontantechevoicustoditeacasa.Almenofinoaquestomomento. Ilpericoloèproprioquellodiessereobbligati,tramiteunprovvedimentodilegge,aprivarsidell’utilizzo del contante, per rendere la macchina coercitiva del fisco ancora più efficiente, funzionale, perfetta e micidiale. Tra qualche giorno, le banche italiane dovranno trasmettere all’anagrafe tributaria tutte le movimentazionideinostriconticorrenti.Lostato,conunsempliceclick,potràconoscereintemporeale ognivostraricchezza:sialasuacollocazione,chelasuadimensionecomplessiva.Ricchezzaincrementata, ovviamente,daidepositididenarocontanteche,oltreafaraumentarelabaseimponibiledacolpirecon


un’eventuale imposizione patrimoniale, offre allo Stato la garanzia del buon esito della sua pretesa tributaria. Quindi,inquestocaso,avrebbeasuacompletadisposizioneogniformadiricchezza,epotrebbetassare, confiscare ed espropriare, ogni importo a suo piacimento, desiderio e necessità, sia per salvare chi tale ricchezzaladetieneindeposito(lebanche),siapersalvaresestessoeiprivilegidelmanipolodigerarchida uneventualebancarotta. Anzi, questo pericolo è quantomai reale e percepibile al punto che buona parte della nomenclatura politica del paese non nasconde affatto il desiderio di applicare un’imposta patrimoniale. Volete un esempio su cosa potrebbe fare lo stato con il vostro patrimonio? Bene, basta prendere ad esempio Cipro. La cosa più semplice da fare è proprio quella di aggredire il deposito sui conti correnti. Sonosostanzedisponibiliequindiperdefinizioneidoneeadessereimmediatamentetrasferite,dalconto corrente alle casse dello stato.E poi se lo Stato è fortunato e a voi vi dice male, sul conto corrente potrebbe anche trovare un saldoparticolarmente elevato derivante dal mutuo che la vostra banca, magari,vihaaccreditatoqualchegiornoprimapercomprarelavostracasaofinanziarelavostraattività. Quindiun“extragettito”perloStato,unamaggiorerapinapervoi,sudeipatrimoniadebitochedovrete rimborsareallabanca. La cosa vi sorprende? Nel 1992, con la patrimoniale di Amato, è accaduto proprio questo. Aziende efamigliedisonovisteconfiscarericchezzasudellesommederivantidaunfinanziamentoconcessodalla banca e temporaneamente depositato sul conto corrente bancario. Vi sembra giusto?  Volete un’altro esempio? Eccovi serviti. Parte della politica, ad esempio, come dicevamo, non nascondeaffattol’ideachesarebbefavorevoleadun’impostapatrimonialesuigrandipatrimoni.Aparteil fatto che non si forniscono chiarimenti su cosa debba intendersi per patrimonio, ossia se si dovranno considerarebeniimmobili,mobili,investimenti,aziendeecc.,ilsospettoèche,quandosiaccorgerannoche il gettito derivante da un’imposizione patrimoniale sarà molto ridotto, probabilmente, abbasseranno di moltoillivellodipatrimoniodalqualefarscattarel’imposizionealfinediaumentarelabaseimponibile. Solopercitareunesempio,qualoradovesseesseretassatoilpatrimonioimmobiliare,nonèdettocheil contribuente abbia disponibili gli importi per adempiere all’obbligazione tributaria.Ecco quindi che il fisco potrebbe aggredire il conto corrente dove si detengono, per obbligo normativo, anche le risorse indispensabiliperilsostentamentodeipropricongiunti,lasciandoapanciavuotatuttalafamiglia. Malacarrellatadicasiegliaspettiinquietantidiunasimilecoercizionedellalibertàindividualeèancora lunga, fitta ,se non interminabile. Si potrebbe andare avanti per ore, ma non cambierebbe affatto il risultato. Labanca,concludendo,diverrebbeunagigantescacameradicompensazione,ossiasoggettogiuridicoal servizio (più di quanto lo sia oggi)dello Statoper espropriare ricchezza:ossia ilpresente e il futuro di liberiedonesticittadini. Ilperchéèchiaro:perrenderesolvibileildebitorenonc’èviapiùsemplicechequelladicompensaredebiti deldebitoreconicreditidelcreditore.Eilgiocoèfatto 


 30ottobre2013

Giùsogliacontanti,Saccomannisolocontrotutti:nodiAlfano eFassina Ilministrodell'Economiavuoleabbassarlasottoimilleeuro,mailvicepremier avverte:"Nonècosìchesicombattel'evasionefiscale" 16:43ͲL'usodelcontantedivideilgoverno.L'ipotesidiriduzionedellasogliamassimadimilleeuroperi pagamenti "cash" trova il pieno appoggio del ministro Fabrizio Saccomanni: "Questo è un punto su cui l'Italia resta indietro e su cui vogliamo intervenire". Di tutt'altro avviso Angelino Alfano: "Occorre aumentare l'uso del contante e contrastare l'evasione consentendo, attraverso scontrini e fatture, di scaricaretutteletasse".

 "CertamenteͲspiegaancoraSaccomanniinun'audizionealSenatoͲmisurecherafforzanolatracciabilità sonoimportanti".Mentreilvicepremierlapensainmanieracompletamentediversaespiegainuntweet: "IlcollegaSaccomanniritienediintervenireperridurrel'usodelcontante.Noilapensiamoall'oppostodi lui".Secondoilministrodell'Internoèmoltomegliocopiarel'Americapermettendoappuntodiscaricare tutto. "Là funziona Ͳ assicura Ͳ e funzionerebbe anche qui". Mentre il viceministro all'Economia, Stefano Fassina,dàragionealPdlperquantoriguardalarichiestadinonintrodurremisuresull'utilizzodelcontante nellaleggedistabilitàdefinendol'auspicio"paroledibuonsenso". Gasparri:"Unasciocchezza"ͲDàcompletamenteragioneadAlfanoilvicepresidentedelSenatoMaurizio Gasparri:"Saccomannidicesciocchezze.Ridurreulteriormentel'usodelcontante,piùdiquantononlosia già,rischiasolodicontrarreulteriormenteiconsumi.Saccomanniparladaburocratescollegatodallarealtà e dimostra ancora una volta tutta la sua inadeguatezza. Magari anche per comprare un pacchetto di gomme vorrebbe si usasse la carta di credito". E aggiunge: "Non è certamente facendo le pulci ai pensionatioallefamigliegiàingrandissimadifficoltàchesicontrastal'evasionefiscale.Lettaprendaatto di questa ennesima sciocchezza detta dal ministro dell'Economia e la smentisca".  Federalberghi:illimitedeicontantivaalzatoͲ"Peressereadarmipariconinostricompetitoreuropeiil limitedeimilleeuroincontantinonpuòessereabbassatoͲavverteilpresidentediFederalberghi,Bernabò BoccaͲ.Continueremoacombattere lanostrabattaglia:lasogliavaripensata.Perstarealpasso congli altriPaesieuropeieteneretestaallasfidacheloscenariointernazionaleciimpone,bisognerebbepiuttosto alzare il tetto dei contanti a 3mila euro, importo fissato in paesi come Francia e Spagna".  Econtinua:"Unasoluzionecomequellaprospettatadalministropenalizzerebbeduramenteiconsumidei cittadini e gli esercizi commerciali e frenerebbe di conseguenza il turismo, vero volano della nostra economia. Dovremmo poter giocare la nostra partita su uno scacchiere, l'Europa, che si vale delle medesimeregole.Almomentoinvece,l'Italiagiocaconunazavorracherischiadiinficiareilrilancioela crescitaeconomicadelnostroPaese".




Limiteperilpagamentoincontanti:Saccomanni vuoleabbassarlosottoi1000euro 30Ͳ10Ͳ2013ͲChristianCitton

Per il ministro si dovrebbe pensare all'uso di carte di credito e bonificiperpagamentiancheinferioriatalesoglia. Cartadicredito,assegniebonificianchesottoi1000euro? Il tema del limite massimo per l'uso dei contanti per i pagamenti sta dividendo il governo, in quantosedaunaparteilministroSaccomannivorrebbeabbassarlosottogliattuali1000euro,il viceͲpremier Angelino Alfano ed il viceͲpresidente del Senato Maurizio Gasparri sono assolutamentecontrari. Il tutto si inserisce nel percorso parlamentare di approvazione della Legge di Stabilità, ora appunto a Palazzo Madama per la prima tappa, dove ieri Saccomanni ha affermato che occorre implementarelemisureditracciabilitàdeipagamenti,favorendoicanalirilevabiliqualipagamenti con le carte di credito, bonifici da conto corrente, assegni, per contrastare la lotta all'evasione fiscale. DurelecriticheprovenientiappuntodaAlfano,ilqualeaffermachepertaliintentisarebbemeglio fare come negli Stati Uniti: "Occorre aumentare l'uso del contante e contrastare l'evasione consentendo di conservare scontrini e fatture e scaricare tutte le tasse. In America funziona e funzionerebbeanchequi".DellostessoparereGasparri,ilqualeaffermachel'abbassamentodel limitedi1000europeripagamentiincontantisarebbeunaulteriorepenalizzazionedeiconsumi. AncheFederalberghièfortementecontrariaataleipotesiinquantosarebbetropporestrittivae ridurrebbeancordipiùlacompetivitàdelsettoreturisticoitaliano:"Peressereadarmipariconi nostricompetitoreuropeiillimitedeimilleeuroincontantinonpuòessereabbassatoͲcosìdiceil presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, che anzi vorrebbe un alzamento del limiteͲ Continueremo a combattere la nostra battaglia: la soglia va ripensata. Per stare al passo con gli altriPaesieuropeieteneretestaallasfidacheloscenariointernazionaleciimpone,bisognerebbe piuttostoalzareiltettodeicontantia3milaeuro,importofissatoinpaesicomeFranciaeSpagna". Attualmentesipuòpagareincontantifinoadunmassimodi999,99euro,mentredai1000euroin suoccorreutilizzareformetracciabilicomeilpagamentoconcartadicredito,ibonifici,gliassegni nontrasferibiliedintestaticonnomeoragionesocialedelbeneficiario. 




 Contanti: per un italiano mille euro, per un extracomunitario15mila diCLAUDIOPREVOSTI

  “Non condivido la posizione del ministro Saccomanni in merito agli interventi sulla circolazione del contante. Infatti sono dell’idea che sia necessario aumentare e non ridurre, come ritiene il ministro, la possibilita’deipagamentiincontante,almenoalpariconillimitemedioutilizzatooggiinEuropa”.Loha dichiaratoilsottosegretarioalministerodelloSviluppoeconomico,senatriceSimonaVicari. Oggi, spiega, “un cittadino italiano o europeo se vuole pagare in contanti in Italia non puo’superare i mille euro pena una pesante sanzione. Mentre per gli extracomunitari il limite e’ fissato in 15mila euro. Nonsonocontrariaalladiffusionedellamonetaelettronica,maquestavasostenutaconcretamenteconla riduzione dei costi delle commissioni bancarie. E soprattutto e’ necessario sfatare la convinzione che un aumentodeipagamentielettronicigarantiscaunmaggiorcontrastoallacriminalita’.Infattie’accertatoda numerosi studi che la lotta al riciclaggio ed all’evasione fiscale non migliora se si riduce la soglia di circolazionealcontante.Anzi,leorganizzazionicriminaliperleloroattivita’diriciclaggioutilizzanosempre piu’sistemisofisticati,qualiadesempioproprioletransazionionline.Percio’sesulcontantesivuoleaprire una riflessione si faccia, ma consapevoli che qualunque intervento di riduzione dei pagamenti cash non aiutera’lalottaallacriminalita’eciallontanera’dall’Europa,dovequasituttiiPaesieuropeihannolimiti superioriainostri,conlaGreciachehaaddiritturaunasogliaminimapostaa1500euro”. 




Abbassareancoraillimitedelcontante.Eccol’annunciodi Saccomanni

diLEONARDOFACCO Un’agenziaReutershaannunciatoquelciaspettavamodatempo:“Ilgovernointenderidurrelasoglia massimadipagamentoincontanti,attualmentepostaa1.000euro”.WŽŝ͕ƵŶƉĂŝŽĚŝĚŝĐŚŝĂƌĂnjŝŽŶŝĚĞů ŵŝŶŝƐƚƌŽĂů͞^ŽƚƚŽƐǀŝůƵƉƉŽ͟ĚĞůů͛ŝŶĨĞƌŶŽĨŝƐĐĂůĞŝƚĂůŝĂŶŽ͗͞YƵĞƐƚŽğƵŶƉƵŶƚŽƐƵĐƵŝů͛/ƚĂůŝĂƌĞƐƚĂŝŶĚŝĞƚƌŽĞĚğ ƵŶƉƵŶƚŽƐƵĐƵŝǀŽŐůŝĂŵŽŝŶƚĞƌǀĞŶŝƌĞ͘͟&ĂďƌŝnjŝŽ^ĂĐĐŽŵĂŶŶŝ͕ůŽŚĂĚĞƚƚŽĚƵƌĂŶƚĞƵŶ͛ĂƵĚŝnjŝŽŶĞŝŶ WĂƌůĂŵĞŶƚŽƐƵůůĂůĞŐŐĞĚŝ^ƚĂďŝůŝƚă͘ LadottrinaGabanelli,ahinoi,prendecorpo.YƵĞůůŝĐŚĞƵŶƚĞŵƉŽŝŶŶĞŐŐŝĂǀĂŶŽĂůůĂ͞ĨĂŶƚĂƐŝĂĂůƉŽƚĞƌĞ͕͟ ŽƌĂƐŽŶŽůĂƋƵŝŶƚĂĐŽůŽŶŶĂĚĞůů͛ŝŐŶŽƌĂŶnjĂ;ĞĐŽŶŽŵŝĐĂͿĂůƉŽƚĞƌĞ͘ŽŶƵŶ/ƚĂůŝĂĐŚĞŶŽŶĞƐĐĞĂĨĨĂƚƚŽĚĂůůĂ ĐƌŝƐŝ͕ůĞƵŶŝĐŚĞƉĞŶƐĂƚĞĚĞŝŐŽǀĞƌŶĂŶƚŝǀĂŶŶŽŝŶĚƵĞĚŝƌĞnjŝŽŶŝ͗ 1ͲAumentarelapressionefiscale,asuondibalzelli,gabelle,acciseeregolekafkianͲdemenziali; 2ͲStringereilcappioattornoalcollodeicontribuenti,intervenendoconredditometri,spesometri,studidi settore,Serpico(dal31ottobreiconticorrentinonavranalcuntipodisegretoedidefaultverrannoinviate informazioniall’AgenziadelleEntrate)eriduzionedelcontante. Lavolontàdispingerel’acceleratoresuipagamentielettronicierastataannunciata,nelluglioscorso,Ăŝ ĐŽŵŵĞƌĐŝĂŶƚŝĚĂůŵŝŶŝƐƚƌŽĚĞůůŽ^ǀŝůƵƉƉŽĞĐŽŶŽŵŝĐŽ͕&ůĂǀŝŽĂŶŽŶĂƚŽ͕ĐŚĞĚŝĨƌŽŶƚĞĂůůĂƉůĂƚĞĂĚŝ ŽŶĨĞƐĞƌĐĞŶƚŝĂǀĞǀĂƉĂƌůĂƚŽĚŝŵŝƐƵƌĞƉĞƌĂďďĂƚƚĞƌĞŝĐŽƐƚŝ͕ĂďĞŶĞĨŝĐŝŽƐŽƉƌĂƚƚƵƚƚŽĚĞŝŶĞŐŽnjŝƉŝƶƉŝĐĐŽůŝ͘/Ŷ ƌĞĂůƚăů͛ŝŶƚĞŶƚŽğƋƵĞůůŽĚŝĐŽŶƚƌĂƐƚĂƌĞůĂƐŽůŝƚĂŵŝƚŽůŽŐŝĐĂĞǀĂƐŝŽŶĞĨŝƐĐĂůĞ͕ĐŽůƌŝƐƵůƚĂƚŽĚŝĨĂƌƋƵĂůĐŚĞĂůƚƌŽ ĨĂǀŽƌĞĂŐůŝĂŵŝĐŝďĂŶĐŚŝĞƌŝ͘ŽŵĞŐŝăƐĐƌŝƚƚŽƐƵƋƵĞƐƚĞƉĂŐŝŶĞ͕ĞůŝŵŝŶĂƌĞŽůŝŵŝƚĂƌĞŝůĐŽŶƚĂŶƚĞƐŝŐŶŝĨŝĐĂ ĐŽůƉŝƌĞƵŶŵĞnjnjŽĚŝƉĂŐĂŵĞŶƚŽƐĞŵƉůŝĐĞ͕ĞĨĨŝĐĂĐĞ͕ƉŽĐŽĐŽƐƚŽƐŽĞƵŐƵĂůĞƉĞƌƚƵƚƚŝ͘DĂ͕ƐŽƉƌĂƚƚƵƚƚŽʹĐŽŵĞ ƐĐƌŝƐƐĞŝůŵŝŽĂŵŝĐŽWĂŽůŽZĞďƵĨĨŽ͕ƉŽƌƚĂǀŽĐĞĚĞůů͛ĂƐƐŽĐŝĂnjŝŽŶĞ͞ŽŶƚĂŶƚĞ>ŝďĞƌŽ͟ǀƵŽůĚŝƌĞ͞affidarsiai canalielettronicisignificaaltresìdoversottostarealpagamentodicommissioniadogniattodipagamento. 100euroincontantidopo100passaggidimanosonosempre100euro.100euroelettronicidopo100 passaggisonodiventati45euro.55eurosono“svaniti”perfinireinmanoaBanche&affini”.ĂƉŝƚŽďĞŶĞ͍ Ilsottoscrittoètraquellichehannoaderitoallafondazionedi“ContanteLibero“,ƵŶ͛ĂƐƐŽĐŝĂnjŝŽŶĞĐŚĞŚĂ ĐĞƌĐĂƚŽʹŶĞůƐŝůĞŶnjŝŽĚĞŝŵĞĚŝĂʹĚŝƐƉŝĞŐĂƌĞůĞƌĂŐŝŽŶŝ͕ƉŝƶĚŝƵŶĂ͕ƉĞƌĐƵŝďĂƚƚĞƌƐŝĐŽŶƚƌŽŝůĐŽŶƚƌŽůůŽĚĞů ĐĂƐŚƐŝŐŶŝĨŝĐĂďĂƚƚĞƌƐŝĐŽŶƚƌŽů͛ŝŶĐŝǀŝůƚăŐŝƵƌŝĚŝĐĂĞů͛ŽƉƉƌĞƐƐŝŽŶĞ͘DĂŝǀŽƉŽƐĐŚĞŐŽǀĞƌŶĂŶŽƋƵĞƐƚĂĨŽŐŶĂĚŝ ƉĂĞƐĞ͕ƐĞŶĞĨƌĞŐĂŶŽ͕ŚĂŶŶŽĨĂŵĞĚĞŝŶŽƐƚƌŝƐŽůĚŝ͕ƉĞƌĐŽŶƚŝŶƵĂƌĞĂƐƉƌĞĐĂƌĞĞŵĂŶƚĞŶĞƌĞƉĂƌĂƐƐŝƚŝ͘>ĂůŽƚƚĂ ĐŽŶƚƌŽů͛ƵƚŝůŝnjnjŽĚĞůĚĞŶĂƌŽĐŽŶƚĂŶƚĞŶŽŶĂŶŶŽǀĞƌĂĂůĐƵŶŽƐĐŽƉŽŶŽďŝůĞĞůĞĂƌŐŽŵĞŶƚĂnjŝŽŶŝĂƐƵŽƐŽƐƚĞŐŶŽ ƐŽŶŽƉƵƌĞŵŝƐƚŝĨŝĐĂnjŝŽŶŝĚĞůůĂƌĞĂůƚăŽŐŐĞƚƚŝǀĂ͘>͛ƵŶŝĐŽǀĞƌŽŽďďŝĞƚƚŝǀŽĚŝƋƵĞƐƚĂĐƌŽĐŝĂƚĂĐŽŶƐŝƐƚĞŶĞů ƉƌŽƚĞŐŐĞƌĞĞĐŽŶƐŽůŝĚĂƌĞŝůƉŽƚĞƌĞ͕ůĞƉƌĞďĞŶĚĞĞů͛ŝŶĨůƵĞŶnjĂĚŝƋƵĞůůĂǀĂƌŝĞŐĂƚĂĐĂƐƚĂĚŝƐŽŐŐĞƚƚŝ ŝŵƉƌŽĚƵƚƚŝǀŝĐŚĞǀŝǀŽŶŽĞƉƌŽƐƉĞƌĂŶŽƐŽůƚĂŶƚŽĂƐĐĂƉŝƚŽĚĞůůĂǀŽƌŽĂůƚƌƵŝ͘ MarshallMcLuhanhascrittoche“ŝƐŽůĚŝƐŽŶŽůĂĐĂƌƚĂĚŝĐƌĞĚŝƚŽĚŝƵŶƵŽŵŽƉŽǀĞƌŽ͟.DĂĂƋƵĞƐƚŝ ƐƚƌŽnjnjŝŶŝĐŚĞƐƚĂŶŶŽĂůŐŽǀĞƌŶŽ͕ĚĞŝƉŽǀĞƌŝŶŽŶŝŶƚĞƌĞƐƐĂŶƵůůĂ͘hŶĐŽŶƐŝŐůŝŽ͍WŽƌƚĂƚĞŝǀŽƐƚƌŝĐĂƉŝƚĂůŝ ĂůƚƌŽǀĞ͘


30-OTT-2013

Lettori: 2.835.000 Diffusione: 431.913

Dir. Resp.: Ezio Mauro

da pag. 13

art

ECONOMIA E POLITICA

1


30-OTT-2013

Lettori: 2.835.000 Diffusione: 431.913

Dir. Resp.: Ezio Mauro

ECONOMIA E POLITICA

da pag. 13

2


 Legge di Stabilità, il governo si divide: «Contanti, ridurre la Soglia dei mille euro» Saccomanni al Senato. La replica di Alfano: noi la pensiamo all’opposto . La Corte dei conti sul cuneo: è iniquo

(Ansa)ROMA Ͳ La recessione è finita e la crescita dell’economia sarà più vigorosanel2014,malapoliticaeconomicadeverestareprudente.«Chiè favorevole a misure più incisive dovrebbe indicare quali spese ridurre, ovvero su quali maggiori entrate fare affidamento» dice il ministro dell’economia,FabrizioSaccomanni,facendoilpuntoinParlamentosulla leggediStabilità,mentreilPdledilPdcontinuanoasollecitaremodifiche importanti. Saccomanni ha confermato al Senato la disponibilità del governo a rivedere le nuove tasse sulla casa, a riflettere sulla tassazione dei titoli di /ůŵŝŶŝƐƚƌŽĚĞůů͛ĞĐŽŶŽŵŝĂ Stato, fissata al 12,5% sugli interessi, «troppo bassa» e a introdurre &ĂďƌŝnjŝŽ^ĂĐĐŽŵĂŶŶŝ nuove vincoli sull’uso del contante,(attualmenteillimiteèdimilleeuro) attirandosiprimaunattaccoviolentodalPdl,poidellaLegaNord.«Saccomanniritienediintervenireper limitarel’usodelcontante.Noilapensiamoall’opposto»hafattosapereviaTwitter,mentrel’audizionedel ministroeraancoraincorso,ilsegretariodelPdlAngelinoAlfano.MaurizioGasparrihaaccusatoiltitolare dell’Economia di «dire sciocchezze» e di «parlare da burocrate scollegato dalla realtà, mostrando la sua inadeguatezza».ControilministrosièscagliataanchelaLegaNord,dopoleaudizionidellaCortedeiconti edellabancacentrale,presentandounamozioneindividualedisfiduciacontroilministroperchélaleggedi Stabilitàsarebbe«privadicopertura».Ancheseimagistraticontabilieitecnicidellabancacentralehanno soloparlatodi«rischi»,legatialfuturotagliodelledetrazionifiscali.«Afrontedellerilevantidimensioni,il gradodiincertezzadeitaglirischiadicondizionarel’interamanovra»hadettolaCortedeiconti,mentre Bankitalia avrebbe preferito che la manovra sulle detrazioni scattasse «in modo automatico» per «dare maggiorcertezzaalquadroprogrammatico». Istat, Corte dei conti e Banca d’Italia hanno mostrato, però, anche qualche perplessità sui contenuti della manovra, e soprattutto sulla riduzione delle tasse a favore dei lavoratori e delle imprese. Uno sgravio che,acontifatti,rischiadiesserequasiimpercettibile.Perl’Istat,cheieritral’altrohasottolineatocome siaraddoppiatoilnumerodeicittadiniincondizionidipovertàassoluta(da2,4a4,8milionitrail2007edil 2012), l’aumento delle detrazioni sul lavoro dipendente si tradurrebbe in uno sgravio medio pari a 116 euroannui,menodi10euroalmese.SecondolaBancad’Italia,perunlavoratoremedio,ilpesodelcuneo fiscale,cioèlapartedellabustapagamangiatadalletasseecontributi,scenderebbedal48,5al48,1%.In pratica«menodicentoeurol’anno».Peggioancora,dicelaCortedeiconti,l’interventosulcuneononè neanche equo, perché taglia fuori «25 milioni di contribuenti», tra lavoratori autonomi, pensionati e «incapienti»,cioèipiùpoveri. Sulla manovra fiscale si concentrano anche le critiche dei partiti. PerSilvioBerlusconi«èinaccettabileil ritornodelletassesullacasa,addiritturaaumentate»,maancheperilsegretariodelPd,GuglielmoEpifani, lanuovaTasivarivista.«Nondevepagarechinonpagavagiàl’Imu»diceilsegretariodelPd,secondoil quale la Tasi dovrà essere più progressiva. Lo stesso Saccomanni ha detto che c’è «il rischio di aliquote elevate»enonhaesclusoche«sidebbatornarealledetrazioni».Ieri,intanto,ilConsigliodeiministriha resopermanenteilComitatodiconsulenzadelTesorosulleprivatizzazioni(nuoveoperazionisonoattesea breve)edatovialiberaall’aumentostraordinariodell’addizionalecomunaleIrpefaRomadallo0,9all’1,2%. 30 ottobre 2013


Contanti: Federpreziosi dice no alla proposta di Saccomanni La Federazione ribadisce la sua posizione di contrarietà con l'obiettivo di evitare un'ulteriore ricaduta negativa sui commercianti orafi e non solo. Aquilino: "il limite non fa altro che inchiodare le vendite di preziosi". Nel quadro della discussione sulla legge di stabilità torna alla ribalta l'ipotesi, annunciata dal ministro Fabrizio Saccomanni al Senato, di ridurre ulteriormente il limite per gli acquisti in contanti introdotto dal decreto "Salva Italia". A più riprese Federpreziosi si è espressa in maniera netta sull'argomento, sottoscrivendo anche un documento ufficiale inviato all'allora presidente del Consiglio Mario Monti, proponendo una modifica della normativa che – senza mettere in discussione il condiviso e prioritario obiettivo del contrasto all'evasione fiscale e al fenomeno del riciclaggio - consentisse un più ampio utilizzo del contante nelle transazioni commerciali. "In questi mesi - dichiara il presidente Giuseppe Aquilino - si è avuta la conferma del disagio e delle ripercussioni che sapevamo sarebbero derivati da questo provvedimento che in pratica non ha fatto altro che inchiodare le vendite di preziosi. Senza dimenticare la forte discrepanza con le soglie decisamente più alte previste in alcuni Paesi europei anche limitrofi al nostro. Basta citare qualche esempio: Belgio 15.000 euro, Danimarca 13.400 euro, Francia 3.000 euro, Romania 2.300 euro, Slovenia 15.000 euro, Spagna 2.500 euro, mentre negli altri Paesi non vi è alcun limite. Non possiamo quindi che ribadire le motivazioni e le soluzioni già prospettate per evitare una ulteriore ricaduta negativa sui commercianti orafi e non solo". 30 ottobre 2013


Compro Oro 

 ZĂƉŝŶĂƚŽĐŽŵƉƌŽŽƌŽĂWĂůĞƌŵŽ dƌĞĂƌƌĞƐƚŝ͕ŵĂŶĐĂƐŽůŽŝů͚ƉĂůŽ͛ 

 30ottobre2013 diZĞĚĂnjŝŽŶĞ

LapoliziahaarrestatoRubenGiambarveri,22ennediTerminiImerese,eipalermitaniGiuseppeD’Angelo, 19 anni e Nicolas Alessio Intravaia, 19 anni, per furto aggravato ai danni del negozio Compro Oro di via NoceaPalermo. Gliagentisonostatichiamatiattornoalleduedinottedaltitolaredelnegoziochesegnalavalapresenza dei tre all’interno dell’esercizio commerciale. Il commerciante raccontava di vedere direttamente sul propriocomputerleimmaginiprovenientidall’internoedall’esternodelnegozio. Dentroc’eranotregiovanifuoriunpalo.Itrechestavanoarmeggiandonellacassafortesonostatiarrestati. Gliagenticercanoilquartochestavafuoriecheèriuscitoafuggirenonappenahavistoarrivarelevolanti. 


  sĂƌĞƐĞ

ZƵďĂ ƵŶ ĚŝƚĂůĞ ĂůůĂ ŵĂŵŵĂ Ğ ůŽ ĨĂ ƌŝǀĞŶĚĞƌĞ Ăů ΗŽŵƉƌŽKƌŽΗĚĂůůΖĂŵŝĐŚĞƚƚĂ >ĞŝğƐƚĂƚĂĚĞŶƵŶĐŝĂƚĂƉĞƌƌŝĐĞƚƚĂnjŝŽŶĞ͕ŵĂůƵŝŶŽŶŚĂĂůĐƵŶĂŝŵƉƵƚĂnjŝŽŶĞƉĞƌĐŚĠŝŐĞŶŝƚŽƌŝŚĂŶŶŽƌŝƚŝƌĂƚŽůĂƋƵĞƌĞůĂ ƉĞƌŝůĨƵƌƚŽ  hŶĂƌĂŐĂnjnjŝŶĂĚŝϭϴĂŶŶŝğƐƚĂƚĂĚĞŶƵŶĐŝĂƚĂĚĂŝĐĂƌĂďŝŶŝĞƌŝƉĞƌƌŝĐĞƚƚĂnjŝŽŶĞ͘DĂŝůǀĞƌŽĚĞƵƐĞdžŵĂĐŚŝŶĂĚĞůƌĞĂƚŽğ ŝůƐƵŽĂŵŝĐŽ͕ŵŝŶŽƌĞŶŶĞ͕ĐŚĞƉĞƌƌĂĐŝŵŽůĂƌĞƋƵĂůĐŚĞƐŽůĚŽĚŝŶĂƐĐŽƐƚŽ͕ĂůĐƵŶŝŐŝŽƌŶŝĨĂ͕ŚĂƌƵďĂƚŽƵŶĚŝƚĂůĞĚΖŽƌŽĂůůĂ ŵĂĚƌĞ͕ Ğ ƉŽŝ ŚĂ ĐŽŶǀŝŶƚŽ ůΖĂŵŝĐĂ Ă ƉŽƌƚĂƌůŽ ŝŶ ƵŶ ŶĞŐŽnjŝŽ Ěŝ ΗŽŵƉƌŽ KƌŽΗ͘ /ů ŐŝŽǀĂŶĞ ŚĂ ĚŽǀƵƚŽ ĐŚŝĞĚĞƌĞ ůΖĂŝƵƚŽ ĚĞůůĂƌĂŐĂnjnjĂƉĞƌĐŚğ͕ƉĞƌůĂůĞŐŐĞ͕ŝŵŝŶŽƌĞŶŶŝŶŽŶƉŽƐƐŽŶŽĞĨĨĞƚƚƵĂƌĞƚƌĂŶƐĂnjŝŽŶŝŶĞŝΗŽŵƉƌŽŽƌŽΗ͘YƵĂůĐŚĞŐŝŽƌŶŽ ĚŽƉŽŝůĨƵƌƚŽ͕ůĂŵĂĚƌĞĚĞůƌĂŐĂnjnjŽƐŝğĂĐĐŽƌƚĂĚĞůůĂƐƉĂƌŝnjŝŽŶĞĞŚĂĨĂƚƚŽĚĞŶƵŶĐŝĂĂŝĐĂƌĂďŝŶŝĞƌŝ͘>ĂĚŽŶŶĂ͕ƚƵƚƚĂǀŝĂ͕ ŶŽŶŝŵŵĂŐŝŶĂǀĂĐŚĞůΖĂƵƚŽƌĞĚĞůĨƵƌƚŽĨŽƐƐĞŝůĨŝŐůŝŽ͘/ĐĂƌĂďŝŶŝĞƌŝŝŶĚĂŐĂŶĚŽŚĂŶŶŽƐĐŽƉĞƌƚŽĐŚĞŝůĚŝƚĂůĞĞƌĂƐƚĂƚŽ ƐŵĞƌĐŝĂƚŽ ŝŶ ƵŶ ŶĞŐŽnjŝŽ͕ ƉĞƌ ƵŶ ƌŝĐĂǀĂƚŽ Ěŝ ϴϮ ĞƵƌŽ͘ >Ă ƌĂŐĂnjnjĂ ğ ĨŝŶŝƚĂ ŝŶĚĂŐĂƚĂ ƉĞƌ ůĂ ƌŝĐĞƚƚĂnjŝŽŶĞ ĚĞůůΖŽŐŐĞƚƚŽ ƌƵďĂƚŽ͕ ŵĂ ŝů ĐŽŵƉůŝĐĞ ŶŽŶ ŚĂ ĂǀƵƚŽ ĂůĐƵŶĂ ĚĞŶƵŶĐŝĂ͘ /ů ŵŽƚŝǀŽ ğ ƐĞŵƉůŝĐĞ͗ ƚƌĂ ĐŽŶǀŝǀĞŶƚŝ͕ ŝů ĐŽĚŝĐĞ ƉƌĞǀĞĚĞ ĐŚĞ ůΖĞǀĞŶƚƵĂůĞĨƵƌƚŽƐŝĂƉĞƌƐĞŐƵŝƚŽĂƋƵĞƌĞůĂĚŝƉĂƌƚĞ͘/ŐĞŶŝƚŽƌŝĚĞůŵŝŶŽƌĞŶŶĞ͕ƋƵĂŶĚŽŚĂŶŶŽƐĐŽƉĞƌƚŽĐŚĞŝůůĂĚƌŽĞƌĂŝů ĨŝŐůŝŽ͕ŚĂŶŶŽƌŝƚŝƌĂƚŽůĂƋƵĞƌĞůĂ͘ ϯϬͬϭϬͬϮϬϭϯ Z͘ZŽƚ͘ 


SPECIALE RISPARMIO 23

Mercoledì 30 ottobre 2013

FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ QUANDO I SOLDI NON BASTANO

Norme contro i rischi di riciclaggio in Dopo una crescita esponenziale dei punti un settore cresciuto con le quotazioni di raccolta dei monili usati ora c’è la fase del «bene rifugio» per eccellenza di assestamento e selezione del mercato

Monte di pietà e «compro oro» segni della crisi

Credito alle imprese patto Co.Fidi Puglia e Bcc di Taranto

I primi resistono da secoli, i secondi sono il fenomeno del momento

U

LA CONVENZIONE

I

negozi di “compro oro”, assieme ai tanti punti di acquisto di oro usato, si sono diffusi a macchia d’olio tanto che stando alle stime ufficiali in media c'è un negozio ogni 4mila abitanti. Con un incremento che negli ultimi anni è stato tumultuoso. Ultimamente il numero complessivo sembra andare verso una stabilizzazione, probabilmente su questo ha inciso anche la fine della corsa del prezzo dell’oro ma anche una inevitabile selezione naturale a fronte di un mercato complessivo più stabile, del resto chi non sarà allineato alle procedure prescritte, ed in particolare a quelle relative alla prevenzione del riciclaggio, si troverà oggettivamente fuori mercato. Sicuramente al “successo” dei compro oro ha influito la crisi e le esigenze finanziarie delle famiglie che in assenza di una spending review familiare e magari di risparmi immediatamente utilizzabili, specie per le spese immediate, si sono viste costrette a vendere anelli, catenine e piccoli oggetti preziosi che magari erano dei tempi

BENE RIFUGIO Quotazioni alle stelle. E i «compro oro» hanno prosperato dell’infanzia. I prezzi praticati dai singoli esercizi sono molto variabili, al di là dello stesso andamento della quotazione dell’oro, e purtroppo in alcuni casi non mancano inchieste su trasparenza e riciclaggio. Inoltre è stato segnalato un mutamento che non vede come sbocco di mercato la rivendita a fonderie ma anche la revisione, riparazione e lucidatura degli oggetti per la vendita al dettaglio. Il boom dei compro oro non ha messo in crisi un altro istituto con una storia plurisecolare quello dei

Monti di pietà. Il prestito su pegno risale alle fondazioni religiose del Medioevo e al XV secolo quando fu avviato dai frati francescani per combattere l’usura. Nel tempo è ovviamente molto cambiato ma rimane un istituto solido e stabile, attualmente sono una quarantina le società che forniscono credito su pegno, tutte sottoposte a vigilanza da parte della Banca d’Italia. Chi si rivolge al banco dei pegni ha sicuramente bisogno di una liquidità immediata ma non vuol certo disfarsi del bene, le polizze sono minimo a tre mesi, peraltro rin-

novabili di volta in volta, e al portatore. Le ultime statistiche indicano che la tipologia degli utenti di compro oro e Monti di pietà è completamente diversa, se per i compro oro si tratta di una clientela che si disfa di piccole cose, per il banco dei pegni, spesso si tratta di professionisti e imprenditori che hanno urgenza di cassa potendo depositare beni di valore, con finanziamenti medi che vanno tra i 600 e gli 800 euro. E’ da sottolineare che mediamente il 5-7% non riesce poi a riscattare il [l. s.] bene.

na convenzione tra la Banca di Credito Cooperativo di Taranto (BCC) e Co.Fidi Puglia, presentata nella filiale di Martina Franca della BCC, è stata siglata per concretizzare un rapporto di collaborazione tra l’Istituto di credito e il Consorzio Fidi del sistema CNA al fine di favorire l’accesso al credito delle imprese. Un’interazione nata per dare sostegno all’economia del territorio e alle sue aziende, sempre pIù in difficoltà a causa della persistente crisi economica finanziaria, e che si sviluppa nell’ottica di una proficua cooperazione tra la BCC e Co.Fidi Puglia. La convenzione è stata ufficializzata dal presidente Co.Fidi Puglia Luca Celi, e dal presidente della Banca di Credito Cooperativo di Taranto, Catello Miro, nel corso di un incontro organizzato da Pasquale Deanna, consigliere Cda Co.Fidi Puglia - CNA Martina Franca alla presenza di numerosi imprenditori che hanno apprezzato lo spirito mutualistico alla base dell’iniziativa che può favorire la crescita e lo sviluppo delle loro imprese. L’occasione è stata utile anche per sottolineare come le banche pugliesi si affidano sempre di più a Co.Fidi Puglia, intermediario finanziario vigilato da Banca d’Italia, come dimostra il notevole incremento delle garanzie erogate da Co.Fidi nel corso del 2013: circa 32 milioni di euro a giugno 2013, pari a + 40% rispetto a giugno dell’anno precedente, garanzie che hanno prodotto circa 50 milioni di euro di finanziamenti. Un risultato molto positivo, secondo il presidente Co.Fidi Puglia Celi, “che dimostra la fiducia delle imprese nei nostri confronti e come questa fiducia sia cresciuta. C’è una ripresa delle erogazioni bancarie anche dovuta alla sicurezza della nostra garanzia”. Le banche si affidano più facilmente a Co.Fidi Puglia, in forza della serietà dei sistemi di selezione operati sulle imprese, che richiedono le garanzie al Consorzio Fidi. Le imprese, d’altro canto sanno che, affidandosi a Co.Fidi Puglia, hanno una chance in più per ottenere credito dalle banche.


VIVIMILANO

Pagina: Economia Data: 29 Ottobre 2013


Andria,tentaestorsioneepicchiatitolarediun comproͲoro:arrestato20enne (28 ottobre 2013) ANDRIAͲ Nei giorni scorsi, ad Andria, personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del locale Commissariato di P.S. ha proceduto all’esecuzione di un’ordinanza di custodiacautelareincarcereacaricodiO.B,andriesedi20anni,perireatidiestorsione,lesioni personaliaggravateericettazione.  I fatti contestati nell’ordinanza si sarebbero verificati nella serata del 30 settembre scorso, quando il ragazzo, a bordo di una bicicletta, risultatapoirubata,sisarebberecatopressoun eserciziocommercialedelgenere“ComproͲOro”, nelcentrocittadino,perestorceredeldenaroal titolare. Di fronte al rifiuto dell’esercente, il malfattore prima lo avrebbe ingiuriato e minacciato, poi colpito con violenza al volto ed alla testa, dileguandosirapidamente. Approfondimenti infoͲinvestigativi successivi portavano, in breve tempo, all’identificazione del presunto responsabile e di come costui avesse reiterato più volte le richieste estorsive nei confronti del titolare del negozio di compravendita dell’oro, che fino ad allora non aveva mai denunciato quanto subito, per paura di ritorsioni. L’ordinanza veniva notificata presso la Casa CircondarialediTrani,dove,dapochigiorni,l’arrestatoeraristrettoperaltroreato. 


 ŽŵŵĞƌĐŝŽŽƌŽ͗^ƵƉĞƌŝĂŵŽůĂƐĐŚŝnjŽĨƌĞŶŝĂŶŽƌŵĂƚŝǀĂ  28/10/2013,16:30 La disciplina inerente il commercio dell’oroha caratteristiche diverse secondo che l’attività in questione sia svolta da ‘operatori professionali’ o da altri. L’esercizio professionale del commercio dell’oro è regolato dalla legge n. 7 del 2000. L’art. 1,comma 3,stabilisce che l’esercizio in via professionale del commercio dell’oro possa essere svolto soltanto da bancheosoggettiinpossessodideterminatirequisiti, tra cui l’avere forma giuridica di società e capitale sociale non inferiore a quello minimo previsto per le spa(120 mila euro). Glioperatoripereccellenzacheesercitanoilcommerciodell’oro‘inviaprofessionale’sonoibanchimetalli. Si tratta di società private che ottemperano ai requisiti fissati dalla legge n.7/2000 esvolgono la loro attività commerciale all’ingrosso. Oltre all’oro, comperano e vendono argento, platino e palladio. Normalmente,ibanchimetalliacquistanolingottiperpoifrazionarliecosìrivenderliaimpreseeartigiani attivinellacreazionedigioielliemonili.Perpoteriniziarelaloroattivitàibanchimetalliechiunqueeserciti professionalmente il commercio dell’oro devono inviare una comunicazione ufficiale alla Banca d’Italia. Le garanzia di rigore e controllopertali operatori, insomma, non mancano. Anzi! La normativa sul commerciodell’oro,tuttavia,soffrediunasortadischizofrenia.L’attivitàcommerciale,infatti,puòessere svolta anche da altri operatori che,absitiniuriaverbis, stante il lessico normativo, non dovrebbero qualificarsi come ‘professionali’. Sono i cosiddetti compro oro, vale a dire coloro chenon comprano per investimentospeculativo(es.lingotti)operusoindustriale(es.glistessilingotti, madausarepercreare gioielli),macompranoerivendonogioiellinuoviousatidaprivati. Perquestacategorianonc’èdacomunicarenullaallaBancad’Italia.Bisognasìannotareleoperazionidi acquistoe vendita su un apposito registro di pubblica sicurezza, ma è un adempimento difficile da controllare.Accantoatantioperatoriprofessionali,aldilàdelledistinzionigiuridiche,visonopurtroppo numerosicomproorogestitiignorandonormeelementari.Nonmancachicompragioiellifruttodirapine. Oltre a commettere reati, questi signori danneggiano anche l’immagine della categoria. In parlamento giace una interessante proposta di legge che dovrebbe decretare una svolta nel settore, obbligando tra l’altro gli esercizi compro oro a iscriversi a nuovi registri istituiti presso le Camere di commercio.E’unodeiprovvedimentichedovrebberoesserealpiùprestoapprovatiinquestarinnovata, quantogiàprecaria,legislatura.(&ŽŶƚĞ͗>ĞƉƌĞ'ƌŽƵƉ) ĚŝZĞĚĂnjŝŽŶĞ


Settore e Moda 06-NOV-2013

Lettori: 1.872.000 Diffusione: 338.748

Dir. Resp.: Giorgio Mulè

da pag. 133


Data: Novembre 2013




All’astaiRolexDaytonapiùcostosi Giovedì31Ottobre2013ScrittodaEdoardoEbolito

Cinquant’anni di successi da festeggiare con un evento unico. Rolex Daytona arrivaalprestigiosotraguardodelle“nozzed’oro”edomaggeràgliappassionati con un’asta che si terrà a Ginevra il prossimo 10 novembre, nel prestigioso salottodiChristie’s. L’evento è stato studiato nei minimi particolari e vedrà protagonisti alcuni orologi da collezione, per la precisione 50 esemplari Daytona tra i più rari e conservatiinottimostato.Iprezzivarierannotrai10milaei300miladollarie, peralcunimodelli,c’èdascommetterechenontarderannoadarrivareofferte dacapogiro. Nel suo percorso storico, Daytona ha sviluppato alcuni prototipi memorabili, indossati dagli uomini più importantidelnostrotempo.Tragliartisti,ilbinomiosièconcretizzatoconPaulNewman,cheneaveva unoalpolsomentreeraalvolantedellaDaytonaRaceCarnel1995,JeanͲPaulBelmondoeEricClapton. DaricordareinoltrecomelaRolexabbiaprodottoalcunipiccolilottidiDaytonapersonalizzatiperleforze armatedituttoilmondo,esemplaricheadessovengonoricercatidaicollezionistipiùappassionati. Ilfascinodiquestimodelli,infatti,èdatoanchedallalorodifficilereperibilità.Èpraticamenteimpossibile, peresempio,trovareunDaytonainacciaioinossidabile,amaggiorragioneseèunpezzovintagecheporta conséunastoriaparticolare. Tra gli esemplari più salienti che verranno battuti all’asta spicca il primo Daytona 1963, quando era conosciutocomeun“Cosmograph”,conunquadrantebiancoeditreclassicicronografiinmarrone,lacui valutazioneoscillatrai40egli80miladollari. Saranno presenti inoltre alcuni modelli personalizzati e molto rari, come ad esempio il “The Arabian Night”,unesemplarerealizzatoperilSultanoQaboosbinSaidAlSaiddell'Omannel1974,chepresentala sua firma in rosso sul quadrante. L’orologio, realizzato in acciaio inox, è stato mantenuto in ottime condizioni e la sua stima è da capogiro: si calcola che la base di partenza oscillerà tra i 300 ed 500 mila euro. In molti aspettano di scoprire anche l’appeal del quadrante nero Daytona indossato da JeanͲPaul Belmondo nel 1971, la cui valutazione oscilla tra i 60 ed i 120 mila dollari. Spiccano inoltre il Jack of Diamonddel1988conbraccialeamaglieinoroediamantiezaffiri,ilWhiteRainbowedilDaytonainoro bianco, diamanti e zaffiri colorati. Questi sono solo alcuni degli esemplari che sarà possibile trovare a Ginevra.Laqualitàmediadegliorologièaltissima,vistocheogniprototipoèstatoselezionatosecondo criteririgidissimi. AnchelacreaturapiùrecentediDaytonarendeomaggio allatradizionecheduradal1963.Perlaprima volta, il modello è stato realizzato interamente in platino 950 e presenta una lunetta Cerachrom monoblocco di colore marrone e di quadrante blu ghiaccio. Un modello davvero unico e che armonizza bellezzaetecnologia,onorandolareputazionediredeicronografiguadagnatanegliannidaDaytona.




 Eberhard & Co. Watches partner delle “Buone ForchetteperAIL” 31/10/2013 Byorafoitaliano

 Eberhard & Co. Watches è tra i partner di un generoso progetto,patrocinatodalcomunediMilano,finalizzatoa unaraccoltafondiafavoredellasezionemilanesedell’AIL – Associazione Italiana contro le Leucemie, linfomi e mieloma Onlus. In particolare, l’obiettivo è l’avviamento dellaricerca,incollaborazioneconl’UniversitàdegliStudi di Milano, per rendere disponibile il sequenziamento del genoma al maggior numero possibile di pazienti ematologiciedestenderloairepartidiematologiadell’areamilanese.All’iniziativa–dal4Novembreal28 Febbraio 2014 – hanno aderito trenta tra i più interessanti ristoranti milanesi, selezionati con la collaborazionediIdentitàGolose:ledonazionideiclienti–apartireda2Euro–sarannoautomaticamente devolute all’AIL. Inoltre sia nel circuito dei locali sia attraverso i siti www.buoneforchetteperail.it, www.ailmilano.itewww.identitagolose.it,conunadonazioneapartireda25eurosaràpossibileentrarein possesso di una copia autenticata della stampa a colori “Buone Forchette”, dell’illustratore Gianluca Biscalchin. Il Comune di Milano, Eberhard & Co. Watches, Mitsubishi Electric, Birra Moretti e diverse aziendefarmaceutichehannopermessoall’Associazionedilanciarelacampagnaacostozero,confidando oranellasensibilitàegenerositàdeitantigourmandmilanesi. 




 /ŐŝŽŝĞůůŝĞŽƌŽůŽŐŝ^ŝĐŝƐƐďĂƌĐĂŶŽŶĞůYƵĂĚƌŝůĂƚĞƌŽ mercoledì,30ottobre2013

 WĂƌƵƌĞEƵǀŽůĂĚĞƐŝŐŶĞĚďLJZŽŐĞƌdŚŽŵĂƐĨŽƌ^ŝĐŝƐ:ĞǁĞůƐ

 È il Quadrilatero del lusso milanese la location scelta da ^ŝĐŝƐ per la prima boutique italiana dedicata esclusivamenteaigioiellieagliorologi^ŝĐŝƐ:ĞǁĞůƐe^ŝĐŝƐK͛ůŽĐŬ.Lospazio,lacuiaperturaèprevistaper gliinizidel2014,èsituatoinviadellaSpiga9. Al suo interno troveranno spazio le collezioni di alta gioielleriaSicisJewels e i segnatempo Sicis O’Clock, realizzate in oro, diamanti, pietre preziose, micro e nanoͲmosaico, secondo un’antica arte ripresa e reinterpretatainchiavecontemporaneadall’aziendaneisuoiatelieraRavenna.IgioielliegliorologiSicis contanogiàduepuntivenditaaParigieaIstanbul,quest’ultimodirecenteinaugurazione. 




/ďƌĂŶĚĚĞůůƵƐƐŽƉŝƶƌŝĐĞƌĐĂƚŝŽŶůŝŶĞĚĂŝĐŽŶƐƵŵĂƚŽƌŝ ĐŝŶĞƐŝ 30/10/2013 Byorafoitaliano

Leauto,epiùspecificatamente,Audi,BMWeLexus,sonolereginedelwebinCina,conbenil53,2%delle ricerche online, seguite dai marchi del settore beauty (EsteeLauder,LancomeeDior),conil22,7%edallamoda (Chanel, Louis Vuitton e Gucci) con il 14,9% . Al quarto posto, con il 6%, si posiziona la gioielleria che vede, ai primitreposti,lacatenacineseChowTaiFook(nellafoto), CartiereSwarovski;gliorologi–Omega,RolexeLongines – sono al 6° posto, dopo gli hotel, con l’1,1% delle ricerche. I dati sono di Digital Luxury Group, agenzia di market intelligence che ha seguìto le tracce di oltre 680 milionidiricercheonlineeffettuatedaiconsumatoricinesi su400epiùbranddellusso.Irisultatisonostatifornitida GoogleedaBaidu,motorediricercacinese.  




 ZŝĐŽŶŽƐĐĞƌĞƵŶZŽůĞdžŽƌŝŐŝŶĂůĞ Mercoledì30Ottobre2013ScrittodaGretaMilici

IlŵĞƌĐĂƚŽĚĞŝƉƌŽĚŽƚƚŝĐŽŶƚƌĂĨĨĂƚƚŝnonrisparmianemmenogli ŽƌŽůŽŐŝ. Una ƌĞĐĞŶƚĞ ŝŶĚĂŐŝŶĞ ha mostrato come il ĐŽŵŵĞƌĐŝŽ Ěŝ ƉƌŽĚŽƚƚŝ ĨĂůƐŝ costituisca ben il ϳй ĚĞů ŵĞƌĐĂƚŽ ŵŽŶĚŝĂůĞ, con un boom notevole in Italia anche attraverso il coinvolgimento dellacriminalitàorganizzata. UnaĐŽŶƚƌĂĨĨĂnjŝŽŶĞchenonrisparmianemmenol'ĞͲĐŽŵŵĞƌĐĞ, comedimostralaƌĞĐĞŶƚĞĐĂƵƐĂůĞŐĂůĞintrapresaevintadalmarchio'ƵĐĐŝcontroloƐŵĞƌĐŝŽĚŝ ΗĨĂůƐŝΗŽŶůŝŶĞ. Sonotantievariiprodottichecircolanosottobancoe"soprabanco",spacciatiperveri,apartire daigioielliinŽƌŽĨĂůƐŽ. Anchegliorologinefannoparte,inparticolareiĨĂŵŽƐŝĞĐŽƐƚŽƐŝZŽůĞdž,deipiùsvariatimodelli.A tal proposito la società DĂƐƚĞƌ dŝŵĞ di Torino ha creato un ǀŝĚĞŽ in cui viene spiegato ĐŽŵĞ ƌŝĐŽŶŽƐĐĞƌĞƵŶƌŽůĞdžŽƌŝŐŝŶĂůĞ. Il primo e fondamentale elemento di cui bisogna tener conto è il ŶƵŵĞƌŽ Ěŝ ŵŽǀŝŵĞŶƚŽ, che si puòscoprireeverificaresoltantoaprendoilĨŽŶĚĞůůŽĚĞůZŽůĞdž. Masonoanchealtrelecaratteristichedacontrollareperriconoscereunfalso,comeilŶƵŵĞƌŽĚŝ ƐĞƌŝĞedilďƌĂĐĐŝĂůĞ.MasterTimecispiegatuttoinquestofilmato. 


 WŽůĞůůŽĞŝƐƵŽŝĂŶĞůůŝƉƌĞnjŝŽƐŝĚĞůůĂĐŽůůĞnjŝŽŶĞƚĞƌŶŽ ϮϬϭϯͬϮϬϭϰ Scrittoda:RosarioScelsiͲmartedì29ottobre2013 WŽůĞůůŽ͕ĐŽŶůĂůŝŶĞĂƚĞƌŶŽ͕ĐĞůĞďƌĂŝůƐĞŶƚŝŵĞŶƚŽƉŝƶŶŽďŝůĞ͗ůΖĂŵŽƌĞ͘EĞůůĂĐŽůůĞnjŝŽŶĞϮϬϭϯͬϮϬϭϰĨĂŶŶŽůĂ ĐŽŵƉĂƌƐĂŶƵŽǀŝŐŝŽŝĞůůŝ͕ĐŚĞĂƌƌŝĐĐŚŝƐĐŽŶŽůĂŐĂŵŵĂ͘





Arimanereintattaèlaformulachelicontraddistingue:sitrattainfattidianellichepossonoessereindossati singolarmenteoppureinsieme,aformareununicoepreziosogioiello.

L’interaraccoltasipuòvisionarenelsitoaziendale,inunatelariccasianellagraficacheneicontenuti.I pezzichelacompongonosonounaveradeliziapergliocchi,mailcoinvolgimentoemotivononsilegaalla solaestetica,perchélaqualitàèdegnadellorosplendore. SonodegliaccessoririgorosamenteMadeinItaly,inseritinelsolcodiunatradizionenobilefattadibellezza eartigianato,doveculturastoricaeinnovazionesiincontrano.Ancheseilpuntodiforzadell’azienda lombardadiMedesonolefedimatrimoniali,nonsipuòdirecheigioiellidellalineaEternaabbianodei complessidiinferiorità. Questacollezione,comelealtre,èingradodidareformaapassioniesentimenti,inunavesteraffinataed esclusivachefalagioiadichiindossa,maanchedichivede,glianellichelacompongono.Nelleoperedella seriel’orobiancoerosasicombinafelicementeconpavédidiamantibianchi,neriebrown,perrisultati semprepreziosi.

 








/ůƚĞƐŽƌŽĚŝ^ĂŶ'ĞŶŶĂƌŽĚĂůǀĂůŽƌĞŝŶĞƐƚŝŵĂďŝůĞĂƌƌŝǀĂĂZŽŵĂ Scrittoda:MiriamLetoͲmercoledì30ottobre2013 /ůdĞƐŽƌŽĚŝ^ĂŶ'ĞŶŶĂƌŽ͕ƚĞƐŽƌŽĚĂůǀĂůŽƌĞŝŶĞƐƚŝŵĂďŝůĞ͕ƚƌĂƐůŽĐĂƉĞƌůĂƉƌŝŵĂǀŽůƚĂŶĞůůĂƐƵĂƐƚŽƌŝĂĚĂůĐĂǀĞĂƵĚĞů ĂŶĐŽĚŝEĂƉŽůŝĂůůĞƐĂůĞĚĞůůĂ&ŽŶĚĂnjŝŽŶĞZŽŵĂ͘

 /ů ƚĞƐŽƌŽ Ěŝ ^ĂŶ 'ĞŶŶĂƌŽ͕ ĚĂů ǀĂůŽƌĞ ŝŶĞƐƚŝŵĂďŝůĞ, uno dei più importanti tesori di arte orafa al mondo, esce dal caveau del Banco di Napoli per arrivare a Roma. È la prima volta che questi preziosi lasciano l’adorataNapoliesonostatinecessariseiviaggisuperblindati.OraůĞĐƌĞĂnjŝŽŶŝƉŝƶƐŽŶƚƵŽƐĞĞůƵƐƐƵŽƐĞĚĞů dĞƐŽƌŽĚŝ^ĂŶ'ĞŶŶĂƌŽ,tutteleoperedonatealSantoduranteilcorsodellastoria,daRealiedalfedele popolo,ediecitraigioiellipiùincredibiliesfarzosidisempre,sarannoammirabiliperlaprimavoltanella storiaaRomainun’esposizionedaltitolo/ƚĞƐŽƌŝĚŝEĂƉŽůŝŝĐĂƉŽůĂǀŽƌŝĚĞůDƵƐĞŽĚŝ^ĂŶ'ĞŶŶĂƌŽ. Tra le creazioni più esclusive del dĞƐŽƌŽ Ěŝ ^ĂŶ 'ĞŶŶĂƌŽ, ben custodito in teche a prova di esplosione, spicca la Mitra, un’opera d’arte orafa che vanta una composizione di ben 3.964 gemme preziose, un capolavoroassolutochefucommissionatodareCarloIId’AngiòalmastroMatteoTregliatresecolifa.La mitraneisecoli,dal1679finoal1993,sièarricchitadeidonipiùprestigiosideisovranidituttoilVecchio Continente,comeadesempiolacroceindiamantiezaffiridiMariaCarolinad’Austriafinoall’anellocadeau diMariaJosé,mogliediUmbertodiSavoia.

 70pezzidalvaloreunicoperarte,storia,oroegemmepreziosechesarannosvelatialDƵƐĞŽ&ŽŶĚĂnjŝŽŶĞ ZŽŵĂ Ă WĂůĂnjnjŽ ^ĐŝĂƌƌĂ, fino al 16 febbraio 2014. Una mostra curata da Paolo Jorio e Ciro Paolillo che racconta una delle collezioni di arte orafa dalle mille meraviglie, un vero e proprio tesoro del Popolo di Napoli,traipiùricchialglobo.IltesorodiSanGennaroraccoglienientemenoche700annididonazionidi papi,imperatori,re,maanchediexvotopopolari.IlvalorediquestoTesorosuperaquellodeiGioiellidella Coronad’InghilterraedelloZardiRussia.IlTesorodiSanGennarofaràritornoaNapoliafebbraio2014, manonstaràpiùrinchiusonellesotterraneedelBancodiNapoliinsegreto,questopatrimoniodellaCittà diNapolisisveleràagliocchidelmondoinCattedrale,grazieallespecialitechedonatedellaFondazione Roma.




 &ŝĞƌĂĚŝsŝĐĞŶnjĂ͗ŝƉƌŽƐƐŝŵŝĂƉƉƵŶƚĂŵĞŶƚŝ 28/10/2013 Byorafoitaliano Fiera di Vicenza – con i suoi format VICENZAORO Italian ClubeEuropeanClub–siapprestaapartecipareadiversi appuntamentiinternazionali. Fiera di Vicenza parteciperà con un proprio stand, proponendo le proprie attività e i rinnovati format espositivi, al JA Special Delivery New York, presso il Javits ConventionCenter,eperlaprimavoltasaràpresenteallo Yerevan International Jewellery Show, la principale fiera orafa armena, prima tappa di un memorandum d’intesa stipulato lo scorso Settembre tra Fiera di Vicenza e l’Armenian Jewellers Association (AJA), proprietaria e organizzatricedelSalonedellaGioielleriadiYerevan. Infine, dal 4 al 7 Dicembre 2013, Fiera di Vicenza parteciperà alla Dubai International Jewellery Week, organizzata dal Dubai World Trade Centre: con le modalità itineranti del VICENZAORO European Club, espositori italiani ed europei presenteranno le proprie creazioni, mentre le aziende di tecnologia e macchinari per la lavorazione dell’oro saranno presenti nell’ambito del progetto TͲGold International, organizzatoincollaborazioneconAFEMO. 


Cronaca 

^Ğnj͘DŝůĂŶŽ

 

hĐĐŝƐĞ ŐŝŽŝĞůůŝĞƌĞ ŝŶ ƌĞƌĂ ůĂ ƉƌŽĐƵƌĂ ĐŚŝĞĚĞ ůΖĞƌŐĂƐƚŽůŽ IL PM Giancarla Serafini ha chiesto l' ergastolo per Ivan Gallo, il disoccupato di 39 anni che lo scorso 21 marzo uccise, dopo un tentativo di rapina, l' orefice Giovanni Veronesi, nella sua gioielleriadiviadell'Orso,aBrera.Lasentenza,conritoabbreviato,èprevistaperilprossimo6 dicembre.Gallo,extecnicodapocolicenziatodall'aziendachesioccupavaanchedell'impiantodi videosorveglianza della gioielleria, venne fermato dai carabinieri in Spagna dopo una fuga di cinquegiorni.Èaccusatodiomicidioaggravato.Ilpresuntokilleravevaconfessatodiaverucciso Veronesiperchésitrovavainunasituazioneeconomicadisperata. 29ottobre2013sez.MILANO




 DĞƐƐŝŶĂ͕ĐŽůƉŽĚĂϮϬϬŵŝůĂĞƵƌŽƌĂƉŝŶĂƚŽƵŶ ƌĂƉƉƌĞƐĞŶƚĂŶƚĞ Duebanditisonoriuscitiafarsiconsegnareunavaligiadigioielliinpienocentrosottolaminacciadiuna pistola diROSARIOPASCIUTO  Colpo da 200 mila euro stamattina nel pieno centro di Messina. Vittima un rappresentante di preziosi appena uscitodaunagioielleriadivialeSanMartino.L’uomo,un 56enne originario di Arezzo, stava salendo sull’auto parcheggiatainviaMaddalenaquandoèstatoavvicinato daduebanditi,abordodiunoscooterconivolticoperti dacaschidamotociclista.  Uno dei due ha estratto una pistola e gli ha intimato la consegna della valigetta con il campionario. I malviventi sonoquindifuggitisulciclomotoresottogliocchidinumerosipassanti.Alrappresentantenonèrimasto altro da fare che sporgere denuncia. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle volanti e della Squadra Mobile che hanno avviato le indagini. La Polizia ha acquisito le immagini di alcuni impianti di videosorveglianzadiesercizicommercialidellacentralissimazona. (29ottobre2013) 


Comunichiamo a tutti gli associati che è finalmente possibile aderire al rinnovato sito internet www.outletprezioso.it

La risposta moderna ed efficace alla riduzione delle vecchie giacenze di magazzino. Invitiamo tutti a visitare il sito, e se interessati a ricevere il materiale informativo utile all’adesione, ad inviare la richiesta compilando il form di contatto all’indirizzo: http://www.outletprezioso.it/?q=adesione Questo servizio, coordinato da Federpreziosi e già collaudato da anni di attività dai soci di Genova, punta ad agevolare la dismissione degli articoli obsoleti in giacenza nel punto vendita, utilizzando uno strumento moderno ed elegante. Il portale, gestito della società genovese Tech Srl attiva da anni nel settore dei preziosi, è usufruibile da tutti gli associati in regola con il pagamento della quota www.federpreziosi.it


www.federpreziosi.it

Rassegna stampa 31 ottobre 2013 def  
Advertisement