Issuu on Google+

Cam

sampiero po

Più

La città

che vi

Katia MACCARRONE

ve

SINDACO

CamposampieroPiù La città che vive Cari concittadini di Camposampiero, domenica 25 maggio saremo chiamati a rinnovare l’Amministrazione Comunale di Camposampiero. Ho deciso di candidarmi alla guida della nostra città perché penso sia il momento di proporre qualcosa di nuovo e di diverso. Per costruire il futuro serve più ascolto e dialogo con i cittadini e con tutte le realtà associative e produttive di cui è così ricca la nostra città. In un periodo segnato ancora dalla crisi e da tante difficoltà, questa diventa una risorsa indispensabile. CamposampieroPiù - La città che vive: è questo il motto del nostro programma, ben rappresentato nel nostro simbolo, il municipio unito alle case e alle persone. Vogliamo di più per Camposampiero, aggregare, guardare avanti ed essere propositivi. Scuola, sanità, sociale, sicurezza idrogeologica, centro storico… molti sono i campi nei quali sviluppare interventi. Camposampiero può vivere grazie al contributo di cittadini, imprese, associazionismo, uniti da un obiettivo comune e da un’Amministrazione che svolge il suo ruolo fondamentale di coordinamento.

Mi presento insieme ad una squadra unita e motivata, formata da persone preparate. Un gruppo composto in larga parte da persone nuove ma anche da consiglieri uscenti, che portano una indispensabile esperienza amministrativa. Assieme a loro lavorerò per affrontare il futuro con energia e creatività. La crisi non deve diventare la scusa per non fare, ma stimolo a percorrere nuove strade, per una crescita che coinvolga tutti e che sia intelligente e sostenibile. Camposampiero deve tornare ad essere un luogo di identificazione per chi ci abita. Un luogo dove vivere, partecipare, sentirsi parte di qualcosa. Facciamo di Camposampiero una città che vive, grazie al contributo di tutti e alla responsabilità di ciascuno!

www.katiasindaco.it

Committente Responsabile: Katia Maccarrone

Ma oggi serve un sindaco che unisce e riesce a fare rete, anche con gli altri comuni del camposampierese. In questi ultimi anni si è perso terreno su molti fronti e Camposampiero deve recuperare il suo ruolo di centralità e di guida di un territorio più ampio. Solo così i servizi presenti nella nostra città, come l’Ospedale, le Scuole Superiori, la metropolitana di superficie, saranno considerati patrimonio di un’area vasta e potranno mantenere o acquisire un alto livello di qualità. Solo così sarà possibile, insieme agli altri comuni della Federazione, realizzare progetti sul lavoro, lo sviluppo, la sicurezza, la viabilità e ottenere finanziamenti regionali ed europei.


Lettera ai cittadini