Page 1

N.1 - GENNAIO / MAGGIO 2018

THE OFFICIAL FACTORY HOUSE ORGAN

TEST IN PISTA Crg Heron

LE INTERVISTE Stefan Radne Roberto Elizondo Michele Palmisano Santiago Guerrero

EVENTI 24 Hours of Italy

Positivo

inizio di stagione


SOMMARIO / 10

// RACING TEAM

8

LINE-UP PILOTI

10

CIK-FIA EUROPEAN CHAMPIONSHIP 30

22

House Organ ufficiale di CRG SpA

WSK CHAMPIONS CUP / ADRIA

26

Anno 2 - N.1 Gennaio - Maggio 2017 Pubblicazione digitale trimestrale

30

Diffusione gratuita previa registrazione attraverso il sito web kartcrg.com

48

Pubblicazione online nei mesi di, aprile, settembre, dicembre

23ª WINTER CUP / LONATO

WSK SUPER MASTER

52

DEUTSCHE KART MEISTERSCHAFT

// PRODOTTO

52

TEST IN PISTA / CRG HERON 60

58

// L’INTERVISTA

56

STEFAN RADNE DI RADNE MOTOR /

58

Nel mese di dicembre sarà realizzata in formato cartaceo la versione OFFICIAL YEARBOOK. EDITO DA

CRG SpA via Mantova 4-F/G Lonato del Garda (BS) Italia A CURA DI

Direzione Marketing & Comunicazione RESPONSABILE DI PROGETTO

Marco Angeletti angeletti@kartcrg.com

ROBERTO ELIZONDO DI KART MEXICO /

60

CONTENUTI

Ufficio stampa CRG

MICHELE PALMISANO DI SPORTING CLUB MARTINA /

64

CRG MAGAZINE

62

RESPONSABILE EDITORIALE

Fernando Morandi press@kartcrg.com FOTOGRAFIE

SANTIAGO GUERRERO DI RACING COMPONENTS /

// RENTAL KART

64

24 HOURS OF ITALY

2

Fernando Morandi Cunaphoto Sportinphoto Thomas Maccabelli FotoFormulaK.com Tutti gli articoli di questo CRG Magazine sono protetti dalle norme sul diritto d’autore (Art.7 del Regio decreto del 18 maggio 1942) e la riproduzione, anche parziale dei contenuti, è vietata.


EDITORIALE / DI GIANCARLO TININI

Con l’uscita del primo numero 2018 del nostro magazine aziendale possiamo già fare alcuni bilanci sportivi e commerciali.

Dal punto di vista sportivo, dopo le prime gare stagionali di WSK e la classica Winter Cup, eventi che hanno visto in varie occasioni i nostri piloti protagonisti, sono iniziati anche i Campionati DKM e gli Europei CIK-FIA per le classi OK, OKJ, KZ e KZ2. Questi ultimi rappresentano la vetrina più importante del nostro sport e richiedono, da parte della Federazione internazionale e del promoter, questa consapevolezza. Per avere ritorni commerciali e di immagine adeguati, abbiamo bisogno di stabilità e di un’azione condivisa tra i principali operatori di settore su temi importanti come i format dei weekend di gara, i regolamenti, i calendari, la comunicazione e, soprattutto, su iniziative che riducano i costi. Desideriamo avere al più presto indicazioni su questi temi, utili per riportare nel karting di vertice la platea di piloti, team e visibilità che merita. Daremo tempo al nuovo promoter per elaborare le proprie strategie, offrendo la nostra disponibilità al confronto e riteniamo prematura da parte di tutti, ogni valutazione al momento. Guardando più al lato tecnico, posso esprimere soddisfazione per le potenzialità che sta dimostrando la nostra gamma dei telai Racing 2018, sia con il nuovo modello Heron, in particolare nelle classi monomarcia, sia con le evoluzioni dei nostri modelli storici come il Road Rebel per le classi KZ. Siamo molto contenti anche dell’assetto del nostro Racing team, sia per quanto riguarda lo staff tecnico e i partner motoristici, sia per i piloti, un mix tra giovani e più esperti, che ci consentono risultati e sviluppi tecnici in tutte le classi.  Per quanto riguarda il tema commerciale, il lavoro positivo legato alle ultime omologazioni della linea Racing sta consolidando la nostra presenza nei mercati più importanti, nei quali stiamo unendo eccellenti risultati sportivi con i feedback positivi di team e piloti. Contestualmente, stiamo proseguendo varie attività per incrementare le nostre quote di mercato anche nel settore del Rental Kart. Su questo fronte siamo molto contenti del successo che ha riscontrato la 24 Ore Karting che abbiamo organizzato sul circuito di Adria lo scorso marzo, dove ben 30 team provenienti da tutto il Mondo hanno apprezzato molto il nostro prodotto Rental. A breve amplieremo la nostra gamma con un nuovo modello di Kart e abbiamo introdotto anche soluzioni di natura finanziaria per agevolare le piste che sceglieranno i nostri prodotti. Siamo molto attivi anche con il modello elettrico E-Drenaline, per il quale abbiamo presentato con successo il kit per la sostituzione rapida delle batterie. Infine, a breve introdurremo una novità importante anche per il progetto entry level Briggs Kart Championship con l’arrivo del modello MINI, un kart che unirà prestazioni e bassi costi di gestione come nessun altro programma agonistico sul mercato.  Vi auguro una buona lettura e vi invito come sempre a seguire le attività del nostro gruppo sul nostro sito ufficiale e sui nostri canali social.

3

Giancarlo Tinini, Presidente di CRG SpA.


1.253 giri coperti dai vincitori, pari a 1.630 km. 30 Team in gara (composti da 4 a 8 piloti) provenienti da 11 diverse nazioni. 45 piststop e una gara lunga un giorno: dalle 14.00 del sabato alle 14.00 della domenica. Kart CRG Centurion con motore Honda 390cc forniti alle squadre dal Reparto Corse della fac-

tory italiana, una garanzia di professionalità e servizio senza paragoni nel mondo per questa tipologia di gara. Questa, in cifre, la 24 Hours of Italy, che si è disputata sul circuito Karting di Adria in Italia e che si rinnova ogni anno per assegnare uno dei Trofei piÚ prestigiosi del Karting endurance internazionale.

4


Pilota ufficiale CRG nella classe KZ, Paolo De Conto è soprattutto l’ambasciatore più autorevole del marchio CRG nel Mondo. Dopo due titoli Mondiali vinti consecutivi nella categoria KZ, nel 2018 tenterà l’impresa storica di confermarsi ai vertici per la 3ª volta. E la sua stagione è già iniziata nel migliore dei modi.

5


Oltre 20 tecnici di pista, 2 addetti alla telemetria, 4 coordinatori, 3 bilici, una struttura Hospitality: questo lo staff e i mezzi del Racing Team di CRG sulle piste di tutto il Mondo. Una struttura che gestisce oltre 20 piloti ufficiali nelle 4 categorie Internazio-

nali e che garantisce all’azienda un knowhow elevatissimo da trasferire sulla produzione di serie. Il palmares del Racing Team di CRG nelle corse è tra i più ricchi e prestigiosi e contribuisce a rendere il marchio tra i più apprezzati sul mercato.

In cerca (forse) di nuovi stimoli, al termine di una lunga collaborazione con CRG culminata con la vittoria nel 2016 nel Campionato del Mondo OK, nella World Cup e nel Campionato Europeo KZ2, lo spagnolo Pedro Hiltbrand lasciò il Racing Team per una nuova sfida sportiva. Ma dopo solo un anno è rientrato in squadra e con

6

i colori CRG è stato subito molto competitivo, sia nelle gare WSK di inizio stagione, sia nelle gare CIK-FIA. Hiltbrand e CRG è diventato uno di quei binomi sportivi destinato a diventare indissolubili. Il 2018 per lui prevedrà un doppio impegno: in OK e in KZ. E i primi eccellenti risultati della stagione sono già arrivati.


Rappresenta il futuro del kart elettrico. Disponibile già oggi. Dotato di due motori elettrici, doppia batteria a lunga durata con sistema rapido di ricarica e di sostituzione, software per gestire la potenza su 3 diversi livelli, sistema di ricarica delle batterie in frenata, push to pass e volante con display a led, E-Drenaline è il Kart Elettrico più tecnologico sul mercato. Per tutte le piste indoor diventerà presto la soluzione per eliminare tutti i problemi di inquinamento acustico e da fumi di scarico. Senza rinunciare a performance e divertimento.

7


RACING TEAM / LINE-UP PILOTI CATEGORIA: KZ2 (CRG / TM)

EMILIEN DENNER (FRA)

ALESSANDRO GIARDELLI (ITA)

FILIPPO BERTO (ITA)

JEAN LUYET (CHE)

ENRICO PROSPERI (ESP)

MARCO VALENTI (ITA)

LA LINE-UP PILOTI IL RACING TEAM DI CRG 2018 SI È PRESENTATO AI NASTRI DI PARTENZA DELLA STAGIONE AGONISTICA CON UNA FORMAZIONE DI OLTRE 20 PILOTI UFFICIALI TRA CUI SPICCANO I DUE PLURI TITOLATI PAOLO DE CONTO E PEDRO HILTBRAND

Il Racing team è una delle divisione aziendali

più strategiche per CRG: gestisce gli sviluppi in pista e trasmette il know-how tecnico alla produzione. Lavora in stretta sinergia con l’ufficio tecnico e rappresenta una garanzia per la qualità, le performance e

l’affidabilità di ogni prodotto della gamma Racing. Oltre a rappresentare l’immagine e la filosofia del brand in tutto il mondo. A fronte di tanta responsabilità, la squadra CRG dispone di un pool di tecnici internazionale, di due addetti alla telemetria e di una line up piloti tra

CATEGORIA: OK-JUNIOR (CRG / IAME)

GABRIEL BORTOLETO (BRA)

ALFIO SPINA (ITA)

ENZO TRULLI (ITA)

LEONARDO BERTINI COLLA (ITA)

8

PAOLO GALLO (ITA)


CATEGORIA: OK (CRG / IAME)

PEDRO HILTBRAND (ESP)

ANDREA ROSSO (ITA)

CALLUM BRADSHAW (GBR)

Paolo De Conto, qui insieme a Kilian Meyer (categoria OK e KZ2), sarà anche nel 2018 il pilota da battere nella KZ e punto di riferimento per la squadra corse CRG.

ELIO GIOVANE GONZALEZ (USA)

TYLER MAXSON (USA)

OLIN VIEIRA GALLI (BRA)

le più complete e competitive al mondo. Sono più di 20 i piloti gestiti nelle 4 categorie Internazionali (OKJ-OK-KZ2-KZ) per un programma di oltre 25 gare previste per la stagione 2018. Su tutti spicca il nome di Paolo De Conto, 2 volte campione del Mondo della KZ e confermato come pilota di riferimento per le classi con il cambio. Ma la notizia che ha maggiormente fatto rumore nel paddock è il rientro nel Racing team dello spagnolo Pedro Hiltbrand che, dopo aver vinto tutto con CRG nel 2016 (campionato del Mondo ed Europeo OK, oltre alla World Cup KZ2), aveva lasciato la squadra per fare un’esperienza diversa; il suo rientro in squadra è stato un segnale forte di identificazione con i colori CRG e il suo impegno agonistico riguarderà sia la categoria OK, sia KZ. Nella categoria OK CRG ha

ADAM PUTERA (MYS)

XIZHENG HUANG (CHN)

9

FRANCO COLAPINTO (ARG)

confermato anche Callum Bradshow e Kilian Meyer, oltre ad Andrea Rosso. Sempre nella categoria OK è stato promosso dalla OKJ lo spagnolo Fontecha ed è arrivato anche l’argentino Colapinto. Un team di alto profilo è stato allestito anche per la OK Junior, con la conferma del brasiliano Gabriel Bortoleto al quale sono stati affiancati i giovanissimi Enzo Trulli (figlio dell’ex F1 Jarno), Alfio Spina e Adam Putera. Sempre in OK Junior, faranno un programma in Europa anche gli americani Maxon e Giovane (provenienti da CRG Nordam), oltre al cinese Huang, mentre a stagione iniziata si è unito alla squadra anche Leonardo Bertini Colla. Per quanto riguarda la classe KZ2, la novità è il francese Luyet che sarà affiancato dai confermati Giardelli e Valenti e dallo spagnolo Prosperi. Con i colori Kalì Kart, infine, sarà impegnato in gara Emilien Denner. Per quanto riguarda la partnership motoristica sarà la TM a fornire tutti i piloti (con la sola eccezione di Colapinto supportato dalla Iame in OK) attraverso una collaborazione tra il reparto corse della casa di Pesaro e il preparatore Machac Racing. Per l’acquisizione dati, infine, confermata la partnership con l’azienda italiana Starlane.


RACING TEAM / CIK-FIA EUROPEAN CHAMPIONSHIP EVENT 1 (20-22 APRILE)

SARNO LA PRIMA PROVA DEL CAMPIONATO EUROPEO A SARNO SALUTA IL PRIMO PODIO DELLA STAGIONE CIK-FIA PER PEDRO HILTBRAND NELLA CATEGORIA OK

Alla fine, con la prima prova del Campionato Europeo OK e OK-Junior

nel Kart Grand Prix di Sarno, in casa CRG è arrivato un gran bel risultato con Pedro Hiltbrand, secondo al termine di un weekend molto positivo e vissuto sempre fra i maggiori protagonisti. HILTBRAND SUL PODIO DELLA OK. Lo spagnolo della CRG, già detentore dei due titoli del Campionato Europeo e del Campionato del Mondo 2016, in questa apertura della stagione internazionale CIK-FIA si è rivelato fra i più veloci in assoluto, e grazie anche alla competitività del nuovo telaio CRG Heron motorizzato TM Racing, Pedro Hiltbrand a Sarno ha potuto confermarsi

ancora una volta al vertice della categoria OK. Fra i migliori piloti CRG nella OK, una bellissima gara l’ha portata a termine anche l’inglese Callum Bradshaw, ottavo sul traguardo, così come Andrea Rosso, 13mo, dopo una sessione di manche difficili per un incidente e un gran recupero di ben 10 posizioni dalla griglia di partenza. Lo spagnolo Ayrton Fontecha si è piazzato 18mo. Non sono riusciti a superare le manche, soprattutto per incidenti, il brasiliano Olin Vieira Galli, nonostante la vittoria nell’ultima manche, e l’argentino Franco Colapinto. BORTOLETO RALLENTATO NELLA OKJUNIOR. Nella OK-Junior alcuni inconvenienti

10


L’INTERVISTA PEDRO HILTBRAND, OK: «Forse potevo anche vincere, ma dopo aver condotto la gara in partenza, nei primi due giri c’è stato un po’ di bagarre e Stanek è riuscito a prendermi un buon vantaggio. A un certo punto della finale sembrava che potessi avvicinarmi al leader, ma se io acquisivo vantaggio in una parte della pista, lui guadagnava in un altro settore. Ho guadagnato terreno, ma non è stato sufficiente per tentare un attacco. Questa era la prima prova del Campionato Europeo, e per noi era importante iniziare bene e prendere più punti possibili. Ovviamente lottiamo per la vittoria in ogni gara, però è importante fare anche il risultato. Sono soddisfatto per questo secondo posto. Voglio ringraziare CRG e TM che mi hanno messo a disposizione un ottimo materiale».

11


RACING TEAM / CIK-FIA EUROPEAN CHAMPIONSHIP EVENT 1 tecnici hanno limitato la possibilità di ben figurare al brasiliano Gabriel Bortoleto, fra i migliori in prova e nelle manche. In Finale Bortoleto si è dovuto accontentare della 14ma posizione perdendo la possibilità di lottare nel gruppo di testa. L’americano Tyler Maxson ha concluso la sua prima partecipazione al Campionato Europeo con il 21mo posto. Costretto al ritiro per incidente Adam Putera dopo essersi rivelato fra i più veloci, così come Alfio Andrea Spina. Fra i piloti privati, Saood Variawa ha concluso al 25mo posto per una penalizzazione. Non sono riusciti a qualificarsi per la finale Leonardo Bertini Colla per due incidenti, il cinese Xizheng Huang per non essere riuscito a partire nell’ultima manche per un problema alla candela, quindi Enzo Trulli, Paolo Gallo, l’altro americano Elio Giovane Gonzalez. Tutti i risultati nel sito www.cikfia.com

> Nico Rosberg with Alfio Spina, Carlo Vanaria and Giancarlo Tinini <

> Xizheng Huang and Miquel Aragonés <

> Mauro Montera with Trulli and Spina <

> Callum Bradshaw, OK <

> Enzo Trulli, OK-J <

> Leonardo Bertini, Gabriel Bortoleto and Xizheng Huang, OK-J <

12


CIK-FIA EUROPEAN CHAMPIONSHIP OK International Circuit Napoli (ITA). 20-22 April 2018. Air: 22ยบC - Track: dry, slightly cloudy.

CIK-FIA EUROPEAN CHAMPIONSHIP OK-J International Circuit Napoli (ITA). 20-22 April 2018. Air: 22ยบC - Track: dry, slightly cloudy.

13


RACING TEAM / CIK-FIA EUROPEAN CHAMPIONSHIP EVENT 2 (4-6 MAGGIO)

SALBRIS ENTUSIASMANTE FINALE A SALBRIS PER LA PRIMA PROVA DEL CAMPIONATO EUROPEO DI KZ, CON JORRIT PEX SECONDO E PAOLO DE CONTO QUARTO. PEDRO HILTBRAND COSTRETTO AL RITIRO QUANDO ERA IN TESTA. IN KZ2 BENJAMIN TORNQVIST NELLA TOP-TEN

> Jorrit Pex (8), Pedro Hiltbrand (15) and Paolo De Conto (1), KZ <

CRG gran protagonista in Francia per la

eccellente Pedro Hiltbrand, protagonista anche del Campionato Europeo della OK e a Salbris scattato ottimamente terzo dalla griglia di partenza. Un po’ in difficoltà questa volta invece Paolo De Conto, partito in Finale dalla sesta posizione per una serie di contrattempi nelle manches, e Stan Pex settimo dallo start della finale ma in gran recupero. A sorpresa è stato proprio Pedro Hiltbrand a prendere ben presto le redini della gara, che in quel momento vedeva ben cinque piloti CRG nelle prime sei posizioni. La situazione però a due terzi di gara è cambiata, quando prima De Conto che si era portato in terza posizione ha dovuto cedere a Stan Pex, e poi soprattutto Hiltbrand quando a soli cinque giri dal termine è stato costretto allo stop e abbandonare la prima posizione per lasciare via libera a Iglesias, che nel frattempo era

prima prova del Campionato Europeo CIK-FIA KZ e KZ2 a Salbris, dove in KZ il podio di Jorrit Pex secondo in finale dopo aver dominato per tutto il weekend e il quarto posto di Paolo De Conto, hanno solamente in parte premiato i colori della casa italiana che avrebbe potuto ottenere un risultato ben più eclatante. KZ. Proprio la finale della KZ ha riservato una serie continua di sorprese, dove i maggiori protagonisti sono stati proprio i piloti CRG. La testa della corsa all’inizio era stata presa da un fantastico Jorrit Pex reduce dal dominio assoluto in prova e in tutte e tre le manches di qualificazione, inseguito dal compagno di marca Fabian Federer in gara con il team SRP, e da un

14


> Felipe Massa and Giancarlo Tinini <

> Kilian Meyer, KZ2 <

> Jean Luyet and Arthur Carbonnel (367), KZ2 <

> Jorrit Pex, KZ <

> Fabian Federer, KZ <

15


RACING TEAM / CIK-FIA EUROPEAN CHAMPIONSHIP EVENT 2

> Marco Valenti and Pietro Mistretta, KZ2 <

> Arto Ojaranta (341) and Enrico Prosperi (321), KZ2 <

> Fabrizio Rosati (323) and Filippo Berto (342), KZ2 <

risalito bene dal quinto posto. Costretto al ritiro anche Federer per incidente, così come Stan Pex, l’ordine d’arrivo per i colori CRG alla fina ha visto pertanto salire sul podio solamente Jorrit Pex, secondo alle spalle di Iglesias, e Ardigò terzo, mentre Paolo De Conto si è dovuto accontentare della quarta posizione. Tutto rimandato quindi a Lonato per la seconda e ultima prova del 15 luglio, dove è ancora tutto aperto a qualsiasi risultato.

prima prova del Campionato Europeo con il 10mo posto finale, mentre il francese Arthur Carbonnel ha chiuso 15mo. Fra i piloti della squadra ufficiale, lo svizzero Jean Luyet si è piazzato 18mo e lo spagnolo Kilian Meyer 24mo, mentre Emilien Denner su Kalì-Kart è incappato in una sanzione dopo aver vinto l’ultima manche di domenica mattina. Hanno mancato invece il passaggio in Finale Alessandro Giardelli nonostante un buon risultato nella sua ultima manche, così come Gerard Cebrian Ariza, Filippo Berto, Enrico Prosperi, Marco Valenti, Arto Ojaranta e Marc Lopez. Tutti i risultati nel sito www.cikfia.com

KZ2. In KZ2 il migliore fra i piloti CRG si è rivelato lo svedese Benjamin Tornqvist di CRG Holland, lo scorso anno secondo nell’International Super Cup e fra i migliori anche in questa

> Jorrit Pex (8) Pedro Hiltbrand (15) Fabian Federer (9) and Paolo De Conto (1), KZ <

16


CIK-FIA EUROPEAN CHAMPIONSHIP KZ

Circuit International de Salbris (FRA). 4-6 May 2018. Air: 27ยบC - Track: dry, slightly cloudy.

CIK-FIA EUROPEAN CHAMPIONSHIP KZ2

Circuit International de Salbris (FRA). 4-6 May 2018. Air: 26ยบC - Track: dry, sunny.

17


RACING TEAM / CIK-FIA EUROPEAN CHAMPIONSHIP EVENT 3 (18-20 MAY)

PF INTERNATIONAL NELLA SECONDA PROVA DEL CAMPIONATO EUROPEO OK E OK-JUNIOR IN INGHILTERRA A PFI, CON I COLORI CRG NELLA OK SALE ANCORA SUL PODIO HILTBRAND CON UN TERZO OTTIMO POSTO IN CHIAVE CAMPIONATO. NELLA OK-JUNIOR IL MIGLIORE È BORTOLETO

Il secondo appuntamento del Campionato Europeo delle categorie OK e

che alla fine è andato a concludere ancora sul podio dopo il secondo posto ottenuto nella precedente prova di Sarno. In Inghilterra Hiltbrand si è piazzato terzo dopo la squalifica comminata a Travisanutto, primo sul traguardo, e la penalizzazione a Hodgson, terzo sul traguardo. In realtà Hiltbrand in un momento della Finale è andato ad occuparlo il terzo posto, poi però ha dovuto cedere qualche metro ai suoi avversari. Comunque ora con questo terzo posto, insieme al secondo posto conquistato a Sarno, Hiltbrand guarda con grande fiducia al Campionato Europeo che già vinse nel 2016. Callum Bradshaw è rientrato nella top-ten con il 10° posto, Andrea Rosso si è piazzato 14°. Nelle manches, Hiltbrand si era classificato 6°, Bradshaw 14°, Rosso 21°. In Finale la vittoria è stata assegnata a Hannes Janker. Nella OK sono rimasti invece esclusi dal poter

OK-Junior si è svolto in Inghilterra sullo spettacolare Circuito PFI, pista non facile da interpretare, ma già ampiamente “collaudata” in questi ultimi anni e soprattutto nel 2017 quando ospitò la prova del Campionato del Mondo. A eccellere nella OK e in chiave Campionato è stato ancora Pedro Hiltbrand, terzo al termine di un rocambolesco finale e con questo risultato passato in testa alla classifica generale. HILTBRAND SUL PODIO DELLA OK. Sono stati tre i piloti CRG ad entrare nella Finale della OK del Campionato Europeo a PFI: Pedro Hiltbrand, Callum Bradshaw e Andrea Rosso. Ed è stata una bella gara, avvincente e spettacolare, con un Pedro Hiltbrand “super”

> Andrea Rosso, OK <

L’INTERVISTA PEDRO HILTBRAND, OK: «È stato un weekend duro come sempre, abbiamo avuto qualche difficoltà in qualifica, ma poi dopo le manche ero più vicino alla testa. Mi aspettavo di più nella Finale, è andato tutto bene per i primi sei-sette giri, ma poi ho iniziato a perdere un pochino. Voglio ringraziare tutto il mio Team CRG, TM e il mio meccanico per l’ottimo lavoro. Andremo ad Ampfing per provare a vincere, ovviamente dobbiamo pensare al campionato ma ci sono comunque ancora due gare».

18


> Pedro Hiltbrand (105) and Franco Colapinto (170), OK <

> Enzo Trulli, OK-J <

19

> Callum Bradshaw, OK <


RACING TEAM / CIK-FIA EUROPEAN CHAMPIONSHIP EVENT 3 partecipare alla Finale Franco Colapinto, sfortunato nella sua ultima manche di domenica mattina dove è stato costretto al ritiro classificandosi solamente 51°, così come Ayrton Fontecha (46°) che non ce l’ha fatta a recuperare come avrebbe meritato. CAMPIONATO: 1. Hiltbrand 51; 2. Janker 42; 3. Stanek 35; 4. Vidales 32; 5. Valtanen 29.

Fra i piloti CRG, nella OK-Junior non sono riusciti a qualificarsi per la Finale il malesiano Adam Putera (36° dopo le manches), nonostante buoni piazzamenti, così come Enzo Trulli (37°), penalizzato soprattutto dal 60mo tempo in prova, e poi Alfio Andrea Spina (43°), gli americani Tyler Maxson (56°) e Elio Giovane Gonzales (66°), Leonardo Bertini Colla (59°), il cinese Xizheng Huang (61°). CAMPIONATO: 1. Minì 45; 2. Aron 36; 3. Van T’Hoff 35; 4. Askey 32; 5. Bernier 28; 6. Beganovic e Bortoleto 26. Tutti i risultati nel sito www.cikfia.com

BORTOLETO BENE NELLA OK-JUNIOR. Un vero peccato per Gabriel Bortoleto, che ha rappresentato CRG nella finale della OK-Junior in questa seconda prova del Campionato Europeo a PFI, dove alla fine è andato a cogliere un settimo posto un po’ “stretto” rispetto a tutto ciò che aveva costruito in tutto il suo weekend. Bortoleto era riuscito a conquistare con merito la prima fila sulla griglia di partenza della Finale dopo un promettente ottavo tempo in prova e dopo le manches concluse con due vittorie e tre secondi posti. Risultati che promettevano molto bene per la Finale, dove invece Bortoleto ha perso un po’ di terreno fino a doversi accontentare dell’ottava posizione. In Finale ha vinto l’olandese Dilano Van T’ Hoff, dopo una penalizzazione al francese Victor Bernier che aveva tagliato per primo il traguardo.

> Arnaud Kozlinski, Giancarlo Tinini and Euan Jeffery <

> Gabriel Bortoleto, OK-J <

20


CIK-FIA EUROPEAN CHAMPIONSHIP OK

PF International Kart Circuit (GBR). 18-20 May 2018. Air: 20ยบC, Track: dry, sunny.

CIK-FIA EUROPEAN CHAMPIONSHIP OK-J

PF International Kart Circuit (GBR). 18-20 May 2018. Air: 20ยบC, Track: dry, sunny.

21


RACING TEAM / WSK CHAMPIONS CUP 25-28 GENNAIO

ADRIA BUONE PERFORMANCE RILEVATE CON IL NUOVO TELAIO CRG HERON IN OK E OK-JUNIOR, CON ANDREA ROSSO NELLA OK E GABRIEL BORTOLETO NELLA OK-JUNIOR. IN KZ2 PLAUSO PER ALESSANDRO GIARDELLI. PROSSIMO APPUNTAMENTO DOMENICA PROSSIMA PER L’AVVIO DELLA WSK SUPER MASTER SERIES

Anche nel 2018 ad aprire l’anno agonistico è

a un solo un decimo di secondo dal podio. Da sottolineare il terzo tempo di Giardelli nelle prove di qualificazione, a 85 millesimi di secondo da Vasile (DR) vincitore in Finale. Per una penalizzazione Emilien Dennier su Kalì-Kart ha concluso al 18mo posto dopo aver ottenuto l’ottavo tempo in prova e disputato buone manches. Andreas Johansson di CRG Holland si è piazzato 16mo al termine di un weekend abbastanza difficile.

stata la WSK Champions Cup sul Circuito Adria Karting Raceway nella prova del 28 gennaio, occasione sfruttata anche da CRG per provare il nuovo materiale, soprattutto il nuovo telaio Heron per OK e OK-Junior in vista della nuova stagione. La squadra ufficiale CRG entrerà in azione soprattutto dalla prossima settimana, sempre ad Adria per la prima prova della WSK Super Master Series, ma intanto alcune importanti indicazioni sono arrivate anche in questa WSK Champions Cup che ha contraddistinto l’inizio delle ostilità del 2018.

Nella OK, con i nuovi telai CRG Heron, una buon prova è stata messa a segno dai piloti CRG Andrea Rosso e dall’argentino Franco Colapinto al debutto con i colori della casa italiana, oltre a Javier Sagrera in gara con il team M2 Racing Karts, tutti su CRG-Parilla. In prova e nelle manches, fra i più veloci si è confermato Rosso, con il nono tempo in prova e il sesto posto nelle manches, per poi andarsi a piazzare

Fra i piloti CRG, in KZ2 un plauso lo merita Alessandro Giardelli su CRG-TM, attardato nelle manches per un inconveniente capitato in una delle tre gare di qualificazione, ma poi in recupero in Prefinale e quindi in Finale, fino a concludere in quinta posizione > Alfio Spina, OK-J <

22


quinto in Prefinale, mentre qui Colapinto ha concluso 15mo. Rosso si è rivelato fra i maggiori protagonisti anche in Finale, dove ha concluso quarto dopo aver rimontato fino alla terza posizione, Colapinto è terminato 22mo. Costretto al ritiro Sagrera. La vittoria l’ha ottenuta Nielsen. Nella OK-Junior con il nuovo telaio CRG Heron il migliore fra i piloti CRG si è rivelato il brasiliano Gabriel Bortoleto, grande protagonista della categoria su CRG-TM. Dopo aver fatto segnare il miglior tempo in prova nel proprio gruppo, e la pole position per la propria Prefinale con la terza posizione conclusiva dopo aver dominato questa gara, Bortoleto in Finale si è piazzato quarto dimostrando grandi potenzialità, anche se poi si è ritrovato retrocesso in 19ma posizione per una penalizzazione di 10 secondi. La gara è stata vinta da Aron. Ottimo il debutto con la squadra ufficiale CRG di Alfio Spina, buon 16mo nonostante una penalizzazione, al suo primo appuntamento in OK-Junior dopo una carriera di rilievo nella Mini con il team Gamoto. Luca Giardelli ha concluso al 20mo posto al termine di un buon recupero. Sfortunato invece il brasiliano Lucas Machado Staico che non è riuscito a rientrare in Finale.

> Glenn Keyaert and Jiri Machac <

Nella 60 Mini una serie di momenti sfortunati non hanno consentito ai piloti dei team privati CRG di qualificarsi per la fase finale, anche se per una inezia. La vittoria è andata in volata a Andrea Antonelli. Qui comunque migliori notizie sono attese per la prima prova della WSK Super Master Series del 4 febbraio, in programma sempre ad Adria, dove è atteso il gran rientro del Campione del Mondo 2016 Pedro Hiltbrand con la squadra ufficiale CRG.

> Alessandro Giardelli, KZ2 <

> Franco Colapinto, OK <

23


RACING TEAM / WSK CHAMPIONS CUP ADRIA WSK CHAMPIONS CUP KZ2

Adria Karting Raceway (ITA). 25-28 January 2018. Air: 8ยบC, Track: dry, slightly cloudy.

> Andrea Rosso, OK <

WSK CHAMPIONS CUP OK

Adria Karting Raceway (ITA). 25-28 January 2018. Air: 9ยบC, Track: dry, cloudy.

24


WSK CHAMPIONS CUP OK-J

WSK CHAMPIONS CUP MINI

Adria Karting Raceway (ITA). 25-28 January 2018. Air: 8ยบC, Track: dry, cloudy.

Adria Karting Raceway (ITA). 25-28 January 2018. Air: 9ยบC, Track: dry, cloudy.

25


RACING TEAM / 23ª WINTER CUP 15-18 FEBBRAIO

LONATO PEDRO HILTBRAND ALLA WINTER CUP CONQUISTA IL TERZO GRADINO DEL PODIO IN OK E FABIAN FEDERER CON IL TEAM SRP IN KZ2, DOVE PAOLO DE CONTO SI CONSOLA CON UNA GRANDE RIMONTA. IN OK-JUNIOR GABRIEL BORTOLETO SCIVOLA FUORI PISTA IN FINALE DOPO ESSERSI RIVELATO FRA I MAGGIORI PROTAGONISTI

Le condizioni meteo hanno un po’ condizionato le prestazioni dei piloti CRG

impegnati nella 23ma edizione della Winter Cup di Lonato, ma alla fine sono arrivati due podi meritati per Pedro Hiltbrand, gran combattente in OK e Fabian Federer protagonista in KZ2 con il Team SRP. Il freddo intenso e la pioggia che sabato ha reso scivoloso l’asfalto anche per domenica nella chiusura del weekend, non ha certamente aiutato le performance dei portacolori della casa italiana. A pagarne le spese sono stati soprattutto Paolo De Conto in KZ2, che dopo alcuni contatti subiti nelle manches, ha comunque ha potuto far valere la competitività del suo CRG-Tm in Finale recuperando dall’ultima posizione fino ad un eccellente ottavo posto, e Gabriel Bortoleto in OK-Junior scivolato alla “Esse” del primo giro della Finale quando si trovava in quarta posizione dopo essersi rivelato fra i maggiori protagonisti del weekend. In KZ2 è arrivato comunque il podio di Fabian Federer in gara con il Team SRP, terzo sul traguardo al termine di una bella prestazione complessiva, alle spalle di Ben Hanley e Anthony Abbasse. Paolo De Conto invece, dopo tre secondi posti nelle manches, è stato coinvolto in tre incidenti nelle ulteriori manches e nella Super Heat che lo ha costretto all’ultimo posto nella griglia di partenza della Finale, dove però è riuscito nell’impresa di recuperare fino all’ottavo posto. Difficile poter fare di più. Fra i protagonisti CRG in KZ2, da sottolineare le belle prestazioni di Jorrit Pex, 10mo in Finale, dello svizzero Jean Luyet con la 16ma posizione, e di Alessandro Giardelli, quarto assoluto in prova ad appena 49 millesimi dalla pole position e poi 17mo in Finale. Benjamin Tornqvist con CRG Holland è terminato 20mo, Andrea Dalè con il team

> Jorrit Pex (184) and Fabian Federer (187), KZ2 < > Luca Giardelli (336)

> Stan and Jorrit Pex, KZ2 <

26


Nuova 3M 23mo, Stan Pex 28mo. Emilien Denner (Kalì-Kart) non ce l’ha fatta per un soffio a qualificarsi per la Finale, così come non sono rientrati fra i 34 finalisti Michael Rosina, Marco Valenti e Filippo Berto nonostante buoni tempi in prova. Nella OK Pedro Hiltbrand è riuscito a confermare in Finale un weekend di alta competitività, portando il suo CRG-Tm sul terzo gradino del podio dopo aver ottenuto il settimo tempo assoluto in prova e continue belle prestazioni nelle manches, in un trend positivo completato dal secondo posto nella sua Super Heat. Nella top-ten è rientrato un ottimo Callum Bradshaw con la decima posizione, mentre Kilian Meyer per una penalizzazione di 10 secondi (spoiler fuori posizione) si è ritrovato retrocesso in 13ma posizione. Più indietro si è piazzato Franco Colapinto, terminato 17mo ma autore di una buona rimonta dai tempi in prova e dalle posizioni ottenute nelle manches. Non è riuscito a qualificarsi Andrea Rosso per alcuni risultati negativi nelle manches, così come i due piloti di Hong Kong Royce Yu e Frederik Lee. Ad aggiudicarsi la Finale è stato Hannes Janker. Nella OK-Junior era attesa una bella prestazione di Gabriel Bortoleto, e in effetti il pilota brasiliano della CRG è stato fra i protagonisti fino alla Finale, dove proprio nel corso del primo giro è stato tradito alla “staccata” della “Esse” scivolando sull’asfalto ancora un po’ umido dopo la pioggia del giorno precedente. Un vero peccato perché Bortoleto avrebbe potuto prendersi la soddisfazione di un bel risultato, annunciato dalla sua vittoria nella Super Heat. La Finale è stata vinta da Paul Aron. Gli altri protagonisti CRG sono stati Luca Giardelli che è terminato 16mo, Alfio Spina 22mo dopo aver dimostrato sensibili miglioramenti al debutto in questa categoria, così come Enzo Trulli che ha concluso 24mo. Non sono riusciti a qualificarsi per la Finale il malesiano Adam Putera e i due americani Tyler Maxson e Elio Giovane alla loro prima esperienza in una gara combattuta e difficile come la Winter Cup.

Enzo Trulli (356) <

Nella Mini Rok i migliori risultati per CRG li ha ottenuti Hayden Lupifieri con il nono posto al termine di un bel recupero, mentre il russo Dmitry Matveev del Team Gamoto si è piazzato 16mo. L’altro russo Kostantin Krapin di CRG Holland è terminato 26mo. Qui la vittoria è stata conquistata da Andrea Kimi Antonelli. Tutti i risultati nel sito www.southgardakarting.it

> Hayden Lupifieri, Mini <

27


RACING TEAM / 23ª WINTER CUP LONATO 23ª WINTER CUP KZ2

23ª WINTER CUP OK

South Garda karting (ITA). 15-218 Fbruary 2018. Air: 4ºC, Track: wet, cloudy.

South Garda karting (ITA). 15-218 Fbruary 2018. Air: 4ºC, Track: wet, cloudy.

28


23ª WINTER CUP OK-J

23ª WINTER CUP MINI

South Garda karting (ITA). 15-218 Fbruary 2018. Air: 4ºC, Track: wet, cloudy.

South Garda karting (ITA). 15-218 Fbruary 2018. Air: 4ºC, Track: wet, cloudy.

29


RACING TEAM / WSK SUPER MASTER ROUND 1 (1-4 FEBBRAIO)

ADRIA IL PRIMO APPUNTAMENTO DELLA WSK SUPER MASTER SERIES AD ADRIA KARTING RACEWAY HA SALUTATO IL RITORNO IN CRG DI PEDRO HILTBRAND CHE IN OK SI È SUBITO MESSO IN MOSTRA CON UNA BELLA PRESTAZIONE. BENE ANCHE GABRIEL BORTOLETO NELLA OK-JUNIOR

> Filipo Berto, KZ2 <

Weekend difficile ma molto produttivo per CRG Racing Team nel primo appuntamento della WSK

suo debutto di stagione su CRG-Tm e fra i più veloci in assoluto fin dalle prove, dove nella sua sessione di qualificazione ha fatto registrare il miglior tempo e nel computo totale il secondo crono assoluto. Purtroppo nella prima manches di qualificazione Hiltbrand è stato subito spedito fuori pista da un avversario che era scivolato su una pozza d’acqua, e questo ha inciso sulla sua posizione arretrata nel ranking delle manches. Nella sua Prefinale Hiltbrand si è poi piazzato quarto, in Finale sesto. Fra i migliori anche l’inglese Callum Bradshaw, anche questi su CRG-TM, nono nella classifica finale dopo aver rimontato 10 posizioni. Alle prese con qualche problema invece l’argentino Franco Colapinto e Kilian Meyer, rispettivamente 28mo e 29mo, Costretto alla resa in Prefinale Andrea Rosso (CRG-Parilla) per

Super Master Series ad Adria Karting Raceway, dove al via di questa nuova stagione agonistica sono stati diversi gli spunti interessanti nel programma di sviluppo tecnico della casa italiana. A mettersi in mostra fra i piloti CRG sono stati soprattutto Pedro Hiltbrand nella categoria OK e Gabriel Bortoleto nella OKJunior, insieme agli altri compagni di squadra che però hanno dovuto confrontarsi maggiormente con la sfortuna. Il meteo purtroppo non ha certamente aiutato la migliore messa a punto dei mezzi, il sole è tornato a splendere solamente domenica dopo la pioggia e il gran freddo di inizio weekend. Nella OK era molto atteso il ritorno di Pedro Hiltbrand, al

30


> Callum Bradshaw, OK <

L’INTERVISTA PEDRO HILTBRAND, CAT «Per me è stato un buon ritorno con CRG, il mio miglior tempo fatto segnare nelle prove di qualificazione del mio gruppo è stato un segnale molto incoraggiante. Non è stato però un weekend facile per me, era un po’ di tempo che non correvo. Però sono molto contento del lavoro che stiamo facendo in CRG, il risultato arriverà, ne sono certo. Sono ottimista per quando inizierà la stagione internazionale». > Nicholas Pujatti, Mini <

un problema tecnico mentre si stava rivelando protagonista della gara. A vincere la Finale della OK è stato Hannes Janker.

Buona la prova di Filippo Berto, 14mo dopo aver rimontato 6 posizioni, e di Alessandro Giardelli, 16mo. Emilien Denner (Kalì-Kart) si è piazzato 25mo anche a causa di una penalizzazione. In questo appuntamento della WSK Master Series in KZ2 non ha potuto prendervi parte il due volte Campione del Mondo della CRG Paolo De Conto, impegnato in un evento di karting in Messico che il pilota italiano ha onorato al meglio cogliendo ancora una vittoria. La Finale è stata vinta da Alex Irlando.

Nella OK-Junior Gabriel Bortoleto (CRG-Tm) è stato autore di una grande prestazione, sempre fra i più veloci per tutto il weekend. Il giovane pilota brasiliano della CRG ha concluso la Finale al sesto posto, ma con un po’ più di fortuna poteva finire sul podio dopo aver più volte occupato la terza posizione. Nella OK-Junior non sono riusciti a qualificarsi per la Finale Luca Giardelli ed Enzo Trulli, così come Alfio Spina per una penalità di troppo dopo le manches. La Finale è stata vinta da Kiril Smal.

Nella 60 Mini il miglior risultato per CRG è arrivato da Nicholas Pujatti, settimo con il Team CRG Gamoto sul traguardo della Finale al termine di una gara molto combattuta. Qui a vincere è stato Martinius Stenshorme. Tutti i risultati nel sito www.wsk.it

In KZ2 il migliore fra i piloti CRG è stato lo svedese Benjamin Tornqvist di CRG Holland, decimo sul traguardo della Finale.

31


RACING TEAM / WSK SUPER MASTER ROUND 1 WSK SUPER MASTER KZ2

WSK SUPER MASTER OK

Adria Karting Raceway (ITA). 1-4 February 2018. Air: 9ยบC, Track: dry, sunny.

Adria Karting Raceway (ITA). 1-4 February 2018. Air: 9ยบC, Track: dry, sunny

32


WSK SUPER MASTER OK-J

WSK SUPER MASTER MINI

Adria Karting Raceway (ITA). 1-4 February 2018. Air: 9ยบC, Track: dry, sunny

Adria Karting Raceway (ITA). 1-4 February 2018. Air: 9ยบC, Track: dry, sunny

33


RACING TEAM / WSK SUPER MASTER ROUND 2 (15-18 MARZO)

LA CONCA NELLA SECONDA PROVA DELLA WSK SUPER MASTER SERIES DISPUTATA A LA CONCA, CRG CONQUISTA UNA SPLENDIDA VITTORIA IN KZ2 CON PAOLO DE CONTO E ANCHE UN DOPPIO PODIO IN OK CON PEDRO HILTBRAND E IN OK-JUNIOR CON GABRIEL BORTOLETO

> Pedro Hiltbrand, OK <

A La Conca la WSK Super Master Series ha disputato la

in Finale. In classifica De Conto è balzato al comando della Serie.

seconda prova della stagione dopo aver dovuto saltare la scorsa gara di Lonato per neve, e nel Sud d’Italia il clima è stato certamente di diverso tenore, con un bel sole primaverile che ha permesso a tutti di esprimersi nelle migliori condizioni di competitività.

Sempre in KZ2 una buona prova l’hanno disputata Benjamin Tornqvist, 11mo con CRG Holland, e Emilien Denner, 14mo su Kalì-Kart-Tm. L’altro pilota ufficiale CRG, Alessandro Giardelli, dopo una brillante qualifica, in Finale ha concluso 22mo, mentre Marco Valenti si è piazzato 27mo.

In KZ2 il maggior protagonista della categoria è stato Paolo De Conto, che al suo debutto nel WSK 2018 è andato a conquistare su CRG-Tm una spettacolare vittoria al termine di un duello molto serrato e vinto su Marco Ardigò, al rientro dopo una lunga assenza e di nuovo molto competitivo. Il pilota campione del mondo della CRG ha dominato il weekend, dalla pole position in prova al primo posto nelle manche, alla vittoria in Prefinale e poi con il bel successo

Nella OK è stato Pedro Hiltbrand su CRG-Tm a conquistare il terzo gradino del podio al termine di una bella gara e di un weekend in crescendo dal 14mo tempo in prova e dalla settima posizione dopo le manches. Fra i piloti ufficiali CRG lo spagnolo Kilian Meyer si è piazzato ottavo, Andrea Rosso 17mo. Non è riuscito a qualificarsi per la Finale invece Franco Colapinto dopo aver disputato

34


> Paolo De Conto, KZ2 <

> Pedro Hiltbrand, OK <

> Kilian Meyer, OK <

> Andrea Rosso, OK <

> Gabriel Bortoleto, OK-J <

una buona fase di qualificazione e Callum Bradshaw per essere stato costretto al ritiro in Prefinale. Nella classifica della Serie, Hiltbrand occupa la quinta posizione, Meyer l’11ma. In OK-Junior un altro bel podio con il secondo posto lo ha ottenuto Gabriel Bortoleto. Nella categoria giovanile il pilota brasiliano su CRG-Tm è stato uno dei maggiori protagonisti, in prova con il sesto tempo e quinto dopo le manches con una vittoria. In Prefinale Bortoleto è risalito bene fino al secondo posto, inserendosi poi nel gruppo di testa della Finale portandosi anche al comando, fino a concludere in seconda posizione. Ora Bortoleto in classifica è al secondo posto a soli 36 punti dal leader. Enzo Trulli si è piazzato 17mo, mentre Alfio Spina, complice anche una penalità, per pochissimo non ha potuto superare la Prefinale. Tutti i risultati nel sito www.wskarting.it

> Emilien Denner with his technical staff, KZ <

35


RACING TEAM / WSK SUPER MASTER ROUND 2 WSK SUPER MASTER KZ2

WSK SUPER MASTER OK

World Circuit La Conca (ITA). 15-18 March 2018. Air: 16ยบC, Track: dry, slightly cloudy.

World Circuit La Conca (ITA). 15-18 March 2018. Air: 17ยบC, Track: dry, sunny.

36


WSK SUPER MASTER OK-J

WSK SUPER MASTER MINI

World Circuit La Conca (ITA). 15-18 March 2018. Air: 18ยบC, Track: dry, sunny.

World Circuit La Conca (ITA). 15-18 March 2018. Air: 18ยบC, Track: dry, sunny.

37


RACING TEAM / WSK SUPER MASTER ROUND 3 (29 MARZO-1 APRILE)

SARNO LA TERZA PROVA DELLA WSK SUPER MASTER SERIES SUL CIRCUITO INTERNAZIONALE NAPOLI DI SARNO HA OFFERTO UN ECCEZIONALE SPETTACOLO “TARGATO” CRG, SOPRATTUTTO CON PEDRO HILTBRAND SECONDO IN OK E GABRIEL BORTOLETO TERZO IN OK-JUNIOR, MA NON SOLO

> Callum Bradshaw, Andrea Rosso and Kilian Meyer, OK <

Il primo del doppio appuntamento conclusivo della

WSK Master Series a Sarno, disputato il 1. Aprile nella festività di Pasqua, per CRG si è rivelato molto interessante soprattutto nelle due categorie OK e OK-Junior, visto che sullo stesso circuito il 22 Aprile si disputerà la prima prova del Campionato Europeo. E a candidarsi fra i maggiori protagonisti dell’evento CIK-FIA sono stati proprio i

> Gabriel Bortoleto, OK-J <

38

piloti CRG, con Pedro Hiltbrand autore di una eccezionale rimonta dall’ultima posizione dopo le manche fino al secondo posto della Finale, insieme al compagno di squadra Callum Bradshaw anche questi ottimo protagonista con il quarto posto finale. Fra i migliori anche Kilian Meyer, 13mo sul traguardo, e Andrea Rosso 17mo dopo essere scattato dal fondo dello schieramento. Costretto al ritiro in Prefinale invece l’argentino Franco


> Gabriel Bortoleto, OK-J <

> Ayrton Fontecha, OK <

Colapinto, che non ha potuto esprimersi come avrebbe voluto. A salire ancora sugli allori della OK-Junior è stato il giovane brasiliano della CRG Gabriel Bortoleto, con un terzo posto in Finale anche se obiettivamente piuttosto “stretto” dopo la sua pole position in prova, la sua prima posizione dopo le Manche e la sua vittoria nella Prefinale-A. A Sarno è stato comunque un gran bel risultato complessivo quello ottenuto da Bortoleto, sempre più protagonista della categoria e in grande crescita agonistica. Nella OK-Junior non sono riusciti a qualificarsi per la Finale l’americano Tyler Maxson, Alfio Spina e il cinese Xizheng Huang. In KZ2 una bella prestazione complessiva l’ha ottenuta ancora una volta Alessandro Giardelli, altro giovane emergente del Racing Team CRG, che si sta facendo sempre più notare nella categoria più prestazionale con il cambio. Il suo risultato in Finale è stato l’11mo posto ma dopo aver recuperato ben 17 posizioni. Giardelli però avrebbe potuto ottenere molto di più se non fosse incappato in uno sfortunato ritiro in Prefinale dopo il quarto posto in prova e il terzo posto dopo le manche. Fra gli altri piloti con i colori CRG, con la 12ma posizione ha concluso Ciro Mollo, con la 14ma Andrea Dalè, con la 19ma Marco Valenti, mentre Benjamin Tornqvist in Finale è stato costretto subito al ritiro dopo il buon quarto posto ottenuto in Prefinale. Tutti i risultati nel sito www.wskarting.it

> Pedro Hiltbrand, OK <

39


RACING TEAM / WSK SUPER MASTER ROUND 3 WSK SUPER MASTER KZ2

WSK SUPER MASTER OK

International Circuit Napoli (ITA). 29 March-1 April 2018. Air: 19ยบC, Track: dry, sunny.

International Circuit Napoli (ITA). 29 March-1 April 2018. Air: 18ยบC, Track: dry, slightly cloudy.

40


WSK SUPER MASTER OK-J

WSK SUPER MASTER MINI

International Circuit Napoli (ITA). 29 March-1 April 2018. Air: 18ยบC, Track: dry, sunny.

International Circuit Napoli (ITA). 29 March-1 April 2018. Air: 19ยบC, Track: dry, slightly cloudy.

41


RACING TEAM / WSK SUPER MASTER ROUND 4 (5-8 APRILE)

SARNO SUL CIRCUITO INTERNAZIONALE NAPOLI DI SARNO NELLA CLASSIFICA FINALE DELLA WSK SUPER MASTER SERIES NELLA OK-JUNIOR BORTOLETO SI PIAZZA SECONDO, NELLA OK PEDRO HILTBRAND È QUINTO CAUSA UN FUORIPISTA, MENTRE IN KZ2 PAOLO DE CONTO CONCLUDE TERZO IN CAMPIONATO

Anche nella quarta e ultima prova della WSK Super Master Series disputata nel secondo weekend consecutivo sul Circuito Internazionale Napoli di Sarno, le prestazioni dei piloti CRG sono state di assoluto rilievo, in lotta per il titolo in tutte le categorie e soprattutto pronti ad affrontare da protagonisti l’imminente inizio dei Campionati Europei CIK-FIA.

GRANDE BORTOLETO OK-JUNIOR. In OK-Junior le aspettative CRG erano riposte soprattutto in Gabriel Bortoleto, e il giovane pilota brasiliano si è confermato fra i più veloci anche in questa occasione, conquistando la prima posizione al termine delle manches di qualificazione dopo una sessione di prove un po’ difficile. Assolutamente strepitosa la Finale di Bortoleto, conclusa con uno spettacolare secondo posto dalla 16ma posizione di partenza per un fuoripista nella Prefinale. In

classifica di campionato Bortoleto ha concluso al secondo posto ad un solo punto di distacco, confermandosi ormai maturo per potersi inserire fra i maggiori protagonisti del prossimo Campionato Europeo che inizierà il 22 aprile proprio da Sarno. Degli altri piloti CRG, Adam Putera in Finale si è piazzato 23mo. Sfortunatissimo invece Alfio Spina, in grande crescita agonistica e a Sarno autore della sua prima pole position nella Junior. Determinato a ben figurare, Spina è però incappato in un incidente in Prefinale-B che gli ha tolto la soddisfazione di disputare la Finale. Non sono riusciti a classificarsi per la Finale anche Xizheng Huang, Enzo Trulli, Tyler Maxson e Elio Giovane. La Finale è stata vinta da Paul Aron, mentre il Campionato è andato a Gabriele Minì. NELLA OK HILTBRAND TRADITO DA UN FUORIPISTA. Nella OK Pedro Hiltbrand non è

> Javier Sagrera, OK <

> Olin Galli, OK <

42


riuscito a concretizzare la quinta posizione in griglia di partenza della Finale per un fuoripista nella bagarre del primo giro che gli ha fatto perdere posizioni preziose. Anche questa prova di Hiltbrand rimane comunque assolutamente positiva, condizionata nelle manches da un incidente che non lo ha fatto partire da una migliore posizione in Prefinale, conclusa comunque con un eccellente terzo posto conquistato di forza. In Finale Hiltbrand è terminato quinto, e quinto anche in classifica di campionato. Nella Finale Kilian Meyer si è piazzato 17mo, Ayrton Fontecha 23mo, Andrea Rosso 25mo, mentre Franco Colapinto è stato costretto al ritiro. In un incidente in Prefinale sono rimasti coinvolti i due compagni di squadra CRG Callum Bradshaw e Olin Galli, senza conseguenze per i due piloti ma ambedue rimasti esclusi dalla Finale. Javier Sagrera del Team M2 Racing Karts dopo una buona fase di qualificazione in Finale si è piazzato 13mo. La Finale è stata vinta da Hannes Janker, che si è aggiudicato anche il Campionato. IN KZ2 DE CONTO GRAN COMBATTENTE. Nella categoria più prestazionale, la KZ2, Paolo De Conto è stato autore di un recupero

travolgente nell’ultimo weekend della WSK Super Master Series, dalle prove di qualificazione fino a metà della Finale quando ha intrapreso un gran duello con Alex Irlando per difendere la sua seconda posizione alle spalle di Ardigò. Alla fine De Conto ha dovuto cedere a Irlando e poco dopo nella lotta per il terzo posto ha dovuto lasciare anche a Hajek la terza posizione e accontentarsi del quarto posto. In Campionato De Conto ha concluso in terza posizione, mentre la Finale e il Campionato sono stati appannaggio di Marco Ardigò. Fra i piloti privati CRG il migliore è stato Ciro Mollo 11mo, mentre con CRG Racing Team Alessandro Giardelli ha concluso la Finale in 14ma posizione, Marco Valenti in 21ma. Andreas Johansson 20mo. NELLA MINI OTTIMA PROVA DI MATVEEV. Nella Mini uno dei maggiori protagonisti con i colori CRG per il Team Gamoto si è rivelato il russo Dmitry Matveev, autore della pole position e del primo posto dopo le manches. In Finale Matveev ha chiuso 13mo dopo aver ottenuto la quarta posizione in Prefinale-A. La Finale è stata vinta da Martinius Stenshorne, vincitore anche del Campionato. Tutti i risultati nel sito www.wskarting.it

43

L’ex F1 Jarno Trulli segue in veste di coach il figlio Enzo nella categoria OK-J.


RACING TEAM / WSK SUPER MASTER ROUND 4 WSK SUPER MASTER KZ2

WSK SUPER MASTER OK

International Circuit Napoli (ITA). 5-8 April 2018. Air: 26ยบC, Track: dry, sunny.

International Circuit Napoli (ITA). 5-8 April 2018. Air: 27ยบC, Track: dry, sunny.

44


WSK SUPER MASTER OK-J

WSK SUPER MASTER MINI

International Circuit Napoli (ITA). 5-8 April 2018. Air: 26ยบC, Track: dry, sunny.

International Circuit Napoli (ITA). 5-8 April 2018. Air: 25ยบC, Track: dry, sunny.

45


RACING TEAM / WSK SUPER MASTER SERIES LE CLASSIFICHE WSK MASTER SERIES KZ2 P. Nr. Driver

QH PF F

ROUND 1

ROUND 2 QH PF F

ROUND 3 QH PF F

ROUND 4 QH PF F Tot

1 151 Ardigo’ Marco

- - -

11 40 60

8 40 50

2 123 Irlando Alex

7 20 50

0 6 8

0 9 15

350 247 9 40 40 221 8 15 50 143 7 8 30 126 13 20 35 96 0 4 12 94 6 9 25 87 0 5 15 83 1 10 0 82 - - - 77 0 0 0 63 - - - 57 5 0 0 50 - - - 47 2 2 8 40 10 30 0 40 0 0 4 36 0 0 9 34 0 0 0 33 0 7 7 32 0 1 20 22 0 0 10 17 - - - 16 3 6 5 15 - - - 13 - - - 10

3 150 De Conto Paolo

- - -

- - -

12 50 70

4 159 Hajek Patrik

- - -

- - -

10 20 40

5 128 Puhakka Simo

0 0 0

0 0 30

11 30 10

6 129 Vigano’ Matteo

6 0 3

10 0 0

9 0 0

7 109 Renaudin Adrien

9 30 20

3 0 9

0 0 7

8 144 Abbasse Anthony

10 7 9

- - -

5 10 6

9 110 Leuillet Tom

0 4 0

0 8 12

6 8 25

10 101 Iacovacci Francesco 0 5 15

4 20 0

2 5 20

11 143 Lammers Bas

- - -

7 2 20

3 15 30

12 102 Ippolito Paolo

4 1 8

1 30 15

0 0 4

13 155 Palomba Giuseppe - - -

8 9 40

- - -

14 125 Longhi Riccardo

5 1 10

4 6 12

0 2 5

15 106 Lorandi Leonardo 8 9 30

- - -

- - -

16 118 Skaras Emil

0 7 7

7 2 0

1 0 4

17 137 Iglesias Jeremy Emmanuel - - -

- - -

- - -

18 127 Piccini Alessio

6 0 4

0 0 0

2 8 12

19 121 Dahlberg Alexander 5 10 10

0 0 0

0 0 0

20 133 Tornqvist Persson 3 6 6

0 10 0

0 0 8

21 113 Giardelli Alessandro 0 0 0

9 0 6

0 3 0

22 126 Maximilian Paul

0 0 1

0 0 0

0 0 0

23 160 Mollo Ciro

- - -

2 0 5

- - -

24 117 Fife Joshua

0 0 0

0 5 0

1 7 3

25 114 Vasile Daniel

0 0 0

0 0 0

0 0 1

26 108 Benavides Brad

0 - -

- - -

0 4 9

27 131 Schmitz Alexander 0 3 7

- - -

- - -

11 50 80

12 60 60

WSK MASTER SERIES OK

46

P. NR. DRIVER

ROUND 1 H PFA PFB F

ROUND 2 H PFA PFB F

ROUND 3 H PFA PFB F

1 236 Janker Hannes

9 - 30 50

3 8 - 30

0 - 40 15 13 60 - 80

2 201 Nielsen Nicklas

5 - 20 20 11 30 - 60 12 40 - 25

3 223 Edgar Jonny

1 - 9 8

4 243 Milell Noah

6 Dsq - -

7 20 - 6

8 30 - 30

5 241 Hiltbrand Pedro

0 9 - 10

0 5 - 40

6 20 - 40

6 255 Travisanutto Lorenzo

4 30 - 30

5 40 - 15 11 - 0 8

7 250 Vidales Ajenjo David

10 20 - 15 0 7 - 0

8 207 Coluccio Luigi

0 - 0 -

0 0 - 0

3 - 50 0

9 227 Maloney Zane

0 - 2 3

0 - 0 -

4 15 - 70

10 225 Stanek Roman

0 10 - 9

9 0 - -

9 - 30 20

11 222 Patterson Dexter

8 2 - 0 10 - 30 0

1 - 0 -

12 212 Kremers Marijn

0 - 7 5

0 1 - 0

0 7 - 3

13 238 Meyer Kilian

0 - 0 0

1 10 - 3

0 - 20 12

14 281 Lulham Christopher

8 - 40 10 10 50 - 50

2 9 - 5

- - - -

0 6 - 7

0 10 - 10

15 204 Van Der Helm Tijmen 0 - 0 0

0 - 5 0

0 - 9 6

16 211 Bradshaw Callum

0 3 - 7

6 - 10 20 0 0 - -

17 235 Joyner Tom

0 7 - 1

0 - 20 12 0 3 - 0

18 221 Van Berlo Glenn

0 - 10 0

0 9 - 0

0 0 - -

19 271 Thompson Harry

- - - -

0 0 - 8

0 0 - -

20 218 Rozenfeld David

0 0 - 0

0 4 - 0

0 - 15 7

21 254 Michelotto Mattia

0 0 - -

0 0 - -

0 6 - 1

22 205 Marseglia Leonardo

0 8 - 6

0 - 7 9

0 2 - 0

23 228 Gustafsson Viktor

0 6 - 4

2 - 2 0

0 - 5 0

24 251 Civico Genis

0 4 - 2

0 0 - -

0 8 - 9

244 Nord Gabriel

0 0 - -

0 - 0 -

5 - 10 4

229 Sagrera Javier

0 - 0 0

- - - -

0 0 - 0

206 Vaskelis Kasparas

0 1 - 0

0 3 - 5

0 0 - -

ROUND 4 H PFA PFB F

TOT

338 12 - 60 40 335 4 - 20 7 217 9 50 - 50 216 1 40 - 35 206 5 30 - 25 203 8 - 50 60 186 10 - 40 30 133 6 - 8 0 108 0 - 10 0 97 0 - 30 1 82 3 20 - 15 61 0 - 6 4 56 0 9 - 10 52 11 15 - 3 49 0 - 0 - 46 0 0 - - 43 0 10 - 9 38 2 - 15 12 37 0 3 - 6 35 0 7 - 20 34 0 1 - 0 33 0 6 - 2 27 0 - 0 - 23 0 4 - 0 23 7 8 - 8 23 0 - 9 5 23


WSK MASTER SERIES OK JUNIOR P. NR. DRIVER

ROUND 1 H PFA PFB F

ROUND 2 H PFA PFB F

ROUND 3 H PFA PFB F

1 346 Miniâ&#x20AC;&#x2122; Gabriele

0 30 - 30 10 - 20 60 11 - 30 20

2 355 Bortoleto Gabriel

3 - 10 10 11 40 - 30

3 326 Aron Paul

9 - 9 20

9 6 - 0

2 30 - 40

4 314 Smal Kirill

7 - 30 50

6 - 40 9

10 50 - 10

5 304 Barnard Taylor

0 - 20 12 2 - 0 -

0 15 - 30

6 325 O Sullivan Zak

4 10 - 15

8 - 30 20

3 - 50 0

7 330 Hadrien David

5 - 6 5

0 30 - 0

6 20 - 70

8 313 Beganovic Dino

0 0 - -

3 20 - 12 12 10 - 25

9 332 Lomko Vlad

0 - 0 1

- - - -

10 317 Bernier Victor

0 - 3 0

0 8 - 0

- - - -

11 367 Van Hoepen Laurens

0 - 0 -

0 3 - 7

7 - 40 9

12 302 Dufek Josh

0 - 0 0

0 - 0 6

9 - 20 0

13 357 Mallet Evann

2 0 - 0 7 9 - 40 0 Dsq - -

8 40 - 50

0 - 4 7

14 391 Dimitrov Georgi

- - - -

- - - -

15 370 Meguetounif Sami

0 - 0 -

- - - -

0 - 10 15 0 7 - 0

328 Dunne Alex

0 0 - -

0 - 8 0

0 6 - 6

17 375 Bosco Luca

0 - 8 9

0 - 6 0

0 2 - 4

18 310 Andreasson Norton

0 - - -

0 - 9 1

5 - 9 12

19 360 Griggs Luca

0 20 - 4

0 5 - 0

- - - -

20 397 Montoya Sebastian

- - - -

0 - 0 -

- - - -

21 329 Kharitonov Tikhon

0 4 - 0

0 - 0 -

0 - 15 5

22 301 Kattoulas Alexandros

0 0 - 0

0 - 0 -

4 9 - 0

343 Weug Maya

0 0 - -

0 - 10 15 0 0 - -

24 306 Amand Marcus

0 1 - 0

0 7 - 0

25 418 Boya Mari

- - - -

0 - 4 3

- - - -

26 308 Balzarotti Alessandro

1 - 7 7

0 0 - 0

0 0 - -

315 Askey Kai

0 - 1 0

0 4 - 4

0 - 7 0

0 5 - 1

ROUND 4 H PFA PFB F

TOT

284 12 - 9 60 283 13 60 - 80 278 0 - 20 0 232 6 - 60 50 195 11 40 - 0 191 0 15 - 0 157 9 50 - 0 141 10 - 40 40 102 0 - 50 25 86 0 3 - 0 69 0 10 - 20 65 - - - - 58 4 - 7 15 51 0 9 - 30 46 5 20 - 1 46 3 6 - 6 44 0 0 - 7 43 1 4 - 8 42 7 30 - 0 37 0 - 4 0 28 0 7 - 5 25 0 0 - - 25 0 - 10 0 24 0 - 15 0 22 0 - 2 4 21 0 2 - 3 21 8 - 30 35

WSK MASTER SERIES MINI

47

P. NR. DRIVER

ROUND 1 H PFA PFB F

ROUND 2 H PFA PFB F

1 551 Stenshorne Martinius

0 - 30 50 11 30 - 10

ROUND 3 H PFA PFB F

ROUND 4 H PFA PFB F

0 - 20 50

348 5 50 - 60 300 0 20 - 30 243 9 40 - 50 187 12 - 40 40 133 10 - 60 35 126 0 10 - 15 124 6 - 50 12 113 0 7 - 0 108 0 - 9 25 104 0 0 - - 88 4 - 30 20 87 3 6 - 0 86 0 0 - - 83 13 30 - 8 80 11 0 - - 77 0 9 - 0 71 2 - 10 6 59 0 - 0 - 57 0 - 20 4 47 0 5 - 5 40 0 - 0 - 38 0 0 - - 36 8 - 8 0 36 0 - 15 10 32 0 - 2 0 31 0 15 - 9 31

2 577 Kucharczyk Tymoteusz 10 13 - 30 10 - 7 60

0 - 30 25

3 501 Antonelli Andrea Kimi 4 0 - -

9 40 - 8

12 50 - 70

0 - 40 40 0 - 8 0

4 547 Pasiewicz Karol

0 - - -

5 519 Bergstrom Joel

7 - 14 4

0 - 0 -

1 - 15 0

6 558 Costantino Gianluca

2 12 - 2

5 0 - -

0 - 0 -

7 503 Kutskov Kirill

0 1 - 0

0 6 - 4

8 40 - 40

8 539 Mazzola Rocco

5 - 13 5

0 - 8 9

0 - 5 0

9 534 Bertuca Cristian

1 - 3 0

0 - 10 20 7 - 40 20

10 509 Irfan Coskun

0 14 - 8

8 - 0 - 10 30 - 0

11 533 Weywadt Jonathan

0 11 - 0

0 - 20 12

0 15 - 30

12 502 Eyckmans Ean

0 9 - 0

0 - 3 0

5 - 6 10

13 504 Flack Marcos

0 - 11 0

7 20 - 15

2 10 - 12

14 538 Cimenes Jacopo Giuseppe 0 - 7 0

0 - 0 0 11 - 50 15

15 515 Matveev Dmitry

0 6 - 3

0 9 - 0

16 619 Iancu Alexandru

- - - -

6 - 30 30 - - - -

17 550 Badoer Brando

9 - 15 20 0 7 - 0

0 9 - 2

18 516 Bohra Akshay Arjun

0 - 8 7

0 0 - -

6 20 - 0

19 570 Pulito Francesco

0 30 - 12 4 - 0 -

0 - 7 4

20 526 Elkin Ariel

0 - 10 10 0 - 2 1

0 - 0 -

21 523 Gubenko Alexander

0 - 0 -

0 - 9 7

22 574 Cepil Igor

3 - 20 15 0 - 0 -

0 - 0 -

23 562 Filaferro Andrea

0 - 9 6

0 2 - 3

4 3 - 9

568 Al Azhari Keanu

0 2 - 0

2 - 6 6

0 5 - 6

0 - - -

1 10 - 7

25 557 Piekutowski Barlomiej 0 3 - 0

0 0 - 0

0 - 3 1

26 514 Pujatti Nicholas

0 - 12 9

0 3 - 5

0 - 0 -

542 Johnson Nikita Andreas 0 - 0 -

0 0 - 0

0 7 - 0

7 60 - 80

TOT


RACING TEAM / DEUTSCHE KART MEISTERSCHAFT ROUND 1

LONATO AL SOUTH GARDA KARTING DI LONATO I PILOTI CRG NELL’APERTURA DEL DKM PARTONO ALLA GRANDE IN GARA-1 CON TRULLI NELLA OK-JUNIOR, HILTBRAND IN KZ2 E DENNER NELLA KZ2 CUP, CHE POI OTTIENE UNA CLAMOROSA DOPPIETTA. NELLA OK BENE HAVERKORT (ZANARDI) E ROSSO

> Enzo Trulli, OK-J <

CRG grande protagonista a Lonato per l‘apertura

pilota F1 si è aggiudicato Gara-1, dove ha brillato anche Alfio del Campionato Tedesco DKM, che al South Garda Karting si è Spina con il settimo posto, oltre a Leonardo Bertini Colla (al presentato con oltre 180 piloti, nuovo record di partecipazione rientro in CRG) con la 12ma posizione, e il cinese Xizhang per la serie tedesca nelle quattro categorie OK-Junior, OK, KZ2 e Huang con il 13mo posto. In Gara-2 Spina si è confermato KZ2 Cup. ancora fra i migliori con il terzo posto sul podio, così come Per i colori CRG la prima del DKM avrebbe potuto rivelarsi Bertini Colla, buon quinto. Ottimo sesto ha concluso Huang, ancora più eclatante di quello che nel suo complesso le classifiche mentre Trulli si è visto retrocesso dal quarto al nono posto per raccontano, ma il successo in Gara-1 di Enzo Trulli nella OKuna penalizzazione. Gara-2 è stata vinta da Kal Askey. Junior, insieme al successo di Pedro Hiltbrand in KZ2 e l’en-plein di Emilien Denner in KZ2 Cup, hanno confermato un’ottima IN KZ2 PEDRO VINCE LA PRIMA. In KZ2 i colori CRG partenza per la casa italiana. Gara-2 non ha concesso altrettante sono stati premiati con la vittoria di Pedro Hiltbrand mattatore soddisfazioni vincenti ai piloti CRG, complice soprattutto di Gara-1, insieme a Fabian Federer di SRP Racing Team, qualche momento sfortunato come la seconda finale di KZ2, autore della pole position davanti a Hiltbrand e terzo nella complicata da qualche goccia di prima finale, oltreché dal 6 volte > Emilien Denner, KZ2 CUP < pioggia che ha fatto saltare l’iniziale vincitore del DKM Jorrit Pex che ha condotta vincente di Hiltbrand. concluso in quarta posizione. In Gara-2 Federer è stato quasi subito TRULLI TORNA ALLA VITTORIA costretto al ritiro lasciando il NELLA JUNIOR. Intanto nella testimone della testa della corsa a OK-Junior il DKM ha proposto di Hiltbrand. Due gocce di pioggia nuovo alla ribalta Enzo Trulli, al suo hanno però fatto fermare la gara per secondo successo quest’anno dopo il cambio gomme, ma in realtà il aver vinto nel recente Trofeo cambio gomme poi non c’è stato Andrea Margutti. Il figlio dell’ex perché quasi tutti hanno ripreso

48


DKM KZ - GARA 1 Lonato (ITA). 13-15 April 2018. Track: 1.200 m. P. Nr. Driver Entrant 1 260 Hiltbrand, Pedro (Esp) Crg Holland 2 236 Hold, Christoph (Aut) Maranellokart Srl 3 204 Federer, Fabian (Ita) Srp Racing Team 4 201 Pex, Jorrit (Nld) Crg Holland 5 223 Schmitz, Alexander (Deu) Alexander Schmitz 6 240 Skäras, Emil (Swe) Energy Corse Srl

Equipment Gap Best Lap Crg/Tm/Vega 21 Laps 46,073 Maranello/Modena/Vega 1,356 46,080 Crg/Tm/Vega 2,984 46,073 Crg/Tm/Vega 3,738 46,010 Tony Kart/Vortex/Vega 4,018 46,070 Energy/Tm/Vega 4,144 45,977

DKM KZ - GARA 2 Lonato (ITA). 13-15 April 2018. Track: 1.200 m. P. Nr. Driver Entrant 1 221 Stell, Daniel (Deu) Mach1 Motorsport 2 203 Pex, Stan (Nld) Crg Holland 3 201 Pex, Jorrit (Nld) Crg Holland 4 251 Habulin, Kristijan (Hrv) Kk1 5 240 Skäras, Emil (Swe) Energy Corse Srl 6 231 Paul, Maximilian (Deu) Dr Srl

Equipment Mach1/Tm/Vega Crg/Tm/Vega Crg/Tm/Vega Tb Kart/Tm/Vega Energy/Tm/Vega Dr/Modena/Vega

Gap 21 Laps 3,216 22,224 27,006 29,797 30,917

Best Lap 48,660 48,604 48,341 48,763 48,559 48,620

N.B. complete risults on website www.kartcrg.com

con gomme slick e con la fiducia che la pista tornasse asciutta. Così fiducioso però non è stato Daniel Stell, che con gomme rain è riuscito a beffare tutti i rivali e andare a vincere la gara, conclusa di nuovo sotto una leggera pioggia. Stan Pex era riuscito a recuperare fino ad andare a guadagnare la testa della corsa, ma alla fine ha dovuto soccombere a Stell aiutato proprio nel finale da un’altra spruzzata d’acqua. Sul podio è salito comunque Stan Pex, ottimo secondo, e anche Jorrit Pex, terzo. Hiltbrand ha concluso 13mo. Fra i migliori anche Jean Luyet con il decimo posto e Max Tubben con l’11mo. Alessandro Giardelli, molto veloce in prova con il quarto tempo assoluto, si è piazzato ottavo in Gara-1 e 17.mo in Gara-2. IN KZ2 CUP SPOPOLA DENNER. In KZ2 Cup ha dominato la scena Emilien Denner con il telaio Kalì-Kart, più veloce in assoluto in prova e poi autore di una impeccabile doppietta vincente sia in Gara-1 che in Gara-2. Con il telaio CRG il migliore è stato Thomas Neumann di SRP Racing Team, sesto in Gara-1 e quinto in Gara-2. Nella top-ten con CRG anche Giorgio Amati, ottavo in Gara-1 e settimo in Gara-2. IN OK HAVERKORT E ROSSO SUL PODIO DI GARA-1. Nella OK, dopo una buona qualifica di Kas Haverkort con il quarto tempo (campione lo scorso anno nella Junior con CRG e quest’anno in OK al volante del telaio Zanardi), e di Andrea Rosso con il settimo tempo, in Gara-1 Haverkort ha poi concluso con la quarta posizione e Rosso con la quinta guadagnando il podio a 5 del DKM, mentre in Gara-2 Haverkort si è dovuto accontentare del settimo posto e Rosso del 17mo. Ambedue le finali sono andate al vice Campione Europeo Junior Harry Thompson. Tutti i risultati nel sito www.kart-dm.de/en/home/

49

DKM OK - GARA 1 Lonato (ITA). 13-15 April 2018. Track: 1.200 m. P. Nr. Driver Entrant 1 39 Thompson, Harry (Gbr) Ricky Flynn Motorsport 2 86 Sasse, Hugo (Deu) Tb Racing Team 3 46 Nielsen, Nicklas (Dnk) Ksm Schumacher Racing 4 30 Haverkort, Kas (Nld) Zanardi Racing Team 5 18 Rosso, Andrea (Ita) Crg Holland 6 42 Maloney, Zane (Brb) Ricky Flynn Motorsport

Equipment Gap Best Lap Kart/Vortex/Vega 21 Laps 46,681 Kart Republic/Iame/Vega 0,066 46,393 Tony Kart/Vortex/Vega 0,335 46,708 Crg/Tm/Vega 0,519 46,547 Crg/Tm/Vega 1,205 46,705 Kart/Vortex/Vega 1,761 46,611

DKM OK - GARA 2 Lonato (ITA). 13-15 April 2018. Track: 1.200 m. P. Nr. Driver Entrant 1 39 Thompson, Harry (Gbr) Ricky Flynn Motorsport 2 36 Van Der Helm, Tijmen (Nld) Ksm Schumacher Racing 3 86 Sasse, Hugo (Deu) Tb Racing Team 4 42 Maloney, Zane (Brb) Ricky Flynn Motorsport 5 66 Zug, Marius (Deu) Tb Racing Team 6 15 Maisch, Luca (Deu) Tb Racing Team

Equipment Gap Fa Kart/Vortex/Vega 21 Laps Tony Kart/Vortex/Vega 0,046 Kart Republic/Iame/Vega 0,048 Fa Kart/Vortex/Vega 0,917 Kart Republic/Parilla/Vega 1,169 Kart Republic/Iame/Vega 3,197

Best Lap 46,963 47,006 46,994 47,002 47,003 46,899

N.B. complete risults on website www.kartcrg.com

DKM OK JUNIOR - GARA 1 Lonato (ITA). 13-15 April 2018. Track: 1.200 m. P. Nr. Driver Entrant 1 119 Trulli, Enzo (Ita) Crg Holland 2 138 Askey, Kai (Gbr) Ricky Flynn Motorsport 3 152 Soldatov, Maksim (Rus) Ward Racing 4 124 Højgaard, Mikkel (Dnk) Ksb Racing Team 5 1 42 Pizzi, Francesco (Ita) Birel Art Racing Srl 6 139 O´Sullivan, Zak (Gbr) Ricky Flynn Motorsport

Equipment Gap Best Lap Crg/Tm/Vega 17 Laps 48,348 Fa Kart/Vortex/Vega 0,668 48,145 Tonykart/Vortex/Vega 1,114 47,945 Kosmic/Vortex/Vega 1,597 48,060 Birel Art/Tm/Vega 1,750 48,109 Fa Kart/Vortex/Vega 1,954 48,206

DKM OK JUNIOR - GARA 2 Lonato (ITA). 13-15 April 2018. Track: 1.200 m. P. Nr. Driver 1 138 Askey, Kai (Gbr) Ricky Flynn Motorsport 2 139 O´Sullivan, Zak (Gbr) Ricky Flynn Motorsport 3 120 Spina, Alfio Andrea (Ita) Crg Holland 4 157 Villa, Edoardo Ludovico (Ita) Tbkart Srl 5 153 Bertini Colla, Leonardo (Ita) Crg Holland 6 146 Huang, Xizhang (Chn) Crg Holland N.B. Complete Risults On Website www.kartcrg.com

Equipment Fa Kart/Vortex/Vega Fa Kart/Vortex/Vega Crg/Tm/Vega Tb-Kart/Tm/Vega Crg/Tm/Vega Crg/Tm/Vega

Gap 17 Laps 0,139 1,107 1,766 2,810 2,997

Best Lap 48,367 48,332 48,427 48,327 48,456 48,410


RACING TEAM / DEUTSCHE KART MEISTERSCHAFT ROUND 2

WACKERSDORF IN KZ2 VINCONO STAN PEX E TORNQVIST, IN TESTA ALLA CLASSIFICA SI CONFERMA JORRIT PEX. IN KZ2 CUP UNA VITTORIA PER DENNER CHE MANTIENE IL COMANDO IN CAMPIONATO. NELLA OK BENE HAVERKORT E ROSSO, IN OK-JUNIOR DEBUTTO POSITIVO PER SCIONTI

A Wackersdorf si è disputata la seconda prova del Campionato DKM e CRG si è confermata

protagonista CRG Toni Tschentscher di SRP Racing. In questa seconda gara sul podio a cinque del DKM sono saliti ancora Stan Pex (che ha utilizzato gomme rain) con il quarto posto e Federer con il quinto. Jorrit Pex si è classificato settimo confermandosi in testa alla classifica dopo gli altri due piazzamenti ottenuti a Lonato. Giardelli ha concluso 18mo. In Campionato dominano i colori CRG: al comando c’è Jorrit Pex con 88 punti, seguito da Fabian Federer con 82 e Stan Pex con 74.

ancora fra i maggiori protagonisti della serie tedesca dopo la prima prova di metà aprile a Lonato. KZ2. In KZ2 a mettersi subito in mostra fin dalle prove di qualificazione sono stati Jorrit Pex (CRG Holland), Fabian Federer (SRP Racing Team) e Alessandro Giardelli con i tre migliori tempi nel Gruppo 1 e Benjamin Tornqvist-Persson e Stan Pex, ambedue con CRG Holland, con le due migliori prestazioni del Gruppo 2. Un dominio per i colori CRG che è proseguito poi nelle manches e soprattutto nelle Finali. In Gara-1 la vittoria è andata a un eccellente Stan Pex, con Federer al terzo posto e Jorrit Pex al quarto, mentre Tornqvist si è piazzato 13mo e Giardelli 16mo. In Gara-2 le condizioni variabili del tempo hanno favorito le scelte tecniche di Tornqvist, che con gomme di tipo slick ha potuto conquistare la vittoria davanti all’altro

KZ2 CUP. Dopo l’en-plein in KZ2 Cup di Emilien Denner a Lonato con il telaio Kalì-Kart, il giovane pilota francese si è rivelato grande protagonista anche nella seconda prova di Wackersdorf, con la vittoria in Gara-1 dopo aver conquistato la pole position in prova. In Gara-2 Denner è stato costretto al ritiro a causa di una serie di contatti, ma la sua prestazione complessiva a Wackersdorf

> Ben Tornqvist-Persson, KZ <

> Stan Pex, KZ <

50


DKM KZ - GARA 1

gli consente di mantenere la testa della classifica con 110 punti, davanti al rivale Alessio Curto, vincitore di Gara-2 a Wackersdorf, ora al secondo posto con 89 punti.

Wackersdorf (DEU). 11-13 May 2018. Track: 1.190 m. P. Nr. Driver Entrant Equipment 1 203 Pex, Stan (Nld) Crg Holland Crg/Tm/Vega 2 222 Dreezen, Rick (Bel) Birel Art Racing Ksw Birelart/Tm/Vega 3 204 Federer, Fabian (Ita) Srp Racing Team Crg/Tm/Vega 4 201 Pex, Jorrit (Nld) Crg Holland Crg/Tm/Vega 5 242 Kremers, Marijn (Ita) Birel Art Racing Srl Birel Art/Tm/Vega 6 223 Schmitz, Alexander (Deu) Alexander Schmitz Tony Kart/Vortex/Vega

OK. Come nella precedente prova di Lonato, nella categoria OK a Wackersdorf una bella prova sono riusciti a realizzarla Kas Haverkort e Andrea Rosso. A rivelarsi subito fra i migliori è stato Haverkort, in gara con il team Zanardi, concretizzando un bel risultato in Gara-1 con il terzo posto e in Gara-2 con la seconda posizione. Rosso ha dovuto invece impegnarsi in un gran recupero dalle prove di qualificazioni e dalle manches, fino a guadagnare la settima posizione in Gara-1 e poi un bel terzo posto in Gara-2 alle spalle di Haverkort. Le due finali sono andate rispettivamente a Thompson e a Tauscher. In Campionato al comando è Thompson con 103 punti, Haverkort è terzo con 79 punti, Rosso è settimo con 42 punti.

Gap Best Lap 21 Laps 46,610 1,606 46,666 1,946 46,537 2,390 46,610 3,992 46,646 6,079 46,704

DKM KZ - GARA 2 Wackersdorf (DEU). 11-13 May 2018. Track: 1.190 m. P. Nr. Driver Entrant Equipment 1 217 Tornqvist-Persson, Ben (Swe) Crg Holland Crg/Tm/Vega 2 227 Tschentscher, Toni (Deu) Srp Racing Team Crg/Tm/Vega 3 232 Matisic, André (Deu) Solgat Motorsport Birelart/Tm/Vega 4 203 Pex, Stan (Nld) Crg Holland Crg/Tm/Vega 5 204 Federer, Fabian (Ita) Srp Racing Team Crg/Tm/Vega 6 242 Kremers, Marijn (Ita) Birel Art Racing Srl Birel Art/Tm/Vega

Gap Best Lap 21 Laps :47,885 8,068 47,488 9,232 47,804 13,035 47,354 14,903 47,236 15,196 48,023

N.B. complete risults on website www.kartcrg.com

DKM OK - GARA 1 Wackersdorf (DEU). 11-13 May 2018. Track: 1.190 m. P. Nr. Driver Entrant Equipment Gap 1 39 Thompson, Harry (Gbr) Ricky Flynn Motorsport Fa Kart/Vortex/Vega 21 Laps 2 57 Coluccio, Luigi (Ita) Birel Art Racing Ksw Birelart/Tm/Vega 2,141 3 30 Haverkort, Kas (Nld) Zanardi Racing Team Crg/Tm/Vega 2,571 4 13 Tauscher, Alexander (Deu) Lanari Racing Team Kart Republic/Iame/Vega 3,014 5 86 Sasse, Hugo (Deu) Tb Racing Team Kart Republic/Iame/Vega 3,028 6 36 Van Der Helm, Tijmen (Nld) Ksm Schumacher Racing Tony Kart/Vortex/Vega 4,219

Best Lap 47,097 47,266 47,334 47,195 47,248 47,547

DKM OK - GARA 2 Wackersdorf (DEU). 11-13 May 2018. Track: 1.190 m. P. Nr. Driver Entrant Equipment Gap Best Lap 1 13 Tauscher, Alexander (Deu) Lanari Racing Team Kart Republic/Iame/Vega 21 Laps 47,250 2 30 Haverkort, Kas (Nld) Zanardi Racing Team Crg/Tm/Vega 01,076 47,214 3 18 Rosso, Andrea (Ita) Crg Holland Crg/Tm/Vega 1,876 47,102 4 86 Sasse, Hugo (Deu) Tb Racing Team Kart Republic/Iame/Vega 2,008 47,335 5 42 Maloney, Zane (Brb) Ricky Flynn Motorsport Fa Kart/Vortex/Vega 6,635 47,300 6 36 Van Der Helm, Tijmen (Nld) Ksm Schumacher Racing Tony Kart/Vortex/Vega 9,145 47,515 N.B. complete risults on website www.kartcrg.com

OK-JUNIOR. Nell OK-Junior ottime prestazioni le ha fatte segnare subito Enzo Scionti, al debutto con il telaio della casa italiana e il migliore fra i piloti CRG con il sesto tempo assoluto nelle prove di qualificazione, concludendo poi le manches in 21ma posizione. Fra gli altri piloti CRG, nelle manches Leonardo Bertini Colla si è piazzato 16mo, mentre Alfio Andrea Spina non è riuscito a qualificarsi per la doppia finale dopo un incoraggiante 24mo tempo assoluto in prova. Nelle due finali, Bertini Colla è terminato nono e poi 17mo, mentre Scionti dopo essere stato subito costretto al ritiro in Gara-1, si è rifatto in Gara-2 raggiungendo la 12ma posizione. Le due finali sono state vinte da Sebastian Ogaard e da Edoardo Ludovico Villa. In Campionato al comando è Kai Askey. Bertini Colla è nono, Alfio Andrea Spina decimo. Tutti i risultati nel sito www.kart-dm.de/en/home/

DKM OK JUNIOR - GARA 1 Wackersdorf (DEU). 11-13 May 2018. Track: 1.190 m. P. Nr. Driver Entrant Equipment Gap 1 128 Øgaard, Sebastian (Dnk) Tk Racing Fa Kart/Tm/Vega 15 Laps 2 131 Dörr, Ben (Deu (Tb Racing Team Kart Republic/Parilla/Vega 2,933 3 172 Leistra, Luca (Bel) Kms Europe Kft Tony Kart/Tm/Vega 3,912 4 143 Ten Brinke, Thomas (Nld) Ricky Flynn Motorsport Fa Kart/Vortex/Vega 4,206 5 157 Villa, Edoardo Ludovico (Ita) Tbkart Srl Tb-Kart/Tm/Vega 7,939 6 160 Haralampiev, Maksim (Deu) Maxim Racing Sport Exprit/Tm/Vega 8,154

Best Lap 49,141 49,167 49,071 48,996 49,276 49,035

DKM OK JUNIOR - GARA 2 Wackersdorf (DEU). 11-13 May 2018. Track: 1.190 m. P. Nr. Driver Entrant Equipment Gap Best Lap 1 157 Villa, Edoardo Ludovico (Ita) Tbkart Srl Tb-Kart/Tm/Vega 15 Laps 1:02,335 2 131 Dörr, Ben (Deu) Tb Racing Team Kart Republic/Parilla/Vega 0,390 1:01,828 3 156 Crawford, Jak (Usa) Kosmic Racing Department Kosmic/Vortex/Vega 2,508 1:01,854 4 128 Øgaard, Sebastian (Dnk) Tk Racing Fa Kart/Tm/Vega 3,346 1:02,378 5 108 Weimann, Jule (Deu) Solgat Motorsport Birel/Tm/Vega 9,545 1:02,609 6 139 O´Sullivan, Zak (Gbr) Ricky Flynn Motorsport Fa Kart/Vortex/Vega 10,958 1:02,585

51

N.B. complete risults on website www.kartcrg.com


PRODOTTO / TEST IN PISTA

CRG HERON CRG HA RIPROPOSTO NELLE ULTIME OMOLOGAZIONI CIK-FIA UN MODELLO DI TELAIO GIÃ&#x20AC; PROTAGONISTA NEI PRIMI ANNI 2000 (AGGIORNATO E REALIZIATO CON LE ATTUALI TECNOLOGIE) CARATTERIZZATO DA GEOMETRIE PARTICOLARI

52


Si tratta forse della novità più interessante dal punto di vista tecnico nelle ultime

omologazioni. Anche se di novità non è corretto parlare, visto che il modello HERON di CRG ha già calcato le piste di tutto il mondo (e vinto molto) tra la fine degli anni ’90 e i primi anni 2000. Con le omologazioni di fine 2017 questo modello è stato riproposto, aggiornato dal punto di vista tecnico per quanto riguarda i materiali, gli accessori e le tecnologie produttive, ma fedele alle geometrie particolari nella parte centrale della scocca che lo rendono unico e riconoscibile immediatamente. Le prime gare del 2018 hanno fornito feedback eccellenti dal punto di vista dei risultati, soprattutto nelle classi direct-drive, alle quali il

telaio Heron si risvolge in modo particolare come valida alternativa ai consolidati modelli KT2 e KT4. Con Andrea Rosso, 16enne pilota ufficiale CRG nella classe OK, lo abbiamo provato sulla pista di Lonato in configurazione OK, con motore TM e pneumatici Vega. Prima di accendere il motore e scendere in pista, una prima analisi visiva del Kart evidenzia gli equipaggiamenti top di gamma di CRG, dai cerchi e accessori in magnesio, fino all’impianto frenante VEN 11 di ultima omologazione. Anche il look è il consueto della linea racing CRG, con la scocca nera opaca e il nuovo kit di adesivi. Il primo stint in pista fornisce subito riscontri positivi e conferma quanto emerso dalle prime gare del 2018: il telaio con il suo assetto

Andrea Rosso, 16 anni, è pilota ufficiale CRG dal 2017 e quest’anno è impegnato nella categoria OK con un programma agonistico molto intenso che include le principali gare WSK, il Campionato Europeo e Mondiale CIK-FIA e la Serie DKM.

53


PRODOTTO / TEST IN PISTA

Il lavoro tecnico nei test in pista viene svolto con l’ausilio della telemetria Starlane, che consente a tecnici e piloti di analizzare vari parametri, sia sul funzionamento del motore (temperature, carburazioni, velocità, curva di potenza, etc), sia sul telaio. Nel test svolto con il telaio Heron, i dati raccolti evidenziano una grande stabilità in frenata e appoggio in percorrenza di curva, fattori che contribuiscono a dare grande feeling al pilota. In nessuno dei 5 stint in pista si è evidenziato un problema di mancanza di grip, pur agendo gradualmente sul set-up per ottimizzare il bilanciamento.

standard (con assale M20, mozzi standard, piantone standard con attacco inferiore, supporti sedile e telaio posteriore basso) è subito veloce nonostante la pista sia poco gommata. Offre un ottimo feeling alla guida, mettendo in evidenza soprattutto un eccellente grip al posteriore e molta velocità nei cambi di direzione e nella percorrenza di curva. Andrea, al termine del 2° stint in pista, ci conferma queste sensazioni: «Il punto di forza che ha dimostrato il telaio Heron è la capacità di offrire un ottimo grip al posteriore, molta trazione e frenata, senza pregiudicare mai il rendimento del motore e la velocità in curva. Offre un eccezionale feeling al pilota che può spingere da subito, appare facile e leggero sul volante e questa caratteristica è quanto i nostri tecnici hanno

54

cercato con questo progetto; queste caratteristiche, infatti, sono molto utili soprattutto per il mercato delle gare nazionali, quando spesso la pista rimane poco gommata e il livello dei piloti meno professionale fa risultare questi fattori molto importanti. Davanti è abbastanza “leggero” nella configurazione di assetto standard e questa caratteristica lo rende scorrevole in curva senza compromettere la precisione e la velocità nei Sulla pista di Lonato nella parte centrale ci consente sempre intertempi molto buoni e non cambia il feeling che trasmette al pilota neanche quando montiamo pneumatici nuovi. Ovviamente, in base a quanto è gommata la pista, alle temperature di aria e asfalto, si deve variare leggermente il bilanciamento, ma per fare questo basterà lavorare sugli eccentrici per l’anteriore senza stravolgere nulla di set-up. I dati di telemetria di cui disponiamo ci consentono anche di fare alcune analisi comparative con il modello KT2 che rappresenta una garanzia per noi e i team CRG nelle classi direct-drive, il modello più utilizzato di CRG in questo segmento di mercato. Quello che spesso si evidenzia non è una differenza di prestazione a favore dell’uno o dell’altro, ma piuttosto diverse sensazioni che trasmettono al pilota e sicuramente un generale maggiore grip che però non influenza


FOCUS SULLA SCOCCA

mai il rendimento del motore. Il KT2 è più preciso davanti e forse leggermente più difficile nella gestione del bilanciamento ideale tra anteriore e posteriore, mentre il modello Heron non mette mai in difficoltà il pilota risultando più facile. L’azione sul volante con il KT2 deve essere più precisa, mentre l’Heron offre più tolleranza e (soprattutto) nelle classi giovanili con piloti più “acerbi” questa caratteristica è molto utile. L’Heron si è rivelato molto efficace anche sul bagnato, soprattutto con grande trazione e la vittoria che ho ottenuto sotto la pioggia al recente Trofeo Margutti conferma questa sensazione. Per trarre delle conclusioni da questo test e dall’esperienza che abbiamo maturato in pista in questi primi mesi dell’anno, possiamo affermare che il modello Heron è molto versatile e facile da guidare a prescindere dagli pneumatici utilizzati. Per i piloti che non l’hanno provato il mio consiglio è certamente di fare un test con un team CRG e valutare, a prescindere dalle prestazioni che si potranno ottenere, il feeling che questo telaio sa offrire al pilota. La sua versatilità consente anche un uso in KZ, anche se il focus dei nostri tecnici è stato posto sulle classi direct-drive dove l’obiettivo era proprio di offrire un telaio facile e versatile per tutte le categorie e tipologie di pista».

La scocca del telaio Heron è realizzata con tubi da 30 mm con 8 curve e un passo da 1.050 mm. Il layout è originale nella parte centrale, dove un unico tubo parte da un fusello per arrivare a quello opposto passando attraverso due curvature nella parte del serbatoio. In questa zona, quindi, non ci sono saldature e il tubo stesso è collegato ai longheroni con la parte posteriore senza traverse supplementari. Ricordiamo che CRG ha omologato per le classi direct-drive anche il diffuso KT2 con disegno della scocca più trade e tubi tutti da 30 mm e il KT4, di design simile al KT2, con tubi da 30 mm e con le traverse da 32” per un grip maggiore al posteriore.

55


AZIENDA / L’INTERVISTA

STEFAN RADNE DI RADNE MOTOR STEFAN, CON LA SORELLA MARIE, GUIDA L’AZIENDA CON SEDE A STOCCOLMA FONDATA DAL PADRE. E CHE DA OLTRE 25 ANNI È UN PUNTO DI RIFERIMENTO PER I CLIENTI CRG IN SVEZIA E NORD EUROPA

Stefan Radne ha un valido passato da pilota nel karting Internazionale, come la

sorella Marie, con la quale si divide i compiti di gestione dell’azienda Radne Motor, una vera istituzione per il mercato svedese del motorsport, non solo per il karting (telai e motori), ma anche per il settore rally, dell’abbigliamento tecnico, del drifting e di altre discipline racing. Anche se il karting è centrale nella sua attività, in quanto entrambi i figli di Stefan (Madeleine e Marcus) sono piloti nella Serie Rotax per la quale Radne Motor è anche importatore e organizzatore delle gare. Per conoscere meglio Stefan e la storia di Radne Motor, la prima cosa che gli chiediamo riguarda le informazioni principali su di lui e sulla società: «Io ho 46 anni e posso dire che tutta la mia vita è stata legata al karting, da pilota a

Stefan Radne è molto attivo nella Serie Rotax in Svezia per la quale è anche organizzatore di meeting agonistici. Nell’altra pagina, è insieme al Principe di Svezia, grande appassionato di karting e pilota della categoria DD2 con CRG.

56

operatore di settore. Mio padre ha fondato la compagnia nel 1966 e oggi entrambi i miei figli corrono in Kart nella Serie Rotax: Madeleine di 16 anni e Marcus di 14». Da quando sei dealer CRG? «Abbiamo iniziato la nostra collaborazione nel 1991, credo alla gara Internazionale di Hong Kong». Come è organizzata la tua azienda e chi sono le persone chiave? «La società è stata fondata da mio padre Leif Radne e siamo produttori dei noti motori Raket. La nostra sede, il negozio e il magazzino si trovano a Stoccolma, in Svezia. La società è gestita da me e mia sorella Marie Radne e abbiamo nove dipendenti. Siamo distributori ufficiali per Sparco, Arai e Rotax. La maggior parte delle nostre vendite sono parti di ricambio, attrezzature, abbigliamento tecnico e accessori per karting, crosskart, drifting, rally e racing. Radne Motor è anche distributore e organizzatore di Rotax Max Challenge in Svezia». Come sono i tuoi rapporti con CRG? «Abbiamo una lunga e produttiva collaborazione con CRG, nata da quando Marie correva in Formula A e questo marchio è nel nostro cuore da molto tempo». Quali sono i punti di forza dei prodotti CRG secondo te? «Le prestazioni prima di tutto, poi l’elevata qualità tecnica e, infine, lo stile e il design dei modelli 2018. Apprezziamo molto anche le consegne rapide e il servizio di assistenza che ci garantiscono». Puoi dirci come sta andando il mercato del karting nel tuo paese? Quali sono le categorie


più diffuse e quali sono le prospettive per il futuro? «Il settore sportivo in generale negli ultimi anni ha subito una flessione, ma ora sta tornando a crescere e quindi il futuro sembra migliore. Le principali categorie Karting in Svezia sono le classi Micro e Mini che utilizzano il motore Raket. Anche le classi Rotax sono ancora forti e abbiamo un buon campionato anche KZ, da dove arriva un talento come Benjamin Törnqvist Persson che ha concluso al 2º posto la World Cup KZ2 nel 2017 con un Kart CRG». Secondo te, quali sarebbero le strategie necessarie per promuovere meglio l’attività karting nel tuo paese? E a livello internazionale? «Personalmente ritengo che a livello Nazionale sia necessario rendere il karting meno costoso nelle gare locali, così più persone potrebbero partecipare e si allargherebbe la base dei praticanti. E forse semplificare anche le regole tecniche e la burocrazia legata alle corse. A livello Internazionale, invece, penso si sia sulla strada giusta per i piloti professionisti. Abbiamo bisogno dei professionisti di alto livello e della visibilità che hanno le gare CIK-FIA in modo che i giovani piloti abbiano un esempio da seguire e un obiettivo».

57


AZIENDA / L’INTERVISTA

ROBERTO ELIZONDO DI KART MEXICO ROBERTO E IL SUO SOCIO ALEJANDRO HERRERA HANNO TRASFORMATO LA LORO PASSIONE E COMPETENZA PER IL KARTING, OLTRE ALLA LORO ESPERIENZA NEL BUSINESS, IN UN’AZIENDA DIVENTATA UN PUNTO DI RIFERIMENTO DEL CENTRO AMERICA

> Giancarlo Tinini, Roberto Elizondo and Alejandro Herrera <

Roberto Elizondo è nel sottore karting da più di 45 anni. Prima come pilota in Messico e Stati

struttura, un circuito karting e una pista per il kart da noleggio qui, nella nostra città natale, a Monterey». Da quanto sei importatore CRG? «Siamo diventati rivenditori CRG per il Messico 17 anni fa attraverso il nostro grande amico e mentore, Joe Ramos, che al tempo era importatore per gli Stati Uniti (ora è in pensione). Joe è stato per noi un maestro e ci ha spiegato come entrare nel circuito principale del karting. È stato lui a presentarci Giancarlo Tinini, che ci ha fatti diventare importatori per i prodotti CRG in Messico. Questo passo ci ha permesso di fare una grandissima esperienza nel karting, non solo per tutto quello che abbiamo imparato da Giancarlo Tinini, ma anche per il fatto di essere diventati parte di una famiglia come la CRG, che consideriamo una leggenda nel mondo del karting». Come è organizzata la vostra azienda, avete una squadra corse e quali sono le persone chiave?

Uniti e in seguito come promotore di gare e operatore di settore, diventando con il suo socio Alejandro Herrera importatore CRG per il Messico con la società Kart Entretenimiento Mexico. La prima cosa che gli chiediamo è di raccontarci qualcosa sulla sua attività ed esperienza nel karting. «Fino a 18 anni fa, il karting per me era solo un hobby e portavo avanti la mia carriera professionale come avvocato insieme alla mia attività di ferramenta. Dopodiché, 15 anni fa, ho venduto l’attività e lasciato il lavoro nello studio per dedicarmi al karting come business, prima lavorando da casa, poi mettendo in piedi una società in Messico con Alejandro Herrera, il mio socio da sempre di questa grande avventura. Da quel momento in avanti l’attività è cresciuta sempre di più e, un paio di mesi fa, l’abbiamo portata a un livello successivo aprendo una nuova

58


«La nostra società Kart Entretenimiento Mexico S.A. de C.V., meglio conosciuta come Kart Mexico, è un’azienda compatta ed efficiente con base a Monterrey, in Messico, molto vicino al confine con il Texas, Stati Uniti. Siamo a circa un’ora di volo dalla CRG Nordam a Houston, Texas. Oltre che per CRG, siamo anche importatori Rotax per i motori e Mojo per le gomme per il Messico e il Centro America. Siamo anche organizzatori della Rotax Max Challenge in Messico e partner del GPI Kart Championship. Per quanto riguarda la pista, abbiamo un team che si occupa del settore dei kart a noleggio ed è guidato da Gerardo Herrera. Invece per il settore racing abbiamo Rogelio Abrego e la sua squadra con più di 20 anni di esperienza nel karting. Alejandro Herrera, il mio socio, si occupa delle vendite, Fernando Reyes è a capo del magazzino e spedizioni, mentre Francisco Morales gestisce l’amministrazione. Io invece sono il direttore generale che controlla tutti i reparti, dal magazzino alle finanze. Abbiamo anche un reparto corse, il CRG Mexico racing team, con piloti impegnati nelle classi Rotax e Honda 125 shifter, una categoria molto diffusa in Messico. Le persone chiave della squadra corse sono Alejandro Herrera insieme a Everardo Rodriguez, detto “El Gallo”, e Noel Jesus Leon, detto “El Güero”, che segue più di 12 piloti negli eventi nazionali con risultati eccellenti». Com’è il tuo rapporto con l’azienda CRG? «In una sola parola, ci sentiamo come in famiglia. Anche se CRG è una grande azienda, siamo trattati come se fossimo parte della famiglia. Possiamo parlare con loro in ogni momento, e intendo esattamente in ogni momento. Giancarlo Tinini è disponibile 24 ore al giorno ed è incredibile come risponda immediatamente alle nostre domande e ci dia indicazioni quando ne abbiamo bisogno. Tutti in CRG sono molto gentili e offrono un eccellente servizio: Nicole per il commerciale estero è sempre disponibile, così come Euan, reperibile 24/7. Una menzione speciale va a Paolo e Omar. Ogni volta che vengono in Messico per una gara, è una grande festa. Sono fantastici e rendono un grande servizio ai piloti e ai clienti CRG. Devo anche dire che ogni volta che Paolo ha corso, ha sempre conquistato il primo posto. Questo è incredibile, non per nulla è il Campione del Mondo». Quali sono, secondo te, i punti di forza dei prodotti CRG? «Prima di tutto, il nome CRG parla da sé. Con il suo palmares di Campionati del Mondo, non esiste nessun telaio karting che possa avvicinarsi a CRG. Il costante sviluppo e il

controllo qualità sono i nostri migliori strumenti di vendita. Una volta Giancarlo Tinini mi disse che CRG aveva diversi test driver, otto o nove anziché un solo pilota buono, perché CRG produce telai per tutto il mondo, quindi per tanti tipi di guida. E proprio questa è la chiave, dal momento che piloti con diversi stili di guida concordano sul fatto che CRG sia il telaio migliore». Ci puoi dire come va il mercato del karting nella vostra zona? Quali categorie sono più diffuse e che prospettive prevedi per il futuro? «Il karting in Messico sta tornando a crescere, dopo alcuni anni di difficoltà, e ora siamo ottimisti riguardo al futuro. Con un buon pilota messicano di Formula 1 come Checo Perez, il karting sta attraversando un “boom” di richieste, dal momento che molti bambini vogliono intraprendere la strada del motorsport e il karting è il miglior modo per iniziare. Quest’anno ben tre piste di ultima generazione sono state inaugurate in Messico e questo la dice lunga su quello che ci aspettiamo dall’industria del kart. Oggi le categorie più popolari sono la Honda 125cc shifter e tutte le classi Rotax, per quanto riguarda il settore entry level. Ci aspettiamo una crescita considerevole di queste classi in Messico e abbiamo intenzione di introdurre la categoria KZ per i piloti con più esperienza che vogliono correre a livello professionale». Quali pensi siano le strategie corrette per diffondere maggiormente lo sport del karting? «Penso che si debbano promuovere i due estremi delle categorie karting, ovvero l’entry level per i bambini e le categorie professionali. Tutto ciò che si sviluppa nel mezzo è già ben strutturato, mentre c’è bisogno di lavorare su programmi educativi per avvicinare i bambini di 5 anni e allo stesso tempo avere una categoria KZ top che adotti il regolamento internazionale, di modo che i piloti messicani possano gareggiare all’estero senza rimanere spiazzati dal livello che c’è in Europa. Il karting è sempre stato presente durante la mia vita e sono stato testimone della metamorfosi di questo sport nel corso degli anni. I cambiamenti e le trasformazioni sono stati enormi e ringrazio Dio, la mia famiglia, gli amici, partner e colleghi di essere stati parte di questa evoluzione. Penso che tutte le persone coinvolte in questo sport abbiano fatto qualcosa per portare il karting al livello di oggi e non vediamo l’ora di vedere che cosa ci riserverà il futuro. Potrebbe magari essere l’elettrico? Lo vedremo».

59


AZIENDA / L’INTERVISTA

MICHELE PALMISANO DI SPORTING

CLUB MARTINA EX PILOTA DI KART E DI AUTO DA CORSA, DAL 2004 È CONCESSIONARIO CRG, OLTRE A GESTIRE (CON SUCCESSO) LA PISTA TOUCH & GO DI MARTINA FRANCA

Come spesso avviene nel motorsport, Michele Palmisano,

classe 1973, ha ereditato dal padre la passione per le corse. Da giovanissimo ha debuttato nelle classi 60cc e in seguito ha corso a ottimi livelli arrivando anche nell’automobilismo. Conclusa l’esperienza da pilota, il karting si è rivelato la disciplina per rimanere nell’ambiente delle corse trasformando la sua passione in una professione, come lui stesso ci spiega: «La passione per i motori me l’ha trasmessa mio padre e nel 1984 ho disputato la mia prima gara nella 60cc Mini Kart. In seguito ho corso per vari anni in Kart, anche con molti piloti che hanno fatto la storia del nostro sport, come Trulli, Fisichella, Rossi, Beggio, Magnussen e molti altri. Dopo il Karting, ho avuto molte esperienze anche con le auto, prendendo parte a varie gare di Formula Alfa Boxer, Formula 3, Formula 2000, Coppa Renault Clio e Challenge Turismo. E dal 1992, sempre con mio padre accanto, abbiamo iniziato a lavorare nel karting fornendo assistenza tecnica e occupandoci di attività commerciali». E la collaborazione con CRG quando è iniziata? «Nel 2004 e sono quasi 15 anni che lavoriamo insieme con grande sinergia su vari progetti, dall’attività del nostro Racing team, fino ai Kart da noleggio della nostra pista Touch&Go di Martina Franca e per gli eventi Endurance. Con Giancarlo Tinini e con tutto lo staff di CRG abbiamo un ottimo rapporto».

Michele Palmisano è tra gli operatori di settore più importanti del Sud Italia. Gestisce una pista (Martina Franca), un Racing team ed è anche organizzatore di gare Nazionali ed Endurance.

60

Riguardo ai prodotti CRG, quali pensi siano i punti di forza? «Sicuramente l’elevata qualità del prodotto, che è un segno distintivo di ogni Kart e componente CRG. E questa prerogativa, apprezzata e riconosciuta dal mercato, CRG la garantisce in ogni segmento, dal Racing dove qualità e tecnologia sono alla base del successo dei suoi prodotti e dove i clienti hanno la garanzia di disporre degli stessi materiali del reparto corse CRG, fino ai prodotti come il rental Kart e i Kart entry level. Oltre al prodotto, un grande Gruppo come CRG offre anche un eccellente servizio clienti, un’ottima immagine e comunicazione e supporto tecnico, tutti fattori che contribuiscono alla soddisfazione del cliente».


La tua attività è a 360 gradi nel Karting. Piergiuseppe Scozia, Alfredo, Anna, Giuditta, Ce la puoi illustrare e parlarci delle persone chiave Graziano Bianco e mia moglie Patrizia che mi supporta del tuo staff? sempre. Ma soprattutto devo ringraziare Luigi Musio «In Puglia la nostra società è un punto di riferimento e Dino Schena con i quali mi confronto spesso». per il Karting. Abbiamo la pista Touch&Go di Come vedi la situazione di mercato attuale nel Sud Martina Franca, un impianto da circa 900 metri dove Italia e quali sono le strategie che seguiresti per facciamo gare regionali e molte attività anche con i promuovere meglio il Karting? Kart da noleggio. Presso la nostra pista, che è dotata «Le categorie che hanno un seguito maggiore nella anche di bar ristorante, officina e negozio, offriamo i nostra zona sono certamente quelle con il cambio, servizi di rimessaggio, noleggio, vendita e assistenza, anche se KZ4 e KZ3 Over andrebbero riviste cercando ma soprattutto svolgiamo molte iniziative come la una maggiore razionalizzazione. Per quanto riguarda i Scuola Kart. Siamo comunque molto attivi anche al di problemi del kart attuale sono davanti agli occhi di fuori della nostra pista, dove promuoviamo gare ed tutti, Federazioni incluse: costi troppo elevati in base al eventi come promotori sia di gare ROK, sia di gare reddito medio e troppe complicazioni tecniche già Endurance. Abbiamo anche un team nelle classi entry level. Nella 60cc, per dove attualmente corrono nelle varie esempio, almeno nella entry level categorie circa 20 piloti. Con noi servirebbe un monomarca autorevole lavorano in sede 4 collaboratori full per semplificarne l’approccio e tenere i time, oltre a 6-7 tecnici esterni che costi realmente sotto controllo. Per all’occorrenza ci seguono sulle varie piste quanto ci riguarda, cercheremo sempre e nelle manifestazioni a cui di interpretare le esigenze del mercato e partecipiamo. Sono molto legato a tutti di fare del nostro meglio per soddisfarle. SPORTING CLUB MARTINA FRANCA i ragazzi che collaborano con me, da Per questo siamo attivi anche nel Via Porcile, 57 Giuseppe Marzulli in veste sia di pilota Karting amatoriale e stiamo 74015 Martina Franca (TA), Italy che di meccanico, Niky Gargano, introducendo progetti promozionali con www.palmisanokarting.it Angelo Liuzzi, Alessandro Musio, la Serie Briggs Kart Championship, sportingclubmartina@libero.it Roberto Musio, Francesco Pilloscio, sempre con il supporto di CRG».

61


AZIENDA / L’INTERVISTA

SANTIAGO GUERRERO DI RACING

COMPONENTS IMPORTATORE CRG DAL 2008, È ATTIVO SIA NEL SETTORE RACING, SIA NELLA GESTIONE DI UN’INNOVATIVA PISTA A BOGOTÀ, CREATA ALL’INTERNO DI UN CENTRO COMMERCIALE. DOVE SI UTILIZZANO I KART ELETTRICI E-DRENALINE

Santiago Guerrero ha fatto la sua prima gara in kart a 11 anni, ma dopo un

lungo stop ha potuto comprare il suo primo kart solo molto tempo dopo, all’età di 27 anni. Da pilota di ottimo livello a operatore di settore il passo è stato breve, sia per le sue profonde conoscenze tecniche, sia per le capacità imprenditoriali che l’hanno portato ad avere relazioni commerciai anche oltre i confini della Colombia. E proprio in un meeting Internazionale, al Rotax Grand Finals del 2017, ha conosciuto Giancarlo Tinini, come lui stesso ci

Sopra, Santiago Guerrero con Vania e Giancarlo Tinini in occasione di una recente visita in azienda.

62

racconta: «Ho avuto l’opportunità di incontrare Giancarlo Tinini di persona alle Finali Rotax dove CRG era fornitore dei telai e dall’anno successivo abbiamo iniziato la nostra collaborazione, che dura da oltre 10 anni. Per il settore Racing siamo importatori CRG per la Colombia e abbiamo attività anche in Perù e le categorie dove siamo più attivi sono Rotax. Per noi è un grande onore rappresentare un brand così prestigioso e dal punto di vista commerciale abbiamo sempre avuto eccellenti riscontri grazie alla qualità dei prodotti CRG e all’immagine vincente e forte di questo brand». Quali pensi siano i punti di forza di CRG? «CRG ha vinto tantissimi titoli a livello Internazionale e nel mercato è sinonimo di qualità, affidabilità e serietà. Questi aspetti sono riconosciuti e apprezzati dai clienti. Per quanto ci riguarda, siamo molto contenti anche del servizio e del supporto che una fabbrica così importante riesce a fornirci». Dallo scorso anno avete intrapreso un progetto molto ambizioso anche con il Kart elettrico di CRG, il modello E-Drenaline. Ce ne puoi parlare? «Sì, abbiamo pianificato forti investimenti per realizzare una pista all’interno di un centro commerciale a Bogotà, riuscendo così a portare il kart in un punto di grande affluenza di gente. Questa pista, che abbiamo chiamato Super Kart, è


stata ricavata recuperando un parcheggio coperto non utilizzato che ora è diventato un polo di grande attrazione per tutto il complesso commerciale. Trattandosi di una pista indoor, abbiamo accettato il suggerimento di CRG di acquistare i kart elettrici della gamma E-Drenaline e questa scelta si è rivelata vincente». Quali vantaggi vi ha dato il kart elettrico? «In primo luogo va detto che E-Drenaline è il kart elettrico tecnologicamente più avanzato sul mercato, grazie ai due motori di cui dispone, al sistema di ricarica delle batterie in frenata, alla pedaliera elettrica, al volante con led e a tutti i contenuti tecnici che lo caratterizzano. La gente non si aspetta un kart così performante e così divertente quando viene da noi per la prima volta e l’80% dei nostri clienti è entusiasta dell’eperienza e ritornano. Anche la tecnologia delle batterie è al top, senza alcuna perdita di prestazioni fino al termine della carica e con il sistema veloce di cambio batterie che ci consente sempre di avere i kart in pista senza doverli fermare per ricaricarli. Quindi, parlando di vantaggi direi che E-Drenaline ci ha consentito di proporre sul nostro mercato il kart del futuro, superiore all’offerta di molte piste anche Europee. Allo stesso tempo, un punto di forza del kart elettrico è che non ci sono fumi, smog, sporco e odori di benzina. E non c’è neanche rumore. Tutti questi aspetti consentono a chiunque di provare l’esperienza di guida con E-Drenaline, in piena sicurezza e senza sporcarsi». Tra i vostri progetti c’è un piano per allestire altre piste? «Certamente, pensiamo di essere un punto di riferimento per il Centro America con questo nostro progetto che ha unito un kart di altissima tecnologia con una location vicina al grande pubblico. E la nostra esperienza, unita al supporto diretto di CRG, pensiamo che ci consentirà nei prossimi 2 anni di aprire altre 2 piste in Colombia e una in USA, sempre con la formula del Centro commerciale, che possiede la caratteristica vincente di portare il kart vicino alla gente e non il contrario. Pensiamo che molti operatori di settore e gestori di piste rental presto cambieranno opinione sul kart elettrico, che consente una esperienza di gara più avvincente grazie al dispositivo push to pass e le prestazioni elevate che offre. Per noi è il futuro».

63


RENTAL KART / 24 HOURS OF ITALY

ADRIA CRG HA GARANTITO STANDARD ORGANIZZATIVI E TECNICI DI ALTO LIVELLO ALL’EVENTO CHE HA VISTO 30 TEAM IN GARA E IL SUCCESSO DAL TEAM DANESE ATB BENGIO AL FOTOFINISH PER SOLI 2” SUL TEAM FRANCESE DT RACING BY SKOF

Si è conclusa con un bilancio organizzativo e sportivo eccezionale la 24 Hours Karting of Italy, il prestigioso evento Endurance organizzato da CRG sulla pista di Adria nel weekend del 24 e 25 Marzo con Kart CRG Centurion. Il confronto in pista è stato di altissimo livello, grazie al valore dei 30 team (in rappresentanza di 10 diverse nazioni) e degli oltre 180 piloti in gara e per la qualità e affidabilità dei Kart CRG, gestiti in pista dallo staff tecnico della factory. Dopo 24 ore di gara entusiasmanti, la vittoria è andata al team della Danimarca ATB Bengio di Colin Brown (ex Campione del Mondo Kart), Ian Andersen, Andrea Tognalli, Alessandro Begnozzi, Matteo Domenico Rotta e Ramon Pineiro per soli 2” sulla squadra francese DT Racing by Skof composta da Yohann Vaugarni, Helmy Hamrouini, Miko Bouvier e Boris Bouvier. Sul 3° gradino del podio, staccata di soli 30” dai vincitori, è salita la squadra tedesca Schnitzelalm di Christoph Gruebel, Timo Kieslich, Enrico Schumann, Dominik Linke e Felix Moeltgen che ha preceduto l’equipaggio dei connazionali Schusta Racing by Jabertools e il team russo Pinkman. Al 6° posto assoluto ha chiuso la corsa la 1ª squadra italiana, PKI Pordenone Kart Indoor, che ha schierato tra le proprie fila anche il pilota del Karting Internazionale Lorenzo Travisanutto. Al 7° posto ha concluso il team Star Cauduro, capitanato da un altro campione del Karting: il pilota ufficiale CRG Paolo De Conto. La top ten è stata completata dal team Scatolificio Simonti, 8° al traguardo davanti a Miout e La Vecchia Guardia. Da segnalare anche la presenza di ben due team dell’Ecuador, che hanno concluso la corsa rispettivamente al 26° e 27° posto dopo aver avuto un ottimo avvio di corsa. La presenza di ben 10 team esteri ha contribuito a dare una forte dimensione internazionale all’evento, che CRG e il management del circuito di Adria, hanno già confermato come

64


65


RENTAL KART / 24 HOURS OF ITALY

I COMMENTI DEI PROTAGONISTI COLIN BROWN (ATB TEAM BENGIO): «È stato incredibile concludere una 24 Ore Karting con un duello così avvincente con il team francese DT Racing by Skof e precederli di soli 2” sul traguardo. Abbiamo fatto una gara molto tirata, sempre al limite con le strategie, entusiasmante. Il valore delle squadre e dei piloti è stato elevatissimo e quando ho iniziato l’ultimo stint di guida l’adrenalina era tanta, così come sotto alla bandiera a scacchi. Bellissimo vincere un evento di questo livello e devo fare i complimenti al nostro team manager Martin e a tutti i miei compagni di squadra che hanno fatto una gara fantastica». BORIS BOUVIER (DT RACING BY SKOF): «È stata un’esperienza bellissima, una gara organizzata in modo eccezionale da CRG, con Kart molto performanti, affidabili, belli da guidare e su una delle piste più belle che abbia mai visto. Molto bella è stata anche la nostra gara, eravamo solo in 4 e abbiamo fatto un lavoro stupendo rimanendo al comando della corsa per molte ore. In tutta la gara abbiamo avuto un solo piccolo problema in un rifornimento ed è veramente incredibile perdere una corsa di 24h per poco più di 2”. Questa gara ha alzato il livello delle gare Endurance Internazionali di molto e sicuramente saremo al via anche della 24H in Spagna». TIMO KIESLICH (SCHNITZELALM RACING): «Che gara! È stato molto bello confrontarci con team così forti provenienti da tutto il mondo. Un livello molto alto anche per quanto riguarda organizzazione, Kart che CRG ci ha messo a disposizione e strutture della pista. Finire sul podio è stato molto bello e non vediamo l’ora di ripetere questa esperienza».

66


una classica del Karting Endurance anche per i prossimi anni. Dal punto di vista tecnico va detto del grande equilibrio che i kart CRG Centurion hanno garantito ai team fin dalle qualifiche, dove la squadra russa Pinkman aveva ottenuto la pole con soli 49 millesimi su PKI e dove le prime 15 squadre sono state tutte comprese in 8 decimi. Questo grande equilibrio è stato frutto anche dell’eccellente lavoro svolto dallo staff tecnico CRG e si è confermato in gara con un arrivo incredibile al fotofinish. Proprio l’eccellente feedback ricevuto sui kart in gara, sia per le prestazioni, sia per il divertimento e le sensazioni che hanno offerto alla guida anche a piloti molto esperti, sono uno dei grandi punti di forza del lavoro svolto da CRG in questa avvincente disciplina agonistica. Ma il bilancio organizzativo positivo va oltre il fattore tecnico e ha incluso anche gli elevati standard di servizio che i team hanno avuto a disposizione, vivendo un evento con contenuti organizzativi da meeting internazionale. Da questo punto di vista hanno offerto un grande valore aggiunto anche le professionali strutture della pista Adria Raceway, un impianto moderno e all’avanguardia per questa tipologia di eventi, che ha garantito ai team box in muratura, direzione gara con oltre 20 telecamere sul circuito e tutti i comfort utili per una gara così impegnativa.

24 ORE D’ITALIA

Adria Karting Raceway (ITA). 27-28 March 2018.

67


CRG MAGAZINE N.1 2018 ITA  

CRG - THE OFFICIAL FACTORY HOUSE ORGAN - ITA

CRG MAGAZINE N.1 2018 ITA  

CRG - THE OFFICIAL FACTORY HOUSE ORGAN - ITA

Advertisement