Page 1

CISL

Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori FEDERAZIONE NAZIONALE DELLA SICUREZZA LA SEGRETERIA REGIONALE – SARDEGNA -

Prot.nr. 5/2013 FNS-P.P. POSTA ELETTRONICA

Nuoro li, 31 gennaio 2013 08100 Nuoro – Via Vittorio Emanuele, 37 E-mail: fns.sardegna@gmail.com

Al Signor Provveditore Dottor Gianfranco De Gesu P.R.A.P. CAGLIARI E, p.c.

Al Signor Direttore Dottor Francesco D’Anselmo Casa Circondariale Iglesias IGLESIAS Al Signor Direttore Dottor Giovanni Monteverdi Casa Circondariale Macomer MACOMER Alle Segreteria Provinciali FNS Cisl di Cagliari e Nuoro LORO SEDI Ai Responsabili S.A.S FNS Cisl di Iglesias e Macomer LORO SEDI Alla Segreteria Nazionale FNS Cisl ROMA

OGGETTO: dismissione Istituti penitenziari di Iglesias e Macomer. Rif. GDAP 0039139-2013 del 30.01.2013 Rif. GDAP 0036997-2013 del 29.01.2013 La scrivente Organizzazione Sindacale, in riferimento a quanto in oggetto, vista la delicata questione che vede coinvolto tutto il sistema penitenziario isolano chiede un immediato incontro. A sostegno della presente richiesta, vogliamo esprimere alcune considerazione in merito al Circuito Regionale che verrà discusso al DAP in data 08.02.2013, pertanto sarebbe corretto che l’incontro avvenga prima di tale data.


CISL

Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori FEDERAZIONE NAZIONALE DELLA SICUREZZA LA SEGRETERIA REGIONALE – SARDEGNA -

Coerentemente con quanto ha sempre dichiarato, la FNS Cisl esprime contrarietà alla chiusura totale di alcuni Istituti, in questo caso di Iglesias e Macomer ma, semmai, si potrebbe ragionare attentamente ad un nuovo indirizzo di destinazione per tipologia di utenza, come la concentrazione di semiliberi e Art. 21 O.P. per la Casa Circondariale di Macomer, vista anche la centrale dislocazione in Regione, così mantenendo in sede anche il Reparto Cinofili il quale proprio per la posizione centrale ha una facilità di spostamento che al contrario mancherebbe se dislocato in altra sede pertanto si avrà un aumento anche delle spese vista l’inadeguata viabilità per i collegamenti ai vari Istituti dell’Isola. Lasciando comunque il numero di Personale presente, Personale che a noi risulta sufficiente per la destinazione di cui sopra al contrario di oggi dove non si riesce nemmeno a garantire un periodo di ferie adeguato per il recupero psicofisico. Altresì, la Casa Circondariale di Iglesias, come l’Istituto di Lanusei potrebbe essere destinata ad una tipologia di utenza particolare e anche in questo caso lasciando il numero di Personale già presente. Entrambe le strutture sono comunque un trampolino di lancio per i colleghi che ancora si trovano in servizio nella penisola e che da tantissimi anni, forse troppi, stanno cercando di rientrare in Sardegna, bisogna anche considerare il fatto che si tratta di Istituti non fatiscenti e che in questi anni sono stati spesi parecchi soldi pubblici per la loro manutenzione, insomma non stiamo mica parlando di vecchie strutture come “La Rotonda” di Tempio, giustamente chiusa in quanto sostituita da un istituto di ultima generazione. Vogliamo fare una considerazione importante e che sicuramente noi non sottovalutiamo, e riguarda la forte ricaduta che questa decisione, se non cambiata, avrà nei territori interessati. La Regione sardegna è quella che oggi soffre maggiormente il più alto tasso di disoccupazione specialmente nell’iglesiente ed il Governo con queste decisioni continua a martoriare la nostra amata terra con provvedimenti che incentivano la criminalità e disincentivano la sicurezza, non solo nel sistema penitenziario ma anche nel ridimensionamento del Soccorso Pubblico da parte del Corpo dei Vigili del Fuoco, Caserme dei Carabinieri e delle Questure, e tutto questo a discapito dei Sardi. Dismettere definitivamente gli Istituti di Iglesias e Macomer significherebbe per quei territori l’aumento dell’assenza dello Stato cosa che la Sardegna, visto l’incremento esponenziale di crimini proprio contro le Istituzioni, oggi non può permettersi. Molte altre sono le questioni che vogliamo portare alla sua attenzione per un confronto costruttivo. Da sempre sosteniamo Lei e l’Amministrazione nel progetto per l’apertura dei nuovi penitenziari e continueremo a farlo ma di certo non sosteniamo la chiusura degli Istituti sopra citati, sarebbe un controsenso aprire nuove carceri per chiuderne altre, anche perché così facendo non si risolve il problema del sovraffollamento…si sposta e basta. Distinti Saluti

Il Segretario Generale Aggiunto Regionale Giovanni Villa

FNS Cisl Sardegna  

DISMISSIONE ISTITUTI PENITENZIARI DI IGLESIAS E MACOMER - RIFERIMENTO CIRCUIRI REGIONALI -

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you