Page 1

comics

n_oo3

the business 80s casual style

FREE FREE

cazal sun glasses lisa evans sweet freak


dc


editoriale crackers-03

Siamo ancora una volta qui, pronti con il terzo numero di crackers a portare dentro la vostra vita quotidiana le news più frizzanti della scena street-style internazionale. Concentrati al massimo sul nostro lavoro, noi del team crackers non vogliamo solo pubblicare una serie di articoli e spingere un brand piuttosto che un altro, ma passo dopo passo stiamo cercando di concepire un nuovo punto di riferimento da cui tutti possano attingere idee, stimoli o mode e adattarli al proprio stile di vita..... cerchiamo di mostrarvi tutto il lavoro che sta dietro ad un prodotto non solo una bella foto luccicante! Noi della squadra Crckrs seguiamo in linea parallela tutto quello che si avvicina allo street-style, dalla scena outdoor, alla creatività dei giovani artisti che è il nettare della cultura street, piuttosto che l’ ambito sportivo che ormai è parte integrante di questo mondo... Per concludere vi diamo qualche assaggio di quello che troverete in questo numero... in copertina 25th anniversario del film Gremlins con “la legge nuova” statua della libertà milanese, intervista ai ragazzi di bottega “Backdoor” uno dei più importanti negozi internazionali, Goorin Bros e i suoi cappelli che vestono le teste più importanti del mondo da oltre 100 anni... e queste sono solo alcune delle chicche che troverete all’ interno del nostro giornale. murio

crckrs_04


inside crackers-03

04-editoriale..06-inside..08-vintage gallery..012-CRACKERS.XXX news..014the sellers..018-element..020news..026-circa..027-osiris..028-vael project..029-hiking boots..030volta..031-asics..032-gravis..033spalding..034-iuter..035-oakley..036untho..037-idiom..038-upper deck..040-reebok monster pack..042wonder woman..o44-nike sb..046-nike sb stefan janoskI..048-nike acg..050dc shoes x ssur..052-mishka..054gorin bros..056-lisa evans..064cazal..068-terraces..070-bottega back-door..076-collector..082-the business..088-fixed gear...........!!!!

JP G EDIZIONI crckrs_06

DIRETTORE Murio- DIRETTORE RESPONSABILE-Andrea Sisofo- COORDINAMENTO EDITORIALE- murio, Denis, Paolo SalvatoreMANAGER PUBBLICITA’ Paolo Salvatore- cordinamento contenuti antonio isaJa- ESPERTO VINTAGE-Antonio Sallustio SEGRETERIA ABBONAMENTI-Michaela Stefania -FOTOGRAFI & COLL. marco contardi, Diego, Patrizio Vita, Riccardo Miracoli, Fabrizio (Providermag.it) Antonio Sallustio. Daniele (Senakers76) EDITORE JPG edizioni di Salvatore Paolo,Piccolo Denis,Cristian Murianni Via Lazio 50 - 65127 Pescara Tel. +39.085.290398 Fax. +39.085.4293096 info@crackersmag.com STAMPA DISTRIBUZIONE FREE PRESS Crackers è un supplemento gratuito alla rivista SEQUENCE MAGAZINE registrata al tribunale di Pescara il 14/05/2003 al numero 173/5

JP G


iuter


vintage gallery crackers-03

crckrs_08


untho


vintage gallery crackers-03

crckrs_010


Adidas OriginalS TRX 60 anni di strisce, significa 60 anni di successi. Un compleanno, quello di Adidas che viene festeggiato con il remake di alcuni modelli storici come la TRX. Nata negli anni ’70 la TRX nasce per la corsa. La suola bassa con ventose crea, infatti, uno strato d’aria tra suola e terreno, alleggerendo e ammortizzando lo sforzo del piede. Per il 2009 torna in cinque colorazioni, tutte con la tomaia in nylon e suede, più due modelli invernali con la linguetta foderata in peluche. Disponibile a partire da giugno.

Le Coq Sportif Eclat x Le Coq Sportif Eclat x M&M’s La Eclat M&M’S dal sapore running retrò M&M’s tipico degli anni ’80 nasce da un’unione tra M&M’S® e Le Coq Sportif. La scarpa gioca principalmente con i colori dei due personaggi logo di M&M’s, il rosso e giallo, comprendo il toebox, il tallone e l’intersuola di marrone come il colore del cioccolato, e tempestando la suola di quei colori fluo che hanno gli altri cioccolatini M&M’s. Un limite edition firmata Le Coq Sportif, in soli 500 esemplari in tutto il mondo, che in Italia sarà disponibile da: Par 5 via Pio IV n°1 (Corso di Porta Ticinese) - Milano. Quinto Round - corso Matteotti 7 - Milano Quaranta Gradi - via Virgilio 1 - Roma Mc Queen - via dei Giubbonari 72 - Roma Fuori Schema - via del Corso 29 rosso Firenze

Saucony x The Red Star Ispirate alla novella fantasy di Christian Gossett, The Red Star, ambientata in una folcloristica Russia sovietica queste Saucony Jazz sono la terza speciale uscita in arrivo per il mercato italiano. Le snekaers in limited edition verranno vendute all’interno di sacca e box customizzate con la stella rossa, simbolo della saga.

crckrs_012


NIKE AND LANCE ARMSTRONG uniti per “STAGES,” Il famoso ciclista Lance Armstrong è considerato un modello d’esempio contro le avversità della vita, che possono essere molte volte superate solo con il coraggio e la caparbietà. Da questa idea che Nike Sportwear ha di Lance, nasce “Stages” progetto che mette insieme 20 creativi e artisti per creare una linea di prodotti e sneakers, con lo scopo di raccogliere fondi per Livestrong™, la fondazione per la lotta contro il cancro creata dallo stesso Armstrong, sopravvissuto a questo male, e dopo il quale è riuscito ancora a vincere il Tour de France. Su quasi tutte le sneakers troviamo infatti il nero e il giallo, i colori simbolo dell’associazione. Nomi come Shepard Fairey, Tom Sachs, José Parlá, Kaws, BusyP & So Me, lo store inglese Hideout, sono solo alcuni dei partecipanti al progetto, partito a giugno con l’uscita delle Nike City Tiempo, ispirate alle città di Tokyo, Los Angeles, New York, Londra, e che si concluderà a luglio con l’uscita del Greatest Hits pack( AF1 BusyP - AF1 Mr. Cartoon - Dunk Hi Futura - Wooven Footscape Hideout) seguito dalla mostra, il 16 dello stesso mese, alla Emmanuel Perrotin Gallery di Parigi.

NIKE AND LANCE ARMSTRONG uniti per “STAGES,”


DEKA -PRO SPORT something to crow about!! crckrs_014


Vans Super Trick hi

Emerica Leo Romero MID

Insight tee Mod Infinity

Vans Super Sk8 Hi + DC Venice Mid WO’S

Vans OWENS High X Slayer

nsight Lost Humpy Top

Upper PlayGround TEE

Insight Zombie Bird House tee Upper Playground wo’s tee

via zamenhof,821 cap 36100 vi www.prosport.it

Tuk D1


Cardigan Billabong Cappello Volcom

Noodle Park Jacket Mod: Udon Nidori

Reparto Nike SB

pza manfredi azzarita,6 40122 bo www.dekaonline.it Noodle Park Jacket Mod : Tempura Felpa Cappellino Franklyn & Marshall

Volcom Tee Mod Veggie Camicia Mod Spasm Jeans Mod 2x4

Nike Dunk SB Mid Nitraid+Beijing Collabo

Insight tee mod Endless Road Jeans Mod City Riot

Tee Franklyn & Marshall Skate ZOOYORK Untho Corner


WWW .CRACKERS. XXX


Non si smentisce mai il sempreverde Brand Element con una nuova collezione di skate-products in nome dell’ ambiente. Sempre impegnata nella lotta all’ inquinamento e alla sensibilizzazione di tutte le persone verso queste tematiche, element lancia una serie di tavole da skate, footwear e accessori con grafiche esplicitamente per la salvaguardia del pianeta...senza mai tralasciare il grande stile street che da sempre è valore intrinseco di questo Brand. Vael project

Element power to the planet pack carnegie

tim tim

why-no

crckrs_018


WWW .CRACKERS. XXX


eastpak chop Vi ricordate il brand Eastpak??! Quello che negli anni ‘90 concepì uno zaino dal design innovativo ma allo stesso tempo semplice nelle rifiniture...l’ unico che diede vero filo da torcere alla invicta! Beh questa volta la ditta americana si butta a capofitto nello street-clothing, e lo fa alla grande... noi vi proponiamo alcuni prodotti della nuova collezione che ci hanno stimolato l’interesse...in particolare si apprezzano le grafiche innovative che si mischiano a uno stlile disco-electrik forse troppo marcato. L’unico product che veramente richiama la nostra attenzione è la giacca “Chop”, splendido l’accostamento dei colori, materiali tenici anti-vento di qualità, e tanto stile nel design!

nomis x summer session Spicca tra i marchi odierni dello snowboard Nomis!!! Ci hanno davvero impressionato la splendida felpa “OG” con la quale tagliare il gelo della montagna macinando trick uno dopo l’ altro sotto il sole...impagabile!!! E a ruota segue il jeans “Slick denim”, comodo e aderente ai movimenti delle gambe, disegnato su misura per gli skater che amano girare in totale libertà! crckrs_020


kidrobot x havaiAnas

per l’estate che già irrompe nelle città italiane, kid robot propone in collaborazione con il marchio Havaianas degli immancabili Flip Flop...stile fresco Kid robot e classica comodità Havaianas..combinazione perfetta!

ngap x neighborhood Ngap porfum Per i malati del famoso brand giapponese Neighborhood è in uscita il profumo “NGAP” venduto in una bottiglietta stile bara...e il classico teschio stampato davanti..old school

neighborhood x kazuki x adidas originals

Neighborhood sforna una strabiliante SNEAKER miscelando lo stile vulcanizzato alla classica pelle dei boot...il risultato? un teaming favoloso che vede impegnati Jeremy Scott, Kazuki e Adidas Originals!


Kanye west x Louis vuitton Kanye west x Louis vuitton Per gli amanti del lusso sfrenato una vera luxury shoe da 350$!!! E’ il frutto della collaborazione tra uno dei più famosi marchi di alta moda “Louis Vuitton” e il musucista più in voga del momento..Kanye West!

jordan flight 45 jordan flight 45 black/white bw Nuova colorazione per le splendide Jordan Flight 45 che sicuramente riuscirà a soddisfare anche i palati più raffinati dopo il flop della versione red/white...che tra l’ altro non riusciamo a concepire poichè stupende anche in rosso?!?

crckrs_022


lakai telford Il modello Telford, cavallo di battaglia in casa Lakai, sposa lo stile “black and white” in stile vintage!

Nom de Gurre x Red Wing boots

Frutto della spaziale cooperazione tra 2 grandi marchi come “red wings” e “Nom de Guerre” sono un paio di boot impermeabili in nubuc dal sorprendente colore grigio fumo, e dotati della classica suola red wing...perfetto connubio fra moda e funzionalità! crckrs_024


a bathing ape ss 2009 Uno dei prodotti più interessanti del 2009 è di certo la “Big Sta Boots” di Bathing Ape, disponibile in due colorazioni marrone e nera, poichè questo Brand è l’ unico che abbia fuso ad un classico boot americano lo stile di una Dunk, anticipando tra le altre cose le tendenze del 2009! Inoltre vi proponiamo alcuni prodotti facenti parte della strepitosa collezione spring summer 2009 di Bape .

bigsta

crckrs_024


Sorprendente shop collaboration tra l’ intramontabile marchio Fila e il famoso negozio di New York A.R.C. che ha portato alla realizzazione di una serie di scarpe da running dalla grafica psichedelica!

a.r.c. fiamma x fila

keep salatini

Quest’ anno Keep sforna, e intendiamo nel reale senso della parola, un Pack di shoes per ogni evenienza..dalle high alle mid al modello da barca, il tutto decorato da una grafica di salatini tipo “pretzel” che fa venire l’ acquolina in bocca solo a vederle!!! GNAM!

crckrs_025


circa convert

Circa convert Essere all’ ultimo grido su qualunque pista da ballo...? No problemo con le nuovissime Circa Convert! una scarpa high dal design alternativo intrecciato al classico stile skate del brand circa...lunatica!

crckrs_026


lase nyc artist

osiris c.a.n.v.a.s. series

Come pupillo della serie artistica promossa da Osiris per il footwear 2009 si qualifica la Bronx, scarpa Hi dalle colorazioni forti, nero-argentorossa, con i quali l’ artista gioca insieme a grafiche spumeggianti per creare questa favolosa streetshoe.

bronx

crckrs_027


vael project Una raccolta di Boot, sneakers, boat shoes e bags proiettate verso il futuro....questo è il centro del progetto Vael.Una ricerca accurata delle migliori pelli e il design futuristico amalgamato allo stile retrou di questi prodotti fanno di questa collection una vera chicca per gli appassionati.Dalle scarpe per tutti i giorni con un tocco di montagna, agli scarponi da Trekking travestiti da scarpa da sera...e borse per i gusti più ricercati grazie all’ intreccio di pelli delle più disparate tipologie e qualità...non fatevi scappare questa splendida Collezione...e partite per il vostro lungo viaggio.

tote

messanger

brogue boot rucksack

crckrs_028


sophnet x visvim serra calf

supreme

hiking urban boots

Uno dei prodotti che riesce a pieno nell’ attirare la nostra attenzione é l’ indistruttibile Boot da montagna. Design nostalgico e materiali di ultima genrazione sono gli ingredienti fondamentali per la riuscita di una grande e complessa ricetta quale è uno scarpone da Trekking. Un prodotto che senza ombra di dubbio lascerà un pesante segno sulla prossima stagione invernale e che viene già utilizzato da diversi brand internazionali quali Supreme, Visvim ed altri ancora per i propri restyling. Ma attenzione a non incappare in un madornale errore... non comprate degli Hicking boot solo perchè l’ onda d’ urto della moda e delle nuove tendenze ve lo impone! Il messaggio che stiamo cercando di trasmettervi è di non comprare scarponi da outdoor per poi tenerli nella scarpiera o per indossarli a qualche festa glamour....GO WILD!

visvim

crckrs_029


VOLTA

instant classic

..Una calzatura che integra il classico nel nuovo.. questa è la definizione che più si addice alla nuova scarpa Volta! Lo stile delle Volta riesce ad amalgamare l’universo giovanile delle sneakers con il classico sapore casual della scarpa da barca. Gli inserti di nylon nella parte posteriore della classica tomaia in pelle la rendono unica e informale dal resto. Un Brand conosciuto a livello internazionale e con una grande storia di scarpe, che ha saputo realmente rinnovarsi e riproporsi con una scarpa che i giovani non potranno farsi mancare nel loro guardaroba...un vero “INSTANT CLASSIC”

crckrs_030


asics

tuta usa

Nel 1987 ASICS introdusse nel mercato degli articoli sportivila tuta denominata USA. Negli anni novanta molti l’hanno indossata per praticare sport o per puro stile di vita. Così diventò uno status... ed ora Asics riproduce la fedele replica per la prossima generazione. (è quello che c’è scritto sul sacchetto) Il pacchetto sacca+giacca della tuta riprende i colori della GEL Lyte che sarà anche nelle foto(un altro cavallo di battaglia fine 80 inizio 90) è molto selezionato, ce ne sono in giro 210 pezzi in tutta Italia. crckrs_031


gravis expedition pack

Expediton Pack Gravis Ho scelto l’”Expeditio Pack” di Gravis, branca di Burton, per la semplicità con cui si fondono l’utilità dell’outdoor e lo stile contemporaneo dello street. Iniziando dallo zaino “station”, con classiche tasche esterne per mp3 e quant’altro si voglia infilare, schienale imbottito per il massimo comfort e le due fascette porta tavola...che non deve mai mancare! Segue a ruota la borsa “shadow”, immancabile per i ragazzi che vogliono essere veramente all’avanguardia, con una moltitudine di tasche per dividere con ordine gli accessori da snow, ma al contempo trova posto anche il vostro laptop in una comoda e intelligente tasca interna in neoprene...e per il massimo della comodità braccioli ergonomici laminati e imbottiti... che altro dire! Come ultima sacca trova posto in questo speciale pack quella per il pc portatile per gente sempre in movimento, con 2 tasche con accessi separati per ordinare tutti gli accessori del vostro portatile oltre il classico scompartimento per il laptop imbottito per resistere agli urti. Ed infine tre paia di scarpe per ogni evenienza: la “indo”, un “must have” che si adatta senza problemi ai sentieri di montagna, alla sabbia delle spiagge ed ai marciapiedi delle city grazie ai miglori materiali per il comfort interno e alla suola ad alta trazione. Un vero “slam dunk” la “cortex mid”, una splendida scarpa high con strappo in velcro e tessuto traspirante pronta per le grandi camminate, ma che non trascura i piccoli particolari come gli inserti in pelle per essere sempre “cool” in qualsiasi luogo. Dulcis in fundo l’intramontabile scarponcino da montagna, la “hicking boot”, x i veri appassionati dell’altitudine. Indistruttibile tomaia in pelle con ganci per lacci in acciaio, e suola rinforzata e zigrinata per i sentieri più impervi.....EXPEDITION PACK GRAVIS...DA NON PERDERE

crckrs_032


spalding net model Spalding presenta per l’inverno 2009 una splendida collezione di scarpe... variano da materiali stravaganti come il nylon, alla classica pelle di vitello... questa volta però, dopo una lunga e prestigiosa storia di vestiti, gadgets, e scarpe appartenenti al mondo del basket e del baseball, spalding si lancia a capofitto nel mondo street... e lo fa alla grande con un nuovo concept... Net!!! Scarpa usata nei grandi college americani, stile retro, che prende il suo nome dalla rete dei canestri del basket...questo è per l’ appunto quello che ci ha spinto a parlarne, il fatto che anche buttandosi in una nuova concezione di scarpa, Spalding non perde mai quel fascino legato allo sport dei college... l’anima a stelle e strisce!

crckrs_033


iuter party set Questo inverno Iuter si presenta con due diverse collezioni: una è la Basic, sviluppata sulle grafiche ed i loghi, seguendo una tradizione che conoscete bene. A questa linea hanno collaborato alcuni tra i migliori grafici e illustratori in circolazione in italia...ma vi racconteremo tutto sul blog di Iuter. Le magliette più festaiole sono vendute con un set di bracciali in plastica in vari colori, per infiltrarsi a tutti i party, i privé e i backstage!L’ altra è la collezione Uppercut, dove abbiamo deciso di fare le cose sul serio: abbiamo fattoricerca sul taglio dei capi, le rifiniture e i materiali, utilizzando tessuti nuovi per lo streetwear, come le lane e i velluti. La maggior parte dei capi Uppercut sono reversibili, come la Manhattan, una felpa che mantiene i cliché dei brand boardsport con il logo stampato su felpa, ma può essere indossata risvoltata, mostrando un più adulto tessuto spigato misto lana, con tanto di sciarpa in tono.

crckrs_034


oakley frogskinS Nel nome dei gloriosi anni ‘80, Oakley rilancia sul mercato i famosi occhiali Frogskins, prodotto che vent’anni fa venne venduto in quantità industrialE tanto da divenire in poco tempo un vera e propria icona culturale. Quello che davvero ci ha entusiasmato di questo nuovo Remake sono 2 caratteristiche particolari... primo oltre ai classici colori disponibili di questa speciale limited edition, Oackley propone una variante molto stravagante chiamata “glow in the dark”...bianca di giorno e luminescente di notte per distinguersi nella folla delle discoteche. L’altro aspetto interessante dei nuovi Frogskins è la decisione di Ockley di utilizzare il suo vecchio logo dal carattere arrotondato anzichè quello attuale per insaporire di “anni 80” questi occhiali unici! Non perdetevi questa chicca da collezionisti!

crckrs_035


obey x untho

Attenzione attenzione... ultimissima dalla casa italiana Untho! Art collaboration ben riuscita con il prestigioso artista Sreet Shepard Fairey alias Obey Giant che ha portato alla realizzazione della “Poker Tee”, maglietta stilosa che uscirà in due varianti di colore molto forti... nera e viola! Non perdetela!

tatToos x untho

crckrs_036

E a seguire secondo quick strike, ma solo per la posizione non per stile e creatività, quello che impegna il prestigioso tatuatore Daniele Sarzi alias “TatTOos with Love” con il brand italiano... tutto ciò ha concepito una maglietta con la classica grafica Untho, ma all’ interno VI è un’ esplosione dei più classici tatuaggi di Sarzi.... cuori, spade e rose la fanno da padroni!


idiom 2010

grande collezone 2010 quella del Brand Idiom che vede impegnati in una intensiva collaborazione 2 stili di design internazionale... quello di New York e l’altro di Tokyo. Finalmente una linea di prodotti per le persone di città che sanno apprezzare la vita di montagna ed in particolare lo Snowboard anche come cultura nel vestiario di tutti i giorni. La nuova collezione 2010 di Idiom riesce a riflettere a pieno l’interazione che deve crearsi tra la funzionalità dei vestiti tecnici da snowboard e lo stile street del guardaroba da city di tutti i giorni per creare dei capi veramenti unici!!!

crckrs_037


superfishal skateboard series

crckrs_038


Superfishal Skateboard Series Imperdibile limited edition di tavole da Skateboard promossa dal prestigioso brand UpperPlayground che vede impegnati in una magistrale collaborazione un groviglio di affermati artisti contemporanei, tra i quali spicca come direttore d’ orchestra il grande Jeremy Fish. Perciò appassionati skater o collezionisti di tavole non lasciatevi scappare queste 3 opere d’arte...la prima “Sea” è un pourporry dei 2 stili di Jeremy Fish e Todd Bratrud, la seconda “The Mushrooms” amalgama le 2 concezioni artistiche del già citato Fish e dell’ esplosivo Michael Sieben...chiude questo maestoso sipario la “the Music” creata dalla collaborazione tra il solito punto di riferimento Jeremy e l’ aggressivo Pushead. crckrs_039


gremlins where here... reebok monster pack

crckrs_040


Sono passati 25 anni dall’ uscita del film “Gremlins”, pellicola americana del 1984 diretta da joe dante e prodotta da steven spielberg, e reebok ci propone il suo nuovo “monster pack”: 2 nuove pump omni lite ispirate alla fortunata serie di opere cinematografiche dove i piccoli mostriciattoli sono i protagonisti di un’invasione nella più classica delle provincie hollywoodiane... Los Angeles! le due scarpe sono la riproduzione della trasformazione degli strani animaletti: la prima, marrone e bianca, rappresenta Gizmo, l’animaletto dall’aspetto carino e simpatico. ma attenti..se le bagnate si trasformeranno nella versione verde sinonimo di GremlinS!!!

crckrs_041


reebok reebok american flag flag american pack pack omnilite fury fury omnilite

Con il flag pack, reebok si propone in una veste patriottica quest’anno. la pump omni lite e la fury vestono i colori della classica bandiera americana... Born in USA!

crckrs_042


reebok freestyle in special edition wonder woman reebok quest’anno ci ripropone una delle scarpe piÚ impanate e strafritte di sempre..la freestyle!!! ma sotto una veste diversa..infatti veste i colori di una grande icona sexy del mondo dei telefilm americani: Wonder Woman!

crckrs_043


blazer blazer elite elite GRANT GRANT TAYLOR TAYLOR DUE SCARPE CHE APPARTENGONO ALLA TERZA SERIE NIKE SB CUSTOM, QUICKSTRIKE CHE VEDE 4 GRANDI SKATER PLASMARSI LE PROPRIE SNEAKERS. LA NIKE SB WORKWEAR, DISEGNATA DA JUSTIN BROCK, AMATEUR DEL TEAM NIKE SB, E MEMBRO DELLA CREW DOWN TO EARTH - LORDS OF CAOS, SI ISPIRA AL PICK-UP DA LAVORO, USATO COME PIATTAFORMA DA SKATE, PER CREARE QUESTA SCARPA CON COLORI E MATERIALI CHE RIPRENDONO LE TIPICHE CASACCHE DEGLI OPERAI DI FABBRICA. LA NIKE SB BLAZER ELITE, CREATA DA GRANT TAYLOR, ANCHE LUI AMATEUR DEL TEAM SB, PRENDE SPUNTO DA UN CAMIONCINO DEI GELATI JAMAICANO, ANCH’ESSO UTILIZZATO PER SKATARE, PER

crckrs_044

nike nike sb sb

DARE VITA AD UNA SNEAKER CON COLORI E TESSUTI CHE RICHIAMANO LA TERRA DELL’ISOLA CARAIBICA. FATE SPAZIO NEL VOSTRO PICCOLO TEMPIO DELLE SNEAKERS, PERCHE’ QUESTE ULTIME DUE USCITE DI NIKE SB NON SI POSSONO PERDERE!!!

JUSTIN BROCK workwear


Forse uno degli abbinamenti di colori più azzeccati quello che la nuova nike sb dunk high riesce a trasmettere a noi intenditori di sneakers... ed inoltre chi l’ha disegnata sicuramente avrà avuto qualche brutta esperienza con le superfici bagnate visto che si è ispirato al cartello “CAUTION WET FLOOR”.

crckrs_045


Stefan Janoski

Stefan Janosky muove i suoi primi passi a Vacaville in California, fino a diventare uno dei più citati pro-sketer della scena internazionale. Inizia la collaborazione col team SB nel 2006 dopo 8 anni di video ad alto livello... La Stefan JanoskI, progettata insieme al designer James Arizumi, è una scarpa dall’estrema semplicità e comodità, senza colori o particolari stravaganti... a detta dello stesso Stefan, questa scarpa è il minimo indispensabile per proteggere il piede, è comoda ed è perfetta per skatare. Infine per rendere l’ uscita mondiale di questa sneaker veramente sua, Stefan ha deciso di aggiungere un tocco nostalgico in onore di suo padre, produttore di vini a Vacaville: per l’ 8 Maggio 2009, data del lancio mondiale, la scarpa è stata presentata all’interno di una bottiglia di vetro... originale!

VACAVILLE CALIFORNIA crckrs_046


NIKE SB FOR DAILY USE

crckrs_047


nike acg

urban outdoor

Per tenere vivo il discorso iniziato nello scorso numero di crackers, riprendiamo in mano il 20th anniversario di ACG di cui proponiamo la giacca in onore della scalata al k2 avvenuta nel 1978 ... L’aspetto che davvero ci rende entusiasti di nike acg, è da una parte il design outdoor, qualità intrinseca di tutti i prodotti progettati e realizzati da nike All Conditions Gear che si fonde con la stile versatile per lo street di tutti i giorni.

Expedition 3 Layer Jacket Esaltante giacca che racchiude 30 anni di storia nike acg, con la quale nike si riconferma uno dei migliori brand sotto l’ aspetto tecnico, ed inoltre rispettoso nei confronti dell’ ambiente...infatti questo prodotto è studiato e realizzato con il minor spreco di tessuto possibile! crckrs_048


nike zoom Ashiko Una vera rivoluzione nelle scarpe outdoor, la Ashiko racchiude le ultime innovazioni tecnologiche di nike, infatti queste sneakers hanno la resistenza di un classico boot da montagna ma pesano come delle running shoes. Il sistema che dona queste uniche qualità alla zoon ashiko è detto Flywire...”next level” del design di scarpe.

Nike air salbis - mid gtx Questa scarpa, che prende inspirazione dalla Terra Albis, ci ha realmente colpito perchè rappresenta la prova della continua innovazione di nike che con semplicità riesce ad inserire il puro stile outdoor nelle strade delle city. crckrs_049


ssur x dc shoes Seconda collaborazione all’ interno del “DC Artists Projejts” che vede ancora impegnato il grande artista russo Ruslan Karablin. Fortemente affermato NElla scena artistica internazionale e parte integrante della

ssur iii

crckrs_050


ssur ssur wr wr corrente artistica newyorkese già da una quindicina d’ anni, SSUR ci propone due scarpe spettacolari...la SSUR III e la SSUR WR; due snekears mid con colorazione militare voluta dall’artista per enfatizzare la sua protesta contro la guerra... che è per altro uno dei suoi tre capisaldi artistici insieme a sesso e politica.

t-shirt dc shoes crckrs_051


MISHKA MISHKA STATE STATE ALL’OCCHIO! ALL’OCCHIO!

C’è un brand streetwear di New York che da qualche anno dà nell’occhio, in tutti i sensi, grazie a uno stile fresco e originale e collezioi ricche di chicche: si tratta di Mishka e se ne sentirà parlare parecchio. Ci siamo fatti due chiacchiere con Michael, music-event coordinator e responsabile italiano di Mishka, che è bolognese ma vive da anni nella grande mela. Ecco che cosa ne è venuto fuori:

crckrs_052

Tutti ti chiederanno chi è Mishka, e da dov’è partito tutto, dicci invece: chi non è Mishka, e dove arriverà tutto? Speriamo per lo meno di arrivare alla prossima annunciazione della fine del mondo, no?! 2012 se non sbaglio. Nel progettare siamo gia’, se non vado errato, al 2011, quindi non appena arriviamo al 2012 ci mettiamo in circolo a braccia e gambe conserte ed aspettiamo. Pensare che da una camera 5 anni fa saremmo arrivati a questo punto, beh, non ce lo potevamo immaginare. Certo, pensiamo positivo e grazie al cielo il brand, come noi, e’ maturato. Mishka, tradotto letteralmente, significa orso in russo. Direttamente visualizzato nel logo e nella scritta in cirillico. Questo viene dalla mente di Gregory Rivera e di Mikhail Bortnik: due persone che trovano un comune accordo nel parlarsi solo tramite e-mail e mangiare la pizza. Scherzi a parte, l’amore per la pop culture, l’horror, la musica, i fumetti li ha uniti e, visto che al di fuori delle colonie nudiste non si puo’ girar nudi, han pensato bene di dar vita al brand per risolvere questo problema. I vostri prodotti, le vostre grafiche, si distinguono per originalità e freschezza, cos’è che vi aiuta a trovare sempre idee nuove? La vita odierna e’ sempre piena di cose che ti fanno esclamare: ”ma dai!? Davvero?!” e noi ci cibiamo di queste situazioni proponendole su tela. Comunque siamo degli avidi scavatori del passato, senza il quale ci troveremmo sprovveduti per il futuro (alquanto breve visto che mancano solo 3 anni…) Vi concentrate solo sull’abbigliamento, o Mishka ha a che fare anche con altre realtà creative? Mishka e’ uno stile di vita per noi. Potessimo fare dei cibi in scatola saremmo i piu’ carichi per produrne il packaging a modo nostro! Per ora abbiamo una grossa famiglia estesa, che va dagli artisti che contribuiscono alle nostre grafiche, toys, accessori, vari al team di bici fixed gear (D.A.R.T.) al team di DJ e musicisti che vestiamo e gli eventi che presentiamo. Inoltre ci son sempre le collaborazioni con altri brand fashion, ma non solo. Come ad esempio l’inverno scorso: una tavola da snowboard per la K2 ed una sneaker super-limited con la Adio. Quando arriveremo al punto di non dover piu’ comprar nulla altrove, beh, allora missione compiuta! Preparatevi ad una compilation di occhi, orsi e teschi! HA HA HA HA (risata da Skeletor che incombe su Eternia) Nella collezione Spring ’09, Hallelujah, (quasi per la prima volta) vi siete dati un bel po’ da fare anche per le signorine, com’è andata? Il femminile e’ andato bene! Ci dispiace che non sia arrivato in tempo per l’italia perche’ siamo sicuri che le signorine l’avrebbero trovato di loro gradimento. Prima d’ora non ci siam curati troppo, solo a livello lavorativo (ahem) delle ragazze, e ci siam dovuti beccare anni di lamentele: ”Ma perche ’non fate la


versione femminile di questo e quest’altro!?” Detto, fatto…5 anni dopo. Come avete deciso quali tipi di abiti produrre e quali forme proporre, sono tutti modelli vostri, no? Cerchiamo di proporre un future piu’ comodo e piu’ ganzo a livello estetico, proponendo dettagli del passato in chiave moderna. Per le ragazze abbiamo cercato di gemellare i loro capi a quelli maschili, di varie collezioni, così da introdurre la donna in modo forte: vedasi il chiodo di tela e le varie grafiche…Le leggins, per esempio, ci sembrano proprio fighe; quali sono secondo te i capi che andranno a ruba per primi? Ormai la stagione primaverile sta finendo, quindi ti posso rispondere con precisione, visto che la prossima settimana usciremo con l’estivo. Eh si noi di Mishka facciamo 4 stagioni e ci mangiamo pure delle gran 4 stagioni! E poi abbiamo sempre delle esclusive per l’online shop ( HYPERLINK “http://www. mishkanyc.com” www.mishkanyc.com) e per il nuovo negozio aperto da alcuni mesi a Brooklyn. Come detto prima, il chiodo e’ stato il capo di punta sorpassato solo dalle leggings e poi giustamente le t shirt…ma in generale tutta la collezione e’ stata gradita, facendo venire l’acquolina in bocca pure alle ragazze, e non solo ai loro ragazzi! Pensi che la collezione femminile Mishka abbia qualcosa che manca a quella di altri brand? A detta di tutti, manca una collezione femminile sui generis. Concordiamo. C’è anche una ragazza che lavora con voi, quali sono i capi Hallelujah che s’è rubata subito? Alla fine, come tutte le altre ragazze che seguono Mishka, si e’ arrangiata con small da uomo tagliando e cucendo, ma ora finalmente, con la collezione femminile, avra’ tempo pure di trovarsi casa…scusate deve essere il caldo Bolognese che mi sta dando alla testa. Le leggings son state divorate ed anche varie magliette… Avete già idee-progetti per la prossima collezione? Continuerete a puntare anche sul femminile? Come dicevo prima siamo gia’ nel futuro. Per risponderti dovrei prendere la DeLorian e tornare nel 2009, o forse andrei al 2013 per vedere se Skynet davvero ha lanciato dei gran terminator…vabbeh scusa. Ogni collezione maschile che facciamo sta diventando davvero matura. Molti piu’ capi sportswear, molta piu’ camiceria e giacche (non blazer) e quel capo classico flippato alla Mishka che ti farà dire quel ” Ma DAI!? DAVVERO!?” di prima. Grazie e a presto, vuoi aggiungere qualcosa? Scusate la bomba ma non ne ho colpa… supportate i DJ nostrani che indossano Mishka (Crookers, Congorock) e i VJ (Carlo Pastore e Rido) ed ovviamente supportate Mishka! Grazie per lo spazio, spero che le risposte non abbiano senso solo nella mia testa! crckrs_053


goorin bros

crckrs_054


bold hatmakers Tante le ragioni che ci hanno portato a parlare della Goorin Bros, una di queste è la grande storia che c’è dietro a quest’ azienda produttrice di cappelli. Il mastro artigiano Cassel Goorin ha cominciato a produrre i suoi capolavori da indossare nel 1985 a San Francisco. Da qui una grandissima escalation che ha portato il brand Goorin ad essere conosciuto a livello mondiale grazie all’originalità del design, alla qualità dei materiali impiegati e alla passione nel fare cappelli tramandata dal capostipite della famiglia ai suoi 2 figli e successivamente al nipote che continua a portare avanti con serietà questa grande attività. La caratteristica più interessante di questi cappelli è lo stile unico dei prodotti Goorin che li rende uno diverso dall’altro e allo stesso tempo inimitabili nel loro genere. A confermare le nostre tesi il fatto che diversi VIP a livello internazionale hanno indossato ed indossano tuttora i magnifici cappelli Goorin, quali Carlos Santana, Stewe Wonder, Paris Hilton, Justin Timberlake, Pussycat Dolls, Lionel Richie, John Legend e tanti altri ancora hanno il privilegio di poter vestire ora ed in futuro un pezzo di storia.

crckrs_055


lisa evans

sweet freak crckrs_056


crckrs_057


sweet freak crckrs_058


Intervista a Lisa Evans di marco contardi Lisa Evans è un’originale illustratrice inglese che collabora da qualche tempo con agenzie di comunicazione ed editori di libri per bambini soprattutto. Il suo linguaggio artistico, ricco di atmosfere oniriche e creature fantastiche, comunica attraverso la suggestione ed ha un’indiscutibile potere evocativo. Di sé Lisa dice “Mi piacciono i gufi, sognare e mangiare torte. Mi piace sognare che sto mangiando una torta, ma non mi capita molto spesso. Quando non sto sognando mi piace ascoltare i suoni e i rumori dei gufi là fuori”. Noi le abbiamo fatto qualche

domanda, ecco come ci ha risposto lei: Ciao Lisa, vuoi dirci qualcosa di te e della tua personalità? Eek! Hmm. Umm…Sono avventurosa, ma più che altro nelle idee. Mi piace stare in vestaglia, guardare i cartoni, mangiare canederli, coccolare il mio ragazzo, osservare immagini di animali carini e lavorare lontana da casa. Quand’è che hai sentito per la prima volta la necessità di disegnare? Mi ricordo che quand’ero piccola continuavo a disegnare principesse su principesse, che non è il massimo, sarebbe stato meglio se invece avessi disegnato animali mitologici. crckrs_059


lisa evans

Da dove prendi l’ispirazione per i tuoi avori? Dall’arte? Dalla musica? Quali sono gli artisti che ammiri? L’ispirazione arriva da qualsiasi cosa, dai testi delle canzoni (i Pixies e Kate Bush m’ispirano molto) agli uccellini fuori dalla mia finestra. Recentemente ho trovato alcuni documentari scientifici davvero interessanti. Ho pensato a cose che stanno su in alto nel cielo, e giù nel profondo del mare, come il Bloop (misterioso suono subacqueo, di frequenza ultrabassa, registrato dal NOAA nel 1997 ndr). Ma tutte queste idee vengono shakerate nella mia testa, e quindi mi diventa difficile poi risalire all’origine di ogni idea. Che tipo di messaggi vuoi trasmettere attraverso la tua arte? Di solito non penso ai miei lavori in termini di messaggi, anche perché non è mia intenzione creare niente che suoni come una predica o una morale. Cerco di dare vita ad immagini che stuzzichino la fantasia, che sembrino magiche; sono atmosfere indefinite, più che precisi significati espliciti. Qual è il lato migliore nel tuo lavoro di illustratrice di libri per bambini? Immaginare che un bambino trovi nelle tue illustrazioni qualcosa a cui si senta vivino, o da cui si lasci emozionare, è una cosa bellissima. C’è un qualcosa nei libri che può diventare davvero intimo e personale. Mentre a un dipinto puoi dare anche solo un’occhiata veloce, un libro richiede invece la tua totale attenzione. Ti siedi con un libro in mano e quello ti rapisce. I libri hanno un potere tremendo su di noi, e quindi per me è una meravigliosa opportu


sweet freak

crckrs_062


nità poter essere d’aiuto nello sviluppo di quel potere. Nelle tue opere c’è una gran cura dei particolari, sei una persona super-ordinata nella vita, o solo nel lavoro? No, non sono una persona particolarmente ordinata, ma quando sono stressata mi piace mettere le cose a posto, tutte impilate per bene! Per certe cose divento un po’ ossessiva. Di solito prima dipingevo molto, ma la cosa migliore dell’illustrazione in digitale è che ora posso zoomare, aggiungere livelli e lavorare su enormi quantità di dettagli in ogni immagine. Posso passare delle ore ad aggiungere le luci, a creare dei pattern o a disegnare batuffoli di pelo. Quanto sono importanti immaginazione e fantasia nella nostra vita quotidiana? Giorno dopo giorno, l’immaginazione è la cosa migliore per risolvere i vari problemi, escogitando sempre nuove soluzioni. C’è un detto da noi: “la natura spezza ciò che non si piega”. Penso che l’immaginazione ci aiuti in questa lotta: è il come ci pieghiamo. Come mai ti piacciono così tanto i gufi? Amo gli orari che hanno, i loro occhi severi e i rumori che fanno. alcuni ululano, altri gracchiano e altri ancora guaiscono. Quali sono le tecniche con cui preferisci sperimentare, e perché? In questo periodo mi piace giocare con le texture e sperimentare varie cromie. Di recente ho adopera-

to quasi solamente colori tenui e ho usato un sacco Photoshop. Le tue illustrazioni sono molto suggestive, quanto contribuisce il colore a creare atmosfere così oniriche? Grazie! Solitamente prima dipingevo immagini molto luminose, accese, di recente invece i miei lavori sono diventati un po’ più cupi, tenui. Ti sei mai svegliata di notte per poi mettere un sogno (o un incubo) su carta? Sì. Ogni mattina mi scrivo rigorosamente il sogno che ho appena fatto. A volte mi capita di avere un sacco di idee, sia quando sto per addormentarmi, sia quado mi sono appena svegliata. Ma devo ammettere che, quando non sono tranquilla, per quanto riguarda l’argomento idee, il mio cervello sembra molto più attivo. Quali sono i tuoi progetti per il domani? Sfortunatamente, il mio Mac ha smesso di darmi segni di vita e così dovrò passare la giornata fuori dal negozio Apple, in ginocchio, a pregarli di riaggiustarmelo!


Oggi come ieri il design innovativo, l’originalità, la selezione dei materiali e la passione per i dettagli, sono le garanzie che fanno del marchio CAZAL uno dei brand più rinomati nel settore ottico a livello mondiale. E’ attraverso queste caratteristche, tra citazioni di tipo vintage ed innovazione, tra lo stile sportivo ed elegante che Cari Zalloni, cognome italiano per via dei nonni paterni, ma nato in Grecia ad Atene e cresciuto in Austria, paese originario della madre nel quale studia e presta la propria creatività a scapito di altre aziende, che nel 1975 dallo pseudonimo del suo nome (CAri ZALloni), crea “CAZAL”. Stupiscono I segni forti, la creatività unita all’ottima qualità produttiva che accendono l’attenzione e conquistano in breve tempo i compratori dei migliori mercati internazionali, divenendo veri e propri oggetti di culto. Gli occhiali CAZAL sono stati tra i più ricercati fra gli estimatori di questo accessorio per decenni, principalmente negli Stati Uniti e in Asia, e per alcuni anni anche in Europa data la cura nel dettaglio e il design stravagante di ogni suo singolo modello. CAZAL ha di recente riproposto alcuni di quei modelli


STYLE

CAZAL

crckrs_065


CAZAL STYLE crckrs_066


di culto che l’hanno reso popolare, come i leggendari CAZAL 951 riproposti in limited edition dall’Aprile 2009 e disponibili solo in negozi selezionati. Un vero e proprio status symbol per gli estimatori ed una tentazione fortissima per quanti sono nostalgici di quei anni leggendari ed in particolar modo gli anni ’70s ed ‘80s, pozzo di innovazioni culturali e di mode, a cui tutt’oggi a distanza di decenni le varie arti continuano ad ispirarsi. Il modello 951 è stato adoperato in molti film, video ed in innumerevoli copertine di dischi, divenendo l’oggetto del desiderio non solo nel mondo dell’hip hop, così come è stato nel caso dei CAZAL mod.607 che negli anni ’80 vestivano il volto della più importante band della scena hip hop i RUN DMC, ma anche indossati da quanti frequentavano e amavano i disco-clubs. www.the951.com è la formula magica di quanti entreranno nell’esclusivo club di quelle persone speciali che avranno il privilegio di acquistare un paio di 951. Infatti, con l’ausilio di un proprio codice personale rilasciato all’acquisto dell’occhiale, i 951 possessori di questo limited edition (951 dal nome del modello dell’occhiale), potranno avere libero accesso alla comunità d’èlite, nel quale potranno creare e gestire il proprio profilo personale, comunicando ed interagendo con tutti i 951 possessori di un “CAZAL mod.951” sparsi in tutto il mondo. Oggi, gli occhiali CAZAL, sono i preferiti da quelle stars del jet-set sia nella vita di ogni giorno che sul set quali Kanye West che indossa “CAZAL mod.901”, Willy Smith che indossa “Dita x CAZAL mod.902”, come Al Pacino in “ Donnie Brasco” che indossa un paio di “CAZAL mod.968”, Brad Pitt che indossa nel quotidiano un “CAZAL mod.735”, da Guy Ritchie che dopo averli fatti indossate nel film Snatch, li adopera nel suo nuovo lavoro “Rock n’ rolla”dove Johnny Quid indossa “CAZAL mod.856”, e come loro così molti altri che pensano che i CAZAL siano vere e proprie opere d’arte che, dal 1975 Cari Zalloni riesce con le sue creazioni ad aggiornare l’aspetto di chi veste un occhiale “CAZAL”, trasformando lo stile di quanti lo indossano rendendoli speciali, unici. www.cazal-eyewear.com

CAZAL

951

crckrs_067


HAVE A TERRACES WEEKEND! www.terraceslife.it crckrs_068


TERRACES è un tributo ai primi anni ‘80, gli albori di una cultura giovanile e della sua evoluzione, con la sua musica, le sue attitudini, i suoi vestiti; un omaggio ai suoi idoli calcistici, non sempre dotati di grande tecnica, ma grazie al loro attaccamento alla maglia ed il fare anticonformista fuori dal campo, sono diventati vere e proprie icone per tutti gli amanti dello spirito bulldog dei campi di football. TERRACES è una rappresentazione di un’epoca, dei suoi sapori, del calore, degli odori che si percepivano tra le strade o nei pub intorno a quegli stadi di paese, città o di quartiere che negli anni ‘80 ancora conservavano tutto il loro fascino, la loro storia, ancora quindi ben lontani dal subire quelle rivoluzioni estetiche e funzionali da grande centro commerciale di oggi. Le T-SHIRTS di Terraces cercano di riflettere l’atmosfera e gli eventi di quegli anni, celebrando i ragazzi del football ed il loro palcoscenico naturale...LE GRADINATE; quei ragazzi che per seguire la loro fede calcistica si ammassavano in piedi sulle fatiscenti TERRACES, incuranti del freddo, vento, pioggia, ma intransigenti nell’indossare per l’avvenimento l’ultimo modello di trainers ADIDAS, le giacche sportive italiane di FILA, TACCHINI, ELLESSE, i K-WAYS della PATRICK.  Nel 1981 praticamente ogni squadra era in grado di presentare un gruppo di ragazzi vestiti secondo la moda ed ognuno di questi gruppi, oltre alla vittoria della propria squadra, era determinato ad incontrare e sopraffare nel look da gradinata i “colleghi” delle città rivali. Tutto ciò creò un fenomeno, una rivoluzione internazionale in fatto di stile che si perpetua ancora ai giorni nostri... C’MON LADS!  crckrs_069


BOTTEGA BACKDOOR: IL NUOVO GIOIELLO BOLOGNESE

Da un sogno e da una passione è nato, da soli 2 anni, uno store che sta avendo un successo stupefacente. Aggettivo abbastanza azzardato ma fondamentale per capire quello che stanno cominciando a vivere: Jacopo e Marco; i realizzatori di questo nuovo gioiello tutto bolognese. Gli abbiamo chiesto qual’è stata la loro chiave del successo, loro molto umilmente ci hanno raccontato che basta crederci e ora vi raccontiamo come. Bottega BackDoor non è stata un’operazione commerciale ma semplicemente la realizzazione di un sogno che nasce fin dall’adolescenza e che ad un certo punto della vita,diventa realtà. Questo anche grazie ad un ex negozio di proprietà della famiglia di Marco, che grazie anche all’architetto Federico Fontana sono riusciti a trasformare in uno dei negozi di sneakers più stilosi e in vista del momento. I loro punti di forza, fondamentalmente, sono 3. Avevate mai sentito parlare di un negozio con un caveau? Si, si proprio un caveau e non un caveau normale dove a fine giornata si ripongono i meritati


crckrs_071


guadagni ma un caveau dove sono custodite, in un ambiente decisamente suggestivo, la bellezza di 84 paia di Jordan originali, pezzi veramente interessanti che partono dalla Jordan1, fino ad arrivare ad oggi , ognuna con la sua storia e la sua provenienza unica. Tutto questo è stato realizzato grazie alla pas-

sione maniacale di Marco per il suddetto giocatore di basket che sin dagli anni ’80, pressando un po’ la famiglia e frequentando assiduamente il mondo del basket, è riuscito a raccogliere una collezione da fare invidia anche allo stesso Jordan al quale, durante un evento in C.so Como 10 a Mila-

BOTTEGA BACKDOOR crckrs_072

no, è riuscito a prestare ben 23 pezzi della sua preziosissima collezione. Secondo punto di forza, le linee di abbigliamento e i brands. Frutto di ore e ore di web hunting notturno di Jacopo a cui bisogna riconoscere di averci veramente preso (Kiks Tyo, Akomplice, No Mas,CrooksnCastels,


crckrs_073


Oakley,Married to the Mob). Non sono molte, ma sono giuste, nuove, audaci e solo credendoci è riuscito ad avere le esclusive e a venderle con notevole successo riuscendo in questo modo a creare uno store streetwear al 101%. Spesso non collegato alla normale distribuzione nazionale... Terzo ma non per questo meno importante anzi credo fondamentale il loro reciproco impeto per il mondo del basket, dello streetwear e delle sneakers. Ci hanno raccontato che è successo tutto un po’ per caso. Il negozio era già di proprietà, la collezione Jordan era già ben definita, il background era grande e pieno di conoscenze che hanno aiutato(Nike,G.Marchioni). Insomma tutti paracaduti che aiutano e spronano a provarci. E loro, 2 ragazzi di 30 anni, l’hanno fatto, hanno osato e ci sono riusciti. Jacopo racconta del momento dopo la festa di apertura, quando si è trovato sulla sedia da barbiere alle 4 di mattina guardandosi attorno e capendo di averla fatta veramente grossa!!! Ovviamente non dimentichiamoci che questo “gioiello” non vive solo di Jordan, anzi. La quantità e qualità di Nike che espongono è veramente devastante. Tutta la collezione è impostata ad avere, comunque, pezzi sempre nuovi ad edizione limitata. Sono loro stessi che fanno gli ordini e che a volte, facendo delle buone ricerche, riescono a trovare pezzi che qui in Italia se non fosse per loro non potremmo vedere. In anteprima Jacopo ci svela alcuni arrivi futuri,iniziamo da luglio con alcune release Jordan molto importanti la serie delle Jordan 1 metalliche, ci sarà un pacco di Jordan 1 doppio, an-


BOTTEGA BACKDOOR

cora misterioso...arrivera una Jordan 3 ed un nuovo defining moments package(Jordan 7 ndr) e magari ...qualche altra Kanye West shoe’s.... Alle innumerevoli Nike sono affiancati anche svariati pezzi di Adidas e alcune vecchie ma restaurate Reebok Pump che fanno scuola dal 1958 e che sono tornate

alla ribalta. In definitiva, un accostamento di stile e di idee che hanno fatto si che questo negozio, ora come ora, abbia tutti i riflettori puntati su di se e di conseguenza ne conviene che se vi trovate a passare per Bologna non potete fare a meno di andare a trovare Marco e Jacopo in

Piazza Galileo Galilei, 3/a. Per tutto questo successo, inaspettato, il team di BackDoor ringrazia tutti i clienti che fino ad ora li hanno sostenuti, li vanno a trovare e perchĂŠ no a comprare(altrimenti non vivrebbero), senza di loro questo sogno sarebbe rimasto solo un utopia.


THE COLLECTORS 01 crckrs_076


crckrs_077


crckrs_078


ITW A MATTHEW LAURETTI Matthew mi è stato presentato da Marco di Bottega BD, mi ha detto “ dovresti conoscere questo ragazzo,è un collezionista particolare...” ho notato uno strano tono di voce e sin da subito mi sono incuriosito. La mia curiosità è durata poco, Matthew è stato gentilissimo

e mi ha dato la possibilità di andare a casa sua per vedere la sua collezione e per conoscerlo un po meglio. C: Ciao Matthew M: Ciao Carlo C: Come hai iniziato a collezionare sneakers? M: Andavo alle medie, giocavo a basket, stavo spesso con mio

fratello più grande e i suoi amici e li sentivo parlare di scarpe, modelli diversi, colori diversi, e cosi ho iniziato ad appassionarmi, parliamo dell 89-90.Crescendo un po di età e iniziando a viaggiare ho iniziato pesantemente a cercare negozi via web, modelli e tutto quello che mi interes crckrs_079


sava sulla scarpa, diciamo che in ogni mio viaggio ho sempre comprato qualche modello. C: A che numero è arrivata la tua collezione sino ad ora? M: Sono sui 300 circa, ma sono ancora poche... C: Ho notato che non hai scatole?? M: Si niente scatole e scarpe tutte usate, io non sono il collezionista tipo che non usa la scarpa, o che magari ne compera 2 paia per venderne o scambiarne uno, no...io compero la scarpa perchè mi piace, voglio viverla ,usarla, non la venderei mai. C: Qual’è il brand più presente nella tua collezione? M: Sicuramente NIKE,non è di

moda, va sempre, credo che nike sia il must, la metti sempre... C: Quali sono i tuoi modelli preferiti? M: Direi..Nike Dunk SB , Air Force , Air Max, però non disdegno altri modelli, mi deve piacere e basta. C: Ho visto alcune scarpe customizzate, le hai fatte tu? M: Si, sono una AirForce e una Dunk low. Sono pezzi unici,ho usato varie tecniche utilizzando materiali particolari. È nato tutto in Australia a Perth, ero la e ho collaborato alla customizzazione di una scarpa per uno shop, si chiama Fiasco,loro sono stati contentissimi, un grande successo

e cosi ho deciso di ripetermi, con questi 2 pezzi, la Dunk è stata anche esposta in una mia mostra. C: Quali sono i 5 modelli preferiti della tua collezione? M: Beh in primis una nike che avevo da bambino,una running blu con swoosh giallo,tagliata a coda di rondine,con una suola mai più rivista, mi ricorda la mia infanzia è molto piu di una scarpa per me.Poi direi Air 180 Supreme High, Dunk low Pro SB Bear,Dunk Low SBTG,Dunk High De la soul, Air Force Quest Love,Dunk High Sb Dr Feel Good,ma poi dai...cambio sempre a volte mi piacciono di più altre dipende dai momenti...


THE COLLECTORS 01

Ora ho questa nuovissima Nike RT1 che mi piace molto, la trovo veramente innovativa sia esteticamente che tecnicamente, ricorda un po la Yezzy. C: Cosa ne pensi del mercato ebay che riguarda le sneakers? M: Non so, non ho mai comprato su ebay.Credo che una scarpa per essere comprata debba essere toccata, provata,personalmente compero solo direttamente dal negozio. Lo trovo anche un modo interessante per conoscere nuove città,raggiungendo lo store mi guardo intorno e scopro

cose nuove, spesso a new york certe release le fanno in shop meno noti , lontani dal mainstream, appunto per pubblicizzare anche realtà minori. C: Qual’è la scarpa più costosa che possiedi? M: Non c’è ancora...la più costosa forse la prenderò prossimamente...Mi piacerebbe fare una collaborazione con Nike, vorrei un progetto simile a i vari Quest Love, Clark Kent,Ueno e vari, ma ci sto lavorando... C: Tante Grazie Matthew, scusa per l’intrusione... M: Grazie a te,nessun problema.


The

Bus ness “Dieci anni di paradiso, una vita da sogno ma prima o poi sarebbe finita. Ma per un periodo io e il playboy abbiamo avuto il mondo nelle nostre mani, chi se ne frega... meglio essere qualcuno per un giorno che un signor nessuno tutta la vita.” bJoRn Borg e Guillermo Vilas alla finale degli open di Francia 1978

....danny dyaer è frankie, il playboy è charly interpretato da Tamer Hassan scritto e diretto da Nick Love un film del 2005

crckrs_082


Frankie nell’intento di fare shopping in un negozio Fila. Indossa una Giacca mod Vilas

Frankie impara dal playboy l’arte dello sparare. Giacca Matchday ‘70 nei classici colori BJORN borg

crckrs_083


charlie indossa i carrera back eighties stile aviator

Frankie e charlie nel pieno del divertimento.... tuta adidas trimm trab e giacca star track sergio tacchini

frankie ideciso sul da farsi per tornare alla vecchia vita, indossa una giacca matchday navy with ocean blue

The

Bus ness crckrs_084


Grande film del 2005 ambientato nel periodo d’oro degli anni 80’, quando la tacher sfornava leggi contro i fans dei club calcistici inglesi e i duran duran riempivano gli stadi di fans scatenate, “the Business” racconta gli anni ottanta dei delinquenti e della bella vita fatta di soldi provenienti dallo spaccio. Frankie è in Spagna per lasciarsi alle spalle la grigia periferia londinese di quegli anni, inconsapevole dell’incontro con Charlie, ex detenuto e leader di una banda di malviventi, che cambierà la sua vita per sempre... pellicola che racconta al meglio

simbolo degli anni ‘80 i carrera porsche design 5628

i grandi anni delle vere icone come l’ abbigliamento sportivo, il cubo di Rubik, le spadrilias, occhiali Ray Ban e la musica che amalgama tutti questi ingredienti, danno quel favoloso sapore unico degli anni ottanta. le location in cui è ambientato il film percorrono in linea parallela la carriera della banda di Peckam, da south east London ad Almuñécar,

sergio tacchini mod. dallas crckrs_085


per poi passare a Granada, Andalucía... il tutto enfatizzato dal magistrale costumista Andrew Cox : questo è il motivo eccitante che ci ha mosso nel documentare questo film. Fila, Sergio Tacchini, Adidas sono i grandi marchi che rispecchiano i favolosi anni settanta ottanta del Tennis internazionale.

charlie allo scontro con il sindaco per lo spaccio. splendido modello fila vintage terrinda

charlie organizza un carico con sonny, che indossa una smuggler stripped polo

The

Bus ness crckrs_086


five stripe on golf corse

The

Bus ness crckrs_087


crckrs_088


FIXED IN NEW YORK CITY

di tommaso boddi

Una delle prime cose che colpiscono camminando per manhattan, sono I numerosi ciclisti con occhialoni quadrati e abbigliamento attillato tipo nerds che girano per la città con biciclette d’acciaio in stile anni 80. Quando una bicicletta è diversa dal solito... bhe sicuramente quando non ha freni o al massimo possiede solo quello anterioriore, rapporto fisso che non permette di smettere di pededalare avendo la possibilita di frenare solo pedalando all’ indietro, skidding, o facendo uno skip-stop, telaio d’acciaio rugginoso o da collezione rigorosamente dai fine anni 70 alla meta delgi anni 80 e componentistica campagnolo “campi” dela stessa annata. Camminando per down town si notano fix gear riders di ogni genere, messangers e delivery boys che sbucano sventolando la mano per attirare l’attenzione su di loro dagli incroci piu trafficati , avvocati e businness man che usano questo tipo di bici solo per muoversi piu velocemente. Mi ricordo un film ma non ricordo il nome che parla dei messangers e soprattutto ricordo una frase che presso a poco dice cosi “ qual’è il mezzo piu veloce per spostarsi in

crckrs_089


new york city....” e qualcuno risponde “ la bicicletta “. Il fenomeno a new york city comincia all’incirca nell’800, addiritura inizialmente l’originale madison square garden costruito nel 1879 tra 26th street and madison ave era stato costruito per ospitare il velodromo della città. Il velodromo dove adesso si svologono le competizioni tra amatori, messangers e professionisti e situato nel qeens, esattamente a flushing. Manhattan è dove tutto è cominciato e come tutto col passare del tempo si trasforma in un fenomeno di moda e costume, cosi come è successo per lo skateboard che da hard core e punk che era negli anni ottanta, si è trasformato in una sfilata di moda da centro crckrs_090


FIXED IN NEW YORK CITY crckrs_091


FIXED IN NEW YORK CITY

commerciale, lo stesso è accaduto per il fenomeno del fixed-gear. Quartieri di brooklyn come williamsburg e green point sono la prova vivente del fenomeno. In questa area del Boro ha sede anche la fabbrica di broolkyn machine worcks. Forse il marchio ti telaieria piu hard core del momento, rigorosamente fatto a mano e in acciaio come da tradizione. Qua il fenomeno è una vera propria moda ragzzi di ogni età rigorosamente in stile emo punk sfrecciano per le strette starde rigorosamnte in abbigliamento nero emo-punk, e indossando il cappellino da ciclista del tipo Peppe Saronni al giro rigorosamente di marche o team italiani. Su Drigss ave, si trova uno dei negozzi piu gettonati e anche uno tra i piu under ground. Gestito mr B. Un personaggio sui quaranta che vive e produce la sua musica tecno o drum and base nel suo studio situato nel semi interrato. Il negozio è praticamente il suo vecchio appartamento riadattato, crckrs_092


FIXED IN NEW YORK CITY crckrs_093


tant’è vero che dietro la cassa si puo addirittura notare il cucinotto. I ragazzi che lavorano li sono tutti dei rokers e quasi tutti fanno parte di qualche punk o folck band, sanno tutto sulle biciclette e sensa peli sulla lingua vanno dritti al sodo dicendoti se vale la pena riparare , indirizzarti sul tipo di bici piu adatta o consigliarti e reperirti le parti piu ricercate dai collezionisti. Li trovi solamente bici single speed o fixed gear rigorosamente in acciao o qualche bici usata rimessa completamente a nuovo che sicuramente risultera essere crckrs_094


FIXED IN NEW YORK CITY

un pezzo da collezione. Se parli con un messanger guy di manhattan sicuramente ti dira che i rragazzi di brooklyn sono delgi “ hipsetrs” , figli di papa che fanno tutto ciò solo per moda, metre se fai viceversa loro ti diranno che il loro è uno stile di vita punk, basato sull’anarchia per la strada. Pesala come vuoi ma a parer mio quando giro con la mia seengle speed per le strade di manhattan mi sento libero, e vivo la magia che sono New York city piuo affrire soffiarmi in faccia, e vi assicuro che ne vale la pena anche il caldo o il freddo possono intimorire.” crckrs_095


WWW .CRACKERS.

XXX


WWW .CRACKERS.

XXX


Crackers 03  

IN THIS NUMBER YOU'LL FIND: VINTAGE GALLERY, CRACKERS NEWS, THE SELLERS "PROS PORT" "DEKA", ELEMENT POWER TO THE PLANET PACK, KANYE WEST X L...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you