Page 1

Sfida a Comune e Regione I gruppi di Fli sono pronti Repubblica — 03 ottobre 2010 pagina 5 sezione: ROMA

ADDIO doppiopetto Caraceni, cravattoni inamidati e scarpe lucide. Il nuovo corso si vede anche dal look: tendenza Bocchino, maniche di camicia arrotolate, il capogruppo di Futuro e Libertà a Montecitorio, agile come un motorino nell' ingorgo della politica nostrana, spunta alle dieci del mattino nel seminterrato dell' hotel Princess per dettare la linea del partito che non c' è ma «nascerà presto», questione di giorni, e poi «la struttura di Generazione Italia verrà conferita nella nuova creatura di Gianfranco Fini». La strada è segnata, gli oltre cento circoli già costituiti nel Lazio sono pronti, i responsabili hanno risposto in massa, si bevono il manifesto di Italo e scaldano i muscoli in vista della grande kermesse del 31 ottobre all' Adriano con il presidente della Camera: il varo ufficiale di Fli nella regione di Renata Polverini. Sfida difficile, che tanti vorrebbero contro il Pdl ma «noi non stiamo creando il partito del risentimento», frena il sottosegretario e coordinatore laziale Antonio Buonfiglio, «bensì della proposta e della partecipazione». Un percorso a tratti funambolico: «Fedeli alle maggioranze che abbiamo votato in Campidoglio e alla Pisana - spiega il coordinatore romano ed eurodeputato Potito Salatto - ma con le mani libere alle prossime amministrative: sul territorio ognuno potrà decidere le alleanze che vuole».È lo stesso popolo dei finiania chiedere lumi: «Noi siamo stati contattati sia dal Pdl sia dall' Idv, diteci cosa dobbiamo fare», implora Massimo Zito, responsabile del circolo di Ciampino. Lui non ha ancora capito dove si va e con chi, Pierfrancesco Dauri invece sì: «Sono venuto qui per comunicare le mie dimissioni da delegato del sindaco alla Asl RmA», annuncia il primario anestesista del Cto. «Quando Marrazzo chiuse il San Giacomo la reazione di Alemanno fu troppo timida, ora che la Polverini ha emesso dei decreti che disarticolano la rete ospedaliera del Lazio e al Cto ha addirittura soppresso l' Unità spinale che era una delle eccellenze del Centrosud per la cura dei paraplegici, ho deciso basta. Me ne vado perché voglio essere libero di dire la mia». È la libertà di opinione contro il pensiero dominante che nel Pdl significa divieto di critica a motivare i finiani. Decisi a costituire gruppi di Fli ovunque perché «ormai si è aperta una fase costituente vera», certifica Buonfiglio, «presto anche in Regione accadrà qualcosa», mentre in Campidoglio si aspetterà il rimpasto di giunta «per evitare di prestarci a giochetti e di fare da sponda a qualche scontento». La prova è la presenza di

Rocco Pascucci, consigliere regionale dell' Mpa, «gruppo costituito dopo le elezioni, ma se allora ci fosse stato il vostro partito avrei scelto Futuro e Libertà», arringa: «Ora possiamo avviare un percorso insieme». Ribadisce Salatto: «Noi sosteniamo Alemannoe Polverini, ma loro prendano atto di questa nuova realtà, accettino da noi suggerimenti e critiche, altrimenti dovremo prendere le distanze». - (giovanna vitale)

Sfida a Comune e Regione I gruppi di Fli sono pronti.pdf il 04/ott/2010  

Sfida a Comune e Regione I gruppi di Fli sono pronti.pdf il 04/ott/2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you