Issuu on Google+


07-OTT-2013

Lettori: 2.765.000 Diffusione: 477.910

Dir. Resp.: Ferruccio de Bortoli

da pag. 39

1


19-OTT-2013

Lettori: n.d. Diffusione: n.d.

Dir. Resp.: Ferruccio de Bortoli

da pag. 17

3


28-SET-2013

Lettori: n.d. Diffusione: n.d.

Dir. Resp.: Ezio Mauro

da pag. 13

1


29-SET-2013

Lettori: n.d. Diffusione: n.d.

Dir. Resp.: Gian Marco Chiocci

da pag. 25

1


27-SET-2013

Lettori: n.d. Diffusione: n.d.

Dir. Resp.: Alvaro Moretti

da pag. 26

1


VENERDÌ 27 SE T TEMBRE 2013

LA SICILIA

lo SPETTACOLO L’INTERVISTA.

L’attore agrigentino riceve il «Premio Martoglio» in omaggio alla carriera nel segno della sicilianità

.21

AL VIA A TIVOLI

Jannuzzo, dialetto mon amour «Operazione straordinaria Montalbano, ma Renzino Barbera ci ha insegnato a ridere di noi stessi» ANNA MARIA SCICOLONE

AGRIGENTO. Torna in Sicilia l’attore e commediografo agrigentino Gianfranco Jannuzzo, e precisamente a Grotte, per ritirare, domani sera, nell’atrio del Palazzo Municipale, il Premio di Poesia Dialettale «Nino Martoglio». Giunto ormai all’undicesima edizione, il Premio è ideato e diretto da Aristotele Cuffaro con l’intento di conservare e diffondere la cultura siciliana. Per la sezione speciale «Pillitteri» è stato assegnato un riconoscimento anche al chitarrista agrigentino Tom Sinatra; la conduzione sarà affidata al produttore Francesco Bellomo. Sorprendente è il contributo di conoscenza che Jannuzzo ha offerto nel corso della sua carriera e l’amore viscerale che nutre per la parlata «giurgintana». «Sono orgoglioso di questo premio. Penso da sempre – afferma Jannuzzo - che il dialetto rappresenti una ricchezza straordinaria. Ogni lingua, come quella siciliana, è il risultato di stratificazioni culturali che ci hanno arricchito non soltanto di monumenti straordinari, ma anche di inflessioni particolari. Penso ai francesismi, ai grecismi, ai latinismi, alle radici arabe. La forma dialettale è la più immediata: quando ci dobbiamo rivolgere in modo diretto agli altri, per esser più spontanei, o più simpatici, o quando ci troviamo in situazioni di tensione, ricorriamo al dialetto. Non ce ne vergogniamo, anzi, ne andiamo orgogliosi, perché è un segno distintivo di appartenenza». Quando recita in lingua, Jannuzzo conserva qualche sillaba «‘ncarcata», qualche inflessione dialettale che suscita ilarità; ma non è soltanto uno strumento per la comicità. «Ho sempre mostrato un grande interesse per tutti i dialetti – sostiene -. L’espressione dialettale è un mezzo, un pretesto, che mi è servito a farne comprendere la rilevanza culturale. Siciliani, così come calabresi, o piemontesi, tutti siamo orgogliosi delle nostre radici, e lo siamo in quanto italiani, nonostante i nostri difetti: in fondo siamo straordinari e apparteniamo a questo unico e variegato ceppo italico. Da quando ho il privilegio di fare teatro, mi sono attribuito il compito di farne comprendere il valore». E ciò è ac-

TELEVISIONE

RECITAL

GIRGENTI AMORE MIO LIOLA’

In tour con gli storici cavalli di battaglia ma anche molte novità e brani inediti a sua firma

L’attore nella locandina Nella commedia dello spettacolo di cui è l’attore agrigentino ha anche autore, regia di avuto a fianco Guia Pino Quartullo Ielo e Manuela Arcuri

DOMENICA AL CINEMA ODEON DI CATANIA

Un evento per ricordare Cory Monteith Cory Monteith, attore e cantante canadese è scomparso a 31 anni lo scorso 13 luglio. Dopo un’infanzia difficile, segnata dall’abbandono del padre e dal conseguente abuso di alcol e droghe, il giovane Cory va in riabilitazione, consegue il diploma e intraprende la carriera di attore, in tv e al cinema (Final Destination 3, White Noise). Nel 2009 acquista popolarità grazie alla serie televisiva Glee, dove interpreta Finn Hudson, giocatore della squadra di football con spiccate doti per il canto. Il 13 luglio 2013 viene trovato morto all’hotel Fairmont Pacific Rim di Vancouver a causa di un mix di eroina e alcol.

A Catania domenica 29 a partire dalle 10,30 al cine teatro Odeon si svolgerà un evento commemorativo dedicato all’attore idolo dei ventenni in tutto il mondo. Video, dibattiti, canzoni accompagneranno tutti i partecipanti in un percorso emotivo da non dimenticare. L’evento è stato organizzato dalle ragazze del fan club siciliano, le Gleeks Catania. L’evento sarà anche un pretesto per pensare ai pericoli derivati dall’uso di droghe e alcol, alle occasioni che questi rubano ai giovani, nel tentativo di sensibilizzare i ragazzi sul problema delle dipendenze, ancora così diffuso.

Presentato il palinsesto di Cubovision «casa del cinema»

Freccero torna in «Fuoriserie» tra film e programmi curiosi con titoli come Anche libero va bene, La famiglia, La seconda notte di nozze. Così parla Piero De Chiara, Responsabile Programmazione di Cubovision e Freccero, nuovo direttore artistico di Fuoriserie, continua: «Dopo aver lavorato in tre paesi diversi e in tre canali commerciali, mi mancava la tv on deman, così quando muoio posso mettere una lista completa

sulla mia lapide». De Chiara sottolinea anche che «nei ROMA. E anche Carlo Freccero fece il salto. prossimi mesi potrebbero entrare nel Laddove ancora non era arrivato nel suo mercato della tv on demand Mediaset e rockeggiante girovagare. Sulla tv on deforse anche grande gruppo americano. mand. Anzi su una tv che arriva sullo Diventeremo ancora più competitivi ofschermo di casa, su tablet e smartphone. frendo sempre più contenuti». Proprio su Oltre 5000 titoli tra film, serie TV, proquesta linea nasce Fuoriserie, che fra i prigrammi per bambini e ragazzi, documenmi titoli proporrà Kaboul Kitchen, campiotari e news, tutto fruibile ne di ascolti su Canal+, amdal divano di casa o per bientata e girata a Kabul, strada. E’ Cubovision, TV che coniuga umorismo e On Demand di Telecom attualità; la miniserie briItalia, che propone esclusitannica Secret State, thriller ve, progetti speciali, canapolitico con Gabriel Byrne; li creati ad hoc che ne fanla francese I Bravi ragazzi, no la videoteca più grande una sorta di Romanzo crid’Italia e punto di riferiminale ambientato a Marmento per la «nuova telesiglia. visione», che in Freccero «Andremo a caccia dei andato in pensione dalla prodotti esteri più curiosi, Rai, lasciando quest’estate originali e provocatori la direzione di Rai4 - ora ha spiega Freccero -. La tv di trovato il direttore artistico accompagnamento deve di «Fuoriserie», il nuovo caesistere perché ci sono annale per le fiction inedite PIERO DE CHIARA, RESPONSABILE PROGRAMMAZIONE, E CARLO FRECCERO cora i telemorenti e i teledella tv on demand Cubobadanti, ma c’è anche un vision di Telecom Italia, di cui oggi è stapubblico molto rock e attento che vuole to presentato il palinsesto: punta a divencostruirsi il proprio palinsesto». STAR DEL CINEMA tare «la casa del cinema italiano con rasAllora che cosa farà da oggi in poi? «C’è segne che mescolano alto e basso, classianche un pubblico rock attento che vuoco e moderno. Il nostro cinema esce dai le costruirsi il proprio palinsesto e per Hollywood Boulevard canali generalisti e si disperde nei canali lanciare il progetto potenzieremo il merimpronte della Bullock tematici, la nostra piattaforma è la vicato pubblicitario. So che ogni serie tv nadeoteca on demand più grande d’Italia sce per fidelizzare il pubblico. Mi rendo LOS ANGELES. Sandra Bullock ha vuole diventare una grossa fonte di ricaconto che con Sky e Mediaset la concorimpresso le proprie impronte sulla vo per il cinema. Con titoli di Rai Cinema renza sia agguerrita, ma credo ci siano Hollywood Walk of Fame infilando in anteprima assoluta (Gli infedeli, Sette spazi di manovra sul mercato. In ogni camani e piedi nel cemento fresco giorni all’Havana, I segreti della mente, Il so le costrizioni lasciano spazio alla creasull’Hollywood Boulevard. Le sue mio migliore incubo, La scuola è finita, Il tività. Ammiro Sky però spendono un impronte rimarranno preservate nel paese delle spose infelici, L’ultimo terrestre) sacco di soldi per X Factor e Masterchef piazzale dinnanzi alla celebre e ogni mese ai suoi spettatori una lettura che detesto. Ho amato Romanzo Criminale struttura. La protagonista di «Gravity» originale del nostro Paese, attraverso una ma la maggior parte sono format che imha portato con sè il figlio Louis. rassegna di film su temi di costume e atpongono il conformismo. Io lavorerò in tualità, come lo Speciale Famiglie d’Italia direzione contraria». SILVIA DI PAOLA

caduto anche quando Girgenti, amore mio è stata rappresentata davanti ad un pubblico del nord «per la forza che è capace di esprimere un attore siciliano». Il pensiero corre a Nino Martoglio e ai numerosi autori dialettali siciliani. «Luigi Pirandello scrisse in dialetto Liolà – rammenta Jannuzzo -, opera teatrale che ho avuto l’onore di portare in scena con la regia di Gigi Proietti. Il drammaturgo agrigentino riuscì a sdoganare la parlata di Girgenti, divertendosi moltissimo a farlo, come ebbe modo di scrivere al figlio. A Nino Martoglio si deve Centona, una raccolta di poesie siciliane, che gli amici di mio padre, quando venivano a trovarlo, recitavano a memoria, tra cui Il telefrico senza fili, o Lu cummattimentu di Orlandu e Rinardu: “Vidìti quantu po’ ‘n pilu di fimmina!... “. Martoglio fu grande nelle commedie: indimenticabili San Giovanni decollato o L’aria del continente, che furono anche film di successo. Dal dialetto nascono espressioni essenziali, spontanee; la lingua italiana è più convenzionale». Per il linguaggio, diffuso a livello internazionale dal commissario Montalbano di Andrea Camilleri, Jannuzzo nutre grande ammirazione: «È un’operazione straordinaria: tutti ci divertiamo con la parlata del commissario Montalbano. Invero, già Renzino Barbera ci aveva educato a questo modo divertente di tradurre il siciliano in italiano e viceversa. Ci aveva abituato a ridere di noi stessi, tenendo sempre presenti quei valori imprescindibili che sono della cultura siciliana. Camilleri compie un’operazione eccezionale, che è testimoniata dal suo successo mondiale, attraverso un linguaggio che è frutto di ricerca». Reduce da un tour di successo - «malgrado la crisi», come afferma - che ha portato il suo Recital quest’estate in vari teatri, Gianfranco Jannuzzo continuerà a proporlo fino a gennaio in giro per l’Italia. Recital propone suoi storici cavalli di battaglia, alcuni scritti da Renzino Barbera, ma anche molte novità e brani inediti, che portano la sua firma. «E’ un progetto che ho considerato in fieri, che arricchisco continuamente e che offre sempre spunti nuovi».

Francesco Nicolosi e Villa d’Este in musica ROMA. Villa d’Este a Tivoli riapre per ospitare «Jeux d’Art a Villa d’Este», la manifestazione promossa dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo e prodotta dall’Associazione Culturale La Stanza delle Rose, quest’anno all’ottava edizione. Cinque concerti ogni sabato, inizio alle 19, in programma da domani al 26 ottobre nella Sala della Fontana, rinnovando il connubio tra musica ed arte. «Il sogno continua - afferma Francesco Nicolosi, direttore artistico della rassegna e pianista impegnato nel concerto inaugurale - e la grande musica ancora una volta aleggerà tra i saloni della Villa, tra i suoi affreschi e i lussureggianti giardini. Cinque appuntamenti, tutti da non perdere con giganti della musica come Mozart, Haydn, Beethoven, Verdi, Wagner, Schumann, Debussy, Rachmaninov, Franck, Thalberg e, non poteva certo mancare, il nostro amatissimo Liszt». Domani serata inaugurale, in coincidenza con la Giornata Europea del Patrimonio, apertura gratuita della Villa e del giardino fino alle 18 e omaggio ai bicentenari di Verdi e Wagner, le cui arie più celebri saranno accostate a testi di D’Annunzio nei 150 anni dalla nascita. Filo conduttore del recital è il Circolo artistico di Via Margutta a Roma, che le cronache dicono essere stato frequentato da questi tre grandi.


19-OTT-2013

Lettori: n.d. Diffusione: n.d.

Dir. Resp.: Gaetano PedullĂ 

da pag. 9

4


12-OTT-2013

Lettori: n.d. Diffusione: n.d.

Dir. Resp.: Ferruccio de Bortoli

da pag. 16

2


27-SET-2013

Lettori: n.d. Diffusione: n.d.

Dir. Resp.: Ferruccio de Bortoli

da pag. 17

2


02/10/13

TORNA IL FESTIVAL JEUX D'ART A VILLA D'ESTE<br /> Dal 28 settembre al 26 ottobre, ogni sabato un concerto aperitivo per un appuntamento co…

TORNA IL FESTIVAL JEUX D'ART A VILLA D'ESTE Dal 28 settembre al 26 ottobre, ogni sabato un concerto aperitivo per un appuntamento con la grande musica. iniziativa

Pubblicato il 27 settembre 2013

Villa d’Este a Tivoli riapre le sue sale per ospitare il festival Jeux d’Art a Villa d’Este, la manifestazione promossa dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo e organizzata dall’Associazione Culturale La Stanza delle Rose, quest’anno giunta alla sua VIII edizione. Cinque concerti ogni sabato sera, con inizio alle ore 19, dal 28 settembre al 26 ottobre nella suggestiva Sala della Fontana, rinnovando il connubio tra musica ed arte, in uno dei musei più suggestivi e famosi d’Italia. Cinque appuntamenti da non perdere, curati da Francesco Nicolosi, Direttore artistico della rassegna, con grandi interpreti e giganti della musica come M ozart, Haydn, Beethoven, Verdi, Wagner, Schumann, Debussy, Rachmaninov, Franck, Thalberg e Franz Liszt. Serata inaugurale – in coincidenza con la Giornata Europea del Patrimonio, con apertura gratuita della villa e del giardino fino alle ore 18 - sabato 28 settembre nella Sala della Fontana, ore 19, con un imprescindibile e inusuale omaggio ai bicentenari della nascita di Verdi e Wagner, le cui arie più celebri saranno accostate ad alcuni testi di D’Annunzio, di cui si celebrano invece i 150 anni dalla nascita. Filo conduttore di questo recital per voce e pianoforte è il Circolo artistico internazionale di Via M argutta a Roma, che le cronache dicono essere stato frequentato nello stesso periodo da questi tre grandi protagonisti. Francesco Nicolosi interpreterà al pianoforte alcune delle più famose e celebri Parafrasi che Franz Liszt e Sigismund Thalberg trassero dalle maggiori opere dei due compositori celebrati nel corso dell’anno. Si tratta di un viaggio attraverso i loro più importanti momenti creativi e artistici, ‘parafrasati’ da autori che nel pianoforte riversarono anche la loro stessa personalità: da Aida di Verdi La danza sacra e il duetto finale Locandina parafrasati da Liszt mentre è di Sigismund Thalberg il Souvenir del Ballo in maschera risalente al 1864, una delle ultime creazioni del suo genere consegnate alle stampe dal compositore. M entre di Wagner le parafrasi sono tutte lisztiane: Walhall dall’Anello del Nibelungo, Feierlicher M arsch zum heiligen Gral dal Parsifal e la celeberrima M orte di Isotta dal Tristano e Isotta. La voce dell’attore napoletano M ariano Rigillo intercalerà l’esecuzione dei brani pianistici con la lettura di testi tratti da alcune opere fondamentali del “Vate”: Elettra, Il fuoco, Il trionfo della morte. Il secondo appuntamento è in programma sabato 5 ottobre, protagonisti il flauto di Claudi Arimany e il pianoforte della giovanissima Laura Cozzolino, impegnati in un programma dedicato a tre celebri e scintillanti trascrizioni per flauto: l’Adagio e Allegro op. 70 di Schumann, la Sonatina op. 100 di Dvorak e la Sonata in la maggiore di Frank. E’ anche occasione per rendere omaggio e ricordare il grande flautista Jean-Pierre Rampal, scomparso nel 2000, di cui Arimany è erede universalmente riconosciuto, avendo suonato con lui per undici anni. A proposito del programma del concerto a Villa d’Este, il flautista francese precisa: “Con Laura suoniamo tre pezzi di cui nessuno è stato originariamente scritto per flauto. Quello di Schumann è per corno, quelli di Dvorak e Frank per violino. M a era abituale allora trascrivere brani famosi per altri strumenti, che spesso si affermavano rispetto all’originale. D’altronde la musica non la fanno gli strumenti, la fanno i musicisti: non è importante con che cosa si suona, ma come si suona”. Terzo appuntamento, sabato 12 ottobre, con il Quartetto Savinio, celebre complesso da camera fondato nel 2000 dai suoi attuali quattro componenti: Alberto M aria Ruta e Rossella Bertucci, violino, Francesco Solombrino, viola e Lorenzo www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_670137138.html

1/3


02/10/13

TORNA IL FESTIVAL JEUX D'ART A VILLA D'ESTE<br /> Dal 28 settembre al 26 ottobre, ogni sabato un concerto aperitivo per un appuntamento co…

Ceriani, violoncello. Programma dedicato a tre giganti della scrittura quartettistica: Haydn, di cui si ascolterà il Quartetto op.76 n.4 Sonnenaufgang, conosciuto appunto come L'aurora, scritto nel 1797; M ozart e l’altrettanto celebre Quartetto K465 n.19 Dissonanze – l’ultimo e il più ardito dei sei Quartetti dedicati a Haydn, composti tra il 1782 e il 1785; infine, Beethoven e il Quartetto op.135 n.16, ultima importante composizione scritta nel 1826, sei mesi prima della morte, e pubblicata postuma. Sarà, invece, il Trio Bettinelli l’ospite del quarto appuntamento sabato 19 ottobre, una formazione nata nel 2004 dall’incontro di tre musicisti italiani già impegnati in significative attività solistiche e individualmente premiati in importanti concorsi nazionali e internazionali: Ilaria Cusano, violino, Jacopo Di Tonno, violoncello e Dario Cusano, pianoforte. Il programma scelto per il concerto a Villa d’Este spazia dal Settecento al Novecento: il Trio in do maggiore Hob XV n.21 di Haydn, il Trio Elegiaco n.1 in sol minore di Rachmaninoff, Elegie op.16 di Kreine e in chiusura di serata il Premier Trio en Sol di Debussy. Precisa Dario Cusano, pianista del gruppo: “Credo che i classici rispecchino molto il nostro gusto musicale. E’ un repertorio complesso ma è un lavoro fantastico riuscire a trovare le idee giuste per valorizzare”. Sabato 26 ottobre chiudono l’edizione 2013 di Jeux d’art il pianista Luca Schieppati e il mezzosoprano estone Kulli Tomingas con un interessante e avvincente programma dal titolo L’originale e la copia, nel quale viene giustamente ricordato anche il 150° anniversario della nascita di un altro grande operista italiano: Pietro M ascagni, nato appunto a Livorno il 7 dicembre 1863. Il concerto ci presenta una scelta di composizioni che spaziano liberamente in senso cronologico e geografico e che fanno riferimento a tre diverse sfere dell’ascolto musicale: il teatro d’opera, il salotto borghese ove trionfava il pianoforte e la sala da concerto dove si amplificavano o deformavano i riverberi dal mondo del teatro e del salotto, e da qui il titolo della serata. La coppia d’interpreti dedicherà un piccolo omaggio musicale proprio a M ascagni, con l’esecuzione delle celebri O pallida che un giorno dall’Amico Fritz e lo Stornello di Lola dalla Cavalleria rusticana; a seguire grandi arie, romanze, lieder e composizioni per pianoforte solo di Gluck, Wagner, Rossini, Verdi, Donizetti, Liszt e M artucci. Come nella passata edizione, anche quest’anno sarà possibile, dopo la musica, partecipare al cocktail insieme agli artisti protagonisti della serata. Una delle proposte più apprezzate e condivise dal pubblico. INFO: Jeux d’Art: tel. mob. ( 39) 392.5126048 facebook. youtube. flickr. issuu jeuxdart E mail: info@jeuxdart.it Sito web: www.jeuxdart.it BIGLIETTI E ABBONAMENTI: Prezzi: intero € 12; ridotto (giovani fino a 26 anni) € 10 Abbonamento ai cinque concerti: € 50 I possessori dell’abbonamento avranno diritto a un ingresso visita guidata a Villa d’Este. La visita guidata si terrà sabato 26 ottobre alle ore 17 prima dell'inizio del concerto. Tutti i biglietti sono comprensivi della consumazione per l'aperitivo. Biglietteria, acquisto e prevendita: VILLA D’ESTE P.zza Trento, 5 - Tivoli (RM ) Orario: dal martedì alla domenica ore 8.30 -16.00 il giorno del concerto fino all’intervallo Per informazioni: tel. ( 39) 0774.332920 ONLINE Sul sito www.listicket.it Ritiro biglietti a partire da un’ora prima dell’evento presso la Biglietteria di Villa d’Este BIGLIETTERIA E PREVENDITA TELEFONICA Lottomatica Italia Servizi tel. 892.982 Orario: dal lunedì al sabato ore 10.00-13.00 / 14.00-18.00 Ritiro biglietti a partire da un’ora prima dell’evento presso la Biglietteria di Villa d’Este PRINCIPALI PUNTI VENDITA ESTERNI Orbis P.zza Esquilino, 37 Roma Interclub Service Piazza Ippolito Nievo, 1 Roma M agiordomus Via Bruno Buozzi, 72 Roma Esquilibri Via Giolitti, 319/323 Roma Bonnieeclyde Viale Regina M argherita, 194 Roma RM 3914 Via Villa Adriana, 90 Villa Adriana di Tivoli (RM ) Drin Service P.zza Don Nazario Galieti, Genzano (RM ) Box Office Camomilla Via Angelo Olivieri, 70 Ostia (RM ) Il Biglietto Corso della Repubblica, 374 Velletri (RM ) Per la lista completa dei punti vendita esterni presenti su tutto il territorio nazionale visitare il sito www.listicket.it EVENTO PROMOSSO DA: Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le Province di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo (evento a cura della Direzione di Villa d’Este, con la collaborazione del personale interno) CON IL CONTRIBUTO DI: Provincia di Roma Comune di Tivoli UNA PRODUZIONE Associazione La Stanza delle Rose APPROFINDIMENTI si web http://www.jeuxdart.it/index.htm

www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_670137138.html

2/3


27/09/13

Musica: concerti a Villa d'Este per il festival 'Jeux d'Art' - Adnkronos Spettacolo

AKI ARABIC | AKI ENGLISH | AKI ITALIANO | SALUTE | LABITALIA | WASHINGTON CHIAMA ROMA | MUSEI ON LINE | IMMEDIAPRESS

Venerdì 27 Settembre 2013 CERCA NEL SITO CON GOOGLE NEWS

DAILY LIFE REGIONI AKI ITALIANO AKI ENGLISH LAVORO SPECIALI SECONDOME MEDIACENTER

CRONACA

POLITICA

ESTERI

ECONOMIA E FINANZA

SPORT

SPETTACOLO E CULTURA

CYBERNEWS

MODA

TV

PROMETEO LIBRO DEI FATTI IMMEDIAPRESS

TUTTE LE NOTIZIE

ARCHIVIO

Almanacco del giorno - Oroscopo - Meteo - Mobile - iPad - SMS

News > Spettacolo > Musica: concerti a Villa d'Este per il festival 'Jeux d'Art'

Musica: concerti a Villa d'Este per il festival 'Jeux d'Art' ultimo aggiornamento: 23 settembre, ore 19:22

commenta

0

vota

1

invia

stampa

Tw eet

0

Roma, 23 set. (Adnkronos) - Villa d'Este a Tivoli riapre le sue sale per ospitare il festival 'Jeux d'Art a Villa d'Este', la manifestazione promossa dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo e prodotta dall'Associazione Culturale La Stanza delle Rose, quest'anno giunta alla sua ottava edizione. Cinque concerti ogni sabato sera, con inizio alle ore 19, in programma da sabato prossimo al 26 ottobre nella suggestiva Sala della Fontana, rinnovando il connubio tra musica ed arte, in uno dei musei piu' suggestivi e famosi d'Italia. "Il sogno continua - afferma Francesco Nicolosi, Direttore artistico della Annuncio disattivato. rassegna e pianista impegnato nel concerto inaugurale - e la grande Annulla musica ancora una volta aleggera' tra i saloni della Villa, tra i suoi affreschi, i suoi fantastici scorci, i suoi lussureggianti giardini. Cinque Faremo del nostro meglio per appuntamenti, tutti da non perdere con grandi interpreti e giganti della mostrarti annunci più pertinenti musica come Mozart, Haydn, Beethoven, Verdi, Wagner, Schumann, in futuro. Debussy, Rachmaninov, Franck, Thalberg e, non poteva certo mancare, il nostro amatissimo Liszt". Aiutaci a mostrarti annunci migliori aggiornando le tue Serata inaugurale, in coincidenza con la Giornata Europea del impostazioni degli annunci. Patrimonio, con apertura gratuita della Villa e del giardino fino alle ore 18, sabato prossimo alle ore 19, con un inusuale omaggio ai bicentenari della nascita di Verdi e Wagner, le cui arie piu' celebri saranno accostate ad alcuni testi di D'Annunzio, di cui si celebrano invece i 150 anni dalla nascita. Filo conduttore di questo recital per voce e pianoforte e' il Circolo artistico internazionale di Via Margutta a Roma, che le cronache dicono essere stato frequentato da questi tre grandi protagonisti.

Mi piace

Piace a Mario Bassani, Lella Lavizzari e altre 69.702 persone.

I PIÙ POPOLARI

ATTIVITÀ DEGLI AMICI

Letta: "Italia um iliata. Vedrò Napolitano, poi chiarim ento in Parlam ento" Adnkronos Politica Una persona consiglia questo elemento. "Picchiare le donne è un diritto". Frase choc del leader islam ico scuote la Svizzera - Adnkronos... 1.877 persone consigliano questo elemento.

TV IGN ADNKRONOS

Annunci Google

Villa Per Matrimoni Roma

Villa Fiore Ricevimenti, Da 75 € il tuo matrimonio completo www.villafiorericevimenti.it

13 ottobre: Ti aspettiamo

Eventi e visite speciali in 100 borghi d'eccellenza italiani www.bandierearancioni.it/

Un Tetto rende 15-24mila€

Mettere il Fotovoltaico a casa può rendere bene, con queste 3 novità www.FotovoltaicoPerTe.com

Ideazione TV e Cinema

Master Produzione Tv e cinema Ideazione e produzione audiovisiva almed.unicatt.it pubblica la notizia su:

Tw eet

0

0

segnala la notizia su:

TAG Jeux - art

tutte le notizie di spettacolo commenta

0

invia stampa in evidenza

www.adnkronos.com/IGN/News/Spettacolo/Musica-concerti-a-Villa-dEste-per-il-festival-Jeux-dArt_32639940574.html

1/3


29/10/13

Jeux d’Art a Villa d’Este - VIII edizione | Incontragiovani Roma Ads not by this site

SU

STUDIO E FORMAZIONE

LAVORO E IMPRESA

ESTERO

CULTURA E SPETTACOLO

CITTÀ E TEMPO LIBERO

HOME > EVENTI SCELTI DA 060608

SPAZI INCONTRAGIOVANI INFO SERVIZIO

EVENTI 060608

ELENCO SPORTELLI

28-09-2013 - 26-10-2013

Jeux d’Art a Villa d’Este - VIII edizione

MAPPA COMPLETA INCONTRAGIOVANI PER LE SCUOLE

Villa d'Este - Tivoli

Villa d’Este a Tivoli riapre le sue sale per ospitare il festival Jeux d’Art a Villa d’Este, la manifestazione promossa dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Roma , Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo e organizzata dall’Associazione Culturale La Stanza delle Rose, quest’anno giunta alla sua VIII edizione.

OTTOBRE

« L

M

M

G

»

V

S

D

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

TAG CLOUD

università cultura

low cost studenti

formazione orientamento cultura teatro cinema musica fotografia

concorso bando gratis a

Roma premio incontri

Cinque concerti ogni sabato sera, con inizio alle ore 19, dal 28 settembre al 26 ottobre nella suggestiva Sala della Fontana, rinnovando il connubio tra musica ed arte, in uno dei musei più suggestivi e famosi d’Italia. Cinque appuntamenti da non perdere, curati da Francesco Nicolosi, Direttore artistico della rassegna, con grandi interpreti e giganti della musica come Mozart, Haydn, Beethoven, Verdi, Wagner, Schumann, Debussy, Rachmaninov, Franck, Thalberg e Franz Liszt. Serata inaugurale – in coincidenza con la Giornata Europea del Patrimonio, con apertura gratuita della villa e del giardino fino alle ore 18 - sabato 28 settembre nella Sala della Fontana, ore 19, con un imprescindibile e inusuale omaggio ai bicentenari della nascita di Verdi e Wagner, le cui arie più celebri saranno accostate ad alcuni testi di D’Annunzio, di cui si celebrano invece i 150 anni dalla nascita. Filo conduttore di questo recital per voce e pianoforte è il Circolo artistico internazionale di Via Margutta a Roma, che le cronache dicono essere stato frequentato nello stesso periodo da questi tre grandi protagonisti. Francesco Nicolosi interpreterà al pianoforte alcune delle più famose e celebri Parafrasi che Franz Liszt e Sigismund Thalberg trassero dalle maggiori opere dei due compositori celebrati nel corso dell’anno. Il secondo appuntamento è in programma sabato 5 ottobre, protagonisti il flauto di Claudi Arimany e il pianoforte della giovanissima Laura Cozzolino, impegnati in un programma dedicato a tre celebri e scintillanti trascrizioni per flauto: l’Adagio e Allegro op. 70 di Schumann, la Sonatina op. 100 di Dvorak e la Sonata in la maggiore di Frank. E’ anche occasione per rendere omaggio e ricordare il grande flautista Jean-Pierre Rampal, scomparso nel 2000, di cui Arimany è erede universalmente riconosciuto, avendo suonato con lui per undici anni. Terzo appuntamento, sabato 12 ottobre, con il Quartetto Savinio, celebre complesso da camera fondato nel 2000 dai suoi attuali quattro componenti: Alberto Maria Ruta e Rossella Bertucci, violino, Francesco Solombrino, viola e Lorenzo Ceriani, violoncello. Programma dedicato a tre giganti della scrittura quartettistica: Haydn, di cui si ascolterà il Quartetto op.76 n.4 Sonnenaufgang, conosciuto appunto come L'aurora, scritto nel 1797; Mozart e l’altrettanto celebre Quartetto K465 n.19 Dissonanze – l’ultimo e il più ardito dei sei Quartetti dedicati a Haydn, composti tra il 1782 e il 1785; infine, Beethoven e il Quartetto op.135 n.16, ultima importante composizione scritta nel 1826, sei mesi prima della morte, e pubblicata postuma. Sarà, invece, il Trio Bettinelli l’ospite del quarto appuntamento sabato 19 ottobre, una formazione nata nel 2004 dall’incontro di tre musicisti italiani già impegnati in significative attività solistiche e individualmente premiati in importanti concorsi nazionali e internazionali: Ilaria Cusano, violino, Jacopo Di Tonno, violoncello e Dario Cusano, pianoforte. Il programma scelto per il concerto a Villa d’Este spazia dal Settecento al Novecento: il Trio in do maggiore Hob XV n.21 di Haydn, il Trio Elegiaco n.1 in sol minore di Rachmaninoff, Elegie op.16 di Kreine e in chiusura di serata il Premier Trio en Sol di Debussy. Precisa Dario Cusano, pianista del gruppo: “Credo che i classici rispecchino molto il nostro gusto musicale. E’ un repertorio complesso ma è un lavoro fantastico riuscire a trovare le idee giuste per valorizzare”. Sabato 26 ottobre chiudono l’edizione 2013 di Jeux d’art il pianista Luca Schieppati e il mezzosoprano estone Kulli Tomingas con un interessante e avvincente programma dal titolo L’originale e la copia, nel quale viene giustamente ricordato anche il 150° anniversario della nascita di un altro grande operista italiano: Pietro Mascagni, nato appunto a Livorno il 7 dicembre 1863. Il concerto ci presenta una scelta di composizioni che spaziano liberamente in senso cronologico e geografico e che fanno riferimento a tre diverse sfere dell’ascolto musicale: il teatro d’opera, il salotto borghese ove trionfava il pianoforte e la sala da concerto dove si amplificavano o deformavano i riverberi dal mondo del teatro e del salotto, e da qui il titolo della serata. La coppia d’interpreti dedicherà un piccolo omaggio musicale proprio a Mascagni, con l’esecuzione delle celebri O pallida che un giorno dall’Amico Fritz e lo Stornello di Lola dalla Cavalleria rusticana; a seguire grandi arie, romanze, lieder e composizioni per pianoforte solo di Gluck, Wagner, Rossini, Verdi, Donizetti, Liszt e Martucci. Come nella passata edizione, anche quest’anno sarà possibile, dopo la musica, partecipare al cocktail insieme agli artisti protagonisti della serata. Una delle proposte più apprezzate e condivise dal pubblico. Link: http://www.060608.it/it/eventi-e-spettacoli/musica/jeux-d-art-a-villa-d-este-viii-edizione.html Tipologia: Musica Cellulare: (+39) 392.5126048 Email: info@jeuxdart.it Sito web: www.jeuxdart.it keywords: musica

SPAZI INCONTRAGIOVANI

GIOVANI ARTISTI

STUDIO E FORMAZIONE

LAVORO E IMPRESA

ESTERO

CULTURA E SPETTACOLO

CITTÀ E TEMPO LIBERO

Opportunità

Opportunità

Opportunità

Opportunità

Opportunità

Appuntamenti e iniziative

Appuntamenti e iniziative

Appuntamenti e iniziative

Appuntamenti e iniziative

Appuntamenti e iniziative

Approfondimenti

Approfondimenti

Approfondimenti

Approfondimenti

Approfondimenti

Indirizzi utili

Indirizzi utili

Indirizzi utili

Indirizzi utili

Indirizzi utili

MAPPA SITO

PRIVACY

FAQ

ASSOCIAZIONI

NEWSLETTER

CONTATTI

© COPYRIGHT 2010 INCONTRAGIOVANI. ALL RIGHTS RESERVED

Ads not by this site

www.incontragiovani.it/eventi-scelti-da-060608/jeux-d-art-a-villa-d-este-viii-edizione

1/2


27/09/13

TORNA IL FESTIVAL "JEUX D’ART A VILLA D’ESTE"

cerca... Ultim e Notizie:

Home

SPAZIO AEREO NELL’UE: LA COMMISSIONE ESORTA ITALIA... » BRUXELLES\

Italiani nel mondo

Politiche migratorie You are here:

Home

Esteri

Italia

Rapporti internazionali »

Cultura

»

Regioni

Economia italiana nel mondo

Venerdì, 27 Set 2013

Cultura

Migrazioni

08:44

Vaticano

REGISTER

a.i.s.e.

Cooperazione

"La cultura del martedì"

»

TORNA IL FESTIVAL "JEUX D’ART A VILLA D’ESTE"

Facebook

Tw itter

RSS

TORNA IL FESTIVAL "JEUX D’ART A VILLA D’ESTE" MARTEDÌ 24 SETTEMBRE 2013 15:30

ROMA\ aise\ - Villa d’Este a Tivoli riapre le sue sale per ospitare il festival Jeux d’Art a Villa d’Este, la manifestazione promossa dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo e prodotta dall’Associazione Culturale La Stanza delle Rose, quest’anno giunta alla sua ottava edizione. Cinque concerti ogni sabato sera, con inizio alle ore 19, in programma dal 28 settembre al 26 ottobre nella suggestiva Sala della Fontana, rinnovando il connubio tra musica ed aise.it/cultura/la-cultura-del-martedi/154398-torna-il-festival-qjeux-dart-a-villa-desteq.html

1/3


27/09/13

TORNA IL FESTIVAL "JEUX D’ART A VILLA D’ESTE"

arte, in uno dei musei più suggestivi e famosi d’Italia. "Il sogno continua", afferma Francesco Nicolosi, direttore artistico della rassegna e pianista impegnato nel concerto inaugurale, "e la grande musica ancora una volta aleggerà tra i saloni della Villa, tra i suoi affreschi, i suoi fantastici scorci, i suoi lussureggianti giardini. Cinque appuntamenti, tutti da non perdere con grandi interpreti e giganti della musica come Mozart, Haydn, Beethoven, Verdi, Wagner, Schumann, Debussy, Rachmaninov, Franck, Thalberg e, non poteva certo mancare, il nostro amatissimo Liszt". Serata inaugurale - in coincidenza con la Giornata Europea del Patrimonio, con apertura gratuita della Villa e del giardino fino alle ore 18 - sabato 28 settembre nella Sala della Fontana, con un imprescindibile e inusuale omaggio ai bicentenari della nascita di Verdi e Wagner, le cui arie più celebri saranno accostate ad alcuni testi di D’Annunzio, di cui si celebrano invece i 150 anni dalla nascita. Filo conduttore di questo recital per voce e pianoforte è il Circolo artistico internazionale di Via Margutta a Roma, che le cronache dicono essere stato frequentato nello stesso periodo da questi tre grandi protagonisti. Francesco Nicolosi interpreterà al pianoforte alcune delle più famose e celebri Parafrasi che Franz Liszt e Sigismund Thalberg trassero dalle maggiori opere dei due compositori celebrati nel corso dell’anno. Si tratta di un viaggio attraverso i loro più importanti momenti creativi e artistici, ‘parafrasati’ da autori che nel pianoforte riversarono anche la loro stessa personalità: da Aida di Verdi La danza sacra e il duetto finale parafrasati da Liszt mentre è di Sigismund Thalberg il Souvenir del Ballo in maschera risalente al 1864, una delle ultime creazioni del suo genere consegnate alle stampe dal compositore. Mentre di Wagner le parafrasi sono tutte lisztiane: Walhall dall’Anello del Nibelungo, Feierlicher Marsch zum heiligen Gral dal Parsifal e la celeberrima Morte di Isotta dal Tristano e Isotta. La voce dell’attore napoletano Mariano Rigillo intercalerà l’esecuzione dei brani pianistici con la lettura di testi tratti da alcune opere fondamentali del "Vate": Elettra, Il fuoco, Il trionfo della morte. Il secondo appuntamento è in programma sabato 5 ottobre, protagonisti il flauto di Claudi Arimany e il pianoforte della giovanissima Laura Cozzolino, impegnati in un programma dedicato a tre celebri e scintillanti trascrizioni per flauto: l’Adagio e Allegro op. 70 di Schumann, la Sonatina op. 100 di Dvorak e la Sonata in la maggiore di Frank. E’ anche occasione per rendere omaggio e ricordare il grande flautista Jean-Pierre Rampal, scomparso nel 2000, di cui Arimany è erede universalmente riconosciuto, avendo suonato con lui per undici anni. A proposito del programma del concerto a Villa d’Este, il flautista francese precisa: "Con Laura suoniamo tre pezzi di cui nessuno è stato originariamente scritto per flauto. Quello di Schumann è per corno, quelli di Dvorak e Frank per violino. Ma era abituale allora trascrivere brani famosi per altri strumenti, che spesso si affermavano rispetto all’originale. D’altronde la musica non la fanno gli strumenti, la fanno i musicisti: non è importante con che cosa si suona, ma come si suona". Terzo appuntamento, sabato 12 ottobre, con il Quartetto Savinio, celebre complesso da camera fondato nel 2000 dai suoi attuali quattro componenti: Alberto Maria Ruta e Rossella Bertucci, violino, Francesco Solombrino, viola e Lorenzo Ceriani, violoncello. Programma dedicato a tre giganti della scrittura quartettistica: Haydn, di cui si ascolterà il Quartetto op.76 n.4 Sonnenaufgang, conosciuto appunto come L'aurora, scritto nel 1797; Mozart e l’altrettanto celebre Quartetto K465 n.19 Dissonanze – l’ultimo e il più ardito dei sei Quartetti dedicati a Haydn, composti tra il 1782 e il 1785; infine, Beethoven e il Quartetto op.135 n.16, ultima importante composizione scritta nel 1826, sei mesi prima della morte, e pubblicata postuma. Sarà, invece, il Trio Bettinelli l’ospite del quarto appuntamento sabato 19 ottobre, una formazione nata nel 2004 dall’incontro di tre musicisti italiani già impegnati in significative attività solistiche e individualmente premiati in importanti concorsi nazionali e internazionali: Ilaria Cusano, violino, Jacopo Di Tonno, violoncello e Dario Cusano, pianoforte. Il programma scelto per il concerto a Villa d’Este spazia dal Settecento al Novecento: il Trio in do maggiore Hob XV n.21 di Haydn, il Trio Elegiaco n.1 in sol minore di Rachmaninoff, Elegie op.16 di Kreine e in chiusura di serata il Premier Trio en Sol di Debussy. "Credo che i classici rispecchino molto il nostro gusto musicale", precisa Dario Cusano, pianista del gruppo. "È un repertorio complesso ma è un lavoro fantastico riuscire a trovare le idee giuste per valorizzare". Sabato 26 ottobre chiudono l’edizione 2013 di Jeux d’art il pianista Luca Schieppati e il mezzosoprano estone Kulli Tomingas con un interessante e avvincente programma dal titolo L’originale e la copia, nel quale viene giustamente ricordato anche il 150° anniversario della nascita di un altro grande operista italiano: Pietro Mascagni, nato appunto a Livorno il 7 dicembre 1863. Il concerto ci presenta una scelta di composizioni che spaziano liberamente in senso cronologico e geografico e che fanno riferimento a tre diverse aise.it/cultura/la-cultura-del-martedi/154398-torna-il-festival-qjeux-dart-a-villa-desteq.html

2/3


27/09/13

TORNA IL FESTIVAL "JEUX D’ART A VILLA D’ESTE"

sfere dell’ascolto musicale: il teatro d’opera, il salotto borghese ove trionfava il pianoforte e la sala da concerto dove si amplificavano o deformavano i riverberi dal mondo del teatro e del salotto, e da qui il titolo della serata. La coppia d’interpreti dedicherà un piccolo omaggio musicale proprio a Mascagni, con l’esecuzione delle celebri O pallida che un giorno dall’Amico Fritz e lo Stornello di Lola dalla Cavalleria rusticana; a seguire grandi arie, romanze, lieder e composizioni per pianoforte solo di Gluck, Wagner, Rossini, Verdi, Donizetti, Liszt e Martucci. Come nelle passate edizioni, anche quest’anno insieme alla bella musica e ai grandi inte rpreti, anche un momento di convivialità ospitato nei saloni di Villa d’Este: dopo il concerto sarà possibile partecipare al cocktail insieme agli artisti protagonisti della serata. Una delle proposte più apprezzate e condivise dal pubblico. Jeux d’Art a Villa d’Este è promosso da MiBAC, dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le Province di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo e dalla Direzione di Villa d’Este, con il contributo della Provincia di Roma e del Comune di Tivoli ed è una produzione de La Stanza delle Rose. (aise) Mi piace

0

0

Tw eet

1

SHINYSTAT

© 2010 A.I.S.E.

Ambiente

Angelus

Cooperazione

Cultura

Internazionalizzazione Mostre

Associazionismo Diplomazia

Attualità

Camere Commercio Estero

Diritti Umani

Istituti Italiani di Cultura

Diritti Umani

Economia

la Cultura del martedì

Parlamento europeo

Politica

Politica

diplomatica

Ricerca

Rifugiati

Politiche Migratorie Rimesse

CGIE-COMITES Eletti all'estero

Lavori parlamentari Politiche Migratorie

Rimesse Migranti

Salute

Libri

Cinema, Teatro, Musica Esteri

Commercio Estero

Flussi Migratori

Frattini

Lingua e cultura all'estero

Politiche regionali Società

Sport

Previdenza Udienze

Comunicazione

Generale

Made in Italy

MAE

Previdenza e lavoro

Udienze generali

Governo

Comunità

Immigrazione

Ministro degli Esteri Quirinale

Unione europea

Cooperazione Informazione

Ministro degli Esteri

Rapporti internazionali

Rete

Vaticano

Editrice SOGEDI - Società Generale Editoriale s.r.l. Tribunale di Roma n°15771/75 Direttore Responsabile: Giuseppe Della Noce

aise.it/cultura/la-cultura-del-martedi/154398-torna-il-festival-qjeux-dart-a-villa-desteq.html

3/3


29/10/13

Quotidiano Arte - Festival Jeux d'Art a Villa d'Este MARTEDÌ 29 OTTOBRE 2013 Ads not by this site

HOME DOCUMENTI&LEGGI

PRIMO PIANO

PROMOZIONE&VALORIZZAZIONE

PERSONAGGI

CERCA ARTICOLI ...

CARRIERE

RESTAURO&CONSERVAZIONE

VIAGGI Ric erc a avanzata

GUIDE

EVENTI

RICEV I QA SULLA E- MAIL: Articoli correlati

Ma rte d ì 1 ottob re 2 0 1 3 Tivoli (Rm), Villa d'Este fino al 26 ottobre, ogni sabato un concerto aperitivo

Al via la se sta e d izione d e lle Se ttima ne Musica li in G a rfa gna na Il Fe stiva l Inte rna ziona le d i Le tte ra tura E b ra ica La gra nd e musica ita lia na contro il na rcotra ffico Ap e rture se ra li a l Muse o Arche ologico Na ziona le d i P a e stum A T ivoli, Villa E ste d i Notte : a p e rture stra ord ina rie d e lla villa e d e l gia rd ino

I più letti della settimana

Festival Jeux d'Art a Villa d'Este la redazione

Uno dei maggiori capolavori del Rinascimento italiano, Villa d'Este, apre le sue magnifiche sale al Fe stiva l J e ux d ' Art, la manifestazione promossa dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici, che offre al suo pubblico, fino al 26 ottobre, cinque conce rti nella suggestiva Sala della Fontana, rinnovando il connubio tra musica e arte, in uno dei musei più suggestivi e famosi d’Italia. Cinque entusiasmanti appuntamenti curati da Fra nce sco Nicolosi, direttore artistico della rassegna, con grandi interpreti e giganti della musica come Mozart, Haydn, Beethoven, Verdi, Wagner, Schumann, Debussy, Rachmaninov, Franck, Thalberg e Franz Liszt. Dopo l'appuntamento di sabato 28 settembre con un omaggio dedicato ai bicentenari della nascita di Verdi e Wagner, sabato 5 ottobre vedrà protagonisti il flauto di Claudi Arimany e il pianoforte della giovanissima Laura Cozzolino, impegnati in un programma dedicato a tre celebri e scintillanti trascrizioni per flauto: l’Adagio e Allegro op. 70 di Schuma nn, la Sonatina op. 100 di Dvora k e la Sonata in la maggiore di Fra nk. Il flautista francese precisa: “Con Laura suoniamo tre pezzi di cui nessuno è stato originariamente scritto per flauto. Quello di Schumann è per corno, quelli di Dvorak e Frank per violino. Ma era abituale allora trascrivere brani famosi per altri strumenti, che spesso si affermavano rispetto all’originale. D’altronde la musica non la fanno gli strumenti, la fanno i musicisti: non è importante con che cosa si suona, ma come si suona”. L'appuntamento di sabato 12 ottobre, vedrà protagonista il Quartetto Savinio, celebre complesso da camera fondato nel 2000 dai suoi attuali quattro componenti: Alberto Maria Ruta e Rossella Bertucci, violino, Francesco Solombrino, viola e Lorenzo Ceriani, violoncello. Sarà, invece, il Trio Bettinelli l’ospite del quarto appuntamento che si svolgerà sabato 19 ottobre, una formazione nata nel 2004 dall’incontro di tre musicisti italiani già impegnati in significative attività solistiche e individualmente premiati in importanti concorsi nazionali e internazionali. Sabato 26 ottobre chiudono l’edizione 2013 di Jeux d’art il pianista Luca Schieppati e il mezzosoprano estone Kulli Tomingas con un interessante e avvincente programma dal titolo "L’originale e la copia", nel quale viene giustamente ricordato anche il 150° anniversario della nascita di un altro grande operista italiano: Pietro Mascagni, nato appunto a Livorno il 7 dicembre 1863.

www.quotidianoarte.it/nl/quotidianoarte_content_24559.mn

T a rq uinia : ritrova ta inte gra la tomb a d e ll’«Aryb a llos» Bra y: con la cultura si ricostruire il te ssuto socia le d e l P a e se Il IV a p p unta me nto con "Una notte a l muse o": si a rricchisce d i luoghi d e lla cultura "A scuola d i p a e sa ggio". P e rcorso forma tivo p e r le scuole “L’Arte a iuta l' Arte ”: op e re re sta ura te gra zie a i fond i d e lla Notte a l Muse o

QuotidianoArte Mi piace

2.717

QuotidianoArte ha condiviso la foto di MUSMA Museo della Scultura Contemporanea Matera.

Tutti pronti per Hallow een? Giovedì 31 ottobre vi aspettiamo per il laboratorio didattico "Bozzetto o scherzetto?" Plug-in sociale di Facebook

1/2


29/10/13

Jeux d’Art at Villa d’Este | What's on in Rome | Rome City Guide | Wanted in Rome

Login Username Enter

•••••••• Create account Forgot password

Classifieds

What's on

News

Choose category

Choose category

Choose category

Menu

All Classifieds »

All What's on »

Search

All News »

««

What's on in Rome

Wanted in Rome Where to buy your copy of Wanted in Rome Where to live Rome yellow pages Rome Areas About us Work with us FAQ Contact us

Like

0

0

Tw eet

Classifieds What's on News Link

The building's majestic Sala della Fontana hosts a series of classical music concerts, beginning at 19.00, along with an aperitivo, while after the concert it is possible to enjoy a cocktail overlooking the villa's beautiful water gardens.

Business

Create account Forgot password Create your own widget

Fri 04 11 18 25

»» Sat Sun 05 06 12 13 19 20 26 27

Jeux d’Art at Villa d’Este The eighth edition of the Jeux d’Art music festival takes place every Saturday evening until 26 October at Villa d'Este in Tivoli, located 30km north-east of Rome.

Users

OCTOBER 2013

Mon Tue Wed Thu 01 02 03 07 08 09 10 14 15 16 17 21 22 23 24 28 29 30 31

Music from 28.09 to 26.10.2013

Channels

Subscribe to WiR Insert your Classifieds Insert your Yellow Page Insert your Events

Events

Yellow pages 27.10.2013

Sport in Rome

Gym Palestra Farnese Fitness

The festival programme features the music of Mozart, Haydn, Beethoven, Verdi, Wagner, Schumann, Debussy and Liszt.

Venue

The ticket price per concert is €12, including the aperitivo, for full details tel. 3925126048, email info@jeuxdart.it, or see website.

Villa D'Este, Piazza Trento 5, Tivoli

« Back

23.10.2013

Books in Rome

Biblioteca Casanatense

Our Publications 0 Comments

Browse online Download Photos of Rome Youtube Channel

To write comments you must be registered. Sign in now Like

0

0

10.10.2013

Tw eet

Drinks in Rome

© Copyright 2013

Birreria McQueen

Meteo Roma

Search your hotel in Rome

Martedì

Mercoledì

Giovedi

Venerdì

25° 15°

25° 14°

24° 14°

23° 13°

Sabato

Destination

Arrival

29

Oct '13

Departure

30

+Inf o

News from the world

Oct '13 Pay at the hotel! Best price guaranteed

23° 11° ilmeteo.net

Wanted in Rome Mi piace Wanted in Rome piace a 19.389 persone.

Classifieds

What's on

News

Appio Latino. Via Macedonia / Caffarella Park. Modern and fully furnished, renovated...

Modigliani, Soutine and the damned artists The Netter collection of more than 120 works by artists such as Modigl...

Aung San Suu Kyi becomes citizen of Rome Myanmar opposition leader Aung San Suu Kyi finally became an honorary ...

Il Tesoro di Napoli This exhibition at Palazzo Sciarra features a selection of the most im...

All Saints and All Souls in Rome All Saints’ Day, or Ognissanti, on Friday 1

Search

Au Pair Italian family with 2 children aged 6 and 3 years old is looking for E... VW Touran 1.9

www.wantedinrome.com/whats-on/2002746/jeux-dart-at-villa-deste.html

Plug-in sociale di Facebook

1/2


TE_R_R_I_T_O_R_lo

_2_6_s_e_lt_e_m_b_re_2_o_1_3

--=-===-1 Il

Jeux d'art a Villa d'Este anno ottavo

TNOlI - Villa d'ESI" a Tivoli ria­ pre lt:: sut: sale per ospiLnre il fe­

ni già impegnati in significative

attività solistiche e individual­ mente premiati in impor1anti concorsi nazionali e intelTlazi~ l>Oflalllbrc lilla nali: Ilaria Cusano, violino, Ja­ a' 26 offobrc • denza per i Beni Architettonici e copo Di Tonno, violonceUo e Da· Paesaggisrici e prodotta dall'As­ '"llugur.11io"f! con ;.. ..

no Cusano, pianoforte. Il pro· sociazione Culturale Ln Slnl1Za frllncusco NicolosI gramma scelto per il conceno a de/f~ Rose. Cinque conceni ogni Villa d'Este spazia dal Settecen­ sabato sel':::t, con inizio alle Ofe pi""olorllS fJ Iii 1I0CO ~...;<,

lo al Novecento: il Trio in do 19, in programma dal 28 sel­ maggiore /-Iob XV tI. 21 di Haydn, Icmbre al 26 ouobre nella sug­ HlUlllo Imlllii lo'oJ

il Trio Elegiaco Il.1 iu sol minore gesliva Sala della fontana. ,-in­ pcr UII omIlUuìo il di Rachmaninoff, Elegie op.16 di Ilovando il COlUlUhio tra musica Kreine e in chiusura di serata il ed arte. Wilgner, Verdi

Premier Trio en Sol di Debtlssy. "1/ .sogno conlil1I1a - affenna c O'IIIIIIUII',O

Precisa Dario Cusano, pìanisia FIa,llcesco Nicolosi. Direttore ar­ del gnlppo: "Credo che i classici tistico deUa r:lssegna c pianista lispecchino molto il noslro gu. impegnalO nd concerto inaugu­ slo musicale. E' un repcrlorio rale:: - (: /CI gmnde IIlllSica ancom complesso ma è un lavoro ranta~ ufIa volfa a!eggt!"/) fra i saloni del­ GUIDONIA MONTECELIO, da una cava di Iravenino ad srico riuscire a Irovare le idee la lIilfa, 1m i suoi affresl.:hi. i SI/Di internazionale di Via Margutta a dare il grande nautista Iean­ un cementificio: Simone Saccucci con il suo RocceSpi­ Roma, che le cronache dicono Pierre Rampal, scomparso nel giuste per valorizzare". (munslici scorci, i sl/oi lussl/reg­ neStreghe enlra e farà entrare cittadini dentro uno dei 2000, dì cui Arimany è erede SABATO 26 OITOBRE chiudo­ esscre stato frequentaw nello gianti giardini. Cinqlle applnl/a­ più grandi cementifici d'Italia: la Buzzi Unicem. I.:ap­ stesso periodo da questi Ire universalmente riconosciuto, no l'edizione 2013 dilelt-x d'arr il IJI~mi, IllfIi da nml perde,.e con ptmlamenlo è per il 28 sellembre alle 20.30. "Creare grandi prOlOlgonisti. Francesco avendo suonato con lui per un­ pianisla Luca Schieppali e il grandi interpreti e giganti della dici anni. A proposito del pro­ partecipazione allraverso canzoni e storie che racconta­ Nicolosi interpreterà al piano­ 11/1/$icfI coll1e MOlart, Haydll, mezzosoprano estone KulU To­ gramma del concerto a Villa fone alcune dellc più famose e no un luogo", questo l'obiettivo di Simone Saccucci. mingas Con un interessante e 8eetltowl1, Verdi, WagHer, SclllI­ celebli Parafrasi che Franz Liszt d'Este, il naurista francese pre­ "RocceSpineSlregbe, lo spettacolo cbe l'emillente ingle­ awincente programma dal titolo ma/m, Debtlssy, Rachmaninov, e Sigismund Thalberg Irassero cisa: "Con ùwra slloniamo tre L'originale e la copia, nel quale Fnmck, Thalb~rg e, non poteva se BBC ha voluto registrare dal vivo per il suo program· dalle maggioti opere dei due pezzi di CIIi nes5llno è stalo origi­ viene giustamente ricordato an· certo l!I(H!care, ill1ostro o/llatis­ ma radiofonico World Service Outlook, è una passeggia­ compositoJi celebrati nel corso nariamente scrirro per flauto. che il 150 0 anniversario del1a na~ :;illlo LiS?.f" ta tra i fatti e le facce di uno dei tanti donnitori sparsi in dell'anno. Si tratta di un viaggio Quello di 5chwlIa/1tI è per como, scira di un altro grande opelista SERATA INAUGURALE - in Italia, "è il racconto delle storie Il dove sono naIe e cre­ attraverso; loro più importanti q//elli di Dvorak e Fmnk per vio­ italiano: Pietro Mascagni, nato coincid~nza con la GiOlTlata Eu­ scitlte, nel nome della consapevolezza degli spazi e del loro momenti creativi e artistici, 'pa~ lil70. Ma era abitI/aIe allora tra~ appunlO a Livorno il 7 dicembre rop~a del rammonio, con aper.. uso" (Radi024 - li Sole 24 Ore), IIn modo per slare imie­ scrivere brani famosi per altri ,-afrasati' da autori che nel pia­ 1863. U concerto ci presenta una tura gratuita della Villa e del me in quei luoghi dove è difficile starei... 111 giro tra lwlia strllltlt!nti, che spesso si afferma­ noforte dversarono anche la lo­ scelta di composizioni che spa­ giardino fino aUe ore 18 - saba­ ro stessa personaluà: da Aida di vallo rispello all'on·ginale. D'al­ ed Inghi/terra - a Shelfìe/d (UK) ad ollobre - Si/llone COII­ ziano liberamenle in senso ero, lo 28 settembre nella Sall.l del­ Verdi Ln danza SaCf{1 e il d//ello tronde la l1Iusica non la (anno gli nologico e geografico e che fan­ rinua il StiO piccolo percorso prediligendo la strada, i luo­ In fOlllana alle ore 19, con un no riferimento a tre diverse sfe· impn:scindibile e imlslla\c (illale pOlI"Olfrasali da Liszt men· stmmenti, la jànllO i m//sicisti: ghi di lavoro, le case ... Il 28 setlembre la partecipazione en­ Ire è di Sigismund Thalberg il l10n è imporrame con che cosa si re deU'ascolto musicale: il reatro omaggio <.li bicentenari deUa na­ trerà de/tIro urla delle più. grandi (abbriche di cemento, al d'opera, il salano borghesc ave scita di Verdi è Wagner, le cui SOl/venir del Ballo in maschera suona, nw come si sl/ona" centro di delicate polemiche relative all'impatto ambierl/(l­ risalente al t864, una delle ulLi­ TERZO APPUNTAMENTO, sa­ monfava il pianoforte e la sala atie più celebri saranno accosta~ le nel terrilorio ad est di Roma, e cercherà di costruire co· bato 12 ottobre, con il Quar­ me creazioni dd suo genere con­ te ad alcuni lesti di D'Annunzio, da concel10 dove si ampliEicava­ ralilà ed tm momento di inco/·,lro Ira cittadini altraverso tetto Savinio, celebre comples­ no o defonnavano i ,-iverbeti dal di cui si celeblClno invece i 150 segnate alle stampe dal compo­ uno spettacolo che racconta un posto, anche per raCCOn­ so da camera fondala nel 2000 mondo del teatro e del salano, e sitore. i\knlre di Wagner le pa­ <Inni dalla nascila. Filo condut­ lame tanti allri. Dopo un'esperienza di collaborazionecol'l dai slloi attuali quattro compo­ da qui if fitolo della serata. La tore di quesro recital p~r voce e rafrasi sono lutte Iisztlane: Wal­ hall dall'Anello del Nibelwlgo, FI!,­ nenti: Alberto Maria Ruta e Ros­ Ascanio Celeslini, Simol1e Sacct/ccì aggiunge musica e rap­ coppia d'interpreri dedicherà un pianofol1~ t: il Circolo anislico ierlicher /1;Jarsch 7.um heiligen sella Bel1ucci, violino, France­ porto costante COn il pubblico durnnte (lilla il momento dal piccolo omaggio musicale pro­ Cral dOlI Pa/'sifa{ e la ceieberrimOl sco Solombnno, viola e Lorenzo prio a M<lscagni, con l'esecuzio· vivo, per dare vita ad Lln piccolo viaggio corale 1m ieri ed Morte di Isolla dal DisTano e C<;:nani, violoncello. Programma ne deUe celebri O pallida che /fil oggi di Wl tem'lorio chiamalo dormitorio". l.sotla. La VOl.:e dell'attore nOlpo, d~dicalo a tre giganti della scrit­ giorno dall'Amico Fritz. e lo Sto,.· A giugno, sotro uno spicchio di luna, nel suggestivo pae­ tlUll quanertistlca: Haydn, dì cui letano Mariano Rigillo interca­ nello di Lo/a daUa Cavalleria ru­ saggo lunare lo spettacolo "RocceSpineStreghe" era an­ lerà l'esecuzione dci brani piani· si ascolterà il Quartelfo op. 76 n.-l sticflua; a seguire grandi ark, ro­ dato in scena all'interno di una cava di lravertino. stlci con la lettura di lesti trat ti Somlenalf(gang, conosciuto ap­ nVOLi • Alfa presenza del co­ manze, Iieder e composizioni Per la pliroa volta uno dei principali stabilimenti di estra­ punto come L'ali l'ora , serino nel per pianofoI1e solo di Gluck, da alcune opere fondamentali mandante clelia compagnia di 1797; Mozart e l'altrettanto cele­ del "Va te": Eleltra, Il (1I0CO, Il zione di travertino nella zona tiburtina ha aperto i suoi TIvoli Emanuela Rocca, rAs­ Wagner,Rossini. Verdi, Donizet· frionfo della morte. bre Qlwrfetro K465 n.19 Disso­ ,o,ociuzione Nazionale CarOlbi­ cancelli per uno spettacolo che racconta facce e storie li, Liszl e Martucci.

IL SECONDO APPUNTAMEN­ nal1l_e - l'lùtimo e il più ardiro ni~ri "Antonio Variseo" ha della zona dove le cave sorgono da millenni: "Peni di sto­ Come nelle passate editioni. an­

dei sei Qllanetti dedicari a che quest'anno insieme all~ bella

TO è in programma sabato 5 siabililo il22 seuembl'e un ge­ rie e (acce di un dom1icorio che cerca riscatto". Due ore di ottobre, prolagonisli il flauto di Haydn, composti tra iJ 1782 c il musica e ai grandi lmerpreli, an­ mdlaggio con la equival~llle musica coinvolgente che hanno narrato tra note e parole ClaudJ Arbnaoy e iJ pianoforte 1785; infine, Beethoven e il che un momento di convivial.uà sezione di Montesarchio (Bn) la storia di Guidonia Monlecelio attraverso le memorie delJa giovanissima Laura Coz· Quartetto op./J5 tl./6, ultima ospitato nei saloni di Villa d'Este: ~ celebmw il 70 0 anniversario raccolte dal giovane artista tra le strade e le case di un'in­ zolino, impegnati in un pro­ imporlante composizione scrit­ dèU'Olocausto. dopo il conccl10 sard possibile sospettata e insospettabile città dormitorio. Atlenlo, com­ gramma dedicato a tre cclebli e ta nel 1826, sei mesi pljma della partecipare al cockrail insieme Circa 100 iscritti della sezione mosso, divertito e coinvolto il pubblico che ha visto per la morte, e pubblicata postuma. scintillanti tTascdzioni per flau­ hanno sfilato per le vie della agli al1isti protagonisti deUa se· lo; l'Adagio e Allegro op. 70 di sARA, INVECE, IL Trio Bel1i­ rata. Una delle proposte pin ap­ prima volta materializzarsi le radici di un territorio Chè ~jttà con i vessilli ~ le bandiere Schumann, IOl SOl1arina op. 100 nelli l'ospite del quano appun­ c hanno deposto un cuscino radici sembra non avere. prezzate e condivise dal pubblico. di Dvorak e la SOllala in la mag­ tamento sabato 19 ottobre, una tricolore al suono del Silenzio INFO· 39Z.51Z6048 (notizia/oca le. iO ~ dell'inno di Mameli. giore di Frank. E' anche occasio­ fomlazione nata nel 2004 dal­ in(o@jeu.xdnn.it l'incontro di h·e musicisti italia­ ne per rendere omaggio e ncor· lV'w'lV.jeu.xdnrr.it stival

JtlU

d'Art, la manifesta­

Cinque ,1ppllll'''IIIOII'' dii Sllbil'O 28

't . .: .

uonc promossa dalla Soprinten­

il' ,,,II..,,. '" ."./"0

y ' ,

"'. .. (f

Gemellaggio e celebrazione dei Carabinieri

Dalla cava a


Jeux d'Art 2013 - Rassegna Stampa