Page 1

L’ENERGIA DAL RECUPERO DEI RIFIUTI Un processo certificato dal CNR

(SIC ) SOSTENIBILITA’, L’INNOVAZIONE PIU’ CREATIVA. IDEE E PRATICHE ESEMPLARI


SIC Sostenibilità l’Innovazione più Creatività

(SIC ) SOSTENIBILITA’, L’INNOVAZIONE PIU’ CREATIVA.

IDEE E PRATICHE ESEMPLARI PER COSTRUIRE IL FUTURO.

Oggi il tema della sostenibilità è sempre più di rilievo nel dibattito culturale. SIC — ideato da Roberto Bianconi, direttore e animatore di Officina Contemporanea — è un ciclo continuativo di convegni che l’associazione culturale veronese organizza in occasione di importanti manifestazioni culturali e fieristiche. L’intento è quello di promuovere la Sostenibilità come un valore strategico per l’economia, non solo in una prospettiva d’impresa ma anche per il territorio, le istituzioni e la formazione dei giovani.

1


L’ENERGIA DAL RECUPERO DEI RIFIUTI Un processo certificato dal CNR

Vedi certificazione rilasciata in merito all’impianto REFOLO della Società Arcobaleno S.r.l. REFOLO permette di recuperare integralmente le materie prime presenti nel Car-Fluff, nonché nella frazione organica secca (FOS), sia tal quale, che differenziata, consentendo di separare fino alla più piccola parte del materiale di partenza e rendendo possibile il recupero e successivo riutilizzo di metalli, plastiche, vetro, carta presenti all’origine in buona percentuale. REFOLO, inoltre, è la soluzione ideale ed economica per la raffinazione del CDR. REFOLO si basa sull’impiego di energia meccanica per ottenere la micronizzazione del rifiuto, secondo un processo validato dal CNR e coperto da brevetto. L’obiettivo principale di REFOLO è quello di rendere disponibile un patrimonio importante di materie prime e di energia come quello ricavabile dai rifiuto, sia per gli usi industriali come per la produzione di combustibili puliti ed efficienti. La tecnologia REFOLO garantisce: 1.Assenza di trattamenti termici 2.Immediato abbattimento dei costi 3.Assenza di emissioni pericolose in atmosfera 4.Impianti dimensionabili e modulabili

arcobaleno.a

Tecnologie ambientali

2


VALUTAZIONI AMBIENTALI ED ENERGETICHE PER LA “FUSIONE” TRA IL SISTEMA DI RAFFINAZIONE DEL CDR DENOMINATO REFOLO E UN IMPIANTO DI COGENERAZIONE CON SISTEMA DI GASSIFICAZIONE A LETTO FLUIDO EBULLIENTE. 1. L’IMPIANTO Si tratta dell’accoppiamento dell’impianto REFOLO, che ottimizza il processo di raffinazione del rifiuto con un impianto di produzione di energia elettrica che utilizza un sistema di gassificazione per biomasse a letto fluido ebulliente. Attraverso il processo di raffinazione si ottiene un CDR di qualità elevata (CRD-Q) con caratteristiche idonee per l’utilizzo come combustibile definito dalla normativa, in particolare si cita l’allegato 1 del decreto del 02.05.2006 del ministero delle attività produttive “Modalita’ di utilizzo per la produzione di energia elettrica del CDR di qualita’ elevata (CDR-Q), come definito dall’articolo 183, comma 1, lettera s), del decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152”.

2. I VANTAGGI PER IL TERRITORIO L’utilizzo del CDR-Q come combustibile permette di produrre energia elettrica, evitando il riempimento delle discariche attraverso la diminuzione dei volumi di rifiuto da stoccare e abbattendo le componenti inquinanti (grazie alle tecniche di trattamento) sia in fase di pre-trattamento e raffinazione che durante la produzione di energia, tramite sistema brevettato e consolidato di gassificazione a letto fluido (la quale permette la completa degradazione termica dei sottoprodotti di combustione e degli inquinanti).

3


3. LA FILIERA L’uso del CDR come combustibile consente di chiudere il ciclo dei rifiuti urbani in modo ottimale, generando vantaggi molto importanti sia per l’ambiente che per l’economia del nostro Paese. L’Italia, infatti, non disponendo di carbone, gas o petrolio (le materie prime che tradizionalmente alimentano una centrale elettrica) è costretta ad investire costantemente ingenti risorse per il loro acquisto all’estero. Il CDR, invece, è un ottimo combustibile dal grande potere energetico e dal costo molto limitato, a cui va aggiunto il risparmio derivante dal mancato conferimento dei rifiuti in discarica. Le tecnologie attuali consentono il suo utilizzo in piena tranquillità, senza nessun pericolo per l’ambiente circostante. Inoltre il monitoraggio continuo di aria, acqua e terreno, effettuato nel territorio su cui sorge l’impianto, costituisce una garanzia assoluta per tutti i residenti.

4. I COMPONENTI DELL’IMPIANTO 1. PRE - TRATTAMENTI 2. REFOLO 3. INSACCATURA 4. REATTORE MICRO GASSIFICAZIONE BIOMASSE

Il processo di raffinazione “ultrafine” elettromeccanica permette di ottenere un CDR di qualità, che può essere utilizzato come combustibile per il reattore co-generativo con tecnologia di gassificazione per biomasse a letto fluido ebulliente il quale produce emissioni trascurabili e abbattibili fino al 90% mediante l’ottima combustione senza fiamma del materiale che rimane ad alte temperature per molto tempo. Tale processo permette la produzione abbinata di energia elettrica e termica come conclusione del ciclo del rifiuto. Inoltre, vengono recuperati componenti metalliche sia ferrose che non, vetro e inerti durante il processo di raffinazione. Le ceneri rimanenti, prodotte dal processo di combustione, possono invece essere stoccate in discarica o utilizzate quali inerti per la produzione del cemento.

5. LA TECNOLOGIA La tecnologia di combustione proposta ottimizza l’uso del CDR e consente di rispettare i severi limiti di emissione fissati dalle legislazioni nazionali ed europee. Il letto fluido è un sistema che prevede la combustione del CDR in sospensione con uno strato di sabbia silicea che viene fluidizzato insufflando aria dal fondo, permettendo così il pieno controllo della combustione ed una efficace rimozione degli inquinanti.

4


I vantaggi della combustione a letto fluido: 1. Elevata efficienza di combustione (oltre il 99%) grazie alla contemporaneità della gestione di tre fattori chiave: temperatura, turbolenza, tempo di residenza. 2. Elevata stabilità della combustione al variare delle caratteristiche del combustibile, grazie al “volano termico” costituito dalla sabbia. 3. Temperature di combustione relativemente basse, con conseguente riduzione della formazione di NOx.

6. CONCLUSIONI Per quanto riguarda l’accoppiamento dei due impianti risulta fondamentale analizzare il processo completo di smaltimento del rifiuto in modo da definire le peculiarità del sistema proposto sia dal punto di vista ambientale che dal punto di vista energetico. In primis, le caratteristiche di uscita del CDR-Q dai trattamenti di raffinazione sono di qualità soddisfacente sia ambientale (abbattimento quasi completo dei materiali di scarto) che di produzione energetica attesa (rifiuto con umidità inferiore al 10% e potere calorifico inferiore superiore alle 5000 kcal/kg). Non da meno, l’impianto di micro-gassificazione a letto fluido ebulliente permette di garantire ottime rese in termini di energia termica ed elettrica, e di abbattere i residui inquinanti del sistema garantendo il rispetto delle normative ambientali in particolar modo per quanto riguarda le emissioni in atmosfera (NOx, SO2, CO, …).

Ambiente&Energia

5


Uscita gas caldi

Isolamento Struttura in acciaio

“Freeboard� Ingresso aria secondaria Ingresso aria secondaria

Iniezione additivi

Iniezione combustibili solidi Iniezione combustibili liquidi

Letto Fluido Piastra porta ugelli Bruciatore di accensione

Ingresso aria di fluidizzazione

6


Attraverso l’impiego di nuove tecnologie già oggetto delle più alte certificazioni, il team di Officina Contemporanea ha accorpato i due migliori processi oggi sul mercato per ottenere energia dallo smaltimento dei rifiuti, commutando così il problema in un grande vantaggio per le amministrazioni. Il primo esempio sarà installato a settembre nel comune di Roccaraso in Abruzzo e visitabile già ad ottobre, attraverso l’energia prodotta verranno alimentati gli impianti di sci .

7


Attraverso una stima delle quantità di rifiuto prodotto dall’amministrazione comunale o da consorzi di comuni riuniti per lo smaltimento, sarà possibile ottenere un prospetto dei vantaggi subito realizzabili.

MENO

RIFIUTI

PIU’ ENERGIA I T S O C O MEN

8


6__  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you