Page 1

Matadero Madrid Museo Picasso Malaga www.museopicassomalaga.org IED Istituto Europeo di Design Milano, Roma, Venezia, San Paolo, Madrid Fondazione Jakov Chernikov Mosca www.icif.ru/engl/index.htm Canadian Centre for Architecture Pavillon de l’Arsenal de Paris Citè de l’Architecture & du Patrimonie de Paris Centre de la Cultura Contemporània de Barcelona www.cccb.org/ca Accademia di Architettura di Mendrisio, Università della Svizzera Italiana Politecnico di Milano Università IUAV di Venezia Universitat Politècnica de Catalunya en Barcelona Politecnico di Torino Federazione Giovani Architetti Italiani www.giarch.it Istanbul Modern Museum www.istanbulmodern.org Citta dell’arte Fondazione Pistoletto di Biella www.cittadellarte.it Associazione Città del vino Slow Food Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Bra, Cuneo www.unisg.it Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti di Venezia Fondazione la Fornace di Asolo Accademia di Belle Arti di Venezia Accademia di Belle Arti di Verona LOCUS Global Award for Sustainable Architecture STONE ITALIANA CONTEC INGEGNERIA GRUPPO SANTAROSSA SEGUSO VIRO CORRADI OUTDOOR, JCORRADI SCHOENHUBERFRANCHI ESTEL IRSAP/RHOSS

Associazione Culturale Officina Contemporanea via dei Mutilati, 8/a 37122 VERONA Italy tel. +39 045 8008288 fax +39 045 8011138 info@officinacontemporanea.org www.officinacontemporanea.org

FFICINA

ONTEMPORANEA

per l’innovazione di arti e mestieri

o

2 2 1 1 0 0 22

Partners Internazionali


RIQUALIFICARE LA CITTA’ SIC EDITING RADICI&TERRITORIO OFFICINA APERTA’

OFFICINA CONTEMPORANEA

Dieci incontri che caratterizzeranno il calendario 2012 con dieci autorevoli interpreti dell’evoluzione del sistema paese e della cultura del progetto dall’italia verso il mondo

GLOCALIZZAZIONE ED EVOLUZIONE

marzo.1 FUTURO ARTIGIANO

L’innovazione nelle mani degli italiani IL manifesto di un nuovo immaginario per l’industria italiana: la virtuosa contaminazione tra lavoro artigiano ed economia globale. Quando Ettore Sottsass, celebre designer italiano, è andato alla Nasa, e gli hanno fatto vedere le componenti delle capsule spaziali, lui, colpito, ha commentato: ”questo posto è pieno di artigiani”. L’aneddoto fa capire come l’high tech che servì a mandare l’uomo sulla Luna fosse in realtà tutto “su misura”. Noi crediamo sempre che sia la scienza l’unico modo per risolvere i problemi. Dietro a molta scienza e sperimentazione c’è invece una capacità di fare che magari facciamo difficoltà a formalizzare, ma che rappresenta una risorsa straordinaria per l’innovazione. Intervento di: GIOVANNI LANZONE Presidente di The Renaissance link. Filosofo, Direttore del Master di Business Design di Domus Academy, visiting professor in marketing strategico presso la Bilgi University di Istanbul. Il corso ha come suo asse portante la creatività italiana ed i suoi modelli di business. STEFANO MICELI Docente di Economia e Gestione delle imprese a Ca’ Foscari e direttore della Venice International University EMANUELE BERTOLI dell’azienda Berbrand Dai bottoni in madreperla nella moda alla madreperla per il design e la moda in un percorso che scorre tra tradizione e innovazione.

marzo.2 PROGETTO DIVINO

Dal fenomeno delle cantine ai nuovi luoghi di degustazione agli hotel con grande attenzione al tema delle aree per il buongusto. Il progetto nel mondo del vino visto da parte dei più grandi esperti del settore con esposizione di progetti di design selezionati da www.winedesign.it.

Persone diverse per professione, età e provenienza: ricercatori, artisti, docenti, studenti, architetti, imprenditori e designer si incontrano in Offcina Contemporanea per pensare a quale futuro costruire. Obiettivo dell’associazione è lo sviluppo del territorio a partire dall’ architettura, dalle arti e professioni che danno forma alla sua identità. Offcina Contemporanea si impegna per promuovere il dialogo e il dibattito tra chi ha il compito di decidere il futuro: giovani e formazione, economia e professioni, istituzioni.È un lavoro di ricerca che si muove trasversalmente ai saperi disciplinari, terreno “neutro” che li stimola al confronto per farne scaturire nuovi modi di pensare all’innovazione. L’idea di Offcina Contemporanea nasce dall’esperienza dei soci fondatori per la città di Verona e per il Nordest, da esperienze di collaborazione con altre realtà o semplicemente di dialogo tra professionisti e ricercatori. Soprattutto, l’associazione nasce dalla constatazione di una mancanza: c’è assoluta carenza sul nostro territorio di occasioni capaci di far scaturire dalla conoscenza e dalla cultura modelli di sviluppo concretamente e a lungo termine innovativi, utili cioè sia per i soggetti produttivi che per l’intera comunità. Ambizione dell’associazione è dare voce e risposta a questa mancanza, favorire il dialogo tra i mondi del sapere, della produzione e delle istituzioni affnché si possa concorrere coralmente alla realizzazione di un futuro che si vorrebbe più voluto che accettato. Firmato Roberto Bianconi, Offcina contemporanea è un contenitore e un luogo situato nel centro storico di Verona dove da oramai più di vent’anni si incontrano e si tracciano linee per lo sviluppo della cultura del progetto riprendendo il Genius Loci che ci deriva dal passato e cercando di traghettarlo attraverso il contributo di persone e gruppi di studio o di lavoro sul futuro. Negli anni partendo da una delle attività che hanno reso negli ultimi 50 anni Verona famosa nel mondo per la sua capacità di lavorare marmi e pietre, e dalla sua fera che è oggi la più importante occasione di mercato e di incontro a livello mondiale, Offcina Contemporanea ha sviluppato prima con Progettomarmo e oggi inglobando lei stessa queste caratteristiche anche per altri settori di attività, tutta una serie di progetti e incontri tesi allo sviluppo delle tematiche che hanno reso grande il sistema italia in particolare nei settori del progetto. Prima quindi con un nutrito gruppo di aziende del settore marmi e oggi con una più allargata visione ai materiali e servizi del progetto questo think thank del Nordest si pone come circolo e luogo di incontro delle più alte aspettative legate all’evoluzione del mondo della progettazione, con l’obiettivo di incontrare i nuovi mondi in via di espansione e li traghettare le migliori esperienze. Senza comunque trascurare l’obiettivo di occuparsi del proprio territorio e della sua riqualifcazione con la collaborazione e la concertazione di tutte le forze che sono chiamate a tale compito. Verona come centro di relazioni internazionali e come città che si pone a cavallo tra il Nordest e gli scenari europei, con una posizione baricentrica tra la Venezia delle Biennali e dei grandi eventi culturali sul tema del progetto, la Milano ancora centro internazionale del design e della moda e poi Rovereto con i suoi effervescenti centri per l’arte e sulla sostenibilità e ancora Mantova con le sue bellezze e i suoi festival, Letteratura in primis. Si vuole quindi intensifcare una scaletta di incontri tesi a portare a Verona illustri protagonisti internazionali del mondo della cultura del progetto, e per progetto non intendiamo solo l’architettura e i grandi progetti infrastrutturali ma di riprogettare il paese, con le persone e le aziende che lo guideranno verso un più sano equilibrio con il sud del mondo in espansione. Per far cio abbiamo pensato ad una scaletta di incontri che prevederanno alti esponenti dell’economia, degli scenari futuri, del progetto evidentemente, inteso come riorganizzazione del modo di progettare, e dell’arte come processo cardine del futuro modello di sviluppo del nostro paese. Infne una particolare attenzione ai temi più caldi dello sviluppo futuro: Sostenibilità e salvaguardia del patrimonio culturale. Continuando quindi con un lavoro che da tempo abbiamo avviato, in una città Verona che non ha ancora dichiarato apertamente la sua vocazione a divenire teatro di questo strategico dibattito, ma che stà per svelare in tal senso una sua probabile naturale eccellenza, che le viene sopratutto dalla sua bellezza e dalla posizione nella quale è stata pensata. Il luogo che abbiamo scelto è un palazzo anni venti, con una serie di sale adatte e situato in una posizione eccellente della città in quanto affacciato sul centro storico anche se non nella zona limitata di accesso, adiacente ai nuovi parcheggi che sono posizionati intorno al Corso di Porta Nuova. Eccellente luogo anche per incontri mirati dove le aziende possono ospitare loro ospiti fno a 300 persone e poi permettere a chiunque di godersi il magnifco centro storico ricco di piazze con i loro hotels, caffè e ristoranti.

aprile.0 YOOX e la MODA ONLINE

Dalla rete di renaissancelink il successo nelle vendite online del più importante portale al mondo interamente italiano. Yoox.com è la boutique virtuale di moda e design Multi-brand fondata nel 2000. Grazie al rapporto diretto con i designer, i produttori e i dealer autorizzati, yoox.com è un archivio di proposte e stili diffcilmente reperibili nella rete dei negozi tradizionali. Uno scouting continuo sulle differenti forme di creatività che spazia da collezioni esclusive dei più importanti designer.

maggio.1 OFFICINE DEL FUTURO

Quale futuro contenitore per un’impresa che deve muoversi nel villaggio globale. Un percorso che parte dal palazzo veneziano del ‘300 e continua fino ai giorni nostri facendo un’attenta analisi sui mutamenti degli scenari nel progettare i luoghi del lavoro. Una mostra fotografica e un convegno presso Officina Contemporanea. Intervento di: FRANCESCO MORACE storico dell’architettura e architetto del nostro circuito.

maggio.2 SOSTENIBILITA’ E PROGETTO

VINO LECTIO MAGISTRALIS

Quattro giornate cadenzate tra maggio-giugno-ottobre-novembre con ospiti di caratura internazionale selezionati da Severino Barzan che porteranno a Verona per tutto l'anno un approfondimento su temi di levatura mondiale prolungando il ruolo di protagonista della città per l'intero arco dell'anno nel calendario della comunicazione e della cultura del progetto vino. Dichiarando al mondo di quest’ultimo tutta la volontà di confermare Verona capitale del vino tutto l'anno.

CONFERENZE DEI TOP G.ARCH ITALIANI

Dalla bellissima mostra già creata dall’associazione nazionale giovani architetti italiani, e dalle pubblicazioni edite con UTET abbiamo selezionato dieci studi di architettura che verranno a presentarci il loro lavoro e pensiero. Dieci giornate rappresenteranno il meglio dell’universo Italia nel mondo dell’architettura dei giovani studi.

Alcuni dei più autorevoli interpreti dell’architettura italiana contemporanea ci raccontano il loro sogno di progetto sostenibile, con l’ausilio di nuove tecnologie per il risparmio energetico.

MAGMA, DIVERSERIGHESTUDIO, BRH, STUDIO3089, OBR, TRAVERSO VIGHY, OPENBAU, NEMOGRUPPO, SPEDSTUDIO, MICHELE SAULLE, LIVERANI MOLTENI

settembre.0 SISTEMA ITALIA E VILLAGGIO GLOBALE

ARTIMPRESA

Come la cultura del progetto italiano potrà far rientrare il nostro paese nei grandi circuiti internazionali. Intervento di: PHILIPPE DAVERIO TOBIA SCARPA LUCA MOLINARI

ottobre.0 Futurconceptlab presenta DNA BRASILE

Esporremo anche dieci giovani artisti selezionati in collaborazione con Gloria Vallese storica dell’arte e docente all’Accademia di Belle Arti di Venezia, allieva del grande Umberto Eco e una delle maggiori esperte al mondo del grande Hieronymus Bosch — il pittore fiammingo più noto e intrigante della storia dell’arte. Vista la bellissima esperienza già realizzata con Gloria Vallese e le aziende della moda, grazie al contributo di Massimo Anselmi di NoahBrandenergy e Anna Caprara del consorzio Veronamoda, vogliamo proseguire nella selezione ed inserimento creativo dei giovani artisti nel circuito delle imprese del nordest. In questo progetto, oltre allo studio delle giornate di approfondimento con l’arte da parte delle imprese dando all’arte il suo vero ruolo di strumento per formare e aprire la mente.

Un’esperienza per far luce sulle opportunità di un paese che rappresenta uno dei grandi sbocchi per l’eccellenza italiana di qualità. Intervento di: FRANCESCO MORACE

2

1 0

+ . 2

Lore n

zo F onta

na A

lbau

ra

10_  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you