Issuu on Google+

JC &ART

M A G A Z I N E D E C E M B E R 2 0 1 2

Fotografo del mese

Francesco Romoli


Oggi nasce JC &ART MAGAZINE, nell’ottobre del 2012, da un’idea di Barbara Marin e realizzazione di Gaspare Silverii assieme a tutto lo staff di JC &ART madre del magazine e parte di una grande famiglia nata l' 11-11-2011. JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor © Gaspare Silverii


Intervista a Francesco Romoli a cura di Barbara Marin

Quante parole ti servono per descriverti? “Non saprei. Ciascuno di noi è in parte oscuro persino a se stesso. Riuscire a comprendersi al cento per cento è sempre impossibile. È per questo che le persone si sforzano costantemente nel tentativo di conoscere se stessi e gli altri. Ed è proprio questo a rendere la vita tanto interessante.” Quando é iniziato il tuo incontro con la fotografia? “Poco meno di 2 anni fa. Costantemente alla ricerca di nuove modalità espressive ho trovato nella fotografia il rifugio a lungo cercato. Ma è solo questione di tempo, una nave in porto è al sicuro ma non è per questo che le navi sono state costruite.” Come definiresti le tue immagini? “Sincere. Perché nonostante tutti gli errori di cui sono zeppe riescono lo stesso ad esprimere la mia versione della realtà. E' il messaggio che prevale sulla tecnica, spesso claudicante. Come nascono le tue idee? “Per caso. Vengono da sole. Senza sforzo. Anche perché, se mi dovessi sforzare, la fotografia diventerebbe un lavoro e perderebbe tutto il suo fascino. Invece deve rimanere un'attività dove sono libero di fare quello che voglio, fosse anche fotografare lo stesso muro 50 volte o buttare la reflex dal terrazzo. A volte mi viene un'idea e lavoro per realizzarla. Altre volte comincio a lavorare senza idee. Scorro le immagini che ho scattato nel tempo e aspetto che arrivi un'idea. In effetti quest'ultimo è il modo di procedere che preferisco. Anche il più prolifico. Perché è completamente istintivo e libero il più possibile da condizionamenti.“

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor © Gaspare Silverii


Hai una lista di siti o blog che visiti quando hai un problema oppure per prendere ispirazione per i tuoi lavori? “......Ne ho solo uno. Google. Non ho libri, manuali, siti preferiti. Quando mi serve qualcosa cerco la risposta più adatta alle mie esigenze, magari studiando più modi di procedere e scegliendo consapevolmente quello migliore per me.” Per quanto riguarda i programmi, hai tre consigli pratici da dare a chi sta iniziando ad entrare nel mondo della comunicazione visiva? “Ovviamente no. Come potrei? Il mio modo di procedere è casuale. Non archivio e catalogo nulla, non ho modi di procedere standard, da un punto di vista tecnico sono estremamente approssimativo, non ho monitor profilati, non ho tavolette grafiche. Ho imparato tutto leggendo articoli su internet senza seguire un programma ben definito. Passavo da leggere un articolo sui livelli di photoshop a un altro su dove si spiegava la differenza tra grandangolo e teleobiettivo. E' un modo di procedere molto caotico ma mi ha permesso di imparare tante cose in breve tempo. Dovessi cambiare genere - che tipo di fotografia ti piacerebbe fare? “Sicuramente una fotografia vera, d'autore, senza elaborazioni grafiche.” Chi sono i tuoi riferimenti artistici? Me ne citi almeno tre? “Marcel Duchamp, Man Ray in campo fotografico e tra i contemporanei Damien Hirst.” C'é una musica che pensi rappresenti in qualche modo i tuoi lavori? “Difficile dirlo. Probabilmente i Sigur Ros dei primi album, opere quanto mai varie e articolate, in perenne equilibrio tra dolcezza e irruenza, tra levità e cupezza, tutte ricondotte al comune denominatore di una musica risultante dall'incontro di un impianto "rock" elettrico con un afflato orchestrale, entrambi connotati dal cantato vibrante del cantante Jonsii, disorientante nel suo tono da elfo, ora etereo ora acuto, ma sempre incredibilmente espressivo. Poi non fosse altro che gli ascolto spesso quando lavoro. Fai tu una domanda. Cosa ti chiedi più spesso? “Che senso ha quello che faccio? Sto dicendo davvero qualcosa di nuovo o è la solita minestra riscaldata? Ringrazio Francesco Romoli per avermi concesso questa intervista, per aver concesso al JC&A Magazine le sue immagini per la copertina e gli articoli all'interno della rivista.

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor © Gaspare Silverii


UNA RIFLESSIONE SULLA FOTOGRAFIA CONTEMPORANEA Ci sarebbe subito da chiarire cos'è la fotografia contemporanea.Le infinite discussione su autofocus e megapixel sono fotografia? Le avanguardie più sperimentali sono fotografia?Le foto fatte con il cellulare sono fotografia? La mia è fotografia?Ma in fondo, è poi così importante? Chi si avvicina alla fotografia e alle arti figurative cerca nel consenso altrui il riflesso di se, la chiave per la propria anima. E' un viaggio, imprevedibile e dall'esito incerto verso una maggiore consapevolezza di se stessi.Poco importa se tutto questo passa da pessime foto, da pastrocchi fatti con photoshop, da concetti banali. Ogni grande percorso inizia con un piccolo passo. Alla luce di tutto questo, voler dire cosa è fotografia, cosa è arte e cosa non lo è perde totalmente di significato. Rimangono solo frasi vuote e senza senso pronunciate solo per non vedere quello che è difficile da vedere. Noi siamo quello che scattiamo e come lo facciamo, e non esisterà mai una sola parola adatta a definirci. E non importa se le nostre foto/quadri/installazioni/video sono belli o brutti,o se diventeremo mai artisti famosi o meno. Bello e brutto sono parole inventate senza ragion d'essere.Niente è davvero solo bello o solo brutto, perchè il dolce non è poi così dolce senza l'amaro.In questo viaggio siamo soli, gli altri riverberano soltanto quello che siamo. Perchè chi intraprende questo cammino non cerca nè gloria nè ricchezze. Solo una scala verso il cielo.Buona strada a tutti

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor © Gaspare Silverii


BEHIND THE LENS a cura di Barbara Marin

Fotografia di Maxmaks Aneta - An Angel Tale Racconto la storia di un ritratto ambientato. C'era una volta un angelo con i capelli di seta che andava cercando un significato a tutte le cose per raccontarlo al mondo. Un set fotografico da fiaba. Lo spunto creativo di una bambina. L'entusiasmo di un piccolo spettacolo di cui é protagonista. Maxmaks Aneta é una "kids photographer" come si dice in gergo, di grande sensibilità. Nei sui scatti ho visto una dozzina di volte piccoli particolari, dettagli imprescindibili, senza i quali, quella poesia non avrebbe quella perfetta rima che merita.Quante volte vi sarà capitato di entrare in una stanza mentre i bambini giocano, o di sorprendere una ragazzina che si guarda allo specchio. La fantasia é padrona insieme ad una gran voglia di comunicare. Ma per saper cogliere questi aspetti, bisogna essere necessariamente o mamme o gran brave fotografe. C'é una grande intimità e molto intuito nella dolce caccia dei momenti migliori - delle espressioni più belle di questa deliziosa protagonista - quella che potete ammirare voi stessi. Lasciatevi trascinare dalla capacità infantile di vedere oltre e dalla grande delicatezza di una fotografa che ha saputo scovare un angelo. Se non lo é per davvero- é ancora più brava perché ha saputo crearlo, senza travestimenti di scena. Niente cose troppo finte. La vita. Dipinta di bianco e intinta nel nero.Tutto lascia pensare che vissero felici e contenti.

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor © Gaspare Silverii


BEHIND THE LENS a cura di Barbara Marin

Fotografia di Samuel Bastien «Tutti gli animali sono eguali, ma alcuni sono più uguali degli altri». Potrebbe essere questa frase di George Orwell a fare da sottofondo alla serie di Samuel Bastien. Originario di ....... Samuel ritrae insetti e a ben vedere sembrano tutti uguali. Così non è. Entriamo nel su mondo grazie alle fotografie messe da lui a disposizione e alle risposte che mi darà, quando gli farò queste domande: Dove realizzi le tue immagini Samuel? Je réalise mes photos autour de chez moi. J'habite dans le sud de la France et on y trouve beaucoup de sujet à photographier dans les champs. Che animali fotografi - e quali sono i loro nomi.Come definiresti la tua fotografia? Je ne sais comment décrire mes photos...j'essaie de jouer avec tous les éléments que la nature m'apporte. Pour moi ils sont aussi important que le sujet principal...La photo est un art alors je glorifie au mieux mes sujets.Il tuo stile é inconfondibile. Hai avuto un maestro o un riferimento in questa tua avventura? Je n'ai jamais eu d'enseignant. J'ai commencé la photo il y a 18 mois et j'ai appris tout seul les techniques principale. Le reste est venu tout seul !J'aime beaucoup les photos de Bastien Riu. A cosa pensano i tuoi animali? Je ne sais pas si mes animaux pensent....je ne photographie que des insectes...mais oui je pense qu'ils ont une capacité à penser.

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor © Gaspare Silverii


Per loro Dio esiste? Je ne penses pas que les animaux est un Dieu...ils ont un roi c'est le Lion! L’animale che sogni di ritrarre? J'aimerai un jour faire un safari pour pouvoir photographier les animaux de la jungle La colonna sonora ideale delle tue immagini? La bande son parfaite serait la chanson du groupe ARCHIVE dont le titre est AGAIN....Extraordinaire chanson! In quale animale vorresti reincarnarti? J'aimerai etre reincarné en cheval !! Un animal qui symbolise la liberté pour moi ! C'é un sito dove possiamo ammirare ancora le tue fotografie? Je n'ai pas encore de site mais on peut retrouver mes photos sur cette galerie que je mets à jour régulièrement.http://sambastien.pixu.com/Ringraziandoti per la disponibilità e con una grande soddisfazione da parte mia di averti intervistato, lascio i lettori alle loro riflessioni.

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor © Gaspare Silverii


OLTRE LO SCATTO a cura di Gaspare Silverii

Fotografia di Stefano Biason “Voglia di vivera la natura”, ecco cosa mi fa venire in mente osservando gli scatti di Stefano Biason. Il gusto di stare li appostati, nella speranza di immortalare l’attimo tanto desiderato. Questo è il risultato di un’amante della fotografia e della natura, uno spettacolo, come quest’ultima. Fotografia naturalistica di gran classe e di gran livello, colori molto tenui e pastelli, ma fermi allo stesso tempo. Luce sempre molto naturale ma con pose non convenzionali. Alla ricerca sempre di quel dettaglio in più che potrebbe, ed in fine fà, la differenza. Leggendo queste foto assaporerete la vita stessa di cui la natura vive... la sopravvivenza, la caccia, l’amore di cui sono impregnate queste foto. Davvero molto godibili, fresche, mai stancanti o pesanti nel loro genere. Sì, perchè è molto facile cadere nel banale o nello “stufevole”trattando questo genere, ma non per lui... non per Stefano Biason. Cosa dire... beh... rifatevi gli occhi e gustatevi al meglio questo immenso e spero perenne regalo, fatto dalla natura a noi, e saggiamente riproposto da un fotografo non meno elegante della natura stessa.

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor © Gaspare Silverii


OLTRE LO SCATTO a cura di Gaspare Silverii

Fotografia di Luca Giustozzi In una sola parola: DREAM LANDSCAPE. Ragazzi qui c’è poco da dire... avete presente qunado due cose stupende si incontrano? Cosa succederebbe se due soli si scontrassero? Semplice... una nuova galassia, un nuovo sistema, un nuovo pianeta... chi potrebbe saperlo... ma di sicuro verrebbe fuori qualcosa di spettacolare. Ecco cosa succede quando si incontrano Fotografia e Natura, ed in particolare i paesaggi che la natura offre. Questo genere fotografico tra quelli da me piu amati ed apprezati, grazie anche a fotografi come Luca Giustozzi, ci danno la possibilità di sognare e immergerci in quei viaggi mai fatti ma forse sempre sognati pur rimanendo davanti ad un pc o seduti sfogliando una rivista. La fotografia paesaggistica per me deve fare una sola cosa... farti venire voglia di andare proprio li in quel posto che stai osservando, e le foto sue direi che adempiono a pieno alla mansione. Poi se si unisce la padronanza del mezzo fotografico, alla voglia e possibilità di viaggiare, ed una buona maestria e manualità con il nostro “caro” pc, i risultati sono a dir poco stupefacenti. Non da meno la perseveranza! Altra dote necessaria ma non sufficente per portare a casa foto del calibro come quelle proposte da Giustozzi. Ed ora... che il viaggio abbia inizio!

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor © Gaspare Silverii


LE FOTO RACCONTANO

a cura di Roberto Burchi Fotografia di Basia Stankiewicz - Homo homini lupus Appena ho visto questa immagine sulla bacheca del nostro sito ho rivissuto per un attimo, che mi è sembrato un eternità, la tragica storia di Anna Frank. Tutti conoscono il suo “diario”, forse non abbastanza lo hanno letto, forse pochi se ne ricordano! Questa foto riassume, in un modo semplice e diretto, 6 anni di storia, forse la più triste e vergognosa vissuta dal genere umano. Sto parlando del periodo storico che va dal 1939 al 1945, la seconda guerra mondiale, con annessi e connessi. Oltre agli orrori che da sempre le guerre portano con sé, in questa guerra c'è stato un ulteriore, vergognoso e triste misfatto perpetrato, in nome di un falso idealismo, da menti insane e malvagie: lo sterminio sistematico di 6 milioni di persone di origine ebraica. Nel suo diario Anna Frank però, non parla di odio, ma sorprendentemente parla di amore e di speranze riposte nell'uomo, di quanto esso abbia in sé una grande bontà ed una grande capacità di amore.« È un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze perché esse sembrano assurde e inattuabili. Le conservo ancora, nonostante tutto, perché continuo a credere nell'intima bontà dell'uomo. » La fotografia di cui vi sto parlando, con quella bambina aggrappata ad una rete con quegli occhi, innocenti ma già consapevoli del suo doloroso e tragico destino, è la perfetta sintesi visiva di quei terribili momenti che quelle persone hanno vissuto fino alla loro eliminazione infida e vigliacca.Una foto di tale intensità che trasmette all'istante un' infinità di pensieri e sentimenti che sconquassano la nostra anima e la nostra coscienza, ed allo stesso tempo, ci ricorda, in un attimo, quel periodo della nostra Storia che tutti, o forse non tutti, vorrebbero cancellare. La persistenza della memoria, al contrario, è importante ed essenziale perchè dovrebbe mantenere vivo, costantemente, il ricordo di quel tragico periodo affinchè tali nefandezze non si abbiano a ripetere. Ahimè, questa è pura illusione, perchè nel mondo, al giorno d'oggi, mentre state leggendo questo, si stanno ripetendo quei terribili misfatti, si stanno uccidendo milioni di esseri umani sempre in nome di un ennesimo falso idealismo, sia esso religioso, politico o razziale che sia!La Storia ci insegna molto ma noi non riusciamo a capire.Questa foto racconta tutto questo, scusate se è poco!

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor © Gaspare Silverii


JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor Š Gaspare Silverii


EMOTIVE a cura di Fabrizia Milia Fotografia di Magdalena Berny

Chiudo gli occhi e respiro lentamente, trattengo il fiato e grido dentroVoglio volare. sentire l'aria trapassare i sensi ed inseguire il tempo. Scivola via cosĂŹ, come l'acqua sulla pelle, lasciando sensazioni, ma queste sono ruvide; graffiano. Mi nascondo nel mio vuoto e poi mi sento sola; e giro intorno al mondo, sorridendo al cielo. Mi aggrappo alle paure trascinandole sotto terra e sott'unghia rimane l'ombra che non va via neanche la notte. Cammino ad occhi aperti e respiro lentamente, trattengo il fiato e grido forte; Voglio volare. Sentire l'aria trapassare i sensi ed inseguire il tempo. Il tempo, mio nemico.

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor Š Gaspare Silverii


JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor Š Gaspare Silverii


THE NAKED EYE

a cura di Lorenzo Sala Lines, shapes and textures When approaching the nude photography you might want to follow some steps to help you out developing your own style and eye. Some could just shoot and try by themselves but it all depends on how is your attitude toward the descovery of something new. For many having some guidelines to follow would make it easier to descover the world of the fine art using bodies. This month we'll start from the basics what artists in school learn as "studies". Bear always in mind that there is not a single better way to learn something new, this that you'll read afterwards are some simple rules that I would give to any of the friends that would come to me and ask to be my assistant during my shootings. I will try to use the photos that you posted on JC&Art as examples, so to make the future articles about the fine art nudes more interesting I suggest you to try to explore this enjoyable yet "intricated feelings" side of photography. The study of the body Studies are usually photos that you like from other artists and you try to reproduce using your own, set, camera, model and experience. From practice and failures you should end up geting grip of the technique needed to recreate the subject of your study. Obviusly the more time you have, the more lights, objectives, and experience you have, the less time you'll spent trying to reach your artistic goals. There are three main studies you could focus on: lines, shapes and textures.

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor Š Gaspare Silverii


Study of the Lines - 1st gallery In the beginnig it's not easy to understand the difference between lines and shapes. In general when you look at an image of a nude body, the whole body has a shape, a pose that you might want to try to reproduce, but if you make a close up what you get is a composition of lines made from the different parts of the body. Those lines are the subjects of the lines studies. These kind of images could be a close up of anything you would find having a walk around, like flowers, buildings or simply items on the floor or the brics of a wall. The rays of a bicicle wheel, for example, would look so similar to the petals of a flower or to the pages of a book looked from the bottom side. In a human body the same rays could be found in the wrinkles of the corner of an eye or in a closed knee or simply in the wide open fingers. Study of the Shape - 2nd gallery As I've mentioned before, the shape refers to the pose of the subject or to a specific form that you might create moving the subject or subjects bodyparts. In the study of the shape you look at the whole image and it's composition trying to reproduce the lights and shadows and the subjects pose. Study of Textures - 3rd gallery When studying the texture you have to forget the shape of the bodies and sometimes even the light on them, your focus goes to the different textures on the skin of the subjects. Texture studies include wrinkles, water drops on skin, goosebumps, shadows that recreate images on the skin, signs of a chair on the legs, even freckles and bodypaint.

JC & ART MAGAZINE - Dicember 2012 - Editor Š Gaspare Silverii


Mario Palombo Fabrizia Milia

TheKilla Fotografia


Pietro Collini

Fabrizio Fax Bucci


Giò Tarantini Manuela Innocenti

Giovanni Maw


Ilanit Rotholz Cohen

Rosita Delfino


Ken Gehring Magdalena Berny

Gianni Boradori


Pasquale Palmieri

Manuela Innocenti


Marco Canetri

GALLERY UN PICCOLO SCORCIO SU ALCUNI DEI MIGLIOR LAVORI DEL MESE DEI NOSTRI LETTORI.

Se anche tu vuoi metterti in gioco, e sperare di esser selezionato tra le 32 miglior foto del mese, basta iscriversi al nostro gruppo e posatre i propri lavori come da regolamento. Ogni lavoro verrà valutato e selezionato dal nostro staff!

VI ASPETTIAMO! https://www.facebook.com/JcaElite

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor © Gaspare Silverii


JC &ART ELITE - The best photographers from around the world it is open to all the photography enthusiasts. it's a group, where the members may share their pictures (one per day, see the rules). The best pictures are then selected by the staff, every day, to be published on the official page: https://www.facebook.com/JcaElite and on the Magazine. Subscribing to this group is easy, click on this link: https://www.facebook.com/JcaElite and then on the "Join" button in the upper right of the page. Rules: 1) You may publish only one picture per day; 2) The pictures must be uploaded directly (no links from other sources); 3) Advertising is not allowed (a link to the hi-def version of the same picture is allowed) We also suggest to add an "about" for any picture uploaded. A way to be together with the beautiful photography. We're waiting for you. JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor Š Gaspare Silverii


Michal Zahornacky

Martin Marcisovsky

Riczuné Soltész Boglárka

Alexey Kolobov

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor © Gaspare Silverii


Ken Gehring

Rossella Ceglie

Manu Kretyawan

Boris Bryukhanov

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor Š Gaspare Silverii


Nick Moore

Alessandro Noto

Erica Tripp

Ricky Purnadi Riqua

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor Š Gaspare Silverii


Wolfgang Gschwendtner

Isabella Faro

Francesca Iona

Simone De Sanctis

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor Š Gaspare Silverii


Simone Lenzi

Nicu Hoandra

Marco Divitini

Jeff Mercader

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor Š Gaspare Silverii


Marco Carnevali

Paolo Stoppani

Antonio Bruno

Galip Çetiner

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor © Gaspare Silverii


Takumi Usami

Tiziana Ruggiero

Amos Farnitano

フ」a Ujhegyi U

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor ツゥ Gaspare Silverii


Lisa Bernardini

Dayna Bouchard Wiles

Marca Barone

Rene Araneta

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor Š Gaspare Silverii


Fabrizio Romagnoli

Roberto Burchi

AndreaZani CristinaDovichi

Patrizia Paradiso

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor Š Gaspare Silverii


Tatsuo Suzuki

Enrico Borrometi

Massimo Renzi

Roxana Labagnara

JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor Š Gaspare Silverii


Barbara Marin

Frank Lassak

Valter Patrial

Danilo Muratore

Lorenzo Sala

Fabrizia Milia

Roberto Burchi JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor Š Gaspare Silverii

Gaspare Silverii


JC &ART ELITE - The best photographers from around the world it is open to all the photography enthusiasts. it's a group, where the members may share their pictures (one per day, see the rules). The best pictures are then selected by the staff, every day, to be published on the official page: https://www.facebook.com/JcaElite and on the Magazine. Subscribing to this group is easy, click on this link: https://www.facebook.com/JcaElite and then on the "Join" button in the upper right of the page. Rules: 1) You may publish only one picture per day; 2) The pictures must be uploaded directly (no links from other sources); 3) Advertising is not allowed (a link to the hi-def version of the same picture is allowed) We also suggest to add an "about" for any picture uploaded. A way to be together with the beautiful photography. We're waiting for you. JC & ART MAGAZINE - December 2012 - Editor Š Gaspare Silverii


JC &ART Magazine - December 2012