Issuu on Google+

JC &ART

M A G A Z I N E A P R I L 2 0 1 3

Fotografo del mese

Michael Bilotta


Oggi nasce JC &ART MAGAZINE, nell’ottobre del 2012, da un’idea di Barbara Marin e realizzazione di Gaspare Silverii assieme a tutto lo staff di JC &ART madre del magazine e parte di una grande famiglia nata l' 11-11-2011. JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor © Gaspare Silverii


FOTOGRAFO DEL MESE a cura di Barbara Marin

Michael Bilotta

Michael began his journey with photography with the rise of the digital camera, in 2001, but Photoshop had come first. After a few years of learning the tools and altering and combining images pulled from the internet, the desire to take his own pictures followed, and with his first Canon point and shoot, started learning the basics of photography. A digital SLR purchased a couple years later meant learning the fundamentals of aperture, shutter speed and ISO. Michael's first few paid jobs were the occasional portrait and headshot sessions for friends and fellow musicians, and this led to a need to learn studio lighting. After a few tries at product photography, high speed flash photography, pet photography, and even flashlight long exposure experiments, it became clear that his best skills were working with a human subject. In 2011, Michael discovered the work of lighting genius Joel Grimes and the surreal and magical work of Maggie Taylor and Brooke Shaden, and the desire to do Fine Art/Conceptual photography with models took hold. Michael now works with models in his home studio, shooting on a blank background, conceiving and compositing the images in Photoshop. Michael draws inspiration from historical figures and events both real and fictional, as well as religious and mythological tales and sometimes even delves into his own catalog of self-penned songs for ideas. Michael's portfolio of conceptual and surreal works as well as fine art nude portraits can be seen on his website: www.michaelbilotta.com

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor Š Gaspare Silverii


BEHIND THE LENS a cura di Barbara Marin con Daniele Fusco

Fotografia di Zoltán K. Bartha Zoltán K. Bartha, photographer, artist, owned by surrealistic visions of the world that they can not put in front of two experiences. The first is the immediate admiration. A plunge into the world that there is not or what we could only imagine. The second concerns the question. Who we are - what's behind the curtain of life. In the images of Bartha you enter on tiptoe in a dream that has the taste of real, an unimaginable truth that not everyone knows. And 'as if we were in front of a revelation, a secret revealed, a door open on one where they dare not mention. An art careful and sensitive to the discomfort of the human race and our planet - which throws us into a world that seems illogical as the only possible refuge. Everything seems to have no sense or meaning, as our very existence. In a moment instead the unreal becomes real, the truth shake us out of sleep in which we live, the conscience compels us to question ourselves. We are living the reality or fiction? A sort of Thruman Show shot with wisdom and careful photographic eye-precise, able to make art that in all but that all pretend not to see.His work draws the viewer into a hypnotic vortex of shapes and colors. Apparitions that know how to impress, making it possible, the unthinkable and the impossible. What's behind the curtain?

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor © Gaspare Silverii


BEHIND THE LENS a cura di Barbara Marin

Fotografia di Mukti Echwantono Silenzio. Vuoto. Da un luogo lontano, arrivano galleggiando nell'acqua o completamente immerse in un liquido quasi fetale - le donne di Mukti - sono figure che volteggiamo coperte da abiti e stoffe impalpabili, evanescenti. Donne dolorose, in partenza, donne in bilico di un'esistenza in fieri.Una visione arcana, profonda che ci consegna un messaggio noir, pennellato di ombra e luce. Un genere che traccia una linea di confine fra il reale e l’onirico, il visibile e l’oscuro. Le immagini di Mukti sembrano una sequenza di una favola oscura, una camminata verso l’ignoto. Uno story board di misteri che legano la donna ad una metafora forte e intensa - un tuffo nelle viscere della natura. Non manca l' esoterismo e il simbolismo che sembra padroneggiare la sua visione del mondo. Oltre alla presenza costante di elementi naturali infatti, come l’acqua, altri oggetti entrano in scena. Rotaie lunghe ciocche di addio ad un treno mai passato, valigie vuote, portate a mano come il carico di una vita. Un vero spartito di dettagli che sono la musica delle sue figure e diventano tramite di comunicazione fra lui ed il suo pubblico. Questo modo di fotografare é infondo una domanda. Una richiesta di attenzione sulla propria necessità di conoscere il vero senso dell'esistere. La coscienza galleggia silenziosa - attende ad un bivio con un paio di mocassini e delle calze da adolescente, appoggiati su una ragazza corvina, dagli occhi di riso. Mistero e atmosfera. Tutto spettacolo, una regia da maestro. Mukti é pronto per un nuovo ciack.

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor © Gaspare Silverii


OLTRE LO SCATTO a cura di Gaspare Silverii

Fotografia di Josè Canelas - Caciatore di Pesaggi Josè Canelas, ottimo paesaggista. La sua è una caccia spietata al paesaggio, all’emozione, al racconto inedito. Colori sempre pieni e travolgenti, colori di fuoco, di ghiaccio... mai spenti. Nelle sue foto si riesce sempre a cogliere quel particolare, qual qualcosa che ovvio non è. Una buonissima tecnica affiancata da un’enorme passione e perseveranza per ottenere lo scatto desiderato. Una notevole fatica, spesso come in questo caso, ben ripagata. I suoi cieli smepre molto presenti, e rafforzati da un primo piano sempre ben presente a sorreggere il tutto. La post produzione è al limite tra un paesaggio naturale ed un paesaggio quasi surreale. Viaggia sul confine tra fotografia ed immagine, ma sempre ben accorto nel rimanere in ambito fotografico. Semplice, elegante, pulito... tre grandi qualità che ad un paesaggista non possono mancare... e Josè le ha tutte e tre. Pronti? Si parte! Alla Caccia di nuovi mondi!

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor © Gaspare Silverii


LE FOTO RACCONTANO

a cura di Roberto Burchi Fotografia di Gaspare Silverii - il suo Uovo: “Il mio tempo” Gaspare è un mio amico, e non lo dico con enfasi, ma con molta sincera stima. Ho visto pubblicate sul sito del Gruppo molte sue foto, in particolar modo quelle del mare sulla costa del Conero. Tutte pregevoli dal punto di vista tecnico ed estetico per cui, quando ho visto la sua ultima miniserie, dove il soggetto è un uovo, la mia reazione istantanea è stata quella della assoluta sorpresa. Un uovo, un semplice uovo che, sapientemente osservato e “maneggiato”, può diventare un vero ed interessante protagonista di una immagine o, per meglio dire, di un racconto. Ed è proprio questo che Gas, come lo chiamo io in confidenza, ha saputo creare. Certo è, che per ottenere delle buone foto, quelle che descrivono e raccontano qualcosa, ci vogliono principalmente due cose: creatività ed intelligenza, prerogative, queste, che a Gas, sicuramente, non difettano! Il contesto ed il significato di questa miniserie è molto semplice ed attuale. L'autore ci racconta, con una razionalità e con una chiarezza, tipica di una mente “scientifica”il mondo che gravita intorno a noi, una quotidianità che tutti viviamo nella nostra sfera di interessi. Il tempo, principale ed ineluttabile costante, che nella nostra “equazione” della vita quotidiana, è visto come essenziale e forse unico elemento che accomuna tutta l'umanità, una costante che, almeno per adesso, non può essere “manipolata” a piacimento, assoggettandolo al denaro, allo sport, al lavoro, alla cucina, alla cultura... in sostanza alla vita stessa. Il tempo è un valore “assoluto”.

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor © Gaspare Silverii


Essenza Il linguaggio dell'immagine, impiegando un uovo come protagonista, è stato ideato e concretizzato da Gaspare in modo, come ho già detto, intelligente e creativo. Non per niente l'uovo, nella nostra idea di creazione e di vita, ha rappresentato e rappresenta, nella maniera più semplice, se volete banale, il suo più esplicito simbolo. L'idea, geniale a mio parere, è stata quella di associarlo a questi vari aspetti del nostro vivere quotidiano costruendo, seguendo un filo logico, quelle immagini che, anche dal solo punto di vista tecnico, sono davvero pregevoli. Posso concludere dicendo che, l'amico Gas, ha creato un perfetto modello matematico, un sistema di equazioni, tutte riconducibili alla nostra essenza umana, nel nostro quotidiano vivere, la cui sola soluzione “reale” è UN UOVO, con la sua forma essenziale e perfetta. A noi non rimane che il compito, molto difficile, di mantenere quell' uovo, sempre intero, intatto, e perfetto e non servirsene per fare una “frittata”! Meditate gente...meditate.


Dono


NecessitĂ 

Equilibri

Precario

Resistenza


Scelte

Cultura

Volontà

Società


Tempo


HIDDEN WORLDS a cura di Kaleem Taj Shaik

Fotografia di Mahesh Balasubramanian Photography is an art of observation; it is an art of finding something interesting in an ordinary thing. Let me introduce an author who has created some extra-ordinary images by capturing those little gestures and deep emotions that came on his way. On behalf of JC &A Elite it’s my Privilege to introduce one of the most talented photographer who has made his mark in the genre of Portraiture, Mahesh Balasubramanian. He has started photography in the year 2008, just as a pastime activity and slowly that hobby became a passion. At first like all other amateurs he also tried almost every genre but over a period of time, his interest in portraiture and people photography took centre stage and he contributed some of most spectacular images to the world of photography “I love taking pictures of faces. By a glance, face tells story. Anything conveying with undercurrent of emotions is character. The challenge is once the mouth and the eyes tell two different stories at the same time. I try to take the convergence.” –Mahesh Capturing people is difficult; you need to convince them to get photographed. After you convince them, you need to consider the technical aspects too in a limited time. Mahesh has a unique way how he approach and click photos. “I am a slow photographer. I mean, I don’t take pictures instantly. I prefer some good background or dark background for my portraits and I always make use of good ambient light. So, I plan for a portrait and ask them to pose for me in specific places which have good lighting and backdrop in their own environment. Most of the time, I get portraits from strangers. But, in sometimes, they prefer not to be photographed. We should respect people and give their spaces.” Mahesh has also created some of finest photographs in other genres like Landscape, Macro, Street and making his way in Long exposure too. He wants his viewers to feel the emotions of subject. Make them connect to their emotions, understand their soul.

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor © Gaspare Silverii


“I strive to portray their inner heart and soul through the expressions in the eyes. For Portraiture, eyes are very important. If you can get the eyes right, then the picture speaks itself. “-Mahesh A photograph tells us the character of the photographer as much as the subject in it. Mahesh has got that emotional edge that can connect to the people, understand them and captures their emotion and mood. He got his inspiration from the greatest photographers like Steve McCurry. Now he is inspiring so many youngsters in India. “Believe yourself. Take pictures from your heart. I mean, whatever you like, you take pictures of that. I use to shoot, daily a picture in early days to understand the technique, which really helped me to get the basis of technique. Once we know the basis of technique, and then camera is just a tool to capture what we want to communicate to others through picture.” –Mahesh It has been an honour featuring this great man. On behalf of whole team of Elite I wish him all the best and success in his work.


CAMERARAW a cura di Vito Viola (CameraRaw.it Founder)

Metamorfosi della Fotografia Contemporanea La post produzione fotografica nonostante il rifiuto di molti ha effettivamente segnato un passaggio netto tra le potenzialità della fotografia analogica e quella digitale, la differenza non stà più nel solo abbattimento dei costi e dei tempi di produzione, ma principalemte si manifesta nel risultato finale.Una buona post produzione può far diventare uno scatto apparentemente banale in qualcosa di straordinariamente comunicativo, pertanto il ruolo sociale di colui che fotografa è cambiato palesemente, non si tratta più d cogliere tutto in un solo istante, come da sempre ci hanno detto, ma di saper catturare più informazioni possibili utili alla fase successiva di manipolazione digitale. la fase più importante dove bisogna restituire l’anima dell’immagine non è data più solo ed esclusivamente dall’istante del click ma da tutto quello che viene dopo, dalla conversione, alla gestione dell'istogramma e quindi del rapporto che esiste tra luce, mezzitoni ed ombre.Molti non saranno d'accordo, soprattutto i cosiddetti puristi, ed io mi associo a loro nel dire che la fotografia oggi se palesemente manipolata diventa qualcos'altro , che nulla ha a che fare con l'idea di immagine fotografica.Citando il solito Roland Barthes, egli dice che " La fotografia per come noi la conosciamo è piatta, in tutti i significati della parola, .... se la fotografia non può essere approfondita, è a causa della sua evidenza." a questo punto bisogna dare alla fotografia un ruolo diverso, non di rappresentazione ma di mera interpretazione e per fare questo bisogna manipolarla, modificarla e plasmarla a quelle che sono le immagini mentali che noi stessi ci siamo fatti del soggetto da fotografare, ecco il ruolo fondamentale che oggi assume la fotografia digitale, quello di far coincidere sempre più l'immagine mentale con l'immagine fotografica .

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor © Gaspare Silverii


Beth Mallo Portraits

Sarah Clements

Piotr Krol Photography

Massimo Briccoli


Aniruddha Pandit

Aniruddha Pandit

Mirek Brzozowski Photography

Marek Waligora Digital Art


Vito Viola post-p Vincenzo Ciarrocchi

Leszek Paradowski Photography

Alessio Lucca

Antonio Longobardi


JC&ART ELITE GALLERY [Top of Eite] The Best Photographers from all around the World a cura di Gaspare Silverii (JC&ART Magazine Editor)

Se anche tu vuoi metterti in gioco, e sperare di esser selezionato tra le miglior foto del mese, basta iscriversi al nostro gruppo e posatre i propri lavori come da regolamento. Ogni lavoro verrà valutato e selezionato dal nostro staff!

VI ASPETTIAMO! Sito Ufficiale - https://www.jcaelite.com Pagina Ufficiale - https://www.facebook.com/JcaElite Pagina Ufficiale - https://www.facebook.com/jcaeliteaccademy Pagina Ufficiale - https://www.facebook.com/JcartTopMagazine Gruppo Ufficiale - https://www.facebook.com/groups/jcartelite JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor © Gaspare Silverii


JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor © Gaspare Silverii


Michiyo Clark

Marzell Paat

Milan Clavinko Ftorek

Saeed Arabzadeh

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor Š Gaspare Silverii


Vanja Vukadinovic

Kali Placencia

Gianluca Ferrazza

Vanja Vukadinovic

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor Š Gaspare Silverii


Barbara Marin

Massimo Passalacqua

Shaun Stubley

Stéphane Bart Simon

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor © Gaspare Silverii


Lubomir Drapal

Margherita Vitagliano

Amber Carbo Privizzini

Goran Kalanj

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor Š Gaspare Silverii


Lorenzo Sala

Salvatore Carrino

Martin Iman

Antonino Di Leo

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor Š Gaspare Silverii


Alex Corsino

Barbara Marin

Irene Wijnmaalen

Mauro El Maui Prelli

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor Š Gaspare Silverii


Alberto Paoluci

H. Ingibergsson

Jorge Fonseca

Matteo Mazzetti

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor Š Gaspare Silverii


Raffaele Ballirano

Hugo Borges

Jerome Guastalla

Jack Rosatelli

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor Š Gaspare Silverii


Maggy Noirfalise

Daniele Fusco

Riccardo Trevisani

Nuri Ozciftci

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor Š Gaspare Silverii


Jacky Parker Floral Art

Matteo Prencipe

Lorenzo Zip Albanese

Lisabella Photographie

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor Š Gaspare Silverii


Fulvio Pettinato

Izidor Gasperlin

Okan Yilmaz

Johnny Herman

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor Š Gaspare Silverii


David Galdino

Franco Gardiman

Fulvio Pettinato

Prem Kumar Antony

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor Š Gaspare Silverii


CAMERARAW.IT GALLERY [Top20] Black & White

a cura di Vito Viola (CameraRaw.it Founder)

Autori selezionati : Agnès Weber, Barbara Marin, Bonnie And Clyde Creative Images, Cak Dony Chrismanto, Fabiana Belmonte, Fabrizio Romagnoli, Frank Lassak, Fulvio Pettinato, Gaspare Silverii, Jessica Lk Photography, João Santos, Krishanu Das, Lotulung Garry Andrew, Mirko Giambanco, Nick Moore, Patrice Makabu, Renato Santicchia, Rosa Colacoci, Tatsuo Suzuki

Sito Ufficiale - http://www.cameraraw.it

JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor © Gaspare Silverii


Barbara Marin Agnès Weber

Rosa Colacoci


Francesco D’Alonzo

Gaspare Silverii


Fabrizio Romagnoli Jessica LK Photography

Nick Moore


Agnès Weber

Lotulung Garry Andrew


Fulvio Pettinato Renato Santicchia

Krishanu Das


Tatsuo Suzuki

Jo_o Santos


Mirko Giambanco Frank Lassak

Bonnie And Clyde Creative Images


Cak Donny Chrismanto

Fabiana Belmonte


BEST SHOT OF MAGAZINE [Best Shot of Magazine]

a cura di Gaspare Silverii (JC&ART Magazine Editor)

Fotografia di Manu Kretyawan JC & ART MAGAZINE - April 2013 - Editor Š Gaspare Silverii


Barbara Marin Founder JC&ART

Lorenzo Sala Kaleem Taj Shaik Writer/Admin JC&ART Writer/Admin JC&ART

Vito Viola Founder Cameraraw

Gaspare Silverii Roberto Burchi Writer/Admin JC&ART Writer/Admin JC&ART Editor JC&ART e CR


JC &ART Magazine - April 2013