Page 1

ADVAR Treviso

&

Tregatti Produzioni Edizioni Musicali

presentano

Pensieri, Emozioni, Desideri Testi ispirati da dottori, pazienti, volontari,

sulla dura esperienza della malattia, diventano musiche

inedite scritte da Fabio Ricci e suonate dai DOC'S OFF Un libro, un cd, un concerto per raccogliere fondi per L'ADVAR


TESTI...monianze I COLORI DI PAPERA testo Anna Mancini musica Fabio Ricci C'era una volta una papera che perse il suo piccolo piangeva, piangeva e vedeva il mondo di blu Ma papero aveva lasciato un sole nel suo cuore e un mondo di mille colori per dipingerci su Avevano nuotato tanto insieme si erano tuffati spesso nello stagno puoi vederne ancora i cerchi, non finiscono più Sentieri e paludi bellissimi un dì zampettando insieme, e ora con tanta tristezza con il becco all'insù Lei vede perfino i ricordi nell'acqua turchese ma raccoglie le forze di papera e ritorna su Col giallo colora la sua casa col verde la sua terra intorno per gli amici e se manca gioia mette il rosso poi prende e va a tuffarsi nello stagno a più non posso C'era una volta una papera che perse il suo piccolo ma ebbe una nuova certezza che non lasciò più poteva tornare a sorridere ancora nell'acqua se sapeva che il papero c'era ed era lassù. --------------------------------

FILARU' (Ninna nanna per Matilde) testo Anna Mancini musica Dominio Pubblico Fil – Fil – la – ru – uuu.. tra le mie braccia, ora vieni qui di castelli, fate, principi, draghi e rè i tuoi sogni mi racconterai Bambina, bimba mia dalle mie labbra ascolterai di montagne, di laghi, di boschi e di città i miei sogni ti racconterò Filarù quì sul mio seno, ora vieni qui


l’ombra dolce della sera ti accarezza già questa notte, tu resterai con me Bimba,Bambina mia tra le mie braccia, io sono qui in silenzio il tuo respiro mi circonda già questa notte dormirò insieme a te. Filarù dalle mie labbra ascolterai di incantesimi, maghi, tesori e magie i tuoi sogni mi racconterai Bimba, Bambina mia tra le mie braccia, ora vieni qui ti bacian già la luna e le stelle su nel ciel mentre sul mio seno ti addormenterai

Fil, fil a rún ó Fil a rún ó is nó himigh uaim Fillorm a chuisle's a stór Agus chifidh tú'n ghlóir má fhillean tú --------------------------------

IL SOLE E LE NUBI testo Anna Mancini musica Fabio Ricci Esplodeva il sole nel cielo lottando con nube isolata fuggivano all'abbraccio i suoi raggi di luce e di vita E fuggivano inarrestabili a scaldare colli e vallate esplodeva il sole nel cielo di luce e di vita Sole e nubi, nubi e sole Ed io contemplavo le nubi, ringraziavo il loro velo che nitidi raggi mostrava di un sole vietato E li andò il mio pensiero al dolore, luogo buio di tutte le vite che solo se impari a guardare rivela la luce Sole e nubi, nubi e sole E poi venne l'arcobaleno, armonioso di luce e colori che è raro vedere nel cielo se il buio tu, prima non provi E quando qualcuno mi dice la rosa con se porta spine lo so già, troverò quelle spine che prima o poi daranno luce E quando la notte é più buia rivolgi il tuo pensiero al sole che sempre ritorna nel cielo a dare la luce e la vita E di luce di vita diventino i tuoi sentimenti ogni giorno


chè in questo difficile mondo sono in tanti a cercare la luce Sole e nubi, nubi e sole E poi venne l'arcobaleno, armonioso di luce e colori che è raro vedere nel cielo se il buio tu, prima non provi E quando qualcuno mi dice la rosa con se porta spine

lo so già, troverò quelle spine che prima o poi daranno luce --------------------------------

IL VECCHIO SAGGIO Testo di Anna Mancini Musica Dominio Pubblico MENTRE GUARDO IL MIO VECCHIO LUPO DI MARE CON INFINITA AMMIRAZIONE MENTRE ASCOLTO IL SUONO DELLE SUE PAROLE CON DEVOTO RISPETTO STO TENTANDO DI SCOPRIRE I TUOI OCCHI NEI SUOI IL SOLO MODO PER SENTIRTI ANCORA MY YOUNG LOVE - SAID TO ME “MY MOTHER WON’T MIND AND MY FATHER WON’T SLIGHT YOU FOR YOUR LACK OF KIND” HE WENT WAY FROM ME AND THIS HE DID SAY “IT WILL NOT - BE LONG LOVE TILL OUR - WEDDING DAY” HE WENT AWAY - FROM ME AND HE WENT THRO’ THE FAIR AND SLOWLY - I WATCHED HIM MOVE HERE AND MOVE THERE HE WENT HIS WAY HOMEWARD WITH ONE STAR - AWAKE AS THE SWAN IN THE EVENING MOVES OVER - THE LAKE IT WILL NOT BE LONG LOVE, LOVE, LOVE, LOVE……… -------------------------------LA DONNA TRASPARENTE testo Anna Mancini musica Fabio Ricci Quanti caffè forti ho bevuto in tutti questi anni per aprire questi occhi e lasciarmi alle spalle i malanni e guardarti di giorno, guardarti anche di notte, vedo te sul letto distesa che leggi il libro che ti ho regalato o sorridi o mi rispondi o chiami il mio nome nel buio è bello guardarti di giorno e guardarti anche di notte, solo te che sorridi o che mi rispondi o chiami il mio nome più forte Quante parole ho già detto di noi Gioie e tristezze mischiate tra noi E quanti caffè forti questi anni di giorni e di notti per te


E ancora quanti anni ho passato, passato a contare questi anni ancora li vivo passando ancora li vivo contando a sognarti anche di notte a sognarti anche di giorno, solo te ma ancora non riesco a spostarti al di fuori del mio universo trasparente come il vetro come l'acqua non ti fermi è bello guardarti di giorno e guardarti anche di notte, solo te che sorridi o che mi rispondi e chiami il mio nome più forte Quante parole ho già detto di noi Gioie e tristezze mischiate tra noi E quanti caffè forti questi anni di giorni e di notti per te

SHABADOYARIBODA BBA --------------------------------

LA MENZOGNA Testo Anna Mancini Musica Dominio Pubblico Se la menzogna può portare pace e consolare il pianto di un bambino e se può anche essere capace di rendere accettabile il destino Se la menzogna accenderà il sorriso sul volto di una tenera fanciulla se la menzogna riesce con buon viso a liberare l’anima dal Nulla Se la menzogna può fermar la guerra e liberare l’uomo dall’inferno se la menzogna può salvar la Terra Allora mento! Mentirò in eterno! I'll soon be free from every trial This form shall lay beneath the sun I'll loose the cross of self -denial And enter in that home with God I am a poor wayfaring stranger Travelling through this land below There' is no sickness, toil or danger In that fair land to which I go I'm going there to meet my mother she said she'll meet me when I'm gone I' am just going over Jordan I am just going over home --------------------------------


L’AURORA testo Anna Mancini musica Dominio Pubblico L’aurora incede danzando s’espande con largo sorriso procede elegante e leggera, ottimista… Menzognera! Le labili ombre notturne le cedono fragili il passo E lei procede regale maestosa…Spettrale! La candida pelle risplende, rifulge la chioma dorata Avanza leggiadra e perfetta splendente…Maledetta! Annuncia l’inizio del giorno col suo sorriso smagliante… Io sento una fitta nel cuore pensando alla Notte che muore! Addio fata dolcissima che evapori al mattino insieme al sogno profondo che ti teneva in seno Quanto dolce calore ti porti via svanendo Quanto tepore si’ languido e sereno La notte è stata morbida grazie alla tua presenza, alla tua luce magica, alla tua pura essenza. Hai reso gaio e lieto, per una notte il cuore, Che sente ancora, splendido, sublime, il tuo sapore Bheadh buachaillìn deas aige Sile dà bposfadh sì me mar fhear Mharoinn an breath ara n dtaoide’san cinìn ara n nduì chomh maith Nì iarfhainn lei caval nà caopra, aire bui nà geal Mar go mbfearr liomsa’gam mar mhnaoì ì nà, intona on rì dar mhair. --------------------------------

PIAZZA NAVONA testo Anna Mancini musica Fabio Ricci Il cuore di Roma il mio cuore tu Il vociare dei turisti Lo scroscio dell'acqua nelle fontane Le chiese i palazzi le botteghe e tu Gli ambulanti le carrozze i piccioni Dal mio tavolo al bar Osservo questo andirivieni Ascolto voci e rumori che si confondono in un unico suono. Penso di andar via, ma ora no L'ultimo raggio di sole che batte Su quella finestra chiusa a metà


Mentre il mantello della notte magica Porta con sĂŠ tutte le case. Una ad una arrivano le stelle Una ad una arrivano le stelle Che anche stasera brillano per me che sono li a guardare Penso di andar via, ma ora no --------------------------------

PRENDIMI LA MANO testo Anna Mancini musica Fabio Ricci Camminavo solo tra la gente, io perso nel mio mondo quotidiano. Tante volte ti ho sfiorato, assente, non vedevo che guardavi me, cercavi me. Camminavo solo tra la gente, io ora penso di comprendere. Non capivo e ti guardavo, indifferente eri per me. E andavo via, andavo via. Amico mio che cammini come me all'altro lato della strada, la strada della vita che ci può dividere. In un pensiero solo uniamoci. Ora prendimi la mano, ora prendimi la mano! Ora so che voglio accompagnarti io e ascoltare le tue paure e i desideri che nascondi dentro te, condividere la forza di lottare insieme, per la dignità del vivere. Amico mio che cammini come me all'altro lato della strada, la strada della vita, che può ancor sorprendere. Con i miei timori accoglimi! Ora prendimi la mano. Ora stringimi la mano, ora stringimi la mano! Con i miei timori accoglimi! Ora prendimi la mano. Ora stringimi la mano, ora stringimi la mano!


RARA PAUSA testo Anna Mancini musica Fabio Ricci Un attimo Basta solo un attimo Un attimo al giorno per te … Lo sguardo in aria e poi ti agganci al volo del gabbiano E’ sai come lasciarsi andare e prendersi per mano E liberare il tuo pensiero poi ti senti più leggero come nulla fosse stato e già è il tuo passato e Tu stessa piuma tu tra le piume sei lassù Lassù in volo libero … Un attimo Basta solo un attimo e torni al presente e con grinta procederai -------------------------------TU CHE ORA ABITI IL CIELO testo Anna Mancini musica Fabio Ricci

E' il vento stanotte che mi suggerisce la semina e il sogno conduce la mia mano, la mia mano alla terra che fu la nostra terra, il nostro tempo insieme, tempo d'amare. A camminare erano lacrime e stelle e sogni a solchi Tu te ne sei andato di notte e di notte di più, di notte di più, mi manchi e resto così, dietro alla finestra, sempre ad aspettarti Tu che ora abiti il cielo dimmi ora dove sei? Dimmi dove e dimmi come, dimmi amore dove sei? Dimmi se ricordi ancora, se ricordi come me, dimmi lo ricordi ancora? ancora? Ogni notte cadono le stelle e le lacrime


e le ore lunghe di fiato sospeso in assenza di te e di noi di passi ceduti al cielo dalla terra, terra d'amare Ed è il vento stanotte che mi rimanda a memoria le ore e i minuti e i sogni di quel tempo quando noi camminavamo insieme scalzi su passi di gomma, ed io quÏ ad aspettarti A camminare erano lacrime e stelle te ne sei andato di notte e di notte mi manchi e resto cosÏ dietro a questa finestra sempre ad aspettarti Tu che ora abiti il cielo dimmi ora dove sei? Dimmi dove e dimmi come, dimmi amore dove sei? Dimmi se ricordi ancora, se ricordi come me, dimmi lo ricordi ancora? Ancora? --------------------------------

VORREI testo Anna Mancini musica Fabio Ricci Vorrei che la mia casa avesse tre stanze per me Vorrei...una notte d'estate Vorrei...un 'amaca di stelle Vorrei...un cuscino di nuvole E davanti alla casa una vela ferma. Tra l'onda e lo scoglio una vela sottile Che aspetta l'alba e poi Il sole pieno, polvere d'oro Che un soffio di vento cancella e mi dice addio Ora, ora In una notte d'inverno Il mio cuore bambino E' come un poeta in silenzio Vorrei...una notte d'estate Vorrei...un 'amaca di stelle E poi davanti alla casa una vela ferma. In una notte d'inverno Il mio cuore bambino E' come un poeta in silenzio


LIVE


STAMPA


COMUNICATO STAMPA del 9 dicembre 2011

Successo del cd album e libro scritto con testimonianze dei medici, pazienti e volontari dell'ADVAR di Treviso ed interpretato dal gruppo musicale dei DOCS OFF su musiche originali di FABIO RICCI (Jalisse) Dopo il sold out all'Eden di Treviso...

mercoledì 14 dicembre ore 20,30 al teatro Cristallo di Oderzo (Treviso) Anche a Oderzo un concerto evento per presentare dodici splendide canzoni ispirate dalle poesie e dai racconti dei pazienti, dottori e volontari dell' ADVAR di Treviso, suonate da un numeroso gruppo di musicisti che collaborano con i DOCS OFF, nati nell'ambito del CRAL della Ulss 9 di Treviso e composte e arrangiate da Fabio Ricci del duo Jalisse. Dopo il successo al teatro Eden a Treviso con il tutto esaurito, ancora ospiti e balletti di grande impatto scenico per una splendida occasione: ascoltare buona musica dal vivo, ricca di contaminazioni pop-rock e irlandesi (tipica sonorità della formazione dei DOCS OFF che presenta basso batteria, chitarra, tastiere, voce, violino, flauti, cori) alla quale si aggiungeranno anche cornamusa e bouzuki. Anche a Oderzo ospite il virtuoso e pluripremiato chitarrista Tolo Marton. I testi, molto toccanti, raccontano la speranza, la fede, la ricerca di una forza interiore che aiuta a superare i drammi personali di una terribile malattia; la musica racchiude e diffonde i messaggi grazie alla maestria e alla notevole sensibilità dei musicisti. L' Advar è una onlus che opera nel settore dell’assistenza a malati terminali, a domicilio e presso l’Hospice Casa dei Gelsi di Treviso. E' presente nel territorio da oltre 20 anni ed opera sia per l’assistenza domiciliare che per l’Hospice, in regime di convenzione con l’ULSS 9 di Treviso. Questa iniziativa di alto livello, realizza un cd di otto musiche inedite e quattro cover. L'elaborazione grafica del progetto è assolutamente originale e contiene due book, uno istituzionale di Advar ed uno emozionale per viaggiare attraverso le emozioni delle canzoni, racchiusi in un unico cofanetto come “a contenere le due anime del progetto”. Professionisti di alto livello hanno lavorato insieme per questo progetto, l’agenzia Claim per la parte grafica, Orio Frassetto noto fotografo trevigiano per le immagini, il gruppo musicale Docs Off e Fabio Ricci per la Tregatti Edizioni e Produzioni Musicali. Per informazioni, cd e ultimi biglietti al teatro: tiveron.barbara@gmail.com - http://www.advar.it - info@advar.it Advar - P.le Pistoia 8 – Treviso tel 0422/432603 Hospice Casa dei Gelsi - Via Fossagera 4/c – Treviso www.casadeigelsi.org


COMUNICATO STAMPA n° 19 del 02 novembre 2011

DOCS OFF, TOLO MARTON, ALDO TAGLIAPIETRA (Orme) e numerosi ospiti insieme in concerto per presentare il cd album/libro, scritto con testimonianze dei medici, pazienti e volontari dell'ADVAR di Treviso e musiche di FABIO RICCI (Jalisse)

Domenica 6 novembre ore 18 al teatro Eden Un concerto evento per presentare dodici splendide canzoni ispirate dalle poesie e dai racconti dei pazienti, dottori e volontari dell' ADVAR di Treviso, suonate da un numeroso gruppo di musicisti che collaborano con i DOCS OFF del Dott. Emilio Baraglia e composte e arrangiate da Fabio Ricci, che ha ideato il progetto per la Tregatti Edizioni e Produzioni Musicali. Oltre agli omaggi musicali degli ospiti e ai balletti di grande impatto scenico, sarà una splendida occasione per ascoltare buona musica dal vivo, ricca di contaminazioni poprock e irlandesi (tipica sonorità della formazione dei DOCS OFF che presenta basso batteria, chitarra, tastiere, voce, violino, flauti) alla quale si aggiungeranno anche cornamusa, bouzuki e cori; con gli omaggi musicali di due grandi star della musica: il virtuoso chitarrista Tolo Marton e la voce storica delle Orme Aldo Tagliapietra. I testi, molto toccanti, raccontano la speranza, la fede, la ricerca di una forza interiore che aiuta a superare i drammi personali di una terribile malattia; la musica racchiude e diffonde i messaggi grazie alla maestria e alla otevole sensibilità dei musicisti. L' Advar è una onlus che opera nel settore dell’assistenza a malati terminali, a domicilio e presso l’Hospice Casa dei Gelsi di Treviso. E' presente nel territorio da oltre 20 anni ed opera sia per l’assistenza domiciliare che per l’Hospice, in regime di convenzione con l’ULSS 9 di Treviso. Questa iniziativa di alto livello, realizza un cd di otto musiche inedite e quattro cover. L'elaborazione grafica del progetto è assolutamente originale e contiene due book, uno istituzionale di Advar ed uno emozionale per viaggiare attraverso le emozioni delle canzoni, racchiusi in un unico cofanetto come “a contenere le due anime del progetto”. Professionisti di alto livello hanno lavorato insieme per questo progetto, l’agenzia Claim per la parte grafica, Orio Frassetto noto fotografo trevigiano per le immagini, il gruppo musicale Docs Off e la Tregatti Edizioni Musicali. Per informazioni, cd e ultimi biglietti al teatro: tiveron.barbara@gmail.com - tel 331/4677131 - http://www.advar.it - info@advar.it Advar - P.le Pistoia 8 – Treviso tel 0422/432603 Hospice Casa dei Gelsi - Via Fossagera 4/c – Treviso www.casadeigelsi.org

Profile for Jalisse Official

Advar raccolta x issue  

Advar raccolta x issue  

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded