Issuu on Google+

Anno XXVII n. 2 - 2° Semestre 2012

ASSOCIAZIONE PER ONORANZE FUNEBRI FRA LAVORATORI E PENSIONATI FONDATA NEL 1931

Via Amendola, 12 c - 40121 BOLOGNA Tel. 051.235899 - Fax 051.262629 www.umanitaria.com - e mail: info@umanitaria.com

Periodico Semestrale dell’Associazione Una copia € 0,36 Stampa: 11.000 copie. Tariffa Roc Poste Italiane S.p.A Spedizione in abb. postale D.L. 353/2003 (convertito in legge n.46 del 27/02/2004) Art. 1 - comm. 1 - Bologna

pag. 02

Santa Messa Solenne

pag. 04

Prontuario

pag. 06 Giovani

pag. 08

Servizio sociale

pag. 10

Regolamenti

pag. 13

Lettere dei Soci

pag. 14

Convenzioni


Alle ore 10,30 di

Domenica 11 novembre 2012 nella Cattedrale di San Pietro (Via Indipendenza) avrà luogo la tradizionale

Santa Messa Solenne GESTIONE

In suffragio di tutti i soci defunti Vi preghiamo di partecipare. Grazie

Sostieni

l'associazione L’UMANITARIA Dona il tuo 5 per mille nella tua dichiarazione dei redditi

Scrivi C.F. 80069230375

Cattedrale di San Pietro

non ti costerà nulla

Mancato pagamento quota annuale. Come non perdere i diritti acquisiti.

L’essersi dimenticati di pagare la quota annuale comporta la cancellazione da Socio Umanitaria, come previsto dallo statuto sociale perdendo tutti i diritti. Si potrà riacquistare la qualifica di Socio e reintegrato con tutti i diritti, provvedendo al pagamento delle quote arretrate in qualsiasi momento. Per regolarizzare la propria posizione è opportuno contattare l’ufficio, che provvederà ad effettuare il conteggio e a inviare il bollettino debitamente compilato.

ABBIAMO AVUTO UNA INTERESSANTE

OFFERTA:

Parla col cuore ed anche i sordi ti capiranno (Cesare Cantù)

Ora che quasi più nessuno sa parlare col cuore... Provvede MAICO,

L’Umanitaria Notizie

2

(quindi, non c’e peggior sordo di uno che non vuol sentire!).

MAICO BOLOGNA Piazza dei Martiri, 1/2 Tel. 051 24 91 40 - 051 24 87 18 Tutti i giorni dalle ore 09.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00 Giovedì e sabato pomeriggio: chiuso

Speciali condizioni per i soci Umanitaria


ATTENZIONE

per l’anno 2013:

Euro 30,00

simo s a m e termin n 2013

31 ge

Importante Versamento quote

Bollettino di conto Corrente postale n. 252403 Il versamento della quota sociale deve essere effettuato entro il 31 gennaio 2013 usando il bollettino allegato al notiziario. In caso di smarrimento del bollettino, il versamento della quota potrà essere effettuato utilizzando un bollettino reperibile presso qualsiasi ufficio postale intestato a L’Umanitaria, indicando Nome e Cognome del socio. Per chi ha compiuto 70 anni la tassa sul postale è ridotta a euro 0,70. La quota può essere versata presso gli uffici postali pagando la tassa stabilita, o gratuitamente, in banca presso le Agenzie convenzionate richiedendo il versamento indiretto oppure utilizzando i nostri codici: Nessuno è autorizzato codice Iban Monte Paschi Siena: dall’Umanitaria IT 53Y0103002400000001090063 ad effettuare riscossioni codice Iban Unicredit: a domicilio. IT19I0200802450000003064064 Vuoi diventare socio a vita ed evitare il disagio di IO doverti recare ogni anno a fare il versamento con C O S TA?il rischio di dimenticarti? Se hai compiuto 70 anni A VI lo puoi fare consultando le tabelle soci a vita a pag. 4.

Comunichiamo a tutti i soci che

è aperto dalle ore 9,00 alle ore 13,00 dal lunedì al venerdì tel. 051 235899 fax 051 262629.

Agenzie Pompe Funebri convenzionate

C.S.F. Centro servizi funerari Via Carlo Jussi 18/E San Lazzaro di Savena (BO) tel. 051 627 24 34 cell. 335 68 15 827

800-388300

AGENZIA

LA GENERALE PER ZONA IMOLA Onoranze Funebri Piazza Bianconcini, 13/14 Imola tel. 0542 231 47

P.R.

Onoranze Funebri di Parmeggiani Riccardo e C. S.A.S. via Marzocchi 7/A S. Giovanni in P. (BO) 051 82 55 66 cell. 335 639 44 51 335 72 22 610 info@onoranzeparmeggiani.com

Centro Servizi Funerari

San Luca Via della Certosa, 71 - Bologna tel. 051 6153438 cell. 335 6815827

L’Umanitaria Notizie

l’Agenzia di Pompe Funebri convenzionata C.S.F. ha aperto una nuova sede in via della Certosa n° 71 sul viale di accesso principale alla Certosa di Bologna, di fronte a viale Gandhi: Onoranze Funebri e Marmi C.S.F. S. Luca e possiede anche l’annessa rivendita di fiori e piante. Le insegne luminose la individuano facilmente è al servizio di tutti voi. Aperti dalle ore 8 alle ore 17. Servizio reperibilità telefonica 24 ore - cell. 335 6815827 Fiori: orario estivo dalle 7 alle 18 orario continuato, chiuso il martedì e giovedì pomeriggio - orario invernale dalle 8 alle 17. Ingresso principale via della Certosa, 71 - Bologna tel. 051 6153438

Il nostro Ufficio

GESTIONE

QUOTA SOCIALE

3


Prontuario

Importo da corrispondere in base all’età al momento dell’iscrizione. Negli anni che seguono il Socio dovrà corrispondere la sola quota sociale annuale.

delle tariffe 2013 per aspiranti nuovi soci ISCRIZIONI 2013

ISCRIZIONI

Età

0/40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58

€ € € € € € € € € € € € € € € € € € €

Quota iscrizione 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00

59

15,00

€ 255,17 € 30,00 €

60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70

€ € € € € € € € € € €

15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00

€ € € € € € € € € € €

€ € € € € € € € € € € € € € € € € € € €

Quota riscatto -----------13,43 26,86 40,28 53,71 67,13 80,58 94,01 107,44 120,87 134,30 147,73 161,16 174,59 188,02 201,45 214,88 228,31 241,74 270,17 285,22 305,46 320,89 335,41 350,75 365,15 378,02 390,47 405,46 420,34

€ € € € € € € € € € € € € € € € € € € €

€ € € € € € € € € € €

Quota 2013 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00

€ € € € € € € € € € € € € € € € € € € €

€ € € € € € € € € € €

Quota riscatto 435,21 450,18 465,58 480,95 495,31 510,17 517,89 530,28 545,68 560,07 594,11 606,51 618,90 631,30 642,00 642,00 642,00 642,00 642,00

Età

71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89

€ € € € € € € € € € € € € € € € € € €

Quota iscrizione 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00

300,17

90

15,00

€ 642,00 € 30,00 €

315,17 330,22 350,46 365,89 380,41 395,75 410,15 423,02 435,47 450,46 465,34

91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 oltre

€ € € € € € € € € € €

15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00 15,00

€ € € € € € € € € € €

TOTALE Generale 45,00 58,43 71,86 85,28 98,71 112,13 125,58 139,01 152,44 165,87 179,30 192,73 206,16 219,59 233,02 246,45 259,88 273,31 286,74

€ € € € € € € € € € € € € € € € € € € €

642,00 642,00 642,00 642,00 642,00 642,00 642,00 642,00 642,00 642,00 --

€ € € € € € € € € € € € € € € € € € € €

€ € € € € € € € € € €

Quota 2013 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00

€ € € € € € € € € € € € € € € € € € € €

€ € € € € € € € € € €

TOTALE Generale 480,21 495,18 510,58 525,95 540,31 555,17 562,89 575,28 590,68 605,07 639,11 651,51 663,90 676,30 687,00 687,00 687,00 687,00 687,00 687,00 687,00 687,00 687,00 687,00 687,00 687,00 687,00 687,00 687,00 687,00 --

Riservato ai soci con età pari o superiore a 70 anni

L’Umanitaria Notizie

4

Molti Soci per evitare il disagio di doversi recare a fare il versamento, oppure di dimenticare di farlo, hanno chiesto, in diverse occasioni di avere la possibilità di corrispondere in una unica soluzione le quote per gli anni futuri. Tale possibilità è riservata ai soli Soci con età pari o superiore a 70 anni. Il versamento delle quote anticipate comporta la nomina a Socio a Vita dell’ interessato che conserverà tutti i diritti acquisiti. Le Quote da versare sono indicate nella tabella che segue.

Età

Quota

Età

Quota

Età

Quota

Età

Quota

70 71 72 73 74 75 76 77

€ 370,00 € 370,00 € 342,00 € 313,00 € 312,00 € 285,00 € 285,00 € 256,00

78 79 80 81 82 83 84 85

€ 225,00 € 225,00 € 197,00 € 197,00 € 168,00 € 168,00 € 168,00 € 140,00

86 87 88 89 90 91 92 93

€ 140,00 € 111,00 € 111,00 € 111,00 € 107,00 € 90,00 € 90,00 € 90,00

94 95 96 97 98 99 ---

€ 90,00 € 60,00 € 60,00 € 60,00 € 60,00 € 60,00 ---


• Cremazione, dispersione e affi- do delle ceneri • Cremazione • Dispersione delle ceneri • Affido personale delle ceneri La domanda, corredata da tutti i documenti e gli atti comprovanti la volontà del defunto, deve essere indirizzata, a seconda dei casi, a: 1. Sindaco del Comune del luogo di decesso; 2. Sindaco del Comune di residenza del defunto, qualora il decesso sia avvenuto in altra Regione; 3. Sindaco del Comune dove sono già tumulate le ceneri. Volontà espressa in vita dal defunto La volontà del defunto di disperdere le proprie ceneri deve chiaramente ed inequivocabilmente emergere da: 1. disposizione testamentaria; 2. dichiarazione autografa (da pubblicarsi come testamento olografo art. 620 c.c.); 3. dichiarazione resa e sottoscritta nell’ambito dell’iscrizione ad associazione legalmente riconosciuta

che abbia tra i propri fini quello della cremazione dei cadaveri; 4. dichiarazione resa, di fronte ad un pubblico ufficiale con sottoscrizione appositamente autenticata, dai congiunti che riferiscono la volontà verbale manifestata in vita dal defunto di essere disperso nonché il luogo della dispersione e la persona incaricata alla stessa, così come previsto dalla direttiva regionale (di cui alle del. di Giunta n. 10 del 10 gennaio 2005 e n. 1622 del 13 ottobre 2008). I “congiunti” che possono rendere questa dichiarazione sono: 1. coniuge, ove presente, congiuntamente ai parenti di primo grado (figli e genitori del defunto); 2. in assenza del coniuge e dei parenti di primo grado, il parente più prossimo individuato ai sensi degli artt. 74 e seguenti del codice civile (in caso di concorrenza di più parenti nello stesso grado, da tutti gli stessi). Luoghi dove disperdere le ceneri Nell’ambito del territorio regionale

è possibile disperdere le ceneri nei seguenti luoghi: • area cimiteriale appositamente individuata; • area privata, aperta e con il consenso del proprietario (è vietata la dispersione nei centri abitati); • in natura (nei tratti liberi da natanti e manufatti): • mare • lago • fiume Persona autorizzata alla dispersione Persona indicata per volontà del defunto, in mancanza: • coniuge • figli • altri familiari aventi diritto • esecutore testamentario • legale rappresentante di associazione per la cremazione a cui il defunto era iscritto • personale appositamente autorizzato dal comune che esercita l’attività funebre L’umanitaria può provvedere per i propri Soci alla dispersione delle ceneri previa volontà espressa dal Socio depositata presso l’Associazione.

GESTIONE

Dispersione delle ceneri

Tabelle del servizio di cremazione

Il servizio comprende: tassa per cremazione, documentazione, urna, tappetino e “Barriera”, imposte di bollo. La somma da corrispondere è "una tantum", non potrà essere richiesto altro contributo mentre rimane obbligatoria l’esecuzione del mandato ricevuto. Importo € 1.858,09 € 1.815,04 € 1.772,92 € 1.732,21 € 1.692,50 € 1.653,65 € 1.616,14 € 1.579,41 € 1.544,32 € 1.509,66 € 1.476,13 € 1.443,66 € 1.411,91 € 1.381,22 € 1.351,53 € 1.322,83 € 1.294,70 € 1.267,85 € 1.241,50 € 1.216,28 € 1.191,91

Età 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81

Importo € 1.168,33 € 1.145,46 € 1.123,36 € 1.102,19 € 1.081,67 € 1.061,85 € 1.042,88 € 1.024,27 € 1.006,72 € 989,46 € 972,98 € 957,21 € 942,01 € 927,23 € 913,17 € 899,74 € 886,96 € 874,74 € 862,95 € 851,93 € 841,71

Età 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 ---

Importo € 838,94 € 822,95 € 819,05 € 817,62 € 816,20 € 813,36 € 809,10 € 807,68 € 802,71 € 802,00 € 798,44 € 795,60 € 793,47 € 789,21 € 784,95 € 779,98 € 767,19 € 766,48 € 754,26 ---

L’Umanitaria Notizie

Età 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60

5


Soci longevi L’Associazione rivolge a tutti i soci centenari e a quelli che lo diventeranno nel corso del 2013 i migliori auguri per una vita serena. anni 100 anni 101 anni 102 anni 103 anni 104 anni 105 anni 106 anni 107 anni 108 anni 109 anni 110 39

18

18

5

5

4

1

0

0

0

0

SOCI

Con l’occasione desideriamo ricordare che al compimento del 100° anno di età, l’interessato viene nominato socio a vita e quindi non deve più corrispondere la quota sociale, fermo restando tutti i diritti acquisiti. (Il socio viene preavvisato a mezzo lettera entro il mese di settembre dell’anno precedente il compimento del 100° anno).

Giovani Bando di concorso premi incoraggiamento allo studio Ogni anno vengono assegnati alcuni premi di incoraggiamento allo studio. A tale assegnazione possono concorrere i Soci, i figli dei Soci, alle seguenti condizioni: • Siano studenti di un qualsiasi anno di scuola media superiore; • Abbiano ottenuto, al termine dell’anno scolastico 2011/2012, una votazione non inferiore a 70/100; • nella media non sono comprese le seguenti materie: Religione, Educazione Fisica e Condotta. da oltre 80 anni gli occhi della città • che continuino gli studi. PUNTO PERMANENTE RACCOLTA OCCHIALI LIONS

Per partecipare all’assegnazione dei premi è necessario: • essere iscritto all’Associazione in data anteriore al 1° luglio 2012 • presentare entro il 31 Gennaio 2013 i seguenti documenti in carta libera: - Domanda del Socio - Stato di famiglia (non occorre se la richiesta è effettuata dallo studente Socio) - Certificato scolastico comprovante la votazione conseguita - certificato attestante la continuazione degli studi - codice fiscale dello studente e del genitore socio - copia del documento di identità dello studente e del genitore socio

A Bologna, l’innovazione. Dal 1926

• Via Montegrappa, 3/2B - 40121 (Bo)

tel. 051 222622 fax 051 267162 e-mail: garagnani@greenvision.it www.garagnani.it • Via Santo Stefano, 38 (Bo) tel. 051 222487

• Via Mazzini, 146 - 40138 (Bo) tel. e fax 051 397302 Associato

FARMACIA

FARMACIA S. ANNA Via Don Minzoni, 1 - Bologna

L’Umanitaria Notizie

6

tel. 051.252452 / 051.252273 - tel. 051.252452 OFFERTE VALIDE Orario di apertura: 8.30 – 12.30 / 15.30 – 19.30 TUTTO L’ANNO OMEOPATIA - FITOTERAPIA - COSMETICA Via Don Minzoni,1 - Bologna 15% su parafarmaco PRODOTTI PER L’INFANZIA - ALIMENTI PER CELIACI

S. ANNA

Tel. 051.252452 / 051252273 ALIMENTI PER SPORTIVI - ARTICOLI SANITARI

10%-20% OMEOPATIA FITOTERAPIA su prodotti da banco COSMETICA PRODOTTI PER L’INFANZIA ALIMENTI PER CELIACI ALIMENTI PER SPORTIVI

APPARECCHI ELETTROMEDICALI ANALISI DEL CAPELLO - BIOTRICOTEST AUTODIAGNOSI DEL SANGUE


Convenzioni per i soci

SERVIZI SOCIALI

Possibilità di consulenza legale, sia civile che penale; la consulenza finanziaria; la consulenza fiscale, tributaria e di condominio, la consulenza notarile. Per richiedere tali consulenze è necessario rivolgersi alla Sede dell’Associazione, tel. 051 23 58 99, per fissare l’appuntamento con il Consulente interessato. Per i soci Umanitaria sconto del 15% per acquisto superiore a euro 10,00 di: fiori, piante, oggettistica, cerimonie, consegne a domicilio. Ingresso principale - via della Certosa, 71 - Bologna Romano Anastasia tel. 051 6142257

A.L.P.I.C. Galleria del Toro n. 3 (Piano ammezzato) 40121 BOLOGNA tel. 051 27 38 11 - e mail: servizialpicbologna@fastwebnet.it INFORMAZIONI UTILI Si avvisano i cittadini che i nostri uffici da settembre sono ora ubicati in Galleria del Toro n. 3 (Palazzo del Toro) e che i giorni di ricevimento del pubblico sono: Lunedi e Mercoledi 10-13 e 15-18. Saldo IMU: si ricorda che la scadenza per il saldo IMU è fissata per il 17 dicembre Assegno di Mantenimento: Nell’assegno di mantenimento che l’ex coniuge deve dare alla moglie per i figli rientrano anche le spese per l'acquisto dei libri scolastici e i farmaci da banco, in quanto considerate ordinarie. Quindi il coniuge obbligato non è tenuto a versare delle somme di denaro a titoli di esborsi straordinari. Questo è quanto affermato dalla Corte di Cassazione con la sentenza numero 16664 del 1° ottobre 2012. In poche parole, ad avviso dei giudici della prima sezione civile, chi deve versare l'assegno di mantenimento non è tenuto a corrispondere altre spese, al di là degli accordi presi in sede di separazione, che siano in qualche modo prevedibili, come i farmaci da banco e quindi non collegati a una particolare patologia e i libri di scuola. Cartella di pagamento valida anche mediante raccomandata senza ufficiale notificatore: La Corte di Cassazione, sezione tributaria, con sentenza n. 15746 del 19 settembre 2012, ha affermato che la cartella di pagamento (art. 26 del Dpr 602/1973) può essere notificata “direttamente” dall’Agente della riscossione mediante raccomandata con avviso di ricevimento, prescindendo quindi dall’intermediazione di un ufficiale notificatore. In questi casi, in base alle norme postali di settore, il perfezionamento della notifica si ha con la semplice consegna del plico al domicilio del destinatario, a prescindere dall’identità del soggetto che riceve la raccomandata, il quale può essere anche soggetto diverso dal destinatario della cartella. L’unico adempimento a cui è tenuto l’ufficiale postale è quello di far apporre, sul registro di consegna della corrispondenza e sull’avviso di ricevimento da restituire al mittente, la firma della persona legittimata alla ricezione. (Fonte: Fisco Oggi)

Ne WS

TERRITORIALE BOLOGNA Via Milazzo, 16 – 40121 Bologna Tel. 051-256642 Fax 051-25664 e-mail: pensionati_bologna@cisl.it www.cislbologna.it

Essere iscritti al sindacato è bene.

Ma è anche utile Servizi gratuiti agli iscritti FNP:

~ ASSICURAZIONE INFORTUNI CON DEGENZA OSPEDALIERA (dal 2° giorno di ricovero) ~ ASSICURAZIONE FURTI E SCIPPI (fino ad un massimo di € 258,23) Convenzioni con compagnie assicurative:

~ UNIONVITA, ZURIGO, UNIPOL, ARAG Le altre agevolazioni: ~ CARTAVIAGGIO RELAX (riduzione biglietto treno)

Tutela Previdenziale Difesa Consumatori Assistenza per la casa Turismo, Sport, Tempo Libero

Difesa Consumatori

L’Umanitaria Notizie

~ CONVENZIONI BANCARIE (CARISBO – BANCA POPOLARE E.R – EMIL BANCA) ~ INOLTRE IL SISTEMA SERVIZI CISL mette a disposizione degli iscritti alla Fnp

7


Modalità per ottenere il servizio sociale DIRITTI DEI SOCI

SERVIZI SOCIALI

1 - Località ove si svolge il Servizio Sociale. L’Associazione svolge la sua attività nel territorio del Comune di Bologna ed in quello di tutti gli altri Comuni della provincia ed in qualsiasi altra località nella quale risieda il Socio che richieda il nostro intervento. 2 - Servizio Sociale. Dopo sei mesi dal giorno dell’iscrizione, il Socio, al momento del decesso, ha diritto al servizio Sociale che consiste: a) il Socio vuol essere sepolto o cremato: - una cassa di ottima fattura, a forma di cofano, atta alla sepoltura, con tutti gli accessori necessari (velo, croce, maniglie, ecc.); - un copricassa di fiori; - il carro funebre per il trasporto; - il disbrigo di tutte le pratiche relative al decesso. b) il Socio desidera essere tumulato in tomba o tombino: - una cassa di ottima fattura, a forma di cofano, atta alla tumulazione, quindi completa di cassa di zinco, con tutti gli accessori necessari (velo, croce, maniglia ecc,); - il carro funebre per il trasporto; - il disbrigo di tutte le pratiche relative al decesso.

CASI PARTICOLARI

Le esequie dei Soci che decedono prima dei sei mesi previsti dallo Statuto Sociale, sono a carico dei Familiari. È sempre comunque conveniente rivolgersi, anche in questo caso, alle Agenzie convenzionate che applicheranno al servizio una particolare tariffa. L’Umanitaria Notizie

8

SERVIZI SUPPLEMENTARI

1 - Servizio Post- Mortem Il Socio in vita può dare mandato all’Associazione di provvedere, dopo il suo decesso, a prestazioni aggiuntive al Servizio Sociale. Maggiori dettagli saranno dati in Sede ai di-

retti interessati telefonando al: tel. 051 235899 dalle ore 9 alle 13. 1a - Servizio Post- Mortem Mandato per l’esecuzione del funerale L’Associazione L’Umanitaria può provvedere per le persone sole e non, su specifico mandato dei Soci interessati, ad organizzare il servizio Funebre, messa, inumazione, tumulazione, cremazione, destinazione delle ceneri, collocazione dell’urna per la conservazione delle ceneri, oppure alla sua dispersione provvedendo a curare tutte le volontà espresse in vita dal Socio. Il Servizio viene esteso a tutti i residenti nella Regione Emilia Romagna, ed in tutte le località ove l’Associazione possa garantire il corretto svolgimento dell’incarico. I Soci interessati, possono conferire il mandato versando una somma, che l’Associazione provvederà ad accantonare per eseguire il mandato ricevuto. La quota potrà essere pagata anche a rate per un massimo di mesi sei. Una volta saldato il conto nulla dovrà essere richiesto ai Familiari. 2 - Fornitura cippo È possibile avere la fornitura del cippo, versando una quota al momento della richiesta. Anche per questo servizio, è necessario fissare un appuntamento telefonando alla nostra sede. 3 - Soci a vita - (Riservato ai soci con età pari o superiore a 70 anni) Per evitare il disagio di doversi recare a fare il versamento, oppure di dimenticare di farlo, molti Soci, in diverse occasioni, hanno chiesto di aver la possibilità di corrispondere in una unica soluzione le quote per gli anni futuri, diventando così Soci a vita. Per ottenere questa facilitazione, il Socio, dovrà corrispondere in una unica soluzione, la quota indicata dalla apposita tabella. Se il Socio è un nuovo iscritto, alla somma dovuta per l’iscrizione, dovrà aggiungere la quota suddetta.

4 - Servizio cremazione Vedi pag. 06

SPESE A CARICO DEI FAMILIARI

1 - Diritto di inumazione Tale diritto è da corrispondere al Comune ove avviene l’inumazione, per Bologna la quota è comprensiva anche per l’esumazione che dovrà avvenire dopo 10 anni. 2 - Diritto di cremazione Tale diritto è da corrispondere al Comune ove avviene la cremazione. 3 - Diritto di Agenzia Tale diritto deve essere corrisposto: - se la tumulazione avviene in tomba o tombino; - se la salma viene cremata, - se i Familiari utilizzano una cassa di tipo diverso da quella Sociale. 4 - Diritti Sanitari Devono essere corrisposti in caso si rendano necessarie iniezioni conservative. 5 - Applicazione alla bara di speciale dispositivo assorbente Quando è ritenuto necessario dalle norme sanitarie 6 - Valori bollati Devono essere corrisposti nei casi previsti dalla legge 7 - Tasse comunali di entrata ed uscita dai Comuni Devono essere corrisposti in caso di trasporto da una località all’altra 8 - Indennità chilometrica Deve essere corrisposta in caso di trasporto da una località all’altra 9 - Altri servizi Eventuali altri servizi richiesti all’Agenzia che esegue il servizio e non previsti dallo Statuto Sociale, quale, ricordini,cerimonia religiosa, fiori, vestizione, urna ecc.

INFORMAZIONI UTILI PER I FAMILIARI IN CASO DI DECESSO DI UN CONGIUNTO

SE IL DECESSO AVVIENE IN CASA Si deve chiamare il medico curan-


1 - Comuni nei quali viene svolto il servizio Sociale Territorio del Comune di Bologna e di tutti gli altri Comuni della Provincia. Territorio di qualsiasi altro Comune, non compreso nella Provincia di Bologna, nel quale ven-

I DECEDUTI A BOLOGNA

2 - Soci deceduti a Bologna e ivi sepolti o tumulati Soci deceduti nei vari Comuni delle Provincia sepolti o tumulati nella stessa località di decesso: I Familiari si debbono rivolgere ad una delle Agenzie convenzionate che provvederà al servizio. Non utilizzando una delle imprese convenzionate, si perde il diritto al Servizio Sociale ed ai Familiari del Socio, previa presentazione del certificato di morte e della fattura delle spese sostenute, all’intestatario della fattura, verrà rimborsata la somma versata dal Socio durante il periodo di appartenenza all’Associazione.

I TRASPORTI

3 - Soci deceduti a Bologna e trasportati in altra località, compresa o no nella Provincia Qualora il Socio debba essere trasportato in località diversa da quella del decesso, il servizio funebre deve essere effettuato da una delle Imprese convenzionate alla quale i Familiari dovranno corrispondere direttamente l’importo relativo al trasferimento da una località all’altra (indennità chilometrica) e le eventuali tasse comunali. In questa circostanza però l’Associazione ammette che il servizio funebre possa essere effettuato da Impresa non convenzionata; in tal caso i Familiari del Socio defunto provvederanno alle spese relative e l’Associazione, previa presentazione del certificato di morte e della ricevuta delle spese, liquiderà al Familiare intestatario della fattura, la somma corrispondente al costo del Servizio Sociale del momento.

LE NORME

4 - Norme particolari per il servizio nei vari Comuni della provincia di Bologna Per il Servizio Sociale svolto nelle

località della Provincia non è richiesta indennità kilometrica, salvo il caso che il defunto debba essere trasportato in una località diversa da quella del decesso (es: decede a Vergato deve essere trasportato a Porretta, oppure in località compresa o non nella Provincia). In tal caso i Familiari dovranno corrispondere all’Impresa una indennità chilometrica, oltre alle eventuali tasse comunali.

I TRASPORTI

5 - Soci deceduti fuori della Provincia di Bologna Nella scelta dell’Impresa, che deve eseguire il servizio, consigliamo i Familiari di valutare se è più conveniente utilizzare una delle imprese convenzionate, specie se il defunto desidera essere trasportato nel luogo di origine, oppure una Impresa del luogo di decesso. Nel primo caso l’Associazione provvederà direttamente al pagamento del servizio Sociale all’Impresa convenzionata che ha eseguito il servizio ed i Familiari dovranno rimborsare direttamente all’Impresa stessa le maggiori spese incontrate (ossia la differenza fra l’importo del servizio Sociale ed il costo effettivo). Nel secondo caso le spese sono a completo carico dei Familiari del Socio e l’Associazione rimborserà, previa presentazione del certificato di morte e della fattura delle spese sostenute, al Familiare intestatario della fattura, la somma corrispondente al costo del Servizio Sociale del momento. continua a pag. 10

Tutte le somme dovute per i servizi sopra elencati, devono essere corrisposte direttamente dai Familiari all’Agenzia che provvede al servizio funebre. In caso di dubbi sui costi addebitati, i Familiari potranno contattare l’Umanitaria tel. 051.235899 per il controllo delle spese.

L’Umanitaria Notizie

I COMUNI

ga richiesto il nostro intervento (vedasi successivo punto 5).

SERVIZI SOCIALI

te o la guardia medica che verifica le cause del decesso e compila un certificato su apposito modulo. Il medico curante va comunque sempre attivato per la compilazione del certificato Istat. Per motivi diversi si consiglia di non trattenere la salma in abitazione. È consigliabile quindi richiedere al medico curante e/o alla guardia medica il rilascio della richiesta di trasferimento della salma all’istituto di medicina legale del Comune di Bologna. Il medico può procedere al trasferimento della salma, qualora l’abitazione sia inidonea alla custodia. DECESSO IN OSPEDALE La salma verrà custodita presso la camera mortuaria dell’ospedale fino al funerale. I Familiari dovranno contattare l’Agenzia di Onoranze Funebri convenzionata Umanitaria la quale provvederà a tutte le incombenze relative alle richieste dei Familiari, all’organizzazione del funerale, senza che questi debbano preoccuparsi dell’iter burocratico. DECESSO IN CASA DI CURA La salma verrà custodita presso la camera mortuaria della struttura fino al funerale. Per motivi sanitari, oppure su richiesta dei Familiari la salma potrà essere trasferita all’Istituto di Medicina Legale del Comune di Bologna. E’ consigliabile sempre contattare l’Agenzia convenzionata Umanitaria che provvederà a dare corso a tutte le pratiche relative sollevando la famiglia da situazioni dolorose. Per i casi non espressamente indicati si consiglia di contattare l’Agenzia convenzionata.

9


Regolamenti REGOLAMENTO

di Polizia Mortuaria del Comune di Bologna Tutte le norme che regolano i decessi dei cittadini,i servizi funerari e cimiteriali sono contemplati nel Regolamento di Polizia Mortuaria D.P.R. 10/09/1990 n.285. In base a tali norme ogni Comune ha emanato norme applicative locali. Il Comune di Bologna le ha emanate in data 12/02/1996 integrandole poi nel 1997 e nel 2001.

AMMISSIONE

REGOLAMENTI L’Umanitaria Notizie

10

nelle strutture cimiteriali Riportiamo parte dell’art.5 del predetto regolamento: 1 - Nel cimitero, salvo altra destinazione, sono ricevute e seppellite, senza distinzione di origine,di cittadinanza, di religione, le salme di persone decedute nel territorio dell’area metropolitana di Bologna o che, ovunque decedute, avevano nell’area stessa, al momento della morte, la propria residenza. 2 - Indipendentemente dalla residenza e dal luogo della morte, sono parimenti ricevute le salme delle persone aventi diritto al seppellimento nel cimitero in sepoltura privata, individuale o di famiglia. Sono pure accolti i resti mortali e le ceneri delle persone sopra citate. 3 - L’ammissione di salme nei depositi di osservazione o negli obitori è autorizzata dal Sindaco, dall’Autorità Giudiziaria, dal Medico necroscopo ovvero dalla Pubblica Autorità che ha richiesto l’intervento del servizio di recupero e trasporto. 4 - Nel deposito di osservazione e nell’obitorio è vietata la permanenza di persone estranee ed anche dei familiari, salvo i casi previsti dalle norme di accesso.

INUMAZIONE Dall’ art. 9 del Regolamento Per inumazione della salma si

intende la sepoltura in terra con la sola cassa di legno. L’inumazione ha durata 10 anni. La legge n.26 del 2001 stabilisce che l’inumazione debba essere fatta a pagamento. A seguito di tale legge dall’ottobre 2002 e dal 1 dicembre 2010 il Comune di Bologna ha stabilito per questo servizio una tariffa di Euro 442,00, comprendendo in questa e anticipandola la tariffa per l’esumazione dopo 10 anni. Ogni Comune adotta misure proprie.

CREMAZIONE Dall’ art. 12 del Regolamento: Compiuta la cremazione, le ceneri possono essere: a) Diligentemente raccolte in apposita urna funeraria sigillata, riportante all’esterno le anagrafiche del defunto, e sistemate a richiesta in apposite cellette, mensole, nicchie o in alternativa in altra sepoltura privata, anche già contenente altra salma o i suoi resti mortali, purchè la presenza dell’urna non impedisca la normale attività. b) Collocate nel Cinerario comune, qualora la famiglia non abbia provveduto diversamente. c) La dispersione delle ceneri potrà avvenire all’interno della Certosa di Bologna nell’apposita area denominata Giardino delle Rimembranze. d) Il Comune di Bologna ha deliberato dal 1 dicembre 2010 il costo della dispersione delle ceneri D 223,94 a carico dei familiari.

TUMULAZIONE Dall’ art. 10 del Regolamento 1 - Sono a tumulazione le sepolture di feretri, cassette di resti o urne cinerarie che avvengono in opere murarie, loculi o cripte, costruite dal Comune o dai concessionari d’aree. Per la tumulazione occorre la cassa di zinco all’interno di quella di legno.

ACQUISTO DEL LOCULO Dall’ art. 16 del Regolamento 1 - Nei limiti previsti dal Piano Regolatore Comunale il Comune può concedere l’uso di aree cimiteriali e di manufatti a famiglie e comunità per la realizzazione di sepolture private. 2 - Data la natura demaniale di tali beni, il diritto d’uso di una sepoltura deriva da una concessione amministrativa e lascia integro il diritto alla nuda proprietà del Comune. A Bologna l’acquisto può essere fatto presso i Cimiteri della Certosa e Borgo Panigale ed in presenza della salma. Si acquista la concessione per 20 anni o 40 se per due salme. Dall’ art. 19 del Regolamento 3 - In caso di decesso del concessionario di una sepoltura privata, i discendenti legittimi e le altre persone che hanno titolo alla concessione sono tenuti a darne comunicazione scritta al Servizio di Polizia mortuaria entro 3 mesi dalla data del decesso, richiedendo contestualmente la variazione per aggiornamento intestazione della concessione in favore degli aventi diritto e designando uno di essi quale rappresentante della concessione nei confronti del Comune. Le concessioni perpetue (precedenti alle norme che ne hanno limitato la durata) restano valide.

CIPPI E LAPIDI L’Umanitaria dispone di una convenzione per la fornitura di cippi e lapidi a favore dei Soci a costi agevolati. Per informazioni rivolgersi ai nostri Uffici dalle 9,00 alle 13,00 - tel. 051 235899. Alle salme poste in terra, viene posto un cippo provvisorio, quello definitivo non può essere posto in opera prima di otto mesi. Per i loculi la lapide definitiva deve essere messa in opera entro sei mesi.


Riceviamo spesso richieste di chiarimenti da parte di associati circa la loro volontà di avere, una volta deceduti, esequie laiche. Oggi il funerale civile (corteo e commemorazione) è una realtà generalmente accettata nell’Europa del Nord, dove le organizzazioni laiche e umaniste si sono addirittura dovute attrezzare allo scopo di assicurare le cospicue richieste per la celebrazione di riti non religiosi. Nell’altra parte del continente (Italia compresa), invece, le cose vanno ancora a rilento. Nel 2001 fu presentata una proposta di legge con la quale si chiedeva l’istituzione in ogni comune di “case funerarie”, anche all’esterno del cimitero, dove poter svolgere il rito civile. Il Consiglio dei Ministri nel 2003 decise di presentare in Parlamento un disegno di legge per la disciplina delle attività in materia funeraria. Nel 2005 la Camera approvò il provvedimento, passato poi al vaglio del Senato, senza essere però trasformato in legge entro il termine della legislatura. Da allora è calato il silenzio.

Giova notare, in proposito, che la prescrizione ai Comuni di “istituire una sala per onoranze funebri al feretro” è rimasta, generalmente, lettera morta, salvo per quei cimiteri dove sia possibile effettuare anche la cremazione: in questo caso la cosiddetta “Sala della memoria” può essere utilizzata pure per questo scopo. La materia si è finora concretizzata soprattutto in sollecitazioni, rivolte alle Amministrazioni Comunali, affinché approntino locali dignitosi per la celebrazione e il ricordo dei defunti non appartenenti ad alcuna confessione religiosa o, comunque, differente dalla cattolica. Non tutte le Amministrazioni Comunali si sono dimostrate poco reattive alle istanze dei non credenti e dei fedeli delle religioni di minoranza. Bologna si è distinta per la propria sensibilità sull’argomento. Infatti il Pantheon del cimitero monumentale della Certosa, dove si svolgono i funerali laici, si è arricchito dal luglio 2008 di un’opera d’arte, la “Sala d’attesa”, opera di Flavio Favelli, che ha rinnovato la struttura «senza alterare lo spazio pre-

esistente ma ridisegnandolo tramite un intervento artistico: il progetto consiste in una pavimentazione in marmo bianco e nero, quasi a definire un interno domestico, posizionato su pannelli di legno per non danneggiare il pavimento originario.

DAI SOCI

Funerali civili

Le pareti sono addobbate con tendaggi calati dal soffitto fino a terra, lasciando scoperte le colonne colore avorio. Di fronte all’entrata è sistemata una grande specchiera realizzata con un mosaico di vetri. La sala è illuminata da 25 lampadari di cristallo appesi a una struttura portante. Le panche a gradoni, come in un anfiteatro, corrono parallelamente lungo le pareti a rafforzare l’idea di raccoglimento per i congiunti, rivolti verso il palco costituito da un piano in legno dove sarà posizionato il feretro». Sale del Commiato, dove poter effettuare funerali civili (potendo diffondere musica o ricordare il defunto) sono inoltre disponibili o in corso di realizzazione in numerose città emiliane: Ferrara, Ravenna, Modena.

L’Umanitaria Notizie

11


Prestazioni assistenziali agli invalidi La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 186 02.10.2012

Invalidi: sospensione delle prestazioni INVCIV Sono state sospese le prestazioni assistenziali agli invalidi che non si sono presentati alla visita di verifica straordinaria. L’INPS, con il messaggio n. 15582 del 27 settembre 2012, ha comunicato che, a decorrere dal corrente mese di ottobre, sono state sospese le prestazioni assistenziali agli invalidi che non si sono presentati alla visita di verifica straordinaria. In particolare, si tratta delle posizioni, rilevate al 31 maggio 2012, dei soggetti assenti a visita senza giustificato motivo. A tal fine, gli interessati saranno informati della sospensione mediante una lettera, inviata tramite la procedura INVER, che contiene anche l’invito a rivolgersi all’UOC/UOS per fissare una nuova visita. Le prestazioni sospese sono consultabili nelle liste amministrative presenti nella procedura INVER. Premessa Niente prestazioni assistenziali per gli invalidi che non si sono recati alla visita di verifica straordinaria (INVER). Infatti, a decorrere dal corrente mese di ottobre, è stata disposta la sospensione d’ufficio di un gruppo di prestazioni INVCIV. Nel dettaglio, la sospensione riguarda le posizioni, rilevate al 31 maggio 2012, dei soggetti assenti a visita senza giustificato motivo e per le quali l’esito Postel è stato: “consegnata raccomandata”, “compiuta giacenza”, “respinta al mittente” e “PEC”.

*in seguito al riconoscimento della responsabilità della controparte

La sospensione A decorrere dal mese di ottobre saranno sospese e prestazioni INVCIV nei confronto degli invalidi che sono risultati assenti alla visita di verifica straordinaria (INVER).

L’Umanitaria Notizie

12

SINISTRO MORTALE?

ANTICIPO SPESE * TOTALE

per un servizio funerario di qualità MEZZAP UMANITARIA_4.indd 1

RISARCIMENTO AGLI EREDI riconosciuto al 100% Onorari per la gestione della pratica a carico dell’assicurazione www.taddiagroup.it

INFO: 051 467573 09/10/2012 13.24.55


Lettere dei Soci “La Chiesa ammette la cremazione dei defunti? E cosa prevede circa la dispersione delle ceneri, come sta diventando di moda?" Anna B. - Brescia “La cremazione del corpo del defunto non è di per sé contraria alla fede cristiana né contrasta la verità della risurrezione. Se i cristiani hanno progressivamente preferito l’inumazione (dal latino humus = terra), cioè la sepoltura nella terra, è in riferimento alla sepoltura di Cristo e ad alcune immagini bibliche che presentano la vita oltre la morte come quella che nasce da un seme nascosto nella terra (cf Gv 12, 24; 1Cor 15, 35-38). L’esplicita condanna della cremazione da parte della Chiesa risale al 1886 poiché tale prassi era stata assunta dalla massoneria in funzione anticattolica. Superata la polemica, tenendo conto delle nuove esigenze sociali e nel rispetto delle diverse culture, pur mantenendo la preferenza per l’inumazione, nel 1963 l’autorità ecclesiastica tolse il veto nei confronti della cremazione. Oggi la norma si esprime così: «La Chiesa raccomanda vivamente che si conservi la pia consuetudine di seppellire i corpi dei defunti; tuttavia non proibisce la cremazione a meno che questa non sia stata scelta per ragioni contrarie alla dottrina cristiana» (can. 1176). Tuttavia, la cremazione non è priva

di ambiguità, non meno di qualsiasi altro tipo di funerale dove sovente la “religione civile” e la vanità prendono il sopravvento sulla fede. Infatti, a partire dalla legge 130 del 2001, che non solo permette la conservazione delle ceneri nelle case private, ma anche la loro dispersione in spazi legalmente stabiliti, l’incinerazione rischia di trasformarsi in una “moda” che finisce per banalizzare il grande mistero della morte. La conservazione delle ceneri fra le mura domestiche privatizza una memoria che, soprattutto per i cristiani, è eloquente e pubblico richiamo alla precarietà di questa vita e al mistero dell’aldilà. Non possiamo poi nasconderci che questa “presenza” nelle case private potrebbe, con il tempo, diventare imbarazzante per gli eredi. La dispersione delle ceneri non ha di per sé nulla di anticristiano, ma sorge il dubbio che oggi tale prassi, nel nostro particolare contesto culturale, esprima una vaga religiosità new age, naturalistica, cioè in un dio cosmico e impersonale. Per questo essa è fortemente sconsigliata. Non mancano poi alcuni aspetti commerciali che suscitano un certo disagio come le proposte di conservare parte delle ceneri in monili da

ASSISTENZA CENTRO e SPECIALIZZATA ASSISTENZA PRIVATA DIURNA - NOTTURNA in OSPEDALE e CASE DI CURA MALATI

Prenotazioni e informazioni

ANZIANI, MALATI e OPERATI SERVIZI AI PASTI E CURE IGIENICHE SERVIZIO INFERMIERISTICO SERVIZIO 24 ORE SU 24 Servizio Urgenza

CENTRO ASSISTENZA MULTISERVIZI della CITTÀ DI BOLOGNA SERVIZI DOMICILIARI per TUTTA la FAMIGLIA Collaborazione domestica saltuaria e/o continuativa Bologna - Via del Pratello, 23

051 263202 349 8027789 349 0099136

L’Umanitaria Notizie

e nch a e ff Tari ettarie forf ro 4/h u da E

portare al collo o al dito... Da qui alcuni saggi orientamenti della Chiesa che, più che imporre, fanno appello alla responsabilità e al buon senso di ciascun cristiano per evitare la banalizzazione del grande evento della morte al limite talvolta del ridicolo. In attesa del Rito delle esequie aggiornato, un sussidio dei vescovi italiani, pubblicato nel 2007, non solo offre testi e orazioni adatte per il funerale in caso di cremazione, ma prevede anche la celebrazione esequiale in presenza dell’urna cineraria. Quindi non è proibito il funerale alla presenza delle sole ceneri. Si tratta di una novità nella prassi della Chiesa, determinata da ragioni pratiche e ovviamente eccezionali legate alla mobilità odierna: morte all’estero, rimpatrio dell’urna cineraria dopo la cremazione, eccetera. Gli orientamenti pastorali del sussidio, con molta delicatezza e per ovvie ragioni di buon gusto, si permettono di sconsigliare la processione al cimitero con l’urna cineraria. «Di comune accordo con i familiari, si preveda invece l’accompagnamento liturgico della deposizione dell’urna cineraria nelle aree a ciò appositamente destinate secondo la normativa civile»".

13


Convenzioni per i soci CONSULENZA LEGALE, CIVILE E PENALE - FINANZIARIA, FISCALE, TRIBUTARIA E DI CONDOMINIO.

Consulenza legale in ambito civile, commerciale e tributario tra cui Denunce di successione, testamenti, stime e divisioni ereditarie, amministratore di sostegno, risoluzione dei conflitti tra coeredi, pianificazione fiscale, attività fiduciarie ed esecutore testamentario e attività legali in genere. Per richiedere tali consulenze CONSULENZA TECNICA è necessario rivolgersi alla Sede • Pratiche catastali e certificazioni energetiche, dell’Associazione tel. 051.235899, per • Consulenza e ricerca genealogica per assegnazione tombe, fissare l’appuntamento con il consulen• Verifica capienza e riduzione, te interessato. Il Socio che nel corso di • Progettazione ristrutturazione e un anno presenta almeno TRE nuovi manutenzione sepolcri in genere. Soci, non dovrà pagare la quota Sociale • Ricerca e consulenza per concessione sepolcri perpetui di dell’anno successivo. famiglia e monumentali a terzi. Con sconto del 20% per i soci. Tutti gli aspiranti Soci che, al momento dell’iscrizione presenteranno la tessera sindacale, verranno esentati dal pagamento della quota Sociale per il solo anno in corso. Al compimento del 100° anno di età il Socio viene esonerato dal versamento della quota Sociale. Il Socio viene preavvisato a mezzo lettera entro il mese di settembre dell’anno precedente il compimento del 100° anno.

NOTIZIE DAL CAF ITALIA

Da Gennaio 2012 ritorna l’imposta sulla prima casa attraverso l’istituzione dell’IMU. Il nostro ufficio è a vostra disposizione per il nuovo calcolo degli importi dovuti su casa di abitazione ed altri immobili e per la richiesta delle visure catastali aggiornate. E’ inoltre già possibile prenotarsi per la dichiarazione dei redditi 2012. Il CAF Italia dedica agli iscritti Umanitaria e ai loro familiari una tariffa sociale per il 730/2012 e per tutti gli altri servizi. Si ricorda che è sempre disponibile il servizio di elaborazione dei modelli RED e ISEE.

NOTIZIE DAL CENTRO SERVIZI

Presso il nostro Centro Servizi è possibile procedere alla compilazione della dichiarazione di successione e delle volture catastali a tariffe agevolate. E’ inoltre attivo lo sportello ALPICOLF per la gestione completa degli adempimenti in materia di lavoro domestico: assunzione, elaborazione buste paga e contributi, certificazione dei compensi ecc. ASSOCIAZIONE

PATRONATO EPAS

Il nostro recapito cittadino del patronato EPAS vi assiste nella predisposizione delle domande di reversibilità INPS/INPDAP altri Enti, nelle richieste di Invalidità Civile oltre che nel disbrigo di tutte le pratiche previdenziali (controllo pensione, ricostituzioni ecc).

U.DI.CON.

L’Unione per la Difesa dei consumatori è un’Associazione che ha come scopo statutario la tutela dei diritti dei cittadini: vertenze telefoniche, condominio, agenzie viaggi, acquisti, bollette, assicurazioni, ecc. La sede di Bologna è a Vostra disposizione per richieste, consulenze e conciliazioni.

A.N.A.P. - CONFARTIGIANATO

L'Umanitaria si impegna nei confronti di tutti gli iscritti a A.N.A.P. Confartigianato che esibiranno la tessera di adesione e/o altro, che vorranno iscriversi, una riduzione di euro 30,00. L’Umanitaria Notizie

14

OBLAZIONI

Si ringraziano per i contributi offerti, Banca Monte dei Paschi di Siena, Associazione A.L.P.I.C., Odonto Ceramic Center, Centro Assistenza Multiservizi della città di Bologna, Farmacia S.Anna, Ottica Garagnani, Maico, i Soci oblatori e tutti coloro che hanno devoluto all’Associazione il 5 per mille nella dichiarazione dei redditi. La generosità di tanti e la somma stanziata da L’Umanitaria permetteranno di erogare i premi di incoraggiamento allo studio.

A.L.P.I.C.

SEDE DI BOLOGNA Vicolo degli Usberti, 6 - 40121 (BO) Tel/Fax 051-27.38.11 e-mail:infoalpic@libero.it PER IL DISBRIGO DI PRATICHE FISCALI A TARIFFA AGEVOLATA:

730 UNICO ICI RED ISEE

€ 25 € 52 €7 Gratuito Gratuito

PATRONATO PER IL DISBRIGO GRATUITO DI PRATICHE PREVIDENZIALI (Inps/Inpdap/Altri Enti/Inv.Civili) TUTELA DEL CITTADINO E DEL CONSUMATORE SERVIZIO LEGALE (in collaborazione con Avv. Massimiliano Uccelli)

centro servizi TENUTA PICCOLE CONTABILITA’ CONSULENZA FISCALE, SUCCESSIONI CONSULENZA ASSICURATIVA SPORTELLO CASA A.L.P.I.C.


Suggerimento per i Soci Vorremmo dare un suggerimento utile per evitare ai Soci le attese in banca e negli uffici postali quando è il momento di pagare la quota Associativa, per poterlo quindi fare in modo automatico e continuativo. Si possono effettuare queste operazioni tramite il modulo R.I.D. (Rapporto Interbancario Diretto) compilando il modulo di richiesta presso gli Uffici dell’Associazione Umanitaria, oppure inviando le coordinate bancarie e il codice fiscale dell’interessato a mezzo fax oppure mail. Cos’è il R.I.D. Con Rid Bancario si intende il”rapporto interbancario diretto”, ossia quella modalità di pagamento conosciuta e utilizzata da molti utenti di banca. La particolarità di questa forma di pagamento è l’addebito automatico sul conto corrente del cliente da cui ad esempio, la banca preleva automaticamente la somma di denaro per il pagamento delle quote associative. Funzionamento Per formalizzare l’autorizzazione all’addebito, e quindi creare la delega RID sul proprio conto corrente, il Socio può sottoscrivere

il modulo RID direttamente presso l’Associazione che provvederà, assumendosi le proprie responsabilità (raccolta codice fiscale, codici IBAN , firma del Socio debitore) a trasmettere alla banca la richiesta di autorizzazione all’addebito. Tale richiesta, accettata dalla banca, consentirà all’Associazione creditrice di dare l’avvio alla spedizione degli addebiti. Oggi tutte le banche offrono la possibilità di gestire, a favore dei propri clienti, il pagamento diretto ed è molto diffuso soprattutto perché permette il pagamento automatico. Caratteristiche Dal punto dei vista economico il R.I.D bancario mette in evidenza una convenienza poiché, non prevedendo ricevute e imposte di bollo, abbatte certamente i costi di gestione. Inoltre offre sicurezza per quanto riguarda l’esito delle operazioni: essendoci una delega del cliente a favore della banca è questa che si accolla la responsabilità di effettuare tempestivamente tutti i pagamenti a carico del proprio utente. Comodità L’utilizzo del R.I.D. bancario met-

te in evidenza anche la comodità che ne deriva da chi lo sceglie: essendo la banca a gestire tutti i pagamenti per il cliente, quest’ultimo non ha più il dovere di recarsi materialmente presso l’ufficio postale o presso la banca. Ecco dunque i vantaggi del R.I.D. per il Socio: • Comodità: il Socio non ha più scadenze da ricordare o code da fare per i versamenti • Risparmio: nessuna spesa di commissione per il Socio e minori spese di gestione per l’Associazione • Regolarità: il Socio può pianificare i pagamenti.

Visual Project Società Cooperativa Sede Legale e Stabilimento: Via Giovanni Benini, 2 • 40069 Zola Predosa (Bo) • Tel. 051 758430 • Fax 051 6184683 • e-mail: info@visualprojectsrl.com Registro delle Imprese di Bologna C.F. e P.IVA N. 02941021202 Iscrizione Albo Cooperative N° A198763

L’Umanitaria Notizie

15


Poliambulatorio Oncologico B. Ramazzini Direttore Sanitario Dott.ssa A. Guaragna - Medico Chirurgo Aut. PG. n. 38180 del 22/02/2006

Bologna – Via Libia 13/a – Per informazioni e prenotazioni 051.30.22.52 Il Poliambulatorio è un progetto dell’ISTITUTO RAMAZZINI, una cooperativa sociale onlus impegnata nella lotta contro il cancro.

Prevenire è meglio che curare Il Poliambulatorio si propone di fornire un contributo nella diagnosi precoce dei tumori attraverso : Visite specialistiche Oncologiche di carattere generale; Indagini diagnostiche di base; Visite specialistiche ed esami di approfondimento diagnostico; Programmazione nel tempo dei controlli di sorveglianza oncologica e dell’evoluzione delle eventuali patologie riscontrate. L’attività di diagnosi precoce dei tumori, consente di rilevare lesioni patologiche ad uno stadio quasi sempre iniziale e localizzato, permettendo per molte di esse una guarigione completa qualora gli interventi terapeutici vengano effettuati in maniera tempestiva. CONVENZIONE CON L’UMANITARIA: ai soci del l’Umanitaria, dietro presentazione della tessera, riduzione del 10% sulle prestazioni Standard del Poliambulatorio

SI

PRENDE

CURA

DI

TE

– www.ramazzini.it

L’UMANITARIA NOTIZIE - Fondato nel 1985 da Giovanni Gramegna

Direttore Responsabile: Valter Cardi - Autorizzazione Tribunale di Bologna n. 5267 del 17 05 1985

Stampa: Visual Project Soc. Coop. - Via G. Benini, 2 - 40069 Zola Predosa - Bologna - Editore: Tipografia Alfa-Beta Sas di Elena Buggetti


Notiziario Ottobre 2012