Issuu on Google+

17 novembre 2010

[BANDA BARZOTTI - PAGELLE]

SQUADRA (voto:7.5) Banda Barzotti- Nulla sembra fermare la furia dei Barzotti che con una goleada impongono la loro supremazia sul girone. Un primo tempo di studio degli avversari permette alla squadra di dilagare nella seconda frazione di partita e mandare quei ‘Bravi Fieuj’ dritti a casa. Si può già parlare di fuga? Si possono già fare calcoli? Questo non si può dire, per adesso l’unica certezza è la squadra: compatta, sinergica e competente. @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

ALOSI STEFANO (voto: 8) Eolo- Veloce come il vento si ripete sulla fascia in diverse occasioni per permettere ai compagni di raggiungere velocemente l’area di rigore avversaria. L’Esperienza, oramai sua amica da diversi anni, gli suggerisce di cambiare tattica a partita in corso e la sua scelta si rivela vincente: grazie ai suoi preziosi consigli la squadra prende coraggio e sbaraglia gli avversari. Gonfia vorticosamente la rete in due circostanze, ma la sua prestazione è da ricordare soprattutto per la fase di impostazione del gioco: sicurezza, freddezza e decisione. BERTA JACOPO – (voto: 7+) Abete Rosso- Seguendo le orme de ‘El Comandante’ si sacrifica per i compagni piantando le radici nella difesa. Da li è difficile estirparlo e nonostante il gracile fisichino fa valere la sua stazza, bloccando sul nascere le azioni avversarie. Al grido di ‘Barzotti di tutto il mondo unitevi’ tiene le redini della retroguardia; le sue incursioni in attacco non si rivelano fruttuose (il montante gli sbarra l’accesso alla gloria) ma comunque la valutazione è positiva. Pugno chiuso al cielo, compañero. CIACERA GIUSEPPE – (voto: 7/8) Manigoldo Garibaldino- Come un soldato in guerra combatte da eroe per tutta la partita, nonostante un infortunio muscolare che lo ha costretto a non forzare le giocate. Scassina la difesa avversaria in diverse circostanze: due i colpi inferti andati a segno e molteplici le giocate che hanno unito i due reparti in un unico fronte d’attacco pronto ad aprire una breccia nella difesa avversaria. Tra i ‘Mille’ si differenzia per la sua precisione (aziona il mirino a infrarossi su una punizione e va a segno) e per la grinta messa a disposizione per la squadra. GIVONE ALESSANDRO – (voto: 7) Lessie- Finalmente torna a casa Barzotti anche Givone che dopo un lungo periodo di stop fa la sua partita: parte dalla difesa e li ci rimane finchè gli avversari non implorano che gli venga concesso qualche spazio. Lui, incorruttibile, non ha nessuna pietà e chiude con la sicura gli accessi al reparto difensivo, dimostrando che il fiato non gli manca ridicolizzando i rivali con anticipi ed interventi importanti. La sua prestazione gli permette di entrare nella top ten dei miglior difensori canini. MASSOLA FEDERICO – (voto:7/8) Muraglia Cinese- Un montante a destra uno a sinistra e la traversa sopra la testa: un qualunque portiere darebbe queste informazioni per scontate ma a lui bastano queste semplici indicazioni e il gioco è fatto; con cazzuola e betoniera erige una barriera invalicabile che le numerose cannonate infertegli dagli avversari nemmeno la scalfiscono. Nonostante tutto a fine partita il conteggio è di due reti al passivo (non si capisce come sia potuto accadere…) ma all’attivo Massola può vantarsi di numerosi interventi salvagente che hanno tenuto i rivali lungi dall’avvicinarsi ai Barzotti. MOSCA PEDRO’ FILIPPO - (voto:7+) Svitol- Una partita senza gol è come la birra senz’alcool: inutile. Questa la filosofia del bomber che cerca il gol in continuazione finchè, finalmente, non ne insacca uno. Un’occasione mancata in avvio partita lo demoralizza un poco, ma la voglia di rimediare lo rinvigorisce di lì a poco: unge per bene i meccanismi della squadra finchè non trova spazi in cui sgusciare e trovarsi faccia a faccia col portiere avversario. Elettrizzante negli inserimenti, imprendibile nelle accelerazioni, preciso nel dialogo… in una parola? –Bomber.


17 novembre 2010

[BANDA BARZOTTI - PAGELLE]

SCICCHITANO MATTEO – (voto:7.5) Somaro Erudito- La sua abilità di calciatore è imbarazzantemente superiore a quella dei rivali: li schernisce derubandogli il pallone da sotto il naso, li ridicolizza con prestigi degni del più ribaldo stregone, li abbatte con anticipi netti e li annienta con ben due reti. La sua ignoranza però lo costringe a segnare con un tiro tanto potente quanto centrale su cui il portiere avversario ha le sue colpe e a commettere un fallaccio inutile negli ultimi minuti su cui però dimostra un grande fair-play porgendo la mano al malcapitato. Doma la tua veemenza, campione, e passa al Lato Buono della Forza. VNOUCEK LORENZO – (voto: 7) Bianconiglio- Scorrazza negli angusti spazi della difesa avversaria come se fosse nel giardino di casa sua, interagendo con i rivali quasi fossero suoi compagni di gioco. Quando il suo orologio da taschino gli suona la sveglia, però, lui si fa trovare pronto e puntuale all’incontro col pallone: sfiora il gol diverse volte, ma la trasformazione ancora gli sfugge. Si occupa di trasportare l’azione dalla difesa all’attacco facendo da sponda su diversi lanci lunghi e servendo i compagni con veloci e precisi passaggi. Brucaliffo e Stregatto stravedono per la sua caparbietà e grinta; la Regina di Cuori vuole la sua testa.


PAGELLE- Banda Barzotti - 17 Novembre 2010