Issuu on Google+

Al Sig. Sindaco del Comune di Resuttano

e p.c. Al Presidente del Consiglio Comunale del Comune di Resuttano Al Presidente del Consorzio delle Cinque Valli Alla cittadinanza

Oggetto: Dimissioni dall’incarico di Assessore del Comune di Resuttano “Caro Sindaco”, con la presente lettera rassegno irrevocabilmente le mie dimissioni, a partire dalla data odierna, dall‟incarico di Assessore del Comune di Resuttano con deleghe al Bilancio, al Personale e al Consorzio delle Cinque Valli. Rendo la mia decisione, a lungo ponderata, di dominio pubblico per evitare strumentalizzazioni o interpretazioni errate, e con essa non intendo mettere in discussione il ruolo e i compiti che al Sindaco derivano da una legge elettorale e dalla sua elezione diretta, né intendo disconoscere gli importanti risultati che insieme negli anni abbiamo raggiunto. Tale decisione muove piuttosto da motivazioni personali! Ho sempre pensato che la politica è servizio, ricerca del bene comune e spirito di sacrificio. Ed in questi sette anni e mezzo di “Amministrazione Mazzarisi” non ho fatto altro che, giusto o sbagliato che sia e consapevole delle conseguenze, sacrificare la mia crescita professionale per raggiungere tali obiettivi, senza mai creare conflitti d‟interesse, senza mai avere interessi personali e prestando particolare attenzione in ogni mio atto alla trasparenza amministrativa. In questi anni, ho sempre affrontato i problemi quotidiani, lottato per arrivare alla loro soluzione, assumendomi pienamente le mie responsabilità senza mai delegarle agli altri. Ho prestato particolare attenzione al miglioramento della gestione pubblica, facendo interagire le deleghe assegnatemi, pur nella consapevolezza che non sempre le procedure amministrative e burocratiche favoriscono rapidità di intervento.


Certamente non posso nascondere di avere anche dei rammarichi. In particolare quello per cui, pur avendo lavorato negli ultimi due anni per migliorare l‟efficienza e l‟efficacia della macchina amministrativa, e presentato, a protocollo riservato, in data 6 Marzo 2009, una mia proposta di ridefinizione della struttura organizzativa dell‟Ente, purtroppo non ho avuto una risposta positiva o alternativa da parte dell‟esecutivo, paralizzando di fatto la mia programmazione ed azione amministrativa. Comunque sia, mi auguro che il prossimo assessore al personale porti a compimento il lavoro da me già iniziato, sia perché ritengo che il Comune di Resuttano non possa più mantenere una tale struttura organizzativa sia perché occorre dare un seguito alle parole dette. Lascio con la consapevolezza di aver adempiuto al mio dovere, nonostante le difficoltà di cui sopra, la crisi economica e i tagli agli enti locali. Sono convinto che forse, mai come in questo periodo, il bilancio, la gestione pubblica, l‟innovazione e l‟aggiornamento tecnologico ed il personale tutto, abbiano avuto un assessore attento, disponibile all‟ascolto e soprattutto desideroso di innovare, di cambiare mentalità, di migliorare sempre più l‟immagine di Resuttano. Considerato che, a causa della mancata risposta alla mia proposta di ridefinizione della struttura organizzativa dell‟Ente, non ho inserito nel Notiziario dell‟Amministrazione Comunale articoli riguardanti le mie deleghe, elenco sinteticamente il lavoro svolto e seguito in prima persona dal Giugno 2007 al Dicembre 2009, appoggiato e condiviso dalla giunta e dalla maggioranza del consiglio comunale: Delega di Assessore al Personale Riguardo a questa delega, difficile e complessa, ho sempre manifestato la necessità di ottimizzare ed economizzare il lavoro del personale in servizio, pertanto ho agito suddividendo la mia azione amministrativa e programmatica in tre ambiti: 1. Personale comandato all‟ATO (raccolta rifiuti indifferenziati e differenziati). Mi sono occupato personalmente della gestione ATO sino ad oggi, mantenendo lo status, come qualità di servizio, di miglior Comune nell‟ATO CL1 e raggiungendo anche lo status di miglior gestione finanziaria. Ricordo che in molti Comuni Siciliani i rifiuti sono arrivati per strada e i bilanci sono andati in dissesto! 2. Personale a tempo determinato con mansioni di categoria A (verde pubblico, pulizia strade ecc…).


Ho predisposto un piano di zona per il verde pubblico, per la pulizia strade e per eventuali emergenze. Ad ogni dipendente è stato assegnato un compito specifico, responsabilizzando così il personale e migliorando il sistema di valutazione meritocratica. Ho lavorato per ottimizzare la comunicazione interna e l‟immagine dei lavoratori, dotandoli di tesserino magnetico per l‟entrata e l‟uscita e di dispositivi di protezione individuale, attuando inoltre colloqui periodici e istituendo un numero d‟ufficio per segnalare le eventuali emergenze ( pulizia strade, verde pubblico ecc…). 3. Personale a tempo indeterminato (responsabili ed impiegati d‟ufficio). Come ho già detto, ho proposto in data 6 Marzo 2009 un piano di riorganizzazione della struttura organizzativa dell‟Ente purtroppo ancora ad oggi in “standby”.

Delega di Assessore al Bilancio La costanza mi ha permesso di essere sempre presente in consiglio comunale nelle scadenze di Bilancio, relazionando ogni qualvolta sui conti pubblici ed evidenziando e sollecitando la giunta e il civico consesso a ridurre le spese correnti ed aumentare le entrate e gli investimenti. Delega di Assessore al Consorzio delle Cinque Valli La mia convinzione è quella che in questi due anni siamo stati poco incisivi come crescita territoriale. Le cause sono molteplici: la crisi economica che ha fatto perdere ancor più la fiducia ad investire, la crisi agricola che è la principale fonte di economia dei nostri territori, il ritardo nell‟accreditamento delle somme spettanti al Consorzio che ha paralizzato la programmazione e purtroppo anche alcune diatribe interne. Pur nondimeno a conclusione del mio mandato, nelle ultime assemblee, in presenza del neo Presidente Sindaco di Resuttano, ho espresso una mia personale valutazione sulle condizioni del territorio delle Cinque Valli analizzando soprattutto i punti deboli e proponendo una nuova linea d‟azione che miri allo stravolgimento dell‟attuale economia, a far crescere lo sviluppo economico e a far aumentare la nostra popolazione; il progetto è ambizioso, difficile da realizzare, ma vale la pena crederci ed investire su di esso.


Altre iniziative Informatizzazione dell‟Ente: ovvero la realizzazione di una rete informatica interna che ha consentito di razionalizzare e snellire il lavoro tra i vari uffici. ADSL in tutti gli uffici con sistema di blocco e protezione. HOT SPOT ovvero l‟accesso ad internet tramite la tecnologia wireless (WiFi), in diversi punti di Resuttano, con la possibilità di navigare in rete in maniera sicura e GRATUITA. Postazione internet con accesso gratuito in biblioteca. Dotazione di apparecchiature tecnologiche audio-visive per manifestazioni varie. Ristrutturazione ed utilizzo del campo di bocce chiuso dagli anni „90. Maniacalcio: aver ideato un appassionante passatempo, che negli ultimi quattro anni ha coinvolto numerose famiglie coinvolgendole socialmente e nello stesso tempo arricchendo, se non addirittura stimolando, la loro conoscenza sull‟uso del PC. Videosorveglianza: proposta e realizzazione all‟interno e all‟esterno del Palazzo Municipale di un sistema di videosorveglianza. Protezione Civile: aver curato personalmente la messa a nuovo in economia dell‟ex ufficio di collocamento con la successiva assegnazione dei locali al gruppo (Ufficio e Garage per deposito attrezzi). Ostello turista: aver curato personalmente le rifiniture, pulizia esterna ed interna, e pittura in economia dell‟immobile. Ringrazio per la fiducia accordatami il Sindaco e l‟Amministrazione Comunale tutta ed auguro loro un proficuo e soddisfacente lavoro, auspicando un rilancio dell‟azione di governo del paese. Un ringraziamento particolare a tutti coloro che mi hanno sostenuto in questa esperienza politica.

Resuttano, 5 gennaio 2010


Lettera di dimissioni