Issuu on Google+

M7 ECDL SYLLABUS 5.0 Navigazione Web e comunicazione Internet Explorer, Chrome e Gmail Questo dispensa aiuta a comprendere cosa è Internet e quali sono i principali termini ad essa associati. Essere consapevole di alcune considerazioni di sicurezza nell’eseguire le comuni operazioni di navigazione Saper accedere alle impostazioni del browser, completare e inviare schede su pagine web e ricerche. Salvare pagine web e scaricare file dalla rete. Copiare il contenuto di pagine web in un documento. Comprendere cosa è la posta elettronica e conoscere alcuni vantaggi e svantaggi Conoscere altre possibilità di comunicazione, della netiquette e della sicurezza Saper creare un messaggio, effettuare un controllo ortografico e inviare. Rispondere e inoltrare messaggi, gestire file allegati e stampare, organizzare e gestire al meglio di Aldo Finocchiaro, Nancy Gorgonio, Olimpia Strak edito da Giarre, Via Gioberti, 17 – Tel 095 7799984 Tutti i marchi sono dei rispettivi proprietari Bibliografia: Guida in linea e siti Internet


Indice dei contenuti Internet concetti e termini ............................................................................................................................... 3 Come è strutturato l’indirizzo di un sito web ........................................................................................................... 3 Cos’è un browser e la finestra di navigazione .......................................................................................................... 4 Considerazioni sulla sicurezza nella navigazione internet........................................................................................ 5 L’interfaccia grafica di Internet Explorer 8 ............................................................................................................... 8 Utilizzo di un browser per la navigazione internet............................................................................................. 9 Impostazioni del Browser .......................................................................................................................................10 Siti Preferiti i Segnalibri ..........................................................................................................................................11 Utilizzo del web e i Moduli per la raccolta dati ......................................................................................................11 Come fare su Google Chrome.................................................................................................................................12 La ricerca nel web: usare un motore di ricerca ......................................................................................................13 Copiare testi, immagini e url da una pagina web a un documento........................................................................14 Preparazione e stampa di una pagina web ............................................................................................................14 Comunicazione elettronica concetti e termini ................................................................................................ 15 La posta elettronica o e-mail .................................................................................................................................15 Come è strutturato un indirizzo di posta elettronica .............................................................................................15 I vantaggi della posta elettronica ...........................................................................................................................15 Gli SMS (Short Message Service) ............................................................................................................................16 Il VoIP e i principali vantaggi ...................................................................................................................................16 Istant Messagging e le chat ....................................................................................................................................16 Comunità virtuali di rete: Forum, Chat e Social Network .......................................................................................16 Considerazioni sulla sicurezza nella comunicazione elettronica ............................................................................17 Uso della posta elettronica ............................................................................................................................ 18 Registrazione account Google Gmail ......................................................................................................................19 La pagina di Gmail...................................................................................................................................................20 Creare un nuovo messaggio ...................................................................................................................................20 Organizzare i messaggi ...........................................................................................................................................22 Preparsi alla stampa visualizzare l’anteprima di stampa di un messaggio ............................................................23 La Rubrica Contatti .................................................................................................................................................24 Creare un nuovo indirizzario o lista di distribuzione-Gruppi ..................................................................................24 Esercitazioni .................................................................................................................................................. 24

2


Internet concetti e termini World Wide Web ( grande ragnatela mondiale) è il nome, spesso abbreviato in WWW o W3, con il quale viene designato comunemente l'insieme di iperoggetti (hypermedia), collegati tra loro che costituisce attualmente l'aspetto più visibile di Internet, anche se non l'unico. Per "iperoggetti", si intenderanno quegli oggetti informatici, di qualsiasi tipo, che presentano la caratteristica di contenere al proprio interno, oltre a proprie informazioni, anche collegamenti (spesso detti rimandi o, in inglese, link) verso altri iperoggetti, oppure di poter essere richiamati mediante rimandi posti in altri iperoggetti. L'esempio più semplice di iperoggetto è l'ipertesto, ma non è l'unico: ad esempio esistono iperimmagini (ossia immagini che, se selezionate, rimandano ad altri oggetti); esistono inoltre tutta una serie di oggetti che di per sè non possono contenere rimandi (si pensi ad esempio ad un file eseguibile o ad un normale testo) ma che vengono inseriti nel World Wide Web tramite collegamenti posti in altri iperoggetti. Il vantaggio degli iperoggetti è quello di fornire all'utente una funzione in più: non solo quella "statica" di contenere in sé proprie informazioni, come ad esempio un libro, un quadro, un programma televisivo, ma anche quella "dinamica" di richiamare su richiesta dell'utente e in modo estremamente semplice altre informazioni. Comunque, se queste definizioni vi sembrano ostiche, potrete per il momento vedere il World Wide Web come l'insieme degli oggetti visualizzabili sul vostro browser e dei collegamenti virtuali che esistono tra essi e che voi "percorrete" selezionando i rimandi in essi contenuti. È importante comprendere subito la differenza che esiste tra Internet e il World Wide Web. Internet è semplicemente una grossa rete di calcolatori, ossia un insieme di cavi e altro che collegano tra loro un numero qualsiasi di elaboratori di vario tipo e varie dimensioni. Il World Wide Web, invece, è un insieme di oggetti virtuali (ossia, non fisicamente esistenti: voi potete toccare un quadro, ma non potete toccare l'immagine del quadro memorizzata in un computer) che è stato realizzato sfruttando la possibilità data da Internet di collegare questi oggetti tra loro: mentre Internet è, tutto sommato, qualcosa di essenzialmente fisico (volendo, potreste toccare i cavi che la compongono e i computer che la gestiscono, se vi trovaste vicini ad essi!), il World Wide Web è qualcosa di estremamente virtuale: un insieme di informazioni variamente codificate. HTTP – URL – LINK IPERTESTUALE - FTP Alcuni termini importanti per comprendere Internet sono: HTTP – Hyper Text Transfer Protocol è il protocollo mediante il quale due computer distanti possono trasferire testo, immagini, collegamenti e quant’altro costituisca un elemento di una pagina web. URL – Uniform Resource Locator è il nome tecnico di un indirizzo internet come può ad esempio http://www.informaweb.it LINK - Collegamento all’interno di un ipertesto a cui si rimanda ad un’altra pagina ISP – Internet Service Provider è il fornitore di servizi internet, ossia l’azienda che fornisce il servizio di connessione a internet (non coincide automaticamente con chi fornisce la connessione telefonica). Il servizio può essere gratuito o a pagamento. FTP – File Transfer Protocol è un protocollo, diverso da HTTP, che si occupa del trasferimento di file: viene utilizzato per “scaricare” dati (immagini, musica, film, ecc) e anche per trasferire (caricare) le pagine da noi create sul nostro sito internet. In inglese scaricare si dice download, mentre caricare si dice upload.

Come è strutturato l’indirizzo di un sito web Ogni browser apre per default (default significa impostato dal produttore) l’home page della casa produttrice. Per spostarsi da questa pagina si deve indicare al programma dove vogliamo andare; per fare ciò utilizziamo gli indirizzi internet chiamati più propriamente URL (Uniform Resource Locator o, se preferite, Localizzatore Standard di Risorse). Un indirizzo WEB ha una struttura simile alla seguente: http://www.nomedelsito.dominio . Un esempio è http://www.informaweb.it di cui http significa Hiper Text Transfer Protocol, e indica un metodo (protocollo) di trasferimento di Ipertesti, ossia indica le modalità di trasmissione dei dati sulla rete Internet :// è un percorso, che indica al browser che la pagina da mostrare non risiede sul computer locale ma su un server remoto, il cui indirizzo verrà specificato in seguito. WWW. indica il World Wide Web, ossia indica al browser che il

3

INFORMAWEB.IT Corso ECDL M7 V5.0 del 04/02/2013


sito si trova sulla rete Internet nomedelsito. individua la pagina o il sito richiesto. In realtà una pagina o un sito sono individuati da una sigla composta di 4 numeri compresi tra 0 e 255 (numero di IP o Internet Protocol) che individuano con certezza e in modo univoco ogni sito. Poiché però per noi è scomodo ricordare numeri, il nome del sito è associato al numero. Durante la richiesta di connessione un apposito software chiamato DNS (Domain Name Server) “risolve” l’indirizzo digitato associandolo al numero di IP. Dominio invece individua la categoria o la nazionalità del sito. Gli indirizzi, sono univoci come ad esempio http://www.Informaweb.it che ha riepilogando la seguente struttura: - una prima parte che specifica il protocollo utilizzato (http: ftp: news:) - una parte facoltativa (www.) che indica che il sito appartiene o meno a quella sezione di Internet (il World Wide Web) di tipo grafico e multimediale; - da una parte indicante il nome del sito nel caso specifico INFORMAWEB - da un’ultima parte indicante il dominio. Il dominio indica la categoria di appartenenza o la nazionalità del sito. Alcuni esempi sono: .com = Commerciale .edu = Educativo (istruzione, scuola università..) .gov = Governativo .net = Organizzazione di servizio per la rete (Network) .org = Organizzazioni senza fini di lucro .mil = Dipartimento di difesa militare (Stati Uniti) .it = Italia .eu = Unione Europea .uk = Gran Bretagna (Regno Unito) .fr = Francia

Cos’è un browser e la finestra di navigazione

Pulsanti Finestra

Ricerca Integrata

Barra Indirizzo

Chiudi Scheda

Aggiorna Pag.

Preferiti

Aggiungi Preferiti

Nuova Scheda

Home Page

Scheda

Home Page

Nuova Scheda

Chiudi Scheda

Menu e Opzioni

Scheda

Aggiungi Preferiti

Barra Scorrimento Verticale

Barra Scorrimento Verticale

4

Indietro - Avanti

Pulsanti Finestra

Ricerca Integrata

Aggiorna Pag.

Preferiti

Barra Indirizzo

Indietro - Avanti

Il Browser è un programme e lo strumento fondamentale per la navigazione in Internet. È un software di navigazione, che consente di visualizzazione dei siti internet. Tra i principali browsers ricordiamo: Microsoft Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox e Opera, creati da diversi produttori ma con caratteristiche simili. Per aprire un browser si può utilizzare il pulsante Start oppure utilizzare le icone relative, posizionate sul desktop (apertura con doppio clic sinistro) oppure sulla barra delle applicazioni (aprire con un singolo clic sinistro). Ecco le due finestre a confronto a sinistra Microsoft IExplorer e a destra Google Chrome, sono molto simili ma la tendenza attuale è quelle di mettere meno possibile nella schermata in modo da sfruttare al massimo lo spazio per la navigazione


MOTORI DI RICERCA I Motori di Ricerca sono la risorsa principale messa a disposizione dell’utente per la ricerca di informazioni su internet . Sono dei grandi archivi di dati, che contengono delle informazioni dettagliate su un gran numero di pagine web. L'inserimento delle pagine Web negli archivi dei motori di ricerca, può avvenire in due modi: sia attraverso la registrazione manuale da parte dell'utente (il responsabile del sito ad esempio), sia in modo automatico attraverso un particolare software (chiamato crowler o spider) che riesce a visitare milioni di siti Web al giorno, inserendo le nuove pagine ed aggiornando le informazioni su quelle già censite. Attraverso tale funzione, i motori di ricerca mantengono un archivio piuttosto aggiornato, anche se nessuno riesce (né riuscirà mai) a classificare l'intero Web. Fra i motori di ricerca più utilizzati e popolari troviamo Google, Yahoo, Virgilio, Lycos, Excite, Tiscali, SuperEva, Libero,ecc. SOTTOSCRIVERE UN FEED RSS (REALLY SIMPLE SYNDICATION) E I PODCAST E’ uno dei più popolari formati per la distribuzione di contenuti Web. L'applicazione principale per cui è noto sono i flussi RSS che permettono di essere aggiornati su nuovi articoli o commenti pubblicati nei siti di interesse senza doverli visitare manualmente uno a uno. RSS definisce una struttura adatta a contenere un insieme di notizie, ciascuna delle quali sarà composta da vari campi (nome autore, titolo, testo, riassunto, ...). Quando si pubblicano delle notizie in formato RSS, la struttura viene aggiornata con i nuovi dati; visto che il formato è predefinito, un qualunque lettore RSS potrà presentare in una maniera omogenea notizie provenienti dalle fonti più diverse. Vengono in genere utilizzati per i blog o i siti dei quotidiani on line, ad esempio per segnalare nuovi file audio detti podcast, in genere in formato MP3, o video da scaricare. Questa funzionalità è denominata podcasting. Nel linguaggio comune podcast è utilizzato anche per definire la radio in Rete. Sono numerosi i siti che permettono di ascoltare file audio di artisti partendo dal titolo di un brano. Vengono create delle playlist di artisti correlati in base alle selezioni degli utenti. Concludendo, quando apri un sito Web il browser controlla se ci sono dei feed disponibili e in caso affermativo il pulsante Feed cambia colore. Podcasting è un termine basato sulla fusione di alcune parole: personal on demand (POD), e broadcasting. Il termine nacque quando l'uso dei feed RSS divenne popolare per lo scambio di registrazioni audio su computer, palmari, lettori di musica digitale e anche telefoni cellulari. E’ ormai internazionalmente accettato che il termine derivi dal nome del lettore MP3 Apple iPod da cui poi sono derivati tutti gli altri prodotti come iPhone e iPad con iTunes per scaricare miglia di brani e canzoni. Differenze tra podcasting e streaming: Broadcast indica una trasmissione radio/tv tradizionale, ascoltabile ad una determinata ora decisa dall'emittente. Quindi sincrona e on-line. Streaming indica una risorsa audio/video fruibile in qualsiasi momento tramite un collegamento internet al sito dell'emittente e un dispositivo per la riproduzione del flusso audio/video digitale. Si possono avere le due modalità di streaming in memoria (video/audio on demand), che è asincrona e on-line, e di streaming dal vivo simile alla trasmissione radio/tv tradizionale, che è sincrona e on-line. Podcasting indica una risorsa audio/video fruibile in qualsiasi momento, scaricata automaticamente in formato mp3 (o altro) dal sito dell'emittente e salvata nella memoria di un dispositivo per la riproduzione. È quindi: asincrona, off-line e nomadica.

Considerazioni sulla sicurezza nella navigazione internet Quando si naviga in rete ci si collega al mondo esterno e il nostro terminale diventa una parte di Internet. Nel nostro pc arrivano le pagine Web con tutti i rischi che questo comporta: virus, worm, cavalli di Troia, spyware, in generale malware, cioè software potenzialmente pericoloso, in grado di danneggiare le informazioni o i programmi presenti nel computer. Alcune estensioni dei file possono essere un segnale di potenziale malware: ad esempio, i file di programma (EXE), le macro o i file COM. È possibile prevenire i virus installando un programma antivirus, regolarmente aggiornato. Per essere il più possibile efficace, l'antivirus deve rimanere in esecuzione ed eseguire un'analisi dei messaggi di posta elettronica in entrata e dell'accesso ai file.È utile utilizzare anche un Firewall, cioè un sistema hardware o software che avverte della presenza di attività sospette, cioè se un virus o worm tenta di collegarsi al computer. Se visitiamo pagine non protette tutti i dati viaggiano in chiaro quindi possono essere intercettati da chiunque durante il tragitto dal server al nostro PC.

5

INFORMAWEB.IT Corso ECDL M7 V5.0 del 04/02/2013


SITI PROTETTI – USO DI NOME UTENTE E PASSWORD Quando si naviga in Internet, non tutti i siti sono accessibili in modo immediato e gratuito. Esistono siti accessibili solo se si viene accreditati e riconosciuti mediante una login o Nome Utente (un nome convenzionale) e una password o parola chiave. In genere per ottenere il diritto di accesso occorre “registrarsi” (la registrazione può essere gratuita o a pagamento) fornendo un certo numero di dati personali e ottenendo login e password. Le pagine protette utilizzano il protocollo HTTPS e sono identificate con un lucchetto e spesso utilizzano un Certificato Elettronico che è un documento digitale che consente di verificare l'identità di una persona o un sito Web. I certificati vengono rilasciati da società denominate Autorità di certificazione. È possibile utilizzare certificati per proteggere le informazioni o anche inviare PEC Posta Elettronica Certificata . LA CRITTOGRAFIA Quando si visita un sito Web protetto, il sito invia automaticamente il proprio certificato all'utente, crittografando (cioè scrivendo le informazioni in modo cifrato) le informazioni. Nella crittografia classica, detta anche simmetrica o a chiave privata, due soggetti che vogliono comunicare in modo segreto stabiliscono un codice di comunicazione e la chiave che lo decifra. Solo i possessori della chiave sono in grado di decifrare e comprendere i messaggi criptati. Il problema principale di questa tecnica è che la chiave deve essere comunicata al destinatario senza che nessun altro catturi questa informazione. Quando i soggetti in gioco aumentano, il problema della distribuzione delle chiavi diventa ancora più critico. L'innovazione della crittografia asimmetrica o a chiave pubblica consiste nell'utilizzo di una coppia di chiavi diverse, dette chiave pubblica e chiave privata, ognuna delle quali è in grado di effettuare una trasformazione del messaggio. In pratica ogni chiave è in grado di decodificare quello che l'altra ha codificato. La chiave privata viene tenuta segreta, l'altra viene resa pubblica. Questo meccanismo elimina il problema della distribuzione delle chiavi. Ciascuno mette a disposizione degli altri la sua chiave pubblica, conservando invece gelosamente la propria chiave privata. Un soggetto che voglia inviare un messaggio segreto lo cifra con la chiave pubblica del destinatario, il quale può leggerlo solo decodificandolo con la propria chiave privata. IL PERICOLO DI INFETTARE IL COMPUTER SCARICANDO UN VIRUS CON I FILE Un virus è un programma maligno che può provocare danni ai dati o al sistema operativo di un computer. Questo codice è spesso nascosto all’interno del codice che costituisce un file. Quindi ogni volta che trasferiamo un file sul nostro computer (scarichiamo un file) attraverso la connessione a internet, (e anche solo navigando noi in realtà “scarichiamo” elementi della pagina, e quindi codice potenzialmente dannoso) corriamo il rischio di introdurre anche un virus nella nostra macchina. Quindi, oltre a normali cautele circa l’affidabilità dei siti da cui scarichiamo file, è indispensabile dotarsi di un buon software antivirus e aggiornarlo spesso (almeno ogni settimana) IL PERICOLO DI FRODI USANDO CARTE DI CREDITO SU INTERNET Ogni volta che facciamo uso di una carta di credito corriamo dei rischi. Infatti, mentre il Bancomat richiede la digitazione di un codice segreto (pin) per effettuare pagamenti, i codici necessari per usare una carta di credito sono scritti sulla carta stessa: essi sono infatti il numero in rilievo sulla parte frontale della carta, la data di scadenza, e talvolta le ultime cifre del numero riportato sul retro della carta. Facendo acquisti nei negozi o al ristorante, viene richiesta anche la firma, che dovremmo convalidare esibendo un documenti di identità, ma in un acquisto su internet la firma non può essere apposta, e sono sufficienti gli altri dati. Allora i rischi su internet sono diversi ma non molto maggiori di quelli che corriamo consegnando la nostra carta alla cassa di un negozio o al cameriere di un ristorante. I rischi legati all’uso di carte di credito per acquisti via internet sono comunque legati alle seguenti possibilità: Se sul nostro computer è presente un particolare virus detto backdoor o troian, esso legge i dati mentre li digitiamo sulla tastiera e li trasmette via internet al creatore del virus. La difesa è costituita dall’uso di un programma antivirus efficiente e aggiornato con frequenza. Un malintenzionato può catturare (“sniffare”) i dati mentre vengono trasmessi in internet. Una possibile difesa è usare solo connessioni protette da un sistema di criptazione dei dati: il sito cui ci connettiamo è allora detto “sicuro” (ssl) e ce ne accorgiamo perché il nostro browser mostra in basso a destra un lucchetto chiuso. Un sito non affidabile (spesso lo sono i siti porno) potrebbe riutilizzare i dati trasmessi per addebitare spese non autorizzate sulla nostra carta. Si può avere qualche informazione sull’affidabilità di un sito attraverso gruppi di discussione. Se il sito è protetto (vedi sopra) il gestore del sito non vede i nostri dati, che sono criptati, e sono trasmessi solo alla banca; questo offre maggiori garanzie. Una buona soluzione è l’uso di carte prepagate che permettono di effettuare i pagamenti con una carta di credito virtuale e con importi limitati.

6


CHE COS'È IL PHISHING? Il phishing (pronuncia fiscin) in linea è un modo per indurre gli utenti a rivelare con l'inganno informazioni personali o finanziarie attraverso un messaggio di posta elettronica o un sito Web fraudolento. Un tipico attacco di phishing in linea inizia con un messaggio di posta elettronica che si presenta come una notifica ufficiale proveniente da una fonte attendibile, ad esempio una banca, una società emittente di carte di credito o un noto commerciante sul Web. Dal messaggio di posta elettronica i destinatari vengono diretti a un sito Web fraudolento dove vengono invitati a immettere alcune informazioni personali, ad esempio il numero di conto corrente o la password. Queste informazioni vengono quindi utilizzate per appropriarsi dell'identità altrui. Per ulteriori informazioni sulla protezione contro questi tipi di frodi, fare clic su I FIREWALL Firewall significa “muro tagliafuoco” (e non muro di fuoco come talvolta si legge). Come un muro o una porta tagliafuoco impedisce il propagarsi di un incendio in un locale, così il firewall (che può essere hardware o software), impedisce l’accesso a un computer collegato alla rete chiudendone le porte di accesso dall’esterno, o meglio lasciandole aperte solo a chi è autorizzato. Si tratta di una forma di protezione contro le intrusioni di malintenzionati (hackers o meglio crackers) nel nostro computer. COMPRENDERE I TERMINI DI COOKIE E CACHE. Cookie significa letteralmente “biscotto”. Molti siti internet sono “dinamici” ossia adattano il loro contenuto alle nostre richieste. Essi hanno allora l’esigenza di “ricordare” chi siamo e le nostre preferenze. Per fare questo, un piccolo file di testo denominato appunto “cookie” viene posto nella cache del nostro browser, il modo che la volta successiva il sito ci riconosca e ricordi i nostri dati. Queste operazioni sono sostanzialmente innocue, tuttavia esistono anche cookie “maligni” che rubano i nostri dati personali. È possibile disabilitare i coockie in Internet Explorer (Strumenti/Opzioni Internet/Privacy – impostare la protezione su ALTA) o cancellarli (Strumenti/Opzioni Internet/Generale/Cancella cookie) ma questo può impedire la navigazione di molti siti. Cache quando un sito viene visualizzato dal browser le pagine e le immagini vengono copiate sul nostro computer e memorizzate in una cartella di sistema denominata Temporary Internet File. Tale cartella costituisce una memoria “tampone” che è utile anche per la navigazione offline (ossia rivedere un sito visitato senza essere collegati) è chiamata cache (si legge chesh). Anche questa può essere cancellata, se non vogliamo lasciare tracce della nostra navigazione (Strumenti/Opzioni Internet/Elimina File) – Questa operazione non cancella i cookie. ATRI RISCHI, DIFFUSIONE DI DATI PERSONALI E CONTROLLO PARENTALE Con l’attività di navigazione lasciamo delle tracce digitali che vengono registrate per anni per vari scopi quali la sicurezza, marketing e pubblicità e via dicendo. E’ molto facile diffondere proprie informazioni personali sulla rete che possono essere utilizzati in modo illecito. Basta ad esempio fornire i propri dati a un sito di e-commerce non gestito in modo corretto per fornire a criminali i dati della propria carta di credito. Altro serio problema sono i Social Networks (Facebook, Twitter, etc) in cui ogni giorno riversiamo i nostri pensieri più intimi e foto che posso diventare compromettenti in futuro o sfociare in prepotenze o molestie se presi a bersaglio da parte di profittatori. Questo problema è particolarmente grave con i minori e con l’uso disinvolto che si fa della fotocamera integrata nei smartphone sempre connessi. Per queste ragioni è bene sensibilizzare i genitori alla massima attenzione attuando una attenta supervisione, e imponendo limitazioni alla navigazione sul web, limitazioni sui videogiochi, limitazioni al tempo di uso del compute. Utili allo scopo sono i filtri famiglia, software o servizi in grado di selezionare pagine su Internet in base ad alcuni criteri per evitare l'esposizione dei bambini a contenuti considerati pericolosi e violenti. Questi sistemi sono adoperati anche da molte aziende per limitare l'accesso dei propri dipendenti a siti non funzionali all'attività professionale (scommesse, pornografia, giochi, ecc.). Il filtro ha generalmente un approccio di blocco di ciò che è considerato non opportuno ma esiste un'alternativa che consiste nell'accettare solo ciò che è ritenuto positivo.

7 INFORMAWEB.IT Corso ECDL M7 V5.0 del 04/02/2013


L’interfaccia grafica di Internet Explorer 8

8


UTILIZZO DI UN BROWSER PER LA NAVIGAZIONE INTERNET La visualizzazione delle pagine web avviene tramite appositi programmi di navigazione, i cd. browser (letteralmente sfogliatori). Questi programmi sono in grado di visualizzare le pagine scritte in HTML (acronimo di Hyper Text Markup Language) il linguaggio con cui sono scritte le pagine Web. Esistono molti browser differenti, alcuni distribuiti gratuitamente, programmi cd. freeware, altri a pagamento; entrambi i tipi di programmi hanno, pressappoco, le stesse funzioni. I browser più diffusi sono due: Microsoft Internet Explorer e Netscape Navigator Per aprire il browser è sufficiente cliccare sull’icona corrispondente al programma che si desidera lanciare. Queste icone sono solitamente presenti sul Desktop di Windows (Microsoft Internet Explorer), altrimenti, è sufficiente cercare nel menu di Avvio. All’apertura, se non è già stata attivata una connessione, apparirà una finestra di dialogo nella quale dovranno essere inserirti i dati dell’utente (la login e la password) forniti dal Provider. Una volta avvenuta la connessione sulla barra delle applicazioni apparirà, a fianco all’orologio, un’icona lampeggiante raffigurante due monitor

siamo pronti a navigare.

VISUALIZZARE UNA PAGINA WEB IN UNA NUOVA FINESTRA o SCHEDA S e si vuole aprire un collegamento senza chiudere la pagina corrente, si può procedere all’apertura della pagina in una nuova finestre facendo un clic destro sul link e si selezionando Apri collegamento in un'altra finestra. Verrà allora aperta una nuova istanza del browser, con la nuova pagina. In questo caso per tornare alla pagina precedente basta usare la "linguetta" presente sulla barra di stato a fondo pagina. Le schede non più utili possono essere chiuse cliccando sulla relativa X INTERROMPERE IL CARICAMENTO DI UNA PAGINA Se ci accorgiamo di avere aperto la pagina sbagliata, o il caricamento di una pagina è troppo lento, o comunque vogliamo interromperlo, possia0mo utilizzare l’apposito tasto di Stop, presente nella barra degli strumenti. AGGIORNARE UN PAGINA WEB In genere quando torniamo in un sito nel quale siamo stati di recente, il browser non carica nuovamente tutti gli AGGIORNA PAGINA elementi della pagina, ma ricorre, per essere più veloce, ai dati memorizzati nella cache. Se nel frattempo il sito è stato aggiornato, noi potremmo non vedere gli aggiornamenti. Tuttavia possiamo obbligare il browser a caricare nuovamente la pagina da Internet anziché dalla cache, utilizzando il tasto Aggiorna nella barra degli strumenti. VISUALIZZARE GLI INDIRIZZI GIÀ VISITATI USANDO LA BARRA DEGLI INDIRIZZI DEL BROWSER Se facciamo un click sul triangolino nero a destra della barra degli indirizzi si apre una lista dei siti visitati di recente. Si noti che si tratta solo di quei siti per i quali abbiamo digitato direttamente l’indirizzo o URL nella barra stessa; non sono invece presenti i siti raggiunti utilizzando un link ipertestuale o un motore di ricerca. Tali siti invece saranno presenti nella cartella Cronologia. Per visitare nuovamente uno di questi siti, è sufficiente un click sull’indirizzo stesso. ACCEDERE ALLE PAGINE WEB – APRIRE UNA URL Per accedere ad un indirizzo Web, se si conosce l'indirizzo, basta, digitarlo nella casella degli indirizzi e poi premere Invio o usare il pulsante Vai. Se l'indirizzo è memorizzato nei Preferiti, basta aprire la li sta dei preferiti e cliccare sul riferimento. Se l'indirizzo è stato visitato di recente, basta aprire la Cronologia e cliccare sul riferimento. ATTIVARE UN LINK IPERTESTUALE Un link ipertestuale (ossia un elemento di una pagina che consente di passare ad un’altra pagina) si riconosce perché il cursore, passando su di esso, diventa una manina. Per attivare il link si può: Ciccare col tasto sinistro del mouse sul link, in tal modo la nuova pagina sostituirà quella al momento visualizzata Fare un click destro e selezionare “apri in un’altra finestra”; la nuova pagina verrà aperta in una nuova istanza del browser, lasciando aperta anche la pagina precedente. SPOSTARSI INDIETRO E AVANTI TRA LE PAGINE WEB VISITATE Se mentre siamo navigando vogliamo tornare a una pagina già visitata e ora non più visibile a video, possiamo utilizzare ripetutamente il tasto Indietro che carica la pagina precedente a quella attualmente visualizzata. Il tasto Avanti compie l’operazione opposta.

9

INFORMAWEB.IT Corso ECDL M7 V5.0 del 04/02/2013


MODIFICARE LA GRANDEZZA DEI CARATTERI E LO ZOOM Nel menu Visualizza della Barra dei menu, o nel menu Pagina della Barra dei pulsanti, si trova il comando Dimensioni testo che permette di modificare la grandezza dei caratteri dei testi contenuti nella pagina Web. Tuttavia negli tempi si preferisce utilizzare la funzione zoom che permette di ridimenzionare l’intera pagina semplicemente tenendo premuto il tasto CTRL e roteando la rotellina del mouse avanti e indietro. Per riportare lo zoom al 100% preme CTRL+0 o fare reimposta da apposito elemento. VISUALIZZARE A TUTTO SCHERMO F11 Il comando Schermo intero presente nel menu Visualizza permette di utilizzare l’intero schermo per la pagina Web nascondendo gli altri elementi come la barra del titolo, barra dei menu, barra di stato, ecc. Per lavorare a tutto schermo si può anche premere il tasto funzione F11.

Impostazioni del Browser Dal menu STRUMENTI è possibile accedere alla OPZIONI INTERNET con la seguente finestra organizzata schede: SCHEDA GENERALE Modificare la pagina iniziale di un browser Quando si apre un browser, normalmente viene aperta una pagina predefinita, scelta dal produttore del browser o da chi lo ha installato sul computer. Se questa pagina iniziale non piace, non interessa o fa solo perdere tempo, è possibile cambiarla in ogni . CANCELLARE CRONOLOGIA ESPLORAZIONI O HISTORY Il browser tiene memoria di tutte le pagine visualizzate in una cartella chiamata Cronologia, dove le pagine sono elencate per data. Se non vogliamo che resti una traccia evidente della nostra navigazione, possiamo cancellare la Cronologia cliccando su ELIMINA… PRIVACY E BLOCCO POPUP Un popup è una finestra del browser di dimensioni ridotte che viene visualizzata in primo piano nel sito Web visitato. Spesso le finestre popup si aprono subito dopo l'accesso a un sito Web con scopo pubblicitario. Per poter vedere la pagina Web del sito devi chiudere il popup. Queste finestre possono risultare fastidiose ma in Internet Explorer c’è un modo per bloccarle. Nella SCHEDA PRIVACY è presente il riquadro Blocco popup. Con la casella Attiva blocco popup puoi bloccare tutte le finestre popup. Quando Blocco popup è attivato, nella Barra informazioni viene visualizzato l'avviso che segnala il blocco di una finestra popup.. Per impostazione predefinita di Explorer il blocco popup è attivo. Con il pulsante Impostazioni puoi consentire la visualizzazione di determinati popup. Infine dalla scheda CONTENUTO è possibile settare i certificati, il completamento automatico e i Feed RSS

10

USARE LE FUNZIONI DI GUIDA IN LINEA (HELP) DEL PROGRAMMA. Basta premere F1 o cliccare su apposito pulsante tipicamente a forma di ? o accedendo al menu e scegliere guida.


Siti Preferiti i Segnalibri ASSEGNARE UN SEGNALIBRO (BOOKMARK) A UNA PAGINA WEB La funzione di un Segnalibro o Bookmark è quella di salvare la URL di una pagina in modo da potervi tornare in seguito. Sarà anche possibile organizzare i nostri segnalibri, che nella versione italiana di Explorer sono chiamati Preferiti, raggruppandoli in sottocartelle, ad esempio per argomento. Per assegnare un segnalibro alla pagina che stiamo attualmente visualizzando (ossia per memorizzare la URL di tale pagina) dalla barra dei menu cliccare sulla voce Preferiti e selezionare Aggiungi a Preferiti, si potrà quindi confermare, associare un nome e scegliere una cartella in cui memorizzare la URL. ORGANIZZARE E CANCELLARE UN SEGNALIBRO. Per cancellare un sito preferito (o una cartella) dall’elenco, fai un clic con il tasto destro sull’elemento e scegli la voce Elimina nel menu contestuale. Nello stesso menu sono presenti le voci per copiare, incollare, rinominare, ecc. Il comando Organizza preferiti, che appare sia nel menu del pulsante Aggiungi a Preferiti che nel menu Preferiti, permette di riorganizzare i Preferiti tra le varie cartelle presenti. Si può fare le stesse cose trascinando manualmente gli elementi.

Utilizzo del web e i Moduli per la raccolta dati La funzionalità Completamento automatico consente di salvare il testo precedentemente immesso per indirizzi Web, moduli e password e recuperare automaticamente lo stesso testo iniziando a digitare di nuovo le stesse informazioni in un secondo momento. Per utilizzare la funzionalità Completamento automatico iniziare a digitare le informazioni nella barra degli indirizzi, in un campo di una pagina Web o in una casella relativa a nome utente o password. Se in precedenza sono già stati immessi dati simili, durante la digitazione verranno elencate le possibili corrispondenze. Se uno dei suggerimenti nell'elenco corrisponde ai dati che si desidera immettere nel campo, fare clic sul suggerimento. Se nessun suggerimento corrisponde ai dati che si desidera immettere, continuare la digitazione. Le informazioni utilizzate per le corrispondenze suggerite vengono archiviate nel computer e crittografate a scopo di protezione della privacy. Tali informazioni non sono accessibili ai siti Web. È possibile rimuovere una voce dall'elenco dei suggerimenti per i moduli Web facendo clic su tale voce e quindi premendo CANC. È possibile scegliere il tipo di informazioni memorizzato dalla funzionalità Completamento automatico oppure disattivare completamente la funzionalità. Per eliminare tutti gli indirizzi Web immessi dalla barra degli indirizzi, è necessario cancellare il contenuto della cartella Cronologia. Eseguire la procedura seguente: In Internet Explorer fare clic sul pulsante Sicurezza, quindi fare clic su Elimina cronologia esplorazioni. Selezionare la casella di controllo Cronologia, fare clic su Elimina per eliminare la cronologia e quindi fare clic su OK.

11 INFORMAWEB.IT Corso ECDL M7 V5.0 del 04/02/2013


Come fare su Google Chrome Come faccio a eliminare la mia cronologia di navigazione? Seleziona > Strumenti > Cancella dati di navigazione oppure premi la scorciatoia da tastieraCtrl+Maiusc+Canc (Mac: ⌘-Maiuscole-Canc). Seleziona gli elementi che desideri cancellare e fai clic suCancella dati di navigazione. Dove sono i miei Preferiti? Seleziona > Preferiti oppure premi la scorciatoia da tastiera Ctrl+Maiusc+B (Mac: ⌘-Maiuscole-B) per agganciare la barra dei Preferiti sotto la barra degli indirizzi. Come faccio a impostare la pagina iniziale? Se desideri che ogni volta che apri Chrome venga visualizzato un insieme di pagine, seleziona > Impostazioni > All'avvio > Apri una pagina specifica o un insieme di pagine e fai clic su Imposta pagine. Inserisci l'indirizzo della pagina web e fai clic su OK. Se desideri visualizzare il pulsante "Pagina iniziale" , seleziona > Impostazioni > Aspetto e seleziona la casella di controllo Mostra pulsante Pagina iniziale. Fai clic su Cambia per aggiornare la pagina da utilizzare come pagina iniziale. Come faccio ad attivare/disattivare i cookie? Seleziona > Impostazioni > Mostra impostazioni avanzate. Nella sezione "Privacy", fai clic suImpostazioni contenuti per modificare le impostazioni dei cookie. Come faccio ad attivare i popup? Quando Chrome blocca un popup, nella barra degli indirizzi viene visualizzata l'icona su

. Puoi fare clic

per consentire la visualizzazione del popup. Per personalizzare le impostazioni dei popup per siti

web specifici, seleziona > Impostazioni. Nella sezione "Privacy", fai clic su Impostazioni contenuti per modificare le impostazioni dei popup. Come faccio ad avviare la modalità di navigazione in incognito (navigazione privata)? Seleziona > Nuova finestra di navigazione in incognito oppure premi la scorciatoia da tastieraCtrl+Maiusc+N (Mac: ⌘-Maiuscole-N). Nella modalità di navigazione in incognito, le tue cronologie di navigazione e dei download e i tuoi cookie non verranno memorizzati quando chiudi. Come faccio ad aumentare e diminuire lo zoom (zoom delle pagine e del testo)? Per regolare le impostazioni di zoom predefinite per tutte le pagine web che visiti (zoom globale), seleziona > Impostazioni > Mostra impostazioni avanzate > Contenuti web. Utilizza Dimensioni dei caratteriper regolare le dimensioni del testo e Zoom delle pagine per regolare le dimensioni di tutti gli elementi nelle pagine web, inclusi video e immagini. Se desideri aumentare o diminuire lo zoom soltanto nella pagina visualizzata, seleziona e utilizza il pulsante o nella sezione Zoom. Puoi anche premere le scorciatoie da tastiera Ctrl e + per aumentare lo zoom e Ctrl e - per diminuire lo zoom (Mac: ⌘e + per aumentare lo zoom e ⌘ e - per diminuirlo).

12


La ricerca nel web: usare un motore di ricerca

Impostazioni e ricerca avanzata

Internet contiene una notevole quantità di informazioni, ma trovare quelle desiderate può risultare difficile. Per eseguire ricerche sul Web in modo più efficace potete usare la casella di ricerca in Internet Explorer o direttamente la barra degli indirizzi in Chrome e poi digitare una parola chiave o una frase e quindi premere INVIO. Premendo invece ALT+INVIO vedrete i risultati della ricerca in una nuova scheda. Per selezionare un motore di ricerca specifico occorre digitarne l’indirizzo nella barra degli indirizzi ad esempio: www.google.it CERCARE INFORMAZIONI SPECIFICHE MEDIANTE FRASI O PAROLE CHIAVE Prima di digitare le parole chiave nella casella bianca è necessario definire i requisiti della nostra ricerca. Non ha infatti senso effettuare una ricerca usando termini troppo generici, ma neppure troppo restrittivi. Occorre trovare il giusto mezzo e operare con diverse combinazioni di parole chiave, cambiando anche l'ordine delle stesse nella frase. COMBINARE PIU’ CRITERI DI RICERCA Quando si utilizzano più parole chiave per effettuare una ricerca, è importante il nesso logico tra le parole. Ogni motore di ricerca ha le sue regole, che in genere sono consultabili selezionando Ricerca Avanzata, ma le regole più generali valgono in quasi tutti i motori di ricerca: AND o + tra due parole richiede che esse siano entrambe presenti nella pagina OR tra due parole indica che almeno una delle due sia presente nella pagina NOT o - tra due parole indica che la prima deve essere presente e la seconda no NEAR tra due parole indica che le parole devono essere presenti e vicine Una frase tra "virgolette" deve essere presente così come è scritta supponiamo ad esempio di voler cercare un volo Roma-Milano: Roma OR Milano fornisce tutte le pagine che contengono la parola Roma, tutte quelle che contengono Milano e quelle che le contengono entrambe. Il numero di pagine è ALTO ma l’attinenza e BASSA. Roma AND Milano fornisce le pagine che contengono i nomi delle due città: avremo MENO pagine con MAGGIORE attinenza. Roma NEAR Milano richiede che le due parole siano vicine Roma AND Milano AND volo migliora notevolmente la nostra ricerca richiedendo che siano presenti le tre parole “Volo Roma Milano” richiede che sia presente la frase come l’abbiamo digitata! Talvolta questo criterio può essere eccessivamente restrittivo.

Risultati organici

Nella schermata possiamo vedere una ricerca per “Sicilia” sul web, se si clicca su Immagini appariranno solo immagini, su Maps mappe, su YouTube solo video. Dalle impostazioni si accede alla Ricerca Avanzata con la quale potrai fare ricerche su pagine web che contengono: tutte queste parole; parola o frase esatta; una qualunque di queste parole; nessuna di queste parole; numeri da a; Poi limita i risultati per lingua; area geografica; ultimo

13

INFORMAWEB.IT Corso ECDL M7 V5.0 del 04/02/2013


aggiornamento; in qualsiasi data; sito o dominio; termini che compaiono in; SafeSearch; tipo di file e tanto altro. La scelta del tipo di file è particolarmente utile se si sta cercando una presentazione di Power Point o un PDF

Copiare testi, immagini e url da una pagina web a un documento Talvolta è utile prelevare elementi di una pagina web da inserire in un nostro documento: la procedura è diversa a seconda degli elementi che vogliamo prelevare: Per copiare una parte del testo, occorre selezionarla trascinando il mouse e utilizzare poi una procedura di copia e incolla (con i tasti rapidi, o con il tasto destro del mouse, o dal menù Modifica/Copia + Modifica/Incolla) Per copiare un’ immagine basta posizionare il cursore sull’immagine stessa e attivare i comandi di Copia e Incolla. Se invece si desidera Salvare l’immagine nella cartella immagini del proprio Pc occorre fare un clic destro sulla stessa e selezionare Salva immagine con nome, e indicando infine la cartella dove vogliamo memorizzarla. Successivamente potremo utilizzare l’immagine salvata nei nostri documenti. Si può salvare un collegamento facendo un clic destro sullo stesso e selezionando Copia collegamento, poi incollandolo in un documento di testo o meglio in un documento di Word (nel qual caso si trasformerà in un collegamento ipertestuale attivo) oppure possiamo selezionare l’URL e copiare e incollare. SALVARE UNA PAGINA WEB ALL’INTERNO DI UN’UNITA’ DISCO COME FILE TXT O HTML Dal menù File/Salva con nome si può salvare su disco rigido o su floppy l'intera pagina web, completa o meno di immagini e di collegamenti. È possibile salvare la pagina in 4 formati differenti: Pagina web completa un file conterrà la pagina e una cartella con lo stesso nome tutti gli elementi aggiuntivi (immagini, suoni, ecc). Archivio web file unico salva l’intera pagina, testo e immagini, in un unico file. Pagina web solo HTML salva il codice HTML della pagina, ossia il codice che permette al browser di comporre la pagina, senza immagini e altri elementi (Oltre al testo sono presenti i “tags” ossia le istruzioni del linguaggio HTML).File di testo salva solo il testo contenuto nella pagina, in formato .txt. In tutti i casi, dopo aver selezionato il nome e il formato di salvataggio (Salva come) dovremo indicare il percorso della cartella nella quale vogliamo salvare il nostro file. SCARICARE FILE DI TESTO, IMMAGINI, AUDIO, VIDEO, PROGRAMMI Con il termine scaricare si intende una procedura che consente di copiare un file (tipicamente attraverso il protocollo FTP File Transfer Protocol) da un computer remoto al disco rigido del nostro computer. Di norma i file da scaricare sono indicati con il termine download e se si tratta di programmi, immagini, file audio o video, di norma è sufficiente un click sinistro sul link per far partire la procedura di scaricamento: verrà chiesto se eseguire o salvare il file (scegliere Salva) e la cartella del disco rigido dove si vuole memorizzare il file: partirà poi il download, la cui durata dipenderà dalla velocità della nostra connessione e dalla dimensione del file.

Preparazione e stampa di una pagina web VISUALIZZARE L’ANTEPRIMA DI STAMPA DI UNA PAGINA WEB Stampare una pagina web non è sempre semplice, perché una pagina web ha una struttura che non è progettata per la stampa. Per questo motivo è consigliabile, prima di procedere a una stampa, visualizzarne l’anteprima, per correggere poi le impostazioni della pagina al fine di ottenere stampe leggibili con questi semplici passi: Passare alla pagina che si desidera stampare; Fare clic sulla freccia a destra al pulsante Stampa

e quindi su Anteprima

di stampa. Se si desidera stampare una pagina specifica, fare clic sul pulsante Pagina successiva

o Pagina

precedente per trovare la pagina e quindi fare clic sul pulsante Stampa documento . Nella finestra di dialogo Stampa, fare quanto segue: Per stampare solo la pagina visualizzata in Anteprima di stampa, fare clic su Pagina corrente in Pagine da stampare. Per stampare tutte le pagine, fare clic su Tutte in Pagine da stampare. Per stampare più pagine in sequenza, in Pagine da stampare, immettere la prima e l'ultima pagina separate da un trattino (ad esempio, 2-7) nella casella di testo Pagine. Fare clic sul pulsante Stampa. Premere il tasto ESC in qualsiasi momento per uscire dalla finestra Stampa o Anteprima di stampa senza stampare. Se si accede ad una

14


pagina Web e si apre l'anteprima di stampa prima che la pagina venga caricata completamente nel browser, la pagina apparirà vuota. SELEZIONI DELLE OPZIONI DI STAMPA Dal menu Stampa potremo selezionare: La stampante da utilizzare e le relative opzioni; Se stampare l’intero documento, una o più pagine (attenzione, una pagina può non corrispondere a un foglio!) oppure solo la parte di pagina che avremo precedentemente selezionato trascinando il mouse. Talvolta una pagina web è suddivisa in riquadri chiamati “frame”: in realtà ciascun frame contiene una pagina web diversa, pertanto ci capiterà di stampare solo uno di essi (quello che avremo selezionato con un click) Dal riquadro Stampa frame potremo scegliere di stampare la pagina con tutti i frame come visualizzati sullo schermo oppure solo il frame selezionato oppure tutti i frame individualmente e allora ogni frame sarà stampato su un foglio diverso. Se questa parte, come nell’immagine, non è attiva, significa che la pagina non contiene frame. L’opzione Stampa tutti i documenti collegati stamperà tutte le pagine linkate nella pagina attiva (e possono essere veramente tante) mentre Stampa la tabella dei collegamenti si limita a stampare una tabella nella quale riporta gli indirizzi internet o URL di tutti i collegamenti presenti nella pagina. Si possono stampare una o più copie della pagina attiva, utilizzando il riquadro copie. In imposta pagina potete settare se stampare in orizzontale o verticale e cambiare margini, intestazioni e pie di pagina. Opzioni che è possibile modificare anche da ANTEPRIMA DI STAMPA

COMUNICAZIONE ELETTRONICA CONCETTI E TERMINI La posta elettronica o e-mail La posta elettronica è la più antica ed utile funzione di Internet e, certamente, quella che ha contribuito al suo successo e diffusione.. La filosofia operativa della posta elettronica ricalca quella della posta tradizionale: esiste un messaggio da spedire a un destinatario da parte di un mittente ed entrambi hanno un indirizzo che li identifica. La posta elettronica esiste da molto prima del World Wide Web ed era utilizzata da migliaia di utenti per scambiarsi informazioni di tutti i generi; è innegabile, infatti, che grazie alla posta elettronica, le comunicazioni interpersonali hanno assunto un volto differente. Per poter utilizzare la posta elettronica sono necessari avere un account e quindi essersi registrati, un collegamento a internet e un strumento che mi permetta di collegarmi (PC, smartphone, tablet, etc. ) Può essere necessario aver installato un programma di gestione della posta elettronica (posta off line), ma è possibile utilizzare la posta elettronica anche via Web con il servizi di posta on line. Un vantaggio nell’utilizzare i programmi di gestione della posta off line sta nella possibilità di poter mantenere e consultare tutta la posta che abbiamo ricevuto (posta in arrivo) o spedito (posta inviata) senza collegarsi ad Internet (una volta scaricata ed inviata). I programmi di gestione off line delle e-mail sono molti. Ne citiamo alcuni: Outlook Express, Eudora, Kmail, Mozilla Thunderbird, Windows Mail e tanti altri. I servizi di posta online sono forniti da (praticamente) tutti i provider. Hanno le stesse potenzialità della posta off line e non c’è la necessità di installare un gestore della posta nel computer. Chiaramente si può consultare la posta solo se si è collegati alla rete, ma non si deve scaricare i messaggi nel pc: è una sicurezza per evitare di ricevere un virus, molto diffusi nei messaggi di posta elettronica.

Come è strutturato un indirizzo di posta elettronica Gli indirizzi di posta elettronica utilizzano una sintassi ben precisa e definita come abbiamo gia visto per gli URL. La prima parte è costituita dal nome dell’utente o dal suo nickname: è un soprannome che l’utente sceglie liberamente per celare la sua identità in quanto non è obbligatorio, ne necessario, utilizzare il nome reale. La parte centrale di un indirizzo di posta elettronica è costituita dalla famosissima chiocciolina @ che si legge presso; la parte finale è rappresentata dal nome del server e dal nome di dominio. Un indirizzo di posta elettronica, in pratica si legge: utente - presso (@) - il server- nel dominio.

I vantaggi della posta elettronica

15

I vantaggi dell’uso della posta elettronica sono molteplici e notevoli, proviamo ad elencarli: RAPIDITA’: nella maggior parte dei casi il messaggio arriva in tempo reale, o nel giro di pochi minuti i messaggi sono recapitati INFORMAWEB.IT Corso ECDL M7 V5.0 del 04/02/2013


istantaneamente in ogni parte del globo; i messaggi sono recapitati anche quando il destinatario non è connesso ad internet; possiamo inviare lo stesso messaggio a più destinatari; possiamo ricevere la posta da qualsiasi parte del mondo ci troviamo. ECONOMICITA’: si tratta di un servizio in genere compreso nel contratto di connessione a internet Tutto quello di cui abbiamo bisogno è un programma di posta elettronica, un indirizzo di posta elettronica, un computer ed una connessione ad internet e, ovviamente, la linea telefonica.

Gli SMS (Short Message Service) Originariamente sviluppato sulla rete GSM è ora disponibile anche su altre reti, come la UMTS ed alcune reti fisse. È possibile inviare SMS ad un telefono cellulare anche da un computer, tramite Internet, e dal telefono di rete fissa. Tra i principali vantaggi percepiti dell'SMS, alla base della straordinaria diffusione di questo servizio come sistema di comunicazione, c'è il basso costo rispetto ad una lunga telefonata e la possibilità di rendere la comunicazione asincrona, cioè di leggere il messaggio in un qualsiasi momento successivo alla ricezione. Il messaggio ha una dimensione fissa di 140 byte. Questo si traduce in pratica nella possibilità di usare 160 caratteri di testo (a 7 bit). In lingue che usano altri caratteri rispetto all'alfabeto latino, per esempio in russo, cinese, giapponese, il messaggio è limitato a soli 70 caratteri (ognuno di 2 byte, usando il sistema Unicode). Dal punto di vista trasmissivo, i dati del messaggio SMS viaggiano sui canali di controllo del GSM, in modo che sia possibile ricevere o inviare un messaggio anche durante una conversazione quindi un costo nullo per l'operatore

Il VoIP e i principali vantaggi Il Voip (Voice Over Internet Protocol o Voce Tramite Protocollo Internet) è la conversazione telefonica tramite la rete Internet o anche tramite una rete locale che utilizza il protocollo IP. È quindi una tecnologia capace di convertire il segnale della voce in un segnale digitale che viaggia sulla rete utilizzando un protocollo Internet e subendo poi, il processo inverso per riconvertirlo in segnale vocale analogico. Questa tecnologia permette di telefonare a costi molto bassi in qualsiasi parte del mondo senza differenze geografiche. La qualità della telefonata è paragonabile a quella di una normale linea telefonica ma non ha gli stessi standard di sicurezza in quanto non garantisce le chiamate di emergenza.

Istant Messagging e le chat La chat e la messaggistica istantanea, istant messagging (IM), sono due termini chemolto spesso vengono eguagliati. La chat è uno spazio virtuale dove si possono incontrare delle persone che non si conoscono e scambiare messaggi di testo con risposta in tempo reale, non come le mail o gli SMS dove l’eventuale risposta può giungere dopo molto tempo. L'IM è sempre un mezzo per comunicare istantaneamente attraverso messaggi di testo ma solo con i propri amici, cioè con chi è stato accettato come membro nel servizio. Spesso con l’IM si può vedere la presenza degli amici, cioè se sono effettivamente in linea nello stesso momento. Un esempio di programma di IM é Skype o Messenger, ma anche Facebook offre il suo servizio di chat online che da qualche tempo permette anche di effettuare telefonate.

Comunità virtuali di rete: Forum, Chat e Social Network Una comunità virtuale è formata da persone riunite via Internet per valori o interessi comuni; ad esempio una passione, un divertimento o un mestiere o semplicemente per cercare nuove conoscenze. Ci si incontra, si scambiano due chiacchiere (chat) o ci si vede (archivio foto degli iscritti o video chat), si leggono le ultime notizie (news), si partecipa a dibattiti e conferenze (forum e bacheca), si gioca tutti insieme (giochi on-line e concorsi). I siti che ospitano comunità virtuali cercano di mettere a disposizione dei propri iscritti quanti più strumenti gratuiti possibili per comunicare: a volte offrono spazio Web per creare le proprie pagine personali Blog, danno la possibilità di inviare cartoline elettroniche, SMS gratuiti, hard disk virtuale on-line e quant'altro necessario per attirare l'attenzione e l'interesse. I SOCIAL NETWORK sono utilizzati per esprimere la propria identità digitale nella rete: comunicare e condividere la propria vita, con persone dello stesso luogo o con persone da altre parti del mondo. Lo scopo dichiarato di un Social Network è quello di mettere persone in contatto e far nascere relazioni: offrono la possibilità di creare una propria pagina Web, con una struttura predefinita, dove inserire un

16


profilo personale. In questa pagina si può raccontare qualcosa di proprio, avere uno spazio gratuito per pubblicare link, immagini, musica video e utilizzare tutte le modalità comunicative della rete (forum, chat room, inserimento di testi ed immagini, condivisione di foto/video, e-mail, Instant Messaging, ecc.) in un unico ambiente chiuso e accessibile solo dopo essersi registrati. È possibile ricercare persone specificando dei criteri e ci sono comunità o sottogruppi basati su particolari interessi comuni. Nei Social Network è esaltata una delle caratteristiche chiave del Web 2.0 cioè la partecipazione, l’interesse attivo dei membri a trovare amici con cui condividere esperienze, incrementare le opportunità lavorative e professionali. I FORUM di discussione sono dei punti di incontro in rete nei quali gli utenti di Internet, attraverso l’inserimento di messaggi in successione, possono discutere vari argomenti, leggendo le opinioni altrui e intervenendo per esprimere le proprie. Partecipare alla discussione su un argomento che ci interessa potrebbe risultare un’ottima fonte di informazioni e di nuove idee (se si ha ad esempio un dubbio specifico su un argomento basta inserire un quesito nella relativa sezione del forum e attendere che qualcuno che partecipa al forum lo raccolga esprimendo la sua opinione in merito). Partecipare ad un forum di discussione è senza dubbio divertente ed interessante. Alcuni pregi dei forum: sensazione di essere in un luogo specifico: i forum possono essere integrati direttamente all’interno di un sito Web. Questa caratteristica contribuisce in maniera rilevante a creare, fra persone geograficamente distanti, quella sensazione di appartenenza al gruppo che è indispensabile per la crescita del gruppo; offrire un contesto visibile alla conversazione: i forum forniscono immediatamente il contesto di ogni discussione; incoraggiare discussioni trasversali: all’interno del tema principale esistono sempre sottotemi specifici, singoli problemi intorno ai quali tutti gli iscritti possono confrontarsi e discutere. Ciò consente a comunità anche molto numerose di frazionarsi in maniera naturale; 4. tenere traccia della storia della comunità: in genere i software o i servizi online per la gestione dei forum consentono di archiviare tutti i messaggi inseriti, altri invece cancellano i messaggi anteriori a una certa data. Potremo dire quindi che i forum sono strumenti utilissimi per chiunque voglia creare un qualche tipo di comunità online. LE CHAT (in inglese chiacchierata) permettono di effettuare conversazioni in tempo reale, mettendo facilmente in contatto perfetti sconosciuti, generalmente in forma anonima, identificati da un soprannome, un nickname. Il “luogo” (lo spazio virtuale) in cui la chat si svolge è chiamato solitamente chatroom (letteralmente “stanza delle chiacchierate”). Un altro modo di aderire ad una comunità virtuale è l’adesione a siti che offrono giochi di gruppo in rete. Esistono svariate comunità di giochi on line, con varie tematiche: giochi fantasy, tornei di calcio, giochi di ruolo, ecc. Normalmente l’iscrizione è gratuita: possono essere richiesti dei pagamenti per ottenere funzionalità aggiuntive.

Considerazioni sulla sicurezza nella comunicazione elettronica POSSIBILITÀ DI RICEVERE MESSAGGI NON RICHIESTI Capita molto spesso di ricevere posta non richiesta e non gradita: in generale lo SPAM è costituito da pubblicità, più o meno legale, dai cosiddetti “bidoni” messaggi in cui si chiede aiuto e somme di denaro, dalle “catene” mail in cui viene chiesto di inviare il messaggio ricevuto a un numero di persone promettendo benefici e fortuna, oppure molto spesso da virus allegati ai messaggi stessi. IL PERICOLO DI INFETTARE IL COMPUTER CON I VIRUS Molti virus (programmi malefici che possono danneggiare i dati del nostro computer) sono in grado di spedire copie del codice infetto ai contatti presenti nella nostra rubrica di posta elettronica, allegandoli a messaggi e ovviamente come mittente useranno il nostro nome! Naturalmente anche noi possiamo ricevere messaggi infetti: nella maggior parte dei casi il codice virale sarà contenuto in un allegato, per cui una elementare norma di sicurezza (oltre a quella di dotarsi di un buon antivirus e aggiornarlo spesso) è quella di non aprire mai un allegato anche se proviene da un amico, se non siamo certi che sia stato inviato regolarmente. Qualche rischio si corre anche semplicemente aprendo una e-mail (il virus Bubbleboy è un esempio tipico) pertanto sarebbe bene disabilitare l’anteprima in Outlook Express, motivo per cui le e-mail sospette andrebbero cancellate senza aprirle. EDUCAZIONE NELLA RETE - LA NETIQUETTE Con il termine Netiquette si intende un comportamento corretto ed educato nella gestione dei servizi telematici di rete e della posta elettronica: gli utenti della rete hanno fissato alcune regole alle quali è bene attenersi. Quando mandiamo una e-mail, il nostro indirizzo viene inviato automaticamente (e non sono corretti gli accorgimenti possibili per nasconderlo); sarà invece nostro compito indicare sempre in modo chiaro l’oggetto del messaggio ossia una descrizione sintetica del contenuto: la maggior parte degli utenti cestina senza leggerlo un messaggio con oggetto vuoto, perché spesso contiene virus. Per quanto basso sia il costo di una e-mail, esso è a carico del destinatario (mentre nella posta ordinaria il francobollo

17

INFORMAWEB.IT Corso ECDL M7 V5.0 del 04/02/2013


viene pagato dal mittente) e non è corretto far pagare al destinatario parole inutili (a maggior ragione non si devono mai inviare messaggi non richiesti o non graditi: tali messaggi vengono definiti SPAM e possono addirittura configurare un reato). Anche gli allegati devono essere ridotti al minimo e di dimensioni ragionevoli. È buona norma anche controllare l’ortografia, anche utilizzando le apposite funzioni del programma, come forma di rispetto e di attenzione nei confronti del destinatario Non si deve mai dare seguito alle varia “catene” che talvolta si ricevono: tali e-mail vanno cestinate, e si può mandare un avviso al provider perché provveda a bloccarle.

USO DELLA POSTA ELETTRONICA Nelle pagine successive vedremo come utilizzare la posta elettronica utilizzando Gmail di Google, uno dei servizi più completo ed avanzato che non richiede alcun programma specifico e che può essere utilizzato su buona parte dei nostri gadget elettronici. Una volta registrati si avrà un’enorme quantità di spazio per i messaggi (al momento oltre 10GB ma in continuo aumento) e 5GB per i nostri documenti con la funzione Drive. Inoltre tale indirizzo è indispensabile per tutti i terminali Android in quanto oltre che per la posta viene utilizzato per l’accesso, i contatti e per tutti i nostri acquisti di applicazioni, libri, musica e via dicendo. Fra gli altri vantaggi possiamo elencare: Meno spam in quanto viene bloccato automaticamente e sicurezza antivirus; Ricerche integrate; Visualizzazione per Conversazione; Chat Integrata con i nostri amici su Gmail; Uso di etichette e filtri per una gestione ottimale; Sicurezza grazie alla connessione HTTPS; Traduzione dei messaggi, controllo ortografico integrato; . Registrandosi si da a Google la possibilità di accedere alle nostre informazioni a fini pubblicitari e questo permette di avere tutti questi servizi gratis. Il servizio di posta è integrato con i contatti, il calendario, i documenti, le ricerche, le mappe, i video. E’ possibile utilizzare Gmail anche senza connessione Internet, basta scaricare Gmail Offline beta per Chrome per supportare l'accesso offline, consentendoti di leggere e rispondere ai messaggi, oltre a eseguire operazioni di ricerca e archiviazione, quando non puoi accedere alla rete. Dopo il primo avvio, Gmail Offline sincronizzerà automaticamente i messaggi e le azioni in coda ogni volta che Chrome è in esecuzione ed è disponibile una connessione Internet. È molto più di una semplice applicazione offline: l'interfaccia utente semplificata, basata sulla popolare interfaccia Tablet di Gmail, offre tempi di risposta estremamente rapidi uniti a un'esperienza maggiormente incentrata sulla posta elettronica. L’invio e la ricezione dei messaggi verrà appena il collegamento sarà disponibile. Per chi avesse già altri indirizzi di posta elettronica è possibile fare la migrazione o l’importazione, ma per chi volesse rimanere con il suo attuale gestore troverà nelle seguenti pagine procedure che in linea di massima sono simili a tutti i servizi. L’impostazione dell’interfaccia è del tutto simile a quella di un qualsiasi programma di posta, con questi elementi: Pulsante Scrivi per comporre un nuovo messaggio. Posta in arrivo contiene la posta che ha ricevuto, un numeretto sulla sinistra indica il numero di mail da leggere Speciali / Importanti mail etichettate utilizzando la stella o in modo automatico dal sistema Posta inviata contiene una copia dei messaggi inviati. Bozze contiene le bozze dei messaggi, cioè i messaggi che devono essere ancora completati prima di essere spediti. E’ attivo un salvataggio automatico Cestino le mail cancellate che è possibile ripristinare, a meno che venga svuotato il cestino Cliccando su un messaggio in elenco si attiva la barra strumenti costituita dai pulsanti per tornare indietro, Archivia, Segnala come Spam, Elimina, Sposta in, Etichette. L’icona rappresenta l’azione collegata. In ogni caso, per sapere quale operazione esegue uno specifico pulsante, basta posizionare il puntatore del mouse sopra il pulsante e aspettare (senza fare clic) qualche secondo fino a quando appare la descrizione. Se un messaggio è in grassetto significa che non è stato ancora letto. Un messaggio è letto se viene aperto con un clic, In questo caso non appare più in grassetto. Le cartelle mostrano il numero di messaggi non letti con un numero tra parentesi a fianco al loro nome.

18


Registrazione account Google Gmail La procedura di registrazione va fatta solo la prima volta ed è molto semplice, basta aprire il programma di navigazione e andare sull’indirizzo www.gmail.com e cliccare in altro su e apparirà una pagina simile alla seguente in cui inserire i dati e accettare tutte le condizioni:

Inserisci Nome utente desiderato (da 1 a 20 caratteri alfanumerici, lettere e/o numeri, senza spazi ) e password. Il nome da te scelto potrebbe non essere disponibile e in tal caso ne verranno proposti altri. La password va inserita 2 volte, di seguito la data di nascita, sesso, un numero di cellulare fondamentale per recuperare eventualmente la password dimenticata. Se si dispone di altro indirizzo di posta elettronica potete indicarlo ed usarlo per il recupero della password. Infine bisogna scrivere nell’opposito spazio le strane lettere che appaiono a video, che se incomprensibili possono essere lette dal pc o rigenerate. Segui le istruzioni a video, clicca accanto alle condizioni di legge e infine accetta vai ai passaggi successivi. Segnati in posto sicuro indirizzo mail e password.

19

INFORMAWEB.IT Corso ECDL M7 V5.0 del 04/02/2013


La pagina di Gmail

Impostazioni Temi Guida

Se tutto è andato a buon fine potrai accedere alla pagina della posta. Di seguito esempio di pagina piena di messaggi con tutti i suoi elementi in dettaglio. Per i futuri accessi alla pagina digitando www.gmail.com basta compilare i campi NOME UTENTE e PASSWORD e poi cliccare ACCEDI per accedere. Settando RESTA CONNESSO non sarà necessario su questo PC immettere nuovamente i dati per accedere, cosa da non fare assolutamente su un PC condiviso con altri. Ecco come si presenta la pagina iniziale – POSTA IN ARRIVO di Gmail:

Annunci Pubblicitari

In grassetto mail non lette

In normale mail lette

Creare un nuovo messaggio Per creare un nuovo messaggio cliccare sul pulsante rosso SCRIVI, apparirà una finestra in basso con delle righe bianche e uno spazio più ampio. Quest' ultimo conterrà il testo del messaggio, mentre gli altri hanno le seguenti funzioni: A: qui dovremo digitare l'indirizzo del destinatario (principale) Cc: (Copia carbone o per conoscenza) contiene gli indirizzi di altri destinatari secondari Ccn: (Copia silente o nascosta) che consente di inviare il messaggio a più utenti senza che però ciascuno sappia i nomi e gli indirizzi degli altri destinatari. In ogni caso In questi campi è possibile prelevare gli indirizzi rubrica anche solo digitando parte del nome dei destinatari Oggetto: in questa riga si scriverà una breve frase sintetica che spieghi l'argomento del messaggio.

20

Clicca qui per A: CC: CCN: Scrivi qui oggetto Srivi qui Testo della mail


Per inserire un titolo nel campo oggetto basta fare click nello spazio bianco e poi digitare il titolo. E’ importante sottolineare di non inviare mai un messaggio con il campo Oggetto vuoto, principalmente per ragioni di Netiquette, e per non correre il rischio che il destinatario cestini il messaggio senza neppure aprirlo, visto che l’invio di messaggi senza oggetto è un tipico comportamento da virus. Per Copiare testo da un’altra fonte in un Messaggio utilizzare il copia e incolla. Per Allegare un file a un messaggio cliccare sulla clip graffetta e si aprirà finestra di esplora risorse con cui si potranno selezionare anche più file. Dato ok i file verranno caricati ed elencati a fine messaggio. La regola da seguire e rispettare e: non mandare mai allegati se non richiesti e verificare sempre prima che il file, qualsiasi file, sia immune da virus e che non superi dimensioni ragionevoli di 1MB, anche se il massimo inviabile al momento è di 25MB e non si possono inviare file eseguibili (.ade, .adp, .bat, .chm, .cmd, .com, .cpl, .exe, .hta, .ins, .isp, .jse, .lib, .mde, .msc, .msp, .mst, .pif, .scr, .sct, .shb, .sys, .vb, .vbe, .vbs, .vxd, .wsc, .wsf, .wsh) Per Togliere un allegato da un messaggio basta cliccare sulla X che appare alla destra del file allegato. Per Salvare una bozza di un messaggio non necessario fare nulla in quanto ogni 5 minuti i messaggi non ancora inviati vengono automaticamente salvati in Bozze. Se si dovesse chiudere accidentalmente il messaggio o spegnere il PC basterà riaprire la pagina di Gmail e li troverete tutti in Bozze. Lo strumento di controllo ortografico è sempre attivo e per correggere gli errori di ortografia basta premere il tasto destro del mouse sulle parole sottolineate in rosso per procedere alla correzione. Sempre premendo il tasto destro è possibile settare una lingua diversa per il testo. Si può riverificare tutta l’ortografica cliccando su CONTROLLA ORTOGRAFIA, se non appare in basso a destra c’è una linguetta con cui attivare diverse funzioni. Quando il messaggio è completo basta premere su INVIA per inviare il messaggio. Inviato il messaggio, ne troveremo una copia in posta inviata. INVIARE UN MESSAGGIO CON ALTA O BASSA PRIORITÀ e avviso di lettura In Gmail è stato eliminata la possibilità di settare la priorità di un messaggio e l’avviso di lettura. Con altri sistemi possiamo impostare un grado di priorità: indichiamo al destinatario l’importanza del messaggio inviatogli. Ad esempio in Microsoft Outlook Express, è in genere qualsiasi programma di posta elettronica, ci consente di utilizzare tre diverse opzioni: Bassa Priorità – Normale- Alta priorità. La prima opzione deve essere utilizzata nei casi in cui il contenuto del messaggio non è assolutamente urgente e può, quindi, essere letto con calma. L’opzione Normale, che è quella utilizzata automaticamente per qualsiasi messaggio, indica che il messaggio ha un contenuto ordinario e che deve essere letto in giornata o, al massimo, il giorno seguente. La terza opzione, Alta priorità, indica che il messaggio è urgentissimo al punto tale da richiedere una risposta immediata. Può capitare che, una volta digitato un testo all’interno di un messaggio, desideriamo cancellarne una parte. In questo caso è sufficiente selezionare la parte che desideriamo e premere il tasto Canc sulla tastiera. Per eliminare un allegato la procedura è diversa in quanto il file allegato appare, di solito, nell’ultima riga dell’intestazione con un’icona, il nome del file e la sua dimensione. Per eliminarlo, o più correttamente per rimuoverlo, bisognerà cliccare sul file allegato con il tasto destro del mouse e selezionare all’interno del menu contestuale la voce Rimuovi. LEGGERE UN MESSAGGIO, RISPONDI AL MITTENTE, RISPONDI A TUTTI ED INOLTRA Da POSTA IN ARRIVO basta fare un click su un messaggio per aprirlo e quindi leggerlo. Le operazioni che possiamo eseguire su un singolo messaggio sono molte, fra le altre, meritano attenzione quelle che permettono di rispedire il messaggio ad un altro destinatario o di rispondere al mittente. Cliccando sulla freccia sull’intestazione del messaggio o scrivendo nell’apposito spazio sotto il messaggi è possibile rispondere al mittente. Invece cliccando sulla linguetta a destra della freccia si apre un menu contestuale con diverse opzioni fra cui: Elimina; Segnala Spam; Segnala phishing; Segna come da leggere; Aggiungi all’Elenco contatti; Rispondi che ci consente di inviare un messaggio di risposta al mittente del messaggio; Rispondi a tutti, permette di inviare una stessa risposta a tutti i soggetti che hanno ricevuto, come noi, il messaggio. La funzione è utile nelle

21

INFORMAWEB.IT Corso ECDL M7 V5.0 del 04/02/2013


ipotesi in cui lo stesso messaggio sia stato inviato dallo stesso mittente a più destinatari; Inoltra, ci consente di inoltrare un messaggio ricevuto ad un altro utente in modo che questi lo possa leggere. Se usiamo il tasto Inoltra, invece, non appare alcun destinatario perché, essendo un inoltro ad un destinatario diverso dal mittente del messaggio, il programma non è in grado di prevedere la destinazione. Caratteristica comune a tutte e tre le funzioni e che il messaggio di risposta conterrà integralmente tutto il testo del messaggio di partenza. Nei primi due casi, nella casella dell’oggetto del messaggio di risposta verrà riportato automaticamente l’oggetto del messaggio a cui si risponde con aggiunta del prefisso Re: che sta per Replay cioè Risposta. Nel caso dell’inoltro si ripeterà l’oggetto del messaggio da inoltrare, ma il prefisso che apparirà sarà. Quando si risponde ad un messaggio di posta elettronica il messaggio a cui si risponde e integralmente ripetuto nella risposta (per vederlo cliccare su … ) : questa ripetizione serve come promemoria a chi riceverà il messaggio per capire a cosa si riferisce la risposta. A distinguere il testo nuovo da quello inviato nella mail a cui si riceve risposta è il cd. quoting cioè una serie di > ad inizio di rigo che indica il testo a cui si risponde. Altre volte invece capita di dover rispondere alla risposta di un nostro precedente messaggio. Anche in questo caso premeremo il tasto rispondi in modo da generare un messaggio con: i testi di ambedue i messaggi precedenti; nell’oggetto troveremo Re: Re: che corrisponde a risposta alla risposta. E buona norma non eccedere con le risposte alle risposte: nel caso la vostra corrispondenza sia particolarmente complessa, è preferibile creare un nuovo messaggio riportando solo le parti salienti del messaggio precedente; ovviamente, l’inserimento del testo: originale fa parte delle norme di buona educazione di Internet, ma non è indispensabile. E’ possibile rispondere ai messaggi senza che sia ripetuto il testo del messaggio a cui si risponde semplicemente cancellandolo (o cancellando la parte che ci non ci interessa. MARCARE UN MESSAGGIO COME GIA’ LETTO O NON ANCORA LETTO Quando scarichiamo la posta, le intestazioni dei messaggi non ancora letti compariranno evidenziate in grassetto, mentre quelle dei messaggi letti saranno in caratteri normali. Per marcare come già letto o come da leggere l’intestazione di un messaggio, possiamo utilizzare selezionare i messaggi con il quadratino di spunta e poi cliccando su ALTRO scegliere la voce Segna come da leggere o Segna come già letto a seconda dei casi. APRIRE E SALVARE UN ALLEGATO SU UN’UNITÀ DISCO Quando un messaggio contiene uno o più allegati, essi compaiono a fine messaggio, premesso che non è mai opportuno aprire direttamente un allegato, perché il rischio di virus è molto elevato, per aprire un allegato è sufficiente cliccare su Visualizza se è in un formato supportato da Gmail, oppure Scarica se lo vogliamo salvare su disco. Da IMPOSTAZIONI è possibile accedere alla Guida in linea di Gmail e modificare le impostazioni suddivise in: Generali come la lingua, numero di mail per pagina, eventuale firma, risponditore automatico e tanto altro Etichette dove è possibile creare nuove etichette, cancellarne e organizzarle al meglio Posta in arrivo cambiare lo stile e attivare i filtri Account e importazione Cambiare la Password, importare messaggi e contatti da altre mail, info su spazio libero Filtri consente di impostare regole per eliminare o applicare etichette alle mail in arrivo in base al contenuto Inoltro e POP/IMAP tutte le impostazioni per configurare altri accessi tramite cellulari o programmi diversi Chat attiva o disattiva la chat, la videocamera, suoni ed emoticons Labs permette di attivare funzioni sperimentali come la traduzione automatica di una mail, anteprime etc. Offline consente di installare Gmail Offline se si sta utilizzando Chrome Temi un tocco di colore e allegria alla schermata, con tanti temi liberamente scaricabili.

Organizzare i messaggi CERCARE UN MESSAGGIO PER MITTENTE, OGGETTO, CONTENUTO Nella riquadro di ricerca se si scrive quello che si sta cercando e poi si da invio o si preme su pulsante con lente di ingrandimento si attiva la ricerca. Se si vuole una ricerca più raffinata basta cliccare sulla linguetta e finestra di dialogo qui a fianco. Si potrà selezionare un criterio di ricerca ad esempio per mittente (Da:) o per destinatario (A:), per Oggetto oppure si può cercare una parola o una frase all’interno del testo dei messaggi, o se non contiene una parola. Si può limitare la ricerca in base alla data, o al fatto che il messaggio contenga allegati.

22


CREARE UNA NUOVA ETICHETTA DI POSTA In Gmail il concetto di cartella è stato superato a favore delle Etichette, i pratica tutti i messaggi risiedono in un unico contenitore, ma possono essere visualizzati con etichette diverse. Si evita cosi di dover duplicare i messaggi in cartelle diverse, ma con la conseguenza che se cancello il massaggio viene eliminato da tutte le etichetti. Le etichette consentono di organizzare i messaggi in categorie, ad esempio lavoro, famiglia, attività, leggi dopo, barzellette, ricette e qualsiasi altra categoria desiderata. Le etichette funzionano allo stesso modo delle cartelle, ma hanno una caratteristica speciale: puoi applicarne più di una per un messaggio. Solo tu puoi vedere le tue etichette, quindi anche se contrassegni un messaggio con "Migliore amico" o "Leggi dopo", il mittente non lo saprà mai. Ecco come creare un'etichetta che puoi aggiungere a qualsiasi messaggio: Sul lato sinistro della pagina, fai clic su Altro in fondo all'elenco delle etichette. Se non vedi "Altro", trascina verso il basso con il mouse la riga di divisione grigia per visualizzare altre etichette. Fai clic su Crea nuova etichetta.Digita il nome della nuova etichetta e fai clic su Crea. Puoi anche creare una nuova etichetta per un messaggio nella posta in arrivo selezionando la casella accanto al messaggio, facendo clic sul pulsante Etichette sopra l'elenco dei messaggi e facendo quindi clic su Crea nuova. APPLICAZIONE DI UN'ETICHETTA Esistono diversi modi per aggiungere un'etichetta ai messaggi: Quando visualizzi la posta in arrivo, seleziona la casella di controllo accanto ai messaggi, fai clic sul pulsante Etichette e quindi sull'etichetta desiderata. In alternativa puoi selezionare le caselle accanto a diverse etichette e fare clic su Applica. Quando visualizzi un messaggio, fai clic sul pulsante Etichette per aggiungere un'etichetta al messaggio. Puoi anche fare clic e trascinare un'etichetta dal lato sinistro, quindi rilasciarla sul messaggio. Quando scrivi un nuovo messaggio, utilizza quel pulsante per aggiungere un'etichetta prima di inviare il messaggio. MARCARE E SMARCARE UN MESSAGGIO È possibile contrassegnare una conversazione o un messaggio con una stella che appare accanto al messaggio nella posta in arrivo. Le stelle possono essere utilizzate per contrassegnare chiaramente un messaggio speciale o possono fungere da efficace promemoria visivo per evidenziare i messaggi a cui dovrai dare un seguito. Le stelle saranno visibili solo a te e a nessun altro, quindi tua madre non si offenderà se contrassegni i suoi messaggi anziché leggerli! Per contrassegnare un messaggio fai clic sull'icona della stella accanto al nome del mittente. Puoi aggiungere una stella anche quando leggi un messaggio facendo clic sull'icona a destra sopra il messaggio. Per contrassegnare come speciale un nuovo messaggio mentre lo stai scrivendo, fai clic su Etichette sopra il messaggio e quindi seleziona Aggiungi a Speciali. Puoi inoltre scegliere di utilizzare più tipi di stelle per indicare diversi tipi di messaggi. Ad esempio, potresti utilizzare una stella verde per i messaggi che desideri leggere di nuovo e un punto esclamativo rosso per quelli a cui dare un seguito.. Come scegliere altre stelle: Fai clic sull'icona a forma di ingranaggio nell'angolo superiore destro di Gmail > Scegli Impostazioni > Nella scheda Generali individua la sezione "Stelle" e seleziona quelle che vuoi utilizzare > Fai clic su Salva modifiche. Quando contrassegni un messaggio come speciale, fai clic più volte sull'icona della stella per sfogliare le stelle disponibili. Per smarcare un messaggio ripremi sulla stella. SPOSTARE I MESSAGGI IN UNA NUOVA ETICHETTA utilizzare il trascinamento posizionandosi all’estrema sinistra del messaggio nella zona di quadratino di selezione e quando il puntatore del mouse assume la forma di mano tenere premuto il pulsante sinistro del mouse e trascinare sull’etichetta che interessa. Per capirci anche Posta in Arrivo è una semplice etichetta, se voglio vedere veramente tutti i messaggi devo andare su Tutti i Messaggi. Per rimuovere una etichetta aprire il messaggio e premere sulla X dell’etichetta che non interessa più o spostare il messaggio sulla nuova etichetta. Sulla barra degli strumenti messaggio trovo anche un pulsante a forma di cartella ORDINARE I MESSAGGI In Gmail i messaggi sono ordinati cronologicamente e per conversazioni, se si vuole tutti i messaggi di uno specifico mittente utilizzare la funzione cerca non sono possibili altri ordinamenti. CANCELLARE UN MESSAGGIO E CESTINO Selezionarlo e poi usare icona del cestino o Elimina da ALTRO. Quando un messaggio viene cancellato viene messo nel cestino e quindi è possibile recuperarlo in qualsiasi momento, attenzione i messaggi dopo 30 giorni vengono automaticamente e definitivamente cancellati. Per svuotare il cestino, dopo averlo aperto cliccare su apposito pulsante.

Preparsi alla stampa visualizzare l’anteprima di stampa di un messaggio Se vogliamo stampare un messaggio, dopo averlo aperto basta cliccare sull’icona della stampante per stampare intera conversazione, oppure clicca su e selezione stampa. Apparirà una nuova scheda con tutte le opzioni di stampa e anteprima del messaggio da stampare.

23

INFORMAWEB.IT Corso ECDL M7 V5.0 del 04/02/2013


La Rubrica Contatti AGGIUNGERE UN INDIRIZZO ALL’ELENCO O ELIMINARLO È molto utile imparare ad utilizzare la rubrica e a creare liste di distribuzione. Ogni messaggio che riceviamo reca l’indirizzo di posta elettronica del mittente, è possibile immagazzinare questi indirizzi in una rubrica contatti che tra l’altro se è correttamente configurata con il nostro telefonino si aggiorna in automatico. Questa operazione è molto utile perché permette di tenere i contatti con i vostri corrispondenti velocizzando le procedure di invio della posta. Per memorizzare un indirizzo presente in un messaggio occorre seguire questa procedura: apriamo il messaggio di posta elettronica dal quale vogliamo estrarre l’indirizzo; selezioniamo, dal menu contestuale, la voce Aggiungi all’Elenco contatti. Ovviamente è anche possibile inserire manualmente i nomi e gli indirizzi. Per accedere alla Rubrica cliccare in alto su Gmail e scegliere CONTATTI. Per inserire un contatto manualmente si deve cliccare su Nuovo contatto in modo da accedere alla finestra di immissione dei dati. II modo più semplice per eliminare un contatto dalla rubrica consiste nel selezionarlo e poi dal menu contestuale ALTRO, scegliere la voce Elimina Contatto. CONTATTI AGGIUNTI AUTOMATICAMENTE Gli indirizzi email vengono aggiunti automaticamente al tuo elenco Contatti ogni volta che utilizzi le funzioni Rispondi, Rispondi a tutti o Inoltra per inviare messaggi a indirizzi che non sono già presenti nel tuo elenco Contatti. Ogni volta che contrassegni un messaggio come "Non spam", il tuo elenco Contatti viene aggiornato automaticamente per far sì che i futuri messaggi inviati da quel mittente vengano recapitati nella tua Posta in arrivo. Cerca i contatti aggiunti automaticamente nel gruppo Altri contatti sul lato sinistro. Se non desideri aggiungere automaticamente i contatti, procedi nel seguente modo: Fai clic sull'icona dell'ingranaggio in alto a destra e seleziona Impostazioni > Nella scheda Generale individua l'impostazione "Crea contatti per il completamento automatico" e seleziona Aggiungo io stesso i contatti. UNIONE DI CONTATTI Se hai più voci di contatto separate che identificano la stessa persona, puoi unirle utilizzando uno dei metodi seguenti: unire una voce alla volta oppure unire tutti i duplicati contemporaneamente. Per unire un contatto alla volta: Seleziona i contatti da unire dall'elenco relativo > Fai clic sul menu a discesa Altre azioni e seleziona Unisci contatti > Apporta tutte le modifiche che ritieni necessarie alla soluzione suggerita > Fai clic su "Salva" nella parte superiore della pagina. Per trovare e unire contemporaneamente tutti i contatti duplicati, attieniti alle seguenti istruzioni: Apri Gestione contatti > Fai clic sul menu a discesa Altre azioni e seleziona Trova e unisci duplicati > Vengono visualizzati i nomi duplicati trovati. Assicurati di verificare se si tratta di contatti duplicati; molte persone hanno nomi simili. Puoi espanderli facendo clic sul link dettagli accanto a ciascuno di essi e deselezionare quelli che non vuoi unire. Al termine, fai clic su "Unisci" nella parte superiore.

Creare un nuovo indirizzario o lista di distribuzione-Gruppi Con il tempo la nostra lista dei contatti aumenterà e spesso ci troveremo ad inviare o inoltrare lo stesso messaggio sempre a determinati gruppi di persone. Per evitare ogni volta di selezionare, all’interno della lista dei contatti, i destinatari dei nostri messaggi, creeremo una Lista di distribuzione-Gruppo composta da tutti i nominativi specifici. Ad esempio, se hai creato un gruppo di contatti che hai chiamato "Club del Rugby" puoi semplicemente inviare un messaggio a quel gruppo invece di scrivere a 50 persone diverse. È utile anche per non dimenticare nessuno. Per creare un gruppo di contatti Fai clic su Posta nell'angolo superiore sinistro della tua pagina Gmail e scegli Contatti; Seleziona i contatti che vuoi aggiungere a un gruppo, fai clic sul pulsante Gruppi

, quindi su Crea nuovo; Immetti il nome del gruppo; Fai clic su OK. Per aggiungere contatti a un

gruppo, procedi nel seguente modo: Seleziona i contatti nell'elenco Contatti; Fai clic sul pulsante Gruppi. Seleziona il gruppo a cui aggiungere il contatto oppure seleziona Crea nuovo per creare un nuovo gruppo. Se hai salvato più indirizzi per un contatto, puoi scegliere a quale indirizzo associare il gruppo: apri il contatto e fai clic sulla piccola freccia accanto al gruppo che desideri modificare.

24

ESERCITAZIONI Per i nostri corsisti presso la sede Informaweb


Dispensa Corso ECDL Core M7 Internet e Posta Elettronica Gmail