__MAIN_TEXT__

Page 1

#2017/2018 #digitalife #passion #technology #innovation

Font: Ultra Source: Google Fonts

WELCOME

TO DIGITAL

LIFE Il mondo del digitale si muove ad un ritmo incalzante e frenetico, ricoprendoci in continuo di notizie, informazioni e novità. Per essere sempre all’avanguardia, per conoscere novità e tendenze nell’ambito della comunicazione e delle tecnologie informatiche, per essere “up-to-date” non resta che correre ancora più veloce... (continua a pag. 3) VIRTUAL REALITY | pag. 12

DIGITAL TOURISM | pag. 04

FOOD AND MORE | pag. 08

SOCIAL | pag. 14

DIGITAL REPUTATION | pag. 17


02

P MICHELA COCEANCIGH Administration Manager

P

STEFANO FULCHIR CEO

GIULIO VIGNANDO Sales & Marketing

EVA FULCHIR General Director

O

LUCA SORDO Project Manager & Software Developer

PAOLA CALOVI Software Developer

MATTEO GRILLO Social Media & Graphic Designer

ROBERTO PIGHIN Graphic Designer

MARTA GOVER Creative Designer

RAUL MONTOLEONE Software Developer

RICCARDO GRIGOLETTO Software Developer

LISA LIRUSSO Administration

MATTEO MACORATTI General Director

E

LISA GARDELLINI Sales & Marketing

MARCO SCHIRRIPA Planning & Customer Management

FERDINANDO ZAVETTOR User Interface & Web Developer

CLAUDIO BIZZOTTO Software Developer

L PAOLA VERGINE Administration

MAURIZIO CAINELLI Web & Software Developer

E


03

WELCOME TO DIGITAL LIFE (continua da pag. 1) Il mondo del digitale si muove ad un ritmo incalzante e frenetico, ricoprendoci in continuo di notizie, informazioni e novità. Per essere sempre all’avanguardia, per conoscere novità e tendenze nell’ambito della comunicazione e delle tecnologie informatiche, per essere “up-to-date” non resta che correre ancora più veloce: solo così è possibile fornire ai clienti soluzioni adeguate, sempre aggiornate, vincenti. In questa corsa, però, fermarsi per un attimo non significa certo essere perduti. Gli spazi di riflessione sono anzi necessari per riuscire a interiorizzare e coadiuvare le novità e la visione aziendale. Proprio da queste fasi, le quali richiedono il loro tempo e le dovute energie, nascono pensieri e azioni innovative. E da qui nasce anche l’idea di questo magazine: un momento di riflessione che dopo tanti anni di attività ci permetta di guardarci indietro e nel contempo proiettarci al domani alla ricerca di continue opportunità di crescita e soddisfazioni. Così il nostro Digital Magazine vuole raccontare quello che è per noi importante oggi e la direzione in cui vogliamo andare domani, applicando le tecnologie più innovative ad uso quotidiano, come le soluzioni per l’industria 4.0 e l’IoT, creando strumenti di comunicazione altrettanto efficaci e strategie di mercato vincenti per i nostri clienti. E questo lo faremo sempre spinti dalla passione, oltre che dall’esperienza accumulata in questi 7 anni di attività. Buona lettura! Stefano Fulchir Eva Fulchir Matteo Macoratti


04

STATISTICHE SUL TURISMO

DIGITAL PILLS

CORTINA D’AMPEZZO Cortina d’Ampezzo è una delle principali mete turistiche montane italiane, visitata da migliaia di turisti ogni anno, sia nel periodo invernale che in quello estivo. È proprio dal successo di questa meta turistica che nasce la necessità della cittadina del bellunese di implementare una piattaforma integrata e completa per la gestione della destinazione, orientata al servizio per il turista, all’informazione e alla vendita che permetta il controllo dei diversi aspetti attraverso strumenti digitali, complementari, interattivi, emozionali ed informativi: il portale www.cortinadolomiti.eu, l’App, i Totem informativi, il gestionale CRM per gli operatori, i video 360 interattivi.

CORTINA


05

DIGITAL TOURISM Font: Nova Round Source: Google Fonts

REGIONE VENETO Il Veneto si conferma da anni la prima Regione turistica d’Italia con 17,9 milioni di arrivi (turisti ospitati) e 65,4 milioni di presenze (notti trascorse). Questo sottolinea come in una delle Regioni più produttive, il turismo possa diventare la prima industria in termini d’indotto incidendo in media sull’economia territoriale del 38,7%. Per la Regione Veneto stiamo implementando il nuovo portale turistico ufficiale (www.veneto.eu, che sarà online nelle prime settimane del 2018). La progettazione è avvenuta a stretto contatto con i referenti dell’Assessorato del Turismo regionale e con la stessa Presidenza. La Regione Veneto ci ha scelti per esperienza e competenza tecnica, e si appoggia a noi anche per la pianificazione e implementazione di campagne di visibilità (nazionali ed internazionali, B2B e B2C), oltre che alla progettazione strategia del piano di visibilità del nuovo portale, dei suoi contenuti e delle strategie sui Social Network. In questo, un valore aggiunto ulteriore è la partnership – come unico Partner italiano certificato – con Feratel, che fornisce alla Regione Veneto (come al Trentino) il iDMS - Internet Destination Management System - Deskline 3.0 incluso il sistema di prenotazione.

LAKE GARDA

Già nel 2016 la nostra Penisola ha consolidato la sua posizione di quinta destinazione turistica mondiale con 50,7 milioni di arrivi internazionali e il 2017 in generale sta segnando un +16% rispetto all’anno precedente (fonte ENIT, 2017). Insomma, il turismo italiano, anche se spesso sottovalutato, è un vero oro nero per l’economia nazionale, e spesso accade che sia la prima industria regionale, come per il Trentino Alto Adige e per il Veneto. I brand “Italia” e “Made in Italy” sono tra i più forti al mondo, e pare quasi scontato e banale sottolineare come questo contesto abbia un potenziale enorme su cui puntare nei prossimi anni e decenni per mantenere il nostro status di “Bel Paese”. Uno strumento essenziale in questo, oltre alla costruzione concreta di servizi e offerte territoriali, è la visibilità, il racconto online e la creazione di strumenti di comunicazione/informazione interattivi, con l’attenzione a valorizzare il territorio raccontando sempre l’offerta reale (guai illudere e poi deludere i turisti che poi ne parleranno comunque online). Internet, nella scelta di una meta turistica, è oramai diventato lo strumento principale, nelle varie fasi decisionali e di vita di un viaggio; la fase del “sogno” (il 59% dei turisti nel mondo cerca online foto e video per scegliere la loro prossima destinazione), “pianificazione” (il 60% dei turisti nel mondo cerca informazioni su motori di ricerca per le attrattive di una destinazione, il 26% sui social network), “booking” (il 94% dei turisti usa diversi dispositivi per cercare le migliori occasioni online), “esperienza” (il 61% dei turisti è maggiormente propenso a comprare e fruire servizi e prodotti turistici se le informazioni sono geolocalizzate) – fonte Google For Travel, 2017 Intercettare e usare tutto questo è il nostro lavoro. Da oltre 20 anni ci impegniamo nello sviluppo di portali, strumenti dedicati, strategie, App, concorsi, contenuti che hanno l’obbiettivo di convincere un turista, una coppia, una famiglia, un gruppo di amici a spendere le proprie vacanze dai nostri clienti, raccontando in forma efficace e semplice paesaggi, cibi, storia, offerte, narrazione. E poi, quando arrivato sul territorio, è necessario che il turista possa vivere il suo sogno, senza essere lasciato solo. In particolare deve trovare nel suo smartphone, strumento dal quale siamo sempre più inseparabili, una guida impeccabile che, unita ai servizi online territoriali d’eccellenza, possa rispondere alle sue esigenze in tempo reale. Questo è il Digital Tourism, questo è il nostro lavoro.

Il lago di Garda è il maggiore lago italiano, con una superficie di circa 370 km², cerniera fra tre regioni: Lombardia, Veneto e Trentino-Alto Adige. È una delle destinazioni italiane più note e amate, e noi come iVision Group abbiamo il piacere di seguirne sia il portale ufficiale (www.visitgarda.com)

che la riva trentina (www.gardatrentino.it), implementandone oltre che il portale anche diversi strumenti gestionali (come il gestionale CRM per gli operatori) e diverse campagne di visibilità online internazionali.


06

Google Fonts, SVG & more

DIGITAL PILLS

La tipografia sul web è stata per anni l’incubo dei web designer. Trovare il font o l’icona adatti da utilizzare, compatibile e correttamente visualizzabile su ogni computer e dispositivo, è un aspetto importante per riuscire a comunicare in modo efficace agli utenti. Questa attenzione ha assunto particolare valore con l’avvento dei dispositivi mobili, che hanno aumentato il numero di risoluzioni e dimensione video e introdotto nuove forme d’interazione: una volta c’erano solo lo schermo, il mouse, la tastiera; ora il touch controllato anche con una sola mano richiede attenzione ed energie ulteriori per creare interfacce efficaci. La necessità del mercato di avere testi, icone ed elementi grafici in generale correttamente adattati sui vari dispositivi ha portato all’implementazione effettiva, in questi ultimi anni, di tecnologie dedicate (stabili e consolidate essendo state introdotte ancora attorno al 2010) come gli SVG (Scalable Vector Graphics) e i Google Font con le sue “illimitate” librerie di grafemi e forme di caratteri, per la gioia dei professionisti del web e degli utenti finali.

Ultra

A​‌B​‌C​‌D​‌E​‌F​‌G​‌H​‌I​‌J​‌K​‌L​‌M​‌N​‌O​‌P​‌Q​‌R​‌S​‌T​‌U​‌V​‌W​‌X​‌Y​‌Z​‌a​‌b​ ‌c​‌d​‌e​‌f​‌g​‌h​‌i​‌j​‌k​‌l​‌m​‌n​‌o​‌p​‌q​‌r​‌s​‌t​‌u​‌v​‌w​‌x​‌y​‌z​‌1​‌2​‌3​‌4​‌5​‌6​‌7​‌8​ ‌9​‌0​‌‘​‌?​‌’​‌“​‌!​‌”​‌(​‌%​‌)​‌[​‌#​‌]​‌{​‌@​‌}​‌/​‌&​‌<​‌-​‌+​‌÷​‌×​‌=​‌>​‌®​‌©​‌$​‌€​‌£​‌¥​‌¢​‌:​‌;​‌,​‌.​‌*

The open systems Sul web esistono decine di CMS Open Source che, grazie alla loro semplicità d’implementazione dovuta anche a migliaia di moduli già presenti e disponibili sul mercato, permettono di creare e gestire siti web ed e-commerce personalizzati. Leader in questo campo è il diffusissimo Wordpress, che si aggiudica il 31% del mercato del web (sui migliori 10.000 siti; la percentuale arriva al 52% se consideriamo tutti i siti internet del mondo – fonte trends.builtwith. com); soluzioni differenti da quelle più diffuse (incluse le piattaforme proprietarie e non open) si attestano, nell’intero web al 38% dell’utilizzo. Nel settore dell’e-commerce, invece, sempre sui migliori 10.000 siti al mondo le piattaforme più utilizzate sono Wordpress – con WooCommerce (al 12%) e Magento (al 11%).

All’approccio completamente “open” si affianca l’approccio dell’uso di tecnologie su misura, customizzato e dedicato. Questo permette la creazione di sistemi standard e comunque aperti in termini di programmazione, personalizzati in termini di funzionalità, interfaccia utente e maggiormente protetti da attacchi esterni. La scelta di una piattaforma rispetto alle altre è una scelta ponderata, che in base al cliente, al progetto, al contesto e alle esigenze tecniche fa propendere ad una soluzione piuttosto che un’altra. Nello specifico, nella nostra esperienza spesso (nel 90% dei casi) le richieste di semplicità d’uso, protezione, customizzazione e interfacciamenti con software e servizi esterni ci porta a proporre soluzioni dedicate, sia nel mondo business che nel mondo del turismo online.

Nova Round

​‌A​‌B​‌C​‌D​‌E​‌F​‌G​‌H​‌I​‌J​‌K​‌L​‌M​‌N​‌O​‌P​‌Q​‌R​‌S​‌T​‌U​‌V​‌W​‌X​‌Y​‌Z​‌a​‌b​‌c​‌d​‌e​ ‌f​‌g​‌h​‌i​‌j​‌k​‌l​‌m​‌n​‌o​‌p​‌q​‌r​‌s​‌t​‌u​‌v​‌w​‌x​‌y​‌z​‌1​‌2​‌3​‌4​‌5​‌6​‌7​‌8​‌9​‌0​‌‘​‌?​‌’​‌“​‌!​‌”​‌(​ ‌%​‌)​‌[​‌#​‌]​‌{​‌@​‌}​‌/​‌&​‌<​‌-​‌+​‌÷​‌×​‌=​‌>​‌®​‌©​‌$​‌€​‌£​‌¥​‌¢​‌:​‌;​‌,​‌.​‌* Quantico

​‌A​‌B​‌C​‌D​‌E​‌F​‌G​‌H​‌I​‌J​‌K​‌L​‌M​‌N​‌O​‌P​‌Q​‌R​‌S​‌T​‌U​‌V​‌W​‌X​‌Y​‌Z​‌a​‌b​‌c​‌d​‌e​ ‌f​‌g​‌h​‌i​‌j​‌k​‌l​‌m​‌n​‌o​‌p​‌q​‌r​‌s​‌t​‌u​‌v​‌w​‌x​‌y​‌z​‌1​‌2​‌3​‌4​‌5​‌6​‌7​‌8​‌9​‌0​‌‘​‌?​‌’​‌“​‌!​ ‌”​‌(​‌%​‌)​‌[​‌#​‌]​‌{​‌@​‌}​‌/​‌&​‌<​‌-​‌+​‌÷​‌×​‌=​‌>​‌®​‌©​‌$​‌€​‌£​‌¥​‌¢​‌:​‌;​‌,​‌.​‌* Monoton

​‌A​‌B​‌C​‌D​‌E​‌F​‌G​‌H​‌I​‌J​‌K​‌L​‌M​‌N​‌O​‌P​‌Q​‌R​‌S​‌T​‌U​‌V​ ‌W​‌X​‌Y​‌Z​‌a​‌b​‌c​‌d​‌e​‌f​‌g​‌h​‌i​‌j​‌k​‌l​‌m​‌n​‌o​‌p​‌q​‌r​‌s​ ‌t​‌u​‌v​‌w​‌x​‌y​‌z​‌1​‌2​‌3​‌4​‌5​‌6​‌7​‌8​‌9​‌0​‌‘​‌?​‌’​‌“​‌!​‌”​‌(​‌%​‌)​‌[​ ‌#​‌]​‌{​‌@​‌}​‌/​‌&​‌<​‌-​‌+​‌÷​‌×​‌=​‌>​‌®​‌©​‌$​‌€​‌£​‌¥​‌¢​‌:​‌;​‌,​‌.​‌*

Fonte: websitesetup.org/popular-cms

Kumar One Outline

​‌A​‌B​‌C​‌D​‌E​‌F​‌G​‌H​‌I​‌J​‌K​‌L​‌M​‌N​‌O​‌P​‌Q​‌R​‌S​‌T​‌U​‌V​‌W​‌X​‌Y​ ‌Z​‌a​‌b​‌c​‌d​‌e​‌f​‌g​‌h​‌i​‌j​‌k​‌l​‌m​‌n​‌o​‌p​‌q​‌r​‌s​‌t​‌u​‌v​‌w​‌x​‌y​‌z​‌1​‌2​ ‌3​‌4​‌5​‌6​‌7​‌8​‌9​‌0​‌‘​‌?​‌’​‌“​‌!​‌”​‌(​‌%​‌)​‌[​‌#​‌]​‌{​‌@​‌}​‌/​‌&​‌<​‌-​‌+​‌÷​‌×​‌=​‌>​‌®​‌©​ ‌$​‌€​‌£​‌¥​‌¢​‌:​‌;​‌,​‌.​

Il CMS V12 di iVision Group è il sistema all-in-one per gestire la vita digitale di un’azienda, attraverso un pannello di amministrazione studiato per rispondere in modo semplice ed intuitivo alle esigenze dell’utente. Upload multiplo, editor di testo, collegamento diretto a Google Analytics, sono alcuni degli strumenti grazie ai quali l’utente potrà raccontare l’azienda in maniera del tutto autonoma.

Montserrat | Black

​‌A​‌B​‌C​‌D​‌E​‌F​‌G​‌H​‌I​‌J​‌K​‌L​‌M​‌N​‌O​‌P​‌Q​‌R​‌S​‌T​‌U​‌V​‌W​‌X​‌Y​‌Z​‌a​‌b​ ‌c​‌d​‌e​‌f​‌g​‌h​‌i​‌j​‌k​‌l​‌m​‌n​‌o​‌p​‌q​‌r​‌s​‌t​‌u​‌v​‌w​‌x​‌y​‌z​‌1​‌2​‌3​‌4​‌5​‌6​‌7​‌8​‌9​ ‌0​‌‘​‌?​‌’​‌“​‌!​‌”​‌(​‌%​‌)​‌[​‌#​‌]​‌{​‌@​‌}​‌/​‌&​‌<​‌-​‌+​‌÷​‌×​‌=​‌>​‌®​‌©​‌$​‌€​‌£​‌¥​‌¢​‌:​‌;​‌,​‌.​‌* VT323

​‌A​‌B​‌C​‌D​‌E​‌F​‌G​‌H​‌I​‌J​‌K​‌L​‌M​‌N​‌O​‌P​‌Q​‌R​‌S​‌T​‌U​‌V​‌W​‌X​‌Y​‌Z​‌a​‌b​‌c​‌d​‌e​‌f​‌g​‌h​ ‌i​‌j​‌k​‌l​‌m​‌n​‌o​‌p​‌q​‌r​‌s​‌t​‌u​‌v​‌w​‌x​‌y​‌z​‌1​‌2​‌3​‌4​‌5​‌6​‌7​‌8​‌9​‌0​‌‘​‌?​‌’​‌“​‌!​‌”​ ‌(​‌%​‌)​‌[​‌#​‌]​‌{​‌@​‌}​‌/​‌&​‌<​‌-​‌+​‌÷​‌×​‌=​‌>​‌®​‌©​‌$​‌€​‌£​‌¥​‌¢​‌:​‌;​‌,​‌.​‌* Comfortaa | Bold

​‌ ​‌B​‌C​‌D​‌E​‌F​‌G​‌H​‌I​‌J​‌K​‌L​‌M​‌N​‌O​‌P​‌Q​‌R​‌S​‌T​‌U​‌V​‌W​‌X​‌Y​‌Z​ A ‌ab ​‌ c ​‌ d ​‌ e ​‌ f​‌ g ​‌ h ​‌ i​‌ j​‌ k ​‌ l​‌ m ​‌ n ​‌ o ​‌ p ​‌ q ​‌ r​‌ s ​‌ t​‌ u ​‌ v ​‌ w ​‌ x ​‌ y ​‌ z ​‌ 1​‌ 2 ​‌ 3 ​‌ 4 ​‌ 5 ​‌ 6 ​‌ 7 ​‌ ​ ‌8​‌9​‌0​‌‘​‌?​‌’​‌“​‌!​‌”​‌(​‌%​‌)​‌[​‌#​‌]​‌{​‌@​‌}​‌/​‌&​‌<​‌-​‌+​‌÷​‌×​‌=​‌>​‌®​‌©​‌$​‌€​‌£​‌¥​‌¢​‌:​‌;​‌,​‌.​‌* Zilla Slab | Bold

​‌A​‌B​‌C​‌D​‌E​‌F​‌G​‌H​‌I​‌J​‌K​‌L​‌M​‌N​‌O​‌P​‌Q​‌R​‌S​‌T​‌U​‌V​‌W​‌X​‌Y​‌Z​‌a​‌b​‌c​ ‌d​‌e​‌f​‌g​‌h​‌i​‌j​‌k​‌l​‌m​‌n​‌o​‌p​‌q​‌r​‌s​‌t​‌u​‌v​‌w​‌x​‌y​‌z​‌1​‌2​‌3​‌4​‌5​‌6​‌7​‌8​‌9​‌0​‌‘​‌?​‌’​‌“​‌!​‌”​ ‌(​‌%​‌)​‌[​‌#​‌]​‌{​‌@​‌}​‌/​‌&​‌<​‌-​‌+​‌÷​‌×​‌=​‌>​‌®​‌©​‌$​‌€​‌£​‌¥​‌¢​‌:​‌;​‌,​‌.​‌*

3.0

Il DMS WDP, il sistema di gestione delle destinazioni sviluppato da iVision Group, nasce da una ventennale esperienza nel mondo del turismo digitale e permette di gestire tutti i contenuti e le funzionalità tipiche di ogni destinazione e area turistica, in modo del tutto personalizzato secondo le esigenze del cliente. Grazie a questo sistema sarà possibile creare portali turistici emozionali, semplici, immediati e funzionali.


07

Font: Quantico Source: Google Fonts

DIGITAL TOOLS new programming systems Spesso chi come noi sviluppa software si trova a dover soddisfare l’esigenza dell’utente, che si aspetta “in 2 clic” di ricevere dal computer o dallo smartphone risposte semplici precise e in tempo reale. Da cui la necessità da parte nostra di investire continuamente nello studio di sistemi e metodi semplificativi, con interfacce immediate a misura

di essere umano, e parallelamente nella creazione di meccanismi, algoritmi, dati e processi che stanno “dietro” all’interfaccia utente e che ne permettono il funzionamento. Per questo motivo, quotidianamente, ci impegniamo per trovare nuove e innovative soluzioni per semplificare la vita dell’utente e la sua esperienza nel mondo del digitale.


08

CONSORZIO DI PARMA Il Consorzio di Parma è pronto a rilasciare sul mercato una nuovissima App in Realtà Virtuale, ricca di contenuti emozionali e gustosissime sorprese. Un’applicazione studiata per rendere facile e immediato il reperimento delle informazioni principali sul Consorzio, grazie a strumenti innovativi quali il ricettario, il tour in realtà virtuale e l’integrazione con i principali canali social.

MASÈ La storica azienda triestina Masè, da 150 anni punto di riferimento sul territorio nel settore delle specialità alimentari e prima azienda a produrre il prosciutto Praga, ha sviluppato con iVision Group dal 2014 la sua nuova linea di comunicazione all’insegna della qualità e dell’eccellenza in questo mercato di nicchia. Dallo studio del packaging allo sviluppo dell’e-commerce, dalla gestione di fiere ed eventi alla presenza sui Social Network. Un lavoro articolato e di condivisione tra le esigenze commerciali e organizzative dell’azienda e il team creativo.


09 Il cibo interessa praticamente tutti, e oggi come mai rappresenta passione, emozione, gusto, cultura. Ogni giorno TV, flyer, banner, post sui Social Network ci mostrano le esperienze più variegate nel mondo del food. Nell’ambito del Made in Italy in particolare il food ha un richiamo di mercato enorme, vista la tradizione culinaria italiana (basti pensare ai 20 milioni di visitatori dell’Expo 2015, a tema Food, dallo slogan centrato proprio su questo tema: “Nutrire il pianeta, Energia per la vita”) e l’importanza del nostro comparto produttivo nello specifico visto che in Italia occupa 385.000 persone. Ed è un mercato in crescita: Federalimentare ha diffuso i dati di stima per l’anno in corso con un aumento sia del fatturato complessivo del +1,5%, pari a 134 miliardi di euro (erano 132 nel 2016), sia delle esportazioni del +5%, pari a 31,6 miliardi di euro (erano 30,1 nel 2016). Molti stanno guardando con interesse alla possibilità di sfruttare le opportunità date dal mercato globale, attività tuttavia tutt’altro che scontata sia per la strutturazione delle aziende del comparto (la stragrande maggioranza sono aziende medio piccole spesso a conduzione familiare, la maggior parte delle quali non redige nemmeno un bilancio - accade al 90% di quelle agricole) che per cultura aziendale, senza contare la necessità di investimenti (economici e di energie) per nulla banali nel momento in cui ci si affaccia ad un mercato e ad un modello di business internazionale. Una spinta a questo è tuttavia rappresentata dalla tecnologia in grado di rivoluzionare non solo gli impianti aziendali

FOOD AND MORE Font: Monoton Source: Google Fonts

ELECTROLUX PROFESSIONAL La Electrolux è leader nello sviluppo di soluzioni e strumenti tecnici per settori che vanno dalla ristorazione agli hotel, dalle soluzioni per gli ospedali all’ambito dei trasporti, dall’industria alla marina, con soluzioni che coprono esigenze differenti dalla ristorazione alla lavanderia, dalle macchine per la refrigerazione a quelle per la pulizia industriale. In questi anni abbiamo avuto il piacere di seguire questa grande azienda in progetti di sviluppo e

di comunicazione. Abbiamo prodotto video emozionali, brochures e strumenti di comunicazione in genere, App in realtà aumentata, video in computer graphics 3D e molto altro. I progetti e gli ambiti sono i più disparati, dalla Laundry al Cooking, dal lancio di prodotto a livello internazionale allo sviluppo di strumenti innovativi nell’ottica della connettività e industria distribuita 4.0.

e la filiera dell’alimentare ma anche (e soprattutto) la commercializzazione dell’italian food. Oltre alla possibilità di “fare tutto da sé” vi sono decine di piattaforme online e di App a tema dove iscriversi e vendere, si pensi ad Amazon o a vente-privee.com che in tutta Europa vende mediamente 4.9 milioni di prodotti alimentari e 3.3 milioni di bottiglie di vino all’anno. La sfida per le aziende alimentari e del food in genere (grandi o piccole) è quella di riuscire a muoversi in questo contesto, in un settore dove per differenziarsi e comunicare al meglio prodotti e aziende sono fondamentali le competenze: la cura di ogni particolare, dal più piccolo dettaglio grafico in un packaging alle giuste parole da utilizzare in un post, dalla realizzazione di un video emozionale allo sviluppo di una App in realtà aumentata, alla scelta dei migliori marketplace e portali dove apparire. Per noi affiancare le aziende del settore fornendo strategia e operatività significa mettere a disposizione studio, innovazione ed esperienza.

AIRONE Airone è la prima azienda a capitale italiano della Costa d’Avorio, produce tonno in scatola, ha 1000 persone impiegate e produce 150.000.000 di scatolette di tonno all’anno. Dal 2016 collaboriamo implementando diversi tool di comunicazione, confrontandoci con i loro tecnici per costruire le migliori modalità di comunicazione relative agli aspetti tecnici (certificazioni, metodologie di gestione e produzione, controllo qualità),

in particolare nello sviluppo del loro nuovo prodotto a marchio e certificazione biologica “Altomar Bio”.


Font: Kumar One Outline Source: Google Fonts

10

Sensorial

Ogni giorno, per ogni scelta, dal cibo ai vestiti, dal prendersi un caffè alla relazione con i colleghi e con gli amici, ognuno di noi utilizza i sensi. Nel momento esatto in cui i nostri organi vengono stimolati, il cervello fornisce l’elaborazione, prima irrazionale ed intuitiva e poi spesso razionalizzata, di uno stimolo. E il mondo della comunicazione digitale, solitamente legato a due sole dimensioni (quella visiva e quella uditiva) può, grazie allo sviluppo di device, reti, velocità di

connessione e nuove forme di racconto, riuscire a comunicare agli utenti in modo maggiormente evocativo. Certo sempre attraverso “schermi e altoparlanti” ma in modo quanto più possibile realistico e d’impatto. Questo permette, sfruttando video, animazioni, suoni, effetti a sorpresa e storytelling ad impatto, di coinvolgere l’utente in modo sempre più forte, giocando sulle sue emozioni e stimolando, attraverso l’immaginazione, tutti i suoi sensi.

Non sempre è facile “far venire la pelle d’oca” a chi guarda un sito internet, ma è questo sempre più spesso il nostro obiettivo. La multi-canalità dell’informazione e la qualità dei contenuti sono lo strumento principale, come anche, quando possibile, l’utilizzo delle nuove tecnologie (in particolare la realtà aumentata e quella virtuale, inclusi i nuovi device maggiormente coinvolgenti e interattivi) che aprono un mondo nuovo di opportunità per tutti.

Mr. Fish

EAT HEALTHY EAT GLORIOUS EAT AT HOME Questo è il motto dell’azienda Mr.Fish, la quale fornisce prodotti ittici pronti di alta qualità. La materia prima viene selezionata con massima cura e preparata da un team guidato da chef esperti. Tutto il sito è pensato come un gioco ad incastri, animazioni e movimenti che raccontano al visitatore la qualità ed il gusto di questi prodotti, direttamente acquistabili online. > www.mrfishitalia.com

Santa Margherita Gruppo Vinicolo Per presentare i propri vini, Santa Margherita propone una soluzione immersiva nella quale l’utente viene catapultato all’interno delle caratteristiche organolettiche del prodotto. Attraverso dei visual personalizzati, l’utente riuscirà a percepirne le sfumature e i sapori, così da comprendere l’alta qualità del vino ancora prima di poterlo assaporare.

> www.santamargherita.com


11

Technology San Martino di Castrozza

A giugno 2017 abbiamo pubblicato il nuovo www.sanmartino.com, portale ufficiale dell’ApT di S.Martino di Castrozza, Primiero, Passo Rolle e Vanoi. Il progetto di restyling del portale della prestigiosa destinazione trentina nasce dall’esigenza di allinearsi con le nuove tecnologie, puntando su nuove forme di interazione e coinvolgimento dell’utente-turista grazie alle funzionalità messe a disposizione dei nuovi dispositivi e dai social network. Uno degli elementi di novità del nuovo portale è il “DISCOVER” (www.sanmartino.com/discover) che offre all’utente un nuovo modo di scoprire il territorio. Guardando dei video emozionali l’utente viene spinto a cliccare le sue preferenze: una vista mozzafiato sulle Pale di S.Martino, un’attività da fare con i bambini in famiglia, un tagliere di prelibatezze gastronomiche e quant’altro. Questo per raccontare a tutti le eccellenze territoriali e raccogliere nel contempo le aspettative e i desiderata di utenti e turisti, che alla fine della navigazione emozionale ritrovano una cartina tematica con l’offerta relativa alle loro preferenze.

> www.sanmartino.com/discover

Azienda Agricola Specogna Presentare online le qualità e i sapori di un vino non è mai semplice. Nel caso della Azienda Agricola Specogna abbiamo deciso di integrare all’interno del loro sito web un percorso sensoriale attraverso il quale l’utente, guidato da specifici focus narranti, scopre le qualità organolettiche del prodotto e ha così la percezione di essere seguito da un esperto sommelier durante l’intera navigazione.

> www.specogna.it

L’obiettivo, oltre a raccontare in modo sempre più efficace il territorio e incrementare – come avviene da anni – i visitatori online è quello di convincere il più possibile i visitatori d’Italia ed estero a passare le loro vacanze, estive ed invernali, a S.Martino e dintorni.


12

Virtual VIDEO YOUTUBE Samsung Official TVC: Ostrich

24.422.861 visualizzazioni in 3 mesi

Cardboard personalizzati per Generali

Electrolux

iVision partner Google Cardboard Sul mercato sono presenti visori per la realtà virtuale di tutti i tipi, dal più economico al più tecnologico. Ma nessuno di questi può darti il piacere, l’emozione dei Google Cardboard personalizzati. iVision come partner ufficiale Google ha la possibilità di creare Cardboard con grafiche su misura, per rendere ancor più unica la tua esperienza nella realtà virtuale.


13

R eality Font: Montserrat | Black Source: Google Fonts

Tra le tecnologie attualmente presenti sul mercato la realtà virtuale è quella che, nell’ultimo periodo, sta suscitando più interesse. Pubblicità, gaming, film, formazione, monitoraggio e controllo industriale a distanza… innumerevoli sono i settori in cui questa tecnologia sta guadagnando giorno dopo giorno un posto di rilevo. Ma che cos’è la realtà virtuale e come funziona? La realtà virtuale è la tecnologia che, combinando tra loro dispositivi hardware e software riesce a generare, per i sensi di uno o più utenti, un ambiente “simulato tridimensionale e immersivo”, all’interno del quale muoversi esattamente come se si trovasse nel mondo reale. È uno spazio virtuale, creato digitalmente ed accessibile grazie a speciali dispositivi ed apparecchiature elettroniche (visore, guanti, scarponi, wearable devices in generale) che permettono di interagire con l’ambiente virtuale realizzato attraverso software e interfacce, facendo vivere all’utente un’esperienza totalmente immersiva

Un mondo a 360°

La realtà virtuale ha messo nelle mani delle aziende un enorme strumento, grazie al quale è finalmente possibile trasportare l’utente nei luoghi più inimmaginabili,

Cortina

e realistica. Il mercato di questa tecnologia, che unisce strumenti hardware, software e contenuti, è particolarmente interessante: nel 2016 il valore complessivo del mercato mondiale è stato di 3 miliardi di euro, nel 2017 il mercato si sta confermando con una crescita del 150% verso i 5 miliardi di euro, divisi per circa il 56,5% in visori (più o meno tecnologici), il 7,5% circa in accessori (wearable devices & c.) e il 36% circa in contenuti. Ed è previsto che il settore mantenga lo stesso trand di crescita nei prossimi 3 anni, con un mercato che ne 2020 varrà nel mondo oltre 18 miliardi di euro (fonte www.statista.com). L’enorme potenzialità che questa tecnologia offre sta aprendo le porte a nuovi scenari, e le aziende di tutto il mondo stanno abbracciando il potere della realtà virtuale in un’ottica di evoluzione e cambiamento in termini di dispositivi, software, servizi, dal gaming al suo utilizzo concreto nell’industria 4.0.

semplicemente attraverso l’utilizzo di un visore. Electrolux Professional, Cortina d’Ampezzo, Carraro Trattori, Assicurazioni Generali sono alcune delle aziende che hanno scelto

Carraro

iVision Group per la creazione di contenuti in grado di emozionare i propri clienti e regalargli un’esperienza unica ed innovativa.


14

most used social media Fonte: “Digital in 2017”, Hootsuite & We are social

ITALY (in thousands)

IN THE WORLD (in millions)

Dati Nielsen

THE PERCENTAGE OF TOTAL MEDIA TIME SPENT ON SOCIAL MEDIA

Fonte : 2016 Nielsen social media report

SHARE OF WEEKLY SOCIAL MINUTES ACROSS DEVICES (Q3 2016) BY AGE DEMOGRAPHIC I Social Media sono una delle più grandi opportunità che le aziende hanno per comunicare direttamente con i propri consumatori, specialmente con quella categoria di utenti denominata “Heavy Users”, che utilizza i Social Media per più di 3 ore al giorno (fonte Nielsen, 2017). Dall’analisi effettuata da Nielsen, inaspettatamente, questa categoria è composta principalmente da utenti compresi in una fascia di età che va dai 35 ai 49 anni e principalmente di sesso femminile. Essere a conoscenza del potenziale target di riferimento, del tempo che spende sui Social Media e da quali device naviga è la base necessaria per poter impostare una corretta strategia e posizionarsi sui Social nella maniera più efficace.

A conferma dell’opportunità per le aziende di comunicare attraverso i social, Nielsen ha rilevato inoltre come, dall’analisi della dieta mediatica dell’utente medio, in un solo anno il tempo speso sui Social Media sia aumentato del 36%, andando ad occupare un intervallo temporale di circa 5 ore e mezza nella settimana. La maggior parte del traffico verso questi canali, inoltre, proviene da smartphone, segnale di come sia fondamentale per le aziende generare contenuti sempre più adatti a questa tipologia di device.


We are Social 15

Font: Bungee Shade Source: Google Fonts

Nel 2017 quasi tutte le aziende sono attivamente presenti sui Social Media, oppure chi non lo è ancora sta riflettendo su come iniziare. Non tutte comunicano nella maniera corretta. Ricevere tanti like o avere tanti follower non è sinonimo di successo: una strategia vincente deve portare a trasformare le interazioni in risultati misurabili.

LA MODA SI FA SOCIAL

Charly selection Nel marzo 2017 Charly Selection, negozio di calzature di qualità nel borgo medievale di Cividale del Friuli, lancia il suo nuovo e-commerce. Per promuoverlo punta forte sui social: Facebook e Instagram sono infatti i canali attraverso i quali il titolare decide di comunicare al pubblico il lancio della nuova piattaforma, riuscendo in pochi mesi a raggiungere una fan-base di quasi 10.000 utenti. Un successo ottenuto grazie ad una strategia ottimamente pianificata, con lo sviluppo di un minuzioso calendario editoriale e di campagne mirate a coinvolgere il target di riferimento.

Per riuscire ad avere successo sui Social è fondamentale creare un dialogo personale con i propri utenti, attraverso una strategia che prevede l’ascolto, lo studio e la pianificazione di un calendario editoriale, con lo scopo di raggiungere un obiettivo specifico, misurabile e rilevante, il tutto in un arco di tempo ben definito.

L’ECCELLENZA FAP CERMICHE FAP Ceramiche, azienda modenese specializzata nella produzione di pavimenti e rivestimenti in ceramica e gres porcellanato, ha fatto della comunicazione sui social la sua arma vincente. Grazie a una linea comunicativa semplice ed elegante, un calendario editoriale strutturato e la presenza attiva su tutti i Social Network più importanti, FAP Ceramiche è oggi l’azienda italiana nel settore della ceramica più seguita al mondo, con oltre 134.000 followers su Facebook e migliaia di fan sulle altre piattaforme.


CYBER SECURITY 16

Smartphone, tablet, smartwatch: l’evoluzione tecnologica e la sua diffusione capillare ha trasformato la società, rendendo la connessione a internet una necessità primaria a cui 3 miliardi di persone non riescono (per lavoro, per passione, per abitudine) a fare a meno. Per rispondere a questa esigenza, sono state sviluppate infrastrutture imponenti: fibra ottica, cavi, wireless dalle quali è possibile accedere praticamente da ovunque. Grazie a questa evoluzione, oggi è possibile accedere ad una enorme mole di dati e informazioni, comodamente seduti al tavolino di un bar, in metropolitana mentre si torna a casa dal lavoro o in aeroporto mentre si attende di prendere il proprio volo. Tuttavia la possibilità di connettersi ovunque si voglia e con qualsiasi dispositivo ci rende vulnerabili: dati personali, fotografie, profili sui social network, accessi

Font: VT323 Source: Google Fonts

all’online banking, sono tutte informazioni che se non correttamente protette possono essere esposte a rischi di truffa, furto di informazioni o sabotaggio. Questo accade sia per i singoli utenti finali privati che per le grandi realtà aziendali, come anche le istituzioni e i governi, come la cronaca ci racconta sempre più spesso. E finalmente prendiamo tutti più coscienza che questo è un pericolo che non va sottovalutato. A causa della vulnerabilità dei sistemi informatici, è possibile accedere ad informazioni, studi, innovazioni che hanno richiesto anni di studio e investimenti: un simile fatto potrebbe decretare un ingente danno economico, mettendo a rischio anche la solidità delle imprese più forti. La stessa Microsoft a giugno 2017 ha subito un furto informatico da Hacker che hanno rubato molteplici porzioni di codice appartenenti ai software sviluppati dall’azienda. Continui sono gli attacchi ad istituti di credito (è di luglio 2017 l’attacco a Unicredit

su 400.000 conti correnti), database e siti ecommerce (nel nostro piccolo, solo da gennaio 2017 sulle piattaforme opensource, maggiormente esposte a questi rischi di attacchi, abbiamo quintuplicato le ore di assistenza rispetto a tutto il 2016 per garantire sicurezza ai nostri clienti). Anche la sicurezza nazionale, e anche l’intera società civile può subire ingenti danni: una simulazione – certo catastrofica ma non impossibile – ha di recente stimato che, in caso di attacco informatizzato alla rete elettrica (attuabile con più attacchi in più giorni, come in parte accaduto in Ucraina a fine 2015), un black-out energetico che duri qualche settimana, determinerebbe un collasso totale dell’intero sistema paese, producendo danni, anche in termini di vite umane, paragonabile a quello di un’aggressione militare su larga scala. Questo per condividere la consapevolezza della necessità, sempre più forte, di dotarsi di un sistema di “Cyber Security” serio, privato e soprattutto aziendale (come anche nazionale), che includa in generale hardware e software adeguati, la possibilità di poter accedere ad una assistenza professionale continua, avere un sistema di monitoraggio automatizzato, e poter contare su dei tecnici adeguati per il pronto intervento in caso di necessità. Di primaria importanza è anche il fatto di dover porre attenzione quotidiana, in modo da auto-proteggersi da attacchi, virus via email (che arrivano ogni ora, a tutti), perdita d’informazioni e (peggio) diffusione di dati sensibili. Questo per mettere in sicurezza il proprio lavoro, i propri risparmi, le informazioni dei nostri cari: una fetta sempre più importante della nostra vita.


17

Digital Reputation Font: Comfortaa | Bold Source: Google Fonts

“Una buona reputazione ha più valore del denaro” (Publilio Siro)

Prima di dedicare il nostro tempo, le nostre energie, i nostri sforzi verso qualcuno vogliamo conoscere chi ci troveremo davanti. Viviamo in una società dove le ricerche online tendono a influenzare, se non addirittura a guidare, molte delle nostre decisioni. Siamo alla ricerca di un idraulico, di un nuovo telefonino, di un nuovo dipendente da assumere in azienda? Una delle prime azioni che compiremo sarà quella di reperire informazioni online attraverso il nostro smartphone, tablet o computer. Social media, blog, siti o qualsiasi altra forma di informazione personale disponibile in rete costruisce la nostra personale digital reputation, e indipendentemente da quanto realmente ci rappresenti, sarà la nostra immagine di presentazione agli occhi del mondo. Sebbene la maggior parte delle informazioni reperibili in rete provengano da ciò che noi stessi pubblichiamo, non dobbiamo dimenticare che la nostra digital reputation potrebbe venire negativamente influenzata da terze persone attraverso la divulgazione online di informazioni o fotografie in cui la nostra figura viene messa in cattiva luce.

Come la digital reputation riguarda una persona, un’azienda, un hotel, un ristorante, alla stessa maniera la reputazione (online) può essere micidiale (nel bene e nel male) per i brand (prodotti, destinazioni, altro). Infatti tutti oramai sono presenti online, e tutti possono commentare in merito alla più piccola delle start-up come al più importante colosso dell’informatica. E l’utente compara, s’informa, sceglie sempre con maggior consapevolezza e malizia (si pensi a TripAdvisor, a Booking.com, a TrustYou che permettono agli utenti di creare recensioni sempre più seguite). Nella gestione di una reputazione è quindi necessario cercare di ridurre il divario che esiste tra ciò che si è e come la gente ci percepisce: soltanto in questo modo sarà possibile rafforzarsi e non affondare a causa di un’immagine che non rispecchia se stessi. Accade tuttavia che online vengano diffuse sul proprio conto informazioni inadeguate, e che queste siano a tutti visibili su Google; anche in questo caso si può intervenire, attraverso procedure tecniche informatiche e legali, ed iVision Group è una delle poche società in Italia che effettivamente garantisce la cancellazione e/o la deindicizzazione su Google di link e notizie attraverso il suo servizio di digital reputation.

LEGAL PILLS: DIRITTO ALL’OBLIO L’essere umano ha da sempre lottato contro l’oblio, la paura di non essere ricordato, di scomparire del tutto: artisti e filosofi si sono arrovellati su questo tema, da sempre. Oggi per assurdo il problema si è rovesciato, grazie alle tecnologie web e ai luoghi digitali in cui ogni informazione è sempre attuale, sempre disponibile e accessibile. Digitare il proprio nome su Google può essere un’esperienza che riserva non poche sorprese e il risultato è una lista spesso interessante di momenti, attività, scritti, post, foto. Ma se qualcosa non ci piace, ci imbarazza o addirittura riteniamo sia calunniosa, esiste la possibilità a essere “dimenticati” dal motore di ricerca? Secondo la sentenza della Corte di Giustizia europea del 13 maggio 2014, sì. A seguito della sentenza in favore del

diritto all’oblio, o più correttamente alla deindicizzazione, è possibile richiedere a Google la rimozione di link ritenuti «inadeguati, irrilevanti o non più rilevanti, o eccessivi in relazione agli scopi per cui sono stati pubblicati». Il procedimento non è sempre semplice, e spesso deve essere gestito direttamente con indicazioni precise, di carattere legale, a vari enti (non solo a Google); tuttavia nell’arco di un paio di mesi è possibile che alla ricerca fatta sul nome dell’utente quel link incriminato non apparirà più. Fanno eccezione fatti di cronaca troppo recenti o rilevanti come anche i reati gravi (pedofilia, mafia, ecc.) per i quali tale disposizione non si applica.


18 Font: Zilla Slab | Bold Source: Google Fonts

INDUSTRY 4.0 L’industria 4.0 è definita come la rivoluzione industriale (e quindi sociale e culturale) del XXI secolo; dopo le rivoluzioni industriali passate (quella del XVIII secolo e l’energia idroelettrica, quella del XIX secolo con la base dell’elettricità e della produzione di massa, quella più recente del XX secolo con l’automazione, l’elettronica e l’informatica) arriviamo al dialogo tra macchine, al controllo completo, all’ottimizzazione intelligente, a un rapporto differente tra produzione, macchine, processi e prodotti. Si pensi ad Amazon, un’azienda di servizi in grado di portarti beni da tutto il mondo in un lampo a casa tua: provate solo ad immaginare la quantità (e qualità) di tecnologie, dalla logistica all’organizzazione dei pagamenti, ai resi, al rapporto col cliente… il tutto automatizzato e gestito in modo trasparente e ordinato. Ma cosa significa davvero “Industria 4.0”? Generalmente ci si riferisce ad una serie di cambiamenti nei modi e nei rapporti di produzione, attraverso quattro importanti fattori: l’utilizzo di dati come strumento per creare valore, la loro analisi, il rapporto-interazione tra uomo e macchina e, infine, quello che viene definito ponte tra digitale e reale: la manifattura. Ovvero come istruire le macchine a produrre al posto dell’uomo. Da una ricerca presentata al World Economic Forum, nei prossimi cinque anni spariranno 7 milioni di posti di lavoro, ma ne verranno creati ulteriori 2 milioni (l’Università di Udine ha da poco attivato un corso in IoT – Internet of Things, alla base dell’industria 4.0, ed è in questo contesto normale che poli internazionali come quello di Rovereto in meccatronica abbiano una crescita incredibile). Di questo parla anche il Piano Nazionale Industria 4.0 del Ministero per lo Sviluppo Economico, con l’obiettivo di sfruttare la trasformazione digitale dell’industria come una opportunità per la crescita e l’occupazione. Per il raggiungimento di questo scopo, il piano prevede un’importante strategia di sviluppo: • Il rilancio degli investimenti industriali in materia di ricerca e sviluppo • Aiutare la crescita delle imprese • Favorire la nascita di nuove imprese innovative • Definire criteri di azione condivisi a livello europeo • Sviluppo della Cybersecurity e delle infrastrutture per la tutela della privacy • Miglioramento delle infrastrutture di rete • Sviluppo di figure professionali competenti in materia, attraverso la creazione di Competence Center nazionali. • Diffusione della conoscenza sul tema attraverso un piano di comunicazione a livello nazionale. • Spinta nell’uso delle nuove tecnologie (realtà aumentata e virtuale) per creare valore aggiunto formativo e di gestione Esempi di applicazione di questa “filosofia industriale” sono i cruscotti di controllo interattivi che collegati alle macchine (adeguatamente aggiornate con sensori e strumenti software) permettono di osservare in tempo reale l’andamento di una catena di produzione e intervenire ove necessario, questo sia in termini di controllo della qualità (e utilizzare algoritmi per analisi, in tempo reale, di dati sulla qualità di prodotti e beni) come anche per la simulazione sulle linee di produzione (essendo completamente automatizzate) per implementare ottimizzazioni di processo evitando così errori grossolani. L’industria 4.0 prevede linee produttive completamente automatizzate dove la produzione viene affidata a robot che con sensori e telecamere interagiranno con l’ambiente permettendo di muoversi con sicurezza anche in ambienti inaccessibili all’essere umano. Lo stesso vale per la logistica, la guida automatizzata di veicoli minimizzando errori e tempi (si pensi ad Amazon come caso concreto), come anche la gestione intelligente della rete di distribuzione (monitoraggio delle catene di distribuzione con movimenti coordinati con maggiore precisione riducendo tempi e costi). Altri aspetti sono la manutenzione predittiva (di impianti, ma anche di beni, nell’ottica di una connettività globale), la produzione a basso costo (si pensi alle stampanti industriali 3D) e l’uso della realtà aumentata e servizi connessi usata attraverso visori per avere ad esempio istruzioni e informazioni riguardo alle esatte posizioni degli oggetti su uno scaffale, conoscere immediatamente i codici a barre per effettuare scansioni e assistere, anche in remoto, i propri colleghi. Tutte sfide ed opportunità, per un mondo sempre più connesso e con informazioni sempre più numerose tra loro logicamente connesse.


19

IVISIONUMBERS 1000 CLIENTI

A DIGITAL STORY

1600

NI D

I AT

TIV

ITÀ

PROGETTI REALIZZATI

iVision Group è un’azienda costituita da oltre 30 persone altamente qualificate che operano nel mondo delle tecnologie digitali, del software e del marketing. L’esperienza e le competenze trasversali dei nostri reparti ci portano a ideare e realizzare soluzioni su misura che spaziano dalla creatività pura alle soluzioni tecnologiche online più avanzate. Questo lo facciamo attraverso le nostre due realtà: iVision Made specializzata in tecnologie digitali, marketing, sviluppo App, realtà aumentata e virtuale, e iSite specializzata in tecnologie, strumenti e portali per il turismo e la P.A..

AN

PERSONE ALTAMENTE

QUALIFICATE SEDE OPERATIVA

SEDE OPERATIVA

TRENTO

UDINE

Via Kufstein, 5 - 38121 T. +39 0461 421001

Via Caiselli, 19 - 33100 T. +39 0432 519401

BOLZANO

MILANO

SEDE COMMERCIALE

SEDE COMMERCIALE

262 M S.L.M. 46°30’00”N 11°21’00”E

122 M S.L.M. 45°27’50.98”N 9°11’25.21”E

110 M S.L.M. 41°19’00”N 19°49’00”E

SEDE COMMERCIALE

TIRANA (AL)


PARTNERS IVISION SRL - sede legale Via Caiselli, 21 - 33100 Udine - Italy P. IVA 02390970305

UDINE Via Caiselli, 19 - 33100 T. +39 0432 519401 info@ivision.digital

TRENTO Via Kufstein, 5 - 38121 T. +39 0461 421001 info@isite.it

www.ivision.digital

Americal Chamber of Commerce in Italy

Confindustria Udine Confindustria Trento

Google Partner

Profile for iVisionGroup

Digital Magazine 2017  

Welcome to the digital life!!! Siamo felici di presentarvi il nostro primo #DigitalMagazine! Un progetto in cui crediamo molto, e che racch...

Digital Magazine 2017  

Welcome to the digital life!!! Siamo felici di presentarvi il nostro primo #DigitalMagazine! Un progetto in cui crediamo molto, e che racch...

Advertisement