Page 14

17 Il Polietico.qxp:Il Polietico 7 ver5

23-10-2009

13:16

Pagina 14

14

I PROGRESSI DELLA CARDIOLOGIA INTERVENTISTICA

POLICLINICO: GRAZIE DI CUORE ALLA TECNOLOGIA SALVA VITA

I L DOTT. FILIPPO SCALISE, SERVIZIO DI E MODINAMICA DEL P OLICLINICO DI MONZA

a storia inizia nel 1928, quando un urologo di nome Forsman intuì che era possibile giungere dentro nel cuore per mezzo di un catetere introducendolo in una vena periferica. Il suo intento era di riuscire, in questo modo, a iniettare farmaci direttamente nella cavità cardiaca. L’idea fu così stimolante che egli stesso si precipitò al piano di sotto del suo ospedale, dove era situata la radiologia, si introdusse in una vena nel braccio un catetere e lo spinse fino al cuore, immortalando questa impresa per mezzo di una radiografia. Soltanto molti anni dopo altri ripresero questa intuizione e cominciò l’era del cateterismo cardiaco per il quale, nel 1956, Cournand, Dickinson e lo stesso Forsman ebbero l’onore del Premio Nobel. Per molto tempo introdurre cateteri fino a raggiungere il cuore è stato solo un mezzo diagnostico per identificare le malattie acquisite delle valvole cardiache, le malformazioni congenite e poi le ostruzioni delle arterie coronarie. Nel 1961 invece Charles Dotter usò questa tecnica come un mezzo per liberare le arterie periferiche da ostruzioni trombotiche e, con questa tecnica, che egli definì “angioplastica transluminale” dette inizio all’uso del cateterismo come mezzo per interventi di tipo meccanico in alternativa alla chirurgia. Anche questa volta non mancarono le critiche feroci, anche per le frequenti complicazioni e la tecnica di Charles Dotter, almeno negli Stati Uniti fu abbandonata. Non lo fu invece in Eu-

L

ropa dove Zeitler continuò ad usarla e a fare pratica. Questa esperienza si rivelò preziosa poi perché , nel 1974, Andreas Gruentzig, con un catetere dotato alla sua estremità di un palloncino in PVC gonfiabile, effettuò la prima dilatazione di una arteria coronaria ristretta. È sotto gli occhi di tutti l’enorme successo negli anni di questa tecnica e quanto profondamente essa abbia modificato il decorso della malattia coronarica, specialmente quando alla dilatazione con il pallone fu associata l’impianto successivo di una protesi metallica (stent) per mantenere la pervietà del vaso. Gli interventi transcatetere sono stati poi usati in urgenza per salvare neonati affetti da cardiopatie congenite incompatibili con la vita, in attesa di successivi interventi chirurgici complessi, hanno visto via via sempre più estendersi il loro impiego nella patologia dei vasi arteriosi periferici, comprese le arterie carotidi, nelle malattie dell’aorta toracica e addominale, in alcune malattie congenite delle valvole cardiache. Restavano escluse, almeno fino a pochi anni fa, le malattie e le valvole cardiache dell’adulto. Questo campo della cardiologia ha subito, negli ultimi due decenni un profondo cambiamento. Per le migliorate condizioni igienico-ambientali si sono infatti ridotte moltissimo le malattie valvolari in esito a un reumatismo acuto sofferto in età scolare, mentre sono aumentate quelle legate a un processo degenerativo-infiammatorio. Fra queste, soprattutto grazie al cospicuo allungamento della vita media, è in progressivo e forte incremento la valvulopatia fibrocalcifica dell’aorta, che si associa a un progressivo malfunzionamento di questa valvola che si apre sempre di meno, ostacolando l’uscita del sangue dal cuore durante la sua contrazione. Quando l’ostruzione è grave, gravissime possono essere le conseguenze, dallo scompenso acuto di cuore alla morte improvvisa. Fino a poco tempo fa l’unico rimedio era chirurgico e si otteneva mediante la sostituzione della valvola ammalata con una artificiale (protesi). Tuttavia molto spesso per l’età avanzata dei pazienti e le frequenti associazioni di altre malattie croniche proprie della vecchiaia l’intervento risultava a

Profile for IT Impresa

Il Polietico 17  

Urologia 16 Dialisi 18 Medicinamanuale 20 Formazione 23 Mammografiadigitale 2 Radiologia 6 Neurologia 8 AccordotraaslTo4 eClinicaEporediese...

Il Polietico 17  

Urologia 16 Dialisi 18 Medicinamanuale 20 Formazione 23 Mammografiadigitale 2 Radiologia 6 Neurologia 8 AccordotraaslTo4 eClinicaEporediese...

Profile for itimpresa