Page 17

17

Un intervento con la tecnica FESS

patologie forse oggi più diffuse: si tratta della chirurgia endoscopica naso-sinusale, conosciuta con l'acronimo FESS (Functional Endoscopic Sinus Surgery), tecnica utilizzata per affrontare tutte le patologie flogistiche e neoformative del naso e dei seni paranasali. L' introduzione dell'endoscopia nella chirurgia ORL ha costituito, al pari di quanto successo in altre branche chirurgiche, un enorme passo avanti consentendo un approccio microchirurgico e sotto controllo visivo diretto in patologie sempre più frequenti quali le poliposi nasali, il polipo antro coanale, le sinusiti mascellari, etmoidali, sfenoidali e frontali, il papilloma invertito. Basti pensare che prima dell'introduzione di questa tecnica tutti gli interventi sul naso e sui seni paranasali venivano eseguiti alla sola luce della lampada frontale, con l'utilizzo di ferri chirurgici spesso poco delicati e con vie di accesso quasi sempre demolitive e poco rispettose delle strutture anatomiche interessate. A tutto questo va aggiunto che il campo operatorio era di esclusivo appannaggio del primo operatore, che era l'unico a poter vedere la cavità in cui stava lavorando, rendendo così difficile l'aiuto, nelle fasi più complesse, da parte di chi assisteva, Lo strumentario per la chirurgia endoscopica del naso e dei seni si compone di una colonna, costituita da un monitor collegato a una telecamera, una sorgente luminosa alogena o allo xenon, un videoregistratore, un cavo a fibre ottiche, due telescopi rigidi con visione a 0 e 45°. È poi necessario un set completo di ferri per la microchirurgia nasale, di dimensioni estremamente ridotte in modo da poter raggiungere e lavorare con facilità anche negli spazi più bui e ristretti, come le cellette etmoidali, il recesso sfenoetmoidale, l'infundibolo del seno frontale, etc. I vantaggi della tecnica endoscopica sono apparsi fin da subito importanti e significativi soprattutto per i benefici che questa metodica può apportare ai pazienti. Riassumendoli in breve possiamo citare la maggior radicalità dell'intervento (grazie alla possibilità di esplorare anche le cavità più nascoste), la minore invasività e il rispetto dell'anatomia (per l'uso di microferri e per il miglior controllo dato dalla visione endoscopica), il controllo del sanguinamento (sempre per lo stesso motivo), la possibilità di evitare il tamponamento nasale nel post operatorio (grazie all'utilizzo di gel riassorbibili posizionati a fine intervento). È ovvio che quanto sopra riportato si traduce, per il paziente, in un ricovero molto breve, 1-2 giorni anche per le patologie massive e più complesse, un decorso post operatorio meno impegnativo senza la fastidiosa presenza di edemi, ematomi e soprattutto del dolore che caratterizzava i giorni successivi all'operazione; ma il massimo gradimento i pazienti lo esprimono per il non aver subito il tanto temuto tamponamento nasale e la successiva rimozione dei tamponi. Infine, un innegabile vantaggio per l'operatore e tutta l'équipe è quello di poter seguire tutte le fasi dell'intervento sul monitor, quindi con immagini ingrandite, nitide e ben definite, visibili a tutti consentendo così al chirurgo di avere sempre sotto controllo le delicatissime strutture circostanti (bulbo oculare, nervo ottico, carotide, etc.) e all' aiuto di collaborare attivamente potendo agire sul campo operatorio con aspiratore o altri ferri sotto controllo diretto. Non va poi dimenticata la possibilità di documentare gli interventi con registrazioni su DVD o altri supporti, la qual cosa consente indubbi vantaggi dal punto di vista scientifico, didattico e anche medico legale. Ci sembra quindi importante segnalare questa nuova tecnica chirurgica che la nostra équipe esegue perché, sebbene essa stia prendendo piede in questi ultimi tempi, ha ormai alle spalle alcuni anni di esperienza e di affinamento dello strumentario e delle metodiche. Soprattutto, importante è che il paziente venga messo al corrente del fatto che, nell'eventualità di doversi sottoporre a un intervento di chirurgia naso-sinusale, oggi potrà farlo rivolgendosi a centri specializzati dove l' intervento viene eseguito con la tecnica endoscopica-microchirurgica.

Profile for IT Impresa

Il Polietico 13  

Ortopedia 10 Trombofilie eredofamiliari 13 Aritmologia 15 Cardiologiariabilitativa2 ProntoSoccorso 3 Ricerca 4 Scoliosi 5 Otorinolaringoiatr...

Il Polietico 13  

Ortopedia 10 Trombofilie eredofamiliari 13 Aritmologia 15 Cardiologiariabilitativa2 ProntoSoccorso 3 Ricerca 4 Scoliosi 5 Otorinolaringoiatr...

Profile for itimpresa