Issuu on Google+


L’Age n d a QUADRIFOGLIO 2013 Spera

Fortun a

nza

Amore

Fede Nome & Cognome: ................................


Perchè l’Agenda ? In un mondo ormai frenetico, dove l’uomo sembra aver perso i suoi ritmi, abbiamo deciso di creare questa agenda per accompagnarvi nella vita di tutti i giorni, regalandovi spunti per crearvi i vostri momenti di relax, di approfondimento e di riflessione, per ricercare un’armonia con la Natura e le sue infinite bellezze. Volevamo creare un’agenda che fosse raccoglitore/contenitore del vostro intero anno. Affronteremo mese per mese le fasi lunari e le festività (Esbat e Sabbat) che anticamente erano presenti nel nostro territorio, presenteremo le erbe e gli alberi imparando a riconoscerne le proprietà per utilizzarle nel nostro quotidiano, analizzeremo gli animali totem, potrete trovare interessanti meditazioni, amuleti, talismani, l’utilizzo di candele, i segni zodiacali, le effemeridi, i giorni della settimana e tanto altro ancora… Non vi resta che scoprirlo!

A tutti un felice 2013! Da: Claudia Grappasonni, Francesco Voce, Giulia Tizzano, Sarah Telesca e Sibilla Astro.

Chi Siamo ? Siamo un gruppo di persone di spiritualità neopagana legati al movimento della Wicca, e nello specifico a quello della Wica Italica. Il nostro gruppo o coven nasce nella città di Roma il 14 Ottobre 2008, durante l’Esbat della Luna delle Foglie, il suo nome è Quadrifoglio, nome che abbiamo dato anche all’agenda con l’augurio di una buona sorte per noi e per tutti coloro che la porteranno nella propria vita. Le quattro foglie del Quadrifoglio infatti rappresentano la Speranza, l’Amore, la Fede e la Fortuna. La nostra spiritualità (Wica Italica) ha un suo punto di riferimento nella Natura; non intendiamo la Natura come la sola manifestazione della ciclicità delle stagioni e degli


FASI LUNARI 2013 GENNAIO Ultimo quarto - 5 gennaio - ore 04:58 Luna nuova - 11 gennaio - ore 20:45v - XI° Lunazione del Sogno Primo quarto - 19 gennaio - ore 00:45 Luna piena - 27 gennaio - ore 05:40 - Esbat della Luna del Lupo FEBBRAIO Ultimo quarto - 3 febbraio - ore 14:57 Luna nuova - 10 febbraio - ore 08:22 - XII° Lunazione dell’occhio che si chiude Primo quarto - 17 febbraio - ore 21:31 Luna piena - 25 febbraio - ore 21:28 - Esbat della Luna del Ghiaccio MARZO Ultimo quarto - 4 marzo - ore 22:54 Luna nuova - 11 marzo - ore 20:54 - XII° Lunazione dell’Alchimia Primo quarto - 19 marzo - ore 18:27 Luna piena - 27 marzo - ore 10:30 - Esbat della Luna del Seme APRILE Ultimo quarto - 3 aprile - ore 06:38 Luna nuova - 10 aprile - ore 11:38 - I° Lunazione di Primavera Primo quarto - 18 aprile - ore 14:32 Luna piena - 25 aprile - ore 21:59 - Esbat della Luna delle Gemme MAGGIO Ultimo quarto - 2 maggio - ore 13:16 Luna nuova - 10 maggio - ore 02:31 - II° Lunazione della Foresta Primo quarto - 18 maggio - ore 06:36 Luna piena - 25 maggio - ore 06:27 - Esbat della Luna dei Fiori Ultimo quarto - 31 maggio - ore 21:00 GIUGNO Luna nuova - 8 giugno - ore 17:59 - III° Lunazione della Ricchezza Primo quarto - 16 giugno - ore 19:25 Luna piena - 23 giugno - ore 13:33 - Esbat della Luna del Miele Ultimo quarto - 30 giugno - ore 06:55

10


Gennaio

2013

Gennaio è il primo mese dell’anno secondo il calendario gregoriano, conta 31 giorni. Il nome gennaio deriva dal Dio romano Giano (Ianuarius), divinità preposta alle porte e ai ponti, ma più in generale rappresentava ogni forma di passaggio e mutamento (difatti gennaio è il mese che apre le porte del nuovo anno). Originariamente il calendario romano era più breve di quello gregoriano (304 giorni invece di 365), in quanto i Romani consideravano l’Inverno un periodo senza mesi. Fu Numa Pompilio ad aggiungere Gennaio e Febbraio, rendendo l’anno uguale a quello solare.

Proverbi Gennaio arricchisce il pollaio. Gennaio secco, massaio ricco. Gennaio tiene i frutti nel solaio. Neve di Gennaio, pieno il granaio. Gennaio non lascia galline nel pollaio. Il ghiaccio, lo distrugge Febbraio. Non v’è gallina ne gallinaccia che di Gennaio uova non faccia. Gennaio e Febbraio danno la chiave di tutto l’anno. Gennaio fa il peccato, Maggio ne è incolpato. 14


GENNAIO 2013

VENERDI’

4

Rituali RITO PER RICHIAMARE L’AMORE Prendiamo un quarzo rosa e purifichiamolo. Visualizziamo l’amore in ogni sua espressione. Sotterriamo il quarzo in un vasetto e lasciamolo fino alla luna nuova. Riportiamolo alla luce e laviamolo con acqua corrente. Di venerdì, giorno di venere, accendiamo una candela d’argento. Usciamo e rivolgendoci alla luna visualizziamo il nostro desiderio invocando l’amore. Lasciamo il quarzo ai raggi lunari. Il giorno dopo indossiamolo, portiamolo con noi lasciando che l’universo ci esaudisca.

17


SABATO GENNAIO 2013

5

Ultimo Quarto

DOMENICA GENNAIO 2013

18

6

Epifania


ESBAT DELLA LUNA DEL LUPO - Luna Piena - 27 gennaio, ore 05:40 Il nome “del Lupo” è legato al fatto che anticamente in questo periodo, quando la selvaggina era più scarsa, il lupo si avvicinava ai centri abitati spinto dalla fame. La lunazione viene chiamata la “Lunazione del Sonno” in quanto la campagna sembra addormentata sotto la coltre di ghiaccio che ricopre la vegetazione, mentre gli animali riposano in letargo. In realtà in natura, come nell’uomo, questo è un tempo dove le energie non sono realmente sopite, ma piuttosto rivolte all’interno, in una concentrazione che manifesterà i suoi frutti in seguito, con l’avvento della Primavera. È un esbat di preparazione per accogliere la rinascita primaverile, ma è anche un esbat di inizio visto che con il Sabbat di Yule (Natalis Soli Invicti) la terra inizia lentamente a risvegliarsi e i poteri a fluire. In questo periodo è opportuno meditare, svolgere uno studio interiore perché solo la conoscenza di se stessi e del proprio benessere permette di migliorare la propria vita. Saranno quindi più indicati lavori di gruppo piuttosto che singoli, per risparmiare la propria energia o per equilibrarsi a vicenda.


GENNAIO 2013

LUNEDI’

21

MARTEDI’ GENNAIO 2013

22

33


MERCOLEDI’ GENNAIO 2013

23

GIOVEDI’ GENNAIO 2013

34

24


GENNAIO 2013

VENERDI’

25

Strumenti LA VOLONTA’

La volontà è il vero strumento della strega. E’ questo il vero potere della magia.

Se vuoi che i tuoi desideri, i tuoi sogni si realizzino, sappi che dovrai impegnarti e desiderarli con tanta passione, devi volerlo...

35


SABBAT DI IMBOLC 1 febbraio

Il termine Imbolc in irlandese significa “in grembo”, in riferimento alla gravidanza delle pecore, a indicare che in origine si trattava di una festa legata alle pecore da latte, che promettevano abbondanza per la nuova stagione. È considerato un Sabbat “maggiore” ed è una festività di purificazione, si celebra il recupero delle forze della Dea dopo le fatiche del parto, ed il Dio infante che muove i suoi primi passi nel mondo. La Dea riacquista, simbolicamente, la sua fertilità e la Terra si trova a metà strada nel cammino verso la primavera, dunque ci si prepara a rinascere in spirito e a cambiare ciò che è necessario. Si benedicono in questa occasione tutte le candele che si utilizzeranno durante la Ruota. Questo Sabbat può essere paragonato alla festività di purificazione cristiana, la Candelora. Gli antichi romani denominarono tutto il mese Februarius (da cui deriva il nome del mese di Febbraio); il nome deriva dalla parola sabina februa che significa “purificazione”, in questo mese si praticava la purificazione dei campi prima che venissero coltivati. In generale era considerato un mese di purificazione, di preparazione per l’Estate, dove si commemoravano anche gli antenati. La Wica Italica, alla quale la coven del Quadrifoglio è aderente, rinomina Imbolc in Februa.


MARTEDI’ MARZO 2013

26

Talismano

TALISMANO PER IL DENARO

Prendiamo una pergamena o un foglio e mentre visualizziamo, il benessere/denaro, tracciamo il seguente disegno:

Portiamolo con noi, lasciando che l’universo ci esaudisca.

83


MARZO 2013

MERCOLEDI’

27

GIOVEDI’ MARZO 2013

84

28

Esbat della Luna del Seme

Luna Piena


L’ELEMENTO ARIA L’Elemento Aria governa la potenza dell’intelletto e della creatività, è il soffio senza cui la vita non è possibile per più di pochi minuti. Rappresenta il movimento, la saggezza, la volubilità, la comunicazione efficace, la libertà dalle costrizioni, la forza delle idee e della testardaggine, dell’ispirazione e dell’immaginazione. Il suo punto cardinale è l’Est. La stagione corrispettiva è la Primavera. Il suo colore è il giallo. Il Guardiano dell’elemento Aria ha il nome di Paralda, Sovrano degli Spiriti di questo elemento, che prendono il nome di Silfidi.

Simbolo dell’Elemento Aria

85


La Pietra del Mese QUARZO ROSA E’ una pietra molto sensibile. Associata al 4° chakra (cuore) aiuta sia a livello fisico che emozionale a trovare armonia. E’ considerata una pietra guida, che aiuta nel cammino personale e si dice ci aiuti a trovare l’anima gemella. È una delle poche pietre adatta anche ai bambini, soprattutto se stanno vivendo qualche situazione difficile in famiglia, e li aiuta a sviluppare la propria autostima fin da piccoli. Io direi che l’amore che rappresenta e conduce con se il Quarzo Rosa è un amore Universale, in armonia con le vibrazioni pure, e ci rende leggeri alleviando le nostre ferite e i nostri tormenti. Ci insegna a comprendere, a proteggere a difendere, ma soprattutto a perdonare e capire l’altro. E’ una pietra che sviluppa il senso per le cose belle, il gusto estetico. E’ armonia alla stato puro. Armonia con noi stessi e con gli altri. E’ armonia con la bellezza, aiuta la propria estetica e rallenta l’invecchiamento della pelle e sostiene in caso di cura dimagrante. E’ lenta nell’azione, quindi occorre tenerla con se un po’ per permettergli di iniziare ad agire. Utile per: reni, sistema circolatorio, cardio-protettiva, fertilità, utile contro blocchi emotivi, dolore ossa, ferite, contro insonnia. Per ricaricare il quarzo rosa, oltre ai metodi riferiti ai precedenti cristalli, potete utilizzare quello di collocarlo su una drusa di ametista. 93


L’Animale Totem FALCO

Secondo i Nativi d’America, questo animale influenza i nati dal 21 marzo al 19 aprile.

E’ il messaggero, con lo squittio del falco viene sempre annunciato un evento particolare, che può avere carattere gioioso oppure di pericolo. E’ quindi importante saper osservare con precisione la situazione del momento e, quando necessario, sapersi spingere ad agire con coraggio. Il falco suggerisce anche il gesto di tendere la mano per ricevere i regali del Grande Spirito, che a volte sono già pronti per noi ma che noi spesso non riusciamo ancora a vedere. Individui che posseggano la forza del falco sono in genere acuti osservatori, ai quali non sfugge il minimo dettaglio di una situazione che essi tengano sotto controllo. Essi sono in grado di riconoscere e comprendere i segni e ricevono spesso indicazioni importanti anche da altri mondi.

94


Le Erbe BASILICO

il suo odore induce la simpatia tra due persone,per questo viene spesso utilizzato per calmare gli animi di due persone che si trovano in disaccordo. Essendo molto legato all’amore viene utilizzato per la divinazione riguardo le relazioni: posto sui carboni ardenti se le foglie scoppiettano e volano via l’unione non sarà duratura, se scoppiettano ma rimangono in sede sarà una relazione contornata da frequenti liti, se invece si bruciano velocemente la coppia avrà un legame armonioso. Secondo antihe credenze, polverizzato sul corpo del proprio amante, vicino al cuore, ci si assicura la sua fedeltà. Può essere usato per esorcizzare e purificare. Portato nel portafoglio garantisce denaro.

NOCCIOLO

i suoi frutti sono propiziatori per la sorte, mangiati donano saggezza. Una nocciola portata indosso aumenta la fertilità. Secondo antiche credenze, i rami di nocciolo posti sugli infissi delle finestre proteggono la casa dai fulmini.

99


Maggio

2013

Maggio è il quinto mese dell’anno secondo il calendario gregoriano ed il terzo ed ultimo mese della Primavera nell’emisfero boreale, dell’Autunno nell’emisfero australe, conta 31 giorni e si colloca nella prima metà di un anno civile. Il nome, secondo alcuni storici, deriverebbe dalla dea Maia, divinità romana della fecondità e del risveglio naturale (primaverile). Nella cultura cristiana Maggio è il mese dedicato alla Madonna, nel Neopaganesimo è invece il mese di “Luce”, di “Potere”, della fertilità per antonomasia, del “matrimonio sacro” (tra il Dio e la Dea).

Proverbi L’acqua di Maggio alle donne rende omaggio. Se piove per Beltane, il povero non ha bisogno del ricco. Maggio, fiori e rose odorose. Se a Maggio c’è pioggia e vento, va bene per la fava ed il frumento. Maggio fresco e ventoso rende l’anno copioso. Maggio ortolano, molta paglia e poco grano. Se Maggio si rivolta viene Aprile un’altra volta. L’acqua di Maggio rende ricco il villaggio. Per il 25 il frumento ha fatto il grano. 112


LA DEA

La Sua rappresentazione fisica più frequente è quella della Luna. Ella governa tutto ciò che riguarda l’aspetto spirituale. Viene rappresentata come Trina, legata strettamente alle fasi lunari, paragonate a quelle della vita delle donne: viene raffigurata come Fanciulla curiosa e innocente (luna crescente), Madre amorevole e protettiva (luna piena), Saggia anziana (luna calante). La Dea possiede anche un volto oscuro, paragonabile alla fase di luna nera (novilunio), che risulta evidente nella Natura che può tanto dare la vita quanto toglierla. La Dea è la Madre per eccellenza, la pienezza della Sua Energia vibra in tutto il paesaggio naturale ed i cicli naturali che si celebrano negli otto Sabbat, in un cammino di nascita, unione e morte in congiunzione con il Dio. E’ infatti nel Suo grembo che, come vuole la tradizione simbolica, il Dio nasce per poi crescere e morire dopo essersi a Lei unito nelle nozze sacre; è nel Suo grembo che rinascerà grazie a tale unione. Questo ciclo infinito di vita, morte e rinascita, garantisce la continuità delle stagioni e della Terra così come noi la conosciamo. La Dea è fonte di fertilità, saggezza, amore ed abbondanza. È Signora dello spazio infinito, della luna, della terra e dell’agricoltura, della freschezza, del rinnovamento, degli inizi, delle promesse; è Signora del parto, delle acque, delle madri e della maternità, Signora di amore sentimentale, della pietà, della bellezza, del dare e del ricevere, della guarigione, dello spirito profetico, della magia, della saggezza; è Signora della primavera e dell’estate, ma anche Signora di distruzione e del castigo. I simboli per Onorarla sono: il calderone, la coppa, i fiori a tre o cinque petali, la candela bianca o argento, lo specchio, collane, conchiglie, perle, argento e smeraldo; ma qualunque offerta sentita è a Lei gradita, purché il dono sia fatto con il cuore. Ogni Luna piena è a Lei dedicata e in Suo nome si celebra la connessione del femminile alla Sua Energia in una festività lunare denominata Esbat. La Wica Italica identifica la Dea con la divinità italica di Diana, attribuendogli a secondo delle stagioni i nomi di Diviana, Diana e Trivia.

118


MAGGIO 2013

DOMENICA

19

Talismano

TALISMANO PER IL SUCCESSO

Prendiamo una pergamena o un foglio e mentre visualizziamo, il successo, tracciamo il seguente disegno:

Portiamolo con noi, lasciando che l’universo ci esaudisca.

127


GEMELLI 21 maggio - 21 giugno

Segno maschile. Elemento aria. Mobile. Domicilio di Mercurio. Esilio di Giove. Esaltazione di Plutone. Nessun pianeta in caduta. Giorno: mercoledì. Numero: tre. Pietra: acquamarina. Metallo: mercurio. Fiore: mimosa. Profumo: acacia. Colore: verde. Pianta: noce. Geniali, fantasiosi e mutevoli come il vento. Intelligenza e fantasia sono le caratteristiche positive dei gemelli. Instabilità ed incostanza però possono essere i loro aspetti negativi. I gemelli amano la compagnia, lo stare insieme e frequentare gente nuova per stimolare continuamente la loro creatività. Parola d’ordine: volare.

129


ESBAT DELLA LUNA DEI FIORI - Luna Piena - 25 maggio, ore 06:27 -

Il suo nome è legato allo spettacolo floreale che ricopre il paesaggio in questo periodo. La Lunazione prende il nome “della foresta” riferendosi alle foreste e ai boschi rigogliosi con fiori ed animali; è la lunazione legata al “risveglio” della Natura nella sua totalità. La vegetazione è in piena fioritura e si accinge a donare i propri frutti, l’energia che caratterizza questo periodo è estremamente espansiva. Maggio si apre con il sabbat di Beltane, in cui si festeggia l’unione del Dio e della Dea, la quale aiuta a concretizzare qualsiasi lavoro spirituale intrapreso, grazie all’aumento della sua energia. In questo momento di abbondanza e fertilità l’energia trabocca da ogni essere. Per tutti è un invito ad aprirsi sapendo riconoscere e godere delle gioie della vita, connettendosi con il senso di pienezza di cui la natura è il più evidente riflesso. I lavori di prosperità, ricchezza, fertilità, vitalità porteranno il massimo risultato.


Ottobre

2013

Ottobre è il decimo mese dell’anno secondo il calendario gregoriano, conta 31 giorni e si colloca nella seconda metà di un anno civile. Il nome deriva dal latino October, perché era l’ottavo mese del calendario romano, che iniziava con il mese di Marzo. L’imperatore Commodo operò una riforma in base alla quale il mese assumeva uno dei suoi titoli, Invictus, ma dopo la sua morte la riforma fu abbandonata.

Proverbi A Ottobre disponi i galletti in capponi. Ottobre, vino e cantina, da sera a mattina. Ottobre è bello, ma tieni pronto l’ombrello. Ottobre piovoso, campo prosperoso. Ottobre, il vino è nelle doghe. Quando il 4 arriva, entra l’olio nell’oliva. Se Ottobre bagna, manna per la campagna. Per il 22, bagnato o asciutto, finisci la sementa e avrai buon frutto. 236


I Giorni della Settimana I Giorni e le loro corrispondenze... DOMENICA/SOLE La domenica è il giorno simboleggiato dal Sole. Si eseguono riti dedicati alla ricchezza, al successo, al potere, alla vitalità e alla prosperità. E’ preferibile iniziare i riti della domenica in un’ora solare (alba o mezzogiorno) con Luna Crescente o Piena. Domenica in un’ora del Sole si fa pace con un amico, ci si riappacifica e si portano doni ai familiari. LUNEDI’/LUNA Il lunedì è il giorno simboleggiato dalla Luna. Si eseguono riti dedicati alla salute, alla cura, alla terapeutica magica, all’amore, ai viaggi, ai poteri occulti, alla veggenza allo sdoppiamento, al viaggio astrale, alla forza psichica. E’ preferibile iniziare i riti del lunedì in un’ora lunare (serali o notturne) con Luna Nuova, Crescente o Piena. Lunedì in un’ora della luna si medita, ci si sintonizza con il futuro o si inizia l’attività di chiaroveggente. MARTEDI’/MARTE Il martedì è il giorno simboleggiato da Marte. Si eseguono riti dedicati alla forza, all’azione al dinamismo, al coraggio, al vigore psicofisico, alla vittoria nelle imprese, all’abbattimento degli ostacoli, all’energia attiva nei progetti intrapresi, alla protezione e alla difesa occulta da ogni negatività e avversità. Iniziare i riti nell’ora di Marte con Luna Crescente.

308


I Pianeti in Astrologia Il Sole Rappresenta la personalità nelle sue più evidenti manifestazioni: carattere e volontà. Indica la creatività, il magnetismo personale ed il potenziale energetico. In posizione negativa si riferisce all’egocentrismo, alla prepotenza o debolezza di carattere. Sul piano fisico influisce sulla forza vitale, sul cuore, sulla vista e sulle arterie più in generale. La Luna Rappresenta l’istinto e l’inconscio. Indica tutte le qualità femminili oltreché l’immaginazione e la capacità di adattamento all’ambiente. In posizione negativa sottolinea la passività di carattere, l’incostanza e l’instabilità del temperamento. Sul piano fisico indica la digestione, la funzionalità degli organi femminili ( gravidanze, parto). Mercurio Rappresenta la capacità di entrare in relazione con l’ambiente attraverso la comunicazione. Indica l’intelligenza, la parola, gli studi e il senso pratico. In posizione negativa potrebbe significare dispersione mentale, instabilità di idee, scarsa sincerità. Sul piano fisico indica il sistema nervoso, gli arti superiori, l’apparato respiratorio e l’intestino. Venere Rappresenta l’amore e il sentimento oltreché la sensibilità nelle sue manifestazioni attive, il senso estetico e le inclinazioni artistiche. Indica la capacità di amare, la vita affettiva e la sessualità. In posizione negativa indica freddezza, sensualità esasperata, morbose ossessioni e difficoltà ad esprimere i sentimenti. Sul piano fisico indica l’apparato genitale femminile, la circolazione venosa, la gola e i reni.

310


Tabelle delle Ore Planetarie

312

Ore della Notte

Ore del Giorno

Tabelle delle ore planetarie


Dimore Lunari Dimora 1 (da 0° a 12°51’26” di Ariete): Dimora propizia agli incantesimi d’amore e di legamento. In questo giorno si consiglia di consacrare i talismani per la fortuna al gioco e per propiziare i viaggi. Dimora 2 (da 12°51’27” a 25°42’52” di Ariete): Dimora propizia agli incantesimi negativi (rotture, litigi, fratture... fate attenzione!!). Allontana l’ira e facilita i talismani a scoprire i tesori. Dimora 3 (da 25°42’53” di Ariete a 8°34’18” di Toro): Dimora propizia ai talismani che attirano amore in particolare verso gli uomini. Si consiglia di praticare le attività alchemiche proprio in questa dimora. Dimora 4 (da 8°34’19” a 21°25’44” di Toro): Dimora pesante. Favoriti i talismani per le rotture sentimentali. Facilita le rotture nei rapporti dove è radicata la violenza e la vendetta. Dimora 5 (da 21°25’45” di Toro a 4°17’10” di Gemelli): Dimora adatta a consacrare talismani per proteggere l’amicizia e la salute. In questa dimora sono protetti gli studi e le attività in genere. Dimora 6 (da 4°17’11” a 17°08’36” di Gemelli): In questa dimora si consacrano talismani per gli incontri amorosi, le amicizie e le conoscenze lavorative. Sfavorevole invece agli interventi chirurgici. Dimora 7 (da 17°08’37” a 29°59’59” di Gemelli): Questa è la dimora dominio di Venere per cui si propiziano tutti i talismani per l’amore, rinsaldare legami affettivi, facilitare e concretizzare un matrimonio. Protegge e accresce considerevolmente anche il denaro. Dimora 8 (da 0° a 12°51’26” di Cancro): E’ una dimora che fortifica i talismani che proteggono gli affetti familiari. Protegge i figli e gli immobili.

318


324


329


Il Neopaganesimo Il Neopaganesimo è un movimento multiforme sorto principalmente in Occidente negli ultimi decenni. Ad esso fanno parte un’eterogenea varietà di nuovi movimenti religiosi, ispirati ad una ripresa delle antiche spiritualità pagane. Il Neopaganesimo include tutte quelle nuove religioni che si rifanno in modo più o meno diretto ai culti pagani dell’Europa antica. Religioni come la Wicca, che talvolta viene definita la Vecchia Religione, oppure il Celtismo, si propongono come spiritualità nuove, ma tutti riportanti alla luce quel modo di vedere il mondo che pone l’essere umano non al disopra, ma all’interno del sistema della Natura. Le religioni incluse nel Neopaganesimo spaziano da filosofie di vita che si richiamano ad una continuità con passate esperienze religiose politeiste (definite ricostruzioniste o gentili), a sistemi di credenza ispirati sempre alle religioni politeistiche precristiane ma che adottano approcci nuovi, sincretici e universalistici (definiti eclettici). Il termine Neopaganesimo (nuovo Paganesimo) è un neologismo basato sul termine Paganesimo popolarizzato a partire dal 1968 con la pubblicazione dei primi numeri del “Green Egg”, rivista neopagana gestita dalla Chiesa di Tutti i Mondi. Il lemma è oggi utilizzato tranquillamente dalla maggior parte delle comunità neopagane per indicare le religioni postcristiane occidentali. Anche perché è difficile ripristinare riti e culti senza dover confrontarsi con l’evoluzione sociale, tecnologica, culturale che la società umana ha compiuto durante i secoli. Si specifica comunque che, se dagli eclettici il termine neopagano viene comunemente accettato, per i ricostruzionisti tale termine è da alcuni sostituito dal lemma Paganesimo.

STORIA Dopo l’avvento del Cristianesimo in Europa, la religione politeista (specie quella greco-romana), cominciò ad essere chiamata con l’appellativo di “Stregoneria o Pagana”, in memoria delle sue antiche origini e del fatto che alcuni

334


La Wicca La Wicca venne presentata per la prima volta nel 1954 attraverso gli scritti di un ex funzionario pubblico britannico esperto di esoterismo, Gerald Gardner, pervenuti nel suo libro Witchcraft Today (La Stregoneria Oggi). Gardner affermò che la religione da lui fondata fosse una sopravvivenza delle religioni matriarcali pagane e, risalendo a tempi ancor più antecedenti, del culto della Dea Madre diffuso nell’Europa preistorica, e sostenne gli fosse stata insegnata dalla somma sacerdotessa della coven di New Forest, una donna che utilizzava lo pseudonimo di Vecchia Dorothy. La stessa Dorothy che, secondo quanto affermava Gardner, lo iniziò ad un’antica tradizione misterica, continuazione dei culti esoterici medievali, conosciuti come Stregoneria. La veridicità delle esperienze di Gardner rimane controversa, parecchi studi moderni sostengono ad ogni modo come la teologia wiccan iniziò ad essere compilata non prima degli anni Venti. Il lemma wicca è ripreso dall’inglese antico, nel quale wicca al maschile, e wicce al femminile, stanno ad indicare quello che oggi si intende per “stregone” e “strega” (witch), ovvero praticanti della stregoneria, definizione collettiva di tutta una serie di culti misterici ed esoterici diffusi sotterraneamente nel Medioevo. In realtà Gardner nei suoi scritti usa il termine Wica (invece di Wicca), anch’essa risalirebbe all’antico anglosassone, dove indicherebbe “saggio” e “stregone”. A differenza di wicca che sarebbe l’adattamento di wicce/witch “strega”. L’American Heritage Dictionary suggerisce invece una mutazione da weg-, cioè “essere vitali”, derivato dall’ancestore protogermanico wikkjaz. Walter William Skeat ha infine individuato una probabile etimologia nel protoindoeuropeo weid- e nell’inglese antico wita (letteralmente “uomo saggio”) e witan (cioè “conoscere”), considerandoli una corruzione dell’ancestrale witga. Tenendo in considerazione gli studi fatti da W.W. Skeat e ciò che suggerisce l’American Heritage Dictionary, considerati alquanto affidabili, si può concludere che il termine wicca o wica indicherebbe “persona saggia” più che “strega”.

339



AGENDA QUADRIFOGLIO 2013