Page 1

italiastraordinaria un network di opportunitĂ

milano roma firenze venezia genova torino palermo novara como rimini bologna napoli salento brescia trieste bergamo varese bari catania cuneo danza sposa produttori

w w w. i t a l i a s t r a o rd i n a r i a . i t alberghi antiquariato arredamento arte e spazi artigianato bambini e giochi bed & breakfast bellezza e benessere caffè e locali cibo e vino design gioielli libri mare moda musica ottica e foto natura oggetti e accessori ristoranti servizi spezie e delizie sport tessuti vetri vintage


presentazione

Colorata e originale, "Italia Straordinaria" è una collana di libri - guida dedicata a tutte le realtà, delle principali città italiane e dintorni, che si distinguono per innovazione e dinamismo. Sfogliando le pagine dei volumi, dalla accattivante veste editoriale, il lettore potrà scoprire gli esercizi più particolari e dinamici - fra ristoranti, atelier, hotel, gallerie d'arte, centri di bellezza, locali e caffè - accuratamente selezionati da un gruppo di giornalisti ed esperti trendsetter. Ad ogni indirizzo "straordinario" è dedicata una pagina con la foto e la storia, con testi in italiano e inglese, dello spazio e di coloro che, con passione e intuizione, contribuiscono ogni giorno a rendere la propria attività inconsueta e fuori dall'ordinario . Ciascuna pubblicazione, realizzata in un pratico formato tascabile che ne semplifica la consultazione, è divisa per categorie merceologiche e per zone ed è arricchita di piantine e altre utili indicazioni (orari di esercizio, recapiti e mezzi pubblici).


dicono di noi

A sei anni dalla pubblicazione dei volumi milanostraordinaria (dicembre 2004) e torinostraordinaria (ottobre 2004), il bilancio del riscontro mediatico è decisamente all'attivo. I numerosi articoli sulle principali testate locali e nazionali e le varie segnalazioni su riviste telematiche e siti di costume e leisure time ne hanno ampliamente sottolineato sia l´originalità della veste editoriale sia l´utilità dei contenuti e le piccole guide sono state consacrate a personal stopper tascabili e infallibili nel segnalare gli indirizzi di culto. L´originalità del progetto editoriale è stata oggetto di una tesi di laurea. Non è mancata, inoltre, l´attenzione di alcune emittenti televisive come Sky Tv che ha addirittura reso la guida "protagonista" della trasmissione “Trend D” condotta da Katia Pedrotti che, nel corso di varie puntate, accompagna lo spettatore alla scoperta delle realtà straordinarie raccolte nel volume.


italiastraordinaria10


milanostraordinaria10

il giorno


milanostraordinaria10

il giorno


milanostraordinaria10

corriere della sera dicembre 2009


milanostraordinaria10

sito internet www.marketpress.info dicembre 2009 Mercoledì 2 dicembre, presso il Design Café della Triennale di Milano, è stato presentato il libro/guida milanostraordinaria 2010. La location della presentazione è la Triennale di Milano, che ha aperto quest’anno una sede in Corea, perché nell’ultimo quadriennio si è fortemente impegnata nella promozione della cultura italiana, del design, dell’architettura, della moda, dell’arte, mostrando così di voler perseguire le stesse finalità che, fin dagli esordi, sono anche alla base delle guide della collana italiastraordinaria, pubblicate dalle Edizioni dell’Ambrosino. Milanostraordinaria,che da anni presenta una selezione delle attività cittadine più interessanti e racconta i loro straordinari protagonisti, nella sua ottava edizione presta un’attenzione particolare al design, un settore fondamentale per la città. Infatti, sono presenti importanti realtà come Artemide, De Padova, Driade, Entratalibera, Flos, Plinio il Giovane, Zanotta e molti altri, affiancati da nomi emergenti, come Whomade, che promuove un’azione di design alternativa al rapido consumo delle idee e delle risorse, Spazio 1380, luogo dalle molteplici anime e funzionalità, Combines, nuova meta nel panorama della moda e del design milanese, e Stilelibero con la sua nuova sede, dove pezzi firmati dai grandi del design italiano sono ospitati accanto a produzioni anonime. Il mondo dell’arte contemporanea è rappresentato da diverse gallerie (come, ad esempio, Galleria Curti/gambuzzi & Co. , Galleria Wabi, The Don Gallery, Prospettive d’Arte) e dall’associazione Startmilano, che raccoglie 41 tra i più interessanti spazi espositivi milanesi. Tra le novità segnaliamo, in particolare Particelle Complementari, uno spazio dedicato all’ethical fashion, Hub, spazio di rigenerazione tessile e luogo del fare, Isola della Moda, ormai punto di riferimento per la moda critica a Milano. Fanno già parte della collana italiastraordinaria anche le città di Roma, Torino, Genova, Firenze, Bologna, Venezia e Napoli. Ma l’editore ha manifestato anche l’intenzione di realizzare una guida sulla città dell’Aquila, in collaborazione con l’Associazione L’aquila Siamo Noi, con lo scopo di sostenere e valorizzare il territorio e le sue attività e aiutare una rapida ripresa economica delle zone colpite dal sisma. E’ in fase di potenziamento ed ampliamento da parte italiastraordinaria l’area web, con un blog costantemente aggiornato sulle novità e le iniziative degli straordinari, una sezione video, e una vetrina degli straordinari, nella quale saranno presentate le creazioni più significative. Tra le novità 2009 delle edizioni dell’ambrosino segnaliamo le guide tematiche: produttoristraordinari, danzastraordinaria, sposastraordinaria. E la ricerca continua . Milanostraordinaria è in vendita (18,00 euro) nelle migliori librerie nazionali e negli spazi presenti sulla guida. Per ulteriori informazioni: bpart - tel. +390289690143 - info@bpart. It - www. Italiastraordinaria. It.


milanostraordinaria10

casa decor dicembre 2009


milanostraordinaria10

sito internet www.focus-online.it Inserito il: 17 dicembre 2009 Cultura e Spettacoli, Editoria Milanostraordinaria 2010 Mercoledì 2 dicembre, presso il Design Café della Triennale di Milano, è stato presentato il libro/guida milanostraordinaria 2010 La location della presentazione è la Triennale di Milano, che ha aperto quest’anno una sede in Corea, perché nell’ultimo quadriennio si è fortemente impegnata nella promozione della cultura italiana, del design, dell’architettura, della moda, dell’arte, mostrando così di voler perseguire le stesse finalità che, fin dagli esordi, sono anche alla base delle guide della collana italiastraordinaria, pubblicate dalle Edizioni dell’Ambrosino. Milanostraordinaria,che da anni presenta una selezione delle attività cittadine più interessanti e racconta i loro straordinari protagonisti, nella sua ottava edizione presta un’attenzione particolare al design, un settore fondamentale per la città. Infatti, sono presenti importanti realtà come Artemide, De Padova, Driade, Entratalibera, Flos, Plinio il Giovane, Zanotta e molti altri, affiancati da nomi emergenti, come Whomade, che promuove un’azione di design alternativa al rapido consumo delle idee e delle risorse, Spazio 1380, luogo dalle molteplici anime e funzionalità, Combines, nuova meta nel panorama della moda e del design milanese, e Stilelibero con la sua nuova sede, dove pezzi firmati dai grandi del design italiano sono ospitati accanto a produzioni anonime. Il mondo dell’arte contemporanea è rappresentato da diverse gallerie (come, ad esempio, Galleria Curti/Gambuzzi & Co., Galleria Wabi, The Don Gallery, Prospettive d’Arte) e dall’associazione STARTMILANO, che raccoglie 41 tra i più interessanti spazi espositivi milanesi. Tra le novità segnaliamo, in particolare Particelle Complementari, uno spazio dedicato all’ethical fashion, Hub, spazio di rigenerazione tessile e luogo del fare, Isola della Moda, ormai punto di riferimento per la moda critica a Milano. Fanno già parte della collana italiastraordinaria anche le città di Roma, Torino, Genova, Firenze, Bologna, Venezia e Napoli. Ma l’editore ha manifestato anche l’intenzione di realizzare una guida sulla città dell’Aquila, in collaborazione con l’Associazione L’Aquila Siamo Noi, con lo scopo di sostenere e valorizzare il territorio e le sue attività e aiutare una rapida ripresa economica delle zone colpite dal sisma. E’ in fase di potenziamento ed ampliamento da parte italiastraordinaria l’area web, con un blog costantemente aggiornato sulle novità e le iniziative degli straordinari, una sezione video, e una vetrina degli straordinari, nella quale saranno presentate le creazioni più significative. Tra le novità 2009 delle edizioni dell’ambrosino segnaliamo le guide tematiche: produttoristraordinari, danzastraordinaria, sposastraordinaria. E la ricerca continua ... Milanostraordinaria è in vendita (18,00 euro) nelle migliori librerie nazionali e negli spazi presenti sulla guida. Per ulteriori informazioni: bpart - tel. +390289690143 - info@bpart.it - www.italiastraordinaria.it GS


milanostraordinaria10

www.milanodabere.it dicembre 2009


milanostraordinaria10

sito internet www.luoghidelmondo.info Inserito il: 11/12/2009

Fatti&Personaggi: “italiastraordinaria” Nell'ultimo quadriennio la Triennale di Milano (che ha aperto quest'anno una sede in Corea) si è fortemente impegnata nella promozione della cultura italiana, del design, dell'architettura, della moda, dell'arte, finalità che fin dagli esordi perseguono anche le guide della collana "italiastraordinaria", pubblicate dalle Edizioni dell'Ambrosino. Milanostraordinaria, che da anni presenta una selezione delle attività cittadine più interessanti e racconta i loro straordinari protagonisti, nella sua ottava edizione sceglie un settore fondamentale per la città: il design. Sono infatti presenti importanti realtà quali Artemide, De Padova, Driade, Entratalibera, Flos, Plinio il Giovane, Zanotta e molti altri, affiancati da nomi emergenti, come Whomade, che promuove un'azione di design alternativa al rapido consumo delle idee e delle risorse, Spazio 1380, luogo dalle molteplici anime e funzionalità, Combines, nuova meta nel panorama della moda e del design milanese, e Stilelibero con la sua nuova sede, dove pezzi firmati dai grandi del design italiano sono ospitati accanto a produzioni anonime. Il mondo dell'arte contemporanea è rappresentato da diverse gallerie (Galleria Curti/Gambuzzi & Co., Galleria Wabi, The Don Gallery, Prospettive d'Arte, solo per citarne alcune) e dall'associazione Startmilano, che raccoglie 41 tra i più interessanti spazi espositivi milanesi. Come sempre, non mancano particolari novità, come Particelle Complementari, uno spazio dedicato all'ethical fashion, L'Hub, spazio di rigenerazione tessile e luogo del fare, Isola della Moda, ormai punto di riferimento per la moda critica a Milano. Fanno parte della collana "italiastraordinaria" anche le città di Roma, Torino, Genova, Firenze, Bologna, Venezia e Napoli. Impegno dell'editore è realizzare una guida sulla città de L'Aquila, in collaborazione con l'Associazione L'Aquila Siamo Noi, con lo scopo di sostenere e valorizzare il territorio e le sue attività e aiutare la ripresa economica delle zone colpite dal sisma. Novità del 2009 sono state le guide tematiche: produttoristraordinari, danzastraordinaria, sposastraordinaria. E la ricerca continua...Per offrire un servizio veramente straordinario ai propri lettori, "italiastraordinaria" sta potenziando e ampliando la propria area web, con un blog costantemente aggiornato sulle novità e le iniziative degli straordinari, una sezione video e una vetrina degli straordinari, nella quale verranno presentate le creazioni più significative. Prezzo: 18 euro, tiratura 25mila copie annuali, distribuita nelle migliori librerie e negli spazi presenti sulla guida. Info: www.italiastraordinaria.it


milanostraordinaria10

sito internet www.atcasa.corriere.it dicembre 2009


milanostraordinaria10

sito internet www.antenna3.it dicembre 2009


italiastraordinaria09


torinostraordinaria09

free press DDN FREE di marzo


milanostraordinaria09

sito internet www.asa-press.com


milanostraordinaria09

sito internet www.3ricettesulcomo.it


milanostraordinaria09

il giornale - gennaio 2009

LA CITTÀ DA SCOPRIRE

Quartiere per quartiere, il capoluogo in tasca «Milanostraordinaria»: in libreria il vademecum delle curiosità giunto alla settima edizione Isabella Dovier

L

aMilano che si conosce. La Milano da scoprire. La «Milanostraordinaria». È proprio questo il nome della nuova guida 2009 per esplorare tutti i segreti del capoluogo lombardo. Curiosità, aneddoti, creatività, innovazione, tendenze e tantoaltro.Sonosoloalcunidegli ingredienti del libro-guida che viene pubblicatoper il settimo anno di fila, edito dalle Edizioni dell’Ambrosino di Milano. Un modo per conoscere e trovare posti e luoghi particolari, talvolta sconosciutianche aimilanesidoc.Quest’annoMilanostraordinaria continua il suo impegno di valorizzazione della città attraverso l’esperimento «Mesopotamia»,

un’inedita e interessante area metropolitana in dinamico sviluppo tra il Naviglio Grande e il Naviglio Pavese. Oltre alla novità, anche tanta tradizione per un mondo da scoprire.Dai quartieripiù rinomati, come il fascino risorgimentale di Brera, borgo di artisti che ospita piccoli ristoranti e botteghe antiquarie, al quadrilatero della moda, con le vie delle boutique più famose al mondo. E ancora la «Chinatown» in via Sarpi e la zona di parco Sempione, con l’arco della Pace e il Castello Sforzesco, perché Milano è anche storia e architettura. Ma questiforse sonogli aspetti più notidella città meneghina. La guida, che suddivide il capoluogo lombardo in tutte le sue zone, vuole raccontare e proporre luoghienegozidi qualsiasitipo.Appas-

sionatidibarche?Amantidiarredamenti e tessuti particolari? La soluzione è qui. E non mancano gallerie, alberghi, ristorantieviuzzeseminascosteperfarci vedere la città e i suoi dintorni da tut-

Sorprese Non saranno poche le novità per visitatori e milanesi doc

t’altra prospettiva. È proprio per questo che Milanostraordinaria è anche un libro di piacevole lettura, accompagnato e arricchito da numerose immagini ol-

tre che dalle informazioni sugli orari di tutte le attività. Inoltre è corredata da cartine topografiche per poter permettere ai lettori di localizzare con facilità il posto che si cerca, senza tanta fatica e andando sul sicuro, alla faccia della tecnologia satellitare. Milanostraorinaria vieneoggidiffusain25mila copiedistribuite nelle librerie e negli spazi della guida stessa al costo di 18 euro. Altre copie, circa 8mila, verranno invece diffuse nella particolare occasione del prossimo Salone del mobile, in primavera. Un libro ottimo anche per i turisti chetroveranno la traduzione dei testi in inglese. Insomma, una guida utile non solo ai visitatori della città, ma anche a colorocheci vivono daanni, perché Milano è ancora tutta da scoprire.


milanostraordinaria09

il giorno- gennaio 2009

MILANO A SORPRESA DALLA CONTESSA MAFFEI ALLE MAMMINE DESIGN

A passeggio con la città in tasca Guide al passato e alle ultime novità di FRANCO PRESICCI — MILANO —

S

U MILANO ne hanno dette di cotte e di crude. C’è chi l’ha trovata splendida e chi, come il Leopardi, che vi soggiornò un paio di mesi, disgustosa. Charles De Brosses, letterato francese del Settecento, che tra l’altro scrisse «Lettere familiari dall’Italia», la lasciò con sofferenza, elogiando anche la cortesia, l’ospitalità dei meneghini. Suvvia, diciamolo pure, a dispetto dei soliti denigratori, che la città in cui viviamo non ha nulla da invidiare ad altre. Nonostante le ferite che nei vari secoli le sono state inferte, le demolizioni, gli sfregi provocati dalle bombe e i rifacimenti scriteriati, Milano ha un fascino innegabile. Che è facile individuare. Basta percorrerla con passione, in lungo e in largo. Magari aiutati da «Milano in tasca» (pagg. 155, euro 10), l’interessantissimo libro di Franco Fava e Marilea Somarè, edizioni Milanoexpo. A far da esca in copertina un angolo della Galleria, dipinto di Giulio Falzoni. Gli autori, che conoscono Milano sin nei minimi dettagli, invitano a compierlo, questo viaggio. Assieme a loro, partendo da piazza del Duomo e dintorni, per soffermarsi nelle vie più significative, davanti a palazzi, chiese, monumenti ed entrare in musei o nel salotto politico-letterario aperto in via Bigli nel 1850 dalla contessa Clara Maffei; o nel passaggio segreto che Ludovico il Moro fece aprire sottoterra per andare a suo piacimento dal Castello Sforzesco alla chiera di Santa Maria delle Grazie. Agli occhi del visitatore se ne presenterebbero, di tesori.

C’È UN ALTRO MODO di conoscere Milano. Quello di farsi guidare dagli abitanti delle varie zone in vena di raccontare e di dare consigli sui vari luoghi: un museo, una trattoria, un negozio, un teatro. Lo fanno attraverso «My Local Guide: Milano in italiano» (pagg. 223, euro 9.90), della Lightbox, che ha anche pubblicato «My Local Guide: Venezia in italiano». Milano, d’altronde, è sempre in movimento, tesa a proporre cose nuove e originali. E ogni anno un gruppo di giornalisti ed esperti va

in cerca del meglio che la città offre in ogni ambito, imprenditoriale, commerciale, artistico, culturale, vale a dire tutto ciò che è unico, straordinario, individuando anche i personaggi che lo realizzano, che fanno della loro attività qualche cosa di veramente singolare. IL FRUTTO DI QUESTA ricerca attenta e scrupolosa da sette anni viene raccolto in una guida tra l’altro molto elegante e dettagliata, «Milano straordinaria 2009» (Edizioni dell’Ambrosino, pagg. 254, euro 18), che ha il merito di rivelare una città nascosta, straordinaria appunto, anche a chi ritiene di conoscerla a fondo. Ed ecco una selezione di negozi, gallerie, ristoranti, librerie, attività di vario tipo, accompagnate dal ritratto professionale e personale dei protagonisti. Alcuni dei quali «fedelissimi» perchè presenti sin dalla prima edizione della Guida, come Pellini, Rossana Orlandi, Da Driade, Milano Libri, Cargo, 3 Rooms. Mentre altri vi compaiono per la prima volta. Qualche esempio? Alli e Licia, servendosi della loro esperienza di mamme, hanno mandato in pensione la vecchia carrozzina, inventando portapargoletti rivoluzionari.

«Savini in Galleria», opera di Giulio Falzoni, pittore «figlio dell’Ottocento», nato a Mormirolo nel 1900 e scomparso a Milano nel 1978

STORIA E STORIE FRA MONUMENTI CELTICI, ROMANI E MEDIEVA

Undici itinerari sottobraccio a un archeologo — MILA

D

I GRANDE INTERESSE, anche per i non specialisti, « no archeologica», volume del Gruppo Archeologico Amb no, edito da Milanoexpo: undici itinerari dalle origini al B Medioevo. Si parte da via Meravigli e si fa la prima tappa in via To Primo monumento, la Torre Meravigli, XIII secolo. Aparteneva lazzo dell’omonima famiglia milanese, che vi aveva dimora sin dal lo cosiddetto buio. Si riprende il cammino e a mano a mano il pel no s’inoltra nella città ammirando tante sopravvivenze del passat contra personaggi notevoli e li conosce meglio, e meglio conosce a l’origine di alcune parole milanesi di uso comune, oltre a riti e sol tà di una volta, come la Festa del Perdono, che ricorda il Giubileo to da Francesco Sforza in favore del Duomo e dell’Ospedale Mag Gli autori hanno individuato tre macroperiodi: celtico, romano dioevale, partendo dalle origini per giungere al basso Medioevo. Sv te «finestre» di approfondimento su personaggi di rilievo, curios gende, toponomastica cittadina e parole milanesi di uso comune, che un pratico glossario di termini specialistici e una breve biogra tre voci autorevoli della Milano antica (Ausonio, Bonvesin de la Paolo Diacono) completano l’opera. La Milano archeologica: scavi sotto la Pinacoteca Ambrosiana


milanostraordinaria09

il giorno- dicembre 2008


milanostraordinaria09

il sole 24 ore - dicembre 2008


milanostraordinaria09

http://www.ambienteeuropa.info/sito/


bolognastraordinaria09

6 BO

Cronaca

Il «city guide» di Phaidon parla del «bruttissimo spaccio di droga» e del Comune che «ignora» le scritte sui muri La guida perfetta non esiste. Gli editori non saranno d’accordo, ma quando l’indigeno legge cosa si dice sulla propria città rimane sempre un po’ deluso: perché manca quel luogo, perché non c’è quel negozio tanto particolare, perché di quel ristorante si scrivono solo inesattezze. Non ci sono guide perfette, ma se se ne prendono in mano diverse, si mischiano le informazioni, si prende il meglio da ognuna allora il risultato può essere sorprendente. Per i turisti che hanno scelto Bologna (generalmente durante il tragitto Venezia-Firenze, ma non solo) in libreria sono arrivate tre nuove guide (anzi due, perché la terza — la più insolita, sebbene monotematica — deve ancora uscire). Ma andiamo con ordine e cominciamo da quella scritta in lingua inglese: la city guide di Wallpaper (Phaidon, 8,95 euro), già uscita in altre città e ora arrivata a raccontarci le Due Torri. Guida essenziale e veloce. Volo d’uccello sopra i tetti bolognesi, otto sezioni, diverse illustrazioni e testi brevi per un turista che vuole assaporare (in fretta) alcune eccellenze cittadine. Guida con l’erre moscia per clienti sofisticati. Hotel charmant, ristoranti di classe, pochi monumenti (quelli), due riferimenti architettonici significativi (vecchi ormai di 30 anni fa, perché da allora la città, impaurita, non sperimenta più niente), tre o quattro locali notturni «fighetti» ma piacevoli, una decina di negozi d’elite, tre indicazioni sportive (Lamborghini, lo stadio, il Paladozza). Singolare l’introduzione, una paginetta, dove si riassume lo spirito bolognese, in positivo, accennando anche al fatto che nel «centro storico», scritto in italiano, c'è un «bruttissimo spaccio di droga» e tanti graffiti che rovinano i muri della città e che l’amministrazione sembra «felicemente ignorare». Ehm, gli inglesi non usano eufemismi (tipo degrado). Voto: sei e mezzo (six and a half). Freschissima, uscita da poco, la guida gialla del Touring (19.50 euro, 250 pagine, nessuna foto). La più completa, non c’è che dire. Non a caso l’ha curata Enrico Casarini, giornalista nato e cresciuto a Bologna (ora lavora a Milano), aiutato da Emanuela Angoli. Quasi un libro. Ottimo anche per un bolognese, che magari si rivede e scopre pure qualcosa. Guida trasversale, che inizia con diverse pagine di preparazione e poi si suddivide in 6 itinerari turistici. Ma a reggere il filo non sono semplicemente i classici percorsi storico artistici, bensì la vita vissuta in tutti i suoi aspetti.

Domenica 28 Dicembre 2008 Corriere di Bologna

I percorsi insoliti

Le storie degli «indigeni»

Misteri, ritratti, ricette La città spopola in libreria

Grattacieli La guida Wallpaper segnala l’opera di Enzo Zacchiroli

Matta e Goldoni La boutique vintage-chic di via delle Moline

Porta Galliera Tra i monumenti spunta piazza XX Settembre

Bottega Backdoor Il tempio delle scarpe di Michael Jordan

Osteria del Sole Il locale di vicolo dei Ranocchi è un must

I librai sorridono. È stato un bel Natale da leggere. E fra i tanti titoli venduti (sarà vero che quando c’è la crisi si legge di più?) ce ne sono diversi che riguardano Bologna. Libri strenna, come i cine-panettoni. La palma del più venduto spetta a una coppia di autori, Antonio Bagnoli (in realtà editore di Pendragon, ma anche scrittore) e Nathalie Anne Wood, che dopo il successo di «Bologna Criminale», hanno pubblicato sempre per Newton Compton «Le strade del mistero di Bologna» (202 pagine, 14,90 euro): un tour pieno di enigmi risolti e insoluti fra i mille volti nascosti delle vie cittadine. Storie non proprio natalizie, ma avvincenti. Ancora racconti bolognesi con Marco Poli e il suo «Cose d’altri tempi» (Minerva, 174 pagine, 12 euro): un piacevole amarcord che ha conquistato i lettori. Poi libri di foto, entrambi editi da Minerva: sono piaciuti molto i «Ritratti di signore» (tutte bolognesi) scritte da concittadine giornaliste e altrettanto gli spettacolari scatti di Walter Breveglieri (prima la mostra in Sala d’Ercole, ora il libro) raccolti Scatti d’epoca La raccolta in «È accaduto a Bologna»: di foto di Walter Breveglieri imperdibile per i collezionisti d’immagini da non dimenticare. Poteva mancare la cucina? Certo che no. Grande successo per «Mica solo tortellini! Una volta a Bologna si mangiava così. 70 ricette della tradizione popolare» di Luigi Preti (Pendragon, 167 pagine, 15 euro) dove si sottolinea che a Bologna si mangia bene, molto bene, ma soprattutto in casa, «laddove le arzdåuri regnavano». A ruota ecco «Le ricette de "La vecchia scuola bolognese"» di Alessandra Spisni, balzata agli onori della cronaca dopo le apparizioni in Tv a «La prova del cuoco». E per chiudere non si può non citare l’ultima fatica di Andrea Mingardi, assai apprezzata sotto l’albero: «Sócc'mel» (Pendragon, 256 pagine, 24,90 euro). Bolognese, sì.

F.P.

Dotta? No, trendy. Le guide riscoprono Bologna Tre nuove pubblicazioni, tra grattacieli e itinerari chic. E Wallpaper se la prende con i graffiti Moltissime le «istruzioni per l’uso» e capitoletti ad hoc dettagliatissimi. Edulcorate, a differenza degli amici inglesi, le pagine sulla zona universitaria, dove si sconsigliano «lunghe passeggiate notturne» (brevi sì?) perché «zona franca di difficile gestione». Ma le parole spaccio, droga e molestatori vari non vengono scritte. Si parla

«Classica» La più completa è la nuova edizione del Touring, curata dal giornalista bolognese Enrico Casarini

Le novità Wallpaper-Phaidon Da Wallpaper Itinerari chic all’Ambrogino Il volume dedicato a Bologna propone un itinerario di 24 ore, dalla colazione Zanarini al cocktail a Le Stanze

però di musicisti, di fumettisti, di scrittori (giallisti, certo), di cinema e film girati in città (cineturismo, la nuova frontiera). E come detto tante storie, note e meno note. Guida anomala. Voto: otto. Infine, la guida che ancora non c’è ma che sta arrivando. «Bologna straordinaria. 2009» (Edizioni dell’Ambrosino, pagi-

«Raffinata» «Bologna straordinaria» è praticamente un quaderno per lo shopping con posti sconosciuti anche ai «local»

Ambrosino Negozi e boutique La prima edizione per ora si trova solo negli esercizi che sono stati segnalati, ma arriverà presto in libreria

ne 160, 15 euro), prossimamente in libreria, già uscita con successo a Milano, Roma, Napoli, Venezia, Firenze. Libricino con anelle, stile quaderno, patinato e curatissimo nella grafica: fondamentalmente una guida allo shopping. Trendy e modaiolo, lussuoso e raffinato, ma anche disinvolto, casual, particolare e talvolta sconosciuto. Cento in-

dirizzi squisiti (ma ci voglio eurini fitti per «frequentarli») che toccano mille voci diverse: abbigliamento, arte e artigianato, bellezza e benessere, gioielli e design, libri e musica e foto, gastronomia a 360 gradi, hotel e bed & breakfast, bambini e giochi, etc etc. Oggetti e spazi stilosi. Ogni paginetta un negozio o spazio (con anche la fotina dei gestori chiamati per nome). Decisamente gustosa, anche per i bolognesi. Al momento si trova nei negozi segnalati. La redazione – le brave Patrizia Leopardi e Marinella Latorre (curiose come due giornaliste) – è già al lavoro per l’edizione del 2010 nella quale vorranno entrare anche tutti quei locali scettici che si sono dimostrati freddino di fronte al progetto (e dunque assenti). Voto: sette più.

Fernando Pellerano


italiastraordinaria08


milanostraordinaria08

sito internet giapponese “espresso�


milanostraordinaria08

magazine giapponese 2008


milanostraordinaria08

style - aprile 2008


milanostraordinaria08

le vie del gusto

MILANOSTRAORDINARIA 2008 AUTORI VARI, EDIZIONI DELL’AMBROSINO, 18 E Alla scoperta della città ambrosiana attraverso spazi originali e innovativi tra gastronomia, arte, design, sport e servizi. Della stessa collana, Italiastraordinaria, disponibili le guide Torino, Genova, Roma e Firenze. Discovering the Milanese city through unique and innovative spaces among gastronomy, art, design, sport and services.


milanostraordinaria08

libero 28 marzo 2008


milanostraordinaria08

maisons cotĂŠ sud - febbraio/marzo 2008


milanostraordinaria08

www.tgcom.mediaset.it marzo 2008

Una Milano davvero straordinaria Una pubblicazione di shopping di classe Milanostraordinaria 2008 è una pubblicazione annuale ormai molto apprezzata e giunta alla sesta edizione. Insostituibile strumento di servizio per uno shopping ricercato e sofisticato, ma anche piacevole lettura. Capace di guidare il turista, ma anche l’abitante della città che voglia scoprire un nuovo punto di vista, all’interno di spazi originali e innovativi. Le guide sono consultabili sul portale www.italiastraordinaria.it. Grande novità di quest’anno è il magazine online, strumento di consultazione con cui Italiastraordinaria si propone di tenere aggiornato il pubblico sulle ultime novità, creando un dialogo continuo tra lettori e Straordinari. L’intervista del mese racconterà la città attraverso alcuni dei suoi protagonisti; la sezione Eventi è pensata per chi vuole tenersi costantemente aggiornato su concerti, mostre, spettacoli, sfilate; l’area News presenterà tutte le ultime novità concernenti le attività degli Straordinari. Sulle pagine New Entry trovano spazio i nuovi volti della community straordinaria. Tutto ciò perché il canale di comunicazione tra lettore e Straordinario sia sempre più efficace. Quest’anno la guida accresce la sua connotazione culturale con la presenza di importanti spazi espositivi, come la Triennale, la Triennale Bovisa con il caffè ristorante e lo spazio musica jazz Bistrot Bovisa, la Fondazione Pomodoro e Giò Marconi e una selezione di gallerie d’arte contemporanea. Si consolida inoltre l’interesse per gli spazi dedicati al design, legati agli eventi del Salone del Mobile, in occasione del quale verranno pubblicate 7000 copie di un’edizione speciale che saranno distribuite presso alcuni straordinari protagonisti dell’edizione 2008, tra i quali De Padova, B&B, Da Driade, Kartell, Metea, Flos, Serralunga, MC Selvini, Azucena e in prestigiosi alberghi che propongono la guida alla loro clientela internazionale, come l’Hotel Bulgari, Straf, 3Rooms, Art Hotel e l’Hotel Spadari. Se in questa edizione 2008 la guida si arricchisce di molte novità di rilievo, tra le quali spiccano Design Library, Numero Uno, A Modo Mio, Nimia, DMK Daniele Mola, Bloom, Nadia Giani, SLS Shopping Lifts Spirits, Calé Fragranze d’autore, Can Can Paris à Milan, è doveroso citare la rinnovata adesione dei fedelissimi, gli spazi “storici” che partecipano all’iniziativa sin dalla prima edizione. Tra questi Corso Como 10, Anaconda, C&C, Cargo, Cilio, Da Driade, Dina, Don Carlos, High tech, Hotel Straf, Al Garghet, Libreria di via della Spiga, Louise Michail, Milano libri, Nella Longari, Pellini, Pietro Mainero, Mexicali, Rossana Orlandi, Tea Rose, Jacassi, Vhernier e Il Valore Aggiunto. Sono presenti, naturalmente, numerosi spazi “inediti”, selezionati con la consueta cura e attenzione da un collaudato team di redattori appassionati, al fine di offrire al lettore una città diversa e stimolante da scoprire, tendenze e stili di vita in divenire assolutamente straordinari-informazioni: bpart comunicazione visiva - tel. 02 89690143, info@bpart.it, www.bpart.it

Francesca Lovatelli Caetani


milanostraordinaria08

dove case - marzo 2008


milanostraordinaria08

grazia 26 febbraio 2008


milanostraordinaria08


milanostraordinaria08


milanostraordinaria08

la repubblica: 5 gennaio 2008


milanostraordinaria08

il giornale: 5 gennaio 2008


milanostraordinaria08 http://www.focus-online.it


milanostraordinaria08

www.corriere.it dicembre 2007 Pagine milanesi sotto l' albero ...Per gli amanti dello shopping quella giusta è Milano straordinaria (Edizioni dell' Ambrosino, 18 ): sobria, maneggevole e fitta di indirizzi sfiziosi, negozi di essenze rare, parrucchieri creativi, e perfino uno chalet di montagna in pieno centro... Colombo Severino


milanostraordinaria08

Sabato alle 14,30 in gennaio su RAI 3

Andrea Bosco durante la sua rubrica sui libri consigliati, in diretta dalla Biblioteca Ambrosiana, ha detto: "Per chi vuole documentarsi sull'eccellenza dei negozi, spazi e servizi di Milano, non può fare a meno di consultare il libro Guida Milanostraordinaria 2008.


milanostraordinaria08

avvenire gennaio 2007


milanostraordinaria08

energy dicembre 2007


milanostraordinaria08

http://www.studioaperto.mediaset.it


milanostraordinaria08

il Giornale - giovedĂŹ 27 dicembre 2007


romastraordinaria07/08

il giornale 2007


romastraordinaria07/08

corriere2007


romastraordinaria07/08

http://donneconlavaligia.wordpress.com/


romastraordinaria07/08

bar giornale


italiastraordinaria07

milanostraordinaria torinostraordinariagenovastraordinariaromastraordinariafirenzestraordinariabolognastraordinaria


milanostraordinaria07

style marzo 2007


milanostraordinaria07

ventiquattro minuti marzo 2007


milanostraordinaria07

intinerari e luoghi marzo 2007


milanostraordinaria07

rete 4

Domenica 11 marzo 2007 Nel corso della rubrica del TG4 LeggÏo, alle ore 14.00 è stata illustrata la guida Milanostraordinaria , consigliandone la consultazione a tutti coloro che desiderano conoscere gli spazi, negozi, ristoranti e locali, piÚ famosi , originali e innovativi di Milano.


milanostraordinaria07

elledecor febbraio 2007


milanostraordinaria07

elle febbraio 2007


milanostraordinaria07

il sole 24 ore febbraio 2007


milanostraordinaria07

vie del gusto febbraio 2007


milanostraordinaria07

rai 3

Sabato alle 14,30 Andrea Bosco di Rai 3, durante la sua rubrica sui libri consigliati, ha citato anche Milanostraordinaria dicendo: ...sta terminando la settimana della moda a Firenze con Pitti Uomo, allora parliamo di Milanostraordinaria che parla non soltanto di moda ma c'è di tutto!....


milanostraordinaria07

il coro di gennaio 2007


milanostraordinaria07

gioia del 13 gennaio 2007


milanostraordinaria07

il giorno dicembre 2006


milanostraordinaria07 cittĂ per cittĂ  di dicembre 2006


milanostraordinaria07

la repubblica gennaio 2007


milanostraordinaria07

epolis gennaio 2007


milanostraordinaria07 sito: www.meteolive.it


milanostraordinaria07

sito: www.asa-press.com


torinostraordinaria07

sito: www.asa-press.com


genovastraordinaria07

www.mentelocale.it

Genovastraordinaria: lo stile è qui Uscito il libro-guida sulle realtà più creative della città. Negozi, locali, arte, servizi. Con un'attenzione particolare per le persone di Daniele Miggino GENOVA, 9 OTTOBRE 2006 Ci sono persone, luoghi e attività che rendono Genova una città tutta da scoprire, persino per i genovesi. Questa è l'immagine che emerge dal libro-guida Genovastraordinaria 07, frutto di una ricerca durata oltre due anni. Il volume raccoglie circa cento realtà con un'unica caratteristica: la straordinarietà appunto. Tra modernità e tradizione. Uno accanto all'altro si trovano lo showroom di design e l'antica drogheria, il caffè storico e la galleria d'arte. E poi locali, negozi, alberghi, case museo. Cos'è che li rende particolari? Magari un'idea, il prodotto, ma soprattutto le persone che ci stanno dentro. Già presente a Milano da cinque anni e a Torino da tre, il progetto Italiastraordinaria giunge sotto la Lanterna. A breve sbarcherà anche a Roma e Firenze. Tutto inizia quando Elisa Sanna - architetto e scenografa, all'epoca nello staff di Genova 2004 - trova in una bigiotteria milanese questo volumetto dalla grafica accattivante. «Possibile che le cose carine e divertenti le facciano solo a Milano?», pensa. Decide di contattare l'editore, convinta che anche Genova possa dire la propria. Parte così una lunga fase di ricerca, condotta insieme ad Isabella Baroni, esperta di comunicazione web, tornata a Genova dopo aver lavorato a Roma e Milano. Tutte e due hanno già un lavoro, si ritagliano mezz'ore utili e weekend per correre avanti e indietro. «Ovviamente, all'inizio abbiamo privilegiato il centro storico, ma in futuro contiamo di approfondire le zone di Levante, Ponente e l'entroterra», dice Isabella. Arte, arredamento, gioielli, servizi, moda. «Ci interessava capire più che altro la storia delle persone che hanno reso straordinarie le proprie attività», dice Elisa. Interviste e fotografie personalizzate creano una serie di ritratti più che di schede. Qualcuno ha detto che se a Carrie Bradshaw di Sex and the City capitasse sottomano una copia di Genovastraordinaria, si trasferirebbe subito da New York a Genova. Divertente, rende l'idea. Ma accanto all'aspetto più trendy della città, come il Chichibio o Via Garibaldi 12, la guida presenta luoghi pregni di storia, come la drogheria Torielli, i caffè Romanengo e Mangini. C'è anche una parte dedicata al vintage (dove figura l'Almanacco), un'altra alla natura. Ci sono atelier privati e salotti da intellettuali. E c'è anche mentelocale. Ecco cosa si dice di noi: Nell'Atrio di Palazzo Ducale, contenitore culturale della città, Eugenio e Paolo Musso aprono nel 1999 mentelocale, punto di riferimento per colazioni, lunch, aperitivi ed eventi musicali. Ma non solo, in realtà è il front office del più importante web-magazine della Liguria, un sito d'informazione e di approfondimento on-line che segnala quotidianamente tutto quello che c'è da fare in città e in Riviera. Navigando tra le sue pagine si trova una guida da Laura Guglielmi, con Giulio, Daniele, Laura, Francesco, Giorgio e Francesca che consigliano cosa fare nel tempo libero, raccontando la città e il suo fermento, e offrendo inoltre servizi di redazione a partner d'eccellenza. E scusate se è poco. Per chi è? «Per tutti quelli che hanno buon gusto», dice Elisa. Utile anche per alcune professioni particolari, come designer, scenografi, costumisti, che sapranno dove rivolgersi per una lampada anni Cinquanta o un vestito del Settecento. Il prossimo anno che succede? «Questo progetto è come una droga - dice Elisa - noi continuiamo a tenere d'occhio tutto quello che succede». Ci sono locali che aprono, altri chiudono. Aggiunge Isabella: «L'intento è quello di creare ogni anno un'istantanea dei punti vitali di questa città». Genovastraordinaria è distribuita nelle librerie di tutto il nord Italia e nelle principali edicole genovesi. Costa 14 Eu, è anche in inglese.


genovastraordinaria07

corriere mercantile ottobre 2006


genovastraordinaria07

la repubblica - genova ottobre 2006


genovastraordinaria07

secolo XIX ottobre 2006


genovastraordinaria07

sito: www.ligurianotizie.it


genovastraordinaria07

il secolo XIX


genovastraordinaria07

sito: www.genovapress.com


italiastraordinaria06

milanostraordinaria torinostraordinariagenovastraordinariaromastraordinariafirenzestraordinariabolognastraordinaria


milanostraordinaria06 bagno design luglio 2006


milanostraordinaria06 monza news marzo 2006


milanostraordinaria06

casaviva gennaio 2006


milanostraordinaria06

la repubblica del 30 dicembre 2005


milanostraordinaria06

gioia casa febbraio 2006


milanostraordinaria06

il sole 24 ore dicembre 2005


milanostraordinaria06

il giornale del 30 novembre 2005 VIA MOSCOVA

Una guida per scoprire la Milano straordinaria 쎲 Domani dalle 18.30 alle 22 al «Bookshop & caffeteria degli Atellani», via Moscova 28, è presentata la nuova edizione di «Milanostraordinaria 06», una guida che si propone di svelare una città straordinaria e segreta, spesso poco nota anche a chi ci vive e la ama. Il libro - Edizioni dell’Ambrosino, 216 pagine, 15 euro, progetto grafico di Daniela Cattani - individua e riunisce tutte quelle attività che si distinguono per innovazione e creatività. Con uno spettro a tutto campo: dagli alberghi ai tessuti, dall’antiquariato alla fotografia, dai locali al design. Per ogni attività «straordinaria» si raccontano le vicende professionali e personali dei protagonisti, spesso avventurose. Nel 2006 sarà attivato il sito www.italiastraordinaria. it con tutte le iniziative e le novità.


milanostraordinaria06

sito web http://www.internimagazine.it/


milanostraordinaria06

marie claire marzo 2006


milanostraordinaria06

bar giornale febbraio 2006


torinostraordinaria06

intinerari e luoghi gennaio 2006


italiastraordinaria05

milanostraordinaria torinostraordinariagenovastraordinariaromastraordinariafirenzestraordinariabolognastraordinaria


milanostraordinaria05

io donna 15 gennaio 2005


milanostraordinaria05

itinerari e luoghi marzo 2005


milanostraordinaria05

corriere della sera 19 dicembre 2004

sito web www.ambienteeuropa.info


milanostraordinaria05

sito web www.asa-press.com


milanostraordinaria05

l’espresso 3 febbraio 2005


milanostraordinaria05

dove febbraio 2005


torinostraordinaria05

bar giornale


torinostraordinaria05

speciale su torino magazine del 2004


torinostraordinaria05


torinostraordinaria05

panorama 7 ottobre 2004


torinostraordinaria05

sito web www.newspettacolo.com


torinostraordinaria05

sito web www.ansa.it

sito web www.piemontepaese.it

rassegna stampa  

per chi apprezza lo straordinario in tutti i sensi, nell’arte, nella cultura, nella moda, nel cibo, nei luoghi e nell'anima.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you