Page 1

BRESCIA

ACI Brescia Notizie Periodico di Aci Brescia anno 2 numero 2 aprile 2017

N TIZIE Ponte di Legno e l'Alta Valcamonica Non solo turismo... Storia, tradizione e sport

Mille Miglia ‘Quest’auto sterza C’è un box da tetto per sempre giovane come un compasso’ per ogni stagione Mercoledì 16 maggio 2018 sarà al “via” la trentaseiesima edizione della Mille Miglia

Dalla Versilia al cuore degli italiani. L'auto sotto i riflettori era lei. La leggenda della Fulvia Coupé

Montato sull’utilitaria da tragitto casa-lavoro-casa, è perfetto. E d’inverno è anche meglio


ACI BRESCIA FOCUS

BRESCIA

N TIZIE

“C

A TU PER TU CON IL PRESIDENTE hiudiamo l’anno con uno straordinario risultato: la prospettiva del 2018 è quella di un Automobile Club di Brescia libero da debiti. Questo è il primo dato importante e ne sono particolarmente orgoglioso.

Il secondo è che completeremo quella che definisco la ‘revisione dei marchi’: così come unico proprietario del marchio Mille Miglia è Aci, ci sono, nostra esclusiva, anche tanti altri marchi, come il ‘Mille Miglia Green’. Quindi abbiamo recuperato il tutto e faremo ‘pulizia’, comprendendo una serie di oneri connessi alla tutela della relativa proprietà intellettuale. Significa liberare ulteriori risorse.

Aci Gold, la tessera che offre il top dell'assistenza Oltre ai servizi di soccorso stradale in Italia e all’estero nei paesi UE e di auto sostitutiva in caso di immobilizzo di qualunque veicolo tu sia a bordo, Aci Gold ti offre anche: Medico Pronto per te e i tuoi familiari a casa e in viaggio Assistenza pediatrica e cardiologica in Italia

In situazioni di emergenza, prestazioni professionali 24h su 24h di falegname, fabbro, idraulico, elettricista

In caso di immobilizzo veicolo per errato rifornimento carburante pulizia serbatoio gratis (previo soccorso ACI)

Il Presidente Piergiorgio Vittorini: “Sarò orgoglioso di presentarmi in Assemblea dando conto del fatto che non solo non abbiamo più debiti, ma abbiamo tanti progetti operativi”.

Attueremo una serie di nuove iniziative, comprese manifestazioni sportive, alcune competitive, nell’ambito di un campionato italiano che insieme ad Aci storico si sta costruendo e per il quale abbiamo appena registrato la ‘Coppa delle Alpi’ per il 2018. Straordinario perché avremo anche la collaborazione di tanti Automobile Club italiani e stranieri. Poi vi sono altri progetti in corso d’opera e che comportano anche un rapporto con l’Automobile Club di Bergamo e gli Automobile Club lombardi.

Abbiamo predisposto inoltre un progetto importante: avremo finalmente un registro delle auto della Mille Miglia, gestito e con marchio Mille Miglia e sempre in collaborazione con Aci Storico. Voglio ricordare l’evento compiuto a Monza e Milano: lì abbiamo portato l’immagine del nostro Automobile Club, dei nostri piloti e delle auto in mondovisione per un minuto e mezzo. Automobile Club di Brescia, con i suoi 2.500 iscritti per attività sportive, è il numero uno in Italia e non è solo Mille Miglia.

Sarò dunque orgoglioso di presentarmi in Assemblea dando conto del fatto che non solo non abbiamo più debiti, ma abbiamo tanti progetti operativi”.

PER INFORMAZIONI GLI UFFICI ACI BRESCIA SONO DISPONIBILI: da lunedi a venerdi ore 8,30 - 17 tel. 030 23 97307/335 - fax 030 2397341 email: soci@aci.brescia.it

3


IL DIRETTORE RISPONDE

BRESCIA

ACI BRESCIA SPAZIO SPORT

N TIZIE

tizie LINE: tizie.it o n N O a i c E no I Bres ANCH cibrescia C A a IAL: www. C O S E ANCH ACI BRESCIA SPAZIO SPORT Pag. 6 - Novantesimo compleanno per la Mille Miglia Pag. 8 - Gli “Oscar” di Aci Brescia Pag. 10 - Maggio a Salò: Rally Mille Miglia!

ACI BRESCIA WORK IN PROGRESS Pag. 12 - Vendere e acquistare in trasparenza l’auto

ACI BRESCIA TERRITORIO Pag. 13 - Scegliete la delegazione più vicina a voi

ACI BRESCIA INTERVISTA Pag. 14 - Luciano Dal Ben: “Vi racconto la mia Mille Miglia”

BRESCIA

SOMMARIO N TIZIE ACI Brescia Notizie anno 2 - numero 2 - novembre 2017 Periodico di ACI Brescia inviato gratuitamente a tutti i Soci e ad Enti vari

Editore: Automobile Club Brescia

Direttore responsabile: Angelo Centola

Progetto grafico e redazione: Meccanica delle Idee snc di Elena Landi e Roberto Barucco www.meccanicadelleidee.it

Registrato presso il Tribunale di Brescia al n. 7/2015 il 3 giugno 2015

ACI BRESCIA CONSIGLIA Pag. 15 - Bach e Vivaldi in orchestra a plettro

ACI BRESCIA IN VIAGGIO Pag. 16 - “Luoghi” (anche) dell’anima: le meraviglie del Garda

ACI BRESCIA PASSIONE D’EPOCA Pag. 18 - Sotto il cielo di “Capri” Pag. 19 - Pronti a stupirsi per il rombo di uno “Spit”

ACI BRESCIA BLOG Pag. 20 - Il “rallentatore” è davvero utile?

ACI BRESCIA SERVIZI Pag. 21 - Rinnovo della patente, Aci Brescia ti aiuta Pag. 22 - Aci Brescia mette al sicuro la patente Pag. 23 - L’auto d’estate, i controlli prima delle vacanze Pag. 25 - Conosci i servizi di Aci Gold? Pag. 26 - Le tessere Aci a Brescia ACI BRESCIA RELAX Pag. 30 - Libri & Musica di ieri e di domani

ACI BRESCIA: IL DIRETTORE RISPONDE

“A

ci Brescia conclude l’anno con un bilancio positivo e lusinghiero per molti aspetti. Sono tante le novità e le proposte che abbiamo affrontato e impostato nel corso di questi mesi. Penso alla serie di nuove iniziative a tutela degli automobilisti, alle tante possibilità offerte dalle nostre tessere, alle implementazioni dei servizi. Ad esempio le nuove delegazioni aperte in zone strategiche della provincia, dove ci venivano richieste dalla popolazione. Alla bella realtà della delegazione di Salò, alle potenzialità di nuovi accordi che si svilupperanno anche in Valle Camonica.

Il Direttore di Aci Brescia, Angelo Centola: “Novità ed eventi caratterizzeranno il 2018”

Siamo sempre più vicini all’aspetto sportivo e vogliamo aumentare la partecipazione di Aci Brescia a tanti eventi che ci collocano in sinergia con le istituzioni e a fianco di enti e comuni. In questo senso vogliamo proseguire con ancora maggiore entusiasmo e determinazione.

Non manca l’attenzione, che è parte dello stesso dna di Aci nazionale e di Aci Brescia, alle tematiche ambientali e della sicurezza, che da sempre ci vedono impegnati in prima fila a sostegno degli automobilisti, Ne abbiamo scritto spesso sulle pagine di questo giornale, parlando di anticipazioni, di possibilità e cercando di stimolare il confronto su temi e problemi che riteniamo importanti.

Anche in questo numero troverete un servizio dedicato al concetto di “Città Ideale”, questa volta affidato a studenti e insegnanti, attraverso un “concorso d’idee” che consenta alla creatività dei ragazzi di divenire terreno di crescita e condivisione. La risposta in questo senso è stata entusiasmante e tutti i giovani coinvolti con le loro classi e gli insegnanti sono meritevoli di un premio e della nostra riconoscenza. È sulle note del futuro possibile che rinnovo disponibilità e attenzione e auguro a tutti di trascorrere con le proprie famiglie e i propri cari le più serene festività.

Direzione e Amministrazione: Brescia via Enzo Ferrari 4/6 tel. 030 2397327/319 - segreteria@aci.brescia.it

Stampa: Grafica Sette, Bagnolo Mella (Bs) via G. Piamarta, 59/61 www.graficasette.it Spedizione via web e in abb. post. 70% - Filiale di Brescia

4

5


Fotografie Area Press 2013 Copyright 1000 Miglia srl. All rights reserved.

ACI BRESCIA SPAZIO SPORT

N TIZIE

M

MILLE MIGLIA PER SEMPRE GIOVANE

Le iscrizioni sono aperte dal 24 ottobre: compilando schede e dati sul sito www.1000miglia.it, tutti i possessori di una vettura con i requisiti richiesti potranno presentare la loro candidatura per partecipare alla trentaseiesima rievocazione. Le iscrizioni chiuderanno alle ore 23:59 del 4 gennaio 2018 (orario italiano).

6

BRESCIA

ACI BRESCIA SPAZIO SPORT

ta da lia t a r t Foto 1000 Mig ess r tto) p o a s e s r t A redi c e? i r d a e c i l (v pubb ò u p Si

ercoledì 16 magrara e Comacchio, si concluderà a Cergio 2018 prenderà via-Milano Marittima. Il giorno dopo, il via la trentasegiovedì 17 maggio, dopo i passaggi a Peiesima rievocaziosaro e nella Repubblica di San Marino e ne della Mille Mil’attraversamento di magnifiche località glia, che sarà la come Arezzo, Cortona e Orvieto, la sesessantatreesima conda tappa porterà i concorrenti a competizione auRoma. Venerdì 18, il percorso dalla catomobilistica caratterizzata dalla Freccia pitale resterà pressoché invariato fino a Rossa. Come avviene dal 2016, la Mille Siena. Tra le novità dell’edizione 2018, Miglia sarà disputata in quattro tappe il passaggio a Lucca e lungo la Versilia. per altrettante giornate ma, importante Terminati i lavori di ripristino dell’antica novità del 2018, la corsa - anziché il giostrada, la Mille Miglia potrà finalmente vedì - prenderà il “via” un giorno prima, percorrere il tratto dell’edizione del 1949, mercoledì 16, e tornerà in Viale Venezia tra Sarzana e il Passo della Cisa. La nel pomeriggio di sabato 19 maggio. terza tappa sarà conclusa nuovamente Poco più tardi, sul palco di Piazza della a Parma: da qui, il sabato mattina, la Loggia, la premiazione del vincitore della carovana si rimetterà in viaggio verso gara darà il “via” alla lunga Brescia. La Mille Miglia Mercoledì Notte della Mille Miglia. tornerà a disputare alcune 16 maggio 2018 prove all’interno dell’AutoLa prima tappa, con partenza nel primo pomeriggio dromo Nazionale di Monza sarà al “via” di mercoledì 16 maggio, la trentaseiesima per proseguire poi attradopo il passaggio a Desenverso Bergamo e la Franedizione zano e Sirmione, al Parco ciacorta. rievocativa della Sigurtà di Valeggio Sul Fonte: Ufficio Stampa Mille Miglia Mille Miglia Mincio e a Mantova, Fer-

7


I

(Immagini by www.rally1000miglia.it - T&P Sport & Health Mastery - Ph. Pierpaolo Romano - M. Bettiol)

nizia il conto alla ‘Qui nel Bresciano rali di questa splendida rovescia per la area. Il Rally Mille Miautomobili 42a edizione del glia - prosegue Angelo Rally Mille Mi- e motori sono una Centola - ha una sua perealtà palpabile, culiare forza attrattiva e glia: l’appuntamento è fissato che è parte del dna sa calamitare l’attennel 2018 “e sazione degli appassionati. locale. Quindi è Qui ranno davvero in nel Bresciano autocomprensibile mobili tanti gli appassionati che vie motori sono una siteranno Brescia e il suo come l’attesa sia realtà palpabile, che è già grande’ territorio - spiega il Direttore parte del dna locale. di Aci Brescia, Angelo CenQuindi è comprensibile tola, anticipando alcuni concome l’attesa sia già tenuti della manifestazione sportiva -, grande. Sia per conoscere i dettagli del per vivere momenti di autentica paspercorso, sia per sapere quali saranno i sione e agonismo e, penso a chi viene da piloti pronti a sfidarsi per un trofeo amfuori provincia, da tutta Italia, conoscere bito e al quale Aci Brescia crede e partele potenzialità sia turistiche, sia cultucipa con particolare entusiasmo”.

8

Una tradizione che si rinnova, anno dopo anno, con una lunga storia e un palmares di campioni di tutto rispetto È una tradizione che si rinnova, anno dopo anno, quella del Rally Mille Miglia, ed ha dalla sua una lunga storia e un palmares di campioni di tutto rispetto. Nell’albo d’oro non mancano grandi nomi che, con il trascolorare del tempo, sono diventati idoli e amici dei bresciani amanti del rally. Rimandi storici, nuovi e vecchi campioni, storie e sfide all'ultimo tornante. Ritmi serrati, dunque, per arrivare al giorno del “via” e vivere nuovamente tutto l’entusiasmo e il coinvolgimento che il Rally sa trasmettere ai suoi appassionati. Lunga vita al Rally Mille Miglia e… Non perdete gli aggiornamenti su percorso e iscrizioni. (Info: www.rally1000miglia.it)

SHOP

ACI BRESCIA SHOPPING

Editore: Promos Edizioni Confezione: rigida cartonata | Pagine: 344 Per i Soci Aci Brescia scontato a 40,00 euro anzichè 50,00 euro

N TIZIE

LIBRERIA DEL SOCIO

Editore: Festina Lente Edizioni Confezione: brossura | Pagine: 144 Per i Soci Aci Brescia scontato a 15,00 euro anziché 20,00 euro

Il libro celebra la storia di un rally mitico come il 1000 Miglia che, nel suo albo d’oro, annovera i migliori interpreti del rallysmo italiano degli ultimi quarant’anni.

BRESCIA

ACI BRESCIA SPAZIO SPORT

te da .it t a r t iglia Foto m 0 0 lly10 sotto) a r . w ww dits e r re? c a i c i d l e b (v pub o n o ss Si po

RALLY “MILLE MIGLIA” 2018 INIZIA IL CONTO ALLA ROVESCIA PER LA 42a EDIZIONE

Una delle competizioni più amate dagli appassionati di automobilismo e più apprezzate dai piloti, la Malegno-Ossimo-Borno, raccontata in un’entusiasmante storia a fumetti.

Questi e altri fantastici gadget “Rally 1000 Miglia” e “Cronoscalata Trofeo Vallecamonica” si possono acquistare nell’Ufficio Soci di Aci Brescia in via Enzo Ferrari 4 tel. 030 2397335

9


ACI BRESCIA IN VIAGGIO

BRESCIA

ACI BRESCIA IN VIAGGIO

N TIZIE

I E RENN ICAZION O N I  M BL SONO ALLA PUB   I Z Z I A   I RAG RATORIA RE I VOLT E A LIB E OSCURA I R A R SS OPPU NECE

CONCORSO ‘LA MIA CITTA’ IDEALE’ I GIOVANI HANNO TANTO DA DIRE La “città ideale” esiste. E si può costruire. È nel cuore e nelle speranze dei ragazzi che diviene visibile. Diviene “La mia città ideale”. Diverrà la nostra. Lo ha dimostrato l’entusiasmo e la bella giornata vissuta lo scorso 21 settembre, nella sede centrale di via Ferrari, a conclusione del concorso d’idee dedicato ai temi dell’educazione stradale, lanciato da Aci Brescia che, al suo debutto, ha già superato ogni aspettativa.

10

P

messaggio consapevole. Direi che è remiare tutti, per quanto stato pienamente raggiunto”. Quindi, hanno dimostrato affronla premiazione si è tradotta in una tando le tematiche della sigiornata di festa, che ha visto classi incurezza stradale e dell’attere, insegnanti e anche studenti che tenzione alla guida, era la scorsa estate hanno concluso il perd’obbligo, “non esiste una corso superiore con l’esame di maturità, classifica applicabile - conferma il Diritrovarsi nella sala conferenze di Aci rettore Angelo Centola - quando la Brescia. Hanno partecipato al concorso voglia di proporre e l’entusiasmo dei dedicato alla “Città Ideale”, l’Istituto giovani è così coinvolgente. Tutti meriStatale di Istruzione Secondaria Supetano e tutti vanno menzionati, da quanriore “L.Bazoli” e ti, i più piccoli delle pri“M.Polo” di Desenzano, marie hanno realizzato Il Presidente con la classe 4a I, la disegni, tanto efficaci di Aci Brescia, classe 4a H, la classe quanto semplici e sinceri, ai più grandi, a Piergiorgio Vittorini: 5a H (alla premiazione quelli che stanno con“I ragazzi meritano erano presenti alcuni cludendo le superiori e, tutti i complimenti docenti e diversi stuin rappresentanormai vicini alla patente per l’ottimo lavoro denti za); la Scuola Secondadi guida, vedono il tema che hanno saputo ria di I grado “Don Oriosicurezza e viabilità con realizzare” ne” di Botticino Sera, occhi differenti. L‘obietcon la classe 1a, (pretivo era far veicolare un

sente alla premiazione con alunni e docente) e la classe 3a. Ancora, la Scuola Primaria “A. Canossi” di Brescia, coordinati dalla docente. L’Associazione Formazione “Giovanni Piamarta Centro Artigianelli” di Brescia, con la classe 2a degli Operatori grafici multimediali (tutti presenti alla premiazione con il loro docente e il dirigente).

americano John Kennedy - e l’attenzione Il Direttore ai valori che vogliamo di Aci Brescia, sottolineare con questo concorso è un punto Angelo Centola: “La buona riuscita di partenza. Per stil’impegno. Un si è vista fin dall’inizio. molare passaggio che riguarda Proporremo anche i rapporti umasicuramente anche ni, il conoscersi, il diala seconda edizione, logare, magari meno coinvolgendo sempre con il telefonino, ma al contatto più ragazzi e scuole” passando e alla reciproca interazione tra persone. È anche così che si cresce e che possiamo “Una bella giornata e una grande sodguardare più serenamente al domani. disfazione - ha sottolineato il Presidente Vorrei ringraziare davvero tutti i radi Aci Brescia, avv. Piergiorgio Vittorini gazzi, perché con il loro entusiasmo -, i ragazzi meritano tutti i complimenti oggi ci hanno insegnato qualcosa in per l’ottimo lavoro che hanno saputo più e ci hanno contagiato positivamenrealizzare”. Disegni, lavori a livello di te”. “La buona riuscita si è vista fin ottima grafica pubblicitaria, con slogan dall’inizio - ha concluso il Direttore di diretti e video, hanno conquistato l’atAci Brescia, Angelo Centola -. Proportenzione e stimolato alla riflessione. remo sicuramente anche la seconda edizione, coinvolgendo sempre più ra“Bisogna sempre chiedersi che cosa si gazzi e scuole. Magari raccogliendo i può fare per il proprio Paese - ha contilavori in calendari o altri gadget di Aci nuato il Presidente di Aci Brescia, ciBrescia”. (reda) tando una celebre frase del Presidente

11


“A

SCEGLIETE LA DELEGAZIONE PIÙ VICINA A VOI

Ai propri soci Aci Brescia offre assistenza capillare sul territorio tramite la presenza di una fitta rete di delegazioni, dove è possibile espletare pratiche automobilistiche, pagare le tasse sui veicoli, acquistare prodotti associativi.

SALO’: APRE LA DELEGAZIONE ACI BRESCIA

Salò, prima della fine dell’anno, saremo completamente operativi con la nuova sede della delegazione Aci Brescia”, conferma il Direttore Angelo Centola, mentre spiega quali potenzialità e anche quale aspetto (lo anticipiamo in questa pagina) avrà la struttura ormai pronta all’apertura.

“Si tratta di una importante operazione da parte nostra, perché Salò, nel Bresciano, rappresenta un punto di riferimento di grande rilievo. Con l’apertura di questa delegazione vogliamo rispondere a tante richieste che ci sono arrivate. Importante, dicevo, perché nell’area interessata potremo così rispondere al meglio a tutte le esigenze degli automobilisti”.

ACI BRESCIA: ARRIVA IL “CAR WASH”

Aci Brescia accresce ancora la sua gamma di offerte per l’associato, con l’apertura di un nuovo autolavaggio a poca distanza dalla sede cittadina di Via Ferrari. L’impianto, moderno e ampiamente fruibile, andrà ad arricchire le possibilità che la tessera di Socio Aci offre già per quanto riguarda il rifornimento di carburante e la relativa scontistica già applicata. La struttura destinata all’autolavaggio sarà operativa prima della conclusione del 2018. 12

Dalle prime immagini del progetto si nota che la sede sarà molto bella, di grande impatto.

“Lo confermo: la sede sarà molto accogliente, ben strutturata e realizzata secondo i più moderni canoni costruttivi e di arredamento. E’ una immagine di prestigio che conta anche su una accessibilità di tutto rispetto, visto che abbiamo una ampia zona circostante adibita a parcheggio, gratuito”. Su che servizi potranno contare gli utenti?

“Avranno a disposizione tutti i servizi tradizionali di Aci: bolli, pratiche per le patenti e ulteriori implementazioni, sempre con un particolare e attento riferimento al mondo della mobilità”. (reda)

Brescia Sede Via E. Ferrari 4 - Tel. 030 2397327 / 319 segreteria@aci.brescia.it Delegazione di Bovezzo Via Canossi 10 - 25073 Bovezzo (BS) Tel. 030 5107304 - Fax: 030 5107305 bs060@delegazioni.aci.it Delegazione di Breno Piazza Vittoria 1 - 25043 Breno (BS) Tel/Fax 0364 320820 bs013@delegazioni.aci.it Delegazione di Brescia Due Via Luigi Rizzo 1 - 25124 Brescia (BS) Tel. 030 2428802 - Fax: 030 2475406 bs064@delegazioni.aci.it Delegazione di Brescia Nord (via Triumplina) Via Triumplina 131 - 25136 Brescia (BS) Tel. 030 2010304 - Fax 030 2096733 bs057@delegazioni.aci.it Delegazione di Brescia Piazzale Pola P.le Pola 1 - 25128 Brescia (BS) Tel. 030 3384421 - Fax 030 5105042 bs034@delegazioni.aci.it

Delegazione di Brescia Tre (Campo Marte) Via G. Rossetti 2/26 - 25128 Brescia (BS) Tel. 030 3701049 - Fax 030 3386719 bs055@delegazioni.aci.it Delegazione di Castenedolo Via Matteotti 152 - 25014 Castenedolo (BS) Tel. 030 3384421 - Fax 030 2732035 bs067@delegazioni.aci.it Delegazione di Chiari Via San Sebastiano 40 - 25032 Chiari (BS) Tel/Fax 030 7002523 bs058@delegazioni.aci.it Delegazione di Darfo Boario Terme Piazzale Donatori di Sangue 8 25047 Darfo Boario Terme (BS) Tel. 0364 531544 - Fax 0364 526042 bs030@delegazioni.aci.it Delegazione di Desenzano del Garda Via Mezzocolle 6 25015 Desenzano del Garda (BS) Tel. 030 9141171 - Fax 030 9912605 bs015@delegazioni.aci.it Delegazione di Edolo Viale Derna 1 - 25048 Edolo (BS)

ACI BRESCIA TERRITORIO

BRESCIA

ACI BRESCIA WORK IN PROGRESS

Benvenu t in Aci Br i escia!

N TIZIE Tel. 0364 72841 bs065@delegazioni.aci.it Delegazione di Gambara Piazza XXV Aprile 25020 Gambara (BS) Tel. 030 956725 - bs031@delegazioni.aci.it Delegazione di Gardone Val Trompia Via Matteotti 153 25063 Gardone Val Trompia (BS) Tel 030 8912979 Fax 030 8349406 bs047@delegazioni.aci.it Delegazione di Gavardo Via della Ferrovia 12 25085 Gavardo (BS) Tel 0365 373331 - Fax 0365 373331 bs066@delegazioni.aci.it Delegazione di Iseo Via Canneto 22 - 25049 Iseo (BS) Tel/Fax 030 9868594 bs049@delegazioni.aci.it Delegazione di Leno Via Venticinque Aprile 6 25024 Leno (BS) Tel 030 9038654 - Fax 030 9038273 delegazioneleno@aci.brescia.it Delegazione di Lumezzane Via M. D’azeglio 1 25065 Lumezzane (BS) Tel. 030 827333 - Fax 030 827333 autoscuolelumezzane@gmail.com Delegazione di Montichiari Via G. A. Poli 31- 25018 Montichiari (BS) Tel/Fax 030 961053 - studiorbellandi@pec.it Delegazione di Orzinuovi Via Montagna - 25034 Orzinuovi (BS) Tel. 030 941636 - Fax 030 9940231 bs063@delegazioni.aci.it Delegazione di Palazzolo sull’Oglio Via C. Battisti 3 25036 Palazzolo Sull’Oglio (BS) Tel. 030 743520 - Fax 030 731745 bs022@delegazioni.aci.it Delegazione di Rovato Via XX Settembre 49 Tel: 030 7721620 - 030 7721536 Fax: 030 7721620 bs040@delegazioni.aci.it Delegazione di Sabbio Chiese Via S. Moretti 20 - 25070 Sabbio Chiese (BS) Tel. 0365 895899 - Fax 0365 895899 bs041@delegazioni.aci.it Delegazione di Travagliato Via Ziliani 49 - 25039 Travagliato (BS) Tel. 030 6863744 - Fax 030 6864302 bs033@delegazioni.aci.it Delegazione di Villa Carcina Via G. Marconi 67/b 25069 Villa Carcina (BS) Tel/Fax 030 8981713 aci.villacarcina@integra.aci.it

13


Luciano Dal Ben, pilota, appassionato e gentleman driver a consegnare, di fronte ai vertici di Aci Brescia, alla presenza del Presidente Piergiorgio Vittorini e del Direttore Angelo Centola, il “Premio Castellotti” a Antonio Giovinazzi: è lui, terzo pilota della Scuderia Ferrari di Formula 1 che riceve dal presidente della Scuderia Ferrari Club di Brescia, un premio che è soprattutto un simbolo. Passione, competizione, motori che a Brescia sono tutt’uno con la lunga storia dell’automobilismo, divengono tutt’uno nel “Premio Castellotti”. Qui c’è il ricordo della Mille Miglia e non a caso si

Fotografie pgc Aci Brescia

È

Giornata magica all'interno dell'Automobil Club di Brescia per la premiazione del terzo pilota della Scuderia Ferrari

L’annullo speciale per il 90° di Automobile Club di Brescia

azzeccata. Si vive così una nuova storia di dedizione e grinta che “giustamente sta facendo rifiorire la scuola tricolore dell’automobilismo italiano”, conclude il presidente della Scuderia Ferrari Club. cita il vincitore della “Ricevere un premio così storica edizione del prestigioso - aveva detto Luciano Dal Ben: 1956, c’è un passaggio Giovinazzi, ora anche “Si vive così ideale di testimone, un nuovo socio onorario della una nuova storia Scuderia Ferrari Club di messaggio di agonismo di dedizione e grinta Brescia - nel contesto di e speranza. uno storico Automobile che giustamente Antonio Giovinazzi, sta facendo rifiorire Club mi inorgoglisce”. campione pugliese, applaudirlo un vero la scuola tricolore Ad emozionato, con il parterre de roi, il presi“Premio Castellotti” dell’automobilismo dente di Sfc Mondo, Masvive tutto questo. Ed è italiano” simo Rivola e il direttore altrettanto felice LuSfc Mondo, il manager ciano Dal Ben, che è riuscito a portare a Francesco Principe, Jonida Deliana reBrescia uno dei simboli della scuderia sponsabile della “Help desk” della Scumodenese. “Una scelta che era maturata deria Ferrari Club Mauro Apicella, il - spiegava Dal Ben - prima ancora che delegato Aci Sport della Lombardia, Antonio Giovinazzi venisse ingaggiato Alessandro Tibiletti. dalla Scuderia Ferrari”. E la scelta stata (reda)

È

il senso della storia, il legame con un passato illustre e il domani, quello che caratterizza l’iniziativa di Poste Italiane, che ha deciso di partecipare alle celebrazioni per il 90° anniversario dell’Automobile Club di Brescia con un particolare annullo filatelico e una cartolina dedicati all’evento. L’automobilismo, declinato in tutti i suoi

aspetti e la tradizione bresciana si uniscono alla filatelia e alla passione dei collezionisti. A presentare l’iniziativa il Presidente di Aci Brescia Piergiorgio Vittorini, il Direttore Angelo Centola e la Direttrice di Poste Italiane di Brescia, Maria Carla Brunori. Nel corso della presentazione, fino alle 20 dello scorso venerdì ottobre, è stato anche possibile usufruire di uno spazio filatelico temporaneo, allestito nella sede di via Ferrari, dove era possi-

ACI BRESCIA EVENTI

BRESCIA

ACI BRESCIA INTERVISTA

TO O F E R E D N E ATTE IRETTOR DAL D

AD ANTONIO GIOVINAZZI IL “PREMIO CASTELLOTTI”

14

TRADIZIONE E STORIA CONDIVISE

N TIZIE

bile ottenere l’annullo speciale, proprio sulla cartolina edita da Poste Italiane in tiratura limitata a 1.000 esemplari e con il timbro appositamente creato per la ricorrenza. “È un modo per ricordare e contestualizzare - ha sottolineato il Presidente Piergiorgio Vittorini - la storia e il cammino che si compie al servizio dei soci e che ci indica ulteriormente che direzione percorrere nell’avvenire per i nostri associati. Inoltre alla cartolina viene abbinato il francobollo dedicato al Centenario di fondazione dell’Automobile Club d’Italia, emesso nel 2005. Un plus che valorizzerà ancora di più la proposta. L’annullo speciale, dopo essere stato utilizzato il 20 ottobre, è stato depositato allo Sportello Filatelico dell’Ufficio Postale di Brescia Centro: lì resterà per sessanta giorni, per soddisfare tutte le richieste di bollatura che arriveranno, è una certezza, dai collezionisti di tutta Italia. Infine, quando sarà concluso il servizio, il piastrino filatelico verrà depositato nel Museo storico della Comunicazione di Roma. (reda)

O T O F E R E D N ATTE NULLO AN RE O T T E R I D DAL

15


PONTE DI LEGNO E L’ALTA VALCAMONICA, NON SOLO TURISMO. STORIA, TRADIZIONE E SPORT

Dici Ponte di Legno e agli occhi ti appaiono decine di ricordi, scenari splendidi, vette immacolate. È uno dei luoghi del cuore dei bresciani, che vanno “A Ponte” per passione, tradizione, antiche sane abitudini passate di padre in figlio, per generazioni.

16

Q

uella di Ponte di Lera Bianca, si sosta in silenzio ascoltando gno è una storia lunga il vento, il cammino è cadenzato, quasi da narrare. Non baa ripercorrere i sentieri degli avi. Sulsterebbero volumi inl'altro versante dalignese il Gavia e il teri per rievocare il valico verso Sondrio. Altro assaggio di significato profondo, passato recente e momenti da rievocaradicare. Qui scorrono to nella gente camuna e Ma andiamo per gradi: nei suoi ospiti, temporale immagini della Ponte di Legno, dicevamo, è storia, certo ed ha nei o a lungo termine. Guerra Bianca, avuto, nel corso della Siamo nell'Alta Valcasi sosta in silenzio storia, la capacità innata monica e il Tonale, con ascoltando il vento, di evolvere turisticamenil suo passo che, aggrapil cammino te, svilupparsi e far crepato lassù, proietta in Trentino, è antica vicenè cadenzato, quasi scere nuove realtà sul suo territorio. da e grido: qui scorrono a ripercorrere «Donamus etiam ad prele immagini della Guer-

i sentieri degli avi

Dicevamo che Ponte di Legno è sport. Verissimo. Sport invernale ed estivo. Dalle discipline più tradizionali a quelle più moderne e nuove. Anche in tema di sport interviene la storia, nel 1911 viene fondato lo Ski Club Ponte di Legno, che è stato uno dei primi d'Italia. La nomina del Touring Club come prima stazione italiana di turismo e sport invernali sarà questione di poco, l'anno dopo, nel 1912. Sci, sci da fondo e tutte le possibili variazioni più recenti, dallo snowboard in poi, qui non mancano ad appassionati e neofiti. Il tutto servito da una rete di impianti di risalita e piste che non è secondo a nessuno.

L'inverno ha in Ponte di Legno un riferimento sicuro, come l'estate, dove le ciclabili per mountain bike non mancano e ci si può confrontare a qualsiasi livello con gli sport di tendenza nel terzo millennio. Non dimentichiamo il Giro d'Italia, che su queste strade, dal Tonale al Gavia, ha raccontato la sua storia. E altre mille possibilità, che vanno dal trekking in quota, alla scuola di alpinismo, alle passeggiate in cerca di funghi, al godersi in vetta malghe e rifugi alpini. Con tutta la magia di un fuoco acceso, un buon bicchiere di vino e un piatto di polenta e formaggio, come raccontiamo nel riquadro in alto.

ACI BRESCIA IN VIAGGIO

BRESCIA

ACI BRESCIA IN VIAGGIO

fatum sanctum locum valle illam que vocatur Camonia cum salto Candino vel usque in Dalanias cum montibus at alpibus a fine Treentina qui vocatur Thonale usque in finem Brixamcinse seu giro Bergamasci (...)», dice l'atto di donazione della Valle Camonica, nel 774 d.C., da parte di Carlo Magno al monastero di San Martino di Tours. Compare per la prima volta il termine Dalanias, poi trasformato in Daligno, Dalegno, in epoca medievale. È quel termine che ritroveremo sempre, e caratterizza l'orgoglio di una forte appartenenza locale. Ponte di Legno era terra di confine, ai tempi dell'Impero Austroungarico: qui le lancette della storia hanno ritmato lo scandire dell'epica. La Grande Guerra vide questa località pressoché in prima linea, bombardata dai cannoni austriaci. I nostri soldati e pure i Kaiserjager dispersi sull'Adamello, sulle vette delle vallate si scontrarono in una lunga serie di battaglie. Assalti, trincea, pattuglie. Ancora oggi i loro resti vengono restituiti dai ghiacciai che si ritirano.

N TIZIE

MENU' D'INVERNO UN PASTO TIPICO COMPLETO E UN CAMINO ACCESO

Gli influssi del vicino Trentino – Alto Adige ci sono, certo, ma nella cucina dalignese la tradizione locale, le cotture pazienti e lente, il profumo del fuoco di legna delle cucine economiche e dei paioli fumanti, sono ben presenti e forti. Proporre un piatto tipico parrebbe un limite. Immaginiamoci allora seduti in un rifugio alpino, dopo una bella giornata di sport o passeggiate e dotati di un buon appetito. Potremmo iniziare con un bel tagliere, giusto per omaggiare le vicinanze di confine con il Trentino: speck, violino d'agnello, un pezzo di strinù (una particolare salamella) ancora caldo, qualche piccola fetta di polenta arrostita. Il tutto innaffiato con un bianco Valcamonica, fresco e profumato. Per primo indugiamo con i ravioli ripieni, gnocchi con erbette (“Gnòch de la cùa”) o, per chi vuole riscaldarsi, una minestra d'orzo. C'è spazio ancora per un piccolo assaggio di polenta, funghi e formaggio nostrano? Lo si trova. E poi, ultimo sforzo: strudel e una bella grappa locale. Certo che poi, assopirsi di fronte al camino acceso, può essere inevitabile...

IL “GRANDE SOGNO” La spettacolare cabinovia Ponte di Legno - Tonale

L'abbiamo guardata più volte con ammirazione, mentre si snoda maestosa da Ponte di Legno al Tonale. Spettacolare. E' la cabinovia più lunga d'Italia, cinque chilometri, che, in una manciata di minuti porta fin lassù, dove la neve diviene un richiamo irresistibile. E, se l'inverno e le piste da sci non sono nel nostro immaginario, la nuova cabinovia funziona anche nel periodo estivo. Fantastica per arrivare al Tonale e poi tornare, con magnifiche passeggiate nel verde, respirando aria buona.

17


Dalla Versilia al cuore degli italiani La leggenda della Fulvia Coupé

Q’

uest'auto sterza come un compasso... Zaac!”. Dalla Cisa a Forte dei Marmi era questione di un attimo, almeno secondo la tabella di marcia degli anni Sessanta e le dichiarazioni entusiaste di “Felicino” in “Sapore di mare”. L'auto sotto i riflettori era lei, punto d'arrivo e ambizione di molti giovani divenuti maggiorenni e patentati nell'epoca del boom economico.

Guidare oggi, da fortunati, una Lancia Fulvia Coupé, significa mettersi al volante di una vera leggenda, che entusiasmò gli italiani. Si andava negli anni Sessanta in riviera, direzione Versilia, per ritrovarsi la sera con gli amici a passeggiare, pullover sulle spalle, polo e pantaloni chiari, dopo aver parcheggiato con nonchalance la Coupé sul lungomare. Correva il 1965 quando dalla berlina (che ben conosciamo per averla guidata, usata, nel 1982), non proprio travolgente per la sua linea, nacque l’idea e la forma accattivante della coupé. Splendida linea, come una modella dell’epoca, giusto tocco di sportività ed eleganza, calibrate con stile, intuizioni vincenti per quanto riguarda gli interni, come la plancia rivestita in vero legno. Bel motoImmagine incorporata 2Immagine incorporata 1re e stabilità a tutta prova, “curva come un compasso”.

18

ACIBRESCIA PASSIONE D’EPOCA

BRESCIA

ACIBRESCIA PASSIONE D’EPOCA

N TIZIE

Porsche 356: L'EREDE DEL MAGGIOLINO DIVIENE LEGGENDA SPORTIVA

L’

Passione, sportività, anima Il dopoguerra e la nascita di un mito

“QUEST’AUTO STERZA COME UN COMPASSO…”

A prova di tornanti. Più che “Peraluman” con cofani e sufficiente per stravincere, Piero Castagnero portiere in lega d’alluminel cuore degli italiani e si ispirò, diceva, nio) e motori potenziati. pure nelle competizioni, mancò nemmeno al motoscafo Riva Non considerato il palmares l’uso del plexiglas, per i e fece di sintesi e vetri posteriori e il luconquistato nei rally dell’epoca: pensiamo alla con- bellezza un cavallo notto. E, per ulteriore quista del Campionato sportività, pure le lamiere di battaglia Internazionale Rally 1972. vennero alleggerite. Il blasone e il gusto non mancavano, per la “piccola” Lancia. Piero CaLa cilindrata, nel corso degli anni, stagnero si ispirò, diceva, al motoscafo crebbe: da 1231 cm3 fino ai alle potenti Riva e fece di sintesi e bellezza un cavallo versioni “fanalone”, destinate al piacere di battaglia. di pochi utenti e ai rally: la sigla “HF” diBerlinetta sportiva due posti più due, bavenne un riferimento vincente nel mondo gagliaio adatto a un fine settimana in delle competizioni. Basti pensare alla coppia, ottime performance. Rallye 1.6 HF del 1969. Intanto il decenAndava bene. Eccome. Grazie al peso nio finiva, e con gli anni Sessanta i sogni contenuto, nemmeno mille chilogrammi di una generazione. Con i ragazzi di ale a un bel motore. Alla nascita della lora che si affacciavano alla finestra di prima versione, un 1216 cm3. da 80 Cv. un mondo in profonda trasformazione. Due carburatori Solex a doppio corpo, La Lancia passava alla Fiat, arrivò il remarce corte e veloci (4) e leva tra i sedili styling degli anni Settanta, positivi per completavano l’immagine sportiva, ma di alcuni versi. Era quasi il tempo di “Fulclasse. Bastavano per una punta di 160 via 3” e futura dismissione, siamo nei km/h. primi anni Settanta e prendeva spazio La carta vincente era la stabilità, come una nuova leggenda delle competizioni, dicevamo: ottimo telaio e valide sospendestinata a far sognare ancora una volta. sioni rendevano la guida un piacere auArrivava la “Stratos”, strepitosa. La Fultentico. Al debutto seguirono tante via Coupé era già storia, oggetto di culto versioni, anche alleggerite (ricordiamo la e collezione.

L’ “anima” era quella del Maggiolino. Dell’ “auto del popolo”. Bastavano 40 Cv perché raggiungesse i 140 km/h. Peso contenuto, aerodinamica vincente, soluzioni innovative erano elementi di forza della nuova Porsche 356, che portò agli onori della cronaca questo modello. Un fiore all’occhiello della ditta Dr. Ing. h.c. F. Porsche GmbH di Stoccarda, iscritta il 25 aprile del 1931 al registro di commercio.

L’auto sportiva aveva un nuovo punto di riferimento. L’idea arrivava nel primo dopoguerra, quando il figlio di Ferdinand, “Ferry” Porsche portò a compimento il suo progetto, quella vagheggiata vettura sportiva costruita sulla base inossidabile del Maggiolino Volkswagen. Semplice e moderna: gli elementi scatolari saldati direttamente al telaio, la

Era il 1951, l’Europa rinasceva dalle macerie, complice il piano Marshall, e gli anni Cinquanta divenivano sempre leggerezza dei componenti, i primi quapiù ruggenti, al ritmo di rock’n roll e rantotto modelli realizzati, a livello di boogie woogie, colorati da camicie hacarrozzeria, in fogli di alluminio battuti waiane e sogni a stelle e strisce. In a mano (era il tempo dei ‘battilastra’ in questa festa di luci e cromature i modelli tutta Europa) su basi e forme in legno della 356 arrivarono a “quota cinquepredisposte. La forma quasi da aereo. Il cento”. Il motore 1500 segnò una nuova tutto su una meccanica strettamente era, superando i legami antichi con il Volkswagen. Maggiolino. Poteva il sogno Usa non In America, negli Stati Uniti, il secondo contagiare il mercato rifiorente della conflitto mondiale era già stato conseGermania? Ovviamente no, ed ecco la gnato agli annali della storia. Tra “guerra versione “America”: Roadster. Rarissima, fredda” appena iniziata e “guerra calda” oggi. Da lì allo Speedster il passo fu appena scoppiata in Corea, iniziò a difbreve, veloce quasi come un giro di fondersi, complice Max Hoffman, imboogie. Il sogno diveniva concretezza, il portatore newyorkese, il nome di Porsche. mito si poteva toccare con mano e, con Dalle prime 356 del 1950 alle successive parecchi marchi, portare nel garage di trentadue unità volte dai nuovi appascasa. Diecimila Porsche rappresentavano sionati d’oltreoceano (l’anno dopo) il un bel traguardo. Venne tagliato nel passo fu breve. 1956: debuttò la “356 A”, migliorata e Crebbe la domanda e, in ossequio alle modificata, giusto in occasione dei 25 nuove necessità del mercato, la anni dalla fondazione dell’azienda. produzione da Gmund pasMotori più potenti e incoronasò a Stoccarda. zione della “regina” per eccelUna storia che ha un rombo lenza, con quel nome che affascinerà generazioni di pucaratteristico, risti: “Carrera”. I cavalli indescrivibile motore ora erano tanti, mole capace di suscitare ti più del doppio di quelli dell’esordio. E l’evoluzione una grande continuava. “Convertible”, emozione “356 B”, doppia griglia di raffreddamento sul cofano motore o griglia singola, “monogriglia”, erano ormai nel lessico comune degli affezionati e degli intenditori. Siamo già al giro di boa degli anni Sessanta quando la “356 B Carrera Gs/Gt” conquista tutti. Tra le novità: i freni a disco, che aumenteranno la sicurezza. Motori, potenza, affidabilità. Chi ha avuto il piacere di guidare una Porsche sa bene il significato di queste sensazioni. Allora come oggi, nel segno della sportività pura e dello stile. Una storia che ha un rombo caratteristico, indescrivibile e capace di suscitare, sempre e comunque, una grande emozione. A cura di Roberto Barucco

19


‘‘V

Rinnovo patente: Aci Brescia ti aiuta

SEGNALETICA VERTICALE A VOLTE... ‘INGANNA’?

ai a destra, non vedi?”. “Non dire sciocchezze, che sono io al volante e ci vedo ancora bene: il cartello diceva che il senso unico è a sinistra e vado lì!”. “E io ti dico che ho appena visto un cartello appeso alla staccionata del cantiere che invece dice di andare a destra. A destra! Attento!”. Il seguito, a volte, è storia di ordinaria fortuna. O di assegni al carrozziere. O peggio. “Noi di Aci Brescia - sottolinea il Direttore Angelo Centola -, non vogliamo certo puntare il dito contro qualcuno in particolare, o stigmatizzare problemi che sono all’ordine del giorno. Tuttavia, interpretando coerentemente il nostro ruolo di Ente a tutela dell’automobilista, non possiamo non ipotizzare la necessità di un dibattito e un confronto su quanto deriva da una semplice disattenzione nel posizionare la cosiddetta ‘segnaletica verticale’.

20

ACI BRESCIA SERVIZI

BRESCIA

ACI BRESCIA BLOG

N TIZIE

Ecco perché in questa pagina, che ospita il nostro blog informale, aggiunge Angelo Centola, “vorremmo chiedere la partecipazione dei cittadini, non solo utenti dell’automobile, perché segnalino i disagi e di chi invece è preposto a livello pubblico, perché ci si possa confrontare per cercare di affrontare e superare i problemi, a volte risolvibili con la massima semplicità e praticità”. I casi sono tanti e discussi. E non si tratta solo di segnaletica verticale dal significato ovvio, come le “frecce” che indicano una direzione. Ci sono casi nettamente discordanti, “dove si deve capire o e non dimenticare - aggiunge il Direttore di Aci Brescia - che esiste la prevalenza della segnaletica verticale, ad esempio, su quella orizzontale. O ancora ricordare che il segnale verticale deve essere integrato da quello orizzontale. E non dimenticare che la segnaletica stradale deve essere mantenuta in perfetta efficienza da Enti o esercenti che siano obbligati alla sua posa in opera”.

E’ importante anche che sul retro del cartello verticale, siano indicati anche gli estremi dell’ordinanza di apposizione. I casi sono tanti, basta guardare un qualunque sito online o che tratti di Diritto e che si occupi di segnaletica stradale, multe e contestazioni, per capire che il problema accomuna diversi utenti. Ci sono vicende legate a presenza di segnaletica “accalcata e confusionaria” (citiamo letteralmente), “con cartelli coperti l’uno dall’altro”, “cartelli scarabocchiati con spray o altro”, con relativa illeggibilità, cartelli “corrosi e scoloriti” da eventi atmosferici, “coperti dalla vegetazione”. Insomma, “c’è una casistica ampia, tanto da stimolare il confronto, al quale siamo disponibilissimi, come dicevo - conclude Angelo Centola - nell’interesse del bene comune dell’utente della strada. Il dibattito e anche il possibile convegno con i vari Enti e rappresentanti delle Forze dell’Ordine e i cittadini, ci stimolerà e arricchirà”.

(Reda)

L

a normativa attuale prevede che ad ogni rinnovo il titolare della patente debba sostenere una visita medica di idoneità e che la Motorizzazione Civile debba rilasciare una nuova patente con la foto del titolare aggiornata. Questa patente sarà inviata a cura della Motorizzazione Civile all'indirizzo del titolare (o in Agenzia) tramite posta assicurata. Per sostenere la visita medica è

La patente di guida è scaduta, sta scadendo? Per evitare sorprese e multe salate, rivolgetevi appena possibile all’Aci Brescia o a una sua Delegazione sul territorio. Agli sportelli sapranno informarvi dettagliatamente sulla documentazione necessaria, sulla tempistica, la visita medica e come affrontare l’esame per il rinnovo del titolo di guida.

necessario presentarsi di persona in Aci Brescia con i seguenti documenti: - patente scaduta o in scadenza - carta d’identità e codice fiscale - 3 foto formato tessera Il medico che effettua la visita attesta l'idoneità collegandosi immediatamente via web con la Motorizzazione Civile ed indicando, se del caso, alcune prescrizioni riguardanti il titolare della patente o gli eventuali adattamenti al veicolo. Al termine sarà rilasciata al richiedente la ricevuta ottenuta dalla Motorizzazione Civile che attesta l'avvenuta con-

ferma di idoneità con cui sarà possibile circolare al massimo per 60 giorni nell'attesa che arrivi la nuova patente. Orario visita medica per rinnovo patente: da lunedì a venerdì alle ore 16. Non è necessaria alcuna prenotazione.

Per maggiori informazioni è possibile contattare l’Area pratiche auto all’indirizzo praticheauto@aci.brescia.it oppure allo 030 2397 307-335.

21


il

Aci Brescia mette al sicuro la patente

CORSO RECUPERO PUNTI è RIMBORSATO! È un servizio offerto con

A

LD ACI GO

utomobile Club Brescia offre una grande opportunità: il rimborso totale di un corso di recupero punti (come previsto dall’art. 126 bis Codice della Strada) per coloro che attiveranno o rinnoveranno l’associazione. Automobile Club Brescia è stato autorizzato dal Ministero dei Trasporti ad organizzare corsi di recupero punti per i

TEMA S I S I C A soci e non, presso la propria sede. Le iscrizioni al primo corso di recupero punti sono aperte. I corsi svolti, in collaborazione con personale di Polizia locale, hanno come scopo il binomio tra maggior approfondimento delle tematiche contenute nel Codice della Strada e la sensibilizzazione alla sicurezza stradale. I corsi avranno la durata, per le patenti B, di dodici ore e, per le patenti superiori, di diciotto ore. L'Automobile Club Brescia, per coloro in possesso della tes-

ACI BRESCIA SERVIZI

BRESCIA

ACI BRESCIA SERVIZI

E T N E T A P

all’Automobile Club Brescia

22

N TIZIE

AUTOMOBILE CLUB BRESCIA presenta

Serie di multe per eccesso di velocità? Sanzioni? Tra i servizi offerti dalle tessere Aci Gold e Aci Sistema ci sono anche i corsi di recupero punti. Un vantaggio in più per gli associati, che possono contare su un’assistenza diretta, in collaborazione con il personale della Polizia locale: corsi che possono contare, per gli associati, sul rimborso totale della quota di partecipazione.

sera associativa prima dell'evento che ha causato la decurtazione del punteggio della patente, rimborserà totalmente la quota di partecipazione allo stesso corso. Il rimborso del recupero punti è un servizio contenuto in tutte le tipologie associative Aci. Per maggiori informazioni è possibile contattare l’Area soci all’indirizzo soci@aci.brescia.it oppure telefonare ai numeri 030 2397 307/335.

C’è un “box da tetto” per ogni stagione Capienza e utilità: promosso a pieni voti

V

“Box da tetto” per l’auto, oppure “cofani da tetto”. Comunque li si chiami, anche “casette” o “chioccioline”, come abbiamo sentito dire spesso, questi sono accessori aftermarket che sanno risolvere problemi che altrimenti appaiono insormontabili. Problemi di carico e non solo da trasferimento estivo, ma di tutti i giorni. Nel tempo della crisi non è possibile cambiare auto in base a mutate necessità. Almeno, non per tutti. Quindi il “box” rappresenta l’alternativa che si può usare tutto l’anno. Montato sull’utilitaria da tragitto casa-lavoro-casa, è perfetto: aemplifica l’uso degli spazi, aiuta a razionalizzare al meglio la giornata. E d’inverno è anche meglio. anno ridimensionate alcune teorie, come il fruscio aerodinamico (c’è, ma è poco avvertibile a finestrini chiusi e velocità da trasferta urbana) e il consumo aumentato: aumenta, certo, ma è poco influente se si marcia a cinquanta, sessanta km/h.

Chi scrive è un testimone diretto: immaginate di avere un paio di cani, di piccola taglia, certo, ma sempre due sono, un figlio, altrettanto piccolo, almeno per quanto riguarda l’età, passeggino relativo, “ovetto” da montare sul sedile, necessario per il principe in trasferta (biberon, latte, omogeneizzati, pannolini, ricambi, vestitino di scorta, salviettine). E poi grata di separazione dei cani,

guinzagli, museruole, scorte di cibo e premietti anche per loro. Uniamo moglie, con borse della spesa, eventuale madre o suocera e infine mettiamoci alla guida. Il tutto con una vettura di 4,28 metri, precisi precisi e un baule di media capienza (dove alloggiano i suddetti cani). Ora, se non avete un portafoglio dalle potenzialità infinite, o genitori che si

23


Creme, olii aromatici, detergenti, spray profumati, lucidanti, capaci di restituire l’originaria bellezza, aromi diffusi, morbidi panni. È l’abitacolo dell’auto, quasi fossimo all’interno di una beauty farm, l’oggetto delle nostre attenzioni, a volte settimanali, a volte meno frequenti, o molto persistenti. Uno spazio dove, a volte, si vive per ore, anche parecchie, e si trascorrono le giornate, specialmente di chi viaggia per lavoro, tra autostrade, tangenziali e code. Un poco di ordine e pulizia nell’abitacolo non guastano: aiutano a prevenire attacchi da parte di acari, fastidiose allergie, polveri varie, odori non spesso molto gradevoli. La cura di questo spazio di vita nel terzo millennio è semplice, da condurre senza esagerare, come un tranquillo maquillage: un panno, lo spray giusto per i cruscotti, lucidante o semplicemente detergente (l’adozione di nuove plastiche spesso rende inutile la lucidatura), un buon diffusore, per chi ama aromatizzare l’interno, l’aiuto dell’aspirapolvere, se necessario e una buona dose di pazienza. I vetri interni puliti, specialmente se si fuma in auto e si forma una patina che li sporca, sono una garanzia di sicurezza. Basta l’alcool denaturato e un panno. Idem per lo specchietto (anche in tempo di retrotelecamere). Sbattere bene i tappetini (d’inverno quelli supplementari in gomma aiutano e risolvono molti problemi), lavarli e asciugarli. Utilizzare buoni prodotti per igienizzare i sedili, mai abbastanza a posto, in particolare se ci sono bambini a bordo. Pulire il cruscotto con cura (la polvere, come il diavolo, si annida nei particolari e nei portaoggetti) e le bocchette di aerazione, passare lo spray. E, infine, buttar via quanto si accumula, ci piaccia o meno, di settimana in settimana. Carte, cartaccia, vecchi giornali, fazzoletti, gadget e residui di posta e cibi vari. E il viaggio può ricominciare. prodigano per aiutarvi, cambiare auto puntando su un veicolo capientissimo è escluso. Resta l’ampliamento delle potenzialità di carico. E qui arriva il box, sul tetto, che ci soccorre quando quell’insopprimibile desiderio di viaggio che è dentro di noi si fa largo nel cuore del fine settimana e ci spinge verso mete lontane. Non chiamatemi Ismaele, ma ben poco sarebbe possibile senza questo genere di ausilio. Il passeggino finisce lassù, con tutto l’armamentario al seguito. Anche le even-

24

tuali borse della spesa (incredibile cosa ci stia lì dentro). I cuccioli viaggiano larghi nel baule, il cucciolo d’uomo è al sicuro nell’ovetto, vegliato dalla suocera sul sedile posteriore, una moglie affabile e serena vi è vicino al volante, pronta a consigliarvi su come guidare. La quiete familiare è salva, almeno fino al primo autogrill. E la vicenda si può ripetere all’infinito, con o senza cani, suocera, moglie o figli. Tavole da surf, sci da carving, scarponi e bastoncini, lì ci stanno comodi nello stesso identico

(reda)

ACI BRESCIA SERVIZI

BRESCIA

ACI BRESCIA SERVIZI

ABITACOLO PULITO? PIÙ SALUTE E SICUREZZA

modo. Anche zaini, piccozze e completi immacolati da trekking destinati, con noi, a soste nei rifugi raggiungibili in auto, quadri, acquisti più o meno estemporanei, bandiere di tifoserie, barbecue portatili, sacchetti di carbonella, ritratti di famiglia, scorte di cibo e via discorrendo. Il tutto a prova d’acqua, grandine (anzi, è un riparo in più questo tetto di riserva sul tetto), intemperie e solleone, nevicate e colpi di vento. Uno spazio che sfida le stagioni e anche la nostra relativa agilità da scrivania: perché se avete un Suv, o giù di lì, il box appeso lassù è piuttosto in alto e questo obbliga a qualche contorsione in più, ma è davvero il minore dei mali. Il vantaggio è nell’uso. Che suggeriremmo giornaliero, senza trovarci a smontare e poi rimontare e via discorrendo. L’utilità indiscutibile. L’estetica, come sempre, e le sue interpretazioni, come quelle sui colori, soggettive. C’è chi arriccia il naso, chi è entusiasta, chi abbozza. Tuttavia il box è ben altra cosa rispetto ai portapacchi che i meno giovani ricordano con malcelato terrore, specialmente ripensando a dita schiacciate, chiavi inglesi per il montaggio, corde elastiche che rimbalzano sul viso, teloni svolazzanti in autostrada e carichi in equilibrio precario. Quindi, valutati pro e contro, anche d’inverno, il “box sul tetto”, con relative barre, che a volte sono più care del contenitore stesso, può essere promosso. Qualche raccomandazione però non può mancare: scegliete costruttori seri, prodotti certificati e montate il tutto con cura o fate sistemare il prodotto da un buon installatore. Ogni tanto ripulite i meccanismi, anche con un po’ di lubrificante, verificate la tenuta delle guarnizioni. E, ultimo consiglio, mettete bene al sicuro, non dimenticandovi dove l’avete nascosta, la chiave di scorta. Credeteci, perdere la copia originale, piccola, è molto più facile del previsto. E non è bello essere interpellati da un rappresentante delle forze dell’ordine mentre siete intenti a scassinare il vostro box, sul tetto dell’auto, in una piazzola d’autostrada, attaccati a un montante e a una barra in ferro. Infine, il capitolo costi: variano e sono a portata di tutte le tasche. E poi si tratta di una spesa “una tantum”: un box, in fondo, è per sempre, o quasi.

N TIZIE

Conosci i servizi di Aci Gold? La tessera che offre il top dell'assistenza

Con ACI Gold hai: il soccorso stradale gratuito in Italia e all'estero nei paesi U.E., in Svizzera, Norvegia, Serbia, Montenegro, Marocco, Tunisia "all'auto associata": tutte le volte che ne hai bisogno in Italia, anche se non sei a bordo; "a te": 2 volte, su qualunque veicolo viaggi (auto, moto, camper) in Italia, anche se non è il tuo; "all'estero": 2 volte su qualunque veicolo viaggi. E in caso di immobilizzo di "qualsiasi veicolo sul quale sei a bordo": Auto sostitutiva fino a 3 giorni o trasporto dell'auto a casa; Auto sostitutiva fino a 30 giorni (per furto dell'auto associata); Servizi accessori: albergo, taxi, spese di viaggio; Pulizia serbatoio per errato rifornimento carburante (previo soccorso ACI). Con ACI Gold hai inoltre servizi più ricchi: Medico Pronto per te e i tuoi familiari a casa e in viaggio; Assistenza pediatrica e cardiologica in Italia.

Interventi a domicilio: In situazioni di emergenza, prestazioni professionali 24h su 24h di: falegname, fabbro, idraulico e elettricista. E in più: Tutela Legale e Rimborso corsi per recupero punti patente; Show your Card! Sconti in Italia e all'estero; Tariffe di soccorso stradale scontate per i soci per interventi di soccorso e assistenza stradale non inclusi nella tessera. ACI Gold familiare* - Costo annuale: 79,00 Euro La tessera ACI Gold scontata per i familiari conviventi (il coniuge o il convivente di fatto, i figli e i genitori) del socio. PER INFORMAZIONI GLI UFFICI ACI BRESCIA SONO DISPONIBILI: da lunedi a venerdi ore 8,30 - 17 tel. 030 23 97307/335 - fax 030 2397341 email: soci@aci.brescia.it

25


L’Aci ti ricorda la scadenza della tua patente

LE TESSERE ACI A Brescia

ACI Gold Costo annuale: 99,00 Euro LA PIÙ RICCA DI SERVIZI, PER TE, LA TUA FAMIGLIA, IL TUO VEICOLO ACI Gold ti offre il top dell'assistenza al veicolo e dell’assistenza medico-sanitaria per te e la tua famiglia, in Italia e all’estero, a casa e in viaggio.

ACI Sistema Costo annuale: 75,00 Euro TUTTE LE SOLUZIONI IN VIAGGIO PER TE E IL TUO VEICOLO

PER INFORMAZIONI GLI UFFICI ACI BRESCIA SONO DISPONIBILI: da lunedi a venerdi ore 8,30 - 17 tel. 030 23 97307/335 fax 030 2397341 soci@aci.brescia.it

ACI Sistema ti offre l’assistenza medico-sanitaria in Italia e all’estero e tutti i servizi di assistenza al veicolo.

ACI Club Costo annuale: 35,00 Euro LA PRIMA SOLUZIONE ALLE TUE ESIGENZE DI MOBILITÀ La nuova ACI Club è più ricca di servizi e soluzioni alla mobilità, ti garantisce un soccorso stradale in Italia, su qualsiasi mezzo ti trovi.

ACI Storico Aderente Costo annuale + quota annuale di associazione al Club ACI Storico: 209,00 Euro LA TESSERA VINTAGE DIVENTA TESSERA "ADERENTE" DEL CLUB ACI STORICO DEDICATA AGLI AMANTI DELLE AUTO E MOTO D'EPOCA La tessera socio "Aderente" assicura tutti i servizi della tessera Vintage: assistenza a 10 veicoli, 3 soccorsi stradali gratuiti in Italia e all’estero, fino a 50 km di traino, abbonamento a "Ruoteclassiche" e altri benefici. La prima adesione al Club ACI Storico come socio "Aderente" costa 109 euro di quota annuale più 100 euro di iscrizione una tantum.

26

ACI BRESCIA SERVIZI

BRESCIA

ACI BRESCIA SERVIZI

N TIZIE

Riservato ai tesserati ACI Brescia

Per eliminare ogni rischio di dimenticarsi il rinnovo della patente entro i tempi stabiliti, l’Automobile Club Brescia offre un servizio gratuito di “segreteria”. Compila il tagliando di seguito riportato, ritaglialo e spediscilo agli Uffici dell’Automobile Club Brescia, oppure recapitalo presso la Delegazione Aci più vicina. I tuoi dati, custoditi nel pieno rispetto della privacy, verranno inseriti in un apposito archivio e serviranno per farti pervenire la segnalazione relativa alla scadenza della tua patente, in tempo utile per il rinnovo.

FONDAZIONE POLIAMBULANZA E ACI BRESCIA

Il sottoscritto

Un accordo per la salute degli occhi

ADESIONE AL SERVIZIO AVVISO SCADENZA PATENTE GUIDA Nato a

Il

In via

n.

Residente a Tessera sociale n.

Titolare di patente di guida n. Rilasciata da

In data

Valida fino a

CAP Categoria

Aderisce all’iniziativa con cui l’Automobile Club Brescia provvederà a inviare all’indirizzo di cui sopra e prima della scadenza di validità, l’avviso per il rinnovo della patente di guida. L’avviso verrà inviato a mezzo posta ordinaria. L’automobile Club Brescia non assume alcuna responsabilità per l’eventuale mancato recapito postale del suddetto avviso. Data

Firma

Il consenso al trattamento dei dati personali (ex legge 675/96) è stato prestato al momento della sottoscrizione della tessera sociale.

Corsi di recupero punti patente

Compila, ritaglia e spedisci il presente tagliando agli Uffici dell’Automobile Club Brescia Il sottoscritto Nato a

Il

In via

n.

Residente a Tessera sociale n.

Titolare di patente di guida n.

CAP Categoria

Valida fino a

L’OMAGGIO SOCIALE

̀ e interessato a conoscere le modalità relative al recupero dei punti della patente. Chiede di essere contattato (indicare una X sulla modalità prescelta) urgentemente (tramite telefono al numero ) tramite invio con posta ordinaria tramite e-mail all’indirizzo Data

Firma

Il consenso al trattamento dei dati personali (ex legge 675/96) è stato prestato al momento della sottoscrizione della tessera sociale.

27


ACI BRESCIA SERVIZI

BRESCIA

ACI BRESCIA CONSIGLIA

N TIZIE

E R E D N ATTE LE A N O ZI A D E R SARA E R O T ET R I D   DAL

28

29


NARRATIVA “Il cammino dell’arco” di Paulo Coelho

È un regalo, quello di Paulo Coelho, alla nostra speranza, al nostro coraggio. La storia dell’arciere Tetsuya è quella di tanti di noi. Vive da falegname, modesto e nascosto, ma è il più grande arciere. Vince anche la sfida dell’avversario venuto da lontano, affascina il giovane che diverrà suo discepolo, insegnare come, nella vita, si può resistere e arrivare a scapito dell’abilità. E il giovane diviene uomo. Ed. La nave di Teseo, Collana Le onde

GIALLISTICA “Tempo da elfi” di Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli

“Poiana”, alias Marco Gherardini della Forestale, indaga e si trova alle prese con il più difficile caso della sua carriera. Siamo a Casedisopra, dove appaiono gli “elfi”. Ma non sono quelli delle favole nordiche, no. Sono giovani vestiti con abiti dai colori sgargianti, quasi nascosti in piccole comunità sulle montagne. Il fatto di sangue è nell’aria. Spari. Poi il cadavere di un “elfo”. E il bosco è pronto a narrare una storia… . Ed. Giunti, Collana Scrittori Giunti

NARRATIVA “Le otto montagne” di Paolo Cognetti

“È la vita, passo dopo passo, la montagna. E Paolo Cognetti costruisce con garbo e passione, attraverso ricordo e amore, il ritratto d’un modo di essere, del valore forte dell’amicizia, della scoperta, del ritorno. Estate dopo estate, anno dopo anno, è una storia bella e dolce che sa affascinare e conquistare. È la montagna. E c’è poco altro da aggiungere. “Qualunque cosa sia il destino, abita nelle montagne che abbiamo sopra la testa”. Ed. Einaudi, Collana Supercoralli

30

ACI BRESCIA RELAX

BRESCIA

Ed. Nada, Collana Le vetture che hanno fatto la storia

LIBRI&MUSICA DI IERI E DI DOMANI

ACI BRESCIA RELAX

MOTORI “V Citroën 2CV” di Giancarlo Catarsi Una leggenda, conquistata sul campo, anzi, “sui campi” francesi: quattro ruote con sopra un ombrello. Adatta a ospitare almeno due contadini e i loro bagagli, magari destinati al mercato del paese. È così che inizia la storia della “2CV”, mito e ricordo di una motorizzazione di massa appena agli albori. Simbolo e icona d’un mondo, robusta, affidabile, eterna come la giovinezza dello spirito.

N TIZIE

Gianna Nannini, "Amore Gigante”

La rockstar toscana lancia l’edizione limitata e numerata del suo nuovo album. Lavoro anticipato, come è noto, dal singolo “Fenomenale”. La data ufficiale è il 27 ottobre, per la versione Cd, in digitale e vinile. Amore Gigante ha forza da vendere, grinta e carattere e sa trascinare con le sue 15 canzoni prodotte tra Londra e Los Angeles. E la copertina dell’album, con Gianna Nannini che si solleva i capelli con le mani, su sfondo fucsia, impattante, è un inno al vivere la vita. Disco realizzato in più versioni, anche per colore di copertina e contenuto, si presenta innovativo e capace di convincere anche i più smaliziati. Pensiamo alla cover, che sarà in 5 diversi colori, dal già citato fucsia al giallo, oppure verde, rossa, azzurra. Non mancherà anche la versione Deluxe: il plus sarà, in questo caso, il disco registrato dal vivo “Sotto la pioggia - Live a Verona”. Ed è prevista anche la versione Box Super Deluxe: vinile, book di 24 pagine, Block notes, foto autografata e t-shirt e, per finire, il pass per incontrare Gianna. Un corollario da rockstar a una tracklist di musiche spettacolari. Che dire ancora? Gianna Nannini è brava e lo dimostra anche in questa occasione, che la vede in forma strepitosa. Sensazionale e fenomenale!

Tracklist Cinema Fenomenale Amore gigante Pensami Piccoli particolari Filo filo Tutta mia Non è vero Quasi quasi rimango Tutto quello che voglio Senza un’ala Una vita con te Sabbie mobili Cosa vuoi L’ultimo Latin Lover

Forse è meglio chiamare un idraulico, visto che abbiamo Aci Gold...

30

31


AUTOMOBILE CLUB BRESCIA Via Enzo Ferrari 4/6 - 25134 Brescia - Tel. 030 2397307/335 - Fax 030 2397341 soci@aci.brescia.it - www.brescia.aci.it

Il tuo Club: Tessere Aci Corsi recupero punti Assistenza legale per i soci Bollo auto - bollo sicuro Pratiche auto Passaggi di proprietà Conto proprio - conto terzi Rinnovo patente Duplicato patente Medico in sede per rinnovo patente

Per informazioni l’Ufficio Soci è disponibile: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 17 Tel. 030 2397307/335 - Fax 030 2397341

Profile for ACI

ACI Brescia Notizie - n°2 2017  

Periodico dell'ACI Brescia - aprile 2017

ACI Brescia Notizie - n°2 2017  

Periodico dell'ACI Brescia - aprile 2017

Profile for italia-it