Page 1

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’E DELLA RICERCA

ISTITUTO COMPRENSIVO “GOFFREDO PETRASSI” distretto 28°

P.O.F. PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA A. S. 2013-2014

DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof.ssa Anna Lombardi

Tel/Fax 06 3292909 http://www.icviadellamaratona.gov.it rmic8f400v@istruzione.it

1


PARTE I – PREMESSA       

LA NOSTRA SCUOLA STORIA CONTESTO BISOGNI FORMATIVI OBIETTIVI FORMATIVI STRATEGIE FORMATIVE CRITERI DI VALUTAZIONE

PARTE II - OFFERTA FORMATIVA  AREE DI PROGETTO  CURRICOLI DELLA SCUOLA  PIANO D’AGGIORNAMENTO PARTE III – ORGANIZZAZIONE  DIRIGENTE SCOLASTICO  FUNZIONI STRUMENTALI E AREE DI COMPETENZA  ORGANI COLLEGIALI PARTE IV – SERVIZI AMMINISTRATIVI

PARTE V – SICUREZZA E PIANO DI EVACUAZIONE DELL’EDIFICIO

PARTE VI – CALENDARIO SCOLASTICO

Allegato 1 PIANO DELLE ATTIVITA’ Allegato 2 REGOLAMENTO DI ISTITUTO Allegato 3 CONVENZIONE INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DELL’INFANZIA

2


ORGANIGRAMMA DI FUNZIONAMENTO DELL’ISTITUTO

DIRIGENTE SCOLASTICO Prof.ssa ANNA LOMBARDI

D.S.G.A. GUADAGNI Assistenti amm.vi CIANCHI CLEMENTI GALLI GUERRIERI LENZI

CONSIGLIO D’ISTITUTO Presidente Emanuele De Sanctis Vicepresidente Mangili Giuliano

Primo Collaboratore Rita PECORARI

Giunta esecutiva PresidenteAnna Lombardi MembroTania Guadagni MembroSusanna Buffa Membro Enrico Castello Membro Rita Pecorari . Membro Giuseppe Reitano

Secondo Collaboratore:

Roberta DELL’ORO Responsabili di plesso: Mariateresa MORELLINA (Zandonai)

Membri del consiglio docente:DELL’ORO ROBERTA docente:FRANCIONI M.GRAZIA docente:GRAZIANI GLORIA docente:LIGI OLGA docente:PASETTI ALFONSO docente:PECORARI RITA docente:REZZI DANIELA docente:VERZEGNASSI BRUNA ATA: CASTELLO ENRICO ATA: TEMPIO MARIA genitore:BUFFA SUSANNA genitore:CANNAVO’ SALVATORE genitore:COMPAGNONI VALENTINA genitore:DE SANCTIS EMANUELE genitore:MANGILI GIULIANO genitore:MINNITI M. ROSARIA genitore:PROCOPIO MASSIMO genitore:REITANO GIUSEPPE

F.S. Area POF: Maria Grazia FRANCIONI F.S. Area LINGUE : Olga LIGI F.S. Area SOSTEGNO: Adele DE ROSA Roberta PIETRANGELO F.S. Area MULTIMEDIALE: Cristiana LEGGE Francesca VALLONE F.S. Area ORIENTAMENTO/CONTINUITA’: Rita FERRO

3


COMMISSIONE POF AUTOVALUTAZIONE COMMISSIONE ORIENTAMENTO CONTINUITA’ COMMISSIONE ORARIO COMMISSIONE ELETTORALE COMMISSIONE VISITE E VIAGGI COMMISSIONE FORMAZIONE CLASSI RSU Rappresentanza Sindacale Unitaria RESPONSABILE BIBLIOTECA RESPONSABILE LABORATORIO SCIENTIFICO RESPONSABILE LABORATORIO STRUMENTO RESPONSABILE PALESTRA REFERENTI DSA/BES COMPONENTI GLH ISTITUTO

MANNI (Petrassi), GALATI (Zandonai)

DEL PIO (Zandonai) , NUZZO (Malvano), VERZEGNASSI (Petrassi) VIARENGO (Petrassi) ALIMENTI(Zandonai) , BELOSERSKY (Zandonai) COLLORIDI(Petrassi), MORELLINA BELOSERSKY, CONTENTO (Petrassi) CAPUZZO(Petrassi), , LEGGE(Petrassi), VIARENGO(Petrassi), BENEDETTI (Petrassi) AURICCHIO (Zandonai) NUZZO (Malvano) CAPUZZO, MATTEI, ROSSI, SAVARESE GRAZIANI, LEGGE (Petrassi) BELOSERSKY (Zandonai) GIACONI (Petrassi)

BENEDETTI (Petrassi) GIUSTINI (Petrassi), ATTISANI (Malvano) RESTUCCIA (Petrassi), MATTEI (Zandonai) DE ROSA(Petrassi) , FUSCO, PIETRANGELO(Zandonai) , BELOSERSKY (Zandonai) Genitore ing. DE SANCTIS MATTEI(Zandonai) , POLO, PRASTARO(Zandonai), LIGI (Petrassi) CAPUZZO (Petrassi) per DAMMICCO (Petrassi)

COMITATO VALUTAZIONE TUTORS DOCENTI ANNO DI PROVA COMITATO CAPUZZO (Petrassi), VERZEGNASSI (Petrassi), VALUTAZIONE 4 AURICCHIO(Zandonai) NUZZO (Malvano) INSERIMENTO ALUNNI STRANIERI


PARTE I – PREMESSA

CHE COSA E’ IL P.O.F - PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA Il POF è il documento di identità della scuola costituisce lo strumento attraverso il quale l’istituzione scolastica rende trasparente, leggibile e verificabile ciò che fa e perché e rappresenta il progetto formativo dell’intera scuola. Obiettivo primario è rispettare le caratteristiche di ciascun alunno, valorizzandone le diversità, garantire il conseguimento di determinati livelli minimi standard di istruzione e formazione e sperimentare modalità didattico-organizzative flessibili.

Ottimizzare i processi di insegnamento/apprendimento nella prospettiva della massima valorizzazione delle diversità. Innalzare il tasso di successo formativo favorendo il “diritto ad apprendere” quale condizione necessaria per l’effettivo processo di crescita intellettuale e civile di ciascun alunno.

Sviluppare iniziative che sostengano una comunicazione efficace tra le varie componenti della scuola.

Centralità della persona-studente Veicolare e diffondere la cultura della legalità e della responsabilità nella scuola e nella realtà locale. Migliorare la qualità e il livello delle prestazioni scolastiche, utilizzando in maniera razionale e coerente tempi e risorse. Promuovere un modello di formazione che assicuri la crescita e la valorizzazione della persona umana.

5


 LA NOSTRA STORIA Nell’anno scolastico 2012/2013, a seguito di un nuovo dimensionamento scolastico nazionale, la sede centrale della Scuola Media Statale “G.Petrassi” si è unita ai plessi di Via Zandonai e Via Malvano facenti parte fino all’a.s. 2011/12 della scuola primaria “53°Circolo Merelli“, assumendo, nell’anno in corso con delibera n°22, una nuova denominazione: “I. C. Goffredo Petrassi”. Il nostro Istituto comprende tre plessi: PLESSO Via R. Zandonai Riccardo Zandonai. Fu allievo di Mascagni al liceo musicale di Pesaro, del quale divenne più tardi direttore (1939). Nel 1908 nacque la sua prima opera teatrale, “Il grillo del focolare”, ma il suo lavoro migliore è forse “I cavalieri di Ekebù”; svolse anche notevole attività direttoriale, dirigendo le proprie opere in tutta Europa. Fra il 1908 e il 1933 scrisse una decina di opere, fra le quali rimangono in repertorio “Giuletta e Romeo”, “Francesca da Rimini”, con libretto basato su un’idea di D’Annunzio. Scrisse altra musica sinfonica: un concerto per violino e orchestra e, fra la musica da camera, si ricorda soprattutto un Trio. Via Zandonai Riccardo 118 - 00194 Roma (RM) tel. 0636308432 fax. 0636308432 Classi n. 19: Modulo n. 11 Tempo pieno n. 8 Totale alunni: 381 PLESSO Via G. Malvano Giacomo Malvano. (1841-1922) Politico, nel 1862 entrò nel servizio diplomatico portando avanti uno straordinario lavoro internazionale. Via Malvano Giacomo 20 - 00194 Roma (RM) tel. 063331511 Classi n. 8 Tempo pieno Totale alunni: 149 PLESSO “G. Petrassi” Goffredo Petrassi (1904-2003) musicista e compositore, ha ricoperto importanti cariche quali quella di sovrintendente del teatro La fenice di Venezia e di docente presso l’Accademia Nazionale di S. Cecilia; ha ricevuto riconoscimenti e premi in campo internazionale. Via della Maratona 23 - 00135 Roma (RM) tel. 063292909 fax. 063292909 Classi n. 23 Totale alunni: 496

6


 SCUOLA E TERRITORIO L’I.C. “Goffredo Petrassi” opera all’interno di un territorio il cui contesto socioculturale è generalmente medio-alto, ma molto variegato e complesso. La maggior parte degli alunni ottiene un rendimento soddisfacente, raggiunge buoni risultati e nutre elevate aspettative nei confronti del proseguimento degli studi: dall’analisi delle iscrizioni alle scuole di 2° grado risulta, infatti, che il 90% prosegue nei licei, il 7% negli Istituti tecnici, il 3% negli Istituti professionali. La dispersione è pari a zero. Nella scuola sono inseriti positivamente alunni con difficoltà di apprendimento o con carenze nell’alfabetizzazione della lingua italiana, con handicap psicofisici o con situazioni di disagio sociale. Le famiglie rappresentano un anello fondamentale nella catena formativa, collaborando con la scuola sia sul piano professionale che culturale. In relazione allo stile di vita del quartiere la scuola utilizza le opportunità offerte dall’Autonomia per rispondere con maggior efficacia alle esigenze formative dei singoli alunni e organizzare un efficace tempo scuola distribuito su cinque giorni ormai in maniera generalizzata, e si offre come centro di aggregazione nell’ambito dello sport e della musica per i ragazzi Il territorio offre centri di aggregazione e di scambio socio-culturale attraverso gruppi organizzati di scout, spazi per praticare diversi sport, gruppi teatrali, scuole di danza e cine-forum. Sono, inoltre, presenti il teatro Due Pini ed il Cineplex Odeon. La zona è attrezzata con librerie dotate anche di narrativa in lingua straniera e vi è inoltre, una biblioteca itinerante con cadenza settimanale. Le esigenze di formazione scolastica superiore trovano un’ampia scelta di Istituti sia pubblici che privati con alcuni dei quali da tempo la nostra scuola ha attivato progetti di continuità e orientamento. Va sottolineato infine che la scuola si apre al territorio, collaborando con enti e associazioni private che durante le ore extra scolastiche organizzano corsi di lingua inglese e attività sportive.  LINEE GUIDA Il Piano dell’Offerta Formativa si pone come traguardo ciò che un ragazzo dovrebbe sapere e saper fare per avviarsi ad essere un cittadino consapevole in Europa e nel Mondo. Si prefigge quindi di guidare i propri alunni al conseguimento di alcune delle “ 8 competenze chiave” indicate dalle Raccomandazioni del Parlamento e del Consiglio Europeo del 18/12/2006: Comunicazione nella madre lingua ; Comunicazione nelle lingue straniere; Competenza matematica e competenze di base di scienza e tecnologia; Competenza digitale Imparare ad imparare;Competenze sociali e civiche; Capacità di tradurre idee in azioni; Consapevolezza ed espressione culturale (espressione creativa, di idee, esperienze ed emozioni )

7


RISORSE DEL TERRITORIO Enti e associazioni che operano sul territorio in raccordo con l’Istituto Comprensivo “Goffredo Petrassi”

8


SISTEMA SCOLASTICO Nella elaborazione dell’offerta formativa vengono proposti i seguenti modelli:

SCUOLA PRIMARIA

MODULO

TEMPO PIENO

27 ore settimanali

40 ore settimanali

SCUOLA SECONDARIA

BASE

MUSICALE

30 ore

32 ore

settimanali

settimanali

9


DISTRIBUZIONE ORARIA DELLE DISCIPLINE ALL'INTERNO DEL CURRICOLO INTEGRATO

DISCIPLINE DI INSEGNAMENTO

SCUOLA PRIMARIA MODULO/TEMPO PIENO Ore/Settimana

SCUOLA SECONDARIA TRIENNIO Ore/Settimana

ASSE DISCIPLINARE

1째 ANNO E 1째 BIENNIO

2째 BIENNIO

CORSO NORMALE

CORSO MUSICALE

RELIGIONE

2

2

1

1

ITALIANO

9/8/7

6

6

6

INGLESE

1/2/3

3

3

3

SPAGNOLO/FRANCESE

0

0

2

2

MUSICA

1

2

2

2

ARTE E IMMAGINE

1

2

2

2

EDUCAZIONE FISICA

1

2

2

2

3

3

4

4

Antropologico

6

6

Matematico

2

2

Scientificotecnologico

Linguaggi

STORIA GEOGRAFIA

CITTADINANZA E COSTITUZIONE MATEMATICA SCIENZE 9

7

TECNOLOGIA

SOLFEGGIO STRUMENTO MUSICALE TOTALE QUOTA OBBLIGATORIA Quota oraria aggiuntiva T.P. MONTE ORE TOTALE

1 1 27

27

13

13

30

32

30

32

(5h mensa+ (5h mensa+ 8h.approfondimento) 8h.approfondimento)

27/40

27/40 10


 BISOGNI FORMATIVI Sono stati evidenziati i seguenti bisogni formativi degli alunni:     

essere accolti e integrati valorizzando le diversità essere aiutati a gestire il proprio processo di crescita sviluppare conoscenze e abilità per una consapevole interazione con la realtà essere guidati personalmente nel processo di apprendimento/insegnamento essere orientati nelle scelte scolastiche successive

 OBIETTIVI FORMATIVI Il Piano dell’Offerta Formativa dell’ I. C. “Goffredo Petrassi” in riferimento ai bisogni degli alunni pone come traguardo il raggiungimento di competenze trasversali e disciplinari, così come fissato negli accordi di Lisbona e nel Documento Tecnico allegato al decreto 22 agosto 2007. In particolare la scuola si concentra sui seguenti obiettivi  Sviluppo delle conoscenze e delle relative abilità in funzione del raggiungimento di competenze  Sviluppo delle tre competenze fondamentali condivise a livello europeo: Imparare ad imparare, Comprendere e comunicare, Risolvere problemi.

 STRATEGIE FORMATIVE La scuola si prefigge di realizzare le finalità formative generali attraverso:  Unità dei Saperi  Interdisciplinarità  Laboratori Recupero, Consolidamento, Potenziamento, con particolare attenzione agli stranieri e al superamento dello svantaggio  Continuità tra ordini di scuole  Rendere l’alunno protagonista del processo di apprendimento  Il gruppo dei pari (compagni) costruttore di conoscenze condivise ( cooperative learning)  Docente nel ruolo di facilitatore

11


La scuola si avvale di tutte le risorse disponibili: 1. collaborazione delle famiglie rispetto a:  conoscenza dell’alunno e dei suoi bisogni  coinvolgimento nelle proposte di percorsi volti al successo formativo degli alunni  consapevolezza dell’organizzazione della scuola e dell’attuazione delle proposte formative 2. competenza dei docenti, rafforzata da aggiornamenti periodici 3. utilizzo di reti tra scuole e di Enti presenti nel territorio

 CRITERI DI VALUTAZIONE La valutazione è intesa come acquisizione di consapevolezza del processo formativo In base a quanto introdotto in materia di valutazione dal D.L.137 del 1 Settembre 2008, la valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni sarà espressa in decimi e si atterrà ai seguenti principi: 1. Gradualità (rispetto dei ritmi di apprendimento degli alunni) 2. Sistematicità (controllo regolare al termine di ogni argomento trattato/unità di lavoro svolto) 3. Partecipazione (autovalutazione dell’alunno, fondamentale orientamento) e si espleta attraverso le seguenti modalità:

per

il

suo

Valutazione iniziale: attraverso prove di ingresso ed osservazioni sistematiche si valuta la situazione iniziale, ovvero le conoscenze possedute all’inizio del percorso di scuola primaria e di scuola secondaria di primo grado.

Valutazione formativa: valuta il grado di apprendimento nel corso di un itinerario didattico, permette di prevedere i rinforzi adeguati alle difficoltà riscontrate oppure attività di potenziamento.

Valutazione finale sommativa: (al termine di ogni quadrimestre) valuta i risultati dopo vari itinerari didattici, tenendo anche conto dell’impegno e del progresso compiuto rispetto ai livelli di partenza.

La valutazione degli apprendimenti si esprime nella scheda quadrimestrale come riportato nelle tabelle.

12


SCUOLA PRIMARIA Criteri di Valutazione nella Scuola Primaria La valutazione ha un valore formativo e didattico ed è oggetto di riflessione per i docenti. Valutare è un compito strategico ma delicato attraverso il quale si rilevano il raggiungimento degli obiettivi e gli specifici progressi personali. La valutazione, condivisa con l’alunno diviene così uno strumento che gli permette di diventare protagonista del proprio percorso di apprendimento; comunicata ai genitori, fa si che possano partecipare al progetto didattico ed educativo del proprio figlio. La valutazione deve tener conto di criteri di equità e trasparenza, ma anche di punti di partenza diversi, di un diverso impegno profuso per raggiungere un traguardo. Per tale ragione si ritiene opportuno distinguere la valutazione delle verifiche (scritte, orali e pratiche) relative alle diverse unità didattiche svolte durante l’anno, dalla valutazione quadrimestrale intermedia e finale. Tabella di valutazione DESCRITTORI Pieno e approfondito raggiungimento dell’obiettivo

VOTO 10

% 97 – 100

Completo e sicuro raggiungimento degli obiettivi

9

90 - 96

Complessivo raggiungimento degli obiettivi

8

80 - 89

Complessivo raggiungimento degli obiettivi, ma con qualche incertezza Raggiungimento degli obiettivi in modo essenziale

7

70 – 79

6

60 - 69

Parziale o mancato raggiungimento degli obiettivi

5

0 - 59

13


SCUOLA SECONDARIA Criteri di Valutazione nella Scuola Secondaria

CONOSCENZE E ABILITA’ Comprende e padroneggia il linguaggio specifico della disciplina. Organizza,rielabora e applica le conoscenze in forma personale,operando collegamenti in modo approfondito, critico e originale. Sa spiegare le procedure del proprio percorso di apprendimento. Corrisponde ad un eccellente raggiungimento degli obiettivi. Comprende ed usa con sicurezza il linguaggio specifico della disciplina. Organizza,rielabora ed applica le conoscenze in forma personale, operando collegamenti in modo puntuale . E’ pienamente consapevole delle procedure del proprio apprendimento. Corrisponde ad un completo raggiungimento degli obiettivi. Comprende ed usa il linguaggio specifico della disciplina. Organizza, ed applica le conoscenze, operando collegamenti. E’complessivamente consapevole delle procedure del proprio apprendimento. Corrisponde ad un buon raggiungimento degli obiettivi. Comprende ed usa il linguaggio specifico della disciplina, talvolta guidato. Organizza le conoscenze operando semplici collegamenti. E’ parzialmente consapevole delle procedure del proprio apprendimento. Corrisponde ad un sostanziale raggiungimento degli obiettivi. Comprende ed usa il linguaggio specifico della disciplina, se guidato e sollecitato. Applica le conoscenze essenziali. La consapevolezza del percorso di apprendimento è in via di acquisizione. Corrisponde al raggiungimento degli obiettivi essenziali. Incontra, anche se guidato, difficoltà nella comprensione e nell’uso del linguaggio specifico della disciplina. Possiede conoscenze nel complesso frammentarie ed è incerto ed impreciso nella loro applicazione. Ha una limitata consapevolezza del proprio percorso di apprendimento. Corrisponde ad un parziale raggiungimento degli obiettivi. Non usa il linguaggio specifico della disciplina. Non applica le limitate conoscenze. Ha scarsa percezione del proprio percorso di apprendimento. Corrisponde al non raggiungimento degli obiettivi minimi.

14

VOTO

10

9

8

7

6

5

4


CRITERI DI VALUTAZIONE DEGLI OBIETTIVI FORMATIVI Comportamento Facendo riferimento anche al Regolamento di Istituto, le regole convenute sia nell’ambiente scolastico che durante le uscite didattiche, sono:  Rispettare tutto il personale della scuola  Rispettare i compagni, collaborare ed imparare ad apprezzare e valorizzare le differenze personali, etniche, culturali, religiose, sociali  Utilizzare in modo corretto strutture e sussidi della scuola Per l’assegnazione del voto di comportamento il Consiglio di Classe farà riferimento alla seguente tabella: COMPORTAMENTO Parametri considerati: autocontrollo, rispetto delle persone, rispetto delle regole, rispetto dell’ambiente scolastico E’ responsabile in ogni situazione e testimonia il valore delle regole Si comporta in modo corretto e responsabile

VOTO 10 9

Si comporta in modo controllato e rispetta le regole

8

Si comporta in modo abbastanza controllato e rispetta quasi sempre le regole Si comporta in modo non sempre controllato e rispetta solo parzialmente le regole E’ stato protagonista di atti gravi e ripetuti nei confronti di_____________________________________

7 6 5

Impegno Nella realizzazione degli obiettivi disciplinari/interdisciplinari proposti, l’alunno/a deve:  collaborare con i compagni e gli adulti;  studiare ed eseguire con regolarità i compiti assegnati;  rispettare i tempi delle consegne  portare il materiale e averne cura CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE In relazione al conseguimento delle competenze trasversali, ovvero imparare ad imparare, comprendere e comunicare, risolvere i problemi,i criteri stabiliti sono:  Comprendere i linguaggi specifici delle discipline  Organizzare e applicare le conoscenze, collegandole tra loro  Acquisire consapevolezza del proprio percorso di apprendimento 15


PARTE II - OFFERTA FORMATIVA  CURRICOLO DELLA SCUOLA

I curricoli di studio tengono conto delle nuove Indicazioni Ministeriali, secondo una metodologia operativa di studio e di approfondimento che si sviluppano attraverso tre macro aree chiamate ASSI: - asse linguistico-antropologico-espressivo-L2; - asse logico-matematico-scientifico; - attività ludico-musicali-teatrali-sportive. Si propone così un insegnamento interdisciplinare atto a far cogliere ai nostri alunni il legame tra i diversi saperi e di avviare gli stessi ad una visione unitaria della conoscenza. In questo modo si favorisce anche il lavoro collegiale tra gli insegnanti. Al presente documento si allega la programmazione educativa-didattica suddivisa fra scuola primaria e secondaria.  AREE DI PROGETTO

Alla luce dei bisogni e delle realtà sopra individuate, il P.O.F. della nostra scuola individua alcune aree fondamentali di intervento:

Supporto agli Alunni (Disagio e disabilità)

Orientamento e continuità

Matematico scientifica

AREE Linguisticoantropologico Sportivo motoria

Espressivo 16 musicale


I PROGETTI CHE LA SCUOLA OFFRE SONO A CARATTERE TRASVERSALE E INTERDISCIPLINARE O DI APPROFONDIMENTO DELLA DISCIPLINA:

Area Matematico-scientifica e Linguistico – Antropologico  Radici nel presente Si tratta di un progetto di approfondimento storico e archeologico rivolto ad alcune classi della scuola primaria e secondaria.

 Kangourou di Matematica Il progetto mira a promuovere l’interesse per l’area matematico-logica e vedrà impegnati gli studenti delle classi seconde e terze selezionati dai docenti di matematica in base alle competenze disciplinari acquisite. Gli alunni parteciperanno a una gara nazionale di test matematici.

Educazione alla mondialità e Intercultura

Un articolato insieme di interventi formativi, volti a promuovere il confronto e l’integrazione con diverse culture e promuovere la solidarietà (Intercultura, Percorso di solidarietà con l’Ass. Sulla Strada, Educazione al mercato equo e solidale)  Educazione ambientale  Alberi e boschi e orti per vivere meglio I progetti di educazione ambientale, in collaborazione con la cooperativa “Effetto Natura” si pongono nell’ambito pluridisciplinare che comprende integrazione sociale, cultura, ambiente, natura, biodiversità, integrazione, storia, tradizioni e folklore. Vengono svolte numerose iniziative diversificate a seconda della tipologia di classe.

 Educazione alla salute. Unplugged Il progetto promosso a livello europeo, è volto alla prevenzione dell’uso di droghe, fumo e alcool con interventi di personale specializzato.

 Educazione alimentare Si tratta di progetti che propongono percorsi di lavoro in cui si alternano momenti teorici e momenti operativi, finalizzati sia all’acquisizione di corretti comportamenti alimentari e alla prevenzione dei disturbi alimentari e dell’obesità,sia alla scoperta di prodotti tipici. 17


Supporto agli Alunni in funzione del piano d’inclusione  Alfabetizzazione stranieri Il progetto è finalizzato all’alfabetizzazione degli alunni stranieri extracomunitari completamente o parzialmente privi della conoscenza della lingua italiana. Vengono offerte lezioni di italiano in orario curricolare con testi e materiali specifici.

 Interventi su classi con alunni diversamente abili Il progetto è finalizzato a promuovere e migliorare l’integrazione tra gli alunni e arricchirne il percorso didattico e formativo con l’offerta di ore aggiuntive di didattica mirata.  Sportello di ascolto – consulenza psicologica Il progetto si realizza con l’obiettivo di offrire un luogo “protetto” dove poter esprimere i disagi adolescenziali migliorando la qualità della vita di relazione. Gli incontri avvengono con il consenso delle famiglie e su richiesta degli alunni.

 Recupero pomeridiano per la lingua italiana Il progetto, rivolto sia ad alunni della scuola primaria che secondaria, presso le loro sedi, si pone l’obiettivo, attraverso interventi didattici individualizzati, di portare alunni in difficoltà a migliorare l’organizzazione del lavoro e a consolidare le proprie abilità di base.

 Promozione della cultura di protezione civile Il progetto promuove la cultura della sicurezza e della prevenzione, considerando che più esperienze hanno dimostrato che gli atteggiamenti e i comportamenti adeguati in situazioni di rischio, vengono meglio appresi in età scolare.

 Cuore Sano Si tratta di un progetto d’identificazione delle malattie cardiache aritmogene in collaborazione con l’ospedale San Filippo Neri.

 Viva Il progetto si concentra sulla promozione delle manovre base di rianimazione cardiopolmonare in caso di arresto cardiaco in generale e in particolare nello sport. In collaborazione con il Policlinico Gemelli.

 Biblioteca Il progetto si propone con i seguenti obiettivi: 18


1) Prosecuzione del lavoro di selezione, inventario e catalogazione digitale del materiale della “ Biblioteca a colori”. 2) Apertura della biblioteca e prestito del materiale agli alunni della scuola (LIBRI, DVD,VHS). 3) Far appassionare gli alunni alla lettura e renderli lettori consapevoli.

 Il quotidiano in classe Il progetto riguarderà la Scuola Secondaria di I grado e comprenderà l’invio di copie gratuite dei quotidiani “ Il Corriere della Sera” ed il “Tempo” .

Area Scuola Famiglia  Genitoriality Il progetto propone seminari e consulenze per genitori ed alunni.

Area Continuità e orientamento  Accoglienza e orientamento Scopo delle attività è creare opportunità di conoscenza e di incontro che costituiscano i collegamenti necessari tra i vari ordini di scuola in un percorso di apprendimento e di crescita personale degli alunni.  Progetto “Magellano Junior” Progetto rivolto a tutti gli alunni delle classi terze rappresenta un’opportunità in più per dare ai ragazzi un buon orientamento per la scelta delle scuole superiori. Consiste nella somministrazione di 8 test on line messi appunto da un gruppo di ricercatori e prevede l’elaborazione di un report conclusivo.

Area Lingue straniere  Preparazione al conseguimento di certificazioni europee per la lingua inglese (Ket e Pet), per la lingua francese (Delf) e per la lingua spagnola (Dele) Il progetto vuole promuovere l’interesse per le lingue e valorizzare le eccellenze attraverso esami di standard europeo. Vedrà impegnati gli studenti delle classi seconde e terze selezionati dai docenti di lingua, in base alle competenze linguistiche. Gli alunni frequenteranno un corso gratuito di preparazione all’esame in orario extra curriculare. L’esame finale sarà tenuto 19


dagli Enti Certificatori (University of Cambridge, Saint Louis de France e Cervantes ) e conferirà un titolo linguistico riconosciuto a livello europeo sia in ambito accademico che professionale.

 Madrelingua Il docente in classe verrà affiancato da un insegnante qualificato di madrelingua inglese per alcune ore in tutte le classi, con l’obiettivo di sviluppare la motivazione e potenziare le abilità audio-orali degli alunni.

 Teatro in lingua straniera Gli alunni parteciperanno a spettacoli teatrali/musicali nelle lingue straniere studiate seguiti da workshop/laboratori linguistici tenuti dagli stessi attori.

 Lezioni musicali in inglese Il progetto prevede l’approfondimento del lessico della grammatica e di espressioni inglesi attraverso i testi di canzoni contemporanee già conosciute ed apprezzate dai ragazzi. Le attività rivolte ai ragazzi di terza media saranno guidate da insegnanti di madre lingua.

Area Musicale espressivo  Orchestra Il progetto, è volto a valorizzare il percorso musicale triennale degli alunni e si propone il potenziamento della lettura musicale, dell’intonazione, del senso ritmico. Intende inoltre migliorare la capacità degli alunni di suonare con gli altri e di controllare le proprie emozioni anche in previsione della partecipazione a concorsi musicali interni ed esterni.

 Laboratorio musicale di propedeutica vocale e strumentale La scuola secondaria da anni ha instaurato un rapporto con gli alunni della scuola primaria attraverso un percorso musicale comune e condiviso, articolato in specifici interventi.

 Il Musical: musica e movimento Il progetto rivolto ad alunni della scuola primaria prevede la realizzazione di un musical con lo scopo di sviluppare la creatività e la socializzazione degli alunni.

 Strumento musicale per le elementari Il progetto, in via sperimentale, propone la pratica di uno strumento scelto tra due strumenti proposti: flauto e violino. Gli alunni che vi parteciperanno saranno selezionati tramite un test d’ingresso.

20


Sport  Scienze motorie e sport Avviamento alla pratica sportiva tramite esperienze vissute nell’ambito motorio, sotto forma di giochi, competizioni ed acquisizione di tecniche sportive specifiche, al fine di promuovere nell’alunno un interesse a determinate discipline sportive piu’ congeniali alle proprie potenzialità.

 Avviamento alla pratica della pallavolo-minivolley Il progetto dell’associazione sportiva Volleyrò, è rivolto ad alunni della scuola primaria e secondaria.

Attività laboratoriali ed extrascolastiche Per rafforzare l’offerta formativa, la scuola si avvarrà di esperti esterni nella seguenti aree: Area linguistica; Area storico/umanistica; Area musicale; Area artistico/espressiva ; Area scientifico/naturalistica. All’interno delle varie Aree saranno promosse le seguenti attività:  Corsi pomeridiani di lingua inglese rivolti ad alunni della scuola primaria e secondaria tenuti da insegnanti di madre lingua laureati e qualificati all’insegnamento della lingua inglese a “young learners” dell’associazione “In English”  Settimane estive di attività e giochi curati da animatori inglesi o americani.  Viaggi-studio in Inghilterra e in Spagna proposti dalle insegnanti di lingua inglese e Spagnolo della scuola, durante il periodo estivo.  Visite guidate  Laboratori artisrico/espressivi  Laboratori storici  Laboratori musicali  Laboratori scientifico/naturalistici  “Come dire no” nel gruppo dei pari

21


♦ PIANO DI AGGIORNAMENTO Nel corso dell’anno scolastico i docenti partecipano in modo individuale a corsi di aggiornamento specifici sulle varie discipline, a corsi su tematiche relative alle innovazioni organizzative e a corsi collettivi organizzati dalla scuola stessa o da scuole del distretto su tematiche rivolte ai problemi adolescenziali. In particolare quest’anno si affronterà il problema delle dipendenze con una serie di incontri, presso l’ospedale S. Maria della Pietà, relativi ad un progetto europeo promosso dalle ASL di Roma (“Unplugged”). Si effettueranno anche i seguenti Corsi: Corso organizzato da AID presso scuola capofila Rete Roma NORD – IC Parco della Vittoria sul tema dei Disturbi Specifici di Apprendimento in base alle indicazioni nazionali. Utilizzo del registro elettronico/ on line progetto ROL. D. Leg.vo 81/08 - Sicurezza Nuove Tecnologie per i disabili – L.440/97 - scuola capofila Rete Roma NORD – IC Virgilio. Rete Scuola Aperta IC Via Rizzo.

PARTE III – SERVIZI AMMINISTRATIVI ORARIO DI APERTURA DELLA SEGRETERIA La segreteria riceve nei seguenti orari: Pubblico: lunedì

8.00 – 10.00

giovedì

12.30 – 16.00

venerdì

8.00 – 10.00

RICEVIMENTO DELLA PRESIDENZA IL Dirigente Scolastico riceve: lunedì

9.00 – 11.00

(sede via della Maratona)

mercoledì

9.00 – 11.00

(sede via Zandonai)

Giovedì

11.00 – 13.00

(sede via della Maratona)

I genitori degli alunni della sede di Via Malvano potranno recarsi nelle sedi a loro scelta negli orari e nei giorni sopra scritti.

22


MODALITA’ DI ISCRIZIONE Gli alunni che si iscrivono alla prima classe di scuola primaria e secondaria di I grado presso l’I.C. “Goffredo Petrassi” devono presentare in segreteria , entro la data che verrà comunicata dal Ministero, la domanda di iscrizione. MODALITA’ DI RILASCIO DEI DOCUMENTI Le schede di valutazione periodica degli alunni sono consegnate dai docenti coordinatori di classe o da altri docenti incaricati al termine delle operazioni di scrutinio. Successivamente potranno essere ritirate presso gli uffici. I libretti delle giustificazioni vengono consegnati in portineria previo deposito della firma di almeno uno dei genitori (o di chi ne fa le veci). I Diplomi di Licenza Media vengono consegnati appena resi disponibili dal Ministero della Pubblica Istruzione. MODALITA’ DI COMUNICAZIONE SCUOLA – FAMIGLIA Il Dirigente Scolastico e i docenti comunicano avvisi e informazioni di carattere generale attraverso circolari e note sul diario con richiesta di firma di presa visione dei genitori. Nella scuola secondaria i docenti ricevono i genitori durante la mattina due volte al mese (prima e terza settimana completa) e durante il pomeriggio due volte all’anno e i rappresentanti dei genitori potranno intervenire nella seconda parte dei Consigli di Classe secondo le modalità previste. Nella scuola primaria sono previsti incontri di informazione alle famiglie secondo il piano delle attività.

PARTE I V – SICUREZZA E PIANO DI EMERGENZA RESPONSABILE SICUREZZA LAVORATORI: Dott. Amalio Rosati (EUROSERVICE) Presso ciascuna delle due sedi è depositato il Piano di Due volte all’anno vengono attuate le prove di sgombero dell’edificio .

23

Emergenza.


PARTE V – CALENDARIO SCOLASTICO (D.G.R. Lazio n°132 del 27/06/2013 e DGR Lazio n. 160 del 3/07/2013 - Delibera del Consiglio d’Istituto del 8/07/2013) L’anno scolastico inizia il 10 Settembre 2013 e termina il 7 Giugno 2014 Il Collegio dei Docenti ha deliberato la suddivisione dell’anno scolastico in due quadrimestri. Nel mese di marzo è prevista una terza segnalazione scritta alle sole famiglie degli alunni della scuola secondaria con profitto insufficiente.

INIZIO LEZIONI 10 SETTEMBRE 2013 Festività Natalizie

dal 23/12/13 al 06/01/14

Festività Pasquali e Festa della Liberazione

dal 17/04/14 al 26/04/14

ULTIMO GIORNO DI SCUOLA: 7 GIUGNO 2013 CALENDARIO NAZIONALE dal 1° al 3° novembre, festa di tutti i Santi; 8 dicembre, Immacolata Concezione; 25 dicembre Natale; 26 dicembre; 1° gennaio, Capodanno; 6 gennaio Epifania; il giorno di lunedì dopo Pasqua; dal 25 al 27 aprile, anniversario della Liberazione; 1° maggio, festa del Lavoro; 2 giugno, festa nazionale della Repubblica.

24

P.O.F. a. s. 2013 - 2014  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you