Issuu on Google+

Pagina 1

Antenna DEL CAMPO FREUDIANO di Padova eVenezia Segreteria organizzativa Padova Via Ognissanti, 75 - 35129 Padova Tel. e Fax: 049 8070150 E-mail: antennapadova@istitutofreudiano.it

Venezia Casa S. Andrea - Fondamenta S. Chiara 495 - 30135 Venezia Tel 041 5204588 E-mail: antennavenezia@istitutofreudiano.it

Iscrizione La domanda di ammissione va inviata entro il 4 novembre 2011 alla Segreteria organizzativa. L'iscrizione risulterà effettiva dopo l'accettazione della domanda e il pagamento della quota d'iscrizione. ● Quota Intera: € 300,00 ● Quota Studenti: € 200,00

Commissione di coordinamento Padova ANTONIO DI CIACCIA, Presidente dell’Istituto freudiano ALBERTO TUROLLA, Responsabile

Venezia ANTONIO DI CIACCIA, Presidente dell’Istituto freudiano ADRIANA MONSELESAN, Coordinatore

Istituto freudiano

Istituto freudiano PER LA CLINICA, LA TERAPIA E LA SCIENZA

PER LA CLINICA, LA TERAPIA E LA SCIENZA ●

Attività ●

Gli insegnamenti delle Sezioni cliniche e delle Antenne del Campo freudiano sono finalizzati alla formazione scientifica di psicoanalisti, psichiatri, psicologi, assistenti sociali, educatori, operatori del campo della salute mentale e di coloro che, a diverso titolo, desiderino acquisire una formazione nel campo della psicoanalisi. Le attività dell’Antenna di Padova e di Venezia prevedono un Seminario di lettura e commento del testo di J. Lacan “Il Seminario. Libro IV. La relazione oggettuale” e del testo "Gli oggetti a nell'esperienza psicoanalitica", tenuto da Docenti delle Sezioni cliniche europee, un Seminario di discussione di casi clinici, presentato da Docenti dell’Istituto freudiano e alcuni Gruppi di studio che sviluppano e approfondiscono tematiche e nozioni relative alla pratica clinica attraverso l’uso degli strumenti teorici e concettuali propri della psicoanalisi. Tutte le Sezioni cliniche sono dirette da JACQUES-ALAIN MILLER, Direttore del Dipartimento di Psicoanalisi dell’Università di Parigi VIII. www.istitutofreudiano.it www.scuolalacaniana.it www.bibliotecadelcampofreudiano.it www.lapsicoanalisi.it www.forumpsi.it www.cecli.it

ANTENNA

Domanda di ammissione

Nome

17:50

del Campo freudiano

Cognome Indirizzo

di Padova e Venezia

Città

CAP

Tel. Cell. E-mail

2011-2012

Titolo di studio Professione

ANNO ACCADEMICO

C.F.

La domanda di ammissione va inviata entro il 4 novembre 2011 per e-mail alla segreteria del’Antenna di:

Info: Via Palestro 30 - 00185 Roma Tel. 06 6786703 - Fax 06 6786684 E-mail: segreteria@istitutofreudiano.it

● ●

26-10-2011

progetto grafico: www.energylink.it

Padova_Venezia 4 ante 2012:Padova 4 ante 2007

ISTITUTO ABILITATO AI SENSI DELL’ARTICOLO 3 DELLA LEGGE 18.02.89, N°56 (D.M.31.12.93) ADEGUAMENTO AI SENSI DEL D.L. DEL 25 MAGGIO 2001

Padova: antennapadova@istitutofreudiano.it Venezia: antennavenezia@istitutofreudiano.it

Ai sensi della Legge 675/96 e in base a quanto disposto dalla normativa vigente sulla Privacy, i dati personali da Lei comunicati saranno trattati dall’Istituto freudiano per la clinica, la terapia e la scienza esclusivamente ad uso interno alle sedi di zona competenti e per eventuale promozione e informativa sulle proprie attività.


Padova_Venezia 4 ante 2012:Padova 4 ante 2007

26-10-2011

17:51

Pagina 2

Gli oggetti in azione Gli oggetti in azione T E M A

D E L L ’ A N N O

Il termine “oggetto” in psicoanalisi si riferisce innanzitutto ad un modo generale di investimento libidico, di interesse da parte del soggetto per stabilire un legame con il mondo esterno, sia che si tratti di un oggetto nel senso corrente del termine sia che si tratti di un soggetto, di un’altra persona. Si parla infatti di “relazione d’oggetto”, paradigma per tutti la relazione madre-bambino, relazione che imprime le modalità fantasmatiche che organizzano la relazione di un soggetto con il mondo esterno. Più freudianamente gli oggetti sono di un certo tipo e si caratterizzano in quanto oggetti che si staccano dal nostro corpo: oggetto orale, anale, fallico, ai quali Jacques Lacan aggiunge lo sguardo e la voce. Se Melanie Klein ripartisce gli oggetti in buoni e cattivi e Winnicott li condensa in un oggetto transizionale, Lacan inventa l’oggetto a, ovvero l’oggetto causa di desiderio e di godimento che mobilita il soggetto in cerca al di fuori di sé stesso di oggetti desiderabili che lo soddisfino. Operatore di questa ricerca, impossibile da soddisfare totalmente, è il linguaggio, è l’insieme della catena significante a dare al soggetto la sua “consistenza”, consistenza paradossale in quanto si sostiene soltanto su una perdita di totalità di godimento ipotizzata all’origine della vita del soggetto. Ritrovare l’oggetto perduto è la scommessa inconscia del soggetto, è l’azione incessante della pulsione che vuole oggetti. La società attuale ha portato l’oggetto al suo culmine, J.Alain Miller sostiene che “l’oggetto è al suo zenit”. Se fino ad ieri ci si poteva considerare in una società di consumo, forse oggi si profila una società di consolazione a cui ci ha spinto l’impero del capitalismo. Una sorta di infantilismo che produce individui la cui esistenza non è più modulata dalla perdita dell’oggetto, dalla mancanza, ma dalla presenza continua. L’esigenza di un oggetto sempre presente e soddisfacente organizza una dipendenza patologica che impedisce l’accesso al desiderio, ma anche al pensiero. L’economia psichica del bambino oggi, sovente, ha un rapporto con un genitore unico: la madre. Sembra ormai tollerato che resti nella soddisfazione infantile tutta la vita: adulti, uomini e donne restano prigionieri di meccanismi psichici di bambini di cinque anni.

Lacan chiamava questa tendenza “l’enfant généralisé” il “bambino generalizzato”, detto altrimenti è appunto l’infantilizzazione della società. Molte patologie attuali si comprendono proprio in considerazione del fatto che le persone soffrono, perché non sanno desiderare: non esiste infatti l’oggetto che colmi, sarebbe la distruzione del soggetto, l’assenza totale a se stessi.

11 febbraio 2012

Lo sguardo, esempi nel cinema Presiede: ERMINIA MACOLA Docente invitato: ROSA MARIA SALVATORE (Padova) Caso clinico presentato da: ELENA MONDELLO (Venezia) Luogo: Gabinetto di lettura, P.za Insurrezione 4 - Padova

Seminario introduttivo

6 novembre 2011 Nuove forme del sintomo e comunita'virtuali Docente invitato: DOMENICO COSENZA (Milano) Luogo: Gabinetto di lettura, P.za Insurrezione 4 - Padova

10 marzo 2012 ●

Seminario fondamentale

Il Seminario fondamentale è costituito da due insegnamenti: uno teorico, che prevede la lettura e il commento di un testo di J. Lacan, e uno pratico che prevede l’esposizione di casi clinici che evidenzieranno il valore operativo della teoria.

Testi di riferimento Lettura e commento di alcuni capitoli del Il Seminario. Libro IV. La relazione oggettuale, J. Lacan, Einaudi, Torino 2007; Gli oggetti a nell'esperienza psicoanalitica, Quodlibet Studio, Macerata 2008

L'oggetto attivo e il soggetto sovvertito Presiede: BRIGITTE LAFFAY Docente invitato: MARIE-HELENE BLANCARD (Parigi) Caso clinico presentato da: FRANCESCA SENIN (Milano ) Luogo: Casa S. Andrea - Fondamenta S. Chiara 495 - Venezia 14 aprile 2012

Lʼoscuro oggetto Presiede: ALBERTO TUROLLA Docente invitato: BERNARD SEYNHAEVE (Bruxelles) Caso clinico presentato da: DANIELE MARACCI (Bologna) Luogo: Gabinetto di lettura, P.za Insurrezione 4 - Padova 19 maggio 2012

5 novembre 2011

Il niente come oggetto pulsionale nella clinica dell'anoressia mentale Presiede: NICOLA PURGATO Docente invitato: DOMENICO COSENZA (Milano) Caso clinico presentato da: LAURA MARTINI (Udine) Luogo: Gabinetto di lettura, P.za Insurrezione 4 - Padova

Lʼoggetto in tutti i suoi stati Presiede: ADRIANA MONSELESAN Docente invitato: CHIARA MANGIAROTTI (Venezia) Caso clinico presentato da: ALBERTO VISINI (Milano) Luogo: Casa S. Andrea - Fondamenta S. Chiara 495 - Venezia

15 aprile 2012 Piccoli dittatori crescono Docente invitato: BERNARD SEYNHAEVE (Bruxelles) Luogo: Gabinetto di lettura, P.za Insurrezione 4 - Padova 20 maggio 2012 Tra l'uomo e la donna Docente invitato: MASSIMO TERMINI (Roma) Luogo: Casa S. Andrea - Fondamenta S. Chiara 495 - Venezia

Mentre si guarda Presiede: CHIARA MANGIAROTTI Docente invitato: MASSIMO TERMINI (Roma) Caso clinico presentato da: CRISTIANA SANTINI (Fano) Luogo: Casa S. Andrea - Fondamenta S. Chiara 495 - Venezia

Orari 29 gennaio 2012

11 marzo 2012 L'amore dell'oggetto Docente invitato: MARIE-HELENE BLANCARD (Parigi) Luogo: Casa S. Andrea - Fondamenta S. Chiara 495 - Venezia

Seminario teorico: ore 10:00-13:00 Seminario di casi clinici: ore 14:30-17:00

Orario: ore 10:00-13:30 / 14:30-17:00


Programma Ant. Padova_Venezia 2011_12