Issuu on Google+

. 15/16 -

tEilevisivi dal 22 al 28 aprile 1

~::::iiiiiii~;iii::=~


Renato Zero (il suo vero è Fiacchini) è nato a Roma 30 settembre 1950. Il suo zodiacale è quello della Ha debuttato a 14 anni; a 16 incideva la sua prima canzo e.

Tra decine di migliaia di domande ne abbiamo scelte solo 28. Ma ciascuna di esse racchiude in sintesi il senso . e Jo spirito di innumerevoli altre. Renato Zero ha risposto a tutte, a volte con estrema concisione, a volte dilungandosi, ma senza esagerare. Un lato nuovo del suo carattere: la capacità di sintetizzare in una parola una situazione o' uno stato d'animo. La sua opinione sui ragazzi che si drogano e sull'incomunicabilità e l'aJi'enazione del mondo d'oggi. Il significato del nome Zero. La fede religiosa di Renato e quello che lui cerca in Dio: la sicurezza e lo specchio della sua coscienza

-


LE DOMANDE A RE ZERO SO STATE FOR E DA: Maria Carla Pilloni . Torino Jole De Magistris . Torino Gianni Mazzola . Bergamo Rita Simeoni . Portomaggiore (Ferrara) Laura Beolchi . Ostia (Roma) Patrizia e Marina Ballotta· San Lazzaro di Savena (Bo) Laura Presutto . Roma Claudio Pazzini . Milano

Bruno Albesano . Neive (Cuneo) Maria Grazia e Silvia Trentini Casalecchio di Reno (Bo) Roberta De Girolamo· Roma Franco Munuzzi . Palermo Alberta Forlivesi· Venezia Angela Franci . Arezzo Michele Sorrentino . . (Reggio Calabria) Renato Crotti . Ancona Guglielmo Randisi . Marsala Gianna Albertini • Aosta

Luca D'Ambrosio . Ferrara Filiberto Zucca· Genova Gaetano Mangano· Avellino Lucia Landi . Novara Santina Cremonesi· Bari Liliana Bonvicini . Trieste Mimmo Schiavi· Napoli Angelo Sommariva· Lecco Liana Giovine· Catania A ciascuno dei lettori sopra elencati è stato inviato in regalo l'ultimo LP di .Renato: .EroZero» ReA.


Renato vive a Roma in un teresidencen con la sua ragazza, Lucy Morante. Non ha una casa sua; si è solo limitato ad arredare con estro i locali della provvisoria abitazione.

e un'evoluzione c'è stata rispetto alle canzoni degli album precedenti, Questa è nei contenuti. In elnvenzioni», c No, mamma, no!», c Trapezio» e eZerofobia», Renato giocava sull'ambiguità e sul ediverso». Motivi bifronti, da leggere in doppia chiave. Oggi non più. A parte eSbattiamoci:o, che non è nemmeno ambigua tanto è esplicita, le altre canzoni di «EroZero» sono una parabola della vita e del nostro destino umano come cII carrozzone,. o eGrattacieli di sale»; sono una esasperata rappresentazione dell'amore e del rapporto • tra i sessi come -Baratto» e eRH negativo»; sono infine (ed è Questo il meglio dell'album) un messaggio di speranza e un invito a non gettare mai le armi, come cLa tua idea,. e cNon arrenderti mai».

LA TUA IDEA di Renatozero Ed. RGA . Zeromania Music

• •

E meglio fingersi acrobati che sentirsi dei nani spendere tutti i sogni eludendo i guardiani finché il tuo cuore è intatto e il tuo coraggio non mente ti ritroverai uomo dietro un di niente. [fantasma Ti mostrano il sorriso e poi li scopri assassini ti vendono la morte pur di fare [i quattrini e sulla pelle del tuo ultimo [fratello innocente c'era rimasto un buco solamente la tua idea la tua idea non mollare difendi la tua idea quando ti nasceva una [canzone e quando la speranza aveva gli [occhi tuoi vincerai se lo vuoi. Ma non farti fregare gli anni tuoi il blu del cielo forse adesso ha [una ragione ferma l'amore non lasciarlo [andare • • • • via ... via ..• via ... via. Chi di violenza vive forse ha [quella soltanto prendi la gioia al volo prima che [sia rimpianto la tua macchina rossa potrai [averla anche tu. Ma non è a trecento all'ora che [vivrai di più. La tua idea la tua idea


sparisc. col sorriso la vrò accanto (paura il viaggio assieme a t. io la tua id.a. tu non d.vi sm.tt.re di (gioe are agli indiani tuo destino non è n.lla ruota • (ma è n.lle tue mani è per qu.sto credimi è meglio fing.rsi acrobati s.ntirsi nani.

IL CARROZZONE di F. Evangelisti · P. Pintucci RCA I Zeromania Music • Roma

carrozzon. va avanti da sé I. regin., i suoi fanti, (i suoi r•..• buffon., p.r scaramanzia, la morte va via! g.nte, cantate che poi aHa voHasi scende anche ooi . a chi tocca •.. in (doppiop.tto blu na mattina s.i sc.so anche tu! Ila la vita che se n. va .•• ~ n fior., un ci.lo, la tua ricca (pov.rtà, I p.ne caldo, I. tu. po.si •... u che stringevi la tu. m.no (n.lla mia! Il Ila la vita, dic.vi tu, , un po' mignotta e va con (tutti, si, però... .-rò, però ..• proprio sul meglio, (t'ha detto no! ~ Il carrozzon. riprende la yla, truccate di malinconia ... . ,. per ptangere, no,non ce n ., continua anch. senza di te... la vita eh. se ne va ...

vecchi

dove il t.mpo non (ha età, I nostri sogni, la fantasia ... ridevi forte el. paura .ra allegria! Bella la vita, dicevi tu, e t'ha imbrogliato e t'ha fottuto, (proprio tu!!! Con I. regine, con i suoi re, il carrozzone va avanti da sé...

LA RETE D'ORO di Renatozero · P. Pintucci · Renatozero Ed. RCA I Zeromania Mus ic . Roma

Questa rete d'oro ad.sso ha pescato noi, dolci prede, peccatori mal! .•. Noi di questo mar., noi 1111 sola y.rità, un azzurro complice è il segreto che cl unirà! Vuoi, yuol ... c'è un. stella In cielo ., giura, non ci tradirà mai. Vuoi, vuoi ... lascl.",,1 scoprire dove vanno I sogni tuoi! lo non sono ricco, un nome è tutto qu.llo che ho, ma Il mio corpo' forte • tu sei fior•... ti proteggerò! Mentr. il t.mpo dolce piano ci c.ncell.rà, dalle ombre della notte un'altra luc. cl raccoglierà! Vuoi, yuoi ... Vuoi, yuol... pr.ndimi. dif.ndlmi, • poi ricostruirò un pian.ta dove tu sarai poesia! Vuoi /vuoi ... il mondo' grande e ..nza noi distr.tto girerà s.mmal... Vuoi, yuoi... prendiml, difendimi, • poi ricostruirò un pianeta dove tu sarai... poesia!

e domande dei lettori che abbiamo sottopo· ,sto a Renato Zero so· no il frullo di una meditata selezione. un «distillato » di domande . e abbiamo rice· vute a migliaia, abbiamo dovuto raggruppare quelle che avevano analogie e pun· ti in comune e infine (il com· pito più difficile) eliminarne una quantità enorme. In tut· to . se ne sono salvate una trentina, le più acute e perti· nenti, le più «cattive» maga· ri . ma anche le più affet· tuose . A dissipare però i nostri dubbi i: intervenuto lo stes o Renato . Come lui dice. ri· volgendosi ai lettori, non so· no tan to le risposte che con· tano quanto le domande. Per lui l'importante che gliele abbiano rivolte. Non impol·ta che qui risponda solo a una parte. Lo spirito delle risposte, la concisione. l'umanità di Renato valgo· no anche per le altre. E le re· ticenze sono spesso più elo· quenti di un lungo discorso . Che cosa pensi dei ragazzi che si drogano? «Provo molta compren· sione e amore per loro, forse la stessa comprensione e lo stesso amore che gli sono stati negati dai genitori. foro se distratti e egoisti ». Se avessi la possibilità di essere un altro personaggio, chi vorresti essere? " Vorrei poter essere o al· meno intcrprctare tutti i personaggi e poi mi arrendo di fronte al fatto che ogni epoca, ogni atmosfera, ogni uomo devono vivere in se stessi e in quel preciso mo· mento della storia, della realtà, del tempo ». Qual è il momento , della tua vita in cui ti sei sentito perduto? . Quando ho imparato a padare». lo non sono una «zeroma· ne», né una «zerofolle» e sin· ceramente non capisco che vogliano dire queste espres· sioni. Puoi spiegarmele tu? «C't, chi non si pone mai troppi problemi . Il fatto di

appartenere a un gruppo, un movimento, un'idea i: sinto· mo, bisogno di ricerca. Si· gnifica che si ha fiducia ne· gli ineontri e negli intenti che , invece di essere indivi· duali, diventano comuni e quindi ben più forti . ella speranza di essere compresi e condivisi da qualcuno C'lchi i: "zerofolle" e chi non lo l'. È un fat to di scelta, ma credo sia tutto bello e giusto finché esi le la scelta». Qual è il colore del tuo slip? «L'ho dimenticato (lo s lip»). È vero che sposerai presto Lucy? Se lo fai, mi uccido. «Se lo sa Lucy, si uccide lei. Sono certo che lei non vorrebbe mai essere causa di un gesto così disperato da parte tua . Ma io spero che tu riesca ad accettarmi come sono, Lucy compresa». Mi vorresti nel tuo «trian· golo» ? «Mi dispiace, ma attuai· mente non ho nemmeno un angolo libero». Mia madre mi ha tolto tutti i tuoi poster e le foto dalla mia camera. Che cosa devo fare? «Chiedile un risarcimento danni e poi rimetti dove era· no le foto e i poster, dove erano, come erano . Mi assu· mo io la responsabilità». Perché Zero e non Duerni· la? «Perché s i crive più facil· mente e si pronuncia me· glio. Tanto , vuoi dil'e la steso a cosa. Zero: l'infinito, l'e· temo, l' essere e il nulla; il passato che esiste solo nella nostra memoria; il presente che si distrugge nell'attimo stesso in cui si realizza; il fu· turo che non ì: ancora. Zero : l' infinitamente grande e pico colo, l'univel''o e l'atomo. essun si tema scientifico, matematico, filosofico esisterebbe senza questa non· entità: Zero! ». Quando ti sei aceorto di essere un cantante? «Quando el'a troppo tardi per tornare indietro» . • contillua a pag o 28

27


Il cantante in uno dei suoi rari momenti di .. relax". Renato è un perfezionista e lavora in media 14 ore al giorno. Del suo spettacolo .. Ero Zero" ha curato personalmente ogni più minimo particolare.

• conlinua da pago 27

Hai detto più di una volta di credere in Dio. Che cosa cerchi da lui? «Tutte quelle cose che non mi riesce di dire o di fare. Quella sicurezza che non rie· sco a trovare né in me stesso .né negli altri. In Lui vedo lo specchio fedele di una co· scienza che non ha paura di se stessa» . Contano più le domande o le risposte per te? «Le domande, senz'altro . Sono la chiave di tutto. C'è gente che arriva a 80 anni e non ha ancora dato risposta ai propri interrogativi . Ep· pure in questo continuo por· si delle domande e tentare, sia pure invano, di risponde· re, c'c la ragione, l'essenza della vita stessa che è una perpetua domanda» . Leggi proprio tutte le let· tere che ricevi? O le cestini senza neppure degnarle di un' occhiata? «Le leggo tutte, proprio tutte; e, quel che più conta, continuo a leggerle. Certe domande che mi fanno, han·

BARAno di Renatozero . F. Evangelisti Ca viri . Renatozero Ed. RCA f Zeromania Mus ic . Roma

Trova un pretesto, una ragione (di più perché io ti dia del tu ... Dammi una traccia, una tua (foto semmai, dammi gli estremi tuoi! Poi dimmi con calma quante (crisi hai, se tu ti sei tolta l'appendice, oppure te la tieni e sei felice. Voglio conoscere più cose di te, le più recondite ... prima di darti la mia verginità, voglio la verità!!! lo ho avuto pochi amori in vita (mia, se prescindi dall'affetto di una (cagna e per giunta con la rogna. Ehi, se ti do il pelo tu che mi dai? Ehi, ti do la milza tu che mi dai? Se ti do il polpaccio, che mi dai? Per due molari io ci starei... ci accomodiamo casomai. L'amore in fondo non è poi che (un baratto ... dai, troviamo un riscatto ... Di qualche cosa ti puoi anche (privare ... dai, factiamo l'affare!

--.II r,''''.1_ ,. : .. ~_ ...

Se io ti do un occhio poi mi (guarderai? Se ti darò il cuore lo farai pulsare o lo getti in fondo al mare? Ehi, se ti do Il femore tu che (ci fai? Ehi, ti do uno schiaffo tu a chi (lo dai? Già la pelle mia rimane qua, per affidarla a chi non sia (distratto, perché non sia solo un baratto! Ehi, se ti do il pelo lo brucerai? Ehi, questa mia milza al gatto (la darai? Perché giuro che non ti basta . (mai... è sempre troppo quello che tu (vuoi! Ma tu lo sai, quello che vuoi? Ehi, se ti do il pelo tu che mi dai? Ehi, ti do la milza tu che mi dai? ...baratto .. . ...distratto ... ... sei tu che mi hai sedotto ... Facciamo un contratto!!! Vai via.'maialino!

AR I1ENDERMI MAI

di Renatozero . F. Evangelisti P. Pintucci . Renatozero Ed. RGA f Zeromania Music . Roma

Nelle mani di un robot. .. qui finisce la mia storia d'uomo!

Fu per gioco o per follia, quando ad un relé affidai la sorte mia! lo sfidai finanche Dio, credendo "infinito fosse mio. . Per questa febbre al buio andavo incontro, cieco da non vedere che avevo l'universo dentro. ·1 A rren d ermi.... mal. lo non voglio arrendermi... Questo corpo è fragile, la mente no! Sogni non ho, io non so di cosa vivrò ... lo, guerriero senza storia, un'ombra in cerca di memoria ... Arren d ermi.... mal' .1 lo non voglio arrendermi ..• Non sarò mai un atomo senza volontà! Ritroverò un'altra volta- l'amore, il dolore, la pietà, la speranza, la mia età! Il robot è fermo là ... l'ho sconfitto e non lo sa, lui ride! . Crede di aver vinto già, ma il mio cuore batte ancora, vivo, vivo! A rren d ermi.... mal'1. lo non posso arrendermi!

Ritroverò intatti ·i sogni che ho, il mio cielo, la mia storia, la poesia, la mia memoria ... ·1 Arren d ermi.... mal. lo non voglio arrendermi!... Come posso arrendermi?! Il mio corpo è fragile, la mente no! Ritroverò qualcosa chiamato amore, Il dolore, la pietà ... Sono vivo, vedi? Sono qua! Difendimi! !!

RH NEGATIVO di Renatozero-P. Pintucci·Renatozero Ed. RCA·Zeromania Music . Roma

lo, senza più sogni senza meta farò una volta in più da preda nella tua ragna . senza uscita· (tela! Dai, non adagiarti sul mio cuore, tu pesi intorno ad un quintale ... A volte io vorrei morire! Ho provato il veleno: non mi va il rasoio non taglia più... (giù .. ho provato anche l'alta (tensione, credi, ma la pelle reagisce, chissà chissà com'è, (per$:hè, non so più fare a meno di Sia come sia, (vivere! fammi in fretta l' eutanasia,


,

.. " . ,.,

.. l'''

.J • •

col tempo dimenticherai. lo che vuoi... [gnocca, di una volta non puoi... è meglio finire un pronto soccorso il morso di un orso ... . un treno diverso .. . anche per oggi non mi no, no ...'" [ucciderò, io sono ormai sterilizzato, tue insidie preparato, . mio caso l'ho archiviato. racconti l'amore, ma che ne all'amo.re non pensi mai, ' [sai, non sai com'e bello per quello. assicuro, il veleno non mi [va né su né giù ... i perché non ci provi tu lo trovi un peri~nln vivere ... no. no .... per oggi non mi ucciderò! questo tuo corpo è un mi ci devo abituare [arsenale, questo amore da un quintale .. GRATTACIELI DI SALE di Renatozero ' P. Pintucci ReA / Zeromania Music ' Roma

anco di cercare. stanco di [rubare, neo di

J

Dammi quello che mi spetta e dopo io me ne andrò ... non posso fare a meno del mio cervello no! Hai rubato il sole. hai nascosto il mare mentre un uomo muore tu Nei grattacieli di sale [dove sei? nascondi la tua viltà per affidare a un bottone [l'intera umanità che 'non sa che non sa. che non·sa. che non [sa ... Tutti i tuoi figli malati. uomo, come li nutrirai? Con le tue sporche cazzate, parlando loro dei pregi ' di vivere il fumo di questa tua maledetta città che fa ... che fa .... Questa tua ambizione è un sottile male ... Toglimi anche il cuore. vivrà Nei grattacieli di sale [il robot! costringi la verità se questo mondo è sbagliato tu dici: si rifà ... si rifà ... si rifà ... Ma imprigionare il vento nei grattacieli non i, finché il sorris

a

. no già in sé la risposta. È bello comunque sentirsele 'r ivolgere per sentirsi vicini, cercare insieme, verificarsi, confermarsi" . Oggi si parla troppo poco in casa e fuori casa. Perché? «Perché in questa nostra epoca il rumore e il silem.io hanno il sopravvento sulla parola e il dialogo. È un male, la fonte di tanti, troppi mali. Se parlassimo Ji più, quanti contrasti, malintesi si risolverebbero! E alla semplice parola io affianco la musica, ciol' ritmo e melodia, che aiutano ancor meglio a esprimersi e a comunicare. Purtroppo non tutti hanno possibilità "musicali". Ma questo non giustifica la rinuncia. Ricordo tempo fa in America. Cercavo di parlare con la gente, di interessarmi ai suoi problemi, di capire. Una volta un ragazzo mi disse: ,. Come mai parli con me che qui nessuno mi rivolge mai ]a parola?", Certo. in Italia è diverso. La gente è più estroversa ,e non esiste la solitudine e , l'alienazione delle me tropo, li di cinque o dieci milioni di

penSI nei tuoi confronti? «Giorni or sono ho trovalo delle ra~azzine che piangevano davanti alla mia' roulotte. Le ho fatte entrare: "Ma perché piangete?" "Perché abbiamo bisogno di un amico. di una speranza ... ". Ecco il punto: questi giovanissimi vengono da me perché si sentono chiusi, iso· lati c non trovano chi dia loro retta, Queste manifestazioni sono state definite casi di• isterismo da far risalire agli anni '60. lo parlerei piuttosto di un "isterismo esistenziale". e non in senso negativo. al contrario ... », Cos'è per te la virilità? • «II modo peggiore di dimostrare di essere un uomo». Se tu fossi in un'isola deserta con una donna e un tu· betto di rossetto, chi adopereresti per primo? •

CA • ..."

«L'isola» Che cosa rispondi a quelli che ti definiscono un orno· sessuale? «Si sono già risposti». Cosa diresti a un pazzo? «Sono pazzi suoi» . Tu per me sei il mio idolo. Ma all'età di 14 anni quale idolo avevi? «Paperino» . Che differenza c'è tra «diverso» e ,mbiguo? «Dio». Come consideri la gelllt: ipocrita che fino a pochi anni fa ti derideva e ti insultava, e oggi fa a pugni per venire a vedere i tuoi spettacoli? « Li considero violenti" . Poseresti nudo per un'ipotetica rivista per sole don, ne? «E agli uomini, niente?». Tu pensi che quello che vuoi dire con le tue canzoni riesca a cambiare qualcosa .In questa socleta . , . COSI conformista senza che tu venga considerato un fenomeno da baraccone? «Sì", Cosa ne pensi di quei ragazzi che spendono tutta la loro misera paga per acqui· stare o procurarsi tue foto. poster. ecc. ? «La felicità non ha prezzo. Loro lo sanno". A cosa pensi sia dovuto di più il tuo successo: alla tua personalità oppure alle tue canzoni? «Al fatto che io non me lo sia mai chiesto». Che cos'è secondo te la libertà? Tu sei libero? «La libertà può essere tutto o niente. A volte si pensa che l'uomo abbia bisogno della libertà; oggi io credo sia la libertà ad avere bisogno di ssere cercata. Ma ciò che può essere grave è il divenire schiavi di se stessi, delle proprie manie e persecuzioni, nonché del proprio . egOismo». Secondo te, che cos'è la reputazione? «È quella cosa che. al termine di quanto ho detto, s!;,lò costretto a rifarmi», ,

. -

.\ ..............

11_ ...& _

... _

')0


Renato Zero | 1979 | Sorrisi e Canzoni TV