Issuu on Google+

• WTJF'11 Jk

19/08/13

ANSAjii: '"i?";";!!"»

Estratto da pag.

Avvistate 13 famiglie capodogli in Tirreno Femmine con piccoli a sud Santuario Pelagos 19 agosto, 10:14 ROMA - Tredici capodogli in un giorno solo, gruppi famigliari, cioè' femmine con piccoli, avvistati poco oltre il confine meridionale del Santuario Pelagos, la zona di tutela per mammiferi marini, che normalmente ospita gruppi di soli maschi. E' questo il sorprendente risultato emerso da una sorveglianza aerea, conclusasi pochi giorni fa, per accertare lo stato delle popolazioni di cetacei nel Tirreno commissionato dal ministero italiano dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e dall'International Whaling Commission (Commissione Internazionale Baleniera), con la collaborazione dall'Istituto per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) e condotto sotto la responsabilità' scientifica di Simone Panigada dell'Istituto Tethys. Gli studiosi hanno documentato anche un peculiare comportamento di questi grossi cetacei che possono arrivare fino a 18 metri di lunghezza, la cosiddetta "formazione a margherita", raramente osservata nei nostri mari e indicativa della grande complessità' e "sensibilità"' di questi animali ancora poco conosciuti. "Il fatto che femmine e piccoli di capodoglio si trovino appena fuori dalla zona protetta da' da pensare; forse confini andrebbero allargati, forse andrebbero differenziate le zone in base alla necessita' di tutela effettiva" concludono ricercatori. Inoltre, la ricerca conferma che in Mediterraneo si ricrea probabilmente la stessa situazione degli oceani: maschi a nord, le femmine nelle acque più' meridionali. Nei nostri mari questa linea di demarcazione sembra costituita dal 41/mo parallelo, che cade all'incirca tra la Corsica e la Sardegna. i

i

i

i

1


Avvistamento capodogli