Issuu on Google+

Anno 4 - Numero 7 - Dicembre 2013 / Gennaio 2014 - periodico mensile www.ischianews.com

Cartina inclusa Map inside

â‚Ź 1,50 Copia Omaggio

Free Copy

Eventi events Mangiar bene to eat well

Ristoranti restaurants Tradizioni traditions Luoghi di interesse what to see Orari autobus bus timetable Orari marittimi maritime timetable Focus / Il Natale di Geoffrey e Kittredge Lettere / Il terzo mondo dei trasporti ed il volo del gabbiano Reportage / Gina ed il senso della vita Il Natale del Villaggio Sorriso a Capodanno Campagnano, la fierezza delle radici

Il Natale incantato

A magical Christmas


38

Sommario Summary

In copertina: Il Bosco Incantato, Pineta Mirtina - foto di Enzo Rando

74

7 34

Cover: The Enchanted Wood, Pineta Mirtina - photo by Enzo Rando

FOCUS Il Natale di Geoffrey e Kittredge - Il Natale più o meno così o forse esattamente così - Christmas more or less like this or perhaps exactly thus

Luoghi Le delizie di Nonno Franchino - Ogni prodotto è un vero e proprio successo! - Each product is a real success!

Sorriso a Capodanno - Un 31 dicembre come se fosse il 15 agosto! - December 31 as if it was on August 15!

L'isola che vorrei... - Tutti sapevano dove fosse ma nessuno c'era veramente stato! - Everyone knows where it was but no one has ever seen it!

Focus 7

Places 34 38 74


23 Direttore responsabile Enrico Deuringer

Condirettore

Giuseppe Mazzella

Capo redattore

Maria Grazia Orlacchio

Collaboratori

Clementina Petroni Claudio Assante di Cupillo Francesco Antonio Schiano Francesco Mattera Gianni Messi Maurizio Orlacchio Pasquale Balestriere

18

Grafica e impaginazione

29

Maria Mattera

Traduzioni

Milena Barbieri

Foto

Enzo Rando Giuseppe Mazzella Massimo Pilato

Direttore editoriale Tommaso Pilato

Editore

Ischia News S.r.l. www.ischianews.com tel.: +39 081 4972323

Registrazione Tribunale di Napoli R.G. 8733/09 Iscrizione al ROC n. 20937 I.V.A. assolta dall'editore Printed in: Grafica Metelliana (SA) Copyright Ischia News S.r.L 2013 Tutti i diritti riservati. E’ vietata la riproduzione dell’uso anche parziale di testi, illustrazioni e foto.

13 PERSONAGGI

Characters

Gina ed il senso della vita

13

- Ha riportato alla luce “L’isola del sole” - Has brought to light "Island of the sun"

Mariolino, l'artista del corso

18

- Un “ambasciatore” della nostra isola - An "ambassador" of our island

Tradizioni Il Natale del Villaggio

Traditions 23

- Tutta un'altra vita... - Completely different life...

Campagnano, la fierezza delle radici 29 - Uno spettacolo di eccezionale suggestione - A show of exceptional charm

RUBRICHE

Columns

Itinerario presepistico

33

Cartina Regno di Nettuno

48

Ricette natalizie 50

Prodotti tipici 55 Ristoranti

62

Luoghi di interesse

66

Sentieri dell'Isola d'Ischia

72

Pizzerie

81

Ospitalità ad Ischia

82

Autobus ad Ischia

90

Numeri utili

92

Orari Marittimi

94


Il Natale di Geoffrey e Kittredge

E

ra il Natale del 1930. Due giovani anglosassoni di condizione agiata, Geoffrey Bret-Harte, mezzo americano e mezzo inglese di 35 anni e Mabel Kittredge Spencer, americana, ambedue innamorati del “Bel Paese” con il piacere di scrivere, si erano sposati a Napoli nel maggio dello stesso anno ed avevano deciso di trascorrere un anno in luna di miele nell’isola d’Ischia, allora poco nota nei circuiti turistici internazionali. Infatti scoprirono Ischia da Capri. “Quella splendida isola d’altra parte della baia, quella che si vede dalla Piazzetta e che finisce con un alto picco montagnoso” chiesero al portiere del Grande Albergo Quisisana. “Oh, volete dire Ischia, non vorrete mica andare là! Nessuno va a Ischia. Niente alberghi, niente stranieri, niente divertimenti” fu la risposta. Ma Geoffrey e “Kit”, come il marito chiamava la moglie, non lo ascoltarono. Presero a nolo una barca a motore con marinai e si fecero trasportare ad Ischia dove passarono un intero anno alloggiando prima in un piccolo albergo sul Porto poi in una bella casa in località Punta Molino (c’è ancora e si chiama “l’Araucaria”, dall’albero tropicale dalle foglie pungenti di colore verde) di proprietà del colonnello Buonocuore (probabilmente Buonocore). Di quell’anno passato ad Ischia – dal maggio 1930 all’aprile 1931 – ne conservarono le impressioni ed i ricordi in un quaderno di appunti per Geoffrey e in un diario per Kit che sette anni dopo pubblicarono in un libro “Island in the sun” a Londra per i tipi di Hodder and Stoughton. Per settantasei anni questo libro è stato dimenticato e non ne è stata fatta la traduzione in italiano. Poi una milanese di sangue misto, Gina Menegazzi, lo ha tradotto e pubblicato. Il nostro servizio è alla pagina 13 del nostro Magazine (Gina ed il senso della vita).

Christmas for Geoffrey and Kittredge

I

t was Christmas of 1930. Two young Anglo-Saxon people belonging to the middle class, Geoffrey Bret - Harte, half American and half English, 35, and Mabel Kittredge Spencer, American, both in love with the “Bel Paese” with the pleasure of writing, they get married in Naples in May of the same year and had decided to spend a year on their honeymoon on the island of Ischia, then little known in the international tourist circuits. In fact they discovered Ischia from Capri. “That beautiful island on the other side of the bay, what you see from the Piazzetta and ending with a high mountain peak”, asked the concierge of the Grand Hotel Quisisana. “Oh, you mean Ischia, you do not want to go there! Nobody goes to Ischia. No hotels, no foreigners, no entertainment”, was

the reply. But Geoffrey and “Kit”, as the husband called his wife, did not hear him. They began to hire a motor boat with sailors and did carry on Ischia where they spent a whole year before staying in a small hotel on the Harbour and then in a nice house in Punta Molino (and it is still and called “the Araucaria”, from the tropical tree with prickly green leaves) owned by Colonel Buonocuore (probably Buonocore). Of that past year in Ischia - from May 1930 to April 1931 - they retained the impressions and memories in a notebook for Geoffrey and a diary for Kit that seven years later they released a book “Island in the Sun” in London by Hodder and Stoughton. For seventy-six years this book has been forgotten and was not translated


8 A dicembre quando arrivò il freddo Geoffrey e Kit ebbero il problema del riscaldamento della casa. Non c’era un camino. Volevano costruirlo a loro spese ma il vecchio Colonnello non era d’accordo. Consigliò un “braciere”. Lo portò agli sposini la domestica Dominica. “Era bello a vedersi – scrivono – simile ad un grosso portacenere di rame, cosa che in effetti era, il cui centro veniva riempito di ardenti tizzoni di carbone, coperti con la cenere per impedire che bruciassero troppo in fretta. Non era fatto per riscaldare stanze dagli alti soffitti ma, se vi piegate su di esso, il fiato non formava più i ghiaccioli, anche se, per il desiderio di riscaldarsi, si rischiava di restare asfissiati”. Ma arrivò anche una stufa per riscaldare la casa che si preparava al Natale. “Ischia con la sua passione per le feste religiose gli dedica una grande attenzione. Natale è davvero la “festa” più importante prima della Pasqua” scrivono. “In cucina avvenivano cose misteriose… per settimane continuarono ad arrivare dai parenti dei nostri domestici Giovangiuseppe e Dominica pacchi ornati di speciali etichette natalizie… Ma il tacchino arrivò da Napoli portato dal corriere Enrico “l’onestà personificata” che cambiava anche gli assegni alla banca della città. “Eravamo consapevoli della fortuna che avevamo a vivere in un angolo del mondo così bello” scrivono. La mattina di Natale fu “memorabile”. “Non solo il nostro nucleo familiare ma tutti i nostri amici sull’isola contribuirono a renderla tale. Il

into Italian. Then a Milanese half-blood, Gina Menegazzi, translated and published it. Our service is on page 13 of Our Magazine (Gina and the sense of life). In December when came the cold Geoffrey and Kit had the problem of heating the home. There was not a fireplace. They wanted to build it at their expense, but the old Colonel did not agree. He advised a “brazier”. The maid Dominica took it newlyweds. “It was lovely to look at - they write - like a big copper ashtray, which was in fact, the center of which was filled with burning coals of charcoal, covered with ash to prevent it burned too quickly. It was not made for heating rooms with high ceilings, but if you lean on it, the wind did not form more icicles, though, the desire to

warm up, they are likely to remain asphyxiated”. But there came also a stove to heat the house that was preparing for Christmas. “Ischia with its passion for religious festivals devoted a great deal of attention. Christmas is really the “feast” more important before the Passover”, they write. “In the kitchen occurred mysterious things... for weeks continued to come by relatives of our domestic and Giovangiuseppe Dominica parcels decorated with special Christmas labels... But the turkey came from Naples brought by courier Enrico “the honesty personified” that also changed the checks to the bank of the city. “We were aware that we had the good fortune to live in a corner of the world so beautiful”, they write. Christmas morning


campanello del cancello suonava ininterrottamente e piccoli scugnizzi che fungevano da messaggeri ci portavano cesti su cesti di frutta, fiori e vino… i conigli vivi… un dolce fatto dalla nonna… ricami per Kit. Il pomeriggio di Natale l’isola era “sonnolenta” perché “gli ischitani erano occupati a festeggiare nelle loro case” e così gli sposini andarono a stendersi sulla spiaggia e poi ritornarono a casa per “un ricco tè”. “Eravamo completamente felici e in pace con il mondo” scrivono. Passava il Natale più o meno così o forse esattamente così vent’anni dopo Geoffrey e Kit, il prof. Pasquale Balestriere, scrittore e poeta, nel suo villaggio di Buonopane – il servizio è alla pagina 23 del nostro Magazine (Il Natale del Villaggio) ed osserva che, se il tempo passa le tradizioni restano. “L’isola di Geoffrey e Kit c’è ancora” ci ha detto Gina Menegazzi, ed è vero. Abbiamo oggi un ricco calendario di eventi dal 16 dicembre 2013 fino al 12 gennaio 2014 (le indicazioni complete partono dalla pagina 44 del nostro Magazine e possono trovarsi anche su www.ischianews.com) soprattutto nei Comuni di Ischia e Forio quelle che Waldimiro Frenkel, un profugo russo che scrisse una bella guida di Ischia nel 1934, chiamava "le due capitali". Il fascino dell’“isola nel sole” resta immutato e le tradizioni vivono trasmesse, come una staffetta, di generazione in generazione che le cambiano in superficie ma non nella sostanza. Truman Capote lo diceva nel 1949. Qui l’orologio non serve. Questa è un’isola senza tempo.

was “memorable”. “Not only our family but all of our friends on the island helped to make it so. The gate bell rang continuously and small street urchins, who acted as messengers, brought us baskets of fruit baskets, flowers and wine... the live rabbits... a cake made by her grandmother... Embroidery for Kit. In the afternoon the Island was “sleepy” because the islanders were busy celebrating in their homes”, and so the newlyweds went to lie on the beach and then returned home for a “rich tea”. “We were completely happy and at peace with the world”, they write. Who spent Christmas more or less like this or perhaps thus twenty years after Geoffrey and Kit is prof. Pasquale Balestriere, writer and poet, in his village of Buonopane the service is available on the page 23 of Our Magazine (the Christmas

Village) and observes that if time passes traditions remain. “The island of Geoffrey and Kit there is still”, Gina Menegazzi told us and it is true. Today we have a full calendar of events from December 16, 2013 until January 12, 2014 (the full disclosure start from page 44 of our magazine and can also be found on www.ischianews.com), especially in the towns of Ischia and Forio those of Waldimiro Frenkel, a Russian refugee who wrote a nice guide of Ischia in 1934, called “the two capitals”. The charm of ‘Island in the Sun’ remains unchanged and traditions transmitted alive, like a relay race, from generation to generation that the change in surface but not in substance. Truman Capote said so in 1949. Here the clock is not needed. This is a timeless island.


Gentili Signori, mi scuso per il mio italiano, ma sono tedesca ma ho vissuto a Napoli. Allora siamo stati per 3 settimane nel mese scorso a Forio. Conosco bene l'isola e mi piace molto, ma questa volta abbiamo (mio marito e io) usato tutti i giorni il pullman. E proprio la fine del mondo andare con il pullman. Sempre in ritardo di almeno una mezz'ora e anche di più. Troppo pieno di gente, pericoloso per la gente anziana e parecchie volte non si poteva salire. E poi i taxisti che venivano a raccogliere i turisti. Qualcuno faceva un prezzo diverso per gli stranieri. Ma dove siamo, in Africa? Penso, i taxisti e i pullman vanno d'accordo. Sono molto arrabbiata per tutto. E se non si cambia con questi imbrogli, uso facebook e twitter per far sapere a tutto il mondo come si trattano i turisti a Ischia. Saluti e attendo le vostre risposte, Beate Kunert

Ho letto il vs ultimo numero della rivista che è molto interessante e ben fatta, con i racconti dei protagonisti. Considerato il sollecito che fate ai turisti di corrispondere con la redazione ecco un primo quesito. Dove sono finiti i biglietti dell'autobus? Non li ha nessuno, non si trovano in hotel, rivendite etc. Li hanno tutti finiti! Quando arriveranno? Boh, non si sa! Altro mistero napoletano che fa ridere il turista tedesco, amareggiare l'italiano perché sicuramente ci sarà qualcuna delle nostre camarille dietro. Grazie Giorgio Vanoli Legnano (MI)

Ritornando a Ischia …Ecco, oggi mi ritrovo su quel lungomare alberato e profumato di odori vari e di salsedine, della mia Forio. La brezza dal mare antistante, sospinta da Eolo, mi giunge, leggera e soave e mi accarezza il viso, il mio, appassito e ormai smunto dal tempo che scorre ahimè inesorabile... ma i ricordi della mia adolescenza, quelli no, quelli restano, non sfumano con il tempo, anzi si ingigantiscono nella mente, la mia che vive sì la realtà, ma con la nostalgia del tempo che fu. Con gli occhi lucidi e con il cuore in fibrillazione, osservo emozionato il volo leggero del bianco gabbiano che or baciando le onde dell'azzurro-verdeggiante mare e or svettando su nel cielo terso, pare, col suo stridulo garrire, sussurrarmi: coraggio caro Gaetano, noi vivremo sempre in simbiosi, emozionandoci sempre insieme, arrivederci a presto. Ponzano Gaetano


om c . s w e

11

n

hia c s i @ info Dear Gentlemen,

I’m German but I have been living in Naples. So we stayed for 3 weeks in Forio. I know well the island and I like a lot, but this time we (my husband and I) have travelled every day by bus. It is the end of the world going by bus. Always late for at least half an hour a day and even more. Full of people, dangerous for elderly people and many times it is not possible could not get on. And taxi drivers who came to welcome the tourists had a different price for foreigners. But where are we in Afrika? I think that taxi drivers and buses get along. I am very pissed for everything, and if does not change these situation, I will post on facebook and twitter my ideas to let people know how tourists are treated in Ischia. Greetings and I look forward to your reply. Kunert Beate

I read the latest issue of the magazine that is very interesting and well done, with the stories of the protagonists. Given the reminder for the tourists to correspond with the editors, here's a question: Where are the tickets of bus? No one has the tickets, they are not found in hotels, retails etc.. They were all gone! When do they arrive? Dunno, I do not know! Another mystery that makes the German tourists laugh, the Italian is embittered because surely there will be some of our cliques behind. Thanks George Vanoli Legnano (Milan)

Coming back to Ischia ...Well, today I find myself on the promenade lined with trees and fragrant of odors various and salt, my Forio. The breeze from the sea front, driven from Aeolus, comes to me, light and sweet and caresses my face, mine, and withered or never haggard by time flowing inexorably alas... but the memories of my adolescence, those not, those are, do not fade with time, rather they are in mind, my living reality yes, but with the nostalgia of time that was. With tears in the eyes and heart in fibrillation, I look excited the light flight of white seagull kissing the waves of the blue-green sea or towering over the sea and in the clear sky, it seems, with its shrill twittering, to whisper: have courage dear Gaetano! We will always live in harmony, always moving us deeply together, see you soon. Ponzano Gaetano


Abbiamo ricevuto tre lettere significative che pubblichiamo integralmente. Vogliamo soffermarci prima di tutto su quelle del turista milanese Giorgio Vanoli e della turista tedesca Beate Kunert perché denunciano la gravità del “disservizio” di trasporto nell’isola d’Ischia, assolutamente inaccettabile ed insopportabile sia per una comunità civile di circa 65mila persone, di cui almeno 3500 studenti delle scuole superiori, sia soprattutto per una località turistica che punta tutta la sua economia sul turismo, che si traduce in termini quantitativi, con 400 strutture alberghiere, centinaia di attività commerciali ed almeno 10mila lavoratori stagionali. Si domanda la signora Kunert se Ischia è in Africa anziché in Europa. E’ talmente irata che vuole far sapere a tutto il mondo come vengono trattati i turisti ad Ischia. Noi riteniamo che la signora Kunert abbia perfettamente ragione. Il servizio di trasporto pubblico è il biglietto da visita di una località. Se non funziona si vanificano gli sforzi enormi di imprenditori alberghieri e commerciali di offrire “il meglio del mondo” al turista. Sui trasporti pubblici – a terra ed a mare – saremo, come giornale che vuole “raccontare le cose belle di Ischia” ma non può non vedere quelle orrende, attenti e rigorosi. L’ultimo annuncio di miglioramento del servizio dell’EAV Bus, la società pubblica di proprietà della Regione Campania, è del 20 novembre 2013 (EAV, piano da 200 milioni per ripartire – La Repubblica-Napoli) e vedremo se l’assessore regionale ai trasporti, Sergio Vetrella, riuscirà a mantenere gli impegni sia per quanto riguarda i trasporti marittimi pubblici ancora gestiti “provvisoriamente” dalla Caremar sia per i trasporti a terra ancora gestiti dall’EAV-BUS. Sul servizio dei taxi è tempo che i sei Comuni dell’isola adottino una strategia unitaria sulle tariffe con rigorosissimi controlli. A queste due lettere di denuncia si aggiunge quella del signor Gaetano Ponzano da Grugliasco. E’ una piccola poesia. L’autore ci trasmette il suo stato d’animo rivedendo Forio ed il volo del gabbiano che gli sussurra: “coraggio caro Gaetano, noi vivremo sempre in simbiosi, emozionandoci sempre insieme, arrivederci a presto”. E’ l’“arrivederci” che rivolgiamo a Giorgio e Beate perché quello che vogliono, lo vogliamo anche noi poiché le critiche e le denunce, in un Paese Civile, si fanno per dare occhiali a chi è preposto al governo della cosa pubblica per vedere meglio e non per accecare.

We received three significant letters that we publish in full. First of all we want to dwell on the letters of the Milan tourist Giorgio Vanoli and German tourist Beate Kunert because denounce the gravity of the “inefficiency” of transportation on the island of Ischia absolutely unacceptable and unbearable for both a civil community of about 65 thousand people, of which at least 3,500 students, but especially for a tourist resort which combines all its economy on tourism that results in quantitative terms, with 400 hotel facilities, hundreds of businesses and at least 10 thousand seasonal workers. Mrs. Kunert asks if Ischia is in Africa or rather than in Europe. It is so angry that want to tell the whole world how tourists are treated in Ischia. We believe that Mrs. Kunert is absolutely right. That the public transport service, and the bus and the taxi and the business card of a location, which is absolutely not possible to get ahead in this world because on this path will be gradually but inevitably destroyed the entire economic and social system of the island and undoes the enormous efforts of hotel entrepreneurs and business to offer “the best in the world” to tourists in terms of personal services not only in terms of outstanding natural beauty. On public transport - by land and by sea - we, as a newspaper that wants to “tell the good things of Ischia” but cannot see those horrible, careful and rigorous. The last improvement service of EAV Bus, a public company owned by the Region of Campania, since November 20, 2013 (EAV, plan from 200 million to restart - The Republic - Naples) and see if the Regional Councillor transport, Sergio Vetrella, will be able to keep commitments both as regards maritime transport still managed public “provisionally” by Caremar both for ground transportation still managed by EAV- BUS. About taxi services is time that the six municipalities of the island adopt a unified strategy on rates with rigorous controls. In addition to these two letters of complaint there is also that of Mr. Gaetano Ponzano from Grugliasco. It is a little poem. The author gives us his mood reviewing Forio and the seagull flying that whispers: have courage dear Gaetano! We will always live in harmony, always moving us deeply together, see you soon”. It’s the “goodbye” we turn to George and Beate because what they want we want because criticisms and complaints in a civil community help to stimulate those who are in charge of the management of public affairs in order to see better and not to blind.


Gina ed il senso della vita di Giuseppe Mazzella


I

sensi nella persona umana sono cinque: la vista, l’udito, l’olfatto, il gusto, il tatto. Dove e come si esprimono meglio questi “sensi” fino a farne il “senso” della vita stessa? Gina Menegazzi si è posta la domanda molti anni fa ed ha dato la sua risposta con la sua scelta di vita. La incontro in una domenica dell’estate di novembre sul pontile che collega l’abitato di Ischia Ponte, l’antico Borgo di Celsa, con il Castello Aragonese, il più importante monumento dell’isola d’Ischia che racchiude tutta la sua storia millenaria. Anche questo pontile ha la sua storia antica. Ha una lunghezza di 225 metri e fu realizzato nel 1423 per volere di Alfonso d’Aragona. Ci sediamo su una panchina di roccia per il nostro colloquio mentre giovani ed anziani passeggiano in questa giornata di sole. Ad Ischia il sole è di casa, tanto che vi passa l’inverno. Gina Menegazzi ha oggi 61 anni. E’ nata a Milano da padre veneziano e madre friulana e qui ha vissuto e lavorato fino a qualche anno fa. E’ laureata in lingue e letterature straniere ed è diplomata interprete parlamentare. Dopo tanto lavoro a Milano, città dalla quale si è sempre sentita estranea, la separazione dal marito, i figli grandi ormai - Silvia, 31 anni, laureata in conservazione dei beni culturali a Venezia e che vive a Firenze e Alessandro, 29 anni, informatico, che vive a Genova - la sua scelta di vita di vivere ad Ischia, di acquistare un appartamento di 70 metri quadrati con tre camere da letto, due bagni ed un balcone proprio qui nel Borgo di Celsa in un palazzo antichissimo del XIII secolo che faceva parte del convento dei Padri Agostiniani. L’ha chiamata la casa dei “cinque sensi” perché sono solleticati dal mare, risvegliati dal mare. Dalla casa si vede il Castello Aragonese, la rada dei pescatori, Vivara e Procida. Di una stanza ne ha fatto un romantico Bed and Breakfast per turisti intenditori che arrivano da tutte le nazioni del mondo, dall’Australia al Sud Africa, da marzo ad ottobre. “A Milano ho lavorato come libera professionista, interprete e traduttrice dall’inglese e dal francese, che preferisco, ed i miei genitori mi hanno portato in vacanza ad Ischia fin da quando avevo due anni. Poi siamo sempre ritornati ogni anno anche perché mio padre era cugino di Vera Menegazzi, moglie di Piero Malcovati, il medico milanese che portò Angelo Rizzoli ad Ischia negli anni ‘50 per realizzare i grandi alberghi e gli stabilimenti termali di Lacco Ameno. Eravamo ospiti dei Malcovati nella loro casa antica chiamata “Lo scuopolo” ad Ischia Ponte”, mi dice all’inizio del colloquio. “Così Ischia è diventata parte di me ed ho cominciato a studiare la sua grande storia e ne sono rimasta

Gina and the sense of life by Giuseppe Mazzella

T

he senses of the human person are five: sight, hearing, smell, taste, touch. Where and how do they express better these “senses” up to make the “sense” of life? Gina Menegazzi has asked the question many years ago and gave her answer with her life choice. I met her on a Sunday in November on the pier that connects the village of Ischia Ponte, the ancient Borgo of Celsa, with the Aragonese Castle, the most important monument of the island of Ischia, which contains all its thousandyear history. This pier has its ancient history. It has a length of 225 meters and was built in 1423 by Alfonso of Aragon. We sit on a bench stone for our interview while young and elderly walk in this sunny day. In Ischia the sun is at home, so that to spend winter. Gina Menegazzi today is 61 years old. She was born in Milan by Venetian father and Friulian mother and here she lived and worked until a few years ago. Graduated in foreign languages and literature and is parliamentary interpreter. After much work in Milan - a city which has always felt alien - the separation from her husband, older children now , Silvia, 31 years old, graduated in conservation of cultural heritage in Venice who lives in Florence and Alessandro, 29, information technology, who lives in Genoa - her

lifestyle choice was that one to live in Ischia, to buy an apartment of 70 square meters with three bedrooms, two bathrooms and a balcony right here in Borgo of Celsa in an ancient palace of the XIII century building that was part of the convent of the Augustinian Fathers. She called it the home of the “five senses” because they are tickled by the sea, awakened by the sea. From the house one can see the Aragonese Castle, the harbor fishermen, Vivara and Procida. A room made it a romantic Bed and Breakfast for connoisseurs tourists who come from all the nations of the world, from Australia to South Africa, from March to October. “In Milan I worked as a freelance interpreter and translator from English and French, which I prefer, and my parents took me on holiday in Ischia since I was two. Then we always come back every year because my father was a cousin of Vera Menegazzi, wife of Piero Malcovati, the doctor who brought Angelo Rizzoli Ischia in the 50s to make the big hotels and spas in Lacco Ameno. We were guests of Malcovati in their old house called “Lo scuopolo” in Ischia Ponte”, he says at the beginning of the interview. “So Ischia has become part of me and I began to study its great story and I was fascinated. I wrote my first impressions on Ischia


affascinata. Ho scritto le mie prime impressioni su Ischia quando andavo alle elementari perché la maestra ci fece portare una ricerca sul luogo delle nostre vacanze”, mi sottolinea. Fu nella bella casa di Malcovati che Gina trovò nella ricca biblioteca, oltre trent’anni fa, un libro in inglese su Ischia. Si intitolava “Island in the Sun” ed era stato scritto da Geoffrey e Kit Bret Harte e pubblicato a Londra dall’editore Hodder and Stougton nel 1937. “Cominciai a leggerlo e rimanevo sempre più affascinata dal racconto tanto che iniziai la traduzione in italiano ma non riuscivo mai a completarla. Ho impiegato 12 anni per terminare la traduzione forse perché avevo bisogno di immergermi completamente nei luoghi stessi del libro, coglierne le stesse sensazioni degli autori. Il mestiere del traduttore impone di entrare nella mentalità dell’autore, di essere “fedele ma nell’infedeltà all’autore” perché la traduzione non può essere letterale” mi spiega. Del resto ha applicato alla lettera la lezione che le fece Fausto Malcovati, figlio di Piero e docente presso l’Università di Milano: “se vuoi conoscere un popolo devi studiarne sia la lingua – a Scuola Interpreti - sia la cultura – all’Università; una sola delle due non basta”. Così, dopo settantasei anni di oblio, ha riportato alla luce, traducendolo in italiano, “L’isola del sole”,

when I was in elementary school because the teacher made us take a search on the place of our holidays”, she says. It was inside the beautiful Malcovati home that Gina found the rich library, over thirty years ago, a book in English about Ischia. It was titled “Island in the Sun” and was written by Geoffrey and Kit Bret Harte and published in London by the publisher Hodder and Stougton in 1937. “I started to read more and more and I remained fascinated by the story so much that I began the translation in Italian, but I could never complete it. It took 12 years to finish the translation, perhaps because I needed to immerse myself in the same places of the book, to capture the same feelings of the authors. The translation profession requires to get into the

mindset of the author, to be “faithful but in the infidelity of the author” because the translation cannot be literal”, she says. She has applied the letter of the lesson of Fausto Malcovati, son of Piero and professor at the University of Milan: “if you want to know a people you need to study both the language – at the Interpreter School and the culture - at the University; one of the two is not enough”. So after seventy-six years of neglect, she has brought to light, translating it in Italian, “L’Isola del sole”, the touching story of a year spent in Ischia, from May 1930 to the spring of 1931, by Geoffrey and Kit Bret Harte, a young English couple, wealthy enough, that despite the negative advice of the porter of Capri,


16 il toccante racconto di un anno passato ad Ischia, dal maggio del 1930 alla primavera del 1931, di Geoffrey e Kit Bret Harte, una giovane coppia inglese, sufficientemente agiata, che nonostante il consiglio negativo del portiere dell’albergo di Capri, allora già famosa, dove i novelli sposi passarono i primi giorni, decise di trascorrere il primo anno di matrimonio in quest’isola del Mediterraneo allora scarsamente conosciuta. Geoffrey e Kit annotano tutto del loro soggiorno. Geoffrey ha un quaderno di appunti e Kit un diario. Geoffrey ha 35 anni e Kit 25. Soltanto 7 anni dopo il loro soggiorno decidono di farne un libro. Un libro del tutto particolare di un anno particolarmente felice di un’unione tra un uomo ed una donna straordinariamente felici. Questa felicità è alimentata dal mondo che li circonda, non solo dalla bellezza dell’isola dove il sole c’è sempre e nessuna casa ha un camino ma tutt’al più un “braciere” per l’inverno, ma dalla cordialità degli abitanti. Un popolo felice pur nel duro lavoro dei campi o della pesca dove non ci sono mendicanti, la luce elettrica arriva solo di sera, il liquore dei pochi caffè è il vermouth, non ci sono prezzi fissi nei pochi “empori” ma una contrattazione quotidiana sul prezzo. Geoffrey e Kit non scrivono una guida per i viaggiatori ma un libro che racconta questo loro anno in un posto “splendido”, “felice”, “meraviglioso” Alle spalle della Signora Gina, il Castello Aragonese Back Mrs. Gina, the Aragonese Castle

then already famous, where the newlyweds spent the first few days, decided to spend the first year of marriage in this Mediterranean island at that time poorly known. Geoffrey and Kit write down all of their stay. Geoffrey has a notebook and Kit a diary. Geoffrey is 35 years old and Kit 25. Only seven years after their stay they decide to make a book . A very special book of a particularly happy union between a man and a woman extraordinarily happy. This happiness is powered by the world around them, not only by the beauty of the island where the sun is always there and no house has a fireplace but at most a “grate” for winter, but the friendliness of the people. A happy people while toiling in the fields or fishing where there are

no beggars, the electricity only comes at night, the liquor of the few coffee is the vermouth, there are no fixed prices in the few “emporiums” but on a daily bargaining. Geoffrey and Kit do not write a guide for travelers but a book that tells their year in one “gorgeous”, “happy” and “wonderful” place (the superlatives that abound in the book) not only by the natural beauty - the beaches, thermal water to cure, landscapes - but the friendliness of the islanders, their availability, their sense of respect and generosity. Describe with emotion, almost disbelief, the gifts of Christmas that bring them Giovangiuseppe and Dominica – to the “Gentlemen” in the house that rent - the “Villa Buonocuore” now (the “Araucaria”) and remain


17 (gli aggettivi superlativi che abbondano nel libro) reso tale non solo dalle bellezze naturali – le spiagge, l’acqua termale per curarsi, i paesaggi - ma dalla cordialità degli ischitani, dalla loro disponibilità, dal loro senso del rispetto e dalla loro generosità. Descrivono con commozione, quasi incredulità, i doni di Natale che portano loro i domestici – Giovangiuseppe e Dominica – ai “Signori” nella casa che hanno preso in fitto – la “Villa Buonocuore” ora (“l’Araucaria”) e rimangono senza parole quando il vecchio proprietario, il Colonello Buonocuore viene appositamente da Napoli per salutarli e non per constatare l’inventario, cioè come lasciano dopo un anno la sua casa. “E’ stata la lettura di questo libro, la sua traduzione, che mi ha fatto ancor di più innamorare dell’isola d’Ischia. Quell’isola, caro amico, c’è ancora. La gente di oggi è come quella di circa un secolo fa. Non è cambiata. Solo, non se ne rende conto.” Mi dice. E nel libro è struggente il racconto della partenza avvenuta il 6 aprile 1931 con i due pescatori che fermano il vaporetto la “Principessa Mafalda di Savoia” per consegnare il pacchetto con le due bottiglie di vino a loro regalate dal loro amico Amedeo Giusto di Barano. Il loro amico Amedeo aveva scritto su un foglio “in inglese con la sua scrittura ordinata, le parole: “Buoni amici. Un felice viaggio, un pronto ritorno”. Non ritornarono mai più. I tempi della vita non glielo permisero. Vissero negli Stati Uniti d’America ed ebbero due figli di cui uno, John Bret Harte, nato a Roma nel 1932 è morto a 80 anni in Arizona. Ma come è andata la lunga vita di Geoffrey e Kit non lo sappiamo. Gina sta facendo ricerche. E’ certo che quell’anno felice li ha accompagnati per tutta la vita. P.S. Il libro “L’isola del sole – racconto di un anno particolarmente felice” è pubblicato da Imagaenaria (2013) Euro 12,90.

In lontananza, Capri In the distance, Capri

without words when the old owner, Colonel Buonocuore comes from Naples to greet them and not to establish an inventory, that is, as they leave after a year the house. “It’s been the reading of this book, its translation, which made me fall in love even more the island of Ischia. That island, my friend, is still there. The people of today are like that of a century ago. It has not changed. Just he do not realize it”, she tells me. And in the book is poignant the story of the departure on April 6, 1931 with the two fishermen who stop the ship “Principessa Mafalda di Savoia” to deliver the package with two bottles of wine given by their friend Amedeo Giusto from Barano .

Their friend Amedeo had written on a piece of paper “in English with his neat handwriting , the words: “Good friends. A happy journey, a speedy return”. They never returned. The time of life would not allow them. They lived in the United States of America and had two children one of whom, John Bret Harte, born in Rome in 1932, has died at 80 in Arizona. But how was the long life of Geoffrey and Kit we do not know. Gina is doing researches. It is certainly that this happy year has accompanied them throughout their lives. P.S. The book “L’isola del sole – racconto di un anno particolarmente felice” is published by Imagaenaria (2013) - € 12,90.


Mariolino, l’artista del corso di Maurizio Orlacchio


L

o trovo appoggiato alla parete della sua “puteca”,** con l’occhio di chi osserva dando l’impressione di un burbero, anche se chi lo conosce sa che la sua è una personalità che aggrega idee, amicizie, eventi, tanto comunicativa nei rapporti interpersonali quanto riservata su ciò che riguarda il suo rapporto con l’arte: Mariolino Capuano l’artista del corso. Per questa chiacchierata innocente mi accoglie nella sua “puteca” con quell’iniziale diffidenza tipica degli artisti, per poi sciogliersi e dimostrare tutta la sua simpatia solare e coinvolgente tipica di chi è artista e umile allo stesso tempo. È un excursus che parte dal dopoguerra, dove curiosità e spensieratezza post bellica fecero emergere la sua vocazione artistica, che da autodidatta iniziò ad esprimere tra le mura di casa. La maturazione del maestro avvenne in un momento ricco di fermenti per la vita culturale di Forio, animato dai personaggi del Bar Internazionale gestito da Maria Senese, tra l'altro parente di Mariolino. Ancora molto giovane è affascinato da quel mondo, partecipa alle feste organizzate con i vari Bolivar, suo vicino di casa, Aldo Pagliacci ed altri, avendo così modo di inserirsi in un tessuto sociale ed intellettuale di gran prestigio stabilendo un legame sopratutto emozionale, che esprimerà anche nelle sue opere.

Mariolino, the artist of the way by Maurizio Orlacchio

I

find it leaning against the wall of his “puteca”** with the eye of the beholder, giving the impression of a gruff, although who knows him knows that his personality aggregates ideas, friendships, events, that is much communicative in interpersonal relationships as given on what concerns his relationship with art: artist Mariolino Capuano of the way. For this innocent chat he greets me in his "puteca" with that initial distrust, typical of the artists, and then melt and demonstrate its solar sympathy, typical

of whom is artist and modest at the same time. It is an excursion that starts from the war, where curiosity and carefree post-war showed his artistic vocation, which began to express a self-taught within the walls of the house. The maturation of the master came at a time of turmoil for the rich cultural life of Forio, animated by the characters of the Bar Internazionale run by Maria Senese, relative of Mariolino. Still very young is fascinated by the world, participates in festivals organized by various Bolivar, his neighbor, Aldo Pagliacci


20 La storia artistica foriana e ischitana di quel periodo in generale è caratterizzata da due realtà che si sono incrociate e talvolta stimolate reciprocamente. Da un lato le giovani leve artistiche autoctone che si presentavano ognuno con un proprio stile: Maltese, il “primitivismo naif” di Michele Petroni (Peperone), senza dimenticare i fratelli De Angelis, Funiciello, Giuseppe Patalano (Bolivar) fino al “concettualismo” di Mariolino, espressione di una particolare autonomia, libertà e originalità espressiva, ma sempre legata e influenzata dalla cultura e dal paesaggio locale. Dall’altro lato, la realtà rappresentata da pittori italiani: oltre ad Aldo Pagliacci, Leonardo Cremonini, Enrico D’Assia, e stranieri, tra cui, Lélo Fiaux, Botho Von Gamp, Rudolf Pointner, e naturalmente il più “foriano” degli stranieri che amò questa terra, ma soprattutto i suoi abitanti, Eduard Bargheer. Artisti che trovarono nell’ambiente e nel paesaggio agreste foriano, nei suoi colori, nella sua luce mediterranea, nei suoi monumentiicone e nelle sue note caratteristiche (la sagoma merlata del Torrione, la singolare architettura della chiesa del Soccorso, la cupola di S. Gaetano, il porto, la dominante mole del monte Epomeo) nuove suggestioni e nuove fonti di ispirazione, che coinvolse ed ammaliò i giovani dell’epoca assetati di orizzonti artistici ben più ampi dopo anni di

and others, so having a way to fit into a social and intellectual fabric of great prestige by establishing an emotional link above, which express also in his works. The artistic history of Ischia and Forio of that period is generally characterized by two realities that are sometimes crossed and stimulated each other. On the one hand the younger artistic native generation who presented each with its own style: Maltese, the “naive primitivism” by Michele Petroni (Peperone), with brothers De Angelis, Funiciello, Giuseppe Patalano (Bolivar) until “conceptualism” by Mariolino, the expression of special autonomy, freedom of expression

and originality, but always linked and influenced by the culture and the local landscape. On the other hand, the reality represented by Italian painters: in addition to Aldo Pagliacci, Leonardo Cremonini, Enrico D’ Assia, and foreigners, including, Lelo Fiaux , Botho von Gamp, Rudolf Pointner, and of course the most “forian” of foreigners who loved this land, but above all its inhabitants, Eduard Bargheer. Artists founding in the environment and the country landscape of Forio, in its colors, in its Mediterranean light - in its monuments and its characteristic notes (the crenellated silhouette of the Tower, the unique architecture of the church of Soccorso, the dome of


21 dolori e paure. In questo clima, internazionale e stimolante, Mariolino matura accuratezza e minuziosità, cominciando a dare un incipit preciso ai suoi lavori che da lì a venire lo faranno conoscere come “il pittore poeta”, per le sue famose citazioni letterarie o storiche, su tutte la celebre frase del padre del liberalismo italiano (Benedetto Croce) che lo ha sicuramente ispirato se non guidato: «il legno da cui è intagliato Pinocchio è l’umanità». Dopo una pausa di qualche anno come marinaio imbarcato su navi cargo, al ritorno Mariolino riprende a dipingere, sempre da autodidatta, nello studio attiguo alla sua casa, un antico palazzo del centro storico; realizzando anche vignette umoristiche, che rivelano la sua vena ironica che tutt’oggi lo contraddistingue. Nei primi anni '80, inizia a disegnare con l'inchiostro di china, i pastelli a cera, esaltando i paesaggi isolani con un'apparenza di surrealismo, con l’uso parsimonioso di colori acrilici. Paradossalmente l’idea di incontrarlo mi venne dopo aver letto la presentazione di una locandina per una sua esposizione a S. Angelo, dove il maestro si esprime sul personaggio Pinocchio, quasi onnipresente nella sua arte, un elemento fondamentale della “poetica” pittorica dell’artista foriano. Personaggio ambiguo, burattino di legno, bambino-uomo, vegetale, animale e umano, e gli rileggo una sua affermazione che sintetizza la sua idea su questo omino di legno ed il suo “naso bugiardo”: "Pinocchio è un bugiardo ma non è un ipocrita, mente perché ne ha bisogno, perché è a disagio per ottenere ciò che gli manca come l´uomo stesso che, se messo in condizioni di essere malvagio, lo diventa; come il ladro che ruba per sopravvivere e va condannato, ma va pure accettato perché a questa malvagità è costretto dalla sua natura". Una vera e propria icona per l’artista foriano, con questa figura fiabesca che commuove anche se con le sue furberie di umana debolezza, che paragonerei al Principe Myskin (l’uomo positivamente buono) narrato nell’Idiota di Dostoevskij, che con l’aggettivo “buono” si ricollega all’arte, in quanto per il grande scrittore russo doveva indicare lo splendore della bellezza rappresentata con generosità d'animo e la candida fede nel prossimo. Tra ombre, effetti luce, colori e sfumature, nelle sue opere Mariolino cerca, soprattutto attraverso il burattino di Collodi, di esaltare la “forza morale della bontà”, un messaggio che è tanto pedagogico quanto di profonda esaltazione dell’anima e della sua purezza. Varie sono le occasioni che lo hanno visto protagonista come l’esposizione nel castello di

St. Gaetano, the harbor, the dominant size of Epomeo) new suggestions and new sources of inspiration, which involved and captivated the young age hungry for artistic horizons much wider after years of sorrow and fear. In this climate, international and stimulating Mariolino gains accuracy and thoroughness, beginning to give a starting precise in its work from there they will come to know as "the painter poet", for its famous historical or literary quotations, all the famous words of the father of Italian liberalism (Benedetto Croce) that have inspired if not led, “the wood from which Pinocchio is carved is the humanity”. After a pause of a few years as a sailor on board, returning Mariolino resumes painting, always by himself, in the adjacent studio to his home, an old building in the historic center, creating even cartoons that reveal his irony that still characterizes him. In the early ‘80s , he began to draw with ink, crayons, enhancing landscapes islanders with an appearance of surrealism, with the economical use of acrylics. Paradoxically, the idea came to me to meet him after reading the presentation of a poster for his exhibition in San Angelo, where the master expresses the character Pinocchio, almost ubiquitous in his art, a fundamental element of the pictorial “poetics” of the forian artist. Ambiguous character, wooden puppet, man -

child, plant, animal and human, and I read his statement that sums up its mind about this little man of wood and its "nose liar": “Pinocchio is a liar but not a hypocritical, because the mind needs lies, because it is uncomfortable to get what he lacks as the man himself that, if put in a position to be evil, he becomes, like the thief who steals to survive and to be condemned, but he goes well accepted because this evil is forced by his nature”. A true icon for the forian artist, this fairytale figure who moved even with his cunning of human weakness, that would compare to Prince Myshkin (the man positively good) narrated in the Idiota by Dostoevsky, that with the adjective “good” is linked to the art, as for the great Russian writer was to show the splendor of beauty represented with generosity of spirit and faith in the neighbor. Among the shadows, lighting effects, colors and shades in his works Mariolino looks, especially through the puppet of Collodi, to enhance the “moral force of goodness”, a message that is as educational as of deep exaltation of the soul and purity. There are several occasions that he was the protagonist as the exposure Avise castle, a place of great charm along the road that connects the capital Aosta with the very popular Courmayeur. In fact, during the celebrations of the 150th anniversary of


22 Avise, luogo di grande fascino lungo la strada che collega il capoluogo Aosta con la frequentatissima Courmayer. Infatti, durante le celebrazioni del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, Mariolino espose a Villa Arbusto (Lacco Ameno) con la mostra “Fratello d’Italia”, e, per l’occasione, Livio Viano, il Direttore del Teatro ragazzi di Aosta, omaggiò l’artista con un Pinocchio speciale che aveva accompagnato tutte le rappresentazioni della compagnia dedicata al burattino di Collodi. E mi dice con quella sua coinvolgente ironia, “Pensa che rifiutai l’esposizione nella patria di Pinocchio (Collodi) perché il luogo non impersonificava l’anima di Pinocchio con un arredamento kitch che mi turbò a tal punto che scappai per andare in questo castello magico dove trovai quel calore emotivo che il burattino di legno rappresenta”. Con gli anni Mariolino è diventato un “ambasciatore” della nostra isola con questa sua sottile e compiaciuta autoironia che incantò gli “artisti bohemè” degli anni Cinquanta, e che, con la sua arte, tutt’oggi mantiene vivo quello spirito dell’isola che fù. Un elogio alla bellezza attraverso geometrie e colori, ombre e sfumature che ne fanno un artista che esprime la sua personale “visione” di mondo, che ci tiene a puntualizzare, deve essere solidale con tutti senza lasciare nessuno dietro perché è la regola del vivere civilmente! La storia di Mariolino è un percorso artistico che prende spunto dalle infinite bellezze di un’isola magica, che ha avuto inizio in un periodo dove l’arte veniva permeata da un ambiente di assoluta esaltazione culturale, che nasceva dopo anni di grandi sofferenze che vengono sintetizzate così nelle parole di Eduard Bargheer che Mariolino ricorda come "...il più foriano dei foriani": … “l’infinito del mare, il silenzio delle cave e delle grotte, dei pescatori e dei pastori, e degli dei agresti, che dividono con loro il pane e si riposano all'ombra dei fichi; un mondo di poveri, di solitudine e d'incanto, dove la bizzarra capra è regina, e il mare e la terra sono pieni di presenze invisibili, mescolate di continuo alle più piccole vicende quotidiane. Si è in piena guerra, ma si parla e si pensa come se la ferocia, la divisione e l'assurda follia non esistono: né ci si lagna di tutta questa sofferenza". ** Negozio

the Unification of Italy, Mariolino exhibited at Villa Arbusto (Lacco Ameno) with the “Brother of Italy”, and, for the occasion, Livio Viano, the Director of Children’s theater in Aosta, honored the artist with a special Pinocchio who had accompanied all the representations of the company dedicated to Collodi’s puppet. And he tells me with his engaging humor, “After all I refused exposure in the home of Pinocchio (Collodi) because the place does not personify the soul of Pinocchio with a kitchy decor that upset me so much that I ran away to go to this castle magic where I found the emotional warmth that the wooden puppet is”. Over the years Mariolino has become an “ambassador” of our island with its slim and this smug irony that enchanted the “Boheme artists” of the fifties, and who, with his art, still keeps alive the spirit of the island of yore. A tribute to beauty through colors and shapes, shades and nuances that make him an artist who expresses his personal “vision” of the world that focuses on the fact to be in solidarity with all without

leaving anyone behind because it is the rule to live civilly! The story of Mariolino is an artistic journey that is inspired by the endless beauty of a magical island, begun in a period where art was permeated by an environment absolute exaltation of culture, who was born after a period of great suffering that we remember the words of Eduard Bargheer that Mariolino remember as “… the most forian of Forio: … “the infinity of the sea, the silence of the quarries and caves, of fishermen and shepherds, and the farmers, sharing with them the bread and rest in the shade of the fig trees, a world of poverty, loneliness and enchantment, where the odd goat is the queen, and the sea and earth are full of invisible presences, mixed continuously with smaller daily events. It was during the war, but we talk and think as if the ferocity, the division and the absurd folly don’t exist: nor we don’t complain of all this suffering”. **Shop


Il Natale del Villaggio di Pasquale Balestriere


L’ articolo che segue è del prof. Pasquale Balestriere, 67 anni, già docente di italiano e storia presso l’Istituto Tecnico “Mattei” di Casamicciola. Pasquale Balestriere è nato nel villaggio di Buonopane, frazione oggi di circa 1500 abitanti del Comune di Barano, da una famiglia di contadini. A Buonopane Balestrieri è sempre vissuto con grande attaccamento alla civiltà contadina. È anche poeta ed ha finora pubblicato sei raccolte ricevendo premi e riconoscimenti. L’ ultimo premio alla sua poesia gli è stato assegnato a Stradella in provincia di Pavia. In questo articolo racconta il Natale nel suo villaggio sul filo della Memoria e con la sensibilità del poeta.

S

’annunciava così il Natale dell’infanzia: con freddi intensi e lo sperone innevato dell’Epomeo a pungere l’azzurrità del cielo. Oppure con piogge lunghe, interminabili, che chiudevano in casa bambini desiderosi di giochi all’aria aperta. Il piccolo borgo di Buonopane, accovacciato in un semicerchio di colline, svolgeva tranquillamente la sua vita contadina. Nel secondo dopoguerra i campi - nonostante l’accentuata emigrazione - pullulavano di persone intente al lavoro: a dicembre, intorno alle viti semispoglie, cominciavano i gracchi (“azzecchi” e “schiocchi” li definisce il Pascoli) delle forbici da pota; il contadino ritardatario “faceva le fratte”, cioè scavava con la zappa buche nel terreno allo scopo di captare acque preziose. Le donne raccoglievano erba per i conigli e legna per il focolare, che dava cenere per concimare le cipolle e brace per

The Village Christmas by Pasquale Balestriere

The following article by prof. Pasquale Balestriere, 67, former professor of history and Italian at the Technical Institute "Mattei" in Casamicciola. Pasquale Balestriere was born in the village of Buonopane, a hamlet of about 1,500 residents of the municipal of Barano, from a family of farmers. In Buonopane Balestrieri has always lived with great attachment to the country life. He is also a poet and has so far published six collections receiving awards and accolades. The last prize to his poetry was assigned in Stradella in the province of Pavia. This article talks about Christmas in his village on the edge of memory and with the sensitivity of a poet.

S

semicircle of hills, quietly held its peasant life.

The small village of Buonopane, squatting in a

After World War II the fields - despite the heightened emigration - swarmed with people trying to work: in December, around the spare vines, began the chough ("cawes" and "pops" as Pascoli defines them) of the

o Christmas of childhood was announced: with intense cold and snow and the peak of Epomeo pricks the blueness of the sky. Or with long rains, endless, which closed in the house children eager to play outdoors.


alimentare il braciere, intorno al quale si riuniva tutta la famiglia nelle fredde sere invernali; e che, nelle occasioni importanti, profumava la casa se si ponevano sulla brace pezzetti di pigna o d’incenso, o semplicemente bucce di mandarini o d’arance.

L’altra vittima predestinata in tempi natalizi era il gallo (‘u capóne), il quale, nel corso della sua non lunga vita, ad ogni chicchirichì suscitava un ironico commento a forma di proverbio: “Canta capónë ca Natale vènë”, cioè canta pure, gallo, che prima o poi arriva Natale.

pruning scissors, and the late coming farmer "makes the bushes", that is digging holes in the ground with a hoe in order to capture precious waters. The women were collecting grass for the rabbits and wood for the fireplace, which gave ashes to fertilize onions and grilled food for the brazier, around which the whole family would gather in the cold winter nights, and that, on important occasions, the house smelled if were placed on the grill pieces of pine cone or incense, or simply peels of tangerines or oranges.

to guarantee a certain reserve of food for winter: salted, pickled, made into sausages (capocollo sausages, hams, brawn, etc), in scraps of pork fat (‘e cìculë), in lard, in suet, in black pudding. And among close friends and relatives we exchanged “‘u ségnë ‘e puórchë”, that is the sign (of the killing) of the pig, consisting of several samples of the products mentioned now, but in particular the meat. It should be noted that the purchase and raising of pigs indicated, in those times of poverty, a minimum of economic well-being.

Chi non aveva la “ricchezza” del maiale e la disponibilità di un gallo si accontentava del coniglio di fosso, da sempre generoso con il suo allevatore. Al mezzogiorno della vigilia si “faceva l’ottonzë”, si consumava cioè un pasto leggero a base di baccalà fritto. Di sera invece il primo (povero) piatto era

Close to the birth of Infant Jesus, almost like a pagan ritual, beginning sacrifice: the pig, for example, was used to sacrifice in order

The other victim predestined in Christmas times was the rooster ('u Capone), who, in the course of its short life, for every

In prossimità della nascita del bambinello, quasi come in un rito pagano, cominciavano i sacrifici: del maiale, per esempio, che doveva immolarsi per garantire una certa riserva di cibo per l’inverno: salato, sotto aceto, trasformato in salumi (capocollo, salsicce, prosciutti, soppressate, ecc.), in ciccioli (‘e cìculë), in lardo, in sugna, in sanguinaccio. E tra amici stretti e parenti ci si scambiava ”‘u ségnë ‘e puórchë”, cioè il segno (dell’uccisione) del maiale, consistente in vari assaggi dei prodotti ora citati, ma in particolare delle carni. Va notato che l’acquisto e l’allevamento del maiale indicava, in quei tempi di povertà, un minimo di benessere economico.


26 spesso costituito da vermicelli “cu ‘e fiurillë”, cioè con i gallinacci e cantarelli, gli unici funghetti che si potevano (e si possono) trovare nei boschi a dicembre. Erano lontani e inavvicinabili, per motivi pecuniari, capitoni, gronghi, murene e le varie fritture miste. A pochi giorni dal Natale, se non addirittura alla vigilia, si preparavano, sempre in casa, i dolci tradizionali: panettone, roccocò, susamielli, poi i mustaccioli; ed anche i liquori dopo aver acquistato, di contrabbando, l’alcol e, nelle botteghe, i “sensi”, cioè i concentrati (essenze o estratti) aromatici del gusto preferito. Quando il tempo aveva ancora ritmi lenti - diciamo negli anni Cinquanta/Sessanta - l’avvicinarsi del Natale, che ancora nei piccoli paesi era avvolto da misticismo religioso, veniva scandito da due momenti che ne creavano l’atmosfera: le novene, con i loro canti gioiosi, e la preparazione del presepe. Si cominciava con la novena dell’Immacolata e poi, dal 16 dicembre, si proseguiva con quella di Natale. La chiesa, in queste circostanze, era molto frequentata, certamente più del normale. I canti erano guidati da uno degli organisti del paese, che in quel periodo erano Ottavio Di Meglio e l’insegnante Salvatore Di Meglio, che si avvalevano del necessario supporto di un paziente e forte Giovan Giuseppe che “tirava i mantici”, cioè girava

cock-a-doodle raised an ironic comment in the form of a proverb: “Canta capónë ca Natale vènë”, that is even the rooster sings well, which sooner or later comes Christmas. Who did not have the "wealth" of the pig and the availability of a rooster preferred the cave-raised rabbits, always generous with its breeder. At noon on the Eve of Christmas was prepared the "ottonzë ", that is people ate a light meal of fried cod. In the evening, the first meal (poor) often consists of vermicelli with "fiurillë", ie with chanterelle mushrooms, the only mushrooms that you could (and can) be found in the

woods in December. They were distant and unapproachable, for financial reasons, eels, conger eels, moray eels and various mixed fried dishes. A few days before Christmas, or even the day before, people prepared always at home, the traditional desserts: panettone, Rococo, susamielli, then mustaccioli, and even liquor after buying, alcohol, and in workshops, the “senses”, ie concentrated (extracts or essences) of aromatic flavors. When the weather was still a slow pace over the 1950-1960sthe approach of Christmas, which was still in the small villages surrounded by religious


27 la manovella per alimentare, appunto, i mantici dell’organo. La preparazione del presepe era l’altro momento significativo. Il presepe, non l’albero di Natale, che qui è arrivato dopo, dalle nevi ghiacciate del nord dell’Europa. Si cominciava con la ricerca e la raccolta delle “réppulë”, cioè di muschio e di selaginella, per fare il tappeto del presepe; e poi ceppi di canne, pezzi di rami, cartoni e materiali vari per costruire il paesaggio. Nell’ultima fase si posizionavano i “pastori”. Spesso al presepe lavorava tutta la famiglia. Ma le feste natalizie si portavano appresso, per la gioia non solo dei bambini, un piccolo corredo di giochi. Con le nocciole, per esempio: le ragazzine “alla fossa”, cercando i far rotolare le nocciole in una fossettina a colpi di “pizzico”, cioè incrociando pollice e indice e facendo scattare il pollice che colpiva la nocciola con la forza necessaria perché questa si imbucasse; i ragazzini invece si divertivano “a castilletto”, cioè disponendo ognuno quattro nocciole a castello e cercando, con una nocciola più grossa, di colpire i castelli da una certa distanza. Gli adulti invece, nelle lunghe sere festive, amavano giocare a tombola (le donne), a carte (gli uomini). Passava così il Natale d’una volta. Naturalmente con una tavola ricca di cibi (una tantum!) e la

mysticism, was marked by two moments that created the atmosphere: the novenas, with their joyful carols and the preparation of the crib. We started with the novena of the Immaculate Conception, and then, from December 16, with that one of Christmas. The church, in these circumstances, was very busy, certainly more than normal. The songs were led by one of the organists of the country, which at that time were Ottavio Di Meglio and teacher Salvatore Di Meglio, who avail themselves of the need support of a strong and patient Giovan Giuseppe who "pulled the bellows", that turned the crank to power, in fact, the bellows of the

organ. The preparation of the crib was another significant moment. The crib, not the Christmas tree, which arrived here after, from the icy snows of Northern Europe. It began with the research and the collection of “réppulë”, ie of moss and Selaginella, to make the carpet in the crib, and then logs of rods, pieces of branches, cardboard and other materials to build the landscape. In the last phase, they positioned the “shepherds”. Often the crib worked the whole family. But the Christmas holidays brought with them, to the delight not only children, a small set of games. With hazelnuts, for


28 classica lettera fitta di promesse (da marinaio) dei figli sotto il piatto del papà. E oggi? È un Natale piuttosto diverso ai miei occhi. Ma a quelli dei bambini del nostro tempo forse questa festa appare come appariva a me tanti anni fa, con la magia, l’allegria e il miracolo che accompagna ogni nascita. Certo, al presepe si è aggiunto l’albero, qualche canto natalizio di un tempo è stato sostituito da altri più moderni; il maiale viene ucciso in vari periodi dell’anno, e il pollo si può anche comprare facilmente, e magari è sostituito dal tacchino. Forse non si gioca più con le nocciole e non si porta il bambinello per le case, ma non sono sparite le cerimonie religiose e alcuni canti intramontabili conservano il fascino di un tempo. Nel presepe i pastori sono più nuovi e più numerosi, e c’è più illuminazione natalizia per le strade, e di giorno, nei campi, gracchia sempre qualche forbice che trancia e cima i rami delle viti, mentre a casa ancora tante donne preparano i dolci tradizionali. E, dopo un periodo di assenza, sono pure ritornati gli zampognari.

Sì, lo possiamo dire: nel paese di Buonopane, dove ancora si respirano fragranze di mosto e profumi di vino, dove si esegue e si tramanda la famosa ‘Ndrezzata, dove la tradizione si conserva anche nell’acqua di Nitrodi e nella grande quercia di Candiano, la festa del Natale mantiene non solo il suo fascino di evento spirituale, ma anche la carica vitalistica di festa della tavola, ricca come in nessun altro periodo dell’anno. E ancora oggi, nei freddi decembrini, lo sperone innevato dell’Epomeo punge, caparbio, l’azzurro del cielo, mentre le campane annunciano la festa delle feste.

example: the girls of “the pit”, trying to roll the hazelnuts in a hole "pinching", ie by crossing the thumb and index finger and snapping thumb by hitting the nut with the necessary strength so that it can reach the hole, the kids instead were having fun “a castilletto”, ie placing each four nuts and trying, with a nutty bigger, to hit the castles in the distance. The adults on the other hand, in the long festive evenings, loved to play bingo (women) and cards (men). People

spent so Christmas. Of course, with a table full of food (one time!) And the classic letter full of promises (sailor’s) of children under the plate of dad.

And today? It’s a Christmas quite different for me. But for the children of our time, perhaps this festival is how it looked to me many years ago, with the magic, the joy and the miracle that accompanies every birth. Of course, the crib was added to the tree, some Christmas carol of the past has been replaced by more modern ones, and the pig is killed at various times of the year, and the chicken can also

easily purchased, and perhaps be replaced by turkey. Maybe one does not play more with hazelnuts and does not take the little boy houses, but there are not gone religious ceremonies and some timeless songs retain the charm of yesteryear. In the crib pastors are newer and more numerous, and there’s more Christmas lights in the streets, and in the daytime, in the fields, crackles always some scissors and that shears the top of the branches of the vines, while at home there are so many women preparing traditional desserts. And, after a period of absence, are also returned the pipers. Yes, we can say: in the land of Buonopane, where you can still breathe fragrances and aromas of the wine must, where you run and passed the famous ‘Ndrezzata, where tradition is also preserved in the water Nitrodi and in the great oak of Candiano, the Christmas day not only retains the charm of a spiritual event, but also the position of a holiday ‘table-feast’, as rich as any other time of year. And even today, in the cold days of December, the snowy peak of Epomeo ‘stings’, stubborn, the blue sky, while the bells announcing the festival par excellence.


Campagnano, la fierezza delle Radici di Giuseppe Mazzella


H

ans Peter Holst, un narratore danese, soggiornò ad Ischia nel 1841 nel villaggio di Campagnano e scrisse che “quando si attraversa questa magnifica valle si viene catturati dalla sua sorprendente avvenenza e al tempo stesso dal silenzio e dalla quiete o dovrei forse dire dalla solennità che domina sulle montagne che la circondano. È come se qui la natura, che agli occhi di tutti è un mistero, avesse utilizzato le proprie energie per creare un’immagine di bellezza che per virginale pudore ha tenuto nascosta al resto del mondo”. Ancora oggi a Campagnano il turista ha le stesse sensazioni del narratore danese. Giuseppe Di Meglio ha 63 anni, è avvocato con studio nella Città d’Ischia ma vive qui con la moglie ed i due figli in una casa antica appartenuta alla famiglia del vescovo Agostino D’Arco (Ischia 1899 - Castellammare di Stabia 1966) ed a lui – che è di “sangue misto ischitano” con madre di Casamicciola e padre di Barano e forse per questo è un fervente sostenitore del Comune Unico dell’isola d’Ischia - si deve l’idea e la realizzazione del “presepe vivente di Campagnano”, la più suggestiva manifestazione natalizia dell’isola d’Ischia che quest’anno è giunta alla sua undicesima edizione e che si terrà sabato 28 dicembre 2013 partendo alle ore 16 dai Pilastri con il corteo del popolo minuto dei contadini guidati dai tre magi a cavallo che raggiungeranno la piazza di Campagnano. L’avv. Di Meglio che tutti chiamano Peppino (nessun nome ha tanti diminutivi o adattamenti di Giuseppe!) ne ha fatto una ragione di vita. “È come tuffarmi nel mare della Memoria, avvertire il peso della Storia, ritrovare le mie Radici” mi dice. “Il presepe vivente di Campagnano vede la partecipazione di tutta la nostra comunità con circa 250 figuranti in costumi popolani dell’‘800 ma non è solo un presepe che si vede. Il nostro si vive. Lungo la strada vengono aperte le botteghe del vino e dei nostri prodotti tipici della nostra terra e perfino con il forno delle pizze. Abbiamo coniato perfino la nostra moneta il “tornese ischitano” ed il visitatore può comprare un sacchetto di tornesi per pagare il suo bicchiere di vino o la sua pizza” continua l’avv. Di Meglio. Con lui andiamo al laboratorio del ceramista Rosario Scotto di Minico, presidente della associazione “Villa di Campagnano” che organizza il presepe. Lungo il viottolo – mentre gli occhi si riempiono del panorama del Castello Aragonese, di Vivara e di Procida - l’avv. Di Meglio mi mostra le grotte, scavate nel tufo dai contadini antichi, dove saranno poste le botteghe e soprattutto quella della natività situata nel Fondo D’Arco proprio sotto la montagna di Campagnano alta circa 300

Campagnano, the pride of Roots by Giuseppe Mazzella

H

ans Peter Holst, a Danish novelist, stayed in Ischia in 1841 in the village of Campagnano and wrote that “when you cross this beautiful valley, you are caught by its amazing looks and at the same time by the silence and stillness or perhaps I should say that the solemnity overlooking the mountains that surround it. It is as if nature here, that in the eyes of all is a mystery, had used their energies to create an image of beauty that virginal modesty has kept hidden from the rest of the world”. Even today in Campagnano the tourist has the same feelings of the Danish storyteller . Giuseppe Di Meglio is 63 years old, is an attorney with offices in the City of Ischia but lives here with his wife and two sons in an old house belonged to the family of Bishop Agostino D’Arco (Ischia 1899 - Castellammare di Stabia, 1966) and to him - that is of "mixed blood of Ischia" with mother from Casamicciola and father from Barano and perhaps that is a fervent supporter of the Common Law of island of Ischia - you have the idea and the realization of the "nativity scene of Campagnano" the most striking manifestation of Christmas island of Ischia that this year is now in its eleventh edition, to be held on Saturday, December 28, 2013 starting at 16 pm

with a procession from Pilastri with the common people of the peasants led by the three magi to horse that will reach the square of Campagnano. Peppino Di Meglio, the lawer that everyone calls simply Peppino (no name has many diminutives or adaptations of Giuseppe!) has made it a way of life. “It’s like to dive into the sea of memory, feel the weight of history, to find my roots”, he says. “The living nativity of Campagnano sees the participation of all our community with about 250 ‘800s costumed persons, but it is not just a crib what you see. Our people live. Along the way are opened wine shops and our typical products of our land and even with oven pizzas. We have even coined our own currency, the "tornese of Ischia" and the visitor can buy a bag of tornese to pay for his glass of wine or his pizza”, continues Di Meglio. With him, we go to the lab of ceramist Rosario Scotto of Minico, president of the association “Villa Campagnao”, that organizes the crib. Along the path - while the eyes are filled with the views of the Aragonese Castle, of Vivara and Procida – Mr. Di Meglio shows me the caves dug into the tuff by ancient farmers, where they will put the shops and especially those ones of the Nativi-


31 metri dalla quale scenderà la “cometa luminosa” all’imbrunire per annunciare la nuova era cristiana. “È uno spettacolo di eccezionale suggestione che richiama migliaia di ischitani e turisti che restano affascinati non solo dalla bellezza dei luoghi ma dall’amore con il quale la nostra popolazione conserva le memorie antiche della nostra civiltà contadina sulla quale si fondava l’economia di tutta l’isola d’Ischia senza trascurare gli antichi mestieri che davano spessore alla fiorente economia agricola. Il presepe è lo spunto per fermare il tempo, per ritornare indietro e per riflettere sulle nostre tradizioni” mi spiega l’avv. Di Meglio. “È una festa di popolo che è diventata parte della nostra vita e per la quale tutta la comunità lavora un anno intero” mi dice Rosario Scotto di Minico che mi dona anche la bella brochure della “Villa di Campagnano” dove è spiegato e mostrato tutto quanto c’è da sapere di questo villaggio ischitano che viveva grazie ai prodotti della terra, prima di tutto il vino prodotto ancor oggi in eccellente qualità dalla ditta di Antonio Mazzella e dei suoi due figli che ha proprio al centro del villaggio la sua cantina di produzione. Il presepe vivente di Campagnano mostra interamente l’isola di due o tre secoli fa che resiste al dilagare di una falsa concezione dello sviluppo con una popolazione che mostra con orgoglio la fierezza delle proprie radici. E senza Radici l’albero non può crescere.

ty located in Fondo d’Arco just below the high mountain of Campagnano about 300 meters from which will drop the "bright comet" at dusk to announce the new Christian era. “It’s a show of exceptional charm which attracts thousands of islanders and tourists who are fascinated not only by the beauty of the area but from love with which our population keeps the old memories of our rural culture which was based on the economy the whole island of Ischia without neglecting the old crafts that gave depth to the thriving agricultural economy. The crib is the cue to stop time, to come back and reflect on our traditions“, explains Mr. Di Meglio. “It’s a party of people that has become part of our lives and for which

the whole community is working a whole year”, says me Rosario Scotto di Minico that also gives me the brochure of the beautiful “Villa di Campagnano” where is explained and shown everything there is to know about this village of Ischia who lived thanks to the products of the earth, first of all the wine produced still in excellent quality by the firm of Antonio Mazzella and his two sons in the center of the village has his own wine cellar production. The living nativity of Campagnano shows the island of two or three centuries ago that resists the spread of a false conception of development with a population that proudly displays the pride of their roots. And without the Roots the tree cannot grow.


   

  

 



 



 























             



 

fermata navetta Piazza di Campagnano



 



    

 

 





   





    















  









  













  





 







 

    

 

                    





 



  



 



         







            




XVI ITINERARIO PRESEPISTICO Località: Ischia Ponte, V. Antonio Sogliuzzo, 23 Orario: feriali 10:00 – 12:30/15:30 – 20:30 festivi 10:00 – 13:30/15:00 – 21:30 Apertura: 08/12/2013 al 08/01/2014

16th itinerary of cribs

Località: Forio, Basilica Pont. S. M. di Loreto Apertura: 18/12/2013 al 08/01/2014 Orario: 11:00 – 13:00/16:00 – 21:00

Località: Ischia Ponte, Chiesa S. M. Assunta Apertura: 08/12/2013 al 15/01/2014

Località: Forio, Piazza SS. Immacolata, Chiesa San Michele Arcangelo loc. Monterone Apertura: 18/12/2013 al 08/01/2014 Orario: 11:00 – 13:00/16:00 – 21:00

Località: Ischia Ponte Apertura: 08/12/2013 al 15/01/2014 Ideatori: Pasquale Di Massa, Enzo Baldino, Giovanni e Vincenzo Mazzella, Rosario Scotto di Minico, Rino e Pasquale Iodice

Località: Forio (Panza), Parr. S. Leonardo A. Apertura: 08/12/2013 al 16/01/2014 Orario: feriali 17:00 – 20:30 festivi 10:00 – 13:00/17:00 – 20:30

Località: Ischia Ponte, Chiesa S. Antonio Apertura: tutto l’anno Per visitarlo, bussare nel retro della Chiesa

Località: Serrara, Parr. S. Maria del Carmine Apertura: 08/12/2013 al 08/01/2014 Orario: 09:30 – 19:30

Località: Ischia Ponte, Via G. Battista Vico, 21 Apertura: 08/12/2013 al 15/01/2014

Località: Barano, Via Vittorio Emanuele, 73 Apertura: 11/12/2013 al 08/01/2014 Orario: 10:00 – 12:30

Località: Ischia Ponte, adiacente Chiesa S. Giovan Giuseppe della Croce Apertura: 08/12/2013 al 08/01/2014 Località: Ischia, Chiesa del Buon Pastore Apertura: 08/12/2013 al 08/01/2014 Località: Ischia, Chiesa S. Maria di Portosalvo Apertura: 08/12/2013 al 08/01/2014 Località: Ischia, Hotel Villa Maria, Piazza Antica Reggia, 16 Apertura: 08/12/2013 al 08/01/2014 Orario: 10:00 – 12:30/15:30 – 20:30 Località: Casamicciola, Santuario dell’Immacolata della Sentinella Apertura: 08/12/2013 al 08/01/2014 Orario: 09:00 – 12:00/16:00 – 18:00 Località: Casamicciola, Parrocchia S. Maria Maddalena Apertura: 18/12/2013 al 08/01/2014 Orario: 17:00 – 20:00 Località: Lacco Ameno, Chiesa Santa Restituta Apertura: 18/12/2013 al 08/01/2014 Orario: 10:00 – 12:00/17:00 – 20:00 Località: Lacco Ameno, Villa Arbusto Località: Forio, nei locali dell’ex Bar Elio Apertura: 18/12/2013 al 08/01/2014 Orario: 11:00 – 13:00/16:00 – 21:00

Località: Barano, Chiesa San Sebastiano Apertura: 08/12/2013 al 08/01/2014 Orario: 09:00 – 12:30/17:00 – 20:00 Località: Barano (Testaccio), V. Regina Elena, 23 Apertura: 15/12/2013 al 08/01/2014 Orario: 16:30 – 20:00


Le delizie di Nonno Franchino

di Francesco Schiano


A

Forio, proprio all’ingresso di uno dei vicoli più belli del centro storico, quello di San Gaetano e a pochi passi dal porto, vi troverete di fronte a un locale con una storia breve (inaugurato nel 2012) ma già ricco di fama e di clienti affezionati. Stiamo parlando della panetteria NONNO FRANCHINO, sorta nell’agosto del 2012, frutto di un'esperienza tramandata dal padre di Maurizio Capuano, Nonno Franchino, già rinomato panettiere foriano. Ecco nascere un luogo dove la fragranza del pane vi lascerà incantati, con la voglia di ritornare presto a gustare prelibatezze impastate con maestria dalla mano dell’uomo. “Abbiamo iniziato subito col pane”, ci dice Maurizio, “ma sin da subito abbiamo poi abbinato ad esso i dolci e le altre specialità tipiche locali, si può dire che ogni prodotto è stato da subito un vero e proprio successo continuato nel tempo”. Per il prossimo Natale sono già in produzione Roccocò, dolci natalizi, panettone, struffoli e pizza con la scarola, ma uno dei veri punti di forza di questa panetteria semplice e accogliente è il fatto di non limitarsi alla produzione di un prodotto in un singolo momento dell’anno, anzi esso viene proposto e riproposto in ogni stagione: ecco allora che qui sarà possibile gustare le famose pastiere pasquali anche a Natale e i roccocò natalizi in piena Estate!

The delights of Nonno Franchino by Francesco Schiano

I

n Forio, right at the entrance of one of the most beautiful streets of the old town, that one of San Gaetano and a short walk from the harbor, you will find yourself in front of a room with a short story (opened in 2012) but already famous with loyal customers. We’re talking about the bakery NONNO FRANCHINO, built in August 2012, the result of experience handed down from father Maurizio Capuano, Nonno Franchino, already renowned baker of Forio. Here come a place where the aroma of bread will leave you spellbound, wanting to return soon

to enjoy delicacies mixed with mastery by man. “We started right away with the bread”, says Maurizio, “but right now we then matched to it cakes and other local specialties, you can say that every product is now a true success continued in time”. For the coming Christmas are already in production Roccocò, Christmas cakes, panettone, struffoli and pizza with endive, but one of the real strengths of this simple and cozy bakery is the fact to not be limited to the production of a product in a single moment of the year, in fact it is proposed and repeated in every sea-


Di certo uno dei “fiori all’occhiello” della panetteria NONNO FRANCHINO è senz’altro la Pizza con la scarola “alla foriana” che viene principalmente fritta con l’aggiunta di vino cotto, noci, pinoli, olive verdi e nere. Vi consigliamo davvero di non perdervela! Altre specialità tipiche della casa sono la “sbriciolata alla Nutella”, il gustosissimo “tortano” ripieno di formaggi e salumi, il “Migliaccio” che è un dolce fatto con gli spaghetti, il panino napoletano e le pastiere. Oltre al pane classico potrete gustare il pane integrale, alla farina di Kamut, con il farro, multi cereali e panini al latte! La panetteria NONNO FRANCHINO però non è solo pane o prodotti simili ma anche gastronomia vera e propria con due primi, due contorni e un secondo disponibili ogni giorno tra pasta al forno, lasagna, pasta alla siciliana, pasta broccoletti e salsicce, roast beef, polpettone, pollo e coniglio. Tutto questo non vi basta? Ecco ancora le famose trecce di pasta brioche ripiene di salumi e formaggi, friarielli, salsicce e provola! E ancora i fantastici rustici napoletani ripieni di ricotta e salumi! La panetteria NONNO FRANCHINO è aperta tutti i giorni feriali e festivi, dalle 7 del mattino alle 21 di sera con orario continuato; la lavorazione del pane

son: here then here you can enjoy the famous ‘pastiere’ of Easter even at Christmas and Rococo in the middle of Summer!

In addition to the classic bread you can taste the bread, Kamut flour, spelled with multi grain bread rolls and milk!

Certainly one of the “flagship” of the bakery NONNO FRANCHINO is definitely Pizza with escarole “in Forian way” which is mainly fried with the addition of cooked wine, walnuts, pine nuts, green and black olives. We recommend you to taste it!

The NONNO FRANCHINO bakery is not only bread or similar products but also gastronomy itself with two first, one second and two side dishes available every day between baked pasta, lasagna, Sicilian pasta, broccoli pasta and sausages, roast beef, meatloaf, chicken and rabbit. All this is not enough for you? Here again is the famous braids brioche dough stuffed with meats and cheeses, broccoli, sausage and provolone! And yet the fantastic Neapolitan rustic stuffed with ricotta cheese and salami!

Other homemade specialties are the “crumbled with Nutella”, unique “tortano” filled with cheeses and cold cuts, “Migliaccio” which is a dessert made with spaghetti, Neapolitan sandwich and pastiere.


37 inizia alle 5 del mattino per essere pronti e puntuali all’apertura giornaliera. NONNO FRANCHINO è il luogo ideale per una magnifica sosta rigenerante durante il vostro soggiorno natalizio a Forio, dopo una rilassante passeggiata lungo il corso o verso la Chiesa del Soccorso dove potrete ammirare un tramonto dai colori intensi e ammalianti. Sono tanti ormai i clienti affezionati di NONNO FRANCHINO: la cortesia, la semplicità, la squisita ricchezza dei prodotti ne hanno fatto uno dei punti presso cui fermarsi almeno una volta durante la giornata. E se al mattino vi viene voglia di qualcosa di dolce, lasciatevi tentare dal gustoso cornetto, a crema o a cioccolata, di NONNO FRANCHINO: una vera delizia per il palato! L’impegno di questo team così affiatato vi stupirà spingendovi a tornare e ritornare in un luogo dove il sapore del pane è intenso come quello di una volta! Cosa c’è di meglio di un Natale trascorso in famiglia assaporando le delizie di NONNO FRANCHINO? Le prelibatezze non mancano e non manca la passione che questa famiglia ha messo sin da subito per offrire ai propri clienti il meglio della tradizione e del sapore buono di un tempo. NONNO FRANCHINO vi aspetta con le sue specialità, per un Natale fatto di tradizione e di sapori intensi e per assaporare in ogni momento il gusto della vera cucina nostrana!

The bakery NONNO FRANCHINO is open weekdays and holidays, from 7 am to 21 pm, working bread starts at 5 am to be ready for opening day. NONNO FRANCHINO is the ideal place for a wonderful refreshing break during your Christmas stay in Forio, after a relaxing stroll along the course or to the Church of Soccorso where you can enjoy a sunset with intense and enchanting colors. There are now so many loyal customers of NONNO FRANCHINO: the courtesy, the simplicity, the exquisite richness of the products have made it a point to stop at least once during the day. And if in the morning you feel like something sweet, let groped by tasty croissant, a cream or choco-

late of NONNO FRANCHINO: a real specialty to satisfy the palate! The commitment of this close-knit team so will amaze you and pushing you to go back to a place where the flavor of the bread is as intense as what it once was! What’s better than a Christmas spent with the family enjoying the delights of NONNO FRANCHINO? The delicacies don’t less such as the passion that this family has from the outset to offer its customers the best of tradition and good flavor of yore. NONNO FRANCHINO awaits you with its specialty, made for a Christmas tradition and intense flavors to taste in every moment the savour of the real home cuisine!


Sorriso a Capodanno di Gianni Messi


S

emel in anno licet insanire” dicevano i latini. Una volta all’anno è lecito impazzire. Per milioni di donne ed uomini in tutto il mondo a qualsiasi latitudine e longitudine quella volta, nel corso dell’anno, è la notte di San Silvestro, il 31 dicembre, l’ultimo giorno dell’anno. E’ la notte più lunga dell’anno che comincia con un enorme “cenone”, continua con canti, musica e balli e finisce con champagne e fuochi d’artificio all’alba del primo giorno dell’anno nuovo . Ad Ischia si può vivere la notte di San Silvestro come se fosse quella di ferragosto. Il nuovo anno si può festeggiare con un bagno in piscina calda a 36 gradi in un contesto naturale meraviglioso dove la storia si fonde con la leggenda che narra che qui c’era un tempio dedicato a Venere. “Lo fanno quasi tutti i nostri ospiti il bagno di San Silvestro nelle nostre calde piscine termali” mi dice Vincenzo D’Angelo, 45 anni, il capo ricevimento del Sorriso Thermae Resort, il complesso alberghierotermale di proprietà della famiglia Impagliazzo situato in località Cuotto nel Comune di Forio sopra la Baia di Citara con un panorama incantevole dove in lontananza si vedono le isole ponziane. Il complesso ha una ricettività di 200 camere con sale da pranzo ed intrattenimento e due deliziose suite che si chiamano “Poseidone” ed “Il faro” dai due panorami che si vedono dai rispettivi terrazzini: i Giardini Poseidon ed il faro di Punta Imperatore.

Smiles for New Year by Gianni Messi

S

“ emel in anno licet in-

sanire” said the Latins. Once a year is permissible to go crazy. For millions of women and men around the world at any latitude and longitude that time, during the year, is the New Year’s Eve, on December 31, the last day of the year. It is the longest night of the year that begins with a huge “dinner”, continues with songs, music and dancing and ends with champagne and fireworks at sunrise of the first day of the New Year. In Ischia you can live New Year's Eve as if it were that of August. You can celebrate the new year with a dip in the warm pool at 36 degrees in a wonderful natural setting where

history blends with the legend that here recounts there was a temple dedicated to Venus. “Almost all of our guests bathe on San Silvestro day in our hot spa pools”, says to me Vincenzo D’Angelo, 45, the chief of the reception at the Sorriso Thermae Resort, the hotel spa complex belonging to Impagliazzo located in Cuotto in Forio on the Citara Bay with a spectacular view where in the distance you can see the Pontine islands. The complex has an accommodation capacity of 200 rooms with dining and entertainment and two charming suites that are called “Poseidone”


Ha 5 piscine con idromassaggio, quattro termali di cui due coperte. Qui l’acqua termale sorge a 90 gradi ed addirittura occorre raffreddarla. C’è un centro benessere curato in tutti i dettagli con un angolo particolare che si chiama “Elisir” quasi come un invito a curare il corpo e l’anima con cura per una lunga giovinezza o una vita serena. “Il complesso è aperto tutto l’anno. Chiudiamo soltanto per un mese in gennaio per la manutenzione ordinaria ma da febbraio a dicembre siamo sempre aperti ed abbiamo una clientela internazionale. Soprattutto in questi ultimi anni abbiamo una clientela russa ed il nostro personale ha seguito corsi di lingua russa per ben accogliere i turisti che dimostrano di amare il luogo soprattutto per le nostre acque termali, le piscine calde, il nostro centro benessere”, mi spiega il direttore Ciro Curci, che ha uno staff al ricevimento costituito dai vice direttori, Pasquale Capuano ed Elena Notturno ed il capo ricevimento D’Angelo. Che qui arriva una clientela internazionale lo si nota nei dettagli, perfino nelle indicazioni in ceramica artistica del parco che recano la scritta in italiano, tedesco, inglese e russo. Il centro benessere è diretto dalla dottoressa Maria Gibilaro mentre la responsabilità organizzativa è della signora Anna Pagliuca che mi conduce nella visita mostrandomi tutte le particolarità di un luogo dedicato alla salute del corpo ed al riposo dello spirito.

and “Il Faro” by the two views can be seen from their balconies: Poseidon Gardens and the lighthouse of Punta Imperatore. It has 5 swimming pools with Jacuzzi, four are thermal two of which are indoor. Here the thermal water is at 90 degrees and even is necessary to cool it. There is a spa with attention to every detail with a particular angle which is called “Elixir” almost as an invitation to heal the body and the soul with care for a long youth or a peaceful life . “The complex is open all year. We close only for a month in January for routine maintenance from February to December, but we are always open and we have an international clientele. Especially in recent years, we have a Russian clientele and our

staff has taken courses in the Russian language to well accommodate the tourists who show that they love the place especially for our thermal waters, hot pools, our wellness center”, explains director Ciro Curci, who has a staff at the reception consisting of the deputy directors, Pasquale Capuano and Elena Notturno and chief receptionist D’Angelo. Here comes an international clientele that you can see it in detail even in the indications in ceramic art in the park bearing the inscription in Italian, German, English and Russian. The wellness center is directed by Dr. Maria Gibilaro while the organizational responsibility is Mrs. Anna Pagliuca that leads me in the visit by showing all the details of a place dedicated to the health


41 “Qui il nostro ospite deve trascorrere ore di cura non solo del corpo ma dell’anima. Ritemprarsi al calore naturale dell’ambiente”, spiega la signora Pagliuca. Al Sorriso Resort è collegato il ristorante Oasis attrezzato per ricevimenti e matrimoni e complessivamente vi lavorano 110 persone. E’ la bontà dell’acqua termale unita al clima mite ed ancora al luogo panoramico che permettono una stagione turistica che non conosce soste. Per il periodo natalizio c’è il tutto esaurito. 250 saranno gli ospiti di Natale ed almeno 350 per Capodanno. “Per la fine dell'anno le richieste sono in crescita da parte di una clientela soprattutto italiana che mostra di gradire una vacanza assolutamente rilassante dove, non ultima, è curatissima la cucina con il menù tradizionale delle feste natalizie con i nostri prodotti della terra”, sottolinea il vice direttore, Pasquale Capuano. Un 31 dicembre speciale quindi al Sorriso Resort di Ischia come se fosse il 15 agosto.

of the body and the rest of the spirit. “Here our guest must spend hours of care not only of the body but of soul. Feeling refreshed to the natural heat of the environment”, says Ms. Pagliuca. At Sorriso Resort is connected the Oasis restaurant suitable for weddings and receptions and a total of 110 people work there . It is the goodness of thermal water combined with the mild climate and scenic place to allow a holiday season that never stops.

For the Christmas season is sold out. Two hundred fifty will be the guests of the week of Christmas, and at least 350 for the New Year . “For the weekend of New year Eve applications are up by a mostly Italian clientele that show like a totally relaxing holiday where, last but not least, is exquisite cuisine with the traditional menu of the Christmas holidays with our products of the earth”, says the deputy director, Pasquale Capuano. December 31 at Sorriso Resort so special in Ischia as if it was on August 15.


L’Albero della vita Si perde nella notte dei tempi la storia dell’albero della vita, simbolo del tempo e dello spazio, delle radici del mondo e della speranza degli uomini. Le cime dei suoi rami, come braccia al cielo altissimi e imponenti sfiorano le nuvole, le stelle, la luna, il sole, i pianeti e raggiungono spazi infiniti. Le sue radici possenti e forti, penetrano la terra e raggiungono gli abissi profondi del mare e degli oceani. Le tempeste, i cicloni, le forze della natura non lo intaccano, non lo sradicano, tutt’altro, esso si è sempre più irrobustito perché non è solo materia, ma soprattutto spirito profondo e inviolabile. Il suo tronco con la corteccia antica e solida, può essere paragonato ad una scultura suggestiva e magica. Non scolpita da mente umana, ma dal tempo infinito, al quale niente sfugge e di ogni cosa lascia le tracce indelebili. Chi ha sensibilità e amore per esso, può leggervi, come su vecchio manoscritto, le vicissitudini dell’uomo e dell’ambiente a lui intorno. La guerra e la pace, l’amore e l’odio, le speranze e le illusioni, la ricchezza e la miseria, la grandezza e l’inettitudine, il rispetto che si deve alla natura e ad ogni forma vivente, il rispetto che l’uomo deve a se stesso. Tutto è scritto e raffigurato con sorprendente minuziosità e senza inganni, perché l’uomo può anche ingannare se stesso o gli altri nel descrivere e nel raccontare. L’albero della vita non inganna nessuno, perché in esso c’è l’equilibrio delle forze del bene e del male, che attinge dall’aria, dall’acqua, dalla terra e dal fuoco, elementi senza i quali non potrebbe egli stesso esistere. L’albero della vita è sacro, guai a violarlo, scenderanno in sua difesa i quattro elementi della natura, che non daranno scampo agli uomini ottusi ed arroganti, nella cui mente c’è la convinzione di poter distruggere e poter dominare. In tal caso l’uomo indebolirà il suo corpo, il suo spirito, la sua mente. Tutti quelli che per esso proveranno culto e amore, attingeranno benessere e forza interiore, e saranno coloro i quali riusciranno a scorgere sulle alte cime la luce della vita, del bene e della speranza futura.

Clementina Petroni

The Tree of life

Is lost in the mists of time the story of the tree of life, a symbol of time and space, of the roots of the world and human hope. The tops of its branches like arms to the sky high and impressive touch the clouds, the stars, the moon, the sun, the planets and reach the infinite spaces. Its roots, mighty and strong, penetrates the earth and reach the deep abysses of the sea and oceans. The storms, cyclones, the forces of nature can not harm it, do not uproot, quite the contrary, it has been increasingly strengthened because it is not only matter, but especially deep and inviolable spirit. Its trunk with ancient and solid bark, can be compared to a charming and magical sculpture. Not carved by the human mind, but from the infinite time, to which nothing escapes, and of everything leaves an indelible mark. Who has sensitivity and love for it, can read, like on old manuscript, the vicissitudes of man and the environment around him. War and peace, love and hatred, hopes and illusions, wealth and poverty, the greatness and ineptitude, the respect that is due to the nature and every living form, the respect that the man owes to himself. Everything is written and portrayed with astonishing thoroughness and without deception, because the man can even cheats himself or others by describing and telling. The tree of life doesn’t cheat anyone, because in it there is the balance of the forces of good and evil, which draws from the air, water, earth and fire elements without which it could not exist. The tree of life is sacred, woe to violate it, defended by the four elements of nature, that they will have no way out the dull and arrogant men, in whose mind is the conviction of being able to dominating and destroying. In this case the man will weaken his body, his spirit, his mind. All those who worship and love it, will draw well-being and inner strength, and those who will be able to see the high peaks of the light of life, the good and the future hope.

Clementina Petroni


Per visualizzare il calendario degli eventi aggiornato in tempo reale su qualsiasi applicazione-calendario che supporti il formato iCal (es. i-Phone, Laptops, PC etc.) digita il seguente indirizzo: www.ischianews.com/calendarioeventi

DICEMBRE & GENNAIO

100 anni dalla nascita del Poeta e Scrittore Prof. Luigi Polito”. Serata artistico culturale con la prima de “Tommaso ‘Mbruogli” di Luigi Polito • 20.30 Ischia – Cineteatro Excelsior: MISERIA E NOBILTA’. Compagnia attori per caso

PER TUTTO IL MESE

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

• Forio – Durante tutto l'inverno sarà possibile visitare i Giardini La Mortella nella loro incantevole veste invernale prenotando al numero 081990118 • 18.00 Ischia – Dall’8 dicembre al 15 gennaio, via Edgardo Cortese: LA PINETA INCANTATA • Ischia – Dal 7 dicembre al 19 gennaio, Piazzetta San Girolamo: ISCHIA SU GHIACCIO • Ischia – Dall’8 dicembre all’8 gennaio: XVI EDIZIONE ITINERARIO PRESEPISTICO. Associazione italiana “Amici del presepe” e MOSTRA PRESEPI ISCHITANI • 09.30/14.00 – 16.00/22.00 Ischia – Dal 15 al 24 dicembre, via Edgardo Cortese: MERCATINI DI NATALE • Dal 25/12 al 30/12 Forio – Via M° Cav. Leonardo Impagliazzo: Associazione Moveo “Mostra di arte Pirografica” dell’artista Fermina Migliaccio dalle 17.00 alle 20.30. Il giorno di Natale aperto anche dalle 10.00 alle 13.00 • Dal 29/12 al 02/01 Forio – Visite guidate ai principali monumenti e chiese del centro storico di Forio Torrione a cura dell’Associazione Cultura Felix con la Dottoressa Ilaria Di Meglio • Dal 23/12 al 06/01 Forio – Sarà aperto il Museo di Santa Maria di Loreto a cura dell’Associazione Gaudium et Spes • Dal 28/12 al 03/01 Forio – Museo del Torrione – Associazione Cultura Felix Mostra “L’Ottocento a Forio: le opere del Maltese ed i costumi del tempo” • Dal 08/12 al 06/01 Forio – Parr. di S. Leonardo A.: dalle 10.00 alle 20.00 “Mercatino della solidarietà” a cura delle Mamme missionarie

Mercoledì 18 dicembre tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

Giovedì 19 dicembre tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

Martedì 17 dicembre

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

divertimento

• 20.00 Forio – Cinema delle Vittorie: “Cerimonia

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

• 18.30 Lacco Ameno – Rione Ortola: “Il cinema delle croci infrante – Cineforum per un cristianesimo critico”. Proiezione di ‘La via lattea’ (1968) di Luis Bunuel • 19.00 Forio – Chiostro Coperto S. Francesco: L’Orchestra della Scuola Media “S. Caterina da Siena” presenta Concerto di Natale • 20.30 Forio – Gazebo Corso di Forio: Accademia dei Ragazzi “Faccio a pezzi il Natale” Recital teatrale a cura di Eduardo Cocciardo • 21.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: L'IMPROVVISA STORIA DI BIANCANEVE. Spettacolo per grandi e piccini a cura degli Strani Tipici

Sabato 21 dicembre tradizione

INCOM

tradizione

• 17.00 Forio – Gazebo Corso di Forio: Scuole Medie “S. Caterina da Siena” e “L. D’Abundo” “Aspettando il Natale” • 19.00 Ischia – Chiesa di Portosalvo: CONCERTO DI NATALE. Circolo didattico Scuola Media • 20.30 Barano – Cena vegetariana per il solstizio d'inverno organizzata da “il germoglio” associazione per la diffusione dello Yoga e della Cultura Orientale al Ristorante “il borghetto” di Fiaiano. Info al num. 3388861333

Venerdì 20 dicembre

Lunedì 16 dicembre • 18.00 Ischia – Biblioteca Antoniana: incontri con Pasquale Balestriere sull'argomento LE PARRACINE IN UN PASSO OMERICO e Giovanni Salvietti sull'argomento I DOLCI NATALIZI NELLA TRADIZIONE NAPOLETANA • 18.30 Forio – Piazza S. Leonardo: Concerto degli allievi dell’Istituto Secondario di Primo grado “S. Caterina da Siena” • 20.00 Forio – Cinema delle Vittorie: “Festival della solidarietà”

• 18.00 Forio – Piazza Municipio: “La Canzolata”, la tombola cantata di Gaetano Maschio • 20.30 Ischia – Cineteatro Excelsior: MISERIA E NOBILTA’. Compagnia attori per caso

sapori

• 18.00 Forio – Inaugurazione della IV edizione di “Natale in comune”: sfilata della Banda “Papa Giovanni XXIII – Insieme per la musica - Città Forio” lungo il Corso ed inaugurazione • 18.00 Ischia – Biblioteca Antoniana: VITO NICOLA PARADISO La chitarra volante. Curci Ed. • 19.00 Forio – Parr. di S. Sebastiano M.: Associazione Note sul mare, Concerto pianistico “Christmas Concert” a cura degli Allievi dell’omonima scuola


tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

• 19.00 Ischia – Via Roma: LUIGI FIORENTINO SHOW • 21.00 Forio – Palasport di Forio: Riunione di pugilato a livello professionistico e dilettantistico dell’Associazione COTENA GROUP ed ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA “ISCHIA BOXING NAPOLEONE” • 21.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: L'IMPROVVISA STORIA DI BIANCANEVE. Spettacolo per grandi e piccini a cura degli Strani Tipici

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

Domenica 22 dicembre tradizione

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

• 11.00 Forio – Gazebo Corso di Forio: Forio d’altri tempi, presentazione del libro “Quella partita di pallone: il calcio a Forio dalle origini al 1989”. Con la partecipazione di vecchie glorie del calcio Napoli e dell’A.C. Forio • 15.00 Forio – Libreria di S. Gaetano: “Favolia – il Dottore delle Favole” accompagnerà i bambini ed i genitori fino al Chiostro coperto di San Francesco dove dalle ore 16.00 si svolgeranno laboratori di cake design • 17.00 Forio – Sala Lucignolo: La Pro Loco Panza presenta “Ischia, una perla nel Mediterraneo” • 18.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: L'IMPROVVISA STORIA DI BIANCANEVE. Spettacolo per grandi e piccini a cura degli Strani Tipici • 19.00 Ischia – Chiesa del Buon Pastore: CONCERTO CORALE BUON PASTORE • 19.30 Forio – Parrocchia di S. Leonardo A.: Concerto di Natale della Banda Aurora-Città di Panza diretta dal M° Claudio Assante di Cupillo • 20.00 Forio – Chiostro coperto di San Francesco: Associazione “Gaudium et Spes” presenta la Commedia “Totò, Peppino e la malafemmena”

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

Mercoledì 25 dicembre

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

Lunedì 23 dicembre

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

• 12.00 Ischia – Riva Destra: LUIGI FIORENTINO SHOW • 12.00 Ischia – Riva Destra: GLI AUGURI DELLA RIVA. Sagra dei Sapori di Natale • 19.30 Forio – Gazebo Corso di Forio: “Premio Forio a tavola “‘A pizze cu a scarole”. Gara tra nonne, mamme e... IV Edizione. A cura dell’ASCOM Forio. Presenta Lucianna De Falco

spettacoli

mostre

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

Martedì 24 dicembre

tradizione

spettacoli

mostre

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

• 05.00 Forio – Basilica Santa Maria di Loreto: S. Messa e processione del SS. Sacramento • 06.00 Forio – Piazza San Gaetano: caratteristico mercato del pesce. Seguirà la tradizionale pasta e fagioli con bruschetta a cura di Pappone & C., note natalizie della Banda “Papa Giovanni XXIII Insieme per la musica” Città di Forio • 12.00 Forio – PalaForio (Piazza Pontone): Pro Loco Panza “Baccalando a Natale” la tradizione natalizia nell’arte di Chef isolani

• 09.30 – 13.00 Ischia – Strade del Comune di Ischia: BABBO NATALE IN BICICLETTA • 10.00 Forio – Sfilata in piazza “Banda Papa Giovanni XXIII – Insieme per la musica Città di Forio” diretta dal maestro Claudio Matarese • 10.30 Serrara Fontana – Sfilata di Babbo Natale per le frazioni del comune • 12.00 Forio – Piazza S. Leonardo: Sfilata della Banda Aurora - Città di Panza. Ass. Moveo “I bambini incontrano Babbo Natale” • 17.00 Ischia – Ischia Ponte, Corso Vittoria Colonna, Piazza degli Eroi: PASSA LA BANDA… SI FA FESTA. Banda musicale Città d’Ischia • 19.30 S. Angelo – Sala congressi Tropical: commedia “Nu Bambeniello e tre San Giuseppe” presentata dal gruppo “Teatro da tre soldi”

Giovedì 26 dicembre tradizione

IO FOR ALE NAT

tradizione

• 12.00 Forio – Piazza di Monterone: Pasta e ceci e baccalà fritto • 12.00 Ischia – Ischia Ponte: ASPETTANDO IL NATALE. Sagra del Baccalà • 12.30 Barano – Piazza San Rocco: l’amm. comunale, la ASD Ciclistica Barano e Circolo Ricreativo invitano al tradizionale scambio degli auguri di Natale con baccalà e pizza di scarola • 12.30 Serrara Fontana – Piazza Fontana: tradizionale frittura di baccalà con degustazione di vino bianco locale • 23.00 Forio – Nelle Parrocchie di S. Vito, S. Sebastiano, S. Michele, S. Francesco di Paola, S. Francesco Saverio (località Cuotto) e S. Leonardo (Panza) Veglia e Santa Messa di Natale • 24.00 Forio – Piazza S. Leonardo: Pro Loco Panza “Aspettando Gesù Bambino”, cioccolata calda a mezzanotte • 24.00 Forio – Piazza Pontone: tradizionale appuntamento con la Nascita di Gesù Bambino nel Presepe della Fontana. In piazza Monterone festeggiamo il Natale con Cioccolata calda e panettone

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

• 15.40 Forio – Ristorante La Forastera: Associazione giochi di Natale, gara di enigmistica a squadre • 19.00 Forio – Santuario di S. Francesco di Paola: “Associazione Gaudium et Spes” presenta “Gli Angeli del Natale” Presepe Vivente • 19.30 S. Angelo – Sala congressi Tropical: commedia “Nu Bambeniello e tre San Giuseppe” presentata dal gruppo “Teatro da tre soldi” • 20.00 Forio – Gazebo Corso di Forio: ASCOM Forio, La Canzolata. La tombola cantata di Gaetano Maschio con la partecipazione del Soprano Filomena Piro dedicata al “Progetto Uganda: un trattore per arare la terra”


45 Venerdì 27 dicembre tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

Natale 2013

LACCO AMENO

dove l ’Inverno ha un “gusto” Barocco Sabato 14 dicembre Ore 16,30 Villa Arbusto Concerto di Natale degli allievi della scuola di pianoforte “Note sul Mare” Domenica 15 dicembre Ore 15,00 Piazza Santa Restituta “Il Piccolo Polo Nord 2” Babbo Natale ed i suoi folletti Emozioni di Natale per bambini a cura del gruppo Lacco in festa e gli Amici di zio Enzo Venerdì Ore 19,00 Questa iniziativa è contro il ‘sistema’ della camorra

27 dicembre Congrega dell’Assunta - Piazza Rosario “Voci di Natale” Viaggio nelle tradizioni napoletane e del mondo Spettacolo canoro-musicale del Coro “Canzuncella Crazy Band”

Domenica 29 dicembre Ore 19,30 Basilica di Santa Restituta Concerto “A Christmas Carol” del Coro “Ars Nova” Mercoledì 1 gennaio 2014 Ore 17,00 Basilica di Santa Restituta Concerto di Capodanno di Gaetano Maschio – baritono Filomena Piro – soprano Maestro Peppino Iacono – piano Domenica 5 gennaio 2014 …. Arriva la Befana

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE INCOM

divertimento

sapori

• 10.00 Forio – Libreria di S. Gaetano: “Favolia – il Dottore delle Favole” e gli Artisti di strada accompagneranno i Bambini verso la Caccia al tesoro, che si svolgerà nei vicoli saraceni • 15.00 Forio – Parcheggio Piaggio: Ass. giochi di Natale “Gioco della fossetta con le nocciole” • 18.30 Lacco Ameno – Rione Ortola: “Il cinema delle croci infrante – Cineforum per un cristianesimo critico”. Proiezione di ‘I diavoli’ (1970) di Ken Russel • 19.00 Forio – Sala della Congrega di Panza: Associazione giochi di Natale “Torneo di scacchi open” • 19.00 Lacco Ameno – Piazza Rosario, Congrega dell'Assunta: "Voci di Natale". Viaggio nelle tradizioni napoletane e del mondo. Spettacolo canoro musicale del Coro "Canzuncella Crazy Band" • 19.30 Forio – Gazebo Corso di Forio: il M° Mariolino Capuano legge il suo “Pinocchio in foriano”: riadattamento della celebre favola di Collodi e lo Chef Vincenzo Manna presenta il suo libro “Quando la nonna filava” • 20.00 Ischia – Chiesa di San Domenico: CONCERTO CORALE BUON PASTORE • 20.30 Forio – Gazebo Corso di Forio: Associazione Vicoli Saraceni "T’acconcio p'e fest IV Edizione“ prove tecniche di Capodanno per essere più fashion la notte di S. Silvestro e spettacolo musicale. Presenta Anna Castagna • 21.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: MARRIAGE tratto da "Boston Marriage" di David Mamet • 22.30 Forio – Via Marina: “Forio by night: aspettando Capodanno”: live music, dj set, spettacoli

Sabato 28 dicembre

Domenica 29 dicembre tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

Natale 2013

LACCO AMENO

dove l ’Inverno ha un “gusto” Barocco Sabato 14 dicembre Ore 16,30 Villa Arbusto Concerto di Natale degli allievi della scuola di pianoforte “Note sul Mare” Domenica 15 dicembre Ore 15,00 Piazza Santa Restituta “Il Piccolo Polo Nord 2” Babbo Natale ed i suoi folletti Emozioni di Natale per bambini a cura del gruppo Lacco in festa e gli Amici di zio Enzo Venerdì Ore 19,00 Questa iniziativa è contro il ‘sistema’ della camorra

27 dicembre Congrega dell’Assunta - Piazza Rosario “Voci di Natale” Viaggio nelle tradizioni napoletane e del mondo Spettacolo canoro-musicale del Coro “Canzuncella Crazy Band”

Domenica 29 dicembre Ore 19,30 Basilica di Santa Restituta Concerto “A Christmas Carol” del Coro “Ars Nova” Mercoledì 1 gennaio 2014 Ore 17,00 Basilica di Santa Restituta Concerto di Capodanno di Gaetano Maschio – baritono Filomena Piro – soprano Maestro Peppino Iacono – piano Domenica 5 gennaio 2014 …. Arriva la Befana

Lunedì 30 dicembre tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

• 15.00 Forio – Ass. Vicoli Saraceni: Visita guidata attraverso i vicoli e le chiese del centro storico. Punto d’incontro presso la fontana al centro di Forio • 16.00 Ischia – Campagnano: PRESEPE VIVENTE. Associazione Villa di Campagnano • 16.30 Ischia – Chiesa di Campagnano: CONCERTO DI NATALE. Associazione La Ghironda • 18.00 Forio – Sala della Congrega di Panza: Associazione giochi di Natale “Torneo di scacchi open” – Juniores • 19.00 Forio – Chiostro coperto S. Francesco: Accademia dei Ragazzi presenta “Dance-Sing”: spettacolo di canto moderno, danza moderna e classica a cura di Suela Capuano, Pasquale Schiano e Pino Cirillo • 20.00 Ischia – Via Roma: LUIGI FIORENTINO SHOW • 20.30 Forio – Gazebo Corso di Forio: “Le strade del vino e dei prodotti tipici dell’isola d’Ischia in vetrina”. Special guest LEOPOLDO MASTELLONI • 21.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: "Boston Marriage" di David Mamet

• 10.00 Forio – Piazza S. Leonardo (Panza): Pro Loco Panza “Cantinando 2013”: alla riscoperta delle nostre tradizioni contadine. Info e prenotazioni: 081908436 – 3496125250 • 15.00 Forio – Parcheggio Piaggio: Ass. giochi di Natale “Gioco della fossetta con le nocciole” • 15.30 Forio – Itinerari artistici: Le due Basiliche S. Vito e S. Maria di Loreto con museo; alla riscoperta dei pittori foriani Alfonso Di Spigna e Cesare Calise. Punto d’incontro presso la fontana al centro di Forio • 18.00 - 4.00 Ischia – NOTTE BIANCA: Queen of Bulsara, Vascover, Free Time Trio live – Spettacolo di Lino D’Angiò – Gospel Voice Choir – Cabarettopoli – Dj set Peppe Fimiani • 18.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: MARRIAGE tratto da "Boston Marriage" di David Mamet • 19.00 Forio – Sala della Congrega di Panza: Associazione giochi di Natale “Torneo di scacchi open” – ore 18.00 Juniores • 19.30 Forio – Basilica Pontificia di S. Vito: Concerto di ” FINE ANNO “della Banda Papa Giovanni XXIII Insieme per la Musica“ - Città di Forio – Diretta dal M° Claudio Matarese • 19.30 Lacco Ameno – Bas. di Santa Restituta: Concerto "A Christmas Carol" del Coro "Ars Nova" • 19.30 Serrara Fontana – Chiesa di S. Maria del Carmine: Concerto di Natale del maestro Salvatore Vitale, voci di Lisa Vitale e Lucia D’Abundo • 20.00 Ischia – Ischia Ponte: LUIGI FIORENTINO SHOW

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

• 10.00 Forio – Piazza S. Leonardo (Panza): Pro Loco Panza “Cantinando 2013”: alla riscoperta delle nostre tradizioni contadine. Info e prenotazioni: 081.908436 – 349.6125250 • 17.00 Ischia – Cineteatro Excelsior: ORCHESTRA DA CAMERA DI BENVENUTO. Direttore Veaceslav Quadrini Tchaikovsky • 19.30 Sant’Angelo – Chiesa di S. Michele Arcangelo: Concerto di Natale del maestro Salvatore Vitale, voci di Lisa Vitale e Lucia D’Abundo • 20.00 Forio – Chiesa di San Francesco d’Assisi (Piazza Municipio): Concerto dell’Orchestra da Camera di Benevento diretta da Vaceslav Quadrini TciaicoWski con la partecipazione del Soprano Antonella Iacono. Musiche barocche, arie tipiche del periodo natalizio • 22.00 Forio – Gazebo Corso di Forio: “Babbo Natale in discoteca” con i SHA’DONG live music anni 80 – Dj Ivano Veccia

Martedì 31 dicembre • 09.00 - 15.00 Ischia – Piazzale Montetignuso: BACCALATA. Associazione Terra Nostrum • 10.30 Ischia – Palazzo Reale: VISITE GUIDATE E


46 tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

CONCERTO NAPOLETANO. Associazione La Ghironda. Info: 3281227945 • 12.00 Forio – Piazza S. Leonardo (Panza): Pro Loco Panza “Baccalando a S. Silvestro” la tradizione natalizia nell’arte di Chef isolani • 12.00 Ischia – Ischia Ponte: ASPETTANDO SAN SILVESTRO. Sagra del Baccalà • 12.00 Ischia – Ischia Ponte: LUIGI FIORENTINO SHOW • 13.00 Forio – “Forio in corsa” IX edizione - Corsa a passo libero per bambini, ragazzi ed adulti, 200 mt - 1 km - 10 km, a cura dell’Ass.ne Club La Strambata, raduno alle 12.30 in piazza S. Gaetano. Al termine pizza party gratis • 17.00 Ischia – Ischia Ponte, Corso Vittoria Colonna, Piazza degli Eroi: PASSA LA BANDA… SI FA FESTA. Banda musicale Città d’Ischia • 23.30 Sant’Angelo – “Capodanno sotto le stelle”, festa di fine anno in piazzetta • 24.00 Forio – “Benvenuto 2014”: festeggiamo il nuovo anno nei ritrovi del by Night foriano • 00.30 Ischia – Piazza Antica Reggia: Personal – Purple project live – “decibel Bellini” e dj set

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

Venerdì 3 gennaio tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

Mercoledì 1 gennaio

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

Natale 2013

LACCO AMENO

dove l ’Inverno ha un “gusto” Barocco Sabato 14 dicembre Ore 16,30 Villa Arbusto Concerto di Natale degli allievi della scuola di pianoforte “Note sul Mare” Domenica 15 dicembre Ore 15,00 Piazza Santa Restituta “Il Piccolo Polo Nord 2” Babbo Natale ed i suoi folletti Emozioni di Natale per bambini a cura del gruppo Lacco in festa e gli Amici di zio Enzo Venerdì Ore 19,00 Questa iniziativa è contro il ‘sistema’ della camorra

27 dicembre Congrega dell’Assunta - Piazza Rosario “Voci di Natale” Viaggio nelle tradizioni napoletane e del mondo Spettacolo canoro-musicale del Coro “Canzuncella Crazy Band”

Domenica 29 dicembre Ore 19,30 Basilica di Santa Restituta Concerto “A Christmas Carol” del Coro “Ars Nova” Mercoledì 1 gennaio 2014 Ore 17,00 Basilica di Santa Restituta Concerto di Capodanno di Gaetano Maschio – baritono Filomena Piro – soprano Maestro Peppino Iacono – piano Domenica 5 gennaio 2014 …. Arriva la Befana

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

• 09.30 – 13.00 Ischia – Strade del Comune di Ischia: BABBO NATALE IN BICICLETTA. Associazione ciclistica Ischia • 12.00 Forio – Piazza S. Leonardo (Panza): Pro Loco Panza “Tradizionale brindisi di auguri al nuovo anno” • 12.00 Ischia – Spiaggia dei Pescatori: Tuffo di Capodanno. Manifestazione promossa dal gruppo “Quelli che la Spiaggia dei Pescatori” • 17.00 Lacco Ameno – Basilica di Santa Restituta: Concerto di Capodanno di Gaetano Maschio, Filomena Piro, Peppino Iacono • 17.00 Ischia – Cineteatro Excelsior: GRAN CONCERTO DI CAPODANNO. Lirico e classico napoletano, tenore Francesco Malapena, soprano Sabrina Messina, orchestra del Maestro Antonello Cascone • 19.00 Forio – Chiesa di S. Francesco d’Assisi: L’Associazione “Gaudium et Spes” presenta “Un canto di Natale” Concerto lirico di Natale del Soprano Graziella Castaldi con Presepe vivente

Giovedì 2 gennaio

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

• 15.00 Forio – Giardino Piazza Municipio: Associazione Giochi di Natale “Nonni vs Nipoti”. Gioco della fossetta con le nocciole a cura delle Ragazze Baranesi Anni 60 • 15.30 Forio – Itinerari artistici: Le due Basiliche San Vito e Santa Maria di Loreto con museo; alla riscoperta dei pittori foriani Alfonso Di Spigna e Cesare Calise. Incontro presso la fontana al centro di Forio • 17.00 Ischia – Chiesa di San Pietro: CONCERTO DI NATALE. Associazione La Ghironda • 19.30 Serrara Fontana – Chiesa di S. Maria della Mercede: Concerto di Natale del maestro Salvatore

• 10.30/13.00 e 16.00/20.00 Forio – “La Befana delle Carucce & Co.” aspetta i bambini nella sua casa di Via S. Antonio A. per ricevere le letterine • 15.00 Forio – Ass. Vicoli Saraceni: Visita guidata attraverso i vicoli e le chiese del centro storico di Forio. Punto d’incontro presso la fontana al centro di Forio. Al termine degustazione di prodotti tipici • 15.00 Forio – Gazebo Corso di Forio: Ass. Peter Pan: “Manifestazione finale dei laboratori di cake design e del work shop: inventiamo, disegniamo e coloriamo con Angela Impagliazzo e Daniela Pazienza • 17.30 Forio – Arciconfraternita S. Maria Visitapoveri: Associazione La Ghironda: Concerto del Gruppo vocale/strumentale giovanile – musiche classiche, da film, dalla tradizione natalizia • 18.30 Lacco Ameno – Rione Ortola: “Il cinema delle croci infrante – Cineforum per un cristianesimo critico”. Proiezione di ‘La messa è finita’ (1985) di Nanni Moretti • 18.30 Serrara Fontana (Succhivo) – Chiesa di S. Maria di Montevergine: Concerto di Natale del maestro Salvatore Vitale e della sua orchestra con voci di Lisa Vitale e Lucia D’Abundo • 19.00 Ischia – Via Roma: LUIGI FIORENTINO SHOW • 19.30 Forio – Gazebo Corso di Forio: Accademia dei Ragazzi: “CONCERTO DEI RAGAZZI”: Spettacolo musicale (canto, pianoforte, violino, chitarra) a cura di Teresa Coppa, Pina Trani e Rosario Di Meglio • 20.30 Forio – Ristorante da Gisella (Sorgeto): Associazione giochi di Natale “Torneo di scala quaranta” • 20.45 Forio – Gazebo Corso di Forio: Associazione Ischia Grandi Eventi presenta “Karaokando: tira fuori l’artista che è in te!” Iscrizioni alla mail ischiagrandieventi@gmail.com • 21.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: SEMPRE DA NAPOLI

Sabato 4 gennaio tradizione

INCOM

tradizione

Vitale, voci di Lisa Vitale e Lucia D’Abundo • 19.30 Forio – Chiesa di San Francesco d’Assisi: Concerto di Natale

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

• 15.30 Forio – Gazebo Corso di Forio: “Aspettando la Befana” Spettacolo musicale di Francesco Colella ed animazione per bambini a cura delle Carucce & Co. Dolci prelibatezze con ricavato in beneficenza • 17.00 Ischia – Campagnano: VINO E CASTAGNE IN PIAZZA. Associazione Folclore e Tradizione • 18.30 Forio – Gazebo Corso di Forio: Concerto della pianista Chantal Capuano e della tromba del M° Franco Sol Patalano e dei loro Allievi • 21.00 Forio – PalaForio (Piazza Pontone): “C’era una volta il pianobar” • 21.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: SEMPRE DA NAPOLI


47 Domenica 5 gennaio

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE UNE NAT INCOM

mercatini

divertimento

sapori

• 10.00 Serrara Fontana – Passeggiata all’Epomeo con celebrazione della SS. Messa e Nascita del Bambino Gesù nella Chiesa di San Nicola presso il Monte Epomeo. Partenza dalla Piazza di Fontana • 12.00 Ischia – Ischia Ponte: LUIGI FIORENTINO SHOW • 12.00 Ischia – Ischia Ponte: LA MAGIA DELLA BEFANA • 15.00 Forio – Itinerari artistici: Le due Basiliche San Vito e Santa Maria di Loreto con museo; alla riscoperta dei pittori foriani Alfonso Di Spigna e Cesare Calise. Punto d’incontro presso la fontana al centro di Forio • 15.30 Forio – Gazebo Corso di Forio: Karaoke e Tombola per bambini a cura della Carucce & Co. Presenta Paolo Guerra • 16.00 Ischia – Ischia Ponte: ASPETTANDO LA BEFANA. Associazione Terra Nostrum • 18.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: SEMPRE DA NAPOLI. Spettacolo di prosa e canzoni napoletane • 19.00 Forio – Ristorante da Gisella (Sorgeto): Associazione giochi di Natale “Tombolata” • 19.00 Forio – Santuario del Soccorso: Concerto “Canti e suoni della liturgia” del Polinova Quartet • 20.30 Forio – Gazebo Corso di Forio: Tango a Forio a cura dell’Associazione Amortango • 21.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: SEMPRE DA NAPOLI

Lunedì 6 gennaio

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE INCOM

divertimento

sapori

tradizione

spettacoli

mostre

IO FOR ALE NAT

mercatini

UNE

INCOM

divertimento

sapori

• 11.00 Serrara Fontana – Sfilata dei Re Magi per il centro di Fontana • 11.00 Sant’Angelo – “Arriva la Befana” in Piazza • 12.00 Forio – Piazza S. Leonardo: Ass. Moveo “I bambini incontrano la Befana” • 12.00 Ischia – Ischia Ponte: LUIGI FIORENTINO SHOW • 12.00 Ischia – Ischia Ponte: LA MAGIA DELLA BEFANA • 15.30 Forio – Libreria di S. Gaetano: “Favolia, il Dottore delle Favole” accompagnerà i Bambini ed i Genitori al Chiostro di S. Francesco per l’appuntamento con la “BEFATA”: mimo, filastrocche e favole con commento dal vivo • 19.00 Forio – Chiostro coperto di S. Francesco: “Com’era il mio Natale”. Seguirà Associazione giochi di Natale “Premiazione” – Cerimonia di chiusura Natale in comune 2013/2014 • 19.00 Ischia – Chiesa di Campagnano: CONCERTO DEI PITHECUSA BRASS

Venerdì 10 gennaio • 18.30 Lacco Ameno – Rione Ortola: “Il cinema delle croci infrante – Cineforum per un cristianesimo critico”. Proiezione di ‘Manto nero’ (1991) di Bruce Beresford

• 21.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: ARTU' MARCOLFA

Sabato 11 gennaio • 21.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: ARTU' MARCOLFA

Domenica 12 gennaio • 18.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: ARTU' MARCOLFA

Venerdì 17 gennaio • 18.30 Lacco Ameno – Rione Ortola: “Il cinema delle croci infrante – Cineforum per un cristianesimo critico”. Proiezione di ‘In memoria di me’ (2007) di Saverio Costanzo • 21.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: GIANNINO MESSINA. EREDITA' di Caianeillo

Sabato 18 gennaio • 21.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: GIANNINO MESSINA. EREDITA' di Caianeillo

Domenica 19 gennaio • 18.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: GIANNINO MESSINA. EREDITA' di Caianeillo

Venerdì 24 gennaio • 18.30 Lacco Ameno – Rione Ortola: “Il cinema delle croci infrante – Cineforum per un cristianesimo critico”. Proiezione di ‘Lourdes’ (2009) di J. Hausner • 21.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: E GRAZIE DO PARAVISE di Raffaele Caianeillo

Sabato 25 gennaio • 21.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: E GRAZIE DO PARAVISE di Raffaele Caianeillo

Domenica 26 gennaio • 18.00 Ischia – Sala Teatro Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: E GRAZIE DO PARAVISE di Raffaele Caianeillo

Venerdì 31 gennaio • 10.00 Ischia – Campagnano: Escursione al Sentiero di Piano Liguori a cura del CAI Isola d'Ischia • 18.30 Lacco Ameno – Rione Ortola: “Il cinema delle croci infrante – Cineforum per un cristianesimo critico”. Proiezione di ‘Agora’ (2009) di A. Amenabar • 21.00 Ischia – Polifunzionale: ISCHIA TEATRO FESTIVAL: STRANI TIPICI. MATCH IMPROVVISAZIONE TEATRALE. Triangolare Ischia, Roma, Arezzo


Punta Cornacchia

Punta Spaccarello

- 100

STRADA DEL VINO E DE TIPICI DELL’ISOLA D

BAIA SAN DI MONTANO

Villa Mezzatorre

Lido San Montano

24 La Colombaia Lucchino Visconti

Villa Cigliano

S. Francesco di Paola

P

Villa Parodi

4

M. Cito 125

m po

ia

sa

as

4

ov a

Se

C

lva

M

E

5

nn Pe cia oc nn Pa

a

4 o

M. NUOVO 519

n sa

Pe

Bosco della Falanga

4

M

S. Domenico

G F

G

CORBARO

Villa Milone

L

tic

on

M

3

PELLO

PIROLA

Fumarole

Bocca

Cesa

Eremo S. Nicola

1

la el

Pietra Dell’ Acqua

Bellavista

Pietre Rosse

Oasis Piano Bar

2

Frassitelli

Az. Agricola S.Domenico

3

3

Pellacchio

sa

Bas

Falanga

Casa Coppa

S. Antuono

GIARDINI RAVINO Parco Botanico

Capizzo

1

2

la

to

or

Pera

7-8

MONTE EPOMEO 787 3 5

3-4-5

Pietra Perciata

M

Cantoni

CAPO dell’ UOMO

3

C. Pietra Mosca

A

F

Bianchetto

Fa

Eremo s. Maria del Monte

sc

in

Montagnone

Pizzone 412

Vigneto L Chignole Pietratorcia

S. LUCIA

Spiaggia Cava dell ‘Isola

P

an

7-8

6

MAIO

Cantine di Crateca

an

MONTERONE

Arcangelo

Museo Giovanni Naturischia Maltese

S. Maria Maddalena

Catarì Pantane

Il Capannaccio nica orbo La Casereccia da B Stra

Il M

Purgatorio

LA RITA

Fango

5

no

Villa di Lustro

S. Vito

Paradisiello

Tommasone

Purgatorio

Spiaggia della Chiaia

Il Saturnino P Nonno Franchino Ischia Thermae Torrione Le Maioliche Zì Carmela S. Michele

G

Osservatorio Geofisico

Gran Sentinella

D Cantine

am

-5

via

zza

Me

Baiola

S. Maria di Loreto

Marina

Fundera

Dolci Capricci

La Rondinella Il Fortino Scentone Spinesante

Casale

FORIO

Spiaggia di Suor Angela P

M. Marecoco

Spadara

Punta del Soccorso

Spiaggia della Fundera

P Ospedale Anna Rizzoli

Spinavola

S. Maria del Soccorso

IL FUNGO

Museo Archeologico Di Pithecusae

Giardini La Mortella Fondazione Walton

Cavallaro

marate Scogli de lle Cam

LACCO AMENO Villa Arbusto Il Delfino

24

Spiaggia di San Francesco

GROTTA SPUNTATORE

S. Restituta 23

La Seniavica

- 10

23

23

P

Stufe di San Lorenzo

M. Caruso 156

- 50

Monte Vico 116

PARCO TERMALE NEGOMBO 24

La Guardiola

Punta Caruso

Casa Museo

Aito 1

3

ERBANERA

Casa Migliaccio

2

Agriturismo I La Pergola P

G Calitto Villa Piromallo

12

Pietra Bianca

Vigneto Casa d’Ambra Frassitelli

Vigneto Az. San Domenico

L

Pantano

vela

Ga

La Pietra

Casa Capuano

Pizzi Bianchi Casa Pezzapiana

SERRARA FONTANA

a Scoglio la nave

13

Vigneto

Casa Polito

Punta dello Schiavo

N Az.Agricola

Ruffano

S. Gennaro

Nischio

Fumerie

La Cima 195

SUCCHIVO

N Antica

14

Romantica

Da Gisella

nte Mo

13

di

Pa

nz

Punta del Monaco

Punta del Pilaro

Ponte Cava grado

a

Scannella

Chiarito Punta Chiarito

Cantina Greca SORGETO

Casa lesca

14

ffa n

pp Sc hia

PANZA

15

14

o

Pomicione

Chianare di Spadera

Casale

Fiorentino

Punta Imperatore

Grotta del Mavone

Vigneto CENATIMPO C VINI

nia

Ru

11

RIA

15 Calimera

GIGLIO

tru

Ce

FONTANA

NOIA

Pozzo

Il Bracconiere

Cantine Casa D’ Ambra

M

12

Casa Battaglia

Casa Amalfitano

1

Bagnulo

Pietra Martone

Monte Corvo

Cantine di Pietratorcia

Faro

3 2

M

12

Casa Verde

11

TERRA ROSSA

Madonnella

Parco Termale Giardini Poseidon Pietra Nera

CUOTTO

RA

S. P IET

Spiaggia di Citara

H

12

ER Tenuta Giardini Arimei OCCA di S B Muratori

Bagni Terme Cava Scura

Petrelle

Fumarole Parco Termale Aphrodite - Apollon

Cava Grado Cala Ruffano

Parco Termale Tropical

P

Spiagg dei Maro

S. Michele

S. Angelo

Capo Negro La Roia

Punta S. Angelo

www.ischia.it

S O

M a r


www.ischianews.com

O’ Vagnitiello

Perrone

CASAMICCIOLA TERME

Punta la Scrofa

P

Bagnitielli

Mortito M. TABOR 100

o

S. Pasquale

a

Bagni Piazza

Pagoda

Punta S. Pietro Acquario

Perrazzo

S. Alessandro

B Vini

C Cenatiempo Vini

M. ROTARO 266

Tresta

S. PIETRO

P

Fondo d’ Oglio 181

Ga nte

lo

on ti

zu o

de iC

lL De a

S. Anna Torre di Michelangelo

Fumarole

Parco Cratere dell’Arso

o ss

o

nd

Fo

llo

rie

lat

a Sp

Maisto

Belvedere di Carta Romana S. Michele

ina ara

Sp Co

Cantariello

dia Can

P

F.lli Di Castanzo Panificio

Testa

Molara

CASABONA

20

no

Pia

MONTE DI VEZZI 392

19 Schiappone

Vatoliere 19

20

Chiummano

uori

Punta Parata Centoremi

20

Lig

20

Grotta di terra llo

lie

na

Pig

MONTE BARANO 26417

S. GIORGIO Museo civico

15 P

Giorgio Corafà

16

TESTACCIO

rata Grotta Pa del Mago

Grotta Verde

Punta Grotta di Terra o del Bordo

20

Punta della Cannuccia

Z

20

17

Grotta Tisichiello

20

Pietra Marina

Madonna di Monte Vergine

19

19

BARANO D’ISCHIA

IL TORONE 377

Renella

Starza

Terone

Buttavento

18

Punta del Lume

Ceramiche Scotto

Torri di Sopra

Casa Balestrieri

Zaffarano

Parco Fonte delle Ninfe Nitrodi

Punta della Pisciazza

Torri

20

Terra Nera

18

20

Catavola

PIEDIMONTE

BUONOPANE 18 Florio Filippo 6 Az. Agricola Q O Ischia Salumi Casa

CAMPAGNANO

A

Cantine Antonio Mazzella

PILASTRI

10

16

Scogli S. Anna

Carta Romana

S. ANTUONO

Villa Mazzella

Matarace

no

6 Az. Agricola

sta

R Di Meglio Ciro

Confraternita S. Maria di Costantinopoli

GIARDINI EDEN

S. Domenico

Bo

10 18 Cannavale

S

Sorgente Olmitello

CASTELLO ARAGONESE

Cocò

L’ Arso

9

18

Mattera Antonio 10 Az. Vitivinicola

gia onti

PINETA DELL’ ARSO

st

21

Allevamento Coniglio Semidrado

9

Mo

9

M Longo Rosaria

10-18

10

tto

o pp Co U are

Agribianca T Az. Agricola

ISCHIA PONTE

Cattedrale Madonna Assunta

La Cappella

V

Buono 22 Raffaello Miele S. Anna d’ Ischia FIAIANO 7

9 Selva del Napolitano

9

ANCA

BI CAVA

6

TRO

22

MANEGGIO Aragona Arabian’s

S. Antonio Museo del Mare

Co

Pia S.P no ao lo

7-8

M.TRIPPODI 503 ETO

O

7-8 10 -18

Licciese

9

Posta Lubrano

295

7-8

TOCCAN

AI

M. TOPPO 422

9

Lietto

R

R

FE

di

O

va

Ca

8

o

llo

ce

to

nie

Bu

y La Cantina Del Sargente Trattoria

D

9 cie

c Le

P

Giardino Mediterraneo

N

Er va

Carusello

MANDRA Spiaggia dei Pescatori

9

9

Coquille

S. GIROLAMO

8

en

22

CRETAIO 6

P

M. MASCHIATA 311

FO

a

Visconti

254

Celario

Az. Agrituristica Pera di Basso

ISCHIA

MONTAGNONE

22

Bo sc

Bosco della Maddalena

Punta Molino

LIDO

P

L a Quercia

Cognolo

Cantine Antonio Mazzella Perrazzo Vini d’Ischia Cenatiempo Vini d’Ischia Cantine Tommasone Cantine di Crateca Az. Agrituristica “Pera di Basso” Az. Agricola San Domenico Tenuta Giardini Arimei – Muratori Agriturismo La Pergola Cantine di Pietratorcia D’Ambra Vini d’Ischia Antica Cantina Greca (Az. Ruffano) Ischia Salumi di Costanzo Giovan Giuseppe Panificio F.LLI di Costanzo Rocco e Michele Az.Agricola Florio Filippo Az. Agricola Di Meglio Ciro Mattera Antonio Az. Vitivinicola Agribianca Az. Agricola di Buono Ciro Longo Rosaria Allevamento Coniglio Semibrado Miele d’ Ischia Buono Raffaele La Cantina del Sargente Trattoria Az. Agricola Di Iorio Concetta

ISCHIA PORTO

Spiaggia degli Inglesi

22

Bosco di Castiglione

Mosaico Benny Shop

A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V Y Z

PARCO TERMALE CASTIGLIONE

Castiglione

ar

ol

M

I SENTIERI DELLA LUCERTOLA - ISOLA D’ISCHIA Sentiero della vetta ( Fontana - Epomeo) Sentiero della Pietra Dell’ Acqua (Fontana - Pietra Dell’ Acqua - Epomeo) Sentiero delle Case di Pietra e dei Pastori ( Forio - S. Maria del Monte -Epomeo -Fontana) Sentiero del Bianchetto ( Fango - Casamicciola - Epomeo) Sentiero del Pizzone (Fango - Epomeo) Sentiero dell’ Acqua (Piazza Bagni - Buceto - Piano S. Paolo - Mt. Trippodi - Buonopane) Sentiero dei Cantoni (Fiaiano - Cantoni - Fango) Sentiero dei Conti (Ischia - Cretaio - Fango) Sentiero del Grande Cratere (Faiano - Cretaio - Monte Trippodi - Faiano) Sentiero dell’ Antiche Cantine (Buonopane - Monte Trippodi- Fiaiano) Sentiero del Faro ( Punta Imperatore) Sentiero del Tufo Verde ( Forio - Monte Corvo) Sentiero del Monte di Panza (Panza - Capo Negro) Sentiero del Sole (Serrara - S. Angelo) Sentiero Bianco (Fontana - Noia - Pizzi Bianchi Cavascura) Sentiero delle Baie ( Testaccio – Monte Cotto - Maronti) Sentiero della Guardiola ( Testaccio - Le Pianole - Guardiola) Sentiero della Costa Sparaina (Barano- Monte Trippodi - Fiaiano) Sentiero del Santuario ( Vatoliere- Chiummano - Schiappone - Vatoliere) Sentiero di Piani Liguori (Campagnano-Piano Liguori- S. Pancrazio - Chiummano - Vatoliere) Sentiero del Cratere dell’ Arso (Fiaiano) Sentiero dei Crateri (Casamicciola - Rotaro - Fondo Ferraio - Fiaiano) Sentiero dell’ Acropoli (Lacco Ameno - Montevico) Sentiero del Respiro del Mare (Lacco Ameno - Mezzatorre - San Francesco )

1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) 11) 12) 13) 14) 15) 16) 17) 18) 19) 20) 21) 22) 23) 24)

NEWS & EVENTI

EI PRODOTTI D’ISCHIA

D Iorio Concetta Az. Agricola Scarrupata 19

20

20

San Pancrazio 156

-5

Le Pianole

16 16

Casa S. Costanzo

Piazzale Maronti

17

- 10

La Guardiola

Strada Principale Altre Strade Sentieri Consigliati Altri Sentieri

Punta San Pancrazio

Vigneti

MONTE COTTO MT. 242

Parco Termale Olimpus

Fumarole Terme Scavi Archeologici

Punta della Signora

Musei

Capo Grosso

Grotte

- 50

Chiese Punto Panoramico Faro

T i r r e n o

Ospedale

P - 100

Parcheggi Principali Porti - Approdi

0

1 Cm = 250 m. 25 50 75

Scala: 1: 25000

Spiaggia Attrezzata Ristoranti Prodotti tipici


Muffin di panettone

Procedimento: 1. Sciogliete il lievito di birra nel latte tiepido e un cucchiaino di zucchero. Lavoratelo fino a ottenere un panetto di media consistenza. Coprite la terrina con un foglio di pellicola trasparente e lasciate lievitare. 2. Quando il panetto avrà raddoppiato il suo volume, aggiungete tutti gli altri ingredienti e lavoratelo ancora abbastanza a lungo. Copritelo nuovamente e lasciatelo lievitare ancora una volta. 3. Trasferite il composto ottenuto nei pirottini da muffin, avendo cura di riempirli per ž. Cospargeteli con la granella di zucchero e lasciateli lievitare per un’ultima volta. 4. Metteteli in forno ben caldo a 180° e cuoceteli per 25-30 minuti, fino a ottenere una bella doratura in superficie.

Ingredienti: + 300 g di farina Manitoba + 250 g di farina 00 + 250 ml di latte + 1 cucchiaio di zucchero + 100 g di miele + 60 g di burro

+ la scorza grattugiata di 1 arancia + 30 g di uvetta + 1 lievito di birra + un pizzico di sale


Procedimento: 1. Fate la fontana con la farina. Al centro mettete il lievito sciolto in un pochino d’acqua tiepida e cominciate a impastare aggiungendo l’acqua necessaria ad ottenere un impasto di media consistenza. Avvolgetelo a palla e fatelo lievitare per circa un’ora. 2. Pulite le scarole e sbollentatele in abbondante acqua. Scolatele e strizzatele, poi tagliatele e fatele intiepidire. 3. Scaldate l’olio in una padella e imbionditevi lo spicchio d’aglio; eliminatelo e unite le scarole, le olive denocciolate, i gherigli di noci tritati, i pinoli e l’uva passa ammollata. Fate rosolare per qualche minuto, poi bagnate con il vino cotto e lasciate asciugare a fuoco vivo.

P izza di Scarole Ingredienti: + 300 g di farina 00 + 15 g di lievito + 1 kg di scarole + ½ l di vino cotto + 100 g di olive verdi + 100 g di gherigli di

+ noci + 50 g di uva passa + 30 g di pinoli + 1 spicchio d’aglio + 3 dl d’olio extra + sale

4. Riprendete l’impasto e stendetelo in una sfoglia molto sottile. Sistematelo in una larga padella ben oliata lasciando che debordi abbondantemente sui lati; distribuitevi la verdura e copritela completamente con la sfoglia eccedente. 5. Mettete sul fornello e friggete la pizza a calore vivace; quando avrà assunto un bel colore dorato sul fondo, giratela e fatela dorare anche dall’altro lato. 6. Prima di servire in tavola, irrorate la pizza con un filo di vino cotto.


Procedimento: 1. Tostate per qualche minuto le mandorle in forno caldo e pestatene una metà nel mortaio. 2. Con la farina fate la fontana su un piano di lavoro e mettete al centro lo zucchero, le spezie, l’ammoniaca e la buccia grattugiata degli agrumi. Amalgamate il tutto diluendo, poco alla volta, con acqua tiepida fino a ottenere un impasto consistente e liscio. Aggiungete le mandorle tritate e quelle intere. Lasciate riposare l’impasto per almeno 2 ore. 3. Riprendete l’impasto e suddividetelo in piccoli pezzetti dai quali ricaverete dei bastoncini spessi circa 4 cm e lunghi 15 che arrotolerete su se stessi a ciambella. 4. Disponeteli ben distanziati su una teglia precedentemente rivestita con carta da forno imburrata e infarinata; spennellateli con il tuorlo d’uovo sbattuto diluito con poca acqua e mettete in forno già caldo a 180° per 15 min. 5. Verificate la doratura della superficie, quindi sfornateli e lasciateli raffreddare.

Roccocò Ingredienti: + 500 g di farina + 400 g di zucchero + 450 g di mandorle sgusciate + 50 g di spezie miste in polvere (cannella, chiodi di garofano, noce moscata, pepe bianco)

+ 5 g di vaniglia in polvere + 3 g di ammoniaca in polvere per dolci + la buccia grattugiata di 2 arance + la buccia grattugiata di 1 limone + 0,5 dl di acqua + 1 tuorlo d’uovo


Struffoli

Procedimento: 1. Formare con la farina una fontana, aggiungere tutti gli ingredienti e lavorare fin quando la farina non si è assorbita. 2. Dividere l’impasto in parti uguali e stendere un pezzo per volta con le mani formando una sorta di serpente di forma omogenea (è consigliabile 1/2 cm di diametro). Tagliare con un coltello o con una spatola di plastica in pezzetti di 1/2 cm di lunghezza e spolverare leggermente con la farina. Effettuare questa operazione fino a terminare l’impasto. 3. Portare l’olio ad una temperatura medio-alta e friggere gli struffoli fino a farli imbiondire. 4. Quando tutti i pezzetti sono stati fritti, prendere una teglia e mettere 250 gr. di miele, 1 cucchiaio di zucchero e farli sciogliere per qualche istante a fuoco lento, aggiungere poi gli struffoli.

Ingredienti: + 4 uova (2 intere e 2 tuorli) + 500 g di farina + 2 cucchiai di zucchero + 2 cucchiai di olio + un limone grattugiato + un po' di strega

+ un pizzico di sale + 1 l di olio + 250 g miele + confettini bianchi e colorati per decorare

5. Toglierli dalla teglia e caldi disporli in un piatto. 6. Abbellirli con confetti bianchi e colorati.


Roccocò INGREDIENTS: + 500 g flour + 400 g sugar + 450 g of shelled almonds + 50 g of mixed spice powder (cinnamon, cloves, nutmeg, white pepper) + 5 g vanilla powder + 3 g ammonia powder for cakes + grated zest of 2 oranges + grated rind of 1 lemon + 0.5 liters of water + 1 egg yolk DIRECTIONS: • Toast the almonds for a few minutes in a hot oven and push a half in the mortar. • Make a fountain with the flour on a work surface and place in the center of the sugar, spices, ammonia and grated peel of citrus fruits. Mix all diluting, little by little, with warm water until dough is firm and smooth. Add the ground almonds and the whole. Let the dough rest for at least 2 hours. • Take back the dough into small pieces and breakdown from which obtaining thick sticks about 4 cm long 15 and roll until a ring. • Arrange well apart on a baking pan lined with parchment paper greased and floured, brush them with the beaten egg yolk diluted with a little water and place in a preheated oven at 180 degrees for 15 minutes. • Check the browning of the surface, then take out the oven and let rest.

Pizza endives with cooked wine INGREDIENTS: + 300 g flour + 15 g yeast + 1 kg of endives + ½ the cooked wine + 100 g green olives + 100 g shelled walnuts + 50 g raisins + 30 g pine nuts + 1 clove of garlic + 3 dl of extra salt DIRECTIONS: • Make a fountain with flour. At the center put yeast dissolved in a little warm water and begin to knead adding water required to produce a paste of medium consistency. Wrap it up into a ball and let it rise for about an hour. • Clean endives and blanch in water. Drain and squeeze, then chop coarsely and leave to cool. • Heat the oil in a pan and add garlic until brown; remove it and add the endives, olives, the chopped walnuts, pine nuts and raisins soaked. Sauté for a few minutes, then pour over the cooked wine and let it dry on high heat. • Take back the dough and roll into a very thin sheet. Place it in a large oiled skillet, leaving plenty of it overflows on the sides; put vegetables and cover

completely with the excess pastry. • Put on the stove and fry the pizza over high heat, until brown, turn it and brown the other side. • Before serving, sprinkle the pizza with a little cooked wine.

Cake muffins INGREDIENTS: + 00 g flour Manitoba + 250 g. of flour + 250 ml milk + 1 tablespoon sugar + 100 g of honey + 60 g of butter + 1 grated orange zest + 30 g of raisins + 1 yeast + a pinch of salt DIRECTIONS: • Dissolve the yeast in warm milk and a teaspoon of sugar. Knead the dough until very smooth and elastic. Cover the bowl with a protective film and let rise. • When the dough has doubled in volume, add all other ingredients and knead it long enough yet. Cover it and let rise again. • Place the mixture into cups, filling each ¾ full. Sprinkle with granulated sugar and let rise for one last time. • Bake at 180 degrees and cook for 25-30 minutes, until it turn to golden brown.

Struffoli INGREDIENTS: + 4 eggs (2 whole and 2 yolks) + 500 g flour + 2 tablespoons of sugar + 2 tablespoons of oil + grating lemon zest + a little of liquor + a pinch of salt + 1 liter of oil + 250 g honey + white and colored sugared almonds to decorate DIRECTIONS: • Forming a fountain with flour, add all ingredients and work until flour is absorbed. Divide the dough into equal parts and roll out one piece at a time with hands forming a sort of snake - shaped homogeneous (it is 1/ 2 cm in diameter). Cut with a knife or with a plastic spatula into small pieces 1/2 inches in length and sprinkle lightly with flour. Do this until you finish the dough. • Bring the oil to a medium-high temperature and fry until struffoli turn golden. • When all the pieces have been fried, take a pan and put 250 gr. honey, 1 tablespoon of sugar and let melt on low heat for a few seconds, then add the struffoli. Remove them from the pan and place them in a hot dish. Embellish them with white and colored sugared almonds.


Local products

Prodotti tipici Arte, artigianato e sapori dell'Isola d'Ischia

Ischia Salumi Via Angelo Migliaccio, 46 - Barano (Buonopane a 150 mt. dalla Sorgente Nitrodi)

tel.: 081 906011 - www.ischiasalumi.it info@ischiasalumi.it Chi ha detto che la tradizione gastronomica dell’isola d’Ischia è fatta solo di ottimo pesce fresco, frutti di mare, crostacei e vino d.o.c? Ischia Salumi è una piccola azienda a conduzione familiare nata nel 1984 a Buonopane, frazione del comune di Barano. I suoi prodotti genuini sono rispettosi della più antica tradizione contadina ischitana, vengono realizzati solo con carni da noi selezionate, utilizzando erbe aromatiche e vino di casa. Tutto passa per le mani di Giuseppe Di Costanzo e figli, che rappresentano la terza e la quarta generazione di una famiglia da sempre dedita a quest’attività, che oggi, gelosamente custodiscono. Immenso è infatti il patrimonio di profumi e sapori che la memoria conserva in questi luoghi. Non può che essere altissima dunque la qualità di questi prodotti: guanciale, pancetta (perfetta con le fave!), capocollo, salami, salsicce affumicate al legno di faggio ed aromatizzate al finocchietto... davvero tante le specialità ischitane che solo qui il visitatore può assaggiare. Solo da Ischia Salumi, inoltre, è possibile trovare il salame di coniglio, novità assoluta per l’Isola d’Ischia. Ischia Salumi ha “rivisitato” il prodotto tipico per eccellenza della tradizione gastronomica isolana, trasformandolo in un salume unico, dal retrogusto leggero e piacevole, povero di grassi e perciò componente ideale per un’alimentazione sana ed equilibrata. Il salame di coniglio è prodotto utilizzando conigli allevati secondo l’antica tradizione ischitana, conigli le cui carni sono sottoposte ad una certosina lavorazione che culmina con l'affumicatura tipica dell'Isola d'Ischia. Prepariamo gustosissimi panini con salumi tipici ischitani. APERTI ANCHE LA DOMENICA MATTINA

Who said that the food tradition of the island of Ischia is made only from fresh fish, seafood, shellfish and AOC wines? Ischia Salumi is a small family business founded in 1984 in Buonopane, in the municipality of Barano. Its products are respectful of the genuine old country traditions of Ischia, they are made only with selected meat, using herbs and homemade wine. Everything passes through the hands of Giuseppe Di Costanzo and children, who represent the third and fourth generation of a family with a strong tradition in this work that, now, jealously guarded. Wealth of aromas and flavors is immense and preserves the memory in

these places. Only Ischia Salumi offers the rabbit salami, an absolute novelty for the island of Ischia. Ischia Salumi has reconsidered the typical product par excellence of the island gastronomic tradition, turning it into a unique meat, with a light and pleasant aftertaste, low in fat and therefore an ideal component for healthy and balanced diet. The rabbit salami is produced using rabbits bred in accordance with the ancient tradition of Ischia, rabbits whose meat is subjected to a painstaking process that culminates with the typical smoked aspect of the island of Ischia. We prepare delicious sandwiches with salami of Ischia.

OPEN ON SUNDAY MORNING


Prodotti tipici Arte, artigianato e sapori dell'Isola d'Ischia

Ceramiche Scotto Via Campagnano - Ischia tel.: 081 989784 www.ceramichescotto.it info@ceramichescotto.it Sulla collina della bella e panoramica Campagnano, nasce il laboratorio di Ceramiche Artistiche di Rosario Scotto di Minico. Qui si realizzano pezzi unici, rigorosamente fatti a mano e personalizzati, dettati da un'attenta scelta dell'argilla e di un'accurata ricerca di smalti e colori. Si eseguono lavori su ordinazione es.; rivestimenti a tema, pannelli da muro o per tavoli, panche, camini, fontane, lampade, targhe, ecc., pezzi in sola ceramica, unendola talvolta ad altri materiali quali ferro e legno. On the hill of the beautiful and scenic zone of Campagnano, is set the Laboratory of Artistic Ceramics by Rosario Scotto di Minico. Here are made unique pieces, made by hand and customized, dictated by a careful choice of clay and a thorough search of glazes and colors. It carries out on demand works e.g. themed panels or wall tables, benches, fireplaces, fountains, lamps, plates, etc.., pieces of allceramic, sometimes combining them with other materials such as iron and wood.

Le Maioliche Via Marina, 3 - Forio tel.: 081 997769 - 340 5937808 www.lemaiolichecapri.it francocalise28@gmail.com La continua sperimentazione di Franco fa della bottega "Le Maioliche" uno dei punti piÚ ricercati dell'arcipelago Campano. Oggetti che per la loro unicità rendono la piccola ma grande bottega punto di arrivo di estimatori-collezionisti da tutto il mondo. La produzione di Franco è ispirata prevalentemente al barocco napoletano, vere e proprie sculture! The continuous experimentation of Franco make the workshop "Maioliche" one of the most sought-after place of the Campanian Archipelago. Objects for their uniqueness make the small but large workshop destination of admirers-collectors from all over the world. The production of Franco is inspired mainly to the Neapolitan Baroque, real sculptures!

Local products


Prodotti locali

Local products Art, craft and flavours of the island of Ischia

Benny Shop Corso Vittorio Emanuele, 91 - Casamicciola T. tel.: 081 995710 - 360 941851 fax: 081 995710 www.bennygas.com Bennyshop apre nel maggio 2012 con l'unico obiettivo di accontentare la clientela vacanziera. È un luogo accogliente dove troverete una vasta scelta di specialità enogastronomiche ischitane e campane. Troverete veri e propri tesori del gusto: una selezione accurata di vini locali, le dolcezze ischitane agli agrumi, i liquori tipici, i babà, le marmellate e le spezie. Inoltre avrete la possibilità di scegliere simpatici souvenir e gadget isolani, ce ne è per tutti i gusti! Bennyshop opens in May 2012 with the sole purpose of delighting guests on holiday. It is a friendly place where you can find a wide range of specialty such as food and wine of Ischia and Campania. You will find treasures of taste: a careful selection of local wines, citrus delicacies of Ischia, typical liqueur, babà , jams and spices . In addition you will have the opportunity to choose nice souvenir and gadgets of the island. There's something to Everyone's liking!

Nonno Franchino Via Marina, 21 - Forio tel.: 081 5071435 - cell.: 339 4151674 Aperto tutti i giorni 24/24 La fragranza del pane caldo è un ricordo che ci si porta dietro da bambini. Frutto di un'esperienza tramandata dal padre di Maurizio, Nonno Franchino, propone una vasta gamma di prodotti artigianali da forno tra cui: pane, pizze, focaccie, cornetti, graffe e biscotti artigianali, preparati con sapienza e creatività. Il pane viene sfornato dalle ore 7:00 alle ore 12:00 e dalle ore 18:00 alle ore 20:00. Tanti i prodotti anche per un pranzo da asporto o da gustare sull'ampia terrazza che affaccia sul porto di Forio Di notte troverete cornetti e pizzette appena sfornati. Da non perdere la tipica pizza di scarola foriana. The fragrance of the warm bread is a childhood memory. The result of an experience, handed down from father Maurizio, Grandfather Franchino, offering a wide range of craft products including baked bread, pizza, focaccia, croissants, staples and homemade biscuits, prepared with skill and creativity. The bread is baked from 7:00 to 12:00 and from 18:00 to 20:00. Many products are suitable also for a take away lunch or to enjoy at the large terrace that overlooks the harbor of Forio. At night you will find croissants and freshly baked pizzas. Do not miss the typical pizza with escarole of Forio.


Prodotti tipici Arte, artigianato e sapori dell'Isola d'Ischia

Il Giardino Mediterraneo Via Nuova dei Conti, 43 - Ischia tel.: 335 1319722 - 366 9921531 www.ilgiardinomediterraneo.it info@ilgiardinomediterraneo.it L’azienda agricola Giardino Mediterraneo rappresenta oggi un vero e proprio punto di riferimento per la produzione del buon vino sull’Isola Verde. La struttura è dotata di una panoramicissima ed esclusiva terrazza. Ad essa si accede percorrendo un tratto in salita di circa 100mt su di una monorotaia, un vero spasso per chi visita l’azienda per la prima volta. In alternativa un percorso di 164 scalini che attraversa tutto il vigneto. The farm Mediterranean Garden is now a real point of reference for the production of good wine on the Island. The structure has an exclusive and panoramic terrace. It is reachable along an uphill stretch of about 100m on a monorail, a real delight for whoever visits the farm for the first time. Alternatively, there is a path of 164 steps across the whole vineyard.

Naturischia C.so Vittoria Colonna, 246 - Ischia tel.: 081 982112 - www.naturischia.it Naturischia nasce nel 1985 con l’obiettivo di trasformare i pregiati agrumi in deliziosi liquori. Inizia da lì l’avventura dei fratelli Di Meglio. Cavalli di battaglia sono sicuramente “Rucolì”, intrigante amaro al sapore di rucola e “Limonì”, limoncello verace. S’affiancano le numerose creme a base di frutta ed il gustoso “Bacio d’Ischia”, mix di limone, granella di nocciola e cioccolato. Sull’onda del successo, Naturischia investe anche il mondo dei dolciumi, per i quali si registrano spedizioni in tutta Europa. NaturIschia was born in 1985 with the intention of turning the precious citrus fruits into delicious liqueurs. The brothers Di Meglio set their enterprise going. Strong point in the NaturIschia production are the ‘Rucolì’, intriguer bitter which leaves a rocket taste in mouth, ‘Limonì’ and many fruit creams. Refined liqueur is the so-called ‘Bacio d’Ischia’, a mix of lemon, pieces of nougats and chocolate. NaturIschia invests successfully in candy with export sales in Europe.

Local products


Local products

Prodotti locali

Art, craft and flavours of the island of Ischia

Dolci Capricci Via Provinciale Lacco, 20 - Lacco Ameno tel.: 081 3330116 Chiudete gli occhi e lasciate che sia il gusto a guidare i vostri sensi, già dal primo gesto vi accorgerete che c’è qualcosa di diverso, l’olfatto sarà inebriato da un aroma intenso ed equilibrato. Ma è nel palato che ci sarà un’esplosione di sapori, la fragranza della sfoglia, la dolcezza del babba’, la freschezza della crema pasticciera, le fragoline innamorate della panna fresca, mmhh… che bontà! Claudio e Silvana, vi aspettano per allietarvi con l’antica tradizione pasticciera Napoletana. Close your eyes and let your senses free to guide you. At firts sight there is something special. There will be an explosion of tastes in mouth, with the fragrance of pastry, the sweetness of babà, the freshness of custard cream, strawberries in love with fresh cream…it is simply delicious! Claudio and Silvana wait for you to cheer with the ancient Neapolitan confectionary tradition.

Mostaccioli ischitani: li puoi gustare solo da noi! Come to taste our Mostaccioli Ischitani! Tra le tante ‘dolci’ novità del 2014, ecco la nuova varietà dei mostaccioli a base di nocciole, mandorle, marmellata, cioccolato, fichi secchi e noce moscata. Una ricetta innovativa per il palato: I mostaccioli di “Dolci capricci”, tutto un altro sapore! Among the many ‘sweet’ news of 2014, here’s a new variety of Mostaccioli based on hazelnuts, almonds, jam, chocolate, dried figs and nutmeg. An innovative recipe for the palate: Mostaccioli of “Dolci Capricci”, a completely different flavor!


Ristoranti

Restaurants

Ingredienti unici e genuini elaborati da abili chef nel rispetto della tradizione isolana

Ristorante Oasis Piano Bar Baia di Citara - Forio tel.: 081 908163 - www.ristoranteoasis.it

Ristorante Visconti Via Edgardo Cortese, 18 - Ischia tel.: 081 991110 - www.ristorantevisconti.it

Un’oasi nell’oasi. L’atmosfera è distesa e rilassante sarà per le maioliche dai colori mediterranei e per le ampie vetrate che illuminano la sala e incorniciano come in un quadro la terrazza che si affaccia sul mare. A picco sulla baia di Citara, luogo per eccellenza in cui è possibile guardare il sole tuffarsi nell’acqua al tramonto, l'Oasis conquista per la location e l’ospitalità. Dalla pizza, ad una cena tra amici e persino nelle occasioni più speciali, il menù offre un’ampia scelta di piatti, che rispettano la gastronomia di casa nostra.

Ad Ischia il ristorante "Visconti" offre un ambiente intimo, elegante ed accogliente dove i clienti possono rilassarsi godendo del relax che si desidera. Un locale unico, dove la qualità sposa la raffinatezza di un luogo che ti trasporterà in un altro mondo, il mondo dell'enogastronomia. Il gioco di luci soffuse renderà le serate particolari e speciali, per qualsiasi evento della tua vita.

à la carte - € 36,00 / € 55,00

à la carte - € 36,00 / € 60,00

An oasis inside the oasis. The atmosphere is relaxing and quiet thanks to the ceramics in Mediterranean colors and the large windows that light the halls like a picture.

In Ischia "Visconti" Restaurant offers an intimate, elegant and friendly atmosphere where guests can relax while enjoying the relaxation that want.

Overlooking the Citara Bay, place par excellence where you can admire the sun and have bath at sunset, the Oasis charms for its hospitality and best position. From pizza to a dinner with friends, the menu offers a wide selection of dishes that follow our local gastronomy.

Aperto tutti i giorni / Open every day 12:00 – 15:00 / 19:30 – 01:30

A unique set where the quality combines well with the refinement of a place that will transport you into another world, the world of food. The game will dim lights on special events and for any event of your life.

Aperto tutti i giorni escluso il Lunedì / Open every day except Mondays 19:30 – 22:30


Restaurants

Ristoranti

Unique and genuine ingredients created by able chef respecting the tradition of the island

Trattoria il Focolare Via Cretaio al Crocefisso, 3 - Barano tel.: 081 902944 - www.trattoriailfocolare.it Focolare è sinonimo di famiglia. In questo nome è custodito un sentimento, uno stile di vita poiché tutta la famiglia è impegnata in questa attività. La Trattoria è immersa nel bosco del Cretaio. Riccardo d'Ambra vi accoglierà raccontandovi la storia dell’isola verde che ha una forte tradizione contadina. In cucina Agostino e Francesco si scateneranno con sapori e fantasia, non distraendosi mai dalla realtà.

Ristorante da Gisella Loc. Sorgeto (Panza) - Forio tel.: 081 909390 Situato sopra la baia di Sorgeto (famosa per le sue sorgenti) a picco sul mare e circondato da vigneti, Il Ristorante da GISELLA é formato da una equipe completamente femminile, e presenta piatti della cucina tradizionale ischitana rivisitati dall'abilità e dal lavoro unisono delle chef e dall'accurato servizio. I piatti sono presentati nella abbondante ridondanza della tradizione, a cui partecipano una accurata scelta di ingredienti, grazie all'orto e al pescatore personale del ristorante. Un ampio parcheggio a disposizione della clientela.

à la carte - € 36,00 / € 55,00

à la carte - € 20,00 / € 45,00

Focolare (fireplace) is synonymous with family. This name is a secure feeling, a way of life because the whole family is involved in this activity.

Located above the Sorgeto Bay (famous for its thermal sources), overlooking the sea and surrounded by vineyards, DA GISELLA Restaurant consists of a women staff and presents local dishes according to island tradition. Able chef will offer an accurate service.

The Restaurant is nestled in the wood of Cretaio. Riccardo d’Ambra will welcome you telling the story of the green island that has a strong country tradition. In the kitchen Agostino and Francesco will delight in flavours and fantasy, never distracted from reality.

Aperto tutti i giorni tranne il mercoledì / Open every day except Wednesday 12:30 - 14:00 / 19:30 - 23:00

The dishes involves a careful selection of ingredients, thanks to the garden and the personal fisherman of the restaurant. Ample parking available for guests.

Aperto tutti i giorni / Open every day 12:00 - 24:00


Ristoranti

Restaurants

Ingredienti unici e genuini elaborati da abili chef nel rispetto della tradizione isolana

Ristorante Zi Carmela Via Mons. Filippo Schioppa, 27 - Forio tel.: 081 998423 - www.zicarmela.com

Ristorante Bellavista Via Montecorvo, 75 – Forio tel.: 081 997221 - www.bellavistaischia.it

Qui troverai sempre un menù tradizionale, prodotti freschi, professionalità e una calorosa ospitalità. La filosofia del ristorante è: “Il gusto della tradizione”, dalla ricerca del pesce più fresco, all’uso sapiente di pomodorini ed erbe aromatiche della campagna della signora Filomena. Chef Nicola, è un uomo che cucina per passione. La cucina si basa sulle ricette di nonna Carmela, a cui dal 1954 si ispirano le pietanze del ristorante  Zì Carmela, di delizie e di autentici capolavori dell’arte culinaria, tutti preparati con le materie prime che soltanto Ischia può offrire.

Una bella terrazza sulle colline sovrastanti la baia di Citara, dove rilassarsi a guardare il bel panorama ed i fantastici tramonti, sotto un pergolato di glicine e vite e la simpatia di Francesco. Molto accogliente anche la sala interna, ricca di sculture ed attrezzi della tradizione contadina isolana. La cucina riprende tradizioni e antichi sapori, arricchita dalla ricerca minuziosa di prodotti biologici e locali. Ottima la produzione di vino bianco e rosso dalla vigna Bellavista. Buoni gli antipasti a base di verdure di stagione e la pasta fresca fatta in casa.

à la carte - € 25,00 / € 55,00

à la carte - € 15,00 / € 35,00

Here you will found traditional menu, fresh products, professionalism and hospitality. The restaurant’s philosophy is: “the taste for the tradition”, from the research of fresh fish, to the sage use of tomatoes and aromatic herbs came from the farmland of Mrs Filomena. Chef Nicola is a man who cooks with passion. The cuisine is based on grandmother Carmela’ recipes, to which the restaurant’s dishes refer since 1954, delights and real masterpieces of culinary art, all prepared with special materials which only Ischia can offer.

A beautiful terrace on the hills above the bay of Citara, where you can relax yourself and enjoy the fabulous sunsets, under the wisteria and the liking of Francesco. Very welcoming the inside, rich in sculptures and tools of the peasant tradition. The cuisine includes local and ancient dishes, only recently enriched with the modern organic products. Very good white and red wine-production by Bellavista vineyards. Good seasonal vegetables antipasti and fresh home made pasta.

Aperto tutti i giorni escluso il Martedì / Open every day except Tuesdays 12:00 – 15:00 / 19:30 – 02:00

Aperto tutti i giorni / Open every day 11:00 – 15:00 / 19:00 – 24:00


Restaurants

Ristoranti

Unique and genuine ingredients created by able chef respecting the tradition of the island

Ristorante Il Capannaccio Via Baiola, 128 – Forio tel.: 081 987571 - www.ristoranteilcapannaccio.it Nell'antica Via Baiola, a metà tra le località Fango e Monterone, si trova il Ristorante Il Capannaccio. Nato nel 1973 da un'idea dello stesso proprietario il "Capitano" Francesco, questo locale offre una sosta gastronomica e allo stesso tempo culturale in quanto ospita moltissimi attrezzi rurali legati alla tradizione contadina Foriana. La cucina propone un'ottima pizza, piatti legati alla tradizione isolana con qualche leggera rivisitazione ed una vasta scelta di carni cotte sulla brace di legna.

Pizzeria Catarì Piazza Maio, 25 - Casamicciola T. tel.: 081 996885 La pizzeria Catarì offre ai propri clienti una grande varietà di pizze, sfizioserie fritte e succulenti dolci rigorosamente fatti in casa. Il locale è nato nel 1966 dalla passione per la cucina della nonna Caterina, oggi tramandata alle nipoti. Tra le specialità offerte dalle pizzaiole Caterina e Antonella vi è la pizza a metro a più gusti e tra le pizze più richieste ci sono la Pacchiana con il lardo di Colonnata, la Pestopistacchi.

à la carte - € 10,00 / € 40,00

à la carte - € 8,50 / € 25,00

In the ancient Via Baiola, halfway between Fango and Monterone, the restaurant Il Capanaccio is set. Born in 1973 by its owner captain Francesco, this local offers a gastronomic halt and at the same time a cultural moment thanks to the show of many rural tools of the peasant Forian tradition. The cuisine offers a very good pizza, dishes of the local tradition of Ischia and a vast range of meats cooked in oven or grilled meat.

Pizzeria Catarì offers its customers a great variety of pizzas, fried morsels and succulent desserts all homemade. The restaurant was founded in 1966 by grandmother's passion for cooking, Caterina, today handed down to grandchildren. Among the specialties offered by pizza makers Caterina and Antonella, there is the famous pizza by the meter to many tastes of pizzas. The most requested one is the Pacchiana with colonnaded lard and the Pestopistacchi.

Aperto tutti i giorni / Open every day 19:00 – 01:00

Aperto tutti i giorni / Open every day 19:00 – 01:00


Luoghi di interesse

What to see

Muoversi in libertà ad Ischia, l'Isola Verde

L

’Isola di Ischia è la più grande delle tre isole che chiudono a cerchio il golfo di Napoli. A renderla famosa è una fitta coltre di vegetazione che fascia i fianchi dei monti e si insinua nelle gole più impervie, da cui l’appellativo per eccellenza di Isola Verde. Un’isola in grado di ammaliare da sempre i suoi ospiti con un paesaggio dai forti contrasti. Ed ancora lui, il Monte Epomeo, caratterizzato dai tufi verdi, che imponente, quasi voglia proteggere l’isola, offre allo sguardo una vista unica e sensazionale del golfo di Napoli. Per godere di questo spettacolo, basta seguire gli antichi sentieri e passeggiare all’ombra dei nostri magnifici boschi, su costoni a strapiombo sul mare. Sul versante Sud - Ovest dell'isola nasce il Bosco dei Frassitelli, contraddistinto da acacie di dimensioni contenute, ma unico per posizione e vegetazione. Verso Nord, lungo i verdi pendii, si giunge poi allo splendido Bosco della Falanga, dove è facile incontrare conigli selvatici, falchi ed in autunno raccogliere funghi porcini e castagne in abbondanza. La Falanga è anche ricca di storia, reperti fossili marini sono stati ritrovati qui, a dimostrazione del fatto che l’isola è emersa dal mare e che la formazione del Monte Epomeo è dovuta alla spinta del magma dalle profondità della terra. I segni dell’uomo sono senz’altro evidenti e ben conservati, infatti, non è difficile imbattersi nelle famose Case di Pietra, scavate interamente nella roccia tufacea. Questi insediamenti costituiscono un esempio particolarmente significativo di architettura rupestre come dimostrato da alcune costruzioni quali ‘La Pietra Mosca’, ‘La Casa sul Masso’, ‘La Casa di Pietra del Cuotto’, ‘La Casa Greca’, sita a pochi passi dalla Baia di Sorgeto.

A

must, a seemingly unattainable and hard destination. Reach Epomeo is a tradition passed down from generation to generation, today like yesterday, thanks to the pack animals. Conchita, Gianna, Jessy and Piccolo will be your fellow travelers on all fours!The Island of Ischia is the largest of the three islands around the Gulf of Naples. It is famous for the luxuriant flora, from mountains to the deep gorges, for this reason called the Green Island. An island to admire for its very suggestive landscapes. And so it, Monte Epomeo, characterized by green tuffs, that imposing, seems to protect the Island. On the top, it is possible to admire a unique and breathtaking view of the Gulf of Naples. Follow the old paths and walks, in the shadow of our woods, as a sheer drop from the cliff to the sea.

To the South West of the island Bosco dei Frassitelli (Frassitielli Wood) rises, a wood with acacia and unique for position and vegetation. To the North, along green slopes, you arrive in the splendid Bosco della Falanga (Falanga Wood), where it is easy to find wild rabbits, hawks and collect mushrooms and chestnuts in Autumn. The Falanga is also rich in history, marine finds, to demonstrate that the island has come up from the sea and the Monte Epomeo formation is the result of the magma force. The signs of man are certainly evident and well preserved, in fact, it is not difficult to bump into the famous Case di Pietra (Houses of Stone), dug into the rock. These settlements are a clear example of a rural architecture like some builds show, ‘La Pietra Mosca’, ‘La Casa sul Masso’, ‘La Casa di Pietra del Cuotto’,


Luoghi di interesse

What to see Free to move on the Green Island

Miniere d’oro, così il medico Jasolino aveva ribattezzato le sorgenti termali dell’isola. Una sorgente miracolosa, quella di Nitrodi, le cui acque, dalle proprietà terapeutiche, si inseriscono in un ambiente tipicamente mediterraneo. Inoltre, particolare interesse riveste il fenomeno delle Fumarole, getti di vapore che provengono dal sottosuolo grazie all'attività vulcanica dell'isola. Ad Ischia, tale fenomeno può essere osservato alla Spiaggia delle Fumarole, che si trova poco distante da Sant'Angelo. Quest’escursione è ideale per chi vuole fare le cosiddette sabbiature, ricoprendosi totalmente di sabbia e lasciando fuori solo la testa. Sono particolarmente indicate per chi soffre di dolori reumatici. Infine un aspetto molto caratteristico delle Fumarole è dato dalla possibilità di cuocere gli alimenti (in genere uova sode, pollo e patate) sfruttando le alte temperature della sabbia. Ed ancora la Baia di Sorgeto, contraddistinta da scogli vulcanici, sorgenti bollenti e minerali, sauna e vapori terapeutici, il tutto racchiuso in uno scenario incantevole e ancora selvaggio. E l’incantesimo continua… Lo spettacolo delle coste ischitane è maestoso, specie lungo il dorso meridionale, il cui versante sfoggia un paesino-presepe proteso sul mare, Sant’Angelo, antico borgo di pescatori, con le sue piccole case ancora aggrappate alla roccia, in un’autentica oasi di pace incontaminata. O ancora Forio, cittadina ricca di vasti arenili, stradine caratteristiche e antiche architetture mediterranee tra cui le Torri, di cui le più importanti ‘Il Torrione’, ‘La Torre Costantina’, ‘La Torre di C.so Umberto’, ‘Il Torone’, sorte tutte a difesa delle numerose invasioni turche, che spinsero gran parte della popolazione a rifugiarsi sull’isolotto del Castello Aragonese, sito nel comune di Ischia. Lì si sviluppò la città, mentre sulla restante parte dell’isola, detta ‘Isola Grande’, non vi erano che piccoli villaggi dove la popolazione viveva tra il pericolo delle invasioni straniere e la paura dei terremoti ed eruzioni allora molto frequenti. E fu così che si sviluppò un piccolo borgo, il Borgo di Celsa.

‘La Casa Greca’, set on near the Sorgeto Bay. ‘Gold mines’, in this way the Doctor Jasolino called the thermal springs of the island. A miraculous spring, Nitrodi, with its healthy waters take part in this Mediterranean atmosphere. Particularly interesting is the Fumarole phenomenon, vapor jets coming from the subsoil thanks to the volcanic activity of the island. In Ischia, this phenomenon can be seen from the Spiaggia delle Fumarole (Fumarole Beach), near to Sant'Angelo. This excursion is ideal for who wants to make the so called sunbaths, covering with sand your body, except for head. Suitable for rheumatic diseases. Finally a characteristic aspect of Fumarole is cooking (eggs, chicken and potatoes) using the high sand temperatures. The Bay of Sorgeto, with volcanic rocks, boil and mineral springs, sauna and therapeutic vapors, all in a charming and wild

scenery. And the charm to be continued… The show of the Island coasts is majestic, especially to the South side, boasting a countrycrib on the sea, Sant’Angelo, ancient fishermen suburb, with its houses dug into the rock, in a real peaceful and unpolluted oasis. Forio, ancient small town rich in wide beaches, picturesque streets, and ancient and Mediterranean architecture. The towers raised to defend against pirate invasions. The most important towers are ‘Torrione’, ‘La Torre Costantina’, ‘La Torre di C.so Umberto’, ‘Il Torone’. During the pirates invasions, people found refuge on the islet of the Castello Aragonese, located in the municipality of Ischia. There, the town rises, while the rest of the island, called ‘Isola Grande’, was populated by small villages and people felt the frequent invasion’ danger and the quakes and eruptions fear. So, a small suburb come up, the Borgo di Celsa.


Luoghi di interesse

What to see

Muoversi in libertà ad Ischia, l'Isola Verde

C

ome in uno scenario da favola, nel mese di dicembre Ischia si anima di forme, colori e luci in un evento unico e suggestivo, atteso da grandi e bambini: il Natale. I presepi, le zampogne ed i canti natalizi animano interi quartieri e tutto risplende in totale armonia, sin dai primi giorni infatti, luci e decorazioni sulle facciate degli Hotel rendono più bello e sfavillante il lungomare e non solo, tutto concorre a rendere l'atmosfera spumeggiante e felice. Ovviamente c'è l'imbarazzo della scelta su come festeggiarlo; le proposte sono tutte invitanti: dal cenone di San Silvestro nei ristoranti con menù tradizionali e piatti tipici ischitani, ai veglioni organizzati dagli Hotel, con musica, giochi, animazione, tombola e brindisi a mezzanotte, fino alle cene proposte da pizzerie, pub, cantine e trattorie protagoniste di tanto divertimento. L'appuntamento clou è sempre stato quello in Piazza degli Eroi dove, così come in altre piazze dell'isola, gli ingredienti della festa del Capodanno 2014 saranno di sicuro musica, balletti, momenti comici e goliardici, dalla prima serata fino a notte inoltrata. Non è detto però che dobbiate trascorrere necessariamente tutta la serata all'aperto, anche le discoteche propongono serate con balli in pista tutta la notte. Champagne, dolci, frutta, cocktails, gadgets, stelle filanti, cappellini, fischietti e tutto il necessario per divertirsi insieme! E per chi fa mattina cornetti caldi all’alba! Ischia offre sicuramente un'atmosfera di grande festa. Che sia un grande anno nuovo per tutti!!

BUON 2014!!!!

L

ike a fairytale scene, in December Ischia is full of shapes, colors and lights in a unique and suggestive event, suitable for adults and children: Christmas. The cribs, the bagpipes and carols animate entire neighborhoods and everything glows in total harmony, since the early days, lights and decorations on the facades of the hotels make the island more beautiful and radiant and not only the waterfront, all makes bubbly and happy the atmosphere. Obviously you are spoilt for choice on how to celebrate Christmas, the proposals are all inviting, from New Year’s Eve menu in restaurants with traditional dishes of Ischia, the balls organized by the hotels, with music, games, entertainment, raffle and

drink at midnight, to dinners offered by pizzerias, pubs, wine cellars and taverns protagonists of fun. The highlight event is always in Piazza degli Eroi, as well as in other places of the island where the ingredients of the feast of the Year 2014 will surely be music, dancing, comic and goliardic moments, from early evening until late at night. However, not necessarily, you have to spend all night outdoors, discos offer evenings with dancing all night. Champagne, sweets, fruits, cocktails, gadgets, streamers, hats, whistles and everything you need to have fun together! So, many sweet surprises and gifts for the foodies. And whoever stays awake, hot croissants at dawn! Happy new year to all! HAPPY 2014!!!!


Luoghi di interesse

What to see Free to move on the Green Island

Scavi di S. Restituta

Ingresso / Entrance € 3,00

Piazza S. Restituta - Lacco Ameno Tel.: 081 980161 Aperto tutti i giorni eccetto domenica pomeriggio - dal 01.06 al 31.08: 9:30-12:30 / 17:00-19:00 - dal 01.09 al 31.10: 9:30-12:30 / 16:00-18:00 Luogo di raccolta di reperti del passato e testimonianza diretta della vita e della cultura dei greci ad Ischia. Placer of artifacts of the past and the direct testimony of the life and culture of the Greeks in Ischia.

Museo del Mare

Ingresso / Entrance € 2,50

Via L. Mazzella, 7 - Ischia (Ischia Ponte) Tel.: 345 2305766 - www.museodelmareischia.it Aperto tutti i giorni: 10:30-12.30 / 15:00-19:00 - dal 01.07 al 31.08: 10:30-12:30 / 19:00-23:00 - dal 01.11 al 31.03: 10:30-12:30 Febbraio chiuso Strumenti di navigazione, divise e carte nautiche, resti marini, ritrovamenti arch., libri ecc.. Navigation tools, uniforms and nautical charts, marine remains, finds arch., books, etc..

Casa Museo

Ingresso libero / free entry

Ex S.S. 270 - Serrara Fontana Cell.: 349 7198879 - dimeglio69@yahoo.com Aperto tutti i giorni: 10:00-13:00 / 15:00-18:30 Ricca di tanti arnesi appartenuti alla civiltà rurale che sembrano appartenere ad un mondo remoto. Full of many tools belonging to the rural civilization that seem to belong to a distant world.

Museo S. Maria di Loreto Via Card. L. Lavitrano, 3 - Forio Cell.: 334 8719170 Aperto tutti i giorni eccetto il lunedì: 09:30-12:30 / 15:30-19:30 Quadri, sculture, manoscritti, stoli, manipole, borse che vanno all’incirca dal XIV al XIX secolo. Paintings, sculptures, manuscripts, stoles, bags ranging roughly from the fourteenth to the nineteenth century.

Ingresso / Entrance € 3,00


Luoghi di interesse

What to see

Muoversi in libertà ad Ischia, l'Isola Verde Ischia Ponte - Ischia Tel.: 081 992834 Aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:30 Ingresso € 10,00 Open every day from 09:00 to 19:30 Entrance € 10,00

Castello Aragonese Il Castello Aragonese è per molti versi l’emblema dell’isola d’Ischia. Visitarlo è senz’altro un obbligo ed un vero piacere. È un luogo di incantevole bellezza, lontano dalle strade affollate e dai rumori del centro abitato. Sorge su un isolotto di roccia trachitica collegato al versante orientale dell’isola da un ponte in muratura lungo 220 mt. Raggiunge un’altezza di 113 mt. s.l.m.

The Castello Aragonese is the symbol of the island of Ischia. It is a pleasure visiting it. It is an amazing place, far away from crowded streets and sounds of the centre. The Castello Aragonese rises on a little island of trachytic rock linked to the eastern slope of the island of Ischia via a walled bridge of 220 meters in length. It reaches a height of 113 m above sea level.

Via Francesco Calise, 130 - Forio Tel.: 348 5127762 www.fondazionelacolombaia.it Aperto tutti i giorni tranne il Lunedì dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 al tramonto Ingresso € 5,00 - Gratuito per residenti

La Colombaia La Colombaia è la storica residenza del grande regista Luchino Visconti. Costruita a cavallo tra la fine del 1800 e i primi del 1900, la Fondazione La Colombaia realizza proprie produzioni, organizza eventi culturali, interviene a sostegno di progetti di valorizzazione dei beni culturali. La Colombaia offre una mostra permanente di foto ed un caffè letterario aperto fino al tramonto.

Open every day except Mondays from 10:00 to 13:00 and from 16:00 to sunset Entrance € 5,00 - Free for residents

La Colombaia is the famous director Luchino Visconti's historic residence. Built in the end of the 17th century and the early 20th century, La Colombaia Foundation realizes own productions, organizes cultural events, manages the Museo Visconti and the information center. La Colombaia offers a permanent photo exhibition by the master and a literary café open to sunset.

Corso Angelo Rizzoli, 210 - Lacco Ameno Tel.: 081 996103 - www.pithecusae.it Apertura: inverno: 9:30-13:00 estate: 9:00-13:00/16:00-19:00 Giorno di chiusura: Lunedì Ingresso € 5,00 - "Over 65" € 3,00 - Studenti e residenti € 1,00

Villa Arbusto Villa Arbusto è situata in un'incantevole posizione panoramica sull'altura prospiciente la piazza S. Restituta, di fronte al promontorio di Monte di Vico, il sito dell'acropoli di Pithecusae. Il museo, con un ampio giardino retrostante, contiene reperti archeologici e culturali di rara bellezza ed importanza come la ormai famosissima Coppa di Nestore.

Opening: winter at 9.30-13.00 summer at 9:00-13:00/16:00-19:00 Closed on Mondays Entrance € 5,00 - "Over 65" € 3,00 - Students and residents € 1,00 Villa Arbusto is situated in an enchanting panoramic location on the high ground facing the S. Restituta square, in front of the promontory of Monte di Vico, the site of the acropolis Pithecusae. The museum with a large rear garden, hosts archaeological and cultural finds of rare beauty, like the famous Nestor's Cup.


Luoghi di interesse

What to see Free to move on the Green Island Via Francesco Calise, 39 - Forio Tel.: 081 986220 - www.lamortella.org Aperto da Aprile ad Ottobe, il Martedì, Giovedì, Sabato e Domenica dalle 9:00 alle 19:00 Ingresso € 12,00 - "Over 70" € 10,00 Il giardino è accessibile per disabili

Giardini La Mortella Un incantevole giardino sub-tropicale ricco di angoli suggestivi, fontane, ruscelli, vedute panoramiche sul mare e di innumerevoli collezioni di piante rare. All’interno è visitabile il museo William Walton, famoso compositore inglese del novecento, che è vissuto qui con la moglie Susana, creatrice del giardino. Durante l'anno si svolge un ricco programma di concerti di musica classica.

Open from April to October, on Tuesdays, Thursdays, Saturdays and on Sundays from 9:00 to 19:00 Entrance € 12,00 - "Over 70" € 10,00 The garden is wheel-chair accessible An enchanting sub-tropical garden enriched with water features and breathtaking vistas on the bay. It hosts many important collections of rare plants. The famous British composer William Walton lived here with his wife Susana, who created the garden. Chamber music concerts are held on the weekends in collaboration with several Italian and international music schools.

S.S. 270 (loc. Citara) - Forio Tel.: 081 997783 / 329 4983923 www.ravino.it Aperto da Marzo a Novembre, Lunedì, Mercoledì, Venerdì, Sabato e Domenica dalle 9:00 al tramonto Ingresso € 9,00

Giardini Ravino I Giardini Ravino nascono dalla passione botanica di Giuseppe D'Ambra, un sogno trasformato in realtà con i suoi 5000 esemplari inseriti in uno scenario di flora mediterranea. I Giardini Ravino sono anche un laboratorio di sapere e sostenibilità, ospitando diverse esposizioni culturali. Nel 2010, sono stati insigniti del Premio OPE come miglior azienda del Sud Italia riguardo il turismo sostenibile.

Monte Epomeo L’Epomeo è una meta apparentemente irraggiungibile ed aspra, dove la rigogliosa vegetazione cede il passo al tufo verde, ricreando un luogo di meditazione e di energia unico. Dalla vetta, con l’indice si possono toccare tutti i punti, delineando il perimetro dell’isola. Il modo più semplice per raggiungere il Monte Epomeo è da Fontana con un dislivello di circa 400 mt e una distanza di 3 Km.

Open from March to November, on Monday, Wednesday, Friday, Saturday and Sunday from 9:00 a. m. - to sunset Full price € 9,00 The Ravino Gardens are the result of Giuseppe D'Ambra botanical passion, a dream come true thanks to its 5000 specimens set in a Mediterranean flora scenery. The gardens represents also a laboratory of culture and sustainability, hosting many artistic exhibitions. In 2010, the Ravino Gardens have been awarded of the prize OPE as the best South Italy firm about the sustainable tourism.

IN SELLA AL MONTE EPOMEO Anni fa in paese vi era un brulicare di turisti arrivati per poter risalire in cima all'Epomeo in groppa ad un asinello. Epomeo in sella vuole riproporre questa attrattiva! Chiedete pure ad Agostino al n. 3332521882 per un'escursione a cavallo. Escursione classica € 20,00 | Cresta dell'isola € 30,00 RIDING AT MOUNT EPOMEO Years ago in the village there was a swarm of tourists arrived to be able to ascend to the top of Epomeo riding a donkey. Epomeo in the saddle wants to revive this attraction! Just ask to Agostino at no. 3332521882 for an excursion on horseback. Classical Excursion € 20,00 | Ridge of the island € 30,00 Mount Epomeo is an unattainable and harsh goal, where the lush vegetation gives way to the green tuff, creating a unique place of meditation and energy. From the summit, with the index you can touch all the points, outlining the perimeter of the island. The easiest way to reach Mount Epomeo is by Fontana with a vertical drop of 400 meters and a distance of 3 Km.


I SENTIERI DELL'ISOLA D'ISCHIA T/E Altitudine / Altitude

Info: +39 081 3334774 Prezzo/Price: € 15,00 Percorso: 6 km

PANZA: TRA STORIA E NATURA

Tempo

PANZA: BETWEEN HISTORY AND NATURE Start and arrival: Panza (Cenerentola parking) Path: Panza, via Pietra, Punta Imperatore, Campotese, Bay of Pelara, Monte di Panza, Panza Equipment: trekking shoes and clothing, water

Partenza e arrivo: Panza (parcheggio Cenerentola) Percorso: Panza, via Pietra, Punta Imperatore, Campotese, Baia della Pelara, Monte di Panza, Panza Equipaggiamento: abbigliamento da trekking, acqua Descrizione del percorso

Description of the trail

Da Panza si giunge al promontorio di Punta Imperatore, bellissimo punto panoramico sul mare aperto. Proseguendo si arriva alla baia della Pelara, da dove si gode di una vista mozzafiato, fino ad arrivare al mare. Escursione interessante dal punto di vista storico-naturalistico, ma soprattutto emozionale.

From Panza one reaches the promontory of Punta Imperatore, a beautiful scenic point overlooking the open sea. Going on the road, one arrives at the top of the bay of Pelara, from where enjoying a breathtaking view up to the sea. Interesting excursion from a historical-natural but mainly emotional perspective. T/E Altitudine / Altitude

Info: +39 081 3334774 Prezzo/Price: € 15,00 Percorso: 10 km

I BOSCHI INCANTATI

Tempo

ENCHANTED WOODS

Partenza e arrivo: Serrara (Rist. Bracconiere) a Forio Percorso: Serrara, Bosco dei Frassitelli, Bosco della Falanga, Chiesa di S. Maria al Monte Equipaggiamento: abbigliamento da trekking, acqua

Start and arrival: Serrara (Bracconiere Rest.) to Forio Path: Serrara, Frassitielli of Bosco, Bosco Falanga, Church of Santa Maria al Monte Equipment: trekking shoes and clothing, water

Descrizione del percorso

Description of the trail

Esperienza unica passando tra promontori selvaggi, susseguirsi di colline, pianure, boschi, cave e pareti tufacee fino al mare. Usciti dal bosco, come per incanto ecco comparire un piccolo villaggio ed una chiesa, siamo a Santa Maria al Monte, parte alta di Forio, punto di arrivo di questo intenso viaggio.

Unique experience, walking among wild headlands, hills, plains, forests, quarries and tuff walls up to the sea. Out of the wood, as if by magic here appears a small village and a church, it is Santa Maria al Monte, the upper part of Forio, the arrival point of this intense journey. T/E Altitudine / Altitude

Info: +39 081 3334774 Prezzo/Price: € 15,00 Percorso: 10 km

PASSEGGIANDO PER “VULCANI” Partenza e arrivo: Ischia porto a Pineta di Fiaiano Percorso: Ischia Porto, via Quercia, Bosco della Maddalena, Rotaro, Fondo Ferraro, Pineta di Fiaiano Equipaggiamento: abbigliamento da trekking, acqua

Tempo

WALKING AMONG “VOLCANOES” Start and arrival: Ischia Porto to Pinewood of Fiaiano Path: Ischia Porto, via Quercia, Maddalena wood, Rotaro, Fondo Ferraro, Pinewood of Fiaiano Equipment: trekking shoes and clothing, water

Descrizione del percorso

Description of the trail

Partendo dal Porto di Ischia, si arriva al Montagnone ed al Monte Rotaro, due dei tanti vulcani di Ischia. Il percorso si conclude ritornando al Porto d’Ischia. Passeggiata dolce, ma ricca di suggestioni naturalistiche.

Starting from the Port of Ischia, one arrives at Montagnone and the Monte Rotaro, two of the many volcanoes in Ischia. The trail concludes by returning to the Port of Ischia. Nice walk, but full of nature’s charm.


THE PATHS OF THE ISLAND OF ISCHIA T/E Altitudine / Altitude

Info: +39 081 3334774 Prezzo/Price: € 15,00 Percorso: 6 km

PIANO LIGUORI: IL SENTIERO DELL’ANIMA

Tempo

PIANO LIGUORI: THE TRAIL OF THE SOUL Start and arrival: Campagnano Path: Campagnano, Piano Liguori, Monte Vezzi, Scarrupata, Piano Liguori, Campagnano Equipment: trekking shoes and clothing, water

Partenza e arrivo: Campagnano Percorso: Campagnano, Piano Liguori, Monte Vezzi, Scarrupata, Piano Liguori, Campagnano Equipaggiamento: abbigliamento da trekking, acqua Descrizione del percorso

Description of the trail

Sentiero totalmente a strapiombo sul versante sud/est dell’isola. Il percorso inizia costeggiando la splendida Baia di Cartaromana e continua tra la macchia Mediterranea fino al M. Vezzi. Il susseguirisi di vedute mozzafiato e strapiombi sul mare offrono un’esperienza che lascia spazio alla mente ed all’anima.

Trail sheer on the south/east of the island. The route starts along the beautiful Bay of Cartaromana. It continues between the Mediterranean maquis to M. Vezzi. The succession of breathtaking views with vineyards and fruit trees, overlooking the open sea, offer an experience that leaves space for the mind and soul. T/E Altitudine / Altitude

Info: +39 081 3334774 Prezzo/Price: € 15,00 Percorso: 6 km

TRA SORGENTI E VULCANI

Tempo

BETWEEN SOURCES AND VOLCANOES

Partenza e arrivo: Fiaiano (maneggio cavalli) a Barano Percorso: Sorgente di Buceto, Piano San Paolo, Buttavento, Costa Sparaina, Candiano, Buonopane Equipaggiamento: abbigliamento da trekking, acqua

Start and arrival: Fiaiano (riding stables) to Barano Path: Source of Buceto, Piano San Paolo, Buttavento, Costa Sparaina, Candiano, Buonopane Equipment: trekking shoes and clothing, water

Descrizione del percorso

Description of the trail

Data la forte esposizione di questo tratto la vegetazione predominante è quella della macchia mediterranea. Abbandonato il bosco, il paesaggio si apre offrendo uno scorcio sul golfo di Napoli. E’ il sentiero di Buttavento, sulla Costa Sparaina. Il percorso termina con l’arrivo a Buonopane e la visita alla Fonte termale di Nitrodi.

Given the high exposure of this stretch, the predominant vegetation is that one of the Mediterranean maquis. Leaving the forest, the landscape opens offering a glimpse of the Gulf of Naples. It is the path of Buttavento, on the Costa Sparaina. The course ends with the arrival in Buonopane and a visit to the spa of the Nitrodi source. T/E Altitudine / Altitude

Info: +39 081 3334774 Prezzo/Price: € 15,00 Percorso: 10 km

IL SENTIERO DELL'ALLUME Partenza e arrivo: Piazza del Fango a Piazza Maio Percorso: Fango, Monte Cito, Piazza de La Pera “Caulare”, Piazza S. Barbara, Piazza Maio Equipaggiamento: abbigliamento da trekking, acqua

Tempo

THE ALUM PATH Start and arrival: Fango to Piazza Maio Path: Fango, Monte Cito, Piazza de La Pera “Caulare”, Piazza S. Barbara, Piazza Maio Equipment: trekking shoes and clothing, water

Descrizione del percorso

Description of the trail

Dal punto di partenza, attraverso un sentiero bordato di rose canine, valeriane, ginestre, mirti, eriche e lentischi, si arriva fino al campo fumarolico di Monte Cito (220 m). Da qui lo sguardo può correre libero da Casamicciola fino al promontorio di Zaro.

From the starting point, through a path lined with wild roses, valerians, broom, myrtle, heather and mastic, one comes to the field of Monte Cito (220 m). From here the view can run free from Casamicciola to the promontory of Zaro.


L'isola che vorrei... di Maria Grazia Orlacchio


L

’esperienza che mi sono concessa con la passeggiata a Piana Liguori è stata sorprendente. Ero già carica di bucoliche aspettative… ma la realtà è andata ben oltre. Per raggiungere Piana Liguori, in compagnia di mia cugina Simona, abbiamo scelto la bicicletta suscitando lo stupore dei “paesani” che non potevano credere che fossimo ischitane all’avventura. Sicuramente la parte più divertente è stata chiedere le informazioni per raggiungere questa meraviglia. Tutti sapevano dove fosse… ma nessuno ci era veramente stato! Tuttavia quella della bicicletta si è presto rivelata una scelta sbagliata; arrivate alla contrada del Vatoliere, nel comune di Barano, abbiamo seguito una stradina che costeggia la Chiesa S. Antuono e che ci ha portato, alla fine di una severa salita, all’incantevole Chiesa della Madonna di Montevergine allo Schiappone. Da li è iniziata la passeggiata, dapprima campagne e cantine, alberi carichi di albicocche e carciofi in fiore, le radici pendenti di querce e il salice bianco. Poi lo scenario è cambiato. Ci siamo trovate su di una rupe, “la Sgarrupata”, a contemplare il mare e la costa sud-orientale dell’isola: natura incontaminata e paesaggi selvaggi. La punta della Signora, Monte Cotto, la Guardiola e incantevoli farfalle che si lasciavano ammirare per un tempo infinito. Estasiate abbiamo ripreso il cammino lungo un sentiero sterrato dedicato ad Angelo Vannini, un valoroso soldato porta feriti, medaglia d’oro al valore militare, morto per la patria a Plava nel 1915. Seguendo la costa e salendo lungo scale rocciose ci siamo ritrovate nuovamente in una fertile campagna animate da caprette e galline… poi la vigna. E qui è doveroso encomiare chi non ha rinunciato ad amare la terra che anche in un luogo così remoto sa essere generosa e gratificante. Una terra che sa di antico, di passione, di grande esperienza e di duro lavoro. Penso di aver trovato in quei vigneti, la più chiara e sincera espressione del rapporto tra l’uomo e la natura. E mi emoziono perché ho ancora tanto da apprendere sulle origini della mia isola. Distogliendo lo sguardo dalle ampie foglie delle viti, siamo rimaste nuovamente incantate da Punta San Pancrazio: il custode della “Grotta Verde” e della “Spiaggia dell’Amore”. La vista dall’alto è semplicemente solenne. Pietra lavica incorniciata dalla più verde della vegetazione mediterranea. E anche li, il saggio ischitano si è presentato in punta di piedi, un vigneto perfetto e un antico oratorio… forse una chiesa, testimoniano il profondo rispetto che i nostri antenati hanno

The island that I want by Maria Grazia Orlacchio

I

walked along the Piana Liguori and was an amazing experience for me. I was already full of bucolic expectations... but the reality has gone far beyond all that. To reach Piana Liguori, in my cousin Simona’s company, we chose to go cycling to the bewilderment of "villagers" who could not believe we were islanders went adventuring. Definitely the funniest part was asking how to get this wonder. Everyone knew where it was... but no one had really been! However, the bicycle was soon proved wrong choice, arrived at the district Vatoliere in Barano, we followed a road alongside the Church of S.Antuono and that has brought us, at the end of a severe slope, the enchanting Church of Our Lady of the Montevergine in Schiappone. From there began the walk, at first there were campaigns and basements, trees loaded with apricots and artichokes in bloom, hanging the roots of oak and white willow. Then the scenario has changed. We're on a cliff, "la Sgarrupata", to contemplate the sea and the south-east coast of the island: untouched nature and wild landscapes. The point of the Lady, Monte Cotto, the Guardiola and beautiful butterflies on display for an infinite time. Ecstatic, we resumed the journey

along a dirt path dedicated to Angelo Vannini, a brave soldier, gold medal for bravery, died for his country in Plava in 1915. Following the rocky coast and going up rocky stairs, we found ourselves again in a fertile countryside alive with goats and chickens... then the vineyard. And here it is right to commend those who have not given up to love the land that even in such a remote place is generous and rewarding. A land that smacks of old, passion, experience and hard work. I think I found in those vineyards, the most clear and sincere expression of the relationship between man and nature. And I get emotional because I still have much to learn about the origins of my island. Looking away from the large leaves of the vine, we are left once again enchanted by Punta San Pancrazio: the keeper of the "grotto verde" and "spiaggia dell’amore". The top view is simply impressive: lava rock surrounded by the greenest of the Mediterranean vegetation. And even there, the Ischian essay occurred on tiptoe, a vineyard and a perfect oratory... perhaps a church, testify a profound respect that our ancestors had for this place. Just when we thought we had seen everything,


76 avuto per questo luogo. Quando ormai pensavamo di aver visto tutto quello che poteva sorpenderci ci siamo ritrovate nel cuore della antica e rurale civiltà ischitana. Un villaggio composto da poche case alcune delle quali ancora abitate. Davanti alla casa più importante del villaggio una vecchia cabina telefonica e cerco di immaginare quanto fosse stato importante, in quel villaggio, negli anni 60, quella cabina. Per chi ha la fortuna di visitarlo questo è il luogo dove il tempo si è fermato… ma per chi ha il coraggio e la tenacia per viverci questo è il luogo che il tempo non ha “sfruttato”. Ne sa qualcosa Ciro che con la sua famiglia custodisce le antiche tradizioni di questa terra e che dovrebbe diventare, per tutti noi ischitani, un esempio di vita autentica. Seguire i ritmi lenti e regolari della natura, come attendere che la fava si asciughi al sole su un solaio di lapillo per poi sgusciarla e conservarla per l’inverno, sarebbe di grande aiuto per risollevarci in questo momento di difficoltà. Noi ischitani possiamo offrire risorse che in altre località provano ad inventare, a costruire e non c’è bisogno di ricorrere ad esperti di strategie di sviluppo… basta chiederlo a Ciro e a quanti come lui ancora credono nella terra. In tutti questi gesti c’è la sapienza di generazioni che in nessun manuale di economia turistica è possibile apprendere. Poco distante dal villaggio si presenta un altro esempio di genuina ospitalità, una cantina e il suo contadino Francesco che sotto una pergola di vite offre il suo buon vino e i prodotti della terra. La nostra passeggiata è terminata al tramonto a Campagnano e i panorami mozzafiato ci hanno accompagnato fin alla Chiesa dell’Annunziata. Il Castello Aragonese, gli scogli di Sant’Anna e la sua piccola chiesa li abbiamo ammirati in maniera superba dal palazzo Mazzella, meglio conosciuto come Palazzo Quartaruolo dove Valerio ci ha gentilmente accolte e dissetate! C’è tanto da imparare in questo posto e da questa gente. Se avevo la presunzione di raccontare l’isola per farla conoscere ed amare a voi turisti mi sbagliavo. Una passeggiata come questa mi ha lasciata sconcertata. Noi ischitani dobbiamo riscoprire e interiorizzare le nostre antiche tradizioni, l’animo rurale dei nostri antenati quella cordiale ospitalità tipica dell’isolano e il rispetto per la terra che ci ospita. Questa è l’isola di cui sono innamorata e che vorrei tornasse a vivere nelle esperienze di voi turisti che la visitate e nella quotidianità di noi ischitani che la abitiamo.

we found in the heart of ancient civilizations and rural Ischia. The village consists of a few houses, some of which are still inhabited. In front of the house most of the village, an old phone booth and I try to imagine how was important in that village, in the 60's, this cabin. For those who are lucky enough to visit it, this is the place where time has stopped... but for those who have the courage and tenacity to live it, this is the place that time has not "exploited". Ciro knows something, who with his family keeps the old traditions of this land and should become, for all of us from Ischia, an example of an authentic life. Following the rhythms of nature , such as waiting until the beans to dry in the sun on a slab of lapilli and then store it for winter, would be helpful for some relief in this difficult time. We from Ischia can offer resources that other places try to invent, to build and there is no need to employ experts to develop strategies... suffice it to ask Ciro and those like him still believe in the land. In all these movements there is the wisdom of generations in any tourist economics textbook you can learn. Not far from the village, there is another example of genuine hospitality, a basement where its farmer Francesco under a vine pergola offers his fine wine and land products.

Our walk ended at sunset in Campagnano and breathtaking views have escorted from the Church of the Annunciation. The Aragonese Castle, the cliffs of St. Anna and her small church we have admired from the Mazzella building, better known as Palazzo Quartaruolo where Valerio has kindly welcome and greet! There is much to learn in this place from these people. If I had the presumption to tell tourists on the island to know and love it, I was wrong. A walk like this has left me bewildered. We, islanders, must rediscover and internalize our ancient traditions: the soul of our rural ancestors, that friendly islander hospitality and respect for the land that hosts us. This is the island that I love and that I would return to live in the experiences of you, tourists, that visit it, and of us, islanders, that inhabit it every day.


I SENTIERI DELL'ISOLA D'ISCHIA

in programma il 31 dicembre 2013 Info: +39 081 3334774 Altitudine / Altitude

T/E

Percorso: 6 km

Tempo

Durata: 4h circa Difficoltà: T/E Dislivello in salita: circa 230 m Dislivello in discesa: circa 230m Quota massima: 392 m Sviluppo del percorso: 6 Km Partenza e arrivo: Campagnano Percorso: Campagnano, Piano Liguori, Monte Vezzi, Scarrupata, Piano Liguori, Campagnano Equipaggiamento: scarpe ed abbigliamento da trekking, cappello, occhiali da sole, acqua Punto di incontro: Piazza di Campagnano

Duration: approximately 4 hours Difficulty: T/E Difference in altitude: 230 m Descent: about 230 m Maximum altitude: 392 m Development of the trail: 6 Km Start and arrival: Campagnano Path: Campagnano, Piano Liguori, Monte Vezzi, Scarrupata, Piano Liguori, Campagnano Equipment: Technical mountain equipment (hiking boots, poles, etc.), hat, sunglasses, water Arrival point: Piazza of Campagnano

Sentiero totalmente a strapiombo sul versante sud/ orientale dell’isola, la più antica da un punto di vista geologico. Il percorso inizia costeggiando la splendida Baia di Cartaromana in fondo alla quale sono ancora visibili i resti di “AENARIA” la vecchia Ischia Romana sommersa. Si prosegue per un agile sentiero a strapiombo su varie insenature nelle quali confluiscono terrazzamenti ripidissimi coltivati a vigneti. Si continua tra la macchia Mediterranea ed un castagneto fino a risalire su Monte Vezzi, un duomo Vulcanico di 392 mt. La discesa dalla cima conduce fino alla “Scarrupata di Barano” le cui pareti mostrano begli esempi di materiali vulcanici stratificati (tufo, pomici, lapilli, ceneri bianche, roccia trachitica) e da cui si può godere uno degli scorci più belli dell’isola verde, fino a ritornare a Piano Liguori e godere del panorama su Punta San Pancrazio (156 mt slm) con la caratteristica chiesetta a strapiombo sul mare. Durante il tragitto si incontrano vecchie cantine scavate nella roccia ed è inoltre possibile fermarsi in una vecchia trattoria sita su uno dei tanti terrazzamenti della zona che guardano lo splendido scenario del mare aperto e che incontra le altre isole del Golfo (Procida, Vivara e Capri) e la Costiera Amalfiana. Si completa il giro con il rientro a Campagnano. Il susseguirisi di vedute mozzafiato e strapiombi che danno sul mare aperto offrono un’esperienza che lascia spazio alla mente e all’anima di riequilibrasi con il corpo.

Trail totally sheer on the south/east of the island, the oldest one from a geological point of view. The route starts along the beautiful Bay of Cartaromana. The route starts along the beautiful Bay of Cartaromana at the bottom of which are still visible the remains of “AENARIA” the old Roman Ischia submerged. Continue for an agile path overhanging on various creeks which flow in steep terraces planted with vineyards. It continues for an easy path sheer on various creeks in which are steep terraces planted with vineyards. It continues between the Mediterranean maquis and a chestnut up to Monte Vezzi, a volcanic dome of 392 mt. The descent from the summit leads to the “Scarrupata of Barano” whose walls show fine examples of stratified volcanic materials (tuff, pumice, lapilli, ash, white trachytic rock) and from where you can enjoy one of the most beautiful corner of the green island until you return to Piano Liguori and enjoying the view over Punta San Pancrazio (156 m asl) with the characteristic church overlooking the sea. On the way you encounter old cellars dug into the rock, and you can stop at an old tavern located on one of the many terraces in the area watching the beautiful scenery of the open sea and who meets the other islands of the Gulf (Procida, Capri and Vivara) and the Amalfi Coast. The tour continues with the return to Campagnano. The succession of breathtaking views, overlooking the open sea, offer an experience that leaves space for the mind and soul to rest the body.


Forio, Natale è festa! 7 dicembre 2013 / 6 gennaio 2014 Il programma delle manifestazioni per le festività natalizie 2013, organizzato dal Comune di Forio in stretta collaborazione con l'Ascom di Forio e La Pro Loco di Panza, è stato stilato con il precipuo fine di creare eventi dal contenuto più vario, destinati a grandi e piccoli, che possano allietare le feste dei foriani e degli ospiti che avranno scelto il nostro paese per le loro vacanze. Questi ultimi avranno la possibilità, in una serie di appuntamenti tematici a tal fine organizzati, di conoscere ed apprezzare i tesori storici, artistici e gastronomici della nostra terra. Il tutto farà da contorno agli appuntamenti più classici, legati alla pluricentenaria tradizione religiosa foriana, che hanno il loro fulcro nelle celebrazioni della mattina del 24 dicembre, con il caratteristico mercato del pesce in piazza S. Gaetano e le veglie della notte di Natale con i tradizionali eventi legati alla nascita di Gesù Bambino. Avv. Giovanni Matarese Vice sindaco di Forio

The program of events for the holiday season 2013, organized by the municipality of Forio in close collaboration with the Ascom and Pro Loco of Panza, has been established with the main aim of creating more diverse content of events, designed for adult and children, they can brighten the holidays of Forians and visitors who have chosen our country for their holidays. The latter will have the opportunity, in a series of thematic meetings organized for that purpose, to know and appreciate the treasures of historical, artistic and gastronomic staff of our land. Everything will accompany the classic fixtures related to the centuries-old religious tradition of Forio, that have their matter in the celebrations of the morning of December 24, with the characteristic fish market in Piazza S. Gaetano and the Christmas Eve with traditional events related to the birth of the Infant Jesus. Mr. Giovanni Matarese Deputy Mayor of Forio

Si ringraziano: Gaetano Maschio, Pasquale Elia, Rosaria Manzo, Ida Matarese Con la preziosa collaborazione di: Ascom, Forio, Pro Loco Panza – Circolo comprensivo di Forio “Luca Balsofiore” - Scuola Secondaria di primo grado “S. Caterina da Siena - ”Banda musicale “Città di Forio” Banda musicale “Aurora Città di Panza” - Associazioni culturali, artistiche e ricreative presenti sul territorio – I Gruppi musicali – Gli Artisti così come indicati nei singoli eventi – Gli Autori dei libri: Luigi Cioffi e Vincenzo Manna - Mariolino Capuano e Avv. Nino d’Ambra – Gli esperti e cultori del patrimonio storico/artistico locale - Le Comunità ecclesiali di Forio e Panza ed i Padri Francescani – L’Arciconfraternita S. Maria Visitapoveri - Gli Albergatori di Forio – I Commercianti di Forio – Forio C.B.


Servizi

Pizzerie

Services Patrizia & Tiziana Coiffeur

Pizzerias

1

Pizzeria Corso

Via Princ.ssa Margherita, 25 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 995702 Ven. e sab. su prenotazione

Corso Luigi Manzi, 107 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 995481

Coiffeur, Beauty Center e Barberia

2

Regina dei Fiori Liste nozze

3

Pizzeria CatarĂŹ Piazza Maio, 25 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 996885

Piazzetta S. Girolamo 80077 - Ischia Tel.: +39 081 993158

Pizzeria Bar Campo Via Circum.ne esterna, 45 80076 - Lacco Ameno Tel.: +39 081 980866 Sky per tutto lo sport

Via P. Trofa, 2 (Loc. Noia) 80070 - Serrara Fontana Tel.: +39 081 999287 4

Per la vostra pubblicitĂ  Info: +39 081 4972323 www.ischianews.com

La rivista guida per il turismo internazionale The guide-magazine for the international tourism 10.000 copies 10.000 copie

Pizzeria Il Veliero Via Calosirto, 20 80075 - Forio Tel.: +39 081 987294 Cell.: +39 331 7387902

5

Pizzolo Via provinciale Lacco, 161 80075 - Forio (Scentone) Cell.: +39 331 2597198

6

Non solo Pizza Piazza S.S. Immacolata 80075 - Forio (Monterone) Tel.: +39 081 0123841

3 5 4 6

250 punti di distribuzione 250 distribution point ...per l'isola che non chiude mai ...to the island that never closes

1 2


OspitalitĂ  ad Ischia Per la tua vacanza le migliori strutture a portata di mano! Per avere maggiori informazioni o consultare la scheda di ogni singola struttura visita il sito www.ischia.it

Comune di Ischia

CAP: 80077 Superficie: 805 ettari Abitanti: 18253 Tel.: +39 081 3333111

Grand Hotel Punta Molino

Lungomare C. Colombo, 23 80077 - Ischia Tel.: +39 081 991544 www.puntamolino.it

Grand Hotel Excelsior

Hotel Il Moresco

Via Emanuele Gianturco, 16 80077 - Ischia Tel.: +39 081 981355 www.ilmoresco.it

Hotel Miramare e Castello

Via Pontano, 5 80077 - Ischia Tel.: +39 081 991333 www.miramareecastello.it

Hotel Continental Terme

Via Emanuele Gianturco, 19 80077 - Ischia Tel.: +39 081 991522 www.excelsiorischia.it

Via Michele Mazzella, 70 80077 - Ischia Tel.: +39 081 3336111 www.continentalterme.it

Hotel Continental Mare

Hotel Villa Durrueli

Hotel Regina Palace Terme

Hotel Le Querce

Via Baldassarre Cossa, 25 80077 - Ischia Tel.: +39 081 982577 www.continentalmare.it Via Edgardo Cortese, 20 80077 - Ischia Tel.: +39 081 991344 www.reginapalaceischia.it

Hotel Hermitage & Park Terme

Via Leonardo Mazzella, 67 80077 - Ischia Tel.: +39 081 984242 www.hermitageischia.it

Hotel Central Park

Via A. De Luca, 4 80077 - Ischia Tel.: +39 081 993517 www.centralparkhotel.it

Hotel Terme Letizia

Trav. Vincenzo Mirabella, 27 80077 - Ischia Tel.: +39 081 991000 www.villadurrueli.com Via Baldassarre Cossa, 55 80077 - Ischia Tel.: +39 081 982378 www.albergolequerce.it

Relais Corte degli Aragonesi

Corso Vittoria Colonna 80077 - Ischia Tel.: +39 081 4972254 www.cortedegliaragonesi.it

Hotel Terme San Valentino

Via Leonardo Mazzella, 98 80077 - Ischia Tel.: +39 081 982088 www.hotelsanvalentino.it

Hotel Noris

Via Leonardo Mazzella, 89 80077 - Ischia Tel.: +39 081 992080 www.hoteltermeletizia.it

Via A. Sogliuzzo, 2 80077 - Ischia Tel.: +39 081 991387 www.norishotel.it

Hotel Terme Oriente

Albergo Da Maria

Via delle Terme 80077 - Ischia Tel.: +39 081 991306 www.orientehotel.it

Via Vecchia Cartaromana, 79 80077 - Ischia Tel.: +39 081 993275 www.albergodamaria.it


Welcome to Ischia

For your holiday the best hotel at your fingertips!

For more information or refer to the data of each hotel visit www.ischia.it/en

Hotel La Capannina

Via Campagnano, 76 80077 - Ischia Tel.: +39 081 901017 www.hotellacapannina.it

Hotel Villa Ireos

Hotel Ulisse

Via Champault, 9 80077 - Ischia Tel.: +39 081 991737 www.hotelulisse.com

Hotel Eugenio

Via Quercia, 26 80077 - Ischia Tel.: +39 081 991792 www.hotelvillaireos.it

Via Pontano, 32 80077 - Ischia Tel.: +39 081 993757 www.hoteleugenio.it

Hotel Parco Cartaromana

Hotel Bristol Terme

Via Nuova Cartaromana, 44 80077 - Ischia Tel.: +39 081 993600 www.parcocartaromana.it

Hotel Europa

Via A. Sogliuzzo, 25 80077 - Ischia Tel.: +39 081 991427 www.hoteleuropaischia.it

Hotel da Raffaele

Via Roma, 29 80077 - Ischia Tel.: +39 081 991203 www.daraffaele.it

Posidonia Residence

Via Venanzio Marone, 10 80077 - Ischia Tel.: +39 081 992181 www.hotelbristolischia.it

Hotel Ristorante il Torchio

Via Campagnano, 135 80077 - Ischia Tel.: +39 081 901986 www.hotelristoranteiltorchio.it

Hotel Conte

Via Roma, 50 80077 - Ischia Tel.: +39 081 991003 www.albergoconte.it

Comune di Casamicciola T.

Via Osservatorio, 36 80077 - Ischia Tel.: +39 081 984238 www.posidoniaischia.it

CAP: 80074 Superficie: 5,60 km² Abitanti: 8307 Tel.: +39 081 994453

Terme Manzi Hotel

Hotel Gran Paradiso

Albergo L' Approdo

Hotel Elma Park Terme

Piazza Bagni, 4 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994722 www.termemanzihotel.com Via Eddomade, 29 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994077 www.albergolapprodo.it

Marina 10

Piazza Marina, 35 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 900516 www.marina10.it

Via Principessa Margherita, 20 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994003 hotelgranparadisoischia.eu Via Vittorio Emanuele, 57 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994122 www.hotelelma.it

Hotel Oasi Castiglione

Via Castiglione, 36 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 982551 www.termecastiglione.it


OspitalitĂ  ad Ischia Per la tua vacanza le migliori strutture a portata di mano!

Hotel Bel Tramonto

Ischia Casa della Vela

Via Castanito, 124 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994493 www.hotelbeltramonto.it

Via Don Orione, 10 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994075 www.ischiacasadellavela.it

Hotel Villa Flavio

Hotel Parco Conte

Via Casa Capezza, 20 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994870 www.villaflavioischia.it

Hotel Terme Fiola

Via Eddomade, 42 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994752 www.hotelparcoconte.it

Hotel Terme La Pergola

Via Ombrasco, 19 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994232 www.hoteltermefiola.it

Via Casa Mennella, 1 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994902 www.lapergola-ischia.it

Hotel Villa Jantò

Hotel Magnolia

Via Terme Rita, 1 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994661 www.villajanto.com

Hotel Residence Matarese

Via Epomeo, 3 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994207 www.lamagnoliahotel.it

Hotel Coralba

Via Principessa Margherita, 81 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994222 www.hotelmatarese.it

Via Castanito, 5 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994013 www.hotelcoralba.it

Hotel Terme Rosaleo

Hotel Parco Mare Monte

Via Cumana, 22 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994681 www.hotelrosaleo.it

Via Cretaio trav. Monte Tabor, 6 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 995355 www.parcomaremonte.it

Hotel Terme Maltempo

Hotel Grilli

Corso Garibaldi, 117/119 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994540 www.termemaltempo.it

Viale Rampe Paradisiello, 21 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 993415 www.ischiahotelgrilli.com

Hotel Casa Mazzella

Villa Erade

Via C.so Garibaldi, 85 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 081 994582 www.casamazzella.com

Via Castanito, 78 80074 - Casamicciola T. Tel.: +39 3288327883 www.erade.it

Comune di Lacco Ameno

San Montano Resort e Spa

CAP: 80076 Superficie: 270 ettari Abitanti: 4738 Tel.: +39 081 3330811

Via Monte Vico 80076 - Lacco Ameno Tel.: +39 081 994033 www.sanmontano.com


Welcome to Ischia

For your holiday the best hotel at your fingertips!

Albergo della Regina Isabella

Piazza Santa Restituta, 1 80076 - Lacco Ameno Tel.: +39 081 994322 www.reginaisabella.com

Albergo Terme San Lorenzo

Albergo La Reginella Resort & Spa P. zza Santa Restitua, 1 80076 - Lacco Ameno Tel.: +39 081 994300 www.albergolareginella.it

Albergo Terme Villa Svizzera

S.S. 270 Km 23800 80076 - Lacco Ameno Tel.: +39 081 994115 www.albergosanlorenzo.com

Via Litoranea, 1 80076 - Lacco Ameno Tel.: +39 081 994263 www.villasvizzera.it

Park Hotel Terme Michelangelo

Hotel Grazia Terme

Via Provinciale Fango, 77 80076 - Lacco Ameno Tel.: +39 081 995134 www.hotelmichelangeloischia.it

Hotel Terme Principe

Via Borbonica, 2 80076 - Lacco Ameno Tel.: +39 081 994333 www.hotelgrazia.it

Hotel Villa Angelica

Via del Campo, 97 80076 - Lacco Ameno Tel.: +39 081 994466 www.hoteltermeprincipe.it

Via IV Novembre, 28 80076 - Lacco Ameno Tel.: +39 081 994524 www.villaangelica.it

Hotel Villa Campo

Comune di Forio

Mezzatorre Resort

Sorriso Thermae Resort

Via Campo, 108 80076 - Lacco Ameno Tel.: +39 081 994631 www.ischiahotelcampo.it

CAP: 80075 Superficie: 1285 ettari Abitanti: 16779 Tel.: +39 081 3332911

Via Mezzatorre, 23 80075 - Forio Tel.: +39 081 986111 www.mezzatorre.it

Via Provinciale Panza, 249 80075 - Forio Tel.: +39 081 907227 www.sorrisoresort.it

Hotel Paradiso Terme

Hotel Terme Tritone

Via San Giuseppe, 10 80075 - Forio Tel.: +39 081 907014 www.hotelparadisoterme.it

Via Tommaso Cigliano, 34 80075 - Forio Tel.: +39 081 987471 www.hoteltritoneischia.it

Hotel Il Gattopardo

Hotel Punta Chiarito

Via Giovanni Mazzella, 146 80075 - Forio Tel.: +39 081 997676 www.ilgattopardo.com

Via Sorgeto, 51 80075 - Forio Tel.: +39 081 908102 www.puntachiarito.it

Hotel Terme Providence

Hotel Villa Carolina

Via Giovanni Mazzella, 162 80075 - Forio Tel.: +39 081 998240 www.providence.it

Via Marina, 50 80075 - Forio Tel.: +39 081 997119 www.hotelvillacarolina.it


OspitalitĂ  ad Ischia Per la tua vacanza le migliori strutture a portata di mano!

Hotel Mediterraneo

Hotel Terme La Bagattella

Via Provinciale Panza 80075 - Forio Tel.: +39 081 907365 www.hmediterraneo.it

Via Tommaso Cigliano, 8 80075 - Forio Tel.: +39 081 986072 www.labagattella.it

Hotel Parco dei Principi

Garden & Villas Resort

Via Francesco Calise, 6 80075 - Forio Tel.: +39 081 5071467 www.parcodeiprincipi.eu

Hotel Carlo Magno

Strada statale 270 80075 - Forio Tel.: +39 081 987311 www.gardenvillasresort.it

Hotel Punta Imperatore

Via Baiola, 215 80075 - Forio Tel.: +39 081 900098 www.hotelcarlomagnoischia.com

Via G. Mazzella, 18 (Citara) 80075 - Forio Tel.: +39 081 907140 www.puntaimperatore.it

Hotel Lord Byron

Hotel ZĂŹ Carmela

Hotel Miralisa

Hotel Villa Verde

Hotel Costa Citara

Hotel Semiramis

Hotel Citara

Hotel Villa Melodie

Via Giovanni Castellaccio 80075 - Forio Tel.: +39 081 997518 www.hotellordbyron.it Via Fumerie, 6 - Loc. Panza 80075 - Forio Tel.: +39 081 909059 www.hotelmiralisa.com

Strada Statale 270, 164 80075 - Forio Tel.: +39 081 908254 www.costacitara.com Spiaggia Di Citara 80075 - Forio Tel.: +39 081 907098 www.hotelcitara.it

Hotel Albatros

Via Mons. Filippo Schioppa, 27 80075 - Forio Tel.: +39 081 998423 www.zicarmela.com Corso Matteo Verde, 34 80075 - Forio Tel.: +39 081 987281 www.villaverdehotel.it

Spiaggia Di Citara 80075 - Forio Tel.: +39 081 907511 www.hotelsemiramisischia.it Via Capizzo, 6 80075 - Forio Tel.: +39 081 998364 www.melodie.it

Hotel Cesotta

Via G. Mazzella, 102 80075 - Forio Tel.: +39 081 997359 www.albergoalbatros.it

Via T. Cigliano, 86 80075 - Forio Tel.: +39 081 987556 www.hotelcesotta.it

Hotel Umberto a Mare

Hotel Villa Bianca

Via Soccorso, 2 80075 - Forio Tel.: +39 081 997171 www.umbertoamare.it

Via Giovanni Mazzella, 126 80075 - Forio Tel.: +39 081 907156 www.hotelvillabianca.com


Welcome to Ischia

For your holiday the best hotel at your fingertips!

Albergo Torre Sant'Angelo

Via Fumerie, 35 80075 - Forio Tel.: +39 081 907698 www.torresantangelo.com

Hotel Terme Galidon

Hotel Terme Villa Teresa

Via Provinciale Panza, 150 80075 - Forio Tel.: +39 081 907126 www.villateresa.it

Hotel Terme Colella

Via Provinciale Forio, 166 80075 - Forio Tel.: +39 081 907083 www.hoteltermegalidonischia.com

Via Monterone, 55 80075 - Forio Tel.: +39 081 989279 www.hoteltermecolella.it

Hotel Iris

Residence Pensione Mena

Hotel La Rondinella

Hotel Hibiscus

Via Cava di Spinavola, 50 80075 - Forio Tel.: +39 081 3332001 www.irishotelischia.com Via Fumerie, 1 80075 - Forio Tel.: +39 081 907136 www.la-rondinella.com

Hotel Ideal

Via G. Mazzella, 164 80075 - Forio Tel.: +39 081 988050 www.idealhotel.it

Hotel Residence Villa Tina

Via Prov. Panza, 96 80075 - Forio Tel.: +39 081 997782 www.residencevillatina.it

Hotel Sweet Poseidon

Via Costa, 45 80075 - Forio Tel.: +39 081 907904 www.sweetposeidon.it

Hotel al Bosco

Via Cava di Spinavola, 39 80075 - Forio Tel.: +39 081 989547 www.residencepensionemena.it S.S. 270 80075 - Forio Tel.: +39 081 998030 www.hotelhibiscus.it

Villa Natalina

Via Fumerie, 10 80075 - Forio Tel.: +39 081 909018 www.villanatalina.it

Hotel Santa Lucia

Via Giovanni Mazzella, 78 80075 - Forio Tel.: +39 081 997670 www.albergosantalucia.com

Hotel Club Scannella

Via Scannella Mare 80075 - Forio Tel.: +39 081 907181 www.clubscannella.it

Hotel Park Victoria

Via San Gennaro, 45 80075 - Forio Tel.: +39 081 909132 www.hotelalbosco.it

Via Chiena, 15 80075 - Forio Tel.: +39 081 998337 www.hotelparkvictoria.com

Hotel San Francesco

Hotel La Ginestra

Via Tommaso Cigliano, 5 80075 - Forio Tel.: +39 081 987397 www.hotelsanfrancescoischia.it

Via Prov. Panza-Succhivo, 44 80075 - Forio Tel.: +39 081 907032 www.hotellaginestra.it


Ospitalità ad Ischia Per la tua vacanza le migliori strutture a portata di mano!

Hotel Le Canne & Beauty

SS 270 80075 - Forio Tel.: +39 081 987510 www.albergolecanne.it

Parco Residence La Rosa

Agriturismo La Pergola

Via San Giuseppe, 8 80075 - Forio Tel.: +39 081 909483 www.agriturismolapergola.it

Hotel Villa Angela

Via Monterone, 7 80075 - Forio Tel.: +39 081 988154 www.residencelarosa.com

S.S. Forio - Panza, 150 80075 - Forio Tel.: +39 081 997648 www.hotelvillaangela.it

Arco D'oro

Hotel Bellavista

Via Provinciale Lacco, 55 80075 - Forio Tel.: +39 081 986217 www.residencearcodoro.it

Via Provinciale Panza-S.Angelo, 42 80075 - Forio Tel.: +39 081 907182 www.hotelbellavistaischia.com

Hotel Casa del Sole

La Citarea

Via G. Mazzella, 192 80075 - Forio Tel.: +39 081 907217 www.hotelcasadelsole.it

Hotel Riva del Sole

Spiaggia di Citara 80075 - Forio Tel.: +39 081 907225 www.lacitarea.it

Pensione Casa Gennaro

Via Giovanni Mazella, 35 80075 - Forio Tel.: +39 081 908331 www.riva-del-sole.com

Via Prov. Panza Succhivo, 60 80075 - Forio Tel.: +39 081 907118 www.pensionecasagennaro.com

Maison il Vitigno

Residence El Parral

Via Bocca, 31 80075 - Forio Tel.: +39 081 998307 www.ilvitigno.com

Residence Villa Marinù

Via Cesa, 10 80075 - Forio Tel.: +39 081 907150 www.residencevillamarinu.it

Residence Il Limoneto

Via Cimento Rosso, 11 80075 - Forio Tel.: +39 081 907201 www.residenceelparral.com

Residence San Domenico

Via Bocca, 66 80075 - Forio Tel.: +39 081 997240 www.residencesandomenico.net

Residence Villa Ravino

Via 2° Mura, 3 80075 - Forio Tel.: +39 081 998057 www.residencelimoneto.it

S.S. 270 Citara 80075 - Forio Tel.: +39 081 997783 www.ravino.it

Comune di Serrara Fontana

Hotel Terme Romantica

CAP: 80070 Superficie: 6,69 km² Abitanti: 3205 Tel.: +39 081 9048811

Via Ruffano, 11 80070 - Sant'Angelo Tel.: +39 081 999216 www.romantica.net


Welcome to Ischia

For your holiday the best hotel at your fingertips!

Hotel Miramare

Via Comandante Maddalena, 29 80070 - Sant'Angelo Tel.: +39 081 999219 www.hotelmiramare.it

Hotel La Palma

Hotel Conte S. Angelo

Via Nazario Sauro, 42 80070 - Sant'Angelo Tel.: +39 081 999214 www.ischialberghi.it

Hotel Loreley

Via Comandante Maddalena, 15 80070 - Sant'Angelo Tel.: +39 081 999215 www.lapalmatropical.it

Via Sant'Angelo, 50/A 80070 - Sant'Angelo Tel.: +39 081 999313 www.hotelloreley.it

Hotel Villa Maria

Hotel Villa Mario

Via Quadro, 29 80070 - Sant'Angelo Tel.: +39 081 999252 www.villamariasantangelo.it

Comune di Barano

Via Succhivo, 48 80070 - Serrara Fontana Tel.: +39 081 907775 www.villamario.it

Hotel Parco Smeraldo Terme

CAP: 80070 Superficie: 11,07 km² Abitanti: 10083 Tel.: +39 081 906711

Spiaggia dei Maronti 80070 - Barano d'Ischia Tel.: +39 081 990127 www.hotelparcosmeraldo.com

Hotel San Giorgio

Hotel Villa Al Mare

Spiaggia dei Maronti 80070 - Barano d'Ischia Tel.: +39 081 990098 www.hotelsangiorgio.com

Hotel Maronti

Via Maronti, 83 80070 - Barano d'Ischia Tel.: +39 081 990162 www.hotelmaronti.it

Albergo Olmitello

Spiaggia dei Maronti 80070 - Barano d'Ischia Tel.: +39 081 990562 www.hotelolmitello.it

Residence Di Meglio

Via San Giorgio, 12 80070 - Barano d'Ischia Tel.: +39 081 990567 www.residencedimeglio.it

Via Maronti, 38 80070 - Barano d'Ischia Tel.: +39 081 990054 www.hotelvillaalmare.it

Hotel La Gondola

Spiaggia dei Maronti 80070 - Barano d'Ischia Tel.: +39 081 990076 www.hotellagondola.it

Hotel Vittorio

Via Maronti, 103 80070 - Barano d'Ischia Tel.: +39 081 990079 www.hotelvittorio.com


Autobus ad Ischia

LINEA CS - Circolare Sinistra: ISCHIA PORTO - CASAMICCIOLA - LACCO AMENO - FORIO - C. GRADO - SERRARA - FONTANA BARANO - VARIANTE ESTERNA - ISCHIA PORTO Partenze da Ischia porto dalle 04.20 alle 23.40 ogni 30/15 min. LINEA CD - Circolare Destra: ISCHIA PORTO - VARIANTE ESTERNA - BARANO - FONTANA - SERRARA - CAVA GRADO - FORIO LACCO AMENO - CASAMICCIOLA - ISCHIA PORTO Partenze da Ischia porto dalle 04.20 alle 23.40 ogni 30/15 min. LINEA 1 ISCHIA PORTO - CASAMICCIOLA LACCO AMENO - FORIO - C.GRADO (S.ANGELO) Partenze da Ischia porto dalle 05.00 alle 22.45 ogni 30/15 min. LINEA 1 CAVA GRADO (S.ANGELO) - FORIO LACCO AMENO - CASAMICCIOLA - ISCHIA PORTO Partenze da S.Angelo dalle 05.38 alle 23.35 ogni 30/15 min.

EAVBUS

Socio Unico Ente Autonomo Volturno Srl

LINEA 7 ISCHIA PORTO - ISCHIA PONTE ISCHIA PORTO Partenze da Ischia porto dalle 06.30 alle 23.40 ogni 30/15 min. LINEA 8-15 ISCHIA PORTO - PILASTRI CAMPAGNANO - SAN MICHELE - PALAZZETTO - VIA L. MAZZELLA - VIA PONTANO - PALAZZETTO - VIA M. MAZZELLA - ISCHIA PORTO - VIA QUERCIA ISCHIA PORTO Partenze da Ischia porto dalle 07.45 alle 19.35 ogni 60 min. LINEA C12 PORTO - PIAZZA DEGLI EROI CARTAROMANA - SAN MICHELE - CAMPAGNANO - SANT'ANTUONO - PILASTRI - PORTO Partenze da Ischia Porto dalle 05.50 alle 22.15 ogni 50/60 min. LINEA C13 PORTO - VIA DELLE TERME PILASTRI - SANT'ANTUONO - CAMPAGNANO SANT'ANTUONO - SAN MICHELE - CARTAROMANA - PIAZZA DEGLI EROI - PORTO Partenze da Ischia Porto dalle 05.40 alle 21.00 ogni 50/60 min. LINEA 21 CITARA - CIMITERO - MONTERONE - FANGO - MONTERONE - SANTA LUCIA MONTERONE - FORIO PORTO - CITARA Partenze da Citara dalle 08.00 alle 19.45 ogni 50 min. LINEA 22 CITARA - FORIO PORTO - VIA SPINAVOLA - FANGO - MONTERONE - FORIO PORTO - CITARA Partenze da Citara dalle 08.10 alle 20.00 ogni 50 min.


EAVBUS

Socio Unico Ente Autonomo Volturno Srl

Bus in Ischia TITOLO DI VIAGGIO - UNICO Tariffe per residenti e pendolari Biglietto valido 60 minuti Abbonamento mensile intera rete Abbonamento annuale studenti

€ 1,10 € 33,00 € 170,00

Tariffe per non residenti ed altri

LINEA 3 ISCHIA PORTO - PIAZZA MARINA - PIAZZA BAGNI - LA RITA - PIAZZA MAIO - FANGO PIAZZA MAIO - PIAZZA MARINA - ISCHIA PORTO Partenze da Ischia porto dalle 05.20 alle 23.25 ogni 60/70 min. LINEA 4 PIAZZA MARINA - PIAZZA BAGNI - LA RITA - PIAZZA MAIO - V. PRINCIPESSA MARGHERITA - PIAZZA MARINA Partenze da Piazza Marina dalle 06.45 alle 21.20 ogni 35 min. LINEA 5 ISCHIA PORTO - PILASTRI PIEDIMONTE - TESTACCIO - MARONTI - e viceversa Partenze da Ischia porto dalle 05.30 alle 22.40 ogni 30/10 min. LINEA 6 ISCHIA PORTO - PILASTRI - PIEDIMONTE - FIAIANO e viceversa Partenze da Ischia porto dalle 05.35 alle 23.00 ogni 30/10 min.

Biglietto 90 minuti Biglietto giornaliero Biglietto valido 2 giorni Biglietto valido 3 giorni Biglietto valido 7 giorni * Biglietto valido 14 giorni * Abbonamento mensile intera rete **

€ 1,90 € 6,00 € 10,00 € 13,00 € 26,00 € 40,00 € 70,00

Biglietto - Corsa semplice (acquisto su bus)

€ 2,50

* con documento di riconoscimento ** con tessera rilasciata dalla EAVBUS

Tourist Card Ticket valid 90 minutes Ticket valid 24 hours Ticket valid 2 days Ticket valid 3 days Ticket valid 7 days Ticket valid 14 days Season ticket One-way ticket (buy on board)

€ 1,90 € 6,00 € 10,00 € 13,00 € 26,00 € 40,00 € 70,00 € 2,50

LINEA 14 PIAZZA MARINA - PIAZZA BAGNI LA RITA - PIAZZA MAIO - FANGO - FORIO - CITARA - FORIO - FANGO - PIAZZA MAIO - PIAZZA MARINA Partenze da P.zza Marina dalle 07.25 alle 17.35 ogni 20/80 min. LINEA 16 PIAZZA MARINA - PIAZZA S. PASQUALE - CRETAIO - PIAZZA BAGNI - V. PRINCIPESSA MARGHERITA - PIAZZA MARINA - LACCO AMENO 167 - FANGO - LACCO AMENO - PIAZZA MARINA Partenze da P.zza Marina dalle 07.20 alle 13.55 ogni 30/70 min.

Orari in vigore dal 01/11/2013


Numeri utili 

Useful numbers

tel. 0815071489 / 0815071577

Serrara Fontana · Della Fonte - Piazza P.P. Iacono, 8 - tel. 081999320

Ischia Porto

· Sant’Angelo - Via Chiaia delle Rose, 10 - tel. 081999973

· Via De Luca Alfredo - tel. 081992493 · Piazza degli Eroi - tel. 081992550 · Via Mirabella - tel. 081991067 · Piazzetta San Girolamo - tel. 081993720

Barano · Garofano - Piazza San Rocco, 15 - tel. 081990012

Forio

· San Leonardo - Via prov. Panza, 1 - tel. 081907064

TAXI

· Monterone - Via G. Castellaccio, 53

· Isola Verde - Via Di Meglio, 8 - tel. 081906516

· Via C. Colombo - tel. 081997367 · Piazza Medaglia d’Oro - tel. 081997085 · C.so Umberto I - tel. 081997482 · Piazza G. Mattera - tel. 081997450 · Via San Leonardo Panza - tel. 081907251

cell. 3476535608

AZIENDA SANITARIA LOCALE Ischia

Lacco Ameno

local health authority

· A.S.L. - Via De Luca Antonio, 20 - tel. 800284270

· Piazza Girardi - tel. 081995183 · Piazza Pontile - tel. 081994310

· Centro di Salute Mentale

Serrara Fontana

Via Mazzella Michele, 11 - tel. 0815070711

· Piazzetta Sant’Angelo - tel. 081999899

· Ufficio Termalismo (giorni dispari) - tel. 0815070650

Casamicciola

· Villa Romana C.U.P. Anagrafe - tel. 0815070215/217

· Arrivo Porto Turistico - tel. 081900369 · Piazza Marina - tel. 081994800 · Piazza Bagni - tel. 081900881

· Maternità infantile - tel. 0815080010

GUARDIA MEDICA

· A.S.L. veterinaria - tel. 0815070229

emergency medical service

Barano – Ischia – Serrara - tel. 081983292 Casamicciola – Forio – Lacco Ameno · tel. 081998655 / 081998855

Casamicciola · A.S.L. - Via De Gasperi, 23 - tel. 0815080010 Lacco Ameno · Laboratorio Analisi Primario

Via Fundera, 2 - tel. 081980439

Guardia Medica Assistenza Anziani Emergency medical service for the elderly

Forio · Medicina Legale - Via prov. Panza, 68 - tel. 081998989

Ufficio invalidi civili - Disabled assistance

Barano d’ Ischia · Dist. 57 Ass. Psichiatrica

· Via prov. Panza, 68 - tel. 0813332013 · Via prov. Panza, 68 - tel. 081997730

FARMACIE

pharmacies

Via Corrado Buono, 39 - tel. 081906392

AMBULATORI VETERINARI

· Sant’Anna - Via M. Mazzella tel. 081991624 / 081985089

ambulatory veterinarians Ischia · Dr.ssa Daniela Vuoso - Via Pontano, 38

· Internazionale - Corso Vittoria Colonna, 179 tel. 0813331275 / 0813334147

· Veter. Giulietta - S.S. 270 Var Esterna - tel. 0818969605

Ischia Porto

· Dr.ssa Tiziana Costabile - Via Acquedotto, 83

tel. 081902634

Casamicciola · De Luise - Piazza Marina, 1 - tel. 081994060 Lacco Ameno · Cantone -Corso Angelo Rizzoli, 77 - tel. 081900224 Forio · Migliaccio - Corso Regine Francesco, 61

tel. 081989355 - 081997031

tel. 0810138675 - 33471227216

Lacco Ameno · Dr. Mario Mariani - Via IV Novembre - tel. 081982529 Forio · Dr. ssa Lucia Cigliano

S.S. 270 Forio Lacco, 11 - tel. 081988249

· Dr. Alessandro Impagliazzo

Via Statale, 278 - tel. 081909057

Barano · Dr. Pasquale Sbrogna - Via Starza, 22 - tel. 081905193


ALTRI NUMERI UTILI

Useful numbers

Isola d’Ischia

Isola d’Ischia

· Soccorso Stradale (A.C.I) - tel. 081984038 · Eliporto - tel. 081980157 · EAV Bus - Via M. Mazzella - tel. 800053939

· Roadside assistance (A.C.I) - tel. 081984038 · Heliport - tel. 081980157 · EAV Bus. Via Michele Mazzella - tel. 800053939

Ischia

Ischia

· Comune di Ischia Centralino Via Iasolino, 1 - tel. 0813333111

· Main switchboard of the municipality Via Iasolino, 1 - tel. 0813333111

· Protezione Civile Via De Luca, 50 - tel. 0813333254

· Civil defence Via De Luca, 50 - tel. 0813333254

· Carabinieri - Pronto Intervento 112 Via Casciaro, 22 - tel. 081991065 / 081981062

· Carabinieri - Emergency service 112 Via Casciaro 22 tel. 081991065 / 081981062

· Polizia di Stato - Soccorso Pubblico 113 Via delle Terme, 80 tel. 0815074711 / 0817941111

· State police - Emergency service 113 Via delle Terme, 80 tel. 0815074711

· Vigili del Fuoco Ischia - Pronto intervento 115 Via Michele Mazzella, 101 tel. 081991507 - fax: 0813334175

· Fire brigate Ischia - Flying squad 115 Via Michele Mazzella, 101 tel. 081991507 - fax: 0813334175

· Guardia di Finanza Comando di Tenenza Via L. Mazzella - tel. 081991109

· Customs Office Lieutenancy Via L. Mazzella - tel. 081991109

· Capitaneria di Porto Ufficio Circondariale Marittimo Via Iasolino, 10 - tel. 0815072811

· Port Authority Sea district office Via Iasolino, 10 - tel. 0815072811

· Cinema / Teatro Excelsior Via Sogliuzzo, 20 - tel. 0813331098

· Cinema / Teatro Excelsior Via Sogliuzzo, 20 - tel. 0813331098

Casamicciola

Casamicciola

Pointel Store

Pointel Store

· Assistenza informatica Computer support Rione De Gasperi, 19 tel. 0813334722

· Assistenza informatica Computer support Rione De Gasperi, 19 tel. 0813334722

· Municipio - tel. 0815072511 · Carabinieri - tel. 081994480 · Approdo Turistico Cala degli Aragonesi - tel. 081980686 Marina di Casamicciola - tel. 0815072545 3338887975

· Main switchboard of the municipality - tel. 0815072511 · Carabinieri - tel. 081994480 · Marina Cala degli Aragonesi - tel. 081980686 Marina di Casamicciola - tel. 0815072545 3338887975

Lacco Ameno

Lacco Ameno

· Comune - tel. 0813330811 · Comando Vigili Urbani - tel. 0813330816 · Ospedale Anna M. Rizzoli - tel. 0815079111

· Main switchboard of the municipality - tel. 0813330811 · Traffic police headquarters - tel. 0813330816 · Hospital "Anna Maria Rizzoli" - tel. 0815079111

Forio

Forio

· Municipio - 0813332911 · Comando Vigili Urbani - tel. 0813332978 · Cinema / Teatro Delle Vittorie Corso Umberto, 38 - tel. 081997487 · Giardini La Mortella - tel. 081986220

· Main switchboard of the municipality - 0813332911 · Traffic police headquarters - tel. 0813332978 · Cinema / Teatro Delle Vittorie Corso Umberto, 38 - tel. 081997487 · Giardini La Mortella - tel. 081986220

Serrara Fontana

Serrara Fontana

· Municipio - tel. 0819048811 · Comando Vigili Urbani - tel. 0819048832

· Main switchboard of the municipality - tel. 0819048811 · Traffic police headquarters - tel. 0819048832

Barano

Barano

· Municipio - tel. 081906711 · Polizia Municipale - tel. 081906719 · Stazione Carabinieri - tel. 081906463

· Main switchboard of the municipality - tel. 081906711 · Municipal Police - tel. 081906719 · Carabinieri - tel. 081906463


Dalla terraferma verso l'Isola d'Ischia / From mainland to the island

Orari marittimi

Partenza

Departure 04:10 04:10 05:00 06:10 06:15 07:25 07:35 08:15 08:15 08:25 08:35 08:40 09:00 09:10 09:15 09:25 09:40 09:40 09:40 10:15 10:45 10:50 10:50 10:55 11:45 11:50 12:00 12:30 12:55 13:10 13:15 13:30 13:55 14:00 14:10 14:30 14:35 14:35 14:45 15:00 15:05 15:10 15:30 15:45 16:20 16:20 16:30 17:05 17:20 17:20 17:30 17:55 18:15 18:30 18:30 18:35 18:55 19:00 19:00 19:25 19:35 19:45 20:20 20:30 21:55 23:00 20:30 21:30 21:55 23:00

Arrivo Imbarco

Arrival 04:45 05:10 05:25 07:10 07:45 07:55 08:25 09:25 09:15 09:25 09:55 09:40 10:10 09:30 10:15 09:45 10:30 10:10 11:00 11:25 12:15 11:50 11:40 11:25 12:45 12:20 13:10 13:30 13:40 14:10 13:35 14:40 14:10 15:00 15:40 14:55 15:35 15:20 15:45 16:10 16:15 16:40 16:20 17:15 17:20 16:50 17:30 17:25 18:10 18:30 19:00 18:55 19:15 19:50 19:40 19:00 20:00 20:00 19:15 21:00 20:00 20:05 21:05 20:55 23:30 23:25 20:55 22:50 23:30 23:25

From Pozzuoli Pozzuoli Procida Pozzuoli Calata Porta Massa Procida Napoli Beverello Pozzuoli Napoli Beverello Napoli Beverello Calata Porta Massa Napoli Beverello Pozzuoli Procida Pozzuoli Procida Napoli Beverello Procida Napoli Beverello Pozzuoli Calata Porta Massa Napoli Beverello Napoli Beverello Procida Napoli Beverello Procida Pozzuoli Napoli Beverello Napoli Beverello Napoli Beverello Procida Pozzuoli Procida Pozzuoli Calata Porta Massa Procida Napoli Beverello Napoli Beverello Napoli Beverello Pozzuoli Pozzuoli Calata Porta Massa Napoli Beverello Calata Porta Massa Napoli Beverello Procida Pozzuoli Procida Napoli Beverello Napoli Beverello Calata Porta Massa Napoli Beverello Napoli Beverello Calata Porta Massa Pozzuoli Procida Pozzuoli Napoli Beverello Procida Calata Porta Massa Procida Procida Napoli Beverello Procida Calata Porta Massa Procida Procida Calata Porta Massa Calata Porta Massa Procida

Scalo Stop

Procida Procida

Procida Procida Procida

Ischia Procida Procida Ischia Procida Procida Procida

Procida Ischia Procida Procida Procida

Ischia Procida Procida

Procida Procida Procida

Procida

Procida

Destinazione Armatore Mezzo

To Procida Ischia Ischia Ischia Ischia Ischia Ischia Casamicciola Forio Casamicciola Ischia Ischia Casamicciola Casamicciola Casamicciola Ischia Ischia Ischia Forio Casamicciola Ischia Forio Ischia Casamicciola Ischia Ischia Casamicciola Casamicciola Ischia Ischia Casamicciola Casamicciola Ischia Ischia Ischia Ischia Forio Ischia Ischia Casamicciola Pozzuoli Ischia Ischia Casamicciola Casamicciola Ischia Ischia Casamicciola Ischia Forio Ischia Ischia Ischia Ischia Casamicciola Ischia Ischia Casamicciola Ischia Ischia Ischia Casamicciola Ischia Ischia Ischia Ischia Ischia Casamicciola Ischia Ischia

Company Medmar Medmar Medmar Medmar Caremar Caremar Alilauro Medmar Alilauro Snav Medmar Caremar Caremar Snav Medmar Caremar Alilauro Caremar Alilauro Caremar Caremar Alilauro Alilauro Caremar Caremar Caremar Medmar Snav Alilauro Caremar Snav Medmar Caremar Caremar Medmar Caremar Alilauro Alilauro Caremar Medmar Medmar Caremar Alilauro Caremar Snav Caremar Medmar Snav Alilauro Alilauro Caremar Alilauro Caremar Medmar Medmar Caremar Caremar Snav Caremar Caremar Caremar Snav Alilauro Caremar Caremar Caremar Caremar Medmar Caremar Caremar

Ship Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Aliscafo Traghetto Aliscafo Aliscafo Traghetto Aliscafo Traghetto Aliscafo Traghetto Aliscafo Aliscafo Traghetto Aliscafo Traghetto Traghetto Aliscafo Aliscafo Traghetto Aliscafo Traghetto Traghetto Aliscafo Aliscafo Aliscafo Aliscafo Traghetto Aliscafo Traghetto Traghetto Traghetto Aliscafo Aliscafo Aliscafo Traghetto Traghetto Traghetto Aliscafo Traghetto Aliscafo Traghetto Traghetto Aliscafo Aliscafo Aliscafo Traghetto Aliscafo Aliscafo Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Aliscafo Aliscafo Traghetto Traghetto Aliscafo Aliscafo Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto

Nota

Note Esclusi Giovedì e Domenica Esclusi Giovedì e Domenica Esclusi Giovedì e Domenica Feriale - Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico - Feriale Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico - Feriale Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico

Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico - Feriale

Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Residuale Residuale Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Residuale Residuale Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico

Obbligo serv. pubblico

Residuale - Solo Venerdì e Sabato

La redazione non è responsabile per eventuali modifiche ed annullamento delle corse in tabella, per sicurezza si consiglia di contattare le biglietterie:

· Alilauro Ischia: 0814972242 - Forio: 0814972255 - Beverello: 0814972252 - Mergellina: 0814972249 · Medmar Ischia / Beverello: 0813334411


Dall'Isola d'Ischia verso la terraferma / From the island to mainland Partenza Arrivo Arrival 03:45 03:00 05:30 07:30 07:45 06:55 07:20 07:45 07:00 07:50 07:25 07:25 08:15 08:00 08:30 07:50 08:45 09:05 08:50 09:30 09:30 10:15 10:15 10:25 10:05 10:45 11:20 11:15 10:35 12:05 10:55 12:05 11:50 12:30 12:30 12:35 14:30 13:25 14:00 14:00 14:10 14:40 15:20 14:05 14:50 14:50 15:30 16:05 15:50 16:50 17:05 17:05 17:25 17:55 17:40 17:50 18:50 17:50 18:00 18:40 18:35 18:00 20:00 20:55 19:55 21:45 19:15 20:10 20:00 20:55 19:55 21:45

Imbarco

From Ischia Ischia Ischia Casamicciola Ischia Ischia Ischia Ischia Ischia Forio Ischia Casamicciola Casamicciola Ischia Ischia Ischia Ischia Casamicciola Ischia Ischia Ischia Ischia Forio Ischia Casamicciola Casamicciola Casamicciola Ischia Ischia Ischia Ischia Casamicciola Casamicciola Forio Ischia Ischia Casamicciola Casamicciola Ischia Forio Ischia Casamicciola Ischia Casamicciola Ischia Ischia Ischia Casamicciola Ischia Ischia Forio Ischia Ischia Ischia Ischia Casamicciola Ischia Ischia Casamicciola Casamicciola Casamicciola Casamicciola Ischia Ischia Ischia Ischia Casamicciola Ischia Ischia Ischia Ischia Ischia

Scalo

Stop Procida

Procida Procida Ischia Procida Procida

Procida Ischia Procida Procida Procida

Ischia Procida Procida Procida Ischia

Procida Procida Ischia Procida

Procida Procida Procida Procida

Procida

Destinazione

To Pozzuoli Procida Pozzuoli Pozzuoli Napoli Porta di Massa Procida Napoli Beverello Napoli Beverello Procida Napoli Beverello Procida Procida Napoli Beverello Napoli Beverello Pozzuoli Procida Pozzuoli Napoli Porta di Massa Procida Pozzuoli Napoli Beverello Napoli Porta di Massa Napoli Beverello Napoli Beverello Procida Napoli Beverello Pozzuoli Napoli Beverello Procida Napoli Porta di Massa Procida Pozzuoli Procida Napoli Beverello Pozzuoli Napoli Beverello Napoli Porta di Massa Procida Napoli Beverello Napoli Beverello Napoli Beverello Pozzuoli Napoli Porta di Massa Procida Napoli Beverello Procida Napoli Beverello Pozzuoli Procida Napoli Porta di Massa Napoli Beverello Napoli Beverello Napoli Beverello Napoli Porta di Massa Napoli Beverello Pozzuoli Napoli Porta di Massa Procida Procida Pozzuoli Napoli Beverello Procida Napoli Beverello Napoli Porta di Massa Procida Napoli Porta di Massa Napoli Beverello Calata Porta Massa Napoli Beverello Calata Porta Massa Procida Calata Porta Massa

Armatore Mezzo

Company Medmar Medmar Medmar Medmar Medmar Medmar Alilauro Caremar Caremar Alilauro Caremar Snav Snav Alilauro Caremar Caremar Medmar Medmar Caremar Caremar Alilauro Caremar Alilauro Alilauro Snav Snav Medmar Caremar Caremar Medmar Medmar Medmar Caremar Alilauro Caremar Alilauro Caremar Caremar Caremar Alilauro Alilauro Medmar Caremar Snav Alilauro Caremar Caremar Medmar Caremar Caremar Alilauro Alilauro Caremar Medmar Alilauro Medmar Caremar Caremar Caremar Caremar Snav Snav Alilauro Caremar Caremar Caremar Snav Medmar Alilauro Caremar Caremar Caremar

Ship Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Aliscafo Aliscafo Aliscafo Aliscafo Traghetto Aliscafo Aliscafo Aliscafo Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Aliscafo Traghetto Aliscafo Aliscafo Aliscafo Aliscafo Traghetto Aliscafo Aliscafo Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Aliscafo Traghetto Aliscafo Traghetto Traghetto Aliscafo Aliscafo Aliscafo Traghetto Traghetto Aliscafo Aliscafo Aliscafo Aliscafo Traghetto Traghetto Traghetto Aliscafo Aliscafo Aliscafo Traghetto Aliscafo Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Traghetto Aliscafo Aliscafo Aliscafo Traghetto Traghetto Traghetto Aliscafo Traghetto Aliscafo Traghetto Traghetto Traghetto

Nota

Note Esclusi Giovedì e Domenica Esclusi Giovedì e Domenica Feriale - Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Feriale - Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico - Feriale Obbligo serv. pubblico OSP - Escluso Sabato e festivi Obbligo serv. pubblico Solo sabato e domenica - Residuale Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico

Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Residuale Residuale Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico Residuale Obbligo serv. pubblico

Maritime Timetable

Departure 02:30 02:30 04:30 06:20 06:25 06:25 06:30 06:45 06:45 06:50 07:00 07:10 07:10 07:10 07:20 07:20 07:45 07:45 08:20 08:20 08:40 08:45 09:15 09:35 09:45 09:45 10:10 10:15 10:15 10:35 10:35 11:05 11:20 11:20 11:30 11:45 12:55 12:55 13:00 13:00 13:20 13:30 13:50 13:50 14:00 14:30 14:30 15:05 15:20 15:20 15:55 16:15 16:25 16:35 16:50 16:50 17:20 17:20 17:30 17:30 17:40 17:40 19:10 19:25 19:25 20:15 18:30 18:50 19:10 19:25 19:25 20:15

Obbligo serv. pubblico Obbligo serv. pubblico

Residuale Residuale - Da Giovedì a Domenica Obbligo serv. pubblico

The editing is not responsible for any changes or variations of the maritime timetable and recommends that you contact the ticket offices in advance:

· Snav Casamicciola: 3487013471 - Beverello: 0814285555 · Caremar Ischia: 081984818 - Beverello: 0815513882 - Pozzuoli: 0815262711

Aggiornamento / Update: 11-12-2013



IschiaNews dicembre 2013 Il Natale incantato