Page 1

Anno 1 - numero 8 -dicembre 2010 - periodico a distribuzione gratuita www.ischianews.com

Buon Natale!

Merry Christmas!


Sommario

Summary 6

In copertina: Castello Aragonese foto di Enzo Rando

Cover: Castello Aragonese photo by Enzo Rando

8 25 EDITORIALE EDITORIAL TRADIZIONI TRADITIONS Che magnifica avventura! 16 6 La Vigilia di Natale Un anno con noi

Ricordi di un tempo

One year with us

Past memories

What an amazing adventure!

Christmas Eve

Presepe ATTUALITA’ NEWS IlUna tradizione vivente 8 The Crib Intervista a Maurizio Maddaloni

25

Interview with Maurizio Maddaloni

30

Presidente della Camera di Commercio di Napoli

President of Chamber of Commerce in Naples

A living tradition

Microtaxi

Lo storico mezzo

Microtaxi

The historical vehicle


16 Direttore responsabile: Enrico Deuringer

Redazione:

Luisa Cuomo Rossella Guarracino Maria Grazia Orlacchio Maurizio Orlacchio Clementina Petroni Luciano Pignataro Rosario Scotto di Minico

Hanno collaborato: Anna Parlato Dmitri Tereshchenko

30

Grafica:

Katia Serio

Impaginazione

Mariasilvia Patalano

42

Traduzioni

Milena Barbieri

Foto

20

Enzo Rando Malvarosa edizioni Massimo Pilato

Editore:

Ischia News S.r.l. www.ischianews.com

65 PERSONAGGI L’Eremita dell’Epomeo Un’accoglienza speciale

CHARACTERS 20

The Hermit of Epomeo A special welcome

PRODOTTI TIPICI Forastera 2009

LOCAL PRODUCTS 65

Ischia D.O.C. di Pietratorcia

Forastera 2009

A.O.C. Ischia by Pietratorcia

TERME Sorgeto

Le terme per tutti

Sorgeto

Thermae for everyone

THERMAE 42

Registrazione Tribunale di Napoli R.G. 8733/09 Printed in: Tipografia Monti - (LT) Copyright Ischia News S.r.L 2010 Tutti i diritti riservati. E’ vietata la riproduzione dell’uso anche parziale di testi, illustrazioni e foto.

RUBRICHE Notte di San Silvestro Calendario eventi Cucina Prodotti tipici Luoghi di interesse Strada del vino Ristoranti Orari autobus Numeri utili Orari marittimi

COLUMN 35 36 47 54 56 58 62 66 68 70


CHE MAGNIFICA AVVENTURA!

E’

trascorso un anno dall’inizio della nostra magnifica avventura in cui abbiamo cercato di realizzare il sogno di condividere e tentare di trasmettere l’amore che abbiamo per la nostra Ischia a tutti coloro che, affascinati dalla sua bellezza, senza dubbio violentata negli ultimi tempi, vogliano conoscerla, imparare ad amarla e a difenderla. In tanti ci hanno incoraggiato e dato fiducia perché questo sogno si realizzi. E così la nostra avventura continua nella consapevolezza che la strada intrapresa è quella giusta per difendere le eccellenze del territorio, preservandolo dall’incuria e dagli abusi che violentano l’isola ogni giorno nel profondo. Abbiamo invitato gli amministratori ischitani a bandire gradualmente la plastica, perché Ischia diventi per tutti l’isola no-plastic. Una scelta ecosostenibile in questo senso riscuoterebbe senza dubbio un grande interesse in tutto il mondo, riportando subito Ischia alla ribalta delle cronache internazionali. Abbiamo parlato della necessità di realizzare sul territorio un impianto di compostaggio per chiudere il ciclo virtuoso della raccolta differenziata dei rifiuti. Abbiamo denunciato il mare sporco, frutto dei tanti scarichi abusivi e dell’atavica mancanza di depuratori. E a tal proposito abbiamo raccomandato alle Istituzioni di non perdere tempo per impiantare a mare quelle strutture di modernissima concezione e,

6

di Enrico Deuringer

What an amazing adventure! by Enrico Deuringer

One year has passed since our adventure began and during this period we have tried to realized the desire to share and trend to transmit it to everyone fascinated by love for beauty of our island, whish recently spoiled appears, to everyone wants know it, learn to love and defend it. Many people have encouraged because this plan come true. And so our adventure carries on hoping the way is that right to defend the soul’s beauty, defending it by abuses day by day. We have invited the administrators of the island to

abolish gradually plastics because Ischia becomes the no-plastic island. An eco-sustainable choice would win interest all over the world, and in this way Ischia makes a comeback in international chronicles. We have talked about the idea of realizing a composting system in order to close the virtuous circle of the separate collection of rubbish. We have denounced polluted sea, result of the abusive jettisons and of atavistic lack of purification plants. We have warned the Institutes not to stall for time and


7 dicono, di comprovata efficacia, denominati Muds e Recam che la provincia ha deciso di finanziare nel numero di sette, portando così le isole d’Ischia e Procida all’avanguardia nella depurazione biologica del mare, per salvaguardare il Regno di Nettuno, la nostra Area marina protetta. Abbiamo condiviso l’appello lanciato dalla cultura rurale ed enogastronomica italiana, promosso dallo Slow Food di Ischia e Procida, per fermare la cementificazione selvaggia e per difendere l’agricoltura e l’ambiente isolano, non sacrificando più nemmeno un metro quadro di territorio alla dissennata devastazione della natura. Tutto questo perché crediamo fortemente che puntare sulle sue straordinarie eccellenze paesaggistiche, sul suo ambiente ancora incontaminato e sulla qualità dei saperi e dei sapori della terra sia per Ischia la bussola da seguire nella piena ecosostenibilità per ritrovare la strada di un turismo di grande qualità, puntando, al contempo, su un’offerta turistica competitiva per vincere la concorrenza dei mercati europei limitrofi e dei paesi asiatici. Buon Natale e felice Anno Nuovo.

install into the sea these structures of new generation and proved efficacy, called Muds and Recam and financed by Provincia becoming seven the components with the islands of Ischia and Procida as islands made up of cuttingedge technology in the sea biological purification, all this is necessary to safeguard the “Regno di Nettuno”, our marine protected area. We have shared the appeal by the rural and gastronomic Italian culture, promoted by Slow Food of Ischia and Procida, in order to stop the uncontrolled development, agriculture

and insular area, to not scarify either one square metre of the territory to the natural crazy devastation. All this because we believe deeply in the confidence of the landscape excellences, in its unpolluted area and in its learning and taste qualities for Ischia following the compass towards the eco-sustainability to re-found the tourism way of high level, creating a competitive touristic offer to win the competition of the neighbouring European and the Eastern countries. Merry Christmas and happy New Year!


Intervista a Maurizio Maddaloni di Enrico Deuringer


H

a un compito delicato Maurizio Maddaloni come nuovo presidente della Camera di Commercio di Napoli. In quanto a lui spetterà il compito di guidare l’Ente camerale fino al 2015, puntando con decisione al rilancio del sistema imprenditoriale, dopo la crisi economica, secondo i dettami della nuova riforma, in cui è previsto che anche gli enti camerali debbano fare i conti con il patto di stabilità, contenendo i costi ma assicurando al contempo una maggiore efficienza nei servizi erogati. Maurizio Maddaloni è nato a Napoli, ha 55 anni, è laureato in Giurisprudenza, è un imprenditore del settore turistico e titolare di agenzie di viaggio specializzate nel settore dell’incoming internazionale con sedi su tutto il territorio nazionale. Attualmente è anche presidente di Confcommercio Campania, componente del Consiglio nazionale di Confcommercio, consigliere nazionale di Fiavet e presidente onorario della Fiavet Campania-Basilicata. E da poco, dopo averne ricoperto il ruolo di consigliere delegato, è il nuovo presidente dell’Isnart, l’Istituto nazionale di ricerche per il Turismo di Unioncamere. Tante le cariche che ricopre come quella di vicepresidente di Fasdac, il fondo di assistenza nazionale per i dirigenti del Terziario, in quanto fin dal 1995 è stato componente del Consiglio e della Giunta della Camera di Commercio della Provincia di Napoli, componente di Giunta di Unioncamere Campania e vicepresidente nazionale di Confcommercio con delega al Mezzogiorno e componente della Giunta nazionale di Confcommercio. Ha ricoperto inoltre l’incarico di vicepresidente di Promuovi Italia e di consigliere dell’Enit. E’ componente del Rotary club Napoli Posillipo e quando ha tempo ama mettersi ai fornelli, con ottimi risultati. Infatti l’anno scorso ha vinto il primo premio nella categoria “Vip e stampa ai fornelli”, nell’ambito della manifestazione “Sapori e Saperi”, con una succulenta pasta e patate. Maurizio Maddaloni frequenta Ischia fin da bambino e tutt’ora ama venire nella nostra isola per ritemprarsi dalle fatiche del lavoro. Un amore che traspare evidente dall’intervista che, con la consueta gentilezza ci ha voluto

9 An interview with Maurizio Maddaloni by Enrico Deuringer

Maurizio Maddaloni as new president of Chamber of Commerce of Naples, has a difficult exercise. His exercise is to guide the Chamber until 2015, presenting the entrepreneurial activity, after the economic crisis, according to the dictates of the new reform, which concerns that the authorities must respect the pact of stability, keeping down the costs but at the same time ensuring a great efficiency in services. Maurizio Maddaloni was born in Naples, he is 55 years old, he has a degree in law, he is a businessman in the tourist sector and promoter of travel agencies learned in the incoming international sector with offices in all national territory. Currently he is also president of Confcommercio Campania, member of National Council of Confcommercio, national councillor of Fiavet and honorary president of Fiavet Campania-Basilicata. Recently, after the position as managing director, he is the

new president of Insnart, the National Institute of researches for tourism of Unioncamere. He holds many offices like deputy president of Fasdac, Fund of national assistance for leaders of tertiary, until 1995 he was member of Chamber Council of Commerce of Provincia di Napoli, member of Campania Uniocamere Council and National deputy president of Confcommercio with proxy to ‘Mezzogiorno’ and member of Confcommercio National Council. He has discovered the exercise of deputy president of Promuovi Italia and councillor of Enit. He is member of Rotary Club Napoli Posillipo and when he can, he prefers to cook, in excellent way. In fact last year he won the first prize as “Vip e stampa ai fornelli”, in the field of performance “Sapore a Saperi”, presented a juicy pasta and potatoes. Maurizio Maddaloni comes to Ischia since he was child and now he loves to visit our island to switch off.


10 concedere. Presidente come si può rilanciare il turismo fronteggiando le continue emergenze che devastano il nostro territorio? Innanzitutto puntando al miglioramento dell’offerta esistente e alla creazione di sistemi turistici di qualità e incoraggiando l’iniziativa imprenditoriale. E naturalmente creando un ambiente favorevole alle imprese rendendo più efficienti i servizi pubblici e migliorando l’accesso ai finanziamenti anche per le imprese stagionali. La nuova amministrazione regionale inoltre, dovrà farsi carico di queste due esigenze, varando in tempi brevi la legge di riforma del settore. Noi siamo pronti a collaborare. Come si esce dall’emergenza rifiuti che condiziona qualsiasi attività nella nostra Regione? Si esce con un grande sforzo da parte di tutti gli attori istituzionali per realizzare un modello a medio termine di ciclo integrato dei rifiuti e che non si inceppi a scadenze più o meno fissate. C’è bisogno della collaborazione di tutti e anche del sistema di rappresentanza delle imprese. Come ente camerale infatti, siamo in prima linea impegnati sul fronte della tracciabilità dei rifiuti e sull’applicazione del Sistri. Si tratta di una vera e propria rivoluzione che comporterà una fase di partenza al rallentatore. Ma rappresenta un efficace sistema per combattere l’abusivismo e la criminalità organizzata che per anni ha allungato le mani sul business dei rifiuti. Come magazine stiamo portando avanti una campagna di sensibilizzazione per una buona differenziata ma soprattutto per una riduzione graduale della plastica, per arrivare a bandirla dall’Isola, cosi’ da promuovere Ischia come l’isola no-plastic. Cosa ne pensa? La raccolta differenziata è lo snodo fondamentale del ciclo dei rifiuti. E le

A love that is evident by the interview with him. President, how is it possible to relaunch the tourism facing the continuos emergencies that devastate our soil? First of all it’s important to find the improvement of the existent offer and of the creation of high quality touristic systems and encourage the business venture .It’s important to create a positive field making more efficient the public services and improving the access to funds also for seasonal enterprises. Further the new regional administration, will have to make oneself responsible for these needs, passing the law of the sector reform soon. We are ready to collaborate. How can we the rubbish leave emergency that influences every activities of our region?

It’s possible to leave it with great effort from all the institutional actors to realize a model to middle term of integrated rubbish circle and respecting the terms. It is necessary the collaboration of everyone and of the representation business system. As member of the Chamber, we are in front line to improve the traceability of rubbish and the use of Sistri. It is a real revolution that will involve a start phase in slow motion. But it represents an effective system to fight unauthorized building and organized crime that for years has managed the rubbish business. As magazine, we are supporting an awareness campaign to a good separate collection but especially to a gradual decrease of plastic, to abolish it from the island, so it will be declared Ischia as the noplastic island. What do you think about it?


12 amministrazioni comunali che hanno puntato sulla differenziata, oggi possono contare danni minori a causa della chiusura delle discariche e della saturazione dei siti di tritovagliatura e compostaggio. Incoraggiare l’uso corretto dei materiali plastici di consumo nei siti turistici e, nello specifico nell’isola d’Ischia, rappresenta una scelta da condividere senza tentennamenti. Un obiettivo questo che deve essere centrato anche e soprattutto con il contributo fattivo del sistema delle imprese.

The waste separation represents the most important event of the rubbish circle. The municipal administrations have aspired to waste separation, now they can count lower damages because of the dumps closing E per il mare sporco? Varrebbe la pena di and the saturation installare i Muds e i Recam che la Provincia of composing. ha deciso di finanziare nel numero di sette, Encouraging the portando così le isole d’Ischia e Procida correct use of all’avanguardia nella depurazione biologica consumer plastic del mare? materials in tourist locus, and especially Il mare è la risorsa principale dell’isola verde. for Ischia, represents Il suo primo e grande tesoro da tutelare. a choice to share E il monitoraggio del suo stato di salute without vacillations. è sicuramente una priorità, come anche Aim to achieve must l’utilizzo di tutte le tecnologie e le risorse be obtained with esistenti per conservare la flora marina e the contribution of la purezza dell’acqua dell’isola, da sempre business system. vanto degli isolani e di quanti, me compreso, scelgono il mare di Ischia per trascorrere About polluted sea? qualche momento di relax. Is it worthwhile installing Muds and Ischia quindi sta vivendo un momento Recam that Provincia particolare che va oltre l’attuale decided to finance for congiuntura economica. Abbattimenti, seven, being Ischia dissesto del territorio, lavoro, sanità, and Procida in this continuità territoriale, gestione rifiuti, way in the forefront inquinamento. Ischia, insomma, sembra of sea biological vivere sempre in continua emergenza. Cosa purification? si può fare nell’immediato? The sea is the Innanzitutto rafforzando l’immagine principal re source dell’isola attraverso una forte azione of the green Island. condivisa tra tutti gli operatori turistici. Fare Its first and great sistema è la strada obbligata per vincere la treasure to protect. competizione dei mercati internazionali. E The supervising of puntando naturalmente sui tesori dell’isola. its state is certainly Dal termalismo fino all’offerta di qualità a priority, as also di servizi turistici. C’è bisogno però anche the use of every di un impegno ulteriore per ripristinare le

technology and existing resources to conserve the marine flora and the water purity of the island, all along it is the glory of the island people and of all, myself included choosing the Ischia sea to pass relax moments. So, Ischia is living a particular moment that is over the present economy situation. Demolitions, geological instability, job, health service, territorial continuity, waste management, pollution. Ischia, seems to live always an emergency. What is it possible to make immediately? First of all, it’s important to enforce the Island image through a strong action shared with every tour operator. It’s necessary to create a system to win competition with international markets and so to protect island treasures. From the Thermal springs to the offer of quality tourist services. It’s necessary more


13 condizioni di agibilità imprenditoriale per i tanti operatori che vivono sulla loro pelle la crisi globale. Ma anche il gap infrastrutturale che caratterizza numerosi siti turistici della nostra area metropolitana. Su questi fronti, l’ente camerale è pronto a fare la propria parte, nel rispetto dei ruoli e delle competenze specifiche degli enti locali. A partire dalla Regione Campania che dovrà varare, in tempi brevi, la legge di riforma del turismo.

efforts to reestablish conditions of business fitness for many operators that feel this global crisis. But also the infrastructural ‘gap’ that characterized numerous tourist sites of our L’isola d’Ischia ha un grande valore aggiunto metropolitan area. In this case, the i suoi giacimenti culturali come il Castello council member is Aragonese, la Torre di Michelangelo, il ready for action, in Museo Archeologico di Villa Arbusto, la respect of roles and Colombaia di Luchino Visconti, i Giardini specific duties of de “La Mortella”e i sapori e saperi della sua the local members. enogastronomia che non sempre vengono promossi come meritano. Quali strategie per The first will be the Regione Campania valorizzarli e migliorarne la fruibilità? that, in a short time, must pass Questi tesori nascosti rappresentano un potenziale enorme per il rilancio delle attività the law of tourist reform. turistiche isolane. Insieme al termalismo è necessario puntare, con apposite strategie di The Island of Ischia marketing, anche sugli itinerari culturali e has many cultural sull’offerta enogastronomica di qualità. Ma, voglio ripeterlo con decisione,

attractions like the Castello Aragonese, the Tower of Michelangelo, the Archaeological Museum of Villa Arbusto, the Colombaia by Luchino Visconti, the Giardini de La Mortella and ‘sapori e saperi’ about its gastronomy that often are not appreciated as it should be. What type of strategies should be used for improving the usability? These hidden tresures represent an important element for the re-launching of


è necessario fare fronte comune e superare l’individualismo imprenditoriale e le logiche di campanile. Anche perché chi ha puntato sull’enogastronomia e sulla valorizzazione dei siti monumentali locali può testimoniare quanto faccia da moltiplicatore di sviluppo e di reddito la leva del turismo culturale e di qualità.

the tourist insular activities. With the thermal springs it’s necessary to aim the marketing strategy, also to cultural itineraries and to gastronomic offer. But, it’s necessary E sul comune unico, da molti invocato to face the business sull’Isola per la risoluzione dei mali che venture. affliggono Ischia. Qual è la sua posizione? Because who has E’ un processo che sta maturando. Anche questa aimed to the quality of wine and food or una strada obbligatoria e da percorrere senza to the development ostacoli e nell’interesse comune dell’isola. Si of local monumental tratta di riaffermare un forte marchio unico, sites can explain già esistente e conosciuto in tutto il mondo. E how it’s important to i vantaggi ci saranno per tutti. Per chi lavora e produce sull’isola e soprattutto per i cittadini improve the cultural tourism. costretti a confrontarsi quotidianamente con troppe burocrazie spesso in conflitto tra loro. And about the unique municipality, many people Lei è anche Presidente dell’Isnart, l’Istituto believe necessary nazionale di ricerche per il Turismo di Unioncamere ed è impegnato nel promuovere as resolution of the problems in un’offerta turistica competitiva e di qualità Ischia. What is your nella nostra Regione? position? L’istituto di ricerche sul turismo del sistema It’s a work in Unioncamere da me presieduto ha come progress. Also this missione principale la realizzazione di studi obligatory way must e pubblicazioni sul turismo. Ma anche e be walked without soprattutto si adopera per innalzare la qualità hurdles and in the dell’offerta ospitale e ridurre la disomogeneità common interests che caratterizzano l’offerta turistica di tutto il of the island. It’s territorio italiano. In Campania in particolare, important to reaffirm stiamo lavorando alla definizione di un an unique known marchio di qualità per le imprese turistiche and existent mark. regionali. Un progetto che sta per partire con Benefits will be for l’amministrazione di Palazzo Santa Lucia, la all. For who works quale si è impegnata a riconoscere il nostro and produces on the marchio come condizione necessaria per l’accesso ai finanziamenti regionali per le imprese del comparto.

Island but especially for who must face the competition daily. You are President of Isnart, National Institute of researches for tourism of Unioncamere. Are you interested in the promotion of a tourist and competitive offer in our region? The institute of researches of the Unioncamere system wants to realise studies and tourist publications. But also it wants to improve the offer quality and reduce the non-homogenous that characterized the tourist offer in Italy. In Campania, we are working to create a seal of quality for tourist regional companies. A plan which will be present with the administration of Palazzo Santa Lucia to recognize our seal as necessary condition to founds.

15


La Vigilia di Natale di Clementina Petroni


17

A

quei tempi l’inverno era rigido, caratterizzato da ponente e tramontana. Le provviste di pomodori, conserva, noci, fichi, servivano per trascorrere con serenità e benessere i mesi più difficili dell’anno. Chiusa come in un guscio Forio si preparava al lungo letargo, che non era passività o non partecipazione, ma semplicemente un modo di vivere umano, fatto di incontri, dialoghi, intese, feste e cene organizzate in poche ore e vissute profondamente, con la consapevolezza di vivere piccole gioie in modo vero. Novembre era il mese in cui venivano celebrate Sante Messe e preghiere per i defunti. Le piogge abbondavano e la campagna si rinvigoriva. Gli alberi erano già tutti spogli ed il braciere riscaldava la casa con il suo caratteristico profumo di fascine e scorze di mandarino. Erano i giorni in cui si attendeva con trepidazione l’arrivo degli zampognari, che arrivavano da paesini arroccati nelle montagne di Benevento, Avellino e Frosinone. Venivano sempre uno vecchio e l’altro giovanissimo. L’anziano era benvoluto e conosciuto da tutte le famiglie del paese. Si chiamava Don Clemente ed era bravissimo a suonare la cornamusa. Il giovane pare fosse il figlio. Quest’ultimo era timido, smilzo e con la faccia piena di lentiggini. Spesso erano ospitati presso alcune famiglie, per il pranzo e la cena, e quando al mattina all’alba sentivamo il suono della zampogna eravamo felici di svegliarci dal sonno, perché quell’antica melodia evocava sensazioni di gioia per la festa più bella e più attesa dell’anno. Il Natale era per noi un momento magico, che ci avvolgeva teneramente come un abbraccio e lo vivevamo profondamente, soprattutto nelle piccole emozioni quotidiane. Anche il profumo di roccocò che si spandeva tra San Gaetano e la Spiaggia del Molo, dove nel forno di Geppino Filimin “Trav e Fuoc” venivano messi a cuocere da molte massaie del centro, ci procurava sensazioni piacevoli. Non mancavano le serate in cui riunendoci nelle case o negli scantinati giocavamo a tombola. Tra una tombolata e l’altra si accendeva il giradischi e si raccontavano barzellette, “Cunt dei munaciell”

Christmas Eve

by Clementina Petroni

At that time winter was bitter, characterized by west and north winds. The tomato feeds, conserve, nuts and figs were used for passing the hard months year peacefully. Forio, gone into one’s shell, prepared itself for the long hibernation, which didn’t’ represent passivity or not participation, but simply a human way of living made up of meets, dialogues, intensive parties and organized dinners in few hours, but lived deeply, with the awareness of living little joys in true way. During this time people waited for the arrival of the pipers, that came from protected villages of Benevento, Avellino and Frosinone mountains. The two pipers were usually one very young and one old. Often they were put at some families to lunch and dinner up, and when at dawn, we heard the sound of the bagpipes,

we were happy to wake up, because that ancient melody evoked emotions on the occasion of the more nice and awaited celebration of the year. To us, Christmas was a magic moment, which looked us over like a hug and we felt it deeply, especially in the little daily emotions. Also the perfume of roccocò (a typical Neapolitan cake) in the street of S. Gaetano and the Beach of Molo, stirred up nice sensations. Some evenings we stayed at home or at basements, we played tombola. Between a nice tombola and another we turned on the record player, we told jokes, we organized plays and we sang. The day that we felt Christmas deeply as part of our self, it was the day of Christmas eve. At that time, my brother, Michele, who had shop and house between the


18 e “lupi mannari”. Si organizzavano giochi e si cantava. C’erano le novene dell’Immacolata e quella che precedeva il Natale. Ci si svegliava all’alba infreddoliti e assonnati, e nel silenzio della notte era bello sentire sul selciato i passi frettolosi e i rintocchi delle campane. Il giorno in cui il Natale lo sentivamo nel cuore come parte di noi stessi, era la vigilia del ventiquattro dicembre. A quell’epoca mio fratello Michele che aveva bottega e abitazione tra la “Libreria Mattera” e il bar “La lucciola” collocava sopra la porta di ingresso un altoparlante con musiche e canti natalizi. Alle tre di notte era già indaffarato per preparare l’orzo, il latte con la cioccolata, liquori, panettone, roccocò, pasta e fagioli e il pane e pomodoro. Tra la libreria e la sua casa, Vito Mattera accendeva tante luci colorate e attendeva l’arrivo di Gino Coppa, per andare sul pontile e ammirare le stelle, che con il freddo pungente sembravano dei diamanti incastonati nel cielo. Anche il bar “La lucciola” che apriva a notte fonda, contribuiva a rendere viva quella piazza con i tanti addobbi alle vetrine ed il calore dei proprietari, ricchi di umanità e di comunicativa. Le luci delle case nella Piazza di San Gaetano e Vico Marina si accendevano le une dopo le altre. Le campane chiamavano a raccolta le genti. Non mancavano all’appuntamento natalizio tanti amici foriani, i pescatori della zona, ischitani come il rag. Nino Mattera, Michele Longobardo e tanti altri che volevano vivere quell’atmosfera di festa. Don Antonio Calise del bar “La lucciola”, accendeva

“Libreria Mattera” bookshop and “La Lucciola” bar, put above the front door a loudspeaker with Christmas music and songs. At 3 a.m. o’ clock he was already busy with preparations for barley, milk and chocolate, spirits, panettone (typical Christmas cake from Milan), roccocò, pasta and beans and bread with tomato. Between the bookshop and his house, many colour lights were turned on. Also “La Lucciola” bar, which was open late at night, helped to pay homage to that square with many decorations to windows shop and the owners’ great warmth. The lights of houses in “Piazza San Gaetano” and “Vico Marina”, turn on one by one. The bells gathered

people. People hoped the dawn was late among greetings, Christmas songs and jokes, because the dark joined us and we felt carefree forgetting sadness. Whenever people go out the church, it began to dawn. There was not more pasta and nuts, bread and tomato and other food. People pressed round streets and squares. The square of San Gennaro was full of fishermen and abundant fish baskets. The sunlight ended the magic of the dream, and emotions of that experience were only a memory pressed inside of us. Looking the sky, stars which had been our friends during the night, now they have disappeared. Also Sirio, the most luminous and near to Earth star, has now set.


19 sempre un falò nel piazzale antistante il bar e quel galantuomo ricco di spirito che era, si divertiva a provocare mio fratello dicendo che la sua pasta e fagioli era molto più saporita. Tra scambi di auguri, canti natalizi, battute in cuor nostro speravamo che l’alba tardasse ad arrivare, perché il buio ci accomunava facendoci dimenticare rancori e tristezze. Verso le sei il vecchio prete “Don Pietr’ e Zuozz” si avviava in chiesa, curvo con le scarpe larghe e senza lacci. Data l’età, le rughe gli appesantivano un occhio che rimaneva più chiuso rispetto all’altro. Egli esigeva il silenzio assoluto mentre officiava la Santa Messa e se sentiva bisbigliare si girava

verso i fedeli e con voce alterata gridava: “Stavt zitt…fetent”. Quando si usciva dalla chiesa, cominciava ad albeggiare. Della pasta e fagioli, pane e pomodoro e altre cibarie non rimaneva più niente. Le strade cominciavano ad affollarsi di persone indaffarate. La piazza di San Gaetano si riempiva di pescatori e ceste con abbondante pesce. La luce del giorno ci proiettava nella realtà, le emozioni di quelle ore prima dell’alba venivano sigillate nella nostra anima. Guardando il cielo, le stelle che ci avevano fatto compagnia, erano tutte scomparse. Anche Sirio, la stella più luminosa e vicina alla Terra era ormai tramontata.


L’Eremita dell’Epomeo di Clementina Petroni


21

Q

uelle giornate d’inverno erano fredde, The Hermit of Epomeo soprattutto con il vento di La tramontana by Clementina Petroni che soffiava da settentrione. Il cielo terso di un azzurro intenso e il mare profondamente blu Those winter days trasmettevano euforia, voglia di stare all’aperto were cold, especially per esplorare i sentieri e la montagna maestosa when the north e invitante. wind blew. The clear Era bello pensare a una meta felice e intense blue sky and raggiungere, con sforzo fisico, la cima the sea deeply blue, dell’Epomeo e l’Eremo di S. Nicola, il tempio conveyed euphoria sacro, il ricovero nel quale Frà Giovanni, and desire of going l’ultimo eremita dell’Epomeo, trascorreva out into the open il suo tempo nella completa solitudine, nel in order to explore silenzio che gli avvolgeva l’anima e gli paths and the inebriava i sensi e l’intelletto. solemn and alluring Ero felice di arrampicarmi per la mulattiera mountain. con la bisaccia, dentro la quale sistemavo l’acqua e la frutta, il pane, la sciarpa e i guanti It was nice thinking di lana. Ero entusiasta di vivere una giornata I could reach the top parrticolare e incontrare, of Epomeo and the strada facendo, i contadini che raccoglievano la ‘Eremo’ of S. Nicola, legna, curavano i loro vigneti e armeggiavano the retirement in nei cellai scavati nel tufo, ricchi di cunicoli, which Brother ragnatele, botti, tini e dal particolare e Giovanni, the last penetrante odore di vino e di muffa. hermit of Epomeo, Tutt’intorno c’erano ruderi, sentieri, castagneti, passed his time casette sparse dalle quali, attraverso i completely lonely, comignoli, si spandeva profumo di legna in silence, a silence ardente e di cibo cotto in pentola di creta. that looked his soul Percorrendo la mulattiera si poteva deviare over and filled with attraverso una scalinata di pietra dove c’era joy his sensations un poggio panoramico/dal quale si poteva and mind. ammirare 1’orizzonte lontano, i casolari e i villaggi rurali sparsi d’ogni I was enthusiastic intorno. Sembrava quest’ultimo un luogo sacro, because I passed con la sua piccola grotta, il grosso Crocifisso a special day scolpito nella pietra, numerose e ampie rocce meeting, along, levigate dall’acqua e dal vento con sporgenze, peasantries that rientranze, feritoie gathered firewood, e altri effetti particolari, apparendo quasi come they were interested sculture dalle rare forme, ricche di suggestione in vineyards and e di fascino. bustled about caves Un boschetto di lecci poco distante, si set in tufo, full of allungava fino alla torre del Falco, l’antica torre tunnels, cobwebs, di avvistamento ormai in rovina, sui cui i merli barrels and vats avevano costruito il proprio nido. C’era una which exhaled sorgente d’acqua fresca e limpida che sporgeva mouldy and wine da una pietra di tufo a forma di delfino. Il sole smell.

Driving the mule track, it was possible to deflect, , through a stone stairs where there was a panoramic knoll by which it was possible to admire the far horizon, cottages and country villages collocated all around. A grove of Holm-oaks onside, went on until the tower of Falco, the ancient control tower now in ruins, on which blackbirds created their nests. There was a fountainhead of fresh and pure water which came out by a tufo stone in form of dolphin. The sun filtered through Holm-oaks and get in dump soil, on yellow leaves. From here, it’s possible to see the top of Epomeo and the patio where Brother Giovanni, desiccated wheat and passed the most part of his days. The top appeared majestically wild and mysterious from there. Every physical effort would have been


23 filtrava attraverso i lecci e penetrava nella terra umida, sulle foglie ingiallite. Da quel luogo si poteva intravedere la vetta dell’Epomeo ed il terrazzino nel quale, Frà Giovanni, essiccava il grano e trascorreva gran parte delle sue giornate. Il sentiero era caratterizzato da rocce, anfratti, grotte, fino al punto in cui si giungeva ad una grande pietra di tufo verde nella quale erano stati scavati dei gradini che portavano in cima. Lo sguardo si spingeva in lungo e in largo, dai vigneti ai boschetti di castagno. La vetta del monte appariva da quel punto in tutta la sua maestosità, selvaggia e misteriosa. Era l’ultimo sforzo da sostenere per essere poi ricompensati dalla natura che si offriva tenera e forte, ricca e carezzevole e impenetrabile. Il profumo del pane, cotto dall’ eremita nel grande forno a legna, sembrava dare il benvenuto al turista, al pellegrino, al curioso, all’uomo in cerca di se stesso. Nel cortile antistante l’eremo e la chiesetta di S. Nicola, Frà Giovanni, con disarmante e schietta semplicità, accoglieva coloro che si avventuravano fin lassù, dove il cielo si poteva toccare quasi’ con mano. La presenza dell’ anziano frate che conosceva bene la montagna e ne custodiva i segreti più nascosti, appariva come una visione arcaica, dove mistero e magia si fondevano con il paesaggio circostante creavano un, atmosfera irreale. Era bello sedersi sulla scalinata di pietra dell’ antica chiesa di S.Nicola, ascoltare il sibilo del vento, le voci e il suono della natura, gustare un pezzo di pane appena sfomato/mentre Frà Giovanni, con voce pacata, raccontava storie e parlava del raccolto, trasmettendo una serenità completa, del corpo e della mente. Anche il suono della vecchia campana, sfiorata dal vento, contribuiva a creare armonia e pace. Con il crepuscolo e il freddo pungente della sera bisognava avviarsi a valle, per fare ritorno a casa. Accomiatarsi da Frà Giovanni e da quel suo mondo di pietre rocce, cespugli e profondi silenzi, diventava difficile e triste. Intanto la montagna e il suo singolare custode, ancora una volta, avevano compiuto il miracolo.

rewarded by nature that offered itself strong and soft, reach, caressing and impenetrable. The perfume of bread, put by the hermit into woodburning oven, seemed to welcome tourist, pilgrim, curious person and man in search of himself. In the courtyard before the ‘Eremo’ and the little church of S. Nicola, Brother Giovanni, with simplicity, gave a warm welcome to everyone arrived up there, where it could be beside oneself with joy. The presence of the old monk who knew well the mountain and guarded the hidden secrets, appeared as an ancient vision, where mysterious and magic mixed with the environment

creating an amazing atmosphere. It was nice to sit down on the stone stairs of the ancient church of S.Nicola, to hear voices and sounds of nature, to taste a piece of bread freshly baked while Brother Giovanni, quietly, told stories and talked to people about the narration, conveying serenity of body and mind. At twilight when the night biting wind it was necessary to go downstream to come back home. It’s always more difficult and sad to take leave of Brother Giovanni and of his world made up of stones, bushes and deep silences. Anyway the mountain and its unusual guardian, one more time, performed miracle.


Presepe Oratorio di S.Maria di Loreto - Forio

Il presepe di Rosario Scotto di Minico


25 Il presepe ad Ischia nche Ischia, come tutta la Campania, vanta l’antica tradizione del presepe. In ogni casa, scuola, chiesa, ufficio o vetrina, è possibile ammirare dei piccoli capolavori realizzati con molta passione. Nei presepi di Ischia si racconta la nostra storia, il nostro piccolo mondo antico, fatto di case dalle forme ischitane, spesso con annessa cantina ed orto, una ricosatruzione dettagliata dell’architettura e dei paesaggi contadini e delle tradizioni. Diventa così un racconto, nulla è dato al caso, il paesaggio, i mestieri, gli abiti di un tempo, la natura e tutto ciò che ci è stato lasciato in eredità, con racconti e vecchie immagini, tramandateci dai nostri avi. E’ attraverso il presepe che si può conservare e trasmettere la storia, gli usi e la cultura della nostra isola, che senz’altro arricchirà isolani e turisti. Gruppi di persone, adulti e bambini, uniti dalla grande passione per il presepe, sottraendo spesso del tempo alle famiglie, a partire dal mese di ottobre, si incontrano per dar vita a delle piccole e grandi opere, che si aprono al pubblico per un itinerario a tema intorno tutta l’isola. Opere che creano una atmosfera magica per le stradine del centro, con colori e musiche natalizie, spesso confuse tra loro per la breve distanza l’uno dall’altro.

A

The Crib in Ischia Ischia, such as the rest of Campania, boasts the ancient tradition of the crib. In every home, school, church, office or window shopping, it’s possible to admire masterpieces realized with passion and carefully. The crib of Ischia represents our story, our little ancient world, made up of houses in form of the Island itself, often there are cellars and kitchen gardens, it is a detailed re-building of architecture, of wild sceneries and of traditions.

In this way all seems a novel, nothing happens by chance, the scenery, the Il Presepe jobs, the ancient Il presepe è composto da vari ed importanti clothes, the nature elementi, quali lo “Scoglio” o plastico con and everything we un primo piano pianeggiante ed un secondo have inherited, montano con ripide salite e strette scale. Due with stories and old elementi imprescindibili, sono la grotta o le images handed by our rovine del tempio, a simboleggiare la caduta ancestors. Through del paganesimo, in cui viene collocata la sacra the crib we can famiglia ”il bene” ed una seconda grotta, observe and transmit l’osteria, simboleggiante “il male”. Non può the story, the customs esistere il bene senza il male. Spesso sulla grotta and the culture of tra gli angeli ci sono anche i diavoli, angeli our island, which decaduti, secondo la religione cattolica ed enriches the people indispensabile è il fiume con le sue lavandaie, of the island and the ovviamente non può mancare il ponte su cui tourists. transita Ciccibacco che trasporta su un carretto le botti trainato dal bue. Nella scena della natività altri elementi importanti sono, il bue che simboleggia “il sole” e l’asino “la luna”, quindi il

A group of people, grown-up people and kids, what draws them together is a deep interest in the tradition of crib, and they have not often time to dedicate to family. At the beginning of October, they met in order to create different works which are offered to the public for an appropriated itinerary around the island. These works create a magic atmosphere in the street of centre, with Christmas colours and music, which often mingle with others. The crib The crib consists of several important elements, like the ‘scoglio’ or a plastic model in which is present a first flat level and a second mountain one with steep roads and narrow stairs. The two important elements are the caves and the ancient temple ruins, as symbol of the fall of Paganism, where the Holy Family,


giorno e la notte, generalmente San Giuseppe viene collocato dal lato del bue e all’ingresso verranno posti due zampognari, il giovane con il flauto ed il vecchio con la zampogna, anche qui a simboleggiare il maschio e la femmina, mentre la mangiatoia resterà vuota fino alla notte del 24 dicembre, quando a mezzanotte verrà posto il bambino, l’opera sarà completata il 6 gennaio con l’arrivo dei Re Magi accompagnati dalla stella cometa. Il Presepe vivente Come è ormai tradizione, anche quest’anno Campagnano, il 29 dicembre 2010, tornerà a vestirsi di suoni luci e colori, con l’ottava edizione del presepe vivente organizzato dall’Associazione Villa di Campagnano. Un presepe con oltre 250 figuranti vestiti ad arte in abiti ottocenteschi. Un’atmosfera e una suggestione che solo Campagnano può offrire con la miriade di cantine, anfratti e grotte naturali.Tante saranno le novità, sia sotto l’aspetto organizzativo che gastronomico. Alle tante pietanze, preparate al momento dai cuochi in collaborazione delle donne del posto, con metodi antichi, che già in passato hanno riscosso tanto successo, ne saranno aggiunte delle altre. Protagonisti saranno i mestieri di un tempo, che a Campagnano sono ancora in uso perché radicati nella cultura del posto. Questo presepe si vive al fianco del panettiere, in attesa del pane caldo e profumato o del pizzaiolo che sforna una pizza, le donne che offrono cioccolata calda per i più piccini e vino caldo ricco di spezie agli adulti insieme a griglie di carne e salsicce e la pizza di farina rossa con le cicole, pietanza di un tempo, squisita ed ormai introvabile. Grazie alla mappa che all’ingresso sarà distribuita insieme ai “turnesi”, moneta corrente del presepe, si potranno visitare le tante botteghe ed acquistare piccoli oggetti realizzati dagli artigiani. Dalle ore 15.00 alle 22.00 bus navette collegheranno, dal parcheggio dello stadio Enzo Mazzella il luogo dell’evento. A tutti buon divertimento.

26

symbol of good, is set and a second cave has the Tavern as symbol of evil. Good cannot be exist without evil. Often above the cave, among angels there are also devils, fallen angels, such as described in Christianity and the river with its washerwomen is necessary, obviously there is the bridge on which Ciccibacco travels carrying barrels on the barrow hauled by an ox. In the scene of Nativity, other important elements are represented by the ox that is symbol of sun and the donkey as symbol of moon and so night and day, generally S. Giuseppe is set by the side of the ox and at the entrance two pipers are set, the young man with flute and the old man with reed- pipe as symbol of male and female, while the manger remains empty until the night of December 24th , when at midnight the child will be set, the work will be completed

on January 6th with the arrival of the Magi and of the star of Bethlehem. The living Crib It has become a tradition the living crib for people of the island and on December 29th,2010 there will be the eight performance of this tradition with lights and colours, organized by the association ‘Villa di Campagnano’. The crib counts more than 250 persons dressed in ancient nineteenthcentury’ clothes. An atmosphere and suggestion that only Campagnano can offer with a multitude of cellars, ravines and natural caves. The news will be different for the oganizing and gastronomic aspect. New dishes will be introduced in addition to the rest of dishes preparing in ancient way by experts in collaboration with local women. The ancient jobs used still now will be protagonists because in


Presepe Oratorio di S.Maria di Loreto - Forio


28 Campagnano are ingrained in the local culture. In this crib we found the baker who waits for the hot and scented bread or the pizza-chef who churns out a

pizza, women that offer hot chocolate to children and hot wine rich of spices to young with grilled meat and pizza with red meal, an ancient dish, very good and now unobtainable.

Thanks to the map present at the entrance with the ‘turnesi’, crib coin, people can visit the different stores and buy items realized by artisans. From 15.00 to

22.00 buses and shuttle bus link the parking to the ‘Enzo Mazzella stadium’. Have a good time to everyone!




fermata navetta







  







  

    

  

       

Piazza di Campagnano



          

 





      

       

  









 







                          







 









 



























 





 







                              

Living Crib’ map in Campagnano

Mappa del presepe vivente di Campagnano


I microtaxi di Maurizio Orlacchio


S

e volessimo ricordare gli anni della Dolce vita ischitana quale potrebbe essere il simbolo per poterla identificare? Il panfilo “Sereno” di Angelo Rizzoli che ospitava il “mondo” al largo di Lacco Ameno? Oppure Burton e Taylor con le loro litigate in occasione delle riprese del kolossal “Cleopatra”? E perchè non Mina che duetta con Paul Anka al Rancio Fellone?. Tutti questi personaggi hanno un comune denominatore: la Motocarozzella. Si perché tutti hanno usato almeno una volta lo storico mezzo che l’ischitano «Ciccio» Francesco Di Meglio inventò in un modo molto originale: un giorno staccò dal suo calessino il pony e vi attaccò uno dei primi modelli di Vespa Piaggio. Foto dell’epoca che ritraggono i Vip che si muovono sulla motocarrozzella hanno fatto il giro del mondo, e sono entrate a far parte della nostra tradizione, con quel tocco folkloristico che si rifletteva nelle variopinte tappezzerie addobbate con fantasia; pon-pon, corni rossi, immagini sacre e campanellini mescolati insieme con piume e nastri che davano un aspetto festaiolo, grazie alla spensieratezza degli ischitani fantasiosi dell’epoca. Nacque così la motocarrozzella che poi piacque tanto ai dirigenti della Piaggio in quegli anni in vacanza a Ischia, i quali decisero di brevettarla e di lanciarla sul mercato. È da qui che ha avuto tanta fortuna nel mondo, con decine di imitazioni, conquistando mercati internazionali. Una metafora coniata a pennello potrebbe identificare la motocarrozzella come il mezzo che portò Ischia nel mondo durante quella che tutti ricordano come la La Dolce Vita dell’isola verde con una vita notturna straordinaria. Capri contava non più di due o tre night, a Ischia negli anni d’oro ne vennero aperti una decina. Renato Carosone, Ugo Calise, Mina, Marino Barreto, Peppino di Capri riempivano tutte le sere i vari Rancio Fellone, Monky Bar, Castello Aragonese, Moresco, Scotch Club, Pignatiello. In quegli anni Ischia oltre ad essere la capitale della musica italiana,

Microtaxi

by Maurizio Orlacchio

If we wanted to remember the time of the “Dolce Vita Ischitana”, what could be the symbol to identify it? The steamboat “Sereno” by Angelo Rizzoli which can the ‘world’ house? Or Burton and Taylor with their quarrels because of the movie “Cleopatra” shots? And why not Mina in the duet with Paul Anka at “Rancio Fellone”?. All these characters have a common denominator: the “motacarrozella” (a type of sidecar). Certainly at least once everyone have used the typical car which “Ciccio” Francesco Di Meglio created in original way: one day he unharnessed the pony from his gig and attached to it one of the first models of Vespa Piaggio. Period pictures which portray motocarrozellas with Vip in it, are world famous and are part of the island traditions, thanks to a folkloristic touch present in the multicolour fabrics rich of fantasy; pon-pon, red horns; holy images and

little bells mixed with plumes and ribbons in order to give a festive aspect. Everything reflects the carelessness of the fanciful island people of the period. Well, the matocarrozzella arose and then, while the Piaggio managers passed the holidays in Ischia, they liked it and so decided to patent and bring it into trade. For this moment the motocarrozella had a fortune in the world. There were dozens of copies which won new international markets. An appropriate metaphor could identify the motocarrozella as the instrument that made Ischia famous in the world during the well known period of ‘Dolce Vita’ when the insular life was fabulous. In Capri there were not more than three nightclubs, during this golden age, in Ischia were open about ten clubs. Renato Carosone, Ugo Calise, Marino Barreto, Peppino di Capri filled ‘Rancio Fellone, ‘Monky Bar’,

31


per quello spirito di frontiera, di apertura alle novità, ed in queste novità si ritagliò il suo originalissimo spazio la motocarrozzella, un vero e proprio “must” perchè l’aspetto un po’ kitch si coniugava alla perfezione con i Vip dell’epoca. Negli anni dove Ischia veniva scoperta dalla “terraferma” immancabile era il giro dell’isola in motoretta con fermate nelle cantine delle zone alte di Barano e Serrara dove l’ospite veniva ammaliato dalla spontaneità dell’isolano che dopo un primo approccio diffidente, si trasformava in un Cicerone perfetto facendo innamorare il turista. Semplicità e spontaneità sono tutt’ora uno dei nostri simboli cosi come per decenni la motocarrozzella è stata il simbolo di Ischia e il mezzo di trasporto pubblico più diffuso ed apprezzato dai turisti in Italia ed all’estero grazie a film come “Vacanze ad Ischia”, prodotto da Angelo Rizzoli, con i Vip dell’epoca raggiunti dai paparazzi, e spesso fotografati sull’Ape usato per muoversi lungo le stradine isolane. Addirittura Pier Paolo Pasolini (altro assiduo frequentatore della nostra isola) ne parla in questo scritto (da “Successo” anno 1, n. 4, agosto 1959). “Prendo per la prima volta coscienza dell’esistenza dei loro mezzi: le motocarrozzelle. Sono i calessini dei coolies cinesi, attaccati ad una Vespa. Di legno compensato hanno la nobile forma panciuta delle botticelle, e sono stati accuratamente provvisti di tappetini, di bracciali, di cuscinetti. La Terra del Sole ha sempre un certo odore di chiuso. Mi avvicino a uno, biondo come una lumaca, selvatico, e mi metto d’accordo per il giorno dopo. E’ col coolie che mi va di andare a Sant’Angelo. Il patto è fatto” Anni fa la Piaggio per celebrare la motocarrozzella pensò bene di riportarla in auge proponendo l’Ape Calessino ma commettendo una grossa leggerezza: la presentazione avvenne in quel di Capri. Non ce ne vogliano i cugini capresi (i cui tassisti

32

‘Castello Aragonese’, ‘Moresco’, ‘Scotch Club’and ‘Pignatello’ every night. At this time, Ischia besides being the capital of the Italian music, represented a place of deliverance from the spirit of the age, of broadmindedness and in this area of innovations we found the motocarrozella, a real “must” because of its kitch aspect in tune with the Vip of the period. When Ischia was discovered from the ‘dry land’ side, the ride on the motocarrozella around the island with stops at wine cellars in Barano and Serrara was inevitable. Here the guest was fascinated by the people’ spontaneity that after a wary approach, they became a perfect Cicero for tourist. Nowadays simplicity and spontaneity are one of the most important symbols of the Island behaviour such as the motocarrozella was the symbol of the Island of Ischia and the public transport was more used and appreciated by tourists in Italy and abroad thanks to also the movie “Vacanze ad Ischia”, produced by Angelo Rizzoli, with

Vip of the period, that were often photographed on the motocarrozella used in order to move at the streets of the Island. Even Pier Paolo Pasolini (he was a regular customer at the Island) tells about the motocarrozella in this written: (from “Successo” 1st year, no 4, August 1959). “ I am aware of the existence of their public transports: the motocarrozella. They are gigs by Chinese coolies, harnessed to a Vespa. They were in bulging form of little barrels equipped with carmats, arms and pads. The ‘Terra del Sole’ restaurant smells always musty. I come up to a blonde man like a snail, in a wild way, and I come to an agreement about the following day. I want to go to S.Angelo on motocarrozella. That’s settled!” Once in order to celebrate the motocarrozella, Piaggio thought it had better to come back it into vogue, suggesting ‘Ape Calessino’ (Ape Gig) revealing a levity: the presentation set in Capri. Don’t hold it against us the people of Capri (its taxi drivers preferred


preferirono identificarsi con autovetture scoperte in stile americano) ma come la storia dell’epoca dimostra la motocarrozzella si identifica con Ischia per legittimare un pezzo di storia ischitano che per decenni ne è stata uno dei simboli. Oggi sono poche le motocarrozzelle che effettuano il servizio taxi, ma ultimamente sempre più ischitani la ripropongono per offrire all’ospite l’emozione di rivivere una passeggiata con il coolie per dirla alla Pasolini. Uno di questi amanti è Salvatore Impagliazzo (per tutti Uciariello), che ha riproposto la motocarrozzella del padre dopo un grosso lavoro di manutenzione. Una grande soddisfazione che mostra con orgoglio sul porto di Forio. Un lavoro maniacale per ritrovare i pezzi di ricambio ormai fuori mercato, piccole modifiche al motore per renderlo a norma con l’odierno codice della strada, la ricerca di cimeli dell’epoca per creare quell’atmosfera che ha l’obiettivo di regalare all’ospite un pezzo del nostro passato, un passato pieno di aneddoti e curiosità. Tra le tante attrattive dell’isola il nostro consiglio è quello di concedervi un giro in motocarrozzella per rivivere le emozioni di una volta: la bellezza del presente è figlia di un passato bellissimo.

identifying themselves with American style open cars), but as the history shows, the motocarrozella identifies itself with Ischia and it made history. The motocarrozella was one of the symbol of the island for several years. Now days the motocarrozellas which are used as taxi are few, but recently increasingly people of Ischia repropose it to offer an exiting walk with the coolie, as Pasolini said. One of this admire is Salavtore Impagliazzo (known as Uciariello), who has re-proposes the his father’ motocarrozella

after a good work of maintenance. He shows it proudly with great satisfaction in port of Forio. A maniacal work to re-found not for sale substitutes, some alterations to the engine in order to make it according to the highway code, the research of antiques to create an atmosphere which has the target to offer a part of the island story, a story rich of anecdotes and curiosities. Among the several attractions of the island, we recommend a ride on a motocarrozella in order to experience an emotion: the beauty present is fruit of an amazing past.


Notte di San Silvestro di Luisa Cuomo


I

l pensiero per i festeggiamenti di Capodanno, per me comincia circa 61 giorni prima, quando la mia amica mi chiama per dirmi: “ Luisa, quest’anno per Capodanno, vorrei un vestito anni 30 una cosina particolare...”; cosi mi chiedo “dove dovrà poi andare con questo vestito anni 30?” ed è così che comincia l’incubo. Per tutti noi decidere dove e come passare la notte più lunga dell’anno non è cosa facile. Sono tanti i programmi da poter fare. Il 31 dicembre sostituire il pranzo con un aperitivo a “Il Baretto”nel centro di Ischia è ormai un appuntamento fisso, c’è sempre tanta gente e l’atmosfera è molto festosa. Le ultime ore dell’anno sono quasi sempre dedicate alla compagnia degli amici, (per le ragazze tra parrucchieri, estetiste e negozi d’abbigliamento) per poi dedicarci al cenone, che, la maggior parte di noi passa in famiglia a casa o al ristorante; tra quei familiari o parenti che non abbiamo quasi più il tempo di incontrare e che, queste feste per fortuna ci fanno ritrovare. Arriva la Mezzanotte, tra baci bacini e bacetti, già stiamo pensando a risistemare il trucco e indossare il famoso  abito (anni 30) per la nostra super notte. Chi decide di andare, al Friends club al Corso di Ischia, dove puoi prenotare il tuo bel tavolo e startene in compagnia degli amici; chi decide per il Valentino classica tappa del Capodanno ischitano; altri invece al Jane sulla splendida riva sinistra in un’atmosfera particolare e anche un pò romantica. Tanti sono i giovani che invece scelgono i festeggiamenti in piazza, che tempo permettendo si svolgeranno tra Ischia, Casamicciola e Sant’Angelo tra gli scenari più suggestivi che la nostra isola sa offrire. Io non ho ancora programmato la mia serata ma mi auguro una buona fine ed un buon inizio.

New Year’s Eve.

by Luisa Cuomo

I begin thinking about the New Year’s Eve celebrations 61 days before, when my best friend calls me to say to me: “Luisa, I want a vintage dress for new year’s eve, something of original…”; so I ask me: “but where does she have to go with this type of dress?” And so the nightmare begins!” For all of us it’s not easy to decide where and how to pass the last night of the year. The programmes are different. On December 31st people are used to substituting the lunch with an aperitif at “Il Baretto”, situated in the centre of Ischia, there is always many people and the atmosphere is amazing. People dedicate the last hours of the year in good company of friends, ( girls have appointment with hairdresser, beautician and go to shopping) and then they prepare New Year’s Eve dinner which, the majority passes at home or at a restaurant; among relatives that thanks to this event meet again. At midnight the celebrations begin among kisses and hugs, we get ready, make up and wear the famous vintage dress for the night. Some decide to go to the ‘Friends Club’ in centre, where you can reserve your seat and stay with your friends; some decide to go to the ‘Valentino’ disco, a classical stop for youth, and some go to the Jane disco, situated on the left rive of the centre, immersed in a suggestive and maybe romantic atmosphere. Many young choose to pass the New Year’s Eve in the square of Casamicciola, Ischia and S. Angelo among wonderful sceneries which the Island offers. I have not planned my night off yet, but I hope for a good end and beginning.

35


Calendario eventi dicembre Coming events

Sabato 18 Dicembre

Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Film Cleopatra a cura della fondazione La Colombaia Ore 16.30 - Borgo di Ischia Ponte - Chiesa Collegiata dello Spirito Santo Lettura di fiabe natalizie per bambini dai 6 ai 10 anni a cura di Salvatore Ronga Ore 17.00 – Borgo di Ischia Ponte Apertura del mercatino di Natale (fino a Domenica 2 Gennaio) Ore 17:00 Ischia – Biblioteca Antoniana Francesco Iovene - Commemorazione a 25 anni dalla scomparsa Ore 18.00 Forio - Recital pianoforte duo “Monti-Bianco” Ore 19.00 Borgo di Ischia Ponte - Galleria Ielasi (Via Giovanni da Procida) Inaugurazione della mostra “L’Italia Unita sotto l’Albero” a cura di Massimo Ielasi. Ore 19.15 - Borgo di Ischia Ponte Incontro con gli zampognari presso la Chiesa Collegiata dello Spirito Santo. Percorso cineturistico a cura dell’Ischia Film Festival Ore 20.30 Forio - Spettacolo de “I Ragazzi del muretto”

Domenica 19 dicembre Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione film “Cosa è successo tra mia madre e tuo padre?” a cura della fondazione La Colombaia Ore 17.30 - Borgo di Ischia Ponte “... in memoria di Francesco Iacono (1936 - 1990)” Concerto per soli, coro e orchestra da camera - Musiche di Ravel, Massenet, Mascagni, Verdi, Mozart, Haendel e F. Iacono - dir. Luca Iacono Ore 18.00 Forio - Chiostro Coperto Accademia dei Ragazzi “Espressioni Vocali” Esibizione degli allievi dei corsi di canto e recitazione. Ore 20.30 Forio - Chiostro Coperto EVENTI 36 ISCH A NEWS&

Per visualizzare il calendario degli eventi aggiornato in tempo reale su qualsiasi applicazione-calendario che supporti il formato iCal (es.i-Phone, laptops, PC etc.) digita il seguente indirizzo:

http://www.ischianews.com/calendarioeventi

“A NATALE PUOI” III ed. Serata all’insegna del divertimento con la “Tombolata vivente”

Lunedì 20 Dicembre Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione “Vacanze a Ischia” a cura della fondazione La Colombaia Ore 17.30 - Borgo di Ischia Ponte Il restauro dal vivo delle statue sacre lignee: visita del laboratorio dell’Istituto Europeo del Restauro al Castello Aragonese e incontro con gli allievi ed insegnanti restauratori a cura di Teodoro Auricchio e Annalisa Pilato Ore 18.00 Forio - Saletta Chiostro - Selezioni giochi tresette, briscola Ore 18.00 Borgo di Ischia Ponte - Caffetteria del Monastero al Castello Aragonese Degustazione di pasticceria della tradizione natalizia napoletana Ore 19.00 Forio - Chiostro Coperto Recital Lirico del Tenore Michele Arcangelo D’ Abundo Ore 19.15 - Borgo di Ischia Ponte Incontro con gli zampognari presso la Chiesa Collegiata dello Spirito Santo. Percorso cineturistico a cura dell’Ischia Film Festival Ore 20.30 Forio - Chiostro Coperto Recital canoro dei Maestri Enzo Martino, Gianni di Lustro, Prof. Gennaro Zivelli

Martedì 21 dicembre Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione film “Campane a martello” a cura della Fondazione La Colombaia Ore 18.00 Forio - Piazza Municipio Laboratorio PON Cucina “L’arte degli struffoli” a cura degli Allievi dei Maestri Giovan Giuseppe Pilato e Nuzzi Lubreto. Ore 19.30 Forio – Basilica P. di Santa Maria di Loreto Laboratorio PON Ceramica e Sartoria “Pastori in mostra” a cura dei Maestri Nello Di Leva e Gaetano De Nigris della Keramos - Ischia e Teresa Mennella.


Ore 20.00 Forio – Basilica P. di Santa Maria di Loreto Laboratorio PON Teatro e Musica “Atmosfere Natalizie dal Presepe Napoletano” a cura degli Allievi dei Maestri G. Maschio, M. Rescigno, S. Trani, V. Barbieri. Soggetto e regia Gaetano Maschio

Mercoledì 22 Dicembre Ore 16.00 Forio – Sala antico ufficio postale Proiezione del film “Paradiso all’improvviso” a cura della Fondazione la Colombaia Ore 16.30 Borgo di Ischia Ponte - Chiesa Collegiata dello Spirito Santo Lettura di fiabe natalizie per bambini dai 6 ai 10 anni a cura di Salvatore Ronga Presentazione di un menù natalizio della tradizione locale nei ristoranti del Borgo (fino al 2 Gennaio) Ore 18.00 Forio - Salette del chiostro Apertura mostra dei quadri collezione privata Antonio Regine e mostra quadri bar Internazionale Ore 19.00 Forio – Chiostro Coperto “Anch’io suono” a cura degli alunni della Scuola Media Statale Santa Caterina da Siena” Ore 19.15 - Borgo di Ischia Ponte Incontro con gli zampognari presso la Chiesa Collegiata dello Spirito Santo. Percorso cineturistico a cura dell’Ischia Film Festival Ore 21.00 Forio – Piazza Municipio Aperitivo Foriano con Dj Ivano Veccia e tante sorprese

Giovedì 23 dicembre Ore 10.30 e ore 17.30 - Percorso cineturistico a cura dell’Ischia Film Festival – Visita guidata con inizio presso l’info point all’ingresso del Borgo di Ischia Ponte Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione “Appuntamento a Ischia” a cura della fondazione La Colombaia Ore 18.00 Forio - Saletta Chiostro Giochi di Natale Torneo di burraco Ore 19.00 Forio - Basilica S. Maria di Loreto

Spettacolo Natalizio “Canto di Natale” a cura dell’ Associazione Gaudium et Spes Ore 19.15 - Borgo di Ischia Ponte Incontro con gli zampognari presso la Chiesa Collegiata dello Spirito Santo. Percorso cineturistico a cura dell’Ischia Film Festival Ore 20.30 Forio - Chiostro Coperto “Trofeo pizza di scarole” tra nonne e mamme Ore 21:45 Ischia – Friendsclub Andromeda Turre & Stacy Dillard Quintet (cena+concerto) info: 3389195597 – 3317525276

Venerdì 24 dicembre Ore 05.00 Forio - Chiesa di S. Gaetano Santa messa e processione del Santissimo Sacramento Ore 06.00 Forio - Piazzetta di S. Gaetano - “Assise ‘e pisce” caratteristico mercato del pesce. Ore 11.00 Forio - Piazza Pontone Concerto Natalizio a cura della Forio “Christmas Band” Ore 12.00 Forio - Piazza di Monterone Pasta e ceci e baccalà fritto con visita al presepe di Monterone in via Giovanni Castellaccio. Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione “Il talento di Mr. Replay” a cura della fondazione La Colombaia Dalle ore 23.00 Forio - Veglia e Santa Messa di Natale nelle Parrocchie di S. Vito, S. Sebastiano, S. Michele, S. Francesco di Paola, S. Francesco Saverio località Cuotto e S. Leonardo Panza

Sabato 25 dicembre Mattina Forio - Sfilata in piazza “Banda Papa Giovanni XXIII - Insieme per la musica Città di Forio” diretta dal Maestro Claudio Matarese. 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione film “Cleopatra” a cura della Fondazione La Colombaia 18.00 Forio - Piazza Municipio Magica Bula e Palloncinando “Natale dei Bambini” EVENTI 37 ISCH A NEWS&


EVENTI 38 ISCH A NEWS&

Domenica 26 dicembre Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione del film “Cosa è successo tra mia madre e tuo padre ?” Ore 17.00 Forio - Concerto Scuola di canto “Giuseppe Verdi” del Maestro Nello di Maio Ore 19.00 Forio - Basilica di S. Vito Concerto della banda “Banda Papa Giovanni XXIII - Insieme per la musica Città di Forio diretta dal “Maestro Claudio Matarese” Ore 19.30 Forio - Sagradio Chiesa S. Francesco di Paola “Angeli del Natale” presepe vivente a cura dell’associazione Gaudium et Spes Ore 20.00 Forio - S. Francesco di Paola Presepe vivente a cura dell’ Associazione Gaudium et Spes

Lunedì 27 dicembre Dalle ore 16.00 Forio - Piazza Municipio “L’arte presepiale: dimostrazione per adulti e bambini.” Mostra e vendita pastori. Dalle ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione film “Vacanze a Ischia” a cura della Fondazione La Colombaia Ore 18.00 Forio - Sala antico ufficio postale Accademia dei Ragazzi “Germogli Musicali” Concerto dei piccoli allievi dei corsi musicali. Ore 20.00 Forio - Chiostro Coperto “T’ Acconcio p’ ‘ e feste!” Sfilata di abiti, acconciature per essere più fashion e sexy, la notte di S. Silvestro. Idee e consigli dello chef Raffaele Angelino, assaggi gastronomici. Scenette canzoni, esibizione di Ginnastica artistica del Centro ginnastica Ischia del M° Mario d’Agostino.

Martedì 28 Dicembre Ore 10.30 e ore 17.30 - Borgo di Ischia Ponte Percorso cineturistico a cura dell’Ischia Film Festival – Visita guidata con inizio presso l’info point di Ischia Ponte Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale

Proiezione del film “Campane a Martello”a cura della Fondazione La Colombaia Ore 17.00 Forio - Visita a vicoli e chiese di Forio percorso cultura e tradizioni con Prof. Ilaria di Meglio a cura di Associazione Vicoli Saraceni Ore 17.00 – Borgo di Ischia Ponte Le mele nella tradizione natalizia a cura del Consorzio Melinda SCA Val di Non Ore 19.15 - Borgo di Ischia Ponte Incontro con gli zampognari presso la Chiesa Collegiata dello Spirito Santo. Percorso cineturistico a cura dell’Ischia Film Festival Ore 20.00 Forio - Chiostro Coperto IMPROPTU diario musicale al piano il maestro Peppino Iacono Notte Foriana dalle ore 21:00 Ore 21.00 Cocktail di Natale concorso dedicato a tutti i bartender flair. I migliori barman acrobatici d’Italia in competizione sotto il cielo Foriano Ore 22.00 - Tutto Latino Ore 23.00 - Mad Circle in concerto Ore 24.00 - Dj set con i migliori Dj dell’isola e non....

Mercoledì 29 dicembre Dalle ore 16.00 alle 22.00 Ischia – Campagnano - Presepe Vivente – 8^ ed. Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione film “Paradiso all’Improvviso”a cura della Fondazione La Colombaia Ore 17.00 - Borgo di Ischia Ponte Palazzo Mazzella - Santella Spettacolo teatrale a cura di Salvatore Ronga Ore 19.30 – Borgo di Ischia Ponte - Chiesa Cattedrale Concerti della Corale Gesù Buon Pastore diretta dal Maestro Gianfranco Manfra e della Junior Band Città di Ischia diretta dal Maestro Franco Pilato. Ore 19.15 - Borgo di Ischia Ponte Incontro con gli zampognari presso la Chiesa Collegiata dello Spirito Santo. Percorso cineturistico a cura dell’Ischia Film Festival Ore 21.00 Forio - Chiostro Coperto


EVENTI 39 ISCH A NEWS&

Gaetano Maschio e la Compagnia instabile del Torrione Forio presentano: “Omaggio ad Eduardo”. Gran Finale con la rappresentazione del II Atto di Natale in Casa Cupiello

Giovedì 30 Dicembre 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione film ”Appuntamento a Ischia” a cura della Fondazione La Colombaia Ore 19.15 - Borgo di Ischia Ponte Chiesa Collegiata dello Spirito Santo “Concerto Gospel” del gruppo Cheryl Porter & Halleluiah Gospel Singers Ore 19.15 - Borgo di Ischia Ponte Incontro con gli zampognari presso la Chiesa Collegiata dello Spirito Santo. Percorso cineturistico a cura dell’Ischia Film Festival Ore 20.30 Forio - Chiesa S. Francesco d’Assisi “Oratorio De Noel “ coro polifonico di S. Vito diretto dal Maestro Nello di Maio con la partecipazione straordinaria di alcuni solisti del teatro S. Carlo di Napoli Ore 21.30 Forio - “ I favolosi anni 60 “ Spettacolo musicale dei giovani talenti Isolani con ambientazioni dell’epoca, esibizione di rock and roll acrobatico, twist a cura del Centro Ginnastica Ischia del M° Mario d’Agostino.

Venerdì 31 Dicembre Ore 10.30 - 14.30 - XIX Festa del Baccalà con degustazione di vini Ore 13.00 Forio - Maratona 6^ ed. Associazione club la Strambata Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione film “Il talento di MR. Replay” a cura della Fondazione la Colombaia Ore 19.15 - Borgo di Ischia Ponte Incontro con gli zampognari presso la Chiesa Collegiata dello Spirito Santo. Percorso cineturistico a cura dell’Ischia Film Festival Dopo le 24 Forio - “Benvenuto 2011” sul porto di Forio festeggiamo il nuovo anno nei ritrovi del by night Foriano. Capodanno nelle varie piazze dell’isola.

Sabato 1° Gennaio Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione film “Cleopatra” a cura della Fondazione La Colombaia Ore 18.00 Forio - Chiostro Coperto Tango a Forio esibizione maestri argentini a cura dell’associazione Amortango Ore 20.30 Forio - Chiesa di S. Francesco d’ Assisi Concerto di Capodanno Maestro Antonio Acunto a cura della Fondazione “La Colombaia”

Domenica 2 Gennaio Ore16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione film “Cosa è successo tra mia madre e tuo padre?” a cura della Fondazione La Colombaia Ore 18.00 Forio - Sala antico ufficio postale “Le Favole della Maestra Rosa Genovino”: un significativo percorso nella storia e nelle tradizioni del paese per grandi e piccini. Ore20.30 Forio - Concerto “Banda Papa Giovanni XXIII - Insieme per la musica Città di Forio” diretta dal Maestro Claudio Matarese. Seguirà Zampone e Lenticchie - Panettone e Spumante

Lunedì 3 gennaio Ore 10:00 - Serrara Fontana Appuntameto P.zza Fontana processione di fedeli al Monte Epomeo per ‘nascita’ del Bambin Gesù. Seguirà santa messa ore 11:00. Festa, gastronomia e tradizione. Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione film “Vacanze a Ischia” a cura della fondazione “La Colombaia” Ore 18.30 Forio - Chiostro Coperto Show della Compagnia della danza di Barbara e Claudia Castagliulo Ore 20.30 Forio - Chiostro Coperto “CONCERT’...ANNO 2011”: concerto per voci e pianoforte Soprano Filomena Piro, mezzosoprano Angela Matarese, al pianoforte M° Peppino Iacono


EVENTI 40 ISCH A NEWS& Martedì 4 gennaio

Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione film “Campane a martello” a cura della Fondazione La Colombaia Ore 19.00 Forio - Sala antico ufficio postale Accademia dei Ragazzi Recital pianistico di Eleonora Lauro (Musiche di Haydn, Burgmueller, Listz, Villa Lobos). Ore 21.00 Forio - Discoteca ieri e oggi – Dj Caccaviello - Dj Ivano Veccia “DAL NO AL LUCIGNOLO”

Mercoledì 5 gennaio Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione film “Paradiso all’improvviso” a cura della Fondazione La Colombaia Dalle 16.30 alle 19.30 Forio - “Oro, Incenso e Mirra” Rappresentazione in costume dell’arrivo dei Re Magi alla capanna di Betlemme. Inizio ore 16.30 – Forio da piazza S. Gaetano, scene da presepe vivente lungo il corso F. Regine, incontro con Erode Sommi Sacerdoti e Farisei nei giardinetti. Capanna con natività nel chiostro. Canti corali natalizi. Dopo animazione, giochi e musica per i bambini, arrivo della befana con distribuzione di dolciumi. Ore 20.30 Forio - Chiostro Coperto Concerto di musica classica “Salotto 800” del tenore Nello Di Maio

Giovedì 6 gennaio Ore 11.30 - Borgo di Ischia Ponte Festa della befana a cura dell’Associazione Largo dei Naviganti. Premiazione del presepe più bello presso la Chiesa Cattedrale Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione film “Corsari dell’ Isola Verde” a cura della Fondazione La Colombaia Ore 19.15 - Borgo di Ischia Ponte Incontro con gli zampognari presso la Chiesa Collegiata dello Spirito Santo. Percorso cineturistico a cura dell’Ischia Film Festival Ore 20.30 Forio - Chiostro Coperto Forio for you sound

Venerdì 7 gennaio Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione film “Il talento Mr. replay” a cura della Fondazione La Colombaia Ore 20.00 Forio - Concerto Soprano Antonella Iacono con Peppino Iacono

Sabato 8 gennaio

Ore 16.00 Forio - Sala antico ufficio postale Proiezione film “Cleopatra” a cura della Fondazione La Colombaia Ore 18.00 Forio - Gran Galà di chiusura delle festività con la famosissima “Canzolata. La Tombola cantata raccontando Napoli” ideata, condotta e cantata da Gaetano Maschio con la partecipazione di Filomena Piro. Premi sorprese e divertimento per tutti. Al piano il Maestro Peppino Iacono.

Presepi in esposizione Località: Ischia Ponte - Vico Giovanni da Procida Apertura: 08/12/2010 al 16/01/11 Stile:Ischitano Gruppo: Amici della sez. Isola d’Ischia Località: Lacco Ameno - C.so Angelo Rizzoli Chiesa di Santa Maria delle Grazie Apertura: 116/12/2010 al 09/01/11 Orario: 10:00 - 12:00/16:00 - 20:00 Stile: Ispirato al presepe napoletano Ideatore: Luigi Piro Località: Ischia Ponte Chiesa S. M. Assunta - Santuario San Giovan Giuseppe della Croce Apertura: 08/12/2010 al 16/01/11 Stile: Ischitano Gruppo: Gruppo Parrocchiale Località: Forio - Piazza Ss. Immacolata Chiesa San Michele Arcangelo Apertura: 20/12/2010 - 09/01/2011 Orario: 11:00 - 13:00/16:00 - 21:00 Stile: Popolare


EVENTI 41 ISCH A NEWS&

Gruppo: don Pasquale Sferratore Località: Ischia Ponte... e U’ Bambniell Apertura: 08/12/2010 al 16/01/11 Stile: Ischitano Gruppo: Ischia nel Presepio Ideatori: Pasquale di Massa, Luigi Iacono, Michele Di Meglio, Rosario Scotto di Minico Località: Forio – Chiesa San Francesco d’Assisi, nei pressi del comune Apertura: Tutto l’anno Orario: 10:00 - 12:00/17:00 - 20:00 Stile: Napoletano Pastori fine ‘800 Località: Ischia Ponte angolo Cartaromana Apertura: 08/12/2010 al 16/01/11 Stile: Ischitano Riti e tradizioni di un’isola scomparsa Gruppo: Isclani Località: Forio - Chiesa San Gaetano Apertura: Tutto l’anno Orario: 09.30 - 12.30 / 16.00 - 20.00 Stile: Napoletano Gruppo: Comitato San Gaetano Ideatore: Raffaele De Maio Località: Ischia Ponte Chiesa Sant’Antonio, presso frati minori Apertura: aperto tutto l’anno. Per visitarlo, nel retro della chiesa di Sant’Antonio Località: Forio - Piazza Monterone, Il Presepe all’ombra del torrione Apertura: 08/12/2010 al

16/01/11 Orario: 10.00 - 12.00 / 17.00 - 20.00 Stile: Ischitano Ideatore: Vito Calise Località: Ischia Ponte - via Champault, 43(adiacente carcere mandamentale) Apertura: tutto l’anno Stile: tradizionale popolare Gruppo: Cosimo Cronvello Località: Forio – Panza Piazza S. Leonardo, nei pressi della Parrocchia di S. Leonardo Apertura: 08/12/2010 al 16/01/11 Orario: feriali 17.30 - 21.00 - festivi 10.00 - 13.00 / 17.30 - 21.00 Stile: Ischitano Ideatori: Ass. Cult. Moveo Località: Casamicciola Santuario dell’Immacolata della Sentinella Apertura: 08/12/2010 09/01/2011 Orario: 09:00 - 12:00/16:00 - 18:00 Stile: Popolare Gruppo: amici della sentinella Località: “Fontana” - Chiesa S. Maria della Mercede Apertura: 16/12/2010 10/01/11 Orario: 11:00 - 13:00/16:00 - 20:00 Stile: Napoletano Gruppo: Gruppo parrocchiale Ideatore: Giovanni Trofa Località: Casamicciola Parrocchia Santa Maria Maddalena Apertura: 18/12/2010 al 09/01/11 Orario: 17:00 - 20:00

Stile: Popolare Gruppo: Giovanile Località: “Fontana” Parrocchia S. Maria del Carmine Apertura: 17/12/2008 al 10/01/09 Orario: 08:00 - 23:00 Stile: Natività Ideatori: Don Cristian e il gruppo parrocchiale Località: Lacco Ameno Chiesa S. Restituta Apertura: 15/12/2010 09/01/2011 Orario: 10:00 - 12:00/17:00 - 20:00 Stile: Napoletano Gruppo: amici di Santa Restituta Località: Barano - Via Vittorio Emanuele, 73, di fronte scuole medie Apertura: 19/12/2010 al 09/01/11 Orario: 10.00 - 12.30 / 16.00 - 19.00 Stile: Napoletano Ideatori: Libera Di Costanzo Località: Barano - Chiesa San Sebastiano Apertura: 12/12/2010 al 09/01/11 Orario: 09.00 - 12.30 / 17.00 - 20.00 Stile: Popolare Gruppo: giovanile parrocchiale Località: Forio - Oratorio di S.Maria di Loreto Apertura: dal lunedì al venerdì dalle ore 16.30 alle 20.30 sabato e domenica dalle 10.30 alle 13.00 Stile: storico-descrittivo Gruppo: Associazione M.A.C.S.S. Ideatore: Franco Vito D’Ambra


Sorgeto, le terme a portata di tutti di Maria Grazia Orlacchio


I

l tratto di costa da Punta Imperatore a Punta Chiarito, nella zona sud-ovest dell’Isola racchiude tra le selvagge e desolate pietre laviche una Baia accogliente e ritemprante, è la Baia di Sorgeto, l’icona del termalismo “spontaneo” di questa incredibile isola. Scogli vulcanici, sorgenti bollenti e minerali, sauna e vapori terapeutici, il tutto in uno scenario incantevole e ancora selvaggio racchiuso a sud da Punta Chiarito. Diverse venature termali scorrono infatti lungo tutta la Baia, ma è da un’unica fonte che l’acqua sgorga sempre con impeto e in abbondanza. La sorgente fuoriesce dai piedi del costone a una temperatura costante di 90°c. Il nome “Sorgeto” deriva appunto dalle sorgenti termali presenti nella Baia. Nel corso del ‘500 il medico calabrese G. Jasolino che per primo esaminò tutte le acque termo-minerali che affiorano sull’isola per studiarne gli svariati effetti curativi, giudicò la corrente calda di Sorgeto“giovevole alle gotte, alla frigidità e alla sterilità”. Ma è diffusa l’opinione che bagni nel “mare caldo” di Sorgeto curano malattie quali reumatismi, affezioni cutanee tipo psoriasi, dolori muscolari e tante altre forme di malanni minori. Oltre alle eccellenti proprietà terapeutiche delle acque minerali, la Baia di Sorgeto è tra le mete assolutamente irrinunciabili di una vacanza ad Ischia. Il dolce tepore delle acque rende questa esperienza ancor più interessante nel periodo natalizio, quando il cielo è cupo e il mare è incredibilmente silenzioso. Ed è così discretamente che le acque fredde del mare accolgono e mitigano le bollenti sorgenti minerali raccogliendosi in vasche naturali che diventano salotti all’aperto dove è facile incontrare ischitani che abitualmente ricorrono alle acque e alle pietre tufacee che le circondano per preparare fanghi naturali. Intanto patate e pollo al cartoccio si cucinano sotto le pietre bollenti. Insomma è il luogo ideale per trascorrere una giornata serena….o una romantica serata sotto il chiarore della luna!! Di recente la Baia ha acquisito anche una

Sorgeto, Thermae within everybody’s reach. by Maria Grazia Orlacchio

The coast from ‘Punta Imperatore’ to ‘Punta Chiarito’, in the south-west part of the island includes varieties of wild and desolated moltens. An inviting and restoring Bay is the Bay of Sorgeto, which is the symbol of the spontaneous “thermalism” in this wonderful island. Volcanic rocks, boiling and mineral springs, sauna and therapeutical remadials, and all is in a amazing scenery and still wild situated in the south from Punta Chiarito. Several thermal traces flow along the entire Bay, but water gushes out of a unique spring plenty. The spring comes out from the foot of the ridge at constant temperature of 90° C. The name “Sorgeto” derives from the thermal spings present in the Bay. During the 500’s, the Calabrian doctor G. Jasolino was the first to examine all the Thermal - mineral waters which are present in the island in order to study the

different effective cures, he judges the hot current of Sorgeto “good for the caves, for coldness and sterility”. But it’s diffused the opinion about the baths in hot sea of Sorgeto, which cure illnesses like rheumatisms, cutaneous reactions or psoriasis, muscular contractions and other types of illnesses. Beside the excellent holy wells of the mineral waters, the Bay of Sorgeto represents one of the most important and that cannot be renounced destination of a holiday in Ischia. The sweet warmth of the waters makes very interesting this experience especially during the Christmas time, when the sky is gloomy and the sea amazingly silent. In the bay is easy to met people of Ischia that usually recur to waters and stones of ‘tufo’ which are around for preparing mud baths. Meanwhile potatoes and chicken baked in

43


rinomanza archeologica. Si tratta della “Casa Greca” risalente al VII secolo a.C. ritrovata a Punta Chiarito a conferma del fatto che Ischia fu una delle prime colonie della Magna Grecia. Una casa a pianta ovale, di pietre a secco e coperta da un tetto a doppio spiovente di tegole e coppi sostenuti da pali, di cui si sono rinvenute le buche sul piano di calpestio, in battuto. Il sito non è aperto al pubblico, tuttavia è possibile osservare una ricostruzione della casa presso il Museo Archologico di Pihtecusa nel vicino comune di Lacco Ameno. Ed è da Punta Chiarito che partì la colonizzazione greca dell’Isola, terminata con la fondazione di Pithecusa, prima colonia greca d’Occidente. L’accesso alla Baia è dato da un’ ampia scala che conta 214 gradini, uno sforzo che sarà ampiamente ricompensato dai benefici salutari che offrono le acque e l’armonia del paesaggio. La visita alla Baia di Sorgeto


è una buona occasione per conoscere la frazione di Panza con la sua Chiesa Madre dedica a San Leonardo Abate i suoi viottoli e la Chiesa della Madonna delle Grazie. Tipiche, poi, sono le edicole votive poste all’ingresso dei campi o delle abitazioni dedicate per lo più a San Leonardo o alla S. Vergine. In occasione delle festività natalizie poi il paese organizza giochi, mercati artiginali, recital, concerti musicali ed in particolare il 6 gennaio, il giorno dell’Epifania, i bambini vestiti da Magi e da pastori gireranno per le vie del paese per annunciare la nascita di Gesù Bambino. Ancora lontana dai circuiti del turismo di massa e sconosciuta ai più, la Baia di Sorgeto è un piccolo paradiso dove è possibile fruire gratuitamente delle terme ma anche conoscere uno spaccato della vita e delle tradizioni locali.

foil are cooked under the boiling stones. In sum it’s a perfect place to pass a good day…or a romantic evening under the moonlight! Recently the Bay has acquired also an archaeological fame. It’s the “Casa Greca” which dates back to the VII century B.C. founded in Punta Chiarito in confirmation of the fact that Ischia was one of the first colonies of the Magna Graecia. The place is not open to the public, but it’s possible to observe a re-building of the house at the “Museo Archeologico di Pithecusae” near the Municipality of Lacco Ameno. From Punta Chiarito began the Greek colonization of the Island, ended with the foundation of Pithecusae, first western Greek colony. The access to the Bay is given by a wide staircase of 214 steps, an effort which will be very rewarded by the healthy benefits that the waters and the harmony of scenery offer.

The visit to the Bay of Sorgeto is a good occasion to know the part of Panza with its Chiesa Madre consecrated to San. Leonardo Abate and its paths and the Church of Madonna delle Grazie. Typical are the niches situated at the entrance of the fields or habitations consecrated more to San Leonardo or to the Blessed Virgin. On the occasion of the Christmas holidays the village organizes plays, crafts made markets, performances, concerts and especially on January 6, which is the day of Epiphany, children dress up as the Magi and shepherds wandering round the town centre announcing the birth of the Infant Jesus. Far be it from the system of tourism and still unknown, the Bay of Sorgeto is a small heaven where it’s possible to use free the thermal waters but also to know a cross-section of the life-style and the local traditions.

45


Mercoledì 29 DICEMBRE 2010 ISCHIA - CAMPAGNANO

8 Edizione a

dalle 16.00 alle 22.00               

MASTROLEGNO


Profumo di Natale nell’aria Christmas in the air

di Rossella Guarracino


Quando arriva dicembre mi prende sempre una strana euforia: sento nell’aria il profumo del Natale e non posso fare a meno di provare una grande emozione che mi regala gioia e tanta energia. Mi piace fare qualcosa di speciale ogni giorno per la mia casa e per la mia famiglia, tanto per far sentire a tutti che sta arrivando, finalmente, il momento più prezioso e importante dell’anno. Le pareti si vestono a festa con addobbi colorati e vistosi, nei vasi compaiono i primi rami di vischio e sulla tavola arrivano leccornie di tutti i generi. A cominciare dalla prima colazione che, a dicembre, deve essere necessariamente un po’ particolare. La marmellata fatta in casa non manca mai sul vassoio del primo mattino, ma in questo periodo si colora dei toni vivacissimi del rosso rubino e sa di ribes. Anche le brioscine ricordano dei piccoli panettoni, ma sono decisamente meno caloriche di quello classico milanese. Le crostatine, poi, racchiudono in un delizioso cofanetto di pasta frolla tutti i sapori della frutta di stagione. E se ho voglia di perdere un po’ di tempo in più, preparo delle belle ciambelle al miele gonfie e dorate che a ogni morso sprigionano un inebriante profumo di vaniglia e di cannella. Ma se voglio concedermi un vero anticipo della grande festa, allora, non c’è niente di meglio della tradizionalissima cassata alla napoletana; chiusa in una cassa di candido zucchero bianco, rivela al taglio uno straordinario ripieno di ricotta e cioccolato che si scioglie in bocca offrendo, immancabilmente, l’occasione per cominciare bene una giornata.

Marmellata di Ribes

Piccoli Panettoni

INGREDIENTI: (per 4 persone:)

INGREDIENTI: (per 4 persone:)

+ 1 kg di ribes + 700 g di zucchero PROCEDIMENTO: • Lavate accuratamente il ribes e staccate gli acini dal rametto. • Metteteli in una casseruola e cuoceteli a fuoco lento per 10-12 minuti, fino a farli spappolare dolcemente. • Passateli al setaccio e raccogliete la purea in una casseruola a fondo spesso. • Aggiungete lo zucchero, portate al bollore e proseguite la cottura per 20 minuti circa mescolando di continuo. • Fate intiepidire e trasferite nei vasetti di vetro ben sterilizzati.

Fare la marmellata in casa è un vero piacere, a cominciare dalla scelta dei barattoli da conserva. Io ne ho una vera collezione e mi piace abbinarli alla frutta. Per questa rossa conserva natalizia, ho scelto dei vasetti molto semplici, ma li ho impreziositi con un merletto rosso fuoco che fa subito festa.

+ 250 g di farina 00 + 200 g di farina manitoba + 250 ml di latte intero + 90 g di zucchero + 50 g di miele di acacia + 25 g di lievito di birra + uvetta + scorza di arancia candita + granella di zucchero PROCEDIMENTO: • Sciogliete il lievito in un pochino di latte tiepido, poi versatelo sulla farina setacciata e amalgamate il composto; unite il burro morbido a temperatura ambiente, il miele intiepidito al microonde per qualche istante e lo zucchero. Infine, incorporate la scorza d’arancia candita e l’uvetta. • Lavorate energicamente il composto fino a renderlo liscio e omogeneo; sistematelo in una terrina leggermente infarinata e fatelo lievitare per un paio d’ore. • Trascorso il tempo necessario, riprendete l’impasto, sgonfiatelo e lavoratelo ancora un pochino. Aiutandovi con le mani unte di burro formate delle palline grosse quanto un’arancia, sistematele nei pirottini di carta e fate lievitare ancora. • Spennellate la superficie dei vostri panettoncini con del latte e cospargeteli di granella di zucchero.preriscaldato a 180° e cuoceteli per 20-25 minuti. • Infornate in forno caldo a 180° per 35-40 minuti. Sfornateli e fateli intiepidire per una mezz’ora prima di servirli.


Piccoli panettoni Sono molto buoni appena usciti dal forno, ma anche freddi non sono niente male. Ovviamente potete giocare con gli ingredienti sostituendo l’uvetta con gocce di cioccolato o con mandorle a scaglie o con tutto ciò che avete in casa: l’importante è rispettare i tempi di lievitazione per ottenere bocconcini davvero golosi.


Ciambelle al Miele Non so se a voi capiterà la stessa cosa, ma quando io comincio a preparare queste ciambelle, in casa si crea una certa agitazione: tutti vanno e vengono dalla cucina con l’aria seria seria di chi sta aspettando qualcosa di veramente importante e, quando, poi, finalmente le ciambelle finiscono nello zucchero, soltanto allora l’agitazione lascia il posto alla goduria dei fortunati che hanno già assaggiato.

INGREDIENTI: (per 4 persone:) + 500 g di farina 00 + 2 patate lesse + 80 g di burro + 75 g di zucchero + 50 g di miele

+ 2 uova + 25g di lievito di birra + vaniglia, cannella e un pizzico di sale inoltre: + una padella d’olio per friggere + zucchero semolato

PROCEDIMENTO: • Schiacciate le patate dopo averle pelate e mettetele nella planetaria. Unite la farina setacciata, il sale, le uova, il burro morbido a fiocchetti, lo zucchero, gli aromi e, per ultimo il lievito sbriciolato. • Lavorate il composto alla velocità media fino a renderlo liscio e ben omogeneo, poi trasferitelo sul piano e continuate la lavorazione con le mani. Avvolgetelo a palla e fatelo riposare per una decina di minuti. • Stendete l’impasto allo spessore di 1 cm e ritagliate le vostre ciambelle utilizzando prima un disco di 6 cm di diametro e poi uno di 3 cm per togliere la parte centrale. Mettetele su un piano infarinato e fatele lievitare per almeno un’ora. • Friggetele in abbondante olio caldo e, non appena risulteranno ben dorate, solleva tele con un mestolo forato e asciuga tele su carta assorbente da cucina. • Passatele nello zucchero e servitele subito.


PROCEDIMENTO: • Spianate la pasta frolla in una sfoglia sottile e ritagliate tanti dischi utili a ricoprire il fondo e i bordi di 12 stampini smerlati di 10 cm di diametro. Una volta sistemata la pasta negli stampini, bucherellatela con una forchetta, copritela con della carta forno e dei legumi secchi. • Mettete in forno preriscaldato a 180° e lasciate andare per 12-15 minuti: a fine cottura dovranno risultare uniformemente dorate. Sfornate ed eliminate carta e legumi; sformate e fate raffreddare. • Fate uno strato di crema pasticciera sulle crostatine, ricopritele con la frutta fresca tagliata a pezzetti e, infine, lucidatele spalmandole con la gelatina diluita con poche gocce d’acqua. • Fate riposare le crostatine in frigorifero almeno un paio d’ore prima di servirle.

Crostatine di Frutta Mille sono le varianti possibili di questa ricetta e mille i modi in cui a me piace preparare le crostatine utilizzando frutta sempre diversa, marmellata dagli assortimenti più vari, cioccolato nerissimo, al latte o addirittura bianco. E se volete esagerare potete provare ad arricchire la preparazione anche con scaglie di mandorle, nocciole o noci.

INGREDIENTI: (per 4 persone:) + 300 g di pasta frolla + 200 g di crema pasticciera

+ 500 g di frutta di stagione + gelatina di limone


Cassata alla Napoletana

Regina indiscussa della tavola di Natale, la cassata alla napoletana non teme rivali. A me piace prepararla più volte durante le feste, perché è facile da fare, bella da vedere, buonissima da mangiare, perfetta per dare il benvenuto a un ospite inatteso che potrà gustarla insieme a una fumante tazza di tè e sentirsi felice di essere venuto a trovarvi. INGREDIENTI: (per 4 persone:) + 1 pan di spagna da 6 uova + 500 g di ricotta + 200 g di zucchero a velo + 80 g di cioccolato amaro + 100 g di canditi (cedro, arancia, cocozzata) + 1 stecca di vaniglia + ½ bicchierino di rum + un pizzico di sale

per la bagna: + 1 bicchiere di maraschino + 2 dl d’acqua + 50 g di zucchero per finire: + ghiaccia bianca

PROCEDIMENTO: • Setacciate la ricotta in una terrina e lavoratela a crema con lo zucchero e un pizzico di sale; unite il cioccolato fondente e i canditi tagliati a pezzetti, i semi della vaniglia e il rum; mescolate tutto con cura e lasciate riposare in frigorifero. • Nel frattempo, preparate la bagna facendo bollire insieme l’acqua con lo zucchero per qualche minuto; quando quest’ultimo sarà completamente sciolto, togliete dal fuoco e aggiungete il liquore. • Dividete il pan di spagna in due dischi, trasferite il disco inferiore su una gratella, spruzzatelo generosamente con la bagna al liquore e ricopritelo con uno strato di crema di ricotta; chiudete con l’altro disco di pan di spagna e bagnatelo come avete fatto con il primo • Coprite la cassata con un velo di ghiaccia bianca e lasciatela rapprendere in frigorifero almeno un paio d’ore prima di servire.


• Create a layer of custard cream on pies, top them with Little ‘panettoni’ Jam of Currant fresh fruit broken into pieces and finally brush them with INGREDIENTS: INGREDIENTS: jelly and drops of water. (4 servings) (4 servings) • Stand pies in fridge at least 2 hours before servingjars. + Kg 1 of currant + 250 g of flour ‘00 + 700 g of sugar + 200 g of corn flour + 250 g of milk Doughnuts with honey + 290 g of sugar METHOD: • Wash well currants and INGREDIENTS: + 50 g of acacia divide the grapes from honey (4 servings) branch. + 25 g of yeast • Let them cook for + currents + 500 g of flour 10-20 minutes on a low + 2 boiled potatoes + candied orange peel flame till they become + powdered sugar + 80 g butter mushy. + 75 g of honey METHOD: • Sift and take the puree + 2 eggs in a deep dish. • Dissolve the yeast + 25 g of yeast • Add sugar, boil and in a bit of warm milk, + Vanilla, cinnamon and a continue cooking then pour it on the pinch of salt approximately 20 sifted flour and work In addition: minutes while stirring. the dough, add butter + a frying pan • Let them cool off and to room temperature, + caster sugar serving in sterilized glass the warmed honey jars. into oven for few METHOD: seconds and sugar, • Peel and mash potatoes. add the candied Add the sifted flour, salt, Fruit little tarts orange peel and eggs, butter, sugar, aromas currents. and finally the yeast. INGREDIENTS: • Work the dough • Work the dough until it (4 servings) and place it inside is homogeneous and soft, buttered tin and make then put it on the table and + 300 g of short pastry it rise for 2 hours. + 200 g of custard cream continue the work with •Take the dough and hands. Make a dough in form + 500 g of season fruit of ball and let it stand for 10 work it again. With + Lemon jelly the buttered hands minutes. • Roll the dough to 1 cm and place the dough METHOD: inside the baking cut your doughnut s using • Roll out short pastry first a dish of 6 cm and then paper and let it raise. and create dishes to • Brush the panettoni one of 3 cm to remove the top the bottom and the with milk and borders with 12 cutters of central part. Let it raise for sprinkle them with 1 hour. 10 cm in diameter. Riddle powdered sugar. with holes it, top it with • Fry in abundant oil until • Cook in a warm they are golden, dry them baking paper and dried oven at 180 degrees with kitchen paper. legumes. for 35-40 minutes. • Add sugar and serve them. • Cook in the preheated Let them cool for oven at 180 degrees half an hour before for 12-15 minutes: serving. they should be golden. Take out of the oven and remove paper and legumes; turn out them and let cool.

Neapolitan cassata INGREDIENTS: (4 servings) + 1 sponge cake of 6 eggs + 500 g of ricotta + 200 g of icing sugar + 80 g of chocolate without sugar + 100 g of sweet (citron, orange, cocozzata) + 1 bar of vanilla + ½ glass of rum + Pinch of salt In addition: + 1 glass of maraschino + 2 dl of water + 50 g of sugar Finally: icing METHOD: • Sift ricotta in a terrine and work the cream with sugar and a pinch of salt; add dark chocolate and sweet in pieces, seed of vanilla and rum, mix all and let them in fridge. • In meanwhile, prepare the mix of liqueurs boiling water and sugar for few minutes, when it’ll be completely slushy, take out of fire and add liqueur. • Divide the spongecake into 2 dishes, roll them out grill pan, sprinkle it with mix of liqueurs and top it with ricotta cream, close with another dish of sponge cake. • Top the cassata with dusting of sugar and let it in fridge al least 2 hours before serving. them.


Prodotti tipici

Arte, artigianato e sapori dell’isola d’Ischia

Keramos Ceramiche

Casamicciola Via D’Aloisio, 89 Tel. +39 081 3330142 keramos-ischia@libero.it http://www.keramosischia.it La bottega dell’arte “Keramos d’Ischia” nasce dall’incontro di due maestri ischitani della terracotta. Essi hanno messo insieme conoscenze profonde dell’antica tradizione, fantasia e capacità creativa, raggiungendo risultati di alta qualità ed originalità. Nell’impasto della creta plasmano sapientemente con le loro mani, come solo gli artigiani di una volta sapevano fare, gli elementi primordiali che danno vita alle cose: l’acqua, la terra, l’aria. Il fuoco poi contribuisce a produrre oggetti che sembrano immortali e che lasciano estasiati per le stupende decorazioni che richiamano i colori caldi ed ineguagliabili del mare, della terra, e del cielo di Ischia.

The art workshop “Keramos d’ Ischia” rises from the union of two island masters in terra cotta. They have joined deep know ledges about the ancient tradition, immagination and creative skills, achieving high level results. Mixing the clay using carefully hands like only

a good master can do, the main elements create things: Water, Earth, Air. Fire helps to crate objects that seem immortal and excite with the beautiful decorations which remind warm and peerless colours to the sea, Earth and sky of Ischia

Ischia Salumi

Via Angelo Migliaccio, 46 (a 150 mt. dalla Sorgente Nitrodi) - Barano d’Ischia Tel. +39 081 906011 www.ischiasalumi.it Chi ha detto che la tradizione gastronomica dell’Isola d’Ischia è fatta solo di ottimo pesce fresco, frutti di mare, crostacei e vino d.o.c.? Ischia Salumi, è una piccola azienda a conduzione familiare, i suoi prodotti, genuini, sono rispettosi della più antica tradizione contadina ischitana. Tutto passa per le nostre mani, che rappresentano la terza e la quarta generazione di una famiglia da sempre dedita a questa attività un po’ insolita per un “posto di mare”. Quale garanzia migliore sulla Vostra tavola?

Who said the gastronomic tradition of the Island is made of only excellent fresh fish, seafood, crustacean and AOC wine? Ischia Salumi is a small family business, its products, genuine, respect the most ancient rural island tradition.

All is controlled by us, and we take part in the third and fourth generation of a family that all along conducts this activity, even if unusual for a ‘sea place’. What better security on your tables?


Local products

Art, craft and herbs of the island of Ischia

Dolci Capricci

Via Provinciale Lacco, 20 loc. Fango - Lacco Ameno Tel: +39 081 3330116 Chiudete gli occhi e lasciate che sia il gusto a guidare i Vostri sensi, già dal primo gesto Vi accorgerete che c’è qualcosa di diverso, sarà la leggerezza a sorprendervi, contemporaneamente, l’olfatto sarà inebriato da un aroma intenso ed equilibrato. Ma è nel palato che ci sarà un’esplosione di sapori, la fragranza della sfoglia, la dolcezza del babba’, la freschezza della crema pasticciera, le fragoline innamorate della panna fresca, mmhh … che bontà! Claudio e Silvana, Vi aspettano per allietarvi con l’antica tradizione pasticciera Napoletana.

Close your eyes and let your senses free to guide you. At the beginning you can taste something of special, it’ll be the lightness to surprise, olfaction will be inebriated by an intense and balanced aroma. But there will be an explosion of tastes in

mouth, with the fragrance of pastry, the sweetness of babà, the freshness of custard cream, strawberries in love with fresh cream… it’s simply delicious! Claudio and Silvana wait for you to cheer with the ancient Neapolitan confectionary tradition.


Luoghi di interesse Le principali attrattive turistiche dell’isola What to Thesee main tourist attractions of the island CASTELLO ARAGONESE Ischia Ponte Apertura: tutto l’anno tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.30 Botteghino Casello Aragonese tel.: 081 992834 Ingresso ordinario: euro 10,00 Linee bus: >> 15 - 7 Il Castello Aragonese è per molti versi l’emblema dell’isola d’Ischia. Visitarlo è senz’altro un obbligo ed un vero piacere. E’ un luogo di incantevole bellezza, lontano dalle strade affollate e dai rumori del centro abitato. Tra monumenti, ruderi e terrazze dalla vista mozzafiato, sembrerà di essere tornati indietro nel tempo, immersi nella bellezza della natura selvatica e nel fascino della storia. Sorge su un isolotto di roccia trachitica collegato al versante orientale dell’isola d’Ischia da un ponte in muratura lungo 220 mt. La base rocciosa è geologicamente definita “cupola di ristagno” ed equivale ad una bolla di magma consolidatasi nel corso di fenomeni eruttivi di più vasta portata. Raggiunge un’altezza di 113 mt. s.l.m. e presenta una superficie di circa 56.000 mq Ischia Ponte Opening hours: every day from 09.00 to 19.30 Box office tel: 081 992834 Ordinary entrance: 10.00 euro Bus lines: 15 – 7 The Castello Aragonese is the symbol of the island of Ischia. It’s pleasant visiting it. It’s an amazing place, far away from crowded streets and sounds of the centre. Among monuments, ruins and breathtaking terraces, it seems to come back to the past, immersed in the beauty of the wild and charm of history. The Castello Aragonese rises on a little island of trachytic rock linked to the eastern slope of the island of Ischia via a walled bridge of 220 meters in length. The rocky base is geologically defined as “a dome of stagnation” and is equivalent to a bubble of magna which solidified throughout eruptions of vast ranges. It reaches a height of 113 m above sea level and presents a surface area of 56,000 square miles.

VILLA ARBUSTO

CASAMICCIOLA FORIO

SERRARA FONTANA

S. ANGELO


VILLA ARBUSTO Corso Angelo Rizzoli, 210 80076 - Lacco Ameno Orari di apertura: invernale (01-10/31-05): 9.30 – 13.00 / 15.00 – 18.30; estivo (01-06/30-09): 9.30 – 13.00 / 16.00 – 19.30 Giorno di chiusura: Lunedì Telefono: 081 996103–Fax: 081 3330288 Ingresso: euro 5,00 (studenti e residenti dell’isola euro 1,00 - over 65 3,00 euro) www.pithecusae.it Linee bus: >> linea CD, linea CS, linea 1, linea 2 Villa Arbusto, così detta dal toponimo della località documentato fin dal ‘600, è situata in un’incantevole posizione panoramica sull’altura prospiciente la piazza S. Restituta, di fronte al promontorio di Monte di Vico, il sito dell’acropoli di Pithecusae, mentre a pochi passi a ridosso del parco si trova il quartiere metallurgico dell’VIII sec. a.C. in località Mazzola. La masseria dell’Arbusto fu acquistata nel 1785 da Don Carlo Aquaviva, Duca di Atri, di antica famiglia nobile abruzzese, che vi costruì un Casino di campagna, l’attuale villa con un grande giardino retrostante in cui erano situati, e sono tuttora esistenti, un fabbricato minore per gli ospiti, una cappella, una “stufa” per l’uso terapeutico delle fumarole calde che vi sorgono, una grande cisterna per la raccolta dell’acqua piovana, il “piscinale” che, oltre a provvedere al rifornimento idrico del complesso, alimenta la vasca di una fontana. Il museo contiene reperti archeologici e culturali di rara bellezza ed importanza come la ormai famosissima Coppa di Nestore.

Corso Angelo Rizzoli, 210 80076- Lacco Ameno Opening winter hours (01/10 – 31/05): 9.30 – 13.00/ 15.00 – 18.30; Opening summer hours (01/06/30/09): 9.30 – 13.00 – 16.00 – 19.30 Closed on Mondays Telephone: 081 99 61 03 – Fax: 081 333 02 88 Entrance: 5,00 euro ( students and residents – 1euro and over 65 3,00) A TERME www.pithecusae.it bus lines: CD, CS, 1, 2 ISCHIA PORTO CASTELLO ARAGONESE

ISCHIA PONTE

BARANO

Villa Arbusto, (such is the name since it was the name of the area documented since the 1600s) is situated in an enchanting panoramic location on the high ground facing the S. Restituta square, in front of the promontory of Monte di Vico, the site of the acropolis Pithecusae. A few steps behind the park there is the metallurgical district from the 8th century B.C. in the Mazzola area. The Arbusto farm was bought in 1785 by Don Carlo Acquaviva family. Here is constructed a country casino (which is the actual villa) with a big garden at the back in which there was and still is a small building for guests, a chapel, a furnace for the therapeutic use of the warm fumaroles that rise from these grounds, a large well to collect rain-water and the ‘ piscinale’ which besides serving as the water-supply of the complex also fills the basin of a fountain. The museum contains archaeological and cultural finds of a rare beauty and importance, the famous Nestor’s Cup.


Strada del vino

e dei prodotti tipici dell’isola d’Ischia

Wine and local products way of Ischia

AGRIBIANCA AZIENDA AGRICOLA di BUONO CIRO L’azienda, ubicata in zona panoramica, produce ortaggi e frutta tipica del territorio Degustazione e vendita prodotti agricoli su prenotazione Indirizzo: Croce Castagna- Cava Bianca Frazione Fiaiano 80070 Barano d’Ischia Tel.: 334 1771580

Vini : Donna Agnese Rosso e Don Luigi Bianco. Imbott.:Cantine di Pietratorcia Forio Allevamento conigli . Produzione frutta e ortaggi tipici del territorio. Visita , degustazione e acquisti in azienda : per appuntamento. Indirizzo:Via Ritola 6 Frazione Buonopane 80070 Barano d’Ischia Tel.: 081 990642 347 9333701

BUONO RAFFAELLO MIELE DELL’ISOLA D’ISCHIA Produzione miele di acacia, castagno, ed altre essenze della macchia mediterranea. Associato Federazione Apicoltori Italiani. Il prodotto è distribuito sull’isola in selezionati punti vendita di prodotti tipici . Degustazione ed acquisti in azienda martedì e venerdì dalle 15.00 alle 19.00 Indirizzo: Corso Duca degli Abruzzi, 132 Frazione Fiaiano 80070 Barano d’Ischia Tel.: 081 901367 328 6695672

FRATELLI DI COSTANZO ROCCO E MICHELE PANIFICIO Produzione pane cotto in forno alimentato con fascine del sottobosco ischitano costituito dalla tipica macchia mediterranea. Apertura.:Tutti i giorni , escluso festivi, fino alle ore 13.00 . (Pane caldo) Indirizzo: Via Ritola, 5 Frazione Buonopane 80070 Barano d’Ischia Tel. :081 905520

DI IORIO CONCETTA AZIENDA AGRICOLA Produzione agrumi e uva Visita all’azienda per appuntamento Indirizzo: Via Chiummano di Sopra Frazione Chiummano 80070 Barano d’Ischia Tel.: 081 991064 DI MEGLIO CIRO AZIENDA AGRICOLA Produzione ortofrutticola tipica del luogo. Visita e acquisti in Azienda: Sabato dalle ore 09.00 alle 19.00, altri giorni per appuntamento Indirizzo: Via Candiano 31/a – Località Sparaina Frazione Buonopane 80070 Barano d’Ischia Tel.:347 6747979 FLORIO FILIPPO AZIENDA AGRICOLA Produzione vini : 90% vitigni autoctoni. Bottiglie 5.000

ISCHIA SALUMI DI COSTANZO GIOVAN GIUSEPPE Produzione salumi secondo il metodo di lavorazione e stagionatura tipica ischitana. Prodotti: Salsiccia, salame, capocollo, pancetta e guanciale Degustazione e vendita: Lunedì- sabato 08.0013.30 / 17.00-20.30 Indirizzo: Via Angelo Migliaccio,46 Frazione Buonopane 80070 Barano d’Ischia Tel.: 081 906011 www.ischiasalumi.it LA CANTINA DEL SARGENTE TRATTORIA Sorta nella antica cantina di famiglia , ha conservato lo storico nome. Utilizzati in gran parti prodotti coltivati nella azienda di famiglia. Specialità:coniglio all’ischitana con ziti spezzati, pasta e fagioli, fritto di verdure. Aperto: A cena, a pranzo su prenotazione, festivi pranzo e cena. Indirizzo: Via Fondo Ferraio Frazione Fiaiano 80070 Barano d’Ischia tel.: 340 6157362


59 LONGO ROSARIA ALLEVAMENTO CONIGLIO SEMIBRADO Il piatto forte della gastronomia ischitana è rappresentato dal coniglio. Su lodevole iniziativa dei giovani imprenditori Rosaria e Michele Scotti il coniglio viene allevato allo stato semibrado . Visita all’azienda : Per appuntamento Indirizzo: Via Duca degli Abruzzi , 83 Frazione Fiaiano 80070 Barano d’Ischia Tel.: 329 7372373 MATTERA ANTONIO AZIENDA VITIVINICOLA Vitigni : Biancolella, Forastera e Per ‘ e Palummo. Vini: Il Cantone Bianco, Le Caranfe Rosso, Parvinus Bianco, Jarofali Bianco , Jarofali Spumante secco Produzione: 6.000 bottiglie . Imbottigiamento : Cenatiempo Vini d’Ischia Visita e degustazione in Azienda: Per appuntamento Indirizzo: Via Candiano Località Sparaina Frazione Buonopane 80070 Barano d’Ischia Tel.: 338 5631919

D’AMBRA VINI Enologo Andrea D’Ambra Vitigni : Biancolella, Forastera e Per ‘ e Palummo. Vini: Frassitelli, Biancolella, Forastera, Per ‘ e Palummo, Ischia bianco, Ischia rosso, Passito gocce D’Ambra. Indirizzo: Via M. D’Ambra, 16 località Panza 80075 Forio Tel.: 081907246 Fax: 081908190 www. dambravini.com Da Visitare il Museo del Contadino dell’isola d’Ischia, un percorso sugli antichi usi e tradizioni contadine di Ischia. AZIENDA AGRICOLA RUFFANO (ANTICA CANTINA GRECA) Enologo Massimo Malatesta Produzione: 10.000 bottiglie. Vitigni: Biancolella, Piedirosso, Guarnaccia. Vini: Biancolella Ischia Doc, Ischia bianco Doc, Ischia rosso Doc, Piedirosso Doc, Igt Passito, Igt Epomeo bianco, Igt Epomeo rosso. Indirizzo: Il Chiarito Via Sorgeto, 51 – 80075 Forio Tel.: 081908102


60 AGRITURISMO LA PERGOLA Tutta l’azienda immersa in un lussureggiante vigneto esposto al sud. Qua e là alberi di Ulivo che ristorano dalla calura estiva e insieme alla stupenda vista sul mare di citara, donano una serenità paradisiaca. L’agriturismo offre la possibilità di pernottare in camere climatizzate e di usufruire del trattamento di camere e colazione o mezza pensione. Dispone anche di piscina al servizio degli ospiti. La Fam. Colella da più di quattro generazioni coltiva questa terra da cui trae preziosi frutti, che trasformati in azienda con sapienza antica donano prodotti unici Si producono: marmellate, olioextravergine di olivia, vino ischia biancolella Doc, miele, sottolio e tanto altro. Indirizzo: Via San Giuseppe, 8 – 80075 Forio Tel.: 3280681061 Fax: 081909483 www. agriturismolapergola.it AGRITURISMO PERA DI BASSO L’agriturismo dispone di piscina, di un bosco limitrofo dove è possibile fare trecking ed ammirare la natura.Il ristorante solo su prenotazione, è possibile cenare con piatti dell’antica tradizione ischitana. Indirizzo: Via pera di basso ( loc. Rarone) – 80074 Casamicciola Terme Tel: 081900122 Mobile: 3358203005 www.peradibasso.it AGRICOLA SAN DOMENICO Enologo Andrea D’Ambra Produzione: 600 quintali di uve doc. Vitigni: Biancolella, Forastera, Per’ e Palumm, Guarnaccia ed altre varietà locali. Vini: Ischia Bianco superiore, Ischia rosso. Indirizzo: Via Chiena, 2 - 80075 Forio Tel.: 0815071464 – 3385886095 www.agrisandomenico.eu TENUTA GIARDINI ARIMEI – MURATORI Enologo: Francesco Iacono Produzione: 20.000 bottiglie Vitigni: Biancolella, Forastera, Uva arilla, San Lunardo, Coglionara.

Vini: Giardini Arimei vdt, Pietra Brox, Ischia bianco superiore Doc. Indirizzo: via Pietra Brox, 51 bis – 80075 Forio www.arcipelagomuratori.it CANTINE ANTONIO MAZZELLA Enologo: Alessandro Mancini Produzione: Mazzella Nicola, Mazzella Vera Vitigni: Biancolella, Forastera, Piedirosso Vini: Ischia bianco superiore villa Campagnano, Ischia Biancolella DOC Vigna del lume, Ischia Rosso DOC Vigna di Levante, Ischia Biancolella DOC, Ischia Forastera DOC, Ischia Piedirosso DOC, Ischia Bianco e Ischia Rosso DOC, Spumante Extra dry Villa Campagnano, Epomeo Bianco IGT, Epomeo Rosso IGT, Epomeo passito Sygnum. Apertura: tutti i giorni dalle 9.00-13.00 / 17.00-20.00 Degustazioni previo appuntamento telefonico Indirizzo: Strada Serbatoio, 2 – Campagnano 80077 Ischia Azienda a conduzione familiare Tel e fax: 081901541 – cell. 3478765727 e-mail: ischiavini@ ischiavini.ir – sito www. Ischiavini.it CANTINE DI CRATECA Enologo: Monti Lucia Produzione: 8000 bottiglie Vitigni, Biancolella, Forastera, Greco, Fiaiano, Piedirosso, Aglianico Vini: Crateca bianco, Crateca Rosso Apertura vigneto: tutti i giorni 9.00-12.00 / 15.00-17.00 Indirizzo: Via Crateca 80076 Lacco Ameno Tel 081994902 Azienda a conduzione familiare CANTINE TOMMASONE Enologo: Lucia Monti Produzione: 65.000 bottiglie Vitigni: Biancolella, Forastera, Fiaiano, Aglianico, e Montepulciano. Vini: Biancolella DOC. Terradei Ischia Bianco DOC, Pithecusa Bianco IGT epomeo, Rosamonti, Pithecusa Rosso IGT Epomeo,


61 Pignanera IGT Epomeo Rosso. Apertura: Orari per la vendita diretta: dal 1° aprile a l 31 ottobre Dal lunedì al venerdì: 9.30-13.00 / 16.0019.00 Sabato : 9.00-13.00 Domenica e festivi Chiuso Indirizzo: Via Provinciale Lacco-Fango, 98 80076 Lacco Ameno PERRAZZO Enologo: Marco Savastano Produzione: Vini DOC e IGT (Fondata nel 1880) Vitigni: Biancolella, Forastera, Per’ e Palummo Vini: i marchi del fondatore: il Don Alfonzo Bianco, il Don Alfonzo Rosato, il Don Alfonzo Rosso I marchi della casa: le danze “la Ndrezzata” Bianco e rosso, il Tufaceo bianco e rosso DOC, l’Ischia bianco “Superiore” DOC, l’Ischia Bianco e Rosso “Cru” Vigna Spadara, Il Per ‘e Palummo DOC, i vini da tavola DOG, l’Epomeo bianco e rosso, i vini da abbinamento: il Pellicano “vino da pesce”, il Pizzavino bianco e rosso “vino da pizza”. Le specialità e le annate speciali: il tufaceo “Riserva”, il Don Alfonzo rosso “Riserva Ceralacca”, Grappa di “Don Alfonzo” 42°, grappa di “Ischia bianco” 42°, lo spumante: le parracine Egronomo: Marco Savastano Produzione: prima ed unica fabbrica di liquori e specialità gastronomiche tipiche Liquori: ad infusioni idro-alcolica a freddo: Rucolino (marchio registrato-brevettato EU), Lemonis – Limoncello lemons crema di limone, liquiris-liquirizia, fragolis, mandaris, orangis, finocchiello selvaticobasilis cedris – cinque agrumi, babà al limoncello. CENATIEMPO VINI D’ISCHIA Enologo: Angelo Antonio Valentino Produzione: 70.000 bottiglie Vitigni: Biancolella, Forastera, Per ‘e

Palummo, Guarnaccia, a ltri minori dell’isola Vini: Lefkos, Mavros, kalimera, Ischia Biancolella, Ischia Per ‘e Palummo, ischia bianco superiore, ischia rosso, Gran Tifeo bianco, Gran Tifeo rosso, Gran Tifeo rosato Apertura: lunedì/venerdì 8.30-13.00 / 15.00-18.00 sabato 8.30-13.00 Indirizzo: via B. Cossa, 84 80077 Ischia Tel: 081981107 – fax 081981203 www. cenatiempovinidischia.it degustazioni gratuite in cantina, visita ai vigneti su appuntamento CANTINE PIETRATORCIA Enologo Ambrogio Iacono Produzione: 120.000 bottiglie prodotte all’anno. Vitigni: Biancolella, Forastera, Fiano, Greco di tufo, Guarnaccia, Per’ e Palummo, Aglianico. Vini: Ischia bianco superiore Doc, Ischia bianco superiore Doc Vigne di chignole, Ischia bianco superiore Doc vigne del cuotto, Ischia rosso Doc vigne di Janno Piro, Ischia Doc biancolella, Ischia Doc Forastera, Skeria rosso, Skeria bianco, Meditandum. Indirizzo: Via Prov. Panza, 267 – 80075 Forio Tel.: 081907232 – 3485805392 www.pietratorcia.it


Ristoranti

Ingredienti unici e genuini elaborati da abili chef nel rispetto dell’antica tradizione isolana Unique and genuine ingredients created by able chefs respecting the ancient tradition of the island.

1. Ristorante Zì Carmela

Via Mons. Filippo Schioppa, 27 - Forio tel. +39 081998423 www.zicarmela.com à la carte: 25€ / 55€

1

4

2 3 Il ristorante Zi Carmela è aperto dal 28 dicembre al 3 gennaio e per il veglionissimo di Capodanno. Qui troverai sempre un menù tradizionale, prodotti freschi, professionalità e una calorosa ospitalità. La filosofia del ristorante è: “Il gusto della tradizione”, dalla ricerca del pesce più fresco, all’uso sapiente di pomodorini, zucchine ed erbe aromatiche della campagna della mamma dello chef, signora Filomena. Chef Nicola, è un uomo che cucina per passione e per gli amici, e per fortuna anche per i clienti del ristorante. La cucina si basa sulle ricette di nonna Carmela, a cui dal 1954 si ispirano le pietanze del ristorante  Zì Carmela, di delizie e di autentici capolavori dell’arte culinaria, tutti preparati con le materie prime che soltanto Ischia può offrire. The Ristorante Zi Carmela is open from December 28th to January 3rd and on the occasion of the New Year’s party. Here you found always traditional menu, fresh products, professionalism and hospitality. The restaurant’ philosophy is: “the traditionflavoured”, from the research of the fresh fish, to the sage use of tomatoes, courgettes and aromatic herbs came from the farmland of the chef’s mother, Mrs Filomena. Chef Nicola is a man who cooks for passion and friends, and luckily for customers. the cuisine is based on grandmother Carmela’ recipes, to

which the restaurant’ dishes refer since 1954, delights and real masterpieces of culinary art, all prepared with special materials which only Ischia can offer.

2. Pizzeria Da Luca Panza Centro - Forio tel.: +39 081907846

Se avete voglia di mangiare pizza a volontà, pagando sempre lo stesso prezzo, allora dovete assolutamente andare a mangiare al Ristorante Pizzeria Luca, uno dei luoghi di culto, per la pizza, presenti sull’Isola d’Ischia. Due ampie sale, una dedicata completamente ai giovani, il “TUTTO PIZZA SHOW”, con buona musica, e tutta la pizza che vuoi pagando sempre 10,00€ If you want to eat pizza endless, paying always the same price, then, you must absolutely go to ‘Ristorante Pizzeria da Luca’, a cult of pizza place, present on the island of Ischia. Two wide halls, one dedicated completely to youth, the “TUTTO PIZZA SHOW”, with nice music and all pizza you want paying only and always 10,00 €


63 3. Ristorante da Gisella

4. Ristorante da Coco’

Loc. Sorgeto - Panza isola d’Ischia Tel.: +39 081909390 +39 3474440571 à la carte: 20€ / 45€

Piazzale Aragonese Ischia Ponte Tel.: +39 081981823 à la carte 36€/ 55€

Sull’incatevole baia di Sorgeto, un’ampia sala e terrazza con vista sulla baia e sul borgo di Sant’Angelo, cucina casereccia e porzioni molto abbondanti, un locale alla mano con persone molto gentili ed un ricco menù. Una sosta da Gisella è obbligatoria se decidete di fare il bagno nelle calde acque di Sorgeto, sia d’inverno che d’estate, anche solo per un caffè. Ottima scelta di antipasti, buoni ed abbondanti i primi piatti.

Non esiste un signor Cocò, ma un Salvatore Di Meglio che faceva, il pescatore, capelli a spazzola, faccia grintosa da lottatore bulgaro, ha inaugurato il ristorante nel ‘63, in uno degli scorci più belli dell’isola, proprio ai piedi del castello Aragonese. Il locale è composto da una sala a vetrate su tre lati ed una terrazza, con vista sul mare e sul castello Aragonese. Da Cocò si fanno le cose che fanno, un po’ tutti sull’isola. Spaghetti con le vongole, con le cozze, pesce all’acqua pazza, frittura di paranza, fritta come si deve: asciutta, caldissima, croccante. Piatto forte, ma leggero, molto apprezzato anche dagli indigeni, non solo dai turisti.

The restaurant is set on the wonderful bay of Sorgeto, a wide hall and terrace with a fine view over the bay and the district of S. Angelo, homemade cooking and plentiful helpings, a cordial restaurant with very nice persons and rich menu. A stop at ‘Gisella’ is necessary if you decide to go bathing in the warm water of Sorgeto, both in summer and winter, just for a coffee. Excellent choice of antipasto, good and plentiful starters.

Per un elenco completo dei ristoranti, bar, pub e pizzerie consigliamo di consultare il sito web www.visitischia.com For a complete list of restaurants, bar, pub and pizzerie we recommend to look up the website www.visitischia.com

Mr Cocò doesn’t exist, but it’s a certain Salvatore Di Meglio who was fisherman, with crew cut, punchy face, he inaugurated the restaurants in ’63, in one of the most beautiful place of the Island, just at the foot of Castello Aragonese. The restaurant is made of a hall of full-length windows on three sides and a terrace with the view over the Castello and the sea. At Cocò’s we found the typical dishes of the island. Spaghetti with clams, mussels, fish prepared in acquapazza and fried paranza but a good fried: dry, very warm and crunchy. Truly popular dish, but soft is appreciated also by natives, not only tourists. Other recommended dishes: anchovies in oil, sea ‘lumachine’ with tomato juice, bean and endive soup and some side orders which can be unique dish for vegetarians: artichokes with black olives and ‘puparole’, salty hot peppers pan fried with a bit of fresh tomato.


64 5. Ristorante Visconti

Via Edgardo Cortese, 18 – Ischia tel.: +39 081991110 www.ristorantevisconti.it

Il ristorante Visconti offre un ambiente intimo, elegante ed accogliente nel centro cittadino di Ischia. Un locale unico, dove la qualità sposa la raffinatezza, guidato dalle giovani mani dello Chef Crescenzo Scotti, abile a coniugare la tradizione con le moderne tecniche di cottura. Il gioco di luci soffuse renderà le serate particolari e speciali, per qualsiasi evento della tua vita. The Ristorante Visconti offers a private setting, elegant and welcoming in the city centre of Ischia. An unique restaurant, where quality combines with sophistication, conducted by Chef Crescenzo Scotti’ hands, able to join tradition with modern cooking techniques. The play of soft lightings will make evenings particularly special for every type of event of your life.

5


Forastera 2009

Ischia doc, Pietratorcia

di Luciano Pignataro

L

’anima vera contadina di Ischia è espressa dai grandi vini di Pietratorcia, l’azienda fondata nel 1996 dalle famiglie Iacono, Regine e Verde che, vendemmia dopo vendemmia, ha dimostrato sino in fondo le potenzialità delle uve, spesso coltivate in condizione di viticoltura estrema. Quest’anno, è stato presentato l’ultimo nato, la Forastera. Si dice così di un’uva portata da fuori, ma in realtà viene coltivata qui dal 1850. Oggi le piante sono coltivate nel magico scenario, il Quadrilatero anti-speculazione costituito dal Cuotto, Chignole, Toppo e Montecorvo: c’è terreno interessante, formato da materiale detritico derivante da distaccamento di tufo verde. In questo vino, evviva grado alcolico dichiarato a quota dodici, come ai vecchi tempi in cui il bianco si beveva invece di essere tagliato a fette con coltello e forchetta, si respira l’animo discreto e gentile di Gino, l’enologo di famiglia. Una mano, ve lo dico subito, capace di creare bottiglie in grado di correre nel tempo con molta autorevolezza e spavalderia. La 2009 non è stato certo una vendemmia facile, però il risultato nel bicchiere c’è e si vede tutto. Lo userete come aperitivo nei giorni assolati regalati dal sole mediterraneo, prima di passare, per esempio, allo straordinario Vigna di Chignole 2008, blend di forastera, biancolella e fiano, uno dei migliori in Campania. Bene i monovitigni, ma spero nella tutela dei cru aziendali che tante soddisfazioni hanno regalato. Le persone ancora non se ne sono accorte, ma il terreno sta tornando in primo piano e la visione francese sta lentamente tornando di moda rispetto a quella anglosassone che spara il nome dell’uva in etichetta. In Campania abbiamo certo ragione nel farlo, come pure di tutelare nella comunicazione la viticoltura più bella e spettacolare del mondo. In questo caso interpretata con piacevolezza: sui pesci da taglio in bianco appena scottati oppure sui fiordilatte di Agerola. Excellent. Forio d’Ischia Via Provinciale Panza, 267 Tel.081.908206 www.pietratorcia.it Prezzo: 7 euro franco cantina

The real essence of Ischia is represented by the good wine by Pietratorcia, the farm was founded in 1996 by Iacono, Regine and Verde families, that thanks to an accurate harvest, demonstrating the productivity of grapes deeply, often cultivated in hard viticulture conditions. This year the new product is born, Forastera that refers to something of foreign or imported grape, but really it’s cultivated right here since 1850. Nowadays plants are cultivated in the magical scenery, the anti-speculation quadrilateral created by Cuotto, Chignole, Toppo and Montecorvo: the rich soil, made up of detrital deposit as result of separation from green tufo. In this wine the alcohol content is about 12 degrees, such as before when the white wine was drunk instead of being cut in pieces, the kind and moderate mind of Gino is in the air, he is the family wine expert. He is able to create bottles famous in time with authoritativeness and boast. The 2009’ harvest has not certainly easy, but the result is excellent and can be used as aperitif during sunny days before to taste the excellent Vigna Chignole 2008, blend by Forastera, biancolella and fiano, one of most famous in Campania. I hope that the business cru can protect the mono-vines. People still don’t know, but the soul is in close-up and the French vision is becoming fashionable again towards the English one that divides the grape’ name in label. In Campania we can do it, and also protect the most beautiful viticulture in world through communication. In this case it is interpreted in the following way: on fishes sold by the slice or on mozzarella by Agerola. Excellent. Forio d’Ischia Via Provinciale Panza, 267 Tel.081.908206 www.pietratorcia.it Price: 7 euro

65


Autobus ad Ischia

EAV bus

LINEA CS - circolare sinistra : ISCHIA PORTO - CASAMICCIOLA - LACCO AMENO - FORIO - C.GRADO - SERRARA-FONTANA - BARANO VARIANTE ESTERNA - ISCHIA PORTO Partenze da Ischia porto dalle 04.20 alle 01.00 ogni 30/15 minuti LINEA CD - circolare destra : ISCHIA PORTO - VARIANTE ESTERNA - BARANO - FONTANA - SERRARA - CAVA GRADO - FORIO - LACCO AMENO - CASAMICCIOLA - ISCHIA PORTO Partenze da Ischia porto dalle 04.00 alle 01.50 ogni 30/15 minuti LINEA 1 ISCHIA PORTO - CASAMICCIOLA LACCO AMENO - FORIO - C.GRADO (S.ANGELO) Partenze da Ischia porto dalle 05.05 alle 01.50 ogni 30/15 minuti LINEA 1 CAVA GRADO(S.ANGELO) - FORIO - LACCO AMENO - CASAMICCIOLA - ISCHIA PORTO Partenze da S.Angelo dalle 05.40 alle 02.40 ogni 30/15 minuti LINEA 2 ISCHIA PORTO - CASAMICCIOLA - LACCO AMENO - FORIO - CITARA (Giardini Poseidon) Partenze da Ischia porto dalle 08.10 alle 19.50 ogni 30/15 minuti LINEA 2 CITARA (Giardini Poseidon)- FORIO - LACCO - CASAMICCIOLA - ISCHIA PORTO Partenze da Citara dalle 09.12 alle 20.42 ogni 30/15 minuti

LINEA 7 ISCHIA PORTO - ISCHIA PONTE ISCHIA PORTO Partenze da Ischia porto dalle 06.30 alle 23.50 ogni 30/15 minuti LINEA 7P ISCHIA PORTO - INCROCIO VIA SEMINARIO - VIA PONTANO - ISCHIA PORTO Partenze da Ischia porto dalle 09.10 alle 22.20 ogni 30 minuti LINEA 8 ISCHIA PORTO - VIA DELLE TERME P.EROI - PALAZZETTO - S.MICHELE - S.ANTUONO - CAMPAGNANO e viceversa Partenze da Ischia porto dalle 06.55 alle 18.40 ogni 60 min. LINEA 15 PORTO - PALAZZETTO - ISCHA PONTE - VIA PONTANO - PALAZZETTO - SANT’ANTUONO PILASTRI - PORTO - VIA QUERCIA - PORTO Partenze da Ischia Porto dalle 05.50 alle 22.40 ogni 60/80 minuti LINEA C12 PORTO - P.EROI - CARTAROMANA - S.MICHELE - CAMPAGNANO - S.ANTUONO PILASTRI - PORTO Partenze da Ischia Porto dalle 06.30 alle 01.05 ogni 50/60 minuti LINEA C13 PORTO - VIA DELLE TERME - PILASTRI - S.ANTUONO - CAMPAGNANO - S.MICHELE CARTAROMANA - P.EROI - PORTO Partenze da Ischia Porto dalle 05.45 alle 23.45 ogni 50/60 min. LINEA 21 CITARA - CIMITERO - MONTERONE FANGO - MONTERONE - FORIO PORTO - CITARA Partenze da Citara dalle 07.40 alle 23.30 ogni 50 minuti LINEA 22 CITARA - FORIO PORTO MONTERONE - FANGO - MONTERONE - FORIO PORTO - CITARA Partenze da Citara dalle 08.00 alle 23.50 ogni 50 minuti LINEA 23 CITARA - PANZA - CITARA SOCCORSO - FORIO PORTO - CITARA Partenze da Citara dalle 08.55 alle 13.45 ogni 30/60 minuti LINEA 24 CITARA - CIMITERO - SOCCORSO - FORIO PORTO - S.FRANCESCO - FORIO PORTO CITARA - PANZA - CITARA Partenze da Citara dalle 09.10 alle 20.10 ogni 50 minuti


LINEA 3 ISCHIA PORTO - P.ZZA MARINA P.ZZA BAGNI - LA RITA - P.ZZA MAIO - FANGO e viceversa Partenze da Ischia porto dalle 05.25 alle 00.35 ogni 60/70 minuti LINEA 4 PIAZZA MARINA - PIAZZA BAGNI - LA RITA - PIAZZA MAIO - VIA PRINCIPESSA MARGHERITA - PIAZZA MARINA Partenze da Piazza Marina dalle 06.45 alle 01.15 ogni 35 minuti LINEA 5 ISCHIA PORTO - PILASTRI PIEDIMONTE - TESTACCIO - MARONTI e viceversa Partenze da Ischia porto dalle 05.45 alle 00.15 ogni 30/10 minuti LINEA 6 ISCHIA PORTO - PILASTRI PIEDIMONTE - FIAIANO E VICEVERSA Partenze da Ischia porto dalle 05.50 alle 23.05 ogni 30/10 minuti LINEA 14 P.MARINA - PIAZZA BAGNI - LA RITA - PIAZZA MAIO - FANGO - FORIO - CITARA - FORIO - FANGO - PIAZZA MAIO - PIAZZA MARINA Partenze da Piazza Marina dalle 06.55 alle 20.45 ogni 20/80 minuti LINEA 16 PIAZZA MARINA - PIAZZA S.PASQUALE - CRETAIO - PIAZZA BAGNI - VIA PRINC. MARGHERITA - PIAZZA MARINA LACCO AMENO - 167 - FANGO - 167 - LACCO AMENO - PIAZZA MARINA Partenze da Piazza Marina dalle 07.20 alle 00.40 ogni 30/70 minuti

Tourist card

Ticket valid 90 minutes Ticket valid from 6.00 to 6.00 Ticket valid 2 days Ticket valid 3 days Ticket valid 7 days

euro 1,30 euro 4,20 euro 6,50 euro 8,50 euro 17,00

LINEA 9 CITARA (Giardini Poseidon)PANZA - SERRARA - FONTANA Si effettua dal 16/6 al 5/9 Partenze da Citara dalle 09.50 alle 19.00 ogni 60 minuti LINEA 10 FIAIANO - PIEDIMONTE TESTACCIO - MARONTI E VICEVERSA Si effettua dal 16/6 al 5/9 Partenze da Fiaiano dalle 08.15 alle 19.55 ogni 30/55 minuti LINEA 11 SERRARA - FONTANA BUONOPANE - BARANO - TESTACCIO - MARONTI E VICEVERSA Si effettua dal 16/6 al 5/9 Partenze da Serrara dalle 08.30 alle 18.45 ogni 15/70 minuti

TITOLO DI VIAGGIO - UNICO Tariffe per residenti e pendolari Biglietto valido 60 minuti euro 1,00 Biglietto valido dalle 00.00 alle 24.00 euro 3,00 Biglietto intera rete valido 14 giorni (*) euro 18,00 Abbonamento mensile intera rete euro 31,00 Tariffe per turisti ed altri

Biglietto valido 90 minuti euro 1,30 Biglietto valido dalle 6.00 alle 6.00 euro 4,20 Biglietto valido 2 giorni euro 6,50 Biglietto valido 3 giorni euro 8,50 Biglietto valido 7 giorni (*) euro 17,00 Abbonamento mensile intera rete (**) euro 40,00 Biglietto di corsa semplice (acquisto su bus) euro 1,50 (*) con documento di riconoscimento (**) con tessera rilasciata dalla SEPSA

Orari Ottobre 2010 in vigore dal 01/10/2010

67


Numeri Useful Utili numbers TAXI >>Ischia Porto Piazza Antica Reggia tel. 081984998 Via De Luca Alfredo tel. 081992493 Piazza degli Eroi tel. 081992550 Via Mirabella tel. 081991067 Piazzetta S.Girolamo tel. 081993720 >>Forio Via Porto tel. 081997482 >>Casamicciola Terme Piazza Marina tel. 081900369 >>Lacco Ameno Piazza Girardi tel. 081995183 Piazza Pontile tel. 081994310 >>Serrara Fontana Piazzetta S.Angelo tel. 081999899 OSPEDALI Ricordate che per chiamare un’ambulanza bisogna comporre il numero 118. L’unica struttura ospedaliera pubblica a Ischia si trova a Lacco Ameno in via Fundera, 2. Centralino: 0815079111 GUARDIA MEDICA Di seguito sono riportati i numeri della Guardia Medica dei rispettivi comuni: >>Barano / Ischia Porto / Serrara Tel. 081 983292 >>Casamicciola / Forio /Lacco Ameno Tel. 081998655 - 081998855 CLINICHE Centro emodialisi via A.de Luca, 20 Tel. 081983164 Guardia Medica Assistenza anziani via prov.le Panza, 68 Tel. 0813332013

Guardia medica turistica via prov.le Panza, 68 Tel 081998989 FARMACIE >>Ischia Porto Sant’Anna.Via M. Mazzella -Tel 081991624 - 081985089 Internazionale. Corso Vittoria Colonna, 179 - Tel. 0813331275 Mirabella Via M. Mazzella. Tel. 081991237 Dott.ssa Tiziana Costabile. Via Acquedotto, 83 - Tel. 081902634 >>Casamicciola De Luisa Piazza Marina, 1 - Tel. 081994060 >>Lacco Ameno Cantone Corso Angelo Rizzoli, 77 -Tel. 081900224 >>Forio Migliaccio Corso Regine Francesco, 61 Tel. 081989355 Dr. Lobosco Michele Via G. Castellaccio, 53 Monterone -Tel 0815071489 - 0815071577 S.Leonard Via Prov. Panza, 1 -Tel. 081907064 >>Serrara Fontana Della Fonte Dr. Castagliuolo Giuseppina, Piazza Pp. Iacono, 8 - Tel. 081999320 Sant’Angelo Di Mario Foroni, Via Chiaia Delle Rose, 10 Tel. 081999973 >>Barano Garofalo, Piazza S.Rocco, 15 -Tel. 081990012 Isola Verde, Via di Meglio, 8 -Tel. 081906516 cell. 3476535608 AZIENDA SANITARIA LOCALE >>Ischia Azienda Sanitaria Locale Via De Luca Antonio, 20 Tel. 800.284270 Assistenza Integrata Di Psichiatria Via Fondo Bosso, 20 Tel. 081.985156 Centro Di Salute Mentale Via Mazzella Michele, 11 Tel. 0815070711


69 >>Casamicciola Terme Azienda Sanitaria Locale Via De Gasperi, 23 Tel. 081980292

Carabinieri Via Casciaro, 22 -Tel 081991065 - 081991001 - 081981062 - 081992145

Ufficio Sanitario Rione De Gasperi, 23 Tel 081980204

Pronto intervento 112 Polizia di Stato Via delle terme, 80 Tel 0815074711 - 0817941111 0817941729 Polizia di stato soccorso pubblico 113 Guardia di Finanza Comando di Tenenza Centralino Via L Mazzella - tel 081991109 Capitaneria di Porto Ufficio Circondariale Marittimo Via Iasolino, 10 Tel 081991417 - 081982845 Casa del cane Via acquedotto Tel. 081901140

>>Lacco Ameno Laboratorio Analisi Primario Via Fundera, 2 Tel. 081980439 >>Forio Medicina Legale Via provinciale Panza, 68 Tel. 081997730 >>Barano d’Ischia Dist.57 Ass.pscichiatrica Via Corrado Buono, 39 Tel. 081906392

AMBULATORI VETERINARI >>Ischia Porto Dott. Maio Mariani via Quercia, tel 081982529

>>Casamicciola Terme Municipio, Vicolo Paradisiello, 1 - tel 0815072511 Carabinieri Via Pozzillo, 1 - tel 081994480 Corpo Forestale Corso Garibaldi,95 - tel 081995117 Approdo Turistico Cala degli Aragonesi - Tel 081980686 Approdo Turistico Marina di Casamicciola -Tel 3338887975

>>Forio Dott.ssa Lucia Cigliano Strada Statale 270 Forio Panza, 11 - Tel. 081 988249 Dott. Alessandro Impagliazzo Via Statale, 278 - Tel. 081909057

>>Lacco Ameno Comune p.zza S. Restituta tel 0813330811 Comando VV. UU. - tel 081900185 Ospedale Anna M. Rizzoli centralino - tel. 0815079111

>>Barano Dott. Pasquale Sbrogna, via Starza, 22 Tel. 081905193

>>Forio Municipio P.za Municipio Tel 0813332911 N° verde 800258151 Comando VV. UU. tel 081997542 Giardini “La Mortella” tel 081986220

Ufficio Sanitario Via Corrado Buono, 1 Tel. 081905781

NUMERI UTILI >>Isola d’Ischia Soccorso stradale (A.C.I.) -Tel 081984038 Eliporto - Tel. 0815072545 SEPSA Servizio autobus. Via M. Mazzella tel 081991808 >>Ischia Comune d’Ischia centralino. Via Iasolino,1. - Tel. 0813333111 U.R.P. (Ufficio Relazioni con il Pubblico) Via De Luca, 153 - Tel 081983335 Protezione Civile. Via De Luca, 50 tel 081982397

>>Serrara Fontana Municipio Via Roma - Tel. 081999626 Comando VV. UU. Via Roma 1 Tel 081999136 >>Barano Municipio Via Corrado Buono, 1 081906711 Polizia Municipale Via Corrado Buono,10 - tel. 081905764 Stazione Carabinieri Salita Municipio, 1 - Tel 081906463


Tabella Dalla terraferma verso l'Isola d'Ischia PartenzaArrivoImbarcoScaloDestinazioneCompagniaMezzoNota 04:10 05:20 POZ PRO ISC Medmar TR FER 05:50 06:50 POZ ISC Medmar TR FER 06:25 08:00 NPM PRO ISC Caremar TR 06:40 07:40 POZ ISC Medmar TR FER 07:10 07:50 NAM ISC Alilauro AL ESF 07:30 08:00 PRO ISC Caremar TR 07:35 08:25 NAB ISC Alilauro AL FER 07:50 08:35 NAB ISC Caremar AL 08:00 09:00 NAB FOR Alilauro AL ESF 08:20 09:20 NAB PRO CAS Snav AL 08:25 09:35 POZ CAS Medmar TR 08:40 10:00 NPM ISC Medmar TR 08:55 10:30 NPM PRO ISC Caremar TR 09:00 09:20 PRO CAS Snav AL 09:10 09:50 NAM ISC Alilauro AL ESA 09:30 10:15 SOR ISC Alilauro AL 09:35 10:25 NAB ISC Alilauro AL 09:35 10:35 POZ ISC Medmar TR 09:35 10:55 NAB ISC FOR Alilauro AL 09:55 10:50 NAB PRO ISC Caremar AL 09:55 11:00 POZ PRO CAS Caremar TR 10:00 10:30 PRO ISC Caremar TR Caremar TR 10:30 11:05 PRO CAS 10:30 11:20 NAB ISC Alilauro AL ESF 10:30 11:40 NAB ISC FOR Alilauro AL ESF 10:35 10:50 PRO ISC Caremar AL 10:40 12:15 NPM PRO ISC Caremar TR 11:45 12:15 PRO ISC Caremar TR 11:45 12:55 POZ CAS Medmar TR 12:05 13:05 NAB NAM ISC Alilauro AL 12:20 13:00 NAM ISC Alilauro AL 12:30 13:30 NAB PRO CAS Snav AL 12:50 13:40 NAB ISC Alilauro AL 13:10 13:30 PRO CAS Snav AL 13:10 14:00 NAB PRO ISC Caremar AL 13:30 14:40 POZ ISC Medmar TR 13:45 14:00 PRO ISC Caremar AL 13:50 14:50 POZ PRO ISC Caremar TR 13:55 15:15 NPM ISC Medmar TR 14:25 15:05 PRO ISC Caremar TR 14:30 16:05 NPM PRO ISC Caremar TR 14:35 15:25 NAB ISC Alilauro AL 14:35 15:45 NAB ISC FOR Alilauro AL 15:00 16:10 POZ CAS Medmar TR 15:10 16:00 NAB PRO ISC Caremar AL 15:30 16:20 NAB ISC Alilauro AL 15:35 16:05 PRO ISC Caremar TR 15:40 17:10 NPM PRO ISC Caremar TR ISC Caremar AL 15:45 16:00 PRO 16:20 17:20 NAB PRO CAS Snav AL 16:30 17:30 POZ ISC Medmar TR 16:45 17:05 PRO ISC Caremar TV 17:00 17:20 PRO CAS Snav AL 17:05 17:55 NAB ISC Alilauro AL 17:05 18:05 NAB ISC FOR Alilauro AL 17:30 19:00 NPM PRO ISC Caremar TR 17:55 18:55 NAB NAM ISC Alilauro AL 18:15 18:55 NAM ISC Alilauro AL 18:15 19:00 NAB ISC Caremar AL 18:30 19:40 POZ CAS Medmar TR 18:35 19:05 PRO ISC Caremar TR 18:45 19:40 NAB PRO CAS Snav AL 18:55 19:55 POZ PRO ISC Caremar TR 19:00 20:15 NPM ISC Medmar TR 19:20 19:40 PRO CAS Snav AL 19:20 20:50 NPM PRO ISC Caremar TR 19:30 19:50 PRO ISC Caremar TV 20:10 21:25 NAB ISC Alilauro AL FER 20:25 21:05 PRO ISC Caremar TR 20:30 21:30 POZ PRO ISC Medmar TR 21:55 23:25 NPM PRO ISC Caremar TR 23:00 23:20 PRO ISC Caremar TV

70

marittimi Legenda imbarcazioni Sigla Mezzo AL Aliscafo TR Traghetto TV Traghetto Veloce Legenda note Sigla Nota GD Da Giovedì a Domenica LV Da Lunedì a Venerdì MG Da Martedì a Giovedì VL Da Venerdì a Lunedì EST Dal 15/06 Al 15/09 PON Dal 21/06 al 07/09 M/N Dal 26/06 al 06/09 CAS Domenica da-per Casamicciola EL Escluso lunedì ESA Escluso Sabato ESF Escluso Sabato e festivi FER Feriale FRN Feriale con Servizio Navetta FES Festivo FNV Festivo con Servizio Navetta REG Regionale res Residuale Festivo SD Sabato e Festivi SN Servizio Navetta MGF Solo il Mar. Gio. Sab. Dom. LMS Solo Lun. Mer. Sab. LUN Solo Lunedì MGV Solo Mart. Giov. - Ven. SAB Solo Sabato VEN Solo Venerdì VSD Venerdì, Sabato e Festivi

Ultimo aggiornamento: 09-12-2010


Orari Legenda porti SiglaPorto ANZ Anzio NPM Calata Porta Massa CAP Capri CAS Casamicciola FIU Fiumicino FOR Forio FOM Formia ISC Ischia NAB Napoli Beverello NAM Napoli Mergellina PON Ponza POZ Pozzuoli PRO Procida SAL Salerno SOR Sorrento VEN Ventotene

Legenda biglietterie Alilauro Ischia Ischia 081991888 info@alilauro.it Alilauro Forio Forio 0815071345 info@alilauro.it Alilauro Beverello Napoli Beverello 0815513236 info@alilauro.it Alilauro Mergellina Napoli Mergellina 0817614909 info@alilauro.it Medmar Beverello Ischia 0813334411 info@medmarnavi.it Snav Casamicciola Casamicciola 3487013471 info@snav.it Snav Beverello Napoli Beverello 0814285555 0814285259 info@snav.it Caremar Traghetti Ischia 081984818 081991953 travholi@tin.it Caremar Beverello Napoli Beverello 0815513882 0815522011 travholi@tin.it Caremar prenotazioni Napoli Beverello 892 123 0810171998 Caremar Pozzuoli Pozzuoli 0815262711 0815261335 punzo.a@virgilio.it

Dall'Isola d'Ischia verso la terraferma PartenzaArrivoImbarcoScaloDestinazioneCompagniaMezzoNota 02:30 03:40 ISC PRO POZ Medmar TR FER 04:30 05:30 ISC POZ Medmar TR FER 06:30 07:40 CAS POZ Medmar TR 06:35 07:25 ISC NAB Alilauro AL FER 06:40 08:00 ISC NPM Medmar TR 06:45 07:15 ISC PRO Caremar TR 06:45 08:15 ISC PRO NPM Caremar TR 06:50 07:35 ISC NAB Caremar AL 07:00 08:00 FOR NAB Alilauro AL ESF 07:10 07:25 CAS PRO Snav AL 07:10 08:15 CAS PRO NAB Snav AL 08:00 08:40 ISC NAM Alilauro AL FER 08:10 09:10 ISC POZ Medmar TR 08:15 09:25 FOR ISC NAB Alilauro AL FES 08:30 09:00 ISC PRO Caremar TR 08:30 09:25 ISC PRO POZ Caremar TR 08:35 09:25 ISC NAB Alilauro AL 08:45 10:10 ISC NPM Caremar TR 08:50 09:35 ISC NAB Caremar AL 09:10 10:20 FOR ISC NAB Alilauro AL ESF 09:25 10:20 ISC NAB Alilauro AL ESF 09:40 09:55 CAS PRO Snav AL 09:40 10:35 CAS PRO NAB Snav AL 10:00 10:40 ISC NAM Alilauro AL 10:00 11:00 ISC NAM NAB Alilauro AL 10:10 11:20 CAS POZ Medmar TR 10:30 11:50 ISC NPM Medmar TR 11:10 12:20 ISC POZ Medmar TR 11:15 12:35 FOR ISC NAB Alilauro AL 11:20 12:00 ISC PRO Caremar TR 11:20 12:15 ISC PRO POZ Caremar TR 11:40 12:05 ISC NAB Alilauro AL 12:00 12:15 ISC PRO Caremar AL 12:00 13:00 ISC PRO NAB Caremar AL 12:30 13:05 CAS PRO Caremar TR 12:30 14:00 CAS PRO NPM Caremar TR 13:00 14:20 FOR ISC NAB Alilauro AL ESF 13:15 13:55 ISC NAM Alilauro AL FES 13:15 14:05 ISC NAM NAB Alilauro AL FES 13:30 14:40 CAS POZ Medmar TR 13:45 14:00 CAS PRO Snav AL 13:45 14:35 CAS PRO NAB Snav AL 13:50 15:10 ISC NPM Caremar TR 14:00 14:40 ISC NAM Alilauro AL 14:00 15:05 ISC NAM NAB Alilauro AL 14:15 14:30 ISC PRO Caremar AL 14:15 15:05 ISC PRO NAB Caremar AL 15:05 16:15 ISC POZ Medmar TR 15:20 15:50 ISC PRO Caremar TR 15:20 16:50 ISC PRO NPM Caremar TR 15:25 15:55 ISC NAM Alilauro AL ESF 15:45 17:05 FOR ISC NAB Alilauro AL 16:05 16:55 ISC NAB Alilauro AL 16:15 16:30 ISC PRO Caremar AL 16:15 17:15 ISC PRO NAB Caremar AL 16:50 17:50 ISC NAM NAB Alilauro AL DSF 17:00 17:40 ISC NAM Alilauro AL 17:00 18:10 CAS POZ Medmar TR 17:00 18:20 ISC NPM Medmar TR 17:15 17:45 ISC PRO Caremar TR 17:15 18:50 ISC PRO NPM Caremar TR 17:20 18:05 ISC SOR Alilauro AL 17:35 18:00 ISC PRO Caremar TR 17:35 18:35 ISC PRO POZ Caremar TR 17:40 17:55 CAS PRO Snav AL 17:40 18:35 CAS PRO NAB Snav AL 18:50 19:30 ISC NAM Alilauro AL 19:00 20:05 ISC POZ Medmar TR REG 19:00 20:10 ISC NAM NAB Alilauro AL FER 19:30 20:00 ISC PRO Caremar TR 19:30 21:00 ISC PRO NPM Caremar TR 20:10 21:35 ISC NPM Caremar TR 22:15 22:45 ISC PRO Medmar TR

71


Ischia

isola del mare, delle terme, del verde e del vino. Vieni nella nostra splendida isola: ogni cantina racconta la storia del suo prezioso nettare. La degustazione dei nostri vini è una esperienza irrinunciabile.

Ischia News ed Eventi - Buon Natale  

Magazine turistico informativo sull'isola d'Ischia, mese di dicembre 2010, il Natale e le tradizioni sull'isola d'Ischia, i presepi e gli ev...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you