Issuu on Google+

ISOLA

8

venerdì 2 novembre 2012

IL GIORNALISTA, IDEATORE E COORDINATORE DELLA STRUTTURA, NE ANNUNCIA LO SCIOGLIMENTO ALL’ASSESSORE REGIONALE E NE SCATURISCE UN BOTTA E RISPOSTA DAI CONTENUTI PESANTI

CO.TU.IS. “INTERRUPTUS” ROTTURA DE MITA-SEPE VISCONTI di Gaetano Ferrandino

Una rottura in piena regola, almeno così sembrerebbe a leggere anche uno scambio epistolare, figlia di un rapporto che negli ultimi tempi si era probabilmente deteriorati a causa di una serie di incomprensioni sui quali sarà il caso di ritornare in maniera più approfondita nelle prossime edizioni del nostro giornale. Quello che appare certo, per adesso, è che l’idillio tra l’assessore regionale al Turismo Giuseppe De Mita ed il giornalista Riccardo Sepe Visconti, promotore e fondatore del Co.Tu.Is. (Coordinamento per il Turismo dell’Isola [Sepe Visconti con l'assessore regionale al Turismo, De Mita] d’Ischia), sembra essere giunto riportiamo integralmente: ai titoli di coda. Tutto nasce da altro che sperare che al più pre“Devo prendere atto con ramuna missiva indirizzata da Sepe sto il vento della politica cambi Visconti al vicepresidente della direzione e ci permetta di avere marico che non hai la maturità Regione Campania, Giuseppe nuovi interlocutori, più attenti per renderti conto che i problemi che ci affrontano prescinDe Mita, al vicepresidente del alla nostra realtà”. Un vero e Consiglio Regionale Biagio Ia- proprio attacco frontale, che dono dai tuoi sbalzi umorali e non ammette dall’iptertrofia del tuo io. Agli colare, e per d i s c u s s i o n i , amici che leggono in copia anticonoscenza ad A generare lo strappo quello di Sepe cipo che con il loro contributo una serie di la convocazione poi rientrata Visconti all’inorganizzeremo nelle prossime iscritti all’UdC di una riunione tra esponenti locali dell’UdC sollecitata dallo dirizzo di De settimane un’iniziativa sul turisull’isola stesso Sepe Visconti. Che scrive Mita, con una smo per l’isola d’Ischia, anche verde. Eloal vicepresidente della Giunta nota indirizin relazione alla richiesta di riquente l’ogRegionale:“Ischia non merita zata per conoconoscimento del distretto turigetto: “Ritiro tanta sciatteria e disinteresse” scenza anche stico balneare, pervenutami da progetto Naagli esponenti parte di tutte le amministratale e Stati Generali ad Ischia e contestuale del suo partito sull’isola perché zioni comunali insieme alle rappresentanze di categoria, che scioglimento Coordinamento proprio dallo scudo crociato locale sarebbe arrivata la goccia immagino parlino a nome delTurismo Ischia (Co.Tu.Is.)”. che ha fatto traboccare il vaso. IL COORDINATORE: Tutta colpa di una riunione che ISCHIA NON MERITA avrebbe dovuto svolgersi su convocazione dello stesso coorTANTA SCIATTERIA dinatore del CO.TU.IS. ma che Nel testo, il direttore di Ischia alla fine sarebbe saltata per una City scrive quanto segue: “In serie di veti incrociati posti qua mancanza di risposte concrete e là. Capita l’antifona, a questo non posso che annullare tutti i punto, Sepe Visconti avrebbe programmi presentati a questo deciso che era giunta l’ora di assessorato. A nome di tutta chiudere la “bottega”. l’isola d’Ischia, esprimo il mio più forte disappunto per come i L’ASSESSORE: I PROBLEMI DALLA vertici della Regione Campania PRESCINDONO hanno deciso di trascurare le IPERTROFIA DEL TUO “IO” più semplici richieste di un’isola che in termini turistici è il mas- Ma, tornando all’attacco, non ci simo attrattore in Campania. si aspettava la replica altrettanto Ischia non merita tanta sciatte- dura dell’assessore De Mita, il ria e disinteresse:a questo punto quale con toni non certo istituappare evidente la volontà di fe- zionali come quelli usati dal suo rire l’isola. Naturalmente, non interlocutore ha risposto (inposso che provare profonda viando il testo però anche agli amarezza per questo colpevole altri interessati dal “fattaccio”) immobilismo. Non mi resta per le rime nella maniera che vi

l’isola con un qualche fondamento”. Insomma, un controsiluro, dai contenuti davvero forti, con i quali De Mita annuncia anche l’appoggio incondizionato al Distretto (che peraltro ha una funzione di natura finanziaria e fiscale, non turistica, quindi la puntualizzazione e la comunicazione sono chiare ed esplicative fino ad un certo punto).Tra l’altro, molti degli iscritti al CO.TU.IS, avrà pensato il suo coordinatore, figurano anche nel distretto, dunque non si capirebbe perché l’uno escluda l’altro. IL TERZO TEMPO: TI ARRABBI? MENO MALE, VUOL DIRE CHE SEI VIVO Tutto finito? Macchè, manca ancora il terzo tempo, con Sepe Visconti che stavolta – tirato in ballo sul piano personale – risponde utilizzando la stessa moneta e scrivendo a De Mita così: “Strana risposta la tua, che mi attacca sul piano personale e non sui progetti presentati! Percepisco che hai (almeno a parole) la ‘sensibilità’ di arrabbiarti (e questo è un bene perché ciò ci dice che sei vivo!), purtroppo menti, non solo a me, ma temo, a te stesso. Ricordo perfettamente con quanto sarcasmo hai chiosato appena 15 giorni fa

l’iniziativa del Distretto Turistico Balneare o l’attività di ‘certi presidenti di categoria’, ora mi dici che vieni ad organizzare... Cosa? Il mio io, che tu definisci ipertrofico, non è neppure sufficiente a contrastare le mille angherie che con la mia Isola devo subire quotidianamente. Ho provato a lavorare lealmente con te ottenendo solo vuote promesse: i fatti sono questi. Quanto alla mia presunta rappresentanza, amico mio sbagli e sai di sbagliare: ma se sei in malafede, evidentemente non posso far nulla per correggerla. Mi ero, per due volte, fidato di te. Evidentemente ho compiuto due errori. E me ne scuso con i miei concittadini. A te resta il peso del Governo Regionale, se puoi, prova ad essere più equo, attento e fattivo, magari riuscirai a fare qualcosa di buono e di utile anche per Ischia”.Game over, allora, e finale all’insegna del c’eravamo tanto amati. Ma prima dei saluti, ecco spuntare anche un sms che Sepe Visconti ricevette lo scorso 20 ottobre dal cellulare personale di Giuseppe De Mita: “Ok per conferenza ma ti invio un format (laddove per conferenza si intendono gli Stati Generali del Turismo, ndr). Per il Natale devo capire quanto posso investire, ma conto di fare qualcosa”. Roba di ieri, eppure sembra passato un secolo.


Golfo Pag 08