Page 3

Caratteristiche de S'Iscola Sarda S'iscola sarda sperimentale non segue i ritmi industriali, s'iscola sarda segue il tempo della natura umana, per chiunque voglia imparare, disimparare e reimparare. Dare a tutti gli interessati la possibilità di una didattica nuova, con linee differenti, e pratica, è per noi cominciare a vestirsi di una cultura dimenticata o nascosta, in accordo con le altre,ma non in perdita come ora è la nostra. Quindi pensiamo che le iscrizioni alla nuova educazione debbano essere libere per ogni età e ogni livello sociale. È il carattere personale che sceglie la disciplina: nessuno è obbligato allo studio di materie che offendono le proprietà spontanee o le vocazioni peculiari. La disciplina vien fuori da sé quando una persona mette passione in ciò che fa. Con questa formula si sperimenta il benessere della conoscenza che non è spaventata da intolleranze, note disciplinari, sospensioni o estromissioni dalle istituzioni “perchè non si sta fermi, seduti e zitti per cinque ore” come nella scuola attuale. L'educazione va ripensata, non ci soddisfa il trattamento che ci riserva la scuola italiana, il danno è davanti agli occhi di tutti: siamo stati interrotti dal 1726 quando ci hanno impedito di parlare in lingua sarda. È vero, qualcosa è cambiata dai tempi di Vittorio Amedeo II, del Vicerè Filippo Pallavicini e del gesuita Antonio Falletti, fautori della desardizzazione degli isolani. Oggi abbiamo libri per l'infanzia in sardo, vocabolari illustrati, manuali, corsi nella Facoltà di Lettere e Scienze Politiche, esami universitari e tesi di laurea in sardo. Ma occorre fare tante altre cose affinché, comprendendo l'entità del danno fatto dallo stato italiano, si prospetti un'alternativa all'importazione di una cultura calata dall'alto e dall'esterno che ci ha portato ad essere la terra del record per la dispersione scolastica e per la perdita di conoscenze, scomparse o stigmatizzate dalla vergogna. Occorre rimettere le cose a posto. Dunque sperimentale significa cercare un senso nuovo per coloro che verranno, affiancati dalla cultura di età differenti, esperienze, sensibilità, storie senza confini. Vivere e lavorare, giovani e adulti, dentro una struttura con programmi allargati, può rappresentare l'incontro e il ritorno di una conoscenza identitaria insieme alle altre culture mondiali. Dobbiamo entrare in un contesto internazionale a testa alta, essere riconosciuti per serietà e preparazione che valgano in altre realtà, dobbiamo creare un sistema scolastico nazionale.

www.irsonline.net

Is'iscola sarda sperimentale iRS  

La presentazione del progetto "s'iscola sarda sperimentale iRS" ed il primo coordinamento operativo avranno luogo nel centro di arte e cultu...

Is'iscola sarda sperimentale iRS  

La presentazione del progetto "s'iscola sarda sperimentale iRS" ed il primo coordinamento operativo avranno luogo nel centro di arte e cultu...

Advertisement