Issuu on Google+

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI, TURISTICI E DELLA PUBBLICITA’ “ A. OLIVETTI” Sede coordinata di Deliceto

A.S. 2009/10 Classe I Sez. A “Biennio comune” Prof.ssa Roccotelli Annunziata

1


O OB BIIEETTTTIIV VII D DIISSC CIIPPLLIIN NA AR RII Il corso di Diritto ed Economia si propone, in quest’anno scolastico, la formazione dell’allievo e non la semplice informazione rendendosi così indispensabile insegnargli a capire in chiave giuridico-economica quanto accade intorno a lui sia nell’immediato sia nel futuro. Il corso in oggetto si propone, dunque, di far comprendere agli allievi la realtà sociale in cui sono inseriti attraverso la conoscenza degli aspetti giuridici ed economici dei rapporti sociali in vista dell’esigenza prioritaria di formare il cittadino. Concetto chiave, in questo primo anno, sarà la comprensione della norma giuridica come regolatrice della convivenza civile e il concetto di utilità come fondamento delle scelte economiche. Per quanto riguarda gli obiettivi specifici minimi della disciplina in quest’ anno l’alunno deve: 1) conoscere e distinguere le norme giuridiche dalle altre regole sociali; 2) conoscere e definire il Diritto e le funzioni; 3) conoscere il ruolo del cittadino consapevole dei suoi diritti e doveri; 4) conoscere il ruolo dello Stato nella realtà contemporanea; 5) saper distinguere il ruolo dei soggetti economici (famiglie, Stato, imprese, Resto del mondo). 6) acquisire una preparazione terminologica di base 7) applicare nozioni economiche di base in modelli matematici semplici. D DEEFFIIN NIIZZIIO ON NEE D DEEII C CO ON NTTEEN NU UTTII L’insegnamento delle discipline giuridiche ed economiche sarà effettuata per moduli con relative unità didattiche. La struttura modulare prevede i requisiti d’ingresso e gli obiettivi da raggiungere. L’illustrazione dei moduli e le relative unità didattiche saranno portate a conoscenza degli alunni fornendo loro uno schema preordinato della lezione evidenziando gli obiettivi e i contenuti che dovranno acquisire. Ogni modulo si concluderà quando, dalle verifiche, ciascun alunno avrà dimostrato l’acquisizione dei concetti necessari per la comprensione del modulo successivo.

2


O OR RG GA AN NIIZZZZA AZZIIO ON NEE D DEEII C CO ON NTTEEN NU UTTII MODULO 1 – La convivenza sociale e le regole

U.D.1 – La funzione organizzativa delle regole  L’importanza della convivenza sociale:le norme sociali  L’importanza della convivenza organizzata: le norme giuridiche  Il sistema delle norme giuridiche: il diritto U.D.2 – L’organizzazione e l’applicazione delle norme giuridiche  L’evoluzione delle norme:le fonti scritte  L’origine delle norme: le fonti di produzione  La conoscenza delle norme: le fonti di cognizione  I cambiamenti delle norme: l’efficacia nel tempo e nello spazio  Il significato delle norme: l’interpretazione U.D.3 – I destinatari delle norme giuridiche  Le norme e gli individui: le persone fisiche  Le norme e le organizzazioni collettive: le persone giuridiche  Le norme e gli oggetti: i beni  Le relazioni tra le persone: le situazioni giuridiche soggettive Prerequisiti: saper leggere e comprendere un testo, saper sintetizzare un testo, saper leggere e comprendere articoli tratti da quotidiani, saper utilizzare il vocabolario della lingua italiana. Obiettivi relativi alla conoscenza: conoscere l’importanza e il ruolo svolto dalle norme del diritto all’interno della comunità, imparare a distinguere le norme del diritto rispetto alle altre regole sociali, comprendere l’organizzazione delle norme all’interno dell’ordinamento giuridico. Obiettivi relativi alla competenza: comprendere e sintetizzare i contenuti delle unità didattiche.

MODULO 2 – Lo Stato e la Costituzione

U.D.1- Gli elementi costitutivi dello Stato  L’elemento personale:il popolo  L’elemento materiale: il territorio  L’elemento politico: la sovranità U.D.2- L’evoluzione storica dello Stato  L’organizzazione strutturale dello Stato  L’organizzazione politica dello Stato: le forme di governo U.D.3- La Costituzione italiana  L’evoluzione della Costituzione: dallo Statuto Albertino alla Costituzione repubblicana  Il ruolo fondante della Costituzione: i principi fondamentali  Il ruolo organizzativo della Costituzione: la struttura 3


Prerequisiti: conoscere i concetti di diritto soggettivo, ordinamento giuridico, rapporto giuridico; riconoscere le varie funzioni del diritto; riconoscere le fonti del diritto. Obiettivi relativi alla conoscenza: conoscere gli elementi costitutivi dello Stato; comprendere le ragioni storiche della formazione dello Stato moderno. Obiettivi relativi alla competenza: distinguere i vari significati del termine “Stato” e riconoscerne le caratteristiche negli Stati attuali.

MODULO 3 – Le libertà e i diritti dei cittadini

U.D. 1 – Le libertà fondamentali. Diritti e doveri fondamentali  La libertà della persona: le libertà individuali  I diritti della famiglia e i diritti dell’istruzione Prerequisiti: saper distinguere i concetti di diritto e di dovere all’interno di un rapporto; conoscere il ruolo svolto dalla Costituzione e le sue strutture. Obiettivi relativi alla conoscenza: comprendere il significato della libertà quale fondamento della democrazia; conoscere i diritti che regolano i settori vitali della convivenza civile. Obiettivi relativi alla competenza: saper inquadrare uno specifico diritto nel contesto al quale si riferisce.

M ODULO 4 – Il sistema economico

U.D. 1 – L’oggetto dell’economia  I presupposti dell’economia: i bisogni economici  Il comportamento dell’uomo: i beni economici e i servizi  Cenni sull’evoluzione storica dei sistemi economici Prerequisiti: sapere che la vita di tutti i giorni è caratterizzata da atti economici, cioè atti che compiamo per soddisfare i bisogni. Obiettivi relativi alla conoscenza: comprendere cosa sono i bisogni quali esigenze che spingono l’uomo a compiere atti economici Obiettivi relativi alla competenza: cogliere l’evoluzione dei sistemi economici inquadrandoli nei diversi periodi storici.

MODULO 5 – I soggetti del sistema economico

U.D.4 – Le famiglie U.D.4 – Le imprese U.D.4 – Lo Stato Prerequisiti: conoscere i concetti di macroeconomia, sistema economico, bisogni, beni, servizi, programmazione; distinguere le tipologie di sistema economico; riconoscere le componenti del sistema economico. 4


Obiettivi relativi alla conoscenza: comprendere le relazioni intercorrenti tra gli operatori del sistema economico; definire il concetto di reddito, consumo, risparmio, profitto, rendita e interesse; comprendere la funzione dello Stato all’interno del sistema economico. Obiettivi relativi alla competenza: saper collegare tra loro le funzioni compiute dai vari soggetti economici M MEETTO OD DII,, SSTTR RU UM MEEN NTTII EE TTEEM MPPII D DII A ATTTTU UA AZZIIO ON NEE Dal punto di vista metodologico si farà ricorso a: 1. lezione frontale che, muovendo anche dall’esperienza personale degli alunni, risalga ad individuare gli aspetti specifici dei contenuti proposti; 2. schemi riepilogativi per facilitare la sintesi del percorso didattico; 3. problem solving al fine di stimolare gli alunni all’analisi e alla discussione 4. a lavori di gruppo su problematiche di stretta attualità Strumenti di lavoro saranno soprattutto il libro di testo: “Homo quasi economicus” di Giulia Mattei Casa Editrice La Scuola vol.1, la Costituzione, riviste di settore per gli eventuali approfondimenti, utilizzazione dei mezzi informatici per esercitazioni pratiche e lettura di un quotidiano in classe. Per quanto riguarda i tempi di attuazione, si prevede di svolgere tre moduli nel primo quadrimestre e due nel secondo. SSIISSTTEEM MII D DII V VEER RIIFFIIC CA A EE V VA ALLU UTTA AZZIIO ON NEE Nel corso dell’anno scolastico si terrà conto del progressivo raggiungimento degli obiettivi indicati attraverso verifiche di tipo oggettivo e soggettivo nel numero indicato in sede di Collegio Docenti e cioè minimo tre verifiche orali e/o scritte nella prima frazione dell’anno scolastico e tre nella seconda. Le verifiche prenderanno in considerazione l’acquisizione dei contenuti, la capacità d’analisi e sintesi, la precisione terminologica e la capacità di rielaborazione. Saranno valutate, inoltre, la frequenza e la partecipazione degli alunni alla lezione frontale, alla discussione, ai lavori di gruppo e l’espletamento dei lavori assegnati a casa.

Deliceto, 23 Ottobre 2009

Il Docente ____________________

5


programmazione classe prima