Issuu on Google+

C OPIA OMAGGIO

2hbbGiF n°12 DIC 2016

SVELA IL SUO “ORONERO”

PH: Eolo Perfido

IN QUESTO NUMERO: ARRIVA IL NATALE ED È CORSA AL REGALO!

ZONA BEAUTY

Le idee per il “pensiero” ad amici e familiari

RED CHRISTMAS - il make-up che esplora tutta la gamma cromatica del rosso

ON STAGE:

TUTTO INTORNO ALL’ARTE

SALUTE & BENESSERE

ZONA FITNESS

SPECIALE MODA

ITACA

I personaggi del 2016 I consigli per vivere meglio

Black & Gold - I colori della notte (e non solo)

L’arte femminile, nella sua intensità

La GYM è SEXY grazie alla Pole Dance e alla Vixen A vent’anni dalla fine del conflitto Sarajevo è rinata

ECO GOOD!

Consigli per un Natale fai da te

PRONTO A TAVOLA!

7 ricette per una settimana tutta da gustare

I GIOCHI DI IPERSOAP MAGAZINE Risolvi i cruciverba

e tanto altro ancora!!!


Il nuovo Natale di Pupa. Design&QualitĂ  Made in Italy.


e r a l l i r b Fai Natale o u t il

Con Argentil i tuoi oggetti in argento e silverplate risplenderanno come il tuo Natale.

Buone feste da 2


La vignetta

di Danilo Maramotti  

3


Ti aspettiamo negli oltre 250 punti vendita

www.ipersoap.com

in: -Toscana -Liguria -Emilia -Piemonte -Lombardia -Veneto -Friuli Venezia Giulia -Umbria -Trentino Cerca... ne troverai uno vicino a casa tua!

TOSCANA

Aulla (MS) Via della Resistenza, 28 Avenza (MS) V.le XX Settembre, 264 Calenzano (FI) Via Cherzani (Parco Commerciale Carrefour) Campi Bisenzio (FI) Via Barberinese (vicino lidl) Carrara (MS) Via Mazzini, 15 Castelfranco di Sotto (PI) Via Francesca Sud, 12 Castelfiorentino (FI) Via Masini 18/26 Castelnuovo Garfagnana (LU) Via Farini, 5/A Cecina (LI) Via Turati 2/B Certaldo (FI) Via XX Settembre ang. Via Mazzinì Certaldo (FI) Via Togliatti 1 Collesalvetti (LI) Via del Commercio 6, Centro Commerciale SUMA Empoli (FI) Piazza Guido Guerra, 55 Firenze Via Allori 48-52 Follonica (GR) Via Santini, 7 Fornacette (PI) Via della Botte, 13/A Fornaci di Barga (LU) Via della Repubblica, 116-118 Forte dei Marmi (LU) Via Piave, 21/A Fucecchio (FI) Via Cesare Battisti, 5-7 Livorno Corso Amedeo, 55-63 Livorno Via Buontalenti, 40 Livorno Via Pisana, 106 Lucca Via Borgo Giannotti, 141 Lucca P.zza dei Cocomeri 6-7 Lucca Via Fillungo, 190 Lucca Viale San Concordio, 324 Lunata (LU) Via Pesciatina 272 Marina di Massa (MS) Via Zini, 80 Massa Via Cairoli, 42 Massarosa (LU) Via Roma, 248 Monsummano Terme (PT) Via Matteotti, 67-71 Montaione (FI) Via Aldo Moro 2 Montecatini Terme (PT) Via Mazzini, 44 Montespertoli (FI) Viale Risorgimento 105/107 Montignoso (MS) P.zza Bertagnini, 5 Navacchio (PI) Via Tosco Romagnola 2247 Pescia (PT) Via Buonvicini 1 Pescia (PT) Via Provinciale Lucchese, 188 Loc. Ponte all’Abate Pietrasanta (LU) Via Oberdan, 52 Pisa Via L. Bianchi, 88-92 Pistoia Via E.Fermi 78, Loc. S. Agostino Pontremoli (MS) Via G. Sismondo Vescovo, 35-37 Prato Via Ferrara ang. Via Torino, 30 Querceta (LU) P.zza Pellegrini, 49-50 San Vincenzo (LI) P.zza Roma 15-17 Sovigliana Vinci (FI) Via Pietramarina, 1 Torre del Lago (LU) Viale Marconi, 63

PROSSIME APERTURE:

Venturina (LI) Via Indipendenza Viareggio (LU) Via Aurelia Sud, 53/A Viareggio (LU) Via C. Battisti, 213 Viareggio (LU) Via Marco Polo, 70-72 Viareggio (LU) Via Mazzini ang. Via Sant’Andrea

LIGURIA

Alassio (SV) Via Leonardo Da Vinci, 104-11O Albenga (SV) Via Patrioti, 95-97 Albenga (SV) loc. Vadino, Via Piave 68 Albissola Marina (SV) Via dell’Oratorio, 38 ang. Via dei Ceramisti Albissola Superiore (SV) Via Mazzini, 104 Andora (SV) Via Clavesana, 48 Arenzano (GE) C.so Matteotti, 42-44 Arma di Taggia (IM) Via Stazione, 211 (Palazzo Quadrivio) Bordighera (IM) Via Vittorio Emanuele, 263 Borghetto S. Spirito (SV) Via Dante, 7/R Cairo Montenotte (SV) Piazzo XX Settembre, 1 Carcare (SV) Via Giuseppe Garibaldi, 115 Ceparana (SP) Via Italia, 55 Ceriale (SV) Via Aurelia, 70 Chiavari (GE) C.so Dante, 69 Chiavari (GE) Via Vinelli, 36 Diano Marina (IM) C.so Roma ang. Via Colombo Diano Marina (IM) Corso Roma, 196 cond. Le Magnolie Finale Ligure (SV) Via Dante, 2-4-6-8/R Genova C.so Europa, 430-442 (zona incrocio con via Isonzo) Genova C.so de Stefanis, 1 (entrata carrabile Corso Sardegna) Genova (Loc. San Martino) Via Annibale Passaggi. 2/ A-2/B Rossi Genova Via Brigata Salerno, 4/R ang. Via dei Mille (zona Sturla) Genova Via Bolzaneto, 20/R Genova Via Buranello, 36-38/R Genova Via Canevari, 258-260/1 Genova Via Cornigliano, 167/R Genova Via di Brera, 20r Genova (Loc. Lagaccio) Via Lagaccio, 114/R Genova Via Molassana, 53-55/R (Loc. Molassana) Genova Via Napoli, 139 A/B/C Genova Certosa Via Canepari 110-112 Genova Nervi Via G. Oberdan, 106 Genova Pegli Via Martiri della Libertà, 36/38 Genova Pontedecimo P.za Pontedecimo 22/R Genova Sampierdarena Via Carlo Rota, 12 Genova Sampierdarena Via S.Canzio, 46/R Genova San Fruttuoso Via Barrili, 41/R Genova San Gottardo (Loc. Molassana) Via Piacenza, 219/R Genova Sestri Ponente Via Merano, 17/R Genova Voltri Via Cervo 21 ang. Via Ventimiglia Imperia Via Don Abbo, 35 La Spezia C.so Cavour, 134 La Spezia C.so Cavour, 431 La Spezia Via di Monale 84-86-88 La Spezia Via Giulio della Torre, 79 La Spezia Viale Italia, 673 La Spezia Via Lunigiana, 46 La Spezia Via Manzoni, 62 (ang. Via del Torretto) La Spezia Via Fiume, 265/275 Lavagna (GE) Via Cesare Battisti, 14 Levanto (SP) C.so Roma, 75 Loano (SV) Via Aurelia 340/342 Pietra Ligure (SV) Via Rossello, 13-15 ex Via XXV Aprile Porto Maurizio (IM) Via XX Settembre, 59-61 Rapallo (GE) Via S. Filippo Neri, 18 Rapallo (GE) C.so Mameli 200-202 Rapallo (GE) Via Assereto, 45-47 Recco (GE) Via Milito Ignoto, 3 Recco (GE) Via V. Veneto, 1-3-5 Sanremo (IM) Via Pietro Agosti, 187 Sanremo (IM) Via Roma, 159 Santa Margherita Ligure (GE) C.so Matteotti, 87/89 Sarzana (SP) Via Brigate Muccini, 7/A Sarzana (SP) - MAXI STORE - Via Variante Aurelia, 38 (di fronte GRANCASA e GRANBRICO) Sarzana (SP) Via Variante Aurelia 96 Savona C.so Tardy e Benech, 101-103R Savona P.zza Diaz, 68-70-72R Savona Via Guidobono, 76-78/R Savona Via Mistrangelo, 63 Savona Via Torino 57-59-61/R

CHIVASSO (TO) Viale Giacomo Matteotti, 2 A,B,C

www.facebook.com/IperSoap

Sestri Levante (GE) Via Fascie, 51/53 Vado Ligure (SV) via Gramsci, 38-40 Vallecrosia (IM) Via Colonnello Aprosio, 256 ang. Via Cristoforo Colombo Varazze (SV) Via Campana, 12/14 Ventimiglia (IM) Via Martiri della Libertà, 20 Ventimiglia (IM) Via Mazzini, 9

UMBRIA

Gualdo Tadino (PG) Via Flaminia Sud Km 186 (accanto Brico Io)

EMILIA ROMAGNA

Borgotaro (PR) Via Cesare Battisti, 84 Busseto (PR) Via Vincenzo Bellini, 1/3 Comacchio Lido degli Estensi (FE) Via Carducci, 31 Fidenza (PR) Via Berenini, 102 Fiorenzuola d’Arda (PC) V.le XX Settembre, 19 Langhirano (PR) P.zza Ferrari, 11 Parma Via XXII Luglio, 25/A Salsomaggiore Terme (PR) Viale Matteotti, 12 Salsomaggiore Terme (PR) Via Pascoli, 1/3 San Polo d‘Enza (RE) Galleria Carlo Levi, 1 Sorbolo (PR) Via Martiri della Libertà 41/43

PIEMONTE

Acqui Terme (Al) C.so Bagni, 116 Alba (CN) C.so Piave, 54 Alessandria Via Caniggia, 7 Chieri (TO) Strada Roaschia, 2 Cuorgné (TO) Via Torino, 13 Moncalieri (TO) Via Carlo Tenivelli, 29 Moncalieri (TO) Via Sestriere 17/A Mondovì (CN) P.zza Ellero, 66 Nizza Monferrato (AT) Via Carlo Alberto, 21-23 Novara Corso Torino, 33/A Ovada (Al) Via Torino, 83-85 Poirino (TO) Via Cavour, 3 Rivoli (TO) Corso Francia, 4 Saluzzo (CN) P.zza Garibaldi 27/A ang. Via Marucchi Savigliano (CN) Via Alessandro Ferreri, 6/A Settimo Torinese (TO) Via Italia, 80 Torino - MAXISTORE - BeautyStar - Via Nizza, 210 Torino C.so Agnelli, 98-100 Torino C.so Giulio Cesare, 44 Torino C.so Racconigi 39 angolo via Frejus Torino C.so Raffaello, 3 Torino C.so San Maurizio, 61 Torino C.so Vercelli, 97 Torino Piazza Villari Torino Via Barletta, 85 Torino Via di Nanni 105 ang. Via Volvera Torino Via Galliari, 17 Torino Via Monginevro, 19 Torino Via Nicola Fabrizi, 117/D Torino Via Onorato Vigliani, 113 Torino Via Porpora, 9 Torino Via San Secondo, 22/B Torino Via S. Tommaso, 18 (ang. Via Bertola) Torino Via Scarlatti, 23-23/B Torino Via Testona 1/F ang. Via Nizza Torino Via Vibò, 59 Trofarello (TO) Piazza 1 Maggio, 4 (Piazza del mercato) Venaria Reale (TO) Corso Garibaldi, 34

LOMBARDIA

Asola (MN) P.zza Diaz, 11 Bellano (LC) Via Carlo Porta, 3 Bergamo Via A.Locatelli, 14 Bergamo Via Borgo S.Caterina 67 Brembate di Sopra (BG) Via XXV Aprile, 14 Brescia Via Martiri della libertà, 12 Broni (PV) P.zza Vittorio Veneto, 11 Codogno (LO) Via Roma 15/17 Cremona C.so Garibaldi, 164 Desenzano del Garda (BS) Via Nazzario Sauro, 21 Lodi Viale Dalmazia, 1 Mantova Via Giovanni Chiassi, 20 Melegnano (MI) Piazza Matteotti, 20/21

Milano Corso Lodi 76 Milano Via Carlo lmbonati, 24 Maciachini Business Park (neipressi della palestra Virgin Active) Milano Via Casarsa, 16 Milano Viale Certosa, 46 Milano Viale Corsica, 7 Milano Via F. Lippi, 19 Milano Via Giuseppe Meda, 16 Milano Via Montecatini, 15 Ang. Via Solari Milano Via Monza, 59 Milano Via Ripamonti, 109 Milano Via Sabotino, 38 Sant’Angelo Lodigiano (LO) Via Cesare Battisti, 28 Saronno (VA) Via Marconi, 25 Sirmione (BS) Via Colombare, 51 Viadana (MN) Via Grazzi Soncini - Centro Commerciale Il Parco Voghera (PV) Via Emilia, 72 ang. Via De Pretis

VENETO

Anguillara Veneta (PD) Via Lungo Adige, 25 Arzignano (VI) P.zza Campo Marzio, 8 Castelcucco (TV) Piazzetta Elio Boito, 15 Castelmassa (RO) P.zza Libertà, 37 Conegliano (TV) Via Cristoforo Colombo 54 Fiesso Umbertiano (RO) Via Giuseppe Verdi, 432 Malcesine - Val di Sogno (VR) Via Gardesana, 16 Monselice (PD) Via Carrubbio, 10 Montebelluna (TV) Via Silvio Pellico, 50 Orsago (TV) Via G. Garibaldi, 39 Padova Via D.Bramante, 18/24 Porto Viro (RO) Corso Risorgimento, 72 Rovigo Via Angeli, 31 Salgareda (TV) Via della Repubblica, 2 Schio (VI) P.zza dello Statuto, 5 Solesino (PD) Via Papa Giovanni XXIII, 201 Treviso Via Riccati, 36 Verona P.zza Madonna Campagna, 17/b Verona - B.go Venezia Via G. Fracastoro6/8 Verona Via Guglielmo Marconi, 50 Verona Via M.Calderara, 9 Verona Via XX Settembre, 98-100 Vicenza Via G. Durando, 45 Vicenza Via Ragazzi del 99, 15/17

FRIULI VENEZIA GIULIA

Fontanafredda (PN) Via Pontebbana, 14 Maniago (PN) Via Roma, 4 Montereale Valcellina (PN) P.zza Roma, 7 Pordenone Via Borgo San Antonio 2 Pordenone - Rorai Grande Piazzale San Lorenzo, 17 Sacile (PN) Via Giuseppe Garibaldi, 24 San Martino al Tagliamento (PN) P.zza Umberto I, 10 Spilimbergo (PN) Corso Roma, 35

TRENTINO ALTO ADIGE

Bolzano Via Roma, 50b Bolzano Via Sassari, 75 Bressanone (Milland)(BZ) Via Plose 24/a Bronzolo (BZ) P.zza de Ferrari, 7 Cles (TN) Piazza De Bertolini, 8 Imer (TN) Via Nazionale, 2 Mezzocorona (TN) P.zza San Gottardo, 21/22/23 Mezzolombardo (TN) Via Fiorini,39 Centro Commerciale Rotalcenter Naturno (BZ) Via Principale, 31 Ora (BZ) Via Termeno, 2/b Postal (BZ) Via Roma, 83c Predazzo (TN) Via Alcide de Gasperi, 6 Rovereto (TN) Piazza Nazario Sauro, 13 Salorno (BZ) Via Asilo, 3 Silandro (BZ) Via Principale, 64 Trento Via Perini, 105

LEGENDA: NUOVE APERTURE


Marco Iacobucci EPP / Shutterstock.com

FUORILUOGO

TERREMOTI INFINITI.

Una vera e propria tempesta sismica si è abbattuta sull’Appennino centrale fra agosto e ottobre e ancora non possiamo prevedere quale sarà la sua evoluzione. Ma dobbiamo ricordare che non è la prima e non sarà l’ultima volta, perché l’Italia è fatta così, paesi incantevoli e terremoti, paesaggi meravigliosi e faglie. Proviamo a riguardare in sintesi la nostra storia sismica. di Mario Tozzi Quella che colpì la Calabria, a intermittenza, per quasi un secolo, fra il 1702 e il 1783, è ancora oggi la più impressionante sequenza di terremoti che abbia finora colpito il nostro Paese. Tutto fu distrutto, dalla casa alla campagna, dal borgo alle manifatture; ogni cittadina e città, da Bagnara, a Scilla, da Reggio a Messina. Si formarono decine di laghi a causa delle frane che bloccavano i corsi d’acqua, le case precipitavano nelle voragini aperte dalle frane, le colline franavano a valle, si aprivano pozzi e fratture. Addirittura una frattura era visibile per 8 kilometri e aveva la profondità di 75 metri. Tutta la Calabria si spostò verso il basso. Quella tempesta sismica si tramutò in una profonda crisi che fiaccò in profondità un intero popolo: molti si lasciarono semplicemente morire. La questione meridionale è cominciata anche da lì. Certamente il terremoto del 1908 sullo stretto di Messina, insieme con il maremoto, è stato quello che ha provocato più vittime e danni: a un secolo di distanza non si conosce con esattezza il numero dei morti (forse 80.000); a Messina rimasero in piedi 2.200 abitazioni su circa 8.000, a Reggio 176 su 3.600. Questa resta la catastrofe d’Italia, la dura presa di coscienza di una realtà nazionale fatta di rischi e costruita su un territorio vulnerabile. Ma anche una grande occasione mancata, l’occasione di ripartire con il piede giusto per impostare rapporti più corretti con il rischio naturale.

In Calabria il rischio sismico è forse il più elevato d’Italia, ma non è quello il posto più pericoloso della penisola. Non è corretto parlare di Big-One dalle nostre parti, prima di tutto perché non c’è una grande faglia come quella di San Andreas in California. Ma se c’è un luogo indiziato per il nostro terremoto-record, quel posto è Catania. Il sisma del 1693 è stato il più forte di tutti quelli mai avvenuti in epoca storica in Italia, con una magnitudo, calcolata a posteriori, 7,5 Richter (nel 1908 nello stretto è stata calcolata a 7,1) e con circa 12.000 vittime su una popolazione di 19.000. In tutta la Sicilia orientale i morti furono 54.000 e lo tsunami successivo raggiunse i 15 m di altezza ad Augusta. Le scosse di replica durarono tre anni. Siccome dal punto di vista costruttivo le cose non sono migliorate in tre secoli e la fragilità è semmai aumentata, un terremoto come quello, oggi, ucciderebbe forse 160.000 catanesi su 300.000, soprattutto a causa del fatto che solo il 5% delle costruzioni della città potrebbe reggere a un simile urto. Tutta la dorsale appenninica poi è ad elevatissimo rischio sismico, come ci ricordano i terremoti di Avezzano (1915), L’Aquila (2009) e dell’Irpinia (1930, 1962, 1980). A questi vanno aggiunti poi il Gargano e il Friuli: in pratica solo Sardegna e Murge sono immuni dai sismi. Neanche Roma, nonostante si ritenga il contrario, può dirsi al sicuro e certo non è immune perché “vuota sotto”. E oggi infatti registra danni sparsi. L’Italia è da sempre terra di sismi, bisognerà che prima o poi qualcuno se ne inizi a rendere conto.

5


sole

luna


EDITORIALE

…REGALAMI UN SORRISO!

Natale si avvicina. Il 25 dicembre è un giorno speciale da dedicare alle persone a cui vogliamo bene e da festeggiare serenamente insieme a loro. Ed è iniziato il conto alla rovescia. Ma, tranquilli, il Natale arriverà anche quest’anno in questo mondo irrequieto e “sguerreggiato”, spaventato e in fuga a tutte le latitudini. Anche se tra mille incertezze e non poche preoccupazioni, quel giorno - però - si riempirà di gioia perché, nessuno, dovrà sentirsi solo. Allora sarà bello andare in cerca del regalo “giusto” fatto su misura per chi lo riceverà. Saranno doni semplici o preziosissimi, profumati o golosi, giocosi o praticissimi ma, tra poche ore, inizierà la “corsa” perché un pacchetto colorato e infiocchettato da mettere sotto l’albero non può davvero mancare! di Maurizio Bonugli Ma quest’anno vi chiediamo di “fare festa” con noi e di farla con gli altri. Non solo coi nostri bimbi, le nostre mamme, babbi, nonni e fidanzate o fidanzati, così è troppo facile! Del resto se il Natale è la festa dell’altruismo e della bontà, è proprio agli altri che dovremmo pensare, a chi sta peggio di noi, a chi sta soffrendo, a chi è in difficoltà, a chi ha bisogno di aiuto e vicinanza. E, non vogliamo limitarci a cliccare un qualsiasi “mi piace” su un bel post buonista e di circostanza su facebook. Ci interessa l’offline, vogliamo metterci alla prova uscendo di casa o dal lavoro, da scuola o da qualsiasi altro luogo e in ogni città per incontrare le persone, quelle vere, quelle che non conosciamo ma che incrociamo e sfioriamo sul marciapiede ogni giorno. Sì perché a volte basta poco per trasformare la fretta e l’indifferenza in uno sguardo sorridente che diventa uno straordinario regalo per chi, magari, non ne riceverà sotto l’albero. Quest’anno per Natale provate a regalare un sorriso guardando negli occhi uno sconosciuto. E’ un modo per ritrovare un contatto profondo con le persone che ci circondano, un tentativo di innescare una condivisione fatta di intimità, di pensieri, di emozioni, di desideri e di sogni da condividere con gli altri in una realtà che, invece, è diventata sempre più introversa e frenetica e in cui, l’unico contatto col resto del mondo è sempre più affidato alla tecnologia e ai social-media. Silenziosi e passivi con lo smartphone in mano 24 ore al giorno. Ma avete mai provato a guardare negli occhi una persona per più di qualche secondo? Magari senza scoppiare a ridere? L’occhio è lo specchio dell’anima, come tutti sanno. Riuscire a creare un contatto con una persona a noi sconosciuta può essere motivo di grande accrescimento interiore. Si impara a conoscere l’altro ma anche sè stessi; è un modo originale per far nascere in noi una riflessione più profonda e personale riguardo al nostro modo di rapportarci con gli altri, con chi non conosciamo, con gli “stranieri” contro le timidezze e i pregiudizi. Allora, in questi giorni, provate a realizzare il vostro personalissimo “Eye Contact Experiment”. Provate cioè attraverso uno sguardo e un sorriso a rompere quel velo di indifferenza che avvolge le nostre

città e il nostro stare insieme. Provate a creare dei nuovi legami. Perchè, come ci ha insegnato Antoine de Saint-Exupéry nel suo meraviglioso libro, è importante creare legami: “In quel momento apparve la volpe. “Buon giorno”, disse la volpe. “Buon giorno”, rispose gentilmente il Piccolo Principe. “Chi sei?” domandò il Piccolo Principe, “sei molto carino…”. “Sono una volpe”, disse la volpe. “Vieni a giocare con me”, le propose il Piccolo Principe, “sono così triste…”. “Non posso giocare con te”, disse la volpe, “non sono addomesticata”. “Ah! Scusa”, fece il Piccolo Principe. Ma dopo un momento di riflessione soggiunse: “che cosa vuol dire addomesticare?”. “E’ una cosa da molto dimenticata. Vuol dire “creare dei legami”…”. “Creare dei legami?” chiese il Piccolo Principe. “Certo”, disse la volpe. “Tu fino ad ora, per me, non sei che un ragazzino uguale a centomila ragazzini. E non ho bisogno di te. E neppure tu hai bisogno di me. Io non sono per te che una volpe uguale a centomila volpi. Ma se tu mi addomestichi, noi avremo bisogno l’uno dell’altro. Tu sarai per me unico al mondo, ed io sarò per te unica al mondo. La mia vita è monotona. Io do la caccia alle galline, e gli uomini danno la caccia a me. Tutte le galline si assomigliano, e tutti gli uomini si assomigliano. E io mi annoio perciò. Ma se tu mi addomestichi, la mia vita sarà come illuminata. Conoscerò un rumore di passi che sarà diverso da tutti gli altri. Gli altri passi mi fanno nascondere sotto terra. Il tuo mi farà uscire dalla tana, come una musica. E poi, guarda! Vedi, laggiù in fondo, dei campi di grano? Io non mangio pane e grano, per me è inutile. I campi di grano non mi ricordano nulla. E questo è triste! Ma tu hai dei capelli color dell’oro. Allora sarà meraviglioso quando mi avrai addomesticato. Il grano, che è dorato, mi farà pensare a te. E amerò il rumore del vento nel grano….”. Tanti cari auguri e …a me gli occhi! 7


La moneta invisibile

CONTRO L’EVASIONE ARRIVA LA LOTTERIA PRENDI LO SCONTRINO E VINCI. di Carlo Romano Dal 2018 anche in Italia dopo Cina, Portogallo e altri Paesi il fisco si allea con la fortuna Gli italiani, si sa, sono un popolo di santi, poeti e navigatori. Ma pure di amanti di giochi e lotterie e, purtroppo, in mezzo a tanti cittadini onesti, anche con un bel po’ di evasori fiscali. Ed è proprio prendendo atto della fotografia del Belpaese, uno Stato a cui vengono sottratti ogni anno qualcosa come 120 miliardi di euro dall’evasione, che il Governo nell’ultima legge di Stabilità ha voluto inserire tra le altre una norma che nel giro di un anno rivoluzionerà il nostro rapporto quotidiano con il fisco. Come? Stuzzicando ed esaltando la passione degli italiani per giochi e lotterie. La novità è molto semplice da spiegare: fra un anno, dal 1 gennaio 2018 – ma prima ci sarà una fase sperimentale – gli italiani saranno molto più invogliati a richiedere gli scontrini. Come? Tra tutti gli scontrini emessi in un dato periodo verranno estratti dei premi come in una vera e propria lotteria. Ancora non si sa se ci sarà un solo scontrino vincente o più, così come ancora è da definire se le estrazioni saranno settimanali, mensili o con cadenza bimestrale o trimestrale. Quel che è già certo è che oltre ai consumatori anche i commercianti, gli artigiani ed i liberi professionisti saranno incentivati a rilasciare lo scontrino, perché anche per loro ci sarà un premio. Il meccanismo ideato dal Ministero dell’Economia prevede che possano partecipare alla lotteria solo gli esercenti che attiveranno la trasmissione telematica al fisco delle loro entrate. Un sistema che assicura l’assoluta correttezza fiscale, già largamente in uso nella grande distribuzione e che attraverso la legge di Stabilità verrà esteso, attraverso appositi incentivi, anche al commercio al dettaglio, agli artigiani e ai lavoratori autonomi in genere. Al momento dell’acquisto, il consumatore dovrà far registrare e inserire dal venditore nello scontrino il suo codice fiscale. In automatico lo scontrino con il codice fiscale dell’acquirente verrà trasmesso allo Stato che così, al momento dell’estrazione, sarà subito in grado di identificare il vincitore del premio e lo stesso venditore, che a sua volta sarà premiato per la sua fedeltà al fisco. Conservare gli scontrini, e soprattutto farseli rilasciare, dal 1 gennaio 2018, non sarà una scocciatura ma, al contrario, sarà fonte di nuovi sogni e speranze di cambiare vita. Ancora non è noto quale o quali saranno i premi per i fortunati estratti, ma avendo imboccato la strada della lotteria degli scontrini è chiaro che il Governo si prepara a mettere in campo premi allettanti. Facile immaginare che qualcuno potrebbe storcere il naso ritenendo che la lotta all’evasione andrebbe portata avanti con altri strumenti e non stimolando l’attitudine al gioco di un popolo. 8

Ma è un dato di fatto che analoghe lotterie degli scontrini sono in vigore già in diversi altri Paesi d’Europa e del mondo e pure con soddisfazione per le finanze pubbliche di quegli Stati. Certo si tratta di nazioni dalla fedeltà fiscale non eccelsa, come Taiwan, la Cina, il Portogallo, la Slovacchia, l’Albania, la Romania e Malta, mentre con noi si prepara a partire anche la Grecia. Ma anche l’Italia, è inutile nasconderselo, anzi ormai è conclamato, è regolarmente ai primi posti nelle classifiche dei Paesi con la maggiore evasione fiscale. A Taiwan ad esempio già dal 1950 si è scelta questa strada. Il 25 di ogni mese dispari, davanti alle telecamere della tv, vengono estratti otto numeri: chi possiede lo scontrino con la sequenza esatta porta a casa l’equivalente di 300 mila euro. Anche in Cina gli scontrini a premi, utilizzati in alcune regioni dal 1998, funzionano perfino di più della pena di morte in vigore per gli evasori: non a caso nelle regioni dove gli scontrini danno un premio le entrate fiscali superano del 20% quelle delle altre regioni. Lì la soluzione utilizzata sono degli scontrini gratta e vinci, così il consumatore può verificare subito se ha vinto oppure no. In Portogallo basta raccogliere dieci euro di ricevute per farsi dare un coupon dagli stessi venditori con il quale si parteciperà a “Factura da sorte”, la lotteria che mette in palio un’auto di grossa cilindrata a settimana e premi in buoni del Tesoro da 35 mila e 50 mila euro. Per giocare occorre andare sul sito internet dedicato e inserire il codice del proprio coupon. In Slovacchia con gli scontrini estratti non si vincono soldi ma si vince un sogno: il diritto a partecipare a una trasmissione analoga al nostro vecchio “Ok il prezzo è giusto”. Per partecipare all’estrazione basta inserire il numero dello scontrino – purché di valore superiore a un ero – sul sito o sull’app apposita sul telefonino. In Albania le estrazioni sono partite l’anno scorso e per giocare bisogna raccogliere almeno 50 scontrini per una somma totale non inferiore a 36 euro, mentre in Romania, sempre dall’anno scorso, ogni mese c’è un fortunato che si intasca l’equivalente di 220 mila euro, mentre a Malta la lotteria funziona dal 2013 e ogni mese basta andare sul sito del governo per vedere i numeri degli scontrini estratti e sperare di aver vinto da un massimo di 11 mila euro a un minimo di 200. Anche la Grecia come noi si prepara ad affidare alla dea bendata la sua lotta all’evasione. I premi saranno un po’ più sobri, in linea con il momento difficile del Paese: una volta all’anno verranno sorteggiate 5 auto usate e una casa. In Italia cosa si vincerà lo sapremo nei prossimi mesi. Intanto il fisco sarebbe senz’altro felice se facessimo tutti un po’ di “allenamento”. Come? Ricordandoci di chiedere sempre lo scontrino.


SBIANCANTE EXPERT

9


DI

Giuditta Pasotto

A tutta MAMMA

NATALE FAI DA TE.

Natale se in casa ci sono dei bambini è indubbiamente più magico.. anche se ci sono dei ragazzi in realtà, perché diciamocelo anche se dopo una certa età non si crede più a babbo natale, l’atmosfera magica di questo periodo piace davvero un po’ a tutti. Prima di avere figli i miei alberi di Natale erano perfetti, con palle colorate, fiocchi e lucine ben disposte, da quando ci sono loro invece i decori li facciamo sempre insieme, realizziamo di tutto, anche se le cose non sempre vanno come si spera e spesso l’albero ha un aspetto alquanto buffo! Una delle cose più facili e sicuramente carine da realizzare sono i pon pon, si trovano tutorial su youtube e possono dare un ‘tono’ all’albero se fatti ad esempio bianchi e rossi. Un’altro prodotto magico se la nostra vena creativa è in modalità ‘on’ è la pasta di sale, facilissima da realizzare, serve solo farina sale e acqua, anche in questo caso ci sono tanti tutorial su YouTube la caratteristica di questa pasta è che una volta seccata è dura e si può colorare e appendere, quindi stelline che io amo dipingere con lo spry oro per un effetto super natalizio! Ma si possono fare gli stampini delle mani, delle palline e molto altro, il tutto a costo quasi zero e in totale collaborazione dei bambini! Un’altra cosa immancabile per Natale, è il calendario dell’evento! Io puntualmente mi dimentico di prepararlo, infatti i miei calendari dell’avvento iniziano sempre dal 5 dicembre!!! Anche in questo caso se non si vuole cedere all’acquisto di un calendario dell’avvento ‘industriale’ ci sono tanti modi di crearne di carini in modo semplice ed economico! Il mio quest’anno sarà fatto con il cartone dei rotoli di carta igienica! Li metto da parte da un po’, servono ovviamente 25 ‘caselle’ quindi 13 rotoli da tagliare a metà e riempire poi a piacere! Una volta riempiti basterà incollare sopra ogni rotolo della carta colorata ed incollare insieme tutte le scatoline ottenute per avere un personalissimo calendario dell’avvento! Vi auguro di passare un Natale magico e creativo!

10

Vuoi scrivere a Giuditta? Contattala su:

www.gengle.it


11


Glade Candela Profumata LIMITED EDITION

Glade Automatic Spray Ricarica LIMITED EDITION

Glade Discreet Ricarica LIMITED EDITION

Glade Discreet Base LIMITED EDITION

Glade Spray LIMITED EDITION

Condividi la gioia di ogni momento con la collezione invernale Glade® in edizione limitata. 12

Glade Sense&Spray Base LIMITED EDITION


24 ARRIVA IL NATALE...

ed è subito corsa ai regali.

N. 12 - 2016

RUBRICHE 14 Accadde domani 16 Mille news Italia 18 Mille news Mondo 20 Salute & Benessere 23 La foto 36

REPORTAGE 24 ARRIVA IL NATALE... 30 ALMANACCO 2016

GIORGIA

svela il suo “ORONERO”

STORIA DI COPERTINA 36 GIORGIA RUBRICHE 40 Speciale Moda 42 Tutto intorno all’arte 44 La tua casa 47 Chi fa cosa 50 Zona Beauty 52 Zona Fitness 54 Itaca 56 Pronto a tavola! 60 Eco Good 62 Garden Place 64 Matrix e dintorni 66 The Winner - EVENTI SPORTIVI 2016 74 La 25° ora 76 My book 78 My music 80 On stage - I PERSONAGGI 2016 86 Home sweet home 88 The Iper Housewife 90 I giochi di IperSoap Magazine 92 I Care 94 Qua la zampa! 96 L’Oroscopo naturale

30 ALMANACCO

2016

IPERSOAP MAGAZINE è una rivista di GENERAL PROVIDER Srl registrata presso il Tribunale Ordinario di Lucca. Num. R.G.1009/2015 Numero Reg. Stampa: 9 in data 01/09/2015 EDITORE Pietro Paolo Tognetti DIRETTORE RESPONSABILE Luigi Grasso DIRETTORE EDITORIALE Maurizio Bonugli

ART DIRECTOR Luca Baldi HANNO COLLABORATO: Danilo Maramotti - Mario Tozzi - Alice Lancetti - Antonio Provenzano Irene Castelli - Giulia Landini - GIovanni Lorenzini - Igor Faiella Greta Rossi - Santo Pirrotta - Alta scuola di cucina di Roma Michela Chimenti - Ombretta Attanasi - Letizia Trallo - Matteo Montanaro - Valentina Vida - Daniele Masseglia - Carlo Romano Giuditta Pasotto - Tiziano Baldi Galleni - Marta Grassi - Luca Alberti Direzione, redazione e amministrazione: Via delle Ciocche, 1157/A - 55047 Querceta - Seravezza (LU) Tel. 0584/752891 - 0584/752892 - Fax 0584/752893 www.ipersoap.com redazione@ipersoap.com

80

I PERSONAGGI del 2016

Fotolito e stampa: Rotolito Lombarda Via Sondrio 3 (angolo Via Achille Grandi) 20096 Seggiano di Pioltello (MI) Italy - n° ROC 25471 Copyright 2015 GENERAL PROVIDER Srl Tutti i dirittti riservati. Testi, fotografie e disegni contenuti inquesto numero non possono essere riprodotti, neppure parzialmente, senza l’Autorizzazione dell’Editore. Pubblicazione mensile in attesa di registrazione presso il tribunale di Lucca. Le immagini utilizzate, dove non diversamente indicato, sono di proprietà dell’archivio fotografico SHUTTERSTOCK. Per la pubblicità su questo magazine scrivere a: pubblicita@ipersoap.com

13


Accadde domani

FINO AL

6

GENNAIO

PRESEPE VIVENTE DI GESUALDO. Nell’Irpinia dei borghi e dei castelli, tra le tante manifestazioni natalizie, il Presepe Vivente di Gesualdo rappresenta una virtuosa rappresentazione di religiosità, tradizione e storia in un contesto unico e quindi affascinante. La cittadina di Gesualdo è posta nel cuore della Verde Irpinia, arroccata a forma di ventaglio su un colle che domina la valle del Calore. Ai piedi del Castello, recentemente riaperto al pubblico, del celebre madrigalista Carlo Gesualdo da Venosa, le casette e le grotte naturali del Centro Storico

14

di Gesualdo ospiteranno oltre 200 figuranti in costume d’epoca che rappresenteranno i mestieri e le scene della Natività di Cristo per farVi rivivere la “Notte” più bella dell’Anno. Le piazze, le fontane e le infinite scale in pietra che si arrampicano fino al castello caratterizzano il borgo, al punto di farlo diventare un paese palcoscenico, ideale da riprodurre per la realizzazione di un presepe. Saranno allestiti stand enogastronomici di eccellenze irpine.


FINO AL

2

GENNAIO

Mercatini di Natale a Firenze Di ragioni per visitare Firenze ce ne sono tantissime, in tutti i periodi dell’anno. E Natale ne offre una in più, grazie ai mercatini a tema che sorgono in diversi luoghi della città. Il più bello è quello in Piazza Santa Croce, una delle location più suggestive del centro, con la storica basilica che fa da sfondo alle immancabili casette di legno tra cui vagare alla ricerca di regali e assaggi. Se avete tempo potete visitare anche la Florence Noël, mostra-mercato rigorosamente natalizia alla stazione Leopolda, dove abeti, vischio e ghirlande circondano espositori, la ricostruzione della Casa di Babbo Natale (con tanto di ufficio postale) e... il villaggio del cioccolato!

31

DICEMBRE

Capodanno in Italia: Roma, Torino e Napoli Capodanno all’insegna della musica e della banda a Torino. Piazza San Carlo sarà invasa da trombe, sassofoni, tamburi e clarinetti. Un susseguirsi ininterrotto di formazioni bandistiche rallegreranno il pubblico con i gioiosi “ballabili” del Sud d’Italia grazie alla Banda di Avola e la voce di Rita botto, lo swing e il rocksteady della Bandakadabra, gli sfrenati ritmi balcanici della Agusevi Dzambo Orkestar… il tutto in attesa di Vinicio Capossela e la Banda della Posta. Il Capodanno 2016 a Napoli avrà il suo cuore in Piazza Plebiscito con il concertone che vedrà protagonisti Enzo Avitabile & Bottari, Max Gazzè, Nello Daniele e tanti altri ancora. Lo spettacolo dei fuochi d’artificio sul mare illuminerà Castel dell’Ovo dalle 1:30 e appuntamento con musica e divertimento sul Lungomare Caracciolo già dalle 00:30… ce ne sarà per tutti i gusti. Capodanno a Roma non ha nulla da invidiare agli altri festeggiamenti. Se la location è ancora incerta fra Fori Imperiali o Piazza San Giovanni, sono già stati comunicati gli artisti che daranno vita ai concerti: Malika Ayane, Niccolò Fabi, Nina Zilli e Daniele Silvestri, J-Ax e Chiara Galiazzo. Linee della metro aperte tutta la notte e un sacco di feste in giro per tutta la città!

31

DICEMBRE

Capodanno nel mondo: New York e Rio De Janeiro Quando si tratta di spettacoli, luci e festeggiamenti, non può certo mancare una delle più grandi e belle metropoli al mondo. A New York Times Square ospiterà per l’occasione oltre 1 milione di persone, e i giochi pirotecnici sono fra i più spettacolari al mondo. La particolarità della festa? Potete scrivere i vostri propositi e desideri per il nuovo anno sul sito dell’evento, e vederlo stampato sui coriandoli che esploderanno dalla gigantesca palla allo scoccare della mezzanotte! Spiaggia di Copacabana vi basta? No? Bene, allora sentite questi altri numeri: 11 chiatte con 1.200 fuochi d’artificio ciascuna, 4 megaschermi e 40 torri audio. Il tutto a partire dalle 6 di pomeriggio. Anche tanta tradizione nel capodanno di Rio: gli abitanti, i Cariocas, porteranno gladioli bianchi e rose rosse in tributo a Lemanja, la dea delle acque, e vestiranno tutti di bianco. Se invece volete lanciare un segnale “trasgressivo” e far capire subito che cercate una notte di passione... basterà indossare un piccolo particolare di colore rosso. E allora... pronti a vestirvi di bianco e rosso, e partire per Rio?

Natale a Parigi: il Festival delle Meraviglie 2016 Durante le festività natalizie 2016, il Musée des Arts Forains (Museo delle giostre e delle Arti Giostraie) propone il Festival delle Meraviglie. Se passate il Natale a Parigi, non perdete questo evento durante il quale il museo si trasforma in un vero e proprio paese incantato che farà innamorare grandi e piccini. Quest’anno, per la settima edizione del Festival du Merveilleux, il Musée des Arts Forains mostrerà delle immagini inedite di Robert Doisneau dedicate al mondo delle giostre. Dal 26 dicembre 2016 al 2 gennaio 2017. Orario: 10:00 - 18:00 - 53, avenue des Terroirs de France – Parigi. Prezzi: biglietto intero 14 € - Biglietto ridotto 12 € - Biglietto ridotto bambini (dai 2 agli 11 anni) 6 €. Gratuito per i bambini con meno di 2 anni

31

DICEMBRE

Capodanno in Europa: Edimburgo, Berlino, Vienna L’Hogmanay scozzese è considerata da molti la festa di Capodanno più grande del mondo. Dura 4 giorni, tra musica, balli, fuochi d’artificio. Il 29 Dicembre una fiaccolata lungo la Princess Street accompagna un enorme leone in vimini, che verrà dato alle fiamme a Calton Hill. Nel giorno di San Silvestro poi, tantissimi concerti rock, prima del tradizionale canto di “Auld Lang Syne”, il Valzer delle Candele, in attesa dello scoccare della mezzanotte. E’ il cuore creativo d’Europa ed anche a Capodanno Berlino non si smentisce! Per la maggior parte dei turisti, attendere l’arrivo del nuovo anno nella capitale tedesca vuol dire prendere parte alla grandiosa festa di piazza che ogni anno si svolge alla Porta di Brandeburgo. a capitale austriaca è una delle città più affascinanti d’Europa e quando si tratta di organizzare una festa, in poche lo sanno fare così bene. Concerti, balli e tanti altri appuntamenti imperdibili affollano il calendario viennese di fine anno. Proprio dal Concerto di Capodanno iniziano i festeggiamenti. Il 31 dicembre 2016, presso la sala Musikverein (considerata una delle sale da concerto più eleganti al mondo) l’Orchestra Filarmonica di Vienna si esibisce in un meraviglioso spettacolo di musica classica.

FINO AL

6

GENNAIO

Mercatino di Natale Bolzano Il mercatino di Natale di Bolzano in Alto Adige è il più grande d’Italia. Da quasi due decenni, grazie al suo charme tutto particolare, questo mercatino attira ogni anno una folla di visitatori in Piazza Walther, magnificamente addobbata per l’Avvento. Bolzano nel confronto europeo è una delle migliori destinazioni vacanziere durante il romantico periodo natalizio. Per circa un mese, l’atmosfera natalizia invade le strade e i vicoletti della città capoluogo dell’Alto Adige, immersa nel chiarore di romantici lumi e candele tremolanti, che per un momento l’avvolgono in una luce magica. Quando poi anche la Signora delle Nevi fa il suo lavoro e ricopre la città di Bolzano con bianca neve soffice, allora la meraviglia invernale ai piedi del Duomo di Bolzano è perfetta. Che si tratti di un viaggio in gruppo, in coppia oppure con la famiglia e i bambini: il mercatino di Natale di Bolzano regala momenti magici a voi e i vostri cari. Orario di apertura dal 24 novembre 2016 al 6 gennaio 2017.

15


Mille news Italia Cacciatore spara agli uccelli ma colpisce la centrale elettrica: frazione al buio Ha mirato agli uccelli appollaiati sui tralicci dell’alta tensione, ma ha sbagliato mira colpendo la centralina elettrica. Morale della favola? Per colpa del cacciatore maldestro gli abitanti di Laghi, frazione di Cittadella, sono rimasti senza corrente per tutta la serata di sabato, e solo domenica mattina i dipendenti dell’Enel sono riusciti a ripristinare la corrente. Sul fatto è intervenuto Andrea Zanoni, consigliere regionale e vice presidente della commissione ambiente, che ha tuonato: “Torna utile ricordare: nella scorsa stagione 90 persone sono rimaste coinvolte, 18 morti e 72 feriti, tra questi i cittadini non cacciatori sono stati 18 con un morto e 17 feriti. Indispensabile un inasprimento delle sanzioni, attualmente inadeguate, regolamentare la pratica e infine è necessario che gli esami per ottenere la licenza di caccia siano molto più severi e puntino sulla sicurezza e sulla capacità di maneggiare le armi. A una certa età, inoltre, la vista e le abilità fisiche calano ed è quindi necessario che i cacciatori si sottopongano a esami psicoattitudinali almeno una volta ogni anno, anziché ogni sei anni come accade ora”.

Mamma da record a Messina: a 34 anni partorisce undicesimo figlio C’è un altro fiocco azzurro in casa Scaglione. Alfio pesa tre chili e 700 grammi ed è in ottima salute. E’ arrivato dopo Vito - il primogenito di sedici anni - Eloisa, Salvatore, Antonella, Giuseppe, Cristina, Marianna, Benedetta, Serena e Rita. La mamma da record si chiama Maria Cristina Scaglione, ha 34 anni ed è originaria di San Fratello. Il grande evento festeggiato all’ospedale di Sant’Agata di Militello con l’arrivo del suo piccolo Alfio anche insieme al marito, che ha lo stesso nome dell’ultimo nato, e agli altri dieci figli. Con il marito Alfio Scannavacche, bracciante agricolo di 36 anni, la giovane siciliana ha deciso infatti di allargare di non poco la famiglia. Sul Giornale di Sicilia, che ha raccontato la vicenda, si legge che dal 2000 a oggi la 34enne ha messo al mondo undici figli. Auguri!

16

Multe, record di incassi per il paesino marchigiano Serravalle di Chienti: in un anno un milione di euro Nelle casse del Comune di Serravalle di Chienti, nel maceratese, in un anno sono entrati 925.448 euro. Secondo un’indagine di Openpolis, è proprio il paesino delle Marche - poco più di mille abitanti - a detenere il record di incassi pro capite dalle multe emesse dalla polizia locale. E questo grazie a un autovelox in località Gelagna Bassa, sull’ex statale 7. Gli introiti dell’autovelox di Serravalle di Chienti, però, sono destinati a cessare. Le auto, infatti, una volta uscite dalla superstrada non sono più obbligate a passare per Gelagna Bassa e grazie all’inaugurazione della Foligno-Civitanova evitano le multe. Facendo un confronto con le principali grandi città italiane si nota subito come l’incasso ottenuto con le multe del Comune marchigiano sia davvero ingente (831,49 euro per ciascun abitante). A Milano la media pro capite è di 101,92 euro, a Firenze 90,98 euro, mentre a Torino è di 58,07 euro. Di poco inferiore il valore registrato nel Comune di Roma, 57,61 euro, seguito da Bologna, 56,46 euro e Palermo, poco più di trentuno euro.


17


Mille news Mondo “Brad is single”, lo slogan della nuova campagna pubblicitaria I Brangelina si sono lasciati e la nota compagnia aerea norvegese ha lanciato sui giornali una curiosa pubblicità per motivare le donne a volare a Los Angeles in cerca dell’attore americano tornato su piazza. Angelina Jolie e Brad Pitt si sono lasciati: la notizia è ormai ufficiale. Ebbene sì, dopo aver passato la bellezza di 12 anni insieme, di cui solo due in qualità di marito e moglie, i Brangelina hanno parlato del loro divorzio dettato da “differenze inconciliabili”. Lacrime a parte, c’è chi ha colto l’occasione come un pretesto per farsi pubblicità: una geniale mossa di marketing è quella della compagnia aerea Norwegian Airlines che ha invaso riviste e giornali con una scherzosa e simpatica campagna pubblicitaria il cui slogan recita “Brad is single”, parole chiave utilizzate per invitare, scherzosamente, le donne in cerca della dolce metà a volare alla volta di Los Angeles e mettersi in gioco pronte a conquistare l’attore. A quanto pare basterebbero 169 dollari per vivere ad occhi aperti il sogno di una vita.

Vede per la prima volta la moglie struccata e chiede il divorzio

Intimo snellente: quando a indossarlo sono gli uomini

Un uomo ha chiesto il divorzio alla moglie dopo averla vista per la prima volta senza trucco. Succede negli Emirati Arabi Uniti ed è ‘Metro. co.uk’, che cita più media locali, a dare grande risalto alla notizia. I due erano andati in spiaggia ad Al Mamzar, Sharjah. L’uomo, 30 anni, si è solo allora reso conto che, non solo la moglie, 24 anni, aveva sempre indossato quando era insieme a lui fino ad allora una ‘maschera di make up’, ma che si era anche sottoposta a vari interventi di chirurgia estetica, indossava abitualmente ciglie finte e lenti a contatto colorate. Sostiene di essere stato ingannato, scrive il quotidiano Aletihad. Il dottor Abdul Aziz Asaf, psicologo che si è occupato del caso, ha riferito che lo sposo non ha voluto sentire ragioni e ha rifiutato ogni tentativo di riconciliazione con la donna

Bellezza, costi quel che costi. Quella che a una donna può sembrare una pura normalità, a un uomo può invece risultare una vera e propria assurdità: a dimostrarlo è stato un curioso esperimento portato avanti in Inghilterra là dove sono stati chiamati in causa Kevin Murphy e David Gavriel, due figure maschili ultra quarantenni che hanno deciso di rendersi disponibili a sperimentare il chiacchieratissimo intimo modellante che tanto ha spopolato tra le star di Hollywood. Il test li ha visti dunque misurarsi con tutine aderenti a tal punto da levare il respiro: se la vestibilità sembrerebbe essere perfetta all’occhio, non si potrebbe dire lo stesso per quel che concerne la praticità visto e considerato che indossare questa mise richiede tempo e fatica tanto da lasciare basiti David e Kevin. C’è da dire però che la Spanx, azienda dietro la quale si cela l’americana Sara Blakely, ha pensato anche agli uomini dedicando a loro un altro tipo di articoli ovvero T-shirts pronte a modellare pancia e fianchi o ancora slip e boxer dai miracolosi risultati.

18


PURO

PIACERE

PROFUMATO

in esclusiva da

Vieni a scoprire la gamma di saponi liquidi dalle texture cremose e delicate che detergono la pelle delle tue mani lasciandola morbida e piacevolmente profumata. 19

www.gattomatto.biz

Lasciati cullare in un sogno dall’atmosfera magica ed inebriante.


Salute & Benessere

FESTE IN ARRIVO… E TUTTE LE PROPRIETÀ DEL DATTERO.

Frutto tipico dell’Africa mediterranea e dell’Asia occidentale, è ricco di ferro, vitamine e sali minerali: i datteri contengono zuccheri naturali che li rendono adatti per dolcificare alimenti e bevande. Se consumati regolarmente possono contribuire ad abbassare il colesterolo rivelandosi antinfiammatori per

raffreddori e irritazioni alle vie respiratorie. Con pochi grassi, sono fonte di fibre vegetali, vitamine del gruppo B e vitamina C, ricchi di potassio e poveri di sodio. Contribuiscono al funzionamento del sistema digestivo con fibre solubili e insolubili e differenti tipologie di amminoacidi.

Vitamina C: dove, come, cosa e perché

Il benessere di stagione dal topinambur

Ambitissima nel periodo invernale, è soggetta a falsi miti: la vitamina C è certo utilissima contro raffreddamenti, ma anche per il perfetto benessere della pelle e dei tessuti, favorendo la produzione di collagene, supportando legamenti e vasi sanguigni, mantenendo ossa e denti sani e, soprattutto, necessaria per l’assorbimento del Ferro. Non solo agrumi: ricchissimo è anche il broccolo, ad esempio, ma anche un kiwi al giorno equivale a quasi il 100% della dose consigliata, alternando papaye, peperoni rossi o cavoletti di Bruxelles al vapore.

Detto anche “carciofo di Gerusalemme” o “girasole del Canada”, è classificato fra i tuberi e si distingue per caratteristiche speciali: il topinambur è infatti ricco di inulina, una fibra che favorisce la digestione ma, soprattutto, emerge fra i migliori amici del sistema cardiovascolare. Non amidaceo quanto la patata ma ricco d’acqua, si distingue per il suo potere saziante e, soprattutto, è adatto a diabetici e a chi voglia tenere sotto controllo il livello di zuccheri proprio con l’inulina, che aiuta infatti a ridurre glucosio, colesterolo e trigliceridi nel sangue.

Pu-ehr: un the speciale, in vista di cene e festeggiamenti

Stimolante per il sistema nervoso centrale in virtù della presenza di caffeina, ma anche amico dei processi digestivi e celebre per la sua indole brucia-grassi. Il the Pu-Ehr è celebre proprio per questa sua caratteristica, amplificata dalla sua azione sul fegato nell’evitare l’accumulo di grassi a livello epatico: consigliato berne quindi una tazza dopo pasti abbondanti per tenere a bada la quantità di lipidi ingeriti, colesterolo “cattivo” e trigliceridi nel sangue.

20

Olio essenziale di basilico ùcontro i batteri

Un’ottima attività antimicrobica: così le Università di Pisa e Pavia considerano l’olio essenziale di basilico, utile nel trattamento degli stati influenzali, delle malattie infettive e nelle affezioni delle vie urinarie. Ottima l’alleanza con l’intestino per riequilibrarne la flora, proteggere dalla fermentazione dovuta ai cibi, dagli attacchi di patogeni infettivi e da spasmi gastrici, nonché da emicranie nervose o digestiva. Per favorire la digestione massaggiate con movimenti circolari 3 gocce d’olio essenziale in un cucchiaio d’olio di oliva. Inoltre, 2 gocce assunte con un cucchiaino di miele proteggono la flora intestinale da funghi e batteri.


21


22


La foto

A PA 47 S GINA COP RI:

I NOSTRI

SCONTI PER TE!

VALIDI DALL’1 AL 30 SETTEMBRE

360b / Shutterstock.com

La riffa del PAPA per i terremotati Al via la quarta edizione della lotteria di Natale organizzata da Papa Francesco. Il Pontefice ha deciso di mettere in palio i regali ricevuti nei mesi precedenti, donando poi il ricavato alle vittime del terremoto che ha colpito il centro Italia. In palio un auto, una bici da corsa e biciclette elettriche oltre ad altri premi minori. La lotteria si chiuderà il 2 Febbraio 2017 ed è possibile partecipare acquistando i biglietti al costo di 10€ in Vaticano o sul sito www.vaticanstate.va 23


REPORTAGE

24


Arriva il Natale ed è

CORSA AL REGALO di LORENZA SEBASTIANI

I consumi, a dicembre, vivono il momento più florido dell’anno, perché davvero pochi sfuggono alla tentazione del ‘pensierino’ per amici e familiari. Natale 2015 è stato il primo a vedere gli acquisti in ripresa, da otto anni.

Un dato cresciuto di circa il 3%, con un giro d’affari pari a dieci miliardi di euro. A trainare i consumi natalizi - spiega il Codacons - sono stati i regali, il settore della casa, i giocattoli, l’hi-tech e, soprattutto, gli alimentari: per questi ultimi la spesa avrebbe raggiunto una quota pari circa a 3 miliardi di euro, con una crescita del +5% sul 2014. La nota stonata è rappresentata invece dal settore viaggi, che a causa degli attentati parigini dello scorso anno, avrebbe registrato una circostanziata battuta di arresto, con un sensibile calo delle prenotazioni di vacanze o brevi soggiorni all’estero

da parte degli italiani. Potremmo titolare questo articolo ‘Consigli per gli acquisti’, perché una dritta in più, in un periodo frenetico e disorientato come quello delle feste di Natale, non può che essere utile a chiunque. Ed è proprio questo il punto, gli italiani sono confusi su quale dono fare, ma non sul fatto che adorino fare doni. E preferibilmente preferiscono farli di persona, impegnarsi nella ricerca del regalo perfetto. Infatti nonostante la crescita rispetto all’anno precedente, l’Italia, a livello di e-commerce e acquisti online, risulta posizionata nettamente indietro rispetto ad altri mercati. Per questo sarebbero ancora i negozi ad avere la meglio, soprattutto nel periodo natalizio.

25


E i beni acquistati sono davvero di ogni tipo. Dal gioiello (che nelle coppie va sempre alla grande), alle vacanze, a piccoli oggetti di bellezza, dai trucchi ai profumi. Ma quali sono i regali ad andare per la maggiore? Tra le donne, quelli legati al settore bellezza, quindi sedute dall’estetista o dal parrucchiere, massaggi, trattamenti, percorsi in spa, sedute dal parrucchiere, ma anche cosmetici e creme, non per forza costosissime. Ultimamente ha preso piede, e non solo tra massaie, l’idea del “cesto utile”. Ossia regalare alle amiche un cesto con oggetti per l’igiene personale e della casa, detersivi e non solo, magari anche dischetti di cotone, shampoo, deodoranti. Tutti prodotti che ci fanno molto comodo, e che comunque rappresentano una scorta utile per ognuna di noi.

E poi anche capi di abbigliamento o accessori. E poi borse, anelli, bracciali, orecchini e oggetti di bigiotteria. E poi un profumo, magari naturale, o una comodissima (a chi non servirebbe) piastra per capelli da viaggio. Se abbiamo amiche freddolose (e chi non ne ha almeno una?), su

26

internet sono molto venduti i guanti scaldamani e pantofole scaldapiedi, rigorosamente elettrici.

Oppure, si può regalare il caro e vecchio diario, un evergreen dove potremmo annotare tutti i momenti più importanti della nostra vita. In questi ultimi tempi va molto di moda anche la tendenza food. Quindi all’amica che adora stare ai fornelli, se abbiamo abbastanza risorse, potremmo regalare una macchina per il pane o un fornetto per cuocere la pizza, o una pentola a pressione elettronica o un bel cestello per una cottura al vapore. Ma se il nostro budget non è alto potremmo puntare anche su delle posate o un ceppo di coltelli, un kit per realizzare il sushi o un semplice, ma sempre moderno, set di tazze. E poi, altri sono amanti della fotografia. E allora possiamo regalare un corso di fotografia, oppure un buon libro sul tema o su photoshop, per imparare ad editare le immagini. E dopo tutte queste foto, perché non regalare una cornice digitale dove poterle mostrare? Ecco, la cornice, a dire il vero, è un regalo gradito proprio da tutti. Per chi invece,


Bellezza, eleganza, passione! “Bacci Profumerie” nasce a Forte dei Marmi nel 1996 grazie alle incredibili doti manageriali di Silvia Bonugli ed alla sua spiccata sensibilità verso l’universo femminile che, proprio nella nuova profumeria di Via Barsanti, ha proposto da subito e tutt’oggi, l’assortimento più completo abbinato alla professionalità del suo Staff in un ambiente raffinato ed elegante. “Bacci Profumerie” raccoglie ed offre alla sua Clientela maison prestigiose ed oltre 30 brand internazionali. Una profumeria selettiva dove la cosmesi d’eccellenza propone trattamenti per il corpo e per il viso. Da “Bacci” tutti i profumi da uomo e da donna e tutto per il make-up.

“Bacci Profumerie” Vi aspetta a Forte dei Marmi nel cuore della Versilia. Tutti i giorni, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 19.45 in Via Eugenio Barsanti, 15 Telefono: 0584 - 82273

Dal 07 al 24 Dicembre ARTE DESIGN FOOD Vieni a trovarci a Forte dei Marmi



BORRELLI NAPOLI

刀漀猀猀椀 搀愀 嘀椀渀挀椀 䌀伀䴀倀䰀䔀䴀䔀一吀䤀 䐀ᤠ䄀刀刀䔀䐀伀 䔀 䄀䌀䌀䔀匀匀伀刀䤀 䤀一 倀䔀䰀䰀䔀

Forte Dei Marmi

27


preferisce cambiare aria, o passare un Natale lontano da tutto e tutti, Smartbox offre un soggiorno in un igloo per due, o vari weekend nelle capitali europee. Per quanto riguarda gli uomini, invece, la tecnologia è sempre molto apprezzata, ma questo chiaramente dipende sempre dal nostro budget. Vanno alla grande anche accessori collegati alla tecnologia, tipo stampanti, custodie, cover, auricolari originali e colorati. E poi puntiamo su ciò che utile e comodo, macchine per caffè per auto (avete capito bene, per auto), oppure cuscini gonfiabili per stare più comodi seduti al lavoro. E ancora massaggiatori elettrici per il sedile e per il collo. O anche un buono benzina potrebbe essere molto gradito.

Se il destinatario ama leggere, potete puntare sul lettore di libri digitali ebook reader, adatto a tutti, anche ai non tecnologici e agli affezionati della carta stampata. Perchè? Perchè ha molti vantaggi. Il destinatario può portare con sè centinaia di libri contemporaneamente, in uno spazio ridottissimo e ad un prezzo molto vantaggioso. Unico “problema”: non ha l’odore tipico dei libri. 28

In ogni caso, un libro rimane sempre un regalo molto apprezzato. Non è importante che l’argomento sia impegnativo, ognuno ha il proprio libro ideale. Per quanto riguarda i più piccoli, le idee regalo sono davvero tante e le più varie. Dall’orsacchiotto che puoi scaldare in microonde, ai soliti puzzle. Sono da sempre un ottimo regalo da fare ai bambini, da non sottovalutare anche quelli in 3D, dal risultato di grande effetto. Insieme ai puzzle gli intramontabili sono i Lego e i peluche. E se abbiamo amici particolarmente romantici, c’è la possibilità di fare un regalo davvero particolare. Con “regala una stella” (www.globalstarregistry.com) si può regalare una stella dandole il nome del destinatario, un dono simbolico ma di grande effetto. Riceverai un certificato contenente le coordinate astronomiche della sua stella, una mappa celeste sulla quale è possibile identificarla più facilmente ed un ciondolo o portachiavi con inciso il nome della costellazione e le coordinate della stella stessa. Un bel modo per farsi notare.


Prezioso trattamento all’Olio biologico di BAOBAB per un’intensa azione rigenerante. Pelle nutrita e vellutata perchè la tua bellezza è d’oro.

0% 100%

PARABENI, DERIVATI PETROLCHIMICI SILICONI, COLORANTI, ALCOOL PRINCIPI ATTIVI DI ORIGINE NATURALE MADE IN ITALY

seguici su

29 www.athenas.it


REPORTAGE

ALMANACCO DEL 2016

di LUCA ALBERTI

L’ECLISSI TOTALE DI SOLE: UNO SPETTACOLO UNICO OFFERTO DAL CIELO

L’eclissi totale di sole ha mantenuto le promesse, offrendo uno spettacolo irripetibile. È stata visibile soltanto sul Pacifico. In Indonesia e sulla zona centrale del Pacifico il disco del Sole è stato gradualmente oscurato poco dopo il suo sorgere dalla prima superluna del 2016, e gradualmente è stata raggiunta la totalità, durata oltre quattro minuti.

CUBA E AMERICA: FINISCE UN’EPOCA E INIZIA A SOFFIARE IL VENTO DEL DISGELO

Bienvenido a Cuba”: così l’Avana ha accolto, dopo 88 anni di contrasti, il presidente Usa, Barack Obama, che ha ricambiato con un tweet in francese non appena atterrato: “Comment ça va Cuba ?”. Una storica visita di tre giorni del presidente americano a Cuba, dopo il disgelo tra i due Paesi. Bandiere americane sui tetti della case e degli alberghi, t-shirt a stelle e strisce o con il volto del presidente Obama, e che raffigurano il leader Usa insieme al presidente Raul Castro hanno salutato il percorso riservato ad Obama.

LA STRAGE IN UN CLUB GAY DI ORLANDO: 50 MORTI.

È una orribile strage, addirittura la peggiore carneficina nella storia degli Stati Uniti, quella compiuta dall’uomo che si è introdotto nella notte tra l’11 e il 12 Giugno al bar Pulse, un club per gay a Orlando, in Florida, sparando all’impazzata con un fucile da assalto. Il bilancio ufficiale parla di 49 morti e 53 feriti.

30


Gli avvenimenti che nel bene e nel male hanno segnato quest’ultimo anno.

È BREXIT: LA GRAN BRETAGNA FUORI DALLA UE

La Gran Bretagna è uscita dall’Unione Europea: la Brexit ha vinto al referendum con il 51,9% dei voti. Per il ‘Remain’, si è espresso il 48,1% degli elettori britannici. La Brexit ha creato il panico nelle Borse e ha fatto crollare la sterlina, che nel corso dello spoglio che man mano dava in vantaggio il ‘leave’ dall’Unione europea, è arrivata a perdere il 10% sul dollaro, raggiungendo quota 1,33, il valore più basso degli ultimi 30 anni.

TERRORE A NIZZA: UN CAMION PIOMBA SULLA FOLLA

È il 14 Luglio e a Nizza ci sono le celebrazioni per la festa nazionale: la presa della Bastiglia. La Promenade Des Anglais si trasforma da lungomare affollato a cimitero a cielo aperto. Un camion piomba sulla folla e corre per centinaia di metri, travolgendo tutto e tutti come fossero birilli. Il bilancio parla di 85 vittime confermate, tra cui 10 bambini e 202 feriti.

LA STRAGE NEL CENTRO COMMERCIALE A MONACO E L’ATTACCO ALLA CHIESA DI SAINT-ETIENNE-DU ROUVRAY IN NORMANDIA

22 Luglio, Monaco di Baviera, centro commerciale Olympia, ore 17,52. Un ragazzo di 18 anni tedesco-tunisino entra nel McDonald’s del centro commerciale zaino in spalla e pistola alla mano e comincia a sparare all’impazzata uccidendo 9 persone e ferendone altre 16, prima di suicidarsi. Ancora orrore in Francia, più precisamente a Saint-Etienne-du-Rouvray, una piccola località vicino a Rouen, nel cuore della Normandia. Il terrore jihadista attacca per la prima volta in una chiesa in Europa. Due uomini di nazionalità francese hanno sgozzato padre Jacques Hamel, dopo aver preso cinque persone in ostaggio Altre tre persone sono rimaste ferite. Una di loro, una suora, ha rischiaro anche lei di essere sgozzata.

31


ALMANACCO DEL 2016 RIO DE JANIERO OSPITA LE OLIMPIADI 2016

Il Brasile ce l’ha messa tutta. Primo Paese sudamericano ad ospitare gli atleti di tutto il mondo ha messo in scena un’edizione dei giochi meno sfarzosa di quella di Pechino e meno suggestiva di Atene, ma molto più riuscita delle previsioni. E anche se l’organizzazione non è stata impeccabile, qualche problema di sicurezza c’è stato, le Olimpiadi di Rio si chiudono con un bilancio positivo per il Paese.

IL TERREMOTO DEVASTA IL CENTRO ITALIA

24 Agosto. Sono state più di 300 le scosse di terremoto che hanno sconvolto il centro Italia Le più forti sono state rispettivamente di magnitudo 6, 5.4 e 5.1. La prima e più forte (magnitudo 6) è avvenuta alle 3:36 del mattino e ha avuto epicentro a due chilometri da Accumoli (Rieti) e dieci chilometri da Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) ed Amatrice (Rieti). 26 e 30 Ottobre 2016. A distanza di pochi giorni il Centro Italia è vittima di nuove fortissime scosse di terremoto. La più violenta dal 1980, con magnitudo 6.5. La terra ha tremato ancora con epicentro individuato tra le province di Perugia, Macerata e Ascoli Piceno, a 5 km da Norcia, 7 km da Castelsantangelo sul Nera e 17 km da Arquata del Tronto.

LA PACE TRIONFA IN COLOMBIA, TREGUA CON LE FARC

Nella notte del 26 settembre è stato firmato a Bogotà uno storico accordo di pace tra il governo colombiano e le Farc, le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia. L’intesa mette così fine a 52 anni di guerriglia, con uccisioni e rapimenti, costati la vita ad almeno 220mila persone e che ha provocato quasi 7 milioni di sfollati.

32


33


ALMANACCO DEL 2016 LA MISSIONE EXOMARS E LA SONDA ITALIANA SCHIAPARELLI AD UN PASSO DAL PIANETA ROSSO

Per la quantità e qualità di dati che abbiamo ricevuto da Exomars è una missione riuscita. È questo il commento del presidente dell’Agenzia spaziale italiana Roberto Battiston sulla missione Exomars. Quella del lander Schiaparelli è la prima missione speciale di un modulo europeo che parla molto italiano. Il programma ExoMars, che si compone di due missioni, seconda in calendario nel 2020, è l’unione delle forze tra l’Esa e l’agenzia spaziale russa Roscosmos.

IL MADE IN ITALY NEL MONDO: IL MARCHIO DI UN SAPER FARE CHE CI DISTINGUE AGLI OCCHI DEGLI ALTRI PAESI

È uno dei primi brand conosciuti e apprezzati al mondo, il marchio Made in Italy è sinonimo di creatività, qualità e italian life style che si esprimono principalmente nelle aree dell’abbigliamento, arredamento,automazione meccanica e agroalimentare. Ma non solo, anche nell’event management diffondiamo il nostro marchio. È il caso di Prodea Group agenzia di comunicazione focalizzata su eventi e attività promozionali che ha firmato ideato e progettato Grand Opening Ceremony del nuovo Dubai Water Canal, una tra le più grandi opere architettoniche contemporanee che ha reso il centro di Dubai un’isola

MIGRANTI IN ITALIA: UN’EMERGENZA SENZA FINE, L’ANNO RECORD DEGLI SBARCHI

L’Italia si avvia a chiudere il 2016 superando il record di 170mila migranti sbarcati raggiunto due anni fa. Secondo i dati del Viminale, gli stranieri arrivati nel nostro Paese sono 153.450, il 9,83% in più rispetto allo stesso periodo del 2015 (Ottobre 2015). Un macigno per un sistema di accoglienza senza ossigeno, perché i ricollocamenti sono al palo: appena 1.318 i migrati spostati fin qui dall’Italia negli altri Stati Ue, a fronte dei 39mila in due anni previsti dal piano europeo varato nel 2015.

34


35


GIORGIA IL RITORNO DI

Copertina

di SANTO PIRROTTA

La cantante pubblica il nuovo e atteso album dopo tre anni e si racconta: La politica, l’amore, Sanremo, i social, la musica. E la consapevolezza che cambia dopo i 40 anni. Giorgia si mostra così com’è, senza filtri di pudore, dicendo quello che pensa, annusa, ascolta, vede.

La cantante ci mette la faccia in “Oronero”, il nuovo album di inediti a tre anni da “Senza Paura” e scrive 10 tracce su 15 del decimo disco in studio prodotto da Michele Canova. La Giorgia di “Come Saprei” ha sempre la voce più internazionale del panorama italiano, ma stavolta si è messa al servizio della cantante. “La scrittura mi appartiene fin dal primo disco – racconta - con timidi tentativi. Poi ci ho preso gusto e ho cominciato a darmi arie da cantautrice, anche se non mi veniva riconosciuto e io ne ho sofferto. Ora ho fatto pace con tutto questo e la parte di me che scrive è come un operaio che si mette al servizio della cantante”. Più di vent’anni di carriera con oltre 7 milioni di dischi venduti, è unanimemente considerata tra le più grandi artiste italiane di sempre. In questi anni ha collaborato con importanti artisti italiani e internazionali: da Luciano Pavarotti a Ray Charles, da Lionel Richie a Jovanotti, da Mina a Zucchero, da Pino Daniele ad Andrea Bocelli, da Herbie Hancock ad Alicia Keys. “Oronero” è quindi una somma di stili, delle cose che le piacciono musicalmente: “Non mi sono posta il problema di quanto fossero diversi. Costruendo mattone per mattone, canzone

36

per canzone, senza contare il numero, le somiglianze. C’è molta verità. Per la prima volta quella che scrive si è messa al servizio di quella che canta per trovare la parola giusta, il suono giusto. E soprattutto dicendo quello che volevo dire senza filtri di pudore”. Già, la libertà. Che si respira i tutto l’album. Mentre fuori tutto si muove velocemente, la cantante non ha avuto paura di fermarsi, di guardarsi dentro. Di scoprirsi diversa: “C’è una conoscenza di me maggiore. In passato avevo molti filtri, non volevo essere tropo nuda rispetto a quello che dicevo. Non è più così. Sarà che sono un po’ invecchiata ma non cerco più il riconoscimento esterno. Ho imparato a cantare con più libertà e a dire le cose senza preoccuparmi troppo del giudizio degli altri. Che mi ha fregato per tanti anni”. Un viaggio introspettivo, “anche un po’ psicoanalitico”, che ha permesso e obbligato la cantautrice a guardarsi allo specchio:


37

PH: Eolo Perfido


GIORGIA “Mi sono scontrata con aspetti della mia personalità che non avrei voluto, con le mie debolezze e con il fatto che in quanto donna è un disonore anche cambiare”. Il risultato è un album ricercato, studiato nei minimi particolari, amato. Non ci sono collaborazioni, un po’ perché gli artisti amici erano al lavoro sui loro album e un po’ perché Oronero è Giorgia, e non poteva esserci spazio per altri. Tra gli altri autori, invece, ecco Pacifico e Tony Maiello e il compagno della cantante Emanuel Lo: “In studio siamo due macchine perfette, consapevoli l’uno dell’altro. A casa invece ci scanniamo. Io che lo rimprovero perché non fa le cose bene in casa, lui che mi dice ‘stai calma’... Poi nostro figlio ci riconcilia”. Ed è forse proprio Samuel, al quale fa una dedica dolcissima, che ha regalato all’artista una consapevolezza diversa: “Oggi sono una 45enne esaurita dalla vita quotidiana, che porta il figlio a scuola, fa la spesa, prepara la cena...”. Ma del cambiamento, Giorgia, ne fa una bandiera personale e politica. Non nasconde le sue simpatie grilline, e il suo appoggio a Virginia Raggi: “Fa male al cuore vedere Roma, la mia bellissima Roma, così maltrattata. Io credo in questa fase nuova. Se chi deve lavorare viene lasciato lavorare in pace, si vedranno i risultati... Grillo lo puoi odiare, ma dice cose che sono vere”.

E sul no alle Olimpiadi dice: “Solo chi non abita a Roma può pensare di portare i Giochi in una città che ha bisogno di ben altro. Le priorità per Roma sono un controllo sull’edilizia che avanza inesorabile, i rifiuti (mischiamo ancora la plastica con l’alluminio!), la mancanza di aree verdi. E poi le strade. Potremmo vivere di turismo, ma non c’è mai stato rispetto per la città antica”. Mentre lavorava al disco sono successe tante cose: dagli attentati di Parigi alla morte dell’amico

38


che non andrà in gara al prossimo Festival di Sanremo: “Se Carlo Conti mi chiama come ospite mi precipito, ma non non c’ho più il fisico per andare in gara, è troppo impegnativo. E poi non vorrei rovinare il primato che condivido insieme a Nilla Pizzi: un primo, un secondo e un terzo posto... Il mio Sanremo è legato agli anni Novanta, a Pippo Baudo...”. Alla tv oggi la cantante preferisce la radio: “I talent? Mi hanno chiamato tante volte a fare il giudice, ma io non me la sento di dire a un ragazzo ‘sei fuori’. Potrei essere piu’ un coach, ma mai un giudice”. Anche se non nasconde una passione per Emma: “Mi rivedo in lei, con le sue sofferenze mostrate al mondo e la sua spontaneità, dice cose senza peli sulla lingua e mi ci ritrovo”. Di Annalisa le “piace come canta e seguo il suo percorso”, di Francesca Michielin ama “la sua mania di perfezione” e di Alessandra Amoroso “la purezza”. E i social come li vive: “Vieni, facciamoci subito un selfie”.

39

PH: Eolo Perfido

Pino Daniele: “E’ stata una botta fortissima. Pino mi manca, mi manca la sua presenza nel mondo, mi manca l’amico, mi mancano le chiacchierate. Abbiamo avuto un rapporto profondo e duraturo. Pino era Pino, era unico... Ho lavorato proprio su quel senso di angoscia generale che sentivo in me e che vedevo anche negli altri”. “Oronero” infatti è per la cantante il “sistema in cui ci siamo incastrati, in cui tutto passa automaticamente per un giudizio, anche violento, quasi a giustificare questa violenza come normale. Come il petrolio, se usato male, da risorsa diventa veleno, così la risorsa di potersi confrontare diventa veleno quando non ha più un senso costruttivo, quando non permette più di guardare l’altro con uno sguardo di rispetto, ma diventa puro giudizio. Diventa veleno, diventa oronero”. Il tour che la vedrà impegnata per una ventina di date nei palasport dal 19 marzo al 26 aprile: “Andremo nei palazzetti, ma ho chiesto di aumentare le date e di andare anche a in quelle città dove non riusciamo mai a cantare. Bisogna andare a casa della gente, serve il contatto con loro e dal live capisci quanto è arrivato del tuo album al pubblico”. Intanto Giorgia assicura


Speciale Moda

tutte le nuove tendenze del momento di Irene Castelli

Black & Gold I colori della notte (e non solo) Sarà l’avvicinarsi delle feste a infondere un desiderio di alleati di stile pervasi da tocchi glam? Se per le serate di festeggiamento il trend esuberante è assicurato, lampi lucenti possono invadere anche abiti e accessori per il look quotidiano. Perché se basta un tocco aureo a farci sentire subito più preziose, anche pochi dettagli faranno subito la differenza. Tra forme e texture, partire per una caccia all’oro non è mai stato così facile…

Fra luce e buio La bellezza del metallo nobile

Come dimostra il look Salvatore Ferragamo, quanto potere può avere una zip in un look elegantissimo? Molto. Abile nell’infondere appeal metropolitano anche a linee sobrie, questo accorgimento si applica facilmente all’accessorio: come secchielli in pelle o stivaletti, che con cerniere dorate diventano subito chic. Nero e oro anche per zatteroni in tessuto anni ’70, da portare con calze coprenti e indole vintage (proprio come una marsina dai decori militareschi). E se l’orologio sportivo si tinge di bordi aurei, a ogni ora non possono mancare orecchini con cascate di stelle: giusto terreno d’unione fra giorno e notte.

Completo con inserti di zip dorate, Salvatore Ferragamo

40

Sandalo in broccato con maxi zeppa e fibbietta, Ash

Orologio intramontabile in gomma cromata, Hip Hop

Secchiello in pelle con cerniere e tracolla, Liu Jo

Giacca a collo alto in velluto con ricami, Mango

Stivaletto in suède con zip decorata da catenine, Loriblu

Lunghi orecchini in metallo con cristalli, Swarovski


Non solo animalier Dettagli effetto arte per stampe metropolitane La creatività gioca con la fantasia animalier, rivisitandola con stampe differenti e dando vita a dei capi che diventano must-have di stagione. È la nuova capsule di Manila Grace, composta da 12 pezzi: T-shirt, felpe, cardigan e giacche si contraddistinguono per i loro materiali morbidi, dove il pattern maculato si fonde con righe e pois, in un mix&match unico, con effetti sfumati e rovinati ispirati all’arte e alla pittura. Il trend zoologico contagia infine anche gli accessori: accendendo le sneakers di grinta e stile, nel contrasto black&white arricchito da borchie metalliche.

Gira la ruota di forme e colori La borsa del desiderio è “fai da te” Personalizzare, anche nella moda, porta a un solo risultato: ottenere un oggetto unico (o quasi), da sentire proprio solo per noi. Ed ecco che Carpisa propone la sua nuova borsa UNIQUE, totalmente componibile attraverso 6 elementi con patta, pannello anteriore e uno posteriore, due laterali ed una tracolla a spalla regolabile. Elementi disponibili in 4 colori come bianco, nero, verde e bordeaux, con dettagli anche in cocco o vernice (combinazione a 39,99 euro).

Un nuovo modo di vedere Nel mondo “prezioso” dell’occhialeria Non solo gioielli ambitissimi: dopo occhiali da sole, Pomellato lancia una linea di occhiali da vista creati come veri e propri “gioielli” di design. Montature permeate da trasparenze colorate, volumi oversize, texture innovative e decise, che costituiscono il segno distintivo del marchio, anche nelle proposte più preziose. Rivisitate in ispirazioni di 3 temi iconici: Nudo, con montature cat-eye caratterizzate dall’acetato trasparente finemente lavorato; Veleno, che seduce con le griffe gotiche progettate dai maestri gioiellieri e, infine, Victoria, con stanghette pronunciate e forme sinuose.

41


Tutto intorno all’Arte

Artemisia Gentileschi Danae Olio su tela, 41,30x52,7 cm Saint Louis Art Museum, Museum Purchase and gift of Edward Mallinkrodt, Sydney M.Schoenberg Sr., Horace Morison, Mrs. Florence E. Bing, Morton D. May in honor of

Perry T. Rathbone, Mrs. James Lee Johnson Jr., Oscar Johnson, Fredonia J. Moss, Mrs. Arthur Drefs, Mrs. W. Welles Hoyt, J. Lionberger Davis, Jacob M. Heimann, Virginia Linn Bullock, in memory of her husband, George Benbow Bullock, C. Wickham Moore, Mrs. Lyda D’Oench Turley and Miss Elizabeth F. D’Oench, and Harold Pettus, and bequests of Mr. Alfred Keller and Cora E. Ludwig, by exchange

L’ARTE FEMMINILE, NELLA SUA INTENSITÀ.

A Roma, una mostra dedicata alla grande pittrice Artemisia Gentileschi. Donna forte e indipendente, simbolo di una creatività portata in Italia e nel mondo, senza compromessi. di Irene Castelli

Gli aspetti più autentici di un’artista senza pari. Attraverso 40 opere autografe, indagando sulla carriera e sulla sua progressiva ascesa di Artemisia Gentileschi, a Roma a Palazzo Braschino (fino al 7 maggio 2017) con una mostra che ne indaga la vita, le opere e la carriera. Un ritratto del fervente mondo artistico del Seicento in Italia: il percorso espositivo attraversa un arco temporale che va dal 1610 al 1652, svelando gli aspetti più autentici dell’artista affermatasi a Firenze, Roma, Venezia e, infine, a Napoli dove visse fino alla morte. Nata a Roma 42

nel 1593, figlia del pittore Orazio Gentileschi e nota per più tristi vicende (lo scandalo delle violenze subite dal pittore e amico di famiglia Agostino Tassi, che la spinse a trasferirsi da Roma a Firenze, dopo un processo vinto nel 1612). Probabilmente per questo forte è la presenza di immagini femminili intense e violente, di grande carattere: in mostra, fra i tanti, si trovano infatti la Giuditta che taglia la testa a Oloferne del Museo di Capodimonte (quella che più, forse, simboleggia la sua rabbia verso il maschile). E poi Ester e Assuero del Metropolitan Museum di New York

o l’Autoritratto come suonatrice di liuto del Wadsworth Atheneum di Hartford Connecticut. Richiesta dai sovrani più potenti d’Europa, è alla corte di Cosimo II frequentata all’epoca da grandi uomini di cultura come Galileo Galilei e Michelangelo Buonarroti, intrattiene relazioni diplomatiche e intellettuali con Cassiano del Pozzo, i Barberini e il duca di Baviera. Termina quindi la sua vita a Napoli, dove muore nel 1653, sola e abbandonata da tutti, nonostante lo strabiliante successo riscosso in gioventù.


Artemisia Gentileschi Giuditta e la fantesca Abra con la testa di Oloferne Olio su tela, 114x93,5 cm Gallerie degli Uffiz

Artemisia Gentileschi Giuditta taglia la testa a Oloferne Olio su tela, 159x126 cm Napoli, Museo di Capodimonte

Artemisia Gentileschi Conversione della Maddalena, 1615-16 Olio su tela, 146,50x108 cm Gallerie degli Uffizi

Artemisia Gentileschi Death of Cleopatra 223x150x2 cm Gallerie G. Sarti

L’opera sarà presente in mostra a partire da febbraio

43


La tua casa

LA MAGIA DEL TROMPE L’OEIL.

Il Trompe L’Oeil, tradotto letteralmente in italiano “inganna l’occhio”, è una tecnica pittorica di decorazione murale che, induce nell’osservatore l’illusione di stare guardando qualcosa di tridimensionale, creando situazioni ingannevoli di paesaggi, architetture, oggetti. di Ombretta Attanasi Il Trompe l’oeil ricopre una parte molto importante dell’arredo di interni, dal Palazzo cittadino alla casetta di campagna il murale può contribuire a trasformare totalmente l’ambiente, creando zone di profondità, di luce o di immaginario esotico, anche l’ambiente più comune può trasformarsi in un magico scenario inaspettato. Gli ambienti che più si prestano alla decorazione pittorica, sono quelli di passaggio, anche con superfici limitate, per esempio un cane che appare all’improvviso in una nicchia del muro prima buia, può creare un piacevole sobbalzo e un effetto di compagnia a chi, un cane non ce l’ha. L’effetto sorpresa è fondamentale, gli ambienti più banali acquistano rilievo e suscitano stupore e ammirazione. Il trompe l’oeil può essere realizzato non solo sui muri ma anche su porte, camini, tessuti, paraventi, soffitti, può essere un dettaglio minimo o può risolvere un problema strutturale creando un effetto ottico in grado di rendere l’ambiente completo senza la necessità di dover aggiungere quadri alle pareti. Le decorazioni pittoriche possono essere policrome o monocrome, ossia con un unico colore in varie sfumature con importanti effetti di luci e ombre. Un altro importante compito del trompe l’oeil è quello di dilatare 44

gli spazi, un corridoio stretto e buio, può essere ingrandito grazie all’effetto di colonne e drappeggi con paesaggi di sfondo, che creano profondità tridimensionali. L’importante è creare un’atmosfera magica ma credibile, così nella casa di campagna non si dipingeranno terrazze sul mare, in una cucina non troveranno posto drappeggi e tendaggi, in una camera da letto non si creeranno ghirlande di frutta e spezie. Anche l’effetto magico deve avere una sua logica. Il trompe l’oeil con l’effetto esotico, ha una sua storia a parte. Paesaggi caraibici, strutture orientali, pagode cinesi e soprattutto animali strani con caratteristiche zoomorfe, scimmie che si guardano allo specchio, pavoni dai colori sgargianti, gatti sdraiati su cuscini preziosi, tartarughe, farfalle, ghepardi, aironi, iguane… tutto può portarvi in una dimensione onirica. La cosa più importante quando si fa un trompe l’oeil è l’armonia generale, la scelta del colore e del soggetto giusto e soprattutto la fortuna di trovare un bravo decoratore che interpreti i vostri desideri, filtrandoli con la sua esperienza e la sua fantasia. Meglio un muro pulito che pieno di brutti quadri ma meglio ancora un trompe l’oeil.


www.osram-lamps.it

OSRAM LED Star Lampade LED di qualità superiore per la massima versatilità di utilizzo.

La luce è personalità Lampade LED OSRAM: innovazione, tecnologia avanzata e massima efficienza La luce è OSRAM 45


Fragranza unisex costruita su un accordo di oltre un centinaio d’ingredienti selezionati in tutto il mondo, è sensuale ed avvolgente ma nello stesso tempo delicato e discreto. Nato alla fine degli anni 60, Musk è oggi un profumo “cult”. La linea Musk offre una gamma completa di prodotti per profumare ogni momento e occasione della tua giornata. WWW.ALYSSAASHLEY.COM 46


Questione di stile...

Chi fa cosa

Non c’ è da sorprendersi se uno dei calciatori più forti al mondo, candidato al pallone d’oro, si sottopone ad un trattamento estetico, proprio come succede ad attrici, showgirl e personaggi del mondo dello spettacolo. La stella del Real Madrid, Cristiano Ronaldo, ha postato sul suo account Instagram un’immagine che mostra il campione mentre si sottopone a una maschera facciale. I nuovi prototipi di bellezza…

Fa la spesa al supermercato come una donna qualsiasi: felpa grigia, grandi occhiali da sole a proteggerle comunque lo sguardo anche all’interno del negozio, l’interprete de “La Solitudine”, Laura Pausini, spinge sorridente il carrello pieno. l lavoro è davvero tanto ma lei riesce comunque a trovare il tempo per fare prima di tutto la mamma e preparare i pranzi e le cene per la piccola Paola.

VIPS in private... Fabio Troiano è fidanzato con Anny, che ha incontrato a Milano, nel giorno del suo compleanno. Lo stesso attore racconta : “Eravamo in corso Garibaldi. Ci siamo scontrati. Era molto bella. Non sapevo cosa fare. Ero con un mio amico, all’epoca anche agente. Sono tornato indietro, lei era seduta su una panchina con una sua amica. Era il 10 ottobre, il giorno del mio compleanno. Non le ho lasciato il numero di telefono, sono stata scemo, lei però mi ha mandato un messaggio sui social”.

Proprio sui set, Alessandra Mastronardi ha spesso trovato l’amore: l’attrice è stata fidanzata con Eros Galbiati, che ha recitato con lei a teatro in The Prozac Family, poi con Vinicio Marchioni, conosciuto sul set di Romanzo Criminale, con Marco Foschi, incontrato in Sotto il cielo di Roma e, infine, con Liam McMahon, suo attuale compagno.

Pochi lo sanno, ma Miley Cyrus, una delle pop star più amate ma anche più discusse, ha un piccolo problema al cuore, nulla di compromettente, ma comunque un fastidio che spesso le provoca tachicardia e al quale la cantante pensa spesso, soprattutto durante i concerti.

STAR da piccoli...

CHI È?

44esimo Presidente degli Stati Uniti, primo afroamericano a ricoprirne tele carica. Figlio di un’antropologa originaria del Kansas e di un economista kenyota, si è laureato in Scienze Politiche alla Columbia University e in Giurisprudenza alla Harvard Law School. Ha lavorato come avvocato nel campo della difesa dei diritti civili, ed è stato membro del Senato dell’Illinois per tre mandati.. Concorse per il Senato federale imponendosi a sorpresa nelle elezioni primarie del marzo 2004. Eletto al Senato degli Stati Uniti nel novembre 2004, con il più ampio margine nella storia dell’Illinois, e prestò servizio come senatore junior dal gennaio 2005 al novembre 2008. Il 10 febbraio 2007 annunciò ufficialmente la propria candidatura alle successive consultazioni presidenziali. Alle elezioni primarie del Partito Democratico sconfisse Hillary Clinton e già first lady; il 3 giugno 2008 raggiunse il quorum necessario per la candidatura, divenendo così il primo afroamericano a correre per la Casa Bianca in rappresentanza di uno dei due maggiori partiti. L’esponente del Partito Democratico vinse le elezioni presidenziali del 4 novembre 2008 contro John McCain, senatore repubblicano dell’Arizona, insediandosi formalmente alla presidenza il 20 gennaio successivo. Il 6 novembre 2012 fu riconfermato per un secondo, e ultimo mandato, imponendosi sul candidato repubblicano Mitt Romney.

SCOPRI LA RISPOSTA A PAGINA 96.47


48


49


Zona beauty

RED CHRISTMAS.

Per la stagione delle feste puntate su acconciature retrò e su un make-up che esplora tutta la gamma cromatica del rosso, non solo sulle labbra. di Chiara Zaccarelli Gli inglesi la chiamano Party Season. E quel periodo che va circa da fine novembre al primo dell’anno, costellato di eventi di tutti i tipi, dal party dell‘ufficio alla cena con gli amici, fino al veglione di Capodanno, passando per il pranzo di Natale con i parenti. E in tutte queste occasioni trucco e capelli devono essere curati nei minimi dettagli, classici ma con un tocco fashion. Se non volete passare inosservate quest’anno puntate tutto sul rosso. Il make-up dell’inverno 2016 si sviluppa infatti su tutta la sua gamma cromatica e in particolare sdogana il ruolo del rosso carminio anche sulle palpebre, nell’inedito ruolo di ombretto. Una scelta di stile forte, che dona

50

immediatamente personalità e che non a caso è stata subito adottata da un attrice poliedrica e fuori dagli schemi come Kristen Stewart. Se l’ombretto rosso vi sembra una scelta troppo azzardata, per stemperare l’effetto potete applicarlo come base e sfumarlo poi con nuances marroni, arancio o bordeaux. L’abbinamento da femme fatale e’quello con labbra rosso scuro, truccate con la massima precisione, dal finish opaco oppure lucidissimo, quasi vinilico. No alle mezze misure in questo caso. E i capelli? Il prossimo inverno decreta il ritorno di uno stile del passato tanto amato quanto odiato: il frisè. Potete optare per la versione molto fitta e precisa che si ottiene con l’apposita

piastra o per l’effetto più morbido e spettinato ottenuto tenendo le trecce per tutta la notte e sciogliendole al risveglio. Fissate poi un grosso ciuffo di lato con un accessorio dall’aria vintage oppure lasciate i capelli sciolti sotto un turbante, come alla sfilata di Gucci. Protagoniste sulle passerelle anche le onde retrò d’ispirazione anni 20 e in particolare il ciuffo portato piatto sula fronte, con la riga da una parte, visto sulle passerelle di Marc Jacobs e Blumarine. Avete la fortuna di avere capelli naturalmente lisci e setosi? Portateli lunghissimi ma naturali, con riga rigorosamente in mezzo ed una fascetta sulla fronte che fa subito hippy.


La prima beauty app che ti permette di catturare ogni look e provarlo subito.

SCARICA LA APP GET THE LOOK.

51


Zona fitness

LA GYM? È SEXY.

Siete più un tipo da Vixen o da Pole Dance? Se non sapete cosa rispondere continuate a leggere e sappiate che entrambe queste discipline vi aiuteranno a perdere peso, tonificarvi e risvegliare la vostra femminilità. di Chiara Zaccarelli Chi non ha mai sognato di muoversi sul dancefloor con la sensualità di Beyoncè o Jennifer Lopez? Oggi è possibile grazie alla Vixen, una ginnastica ispirata alle coreografie dell’ hip-hop e alla nightlife di Miami. Un workout per sole donne, che durante la lezione vengono esortate a lasciarsi andare, a dimenticare la quotidianità e riscoprire la propria sensualità abbandonandosi completamente alla musica. E proprio per risvegliare il loro lato più sexy, alle partecipanti viene addirittura chiesto di presentarsi con i capelli sciolti, trucco ben curato e un tocco di immancabile rossetto rosso. La Vixen è una cardio danza molto intensa e completa, che promette di far perdere più di 600 calorie all’ora 52

divertendosi e scaricando le tensioni. Nell’attesa che arrivi in Italia, chi vuole dimagrire o tonificarsi senza rinunciare alla femminilità può optare per un corso di Pole Dance. Allenarsi con il supporto di un palo verticale permette di combinare prestazioni atletiche a una danza molto sensuale, di volteggiare nell’aria e creare coreografie sempre nuove. A trarne beneficio sono il sistema cardiovascolare, cosi come addominali, adduttori, spalle e braccia, che già dai primi mesi risultano più forti e tonici. La Pole Dance infatti, è una tra le poche discipline che coinvolge e tonifica quasi tutte le fasce muscolari, anche quelle che solitamente con altri sport non vengono quasi stimolate. Inoltre,

essendo lo stretching parte integrante di ogni allenamento, aumenta la flessibilità muscolare e l’elasticità, corregge la postura, e migliora coordinazione ed equilibrio. La Pole Dance si pratica rigorosamente in top e pantaloncini (la pelle deve essere nuda per fare attrito sul palo). Frequentando queste lezioni quindi anche chi non si sente a suo agio con il proprio corpo può mettersi alla prova e imparare a lasciarsi andare, qualunque sia il suo aspetto fisico o la sua età. Allora cosa aspettate a tirare fuori la Beyonce che è in voi?


ELETTo prodotto dell’anno 2016


Itaca

SARAJEVO OGGI.

A vent’anni dalla fine del conflitto Sarajevo è rinata. di Valentina Vida

Sono passati oltre vent’anni dalla fine della guerra della ex Jugoslavia, ma il ricordo di quel conflitto è ancora molto intenso. Proprio per questo vi invitiamo a passare qualche giorno a Sarajevo e lo facciamo iniziando subito a sgombrare il campo dai pregiudizi negativi: la guerra è finita e Sarajevo è oggi più sicura della maggior parte delle metropoli europee. Un luogo così vicino all’Italia, per anni al centro della politica estera, non merita di rimanere sconosciuto e inesplorato. La ricostruzione della città è stata veloce e efficace; malgrado risultino abbastanza evidenti i colpi di proiettile su moltissimi edifici, l’atmosfera che si respira oggi in città è positiva, piacevole e, per alcuni aspetti, toccante. La guerra infatti ha lasciato segni permanenti sulla struttura etnica e sociale che però non devono incutere timore ma anzi incuriosire e indurre a riflettere. Un viaggio a Sarajevo, fatto con gli occhi aperti ed il cervello inserito, offre molte più opportunità di apprendimento rispetto a stare chiusi in una biblioteca a leggerne la storia. Sarajevo non spicca per la propria vitalità culturale o artistica, se non durante il Film Festival (in agosto) o il Jazz Festival (a novembre); Anche dal punto di vista dell’offerta culturale, musei, teatri, concerti, non troverete niente di imperdibile. Ma il fascino di Sarajevo è, in primis, la sua esistenza e resistenza, nel suo 54

essere rimasta, nonostante tutto, un segreto ben conservato. Vi consigliamo, ad esempio, una visita al Tunnel Spasa, il cosiddetto “tunnel della salvezza”, 800 metri scavati dai militari bosniaci a poche centinaia di metri dall’aeroporto, che permise alla città di sopravvivere durante il lungo assedio della guerra diventando l’unico punto di contatto tra la città occupata ed il resto del mondo. Non troverete indicazioni turistiche, ma vale la pena andarlo a vedere: chiedete ad un tassista locale di farvici portare direttamente. Tra gli altri luoghi di interesse storico, oltre ai principali edifici di culto situati centro storico della città dove si trovano, a pochi metri l’una dall’altra, la Moschea dell’Imperatore, la Cattedrale Cattolica, quella Ortodossa e l’antica Sinagoga, vi consigliamo anche la visita di due antiche case, risalenti all’inizio del novecento e tuttora arredate nello stile dell’epoca: Despića kuća e la Svrzina kuća. Altra visita dall’alto valore simbolico, cancellata da tutte le guide turistiche per motivi politici, è quella alla tomba di Gavrilo Princip, carnefice di Francesco Ferdinando, l’erede al trono d’Austria la cui morte, di fatto, innescò la prima guerra mondiale. Princip, insieme agli altri attentatori, riposa oggi in una piccola cappella nel sobborgo di Ciglane, all’incrocio di


Bolnička ulica e ulica Patriotske Lige. Tra i simboli della città va assolutamente annoverata anche la Biblioteca Nazionale, emblema dello scempio compiuto alla città durante l’assedio. Appena fuori dalla Baščaršija, a pochi metri dal Ponte Latino dove fu ucciso Francesco Ferdinando, è stata da poco riaperta al pubblico, tornando al suo antico splendore, seppur priva del 90% dei libri che conteneva, andati bruciati durante la notte tra il 25 e il 26 agosto 1993. Camminando per la città incontrerete spesso della grandi macchie rosse sull’asfalto. Non sono disegni, né errori progettuali, ma solo le Rose di Sarajevo: crateri a forma di rosa scavati dall’impatto delle granate, dipinte di rosso sangue a ricordo delle persone uccise dalle bombe. Per capire la storia, antica e recente, e comprendere a pieno il significato dei termini pace e guerra, vi invitiamo a pianificare almeno una visita guidata della città, altrimenti non capirete troppi aspetti di questa città così controversa. Con una spesa di circa venti/venticinque euro a persona avrete una visita di due/ tre ore in lingua italiana (eventualmente visitate il sito www. sarajevoinsider.com). Per quanto riguarda l’alloggio cercatelo alla Baščaršija, il quartiere turco il più caratteristico della città, capace di un fascino magnetico fatto di strade lastricate, piene di bazar, bar, botteghe di artigianato locale, caffè e ristoranti popolate da turisti e gente del posto.

(zuppa a base di fagioli) e dolma (verdure ripiene di riso e carne). I luoghi migliori dove assaggiarli sono le aščinice, delle tavole calde molto economiche ma spesso preferibili a i ristoranti più blasonati e costosi. Nel pianificare il vostro viaggio vi sconsigliamo di prende l’aereo. Non esistono voli diretti per la Bosnia dall’Italia ma solo voli con scali a Istanbul, Belgrado e Vienna. Valutando invece di viaggiare in auto potreste programmare alcune tappe intermedie nell’entroterra, vi ritroverete su dei bellissimi altipiani ad oltre 1400 metri e scoprirete davvero le bellezze di questa piccola nazione.

Rimanendo in tema di ristoranti, non dimenticatevi di assaggiare il burek (pasta sfoglia ripiena di carne) e le evapi (piccole salsicce speziate, servite con pane e cipolla cruda) prelibatezze tipiche dell’Ex Jugoslavia di cui si dice che Sarajevo sia la patria. Tra i piatti della cucina tipica spiccano anche il grah 55


Pronto a tavola!

•200 gr di zucca pulita •2 cucchiaini di lievito di birra secco •1 tazzina da caffè (50 ml) di acqua tiepida •1 cucchiaino di zucchero di canna •270 gr di farina tipo 0 •80 gr di farina di farro •1 cucchiaino di sale •1 cucchiaio di strutto (o burro od olio d’oliva) •1 cucchiaino di succo di limone

in collaborazione con:

FIORELLINI DI ZUCCA. PREPARAZIONE: Cuocete a vapore la zucca. Quando sarà diventata morbida, frullatela e prelevate un volume di 180 ml: sarà il quantitativo che vi servirà per l’impasto del pane. Lasciatelo intiepidire. Stemperate il lievito assieme allo zucchero nella tazzina d’acqua tiepida. Se impastate a mano o con l’impastatrice, versate in un recipiente o nell’apposita ciotola dell’impastatrice le farine mescolate, il composto d’acqua, zucchero e lievito, la purea di zucca, il succo di limone, lo strutto (o il burro o l’olio) e il sale. Mescolate (o azionate l’impastatrice al livello più basso di velocità) e incominciate a impastare il tutto, fino ad ottenere un composto omogeneo o liscio. Formateci una palla, riponetela in una ciotola, coprite e lasciate lievitare per 3 ore in un luogo caldo e lontano da correnti d’aria. Terminata la lievitazione, infarinate la spianatoia e stendete l’impasto con un mattarello. Con un coppa pasta, ricavate tanti piccoli cerchi. Dividete i cerchi a metà con un coltello. Posizionate una decina di semi cerchi in fila, sovrapponendoli leggermente. Arrotolate. Disponete i fiorellini su teglie rivestite di carta forno. Coprite e lasciate lievitare per circa 40 minuti in un luogo caldo al riparo da correnti d’aria. Scaldate il forno a 200 °C. Spennellate i fiorellini di zucca con un pò di latte e spolverateli con un pò di sale grosso. Infornateli e cuoceteli per 15 – 20 minuti fino a quando non saranno dorati. Lasciateli raffreddare prima di servire. 56


PREPARAZIONE: Lessare il riso basmati in abbondante acqua. In una wok far insaporire i porri e la cipolla con curry e salsa di soia (tamari o shoyu); aggiungere le puntarelle affettate finemente, il limone. Fate cuocere per circa 15 minuti, addizionate il radicchio facendo asciugare la sua acqua. Fate adesso stufare il riso basmati nel sughetto appena fatto. Lavate le foglie di verza, scottatele per qualche minuto in acqua bollente, riempitele con il riso appena saltato e chiudetele su se stesse fermandole o con uno stuzzicadenti o Involtini di sta gione, verza con dello spago. Adagiate gli involtini su un vassoio cosparso e riso saporito di olio extravergine di oliva, metterlo in forno riscaldato a 180 gradi e cuocete per 15 minuti, o fintanto che la foglia di verza sarà leggermente appassita. Servite gli involtini con un filo di aceto balsamico e contorno di patate.

Biscotti con no ci, avena e datteri senz a zucchero

Tronchetto di Natale salato

PREPARAZIONE: Frulla i datteri con l’uvetta e il latte di soia fino ad ottenere una pasta bella compatta e morbida: mettila in una ciotola. Frulla anche le mandorle e le noci piuttosto grossolanamente e uniscile alla pasta di datteri e uvette. Addiziona ora la farina, i fiocchi di avena, il sale, la cannella, il lievito e amalgama bene il tutto con l’aiuto di una forchetta, versando piano piano l’olio. Mescola anche con le mani fino ad ottenere una bella pasta compatta che avvolgerai nel cellofan e terrai in frigo per 30 minuti circa. Accendi quindi il forno e scaldalo a 180 gradi ventilato. Tira fuori l’impasto e su una leccarda con carta forno crea delle palline che andrai a schiacciare con il dorso della mano. Più fini saranno i biscotti, più croccante sarà la resa. Cuoci per circa 20 minuti, fino a quando saranno ben dorati. Abbi ora cura di presentarli bene: confezionali in una bustina trasparente ben chiusa per non perdere l’aroma dei biscotti, poi puoi scegliere dei classici sacchetti del pane fermati da raffia rossa e dorata decorata con campanellini argentati o verdi. Sul sacchetto riporta sempre un’etichetta con la data di preparazione e gli ingredienti dei biscotti.

PREPARAZIONE: Per preparare il tronchetto di Natale salato iniziate a sistemare le fette di pane per tramezzino sovrapponendole leggermente sul lato corto,. Schiacciatelo poi con il mattarello per farle “attaccare” tra di loro. Ora sovrapponete i lunghi rettangoli ottenuti sul lato lungo e ripassate ancora con il matterello per ottenere una sorta di “sfoglia” unica. Ora stendete un velo sottile di maionese sulla sfoglia di pane e ricoprite con le fette di prosciutto cotto. Distribuite su tutta la superficie anche l’insalata russa ed arrotolate lungo il lato corto, chiudendo bene il rotolo con la pellicola per alimenti. Poi lasciate raffreddare il rotolo in frigorifero per almeno 3 ore. Trascorso il tempo di raffreddamento riprendete il rotolo, togliete la pellicola e tagliate in maniera obliqua un pezzo. Preparate la maionese aromatizzata per la copertura: mettete in una ciotola la maionese, la paprika, lo zenzero, il curcuma ed il colorante, poi mescolate bene per uniformare il colore. Spalmate poi la maionese sul tronco, attaccate lateralmente il pezzo che avete tagliate e spalmate anche la superficie di questo con la maionese. Il vostro tronchetto di Natale salato è ora pronto per essere servito!

Ingredienti per 5 involtini: * 5 Foglie esterne della verza * 100 gr di Riso basmati * 2 Porri * 1 Radicchio * 1 Cipolla * 2 carote * 100 gr Puntarelle di cicoria * 2 cucchiai di tamari o shoyu * 1 cucchiaino di Curry * ½ Limone

Per 15 biscotti circa:

* 110 gr di farina di grano khorasan * 60 gr tra noci e mandorle * 10 datteri e 2 cucchiai di uvetta ammollata da mezz’ora * 2 cucchiai di latte di soia alla vaniglia * 1 cucchiaio di fiocchi di avena (facoltativi ma consigliati) * 3 cucchiai di olio di mais * ½ cucchiaino di cannella in polvere (facoltativa ma consigliata) * ½ cucchiaino di lievito al cremor tartaro * 1 pizzico di sale

Ingredienti: • 8 fette di pane per tramezzini •200 gr di prosciutto cotto •400 gr di insalata russa •300 gr di maionese •1 cucchiaino di paprika (dolce) •1/2 cucchiaino di zenzero (in polvere) •1/2 cucchiaino di curcuma •1 cucchiaino di colorante alimentare (marrone)

57


Gnocchetti al nero di seppia con salsa di sp igola e

Anguilla un um ido (Capitone)

Bucatini con za mpone croccante e ca rciofi

58

PREPARAZIONE: Per preparare gli gnocchetti al nero di seppia con salsa di spigola e zafferano iniziate preparando gli gnocchi al nero di seppia. Preparate quindi la salsa di spigola e zafferano, mettendo il pesce, squamato, privato delle interiora e della testa, a scottare in una padella contenente pochissima acqua al fine di poterlo spellare agevolmente. Una volta scottati, spellateli e riduceteli a cubetti e metteteli in una padella contenente del burro, uno spicchio di aglio, del rosmarino. Fateli rosolare e dopo qualche minuto aggiungete il vino bianco, lasciate sfumare e aggiustate di sale. Sciogliete lo zafferano nella panna, che vi servirà per insaporire la salsa alla spigola. Quando tutto si sarà ben insaporito, togliete il rosmarino e versate il contenuto della padella nel mixer. Frullate finemente e mettete la salsa ottenuta nella padella insieme alla panna e allo zafferano, amalgamate bene la salsa. Versate gli gnocchi nell’acqua in ebollizione, e quando riemergeranno scolateli bene e buttateli nella padella contenente la salsa di spigola e zafferano, amalgamate la salsa e impiattate gli gnocchetti, spolverizzandoli con erba cipollina o prezzemolo. Servite immediatamente.

PREPARAZIONE: Per prima cosa, pulite per bene l’ anguilla tagliandole la testa e l’estremità della coda ed eliminando le interiora. Tagliate a pezzetti di circa 5 centimetri il capitone, senza però privarla della pelle, e sminuzzate i pomodorini. Fate cuocere i pomodori in un tegame, con solo un po’ d’olio, un rametto di basilico ed un pizzico di sale, per circa 40 minuti dopodiché passateli e tenete la salsa da parte. A questo punto, fate scaldare un po’ d’olio in una padella ed aggiungete le cipolle, finemente tritate, e un pugno di prezzemolo, anch’esso tritato. Aggiungete adesso i pezzi di anguilla e fateli risolare per circa 5 minuti dopo averli debitamente salati e pepati. Bagnate il capitone con il vino bianco ed, una volta sfumato, aggiungete la salsa di pomodoro che avete preparato precedentemente, e fate cuocere per 15 minuti a fuoco moderato, mescolando ogni tanto. Una volta pronta, mettete la vostra anguilla in umido, in un vassoio da portata e servitela ancora calda.

PREPARAZIONE: Pulite i carciofi tagliando il gambo del carciofo alla base. Con un coltellino eliminate le foglie esterne più dure. Tagliate a metà il carciofo ed eliminate quindi la barba del carciofo. Con un cucchiaino incidete tutto il perimetro interno. A questo punto tagliateli a listarelle e poneteli in una ciotola piena di acqua spremendo del succo di limone per non farli annerire. Ponete sul fuoco una pentola colma di acqua e fate cuocere lo zampone nel suo involucro per circa 20 minuti. A cottura ultimata scolate lo zampone, estraetelo dalla busta termica e lasciatelo scolare in un colino. Eliminate la pelle e tagliate lo zampone a fette e tritatele grossolanamente. Tenete da parte il trito di zampone e ponete una padella sul fuoco, versate un filo di olio, aggiungete uno spicchio di aglio e il prezzemolo tritato. Scolate i carciofi dall’acqua e versate le listarelle di nella padella. Fateli saltare in padella a fuoco vivace per circa 10 minuti fino unendo 200 ml di acqua per non farli asciugare in cottura. Salate, pepate ed eliminate lo spicchio di aglio. In un altro tegame versate il trito di zampone e cuocetelo a fuoco vivace per qualche minuto, fino a renderlo croccante, unite poi i carciofi saltati nella stessa padella e cuocete per pochi minuti per insaporire. Intanto ponete sul fuoco una pentola piena di acqua salata, portate al bollore e versate i bucatini. Cuoceteli in modo che risultino al dente, scolateli e uniteli al sugo di carciofi e zampone, mescolando per insaporire gli ingredienti. Fate saltare i bucatini con zampone e carciofi in padella un minuto e poi serviteli ben caldi.

Ingredienti:

•Patate 1 kg •Farina 00 250 g •Sale fino q.b. •Nero di seppia (1 bustina) 4 g •Branzino (spigola) 500 g •Zafferano 1 bustina •Panna fresca liquida 200 ml •Rosmarino 1 rametto •Burro 50 g •Aglio 1 spicchio •Vino bianco mezzo bicchiere •Sale fino q.b. •Pepe nero q.b. •Zafferano in pistilli q.b.

Ingredienti: •Anguilla 800 g •Pomodori San Marzano1 kg •Basilico 1 rametto •Cipolle 2 •Prezzemolo q.b. •Olio extravergine d’oliva½ bicchiere •Vino bianco 1 bicchiere

Ingredienti: •Bucatini 320 g •Zampone 1 kg •Carciofi 5 •Acqua 200 ml •Limoni 1 •Prezzemolo 4 rametti •Aglio 1 spicchio •Sale fino q.b. •Pepe nero q.b.


59


Eco Good

UN NATALE FAI DA TE. di Giulia Landini

Per festeggiare con parenti e amici in modo diverso dal solito, più partecipato, ecologico e sostenibile, un’idea e’ quella di fare con le proprie mani i regali di Natale. Un gesto sicuramente meno impattante a livello ambientale, ma anche divertente e creativo, e’ autoprodurre i regali di Natale con le proprie mani. Si può spaziare con la fantasia, possiamo creare decorazioni per la casa, maglieria e manufatti con l’uncinetto, preparazioni cosmetiche autoprodotte, candele e bijoux frutto del nostro estro. E poi ci sono i regali mangerecci, di solito molto graditi da chi li riceve: dal classico cesto assemblato da noi con prodotti eco, sostenibili e a chilometro zero, fino a preparazioni autoprodotte, come i biscotti o le torte in barattolo. Vogliamo darvi, per questo Natale, due idee un poco diverse dai classici regali, la ricetta di uno squisito liquore al melograno e lo sciroppo alla liquirizia, perfetto anche come curativo dei malanni stagionali.

60

LIQUORE AL MELOGRANO Ingredienti 1 litro di alcool alimentare 800 gr di chicchi di melograno 800 ml di acqua 500 gr di zucchero integrale di canna bio Preparazione Porre a macerare nell’alcol i chicchi di melograno per 15 giorni, al termine dei quali il vostro liquido sarà diventato rosa scuro. Trascorso questo tempo, è l’ora di preparare lo sciroppo: in una pentola versare l’acqua e portarla a ebollizione. Aggiungere, quindi, lo zucchero integrale di canna bio e farlo sciogliere per 20 minuti sobbollendo. A questo punto, aggiungete allo sciroppo i chicchi macerati nell’alcol (ovviamente alcol incluso) e mescolare bene. Non vi resta che imbottigliare. Prima di consumarlo, attendete ancora 15 giorni. Il suo sapore è dolce con una nota di aspro che rende questo liquore amabile anche se molto forte.

SCIROPPO DI TIMO E LIQUIRIZIA Tra gli sciroppi da preparare in casa, quello di timo e liquirizia e’ certamente molto indicato anche contro la tosse e tracheite. Si prepara così: −30 gr di radice di Liquirizia (antinfiammatoria) −70 gr di radice di Altea (antinfiammatoria) −10 gr di Verbasco (ottimo per la gola) −20 gr di Malva (possiede un’azione emolliente) −20 gr di Timo (azione disinfettante) −Miele Preparare un decotto con le radici di liquirizia e altea, facendole bollire per 15 minuti in poco più di una tazza di acqua. In un’altra pentola prepariamo l’infuso con 1 cucchiaio di Verbasco, 1 cucchiaio di Malva e 1 cucchiaio di Timo, e versiamoci il decotto preparato precedentemente. Attendiamo 5 minuti e filtrare. A questo appunto si aggiunge miele al decotto, in modo che i principi attivi vegetali si conservino più a lungo. Il miele deve essere nella stessa quantità del decotto che abbiamo ottenuto in precedenza, ovvero più o meno una tazza. Frulliamo tutto con un frullatore per pochi secondi e imbottigliamo in una bottiglietta con tappo. Si conserva per un mese in frigorifero, dieci giorni fuori.


REBEL

THE NEW FRAGRANCE

61

MAVIVE.COM

POLICELIFESTYLE.COM


Garden place

CONSIGLI “FAI DA TE”, ANCHE RICICLANDO, PER PROTEGGERE LE PIANTE DAL FREDDO. Proteggere i vostri fiori dalle temperature miti, e piantare nuove specie per avere un giardino arricchito in primavera, saranno i compiti più importanti per dicembre. Ma intanto in questo periodo le piante sono a riposo, perciò si possono preparare anche bellissime aiuole. di Tiziano Baldi Galleni Difendere le piante dal freddo Il rischio è che le gelate invernali brucino i vostri fiori o le piante. Se non avete spazio in casa, o in un’area riparata, dovrete arrangiare una copertura. Fate conto di dover vestire un bambino, e partiamo dal basso. Per prima cosa, con uno spessore di polistirolo, oppure una tavola, dovrete isolare il vaso da terra; quest’ultimo invece va avvolto con un sacco di iuta, o di plastica, riempito con fogli di carta di un quotidiano o della paglia. Avrete indossato scarpe e pantaloni alla vostra pianta, la cui zolla di terra sarà immune agli sbalzi termici. Se volte essere sicuri potete spargere sulla superficie del vaso del fogliaccio (pacciamatura). Passando al fusto e alla chioma, ci sarà bisogno di creargli una sorta di 62

giubbotto. Di solito si usa il TNT (Tessuto non tessuto) - un materiale di fibra - con cui avvolgerla. Ma in alternativa si può applicare un telo di plastica, che però di tanto in tanto va tolto per far respirare la pianta, o delle stuoie di bambù intrecciato, che forse sono la soluzione ideale. Tulipano, narciso e il giacinto Questi tre fiori, utilizzabili anche singolarmente, creano un arcobaleno di colori. Se messi a terra in questo mese, ad esempio per creare un’aiuola, a primavere saranno sbocciati: sono bulbi a fioritura primaverile. Per eseguire un buon lavoro, da pollice verde, entrambi hanno bisogno di un terreno ricco, soleggiato, e vangato in profondità. Per i tulipani si consiglia di aggiungere anche concime per bulbi,

mentre servirà la sabbia grossolana da mescolare alla terra per i bulbi dei giacinti. A conclusione della messa a terra andrà leggermente annaffiato il terreno. Infine, rimane da immaginarsi l’esplosione di colori a primavera. La pianta di dicembre E’ il vischio, e secondo le credenze popolari donarlo per Natale è portatore di serenità e salute. Mentre se una coppia di innamorati, nella notte di Capodanno, dovesse passare sotto un ramoscello di vischio deve baciarsi: fungerà da buon auspicio. E’ una pianta sempreverde di origine mediterranea, e cresce come parassita su diversi alberi. Tuttavia il vischio ha anche proprietà terapeutiche, in particolare sono conosciute quelle antitumorale.


63


Matrix

IMPOSSIBLE I-1, LA POLAROID LANCIA LA SFIDA A SMARTPHONE E TABLET. Potrebbe essere un’ottima idea regali di Natale la nuova fotocamera Impossible I-1, la Polaroid analogica di ultima generazione, compatibile con le pellicole per Polaroid in formato originale. di Matteo Montanaro Rimpianta da tutti, sostituita dagli smartphone ma mai realmente dimenticata, torna la macchina fotografica che punta a riconquistare gli appassionati della fotografia analogica, offrendo un’esperienza unica, che riporta alla mente il passato. Grazie alla nuova Impossible I-1 è possibile stampare istantaneamente le fotografie scattate. Meno di due minuti per vedere l’anteprima, e circa 25 minuti per lo sviluppo completo. Con la diffusione di smartphone, tablet e fotocamere digitali siamo abituati da almeno un decennio ad archiviare migliaia di immagini su una piccola memoria. Ma il fascino del tipico formato Polaroid con la cornice bianca sulla quale scrivere pensieri, date e dediche ha finalmente ritrovato la sua dimensione. Il design è curatissimo e si ispira ai classici telefoni di inizio ’900. Realizzata in policarbonato e plastica ABS, la fotocamera ha un sistema ottico a 6 lenti, con 5 configurazioni possibili, lunghezza focale 82-109 mm e un sistema di autofocus a 5 zone. Dal punto di visto tecnico la Impossible I-1 è dotata di flash a led che consente foto anche in situazione di scarsa luce. Unica nota dolente, così come avveniva con le vecchie Polaroid, è il prezzo delle pellicole. Ogni cartuccia, disponibili a colori e in bianco e nero, ha un costo che si aggira intorno ai 20 euro per solo 8 scatti. L’Impossible I-1 è disponibile in Italia sul sito www. eu.impossibleproject.com al prezzo di 299 euro. 64

FARE AFFARI CON OGGETTI TECNOLOGICI DEL PASSATO Rimanendo in tema con il ritorno al vintage sappiate le che vostre soffitte o cantine potrebbero in realtà nascondere dei tesori dei quali potreste esservi dimenticati. Stanno infatti prepotentemente tornando alla ribalta oggetti tecnologici di fine millennio che, a causa della folle velocità dell’evoluzione tecnologica, sono stati surclassati troppo presto. Considerate, ad esempio, che esiste un fiorente mercato di game consolle usate come il Sega, il Game Boy, o anche i vecchi Commodore 64 che collezionisti e amanti della tecnologia del passato cercano disperatamente, così come avviene da anni con i dischi in vinile. Sui portali di e-commerce o nei negozi specializzati, c’è infatti chi è già disposto sborsare più di 100 euro per un vecchio, ma funzionante walkman. Non sono cifre da capogiro, ma se si pensa al prezzo di acquisto siamo davanti ad una supervalutazione. Vi basti pensare che qualche tempo fa, un’anziana signora della California ha donato quelle che lei riteneva delle inutili cianfrusaglie ad un’azienda di riciclaggio della Silicon Valley. Tra gli oggetti donati c’era anche un vecchio computer Apple (per l’esattezza l’Apple I, oramai diventato un pezzo da collezione) che è stato battuto all’asta alla spaventosa cifra di 200mila dollari.


SEGUICI

SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

per te

PREZIOSI CONSIGLI E GRANDI PROMOZIONI!


The winner

GLI

EVENTI SPORTIVI

DEL

2016

di IGOR FAIELLA

CRISTIANO RONALDO: DALLE LACRIME AL SOGNO EUROPEO.

Trascina alla vittoria la sua nazionale anche dalla panchina. Dopo il grave infortunio capitato dopo pochi minuti di gioco proprio nella finalissima contro i padroni di casa della Francia, Cristiano Ronaldo, simbolo del calcio portoghese, esce in barella in lacrime. Il destino lo ha colpito di nuovo ma lui, Cr7, anche dalla panchina si conferma grande capitano e sostiene a gran voce i propri compagni cercando di trasmettere calma e concentrazione. Con uno straordinario gol di Eder al minuto 109. Il Portogallo vince contro ogni pronostico battendo una grande squadra come la Francia, favoritissima e a casa propria. E il capitano? Dopo la forte delusione dovuta all’infortunio, scrive con i suoi compagni la più bella pagina della sua nazionale. Cr7 e il Portogallo trionfano dove non sono arrivati nè il grande Eusebio, nè la generazione dei fenomeni Figo e Rui Costa.

66


GONZALO HIGUAIN: 36 GOL DA RECORD

Una stagione da record, di quelle che rimangono negli annali del calcio mondiale. Grazie alla tripletta segnata contro il Frosinone nel maggi scorso, il fuoriclasse napoletano frantuma il record di marcature nella Serie A che apparteneva a Nordahl (35 reti in 37 gare stagione 1949-50). Il Pipita ha infatti segnato 36 reti in 35 partite, una rete ogni 85’ effettivi di gioco, cancellando un primato che sembrava inavvicinabile e che è rimasto inattaccato per ben 66 anni. Un cecchino capace d prodezze balistiche e di segnare di destro, sinistro, di testa e da fuori area. Classe ’87 , Hguain fa registrare la stagione dei record nonostante il sogno scudetto del Napoli sia naufragato di fronte alla corazzata Juventus, squadra dove ora milita dopo un calcio mercato con tante polemiche.

GREGORIO PALTRINIERI, LEGGENDA OLIMPICA

Gregorio Paltrinieri a soli 21 anni diventa padrone assoluto dei 1500 metri stile libero, salendo sul carro dei predestinati delle manifestazioni olimpiche. A Rio il suo talento non tradisce le attese e dopo i successi agli Europei e ai Mondiali conquista anche l’oro Olimpico. Grande favorito per il gradino più alto del podio, non ha deluso rispettando i pronostici, e per ampi tratti della gara grazie al suo ritmo incalzante e potente ha assaporato anche l’obiettivo di abbattere lo stratosferico record del mondo fatto segnare da Sun Yang quattro anni fa a Londra 2012. E’ solo l’inizio di una carriera luminosissima.

GARBINE, REGINA DI PARIGI

Quando ha conquistato l’ultimo punto è crollata terra incredula, praticamente in lacrime, ma era tutto vero. Garbine Muguruza ha appena battuto la numero uno al mondo, Serena Williams, in uno dei tornei più prestigiosi del grande slam. Parigi. Due set in una finale al cardiopalma, vinta con la personalità di una veterana. Incisiva, fredda, e una capacità di gestire le difficoltà in ogni momento, degna di una grande campionessa. Garbine conferma così tutte le sue potenzialità per ambire al trono più alto, in uno sport dove resistenza, nervi d’acciaio, potenza la fanno da padrone. La spagnola conquista così il cuore del pubblico appassionato e seduce la Francia grazie a un lob buono solo per una questione di millimetri. Millimetri che regalano il primo vero grande trionfo della sua carriera.

67


GLI

EVENTI SPORTIVI DEL 2016

ALEX ZANARDI, L’UOMO DEI SOGNI

Per Alex Zanardi non esistono barriere e ostacoli. Quasi cinquantenne, ha vinto la prova a cronometro della categoria H5, conquistando cosi’ il suo terzo oro olimpico dopo i due di Londra 2012. A Rio ha finito la gara davanti all’australiano Stuart Tripp. Ex pilota di Formula 1 Zanardi nel 2001 perse entrambe le gambe in un drammatico incidente durante una gara di Formula Cart. Simbolo positivo di forza e coraggio, dimostra ad ogni occasione quanto sia importante “rialzarsi” dopo un incidente tragico e drammatico come quello che lui ha vissuto. Una speranza per tutti..

BEBE VIO : UNA STOCCATA D’ORO

Beatrice ‘Bebe’ Vio ha vinto la medaglia d’oro nel fioretto di categoria B alle Paralimpiadi di Rio. La 19enne campionessa veneta ha ottenuto la consacrazione ai Giochi battendo in finale la cinese Zhou per 15-7. La stella della scherma azzurra è un personaggio che ormai va oltre i confini dello sport. Una campionessa e, atleta piena di interessi, che stupisce tutti noi non solo per la consacrazione olimpica, ma soprattutto per il suo carisma magnetico che trascina e trasmette energia (e vita) a chi le sta vicino.

TUTTI PAZZI PER IVAN

Grinta unica e servizio-siluro da oltre 120 Km orari. Ivan Zaytsev, lo Zar made in Italy, possiede il servizio più potente della storia della pallavolo Olimpiaca. Contro l’Iran, spara una bordata a 127 km orari. Un gesto che ha provocato una vera e propria Zeytsev-mania. Grazie a lui, la nostra Nazionale è approdata ad una finale olimpica inseguita da dodici anni. Ivan il terribile. Sorride, dall’alto dei suoi 202 centimetri. Figlio del campione della pallavolo russa Vjaceslav, oro a Mosca 1980, e di una nuotatrice, Irina Poznyakova. Come si suol dire, lo sport nel sangue. Nasce a Spoleto nel 1988, mentre il papà militava nella squadra umbra. In famiglia è un marito e padre dolcissimo.

68


PER LA TUA TAVOLA SCEGLI

69


GLI

EVENTI SPORTIVI DEL 2016

L’ULTIMA MERAVIGLIA DI TANIA

Tania Cagnotto all’ultima gara della sua carriera sale sul podio olimpico. Anche lei, ragazza genuina ed esemplare conquista a Rio quella medaglia individuale che mancava al suo palmares. Bronzo dai 3 metri, il podio più agognato e sfuggito come una a beffa a Londra 2012 quando finì quarta per 2 decimi. La più forte tuffatrice italiana pochi giorni prima insieme alla tuffatrice Francesca Dallapé aveva vinto la sua prima medaglia alle Olimpiadi in assoluto: un argento dal tuffo sincronizzato dal trampolino 3 metri. La Cagnotto, 31 anni, pone dunque la ciliegina sulla torta alla sua quinta e ultima Olimpiade.

VINCENZO NIBALI LO SQUALO “ROSA”. VOLTO PULITO DELL’ITALIA CHE PEDALA.

Il piazzamento al Tour de France 2016 è il peggior risultato mai raggiunto nella sua carriera, ma Nibali, lo Squalo dello Stretto, aveva dichiarato fin da prima dell’inizio della Grande Boucle che non si sarebbe impegnato per la classifica, perché la sua presenza sulle strade francesi era finalizzata alla preparazione per le Olimpiadi, e al giro d’Italia. Il primo, centrato splendidamente, mentre le attese per il secondo, l’agognata Olimpiade, sono state tradite da una caduta che lo ha costretto al ritiro. Clavicola rotta. Ma il talento non manca e il campione c’è. Ne sentiremo parlare ancora.

USAIN BOLT : VELOCITÀ MASSIMA

Nessuno prima di lui aveva vinto per tre volte il titolo durante le Olimpiadi. E chissà quanto tempo bisognerà attendere perché ce la faccia qualcun altro. Usain Bolt, l’uomo più veloce del mondo, ha chiuso una carriera stellare battendo l’ennesimo record conquistando la medaglia d’oro nei 100 metri piani alle Olimpiadi di Rio 2016. Il fenomeno giamaicano riscrive così la storia diventando il primo atleta a vincere l’oro nella distanza regina in tre edizioni dei Giochi olimpici (dopo 2008 e 2012). Con questa medaglia d’oro, la settima della propria carriera olimpica (delle quali una sub-iudice per una questione di doping legata ad un suo compagno di staffetta nel 2012). Anche se non sarà ricordato per i tempi di gara, il velocista rimarrà comunque uno dei più grandi di tutti i tempi.

70


71


72


GLI

EVENTI SPORTIVI DEL 2016

MARC MARQUEZ, LA NUOVA STELLA DELLE DUE RUOTE

Ha travolto tutti, tra polemiche e discussioni infinite. E per anni ci si è interrogati sul pesante vuoto che avrebbe lasciato Valentino Rossi al momento del suo addio alle corse. Ebbene la forza, il talento e la maturità dimostrati da Marc Marquez durante il percorso che lo ha portato al titolo del Moto GP 2016 consegnano alla storia l’unico vero erede del Dottore. Nonostante tutto. Numeri e record sono dalla parte del ragazzino di Maiorca che corre da quando aveva 5 anni. La vittoria iridata viene bagnata dalla dedica alla nonna: El cabroncito si laurea campione del mondo in Giappone, nel Gran Premio della caduta di entrambe le Yamaha. Lo spagnolo ha conquistato così il mondiale nella classe MotoGp sul circuito di Motegi, pista di casa della sua Honda. Dopo la vittoria finale Marc, in preda a un raptus di felicità, ha esclamato: “Sono felice per la squadra e i meccanici, ma il Mondiale lo dedico a mia nonna che è mancata quest’anno”.

GIMBO, UN SALTO FATALE NELLA NOTTE DI MONTECARLO

Lo sport ha sempre due facce. Quella delle gioie e dei trionfi. Ma anche quella del dramma e dei dolori. Gianmarco Tamberi , dopo aver dominato gli Europei agguantando il record italiano stabilito nel salto in alto, si è arreso dopo un grave infortunio subito mentre gareggiava a al meeting di Montecarlo. Un incidente che lo ha privato della gioia più grande: partecipare alle Olimpiadi di Rio 2016. La vita dello sportivo passa anche attraverso le prove più dure, le delusioni, le cadute. Perché per rialzarsi poi ci vuole carattere, tenacia e forza d’animo. Tutte qualità presenti nella giovane speranza italiana. Forza Gimbo, alla prossima. Ti aspettiamo.

73


La 25° ora Miss Peregrine la casa dei ragazzi speciali

Regia: Tim Burton Con Eva Green e Samuel L. Jackson Genere: Avventura, produzione USA Dal 15 dicembre al cinema.

Balletto produzione Gb

Un’opera magica per entrare nell’atmosfera natalizia. Situata nel cuore di Covent Garden, la Royal Opera House è uno dei luoghi più importanti della cultura inglese ed è universalmente riconosciuta come uno tra i palcoscenici più prestigiosi al mondo. Per chi non avrà la fortuna di potersi gustare dal vivo gli spettacoli della nuova stagione del teatro londinese, Nexo Digital propone quest’anno in diretta via satellite nei cinema italiani 12 spettacoli del cartellone teatrale della Royal Opera House: 6 balletti e 6 opere che spaziano dal repertorio classico a quello contemporaneo e che verranno trasmesse in contemporanea in 1500 cinema in tutto il mondo, tra USA, Francia, Spagna, Giappone, Australia...

La storia del sedicenne Jacob, a cui il nonno raccontava le storie avvenute in un orfanotrofio che ospitava ragazzi molto particolari e dotati di strani poteri. Alla morte del nonno, il ragazzo si reca nella dimora che l’anziano aveva in Galles, per scoprire i resti della tanto chiacchierata casa per bambini speciali della signora Peregrine. Jacob capisce così che dietro l’istituto si nascondono misteri inquietanti e ha la sensazione che i suoi ospiti ormai defunti siano ancora nei dintorni.

Una vita da gatto

Regia: Barry Sonnenfeld Con Kevin Spacey e Jennifer Garner Genere: Commedia, produzione USA Dal 7 dicembre al cinema

Fuga da Reuma Park

Regia: John Musker Con Dwayne Johnson e alan Tudyk Genere : Animazione, produzione USA Dal 22 dicembre al cinema La Disney produce un film d’animazione ambientato nell’antico mondo, nel Sud Pacifico di Oceania. Un’entusiasmante avventura d’animazione incentrata su una vivace adolescente di nome Vaiana, che s’imbarca in una coraggiosa missione per salvare il suo popolo. Durante il suo viaggio, s’imbatterà nel semidio in disgrazia Maui che la guiderà nella sua ricerca per diventare una grande esploratrice. Insieme, i due attraverseranno l’oceano in un viaggio pieno d’azione, che li porterà ad affrontare enormi creature feroci e ostacoli impossibili..

74

Regia : Aldo Giovanni e Giacomo Con Aldo Giovanni e Giacomo Genere: Commedia, produzione ITA Dal 15 dicembre al cinema Non ci troviamo sulla Terra, ma sul pianeta Aldo Giovanni e Giacomo tra 25 anni: qui tutto può succedere. Giacomo è in sedia a rotelle, attaccato alla flebo di Barbera e gira con una pistola giocattolo, Giovanni ha la memoria che fa cilecca e parla con i piccioni (ma non ha perso la passione per le procaci infermiere), Aldo viene abbandonato dai figli (Ficarra e Picone) proprio la mattina di Natale. Si ritrovano tutti lì, al Reuma Park, una casa di ricovero improvvisata all’interno di un Luna Park dismesso, dove imperversa l’energica Ludmilla, un’infermiera russa taglia XXL.

Kevin Spacey intrappolato dentro un gatto. La nuova commedia di Barry Sonnenfeld racconta la disavventura di Tom Brand (Spacey), un ricchissimo uomo d’affari ossessionato dal lavoro che si è allontanato sempre più dalla moglie (Garner) e dalla figlia. Per rendere felice quest’ultima nel giorno del suo undicesimo compleanno, decide di regalarle un gatto, che il proprietario di un negozio di animali (Walken) è solito chiamare Mr. Fuzzypants. Correndo alla festa, Tom rimane vittima di un incidente, e quando riprende conoscenza si rende conto di essere rimasto intrappolato proprio nel corpo del gatto.

Oceania

Dall’8 dicembre al cinema

Natale a Londra Dio salvi la Regina

Regia di Volfango De Biasi Con Lillo & Greg Genere: Commedia, produzione ITA Dal 15 dicembre al cinema Londra. Due fratelli pasticcioni alle prese con una bella chef stellata ed il suo toscanissimo sous chef.... un piatto sopraffino, un mare di risate e nientedimeno che... la Regina d’Inghilterra!! Gli ingredienti ci sono tutti per mettere a segno un colpo sensazionale: rapire i preziosissimi cani della Regina e travolgere Buckingham Palace... Mission Impossible? Of course, God Save the Queen!


75


My book I Medici. Un uomo al potere

Autore: Matteo Strukul Casa Editrice: New Compton Uscita: dicembre 2016 Firenze 1469. Lorenzo de’ Medici sta vincendo il torneo in onore della sua sposa: Clarice Orsini, appena giunta da Roma a Firenze per le nozze con l’uomo che diventerà il Magnifico. Ma Lorenzo è innamorato della bella fiorentina Lucrezia Donati, donna di straordinaria bellezza. All’ombra di questo triangolo amoroso si consumano le trame cospiratorie di Girolamo Riario, nipote di papa Sisto IV, il quale, dopo aver sobillato Jacopo e Francesco dei Pazzi e stretto alleanza con Francesco Salviati, arcivescovo di Pisa, ordisce una congiura che porta alla morte di Giuliano, il fratello di Lorenzo. Grazie anche agli stratagemmi e al genio di Leonardo, Lorenzo riconquisterà però...

Christmas Party

Natale a Puffin Island

Racconti per sognare Cuori per donare

Autore: Carole Matthew Casa Editrice: Newton Compton Uscita: dicembre 2016

Autrice: Sarah Morgan Casa Editrice: Herper Collins Uscita: dicembre 2016

Autore: vari Casa Editrice: Babette Brown

Il Natale non è mai stato così romantico. Louise Young è una madre single, la cui priorità è occuparsi della figlia, Mia. Ha un buon lavoro in una grande azienda internazionale. Ciò per cui non ha davvero tempo è il romanticismo. Almeno fino a quando non incontra Josh Wallace, l’uomo che sta scalando i vertici della sua azienda. E che è presente anche alla festa di Natale organizzata per tutti i dipendenti. Louise in genere non ama partecipare a questi eventi mondani, ma per l’occasione ha sciolto i capelli, ha indossato un bel vestito ed è intenzionata a passare una serata divertente, complice un ottimo champagne. È del tutto ignara che intorno a lei qualcuno è impegnato in giochi troppo pericolosi per godersi la festa…

Spazzata dal vento, isolata e aspra bellezza, Puffin Island è un paradiso per escursionisti e sognatori. Ma questa affascinante comunità ha un modo di avvicinare le persone nei modi più impensati…Skylar Tempest non ha mai capito il fascino di Alec Hunter. Che importa se è uno storico di fama mondiale? Ed è anche cinico, sostenuto e determinato a pensare il peggio di lei. Così quando per uno scherzo del destino si ritrova a passare i giorni prima di Natale con Alec e la sua famiglia, non si aspetta certo che il tutto si riveli allegro e luminoso.

76

Una raccolta di racconti a sostegno di tutte le popolazioni colpite dal sisma. La Terra ha tremato, ma noi siamo ben piantati a terra e vi chiediamo sostegno, solidarietà e un pensiero. Abbiamo chiesto a numerosi scrittori un racconto in regalo, per creare un’antologia che mettiamo in vendita. Tutto il ricavato sarà devoluto alle popolazioni colpite dal sisma. Il pensiero e il denaro arriveranno dove devono e sappiamo che, in ogni caso, ci sarà un pezzo di cuore di ciascuno di noi assieme ai fondi necessari a ripartire. Ripartire è l’obiettivo principale, senza una mano tesa nessuno può sperare di riuscire in qualcosa.


Seguici su

Tempo

Tempo_it

Tempo_it

TempoIT

77


My music di Letizia Trallo

THEGIORNALISTI Completamente Sold Out Nel panorama musicale italiano esiste un sottobosco formato in prevalenza dalla musica indipendente, quella che non viene distribuita e prodotta dalle grandi case discografiche. Negli ultimi due anni questo sottobosco sta lasciando il ruolo marginale a cui era relegato per imporsi, progressivamente, sui palcoscenici più noti e “mondani”. Questa tendenza viene trainata da artisti come Levante, Calcutta, Cani e i The Giornalisti. La band guidata da Tommaso Paradiso con “Completamente Sold Out” continua l’opera di emancipazione cominciata con “Fuoricampo”, il loro terzo album pubblicato nel 2014 e il primo che ha allargato la loro cerchia di fan. “Completamente Sold Out” è un disco profondo ma estremamente pop. I testi intesi di Paradiso si sposano

perfettamente con sonorità leggere e orecchiabili. Tommaso Paradiso è un poeta contemporaneo che descrive così, durante un’intervista a Rolling Stone, la nascita delle sue canzoni: «C’è un momento nella notte, che dura solo pochi minuti, in cui provo il benessere più totale, quello definitivo. Ecco, voglio raccontare proprio quegli attimi, quel sentimento, la felicità. Il corpo, il cuore, i sensi, la mente sono contemporaneamente attraversati da calore, respiro, ricordi, proiezioni, volti e nomi, odori, parole, suoni, brividi, le persone che ami e che hai amato tutte lì davanti, e tu, tu al centro di un sistema d’amore universale. E la musica, sì, la musica. E lei, sì, lei. C’è sempre una lei. E la disperazione, a volte, è così bella».

I dischi del mese:

BATTIATO E ALICE Live in Roma Diventano un disco i concerti di Franco Battiato e Alice del 16 e 17 marzo 2016 all’Auditorium della Conciliazione di Roma. Un album chiamato semplicemente “Live in Roma” con una selezione di brani del loro repertorio e tre duetti. Il disco è impreziosito dalla presenza dell’Ensemble Symphony Orchestra, ed è disponibile dal 4 novembre in due versioni una con un cd e un dvd e una con due vinili. Il live ripercorre fedelmente la scaletta dei concerti estivi che hanno visto Battiato e Alice protagonisti delle più suggestive location italiane. I set sono separati ma comunicanti, il Maestro interviene dello show dell’Allieva e viceversa. Il sodalizio tra Franco Battiato e Alice parte nel 1980 quando l’affermato cantautore, cura la produzione artistica dell’album della promessa forlivese “Capo Nord” e il singolo “Il vento caldo dell’estate”. E nel 1981 farà lo stesso con “Alice”, con all’interno “Per Elisa”, con la quale vincerà a Sanremo. I primi duetti “Chanson Egocentrique” e “I treni di Tozeur”, sono del 1982 e del 1984. Nell’85 Alice dedicherà al repertorio di Battiato l’album “Gioielli rubati”. Più recentemente, nel 2012, Battiato ha scritto per lei i brani “Eri con me” e “Veleni”, rispettivamente negli album

78

METALLICA Hardwired… To Self - Destruct

Nel 1983 una rock band si affacciava sulla scena musicale mondiale, gli addetti ai lavori capirono immediatamente che non l’avrebbero più lasciata, anzi. A quasi 35 anni di distanza, 9 Grammy Awards vinti e 100 milioni di dischi venduti i Metallica sono ancora il gruppo più importante del rock – metal.I Metallica pubblicano, dopo sette lunghi anni da “Death Magnetic”, “Hardwired… To Self – Destruct”, 80 minuti di pura energia divisi in un doppio cd. Gli appassionati potranno accaparrarsi la versione deluxe che conterrà un terzo disco aggiuntivo che contiene i riff che hanno dato origine al disco. Dopo aver ascoltato il primo singolo tratto dal disco, “Hardwired”, la sensazione è che i Metallica si siano riappropriati del loro sound nell’accezione migliore. Il brano è decisamente tirato, un viaggio nel tempo fino alle origini di “Kill’em all” con i suoni ben definiti e a fuoco. A detta dei critici e di una gran fetta del pubblico di appassionati ci sono moltissime chance che diventi uno dei classici del gruppo. La band, sulla sua pagina Facebook, ha dichiarato che ““‘Hardwired” rappresenta la fase successiva del nostro viaggio come Metallica e siamo entusiasti di condividerla con voi”. Le aspettative sono molte ma siamo sicuri che non verranno tradite.

TIZIANO FERRO Il mestiere della vita A due anni dalla pubblicazione di TZN-The Best, Tiziano Ferro torna protagonista della scena discografica italiana con “Il mestiere della vita”, atteso il 2 dicembre. Il disco, registrato in California, si preannuncia come il più sincero e introspettivo tra quelli del cantautore di Latina. Se è vero che Ferro in tutti i suoi lavori, si da “Rosso relativo” per intenderci, ci ha sempre raccontato fatti personali e privati in maniera indiretta e contorta, in questo disco Tiziano rende esplicito ogni collegamento con la sua vita privata, forse grazie al coming out di qualche anno fa. Esempio lampante è “Potremmo ritornare”, il primo singolo estratto, in cui Ferro racconta a tutti i suoi fan la fine, travagliata, della sua storia d’amore. «In un mondo abituato al volume alto e che non ha più tempo per ascoltare nessuno ho risposto così, a voce bassa. Con una canzone che parla di quelli che a un certo punto hanno bisogno di tirare le somme. Esamino esanime il paesaggio. Tutto prende forma, al principio di un nuovo capitolo. Chi va e chi “potrebbe ritornare”», queste le parole che il cantautore ha pubblicato sulla sua pagina Facebook per lanciare il singolo “Potremmo ritornare”. Tiziano Ferro sarà protagonista dell’estate italiana con un tour degli che si preannuncia indimenticabile.


CONTINUA FINO AL 31 DICEMBRE 2017

RACCOLTA SCONTI Con la tua IperSoap

Cardottieni

1 PUNTO OGNI 5E DI SPESA

Colleziona il Tuo Risparmio PUNTEGGIO

SCONTO SULLA SPESA

25 punti

3 euro

40 punti

5 euro

75 punti

10 euro

100 punti

15 euro

150 punti

25 euro

*vedi Regolamento nei Punti Vendita aderenti - Per informazioni scrivi a: ipersoapcard@ipersoap.com 79


On stage

PERSONAGGI DEL 2016 I

di IGOR FAIELLA

DONALD TRUMP È IL 45° PRESIDENTE USA

Contro ogni pronostico Donald Trump ha conquistato 290 grandi elettori, venti in più rispetto a quelli necessari per garantirsi la maggioranza e di conseguenza l’elezione formale a presidente degli Stati Uniti nella riunione del collegio elettorale del prossimo dicembre. La sua avversaria Hilary Clinton si è fermata a 218. Era dai tempi di Eisenhower che un presidente Usa non vinceva con una così consistente differenza da conquistare tutto: Casa bianca, Camera e Senato. Si prospetta un cambio radicale per gli Usa per quanto riguarda la politica economica ed internazionale.

80


BOB DYLAN VINCE IL NOBEL PER LA LETTERATURA

Dopo il Premio Pulitzer nel 2008, 8 Grammy Awards dal 1973 al 2006, 1 Golden Globe e un Premio dell’Accademy Awards nel 2001, Il 13 ottobre di quest’anno l’Accademia svedese assegna a Dylan il Premio Nobel per la Letteratura, con la seguente motivazione: “Per aver creato nuove espressioni poetiche nella grande tradizione della canzone americana”. Una vera e propria consacrazione alla quale però il «menestrello di Nashville» risponde conforme al proprio stile ovvero nel modo più anticonformista che si possa immaginare: non risponde lasciando il mondo con il fiato sospeso per oltre un mese prima di formalizzare ufficialmente l’accettazione del Premio.

MUORE DARIO FO

Il 13 ottobre all’età di novant’anni, all’ospedale Sacco di Milano, si è spento il Premio Nobel Dario Fo. Oltre ad essere un attore apprezzatissimo, Fo era anche un regista, drammaturgo, impresario e pittore, un artista a tutto tondo, capace di prendere l’essenza dell’arte e plasmarla con la propria intelligenza, trasparenza ed intuito. Dario Fo si è spento proprio nel giorno che è stato assegnato il Nobel a Bob Dylan. Il drammaturgo fu insignito dell’onorificenza 19 anni fa, il 9 ottobre 1997. L’accademia svedese la assegnò al drammaturgo con la seguente motivazione: “perché, seguendo la tradizione dei giullari medievali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi”.

CAIRO SCALA RCS

Il mondo della finanza e dell’editoria italiana sono stati scossi dall’incredibile scalata ad RCS di Urbano Cairo, che è riuscito ad assicurarsi il controllo della maggioranza del più importante gruppo editoriale italiano, che possiede celebri giornali (la Gazzetta dello Sport e il Corriere della Sera), ma anche di grandi eventi nel mondo dello sport, primo fra tutti il Giro d’Italia. Cairo nasce con Silvio Berlusconi e del Cav ha preso i lati migliori: come il rapporto fondamentale tra carta stampata e raccolta pubblicitaria. E lo ha messo in pratica, da solo. Per Rcs e per l’editoria italiana può essere l’alba di un nuovo giorno.

81


I

PERSONAGGI DEL 2016

RAGGI E APPENDINO. DUE DONNE CONQUISTANO ROMA E TORINO.

Il 2016 è l’anno in cui il Movimento 5 Stelle si prende di forza la Capitale e la Città della Mole: un’impresa tutta a tinte rosa con Virginia Raggi, primo sindaco donna di Roma, e Chiara Appendino che hanno saputo parlare al loro elettorato ma hanno raccolto il fondamentale voto anche degli elettori del centrodestra. Con la vittoria dei 5 Stelle è stata accolta quell’incredibile istanza di cambiamento che sta pervadendo la società civile e che i partiti tradizionali faticano a interpretare in modo convincente. Ora la domanda è: saranno all’altezza delle grandi aspettative che hanno generato?

LEONARDO DI CAPRIO VINCE IL SUO PRIMO OSCAR COME MIGLIOR ATTORE

Durante l’88esima edizione dei premi Oscar, noti ufficialmente col nome di Academy Awards, Leonardo Di Caprio ha vinto il premio come Miglior attore. Di Caprio, 41 anni, è considerato uno dei migliori attori della sua generazione, ma nonostante quattro candidature non aveva mai vinto e negli anni questa circostanza era diventata una specie di tormentone globale. Prima della cerimonia un portavoce di William Hill – una importante società di scommesse aveva spiegato al Guardian che gli scommettitori non avevano dubbi sulla vittoria di Di Caprio. Detto fatto.

TAYLOR SWIFT TRIONFA CON 3 PREMI AI GRAMMY AWARDS

Si sono svolti il 15 febbraio a Los Angeles i Grammy Awards, i più famosi e importanti premi musicali statunitensi. La grande vincitrice della serata è stata la diva del pop Taylor Swift, prima artista femminile nella storia a vincere per due volte il Grammy più importante, quello per l’Album dell’anno. Taylor Swift ha ottenuto la vittoria in altre due importanti categorie: ‘’Best Pop Vocal e ‘’Best Music Video’’. Il suo ultimo album 1989 ha sbancato le classifiche di tutto il mondo superando le 10 milioni di copie vendute.

82


VASCO ESPUGNA L’OLIMPICO DI ROMA CON 4 CONCERTI EVENTO TUTTI SOLD OUT

Non è estate se non c’è Vasco. E lui è tornato anche quest’anno. L’ha fatto, dopo la prova generale del 18 giugno a Lignano Sabbiadoro fra pochi intimi (solo 20.000), davanti a 200.000 fans adoranti sulle 4 date sold out allo Stadio Olimpico di Roma È stato un concerto antologico, dove il rocker emiliano ha rispolverato canzoni perdute fin da Lo Show in apertura di concerto, passando per Gli Spari Sopra, fino a la Noia, protagonista di uno dei due splendidi medley, non eseguite dal 1999, e Accidenti come Sei Bella, inedito in live.

MINA E CELENTANO DI NUOVO INSIEME PER UN NUOVO DISCO

Mina e Celentano di nuovo insieme : dopo mesi di indiscrezioni, il nuovo capitolo discografico del duo ha finalmente una data. Le Migliori - questo il titolo scelto per l’album- è uscito l’11 novembre a 18 anni da quel Mina Celentano che ancora detiene il record di copie vendute. Mina e Celentano sono i portavoce degli ultimi 50 anni di canzoni italiane e la loro reunion è un evento del nostro pop. È come se, giusto per capirci, Barbra Streisand e Tony Bennett registrassero in coppia un album di brani inediti.

LA HIT DELL’ESTATE È “ANDIAMO A COMANDARE” DI FABIO ROVAZZI.

Il giovane videomaker comanda l’estate 2016 con il suo singolo/ tormentone. Tra le persone che l’hanno notato spicca il nome di Fedez, che l’ha contattato, si sono conosciuti e hanno iniziato a collaborare diventando amici. E poi, improvvisamente, il successo: la canzone viene messa in rete e in brevissimo tempo arriva a scalare le classifiche. E così, per gioco, per scommessa e per intuito, Fabio Rovazzi entra di diritto nella musica italiana. Riuscirà a fare storia?

stedalle / Shutterstock.com

83


I

PERSONAGGI DEL 2016

BOWIE E PRINCE: ADDIO A DUE GIGANTI DEL ROCK

Certo, il 2016 sarà anche ricordato come un anno orribile per la musica pop e rock mondiale. La morte di Prince, 57 anni appena, è uno choc violento per tutti, fan e non. Lascia attoniti, addolorati, allo stesso modo della scomparsa l’11 gennaio di David Bowie, il Duca Bianco, la star che rivoluzionò il mondo del rock. Amati, celebrati, idolatrati. Lo smilzo Duca Bianco e il Folletto di Minneapolis, David Bowie e Prince. Due artisti scomparsi troppo presto e con ancora tanto da dire, in grado di lasciare una voragine nel cuore dei loro fan che difficilmente potrà mai colmarsi.

VIRGINIA RAFFAELE: NUOVA STAR DELLA TV ITALIANA E DEL TEATRO

Alla 66esima edizione del Festival di Sanremo, la vincitrice indiscussa è l’attrice comica romana Virginia Raffaele. Classe 1980, Virginia ha lo spettacolo nel sangue. La sua infatti è una famiglia di circensi: la nonna, insieme ai fratelli, è stata la proprietaria del circo Preziotti fino agli anni ’50, quando ha fondato con il marito il Luna Park dell’EUR. Sabrina Ferilli, Carla Fracci, Donatella Versace, Belén Rodríguez e alla finale Virginia Raffaele. La comica romana è se stessa durante l’ultima giornata del Festival di Sanremo 2016. Esplosiva, divertente, inimitabile, la Raffaele ha mostrato in toto il suo talento. E’ nata una stella.

84


CORREGGE, RIDENSIFICA E RIMODELLA RISULTATI CHE TOCCHI CON MANO PERCHÉ TU VALI.

REVITALIFT /LASERX3/

In una settimana l a mi a pel l e è come trasformata!

8

DONNE SU

10*

C O N Q U I S TAT E DALLA SUA EFFICACIA

Andie MacDowell

* Test di autovalutazione su 130 donne.

INNOVAZIONE SCIENTIFICA FORMULA CONCENTRATA IN PRO-XYLANE (3%) PER UNA TRIPLA AZIONE ANTI-ETÀ: ■ CORREGGE LE RUGHE ■ RIDENSIFICA LA PELLE ■ RIMODELLA I CONTORNI DEL VISO

SCOPRI DI PIÙ SU WWW.LOREAL-PARIS.IT

85


Home Sweet Home

IperSoap Tour: in “giro” per L’Italia da un negozio all’altro, alla scoperta di luoghi, città e persone.

Massa, tra il mare e le Alpi Apuane!

Nel capoluogo apuano, vi aspettiamo nell’IperSoap di via Cairoli 45. Un negozio completamente ristrutturato. Bello, colorato, accogliente e con un assortimento imbattibile ai prezzi migliori. La incontrerete il sorriso e la professionalità di Barbara, Silvia, Francesca e della capo area Silvia Bonugli. Venite a trovarci. di Maurizio Bonugli Una terra antica dove ancora si respira l’atmosfera medievale: questa è Massa, situata in una conca naturale incastonata tra le Alpi Apuane. La città, le cui origini risalgono all’882 è oggi uno scrigno dove perdersi in veri e propri gioielli di arte e di architettura del centro storico. Dall’imponente struttura del Palazzo Ducale, detto Palazzo Rosso, situato in Piazza degli Aranci al Museo Diocesano, la cui sede è uno palazzi più significativi di Massa: si tratta de “il Palazzino dei Cadetti”, costruito alla fine del Cinquecento da Alberico I Cybo Malaspina. Qui, il turista potrà ammirare le opere che meglio rappresentano la storia artistica e religiosa del territorio, tra queste il trittico del pittore Bernardino del Castelletto, il tesoro della Cattedrale, espressioni della devozione popolare realizzate da artigiani e artisti quali Jacopo della Quercia, Felice Palma, Agostino Ghirlanda, Domenico Fiasella. Altra perla della città è la Cattedrale SS. Pietro e Francesco, in origine chiesa conventuale francescana, fu costruita per volontà del marchese Jacopo Malaspina nella metà del XV secolo. Da non perdere anche una visita alla moderna chiesa di S. Sebastiano e al Teatro Guglielmi, costruito nel1880 per sostituire il piccolo teatro di corte divenuto ormai insufficiente al pubblico e la Chiesa della Misericordia, costruita nel

86

1629 ha mantenuta quasi intatta nel tempo la sua struttura originale. Si presenta con una facciata a quattro colonne che sorreggono un’arcata. Molto interessanti sono l’abside e le due cappelle laterali. Costruita in quella che nel Seicento era la periferia della città, fra poche case coloniche e orti coltivabili, dovette apparire imponente ai pellegrini che affluivano a visitarla. Massa però non è solo una città da ammirare per il suo centro storico: sono infatti molte le perle del territorio circostante da scoprire. Dal Castello Malaspina, un vero e proprio fortilizio dal quale si gode uno dei più bei panorami sulla città, sulle Apuane e sulla riviera al Museo Etnologico delle Apuane, situato nel Santuario degli Oliveti, si è originariamente costituito da una collezione di materiali sulla civiltà agricolapastorale lunigianese. Il museo, gradualmente ingranditosi nel corso degli anni, oggi raccoglie più di diecimila pezzi sulla vita e le tradizioni popolari della Lunigiana, della Garfagnana e della Versilia. Imperdibili sono il suo mare e le sue montagne: chilometri di spiagge incastonate tra l’azzurro dell’alto Tirreno e il bianco delle cave marmoree e delle cime innevate delle Alpi Apuane. Massa è anche decorata della Medaglia d’Oro al Merito civile. Nella seconda guerra mondiale fu una città strategicamente importante, situata sulla

linea Gotica, fu oggetto di atroci rappresaglie e rastrellamenti e di devastanti bombardamenti che causarono la morte di centinaia di concittadini e la quasi totale distruzione dell’abitato. La popolazione, costretta all’evacuazione, dovette trovare rifugio sulle montagne e nei paesi vicini, tra stenti e dure sofferenze. Partecipava generosamente alla guerra partigiana e con dignità e coraggio affrontava, col ritorno alla pace, la difficile opera di ricostruzione morale e materiale (1944/1945). fonte: www.turismo.intoscana.it www.comune.massa.ms.it


Per i tuoi regali, vieni a scoprire tutta la Collezione Natale 2016 Perlier

87


by IPERSOAP

CONSIGLI PRATICI, SOLUZIONI FACILI

IMPACCHETTARE REGALI UTILIZZANDO SEMPLICI SACCHETTI ALIMENTARI

88

Se volete impacchettare i regali in fretta, senza fare troppe manovre o seguire i tutorial più impegnativi passo a passo con il rischio di perdervi ed innervosirvi, potete partire con una soluzione facile e di sicuro effetto.

Benché in carta, e acquistabili in pacchi da più pezzi, l’effetto pizzo molto raffinato e dal marcato gusto shabby chic è assicurato. Il centrino andrà pinzato sola il pacco e il gioco è fatto.

Basta procurarsi dei sacchetti alimentari, quelli normalmente utilizzati per il pane, in genere color beige o in alternativa bianchi. Se ne trovano di diverse misure: da quelli più piccoli, per regali poco ingombranti, a quelli dalla capienza maggiore. È importante ricordare però che si può ricorrere all’utilizzo di questi sacchetti quando dobbiamo confezionare regali leggeri, come una sciarpa, un paio di guanti, una maglietta o un piccolo oggetto. I regali più pesanti o spigolosi, come magari i libri, rischierebbero di rompere il sacchetto. Basterà aprire il sacchetto, infilarci il capo che vogliamo regalare, e poi procedere con la chiusura del sacchetto. Diverse le idee molto semplici da adottare. La parte superiore del sacchetto si può ripiegare su se sessa più volte e fermata con una piccola molletta o ancora abbellire ricorrendo a un decoro già pronto, come quei centrini in carta che si usano da mettere sotto alla torta o altri dolci per esempio.

Un’altra idea è quella di chiudere il pacco con dello spago, oggetto di cui normalmente disponiamo in casa. Lo spago fermerà e chiuderà il pacco, e a questo potremmo anche appendere un bigliettino con il nome del destinatario del regalo e una piccola dedica di auguri. OvviamEnte ci si può sbizzarrire chiudendo il pacco con le classiche coccardine adesive già pronte, con un nastrino in raso, o ancora con mollettine fermapacco colorate con forme natalizie come l’alberello o la stella, spesso se ne trovano anche in legno, ed è possibile farsele personalizzare con il nome o una piccola frase. Se poi in casa avete dei bambini, potrete utilizzare i loro pennarelli, gli stickers o ancora i loro glitter o timbrini per personalizzare il sacchetto con una nota di colore.


PIACERE NATURALE PER I TUOI CAPELLI

89


I giochi di

Trovi tutte le soluzioni a pagina 96 della rivista.

Cruci foto 6 mettere foto di Federica Pellegrini

CRUCIVERBA 1

2

3

4

5

6

7

15 19

22

36

14

25

28

32

33 39

34

35

40

41

44

46 49

13

21 24

43

45

12

20

38

42

11

17

27

31

37

10

23

26 30

9

16

18

29

8

47 50

48 51

ORIZZONTALI: 1. Volata finale Opera scultorea – 13.–Metro Cubo – 15.scultorea La città con il castello Buonconsiglio – 16.–In15. provincia Ales- con ORIZZONTALI: 1.– 7.Volata finale 7. Opera – 13.delMetro Cubo La dicittà sandria – 18. Gracida nello stagnoIn – 19. Cavo che sostiene gli alberi della nave–– 21. Si conta dalla nascita Buonconsiglio – 16. provincia di Alessandria 18.Associazione GracidaNazionale nelloSociologhi stagno– –22.19. Cavo che sost – 23. Pacca violenta – 24. Panciotto maschile – 26. Segue il re – 27. Il castello di Caravino – 28. Soldi – 30. Uncino da pesca – 32. Coniuge maschile della nave – 21. Associazione Nazionale Sociologhi – 22. Si conta dalla nascita – 23. Pacca v – 34. Accoglie la richiesta – 35. Arezzo sulle targhe – 36. Truffa nel gioco – 38. Calcio d’angolo – 39. Degno di menzione – 42. L’olimpionica italiaPanciotto maschile – 26. Segue re –per 27. Il castello dilaCaravino Soldidi clericale – 30. Uncino da pesca na del nuoto nella foto – 45. Fondo di caraffa – 46.ilInutile il poeta – 47. Il vento fa depositare ––49.28. Contrario – 50. Parti anteriori maschile la richiesta – 35. Arezzo sulle targhe – 36. Truffa nel gioco – 38. Calcio d di imbarcazioni–– 34. 51. LaAccoglie “grande” di Sassari.

Degno di menzione – 42. L’olimpionica italiana del nuoto nella foto – 45. Fondo di caraffa – 46

VERTICALI: 1. Limite massimo di sopportazione – 2. Distese d’erba – 3. Sabbia – 4. Istituto che assicura – 5. In tanto e in niente – 6. Attrezzo del poeta – 47. Il vento la fa depositare – 49. Contrario di clericale – 50. Parti anteriori di imbarcaz giardiniere – 7. Diverso dal solito – 8. Copre la casa – 9. Si cambia se è viziata – 10. In mezzo – 11. Iniziali di Ughi – 12. Poco agiato – 13. Si trova“grande” di Sassari. no sotto terra – 14. Mitico gemello di Polluce – 17. Ornamento di abiti – 20. Uccelli acquatici – 23. Storico fiume francese – 24. Esaltare… un po’ troppo – 25. Vietare con un atto d’autorità – 27. Proust scrittore – 29. Le gemelle in dubbio – 30. Altari pagani – 31. Credenza rustica – 32. Gesto d’affetto – 33. Prodotto delle api – 37. Canicola opprimente – 38. Rumore di fallimento 39. Momento culminante – 40. Sigla di un–veloce treno – che VERTICALI: 1. Limite massimo di sopportazione – 2.–Distese d’erba – 3. Sabbia 4. Istituto 41. Agnese a Madrid – 43. La fondò Mattei – 44. Lupara sena vocali – 45. Il florenzio del chimico – 48. Bevanda ambrata. In tanto e in niente – 6. Attrezzo del giardiniere – 7. Diverso dal solito – 8. Copre la casa – 9. S

viziata – 10. In mezzo – 11. Iniziali di Ughi – 12. Poco agiato – 13. Si trovano sotto terra – 14. Mit Polluce – 17. Ornamento di abiti – 20. Uccelli acquatici – 23. Storico fiume francese – 24. Esal 90 troppo – 25. Vietare con un atto d’autorità – 27. Proust scrittore – 29. Le gemelle in dubbio – 30. A


Cruci foto 7 mettere foto di Adriana Volpe 1

2

3

11 16

29

8

18

38

39

10 15

19

20

23 26

31 35

9 14

25

30

43

7

22

34

42

6 13

17

24 28

5

12

21

27

4

32

33

36

37

40

44

41

45

47

46

48

49

ORIZZONTALI: 1. Ha agenti segreti in USA – 3. Federal Riserve Bank – 6. Posti… in internet – 10. Nepal ai confini – 11. L’attrice e modella italia-

ORIZZONTALI: 1.–Ha agenti USA 3. Federal Riserve Banknel–tennis 6. Posti… internet – na nella foto – 16. Più che scure 18. Un sultanatosegreti del Borneoin – 19. Maria– Teresa della TV – 21. Servizio vincente – 22. Mariain “divina” della lirica ––23. Albergo per automobilisti – 24. Si italiana trovano in prua – 25.foto In provincia Salerno – 26.scure Ovino maschio 27. Chicchi d’uva – del 31. Borne confini 11. L’attrice e modella nella – 16.di Più che – 18. –Un sultanato Esigui – 32. Mangiato… dalle intemperie – 34. Ipocrita – 36. Brevi – 37. È quasi ora – 38. Verso del grillo – 39. Letto del fiume – 40. Antica regione Teresa della TV – 21. Servizio vincente nel tennis – 22. Maria “divina” della lirica – 23. storica dell’Italia meridionale – 41. Frequency Modulation – 42. Son sempre in casa – 43. Ken grande romanziere – 45. Metropoli costiera del sud automobilisti – 24. Si trovano in prua – 25. In provincia di Salerno – 26. Ovino maschio – 27. Ch della Cina – 46. La Farrow del cinema – 47. Debolezze fisiche – 48. Si consulta in stazione – 49. Molto. 31. Esigui – 32. Mangiato… dalle intemperie – 34. Ipocrita – 36. Brevi – 37. È quasi ora – 38. Ver 39. Letto 1.del fiume – 40.– Antica regione dell’Italia meridionale – –41. Frequency Modulat VERTICALI: Le isole con Lanzarote 2. Fiume della Svizzera –storica 3. Un po’ fradicio – 4. Confermato con decisione 5. Lieve chiarore – 6. Capitale dello Yemen – 7. Charles compositore statunitense del primo novecento – 8. Tu… a Paris – 9. L’articolo nel film – 10. Non parteggia per nessuno sempre in casa – 43. Ken grande romanziere – 45. Metropoli costiera del sud della Cina – 46. L – 12. Divide Christian e Sica – 13. Privi di efficacia – 14. Aggettivo possessivo – 15. Il Signor dei Tali – 17. Ex moneta europea – 20. Sapienza cinema – 47. Debolezze fisiche – 48. Si consulta in stazione – 49. Molto.

divina neoplatonica – 22. Coltivazione di bambù – 23. La Colombari dello spettacolo – 25. Il fiume… che mormorava – 26. In testa al rinoceronte – 27. La consonante muta – 28. Andatura veloce – 29. Istituto Mobiliare Italiano – 30. La Moric in TV (iniziali) – 31. Cento al quadrato – 32. VERTICALI: Lediceisole con –Lanzarote – 2.spagnolo Fiume –Sgarro 3. Un – 4. Co Si chiede al cameriere – 1. 33. Lo il rassegnato 35. Salvador pittore – 36.della AnimaliSvizzera domestici – 40. senzapo’ pari –fradicio 43. Il ferro del chimico – 44. Centro di Roma – 45. Ultime in classifica – 46. Monopolio di Stato. decisione – 5. Lieve chiarore – 6. Capitale dello Yemen – 7. Charles compositore statuniten

novecento – 8. Tu… a Paris – 9. L’articolo nel film – 10. Non parteggia per nessuno – 12. Divid Sica – 13. Privi di efficacia – 14. Aggettivo possessivo – 15. Il Signor dei Tali – 17. Ex moneta Sapienza divina neoplatonica – 22. Coltivazione di bambù – 23. La Colombari dello spettacolo – 2 LAmormorava LETTERA del sudoku. che – 26.Stesse In regole testa al rinoceronte – 27. La consonante muta – 28. Andatura veloce Mobiliare Italiano – 30. La Moric in TV (iniziali) – 31. Cento al quadrato – 32. Si chiede al came dice il rassegnato –A 35. Salvador pittore spagnolo – D 36. Animali E F domestici – 40. Sgarro senza pari del chimico – 44. Centro di Roma – 45. Ultime in classifica – 46. Monopolio di Stato.

C A

D B E A D F C C D D B E F A C

A C C A

C O R S

C A N A R I N I M M E I F O

EF

I A A D E R E C E U P M I D I A A L V L L C E

R

R I B A D I T O

N U L L I

E

C

C A N N E TD

B A R L U M E

S

BC F A

S A N A A

B

I T I N V O L P E E I R U S M O T C A P R C O R R O C O R T I A N N I O NAT E O N M

D

C

F

L T T A E L O S O O R F M I A

91


I Care

NATALE IN PIENA LUCE.

Manca poco a uno degli appuntamenti più attesi dell’anno, e ci prepariamo a viverlo al meglio anche se non manca qualche scoglio: per qualcuno è il peso delle riunioni familiari allargate, per altri dover trascorrere le feste da soli o con amicizie raffazzonate... Per tutti poi il tormentone dei regali che, anche se fatti con il cuore, ci mettono sempre un po’ in difficoltà. a cura di STEFANIA GARINI CISV La soluzione può essere puntare a un dono che sia “buono” già in partenza: un regalo solidale, che offre un valore aggiunto a chi lo riceve e può far felici anche altre persone in difficoltà. Tra le proposte interessanti quelle dell’associazione CISV, impegnata da 50 anni a fianco delle popolazioni di Africa e America Latina, e che in Italia interviene nelle periferie urbane con progetti d’inclusione per giovani, studenti, immigrati, richiedenti asilo. Le proposte di regalo vanno dall’artigianato etnico - i tessuti colorati di batik e bogolan da Senegal e Benin, i gechi da parete, le decorazioni di Haiti, le bamboline “scacciapensieri” del Guatemala che di notte portano via le preoccupazioni.. - all’abbigliamento attuale e d’antan, dai cesti alimentari con i prodotti bio alle “idee per fare”, dai biglietti d’auguri ai cosmetici vegetali della linea Daymon’s Natural Erbe. C’è anche un’originale Lista dei Desideri per sostenere direttamente i progetti, accessibile a tutte le tasche: bastano ad es. 15 € per far funzionare un pozzo nelle zone aride del Burkina Faso, e con soli 20 € si forniscono sementi ai contadini di Haiti per ripristinare i campi devastati dall’uragano. «Le nostre proposte non riguardano solo i privati, ma valgono anche come regali aziendali, per le imprese che hanno cura delle relazioni e attenzione alle persone» spiega Sara Colombo di CISV. E aggiunge: «Per Natale lanciamo lo slogan: Se non vuoi vivere nell’apparenza, regala la sostanza!»

Per info e acquisti: www.regalisolidali.cisvto.org www.cisvto.org 92


93


Qua la zampa!

DISTURBI INTESTINALI.

Uno dei disturbi più frequenti nei nostri animali domestici è sicuramente la diarrea. distinguiamo tra diarrea acuta e diarrea cronica. di MICHELA CHIMENTI Medico Veterinario - email auden83@libero.it Per diarrea cronica si intende una variazione nella frequenza, consistenza e volume delle feci per oltre 3 settimane o con ricorrenza episodica. Quando si ha un esordio improvviso di scariche frequenti di feci non formate si parla invece di diarrea acuta. La diarrea compare quando si ha uno squilibrio delle attività di assorbimento, secrezione e motilità dell’intestino, associata o meno a infiammazione ( enterite). Cani e gatti e possono essere 94

colpiti indistintamente; cuccioli e gattini più spesso. In questi ultimi le cause più frequenti sono la presenza di parassiti e la variazione di dieta sia per qualità che per quantità. Altre cause di diarrea possono essere: intolleranze alimentari, patologie metaboliche, ostruzioni o corpi estranei, idiopatica. Ci sono poi le cause infettive, virali e batteriche oltre le già citate parassitarie, e le diarree da farmaci e tossici. Un controllo dal veterinario

è raccomandato soprattutto se al sintomo si accompagna un malessere generale o vi sia associato vomito ( soprattutto i cuccioli che si disidratano rapidamente). Portare sempre un campione fecale per un esame parassitologico eper permettere al medico di valutare l’aspetto del campione. Il veterinario saprà quindi prescrivere o una terapia o eventuali altri esami.


L’Oroscopo naturale

dagli astri, piccoli consigli per migliorare la nostra vita

TORO L’aspetto materiale è importante, ma non è l’unico. Sicuri che ciò che fate vi faccia bene? “Rifiutate una carriera solo perché assicura una pensione. La miglior pensione è un cervello in attività che vi permetta di continuare a pensare fino alla fine”. (Rita Levi Montalcini)

GEMELLI Portate avanti la vostra battaglia con determinazione, senza passi falsi ma neanche offendere chi avete davanti. Non ve ne pentirete. “La bellezza, senza dubbio, non fa le rivoluzioni. Ma viene un giorno in cui le rivoluzioni hanno bisogno della bellezza”. (Albert Camus)

CANCRO Quello che accade nella vostra vita non appartiene al caso: osservatelo nell’insieme, ragionate e capirete molte cose. “Non c’è niente di inutile in natura, neppure la stessa inutilità; niente s’è intromesso in questo universo che non abbia posto adatto”. (Michel De Montaigne)

LEONE VERGINE Restate vigili e attivi, ma lasciate Confrontatevi con le persone care spazio al sogno che più vi per il benessere: dentro, ma anche conquista: e vedrete che anche fuori, lo star bene è tutto nella mettere foto di Federica Pellegrini Crucipotrà foto 7 presto metterediventare foto di Adriana Volpe quello, vostra testa. “La fede è la forza della vita. Se l’uomo vive, significa 1 2 realtà. 3 4 “Ma 5 6 allora, 7 disse 8 9 Alice, 10 11 12 13 14 1 2 4 5 6 7 8 se il mondo non ha 16assolutamente che17 3in qualcosa crede. Se non 15 alcun senso, chi ci impedisce di11 credesse che bisogna vivere per 12 13 18 19 20 21 inventarne uno?” (Alice nel Paese qualche cosa, non vivrebbe”. (Lev 16 17 22 23 24 25 delle Meraviglie) Tolstoj) 18

BILANCIA Il vostro lato più indomito non aspetta che di essere visto. Basta con la razionalità: per qualche attimo, ritrovatevi. “Non dimenticate che la terra si diletta a 9 sentire i10vostri piedi nudi e i venti desiderano intensamente giocare 14 15 con i vostri capelli”. (Kahlil 19 20 Gibran)

SCORPIONE Forse la semplicità è la via migliore, in tutto quello che vi circonda. Cercatela! “Ho fatto una scoperta. Ogni volta che parlo con un sapiente sono sicuro che la felicità non è possibile. Eppure, quando parlo con il mio giardiniere, sono convinto del contrario”. (Bertrand Russell)

ARIETE Chi ti vuole bene non avrà aspettative: importante, sei solo tu. Evita allora di vedere problemi dove non sussistono. “Non camminare dietro a me, potrei non condurti. Non camminarmi davanti, potrei non seguirti. Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico”. (Albert Camus)

26

27

31

28

21

32

33

22 34

24 38

39

23 35

25 40

26 41

CAPRICORNO SAGITTARIO 27 28 29 30 31 32 43 44 Prendete in mano le vostre verità, Finora avete atteso che il vostro 46 48 34 andasse 47 senza pensare che36 possano progetto a buon 35fine: essere confutate. Ne siete certi? 50 51 ma adesso è giunto il momento 38 39 40 Allora, andrà tutto bene. “La di lottare per quello scopo! causa fondamentale dei problemi ALI: 1. Volata finale – 13. Metro del 42 – 7.diOpera 43 sempre 44 45 il castello “Nell’atto fedescultorea c’è un Cubo – 15. La città con – 16. In provincia di Alessandria – 18. Gracida nello stagno 19. Cavo sostiene gli alberi è – che nelchemondo moderno gli momento in cui bisogna chiudere 21. Associazione Nazionale 47 Sociologhi – 22. Si conta dalla nascita 48 – 23. Pacca violenta – 24. stupidi sono sicuri di sé, mentre gli occhi e buttarsi inCaravino acqua– con chile – 26. Segue il re – 27. Il castello di 28. Soldi – 30. Uncino da pesca – 32. Coniuge gligioco intelligenti sond’angolo pieni di dubbi”. intrepido e senza garanzia Accoglie lacuore richiesta – 35. Arezzo sulle targhe – 36. Truffa nel – 38. Calcio – 39. zione – 42. apparente”. L’olimpionica italiana nuoto nella foto – 45. (Bertrand Fondo di caraffa – 46. Inutile per il Russel) (Paul del Claudel)

ACQUARIO 33 Unite al meglio piacere e dovere, a patto che37portiate a termine i vostri compiti. Oltre, potreste solo 41 restarne appesantiti. “Il lavoro consiste46in qualsiasi cosa il corpo sia obbligato a fare... Giocare 49 consiste in qualsiasi cosa il corpo non sia obbligato a fare”. (Mark D F Twain)

PESCI Certi che chi avete di fianco a voi sia davvero una persona che vuole solo il vostro bene? Potrebbe essere proprio il contrario… “Chiunque può simpatizzare col dolore di un amico, ma solo chi ha un animo nobile riesce a simpatizzare col successo di un amico”. (Oscar Wilde)

ORIZZONTALI: 1. Ha agenti segreti in USA – 3. Federal Riserve Bank – 6. Posti… in internet – 10. Nepal ai vento la fa depositare – 49. Contrario di clericale – 50. Parti anteriori di imbarcazioni – 51. La confini – 11. L’attrice e modella italiana nella foto – 16. Più che scure – 18. Un sultanato del Borneo – 19. Maria ssari. Teresa della TV – 21. Servizio vincente nel tennis – 22. Maria “divina” della lirica – 23. Albergo per

E

1. Limite massimo di sopportazione – 2. Distese d’erba – 3. Sabbia – 4. Istituto che assicura – 5. automobilisti – 24. Si trovano in prua – 25. In provincia di Salerno – 26. Ovino maschio – 27. Chicchi d’uva – iente – 6. Attrezzo del giardiniere – 7. Diverso dal solito – 8. Copre la casa – 9. Si cambia se è 31.diEsigui – 32. – 34. Ipocrita mezzo – 11. Iniziali Ughi – 12. PocoMangiato… agiato – 13. Si dalle trovanointemperie sotto terra – 14. Mitico gemello–di36. Brevi – 37. È quasi ora – 38. Verso del grillo – Ornamento di abiti – 20. Uccelli fiume francesestorica – 24. Esaltare… un po’ 39. Letto delacquatici fiume –– 23. 40.Storico Antica regione dell’Italia meridionale – 41. Frequency Modulation – 42. Son ietare con un atto sempre d’autorità in – 27. Proust – 29. Le gemelle in dubbio ––30. Altari pagani – costiera del sud della Cina – 46. La Farrow del casa – scrittore 43. Ken grande romanziere 45. Metropoli ustica – 32. Gesto d’affetto – 33. Prodotto delle api – 37. Canicola opprimente – 38. Rumore di cinema– 40. – 47. Debolezze 48.Agnese Si consulta – 49. Molto. 9. Momento culminante Sigla di un velocefisiche treno ––41. a Madridin– stazione 43. La fondò upara sena vocali – 45. Il florenzio del chimico – 48. Bevanda ambrata.

E

Le soluzioni dei giochi di

C

C

D

VERTICALI: 1. Le isole con Lanzarote – 2. Fiume della Svizzera – 3. Un po’ fradicio – 4. Confermato E conA decisione chiarore – 6. MCapitale dello Yemen – 7. Charles compositore statunitense del primo S P R –I 5. N TLieve S T A T U A C CDivide C DAB Christian F A Ee T R E – N 8. T O R R – U 9. G L’articolo G I A novecento Tu…T aEParis nel film – 10. Non parteggia per nessuno – 12. N Privi A SdiA efficacia R T I A– 14. A N S SicaR– A13. Aggettivo possessivo – 15. Il Signor dei Tali – 17. Ex moneta europea A B D E F– 20. C E T A M A N A T A I L E T Sapienza divina neoplatonica G– 22. Coltivazione di bambù – 23. La Colombari dello spettacolo – 25. Il fiume… M I M A S I N O D A N A R O E F C A D B mormorava – 27. La consonante muta – 28. Andatura veloce – 29. Istituto Ache M O M A R I – T26. O InMtesta S al I rinoceronte A R B E F A E B C D Mobiliare Italiano – 30. La Moric in TV (iniziali) – 31. Cento al quadrato – 32. Si chiede al cameriere – 33. Lo R A C O R N E R C I T A B I L E Edice D Eil Rrassegnato I C A P E L L Salvador E G R I pittore N I – 35. spagnolo – 36. Animali domestici – 40. Sgarro senza pari 43. DA– F B C D IlEferro FC N A N E– 44. I Centro P O di L V E R – E 45. TUltime in classifica – 46. Monopolio di Stato. delI chimico Roma

B B A F F A L L A I C A L E

P R U E

A C C A

96

D E F CC B AD

E S S E

C O R S A

C A N A R I N I M M E I F O N E M

I A A E R C E U M D I A L L L I E

F R D R I E B C A P A D I N I A N T V E O E T O R

B A R L U M E

N U L L I

S A N A A

C S A C A N A R I

I T I N V O L P E E I R U S M O T C A P R C O R R O O R T I N N I O T O N M O A S S

L T E O S O F I A

T A L O R M A I

D C E F A B

B A F C D E

E B A D F C

F D C B E A

B

A F B E C D

C E D A B F

F STAR DA PICCOLI:

D A

Barack Obama


formulapura.it

*Test di autovalutazione su 20 soggetti dopo 10h per il 100% delle donne. Test clinico-strumentale su 20 soggetti dopo 15 e 30 giorni di applicazione.

*Formulati per minimizzare il rischio di allergie.

deborahmilano.com

NUOVO

Cosa non c’è nel tuo make up. FONDOTINTA TENUTA ESTREMA MASSIMA PERFEZIONE PELLE VISIBILMENTE PIÙ IDRATATA* CON

LINEA VISO FORMULA PURA

MINIMIZZA PORI ED IMPERFEZIONI COMFORT ASSOLUTO SPF20 VISO PERFETTO, TENUTA COMFORT ESTREMO DISPONIBILE IN 5 ENUANCES Una gamma completa di prodotti ipoallergenici* adatta anche alle pelli più sensibili. DEBORAH LA PASSIONE ITALIANA LA BELLEZZA DEBORAH LA PASSIONE ITALIANA PERPER LA BELLEZZA


IperSoap Magazine dicembre 2016