Page 1

autore

72

numero

www.iocome.it

è già on

-line

“Festival Letteratura Milano 2012” Foto di: Luca Volpi (Goldmund100): www.flickr.com/photos/luca_volpi/

Il soc i per laalnetwork ragg cultura

iungici o

tà it c la e d a v in a r u lt u c la : o n a il M a r u t a r te t e ella L ta a ● Festival d b u r a z n e c s le o d ’a ll e d io g g a u g n li il : ” e ll i spa ● “ Il mare d ” le a r e n e g a v o r P Vannini: “ ● Giovanna Anno 3 N. 72 / maggio 2013 - Periodico - Editore e Proprietario: eBookservice srl C.F./P.I. : 07193470965-REA: MI-1942227. Iscr. Tribunale di Milano n. 324 del 10.6.2011.

ra!


numero

72

sommario

autori Antonio Sofia |

Il mare di spalle

6

Lorenzo Robbiano |

22

Orange Tower High School

rubriche L’apprendista libraio |

Stefano Amato Medeo Strip |

4

4

Eleonora Gramigna Speciale |

10

Festival della Letteratura Milano Pennellate di parole |

Giovanna Vannini

Rupe Mutevole |

14

16

di Federica Ferretti

Io come spettatore |

di Indira Fassioni

18

L’angolo della poesia |

Mary Greco Eventi |

28

a cura della redazione

21


editoriale Cari lettori, come dichiariamo fin dalla copertina, in questo numero vogliamo dare voce al Festival della Letteratura di Milano (www.festivaletteraturamilano.it). Ogni definizione per questa manifestazione sembra riduttiva: è più di una fiera, è più di un salone, è più dei libri e degli autori stessi. È un festival nella sua accezione più primitiva, lontana da tappeti rossi o cerimonie ufficiali: una festa popolare che per piazza ha scelto una città intera, Milano, e come ospite d’onore la letteratura in tutte le sue forme e contaminazioni, in tutte le arti, in tutti gli strati sociali. Dalle periferie al centro cittadino, dalle piazze a cielo aperto al cuore chiuso di San Vittore, nessun luogo rimane escluso. Nessun libro pesa più di un altro, nessun editore pesa più di un altro: in questa festa le dimensioni non contano. Conta solo la voglia di Cultura e la volontà di condivisione di questa. E così anche quest’anno, dopo la folgorante esperienza della prima edizione, si sono rimesse in movimento le forze che per cinque giorni, dal 5 al 9 giugno, faranno della città un cuore pulsante di eventi e di artisti, di lettori e di semplici curiosi, di parole scritte che diventeranno quanto mai vive. Noi abbiamo deciso di metterci in gioco con il Festival e con tutte le persone che con il proprio impegno, con il proprio tempo, con la propria penna, con il proprio sonno perso stanno facendo l’impossibile per rendere tutto possibile. E voi cosa aspettate a partecipare? Buona lettura!

Daniela Villa

www.iocome.it

3


o i a r b i l a t s i d n e l’appr Stefano Amato Stefano Amato ha pubblicato alcuni racconti e romanzi. Lavora in una libreria.

www.stefanoamato.com http://apprendistalibraio.blogspot.it/

medeo strip

4

Inevitabilmente nerd


numero

72

Incontri ravvicinati con i clienti (e non solo) di una libreria di provincia Ho quasi cercato “madrelingua” nel dizionario Cliente: “Avete libri in francese? Ma soltanto di autori madrelingua, mi raccomando. Ho un dottorato, io.” Io: “C’è qualcosa su quello scaffale. E sì, credo che siano quasi tutti di autori madrelingua.” Cliente: “Mmmh. Di Camilleri, per esempio, avete niente in francese?” Io: “...” Cliente: “E di Carofiglio?” http://apprendistalibraio.blogspot.it/2011/07/ho-quasi-cercatomadrelingua-nel.html

Eleonora Gramigna Ironica al punto giusto, spiritosa quanto basta e un pizzico sbadata, Eleonora adora viaggiare, l’arte e la musica rock. Un po’ sopra le righe, non le piace passare inosservata; ha avuto le più svariate esperienze lavorative, ma non ha mai smesso di disegnare, né di aspirare d’essere un’artista. https://www.facebook.com/disegni.porta.accanto

5


e r o t u A

Il mare di spalle

Cosa ti ha portato a scrivere? Scrivo da quando ero piccolo, se non ricordo male ho scritto la prima poesia in seconda elementare. Credo sia stata una conseguenza del leggere molto, di una vanità indefessa e di qualche problema di integrazione. Sempre in merito a quegli anni ho netta la sensazione di aver composto coscientemente anche delle liriche compiacenti e ruffiane: per un plauso degli adulti, per ricavare un motivo di eccellenza in un’epoca per me non semplice a causa di qualche disagio fisico. Successivamente le cose sono in parte cambiate. Una onesta passione per la lettura non ti permette di crogiolarti a lungo in balia dell’incensazione: ti propone urgenze serie e ti sottopone in primis i tuoi limiti nel porvi rimedio. Quando hai deciso di scrivere il tuo primo libro? Per anni ho affrontato la scrittura sperimentando molto: ho proposto però il mio lavoro per una pubblicazione solo quando ho ritenuto di potere (e dovere) mettere al servizio di un racconto quanto appreso nella ricerca formale. È stato facile trovare un Editore, ti sei affidato a un agente letterario? Ho scelto cinque editori che erano disponibili a ricevere un invio digitale e cinque che accettavano solo quello cartaceo. Tutti editori che non chiedevano alcun contributo. La selezione l’ho operata secondo due criteri: valutazione della linea editoriale; valutazione dell’interesse dell’editore per i manoscritti. Ho escluso a priori le case editrici più grandi. Autodafé Edizioni, a cui avevo inviato via email due capitoli e una sinossi, è stato il primo editore a manifestarmi interesse. Ne sono stato molto felice: un editore agli inizi con una proposta editoriale che sentivo molto affine. L’esperienza si è rivelata poi di qualità imprevedibile: mi hanno insegnato molto, più di quanto mi aspettassi. Come nascono i tuoi libri? Credo che nascano soprattutto dall’esigenza di ricavare uno spazio di interpretazione del reale che sia almeno in parte libero dai vincoli quotidiani. Inoltre è ciò che so fare e che mi piace fare: non fermarmi all’ovvietà del mio stare al mondo ma provare a inventare storie che possano

6


72

numero

Antonio Sofia Autore: Antonio Sofia Editore: Autodafé Edizioni Anno: 2011 Pagine: 224 ISBN cartaceo: 9788897044116 Prezzo di copertina: € 16,00 ISBN eBook: 9788897044154 Prezzo eBook: € 9,00 Leggi l’estratto su Book Extracts: www.bookextracts.it/details_book.php?id=979

ricodificare quello che conosco aiutandomi a capire quello che non so. Come ti descriveresti?  Credo di essere un buon figlio, spero di essere un ottimo padre. E la cosa non riguarda semplicemente i vincoli parentali (vedi I giovani infelici, di Pasolini). Il tuo motto personale? Non ho motti particolari da riferire. Ma credo sia importante nutrirsi di cose belle fatte dagli esseri umani, altrimenti si perde la voglia di frequentarli. E poi: forza Roma. Vivi per... Ah, tempo fa non avrei avuto davvero una risposta. Ora ce l’ho: per mia figlia. Sperando di non deluderla, più che altro. Anche se sarà difficile. Perché dovrei acquistare la tua opera? Dovresti comprare il mio libro o altri libri. Considerata la difficoltà nel ricavarsi uno spazio e il desiderio robusto di produrre un’alternativa editoriale, credo dovresti comprare un libro di Autodafè, non necessariamente il mio. Sono gli editori a garantire con professionalità e passione la bontà dell’investimento in un prodotto letterario che val la pena acquistare. Gli autori possono provare a fare bene il loro lavoro, ossia scrivere, persuadere di aver qualcosa da dire: e io credo di aver qualcosa da dire anche se non so bene ancora quanto valga.  ●

7


numero

72 Autore

Antonio Sofia

Estratto dal libro

Salvatore sparò due volte. Due colpi che alzarono la polvere, stridendo con fastidiosa acutezza. Il cliente si spaventò, emise un urlo effeminato; spinse la ragazza e corse all’automobile. Due uomini dello Zio accorsero dall’interno dell’officina e risposero al fuoco, ma Salvatore era già partito sul suo motorino. Conclusa l’azione, la sequenza sembrava definita; mancava solo l’approvazione di un regista qualsiasi. Ma c’era altro da vedere, da far vedere. Il cliente salì in auto e partì con foga. I fari illuminarono il corpo della ragazza, una linea tratteggiata nel mezzo: taglia qui, il suo urlo a braccia alzate, braccia feline. E l’auto le andò addosso, in accelerazione. Lenta, storta, contorta come le radici intorno, si dimenava nella terra battuta, non un lamento. Poi la retromarcia: un altro colpo, la nuova partenza, l’ultima. Definitivo, il silenzio ammansiva le bestemmie dei guardiani. Sinossi:

La violenza degli adulti irrompe nel mondo dei ragazzi, troncando i sogni e le speranze per portarvi in cambio, inaspettata e apparentemente casuale, la tragedia. La scuola e gli amori, i progetti per il futuro e le difficoltà dell’oggi, i problemi familiari e l’accettazione di sé sono gli elementi che vanno a formare un quadro realistico, ma dalle tinte delicate. Dedicato a Michele Fazio: colpito a morte da un proiettile, vittima per errore di un attentato mafioso a sedici anni. A Bari era il 12 luglio del 2001. http://antoniosofia.info/il-mare-di-spalle/

8


Fatti leggere! Un voto tutto social per il concorso!

Nei Libri con Medeo, il primo concorso per tutti gli amanti della lettura. Leggete e votate le opere che preferite. Solo gli autori pi첫 votati arriveranno in finale e potranno essere pubblicati. I vincitori saranno pubblicati gratuitamente da Diamond Editrice.

Votazioni aperte fino al 30 giugno 2013. Regolamento sul sito www.medeo.it Con il patrocinio di

Mediapartners

In collaborazione con

9


speciale

a u s a ll a a r u t a r te t Festival della Le seconda edizione

Tra poco meno di un mese, a Milano, prenderà il via una manifestazione che non trova pari nel panorama culturale italiano. Per diversi motivi, non facili da spiegare, visto che in verità una spiegazione non c’è, e forse non è nemmeno necessaria, dato che la migliore spiegazione di qualcosa che nasce è la sua nascita stessa. Ci sono ragioni, direbbe Pascal, che la ragione non conosce. O finge di disconoscere. Soprattutto in tempi in cui il superfluo si traveste da esigenza, e il quotidiano sembra annaspare in ciò che una poetessa latinoamericana definisce “quel compito eroico di costruirsi ogni giorno un nuovo paio d’ali”.

Lo ha reso fattibile il tenace lavoro di un gruppo di volontari, convinti che la cultura non appartenga a nessuno, che – per usare le parole del poeta Juan Gelman – la poesia dev’essere fatta da tutti e non da uno/ che è come dire che la terra è di tutti e non di uno solo/ che il sole non è di uno/ che l’amore è di tutti e di nessuno/come l’aria/ e la morte è di tutti/ e la vita non ha padrone conosciuto. A questi volontari se ne sono aggiunti altri, lentamente. Faticosamente. Riuscire a fare passare il

Si chiama Festival della Letteratura a Milano (seconda edizione), riparte il 5 giugno e per cinque giorni riempirà la città di incontri, dibattiti, parole, suoni, voci, corpi che danzano a un ritmo diverso da quello con cui ogni giorno assediamo le strade, o siamo da loro assediati. Centoquaranta eventi di altissimo livello; l’insieme dei sussulti, le aspirazioni, le grida di dolore e di piacere, i sussurri, i gemiti, i graffi e le carezze di una città che sembra portare in grembo ogni mondo possibile, e anche il seme di quelli che verranno.

10

Foto di Luca Volpi


Foto di Luca Volpi

messaggio si è rivelato il lavoro più sfiancante. Ma alla fine qualcosa si è risvegliato, là in fondo ai dubbi, alle tante certezze conficcate a forza tra quei dubbi, quelle che ripetono instancabili che nulla si può fare se non ci sono i soldi, o la volontà politica, o l’appoggio di qualche gruppo industriale, finanziario, religioso. Quelli che appaiono in calce a ogni programma o locandina come fautori di ogni cosa, sotto la dicitura: Con il contributo di…

hanno prestato la propria opera e il proprio talento gratuitamente affinché fosse possibile la realizzazione di questo Festival”.

Ecco, questo ha di diverso il Festival della Letteratura a Milano. Che alla collettività non costa nulla, perché nessuno viene pagato (né rimborsato) per quello che fa. Non perché votati a un volontariato a divinis, ma perché abbiamo capito che la cultura è di tutti e di nessuno, e che abbiamo l’obbligo, oltre Anche nelle nostre carte ci sarà che il diritto, di batterci per lei. questa voce, soltanto che dopo i punti di sospensione sarà scritto L’amore ai tempi della crisi, direb… “delle centinaia di volontari che be qualcuno. Milton Fernàndez

11


speciale

5 - 9 giugno 2013 Sostieni il Festival Il Festival della Letteratura di Milano è promosso e organizzato dall’associazione culturale MilanoFestivaLetteratura, grazie al lavoro volontario di numerose persone che ne hanno sposato la filosofia con grande entusiasmo. È una manifestazione indipendente, costruita dal basso, senza contributi pubblici né l’appoggio di grandi marchi privati. Come si sa, l’entusiasmo, alle volte non basta: serve qualche contributo economico per le spese vive, la produzione dei materiali di comunicazione, il noleggio di qualche strumento tecnico, le spese burocratiche… Se ti piace il nostro progetto e vuoi sostenerci in questa seconda edizione, saremo lieti di ricevere il tuo libero contributo e di inserirti nell’elenco dei SOSTENITORI che pubblicheremo sul sito. Per una donazione tramite carta di credito, paypal o bonifico bancario trovi i dettagli qui:

www.festivaletteraturamilano.it/sostieni-il-festival/

1212

Foto di Luca Volpi Per le fotografie dell’edizione 2012 si ringrazia Luca Volpi (Goldmund100): www.flickr.com/photos/luca_volpi/


Anteprima del Festival 24 maggio

“Trattato di sortilegi” di Oscar Hahn (Rayuela Edizioni) Hahn, ospite d’onore del Salone del Libro di Torino, dedicato quest’anno al Cile, presenta la sua prima antologia di poesie tradotte in italiano. ore 11.00 Università Cattolica del Sacro Cuore – Milano Il programma è già online su www.festivaletteraturamilano.it

1313


pennellate di parole Prova generale Aveva ingaggiato una compagnia teatrale perché mettesse in scena, sotto preciso copione, il suo funerale. Non avrebbe sopportato, dopo una vita terrena vissuta in armonia di nuance, di mise ad uopo per ogni occasione, di dimore in tinta dai pezzi d’antiquariato in perfetta alchimia con l’high-tech dominante, di presentarsi al mondo eterno con diverse credenziali. “Troppo poco” - aveva risposto secca, quando un paio delle amiche più intime le avevano suggerito di lasciare semplicemente delle istruzioni scritte, se davvero ne aveva profonda necessità. No, lei voleva sincerarsi da viva come si sarebbe vista da morta, e il suo stato di donna abbiente le permetteva quella messa in scena. Furono giorni intensi, frenetici: la scelta della chiesa per la funzione, l’agenzia funebre all’ultimo grido in fatto di opzioni mortuarie, le melodie di sottofondo da far suonare ad un quartetto d’archi per accompagnare l’estremo saluto. Modello, tessuto, colore dell’abito da indossare per il trapasso, richiesero più tempo di scelta rispetto a tutto al resto. Ad un fiorista distante 2000 chilometri, ma rinomatissimo per le sue estrose composizioni mortuarie, furono commissionati cuscini e corone. In ultimo, fu stabilita la velocità di crociera del corteo funebre, a cui tutti preventivamente avrebbero aderito per iscritto. Non era tanto l’idea della morte che l’ossessionava, ma come ci sarebbe arrivata. La prova generale fu un trionfo, la prima e l’ultima un’apoteosi.

14

Giovanna è nata a Firenze e residente a Montespertoli, dopo una partecipazione ad un antologia, ha intrapreso l’attività di scrittrice e recensore. Qui la conoscerete grazie alla capacità di interpretare a suo modo molti capolavori di varie correnti artistiche.


numero

72 Giovanna Vannini

John Singer Sargent, Madame X (M.me Pierre Gautreau), 1884 Olio su tela, Manhattan - Metropolitan Museum of Art

15


72

numero

Informazione letteraria

Casa Editrice Rupe Mutevole Federica Ferretti intervista l’ennesima autrice della collana “Echi da internet” L’eco Rosy… come e perché? Rosy in un giorno d’estate ascolta una vocina: è una bella ragazza bruna che le dice “Ho letto qualcosa di tuo, voglio leggere ancora” e la ragazza bruna legge tante poesie, si emoziona, si rivede in quelle parole e Rosy diventa il suo personaggio estivo. Poetessa e poi? E poi Rosy arriva in tutte le parti del mondo, su Net Parade viene votata, riceve messaggi da gente sconosciuta ed i suoi libri vengono spediti in Spagna, Germania e persino in America. Già, proprio dall’America Rosy riceve un assegno di 30 dollari. “Perché 30 dollari se il libro, comprese le spese postali, costa molto meno?” - viene risposto “Le poesie valgono molto di più”. Hai mai pensato di scrivere un racconto? Di racconti ne ho scritti già otto... Cosa racconteresti? Nei miei racconti ho parlato di storie reali… un po’ d’immaginazione, un po’ di fantasia... ma la trama è una storia reale. Uno dei racconti è di tipo fantasy: è piaciuto a tutti e poiché il finale lasciava un po’ tra

sogno e realtà, mi è stato suggerito di continuarlo. Lo sto facendo, un po’ a rilento perché scrivere un racconto non è come scrivere una poesia. Vivi nella rete ormai... Anche se non me ne rendessi conto, c’è sempre qualcuno che mi dice “Girovagando su internet ho visto una tua poesia, ho visto l’immagine del tuo libro Un volo nell’anima... puoi volare anche nella mia anima?”  ●

La poetessa Rosy D’Agostino ci commuove nella sua capacità di volare nell’anima, operazione letteraria “complessa” e che può riuscire solo a chi possiede il suo particolare “talento”. Così, Rosy attraversa l’etere in un batter d’ali poetiche, apprestandosi a conquistare anche il più scettico dei lettori. Le sue parole ci avvolgono; il loro senso ci permea… fino a che la nostra anima non volerà con le sue stessi ali. Per anni, Rosy ha accarezzato il sogno di volare, sfruttando tutta l’ispirazione di cui disponeva: al tempo stesso, ha approfittato in maniera davvero accorta, “giudi-


ziosa” a mio dire, delle enormi, pressoché infinite risorse offerte da una tecnologia ad ogni giorno più amica. Eppure, quando ha cercato di crescere, ha trasmesso sempre la sua volontà di istaurare un contatto umano, non si è mai lasciata abbindolare, sedurre da simbolismi esagerati, meccanici, inespressivi, vezzo di uomini ormai “cibernetici” quasi al cento per cento delle loro potenzialità espressive. Internet, una Rete sempre più vicina, è servita a Rosy per confrontarsi “pacificamente”, alla riscoperta di un universo emozionale smarrito, ingoiato, o meglio fagocitato dalla modernità. Il fluttuare dei suoi pensieri, sempre più raffinati, pur nella loro linearità espressiva, ci ha finalmente raggiunti e siamo lieti di essere riusciti a raccoglierne gli echi, ora immortalati nelle pagine di una specialissima, contemporanea Non Conventional Literature.

Autore: Rosy D’Agostino Titolo: Un volo nell’anima Editore: Rupe Mutevole Collana: Echi da internet Isbn: 9788865911150 Pagine: 72 Prezzo di copertina: € 10,00

Dalla prefazione di Federica Ferretti

www.rupemutevole.it

17


e r o t a t t e p s e io com “Bianca come il latte rossa come il sangue”: dall’inchiostro alla pellicola Recensione a cura di Indira Fassioni

I

l romanzo di Alessandro D’Avenia, Bianca come il latte rossa come il sangue, descrive come Leo, un sedicenne sognatore, veda la vita a due colori: il bianco, il vuoto, l’apatia, tensione e ansia che avvolgono la sua vita privandola di una via di fuga; il rosso, la passione, le sensazioni forti, l’amore vibrante, i capelli di Beatrice, la ragazza che gli fa battere il cuore. Leo non è in grado di cogliere le sfumature racchiuse fra i due estremi, ma imparerà presto a farlo, scoprendo che la sua musa in realtà soffre di una grave malattia che la porterà inevitabilmente alla morte. La decisione del ragazzo di accompagnarla lungo il percorso, aiutandola al limite delle sue possibilità, coincide con l’inconsapevole inizio di un viaggio che lo porterà a comprendere il valore della vita e degli affetti attraverso la morte, senza perdere la fede nella forza dei sogni che, pur non realizzandosi, non muoiono mai. Indispensabile è il ruolo di tutte le figure che ruotano intorno al giovane, dal nuovo supplente di italiano e latino, soprannominato “il sognatore”, agli amici, tra cui Silvia, da sempre innamorata di Leo, che rappresenta il suo cardine e la nuova speranza a cui lui approda grazie alla presa di consapevolezza scaturita dalla vicenda di Beatrice. Il libro è approdato questo mese nelle sale cinematografiche grazie all’omonimo film di Giacomo Campiotti. La pellicola, inizialmente pensata per un target adolescenziale, in realtà fa breccia anche in un pubblico più adulto, istigando riflessioni su tematiche di portata universale, quali l’amore, la vita, la morte e il plesso di conseguenze e rifrazioni che questi hanno all’interno della società contemporanea. Ma soprattutto l’importanza e il valore dei sogni, qualcosa che non ha età, ma spinge a credere fino alla fine. ●

18


numero

72

Indira Fassioni

IL LIBRO Autore: Alessandro D’Avenia Editori: Mondadori Anno: 2010 Pagine: 254 ISBN: 9788804595182 Prezzo di copertina: € 19,00

IL FILM Regia: Giacomo Campiotti Sceneggiatura: Fabio Bonifacci, Alessandro D’Avenia Cast: Luca Argentero, Filippo Scicchitano, Aurora Ruffino, Gaia Weiss Anno: 2013 Durata: 102 min Distribuzione: 01 Distribution

Amori Clandestini Autore: Italo Ghirigato Editore: Sovera Edizioni Pubblicazione: 2011 ISBN: 8866520055 ISBN 13: 9788866520054 Pagine: 144 € 12,00

19


20


Sono pazza?

72

numero

l’angolo della poesia

Pazza io? Solo perché ho la convinzione che i pazzi siano normali Solo perché credo nell’amore e nella famiglia Solo perché credo che siamo nati per vivere Solo perché piango per una poesia Solo perché sorrido per un ricordo Solo perché credo che il sorriso possa essere una buona medicina Solo perché credo nelle vere assurdità di questa vita Solo perché aiuto i burattini a ridere Allora sì, Sono pazza. Abbadia di Montepulciano, Anno 2010

MARY GRECO Faccio camminare presente e passato, di pari passo. Amo il mio passato ed i ricordi. Ciò che scrivo non è un gioco, è la mia VITA, con tutti i suoi protagonisti. Trovo ispirazione in ciò che mi circonda. Non vi chiedo di capirmi. Spesso non mi comprendo nemmeno io. Sono strana? Forse sono troppo simile a molti o troppo diversa. Sono decisa a non pentirmi mai di ciò che faccio. Lotto e difendo ciò che amo. Ne faccio un motto. Forse diventerò poeta, mamma mi ha visto scrivere alla luna. Realtà e fantasia dentro una sana e genuina follia. E’ il mio mondo. Osservo mentre i burattini si stan prendendo gioco di me, mi aggrego e li aiuto a ridere. Non ho altro da dire, Qualcosa tengo per me! http://marygrecopoeta.altervista.org/ https://www.facebook.com/MaryG.Poeta

Link Facebook: http://www.facebook.com/ascuolaconportamento Per acquistarlo: http://www.amazon.it/A-scuola-con-portamento-

21


Autore

l o o h c S h g i H r e w o T e g Oran

Cosa ti ha portato a scrivere? A tre anni avevo degli amici immaginari con i quali giocavo; alcuni erano buoni e altri cattivi. Iniziai a scrivere che avevo poco più di sette anni spinto dal desiderio di far diventare quegli amici i personaggi dei miei racconti. Quando hai deciso di scrivere il tuo primo libro?   L’anno scorso. Ho iniziato a scrivere “Orange Tower High School”, e come al solito l’ho fatto per me. Non pensavo potesse venire pubblicato. Ho sempre scritto racconti. Questa volta però mi sentivo di avere dentro, addirittura, la traccia per una trilogia. In fase di scrittura poi l’ho cambiata e arricchita di dettagli. Al centro della vicenda c’è Matt, dotato di poteri legati alla forze geomantiche della Terra e studente liceale. Intorno a lui si muove un manipolo di personaggi che ho modellato su amici e compagni di scuola. È stato facile trovare un Editore, ti sei affidato a un agente letterario? L’incontro con le Edizioni Il Ciliegio è stato quasi casuale. Durante il Salone del Libro di Torino mi sono presentato alla signora Mancini che mi ha invitato a mandarle alcuni file del mio libro.

22 22

Come nascono i tuoi libri? I miei libri prendono spunto dalle situazioni e dalle persone che conosco: il secchione, il bello della classe, il nerd ma anche da figure meno stereotipate. Mi piace fare incursione nelle vicende della Storia e saccheggiarne i vari accadimenti ai fini della mia storia. Come ti descriveresti?   Nato nel 1999 sotto il segno dell’Ariete, vivo tra la Liguria ed il Piemonte godendomi il mare d’estate e le nevicate d’inverno. Frequento la Terza media, studio ma non sono un “secchione”, ho tanti amici (molti immortalati nel mio libro), pratico il kung –fu e adoro la pizza con le patatine. Il tuo motto personale?   “Il massimo al minimo sforzo”. Vivi per…   Vivo per … troppo difficile da rispondere per un tredicenne! Troppo banale per un ottantenne! Perché dovrei acquistare la tua opera? Se sei un teenager ti piacerà, se sei un adulto … beh conoscerai pure un adolescente a cui regalarla! ●


72

numero

Lorenzo Robbiano

2323


Autore

Lorenzo Robbiano

Orange Tower High School Se pensate che la vostra scuola fosse terribile … aspettate di vedere questa! Matt crede di essere un ragazzo come tanti altri. Almeno finché la prof. Witchcraft e il preside Excantium non lo invitano a far parte della loro scuola di magia, l’Orange Tower High School. La vita all’Orange sembra entusiasmante ma qualcosa lo inquieta. Matt è diverso. Matt è un Signore Oscuro! Un mago dalle immense capacità e ciò lo rende bersaglio di individui tanto insidiosi quanto malvagi. Riuscirà Matt a tirare fuori i suoi compagni di scuola dalle terribili situazioni in cui si cacciano? Forse, se il ragazzo non perdesse il controllo di sé ogni volta che utilizza i suoi immani poteri.

estratto dal libro «Scusa, giovanotto», disse la moglie, «puoi riempirci la tanica d’acqua?». «Per il radiatore. Siamo rimasti a secco, sai…», specificò l’uomo. «Uh… certo, ma venite dentro», acconsentì Matt facendoli entrare. «Quanta ve ne serve?», chiese andando in cucina. «Oh, bastano pochi litri, giusto per arrivare dal meccanico più vicino», rispose il signore. «Avresti anche un po’ di caffè? Non vorrei che mio marito si addormentasse lungo la strada». Pochi minuti dopo Matt tornò in salotto con acqua e caffè. «Grazie caro!», ringraziò la signora, prendendo la tazzina che il ragazzo le stava porgendo. In quel preciso istante Matt avvertì un pizzicore alla mano. “Cos’è? Una scossa?”, pensò sedendosi. Avvenne però ancora qualcosa di insolito. Per un secondo gli occhi della vecchietta brillarono e diventarono simili a un ideogramma. Poi si girò sorridente verso il marito e disse: «Sì. È lui!».

Titolo: Orange Tower High School Autore: Lorenzo Robbiano Editore: Il Ciliegio Anno: 2012 - Pagine: 128 ISBN cartaceo: 9788897783350 - Prezzo di copertina: € 13,00

24


Don’t judge a book by its cover... ...leggilo su Book Extracts!

Il nuovo portale per i lettori curiosi che non si accontentano di scegliere un libro solo dalla copertina: scegli tra i titoli quelli che ti interessano, scarica gli estratti delle prime pagine e le sfogli dove e quando vuoi. E se il libro ti piace? Procedi all’acquisto!

Scoprilo sul web oppure scarica l’App per Android e iOS. www.bookextracts.it info@bookextracts.it - estratti@medeosrl.it


3 1 0 2 o n g 5 - 9 giu www.festivaletteraturamilano.it L’Associazione MilanoFestivaLetteratura presenta: Oltre 150 eventi di altissimo livello sparsi per la città , tra piazze e giardini, luoghi della cultura e locali del divertimento, caffetterie e cortili, teatri e biblioteche. Autori, editori, artisti e lettori per cinque giornate di cultura.

Organizzato da

Ideazione e Direzione Artistica: Milton FernĂ ndez Organizzazione: Cristiana Zamparo

26

Mediapartners

Istituzioni partner


Agire sulla realtà e trasformarla, anche in infima parte, è l’unica maniera di dimostrare che la realtà è trasformabile Eduardo Galeano

SOSTIENI IL FESTIVAL Se ti piace il nostro progetto e vuoi sostenerci in questa seconda edizione, saremo lieti di ricevere il tuo libero contributo e di inserirti nell’elenco dei SOSTENITORI che pubblicheremo sul sito. Fai la tua donazione con paypal o carta di credito oppure tramite bonifico bancario a: Milanofestivaletteratura Banca Popolare di Milano IBAN: IT 10Z05584 01702 000000001187 causale: sostegno Per info: www.festivaletteraturamilano.it/sostieni-il-festival

27


I nostri eventi per

! e g a l l o c l i a Tocc

ROBERT MOTHERWELL: I PRIMI COLLAGE Peggy Guggenheim Collection Venezia Dal 26 maggio all’8 settembre 2013 Una mostra interamente dedicata ai papiers collés di Robert Motherwell (1915-1991), e a opere su carta a essi legate, realizzate nel decennio tra il ‘41 e il ’51. Con una cinquantina di lavori, l’esposizione è anche un omaggio a Peggy Guggenheim, tra i primi mecenati dell’artista, che fu tra i massimi interpreti dell’Espressionismo astratto americano. Grazie al suo incoraggiamento Motherwell descrive la scoperta della tecnica del papier collé come “la più grande tra le nostre scoperte [artistiche]”. Tagliando, strappando e stendendo strati di carta incollata, Motherwell porta in scena il tumulto e la violenza del mondo moderno, facendosi nuovo e originale portavoce dell’arte americana del secondo dopoguerra. Un catalogo riccamente illustrato offrirà un nuovo studio sulla tecnica utilizzata da Motherwell. Per informazioni: www.guggenheim-venice.it

28


numero

i vostri 5 sensi 72 Guarda il festival! BELLARIA FILM FESTIVAL 2013 Bellaria Dal 30 maggio al 2 giugno 2013 Nato nel 1983 su iniziativa dell’Azienda di soggiorno di Bellaria Igea Marina, il Festival si è caratterizzato per l’attenzione verso il cinema indipendente, povero di mezzi e ricco di idee, fucina di nuovi talenti della cinematografia. Sotto la direzione di Morando Morandini, decano della critica e padre fondatore della manifestazione, e degli altri intellettuali che lo hanno affiancato nel corso degli anni (Gianni Volpi, Enrico Ghezzi, Roberto Silvestri, Antonio Costa, Daniele Segre), il BFF ha accresciuto e consolidato il proprio ruolo diventando una delle più autorevoli manifestazioni cinematografiche italiane, contribuendo a far conoscere e lanciare registi come Silvio Soldini, Daniele Segre, Ciprì e Maresco, Roberta Torre e tanti altri. Fin dalla nascita il Festival si è assunto il compito di ricercare e scoprire i nuovi talenti del cinema italiano, rivolgendosi in particolare a quei nuovi autori non sorretti dai mezzi finanziari delle grandi case di produzione. Negli ultimi anni, infine, pur mantenendo un forte legame con il cinema, il Festival è andato sempre più concentrandosi sui film documentari sia italiani che stranieri. Dal 2011 la direzione artistica è affidata a Fabio Toncelli. Per informazioni: www.bellariafilmfestival.org

29


I nostri eventi per

! a g n a m l i Gusta

200 ANNI DI ARTE MANGA Milano Manga Festival Rotonda della Besana – WOW Spazio Fumetto Milano Fino al 21 luglio 2013 L’esposizione, curata da Isao Shimizu, riunisce per la prima volta quasi 500 tavole, tra originali e copie, di oltre 350 artisti. Si ripercorrerà lo sviluppo di quest’arte, divenuta una delle più rappresentative della cultura giapponese contemporanea, negli ultimi due secoli. Il percorso parte dal cosiddetto “Manga di Hokusai”, che risale al 1814: si tratta di un’opera formata da 15 volumi in cui compaiono oltre quattromila personaggi e a cui si deve la diffusione del termine ‘manga’. Segue un percorso cronologico suddiviso in sei tappe: il DNA del Manga, dall’adulto al bambino, il Dio del Manga (Tezuka Osamu), l’età delle riviste, l’età dell’oro, la svolta multimediale. I dôjinshi invece, i manga ‘indipendenti’, saranno protagonisti dal 15 maggio al 15 giugno allo WOW Spazio Fumetto (ingresso gratuito), insieme a corsi, workshop, incontri con gli autori e conferenze con esperti provenienti dal Giappone e italiani. Per informazioni: www.milanomangafestival.it

30


numero

i vostri 5 sensi 72 ! a c i s u m e Senti ch

FIERA INTERNAZIONALE DELLA MUSICA Ippodromo dei Fiori Villanova d’Albenga (SV) 25 e 26 maggio 2013 Il FIM è la più grossa Fiera della Musica presente in Italia e raccoglierà all’interno dei quasi 200.000 mq dell’Ippodromo dei Fiori di Villanova d’Albenga non solo eventi, fiere, seminari e master class, ma anche concorsi, iniziative sociali ed esposizioni. Fiore all’occhiello della manifestazione non potevano che essere i grandi nomi della musica italiana e internazionale come Niccolò Fabi – in concerto assieme a Gnu Quartet e Fabio Rondanini. Ci saranno gli Statuto, Marco Ferradini ma anche Loredana Errore e Roberta Bonanno dalla scuderia di Amici. Per gli amanti del brivido ci sarà Claudio Simonetti, musicista dei Goblin, ma anche la musica sinfonica dell’orchestra di Sanremo.

Per informazioni: www.fimfiera.it

31


numero

I nostri eventi! 72 ! à t r e b li la a s u Ann DESIRE DOR FREEDOM - Arte in Europa dal 1945 Palazzo Reale Milano Fino al 2 giugno 2013 Una grande mostra collettiva che affronta l’idea di Libertà in Europa dal dopoguerra in avanti, attraverso il pensiero e le opere di 94 artisti contemporanei provenienti da 27 paesi europei. La mostra, a cura di Monika Flacke, Henry Meyric Hughes e Ulrike Schmiegelt, è promossa in Italia dal Comune di Milano – Cultura, Moda, Design e prodotta da Palazzo Reale, dal Deutsches Historisches Museum di Berlino e da 24 ORE Cultura – Gruppo 24 Ore. Realizzato su iniziativa del Consiglio d’Europa e con il sostegno finanziario della Commissione Europea (programma «Cultura» 2007-2013), il progetto è frutto della collaborazione internazionale di 36 Paesi membri del Consiglio stesso che hanno coinvolto artisti, studiosi, curatori, musei, gallerie e importanti collezionisti privati. Partner, insieme al DHM di Berlino e a Palazzo Reale di Milano, sarà l’Eesti Kunstimuuseum – Kumu Kunstimuuseum di Tallinn, dove la mostra approderà dopo la tappa italiana. Per informazioni: www.desireforfreedom.it

32


“Festival Letteratura Milano 2012” Foto di: Luca Volpi (Goldmund100): www.flickr.com/photos/luca_volpi/

Io come Autore

34

ERRATA CORRIGE PER IL NUMERO 71: L’editore del libro “Petali di parole” di Isabella Verduci è Laura Capone Editore (Io Come Autore 71, pag. 3)


numero

72

Io Come Autore È una rivista di Ebookservice Srl Redazione-Amministrazione Direttore Responsabile: Giorgio Ginelli Responsabile Approfondimenti: Daniela Villa Grafica: Daniele Vimborsati Art Director: L@simo Via Po, 44 - 20010 Pregnana Milanese Tel. 02/93590424 - Fax 02/93595614 redazione@iocome.it Ufficio Pubblicità: Tel 02/93590424 - Fax 02/93595614 commerciale@iocome.it Si ringrazia per la collaborazione: Stefano Amato Indira Fassioni Milton Fernàndez Federica Ferretti Giorgio Ginelli Eleonora Gramigna Mary Greco Lorenzo Rubbiano Antonio Sofia Giovanna Vannini Luca Volpi

Avvertenza Ebookservice Srl non si assume la responsabilità sul con-

tenuto degli articoli che resta a carico degli autori, i quali lo inviano a titolo gratuito senza ricevere alcuna ricompensa in merito. In caso di pubblicazioni parziali del testo, resta l’impegno della Redazione di non modificare i dati o distorcerne il significato. Ebookservice Srl sarà libera di non pubblicare testi in contrasto con le leggi italiane vigenti.

Copyright

Tutti i diritti di proprietà intellettuali relativi ai contributi inviati alla Redazione (testi e immagini); sono soggetti al copyright dei rispettivi autori e delle Case Editrici che ne detengono i diritti. Testi e fotografie non saranno restituiti.

www.iocome.it

35

Io Come Autore  

Rivista dedicata agli autori

Io Come Autore  

Rivista dedicata agli autori

Advertisement