Page 10

o c i s s a l c o z n a il rom Pamela o la virtù ricompensata “Che il cervello infranga le barriere e quello che il cervello può infrangere, l’amore lo potrà scavalcare”. La prima volta che m’imbattei in “Pamela o la virtù ricompensata” fu durante la visione di una delle fiction più famose del panorama televisivo italiano “Elisa di Rivombrosa”. Compariva tra i titoli d’apertura e, nella seconda serie, in una scena il romanzo viene addirittura regalato a una delle protagoniste. Fu questo l’input che mi fece accostare a “Pamela”: aspettative e curiosità che non vennero assolutamente deluse. Scritto nel 1740 e uscito anonimo in due volumetti nel novembre dello stesso anno, questo è un romanzo epistolare, genere piuttosto diffuso in Francia all’epoca. L’opera di Richardson, però, possedeva quel qualcosa in più da porre addirittura le basi per la diffusione del romanzo epistolare inglese dell’epoca sino ai nostri giorni. Richardson è riuscito, grazie a questo espediente, a scavare agevolmente nella psicologia dei personaggi mettendo a nudo le giravolte dei pensieri: i sentimenti, le contraddizioni, i dubbi. L’autore tratta temi come l’abuso del potere e il modo giusto di resistere a esso. Non aveva pretese artistiche, in compenso conosceva benissimo i suoi potenziali lettori e non esagero a definire “Pamela” come la prima “telenovela” di ogni tempo. Il libro fu accolto da alcuni come un

10

Linda Bertasi vive nella provincia di Ferrara. Appassionata di storia e letteratura, pubblica il suo primo romanzo “Destino di un amore” nel 2010 a cui fa seguito “ Il rifugio” nel 2011 che le è valso il secondo premio al XXIII premio letterario Valle Senio 2012. Per conoscerla meglio www.lindabertasi.it

Io Come Autore  

Rivista dedicata agli autori

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you