Page 1

INVISIBILE n.1 ottobre 09 - Mensile Autorizzazione Segreteria di Stato per gli Affari Interni Prot. n.1603/75/2009 Copia depositata presso il Tribunale della Repubblica di San Marino

1

FREE PRESS

Osti-nati Vieni, mangia, accomodati Sulla strada per Skopje

INVISIBILE


DUE CARTELLONI PER DUE TEATRI

2009-2010

Teatro Nuovo • Teatro Titano Repubblica di San Marino Segreteria di Stato per l’Istruzione e la Cultura l’Università e Politiche Giovanili Ufficio Attività Sociali e Culturali

20 SPETTACOLI dal 5 novembre 2009 al 10 aprile 2010

BIGLIETTERIA TEATRO TITANO Piazza Sant’Agata – 47890 San Marino tel. 0549 88 24 16

BIGLIETTERIA TEATRO NUOVO Piazza M. Tini, 7 - Dogana tel. 0549 88 55 15

CARTELLONE TEATRO NUOVO

CARTELLONE TEATRO TITANO

Inizio spettacoli ore 21.15

mercoledì 2 dicembre Paolo Poli in SILLABARI mercoledì 9 dicembre UN ISPETTORE IN CASA BIRLING con Paolo Ferrari e Andrea Giordana giovedì 7 gennaio CENERENTOLA con Roberta Lanfranchi e Antonio Cupo giovedì 14 gennaio MOLTO RUMORE PER NULLA con Lorenzo Lavia, Giorgia Salari

mercoledì 3 febbraio INFERNO (I viaggi dell’anima) una creazione di Emiliano Pellisari sabato 20 febbraio Lella Costa in RAGAZZE Nelle lande scoperchiate del fuori martedì 2 marzo PASSAGGIO IN INDIA con Giulia Lazzarini, Sandro Lombardi sabato 20 marzo Igudesman & Joo in A LITTLE NIGHTMARE MUSIC con l’Orchestra Sinfonica della Repubblica di San Marino domenica 28 marzo José Limón Dance Foundation Inc. LIMÓN DANCE COMPANY

informazioni UFFICIO ATTIVITÀ SOCIALI E CULTURALI tel. 0549 88 24 52 - 57 mail: info.uasc@pa.sm

domenica 17 gennaio Fabrizio Raggi e Roberto Fornara in L'INFERNO IN TESTA E IL PARADISO NEL CUORE sabato 30 gennaio Ivano Marescotti in DANTE UN PATACA recital giovedì11 febbraio Ennio Marchetto in A QUALCUNO PIACE CARTA di Ennio Marchetto e Sosthen Hennekam

domenica 7 marzo Elisa Manzaroli in L’OCCASIONE D’ORO venerdì 12 marzo Antonio Rezza in IO mercoledì 31 marzo Compagnia Titanz APPLE sabato 10 aprile Masdevallia Tigerkiss FAKE_ON _BACH

martedì 16 febbraio Le Barnøs PUÒ CONTENERE TRACCE DI SEDANO

CAMPAGNA ABBONAMENTI da sabato 10 ottobre ACQUISTO ABBONAMENTI • Per entrambi i cartelloni (Teatro Nuovo - Teatro Titano) ESCLUSIVAMENTE presso la biglietteria del Teatro Nuovo di Dogana dalle ore 16.30 alle ore 20.30 oppure • On line sul sito www.sanmarinoteatro.sm • Telefonicamente con addebito su carta di credito

negli orari della biglietteria Vendita biglietti on line a partire da lunedì 2 novembre

www.sanmarinoteatro.sm

08617 | photo: Amati-Bacciardi

giovedì 19 novembre Massimo Lopez in CIAO FRANKIE One man show Tributo a Frank Sinatra

Inizio spettacoli ore 21.15

sabato 23 gennaio CANDIDO Viaggio tragicomico nel migliore dei mondi possibili con Enrico Campanati, Pietro Fabbri

www.studioag.sm

giovedì 5 novembre Roberto Herlitzka in ELISABETTA II


IN-

+

DIRETTORE RESPONSABILE Andrea Lisi EDITORE Opificio Visivo di Andrea Lisi via consiglio dei 60, 153 Dogana - RSM UFFICIO CENTRALE Andrea Lisi (andrea.lisi@invisibilemag.com) Michele Ceccarelli (michele.ceccarelli@invisibilemag. com) REDAZIONE Carlotta Frenquellucci Andrea Rinaldi (redazione@invisibilemag.com) STAMPA La Pieve Poligrafica Editore Villa Verucchio Hanno collaborato in questo numero: SIMONE BRUSCIA, FRANCESCA FABBRI, MIRIAM FUSCONI, MARCO MISSIROLI, LIBRERIA PUNTO EINAUDI

Gli inserzionisti sono responsabili delle immagini e dei marchi pubblicati

Foto in copertina: Andrea Lisi

Mi chiedo spesso cosa renda questa città così appetibile per il turismo… Cosa spinga le persone a percorrere chilometri e chilometri per visitare le nostre spiagge o l’entroterra. Il turista che viene “da noi”, che spende cinque euro per un lettino, quello che sotto quaranta gradi estivi passeggia per i piccoli negozi arroccati nel centro storico di San marino, come fa a esserne attratto? Come fa a esserne appagato? Sarà un discorso economico? Dicono che Rimini e provincia siano mete meno care rispetto alle altre località, forse sarà un discorso economico, sai, la crisi, il PIL… Esco a farmi una birra che non ne posso più, impagino da giorni e ho bisogno di una boccata d’aria. Potrei andare a Cattolica da Guido, all’ “Osteria della Miseria”, quella luce soffusa potrebbe far bene alla mia mente affaticata, oppure mi faccio una passeggiata in centro… L’ultima volta che ho preso una birra in “pescheria” chi incontro? Quel simpaticone di “Bubana”, fumava e raccontava di una Rimini passata quando ancora la gente andava nelle osterie per fare baldoria e non per degustare prodotti ricercati, serviti da camerieri in divisa e fazzoletto bianco sull’avambraccio. In effetti ha ragione, evidentemente una volta la qualità di un locale era misurata dall’accoglienza. Entravi in un locale ed eri a casa tua: un bicchiere da osteria colmo di sangiovese e le ore passavano. Certo che questa era vera e propria ospitalità. Ospitalità: “Atto di accogliere nella propria casa, città, paese una persona che normalmente non vi vive. Emile Benveniste nel suo Dizionario delle istituzioni indoeuropee prendendo in considerazione l’etimologia e la storia della parola ospite, giunse alla conclusione che la nozione di ospitalità si basa sull’idea che un uomo è legato ad un altro dall’obbligo di compensare una certa prestazione di cui è stato beneficiario.” Maledizione, vorrei uscire invece questo dubbio mi assilla, neanche Wikipedia sa darmi una risposta… Vorrei sapere perchè una persona rimane attratta dalla nostra città, cosa la rendeva e la rende tutt’ora ospitale. Che fame, l’anno scorso al ristorante Righi ho mangiato veramente bene, poi Piergiovanni mi ha intrattenuto con i suoi racconti di una vita passata a ricercare nuovi sapori dalla cucina tradizionale. Il telefono! Dove cavolo lo avrò messo! Continua a suonare e non lo trovo. Pronto. «Ciao Marco!» (Scozzaro, l’autore delle foto dei salvataggi) «Ahah, ma che foto hai fatto a Skopje?!» «Vedrò di inserirle nel prossimo numero di IN-VISIBILE». Adesso che ci penso Marco Missiroli potrebbe chiarirmi questo concetto di ospitalità che non riesco a capire… Provo a chiamarlo. Non risponde. Gli manderò una mail. Basta spengo tutto. Spero che questo numero possa farvi chiarezza sulla parola “ospite”.


Osti-nati.

La storia delle osterie attraverso le voci degli osti più celebri Testi raccolti da Carlotta Frenquellucci Foto: Andrea Lisi

Finita la sbornia della movida estiva, gli abitanti di Rimini e dintorni lasciano piano piano i locali sul mare e con l’arrivo del freddo autunnale si apprestano a ripopolare i centri cittadini, rifluendo nelle cantinette e nelle osterie che, con i loro avventori, contribuiscono ad animare la notte. Ma qual è la storia di quello che rappresenta un importante tassello dell’ospitalità romagnola? «Un tempo tutto ruotava intorno alla vecchia cantina Antinori - spiega Claudio Carlini - , dove si veniva

a bere un bicchiere di Orvieto al mattino, magari accompagnato da un pezzo di pane burro e alici. Era un posto unico, ci venivano tutti, anche i senatori di Rimini e da quanto era pieno vedevi il bicchiere che ti passava sopra la testa, di mano in mano, per arrivare a quelli che stavano di fuori». «Quando ha chiuso - chiosa - mi è caduto il mondo addosso, ho visto che segavano il bancone in due e non ci potevo credere, quante persone avevano consumato i gomiti là sopra…».

Cosa è cambiato da allora? Proviamo a ricostruire un pezzo della storia delle osterie con i protagonisti di quel mondo, gli osti. A loro abbiamo chiesto di raccontarci com’era la vita di osteria da clienti e com’è ora, da gestori.


GUIDO IOSA 57 anni Padrone di casa perfetto, cordiale e spontaneo, Guido Iosa è il titolare dell’Osteria della Miseria a Gabicce. In bella mostra, all’ingresso, il decalogo dell’oste ad avvertire come qui sia il vino a recitare il ruolo di protagonista: acqua e distillati sono appena tollerati mentre ogni altra bevanda è completamente bandita. Guido incarna la scuola degli osti bolognesi (è da lì che proviene) e ha portato la tradizione emiliana in un angolo sperduto del parco San Bartolo di Gabicce.

«Vengo da Bologna, durante l’Università ho gestito l’Osteria delle Dame dal ‘76 all’ ‘86. Sono capitato a Rimini per un concorso notarile e ci sono rimasto per caso. Un’ amica aveva un locale sfitto che nel ‘93 ho trasformato nell’Osteria della Miseria». «Stando a Bologna, patria delle osterie d’Italia, avevo acquisito esperienza. Ho avuto la fortuna di conoscere il lavoro di Luciano Spalatore, titolare della celebre Osteria del Sole che vanta natali settecen-

teschi e ha mantenuto il suo menù purista a base di vino e derivati; Mario Mengoli dell’Osteria da Mario di via San Felice dove servivano solo salumi e formaggi. Oggi i più richiesti sono i soft drink, una volta non c’erano tanti miscelati, ma solo vino e cibo semplice». «A Bologna a frequentare l’osteria erano personaggi in voga: Guccini, Dalla, Bergonzoni, Gigi e Andrea... ». «Oggi il concetto di osteria è molto diverso: la cucina propone un menù, una grande varietà di piatti e di

etichette di vino. Ciò che rimane è la possibilità di fermarsi soltanto per bere, senza necessariamente consumare la cena o il pranzo». «Dati poi i cambiamenti legislativi inerenti i limiti alcolici (che una volta non esistevano) sto proponendo lo Stappa e ritappa: una volta acquistata la bottiglia, chi non la finisce se la può portare a casa».

05


ROBERTO FILIPPI, in arte BUBANA 51 anni Bubana, che ha fatto del suo profetico soprannome un mestiere (bubéna in dialetto romagnolo significa “baldoria”), è stato, insieme a Claudio Carlini, artefice della rifioritura del centro storico tanto da essere aditati nel ‘98 come esempio dalla rivista “Dove”. Dopo la Taverna Bubana, che ha dato il via al proliferare di cantinette nella Vecchia Pescheria, ha aperto due ristoranti di pesce al mare e un pub in via Marecchiese alta: un ristorante è ora gestito dal fratello mentre gli altri due locali sono stati chiusi. Ora, stanco dei problemi burocratici di gestione, porta le sue sarde e la sua esperienza a Roma, nel quartiere di San Lorenzo, dove sta per aprire con alcuni ex soci il fast food all’italiana “Pesce fritto e baccalà”.

«Negli anni ‘70 c’erano Otello, in piazzetta Carlo Zavagli, “I Reduci” all’angolo fra via Bonsi e via Cairoli, la cantinetta Antinori, ma non c’era la vita notturna che c’è oggi. Si beveva il vino alla damigiana, il sangiovese con le brustoline o lo zibibbo con la ciambella. Un oste storico era Nullo, il babbo di Daniele che ora gestisce coi figli “La Brezza” in piazzetta San Martino. E poi c’erano Osvaldo dell’ “Osteria Montecavallo” e Gambon». «La gente andava in osteria a bere

06

un bicchiere di vino la mattina o a pranzo, non esisteva l’happy hour, si mangiava quel che c’era: le sarde, le tartine coi fegatelli, le sementine, la trippa. Da Pitrèt (Pietro) a Santarcangelo si andava il pomeriggio e si mangiava solo quando l’oste si svegliava. Da Otello c’era un gruppo che, dopo aver bevuto, cantava le opere: La traviata, Il Nabucco... ». «Nel ‘98 io e Claudione (nda: Claudio Carlini, titolare dell’ “Osteria della Piazzetta”) abbiamo aperto due locali nella vecchia pescheria. Io ho

mantenuto la vecchia impronta da taverna: vino, pesce fritto, fagioli e cotiche, noccioline. Sono stati begli anni, era pieno di gente. Poi, sulla nostra scia, hanno cominciato ad aprire tutte le altre cantinette». «Oggi ci sono più che altro wine bar, è aumentata la qualità ma è diminuita l’accoglienza, non c’è più la clientela di una volta, la gente è sempre più esigente e sempre meno alla mano».


CLAUDIO CARLINI 54 anni Claudio Carlini, storico ristoratore riminese, ha aperto nel ‘97 l’Osteria della Piazzetta in vicolo Pescheria, nella piazzetta che tutti a Rimini chiamano “delle poveracce”, cioè delle vongole. Da questa denominazione è nata a Carlini l’idea di trasformare questo angolino di centro in un pezzo di borgo marittimo: da dieci anni ogni fine agosto la “Festa delle cozze” porta reti e galleggianti come festoni e ottocento chili di mitili che vengono puliti e cotti in brodetto per essere offerti ai passanti con un bicchiere di vino bianco e un po’ di musica in sottofondo. Dopo l’Osteria della Piazzetta, Carlini ha acquisito l’Osteria del Vizio, un ex stallaggio del bestiame in via Circonvallazione Meridionale.

«Negli anni ‘70 le osterie riminesi seguivano l’ondata di quelle universitarie bolognesi, di taverne aperte ce n’erano ben poche. Gli osti più celebri erano Otello, Giolitto Tacito, Silvano della Antinori. L’aperitivo non esisteva. Si imparava a bere il vino in osteria la mattina quando si “puffava” la scuola o a mezzogiorno. La Cantinetta Antinori, una delle più celebri a quei tempi, aveva l’Orvieto, il Barolo, il Nebbiolo, il Sangiovese, niente di più. Quando la Vecchia Pescheria era ancora il centro alimen-

tare di Rimini, dove si alternavano le botteghe di pesce, porchetta e formaggi, c’era un’osteria al posto dell’attuale forno “Pasini” che si chiamava “Forza e coraggio”: forza per intrè, curàz per magnè, perchè l’oste non badava troppo al sottile, le proposte erano trippa, fagioli e quel che c’era. Dove ho costruito l’Osteria del vizio, una volta c’era lo stallaggio del bestiame e di fianco un’osteria dove la gente che arrivava dall’entroterra si fermava a mangiare i formaggi e a bere il vino».

«Dopo quegli anni c’è stato almeno un decennio di stasi poi nel ‘97 mi è venuta l’idea di riaprire l’Osteria della Piazzetta. Poco dopo ha aperto anche Bubana». «Oggi la piazzetta è una moda, è il centro della movida, non rispecchia il costume passato. Le osterie sono munite di cucina, i piatti sono cambiati perché la fascia giovanile è restia alla tradizione. Purtroppo per le nuove generazioni, non posso più proporre la trippa, ma le tagliatelle, la carne sì, qualcosa rimane».

07


PIERGIOVANNI RIGHI 75 anni, da due mesi in pseudo-pensione Piergiovanni Righi è un arzillo settantacinquenne che ha dettato storia nella ristorazione sammarinese. Il suo è il classico iter di italiano doc: emigrato in America per cercar fortuna, ha poi ereditato dallo zio, nel 1963, l’osteria di famiglia, la Taverna del Pianello, così chiamata dal nome del piccolo piazzale (piano) su cui si affaccia. Grazie alla disponibilità di Piergiovanni e alla cucina di secolare tradizione di mamma Maria la taverna è andata incontro ad un trentennale successo e si è trasformata, per andare incontro alle esigenze della clientela, in un ristorante premiato con una Stella Michelin.

«Ho iniziato a lavorare in osteria a 15 anni sotto un mio zio mentre i miei genitori erano in America. Sono stato anch’io poi qualche anno in America e al ritorno, nel ‘63, ho preso in gestione l’osteria con mio fratello Rodolfo e mia moglie. In cucina ci stava mia mamma, la Maria, che si inventava i piatti con i prodotti nostrani: è rimasto famoso il pollo ciucco, col vino rosso e la cipolla. Faceva zuppe e minestre che non conoscevano neanche a Rimini, come i quadrucci con le rigaglie nere». «Anche mio padre Sanzio era bravo a cucinare, ma si dilettava solo per

08

la famiglia. Alle donne che venivano dalla campagna controllava le mani: le prendeva a lavorare solo se avevano le mani calde perché il tepore dà una migliore lievitazione alla pasta fatta in casa e amalgama l’uovo con la farina». «Abbiamo accolto moltissimi personaggi celebri: Enzo Ferrari, Piero Angela, Vittorio Gassman, Antonio Cabrini, Fabrizio Del Noce, Luciano Pavarotti, Fabio Fazio... ». «Una volta i clienti si gestivano meglio, era più facile accontentarli perché non si preoccupavano della dieta, dei grassi. Non c’era bisogno di grandi professionisti in cucina,

c’erano le donne di campagna a cui erano sufficienti 4 o 5 mesi di tirocinio per imparare». «Oggi ci siamo dovuti adeguare alle richieste dei clienti. Mio figlio Roberto, che ha ereditato l’attività, ha deciso il restyling del ristorante: al piano inferiore vive ancora l’osteria di antica memoria dove serviamo cibo semplice alla vecchia maniera: lasagne, tortellini, piada e affettati, lo stracotto e il guanciale; al piano superiore invece c’è la sala ristorante dove lo chef sforna creazioni più recenti ed accurate».


Il modo piĂš semplice di creare accessori moda unici e personalizzati.

- pietre dure - perle in vetro - perle Swarowski - perle naturali e sintetiche - minuteria metallica / argento 925 - manuali e kit

Grazie all'ampia scelta di pietre dure, perle e tutto ciò che serve per la realizzazione di Bijoux, Artemia offre a tutti l’opportunità di creare, secondo il proprio gusto, accessori moda unici e personalizzati. Nel negozio si possono trovare collane, orecchini, anelli, bracciali, portachiavi da acquistare o da cui trarre ispirazione per le proprie creazioni. Antonella e Stefania sono sempre pronte a fornire utili consigli per aiutare a ideare i

propri accessori, magari in pendant con il vestito appena acquistato. Per tutti quelli che desiderano realizzare con le proprie mani splendidi gioielli e non solo, Artemia organizza corsi serali. Oltre alla vendita al dettaglio presso il negozio a San Marino, puoi visitare comodamente da casa il nostro sito

www.artemiasanmarino.com


Marco Missiroli, nato a Rimini nel 1981, attualmente vive e lavora a Milano. Il suo romanzo d’esordio, Senza coda (Fanucci, 2005), ha ricevuto nel 2006 il Premio Campiello Opera prima. Nel 2007 ha pubblicato con Guanda il romanzo Il buio addosso (premio Insula romana 2008). Due anni dopo è uscito il suo terzo romanzo, Bianco (Guanda).

Vieni, mangia, accomodati. di Marco Missiroli A dirla tutta questa storia dell’ospite non mi è proprio andata giù. Non c’è da chiedersi il perché, soltanto come mai me ne sono accorto così tardi. Ho aperto gli occhi un giorno di maggio quando alla porta di casa sentii bisbigliare e trovai il mio coinquilino che mi disse questo è mio padre. Dietro di lui rimaneva mezza nascosta una faccia scura che rideva e alzava la mano frullandola in aria per salutare. E dietro questa faccia scura ce n’era un’altra sorridente come una madonna, il viso paffuto e una sporta alle mani con dentro due salami e una provola grande quanto una pagnotta, questa è mia madre. Fissai il mio coinquilino che rimaneva in punta di piedi, una ballerina pronta a farsi una piroetta, e l’unica cosa che disse fu è solo per tre giorni, figurati, è stata una sorpresa non lo sapevo neanche io. La casa si riempì dell’odore di provola, in mezz’ora entrò anche nei cassetti. Poi venne l’ora del primo salame e del secondo, tappai le fessure della porta di camera con degli stracci. Non servì, a sera le mosche entrarono dalle finestre e cominciarono a banchettare. In quel ronzio passò il padre, si stese sul divano del salotto e cominciò a dormire, e la

10

madre anche nel letto del mio coinquilino e il mio coinquilino bussò in camera mia alle dieci, posso usare l’angolo del letto? Vieni vieni, così alle undici dormivano tutti, il padre, la madre e il figlio con quei nasi da formichieri che aspiravano l’aria di salame e fischiavano come trombe. E io lì mi alzai, camminai in cucina e vidi che nel frigo non c’era più spazio, nella dispensa anche, tutto era stato riempito con la madre nei giorni dopo che diceva mangia qualcosa, sei magrino e altone, mangia che devi farti i muscoli. Mangia un cazzo, i muscoli fatteli te, mi mangiai solo la mia lingua e sorrisi alla signora che allungava una tocco di provola e una fetta di formaggio. Andai in bagno ma mi bloccai, il padre alzava le ciglia davanti allo specchio, disse vieni che ti faccio vedere come ci si fa la barba. E mi prese per un braccio, rideva e cominciò a spargersi di schiuma e come rideva con la sua boccaccia storta, chiamò il figlio e insieme si fecero questa barba mentre l’uomo diceva che bello riabbracciarsi e vivere il tuo mondo, che bello figliolo. Il mio coinquilino teneva la testa china ogni volta che mi incontrava in corridoio, biascicava soltanto altri

due giorni e se ne vanno. Ne passarono 23 e ancora erano lì, e così fu per altri 10 finché il padre mi disse, ci sono stati dei problemi nel paese giù da noi, spero non ti dispiacciamo come famiglia per un po’. Poi disse io e mia moglie ti amiamo già, sei la seconda creatura che non abbiamo mai avuto, vieni qua fatti abbracciare. Così quella sera festeggiarono e io pure con loro, risi e presi la madre sottobraccio e il padre anche, il mio inquilino scattava le fotografie e a un certo punto il padre ha tirato fuori una bottiglia di prosecco e ha detto brindiamo alla nostra nuova famiglia, e tutti ci siamo abbracciati e abbiamo bevuto, alla nostra nuova famiglia! Poi la madre, il padre e il mio inquilino sono andati a letto. Li ho sentiti fischiare con i loro nasi da formichieri quasi subito, uno pareva la tromba della fanteria l’altro quella della cavalleria. Allora ho chiuso le finestre, una per una, e la porta del bagno pure. Sono andato ai fornelli, ed è bastato un giro di polso per tutte e quattro le manopole. Sono uscito di casa e quel sibilo silenzioso d’aria malsana risolse la questione.


GIOVEDÌ 1 Il gruppo “DYNAMIC DUO”, formato da Sam Gambarini all’organo Hammond ed Alessandro Pivi alla batteria propone un repertorio in sintonia con la tradizione dell’ Hammond. Tradizione che è nata e si è sviluppata a partire dalla metà degli anni ’50 ad opera di organisti jazz del calibro di Jimmy Smith, Jack Mc Duff, Melvine Rhyine e John Patton. Il duo eseguirà brani scritti da Jimmy Smith, Wes Montgomery, Grant Green assieme a standards classici della tradizione mainstream jazz.

GIOVEDÌ 8 “Salumi, Risotto, Formaggi & Champagne” (degustazione) Posti limtati. Info: ariel@ristorantelagrotta.com

GIOVEDÌ 15 MASSIMILIANO ROCCHETTA TRIO-PLAY MORRICONE OMAGGIO ALLE MUSICHE DI ENNIO MORRICONE La formazione si basa sul classico trio jazz formato da pianoforte, contrabbasso e batteria, che elabora e personalizza il progetto già sperimentato con successo dal pianista romano Enrico Pieranunzi. L’ idea così, rende omaggio sia al Maestro Morricone, con alcuni dei suoi temi tratti da vari films (dal 1969 al 1996), riletti e plasmati in chiave jazz, sia al Maestro Pieranunzi, di cui il trio esegue alcune delle songs tratte dai suoi due dischi “Play Morricone” e “Play Morricone 2”.


Sulla strada per Skopje.

I talenti del Titano e Marco Scozzaro alla Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo di Andrea Rinaldi Foto: Marco Scozzaro (Neuroni Mirror)

D

anzare in punta di piedi oscillando tra musica barocca e sintetica. Osservare un edificio storico con un cannocchiale. Fotografare il conformismo. Due giovani creative della Repubblica di San Marino e il fotografo professionista di IN-VISIBILE lo scorso settembre hanno portato la loro arte alla quattordicesima Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo, in programma a Skopje: una manifestazione che ha visto affluire nella capitale della Macedonia più di settecento artisti provenienti da

12

quarantatre Paesi diversi. A rappresentare la Repubblica del Titano Martina Conti e Daniela Barulli, la prima con lo spettacolo di danza “Fake on Bach”, la seconda con “Vedere attraverso”. «Avremo avuto un pubblico di circa trecento persone, la performance alla fine è quasi rimasta stravolta, ma gli spettatori hanno molto apprezzato, anche a livello grafico sono rimasti colpiti», racconta Martina che a Skopje ha inscenato “Fake on Bach”, una composizione coreografica e musicale realizzata assieme al foto-

grafo Nico Macina e al poeta Francesco De Luigi, tutti e tre assieme noti come “Masdevallia Tigerkiss”. «Con il compositore Massimiliano Messieri abbiamo elaborato un concerto e una danza, unendo fotografia e testi e chiedendo a una pianista e a una violoncellista di suonare musiche di Bach, mentre io danzavo “The sky was pink” di Nathan Fake ascoltandolo da un lettore mp3. L’effetto è stato sconcertante perché loro cercavano di adattare il preludio ai miei movimenti». Più concettuale invece la presenza


artistica di Daniela Brulli, che per la Biennale macedone ha creato “Vedere attraverso”, ovvero la visione di un preciso scorcio cittadino attraverso un cannocchiale a gettoni, unico filtro tra l’osservatore e il soggetto dato dall’artista. Parte infine dalla scienza e arriva all’analisi sociologica il lavoro presentato dal fotografo Marco Scozzaro, in cui una serie di istantanee ritrae sette modelli interamente nudi fatta eccezione per avere indosso solo un paio di collant. «Il lavoro è nato perché sentivo pre-

mere la dinamica del conformismo e dell’omologazione – spiega Marco – soprattutto in questi tempi dove impera il potere mediatico». «Si tratta di una riflessione visiva su persone diverse accomunate dalle calze di nylon color carne che rimandano a una dimensione animalesca e dunque più ancestrale dell’uomo». Nella corteccia premotoria degli esseri umani, infatti, si trova una classe di neuroni detti “mirror”, che si attivano sia quando un individuo compie un’azione, sia quando questi osserva un suo

conspecifico mentre compie la stessa. I neuroni dell’osservatore “rispecchiano”, quindi il comportamento dell’osservato. Da qui il nome dell’opera “Neuroni Mirror”. «Ho semplicemente preso questo riferimento neurofisiologico per mostrare che il conformismo ha una base biologica, spostando così il discorso di analisi dalla cultura alla natura».

13


arte

16-17

Il mio vicino Totoro.

cinema

18-19

libri

20-21

musica

22-23

teatro & danza

24-25

(Castel Sismondo - Rimini, dal 10 ottobre al 14 marzo)

(Cinema Teatro Tiberio - Rimini, 25 ottobre)

Marcello Fois.

Presenta il suo libro a IN-VISIBILE (STIRPE - Einaudi 2009, pagg. 240, € 19)

Willard Grant Conspiracy. (Centrarti - Galazzano, 6 ottobre)

Anteprime teatro.

(Gli appuntamenti delle stagioni 2009-10)

Fiera del tartufo bianco pregiato.

(Sant’Agata Feltria - Rimini, tutte le domeniche di ottobre)

26

food & drink

(Borgo Sant’ Andrea - Rimini, 14 ottobre)

eventi

Festa del Borgo Sant’Andrea.

30

Ottobre 09

Da Rembrandt a Gaugin a Picasso.


© Paul Gauguin, Paesaggio con due donne Bretoni

arte

Le tele del Boston Museum ospiti a Castel Sismondo. (Rimini, 10 ottobre-14 marzo 2010)

Da sabato 10 ottobre a domenica 14 marzo 2010 la Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini ospiterà nelle sale di Castel Sismondo la mostra Da Rembrandt a Gauguin a Picasso. L’incanto della pittura. Capolavori dal Museum of Fine Arts di Boston, organizzata da Linea d’ombra Libri con la sponsorizzazione del Gruppo Euromobil dei fratelli Lucchetta. L’esposizione accoglie 65 capolavori della pittura europea dal ‘500 al ‘900 provenienti da uno dei più prestigiosi musei del mondo, il Museum of Fine Arts di Boston e ripercor-

re, come in una grande lezione di storia dell’arte, quattro secoli di pittura, da Tintoretto a Veronese, da Rembrandt a Van Dyck, da Velazquez a El Greco, da Canaletto a Tiepolo, da Manet a Degas, da Monet a Cézanne, da Gauguin a Van Gogh, da Matisse a Picasso. I capolavori sono organizzati secondo il progetto di Marco Goldin affiancato da George Shackelford, uno tra i maggiori storici dell’arte nonché capo del Dipartimento di pittura europea al Museum of Fine Arts di Boston. Sarà un evento assolutamente unico, destinato a non ripetersi

in alcun luogo al mondo, una occasione imperdibile per chi, restando in Europa, vorrà ammirare capolavori indiscussi della storia dell’arte del Vecchio Continente da tempo trasferitisi negli States. La fortunata occasione è resa possibile dalla chiusura, per il tempo di pochi mesi, di alcuni ambienti del museo bostoniano in vista dell’imminente trasferimento di tutte le sezioni dedicate all’arte americana nella nuova, grande ala del museo firmata da Norman Foster. L’eccezionale mostra sarà affiancata da due ulteriori iniziative: la mostra d’arte

contemporanea Pittura d’Italia. Luoghi veri e dell’anima, sempre a Castel Sismondo, e Piero della Francesca e i tesori d’arte a Rimini, un itinerario inedito alla scoperta della città mitica che presenta, a sua volta, il meglio dei suoi molti, e certo non secondari, tesori d’arte e lo fa nel nome di Piero della Francesca, artista di cui nel Tempio Malatestiano è conservato uno dei massimi capolavori. In questo itinerario, guida d’eccezione è il professor Antonio Paolucci.

SABATO 3 ALATA BIBLIO Mostra di Claudio Ballestracci. Info: 0541 020465 einaudi.rimini@postino.biz 18 - Inaugurazione Libreria Punto Einaudi, via Bertola, 68 (Rimini) Nell’ambito della rassegna arte perturbante: GRAZIELLA MAGHERINI IL PERTURBANTE ESTETICO.

OLTRE LA SINDROME DI STENDHAL Info: 0541 704416 0541 704290; musei@comune.rimini.it 17 Museo della Città - Sala del Giudizio (Rimini) gratis DAL 3 AL 12 WORK IN PROGRESS Personale di pittura di Irene Balducci.

Inaugurazione 3 ottobre ore 17 Tutti i giorni 10.30-12.30 / 16.30-19.30 Sala degli Archi 2 p.zza Cavour (Rimini) DAL 3 ALL’ 11 Nell’ambito di Artefatta Rassegna di giovani artisti: PROJECT WHALE di Giampaolo Carroli, Marco Fellini, Deborah Baroni e Francesca Merciari. Inaugurazione: sabato 3 (ore

18) con festa-aperitivo e dj-set VoidCascade. Tutti i giorni 16-19 Sabato 18-23 (lunedì chiuso) Castello degli Agolanti (Riccione) FINO ALL’ 8 OTTOBRE LA VISIONE VELATA. 50 ANNI DI PAESAGGI L’esposizione afferma la caratteristica peculiare dell’arte di Giorgio Bellini. Info: 0541 750540

16

www.lineadombra.it


IN-VISIBILE 01/09

arte

© Patrizia Lelano

“In carne ed ossa” di Patrizia Zelano, per una fotografia non facile A Savignano sul Rubicone si è chiuso il 18esimo SI FEST

La riminese Patrizia Zelano si è aggiudicata il premio SI FEST 2009 con la serie fotografica In carne ed ossa affrontando un soggetto non immediatamente gradevole ai sensi ma che acquista fascino e suggestione grazie all’occhio dell’autrice e alla poesia che sa infondere negli scatti. Al centro del suo

lavoro ci sono infatti gli scarti della macellazione, in genere considerati sgradevoli e ripugnanti. Il percorso “di redenzione visiva” a cui la Zelano sottopone il materiale a cui si dedica, conduce verso approdi visivi affini alla sensibilità pittorica, di alto impatto emotivo. La Zelano non è un nome nuovo

per il SI FEST perché aveva già vinto il secondo premio del Portfolio 2006. Nel corso dell’ultima serata del festival sono stati assegnati altri Premi: a Daniela Balzani è andato il Premio TPW – Toscana Photographic Workshop; a Olivier Fermariello il Premio HF Distribuzione Libreria in Piazza; Chris

Rain è il vincitore del Premio Fotosintesi. Infine, per la prima volta, il Premio Marco Pesaresi, giunto alla sua ottava edizione, è andato ad una donna, la fotografa napoletana Paola De Grenet che ha presentato un lavoro dal titolo Albino beauty.

10-12.30 / 15.30-19.30 (mattino su appuntamento) Palazzo del Podestà - piazza Cavour (Rimini) SABATO 10 Nell’ambito della rassegna arte perturbante: GIAMPAOLO SASSO LO SCRIGNO SEGRETO DELLA POESIA Info: 0541 704416 - 0541 704290 musei@comune.rimini.it 17 Museo della Città - Sala del Giudizio (Rimini) gratis DAL 10 DAL 10 OTTOBRE DA REMBRANDT A GAUGUIN A PICASSO. L’INCANTO DELLA PITTURA

Capolavori dal Museum of Fine Arts di Boston. Info: 0541 351611 Da lun a gio e dom 9-19, ven e sab 9-20 Castel Sismondo (Rimini) intero €10 ridotto € 8 / € 6 SABATO 10 LET ME BREATH Apertura esposizione fotografica sul fenomeno delle scie chimiche. 21 C.S.A. GROTTAROSSA - via della Lontra, 40 (Rimini) DAL 17 AL 25 Nell’ambito di Artefatta Rassegna di giovani artisti: JPG di Michela Vitale Inaugurazione: sabato 17 (ore 18.30) con concerto di Debora

Bettoli e Mauro Mussoni. tutti i giorni 16-19 sabato 18 -23 (lunedì chiuso) Castello degli Agolanti (Riccione) FINO AL 17 GLI ANTICHI ARCHIVI DEI MALATESTA APRONO LE PORTE ALLA CITTÀ Mostra e visita guidata a cura del prof. Angelo Turchini per illustrare la realtà della città e del suo territorio nell’epoca dei Comuni e delle Signorie. Info: 0541 784474 www.archiviodistato.rimini.it lun-ven 8 -14 sab 8.30-13.30 Piazzetta San Bernardino, 1 (Rimini) SABATO 24 Nell’ambito della rassegna arte perturbante:

STEFANO FERRARI IL DOPPIO PERTURBANTE E L’AUTORITRATTO Info: 0541 704416 0541 704290 musei@comune.rimini.it 17 Museo della Città - Sala del Giudizio (Rimini) gratis SABATO 31 Nell’ambito della rassegna arte perturbante: PAOLO FABBRI IL PERTURBANTE EROTICO DELL’ARTE Info: 0541 704416 0541 704290 musei@comune.rimini.it 17 Museo della Città - Sala del Giudizio (Rimini) gratis

Miriam Fusconi

17


cinema

Il mio vicino Totoro. (Cinema Teatro Tiberio, 25 ottobre)

Parlando di ospiti e ospitalità, c’è un bel film in uscita nelle sale (distribuito con italica tempestività: il film è del 1988...): “Il mio vicino Totoro”, diretto da Hayao Miyazaki, maestro indiscusso dell’animazione giapponese, premio Oscar per “La Città Incantata” e vincitore del Leone d’Oro a Venezia nel 2005. Il film parla di due bambine, due sorelle, una di undici e una di quattro anni, che si trasferiscono alla periferia di Tokyo per stare più vicine alla madre ricoverata in ospedale. Le bambine sono spesso sole, il padre

è sempre al lavoro e in questi momenti iniziano a esplorare la loro nuova casa. Il giardino, la cantina, il grande albero... Lentamente si accorgono che la casa non era vuota come pensavano, ma abitata da creature fantastiche, spiriti buoni della religione shintoista, che le aiutano in un momento difficile della loro vita. Le bimbe diventano quindi ospiti di questo mondo incantato, dove ogni oggetto e ogni luogo hanno un’anima, che le accoglie, le protegge e le guida. Lo stesso Totoro, uno stra-

no incrocio tra un orso e un gatto, si vede per poco nel film, ma ha un ruolo fondamentale: è lo spirito custode del bosco che fa scoprire la bellezza nascosta delle cose e soprattutto è lo spirito che porta crescita e maturazione. I momenti in cui questa strana creatura è presente sono quelli che emozionano di più: l’arrivo della pioggia alla fermata dell’autobus, con il rumore delle macchine che passano lontano, ad esempio, fa emergere una tematica ecologista molto sentita dall’autore giapponese.

Totoro non parla mai e noi non sapremo mai quale sia il confine tra sogno e realtà (in questo Totoro è simile a un altro bel film italiano dello stesso periodo “Piccoli Fuochi” di Peter del Monte), non sappiamo se lui e le altre creature esistono veramente o sono solo fantasie infantili, ma tutto questo conta veramente? Agli occhi di un bambino tutto può diventare magico e reale allo stesso tempo.

SABATO 3 SERATA DI GALA DI PREMIAZIONE DEL CONCORSO I’VE SEEN INTERNATIONAL FESTIVAL in diretta da Milano. Info: 328 2571483 21 Cinema Teatro Tiberio - via San Giuliano, 16 (Rimini) DOMENICA 4 MOSTRI CONTRO ALIENI Info: 328 2571483 14.30/17 Cinema Teatro Tiberio - via

San Giuliano, 16 (Rimini) DOMENICA 4 HARRY POTTER E IL PRINCIPE MEZZOSANGUE 14.45/17.15 Teatro Supercinema – p. zza G. Marconi, 1 (Santarcangelo) LUNEDÌ 5 Nell’ambito di Il nuovo cinema italiano UN ALTRO PIANETA di Stefano Tummolini. 21

Cineteca - via Gambalunga, 27 (Rimini) LUNEDÌ 5 e SABATO 10 ELISIR D’AMORE di Gaetano Donizetti, regia di Alessio Pizzech. Info: 328 2571483 LUN 20.30 / SAB 16 Cinema Teatro Tiberio - via San Giuliano, 16 (Rimini) MARTEDÌ 6 Nell’ambito di Il cinema racconta il lavoro QUANDO COMBATTONO GLI ELEFANTI

di Simone Amendola. 21 Cineteca - via Gambalunga 27 (Rimini) gratis DAL 6 AL 7 CROSSING OVER di Wayne Kramer. 21.15 Teatro Supercinema - p. zza G. Marconi, 1 (Santarcangelo) VENERDÌ 9 Nell’ambito di Film da queste parti

18

Davide Montecchi


IL GRANDE PITER TOZZI di Filippo Cesari. 19 Cineteca - via Gambalunga, 27 (Rimini) gratis DOMENICA 11 VIAGGIO AL CENTRO DELLA TERRA Info: 328 2571483 14.30/17 Cinema Teatro Tiberio - via San Giuliano, 16 (Rimini) DOMENICA 11 CORALINE E LA PORTA MAGICA di Henry Selick. 14.45/17.15 Teatro Supercinema - p. zza G. Marconi, 1 (Santarcangelo) LUNEDÌ 12 Nell’ambito di Omaggio a Sidney Lumet PELLE DI SERPENTE (The Fugitive Kind) con Anna Magnani, Marlon Brando. V.M. 14 anni 16.30 Cineteca - via Gambalunga, 27 (Rimini) gratis Nell’ambito di Il nuovo cinema italiano PA-RA-DA di Marco Pontecorvo. 21 Cineteca - via Gambalunga, 27 (Rimini) MARTEDÌ 13 L’UCCELLO DI FUOCO, LA SAGRA DELLA PRIMAVERA E LE NOZZE Trittico su musiche di Igor Stravinsky. Info: 328 2571483 21 Cinema Teatro Tiberio - via

San Giuliano, 16 (Rimini) DAL 13 AL 14 FROZEN RIVER di Courtney Hunt. 14.45/17.15 Teatro Supercinema – p. zza G. Marconi, 1 (Santarcangelo) GIOVEDÌ 15 Nell’ambito di I giovedì Notorius Rimini Cineclub: RITORNO A BRIDESHEAD di Julian Jarrold. Info: 328 2571483 21 Cinema Teatro Tiberio - via San Giuliano, 16 (Rimini) Ing. € 5.50 / 4.50 DOMENICA 18 LE AVVENTURE DEL TOPINO DESPERAUX Info: 328 2571483 14.30/17 Cinema Teatro Tiberio - via San Giuliano, 16 (Rimini) gratis DOMENICA 18 TRANSFORMERS: LA VENDETTA DEL CADUTO di Michael Bay. 14.45/17.15 Teatro Supercinema – p. zza G. Marconi, 1 (Santarcangelo) LUNEDÌ 19 Nell’ambito di Omaggio a Sidney Lumet QUINTO POTERE (Network) con Peter Finch. 16.30 Cineteca - via Gambalunga, 27 (Rimini) gratis Nell’ambito di Il nuovo cinema italiano LA SICILIANA RIBELLE di Marco Armenta. 21

Cineteca - via Gambalunga, 27 (Rimini) MARTEDÌ 20 LA COLONNA INFAME di Nelo Risi. V. M. 14 anni 21 Cineteca - via Gambalunga, 27 (Rimini) gratis MARTEDÌ 20-SABATO 24 LA RONDINE di Giacomo Puccini, regia di Graham Vick. Info: 328 2571483 MART 20.30 / SAB 16.30 Cinema Teatro Tiberio - via San Giuliano, 16 (Rimini) DAL 20 AL 21 FLASH OF GENIUS di Marc Abraham. 14.45/17.15 Teatro Supercinema – p. zza G. Marconi, 1 (Santarcangelo) GIOVEDÌ 22 Nell’ambito di I giovedì Notorius Rimini Cineclub: SUL LAGO TAHOE di Fernando Eimbcke. Info: 328 2571483 21 Cinema Teatro Tiberio - via San Giuliano, 16 (Rimini) Ing. € 5.50 / 4.50 DOMENICA 25 PONYO SULLA SCOGLIERA di Hayao Miyazaki. 14.45/17.15 Teatro Supercinema – p. zza G. Marconi, 1 (Santarcangelo) DOMENICA 25 IL MIO AMICO TOTORO Info: 328 2571483 14.30/17 Cinema Teatro Tiberio - via San Giuliano, 16 (Rimini)

gratis LUNEDÌ 26 Nell’ambito di Omaggio a Sidney Lumet IL VERDETTO (The Verdict) con Paul Newman, Charlotte Rampling. 16,30 Cineteca - via Gambalunga, 27 (Rimini) gratis Nell’ambito di Il nuovo cinema italiano IL PRIMO GIORNO D’INVERNO di Mirko Locatelli. 21 Cineteca - via Gambalunga, 27 (Rimini) DAL 27 AL 28 CHÉRI di Stephen Frears. 14.45/17.15 Teatro Supercinema – p. zza G. Marconi, 1 (Santarcangelo) GIOVEDÌ 29 Nell’ambito di I giovedì Notorius Rimini Cineclub: AMORI E ALTRI CRIMINI di Stefan Arsenjevic. Info: 328 2571483 21 Cinema Teatro Tiberio - via San Giuliano, 16 (Rimini) Ing. € 5.50 / 4.50 SABATO 31 Per il 16° anniversario della scomparsa di Fellini NOI CHE ABBIAMO FATTO LA DOLCE VITA ideato da Tullio Kezich, di Gianfranco Mingozzi e coprodotto dalla Fondazione Fellini e Rai SAT. 21 Teatro degli Atti gratis

19

cinema

IN-VISIBILE 01/09


libri

Marcello Fois presenta il suo nuovo libro ai lettori di IN-VISIBILE. (STIRPE - Einauidi 2009, pag. 240, € 19)

La vicenda della famiglia Chironi è stata a lungo dormiente dentro di me, aspettava le parole giuste per scaturire. Ed ecco che Michele Angelo, fabbro in Nuoro, mi appare poco fuori dalla mia vecchia casa natia. Qualche tempo dopo, incontro due giovani fratelli figli di fabbro: erano i miei Luigi Ippolito e Gavino. Per fatalità, per magia, per necessità, tutto questo accadeva quando ancora pensavo di poter scrivere un romanzo che non era questo. Poco dopo

venni invitato ad una cena in campagna da un vecchio amico: incontrai la bellissima e anziana, Mercede. La famiglia Chironi si costruiva davanti a me… Incontrare i tuoi personaggi viventi non è sempre e solo un privilegio, qualche volta, al contrario è un problema. Il nucleo ferreo della famiglia Chironi era tutt’altro che docile. Come una storia romanzata all’interno di un libro che romanzo vuole essere, dentro alla vicenda fittizia dei Chironi si stava insi-

20 / a cura di Libreria Punto Einauidi

nuando la storia della mia famiglia Vera. Romanzo nel senso primario del termine: faccenda di uomini che entrano nell’arena dell’esistenza. Sono partito dal punto zero, una STIRPE che comincia, due orfani che producono una genìa, che vivono un presente, organizzano un futuro e programmano un passato. Dentro alla parabola dei Chironi c’è il segreto della genesi di ogni storia. STIRPE è insieme saga familiare e autodafé,

dentro il quale si riconosce l’immensamente privato e l’immensamente pubblico; la Storia e la storia; l’umano e l’uomo. C’è anche la Sardegna e come sempre Nuoro, perché dentro a quello spazio trovo le “parole per dirlo”: uno spazio dell’anima che però ha ancora un corpo fisico, una condizione di alterità che non è estraneità. Spero di averci messo tutto l’amore necessario. Marcello Fois


GIOVEDÌ 1 FABRIZIO FRA SARDEGNA E PRATERIE DEL NORD AMERICA Serata di musiche, immagini e parole a cura di Emiliano Visconti. 21 Biblioteca Comunale “Antonio Baldini”- via Cavallotti, 3 (Santarcangelo) DOMENICA 4 LIBRI IN LIBERTÀ Come prevede il BookCrossing, i libri vengono rilasciati nell’ambiente naturale affinché possano essere ritrovati e quindi letti da altre persone. 16.30-19.30 Sale del MUSAS, Museo Storico Archeologico (Santarcangelo) GIOVEDÌ 8 BRUNO BARTOLETTI BRICIOLE DI POESIA GIANFRANCO MIRO GORI CANTÈDI 21 Biblioteca comunale “Antonio Baldini” - Via Cavallotti, 3 (Santarcangelo) LUNEDÌ 9 Nell’ ambito della rassegna di filosofia La bellezza salverà il mondo?

SALVATORE NATOLI IL GRANDE STILE: ESTETICA ED ETICA DELL’ESISTENZA Info: 0541 618424 21 Cinema teatro Astra- via G. D’Annunzio, 20 (Misano Adriatico) GIOVEDI 15 Nell’ ambito della rassegna di filosofia La bellezza salverà il mondo? STEFANO ZECCHI LE PROMESSE DELLA BELLEZZA Info: 0541 618424 21 Cinema teatro Astra - via G. D’Annunzio, 20 (Misano Adriatico) DOMENICA 18 ERALDO BALDINI Incontro con l’autore. Info: 0541 618424 biblioteca@comune.misanoadriatico.rn.it 18 Biblioteca di Misano Adriatico - via Repubblica, 140 (Misano Adriatico) MARTEDÌ 20 In occasione del decimo anniversario della Biblioteca di San Mauro Pascoli,

MARCELLO FOIS Incontro con l’autore presentazione dell’ ultimo romanzo, STIRPE (Einaudi 2009). Info: 0541 936024 biblioteca@comune.sanmauropascoli.fc.it 21 Piazza Mazzini, 7 (San Mauro Pascoli) VENERDI 23 Nell’ ambito della rassegna di filosofia La bellezza salverà il mondo? ENZO TIEZZI LA BELLEZZA E LA SCIENZA Info: 0541 618424 21 Cinema teatro Astravia G. D’Annunzio, 20 (Misano Adriatico) DOMENICA 25 Nell’ambito di Biblioterapia: come curarsi (o ammalarsi) coi libri ERMANNO CAVAZZONI LEGGERE MENTRE LA VITA SCAPPA VIA Cavazzoni, docente di Estetica all’Università di Bologna, è il primo “terapeuta” invitato a tracciare le mappe di possibili viaggi “letterari” in questo ciclo di incontri sulla lettura.

Info: 0541 7044 86 interbib@comune.rimini.it 17 Biblioteca Gambalunga, sale antiche via Gambalunga, 27 (Rimini) Quota di partecipazione: 40 € per l’intero ciclo di conversazioni LUNEDÌ 30 Nell’ ambito della rassegna di filosofia La bellezza salverà il mondo? VITO MANCUSO VERITÀ E BELLEZZA Info: 0541 618424 21 Cinema teatro Astra - via G. D’Annunzio, 20 (Misano Adriatico) MARTEDÌ 20 ALESSANDRO MANZONI, Storia della Colonna infame, a cura di Luigi Weber Incontro con Luigi Weber, Università di Bologna Presenta Maria Panetta, Università “La Sapienza” di Roma. Letture di Silvio Castiglioni. 18 Biblioteca Gambalunga Sale antiche

LIBRERIA PUNTO EINAUDI RIMINI VIA BERTOLA 68 Tel. 0541/020465 einaudi.rimini@postino.biz RITAGLIA QUESTO COUPON E PRESENTALO IN LIBRERIA ENTRO LA FINE DI OTTOBRE PER AVERE LO SCONTO DEL 20% su questo e sugli altri romanzi di MARCELLO FOIS.

21

libri

IN-VISIBILE 01/09


© hazevi

musica

Willard Grant Conspiracy. (Galazzano, 6 ottobre) La grande band statunitense Willard Grant Conspiracy in un tour che tocca le principali città italiane e che approda anche vicino a Rimini grazie alla volontà di Matteo Botteghi (Neon Caffè), Marta Ileana Tomasicchio (Musincanta) e Alessandro Felici (Lost Minut Alpha). Una piccola grande nicchia di appassionati potrà conoscere “Paper Covers Stone”, l’ultimo disco in cui i bostoniani Willard Grant Conspiracy continuano a muoversi su una linea di confine tra canzone d’autore, alt-rock e folk music. Uscito a fine agosto 2009, grezzo, istintivo e minimale, “Paper Covers Stone” è stato scritto a due mani da Robert Fisher e David Curry, membri

originali della band. Per la registrazione di questo disco sono stati coinvolti Sean O’ Brien e Pete Weiss, già vecchi collaboratori dei WGC e l’alchimista rock’n’roll Steve Wynn. La formazione per la serata al Centrarti è composta da Robert Fisher (voce, chitarra acustica), Paul Tasker (chitarra elettrica e acustica), Iona Macdonald (voce), David Michael Curry (viola, voce), Yuko Murata (piano). Ad aprire il concerto il dj set di Marta dj e il live del cantautore e produttore Cesare Basile.

GIOVEDÌ 1 COLLETTIVO GINSBERG (Faenza) Concerto live. 19.45 Neon Caffè - via Garibaldi, 25 (Rimini) VENERDÌ 2 Nell’ambito di Santarcangelo in jazz:

ELETTROTICO QUINTET Simone Zanchini, Atto Alessi, Mirko Sabatini, Giovanni Falzone, Mauro Ottolini. Info: 0541 356281-84 www.santarcangeloinjazz.com 21.15 Sala Il Lavatoio - via C. Ruggeri, 34 (Santarcangelo) Ing. € 8 / 6

22

Opening 20, concerto 21.45 Info: 346 5702147-50 Centrarti - via Guardia del Consiglio, 15 (Galazzano – RSM) Ing. € 15, prevendita € 12

SABATO 3 Nell’ambito di Concerti della Domenica: MARATONA GOTTSCHALK Francesco Libetta. Info: 0541 704294 20 Teatro degli Atti - via Cairoli, 40 (Rimini) Ing. € 12 / 8 SABATO 3 Nell’ambito di Santarcangelo in jazz: THE LIGHT SIDE OF THE MOON Rita Marcotulli pianoforte. Info: 0541 356281 – 0541 356284 www.santarcangeloinjazz.com 21.15 Teatro Supercinema - p.zza G. Marconi, 1 (Santarcangelo) Ing. € 12 / 10 SABATO 3 PETER MURPHY SECRET COVER TOUR ‘09 Il carismatico leader dei Bauhaus arriva in Italia per un tour da headliner con il suo attesissimo progetto solista. 00.30 Velvet - via S. Aquilina, 21 (Rimini) Ing. 20 € SABATO 3 FAT BOY SLIM Reopening Cocoricò. Info: www.mailticket.biz 22 Cocoricò - via Chieti, 44 (Riccione) Ing. € 29 VENERDÌ 9 Nell’ambito di Santarcangelo in jazz: GASPARE DE VITO

QUARTET PASSING NOTES Gaspare De Vito, Antonio “Nijen” Coatti, Roberto Batoli, Danilo Mineo. Info: 0541 356281-84 www.santarcangeloinjazz.com 21.15 Sala Il Lavatoio - via C. Ruggeri, 34 (Santarcangelo) Ing. € 8 / 6 SABATO 10 WILLARD GRANT CONSPIRACY Robert Fisher, Paul Tasker, Iona Macdonald, Dave Michael Curry, Yuko Murata. Opening 20 Concerto 21.45 Centrarti - via Guardia del Consiglio, 15 (RSM) Ing. € 15 Prevendita € 12 SABATO 10 CLUB NIGHT LIVE FESTIVAL DI SOTTERRANEI L’appuntamento live immancabile con le proposte emergenti del nostro territorio e non. 22.15 Velvet - via S. Aquilina, 21 (Rimini) SABATO 10 Nell’ambito di Santarcangelo in jazz: LE CANZONI DI CHARLES TRENET Barbara Casini voce Fabrizio Bosso tromba. Info: 0541 356281-84 www.santarcangeloinjazz.com 21.15 Teatro Supercinema - p.zza G. Marconi, 1 (Santarcangelo) Ing. € 12 / 10 SABATO 10 CLAMIDIA - PRESA DIRETTA - OCCHI IN


Chris Garneau. Di Simone Bruscia [#1] Non funziona ancora il rapporto tra Meredith e il Dr. Stranamore, i due si attraggono, continuano a vedersi solo per fare l’amore, Derek è insofferente, vorrebbe qualcosa di più, ma la ragazza lo respinge e lo vorrebbe mandare a dormire a casa sua. Inizia così il secondo episodio della quarta stagione di Grey’s Anatomy. A un certo punto, tra le corsie dello Seattle Grace Hospital, si sente, in sottofondo, una ballata malinconica, dolcissima, indecisa nel canto. Un brano che è quasi un soffio, un sussurro. L’autore è un giovane musicista di New York. Si chiama Chris Garneau. Il titolo del pezzo è Castle Time. [#2] Come i gabbiani del mare nordico di Walter Benjamin. Le canzoni di Chris Garneau “descrivono, indecifrabili come sempre, i loro arabeschi”. [#3] Autunno,

finalmente. Ho caricato nel mio iPod un solo disco. Music for tourists. Il cielo di Rimini è già bianco. Al porto la spiaggia è quasi deserta, al crepuscolo il sole è ancora tiepido. Le melodie piano e voce di Chris Garneau sono essenziali, fragili, sottili. La perfetta colonna sonora, si dice, da sentire in aereo mentre si sta precipitando nel vuoto.

Chris Garneau live @ Officina 49, Cesena mercoledì 14 ottobre 2009, ore 21.30 data unica in Italia ingresso € 10 - posti a sedere numerati info & prenotazioni 389 9739117 Discografia: Music For Tourists (2006) C-Sides (2007) El Radio (2009)

APNEA - CURLIEZ live set. 22 C.S.A. GROTTAROSSA - via della Lontra, 40 (Rimini) MERCOLEDì 14 CHRIS GARNEAU Officina 49 - via Roncofreddo, 49 (Cesena) GIOVEDÌ 15 GRANTURISMO (Cesena) Concerto live. 19.45 Neon Caffè - via Garibaldi, 25 (Rimini) VENERDÌ 16 Nell’ambito di Santarcangelo in jazz: BANDA OLIFANTE Info: 0541 356281-84 www.santarcangeloinjazz.com 21.15 Sala Il Lavatoio - via C. Ruggeri, 34 (Santarcangelo) Ing. € 8 / 6 SABATO 17 RETROPOLIS: ANNI 90! special guest ALEXIA una produzione (Q)² e Velvet Club & Factory. opening 23 esibizione Alexia 01.30 Velvet - via S. Aquilina, 21 (Rimini) Ing. € 15 Rid. € 12 DOMENICA 18 LABORATORIO- INCONTRO SULLE PERCUSSIONI con Michele Rabbia. Info: 0541 356281-84 www.santarcangeloinjazz.com 10.30 – 12.30 / 15 – 17 Sala Il Lavatoio - via C. Ruggeri, 34 (Santarcangelo) DOMENICA 18 Nell’ambito di Santarcangelo in jazz:

MUSICA PRESA ALLA LETTERA Michele Rabbia percussioni, oggetti sonori, effetti elettronici. Info: 0541 356281-84 www.santarcangeloinjazz.com 21.15 Sala Il Lavatoio - via C. Ruggeri, 34 (Santarcangelo) Ing. € 8 / 6 SABATO 17 Nell’ambito di Santarcangelo in jazz: ROSARIO GIULIANI TRIO Rosario Giuliani, Enzo Pietropaoli, Marcello Di Leonardo. Info: 0541 356281-84 www.santarcangeloinjazz.com 21.15 Teatro Supercinema - p.zza G. Marconi, 1 (Santarcangelo) Ing. € 12 / 10 MERCOLEDÌ 21 EROS RAMAZZOTTI WORLD TOUR 2009-2010 Ali e radici In prima mondiale a Rimini. Info: 0541 395698 www.stadiumrimini.net 21 105 Stadium - via Coriano (Rimini) Ing. da € 36,50 a € 80 (prevendite www.ticketone.it ) DOMENICA 25 OUARTETTO D’ARCHI DELLA SCALA Shostakovich Quartetto n.8 op.110 Schubert Quartetto n.1 op.29 Rosamunda. Info: 0541 704294 17 Teatro degli Atti - via Cairoli, 40 (Rimini) Ing. € 12 / 8

23

musica

IN-VISIBILE 01/09


IN-VISIBILE 01/09

teatro & danza REACT! React! Residenze artistiche interdisciplinari è un progetto che riunisce tre strutture dedicate alla ricerca teatrale: L’arboretoTeatro Dimora di Mondaino, Santarcangelo dei Teatri e il Teatro Petrella di Longiano. L’edizione 2009 prevede il bando “Residenze di ricerca e pratica teatrale” a cura di Chiara Guidi (Socìetas Raffaello Sanzio), Enrico Casagrande (Motus) ed Ermanna Montanari (Teatro delle Albe), fautori del progetto di direzione artistica Santarcangelo 2009-11. Il bando invita artisti e gruppi a sottoporre a uno dei tre direttori un percorso di ricerca già avviato, ma non ancora giunto a compimento. Il progetto “Scritture per la danza contemporanea” a cura di Raffaella Giordano, coinvolge, invece, 15 partecipanti che, nell’arco di un biennio, conosceranno gli aspetti artigianali e teorici della danza. La sessione romagnola si terrà dal 19 al 24 ottobre al Teatro Dimora di Mondaino con due sessioni torinesi a novembre e a dicembre. VENERDÌ 2 LOU PESARESI Performance per il ventennale di Life is a pigsty degli Smiths. 21

24

Piazzetta San Gregorio, 9 (Rimini) SABATO 3 Nell’ambito di Arte senza limiti: Associazione Centro 21 in collaborazione con la compagnia NNChalance DIMMIDISÌ Performance urbana. 17.30 Piazza Cavour (Rimini) DAL 10 ALL’11 Compagnia Iris (Faenza) ALICE NEL BUIO DELLE MERAVIGLIE Percorso sensoriale al buio a cura di Valentina Caggio e Damiano Folli. Info: 328 3412065 – 349 2500963 sabato 20.30/22.30 domenica 17/19 Ex colonia bertazzoni – viale Torino, 19 (Riccione) GIOVEDÌ 8 SERATA DI PRESENTAZIONE DEI LABORATORI TEATRALI 21 Mulino di Amleto - via del Castoro, 7 (Grotta Rossa, Rimini) LUNEDÌ 12 GIORGIO ROSSI 21 Hotel della Porta (Santarcangelo) LUNEDÌ 19 MICHA VAN HOECKE 21 Hotel della Porta (Santarcangelo) DAL 22 AL 30 LE VOCI DELL’ANIMA La settima edizione del Festival prevede: GIOVEDI 22: Arti(col) Azione (Genova), LA CELLA

LABORATORI DI TEATRO AL MULINO DI AMLETO. Tante possibilità per avvicinarsi al mondo del teatro anche quest’anno al Mulino di Amleto. Daniela Lupparelli e Riccardo Maneglia condurranno il laboratorio di teatro base, mentre Gianluca Reggiani e Marco Bianchini illustreranno i segreti dei grandi narratori in “racconta mi - racconta ti”. Sempre Reggiani terrà un percorso sulla tragedia con “Il caso Edipo”; il laboratorio “Musical!”, invece, sarà curato da Andrea Ascari e Simona Meriggi. Due gli appuntamenti con la comicità: “Sei, buffone?” di Riccardo Maneglia e Nicola Succi e “Il clown non

è un pagliaccio!” della Compagnia dei Ciarlatani. Giovanni Casadei si occuperà di dizione e fonetica e Valeria Fiorini del corpo in “Il corpo perfetto”. Per i più piccoli infine Beppe Chirico e il suo “Il gioco dei giochi”.

ELASTICA VENERDI 23: Isole Comprese Teatro (Firenze), IO E AMLETO SABATO 24: Teatro delle Macerie (Ferrara), MACERIE MERCOLEDI 28: Contro Teatro (Milano), GRAZIE MARIA GIOVEDI 29: Argo (Siracusa), MALPELO E IQBAL VENERDI 30: Il naufragarmèdolce (Roma), I FILI DI PENELOPE A conclusione premiazione dei vincitori. Info: 0541 24773 21 Teatro degli Atti - via Cairoli, 40 (Rimini) SABATO 24 Compagnia Per.Art (Serbia) BEAUTIFUL DREAMS HAVE HOPE Performance di danza. 21.15 Il Mulino di Amleto – via del

Castoro, 7 (Grotta Rossa, Rimini) LUNEDÌ 26 CARLA FRACCI 21 Hotel della Porta (Santarcangelo) VENERDÌ 30 Laboratorio Teatrouno A.UL.S.S. n.9 (Treviso) ICONOSTASI Regia di Simone Derai. 21.15 Teatro Lavatoio – via Ruggeri, 34 (Santarcangelo) SABATO 31 PROMEMORIA 15 ANNI DI STORIA D’ITALIA AI CONFINI DELLA REALTA’ Il giornalista Marco Travaglio in scena per raccontare gli ultimi 15 anni di storia italiana. Info: 0541 395698 www.stadiumrimini.net 21 105 Stadium - via Coriano (Rimini)

Presentazione l’8 ottobre alle 21al Mulino di Amleto.

Info: MULINO DI AMLETO, via del castoro, 7 (Rimini - zona Grotta Rossa) tel/fax 0541 752056 info@banyanteatro.com; formazione@banyteatro.com www.banyanteatro.com


Lines Ballett; Il mercante di Venezia con Moni Ovadia e Shel Shapiro e Annamaria Guarnieri e Luciano Virgilio in Antonio e Cleopatra alle corse. Infine, al Teatro degli Atti, Laura Marinoni e Silvia Altrui interpreti di Passio laetitiae et felicitates; il Teatro dell’Argine con Liberata; i Motus con Too Late! (antigone) contest #2; il testo vincitore del Premio Scenario 2007, Made in Italy; Giuliana Musso con Tanti saluti e, infine, Vincenzo Pirrotta con Terra Matta.

Alla sua quattordicesima stagione, curata da ERT Emilia Romagna Teatro Fondazione, il Teatro della Regina inaugura, il 16 novembre, con La presidentessa di Massimo Castri. Lo Shakespeare interpretato da Alessandro Preziosi si avvicenda al Molière di Carlo Cecchi e all’Edipo Re di Calenda-Branciaroli. Si va dal testo-cult di Yasmina Reza con un poker di attori straordi-

nari al Semiankyki con i mimi, ballerini, clown dei Licedei. Grande attenzione alla danza, con Evolution di Anthony Heinl (ex Momix), Coppelia del Balletto di Mosca, il Casanova di Eugenio Scigliano e un omaggio ad Antonio Ruiz Soler tributato dalla Compagnia Antonio Marquez. Spazio anche all’opera e all’operetta: La Boheme, L’elisir d’amore, la Carmen e My fair lady, con la compa-

gnia Corrado Abbati. Per il teatro comico, gioca in casa Giuseppe Giacobazzi, con le sue esilaranti cronache romagnole, mentre è particolare l’appuntamento con Francesco Guccini, che traduce in lingua pavanese Mostellaria di Plauto. A firmare l’immagine della nuova stagione del Teatro della Regina l’artista sammarinese Gilberto Giovagnoli.

La nuova stagione teatrale sammarinese si fa in due. Al teatro Titano il classico si miscela con il contemporaneo. Ad aprire la stagione il 5 novembre Roberto Herlitzka con Elisabetta Ii a cui si avvicenda il mattatore Massimo Lopez con uno show tributo a Frank Sinatra. Paolo Poli presenta Sillabari mentre Paolo Ferrari e Andrea Giordana interpretano Un ispettore in casa Birling. Largo alle donne con Roberta Lanfranchi che veste i panni di Cenerentola e Lella Costa e il suo nuovo spettacolo, Ragazze. Anche sul

Titano Lavia porta Molto rumore per nulla. E poi il Candido interpretato da Enrico Campanati e Pietro Fabbri, la nuova creazione di Emiliano Pellisari: Inferno (I viaggi dell’anima) e Passaggio in India con Giulia Lazzarini e Sandro Lombardi. Spazio poi alla musica con Igudesman & Joo e l’Orchestra Sinfonica della Repubblica di San Marino in A little nightmare music e anche alla danza con José Limón Dance Foundation Inc. Altri 7 spettacoli sono ospitati dal teatro Nuovo

che inaugura il 17 gennaio con Fabrizio Raggi e Roberto Fornara in L’Inferno in testa e il Paradiso nel cuore. A seguire Ivano Marescotti nel recital Dante un pataca ed Ennio Marchetto in A qualcuno piace carta. A febbraio di scena Le Barnos e a marzo la comica sammarinese Elisa Manzaroli in L’occasione d’oro. Sarà poi la volta Antonio Rezza che parla di sè in Io e della Compagnia Titanz con Apple. A concludere, Masdevallia Tigerkiss, reduci dalla biennale d’arte di Skopje, con Fake_On _Bach.

Teatro della Regina

Popolizio che indossa i panni del celeberrimo Cyrano. A febbraio Le signorine di Wilko, con Laura Marinoni e Sergio Romano; Alessandro Gassman dirige ed interpreta Roman e il suo cucciolo. Chiusura affidata a Toni Servillo, regista e interprete de La trilogia della villeggiatura. Si continua con Le invisibili, interpretato da Maddalena Crippa; Erri De Luca con Fili e Morso di Luna Nuova; Sogno d’amore di Giampiero Rappa; Marco Paolini; la danza con Alonzo King’s

Teatro Titano e Teatro Nuovo di Dogana

Trentatre spettacoli tra prosa, balletto, spettacoli comici e operetta compongono la stagione teatrale riminese 2009/2010. Il sipario del Teatro Ermete Novelli si apre il 16 novembre con Molto rumore per nulla con la regia di Gabriele Lavia. A seguire L’appartamento, un classico del cinema che rivive sul palco grazie Massimo Dapporto e Benedicta Boccoli. E poi Maurizio Micheli e Tullio Solenghi; Il birraio di Preston dal romanzo di Andrea Camilleri; Massimo

Teatro Novelli

IN-VISIBILE 01/09

25


IN-VISIBILE 01/09

eventi SABATO 3 GHERARDO COLOMBO P2: DAL PROGRAMMA ALL’ATTUAZIONE 21 Hotel della Porta (Santarcangelo) DAL 3 AL 4 RICORDI IN SOFFITTA 9-22 Palazzo del Turismo e piazzale antistante (Riccione) LUNEDÌ 5 VITTORIO AGNOLETTO GENOVA 2001: ASSALTO ALLA DIAZ 21 Teatro Supercinema – p.zza G. Marconi, 1 (Santarcangelo) SABATO 10 GRANDE SPETTACOLO PIROMUSICALE “PIRICO D’ARTE” In occasione dei festeggiamenti dell’87° compleanno di Riccione. 22 Piazzale Roma (Riccione) DOMENICA 11 IL MERCATINO DEL RIGATTIERE Oggetti d’antiquariato, modernariato e artigianato. Info: 0541 601031 7-19 C.so F.lli Cervi (Riccione) DAL 9 AL 14 5° FESTA DEL BORGO SANT’ANDREA In occasione della festa del santo patrono di Rimini, l’Associazione Quei de’ Borg propone la

26

tradizionale festa borghigiana. Info: www.borgosantandrea.org 9 e 13 ott: solo la sera 10-11-14 ott: intera giornata Centro storico, zona compresa tra Piazza Mazzini, via Montefeltro, via Lavatoio, via delle Fosse e via Saffi (Rimini) DAL 12 AL 14 ADRIA CUP 2009 Torneo di calcio. Centro Sportivo Comunale “Italo Nicoletti” (Riccione) MERCOLEDÌ 14 FIERA DI SAN GAUDENZO Il centro storico è animato dalle tradizionali bancarelle. Piazza Cavour e Corso D’Augusto fino a Piazza Tre Martiri (Rimini) MERCOLEDÌ 14 PETER GOMEZ I COMPLICI: UNA RETE DI PROTEZIONE PER LA MAFIA 21 Teatro Supercinema – p. zza G. Marconi (Santarcangelo) FINO AL 15 SICARIO 2° EDIZIONE Info: www.sicario.org Luoghi vari (Rimini) SABATO 17 Nell’ambito del progetto Obiettivo Salute: ASPETTI ESSENZIALI DEI FIORI DI BACH E LORO POSSIBILE APPLICAZIONE NELLA VITA QUOTIDIANA Seminario della dott.ssa Laura Bertoni. Info: www.istitutomedicinanaturale.it 15.30 Scuola italiana di Naturopatia via Nazario Sauro, 51 (Rimini) DOMENICA 18

Nell’ambito di Affamati di Cultura - Open Day delle Biblioteche, Archivi storici e Musei della Romagna: PIERO MELDINI CUCINA CONTADINA DELLA ROMAGNA NEI GIORNI DI FESTA E NEI GIORNI FERIALI La lettura di poesie “gastronomiche” è affidata a Francesca Airaudo, mentre il sommelier Riccardo Ricci accompagnerà il pubblico tra “I colli riminesi e i loro vini”. 16 Biblioteca comunale, sala conferenze Centro della Pesa viale Lazio, 10 (Riccione) DOMENICA 18 87° COMPLEANNO DI RICCIONE COMUNE AUTONOMO Oltremare - via A. Piceno, 6 (Riccione) DAL 22 AL 2 NOVEMBRE Nell’ambito di Ambiente festival: EDUCAZIONE, FELICITÀ ED ECOLOGIA DEL CITTADINO Un momento di formazione ed educazione ambientale attraverso mostre e percorsi interattivi. Info: 0541 704710 Luoghi vari (Rimini) gratis DAL 23 AL 25 Nell’ ambito de 35° ed. delle giornate internazionali di Studio Pio Manzù: LA POTENZA NOMADE. VALORI, ILLUSIONI, SPERANZE DELLA GIOVENTÙ ERRANTE Tradizionale appuntamento con la cultura, la politica, l’economia. Info: 0541 678139

www.piomanzu.org Teatro Novelli - via A. Cappellini, 3 (Rimini) gratis GIOVEDÌ 24 RESISTENZA DEMOCRATICA E CITTADINANZA ATTIVA Incontro con il blogger Piero Ricca. 21.30 Zoe Cafè – via Togliatti, 15 (Santarcangelo) DOMENICA 25 MOSTRA SCAMBIO MUSEO NAZIONALE DEL MOTOCICLO Info: 0541 731096 www.museomotociclo.it 7-19 Via Casalecchio, 58/n (Rimini) DOMENICA 25 6° MONKEY SURF FESTIVAL Lato Nord del Porto canale, zone 93, 94 e 95 (Riccione) DOMENICA 25 RIMINI ANTIQUA Mostra mercato dell’antiquariato, modernariato e vintage. Info: 0541 380128 7-19 Piazza Cavour, Vecchia Pescheria, Piazza Malatesta (Rimini) DOMENICA 25 28^ CLASSICA D’AUTUNNO - GARA PODISTICA Ritrovo al campo sportivo 3V via Arezzo (Riccione) DAL 28 AL 31 ECOMONDO Fiera Internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo di nuove risorse. Info: 0541 744 111 www.ecomondo.com Ente Fiera - via Emilia, 155 (Rimini)


IN-VISIBILE 01/09

food & drink DOMENICA 4 FIERA DELLA DOMENICA D’AUTUNNO Tradizionale fiera d’autunno con vendita esclusiva di prodotti freschi e conservati, tipicamente autunnali: salumi, formaggi, dolciumi, frutta secca e candita, olive, olii, sottolii e vino confezionati. Piazza Cavour, via Poletti e piazza Malatesta (Rimini) DOMENICA 4 MANGIAR SANO Assaggi di piatti tipici, di vini DOC e prodotti nostrani seguiti

da incontri e conferenze con apprezzati esperti del settore. Info: 0541 980035 Vie del borgo (Montefiore Conca) MERCOLEDÌ 11 FESTA DELLE NOCI Ricorrenza che coincide con la celebrazione del Beato Amato. Oltre alle noci si possono acquistare tanti frutti e prodotti dell’autunno e partecipare a giochi, lotteria e balli popolari. Info: 0541 981621 Strade e piazze del centro storico (Saludecio) DAL 17 AL 18 CIOCOPAESE: LA FESTA DEL CIOCCOLATO I migliori maestri della pasticceria della provincia mettono in mostra il proprio estro per creare stupefacenti delizie di cioccolato.

Info: 0541 693302 Dalle 9.30 Vie del centro e del paese (Riccione) DAL 24 AL 25 CHOCOTITANO 2009: LA FIERA DEL CIOCCOLATO A SAN MARINO Stand dedicati alla presentazione di prodotti fatti di cioccolato dove esperti e golosi potranno degustare ed acquistare i prodotti della tradizione locale. Si ammireranno i “maitres chocolatiers” all’opera. Info: 0549 980380 Borgo Maggiore (RSM) DAL 30 ALL’ 1 NOVEMBRE IL PESCE FA FESTA: SAGRA GASTRONOMICA CESENATICO L’Associazione dei Ristoratori mette a disposizione i suoi cuochi migliori per riscoprire

la bontà e tutte le virtù di uno degli alimenti più nutrienti della nostra cucina, il pesce. Info: 0547 673287 Porto Canale, Colonia Agip e alcuni angoli del centro (Cesenatico ) TUTTE LE DOMENICHE FIERA NAZIONALE DEL TARTUFO BIANCO PREGIATO Ipnotizzati dal carisma della “trifola”, le migliaia di visitatori troveranno, accanto al celebre tubero, tutti i prodotti autunnali che questa generosa terra appenninica offre: funghi, castagne, miele, erbe officinali, prodotti della pastorizia e della agricoltura e, inoltre, manufatti dell’artigianato rurale ed artistico. Borgo medievale (Sant’Agata Feltria)

Piccoli ravioli fatti in casa ripieni di tartufo e formaggio fresco con sugo di finferli sono la proposta per un primo delicato e prezioso. E per continuare, quello che considero il piatto forte: la Chianina in viaggio da Roma a Shangai passando per Instanbul, ovvero la rivisitazione della carne in versione saltimbocca alla romana, speziata come vuole la tradizione turca e “confezionata” a mo’ cubo secondo il gusto asiatico. Il carrello dei formaggi di produzione propria, proposto in seguito, è ricco e invitante e viene accompagnato da marmellate e composte che ricordano i sapori della nonna.

Il succo di ciliegia con la foglia di acetella prepara e pulisce il palato per il dessert: un ottimo dolce al cucchiaio a base di crema di albicocche, nocciole, cioccolato e spuma di cognac in grado di scuotere i sensi. La piccola pasticceria proposta nel finale dai maitres chocolatiers è curata e deliziosa. L’aspettativa era sicuramente alta ma sono rimasta più che piacevolmente sorpresa. La location e il panorama qui diventano una ricetta impeccabile per una serata romantica.

Azienda Agrituristica Vite. via Montepirolo, 7 - Coriano T el. +39 0541 759138 sanpatrignano.org L’accoglienza è bollicine Franciacorta e una piccola selezione di appetizer: pane nero sovrastato da una cupola di mousse di salmone spolverata di caviale nero, arancino di riso, muffin di lardo e noci, crostino con foie gras bagnato da riduzione di vino. A seguire, l’entrée: carpaccio di ricciola su letto d’insalata. La scelta cade sul menù degustazione a base di carni prodotte dalla comunità. Quella che invece viene chiamata “carta dei vini”, qui si trasforma in un vero e proprio “volume” tutto made in San Patrignano: Montepirolo, Aulente, Avi, Noi ecc. di tutte le annate. Il

30

ricarico è il doppio del prezzo a cui vengono venduti allo “Sp.accio”, la piccola enogastronomia poco lontano dal ristorante. L’eleganza del locale è esaltata anche dai menù rivestiti in pelle nera e dalla porzione di soffitto dominata da un enorme cassettone a forma di foglia di vite. Il servizio è premuroso ma mai imbarazzante. Iniziano ad arrivare gli antipasti: selezioni di carni bianche, dal lepriglio (incrocio tra lepre e coniglio allevato in comunità) ripieno di salsiccia di mora e fegato di coniglio, al fagiano, al pollo, accompagnate da fois gras e porcini.

Francesca Fabbri


servizi

IN-VISIBILE 01/09

2

1

6 5

4 3

RIMINI: 1 - Beach Culture Shop (Viale A.Vespucci, 75/g - 0541390728) 2 - Cafè delle Rose (Viale A.Vespucci, 1 - 054123038 3 - noMi / Hotel Duomo (Via G. Bruno, 28 - 054124215) 4 - Data Trade (Via Soardi, 15 - 0541709112) 5 - Nylon (Via Soardi, 22 - 0541786762) 6 - Lacerba (Piazza Luigi Ferrari, 2 - 054152558)

3

4

1

2

5

REP. DI SAN MARINO: 1 - Artemia (via Consiglio dei Sessanta, 153 - 0549970246 2 - Factory Outlet (Strada dei Censiti, 1 - 0549 904014) 2 - Centro Comm. Atlante (Via III Settembre, 17 - 0549909224) 3 - Centro Comm. Azzurro (Via M. Moretti, 23 - 0549960172) 4 - Electronics (Via Cinque Febbraio, 196 - 0037866818181)

31


www.invisibilemag.com

Numero 1  

Magazine/Agenda eventi della Repubblica di San Marino e della provincia di Rimini

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you