Page 1

SIMPLY NO STRESS.


distribuito da

1

2 9 6 8 7


EXOMED™ è progettato per la realizzazione di estrazioni minimamente traumatiche.

4 3

5

11

EXOMED™ è indicato per l’estrazione alveolare di radici e denti con e senza corona.

10

EXOMED™ KIT 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

BS – Basi di appoggio Estrattore RS 16 – Viti per radici ø 16 RS 18 – Viti per radici ø 18 COK – Cordino in Kevlar Pinze PUEX – Punte universali PRA – Punte per radici EL & EC – Estrattori manuali per radici KL & KC – Giraviti PRS – Prolunga per fresa


I vantaggi più significativi delle estrazioni con l’Exomed™ minimamente traumatiche: 1

Tempi di estrazione ridotti!

2

Tempi di guarigione ridotti! I tessuti parodontali ed alveolari rimangono perfettamente intatti dopo l’estrazione, assenza di lacerazioni e sanguinamento copioso, anche i tessuti adiacenti rimangono praticamente perfetti!

3

Exomed™ offre la reale possibilità di un immediato inserimento di impianto subito dopo l’estrazione: questo perché con l’estrazione ottenuta tramite Exomed™ l’alveolo rimane perfettamente integro! Quindi conseguente riduzione del tempo di recupero clinico.

4

Non è necessario effettuare la sindesmotomia e la lussazione prima dell’estrazione.

5

L’estrazione di denti, anche completamente o parzialmente scoronati, è effettivamente più semplice.

6

Le estrazioni delle radici con Exomed™ sono molto semplificate, lasciando l’alveolo perfettamente integro!

7

Le estrazioni, anche quelle di denti più difficili, sono ottenute esclusivamente con la forza di due dita. Non è necessario pertanto alcuno sforzo.

… ed è più piccolo di una pinza: più comfort per il paziente!


distribuito da


Istruzioni d’uso EXOMED™ deve essere utilizzato manualmente, non abbinato ad altri dispositivi.

Fase_01

IMPORTANTE: Selezione delle basi di appoggio Valutare le aree adiacenti al dente da estrarre per la selezione delle basi di appoggio più adatte. L’estrattore deve posizionarsi in modo più parallelo possibile con il piano occlusale, quindi regolare l’altezza delle basi e la distanza fra le stesse.

Dente/Dente

Dente/Gengiva

Le basi possono essere inserite nei fori H1, H2 e H3 dell’estrattore, a seconda di dove vogliamo posizionare le basi stesse. Lo scopo è la miglior distribuzione del peso. H3

H2

Gengiva/Gengiva

La posizione delle basi di supporto può essere regolata sia in altezza, attraverso le viti della base stessa, sia in termini di distanza tra una base e l’altra: in quest’ultimo caso la distanza è definita dai fori dell’estrattore che vengono scelti. Una regolazione più precisa della distanza tra le basi si ottiene anche ruotando la base sul proprio asse. Viti per l’aggiustamento verticale

H1

Regolazione della distanza 3 fori (H1, H2, H3) per la regolazione della distanza Aree occlusali ed incisali

Estrattore e piano occlusale: paralleli Aree edentule Utilizzare fori H1, H2, o H3

Base 01

Base 02

Base 03

Base 04

Base per il terzo molare inferiore Base per il terzo molare superiore Utilizzare solo foro H1

Utilizzare solo foro H1

Base 05

Base 06


Fase_02

Posizionamento delle punte universali Le Punte Universali sono così definite poiché si adattano a tutti i diversi tipi di denti. Ancoraggio delle punte: le punte universali si adattano ad ogni dente, quindi una volta posizionate sul dente da estrarre fissare la presa attraverso la Regolazione Lenta.

REGOLAZIONE LENTA

Esempi di posizionamento delle Punte Universali

LE PUNTE UNIVERSALI POSSONO ESSERE UTILIZZATE IN POSIZIONI OPPOSTE

REGOLAZIONE VELOCE

Regolazione Veloce: si utilizza finché le punte non iniziano ad ancorarsi al dente. Regolazione Lenta: una volta che le punte iniziano ad ancorarsi al dente occorre procedere con più cautela, e quindi con una regolazione lenta, così da ottenere un fissaggio più sicuro e preciso.

Fase_03

Posizionamento della corda in Kevlar Una volta ancorate le pinze al dente da estrarre, la corda va passata attraverso il Foro Corda e fissata alla Guida Mobile.

Regolazione Veloce Guida Mobile Foro Corda

Regolazione Lenta

Regolazione Veloce: si utilizza la Regolazione Veloce finché la corda inizia a tendersi. Regolazione Lenta: si effettua attraverso le alette, che fungono da supporto alle dita; girando le alette si percepisce la tensione della corda: l’estrazione è in atto!


Istruzioni d’uso Fase_04

Estrazione minimamente traumatica È necessario attendere circa 10 secondi dopo ogni mezzo giro delle alette (corda in tensione): questo tempo è fondamentale per permettere ai legamenti parodontali di assorbire lo stress e quindi consentire l’estrazione senza trauma. Questo elimina il rischio di lacerazioni, sanguinamenti copiosi ed eventuali danni all’alveolo.

Exomed™ permette un’estrazione minimamente traumatica e mantiene l’alveolo ed i tessuti perfettamente integri!

GIUSTO

Estrattore posizionato sotto le pinze

Fase_05

Estrattore e pinze in posizioni opposte

Estrazione di denti senza corona

Giraviti

In questo caso si utilizza il Kit per Radici, composto dalle viti per radici, dai giraviti, dalle Punte per Radici e dalla Prolunga. Con una fresa diamantata si prepara il foro dove inserire la vite. La prolunga per la fresa si utilizza nel caso in cui non ci fosse sufficiente spazio per la fresa.

Preparazione del foro, senza il supporto della prolunga.

In questo caso è necessario l’utilizzo della prolunga: non c’è sufficiente spazio per un ottimale utilizzo della fresa.

SBAGLIATO

Fare attenzione all’inclinazione degli incisivi!

Kit per Radici

Prolunga

Preparato il foro, procedere all’inserimento della vite attraverso il giravite.

Punte prismatiche per radici

La pinza è equipaggiata con le Punte per Radici che si ancora alla vite inserita nel dente.

IMPORTANTE Una volta inserita la vite nella radice, le Punte per Radici si posizionano alla base della vite e lì si ancorano. Ricordiamo una corretta selezione delle basi di appoggio.


Fase_06

Estrazione dei frammenti di radice Nel caso in cui rimangano frammenti di radice (<6 mm) si utilizzano gli Estrattori Manuali. Individuare l’area della radice più adatta dove inserire l’Estrattore con rotazione manuale. L’Estrattore va selezionato considerando la profondità della radice e lo spazio disponibile per le successive operazioni manuali. IN QUESTO CASO L’ESTRAZIONE VIENE OTTE­NUTA MANUALMENTE, NON CON L’EXOMED™. Nei casi più difficili si può procedere alla preparazione del canale tramite fresa prima di utilizzare l’Estrattore manuale.

Estrattori manuali per radici

ISTRUZIONI PER LA MANUTENZIONE PRENDITI CURA DEL TUO EXOMED™! Lo strumento viene fornito in condizione ‘NON STERILE’: deve quindi essere opportunamente lavato, risciacquato e sterilizzato prima di essere utilizzato. Si raccomanda di sterilizzare gli strumenti solo dopo aver effettuato un’accurata pulizia. Se lo strumento non è perfettamente pulito, il risultato della sterilizzazione ne è pregiudicato. La sterilizzazione in autoclave a vapore saturo è tutt’oggi il sistema più utilizzato: per questo tipo di sterilizzazione si raccomandano generalmente cicli della durata di 7 minuti ad una temperatura di 134°C e pressione di 2,1 bar. (verificare comunque le indicazioni del produttore dell’autoclave). Il vassoio in cui è contenuto il kit Exomed™ è esso stesso autoclavabile. Importante lubrificare regolarmente le giunture: questa normale manutenzione assicura un perfetto utilizzo per lungo tempo. Si raccomandano lubrificanti che contengano anticorrosivo. IMPORTANTE Exomed™ è uno strumento indicato per l’estrazione alveolare; prestare attenzione nei seguenti casi: 1. Anchilosi: non indicato utilizzare l’Exomed™. 2. Radici divergenti: prima di utilizzare l’Exomed™ procedere alla separazione delle radici. 3. Ottavo superiore: la zona retro molare è una parte anatomica complessa e molto delicata, quindi assicurarsi sempre che ci sia la possibilità anatomica di fare pressione su questa zona durante l’estrazione.


Casi clinici Riportiamo in questo depliant solo alcuni dei numerosi casi clinici effettuati con successo da Exomed™

Caso clinico nr. 01

Estrazione di un incisivo centrale con immediato inserimento di impianto 

Dr. S. Jayme

Incisivo centrale.

Selezione dei supporti e loro posizionamento. Ancoraggio delle punte universali al dente da estrarre.

Corda in tensione: estrazione in corso.

Estrazione della corona attraverso la Regolazione Lenta dell’Estrattore.

Estratta la corona, si procede all’estrazione della radice. Preparazione del canale con una fresa.

Inserimento della vite.

Le Punte per Radici si ancorano alla vite ed inizia l’estrazione della vite e quindi della radice.

Estrazione della radice.

Radice estratta.

Post-estrazione: totale assenza di traumi, alveolo e papilla perfettamente intatti.

Inserimento dell’impianto.

Impianto con parte protesica.


Caso clinico nr. 02 ESTRAZIONE DEL DENTE 36 (1° MOLARE INFERIORE) Dr. A. L. Scur Raggi X PRIMA e DOPO l’estrazione, dove si evidenzia l’osso interno perfettamente intatto. ALVEOLO perfettamente INTEGRO.

Caso clinico nr. 03 ESTRAZIONE DEI DENTI 14 & 24 (PRIMI PREMOLARI) Dr. E. Levy Post-estrazione: la gengiva è assolutamente intatta!

Bibliografia Gökçen-Röhlig, B; Meriç, U e Keskin, H. Clinical and radiographic outcomes of implants immediately placed in fresh extraction sockets. Istanbul. Oral Surg Oral Med Oral Pathol Oral Radiol Endod 2010;109:e1-e7. Yalcin, S; Aktas, I; Emes, Y; Kaya, G; Aybar, B; Atalay, B. A Technique for Atraumatic Extraction of Teeth Before Immediate Implant Placement Using Implant Drills. Implant Dentistry: December 2009 - Volume 18 - Issue 6 - pp 464-472 Al-Khateeb, T H e Alnahar, A. Pain experience after simple tooth extraction. American Association of Oral and Maxillofacial Surgeons J Oral Maxillofac Surg 66:911-917, 2008 Regev, Lustmann, and Nashef. Extraction in Bisphosphonate-Treated Patients. J Oral Maxillofac Surg. 66:1157-1161, 2008


distribuito da

Via Fabrizio Pinto, 16, I-84100 Salerno - Italy Tel: +39 089233045 - Fax +39 089221545 www.intra-lock.it â&#x20AC;˘ info@intra-lock.it

Catalogo Intra-Lock Exomed™  
Catalogo Intra-Lock Exomed™  
Advertisement