Page 1

I v o lti d ella P u glia ch e p r o du c e

INDUSTRIA CREATIVA


PER INFORMAZIONI SULLE ATTIVITÀ DELLA REGIONE PUGLIA A SOSTEGNO DELLA INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE Puglia Sviluppo S.p.A. SPRINT Puglia SPORTELLO REGIONALE PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE Via delle Dalie, angolo Via delle Petunie Zona Industriale – 70026 Modugno (BA) Italia

I v o lti d ella P u glia ch e p r o du c e

Tel. +39 080 5498811 sprint@regione.puglia.it

PER INFORMAZIONI SULLE ATTIVITÀ DEL DISTRETTO PUGLIESE DELLA COMUNICAZIONE, DELL’EDITORIA, DELL’INDUSTRIA GRAFICA E CARTOTECNICA – DIALOGOI Via Demetrio Marin, 3 70125 Bari – Italia Tel. +39 080 501 06 00 Fax +39 080 564 87 62 segreteria.dialogoi@gmail.com www.dialogoi.it

PER INFORMAZIONI SULLE ATTIVITÀ DEL DISTRETTO PRODUTTIVO PUGLIA CREATIVA c/o AGIS via Melo 185, 70121 Bari - Italia Tel. +39 080 914 85 90 segreteria@pugliacreativa.it www.pugliacreativa.it


Il settore dell’industria creativa 8

La Puglia è creativa

12

La cultura e la creatività diventano impresa

14

Le principali specializzazioni dell’industria creativa

18

I Distretti Produttivi dell’industria creativa

22

Distretto Puglia Creativa

23

Distretto DIALOGOI

26

Editoria, cartotecnica e comunicazione, promotori di cultura

30

Il Cinema e la musica portano la Puglia nel mondo

38

La Puglia è di scena

44

Le nuove tecnologie, impulso di creatività e dinamismo

50

Comunità digitali e creative

58

Investire in Puglia

60

La forza della Puglia

66

Dotazioni infrastrutturali

67

Sistema imprenditoriale e esportazioni

68

Università e centri di ricerca

72

Gli incentivi per lo sviluppo


I volti della Puglia che produce Il settore dell’industria creativa Con questa breve pubblicazione la Regione Puglia presenta agli operatori di settore esteri e italiani l’industria creativa pugliese, caratterizzata per la grande varierà dei comparti produttivi che la compongono: dalla produzione cinematografica all’articolato settore dello spettacolo (arte, teatro, danza), dal settore dei servizi di comunicazione, grafica e organizzazione di eventi, all’industria della musica. Oggi in Puglia si contano oltre 22mila imprese e più di 57mila addetti. Nella programmazione nazionale dei fondi strutturali europei 2007/2013, la Puglia è stata l’unica regione italiana a definire politiche distrettuali per l’industria creativa del territorio e a farsi carico di un importante sostegno agli start-uppers creativi. Le politiche per la promozione del settore messe in campo dalla Regione Puglia mirano in primo luogo alla creazione di nuova imprenditoria e all’internazionalizzazione delle imprese esistenti.

4

Numerosi sono stati negli anni i bandi e le iniziative ad hoc con importanti risultati: oggi la Puglia è al terzo posto in Italia per numero di imprese giovanili sul totale dell’ambito culturale e dal 2012 al 2013 l’export del settore è cresciuto del 169%. Oggi l’industria creativa porta la Puglia nel mondo ed è al tempo stesso un’importante leva per l’attrattività turistica della regione. Crescono le produzioni cinematografiche internazionali che scelgono il territorio pugliese come location, così come è in aumento il numero di visitatori che scelgono la Puglia per la sua offerta culturale. La Regione Puglia ha puntato sulla creatività come perno di un moderno sviluppo sostenibile e inclusivo. Nella cultura la Regione vede infatti un elemento chiave per la coesione sociale e la partecipazione attiva e creativa dei cittadini.

5


LA

Ed è proprio la creatività, tipica di questa regione, che è stata scelta come catalizzatore di politiche di sviluppo sostenibile e inclusivo. Il sistema dell’industria creativa è infatti una realtà produttiva ampia e molto articolata, dove la cultura si trasforma in impresa in grado di creare valore aggiunto per tutta la regione.

PUGLIA È Giuseppe De Nittis, uno dei più importanti pittori impressionisti italiani; Carmelo Bene, attore drammaturgo, regista, scrittore e poeta; Giovanni Laterza, storico fondatore dell’omonima casa editrice. Questo il genio pugliese di ieri che ha aperto la strada a una creatività contemporanea che fa della Puglia una terra ricca di arti visive, musica, danza, teatro ma anche nuovi media, comunicazione, design e tecnologia.

8

CREATIVA 9


La Notte della Taranta, festival itinerante di musica popolare salentina, richiama visitatori da tutto il mondo.


LA

Nella programmazione nazionale dei fondi strutturali europei 2007/2013, la Puglia è stata l’unica regione italiana ad aver creduto nella la creatività quale leva per la crescita e lo sviluppo competitivo. Questo è avvenuto attraverso la definizione di politiche distrettuali specifiche per l’industria creativa del territorio e la creazione di forme di sostegno alle start-up creative. La Puglia si conferma quindi una delle realtà più dinamiche del sud Italia ponendosi al terzo posto per numero di imprese giovanili sul totale del settore culturale.

cultura creatività DIVENTANO

E LA

La Puglia ha scelto la cultura e la creatività come elementi centrali su cui costruire il proprio futuro e un moderno sviluppo sostenibile. La creatività infatti non è solo elemento di crescita culturale ma anche leva di sviluppo economico e industriale per diversi settori produttivi. Sostegno della domanda culturale, sviluppo di una strategia di marketing territoriale, promozione del sistema delle arti, cultura e spettacolo e incentivi per le imprese; queste sono alcune delle iniziative messe in campo dal Governo regionale per la crescita dell’industria creativa.

IMPRESA

I dati del settore dell’industria creativa numero imprese (2013):

22.816 *

numero addetti (2013):

57.000 *

export:

2,6 milioni di euro (+169% sul 2012) **

*fonte: Unioncamere, Rapporto Io sono cultura, ANNO 2014 **fonte: ICE, anno 2013 12

13


LE

PRINCIPALI

Specializzazioni

INDUSTRIA

CREATIVA

EDITORIA

MUSICA

GRAFICA E CARTOTECNICA

TEATRO

COMUNICAZIONE

DANZA

DESIGN

ARTI VISIVE

CINEMA

BROADCASTING

NEW MEDIA 14

DELL’

ICT 15


L’IIliade messa in scena al Teatro Petruzzelli di Bari nella stagione di prosa 2013/2014.


I DISTRETTI PRODUTTIVI L’unione dà forza a tutta l’economia, è questa la visione del Governo regionale che ha promosso la nascita di Distretti Produttivi per stimolare la crescita dei settori economici e industriali della regione. Ogni distretto produttivo, infatti, raccoglie le esigenze delle aziende del settore, le rappresenta nei contesti istituzionali ed economici, attiva logiche di filiera e di marketing strategico territoriale e promuove ricerca e diffusione di know-how e conoscenza tra gli appartenenti al distretto stesso. Nel caso dell’industria creativa sono due i Distretti Produttivi di riferimento che aggregano imprese, centri di ricerca, università ed associazioni per lo sviluppo di tutto il settore.

18

Il Distretto Produttivo “Puglia Creativa” nasce dall’esigenza delle imprese del settore di creare un sistema di cooperazione che possa generare sviluppo, innovazione e crescita per tutte le componenti della filiera creativa. Obiettivi primari del Distretto, oltre alla promozione delle attività e al supporto nella ricerca, lo sviluppo di infrastrutture tecnologiche, la promozione di modelli organizzativi e gestionali più funzionali, l’attivazione di azioni di marketing territoriale, la protezione della proprietà intellettuale e l’agevolazione di accesso al credito.

Dell’industria

CREATIVA

Attivo dal 2009, il Distretto Pugliese della Comunicazione, Editoria, Industria Grafica e Cartotecnica – DIALOGOI riunisce realtà diverse sia per dimensione che per attività con l’intento di creare un sistema unico che sappia competere nei mercati nazionali e internazionali. Il Distretto rivolge la sua attenzione a tutto il bacino del Mediterraneo con l’obiettivo di diventare polo di attrazione per i talenti e i creativi di tutta l’area.

19


Il regista Ermanno Olmi durante le riprese del film “Il villaggio di cartone� girato a Bari.


Distretto Puglia Creativa 57 imprese 2 associazioni di categoria e sindacali 3 enti locali, associazioni ed enti pubblici, camere commercio

38 associazioni private, fondazioni e consorzi 3 universitĂ e centri di ricerca

22

Distretto DIALOGOI 74 imprese 4 associazioni di categoria e sindacali 1 enti locali, associazioni ed enti pubblici, camere commercio

28 associazioni private, fondazioni e consorzi 1 universitĂ e centri di ricerca

23


Un momento suggestivo di musica jazz fra i trulli di Alberobello (BA).


La Puglia possiede una lunga tradizione nel settore dell’editoria, della grafica e della comunicazione; una vivace realtà che oggi trova nuovo vigore grazie all’utilizzo delle tecnologie multimediali. Accanto alle produzioni più classiche, in Puglia si sperimentano nuovi prodotti che ben si adattano a un mercato in continua trasformazione.

EDITORIA

CARTOTECNICA E COMUNICAZIONE Elevata professionalità, forte presenza nel territorio di imprese specializzate, macchinari all’avanguardia e logistica efficiente sono alcuni dei punti di forza di un settore caratterizzato da spirito d’iniziativa e dinamismo. Un settore che ricopre un ruolo centrale per l’economia della regione e che si sta muovendo sempre più verso un modello di reti di imprese che insieme producono e promuovono la cultura nel territorio nazionale.

26

Fiore all’occhiello della regione, l’editoria pugliese è oggi come ieri una fonte di ricchezza per tutta la Puglia. Accanto a case editrici di nota fama internazionale, si sono sviluppate nel territorio piccole e medie realtà, soprattutto specializzate in pubblicazioni storico-culturali e turistiche, che danno vivacità a tutto il settore. Nel territorio inoltre sta aumentando sempre più la presenza di aziende specializzate nella consulenza di marketing e comunicazione che operano in diversi ambiti tra cui brand consulting, strategia di marketing, organizzazione di eventi e pubblicità.

PROMOTORI DI CULTURA Contribuiscono alla forza del settore anche le tante imprese di cartotecnica e grafica presenti nel territorio. Una realtà che basa il suo successo su propensione all’innovazione e dotazioni tecnologiche all’avanguardia che consentono di ottenere un elevata qualità dei prodotti e un forte dinamismo per tutto il settore.

27


Propensione all’innovazione, tecnologie digitali e creatività, i punti di forza dell’industria grafica pugliese.


Anche il settore musicale continua a donare alla Puglia grande visibilità in Italia e non solo. Già rinomata per le stagioni di musica sinfonica dei suoi teatri più prestigiosi, negli ultimi anni anche i ritmi e le danze legate alle tradizioni popolari stanno riscuotendo enorme successo e richiamano visitatori da tutto il mondo. Un esempio tra tutti, la Notte della Taranta, un festival dedicato alla tipica musica salentina che è oggi un evento musicale di portata internazionale.

IL CINEMA PORTANO E LAMUSICA LA PUGLIA La bellezza del territorio è sempre stata fonte d’ispirazione per gli artisti di tutto il mondo e sono sempre di più i film ambientati nella terra pugliese. Solo nel 2013 sono circa cento le produzioni televisive e cinematografiche che hanno scelto la Puglia come scenario ideale andando ad alimentare una vera e propria industria. Grazie a realtà come Apulia Film Commission, una fondazione fortemente appoggiata dal Governo regionale che lavora per attrarre le produzioni audiovisive, la Puglia è oggi una delle mete preferite per registi e produttori non solo per la bellezza dei paesaggi ma anche per la competitività dei servizi e l’elevata professionalità. L’attività di Apulia Film Commision, in sinergia con al Regione, ha portato alla nascita di un vero “sistema cinema pugliese” e ha reso disponibili per le imprese del territorio fondi pari a 10 milioni di euro. 30

NEL MONDO Sono tanti inoltre gli artisti “made in Puglia” che occupano le classifiche musicali e che anche con il loro successo hanno permesso lo sviluppo di una dinamica e creativa industria musicale. Produttori, distributori e manager musicali, etichette discografiche, studi di registrazione, organizzazioni di eventi e festival, una lunga filiera che porta la cultura pugliese nel mondo. 31


Una scena del film “Volare� ispirato alla vita di Domenico Modugno - Polignano a Mare (BA).


Il set di “Housefull�, una serie indiana di grande successo girata in Puglia - Baia delle Zagare (FG).


Il MEDIMEX è una delle fiere più importanti in Italia per l’industria musicale.


LA

PUGLIA La Puglia è una fusione unica delle tante culture che qui si sono avvicendate e mescolate negli anni creando un vero laboratorio artistico multiculturale. Questa vivacità è testimoniata dalle tante realtà locali che operano nel territorio per la promozione della cultura, del teatro, della danza e delle arti visive. Pittura, disegno, illustrazione, grafica, scrittura, fotografia, scultura in Puglia diventano testimonianza della tradizione del territorio, racconto della contemporaneità e al tempo stesso strumento di crescita culturale ed economica. La combinazione di queste arti trova in Puglia terreno fertile per la sperimentazione di nuove forme di contaminazione artistica. Un caso esemplare quello del teatro Petruzzelli di Bari; una vera fucina multiculturale che racchiude in sé il meglio della musica classica, del balletto e del canto, delle arti figurative e delle maestrie degli artigiani che costruiscono gli allestimenti. 38

Altro esempio di come i protagonisti del settore creano sinergie è il Teatro Pubblico Pugliese, un ente nato con il preciso obiettivo di diffondere capillarmente la cultura del teatro, della danza e della musica. Una realtà che dal 1979 ad oggi è riuscita a promuovere la cultura nel territorio con attività realizzate con il contributo di chi la cultura la genera e la vive. Alle tante iniziative del teatro Pubblico Pugliese si uniscono quelle di piccole e giovani associazioni, presenti in tutta la regione, che stanno contribuendo a rendere la Puglia una terra ricca di cultura. Sono sempre più numerose le giovani compagnie teatrali e di danza pugliesi che partecipano ai maggiori festival internazionali; un chiaro segnale della crescente vivacità culturale del territorio.

È DI

SCENA 39


Le compagnie pugliesi sono sempre piĂš protagoniste degli eventi teatrali internazionali.


La commedia “Piccoli crimini coniugali” rappresentata al Teatro Bravò di Bari.


LE NUOVE TECNOLOGIE In Puglia l’incontro tra la creatività e le nuove tecnologie ha portato alla nascita di nuovi talenti e di iniziative che ogni anno proiettano la Puglia negli scenari internazionali. Videomapping, sound design, animazioni e pittura digitale sono solo alcune delle nuove forme di arte che usano la tecnologia come strumento di creatività. Tra le iniziative di maggior successo, il Digital Pride, un festival internazionale delle arti digitali che si tiene in diverse località della Puglia. L’iniziativa è nata con l’obiettivo di promuovere le forme di creatività legate alle nuove tecnologie e di divenire un punto di riferimento per i giovani artisti.

44

Digital Pride inoltre si propone di essere un luogo d’incontro tra artisti, operatori del settore e pubblico, una piattaforma di formazione e un promotore di una nuova sensibilità culturale. Le nuove tecnologie hanno portato vivacità e dinamismo non solo in campo artistico ma anche nel mondo dei media tradizionali, come radio e televisione. Un settore in continua trasformazione che in Puglia vede la presenza di molti operatori attivi, sia nella televisione che nella radio, e un grande utilizzo di nuove tecnologie.

IMPULSO DI

CREATIVITà E DINAMISMO Le nuove tecnologie influenzano anche l’articolato comparto del design. Grazie alle tecnolgie digitali infatti i desiner pugliesi trovano nuovi strumenti di progettazione per trasformare i materiali del territorio in oggetti unici. Nel design pugliese innovazione e tradizione diventano spunto di quella creatività che distingue il Made in Puglia nel mondo.

45


Un moderno studio di registrazione pugliese.


Il design pugliese ridisegna i materiali del territorio in oggetti contemporanei d’arredamento.


Solo la diffusione e la condivisione della conoscenza può portare ricchezza e sviluppo a tutto il territorio, questa la visione del Governo regionale che punta a valorizzare l’innovazione sociale e organizzativa sostenendo le comunità reali e virtuali. Il Governo regionale, promuovendo piattaforme per il confronto online, crede nel ruolo attivo delle persone per identificarne i bisogni e per rispondere ad essi ricercando idee e soluzioni.

All’interno del programma Bollenti Spiriti sono nate tante iniziative che hanno riutilizzato e riconvertito spari urbani. Attraverso la comunità digitale promossa da Bollenti Spiriti, le attività sono state portate avanti con la collaborazione dei futuri utilizzatori degli spazi. Un modello di progettazione partecipata che utilizza la comunità digitale anche per la ricerca di finanziamenti sul modello di crowfunding. La programmazione degli eventi e la gestione degli spazi coinvolge tutte le realtà del settore culturale pugliese.

COMUNITà DIGITALI E CREATIVE Il programma Bollenti Spiriti è uno degli strumenti messi in campo nell’ambito delle politiche giovanili per promuovere crescita imprenditoriale nel settore dell’industria creativa. Laboratori urbani, laboratori dal basso e principi attivi, queste le principali iniziative di Bollenti Spiriti. I laboratori urbani ad esempio, fortemente voluti dal Governo regionale, mettono a disposizione gli spazi cittadini poco utilizzati ai giovani per dare libero sfogo alla loro creatività e ai progetti artistici più innovativi. Una strategia che riqualifica la città e al tempo stesso crea opportunità di formazione e lavoro per i giovani. 50

I rinnovati spazi urbani diventano incubatori per la nascita di compagnie di artisti ma anche di iniziative di giovani imprenditori culturali. Bollenti Spiriti rappresenta per i giovani artisti pugliesi uno stimolo alla creazione di comunità e un’occasione di visibilità sia sulle scene nazionali che su quelle internazionali.

51


Il centro di aggregazione e laboratorio di idee Officina S. Domenico – Andria (BAT).


Il Laboratorio Urbano MADE in SPONGANO, iniziativa del programma Bollenti Spiriti.


Laboratorio Urbano “Bandeàpart” del programma Bollenti Spiriti.


La Puglia si conferma una delle regioni più vitali del Sud Italia. Il modello di sviluppo per promuovere nuove sinergie tra imprese e ricerca, per migliorare le infrastrutture e la disponibilità di forza lavoro qualificata si è rivelato vincente per tutti i settori produttivi.

Il Governo regionale infatti garantisce una competenza elevata nella gestione dei rapporti internazionali e un supporto agli insediamenti stranieri.

INVESTIRE IN PUGLIA Punto di forza del “modello pugliese” è la garanzia di regole certe per gli operatori economici anche con la creazione di un set di incentivi per tutte le tipologie di imprese. Imprese che in Puglia sono vitali, proattive, leader in alcuni settori, aperte alla sperimentazione ma anche ricche di tradizione artigianale e internazionalizzate.

58

La posizione geografica strategica, l’impegno per la sostenibilità ambientale, il welfare all’avanguardia, la ricchezza del capitale sociale sono gli altri elementi unici che rendono la Puglia un luogo di bellezza e interesse, dove vivere e investire.

59


Un governo regionale attento alle esigenze delle imprese che investe nello sviluppo economico locale. Un clima d’affari positivo, con un sistema imprenditoriale altamente dinamico.

Una posizione geografica strategica ed un’ottima dotazione infrastrutturale.

Una forza lavoro altamente qualificata e un mercato del lavoro attivo.

LA FORZA DELLA PUGLIA Un’eccellente rete di università e centri di ricerca.

Un ATTRATTIVO sistema di incentivi, finalizzato sia ad attrarre investimenti esteri, sia a promuovere lo sviluppo imprenditoriale del sistema produttivo regionale.

Una buona qualità della vita (Apulian lifestyle). 60

61


Fase di realizzazione dei carri del Carnevale di Putignano (BA), uno dei piÚ antichi d’Italia e del mondo.


La tradizionale sfilata dei carri del Carnevale di Putignano (BA).


DOTAZIONI

infrastrutturali

12.000 km di strade 1.528 km di rete ferroviaria 2 aeroporti internazionali e 2 interni

imprenditoriale ED ESPORTAZIONI 332 mila imprese attive * 1 impresA ogni 12 abitanti ** 1 milione e 156 mila lavoratori attivi ***

9 porti tra commerciali e passeggeri

7,9 miliardi di euro il valore delle esportazioni ***

1 Interporto

2,039 miliardi di euro il valore delle esportazioni

Il

98% della popolazione dispone

di connessione a banda larga, contro il 96,5% della media nazionale *

* Fonte: Invitalia, dicembre 2013 66

SISTEMA

nel 1ยบ trimestre del 2014 ****

+18,1% rispetto allo stesso periodo del 2013)

(

* fonte: CCIAA Bari, anno 2013 ** fonti: CCIAA Bari e ISTAT, anno 2013 *** fonte: ISTAT, anno 2013 **** fonte: ISTAT, anno 2014 67


UNIVERSITĂ€

E CENTRI DI RICERCA 4 universitĂ (3 pubbliche e 1 privata) 1 politecnico 30 reti di laboratori pubblici per la ricerca 6 Distretti Tecnologici riconosciuti dal MIUR 5 aggregazioni pubblico-private

68

69


Una scena della fiction italiana “Tutta la musica del cuore� ambientata in Puglia.


Complessivamente la Regione Puglia ha movimentato nel proprio territorio investimenti per 3 miliardi di euro, moltiplicando per tre volte e piÚ le risorse pubbliche utilizzate, pari a 865 milioni di euro. Nella prossima programmazione dei fondi europei la Regione Puglia ha previsto di destinare al sistema produttivo piÚ di 2,4 miliardi di euro, il 44,36% dell’intero Programma operativo regionale.

GLI

INCENTIVI

Oltre alla spinta verso la sinergia fra mondo produttivo e mondo della ricerca, che ha creato sperimentazione, innovazione e trasferimento di know-how, il Governo regionale ha messo a disposizione notevoli risorse per sostenere e promuovere i vari settori economici della Puglia. Le risorse finanziarie, in gran parte provenienti dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, sono state destinate alle imprese di diverse dimensioni e presenti nei vari settori produttivi che operano in Puglia.

72

PER LO

SVILUPPO 73


contratti di programma regionali 291.772.093 euro per le imprese del manifatturiero hanno agevolato lo sviluppo di attività e progetti, rafforzato la competitività e l’attrattività del territorio e promosso l’occupazione.

Contratti di Programma Turismo Con 50 milioni di euro, lo strumento aveva l’obiettivo di favorire il processo di destagionalizzazione dei flussi turistici.

Aiuti alle Medie Imprese e ai Consorzi di PMI per Programmi Integrati di Agevolazione (PIA) 201.303.144 euro sono stati messi a disposizione per le attività manifatturiere, dei servizi e della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli con l’obiettivo di creare occupazione, stabilità sociale e dinamismo economico.

74

Aiuti alle medie imprese ed ai Consorzi di PMI per Programmi integrati di investimento (PIA Turismo) Con un budget di 54 milioni di euro l’intervento regionale ha favorito l’innalzamento degli standard di qualità e di classificazione dell’offerte turistica pugliese.

Aiuti agli investimenti iniziali alle microimprese e alle piccole imprese (Titolo II) Un totale di 106.855.077 euro ha permesso di agevolare lo sviluppo delle attività economiche delle imprese di piccole e piccolissime dimensioni facilitando l’accesso al credito.

Aiuti agli investimenti iniziali alle piccole imprese operanti nel settore turistico (Titolo II – Turismo) Lo strumento ha messo ha disposizione 25 milioni di euro come aiuto per le piccole e le medie imprese che svolgono attività turistico-alberghiera, di gestione degli approdi turistici e di gestione degli stabilimenti balneari e le piccole e medie imprese che realizzano nuove iniziative turistico-alberghiere riguardanti la riqualificazione di immobili di pregio storico-architettonico.

75


Aiuti alle piccole imprese innovative di nuova costituzione L’intervento del valore di 15 milioni di euro, ha stimolato la nascita di nuove micro e piccole imprese che hanno valorizzato a livello produttivo i risultati delle ricerche condotte nell’ambito dei settori industriali strategici per lo sviluppo del territorio pugliese (Materiali avanzati, Logistica avanzata, Sistemi avanzati di manifattura ICT, Ambiente e risparmio energetico, Salute dell’uomo, Sistema agroalimentare).

Aiuti alle piccole imprese innovative operative Con una dotazione di 15 milioni di euro, l’iniziativa ha agevolato il consolidamento e la crescita delle micro e piccole imprese innovative nell’ambito dei settori industriali individuati dalla Regione Puglia (Materiali avanzati, Logistica avanzata, Sistemi avanzati di manifattura ICT, Ambiente e risparmio energetico, Salute dell’uomo, Sistema agroalimentare), attraverso il sostegno a progetti di investimento proposti da imprese già operative.

PIA piccole imprese Per incentivare le piccole imprese pugliesi più dinamiche a consolidarsi, espandersi e innovarsi sono stati messi a disposizione 49.448.032 euro.

76

Aiuti all’insediamento in aree produttive extraurbanE Il Governo regionale ha sostenuto con 10 milioni di euro i consorzi o reti di imprese per il trasferimento delle unità produttive esistenti dai centri urbani dei Comuni, con popolazione superiore a 40.000 abitanti, verso agglomerati industriali o aree di insediamento produttivo.

Avviso Internazionalizzazione È il primo intervento regionale pensato per incentivare l’internazionalizzazione delle imprese. Con una dotazione di 20 milioni di euro l’obiettivo è di aumentare il numero degli esportatori che operano in Puglia.

NIDI, nuove iniziative d’impresa L’iniziativa della Regione si rivolge a giovani, donne, disoccupati, persone che stanno per perdere l’impiego e lavoratori precari con partita Iva che vogliono aprire una nuova impresa. Con una dotazione di 54 milioni di euro, l’incentivazione, tra fondo perduto e mutuo, prevede la copertura dell’investimento dall’80 al 100%.

CLUSTER TECNOLOGICI REGIONALI PER L’INNOVAZIONE Con 30 milioni di euro lo strumento potenzia le attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione delle imprese micro, piccole, medie e grandi, negli ambiti tematici della strategia regionale SmartPuglia2020: Manifattura sostenibile, Salute dell’uomo e dell’ambiente e Comunità digitali, creative ed inclusive. 77


PER INFORMAZIONI SULLE ATTIVITÀ DELLA REGIONE PUGLIA A SOSTEGNO DELLA INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE Puglia Sviluppo S.p.A. SPRINT Puglia SPORTELLO REGIONALE PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE Via delle Dalie, angolo Via delle Petunie Zona Industriale – 70026 Modugno (BA) Italia

I v o lti d ella P u glia ch e p r o du c e

Tel. +39 080 5498811 sprint@regione.puglia.it

PER INFORMAZIONI SULLE ATTIVITÀ DEL DISTRETTO PUGLIESE DELLA COMUNICAZIONE, DELL’EDITORIA, DELL’INDUSTRIA GRAFICA E CARTOTECNICA – DIALOGOI Via Demetrio Marin, 3 70125 Bari – Italia Tel. +39 080 501 06 00 Fax +39 080 564 87 62 segreteria.dialogoi@gmail.com www.dialogoi.it

PER INFORMAZIONI SULLE ATTIVITÀ DEL DISTRETTO PRODUTTIVO PUGLIA CREATIVA © REGIONE PUGLIA Fotografia: Michele Stallo Stampato a Ottobre 2014 da Stampa Sud S.p.A. - Mottola (TA)

c/o AGIS via Melo 185, 70121 Bari - Italia Tel. +39 080 914 85 90 segreteria@pugliacreativa.it www.pugliacreativa.it


Intervento cofinanziato dall’UE a valere sul PO FESR Puglia 2007/2013, Asse VI, Azione 6.3.2 “Interventi di sostegno ai processi di internazionalizzazione dei sistemi produttivi locali”.

REGIONE PUGLIA ASSESSORATO ALLO SVILUPPO ECONOMICO AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO ECONOMICO, IL LAVORO E L’INNOVAZIONE Servizio Internazionalizzazione Corso Sonnino, 177 70121 Bari Italia Tel. +39 080 540 47 47 Fax +39 080 540 47 43 servizio.internazionalizzazione@regione.puglia.it www.internazionalizzazione.regione.puglia.it www.regione.puglia.it www.sistema.puglia.it

Brochure industria creativa ita  
Brochure industria creativa ita  
Advertisement